Page 1

Anno III - Numero 20 - Domenica 23 giugno 2013

Periodico di informazione dell’area a nord di Napoli - Distribuzione gratuita

Sembra ieri...

ANDREA NOLLINO UN ANNO DOPO...


[ Primo piano ]

ANDREA NOLLINO, un anno dopo Sembra ieri. di Francesco Gemito

U

na donna si alza al mattino presto, esce di casa ed apre il suo piccolo bar situato nel cuore del centro storico di Casoria, largo san Mauro. Antonia ha ereditato il bar da un crudele destino. Il fatto: era una bellissima giornata di sole di un anno fa, a svegliarsi di buon mattino era Andrea Nollino. Era lui che ogni mattina apriva il piccolo bar, lo faceva da sempre. Purtroppo uno sconosciuto di nome Caino per errore sparò al povero Andrea che oggi vive nella gloria di nostro signore. A “coprire” Caino è sempre la stessa persona, l'omertà. Ad Antonia è arrivata la solidarietà di molte persone, ma da quel giorno nulla è cambiato, anzi, Casoria è diventata una città disperata dal punto di vista sociale e in preda agli assalti della criminalità. Scippi, rapine, suicidi, sfratti per morosità, disoccupazione, il disordine sociale ha su-

perato il limite. Ovunque, girando per la città, vediamo giovani che fumano spinelli, c'è poca sincerità nelle persone che a parole dicono di voler cambiare questo paese, qui, non ci si meraviglia più di nulla. Mancano le telecamere, altra promessa della politica, almeno quelle potrebbero essere un deterrente per la criminalità, il male lo respiriamo nell'aria. Ci sono tante donne che grazie alle aree dismesse hanno il tumore al seno. La sera resto chiuso in casa e davanti al mio computer passo il tempo a scrivere la vita di ogni giorno, vorrei raccontare cose belle della mia città, purtroppo questa città è come un cancro maledetto che ammazza i suoi figli. Andrea non è la sola vittima innocente di quel sistema a cui noi abbiamo dato l'etichetta camorra. Anni indietro fu ucciso un ragazzino di 12 anni, i malviventi gli spararono alla testa perchè testimone oculare di un omicidio. Mentre nel 2001 un giovane di 16 anni, Stefano Ciaramella fu rapinato ed ucciso davanti alla sua fidanzatina. Per non dimenticare l'edicolante An-

VIABILITÀ e DECORO URBANO Quanto ancora dovranno aspettare i cittadini casoriani per essere al passo con i tempi? di Rosa Davide

S

trade caratterizzate da buche enormi, scarichi abusivi, auto parcheggiate in doppia e tripla fila. Continuano le segnalazioni dei cittadini, soprattutto attraverso la rete. Tantissimi i gruppi su Facebook che i casoriani utilizzano per postare foto, filmati e lamentele. L’ultima e forse la più eclatante segnalazione ad es2

sere pervenuta qualche giorno fa, è quella di un cittadino, di un semplice osservatore, come lui stesso si è definito. Quest’ultimo, ha inviato una nota indirizzata al sindaco Vincenzo Carfora, ai carabinieri e ai vigili urbani di Casoria, per segnalare che l’albero, posto all’inizio di via Pio XII, angolo con via G. Marconi, giorno dopo giorno, assume sempre di più un’imponente stazza e un’inclinazione sempre più pendente lateralmente, ragion per cui, ipotizzare una sua caduta è logicamente immaginabile. Una sollecitazione dunque, al fine di evitare brutti incidenti. L’accaduto dimostra quindi la necessità dei cittadini casoriani di stabilire un filo di comunicazione diretta con l’amministrazione comunale, al fine di risolvere quelle piccole e allo stesso tempo grandi problematiche che attualmente rendono la città di Casoria “invivibile”.

tonio Coppola, un uomo che non ha mai abbassato la testa davanti ai soprusi, infine vorrei ricordare la sorella del dott. Parisi, uccisa in casa in un modo barbaro. Vorrei scrivere cose belle, datemi l'opportunità. In questi giorni Andrea sarà ricordato da tutte quelle persone che credono nella civiltà, spero con la presenza di molti, oggi dobbiamo lanciare un messaggio ai futuri scrittori di questa città, dobbiamo dargli l'opportunità di scrivere cose belle. Nulla potrà cancellare i ricordi del povero Andrea, un uomo onesto che ha lasciato moglie e tre figli senza sapere il perchè. Ad Antonia auguro una vita felice, lo merita. Ai suoi figli, di crescere in un mondo pulito ed ereditare l'esempio dell'onestà di Andrea. Oggi quel piccolo bar è di tutti quelli che alla vita regalano sorrisi e non lacrime. La camorra può essere sconfitta, ci credo, ma ci vuole tante buona volontà dello stato Italiano. Non dobbiamo avere paura, vi ricordate cosa disse Peppino Impastato? La mafia è una montagna di merda, anche la camorra lo è! A tale proposito, tre settimane fa i Giovani Democratici di Casoria, avevano avuto un incontro con il primo cittadino e con l’assessore ai lavori pubblici Sergio D’anna, nel quale proponevano l’adesione della città di Casoria al progetto Decoro Urbano. Una piattaforma completamente gratuita, per inviare segnalazioni (riguardanti l’ambiente, il decoro urbano, la viabilità) direttamente dallo smartphone. La risposta da parte delle istituzioni, era stata che si stava già lavorando ad un progetto simile, e che il servizio “SOS Casoria” sarebbe stato pubblicizzato e reso utilizzabile da lì a pochi giorni. Dopo oltre tre settimane tutto tace, nonostante le segnalazioni siano veramente tante e sia tanta la voglia di partecipazione attiva da parte della cittadinanza. Nell’era digitale della tecnologia e comunicazione 2.0, quando ancora dovrà aspettare Casoria per diventare un territorio al passo con la modernità? Come sempre continueremo a tenervi aggiornati. Continuate a seguirci anche sul nostro sito web www.casacasoria.it Buona Domenica

il giornale di Casoria • Domenica 23 giugno 2013


[ Politica ]

FRATELLI D’ITALIA - Centrodestra Nazionale Presentazione del Comitato Costituente del nuovo partito. di Domenico Ruggiero

L

o scorso giovedì 13 giugno, presso la sede di via Marconi 7 a Casoria è stato ufficialmente presentato il Comitato Costituente del nuovo partito “Fratelli d’Italia – Centrodestra Nazionale”, nato lo scorso 16 gennaio 2013. A condurre la conferenza è stato Luca Scancariello, consigliere comunale e leader della comunità “Assalto al Futuro”, che ha dunque presentato la squadra, formata da persone essenzialmente giovani, sia dal punto di vista anagrafico che da quello politico. Come infatti ha evidenziato a più riprese Luca Scancariello, per molti membri si tratta della prima esperienza politica, scelta finalizzata a favorire il rinnovamento del contesto politico in cui viviamo. Si è dunque passati all’introduzione dei membri: l’avv. Daniele Mancinelli, che avrà il compito di essere il punto di raccordo tra il movimento civico “Assalto al Futuro” ed il partito; il sig. Salvatore Cimmino sarà il portavoce del partito, curando

i rapporti con la stampa; il dott. Massimiliano Musto si occuperà anch’egli della comunicazione e dei rapporti sia con la stampa territoriale che con quella extraterritoriale; il sig. Agostino Russo curerà l’organizzazione del partito e le relazioni con le altre forze politiche; l’ing. Francesco Gargiulo ed il dott. geologo Alfonso Paone (ex-assessore nella giunta Ferrara) garantiranno il coordinamento tra l’ordine professionale degli ingegneri e dei geologi per fra fronte ai problemi cronici del sottosuolo Casoriano; il dott. Antonio Fossa curerà i canali informatici del web (i social network Facebook e Twitter, nonché il sito www. assaltoalfuturo.com); il sig. Nicola Mangani, studente universitario il cui compito sarà quello di interloquire col mondo universitario e quello associazionistico; il dott. Michele Scarpati Della Vittoria, oncologo che aggiungerà lustro al partito, ma soprattutto si occuperà dell’ambiente e della sanità, con particolare attenzione al drammatico aumento delle patologie tumorali nella nostra città; la dott.ssa Francesca Pollio sarà la responsabile del gruppo femminile del partito; la dott.ssa Stefania Annoni ed il sig. Giovan-

ni Crisci coordineranno l’Organizzazione Giovanile del partito, per dare seguito e continuità ad iniziative storiche come “Operazione Befana” o “Operazione Scuola”. Sarà dunque questa la squadra che inizierà il percorso di “Fratelli d’Italia”, che si porrà come obiettivo primario la trasparenza e la pulizia del partito, formata da persone desiderose di fare politica per passione e unicamente per gli interessi della città di Casoria. Come evidenziato più volte, un altro scopo primario del nuovo partito sarà quello di essere vicino ai cittadini, come si è già potuto evincere dagli stand organizzati nei mesi precedenti con la Campagna d’Ascolto del Cittadino, con oltre quattrocento schede di questionari compilate dai cittadini al fine di comprenderne le necessità. Campagna che riprenderà a settembre e verrà estesa anche ad Arpino, e in particolar modo si cercherà di risollevare le sorti dell’ormai fatiscente villa comunale. La redazione augura buona fortuna al neonato Comitato, auspicandone il raggiungimento degli obiettivi prefissi insieme alla difesa dei diritti dei cittadini, fin troppo spesso bistrattati.

FARMACIA Dr. Pasquale Russo Via S. Paolo, 2-4-6 (Ang. via Carducci) - Casoria (NA) Tel. 081 7580082 - E-mail: farmaciarussopa@libero.it

il giornale di Casoria • Domenica 23 giugno 2013

3


[ L'intervista ]

Il CAM non esiste! Lo sfogo del maestro Antonio Manfredi. di Giuseppe Storti

A

fine 2007, Grazie all’impegno della triade commissariale giunta qui a Casoria a seguito dello scioglimento degli organi elettivi comunali per infiltrazioni camorristiche, Casoria, conseguiva il titolo di città d’arte e cultura. Un impegno mantenuto dal Presidente della Commissione il Prefetto Gaetano Piccolella. Così si esprimeva Piccolella in una nota stampa che ancora conserviamo: “l’importante riconoscimento servirà a dare maggiore sostegno all'economia turistica e alle attività commerciali esistenti su questo territorio» «L'ulteriore riconoscimento deve rappresentare un volano importante per dare nuovo impulso e sostegno alla valorizzazione del turismo religioso, grazie anche alla presenza di numerose chiese di grande valore storico e di alto pregio architettonico, oltre che alla venerazione che i fedeli riservano ai tre beati padre Ludovico, suor Giulia Salzano(oggi santa), e madre Maria Cristina Brando», dice il prefetto Gaetano Piccolella. Casoria è anche la terrà natale di tre grandi cardinali: Maglione, segretario di Stato con Pio XII, l’ex arcivescovo di Napoli, Castaldo, e Del Giudice. Inoltre ha sul territorio il Cam: museo d’arte moderna, che parimenti puo’ costituire un attrattore culturale per l’economia locale.” Inutile dire che dopo….. non è successo nulla di tutto cio’. La politica politicante di questa città, non ha prodotto un bel niente. Anzi pare che le cose vadano davvero male per il Cam del Maestro Manfredi, nonostante il traguardo degli otto anni di vita. Allora Manfredi: otto anni dopo come va la sua “creatura” ? 4

AM: Sono oramai otto anni che questo museo, a dispetto di tutto e di tutti, continua la sua programmazione. Alcuni dei primissimi articoli apparsi sui quotidiani locali e nazionali non ci davano più di sei mesi di vita, ed invece, come vedi, il museo più discusso d'Europa è ancora aperto e la sua attività è sempre fervida per difendere l’arte e la cultura a Casoria e nell’hinterland napoletano. Forse date un po’ fastidio con le tematiche trattate. Che dice a proposito? AM: Dal razzismo alla politica corrotta, dalla violenza alla camorra, la storia del museo CAM è permeata dal senso sociale dell’arte. La sua storia è fatta di tenacia e dedizione, di provocazione e di riflessione, un cammino arduo per uno spazio della provincia degradata che, nonostante il luogo “impervio”, è diventato un punto di riferimento e un simbolo per chi lotta per la cultura. Gli spunti offerti dalla realtà locale e internazionale sono stati il filo conduttore della programmazione artistica del CAM. Questo indagare attraverso un’arte cronaca è risultato, in più di un'occasione, sgradito alle organizzazioni malavitose e alle alte sfere politiche. In otto anni ci siamo confrontati e scontrati con Commissari Prefettizi, Amministratori locali di Centro, di Destra e di Sinistra; abbiamo scritto, provocato e a volte subito attacchi dalle più alte cariche dello Stato, ma pochi hanno compreso che il Museo CAM di Casoria non è solo un’istituzione museale ma un’idea, un luogo di pensiero, un presidio territoriale, un occhio aperto sulla città e sul mondo e le idee non si possono chiudere, mai. Quindi le cose vanno male? AM: Infatti, ancora oggi, dopo otto anni di cultura, di battaglie per la civiltà e di lotte sociali, dopo essere diventato uno dei musei più apprezzati al mondo con una raccolta di 1.000 opere d’arte, mi sento ripetere da qualche amministratore che il “Museo CAM non esiste” che non è possibile fare investimenti per la sua sicurezza, che non può ricevere finanziamenti e che dovrebbe essere chiuso.

Una sorta di ostracismo politico verso il Cam? AM: La domanda che più spesso mi fanno i miei colleghi, artisti e direttori di musei stranieri, è perché c’è ostracismo verso questo museo, perché non aiutare invece che cercare di distruggere una esperienza museale che non ha avuto costi per la collettività ma che ha dato lustro alla Città; la sola risposta possibile è analfabetismo culturale, pregiudizio sociale, incapacità programmatica, inadeguatezza gestionale; le stesse ragioni che hanno portato alla distruzione del tessuto sociale, ambientale e culturale di quasi tutto l’hinterland napoletano e del Sud in generale. Pero’ resistete bene. Anche con provocazioni molto forti! AM: Sembrerà strano, ma sono stati proprio questi continui assalti che hanno dato linfa alla nostra programmazione artistica, ad ogni attacco è seguita una reazione artistica che ci ha fatto crescere sotto il profilo culturale, sociale e mediatico. L’esempio lampante è la mostra che stiamo preparando per il 28 giugno prossimo dal titolo WellCAM_Benvenuti al museo politicamente scorretto. Qualche mese fa, “per ragioni di opportunità politica motivati dai recenti fatti di cronaca che ci hanno visto protagonisti”, è stata issata davanti al CAM una lunga gabbia di recinzione; dal 28 giugno la gabbia che ci chiude diventerà uno spazio espositivo, una porta aperta verso l'arte, che conduce le opere fuori dal museo e apre le braccia alla strada. Sulle grate verranno poste le immagini, sponsorizzate dalla Grie.ca.m Ascensori di Casoria, che 18 artisti napoletani, ispirati dalle vicende del museo di Casoria, hanno realizzato per solidarietà alla battaglia culturale del CAM.

è anche online!!!

il giornale di Casoria • Domenica 23 giugno 2013


[ Il caso ]

La fossa delle Marianne in Via Brodolini... CHE SI ASPETTA A INTERVENIRE? Ennesima segnalazione del Giornale di Casoria! di Daniela Devecchi “La fossa delle Marianne” è ancora in Via Brodolini senza segnalazione né barriera che ne indichi il pericolo. Lo ricordiamo si tratta di un tombino ormai sprofondato nel terreno provocando una voragine di modeste dimensioni, che ha causato, in diversi mesi come abbiamo già segnalato, tantissimi problemi a residenti e passanti. “Dapprima era poco profondotestimonia Antonio, residente- ci facevamo caso, ma poco, perchè non sembrava poi tanto pericoloso- prosegue- Ma adesso è diventato davvero un pericolo per tutti, auto e persone a piedi: anche un camion passando, potrebbe sprofondare con le ruote all'interno, proprio pochi giorni fa, una donna di mezza età è caduta e ha riportato lievi “sbucciature” alle ginocchia... Insomma adesso c'è da stare molto attenti!”. Peggio è che la via è densamente abitata e ci sono molti bambini e ragazzi in età scolare, che, proprio in questo periodo di vacanza, si ritrovano spesso a passeggiare per la loro strada. Non sarebbe certo un caso se qualcuno, “senza guardare a terra” si facesse male sul serio... O addirittura una qualche macchina, non potendo evitare la fossa,ci

finisse con le ruote dentro, provocando la solita notizia shock... Notizia che non desta scalpore se non quando succede l' incidente grave... Ed è allora che tutti si mobilitano a segnalare un problema e soprattutto l' incidente che sicuramente poteva essere evitato. E intanto la buca, ora profonda, si trova in via Brodolini da diversi mesi, nonostante le continue segnalazioni, nessuno ha preso in carico il problema: impossibile per le auto transitare, pericoloso per i pedoni camminare a piedi, non esiste barriera, fissa o mobile, che

“aiuti” i passanti a non passare per quel piccolo tratto di strada. Stando alle testimonianze dei cittadini, nessuno, fino a oggi, ribadiamo, sarebbe giunto sul posto per una qualche perizia, o per una minima presa in considerazione dell'evidente guaio. Le immagini certo, parlano da sole... E la solita domanda sorge spontanea: perchè si aspetta sempre la tragedia prima di intervenire? L' entità del problema, ricordiamolo ancora, è stata messa in luce già da questo inverno... E siamo in estate... niente ancora.

STUDIO TIZZIANI AMMINISTRAZIONI CONDOMINIALI GESTIONI PATRIMONIALI CONSULENZA LEGALE-FISCALE 80026 Casoria (NA) - Via Giulio Pastore, 17 Tel. e fax 081 7588901 - Tel. 081 7585539 - E-mail: mariotizziani@virgilio.it

il giornale di Casoria • Domenica 23 giugno 2013

5


[ Il fatto ]

Pochissime ragazze sono vaccinate contro il PAPILLOMA UMANO... La disinformazione cresce insieme ai nostri ragazzi. di Angela Uliano

I

l progetto nella scuola “SOS SOGNARE” ci ha portati e proiettati nel mondo dei giovani e devo dire che questa esperienza ci ha portato numerosi punti di riflessione. Uno tra i tante è che i giovani sono sempre più disinformati sul sesso sicuro e questo è dovuto soprattutto all'assenza educativa della famiglia

e della scuola. Abbiamo riscontrato che la stragrande maggioranza dei ragazzi, la cui età di approccio al sesso si è abbassata intorno ai 12 anni, basano la loro conoscenza sul campo sessuale sul passaparola e sull'interpretazione dei loro coetanei e dalle ricerche su internet. Informazioni il più delle volte errate. Abbiamo anche notato che pochissime ragazze sono state vaccinate contro il Papilloma Umano (HPV), anche questo sintomo di una cattiva se non assente informazione. Premesso che il vaccino protegge solo da alcuni ceppi del Papilloma virus ma non da altre gravi

malattie come AIDS, sifilide, gonorrea e molte altre malattie trasmesse sessualmente si ricorda che in Campania ci si può vaccinare gratuitamente sino al 12 anno di età. Ormai la crescita psicologica e sociale dei nostri ragazzi avviene molto presto e di conseguenza anche la loro vita sessuale ma le loro conoscenze, la loro emotività non sono ancora adeguati per affrontare consapevolmente tutti i rischi che una vita sessuale attiva può portare, sia per le malattie sessualmente trasmissibili sia per le gravidanze indesiderate. Non sono casi sporadici dalle nostre parti che ragazzine di appena 12 anni diventino madri. Si rende quindi necessario sensibilizzare l'opinione pubblica con delle campagne di informazione sul sesso sicuro, campagne che dovrebbero essere fatte partendo dalle scuole medie. Basti pensare che i nostri adolescenti non sanno cosa sia un Consultorio, cosa offre ne dove si trova. Alla totale mancanza di informazione occorre più sensibilizzazione e maggior chiarezza da parte degli organi competenti. In fondo stiamo parlando dei nostri ragazzi.

B ...richiedi un preventivo R O ed in soli 10 secondi ti diremo K quanto risparmi sulla polizza auto E R Ferrara Broker - Consulenza Gestione Servizi Assicurativi

errara

6

Piazza Trieste e Trento, 9 - 80026 Casoria (Na) Tel. e Fax 081 5404044 - Mobile: 333 4332614 - 366 5612715 brokerferrara@gmail.com

il giornale di Casoria • Domenica 23 giugno 2013


[ Ultima pagina ]

Estate: arriva la PROVA COSTUME! Eterna battaglia tra essere ed apparire. Chi la spunterà? di Raffaella Battinelli

N

onostante le condizioni metereologiche instabili delle scorse settimane, l’estate ormai è esplosa. Inevitabilmente si avvia la corsa alla temutissima prova costume. Poiché tutto il periodo invernale è costellato da eventi che inducono ad esagerare con il cibo, al quale è così difficile resistere, considerata la vasta tradizione culinaria che offre il nostro paese, eccoci costretti a rimediare, con immensi ed estremi sacrifici, alle conseguenze dell’eccessiva golosità da cui siamo stati soggiogati. La prerogativa è arrivare in forma sulla spiaggia. Ma quale forma? Del resto anche rotondo è una forma. Invece no; per la gioia di nutrizionisti, palestre, centri estetici e dimagranti, di questi periodi le persone sembrano letteralmente

impazzire. Disposti a smaltire a qualunque costo i chili di troppo accumulati con insaziabile ingordigia durante l’anno, si assiste ad un’estenuante lotta al sovrappeso col fine ultimo di vivere con serenità e spensieratezza i soli tre mesi estivi concessi da madre natura. Basti pensare al boom d’iscrizioni in palestre e centri dimagranti che si registra da Maggio in poi. E la crisi di cui tutti si lamentano, dov’è finita? Trattasi d’incoerenza part- time oppure di vanità a tutti i costi? Certamente sarebbe più logico prestare attenzione in maniera costante alla propria alimentazione ed alla propria forma fisica, durante tutto l’anno; non per un banale fattore estetico, in vista della stagione estiva come purtroppo accade, ma piuttosto per una fondamentale questione di salute a trecentosessanta gradi. Mangiare correttamente e svolgere una costante e moderata attività fisica sono i rimedi principali per viver sano, allontanando e limitando altresì il rischio di incorrere in malattie all’apparato cardiovascolare ed a quello respiratorio. Star bene con se stessi è importante, ma la strada da percorrere per giungere a tal traguardo, passa per una coscienziosa e coerente scelta di vita!

Anno III - Numero 20 Domenica 23 giugno 2013 Questo numero è stato chiuso in redazione il giorno 19 giugno 2013. ilgiornaledicasoria@libero.it Tel. 081 7588818 - 335 8270557 Inserto di Napolincasa News Aut. Tribunale di Napoli n. 0062 del 30/09/2005 Editore: Carlo De Vita Via S. Di Giacomo, 6/8 - 80026 Casoria (NA) casadevita@libero.it Direttore responsabile: Giuseppe Storti Segreteria di redazione: Imma D'Angelo - Anna Baratto casadevita@libero.it Direzione e redazione: Via S. Di Giacomo, 6/8 - 80026 Casoria (NA) Tel. 081 7588818 Progetto grafico, impaginazione: Grafis print s.a.s. Via A. Lauro, 1/5 - Casoria (NA) Tel. 081 7382350 - www.grafisprint.com Stampa: Printing House s.r.l. Via Capri, 2 - Casoria (NA) - Tel. 0817590707 E-mail: info@printinghousesrl.it

STUDIO SERVIZI TECNICI Lo Studio propone lo svolgere dei

D’ANNA

seguenti compiti professionali: D Progettazione

architettonica

e

strutturale civile ed industriale D Progettazione

e

coordinamento

della sicurezza nei luoghi di lavoro D Direzione e contabilità lavori D Attività catastali D Perizie e stime D Redazione tabelle millesimali

Consulenza LEGGE REGIONALE “PIANO CASA” • Ampliamenti e Ristrutturazione Edilizia • Sopraelevazioni di edifici esistenti • Cambi di destinazione

D Redazione di elaborato grafici in formato DWG o DXF

Dott. Geometra Vincenzo D’Anna

il giornale di Casoria • Domenica 23 giugno 2013

Studio Servizi Tecnici D’Anna ____________ Via G.nni Rocco, 2 – 80026 Casoria (NA) Tel/fax. 081.7303623 Cell. 335.8157475 email. geom.vdanna@virgilio.it www.servizitecnicidanna.it

Progettare, insieme.

7


320  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you