Relazione amministratori definitiva per approvazione bilancio

Page 1

RELAZIONE DEL CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL' ESERCIZIO 2014 Gent.mi componenti del Consiglio di Amministrazione, il Bilancio Consuntivo al 31 dicembre 2014, composto dallo Stato Patrimoniale e dal Conto Economico, è relativo al diciannovesimo esercizio finanziario della Fondazione. La dinamica della formazione del risultato d’esercizio trova sintetica espressione nel Conto Economico; i proventi complessivi nel 2014 ammontano ad euro 406.525 contro Euro 423.296 del 2013 registrando così una diminuzione che andiamo ora ad esaminare. Scendendo più nel dettaglio, si riscontrano maggiori contributi e liberalità realizzati nel 2014, (Euro 188.461 rispetto ad Euro 184.745 del 2013) come evidenziato nella tabella “proventi”. In merito ai “proventi commerciali” della Fondazione, si riscontra una contrazione rispetto ai valori del 2013; si è passati ad Euro 195.160 contro i 202.561 dell’anno precedente. Detta diminuzione è imputabile agli incassi derivanti dalle visite guidate ( - 7.205 Euro) e nello specifico alla presenza, nel solo 2013, del “gruppo Ganimede Viaggi” che aveva inciso da solo per Euro 9.000; le vendite al bookshop sono sostanzialmente invariate (Euro 5.687 contro 5.997 del 2013). Per quanto riguarda le presenze del Museo Monumento al Deportato (22.973 visitatori complessivi) si è registrato un aumento rispetto allo scorso anno, quando il Museo era però stato chiuso per 5 mesi; aumento registrato anche al Campo di Fossoli (23.642 presenze) in particolare con riferimento ai visitatori liberi. In flessione invece i visitatori all’ex Sinagoga rispetto ai dati del 2013 con 1.141 presenze. Il corrispettivo del Comune di Carpi si è confermato rispetto ai valori del 2013. Dal punto di vista dei ricavi e proventi finanziari va registrata una diminuzione; essa è imputabile ad una componente positiva “una tantum” realizzata nell’esercizio precedente, ovvero lo smobilizzo dei titoli di Stato poliennali, in parte venduti ed in parte rimborsati in quanto giunti a scadenza. Più in dettaglio (valori espressi in euro): Proventi: Contributi in c/esercizio Proventi commerciali Fondazione Altri proventi caratteristici Proventi finanziari Proventi straordinari Totale

2014 188.461 195.160 3.220 9.587 10.097 406.525

1

2013 184.745 202.561 277 15.188 20.525 423.296

Variazione 3.716 -7.401 2.943

-5.601 -10.428 -16.771


La voce “proventi commerciali” comprende: -

il corrispettivo pari ad Euro 132.272, ricevuto dal Comune di Carpi per la gestione del Campo di Fossoli e del Museo Monumento al Deportato in forza di un’apposita convenzione stipulata il 1° gennaio 2001 nonché, dal 2009, dei locali storico-artistici della Ex-Sinagoga di Carpi;

-

i ricavi derivanti dalle visite guidate presso il Campo di Fossoli e il Museo Monumento al Deportato e dalle vendite presso il bookshop (Euro 62.888).

La voce “altri proventi caratteristici” è costituita da altri servizi svolti per l’allestimento della Mostra

“Immagini dal Silenzio” per conto dell’”Istituto Storico della Resistenza” di Cuneo e per l’organizzazione degli spettacoli “Cisco” e il “Coro delle Mondine di Novi” in occasione del Festival della Filosofia. La voce “proventi finanziari” è costituita dagli interessi maturati sul fondo di dotazione consistente in Buoni del Tesoro Poliennali. La voce “proventi straordinari” è composta quasi esclusivamente (Euro 9.500) da un avanzo sulle quote di partecipazione al “Treno per Auschwitz 2014”, le quali contenevano una somma destinata ad imprevisti non verificatisi; L’andamento complessivo dei costi e delle spese nel corso dell’esercizio ha registrato una sostanziale conferma rispetto ai livelli del 2013. I costi ammontano infatti complessivamente ad Euro 403.007, contro Euro 403.139, rilevati nel 2013. Il trend è confermato anche andando a confrontare i soli costi di gestione, senza cioè considerare l’effetto fiscale delle imposte e dei costi straordinari (vedi prima riga in grassetto della tabella che segue); la variazione è di soli 2.300 Euro in più rispetto al 2013. In particolare si sono riscontrati: ·

l’incremento degli oneri e spese relative all’attività della Fondazione (+ 13.822 Euro), da imputare

principalmente:

al

maggior

sostenimento

delle

iniziative

istituzionali;

all’attivazione di progetti ulteriori rispetto alla manifestazione “Un Treno per Auschwitz” e alle visite guidate e custodie del Museo del Campo e della Ex-Sinagoga; ·

la diminuzione generalizzata dei costi relativi alle utenze e i servizi, (- 4.907 Euro), a testimonianza di una buona gestione delle risorse “amministrative”;

·

la leggera diminuzione del costo del personale, la contrazione degli ammortamenti (molti cespiti sono ormai “esauriti”) e il minor impatto dell’Iva indetraibile rispetto al 2013 per effetto dell’aumento del pro-rata di detraibilità;

2


Più in dettaglio (valori espressi in unità di euro e percentuali arrotondate):

Costi e spese varie

2014

2013

Diff.

Variaz.%

Acquisto materiale per bookshop

6.866

6.554

312

5%

Utenze e servizi

29.455

34.362

-4.907

-14%

Personale

59.483

61.356

-1.873

-3%

Prestazioni terzi

10.912

11.568

-656

-6%

Acquisti diversi

448

253

195

77%

Costi di manutenzione

2085

902

1.183

131%

Oneri finanziari e spese bancarie

1.905

2.300

-395

-17%

Oneri e spese attività ist.li Fond.

278.926

265.104

13.822

5%

Ammortamenti

4.920

6.689

-1.769

-26%

Variazione rimanenze

-150

1.200

-1.350

-113%

Diverse

11.017

13.274

-2.257

-17%

Totale ante imposte e ante costi straordinari

405.867

403.562

2.305

1%

7.659

8.021

-362

-5%

Imposte

-10.519

-8.444

-2.075

25%

Totale

403.007

403.139

-132

0%

Oneri straordinari

Gli oneri straordinari sono composti da sopravvenienze passive per Euro 5.257 e da erogazioni liberali per Euro 2.400. Le prime valorizzate essenzialmente da scontrini, documentazione varia di competenza di esercizi precedenti, in particolare un conguaglio per il consumo di gas relativo agli esercizi 20102011.

Si segnala che nell’esercizio 2014 non sono stati effettuati significativi investimenti in beni materiali. Complessivamente la gestione dell’esercizio 2014 si sostanzia in un risultato positivo pari ad Euro 3.518.

3


Relazione di attività, 2014

PATRIMONIO · Museo Monumento al deportato E’ proseguito nel corso del 2014 l’attività di ricognizione del patrimonio storico, artistico afferente al Museo Monumento al deportato, già iniziata nel 2013 in occasione del quarantennale del Museo. In collaborazione con IBC- Regione Emila Romagna è stata effettuata la inventariazione e catalogazione del patrimonio (oggetti, documenti, opere d’arte…) sia presente nell’ allestimento che riposto nei magazzini. Tra i diversi oggetti pervenuti negli anni al Museo vanno segnalate le donazioni di Pini Carpi dei Disegni del padre, Aldo del 1999, quella di Alberto Cavallari, sempre di disegni dal campo del 1998, quella dei nipoti di Giuseppe Lanzani nel 2013 (una tela su olio dello zio), quella di Elisa Longoni di 15 tavole del padre Alberto nel 2014. Parte delle schede degli “oggetti” catalogati, visibili in rete nel portale dell’IBC, saranno pubblicate nel catalogo del Museo in via di realizzazione nella collana Musei dell’Emila Romagna. · Campo di Fossoli Conclusi i lavori di messa in sicurezza delle tre baracche scelte come “laboratori” per l’intervento di conservazione, è stato predisposto il progetto di intervento messo in essere dall’Ufficio tecnico di Carpi in collaborazione con la Fondazione ex Campo Fossoli, la consulenza tecnica dell’ing. strutturista Paolo Faccio, la supervisione della Direzione regionale. Nel corso dell’anno si poi attivata la collaborazione con l’arch. paesaggista Tessa Matteini, in relazione al lavoro intrapreso dalla Università di Bologna referente l’arch. Ugolini. Il progetto, approvato, è in attesa di diventare esecutivo. · Archivio L’archivio storico del Centro di Documentazione della Fondazione, che raccoglie fondi privati, quindi documentazione soggettiva, sia in originale che in copia si sta ampliando con sempre maggiori donazioni. Per il 2014 si segnalano le seguenti donazioni di documenti: Cleofe Filippi; Sapone Franca; Paolo Cantuti; Elisa Longoni. Segnaliamo il fondo Fonti orali, che è il risultato di un progetto iniziato nel 2009 e che ha portato alla realizzazione del film documentario Crocevia Fossoli: si tratta di video registrazioni di 25 testimoni per circa 80 ore di registrazione. Inoltre la documentazione presente è stata valorizzata attraverso esposizioni specifiche (vedi sezione Iniziative culturali) e l’utilizzo in percorsi didattici specifici. Vi è poi un lavoro di consulenza a familiari e studiosi che la Fondazione si assume nella quotidianità. Biblioteca Si è conclusa nel corso del 2014 la catalogazione dei volumi della biblioteca del Centro di documentazione della Fondazione con la messa in rete nel Catalogo Opac dei volumi della biblioteca corrente, assieme ai due fondi chiusi, MMD e Centro Zingari. La biblioteca si è arrichhita anche della donazione del Fondo librario di Ercole Losi, primo Sindaco della Città nel dopoguerra e fautore della realizzazione del Museo Monumento al deportato.

4


PROGETTI •Un treno per Auschwitz La Fondazione ex Campo Fossoli ha promosso per l’anno scolastico 2013-2014 il progetto “Un Treno per Auschwitz” rivolto agli studenti degli Istituti superiori della provincia di Modena, classi quarte o quinte. Circa 480 studenti, una cinquantina di docenti, 33 gli istituti coinvolti ogni anno. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con i Comuni capo distretto – Carpi, Castelfranco Emilia, Finale Emilia, Mirandola, Modena, Pavullo, Sassuolo e Vignola. Formazione docenti Nell’ambito della decima edizione del progetto “Un treno per Auschwitz” sono state organizzate 2 giornate seminariali rivolte ai docenti partecipanti al progetto, incontri aperti come sempre a tutti gli interessati : 1° seminario, 11 febbraio 2014. Il seminario aveva l’obiettivo approfondire le origini e lo sviluppo delle culture dei darwinismi sociali e dell'eugenetica e ha visto le relazioni di Antonello La Vergata(Università di Modena e Reggio Emilia), Claudia Mantovani (Università di Perugina), Gianni Ruocco (Università di Roma1) e Luca Bravi (Università di Chieti). 2° seminario, 6 marzo 2014. Il seminario intendeva soffermarsi sul problema del complesso rapporto tra la cultura cattolica/cristiana, il razzismo e l'antisemitismo e ha visto la partecipazione di Alfonso Botti (Università di Modena e Reggio Emilia), Valeria Galimi (Università di Pisa) e Gianmaria Zamagni (Università di Muenster). Formazione studenti Sono stati predisposti dei percorsi specifici per gli studenti, percorsi svolti da docenti formatori interni alle diverse scuole coinvolte e hanno garantito a tutti gli studenti partecipanti un percorso di formazione storica, in funzione dell’acquisizione di conoscenze essenziali rispetto al tema della Shoah. Il percorso ha previsto 4 incontri: 3 prima del viaggio ed 1 al ritorno; dei 3 prima della partenza il primo specifico sul Campo di Fossoli, per sottolineare il legame storico tra Fossoli ed Auschwitz, svolto sempre da un operatore della Fondazione. Giornata di restituzione dell’esperienza - Obiettivo Memoria Il 12 maggio in Teatro alla presenza di tutti gli studenti e docenti sono stati presentati i lavori realizzati autonomamente da alcuni istituti e gli esiti dei due laboratori proposti dalla Fondazione: laboratorio fotografico coordinato da Francesco Nonino, laboratorio di scrittura coordinato da Carlo Lucarelli e Paolo Nori. Materiali che sono stati raccolti e pubblicati in due quaderni. •Un treno per Auschwitz. Andata e ritorno, anno scolastico 2014- 2015 Tra il mese di novembre e dicembre sono iniziati gli incontri di formazione docenti nell’ambito dell’undicesima edizione del progetto “Un treno per Auschwtiz. Andata e ritorno” 18 novembre 2014. Incontro seminariale “La memoria e i suoi attori”, presentazione del volume Il mestiere della memoria di Bruno Maida con la partecipazione di Claudio Silingardi ( INSMLI-Milano) 9 dicembre 2014 . La giornata di studi aveva l’obiettivo da un lato di riflettere su temi generali quali il fenomeno delle deportazioni nella storia del XX secolo e sul Male dopo Auschwitz, dall’altro di affrontare questioni specifiche quali la Polonia di fronte alla storia e alla memoria della seconda guerra - in particolare di Auschwitz. Le relazioni sono state svolte da Gustavo Corni (Università di Trento) Simona Forti (Università del Piemonte Orientale-Alessandria), Carla Tonini ( Università di Bologna), Daniele Giglioli (Università di Bergamo) e Elisabetta Ruffini (ISREC Bergamo).

5


•Confini in guerra. Viaggio di formazione sul confine orientale La Fondazione ex Campo Fossoli ha promosso insieme alla Fondazione Villa Emma, Istituto storico di Modena il progetto Confini in guerra. Viaggio di formazione sul confine orientale, il viaggio sui luoghi il 14-16 novembre 2014. In preparazione sono stati programmati due appuntamenti di formazione. Un incontro preliminare, rivolto ai docenti e utile per l’inquadramento storico generale: Modena lunedì 27 ottobre alle ore 16 relatore Fabio Todero (Irsml Friuli Venezia Giulia sulla “Capire il confine orientale”). Un incontro formativo successivo al viaggio, rivolto agli studenti e ai docenti: Campo di Fossoli lunedì 1° dicembre alle ore 9,30 visita guidata al Campo a seguire intervento di Maria Luisa Molinari “Un posto dove poter andare: la nuova vita dei profughi istriani al Villaggio San Marco”. •Campo di Volontariato, Fossoli: giovani per ricordare Dal 12-19 luglio si è svolta la seconda edizione del campo di volontariato realizzato in collaborazione con il Comune di Carpi e la Fondazione Casa del Volontariato e rivolto a ragazze e ragazzi dai 18 ai 24 anni. Dodici ragazzi hanno trascorso una settimana lavorando presso il Campo di Fossoli e il Museo Monumento e approfondendo i temi della memoria, dell'esclusione, della guerra e della resistenza attraverso visite guidate proiezioni e incontri con esperti. I partecipanti hanno avuto l’opportunità di visitare anche altri luoghi di memoria presenti nella nostra regione quali il Parco e la Scuola di Pace di Monte Sole(Bologna) il Museo Cervi di Gattatico (Reggio Emilia). Il risultato dei lavori svolti dai ragazzi sono stati presentati nel corso di una serata aperta alla cittadinanza. MOSTRE Charlotte Delbo. Una memoria, mille voci, dicembre 2014 – gennaio 2015 Mostra realizzata dall’ISREC di Bergamo. Nell’ambito della mostra è stato organizzato un incontro con la curatrice, Elisabetta Ruffini volto ad approfondire la figura della Delbo pressoché sconosciuta in Italia. La mostra è stata visitata da quasi 400 persone. Villaggio San Marco. Fossoli-Carpi, febbraio - marzo Fotografia di Lucia Castelli In occasione del Giorno del Ricordo è stata allestita presso la baracca recuperata del Campo di Fossoli la mostra fotografica di Lucia Castelli. La mostra aperta è stata visitata da circa 200 persone. Per e scuole è stato organizzato un incontro con la prof.ssa Maria Luisa Molinari dedicato alla vicenda del Villaggio San Marco. Luoghi Quattro Campi, la loro Storia, la nostra Memoria, aprile- giugno Mostra fotografica a cura di Elisabetta Ruffini, fotografie di Isabella Balena La mostra è stata allestita alla baracca ricostruita del Campo di Fossoli In occasione del 25 aprile. La mostra è stata visitabile dal 25 aprile al 2 giugno e sono stati registrate 190 presenze DIDATTICA (anno scolastico 2013-14 e avvio anno scolastico 2014-15) Il settore didattica ha portato a conclusione le attività già avviate nell'anno scolastico 201314, e si è rivolto alla programmazione didattico-formativa per l'anno scolastico 2014-15 seguendo le aree di lavoro: · presentazione del piano di offerta didattica · visite guidate e laboratori didattici

6


· formazione docenti · formazione operatori e volontari · programma didattico dell'a.s. 2014-15 · consulenza e sportello didattico · Didattica e collaborazioni , percorsi di rete · Incontri di presentazione della Didattica con gli Istituti Culturali del Comune di Carpi - territorio delle terre d'argine: giovedì 25 settembre, ore 15,30 - Sala dei Mori di Palazzo dei Pio, per la scuola secondaria di primo grado; giovedì 25 settembre, ore 17 - Sala dei Mori di Palazzo dei Pio, per la scuola primaria e dell'infanzia ; giovedì 2 ottobre, ore 15,30 - Sala Giardino di Levante del Municipio, per la scuola secondaria di secondo grado. Oltre alla promozione verso gli Istituti scolastici delle terre d'argine, la divulgazione dell'offerta formativa si è rivolta ai distretti scolastici del territorio provinciale, nonché alla pubblicazione web per la conoscenza al mondo della scuola in generale. visite guidate e laboratori didattici Parte integrante della didattica della Fondazione sono le visite guidate ai luoghi e i laboratori storico-documentari che, svolti dal personale di Mnemos, sono ideati, realizzati e monitorati direttamente dalla Fondazione secondo una riflessione sulla didattica dei luoghi che si sta sempre meglio definendo anche in relazione al confronto con altri luoghi, italiani ed europei, sulle questioni metodologiche. Nel 2014 sono stati effettuati 75 laboratori raggiungendo 1977 alunni. Per la partecipazione delle scuole alle visite guidate ai luoghi, si veda il paragrafo successivo. · formazione docenti oltre alle iniziative inserite nei progetti Un treno per Auschwitz. Andata e ritorno e Confini in guerra. Viaggio di formazione sul confine orientale, si è tenuto l'incontro seminariale a cura di Francesco Maria Feltri, Il luogo e il funzionamento di Terezin e il contesto d'istituzione dei ghetti nel secondo conflitto . L'incontro si inserisce nel progetto didattico Brundibar. (26 novembre, ore 17,00, Sinagoga, presenza 35 docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Carpi). · formazione operatori e volontari La Fondazione Fossoli ha strutturato tre incontri di formazione rivolti agli operatori di Mnemos, ai volontari del Campo di Fossoli e di Aperto per Arte per approfondire, grazie alla collaborazione di esperti, alcuni aspetti, alcuni aspetti relativi alla storia del Campo di Fossoli e del Museo Monumento e discutere dei possibili strumenti e metodi didattici. gli incontri sono stati svolti da Anna Steiner (Politecnico Milano) L’allestimento del Museo Monumento al Deportato politico e razziale; Rossella Ropa (Università di Bologna) La storia del Campo di Fossoli nel periodo bellico e Nadia Baiesi( Landis) Strumenti e prospettive per una didattica dei luoghi. · Programma didattico 2013-14: - progetto IBC Io amo i Beni culturali - Radiomuseo La Fondazione Fossoli ha coordinato il lavoro dei ragazzi della classe IV del Liceo Fanti di Carpi per la realizzazione del progetto Radiomuseo, avviato in collaborazione con i Musei civici all’interno del concorso “Io amo i Beni culturali”, promosso dall’Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia Romagna. Il progetto didattico si è sviluppato con incontri di formazione e laboratoriali da gennaio ad aprile 2014, mese dedicato alla restituzione finale dell'intero progetto. Nello specifico, a gennaio gli studenti hanno affrontato incontri di tipo più specificatamente conoscitivo:

7


inquadramento generale del progetto e obiettivi, Visita storico-artistica al Museo Monumento al Deportato, incontro su comunicazione audiovisiva, incontro di visita alla radio e la comunicazione radiofonica; incontro riepilogativo di confronto e scelta/assegnazione degli oggetti o elementi museali: vento, scarpa, cucchiaio, muratore (5 incontri nel mese di gennaio). La seconda fase del programma, da febbraio a marzo, è stata rivolta al lavoro direttamente a scuola condotta dal docente referente. Aprile ha visto ultimi incontri di confronto e verifica sul lavoro svolto, e la restituzione finale del progetto che ha previsto il passaggio radiofonico in una rubrica di Radio Bruno a cura degli studenti del Liceo e la costruzione in forma narrativa della storia degli oggetti scelti, pubblicate sul sito web dei tre enti coinvolti. Il progetto dedicato al Museo Monumento è stato curato dalla Fondazione, con la conduzione di Matteo Calanca e dell'apporto di Federico Baracchi per l'area della comunicazione audiovisiva. I ragazzi hanno scelto 5 oggetti esposti al Museo Monumento al Deportato e hanno dato loro nuova vita attraverso modalità innovative di comunicazione e racconto. Il progetto aveva lo scopo di raccontare una storia nuova, decifrando i messaggi trasmessi dagli oggetti, mediante un percorso di conoscenza storica-artistica. Obiettivo finale è costruire una storia in forma narrativa dell'oggetto adottato e 5 oggetti scelti all’interno del Museo Monumento hanno dato la possibilità anche di far rivivere le persone a cui apparteneva. Andando quindi a scandagliare la Storia con la S maiuscola, ma anche le storie di queste cose o le storie che le cose stesse stimolano, secondo quattro criteri-guida: la poesia delle cose; la sopravvivenza delle cose; la biografia delle cose; le cose al di là del tempo e dello spazio. · Programma didattico: a. s. 2014-15: Il piano per le scuole ha mantenuto le proposte relative alla didattica sui luoghi , ovvero visite guidate e attività laboratoriali di approfondimento. Oltre a questa offerta didattica rivolta in generale alle scuole provenienti da diverse aree geografiche (cfr statistiche),sono stati attivati “percorsi speciali”, (per i temi trattati, metodologia, e durata dell'attività). Inoltre si è seguita, a livello didattico, la programmazione relativa al 70^ anniversario della liberazione. percorsi speciali Si sono attivati i seguenti progetti didattici, con svolgimento annuale. - progetto Brundibar, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi – Tonelli. Il percorso didattico ha visto coinvolte le scuole del territorio di Carpi di ogni ordine e grado, ciascuna con un percorso specifico. Percorso specifico per rivolto agli studenti delle classi 2^Ai e 2^Ach della scuola secondaria di secondo grado ITIS Leonardo da Vinci di Carpi. Si è sviluppato un percorso storicoformativo che, a partire dalla centralità dell'opera Brundibar, ha affrontato la sua genesi, il contesto in cui essa è stata prodotta e la specificità del ghetto di Terezin, nel quadro più ampio dell'istituzione dei ghetti e campi di concentramento durante il secondo conflitto mondiale. A seguito della prima parte prevalentemente dedicata alla comprensione storica, conseguita anche attraverso l'analisi di diversi documenti, il percorso didattico si è indirizzato alla preparazione del lavoro di restituzione, in cui gli studenti sono stati coinvolti nel piano di una propria produzione. Obiettivo conclusivo dell'attività infatti è la cura della presentazione al pubblico dell'opera Brundibar per la messa in scena del 27 gennaio 2015 presso il Teatro comunale di Carpi. Complessivamente si sono svolti 10 incontri con gli studenti. Per le scuole primarie e le secondarie di primo grado si è proposto un laboratorio storicomusicale, in grado di unire didattica della storia e didattica musicale. Sono state coinvolte le scuole primarie di S. Croce, Gasparotto, Da Vinci, Collodi e Rodari, e le secondarie di primo grado di Rovereto sulla Secchia. Tutti gli studenti hanno partecipato alle prove generali pomeridiane dello spettacolo teatrale.

8


Il progetto inoltre ha avuto la partecipazione anche della Scuola di Infanzia Agorà, Comprensivo Carpi 2- Carpi, con una presentazione in occasione dello spettacolo teatrale serale. In totale sono stati coinvolti 284 studenti. - Progetto Capire per Ricordare: in collaborazione con il Comune di Cavezzo, Assessorato all'istruzione, per l'a.s. 2014-15 si è sviluppato il progetto rivolto alle classi terze della scuola secondaria di primo grado, per un coinvolgimento di 70 studenti che svolgeranno il lavoro didattico nel marzo 2015, con viste e laboratori. -Il medesimo progetto si è attivato nell'a.s. 2013-14 con il Comune di San Possidonio, con il coinvolgimento di classe III della scuola secondaria di primo grado. -progetto codice memoria, in collaborazione con IIS Meucci di Carpi. Inserito nella progettazione connessa al 70° anniversario della liberazione, il progetto è stato curato dalla Fondazione in collaborazione con l'Iis Meucci di Carpi e il comune di Carpi. Obiettivo del progetto è la creazione , da parte degli studenti di IIF-Meucci, di QR Code e relative schede descrittive per 5 luoghi che segnano la memoria della seconda guerra nel nostro territorio: Museo monumento, Campo di Fossoli, Poligono di Tiro, stazione Ferroviaria e ex Sinagoga. Al termine del progetto didattico si realizzerà l'applicazione Qr Code, la Mappa della memoria, 5 targhe posizionate nei 5 luoghi identificati a segnalazione dell'applicazione, la versione dell'applicazione per cellulari e tablet e il sito web del progetto contenente le schede descrittive. Sono previste presentazioni ufficiali del laboratorio in occasione del 25 aprile 2015 alla presenza dell'amministrazione comunale e a maggio 2015 presso l'istituto Meucci alla presenza del corpo docente e degli studenti dell'istituto. Nel corso del 2014 si sono tenuti 3 incontri di progettazione con il prof. Refente del progetto, 3 incontri con gli studenti presso la sede scolastica e in Sinagoga di inquadramento del progetto, inquadramento storico, ricerca documentaria. - consulenza per attività Consiglio Comunale dei ragazzi, promosso da Comune Carpi-Settore Istruzione come progetto nell'ambito del 70° anniversario della liberazione. La collaborazione della Fondazione Fossoli è rivolta alla consulenza storico-scientifica del progetto didattico. Nel corso del 2014 si sono tenuti 4 incontri di progettazione tra referenti della didattica per delineare lo sviluppo del programma e la predisposizione e verifica dei materiali storici da sottoporre ai ragazzi; il calendario degli incontri con gli studenti si apre da gennaio 2015 e per tutto il periodo scolastico. - Sportello didattico di consulenza - Didattica in rete: collaborazioni con altri enti e soggetti: a) Partecipazione alla Settimana della didattica d'archivio (maggio 2014),- progetto promosso dalla Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna e dall'IBC Istituto per i Beni Artistici dell’Emilia Romagna. b) adesione al progetto“Educazione e politica: la cittadinanza fra storia e scienze della formazione”, promosso da Ente Regione e Dipartimento di Scienze dell’Educazione “Giovanni Maria Bertin” dell’Università di Bologna insieme alla Rete degli istituti storici della Resistenza -, con l'attivazione di un percorso laboratoriale rivolto a studenti universitari e inserito nel piano formativo della Facoltà. c) collaborazione con il Comune di Campogalliano: nell'ambito delle iniziative e celebrazioni del Comune di Campogalliano in occasione del Giorno della memoria gennaio 2014, si è tenuto l'incontro a cura di Marzia Luppi, Il campo di Fossoli, testimonianze della Shoah, rivolto alle classi III della scuola secondaria. d) partecipazione delle proposte didattiche al piano formativo di Memo per il territorio di Modena.

9


VISITATORI AI LUGHI Museo Monumento al Deportato: Nel 2014 il Museo Monumento al deportato ha accolto 2613 visitatori liberi ossia non organizzati in gruppi. A questi si sono aggiunti i visitatori ricompresi nelle visite guidate prenotate che sono state in tutto 800 per un totale di 20360 persone, ripartite nel seguente modo: gruppi scolastici in numero di 683 per un totale di 17270 persone e gruppi non scolastici in numero di 117 per un totale di 3090 persone. Il raffronto con il 2013 vede un notevole incremento delle visite al Museo Monumento, sia come gruppi che come visitatori singoli, segno che le diverse iniziative fatte per riposizionarlo nel contesto nazionale, hanno ben funzionato. Bisogna tuttavia considerare che nel 2013 il museo è stato chiuso per una manutenzione straordinaria oltre 5 mesi. Totale visitatori: 22.973 Campo di Fossoli: Nel 2014 il Campo di Fossoli ha accolto 8517 visitatori liberi ossia non organizzati in gruppi. A questi si sono aggiunti i visitatori ricompresi nelle visite guidate prenotate che sono state in tutto 657 per un totale di 15155 persone, ripartite nel seguente modo: gruppi scolastici in numero di 631 per un totale di 14537 persone e gruppi non scolastici in numero di 26 per un totale di 618 persone. Il campo registra un aumento dei visitatori, soprattutto quelli singoli, con un aumento di 4902 perone in più rispetto all’anno precedente. Totale visitatori: 23.642 Ex Sinagoga: In flessione i visitatori liberi della ex Sinagoga che nel 2014 sono 781; la Ex Sinagoga è spesso sede di esposizioni temporanee e dunque aperta al pubblico. Rimane confermata anche la apertura della prima domenica di ogni mese e l’apertura in occasione dell’evento “Carpi c’è” che registra sempre una notevole affluenza (500 pax). 14 i gruppi organizzati nel 2014 per un totale di 360 visitatori. Totale visitatori: 1.141 Le statiche presentate contengono anche le presenze dovute a specifici progetti promossi dalla Fondazione ex Campo Fossoli (Un Treno per Auschwitz, Brundibar, Confini di guerra, Progetto della Memoria – 9 Comuni) che visite che hanno richiesto una organizzazione specifica (Camminata della Memoria – scuole Focherini, Il poster della pace –Lions club Carpi Host, Radio Popolare – Milano). INIZIATIVE CULRURALI Iniziative in occasione del 27 gennaio il 25 gennaio è stato presentato in anteprima il documentario Crocevia Fossoli realizzato dalla Fondazione Fossoli a conclusione del progetto pluriennale sulle fonti orali. La proiezione ha visto una partecipazione di oltre 150 persone il 27 gennaio è stato proposto lo spettacolo AESSENZE. La memoria rifugio della Vita e della storia in collaborazione con gli Amici della Musica di Modena, la Corale “Savani”, l’Istituto Meucci di Carpi e il teatro La Pozzanghera. Il Teatro comunale ha registrato il tutto esaurito, oltre 400 ingressi. Lo spettacolo nasce da un percorso laboratoriale durato diversi mesi e coordinato dal teatro La Pozzanghera con la partecipazione di un gruppo di studenti del Meucci di Carpi. A loro era stato affidato il compito di scegliere e interpretare alcune letture che avrebbero accompagnato i brani musicali eseguiti dagli Amici della Musica e dalla Corale “Savani”, il tutto ha dato vita allo spettacolo AESSENZE. Gli studenti hanno avuto la possibilità di cimentarsi con il linguaggio del teatro e di comprendere come nasce uno spettacolo teatrale. 10


27 gennaio l’apertura straordinaria dei luoghi gestiti dalla Fondazione ha registrato 473 presenze. 20 febbraio In collaborazione con la Casa delle Culture di Modena il 20 febbraio è stato organizzato un incontro dedicato all’esperienza coloniale italiana L’Italia e la Libia dal colonialismo al dopo Gheddafi con lo storico Costantino Di Sante, circa 50 persone. 27 febbraio Il 27 febbraio è stato presentato il documentario “Controllo fuggiaschi”. Storie degli ebrei di Caprino del regista Ruben Rossello della Radiotelevisione svizzera RSI. Le presenze sono state circa 40. 7 marzo Incontro Campo di Fossoli storie di vittime, spettatori e perpetratori . La storia del Campo di Fossoli attraverso il ventennio fascista e la seconda guerra mondiale. Iniziativa promossa dal Comune di Novi e dall’Anpi di Novi in collaborazione con la Fondazione ex Campo Fossoli. 25 aprile In occasione del 25 aprile la Fondazione ha aperto per tutta la giornata e a ingresso gratuito il Museo Monumento, l’ex Sinagoga e il Campo di Fossoli che hanno registrato una numerosa affluenza di pubblico, complessivamente 2250 persone. Presso il Campo di Fossoli sono stati realizzati due appuntamenti: Libertà l’è morta. Canti popolari e anarchici tra Ottocento e Novecento di e con Francesco Benozzo e Fabio Bonvicini; Luoghi Resistenti Concerto del Corpo Bandistico di Carpi. 7 maggio Proiezione del film documentario Crocevia Fossoli presso la Camera dei Deputati nell’ambito di una giornata seminariale “Crocevia Fossoli. Racconto del campo di concentramento di Fossoli” alla presenza della Vice Presidente della Camera On. Marina Sereni e del Ministro Dario Franceschini. 5-9 maggio Presentazione al convegno di Conservazione preventiva e programmata a cura dei docenti e ricercatori del Dipartimento di Architettura di Bologna. 8-11 maggio Era 2014 La Fondazione Fossoli ha collaborato al programma di Era 2014(European Resistance Assembly) svoltosi a Correggio, quattro giorni di scanditi da dibattiti, concerti e incontri con testimoni e scrittori. 9 maggio In collaborazione con l’Istituto storico di Modena è stato presentato presso l’ex Sinagoga Albe Steiner. Cambiare il libro per cambiare il mondo di Marzio Zanatoni. Alla serata sono intervenute 20 persone. 10 maggio Carpi C’è La Fondazione Fossoli ha aderito alla manifestazione cittadina Carpi C’è, manifestazione che si concentra nel centro storico proponendo numerose attività fino a notte tardi. La Fondazione

11


ha aderito aprendo per l’occasione la Sinagoga e il Museo Monumento fino alle ore 24. Quasi 800 persone hanno visitato i luoghi . Settantesimo della Strage di Fossoli 21 Giugno In occasione del 70° anniversario della morte di Leopoldo Gasparotto è stata organizzata una visita guidata del Museo Monumento con accompagnamento musicale a cura del Conservatorio Vecchi-Tonelli; a seguire è stata presentata la versione on line del volume Uomini nomi memoria. Fossoli 12 luglio 1944 a cura di Anna Maria Ori, Carla Bianchi Iacono e Metella Montanari. Presso il Campo di Fossoli alle ore 21 è stato presentato il lavoro originale Dove sono le mie montagne, reading dal diario di Leopoldo Gasparotto. Sono state registrate nel complesso 150 partecipanti. 2 luglio Obiettivo Memoria, letture e proiezioni da un treno per Auschwitz 2014. Presso il Museo Monumento al Deportato sono stati presentati alcuni lavori realizzati dagli studenti della X° edizione del progetto “Un treno per Auschwitz”. 62 persone . 13 luglio In occasione del 70° anniversario della strage di Cibeno (12 luglio 1944) si è svolto presso il Poligono di tiro di Cibeno la commemorazione dei 67 internati del Campo di Fossoli alla presenza del Ministro della Difesa Sen. Roberta Pinotti, dei famigliari delle vittime e di numerose delegazioni Aned dei diversi comuni di provenienza degli internati del Campo fucilati a Cibeno. Circa 300 presenze 2 agosto Route Nazionale Agesci a Fossoli Nell’ambito della route nazionale è stata prevista una tappa al Campo di Fossoli e al Museo Monumento, come luoghi simbolo di storie che riguardano l’eticità della scelta. Dopo la visita ai luoghi, il lavoro di riflessione seguito, la sera del 2 agosto 250 scout partecipanti alla Route Nazionale si sono ritrovati al Campo di Fossoli per la veglia alle stesse. 12-14 settembre Festival Filosofia, tema la Gloria All’interno delle iniziative promosse per il Festival Filosofia la Fondazione Fossoli ha promosso il concerto Avanti Popolo! con Cisco e il Coro delle Mondine di Novi in collaborazione con il Corpo Bandistico Città di Carpi. Per l’occasione sono stati aperti ad orario continuato e ad ingresso gratuito l’ex Sinagoga, il Museo Monumento al Deportato e al Campo di Fossoli nonché organizzate visite guidate gratuite ai luoghi. Domenica 14 settembre è stata anche celebrata la XIV Giornata Europea della Cultura Ebraica Nelle tre giornate sono state registrate oltre 500 presenze. 20-21 settembre Giornate Europee del Patrimonio La Fondazione Fossoli ha aderito alle Giornate Europee del Patrimonio e per l’occasione sono stati aperti ad orario continuato e ad ingresso gratuito l’ex Sinagoga, il Museo Monumento al Deportato e al Campo di Fossoli. Presso l’ex Sinagoga è stata allestita una esposizione sul patrimonio archivistico e bibliotecario della Fondazione ex Campo Fossoli con la presentazione anche di documentazione. Oltre 600 persone hanno preso parte a queste giornate.

12


29 novembre 1944: Fossoli una stage dimenticata seminario promosso dall’ANPI di Lecco e realizzata in collaborazione con la Fondazione ex Campo Fossoli. 2 dicembre Nell’ambito del seminario permanente di World History del Dipartimento di studi linguistici e culturali dell’Università di Modena e Reggio Emilia in collaborazione con Istituto storico di Modena, Fondazione Fossoli e Comune di Modena è stato promosso il seminario Domande sull’Islam, relazioni di Alfonso Botti (Università di Modena e Reggio Emilia) e Demetrio Giordani

(Università

di

Modena

e

Reggio

Emilia).

La presente Relazione e il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2014 testé esaminato, sono stati approvati all’unanimità in data 05 giugno 2015 dal Consiglio di Amministrazione, il quale ha altresì deliberato, sempre all’unanimità, di riportare l’avanzo di esercizio pari ad Euro 3.518 agli esercizi successivi. Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Dott. Pierluigi Castagnetti

13


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.