Issuu on Google+


CONTROCOPERTINA

BERETTA EXCELLENCE, IL CIRCUITO DELLE STELLE

È stato presentato in un affollatissimo incontro nello scorso weekend all’Hunting Show di Vicenza (nella foto) il circuito di gare programmato da Beretta per la primavera e l’estate del 2014. L’iniziativa (che è patrocinata dalla Federazione italiana tiro a volo, impegnerà quindici impianti italiani da marzo ad agosto in sei date diverse e distribuirà premi per 100.000 Euro) è stata promossa dall’azienda di Gardone per celebrare il lancio della nuova linea di abbigliamento che vestirà le nazionali azzurre. Non a caso è stata Jessica Rossi - una delle punte di diamante della scuderia Beretta - a tenere a battesimo l’iniziativa alla kermesse di Vicenza. Il circuito (che prende il nome di Beretta Excellence - Uniform Pro Edition) si compone di cinque gare a 75 piattelli (un weekend al mese da marzo a luglio) con tre sedi per ogni appuntamento nelle tre diverse macro-aree del paese. Con la possibilità di scartare il punteggio peggiore, il computo verrà dunque effettuato sulla distanza di 300 piattelli. È quel punteggio che il tiratore porterà in dote all’appuntamento finale di Rimini del mese di agosto (in concomitanza con la Conchiglia d’oro dell’adriatico) e che andrà appunto a sommarsi ai cento piattelli della sfida sul Rubicone. Il campione assoluto del circuito vincerà un fucile DT11 Limited Edition che potrebbe trasformarsi in un SO5 Limited Edition qualora il vincitore avesse conseguito un punteggio complessivo pari o superiore a 396/400. In aggiunta al pregiato fucile, il campione della prima edizione di Beretta Excellence vincerà un viaggio a Las Vegas in occasione dello Shot Show 2015. Ai vincitori delle categorie andranno invece in premio fucili Beretta 692. La Redazione

In copertina Prodezze da acrobati al Campionato invernale sperimentale di Tripletto Compak alla struttura della Società Il Botto. Ne parliamo diffusamente in questo numero e vi mostriamo appunto tutte le acrobazie dei funamboli della disciplina in un’ampia fotogallery. Nel plastico gesto sportivo della copertina è ritratta Jessica Tosti, promettentissima specialista del Compak e dello Sporting che si è distinta brillantemente all’impianto orvietano.

N um ero 265 12 feb brai o 2014 Direttore Luciano Rossi Direttore Responsabile Luigi Agnelli

Direzione e Redazione Federazione Italiana Tiro a Volo Viale Tiziano 74 00196 Roma Tel. 06 45235200 Fax 06 3233791 redazione@fitav.it

Coordinatore Redazionale Massimiliano Naldoni maxnaldoni@alice.it Tw i t t e r : @ I LT I ROAVO L O

Armi Pietro Beretta Perazzi Armi

Eliche Rodenghi Tiro a Volo Lazio

Macchine lanciapiattelli Fab

Abbigliamento Beretta

Grafica & Multimedia Andrea Tei

Tutti i diritti riser vati Vietata la riproduzione anche parziale se non autorizzata.

DANIELE VALERI TRA PIOGGIA E SOLE

pag 9 DALLE REGIONI

Aut. del Tribunale di Roma n.111 del 17 marzo 1994

SPONSOR FEDERALI Munizioni Baschieri & Pellagri Bornaghi Clever Cheddite Fiocchi Munizioni Nobel Sport Italia RC Eximport

pag 4

Piattelli Eurotarget Mattarelli

3 265


2

COMPAK SPORTING

DANIELE VALERI TRA PIOGGIA E SOLE Galleria fotografica 1

Galleria fotografica 2

Lo specialista spoletino conquista lo scudetto invernale di Tripletto Compak tra gli Eccellenza in gara a Il Botto: all’impianto orvietano vincono anche il Prima Paolo Arcangioli, il Seconda Pasquale Ussia, il Terza Francesco Camilloni, Jessica Tosti, l’under 20 Pietro Piccari Ricci, il Veterano Giovanni Provenzale e il Master Eugenio Bruscolini

Il ventottenne di Spoleto Daniele Valeri ha conquistato lo scudetto degli Eccellenza al Campionato d ’inverno di Tripletto

4 265

Un uomo per tutte le stagioni. Potrebbe essere questo l’appellativo da attribuire a Daniele Valeri che domenica 9 febbraio si è assicurato il primo scudetto dell’anno tra gli Eccellenza in gara nel

Campionato sperimentale d’inverno di Tripletto all’impianto orvietano de Il Botto. Non è stata infatti la forte pioggia che ha martellato i quasi sessanta specialisti in lizza per più di un’ora


In Prima categoria Paolo Arcangioli si è imposto brillantemente su Simone Grancio e Andrea Palmieri (nella foto)

all’inizio della sfida a togliere smalto all’esuberanza agonistica del ventottenne di Spoleto che ha esordito con un pregevole 47/50. Ma le parabole ardite e suggestive dei lanci approntati all’impianto umbro dal timoniere della Società Delfino Batella hanno addirittura esaltato il talento di Valeri nella seconda frazione di gara, tant’è che in quel segmento lo spoletino ha totalizzato un perfetto 49 che gli ha di fatto permesso di ipotecare la vittoria. Vittoria che poi è maturata agevolmente con il 45 dell’ultima serie che ha contribuito a comporre il totale di 141/150. Inseguitori illustri hanno tentato di frenare la corsa di Valeri, ma senza successo. L’esperto Fabio Chiarapini, pur con uno splendido acuto finale (48 – 40 – 49), con 137 si è dovuto accontentare del secondo posto davanti ad un Michael Spada ancora

COMPAK SPORTING

Sulle pedane orvietane de Il Botto Daniele Valeri ha svettato precedendo Fabio Chiarapini (nella foto) e Michael Spada

Al confronto orvietano che ha rappresentato il primo appuntamento stagionale del cartellone Fitav ha partecipato anche il Direttore tecnico dello Sporting e del Compak Veniero Spada

5 265


COMPAK SPORTING

È un esultante Pasquale Ussia quello che occupa il vertice del podio dei Seconda categoria davanti a Maurizio Caruso e Samuele Ghilli

in rodaggio che ha intercettato il volo di 133 bersagli con la sequenza: 44 – 47 – 42. Nella sfida ben diretta dal Coordinatore Roberto Forti, il coach delle discipline dello Sporting e del Compak Veniero Spada si è inserito nella scia dei medagliati con 132 precedendo di

Francesco Camilloni ha vinto il titolo dei Terza categoria precedendo Riccardo Cossu e Marco Mori

6 265

misura Massimo Grieco. E del responso del primo appuntamento stagionale del calendario Fitav, il selezionatore azzurro si è detto complessivamente molto soddisfatto.“Dobbiamo definire più che soddisfacente la partecipazione di oltre cinquanta tiratori - ha dichiarato Veniero


COMPAK SPORTING Pietro Piccari Ricci ha vinto tra gli Juniores superando Andrea Menga e Enrico Lugli

Spada - per una gara programmata ancora nel cuore dell’inverno in condizioni meteo complessivamente avverse. In aggiunta a questo, occorre dire che sicuramente molti specialisti di questo comparto hanno preferito programmare il loro debutto stagionale in occasione del Campionato d’inverno di Sporting di domenica 16 febbraio a Vetralla. Malgrado tutte queste condizioni, il Campionato d’inverno 2014 di Tripletto ha decretato senza mezzi termini il pieno gradimento da parte dei tiratori per questa tipologia di gara.” Il confronto di Orvieto ha peraltro proposto belle sfide anche nelle altre categorie. Tra i Prima lo scudetto è andato a Paolo Arcangioli: il toscano di Cetona con la tessera del club umbro di Fulginia ha artigliato il primo titolo stagionale con 137/150 (47 – 42 – 48) precedendo Simone Grancio (132) e Andrea Palmieri (131). Nella stessa divisione con 129 ha concluso la sfida orvietana Davide Guerra che ha distanziato ampiamente Paolo Scolastra e Diego Riccio. In Seconda categoria corsa al titolo aperta fino alle ultime battute. Ha prevalso Pasquale Ussia con 132/150 (46 – 44 – 42): lo specialista di Albano Laziale l’ha spuntata infatti di misura su Maurizio Caruso. Con 125 bersagli utili è stato ottimo terzo classificato

Samuele Ghilli che ha costretto alle sedi fuori dal podio Fabrizio Sbrenni (121) e Francesco Bisello (117). Successo brillante in Terza categoria per Francesco Camilloni: l’umbro di Castiglione del Lago ha confezionato un solido 127/150 (43 – 40 – 44) e sul podio de Il Botto ha preceduto agevolmente Riccardo Cossu (122) e Marco Mori (119). Con 112 centri all’attivo ha concluso Riccardo Mariotti davanti al 110 di Giovanni Campelli e al 106 di Pier Paolo Piccari Ricci e Roberto Perretta. Ma in margine al dettaglio agonistico del confronto orvietano, si impone indubbiamente una domanda: non è tempo che questo Tripletto dalle prerogative agonistiche estremamente attraenti perda la qualifica un po’ limitante di variante sperimentale? Abbiamo girato il quesito proprio al Direttore tecnico della selezione nazionale Veniero Spada. “La mia risposta, - ha dichiarato con convinzione il coach azzurro – è affermativa e lo è senza mezzi termini. Se il Compak già diverte nel suo assetto standard, il Tripletto è tre volte ancora più attraente: lo dimostra sistematicamente l’ampio gradimento dei tiratori. Sicuramente l’utilizzo del fucile automatico, che dal punto di vista tecnico e sotto il profilo del bilanciamento, è un attrezzo molto diverso dal sovrapposto che lo

7 265


COMPAK SPORTING

Il diciassettenne riminese Pietro Piccari Ricci ha conquistato il primo scudetto stagionale degli under 20

specialista impiega abitualmente nello Sporting e nel Compak, ci imporrà di programmare le competizioni di Tripletto nella fase iniziale e in quella conclusiva della stagione agonistica, ma è certo che il Tripletto diverte e attrae e potrà rappresentare uno dei punti di forza per le prossime stagioni del comparto delle discipline tiravolistiche più fantasiose.” Decisamente non affollatissime le graduatorie di alcune qualifiche nel primo confronto agonistico dell’anno, ma non per questo il Campionato d’inverno di Tripletto (che il rispetto della forma ci impone di guarnire ancora con la definizione di sperimentale) non ha riservato alcuni interessanti responsi. È infatti indubbiamente significativa l’affermazione di Pietro Piccari Ricci tra gli under 20: nello scenario suggestivo de Il Botto, il diciassettenne di Rimini ha collezionato 130 centri su 150 (42 – 45 – 43) precedendo sul nastro del traguardo il toscano Tra i Veterani Giovanni Provenzale ha preceduto Delfino Batella e Alvaro Leardini

8 265

Con il timoniere della Società orvietana Il Botto è Jessica Tosti a posare con lo scudetto del confronto invernale di Tripletto delle Ladies

Andrea Menga (123) e il marchigiano Enrico Lugli (114). Affermazione solitaria per Jessica Tosti nel comparto femminile, ma il 130/150 (46 – 43 – 41) confezionato dalla ragazza perugina di Colombella alla struttura orvietana descrive la sua autrice come una delle colonne più solide su cui potrà contare la selezione rosazzurra nel prossimo futuro. Giovanni Provenzale ha artigliato con autorevolezza la vittoria tra i Veterani: lo specialista riminese ha vinto intercettando il volo di 131 piattelli (39 – 45 – 47) e precedendo di due lunghezze il “padrone di casa” Delfino Batella. Con 121 si è assicurato un brillante terzo posto Alvaro Leardini davanti al 118 di Ivano Bettini e al 110 di Marcello Ceccolini. Bella affermazione tra i Master di Eugenio Bruscolini: all’ombra della rocca di Orvieto lo specialista di Riccione ha fermato il volo di 127 piattelli (46 – 43 – 38) ed ha preceduto Pasquale Venturi (99). Eugenio Bruscolini si è imposto tra i Master precedendo Pasquale Venturi


DALLE REGIONI

Marche

MONUMENTALE MAROTTA Il team del sodalizio pesarese vince largamente la sfida a squadre nella prova di Corridonia che a livello individuale incorona Michele Marasco Petromilli

Uno scorcio dello stand di Corridonia durante la prova del confronto regionale d ’inverno di Fossa Olimpica di domenica 9 febbraio

Marotta e poi tutte le altre. Con largo margine. È cristallino il responso della quinta prova del Campionato regionale d’inverno di Fossa Olimpica delle Marche disputato sulle pedane di Corridonia. Il team del sodalizio pesarese ha infatti dominato con 269 centri complessivi su 300, precedendo di ben sette lunghezze formazioni blasonate come Lauretana e Montecosaro. È stata la compattezza del gruppo questa volta a produrre la superiorità: il Seconda Paolo Sanchi si è rivelato il motore del gruppo con il suo ottimo 47/50 (davvero bello il suo en-plein al secondo giro) che ha dato slancio al punteggio collettivo, ma un contributo importante al successo del team lo hanno fornito anche i Prima Nicola Bucci (46) e Agostino Sanchi (45), il Terza Franco Pierfederici e il Seconda Daniele Donati (44) e il Seconda Roberto Carboni (43). Costretti dunque al secondo posto i sei della Lauretana, nonostante il bell’acuto

di Michele Marasco Petromilli (il suo 48/50 è stato il tetto qualitativo della giornata). Il team del presidente Rossano Zallocco ha girato la boa del primo round con un punteggio complessivo decisamente basso (119/150) e la pur lodevole prova d’orgoglio del secondo turno (un ottimo 143/150 con Marasco Petromilli e Stefano Rossini a far da tenaci leader) non è stata sufficiente a permettere alla Lauretana di ribaltare le sorti della gara. Il team di Montecosaro di capitan Andrea Andreozzi si è classificato terzo con lo stesso punteggio della Lauretana, davanti al 261 di Rio Salso e Fabriano. Come si diceva, è stato Michele Marasco Petromilli a vincere la gara individuale. Ottimo secondo è stato Paolo Sanchi con 47 davanti ai 46 di Maurizio Ferracuti, Nicola Bucci, Andrea Andreozzi, Nazzareno De Angelis, Simone Bulgherini, Daniele Ceccaroli, Giacomo Emidio Stipa e Massimiliano Pergolesi.

Umbria

MARCELLO! MARCELLO! È Tittarelli il campione regionale degli Eccellenza nel circuito regionale invernale di Fossa Olimpica del cuore verde d’Italia Testo di Stefano Terrosi Gran finale sulle pedane dello Sporting & Resort Umbriaverde di Todi del Campionato regionale d’inverno di Fossa Olimpica. Ben 150 tiratori si sono sfidati per l’assegnazione dei titoli e per ottenere la qualificazione alla finale nazionale d’inverno. Si è aggiudicato la gara Franco Felici (49/50) seguito da altre due Ec-

cellenze: Stefano Pennoni (49/50) e Marcello Tittarelli (48/50). Per le altre categorie e qualifiche, bene Gianluca Casamassima (Prima), Danilo Palazzoni (Seconda), Cesare Loretoni (Terza): tutti con un punteggio di 47 su 50, poi Marino Cipriani (Veterani) e Michele Nicoletti (Settore Giovanile) con 46 su 50. Il trofeo offerto dal Presidente della Fitav Luciano Rossi è andato per la seconda volta a Paolo Sparamonti. La classifica

9 265


Marcello Tittarelli si è laureato campione regionale d ’inverno tra gli Eccellenza dell’Umbria

a squadre ha visto al primo posto la compagine del Tav Umbriaverde seguita dal Tav Foligno e dal Tav Trasimeno. Questi i podi al termine delle sei gare. Eccellenza: 1° Marcello Tittarelli (Campione Regionale), 2° Franco Felici, 3° Stefano Pennoni. Prima Categoria: 1° Oscar Rota (Campione Regionale), 2° Giovanni Pierpaoli, 3° Salvatore Silvi. Seconda Categoria: Paolo Sparamonti (Campione Regionale), 2° Marco Leonardi, 3° Stefano Mezzetta. Terza Categoria: 1° Massimo Allegrucci (Campione Regionale), 2° Andrea Proietti, 3° Mauro Pettinacci.Veterani: 1° Mauro Suriani (Campione Regionale), 2° Giancarlo Bordoni, 3° Marino Cipriani. Master: 1° Sergio Tarquini (Campione Regionale), 2° Mario Santini, 3° Maurizio Donnini. Settore Giovanile: 1° Alessio Franquillo (Campione Regionale), 2° Luca Roscini, 3° Emanuele Romolini. Ladies: 1° Vittoria di Mattia (Campione Regionale). Per le squadre conquistano il diritto a partecipare alla Finale del Campionato Italiano il Tav Umbriaverde, Il Tav Foligno ed il Tav Cascata delle Marmore.

Sicilia INARRIVABILE SAN DEMETRIO Il sodalizio di Lentini conquista il titolo regionale d’inverno di Fossa Olimpica con largo anticipo sulla conclusione del circuito

DALLE REGIONI

Testo di Giuseppe Di Giorgi

10 265

Nello sport, si sa, i risultati non arrivano mai facilmente: a volte è necessaria anche una buona dose di audacia. Audentes fortuna iuvat, per sperare che la dea bendata si accorga anche di te. Ma quando invece i risultati sono costanti e ripetuti nel tempo, non vi è dubbio alcuno che l’audacia non può essere la sola componente che li determina. Evidentemente, il Tav San Demetrio costruisce con grande organizzazione societaria, preparazione tecnica, capacità individuali e determinazione dei suoi tiratori i tanti risultati ottenuti degli ultimi anni. Non può essere casuale, infatti, l’ennesimo titolo regionale raggiunto dal sodalizio siracusano di Lentini in anticipo sulla conclusione del campionato ed a zero penalità. Complimenti davvero al Presidente del Tav San Demetrio Angelo Di Mari e a tutti i suoi tesserati. Altro titolo già matematicamente assegnato nel circuito di Fossa Olimpica della Sicilia Orientale è quello del Terza categoria Concetto Tuzza che con sole due penalità al suo attivo è oramai irraggiungibile dagli inseguitori. Il resto dei titoli e dei podi sia a squadre che individuali saranno assegnati nella prossima ed ultima

prova in programma a Nizza per l’area orientale e a Torretta per l’area occidentale. Per la cronaca, tra i centosessantaquattro iscritti la gara è stata vinta da Alessandro Scuderi con 47/50. Per il Compak si è svolta la seconda prova sul campo catanese di Ramacca. Sessantadue gli iscritti: numero che determina un leggero aumento dei partecipanti. Vince la gara G. Loritto con 46/50 seguito a pari merito da S. Catalano e da D. Arcidiacono con 45/50. Sette le società partecipanti con la vittoria del Tav Etna Shooting seguita dal Tav Carlino e dal Tav Il Drago.

Alessandro Scuderi attorniato da un gruppo di supporter della Società San Demetrio


IL TIRO A VOLO 265