Issuu on Google+

“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

01 Power Point Microsoft Office Power Point è uno dei componenti principali della Suite Microsoft 2007 Office System, la suite di applicazioni per l'Office automation di Microsoft, una serie di programmi diffusissimi in tutto il mondo. Molte opzioni e funzionalità sono trasversali e comuni ai diversi programmi di Office e quindi utilizzandole in Power Point potranno essere impiegate anche all'interno di Word, Excel e in altre applicazioni di Office. Questo corso di formazione è destinato a tutti. Chi ha utilizzato le versioni precedenti di Power Point potrà facilmente scoprire le nuove caratteristiche. Chi si avvicina per la prima volta a Power Point potrà scoprire come utilizzare al meglio questo programma, affrontando le nuove scoperte in modo propedeutico per approfondire in seguito le caratteristiche più avanzate di Power Point 2007. A che cosa serve Power Point? Questo programma non serve per “ scrivere”, per scrivere testi e trattazioni lunghe è meglio utilizzare Word. Power Point serve per creare delle presentazioni, dinamiche, con prevalenza grafica. Vi sono due tipi di presentazioni: •

la prima è una presentazione creata per essere supporto visivo e potenziamento grafico nell'ambito di un'esposizione, di un discorso o di una lezione.

la seconda è una presentazione relativa alla realizzazione di uno strumento utile per la divulgazione di vari tipi di informazioni, e può essere fruita autonomamente dall'utente senza un relatore.

Naturalmente i due tipi di presentazione richiedono caratteristiche diverse e progettazioni differenziate proprio perché vengono fruite in modo diverso con o senza la mediazione di un oratore. In ambito didattico Power Point può essere un valido strumento per realizzare elaborati multimediali creati dagli alunni: presentazioni di argomenti scolastici, supporto per interrogazioni, “cartelloni digitali”, rielaborazioni creative, ecc. Power Point può essere utilizzato anche per costruire ipertesti, documenti multimediali che hanno una struttura di tipo reticolare e non lineare come le presentazioni. In questo ambito il programma si configura quindi come un software autore con tutti gli strumenti “tools” per la realizzazione di elaborati multimediali, interattivi. Per realizzare una buona presentazione occorre porre molta attenzione alla fase di progettazione, ai contenuti, agli obiettivi, ai destinatari. Possiamo definire in linea di massima tre macro-componenti di progettazione: 1. sviluppo del messaggio e dei contenuti da trasmettere ; 2. struttura visiva e multimediale della presentazione; 3. erogazione e distribuzione della presentazione in base alle caratteristiche degli utenti.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 In genere, quando si realizzano presentazioni per potenziare la comunicazione, non si dovranno inserire tutte le informazioni, ma le diapositive dovranno servire da traccia base del discorso o dell'esposizione della lezione, gli approfondimenti potranno essere effettuati dall'oratore. Per quanto riguarda la realizzazione di ipertesti, la progettazione è complessa e richiede una maggiore attenzione alla preparazione delle varie fasi di preparazione del lavoro da svolgere. Per il momento concentriamoci sulle varie funzioni del programma. Interfaccia di Power Point 2007 (visualizzazione predefinita)

Figura 1 Interfaccia di Power Point 2007

Una volta avviato Power Point 2007 ci si trova a lavorare direttamente sulla presentazione generica vuota composta da un'unica diapositiva. Gli elementi principali dell'interfaccia sono: 1. Barra del titolo: riporta il nome della presentazione; 2. Barra multifunzione: permette di accedere a tutti i comandi del programma, strutturati per gruppi di funzionalità attraverso le schede; 3. Pulsante file (detto anche pulsante Office): successore del vecchio menu File delle versioni precedenti, contiene tutti i comandi per l'apertura, il salvataggio, la stampa e la gestione delle presentazioni; 4. Barra di accesso rapido: serve da scorciatoia per accedere ad alcuni comandi utilizzati più di frequente come il salvataggio rapido, la funzionalità per annullare o per ripetere l'ultima operazione eseguita; 5. Area note: spazio che offre la possibilità di aggiungere commenti utili per ciascuna diapositiva;


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 6. Area di lavoro: con pulsanti utili per le visualizzazioni, lo zoom e lo spazio per inserire i vari oggetti nella diapositiva.

I nuovi strumenti di lavoro Menu e barre di strumenti delle vecchie edizioni non esistono più. L’elemento principale della nuova interfaccia è la Barra multifunzione, una specie di nastro (nella versione inglese di Office è, infatti, chiamato Ribbon) che raccoglie tutte le funzionalità e i comandi raggruppandoli in categorie denominate schede.

Figura 2 Barra multifunzione

In Power Point 2007 la Barra multifunzione è composta da sette schede di base: 1. Home: contiene varie opzioni per la formattazione del testo, allineamento testo, elenchi puntati ecc.; 2. Inserisci: contiene i vari elementi che è possibile inserire in una diapositiva: immagini, diagrammi, tabelle, grafici, caselle di testo, suoni, video, immagini, collegamenti ipertestuali, intestazioni e piè di pagina; 3. Progettazione: permette di impostare l'aspetto delle diapositive, struttura dello sfondo, tipi di carattere, combinazione di colori, personalizzazioni varie dell'aspetto della presentazione. 4. Animazioni: include gli effetti di animazione; 5. Presentazione: consente di avviare la presentazione dall'inizio o da una determinata diapositiva, di registrare un commento audio e di eseguire altre attività preliminari; 6. Revisione: include il correttore ortografico, il servizio di ricerche, l'inserimento di commenti. 7. Visualizza: consente di passare in modo rapido a vari tipi di visualizzazione, di attivare la griglia, il righello o di organizzare nella finestra le presentazioni aperte. Quando ci si trova in contesti particolari, ad esempio quando si seleziona un'immagine, si potrà notare una scheda contestuale dedicata ai comandi specifici per la gestione delle immagini, oppure, se si selezionerà una tabella, compariranno di strumenti per la strutturazione della formattazione delle tabelle.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Figura 3 Schede contestuali Strumenti immagine e Strumenti tabella

02 Creare una nuova presentazione Per avviare una presentazione vuota in Power Point fare clic sul pulsante (File) Office su Nuovo.

(vuota)

quindi fare clic

Viene visualizzata la finestra di dialogo Nuova presentazione, impostata sulla categoria Vuoto e recente. Fare clic su Presentazione vuota

Quando avviamo Power Point e quando creiamo una presentazione vuota ci appare questa finestra:


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 l'immagine è tratta da Power Point 2007. Al centro si trova la diapositiva, il nucleo centrale della

con l'opportunità di inserire immagini, testo, animazioni, vari clip multimediali. A sinistra troviamo un'area di visualizzazione con le miniature delle diapositive: è possibile muoversi fra le varie diapositive oppure modificarne l'ordine. presentazione, normalmente la presentazione è composta da diapositive chiamate anche slide,

Per iniziare, Power Point propone una diapositiva adatta ad essere utilizzata come “ copertina” della presentazione, infatti, in questa diapositiva troviamo i segnaposto per il titolo della presentazione e il sottotitolo. •

Il mio suggerimento è quello di utilizzare inizialmente il layout proposto dal programma, in seguito, gradualmente, si potrà pervenire ad un livello di personalizzazione molto più avanzato.

Dopo aver realizzato la diapositiva del titolo, si può passare alle successive: Power Point dispone di una raccolta di layout di diapositiva che consentono di posizionare e formattare le diapositive in modo organico. Un layout di diapositiva contiene segnaposto, quali testo, tabelle, grafici, immagini o elementi Smart Art.

1. fare clic sulla scheda Home 2. fare clic sulla freccia del pulsante Nuova diapositiva 3. nella raccolta layout diapositiva (vedi immagine ) fare clic sul layout di diapositiva che si desidera utilizzare.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

È possibile applicare e modificare un layout a una diapositiva esistente in qualsiasi momento. Quando si cambia il layout di una diapositiva, Power Point mantiene le informazioni esistenti e applica automaticamente il nuovo aspetto.

Un Segnaposto è un bordo che definisce la dimensione e la posizione di un oggetto. Immettere informazioni in un segnaposto: • •

per i segnaposto di testo, fare clic nel segnaposto e digitare il testo. Per gli altri oggetti, fare clic sull'icona nel segnaposto e quindi lavorare con l'applicazione che viene avviata in automatico da Power Point.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Segnaposto dei layout delle diapositive Segnaposto Descrizione Titolo contiene il testo del titolo Elenco puntato contiene un elenco puntato Tabella contiene una tabella Grafico contiene un grafico ClipArt contiene un'immagine di Raccolta multimediale Immagine contiene un'immagine salvata in un file SmartArt contiene un diagramma, un grafico o un altro elemento grafico

0 Inserire “oggetti” 3

In questo documento vedremo come inserire gli oggetti (contenuti)

diapositive.

nelle

Gli oggetti possono essere inseriti direttamente da un segnaposto di un layout (come abbiamo visto nella dispensa 02), oppure possiamo aprire la scheda Inserisci e immettere gli oggetti utilizzando i comandi relativi ai vari gruppi contenuti nella scheda.

Figura 4 Gruppi Tabella e Illustrazioni della scheda Inserisci


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Figura 5 icone di segnaposto (layout)

Inserimento di una tabella. Occorre specificare quante sono le colonne e le righe da inserire. La tabella occuperà tutto lo spazio disponibile nel segnaposto.

Inserimento di un grafico. Il grafico occuperà tutto lo spazio disponibile. I grafici della nuova versione di Power Point sono stati migliorati ed includono anche le capacità di Excel 2007.

Inserimento di un nuovo tipo di oggetto grafico, tipico di Office 2007 denominato SmartArt.

Inserimento di un'immagine scelta fra quelle memorizzate nel vostro computer. L'immagine si inserisce nel segnaposto e si adatta alle sue dimensioni. Ovviamente, in seguito, l’immagine potrà essere ridimensionata e potrà essere posizionata manualmente.

Inserimento di ClipArt. Viene attivata una finestra in cui immettere i parametri per cercare la ClipArt. La ClipArt ha le stesse opzioni di formattazione di una normale immagine.

Inserimento di un oggetto multimediale (filmato).

Le icone inserite qui sopra sono visualizzabili sia nell'ambito del layout, i segnaposti già predisposti, sia nella scheda Inserisci.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Nella scheda Inserisci troviamo anche il gruppo Clip multimediali .

Figura 6 Gruppo Clip multimediali (dalla scheda Inserisci)

Attivando questi comandi possiamo inserire filmati memorizzati sul nostro computer, file audio della raccolta multimediale e file audio memorizzati sul PC .

Power Point 2007 dispone, come del resto tutto Office 2007, di nuovi strumenti per la modifica e l'elaborazione delle immagini. Non è necessario spiegare come inserire Tabelle, ClipArt e immagini. Vediamo, invece, come utilizzare strumenti che ci permettono di elaborare e personalizzare alcuni oggetti inseriti nella nostra presentazione. Iniziamo con i comandi relativi alla personalizzazione delle immagini. Una volta per elaborare le immagini occorrevano programmi di grafica (ancor oggi possiamo utilizzare programmi di grafica per realizzare fantastiche elaborazioni con il computer). Power Point, ma anche gli altri programmi della suite Office, hanno delle opzioni di personalizzazione molto potenti. È come se noi avessimo a disposizione un piccolo programma di grafica per elaborare le immagini che inseriamo nelle nostre diapositive o fogli di videoscrittura. Quando si clicca su un'immagine si attiva sulla Barra multifunzione una scheda ausiliaria che ci permette di elaborare l'immagine. Questa scheda si chiama Strumenti immagine e ci offre una vasta gamma di opportunità per modificare in modo estremamente creativo la nostra presentazione, teniamo sempre presente che ci troviamo in un ambito prevalentemente grafico, dove l'immagine assume molta importanza a livello comunicativo.

Figura 7 scheda ausiliaria Strumenti immagine (si attiva quando si clicca su un'immagine)


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 Le opzioni e le possibilità di personalizzazione sono moltissime, il mio consiglio è di provare e riprovare, di giocare , divertirsi e stupirsi con le realizzazioni che la scheda ausiliaria Strumenti immagine ci permette di attuare. Una volta tutte queste opportunità erano solo possibili a livello di grafica professionale.

Figura 8 Gruppo Regola (Scheda Strumenti immagine)

Alcuni comandi di questo gruppo Regola sono molto semplici ed intuitivi. Vediamo , a livello esemplificativo, il comando Ricolora: Dopo aver inserito l'immagine, ad esempio questa:

…dopo aver cliccato sul comando Ricolora possiamo osservare la Raccolta che ci permette di selezionare varie opzioni.

Figura 9 Raccolta opzioni Ricolora


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

La novità più interessante di Power Point 2007 è contenuta nel gruppo Stili immagini.

Questo gruppo ci permette di attivare comandi che con un solo clic possono aggiungere un'ombra, un bordo all'immagine, di smussare gli angoli, di applicare un effetto tridimensionale, ecc.

Alcuni esempi di personalizzazione grafica dell'immagine.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 Con un semplice clic è possibile applicare degli effetti professionali. Attivando, inoltre, i comandi Forma immagine, Bordo immagine, Effetti immagine…

…è possibile accedere ad ulteriori opzioni di personalizzazione attivando le Raccolte relative ai vari pulsanti.

Figura 10 Raccolta Opzioni 3D


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

0 Utilizzare gli “oggetti” (testo) 4

Una volta inserita una diapositiva, è possibile modificare i suoi oggetti, anche quelli aggiunti con un layout di diapositiva. Per eseguire le varie azioni su un oggetto, è necessario per prima cosa selezionarlo. Quando si seleziona un oggetto, ad esempio un testo o un elemento grafico, l'oggetto è circondato da un rettangolo con linea continua. Questo rettangolo si chiama riquadro di selezione. Il riquadro di selezione dispone di quadratini di ridimensionamento (cerchi bianchi negli angoli e piccoli quadrati bianchi ai lati).

Figura 11 Riquadro di selezione (segnaposto testo)

Figura 12 Riquadro di selezione (immagine)

È possibile ridimensionare, spostare, cancellare e formattare gli oggetti selezionati. Selezionare e deselezionare un oggetto:


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 1. Per selezionare un oggetto spostare il puntatore sull'oggetto o sul bordo, quindi fare clic. 2. Per selezionare più oggetti, premere il tasto Maiusc mentre si fa clic su ciascun oggetto. Premere il tasto Ctrl+A per selezionare tutti gli oggetti su una diapositiva. 3. Per deselezionare un oggetto fare clic all'esterno del suo bordo.

Ridimensionare un oggetto: 1. Spostare il puntatore sul quadratino di ridimensionamento. 2. Trascinare il quadratino di ridimensionamento fino a quando l'oggetto assume la dimensione voluta. Spostare un oggetto: 1. Spostare il puntatore utilizzando il mouse. Il puntatore assume la forma di una freccia a quattro punte sull'oggetto.

2. Trascinare l’oggetto in una nuova posizione. Quando gli oggetti sono privi di riempimento trascinare il bordo. È possibile spostare un oggetto in linea retta premendo il tasto Maiusc durante il trascinamento. Eliminare un oggetto: 1. Fare clic sull'oggetto da eliminare. 2. Premere sulla tastiera Canc.

Il testo il testo della presentazione è fondamentale, ma occorre tenere presente che va inserito in un ambiente con prevalenza grafica. Alcune regole da tenere presente per l'utilizzo del testo in Power Point: 1. Comunicare con semplicità e chiarezza senza sovraccarico di informazione.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 2. Verificare, se la diapositiva deve essere proiettata, che il testo sia leggibile anche a distanza. 3. Ridurre al minimo il testo, massimo cinque punti elenco per diapositiva e non più di cinque parole per punto elenco. 4. Utilizzare un elemento grafico invece di utilizzare grandi quantità di testo. 5. Rendere il testo leggibile con un buon contrasto tra sfondo e caratteri 6. Non inserire testo sopra un'immagine a pieni colori, utilizzare eventualmente immagini filigranate (utilizzare l'opzione Ricolora per rendere semitrasparenti le immagini di sfondo).

Power Point dispone di tre tipi di oggetti di testo: •

Oggetti di testo Titolo: caselle rettangolari segnaposto a dimensione predefinita utilizzate per i titoli ed eventualmente per i sottotitoli.

Oggetti Elenco puntato: caselle che contengono elenchi puntati e numerati.

Oggetti Casella di testo: caselle che contengono testo che deve essere formattato, eventualmente con elenco puntato o numerato.

La prima diapositiva, in genere, contiene titolo e sottotitolo. Le altre diapositive contengono varie caselle di testo inserite con altre tipologie di segnaposto (immagini, ecc.). Dopo aver selezionato un'immagine, cliccando con il pulsante destro del mouse, è possibile scegliere l'opzione Inserisci didascalia. Questa opzione ci permette di numerare le varie immagini e di inserire didascalie. Vi sono diverse opzioni di formattazione del testo, alcune non disponibili nelle vecchie versioni Power Point. Ad esempio Power Point 2007 dispone dell'opzione crenatura (quantità di spazio tra i singoli caratteri digitati): 1. selezionare il testo da formattare. 2. Fare clic sulla scheda Home 3. Fare clic sul pulsante spaziatura caratteri e quindi scegliere l'opzione


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Per il momento ci siamo limitati alle opzioni di base di formattazione, eventualmente ad un livello più avanzato potremo prendere in considerazione tutte le possibilità di formattazione (sono molte) del testo.

Formattare il testo – Barra multifunzione 1. selezionare il testo in cui cambiare tipo di carattere. 2. sulla scheda Home fare clic sulla freccia tipo di carattere e osservare l'anteprima in tempo reale

3. fare clic sulle diverse opzioni e sui comandi, ad esempio Dimensioni carattere. 4. È possibile utilizzare i pulsanti Aumenta dimensione carattere o Diminuisci dimensione carattere.

Inserisco qui un'altra opzione utile: è possibile creare in una casella di testo delle colonne. 1. Selezionare la casella di testo.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 2. Fare clic sulla scheda Home. 3. Fare clic sul pulsante Colonne. 4. Selezionare le varie opzioni.

È possibile formattare un testo utilizzando il pulsante destro del mouse. Dopo aver selezionato il testo cliccando sul pulsante destro del mouse si attiva un menu che ci permette di formattare il testo.

Figura 13 Menu contestuale attivato con pulsante destro del mouse


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

0 Creare una nuova presentazione basata su 5

Modello o Tema. Per avviare una presentazione in Power Point fare clic sul pulsante (File) Office Nuovo.

quindi fare clic su

Viene visualizzata la finestra di dialogo Nuova presentazione. Questa finestra di dialogo offre la possibilità di scegliere se aprire una nuova presentazione vuota, oppure iniziare a lavorare scegliendo fra i Modelli o Temi installati.

Figura 14 finestra di dialogo Nuova presentazione

Power Point 2007 offre dei comodi aiuti per costruire una nuova presentazione, proponendo dei Modelli grafici accattivanti, ma anche fornendo linee guida nella realizzazione dei contenuti di presentazioni basate su Modelli. Effettuando un'installazione completa di Microsoft Power Point o di Office 2007 si disporrà sul proprio computer di Modelli di presentazione.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09 Dopo aver scelto il modello da cui iniziare il lavoro e confermare con un clic sul pulsante Crea ci si troverà di fronte a una nuova presentazione e si potranno sfogliare le varie diapositive per visualizzare i suggerimenti forniti dal modello. Partire da modello di presentazione è una buona base per iniziare a creare una presentazione ben calibrata e strutturata.

Altra possibilità per creare nuova presentazione è quella basata sulla scelta Tema. Dopo aver scelto un Tema e premuto il pulsante Crea, Power Point creerà una nuova presentazione vuota con una serie di formattazioni impostate e predefinite (sfondi, combinazioni varie di colori, tipi di carattere, titoli pre-formattati ecc.).

Figura 15 Nuova presentazione creata partendo da un Tema


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Molti utenti preferiscono applicare il tema dopo aver inserito le varie informazioni in una presentazione vuota. Per applicare successivamente il tema cliccare sulla scheda Progettazione dalla Barra

multifunzione e scegliere il tema adatto all'interno della Galleria Temi.

Figura 16 Galleria Temi (dalla scheda Progettazione)

È possibile trovare altri temi sul sito Microsoft Office Online.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

0 Progettazione dell'aspetto delle 6

diapositive. Durante lo sviluppo di una presentazione occorre tenere presente un elemento molto importante: l'aspetto grafico delle diapositive. La struttura è importante quanto i contenuti e le informazioni inserite nella presentazione. Una presentazione scadente dal punto di vista grafico e senza elementi che attirino l'attenzione determina una perdita del valore dei suoi contenuti. Un tema è un insieme di elementi di progettazione unificati che fornisce un aspetto coerente utilizzando temi di colori, sfondi, animazioni, tipi di carattere ed effetti. Power Point fornisce temi di colori progettati da professionisti. È inoltre possibile, comunque, personalizzare a qualsiasi livello il tema. È possibile anche creare un modello e un tema personalizzato. L'uso del colore è molto importante. Power Point dispone di temi di colori che utilizzano un giusto bilanciamento dei colori per il contenuto della presentazione. È possibile anche creare un tema di colore nuovo.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Figura 17 Tavolozza temi di colori dalla scheda Progettazione

I temi di colori sono costituiti da tavolozze di 12 colori e si attivano facendo clic sul pulsante Riempimento forma, Contorno forma o Colore carattere sulle schede Home e Formato nel gruppo Disegno.

Figura 18 Gruppo disegno sulla scheda Home


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Figura 19 tavolozza Colori Tema

I tipi di carattere dei temi comprendono un tipo di carattere per i titoli è uno per il corpo del testo. Ogni presentazione utilizza una combinazione di tipi di caratteri del tema. Cliccando sul pulsante Tipi di carattere nella scheda Progettazione, i nomi di tipi di carattere correnti per titoli e corpo del testo sono evidenziati nella raccolta.


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Figura 20 Tipi di carattere dalla scheda Progettazione


“Realizzare ipertesti didattici con l’uso di Power Point” a cura di Claudio Fontana – a.s. 2008/09

Gli effetti del tema sono un insieme di linee, riempimenti ed effetti speciali per forme, grafica, SmartArt, grafici ed altri elementi di disegno.

Figura 21 Effetti tema dalla scheda Progettazione


Utilizzare Power Point 2007