Page 70

Pineda: "Pineda" 06

07

2011

CINEMA

07/06/11 16.07 Last update 11:30:33 AM GMT

MUSICA

LIBRI

Cerca...

News: La biblioteca più grande del mondo

CLASSIFICHE

SERIE TV

EXTRA

VIDEO

MONOGRAFIE

PLAYLIST

INT ERVIST E

Musica

Novità

Pineda: "Pineda"

NOVITÀ DISCOGRAFICHE

Pineda: "Pineda"

I Cani: "Il Sorprendente Album D'esordio Dei Cani"

JOSHUAPIBODY

Pineda: "Pineda" Brunori Sas: "Vol. 2 - Poveri Cristi"

Immaginate inseguimenti densi di adrenalina sulle strade dei poliziotteschi anni 70, sottraete un po’ di sensualità funky, aggiungete le atmosfere malinconiche e dense di certo progressive di marca inglese e attualizzate il tutto con sonorità care al cosiddetto post-rock americano degli anni 90. Finito con le formalità e ora di togliere la maschera del gobbo (e un tantino viscido) recensore per parlare con l’entusiasmo del fanatico. Se questo "s/t" non riesci a non mandarlo in loop continuo dopo ripetuti ascolti giornalieri, o soffri di disturbi ossessivo- compulsivi o i Pineda sono tremendamente bravi. Non del tutto sicuro della prima, propendo con certezza per la seconda. Come puoi non entusiasmarti quando fanno strabuzzare occhi e orecchie per come in un crescendo di pathos portano "Give Me Some Well- Dressed Reason" dalle tastiere ipnotiche a un’esplosione di freddo e robotico funk, oppure quando ribaltano lo stereotipo post-rock inserendo tastiere e assoli di chitarra che dimenticata la malinconia iniziale fanno muovere il bacino sulle note di "Domino". Per poi passare al martellante incedere progressivo della bombastica "Touch Me". Lo splendore cinematografico della suite "If God exist He’s in the Deep / Lost in your Arms while outside in all the World It’s Raining" trascina l’ascoltatore verso la Colonna Sonora di un inseguimento ("Twelve Universe") le influenze progressive, funk e psichedeliche mutano e trasformano l’andamento della fuga in un crescendo di alti e bassi. Sei bombe strumentali che mixano a dovere e in parti uguali adrenalina cinematografica e malinconia. Ps: dire che alla batteria c’è Umberto Giardini aka Moltheni mi trasformerebbe nel bieco recensore che non sono. Qui ci sono solo i Pineda!

Montezuma: "Di Nuovo Lontano" Camion: "A Serenade For Yokels" Lilies On Mars: "Wish You Were a Pony" Bianco: "Nostalgina" Simona Gretchen: “Venti e Tre” Quakers and Mormons: "Evolvotron" Amplifier: "The Octopus"

PIÙ LETTI

PIÙ VOTATI

ULTIMI COMMENTI

I Migliori Film di Fantascienza POST: 28.03.11

Inception (C. Nolan) POST: 01.04.11

I 50 Migliori Film del Decennio POST: 04.06.11

Voto: 7

I Film italiani del Decennio POST: 27.03.11

V per Vendetta (A. Moore-D. Lloyd)

Info:

POST: 31.03.11

DeAmbula Records, 2011 Gli Osservatori Esterni su Facebook

Progressive / funk / post-rock

Mi piace A 846 persone piace Gli Osservatori Esterni.

Tracklist: 1- Give Me Some Well Dressed Reason

Livia

Nevroshockingiochi Diana

Sinusite

Ilario

MusicZoom

2- Domino 3- Human Behavior Ida

IlSogno

Stefania

http://www.osservatoriesterni.it/novita/pineda-pineda

FLEISCH Ufficio Stampa | info@fleisch-agency.com – www.fleisch-agency.com

Pagina 1 di 3

Profile for FLEISCH Ufficio Stampa

Pineda: rassegna stampa  

rassegna stampa by FLEISCH Ufficio Stampa - www.fleisch-agency.com | info@fleisch-agency.com

Pineda: rassegna stampa  

rassegna stampa by FLEISCH Ufficio Stampa - www.fleisch-agency.com | info@fleisch-agency.com