__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

RELAZIONE DEL CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL' ESERCIZIO 2013 Gent.mi componenti del Consiglio di Amministrazione, il Bilancio Consuntivo al 31 dicembre 2013, composto dallo Stato Patrimoniale e dal Conto Economico, è relativo al diciottesimo esercizio finanziario della Fondazione. La dinamica della formazione del risultato d’esercizio trova sintetica espressione nel Conto Economico; i proventi complessivi nel 2013 ammontano ad euro 423.296 contro Euro 429.892 del 2012 registrando così una sostanziale tenuta (-1,5%). Scendendo più nel dettaglio, si riscontrano minori contributi e liberalità realizzati nel 2013, (Euro 184.745 rispetto ad Euro 215.776 del 2012) come evidenziato nella tabella “proventi”. In merito ai “proventi commerciali” della Fondazione, si riscontra un aumento dei valori 2013, risultati pari ad Euro 202.561 rispetto a quanto consuntivato nel 2012, con Euro 193.581. In particolare si registra una tenuta dei ricavi derivanti dalle visite guidate ed un aumento delle vendite al bookshop i cui ricavi sono passati da Euro 3.324 ad Euro 5.997 con un aumento circa dell’80%. Per quanto riguarda le presenze e l’affluenza dei visitatori al Museo e al Campo, si è registrata una sostanziale tenuta delle visite confermando le 39.000 presenze del 2012; va comunque sottolineato il periodo di chiusura al pubblico del Museo che per circa 4 mesi è stato sottoposto ad interventi di ristrutturazione; permane quindi un trend positivo delle visite negli ultimi anni unito ad un crescente interesse per i laboratori di approfondimento che hanno visto da soli, la presenza di 893 studenti, tutto ciò nonostante il persistere della crisi economica e la difficoltà delle scuole. Il corrispettivo del Comune di Carpi per l’esercizio 2013 ha registrato un aumento di circa 7.000 Euro rispetto al 2012. Dal punto di vista dei ricavi e proventi finanziari va registrato lo smobilizzo dei titoli di Stato poliennali, in parte venduti ed in parte rimborsati in quanto giunti a scadenza. Ciò ha prodotto un incremento dei ricavi finanziari a seguito delle plusvalenze realizzate; le liquidità resesi disponibili, sono state reinvestite per l’acquisto di nuovi titoli di Stato poliennali, di complessivo valore nominale pari a quello dei titoli disinvestiti. Più in dettaglio (valori espressi in euro): Proventi:

2013

2012

Variazione

Contributi in c/esercizio

184.745

215.776

-31.031

Proventi commerciali Fondazione

202.561

193.581

8.980

277

1.273

-996

Proventi finanziari

15.188

10.137

5.051

Proventi straordinari

20.525

9.125

423.296

429.892

11.400 - 6.596

Altri proventi caratteristici

Totale

1


La voce “proventi commerciali” comprende: -

il corrispettivo pari ad Euro 132.158, ricevuto dal Comune di Carpi per la gestione del Campo di Fossoli e del Museo Monumento al Deportato, in forza di un’apposita convenzione stipulata il 1° gennaio 2001;

-

i ricavi derivanti dalle visite guidate presso il Campo di Fossoli e il Museo Monumento al Deportato e dalle vendite presso il bookshop (Euro 70.403).

La voce “altri proventi caratteristici” è costituita da altri servizi svolti su incarico del “Consorzio per il

Festival della Filosofia”. Nello specifico per l’organizzazione di un evento nel corso del festival. La voce “proventi finanziari” è costituita per il 50% circa, dagli interessi maturati sul fondo di dotazione consistente in Buoni del Tesoro Poliennali mentre il restante 50%, dalle plusvalenze derivanti dallo smobilizzo dei titoli di cui si è già detto. La voce “proventi straordinari” è composta per circa 13.000 Euro da un avanzo sulle quote di partecipazione al “Treno per Auschwitz 2013”, le quali contenevano una somma destinata ad imprevisti non verificatisi; i restanti 7.000 euro sono composti da storni di costi stimati in eccesso nel 2012 ed in particolare i costi delle utenze del Comune di Carpi oltre a storni di partite passive che al 31/12/2013 sono state ritenute definitivamente inesigibili. L’andamento complessivo dei costi e delle spese nel corso dell’esercizio ha registrato un incremento rispetto ai livelli del 2012. I costi ammontano infatti complessivamente ad Euro 403.139, contro Euro 397.715, rilevati nel 2012. Occorre però sottolineare, che se ci si ferma a considerare i soli costi di gestione, senza cioè considerare l’effetto fiscale delle imposte e dei costi straordinari, si riscontra una diminuzione degli stessi per circa 22.225 Euro; Più in dettaglio si sono evidenziati: ·

il decremento degli oneri e spese relative all’attività della Fondazione (- 29.345 Euro), da imputare principalmente dal forte calo dei costi relativi ai co.co.pro, rispetto al 2012 (45.065 Euro), compensato in parte dall’aumento dei compensi per le visite guidate e le custodie del Museo (+ 14.214 Euro ) e dall’incremento delle iniziative commerciali e istituzionali (+ 3.480 Euro);

·

la diminuzione della variazione delle rimanenze del bookshop (- 4.520 Euro); ciò in conseguenza delle aumentate vendite e degli omaggi offerti ai visitatori del Campo e del Museo, rispetto all’esercizio 2012;

·

la sostanziale tenuta dei costi relativi alle utenze e i servizi; infatti, il dato dell’aumento dei costi di circa 3.500 Euro rispetto al 2012, è solo apparente, in quanto nello specifico, la

2


differenza più marcata relativa ai servizi di pulizia del Museo e della Sinagoga, non tiene conto di due fatture per circa 2.000 euro, relative al 2012, pervenute solo nel 2014; ·

l’aumento delle spese per l’acquisto di merce da rivendere presso il bookshop (+ 3.481 Euro);

·

il forte aumento delle imposte sul reddito, che hanno registrato una variazione positiva pari ad Euro 21.524, per i motivi seguenti:

-

l’Ires corrente è passata da Euro 4.691 ad Euro 14.721 e ciò è imputabile principalmente all’esaurimento, in questo esercizio, delle perdite fiscali degli esercizi precedenti, che hanno fino ad oggi permesso un effetto “compensazione”, riducendo l’imponibile fiscale; oltre a questo, anche la diminuzione dei costi di gestione ha avuto il suo impatto;

-

l’Ires anticipata accantonata lo scorso esercizio, (- 5.209 Euro) a seguito della presentazione dell’istanza Irap/Ires al fine di ottenere la possibilità di utilizzare le perdite fiscali derivanti dall’indeducibilità dell’Irap degli esercizi 2007-2011, è stata quest’anno stornata (+ 5.209 Euro) a seguito dell’utilizzo delle perdite fiscali citate;

Più in dettaglio (valori espressi in unità di euro e percentuali arrotondate): Costi e spese varie

2013

2012

Diff.

Variaz.%

Acquisto materiale per bookshop

6.554

3.073

3.481

113%

Utenze e servizi

34.362

30.831

3.531

11%

Personale

61.356

58.468

2.888

5%

Prestazioni terzi

11.568

10.636

932

9%

Acquisti diversi

253

1.094

-841

-77%

Costi di manutenzione

902

1.812

-910

-50%

Oneri finanziari e spese bancarie

2.300

1.569

731

47%

Oneri e spese attività ist.li Fond.

265.104

294.449

-29.345

-10%

Ammortamenti

6.689

6.905

-216

-3%

Variazione rimanenze

1.200

5.720

-4.520

-79%

Diverse

13.274

11.230

2.044

18%

Totale ante imposte e ante costi straordinari

403.562

425.787

-22.225

-5%

Oneri straordinari

8.021

1.896

6.125

323%

Imposte

- 8.444

-29.968

21.524

-72%

Totale

403.139

397.715

5.424

1%

3


Le sopravvenienze passive, che hanno costituito la componente principale degli oneri straordinari, sono formate in maggior parte dallo storno di crediti ritenuti oramai inesigibili al 31/12/2013, secondo la logica della “pulizia di bilancio” delle partite più vecchie, attuata anche come sopra citato, per quelle passive.

Si segnala che nell’esercizio 2013 sono stati effettuati i seguenti investimenti in beni materiali: -

piccole attrezzature implementate nel Museo pari a 2.250 Euro, in particolare per staffe e supporti di segnalazione e descrizione.

Complessivamente la gestione dell’esercizio 2013 si sostanzia in un risultato positivo pari ad Euro 20.157. Attività culturali realizzate nel 2013 Primo Levi. I giorni e le opere Mostra documentaria A 25 anni dalla scomparsa 11 novembre 2012 - 13 gennaio 2013 Sala dei Nomi La mostra è stata riallestita presso la Sala dei Nomi del Museo Monumento e nel periodo di apertura è stata visitata da circa 735 persone. In occasione del riallestimento sono state organizzati alcuni appuntamenti di approfondimento della figura e del lavoro di Primo Levi e inseriti anche nel programma di formazione docenti della nona edizione del progetto “Un treno per Auschwitz”. (16 novembre

Fabio Levi, 5 dicembre

Alberto Cavaglion ed Elisabetta Ruffini ) Memoria d’infinito 27 gennaio-28 febbraio Sala dei Nomi Mostra realizzata nell’ambito del progetto Non più nome ma numero in collaborazione con l’IBC ed inaugurata in occasione del Giorno della memoria Nel periodo di apertura le presenze sono state circa 3.321. Sempre occasione della Giornata della memoria e in collaborazione con altri Enti sono state realizzanti appuntamenti ed iniziative rivolte sia al mondo della scuola sia ad un pubblico generico : - 26 gennaio nell’ambito del progetto provinciale “Giusti fra le nazioni” gli studenti dell’Istituto Meucci di carpi hanno incontrato Franco Varini, testimone del Campo di Fossoli; 4


- 26 gennaio nell’ambito del progetto Europeo “Memors” la Fondazione Fossoli ha preso parte alla tavola rotonda Memorie del Porrajmos, incontro promosso dal Comune di Frignano sulla Secchia; - 27 gennaio presentazione del libro Parole Trasparenti di Daniele Finzi, in collaborazione con l’Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano, incontro che ha visto la partecipazione di circa 90 persone; - 27 gennaio in occasione della visita a Carpi del Presidente Mario Monti gli studenti del Liceo Fanti di Carpi coinvolti nel progetto dell’IBC “Io amo i beni culturali” hanno accompagnato e raccontato il Museo Monumento al deportato al Presidente Monti; - 28 gennaio

“Per

ricordare. Rino Molari”,

spettacolo teatrale

scuole superiori di Carpi e realizzato dagli studenti

rivolto agli studenti delle

dell’Istituto Einaudi di Novafeltria in

collaborazione con l’Associazione scuola interiore. Alla mattinata hanno partecipato 5 classi dell’Istituto Meucci di Carpi; 30 gennaio “Gli ebrei nella storia d’Italia” incontro con Alberto Cavaglion e proiezione del film Sopralluogo in Palestina, incontro realizzato in collaborazione con l’Istituto storico di Modena; 31 gennaio “Gli ebrei nella storia d’Italia” incontro con Alberto Cavaglion e Lorenzo Bertucelli , incontro rivolto agli studenti dell’Istituto Calvi di Finale Emilia e realizzato in collaborazione con l’Istituto storico di Modena;

Il confine più lungo Affermazione e crisi dell’italianità adriatica Mostra storico documentaria 10-28 febbraio Sala ex Poste – Palazzo Pio Mostra storico documentaria allestita presso la Sala ex Poste di Palazzo Pio dal 10 al 28 febbraio e nella ricorrenza del Giorno del ricordo. La mostra è stata allestita in collaborazione con la Provincia di Modena, Istituto storico di Modena, l’Istituto Cervi, l’Istoreco di Reggio Emilia ed è stata visitata da circa 459 persone. Modena-Addis Abeba andata e ritorno Esperienze italiane nel Corno d’Africa Mostra storico documentaria 5


16 marzo-7 aprile Sala ex Poste – Palazzo Pio La mostra è stata allestita presso Sala ex Poste di Palazzo Pio dal 16 marzo al 7 aprile ed è stata promossa in collaborazione con Moxa-Modena per gli altri e CDMC-centro di documentazione memorie coloniali consolidando così una collaborazione avviata già lo scorso anno in occasione della giornata internazionale contro il razzismo. La mostra è stata visitata da circa 320 persone 25 aprile Festa della Liberazione In occasione delle celebrazioni per il 25 aprile anche quest’anno sono stati organizzati diversi appuntamenti alcuni precedenti alla giornata e in collaborazione con diversi Enti ed Istituzioni: 22 aprile in collaborazione con l’ Anpi di Carpi e l’Istituto storico di Modena sono stati presentati due libri “La guerra sulla pelle” e “La guerra di mamma” presso la libreria La Fenice di Carpi; 24 aprile in collaborazione con l’ Anpi di Carpi e l’Istituto storico di Modena, presso la sede della Fondazione Fossoli, è stato presentato “C’è urgente bisogno di carabinieri”; la giornata del 25 aprile si è concentrata soprattuto a Fossoli grazie ad un programma ricco e diversificato ( letture, istallazione di fotografie, laboratorio per i più piccoli, concerto finale dedicato alle donne resistenti) che ha riscosso un notevole successo da parte del pubblico. La giornata al Campo di Fossoli è stata realizzata in collaborazione con l’Anpi di Carpi e grazie alla partecipazione degli Amici della Musica di Modena, alla Cooperativa Giravolta, al Forum Teatri. Le presenze al Campo per la giornata sono state quasi 1500. Il Museo Monumento che per l’occasione è stato aperto fino alle 20 e dove si è svolta la proiezione del filmato “Non più nome ma numero” realizzato nell’ambito del progetto IBC “Io amo i beni culturali”

ha registrato 151

presenze, mentre l’apertura dell’ex Sinagoga nella mattinata del 25 ha visto la presenza di circa 30 persone. Carpi c’è festa della Città di Carpi 11 maggio – ex Sinagoga In occasione della festa serale del centro cittadino la nostra sede ha ospitato per l’occasione la mostra personale dell’artista e stilista reggiano di Mauro Burani. La mostra, visitabile solo in quella giornata e dalle ore 16 alle 2, ha registrato oltre 700 presenze.

Le ore lunghe Poesie in forma visiva di Carlo Coppelli 18 maggio-9 giugno Ex- Sinagoga

6


La mostra personale di Carlo Coppelli, docente di discipline plastiche e arte-terapeuta, è stata allestita presso la nostra sede ed inaugurata il 18 maggio in concomitanza con la Giornata europea dei Musei. Nelle tre settimane di apertura la mostra è stata visitata da quasi 200 persone. Progettare il passato Strategie di intervento per il luoghi di memoria Carpi, 23-24 maggio Convegno internazionale Nelle 2 giornate di convegno sono state registrate circa 100 persone

Campo Fossoli: i giovani per ricordare Fossoli, 13-20 luglio Primo campo di volontariato per ragazze e ragazzi dai 18 ai 24 anni, dal 13 al 20 luglio sulle tematiche della pace e della memoria storica, presso l’ex Campo di Fossoli di Carpi ed altri luoghi significativi del nostro territorio. 12 ragazzi hanno preso parte al campo coordinati da un educatore esperto individuato dalla Fondazione Fossoli. 69° Anniversario dell’eccidio di Cibeno 14 luglio Domenica 14 luglio presso il poligono di tiro di Cibeno oltre 100 persone hanno preso parte alla commemorazione dei 67 internati politici del Campo di Fossoli uccisi il 12 luglio del 1944. Tornando a casa 8 settembre In occasione del 70° anniversario dell’8 settembre sono stati organizzati diversi appuntamenti ( proiezioni, tavola rotonda, mostra) per ricordare il destino subito dai tanti internati militari italiani dopo la firma dell’armistizio, momenti che hanno visto una significativa partecipazione di pubblico. Festival Filosofia sull’amare 13-14-15 settembre Con aperture gratuite e prolungate dei nostri luoghi e un appuntamento al Campo di Fossoli in collaborazione con i Barabba- log il sabato 14

dal titolo Il mio ultimo pensiero è per voi.

Complessivamente sono state registrare circa 200 presenze. Guareschi e Laureni: segni dai lager Testimonianza di due internati militari 20 settembre -17 novembre 7


Sala Cervi – Palazzo Pio La mostra è stata allestita nell’ambito delle iniziative

promosse in occasione del 70° dell’8

settembre. Nel periodo di apertura è stata visitata da 400 persone. Carpi c’è festa della Città di Carpi 21 settembre – ex Sinagoga In occasione della festa serale del centro cittadino la nostra sede ha ospitato per l’occasione la mostra personale dell’artista carpigiano Massimo Brani. La mostra, visitabile solo in quella giornata e dalle ore 16 alle 24,

ha registrato quasi 600

presenze. XIV Giornata Europea della Cultura Ebraica 29 settembre In collaborazione con il Museo Luzzati di Genova è stata realizzata per l’occasione la mostra Emanuele Luzzati. L’ebraismo in favola, allestita presso la nostra sede dal 29 settembre al 17 novembre. Quasi 600 persone hanno visitato la mostra nel periodo di allestimento. Fare memoria da 40 anni Quarantesimo del Museo Monumento al Deportato di Carpi 8 dicembre 2013 Museo Monumento al deportato politico e razziale. Charlotte Delbo. Una memoria, mille voci Mostra storico documentaria 14 dicembre 2013-19 gennaio 2014 Sala ex Poste – Palazzo Pio Dopo essere stata inaugurata

ufficialmente a Parigi, la prima tappa italiana della mostra

dedicata alla figura di Charlotte Delbo è stata Carpi. La mostra realizzata dall’ISREC di Bergamo è stata ospitata in collaborazione con l’Istituto storico di Modena. Statistiche relative alle visite e alle attività didattiche punto 1 visitatori liberi al museo 1828 (somma dei biglietti interi + ridotti + gratuiti che stacchiamo al solo museo) vedi allegato

8


e visitatori liberi al campo 3496 (somma delle presenze calcolate dai volontari e relative alle domeniche e ai giorni di festività come 25 aprile 27 gennaio etc....) + presenze delle visite guidate semplici al museo 15686 (scuole e gruppi di adulti) + presenze delle visite guidate semplici al campo 15273 (scuole e gruppi di adulti) punto 2 presenze laboratori: 1193 circa + somma delle presenze dei progetti particolari: •

progetto Auschwitz treno 600

progetto Ibc 30 ragazzi circa coinvolti

progetto Coopsette 600 ragazzi circa

progetto 9 comuni circa 350 ragazzi coinvolti

Analizzando l’andamento complessivo del 2013 possiamo notare: •

Museo Monumento al Deportato

Vi è una flessione delle presenze rispetto al 2012 (anno del sisma in cui il museo è rimasto chiuso dal 29 maggio al 13 settembre) dovuta ai lavori di restauro iniziati nel mese di agosto e protrattisi fino a pochi giorni prima dell’evento del 40° svoltosi in data 8 dicembre. Sono 18 le visite guidate svoltesi a partire dall’8 dicembre e fino alla chiusura natalizia delle scuole per un totale di 405 visitatori comprendenti anche il pubblico del 40°. Rispetto al 2012 il Museo vede la presenza di circa 1200 visitatori in meno. •

Campo di Fossoli

Il campo registra un aumento dei visitatori sia liberi che organizzati in gruppi rispetto all’anno del sisma facendo registrare un + 1342 visitatori liberi e un + 947 visitatori organizzati in gruppi.

Ex Sinagoga

Quasi raddoppiati i visitatori della ex Sinagoga che nel 2013 è spesso sede di esposizioni temporanee e dunque aperta al pubblico. Da notare la presenza di 39 gruppi organizzati per un totale di 1524 visitatori a fronte delle 877 presenze del 2012. •

Laboratori

L’attività laboratoriale diminuisce nel 2013 contando 51 richieste di laboratori per un totale di 1193 presenze a fronte delle 2093 presenze del 2012. Ciò è probabilmente dovuto alle difficoltà economiche delle scuole nel sostenere oltre alla visita l’ulteriore onere per i laboratori.

9


Totale presenze 2013

Nonostante la chiusura per restauro del Museo Monumento i dati di affluenza si mantengono al di sopra del 2012 anche se solo di 850 unità: Totale affluenza 2012:

38.152

Totale affluenza 2013:

39.000

La presente Relazione e il Bilancio consuntivo al 31 dicembre 2013 testé esaminato, sono stati approvati all’unanimità in data 19 maggio 2014 dal Consiglio di Amministrazione, il quale ha altresì deliberato, sempre all’unanimità, di riportare l’avanzo di esercizio pari ad Euro 20.157 agli esercizi successivi.

Per Il Consiglio di Amministrazione Il Presidente (Lorenzo Bertucelli)

10

Profile for Fondazione Fossoli

Relazione amministratori bilancioconsuntivo 2013  

Relazione amministratori bilancioconsuntivo 2013  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded