Issuu on Google+

Anno 9 (pag 15‐18) 

FOGLIO INFORMATIVO MARISTA MEDITERRANEA 1° marzo 2011 .................................... Nº 139

Pane di casa nostra …

22 e 23 febbraio 2011

COSÍ ERA MARCELLINO

Castilleja de la Cuesta: CONSIGLIO PROVINCIALE Il Consiglio Provinciale si riunisce a Castilleja de la Cuesta (Siviglia) il 22 e 23 febbraio. Assente il Fr. Onorino bloccato a Cesano Maderno a causa di una solenne bronchite.

Padre di Fratelli Il catechismo: la sua passione Durante le vacanze estive il pio seminarista sentiva il bisogno di riunire i fanciulli del villaggio per il catechismo. Un giorno prese una mela e mostrandola ai fanciulli disse: - “Immaginate la terra come una grande boccia che abbia la forma simile a questa mela. Gli uomini abitano sulla superficie della terra come se attorno a questa mela ci fossero milioni d’insetti appena visibili. Se potessimo forare la terra passando per il centro come si può fare con questa mela, dalla parte opposta a quella che noi abitiamo troveremmo degli uomini come noi, ma ben più infelici. Essi non conoscono il buon Dio, vivono come gli animali e si mangiano l’un l’altro. Noi chiamiamo missionari quei preti e religiosi che lasciano i genitori e la patria per andare a far conoscere Dio e la religione a quella povera gente. Uno di quei fanciulli, il futuro mons. Epalle, attinse proprio da quel catechismo il primo pensiero di diventare missionario e, più tardi, divenne sacerdote nella Società dei Padri Maristi, poi vescovo missionario e colse la palma del martirio in mezzo agli antropofagi dell’Oceania. (Fioretti Maristi, nº 68)

Vengono date informazioni sulla gestione del COEM in Libano, Siria e Italia, dove ha avuto vari incontri con i gruppi locali, per valutare e sviluppare le nostre opere. CASTILLEJA DE LA CUESTA

Il Fr. Fernando Alés, coordinatore della Commissione di Spiritualità e Vita Comunitaria, presenta il piano dei ritiri programmati per quest’anno, l’Incontro dei Fratelli della terza età (Roma, 3-9 maggio), e il Laboratorio di Preghiera per Fraternità e Fratelli (Torrente, 26 marzo).

RITIRI PROGRAMMATI PER QUEST’ANNO 1. FUENTEHERIDOS, 17 – 24 aprile 2011 (Settimana Santa) - Fr. Alain Delorme 2. BENALMÁDENA, 12 – 19 giugno 2011 – H. Alain Delorme3. GUARDAMAR, 3 – 10 luglio – Fr. Antonio Ramalho e Ernesto Sánchez, Consiglieri Generali. 4. LAVARONE, 20 – 27 luglio – F.lli Consiglieri Generali. 5. FUENTEHERIDOS, 2 – 9 agosto – F.lli Consiglieri Generali. 6. FARAYÁ, 23 – 30 agosto – F.lli Consiglieri Generali. 7. IBERICA (Lardero, Logroño) 22 – 29 luglio. Una spiritualità per oggi. Fr. Teofilo Minga (5 posti disponibili) 8. COMPOSTELA (Santiago de Compostela). 11 – 17 luglio. Una nuova spiritualità mariana. Fr. Teofilo Minga (5 posti disponibili) 9. L'HERMITAGE (N.D. de L’Hermitage). 10 – 16 giugno “En Chemin avec Marie” (5 posti disponibili) 10. Ritiro per laici: luogo e data da fissare. Vi possono partecipare anche Fratelli.

Osservazioni I Fratelli che partecipano ai ritiri di Fuenteridos e di Benalmadena dovranno portarsi il libro del Fr. Alain “I nostri primi fratelli, compagni meravigliosi di Marcellino”. L’anno scorso ad ogni Fratello è stata consegnata una copia. Se qualcuno ne ha bisogno di altre, si metta in contatto con la Segreteria Provinciale. I ritiri animati dai Fratelli Consiglieri Generali aiuteranno ad un maggiore approfondimento del XXI Capitolo, soprattutto per quanto si riferisce alla nostra dimensione comunitaria e di consacrati. Per quest’anno, in via eccezionale, i ritiri provinciali sono aperti soltanto ai Fratelli. Ci sarà un ritiro e altre attività di incontro condiviso tra Fratelli e Laici. In seguito verranno date informazioni dettagliate su questi incontri. I Fratelli di Spagna e Italia che pensano al ritiro di Farayá, lo faranno su invito del Fratello Provinciale. I Provinciali d’Europa hanno voluto realizzare un’esperienza di apertura e di interscambio, rendendo disponibile in determinati ritiri un certo numero di posti a Fratelli di altra Provincia. La nostra Provincia mette a disposizione dei posti per Fratelli europei nei ritiri di Guardamar e di Lavarone.


FOGLIO INFORMATIVO MARISTA MEDITERRANEA ............. Nº 139 (2) Malaga, 18 febbraio

LA PRESENZA DI MARIA NEL CAPITOLO GENERALE MARISTA Cronaca: Fernando Orellana

La Comunità dei Fratelli Maristi di Malaga e le Fraternità “Río Gier” e “Virgen de la Victoria” nel pomeriggio di venerdì 18 febbraio hanno partecipato ad un incontro meraviglioso con il Fratello Manuel Jorques. Ci ha comunicato la sua esperienza all’ultimo Capitolo Generale e i tratti fondamentali dello sviluppo del messaggio del Capitolo. Ci ha fornito un ricco materiale da utilizzare in seguito e ci ha trasmesso una carica di ottimismo per vivere il carisma marista nei prossimi anni, che ci preparano al bicentenario della fondazione dell’Istituto. La cena condivisa ha concluso l’incontro e ci siamo intrattenuti a conversare fino a notte inoltrata. …

Maria ascolta… Maria vive il silenzio nel quale può udire qualcosa di diverso dal rumore del mondo... Maria prega… Maria fa discernimento… Aveva già pronunciato il suo FIAT, aveva già generato Dio nel suo seno... e logicamente, umanamente, quello che avrebbe dovuto fare, per portare Dio fatto Uomo al mondo, sarebbe stato il riposo... non fare sforzi... non viaggiare... non complicarsi la vita... E INVECE... “i miei sentieri non sono i vostri sentieri”… Maria scopre che i piani di Dio per lei in questo momento sono altri: CONDIVIDERE Lo Spirito Santo le chiede di abbandonare le sue comodità, di non pensare tanto al BAMBINO e a lei, ma di mettersi in cammino, in fretta, verso una nuova missione e una nuova terra … E Maria parte in fretta per condividere con Elisabetta e aiutarla perché nasca Giovanni, che preparerà la strada del Signore. Questo non sarebbe stato possibile, se Maria non si fosse fidata completamente di Dio, se non avesse fatto una forte esperienza di Dio, a tempo pieno... per

 

ASCOLTARE, VIVERE IL SILENZIO, PREGARE, DISCERNERE, E CONDIVIDERE

Dal quotidiano “Il Mattino” di venerdì 28 gennaio 2011

Judo, i ragazzi dei Maristi sul podio a Taranto di Tonia Limatola  GIUGLIANO.  Nell'istituto  dei  Fratelli  Maristi  hanno  studiato  generazioni  di  professionisti,  facendone  una  scuola  ‐  dalle  elementari al liceo scientifico ‐ quasi per élite, ma con lo sport e le  attività sociali si tende una mano anche ai ragazzi meno fortunati.  Nei  giorni  scorsi  una  rappresentanza  dei  praticanti  di  judo  è  ritornata  dalla  Puglia,  dove  ha  gareggiato  al  «Trofeo  Italia  Taranto»,  con  un  bottino  di  ori  e  argenti  portando  alle  stelle  l'entusiasmo  di  tutto  il  team  e  dando  ragione  all'impegno  degli  educatori. «Il nostro scopo però ‐ dice il pluripremiato maestro di  judo,  Massimo  Panico  ‐  è  quello  di insegnare  ai  ragazzi  le  regole  sociali  del  comportamento,  a  reagire  in  maniera  sana  alle  sconfitte». 


FOGLIO INFORMATIVO MARISTA MEDITERRANEA ............. Nº 139 (3) Alunni Maristi di Cullera scoprono cristalli di Aragonite Pseudoesagonale Scritto dal Coordinatore TIC, mercoledì 9 febbraio 2011

Si tratta della prima scoperta di aragoniti di questo tipo nella Comunità Valenziana. La zona dal 2004 è stata visitata sistematicamente dagli alunni del terzo ESO della Scuola Marista “San Vincenzo Ferrer” di Cullera, guidati dal Professore Jenaro Gil Marco. L’uscita culturale era in linea col Progetto Educativo della scuola, in riferimento alla Biologia e alla Geologia. L’obiettivo era quello di avvicinare la geologia all’alunno e di conoscere direttamente alcuni giacimenti di minerali della Comunità Valenziana. Con questi intendimenti si è visitato il famoso giacimento di gesso ALABASTRO del "Mas de Niñerola", a Picassent (Valenza). Questa cava è JE 5560. Cristallo di Aragonite pseudoesagonale su gesso rosso. Fluorescente e conosciuta per l’estrazione del gesso ALABASTRO con cui fosforescente. Trovato nel mese di novembre del 2010, nella zona della cava del lo scultore valenziano Ignacio Vergara scolpì tra il 1740 e il 1744, la famosa porta di stile rococó del "Palacio del "Mas de Niñerola", Picassent, Valenza. (Col. e Fot. Jenaro Gil, 2010) Marqués de dos Aguas". Gli esemplari di ARAGONITE sono stati trovati per caso, percorrendo a piedi il tratto di strada verso l’autobus che ci avrebbe condotto ad un altro giacimento. Il professore si è imbattuto in un gesso rosso che sporgeva dalla roccia sul lato sinistro del sentiero. Si è fermato ed ha estratto alcuni esemplari di questo gesso, osservando la presenza di piccoli cristalli di giacinto di Compostela rosso, relativamente frequenti nei gessi della zona, e, senza dare importanza a quanto raccolto, ha continuato la sua strada. Subito dopo un alunno, Daniel Bonomi Martínez, ha raccolto qualche pezzetto di minerale e lo ha fatto vedere al professore, indicando col dito un delicato cristallo. Si trattava di un cristallo di aragonite lungo cm 2 e spesso cm 0,5. Sono stati raccolti una decina di esemplari, alcuni dei quali sono stati poi collocati nella collezione di Storia Naturale della scuola. La sorpresa è stata ancora più grande quando, giungendo in laboratorio, abbiano potuto constatare che tutte le esposizioni VIERNES 14 DE ENERO DE 2011 possedevano una preziosa fosforescenza gialla che, oltre ad Prima scoperta di aragonite di questo tipo nella Comunità Valenziana. attenuare la fonte di radiazione ulltravioletta, si manteneva per alcuni secondi e ciò indicava una debole fosforescenza. La zona è stata visitata sistematicamente dagli alunni del 3° ESO della La scoperta ha solo interesse scientifico e contribuirà ad Scuola Marista “San Vicenzo Ferrer” di Cullera, guidati dal prof. Jenaro arricchire l’interminabile lista dei minerali che costituiscono la Mineralogia Topografica Iberica. Ci si augura che gli alunni del 3° Gil Marco. Obiettivo: avvicinare gli alunni alla geologia e conoscere alcuni minerali della Comunità Valenziana. ESO dimostrino maggiore interesse per la Storia Naturale della Comunità Valenziana.


FOGLIO INFORMATIVO MARISTA MEDITERRANEA ............. Nº 139 (4) Guardamar, 16-17 febbraio

di Paco Romero Algarrada (Coordinatore Pedagogico e Formazione)

II° Incontro di Orientatori, Professori, Pedagogisti Terapeuti e logopedisti Il 16 e 17 febbraio si sono riuniti a Guardamar i Gruppi di Orientamento delle scuole dell’Andalusia, dell’Estremadura, della Comnità Mursiana e Valenziana per un totale di 50 educatori, tra cui orientatori, professori di pedagogia terapeutica, logopedisti e un moderatore. Per alcune giornate si sono alternate sessioni teoriche, lavori di gruppo e spazi di convivenza. I pomeriggi di mercoledì e giovedì sono stati dedicati alla riflessione sui temi riguardanti l’attenzione alla diversità: “Alunni con TGD” e “Alunni con alte capacità”. Le riflessioni si sono state offerte da esperti nel settore e appartenenti all’Assessorato per l’Educazione, la Formazione e l’Impiego della Comunità di Mursia. Ringraziamo tutti per la disponibilità e i materiali forniti a José Manuel Herrero, Ángela Rojo e Águeda Mª Montoro. Durante le mattinate abbiamo approfondito le realtà delle nostre scuole. Nel primo giorno abbiamo rivisto aspetti in relazione con gli Indicatori Provinciali, e nel resto della giornata e parte del martedì i rappresentanti delle varie scuole hanno condiviso esperienze educative in atto. Le tematiche trattate dalle singole scuole sono state: Murcia – “Esperienze con alunni TGD tipo Asperger en el AAII”; Badajoz – "EDUVA: Programma di Educazione ai Valori"; Bonanza – "Prevenzione delle alterazioni del linguaggio nell’infanzia "; Malaga – “Laboratorio di alte capacità”; Denia - “Settimana Vocazionale”; Siviglia – “Giorno dell’Integrazione”. Infine due ore sono state dedicate al lavoro di gruppo in funzione delle responsabilità all’interno del gruppo: orientatori, PTS, logopedisti. La valutazione dell’incontro è stata molto positiva: positivi i partecipanti, positivi gli aspetti tecnici, l’ambiente e lo spirito di famiglia. Da sottolineare la collaborazione dei membri del Gruppo di Siviglia Arturo, Rocío, Yolanda e José Antonio, la disponibilità di Carlos, Anselmo e Mª José, l’accoglienza dei Fratelli della Comunità di Guardamar e la loro disponibilità per i transfert da e per l’aeroporto, e infine la delicatezza di tutto il personale della casa.

Segreteria Provinciale: Centro Marista / Costa Bella, 70 (Apdo. 45) / 03140 GUARDAMAR (Spagna) E-mail: secretario@maristasmediterranea.com


foglio 139