Page 18

° GIORNO: il dono della condivisione

UN DIO CHE CI INSEGNA A DONARE (Atti 4,32-37) La prima comunità cristiana 32La moltitudine di coloro che erano venuti alla fede aveva un cuore solo e un’anima sola e nessuno diceva sua proprietà quello che gli apparteneva, ma ogni cosa era fra loro comune. 33Con grande forza gli apostoli rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti essi godevano di grande simpatia. 34Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano l’importo di ciò che era stato venduto 35e lo deponevano ai piedi degli apostoli; e poi veniva distribuito a ciascuno secondo il bisogno. Ad esempio, un certo Giuseppe, un levita nato a Cipro che gli apostoli chiamavano Barnaba, aveva un campo, lo vendette e mise il ricavato nelle mani degli apostoli. Il significato del testo La fiducia in Dio, la coscienza di star preparando la venuta del Regno, portato alla gioia della condivisione. Il Vangelo li ha resi liberi, e la libertà fa scoprire la fraternità. IL VICINO INSOPPORTABILE Al termine di una lezione del Budda, un discepolo rivolse all’Illuminato questa obiezione: - Vorrei sapere: Tu dici che io posso condividere le mie benedizioni, la mia gioia, con l’intero universo. Questo io lo so, lo sento. Ma, per favore, concedimi questa eccezione: non posso condividere questo benessere spirituale con il mio vicino. E’ un essere così disgustoso e insopportabile . . . l’idea stessa di condividere la mia felicità con lui mi dà la nausea! E proseguì: - Ti chiedo solo di concedermi questa eccezione: il resto della creazione va bene! Ma tu non conosci il mio vicino, altrimenti avresti aggiunto, Tu stesso, che ci possono essre delle eccezioni. Il Budda Illuminato rispose: - Non hai compreso il mio insegnamento. In primo luogo devi condividere la tua felicità con il tuo vicino; solo allora sarai in grado di farne parte all’intera esistenza, a tutto l’universo! Se neppure il tuo vicino ti è prossimo, come possono esserti amici e vicini gli altri uomini, gli uccelli, gli alberi . . .? fai pratica di condivisione anzitutto con quell’unica eccezione, e scordati dell’intero universo! Se riesci a trasmettere la gioia spirituale a quel tuo vicino insopportabile, non ci sarà più ostacolo al diffondersi del tuo amore! Sarai pronto a condividere la tua felicità e la tua pace interiore con chiunque!

18

LIBRETTO CAMPO NOVIZIATO CITTADINO  

Libretto del campo

LIBRETTO CAMPO NOVIZIATO CITTADINO  

Libretto del campo

Advertisement