Page 1

12 settembre 2018

508 509

ILTIROAVOLO Organo ufficiale della Federazione Italiana Tiro a Volo

magazine

LA FATTORIA SPLENDE NELL’UNIVERSALE 4

ORDINARIO STRAORDINARIO 15 FILIPPO VANCINI VINCE A PONSO 16 LA FATTORIA: SCUDETTO E COPPA


CONTROCOPERTINA

ELIA SDRUCCIOLI È D’ORO A CHANGWON

508 509

Elia Sdruccioli esulta con il coach Andrea Benelli dopo la conquista del titolo mondiale di Skeet degli under 20

Un anno fa fu, per così dire, soltanto argento per Elia Sdruccioli al Mondiale di Mosca. Nel confronto iridato del 2018 è invece arrivato il titolo meritatissimo per l’azzurrino marchigiano dello Skeet ed è un alloro di grande valore che si aggiunge ai già pregiati risutati ottenuti in quest’ultima settimana dalla squadra italiana al Mondiale coreano: il terzo posto individuale e la conquista della carta olimpica nel Trap da parte di Silvana Stanco, il successo collettivo della stessa Stanco con Jessica Rossi e Alessia Iezzi nel confronto per nazioni, la vittoria di Erica Sessa nell’individuale under 20 ancora di Trap e l’exploit nel Mixed Team della stessa azzurrina di Cava de’ Tirreni in tandem con Lorenzo Ferrari. Adesso, dopo questi importanti traguardi, anche il prestigioso oro di Elia Sdruccioli. A Changwon lo Junior di Andrea Benelli ha conquistato la vetta della graduatoria con un solido 121 in qualificazione e poi ha saputo condurre ancora in testa tutta la finale sfruttando un’incertezza dell’americano Nic Moschetti all’ultimo doppietto per superarlo in volata ai 60 bersagli per 55 a 54. Nel concorso per nazioni Elia Sdruccioli, Niccolò Sodi (sesto nell’individuale) e Matteo Chiti hanno conquistato la medaglia di bronzo. IN COPERTINA Robertino Tacchetto, Eri Tessarin e Alessandro Camisotti hanno conquistato la Coppa dei Campioni di Fossa Universale per i colori del club La Fattoria di Mira al termine del Campionato delle Società della disciplina che si è svolto a Umbriaverde Direttore Luciano Rossi Direttore Resp onsabile Luigi Agnelli Direzione e Redazione Federazione Italiana Tiro a Volo Viale Tiziano 74 00196 Roma Tel. 06 45235200 Fax 06 3233791 redazione@fitav.it Coordinatore Redazionale Massimiliano Naldoni massimilianonaldoni@gmail.com Twitter: @ILTIROAVOLO Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale se non autorizzata. Aut. del Tribunale di Roma n.111 del 17 marzo 1994

3


508 509

SETTORE GIOVANILE

ORDINARIO STRAORDINARIO

Più di trecento under 20 popolano le pedane gardesane del Concaverde per l’edizione 2018 del Campionato italiano del Settore Giovanile: nel Trap vincono lo scudetto Alessandra Della Valle, Michael Caregnato, Matteo D’Ambrosi, Michela Placidi, Marco Mangolini, Maria Teresa Maccioni e Antonio Algieri, mentre nello Skeet sono in tricolore Gioria Fancello, Aniello Trinchese, Paolo Micheli e Stefano Carbone

Fossa Olimpica: Alessandra Della Valle ha vinto il titolo tricolore 2018 delle Juniores precedendo Valentina Panza e Giulia Grassia

4

Ordinario straordinario: prendiamo volentieri in prestito un’espressione coniata dal Vicepresidente federale Paolo Fiori per il titolo di questo articolo dedicato al Campionato italiano del Settore Giovanile che ha riunito al Concaverde 309 ragazze e ragazzi del Trap e dello Skeet. Quell’ordinario straordinario a cui ha fatto riferimento il dirigente federale descrive perfettamente il Settore Giovanile della Fitav nel 2018: la capacità sistematica di superare continuamente i propri primati con un lavoro accurato e continuo è infatti ormai la cifra

distintiva consolidata del vivaio del tiravolismo italiano. Anche in occasione del Campionato italiano 2018, il Settore Giovanile ha di fatto saputo fissare l’ennesimo record. Non soltanto in termini di numeri, sebbene quei 309 partecipanti alla competizione abbiano delineato una nova vetta per il tradizionale appuntamento conclusivo del calendario degli under 20. Lo ha detto di nuovo Paolo Fiori nel suo intervento durante la cerimonia di premiazione rivolgendosi ai giovani e alle loro famiglie: “Questo spettacolo ci dice che viviamo una vera festa: una festa fatta di numeri, sì, ma soprattutto di entusiasmo e di partecipazione vera.” All’entusiasmo si è tuttavia unito un forte spirito agonistico in tutti i comparti, tant’è che il Campionato italiano 2018 del Settore Giovanile ha assistito a finali appassionanti dal solido contenuto tecnico. È il caso della gara che ha assegnato lo scudetto tricolore stagionale alle Juniores del Trap. È stata Alesssandra Della Valle ad assicurarsi l’alloro di quella divisione e la ventenne milanese di Solaro ha centrato la vittoria in quella divisione prima totalizzando il più alto punteggio alla boa delle cinque serie (114/125 come Valentina Panza) e poi imponendosi al traguardo dei 50 piattelli della finale con 40 a 37 proprio nei confronti della collega calabrese.


Fossa Olimpica: tra gli Juniores Michael Caregnato si è aggiudicato l’alloro stagionale davanti a Alessandro Divizia e Edoardo Antonioli

508 509

Giulia Grassia si è aggiudicata la medaglia di bronzo con 27/30 dopo che erano state escluse dalla zona medaglie le altre finaliste: Lara Dusi, Greta Luppi e Carolina Paganin. Era stato Alessandro Esposito a far segnare il miglior punteggio di qualificazione tra gli Juniores del Trap, ma il giovane specialista di Tivoli in finale era costretto al quarto posto davanti a Domenico Pipari e Nicola Delli Carri. Il bronzo del confronto del Concaverde andava a Edoardo Antonioli (35/40) e nel duello per il titolo un determinato Michael Caregnato svettava per 45 a 44 su Alessandro Divizia.

Fossa Olimpica: tra le Giovani Speranze si è imposto Matteo D’Ambrosi che ha preceduto Fabio Fiandri e Alessio Sforzi

5


508 509

Il Coordinatore nazionale del Settore Giovanile Alberto Di Santolo introduce la cerimonia di premiazone insieme al Tecnico Antonello Iezzi e al Consigliere federale Luciano Innocenti

Matteo D’Ambrosi si è aggiudicato il titolo stagionale delle Giovani Speranze. Sulla distanza dei 50 piatteli della finale il ragazzo campano ha superato Fabio Fiandri per 41 a 39. La medaglia di bronzo è andata a Alessio Sforzi che si è qualiificato alla finale con il miglior punteggio della sua divisione (un solido 115/125 che al ragazzo toscano ha fruttato la promozione alla qualifica Juniores e il bonus per gli Assoluti di fine settembre). Anche Michela Placidi e Joanna Busolini per effetto del punteggio (rispettivamente 106 e 103) hanno ottenuto la promozione alla qualifica

Il Vicepresidente Paolo Fiori nel corso del suo intervento

6


Fossa Olimpica: tra le Allieve Michela Placidi ha vinto il titolo davanti a Joanna Busolini e Adriana Rubini

508 509

Juniores e il diritto di partecipazione agli Assoluti di Trap in programma al Tav Accademia Lombarda. La laziale e la friulana sono state peraltro anche le protagoniste del podio delle Allieve: al traguardo dei 50 piattelli della finale Michela Placidi ha vinto il titolo superando Joanna Busolini per 37 a 34. Del terzo posto si è impossessata Adriana Rubini (che aveva totalizzato il miglior punteggio di qualificazione della sua divisione: 108) con 28/40. Tra le Allieve ha centrato la promozione alle Juniores anche Martina Grioni, autrice di 105 centri e del quarto posto in classifica.

Fossa Olimpica: tra gli Allievi si è aggiudicato lo scudetto Marco Mangolini che ha preceduto Narcis Florin Caccia e Luca Forno

7


508 509

Fossa Olimpica: tra le Esordienti ha vinto Maria Teresa Maccioni davanti a Sara Carrozzo e Gloria Labemano

Marco Mangolini è stato il dominatore della gara degli Allievi del Trap. Approdato alla finale con 111/125 come l’eclettico Manuele Pirazzoli (classificatosi poi soltanto quinto), si è imposto al traguardo dei 50 piattelli della finale con 41 centri. 40 bersagli utili hanno attribuito l’argento a Narcis Florin Caccia, mentre Luca Forno ha centrato la conquista del bronzo con 31/40. Tra le Esordienti ha vinto Maria Teresa Maccioni che ha totalizzato un solido 20/25 in finale e ha preceduto Sara Carrozzo (19) e Gloria Labemano (18). Nel parallelo comparto maschile degli

Fossa Olimpica: tra gli Esordienti lo scudetto è andato a Antonio Algieri che ha preceduto Mateo Belloi e Pasquale Salinaro

8


Fossa Olimpica: Arianna Rossetto ha vinto il Memorial Vittorio Prestini davanti a Gloria Labemano e Maria Renzi

508 509

Esordienti si è imposto invece Antonio Algieri che in finale ha collezionato un ottimo 24/25 e ha preceduto i 23 di Matteo Belloi e Pasquale Salinaro. Nel corso della premiazione del Campionato italiano di Lonato è stato Daniele Ghelfi, Delegato regionale Fitav della Lombardia, a porre l’accento sul ruolo fondamentale delle famiglie nella pratica tiravolistica dei giovanissimi del tiro a volo. “Devo esprimere un ringraziamento particolare - ha detto al pubblico presente alla cerimonia il massimo rappresentante del movimento tiravolistico lombardo - ai genitori che si prodiga-

Fossa Olimpica: Andrea Cito ha vinto il Memorial Vittorio Prestini davanti a Cosimo Luca Salinaro e Gianfranco Cheloni

9


508 509

Il Vicepresidente federale Paolo Fiori (al centro) con i Consiglieri Aldo Visconti e Luciano Innocenti

no per consentire a tutti voi, ragazze e ragazzi, di praticare lo sport che piĂš amate: il tiro a volo. E che il comparto degli under 20 sia di fondamentale importanza per il nostro sport lo dimostra il fatto che sono stati proprio i giovani a fornire al tiravolismo italiano le maggiori soddisfazioni al Mondiale di Changwon!â€? Da parte sua anche il Presidente del club ospitante, Ivan Carella, ha elogiato il vivaio tiravlistco nazionale. “Vedendovi tutti insieme, qui, sulle

Il Presidente del Concaverde Ivan Carella e il Delegato regionale Fitav della Lombardia Daniele Ghelfi

10


508 509

Walter Miotto e Silvio Grande consegnano un riconoscimento da parte del Concaverde a Alberto Di Santolo e Antonello Iezzi per il prezioso lavoro svolto a favore del Settore Giovanile del tiro a volo

pedane del Concaverde, - ha affermato il leader del club ospitante - sfido chiunque a dire che il tiro a volo non sia uno sport giovane! E quando si vedono così tanti giovani pieni di passione e entusiasmo come in questa occasione, ma come era accaduto già al Criterium della scorsa stagione, è davvero una grande soddisfazione per tutti noi della struttura che ospita la manifestazione.” Tra le Juniores dello Skeet è stata Giorgia Fancello ad aggiudicarsi il titolo 2018: la tiratrice di Acilia ha completato la finale con 46 centri su 60 come Sara Bongini e ha regolato succes-

Skeet: tra le Juniores Giorgia Fancello ha vinto precedendo Sara Bongini e Giulia Basso

11


508 509 Skeet: tra gli Juniores ha vinto Aniello Trinchese che ha preceduto Alessandro Calonaci e Matteo Cussigh

sivamente per 2 a 1 la coetanea fiorentina di Impruneta. Con 36 centri Giulia Basso si è aggiudicata la medaglia di bronzo. Sul versante maschile Aniello Trinchese ha conquistato il titolo tricolore del 2018: lo skeettista campano ha concluso il percorso della finale con 50 centri e si è trovato allo stesso punteggio di Alessandro Calonaci, ma nel combattuto spareggio è stato proprio Trinchese ad avere la meglio sul campione europeo per 9 a 8. La medaglia di

Skeet: tra gli Allievi ha vinto Paolo Micheli davanti a Lorenzo Milani e Daniele Marroni

12


Skeet: tra gli Esordienti Stefano Carbone si è imposto su Gioele Carletti e Pietro Basta

508 509

bronzo è andata al friulano Matteo Cussigh con 40 centri. Tra gli Allievi vittoria netta di Paolo Micheli: lo skeettista toscano ha tagliato il traguardo della finale con 49/60 contro il 44 di Lorenzo Milani. Daniele Marroni si è aggiudicato il terzo posto con 36. Stefano Carbone ha vinto invece il titolo degli Esordienti totalizzando 20 centri in finale e superando Gioele Carletti e Pietro Basta.

Skeet: il Memorial Vittorio Prestini ha visto al primo posto Gioele Carletti che ha preceduto Stefano Carbone e Aaron Candotti

13


ELICA

FILIPPO VANCINI VINCE A PONSO

508 509

L’elicista bolognese tesserato a Lugo si impone nella graduatoria assoluta nella quinta prova del Campionato italiano di Elica con i 28 grammi dopo un fulmineo spareggio con Francesco Baldi, mentre è Silvia Randi ad artigliare autorevolmente la vittoria tra le Ladies Filippo Vancini è il protagonista della quinta prova del circuito nazionale di Elica con il calibro 28. Lo specialista bolognese ha svettato al Giorgio Rosatti di Ponso prima totalizzando un perfetto 15/15 come Francesco Baldi e poi regolando in un fulmineo spareggio per 1 a 0 il valente avversario capitolino. Il terzo posto della graduatora assoluta è andato a Alberto Paravia che ha fermato il volo di 14 eliche e poi ha vinto un combattuto spareggio con Mauro Casalini, Luigi Marcon, Franco Carmassi, Vittorio Martignoni e Luca Boschi. Filippo Vancini, tesserato alla Società di Lugo, con l’affermazione sulle pedane di Ponso ha anche conquistato il Trofeo Nanno Nanni. Silvia Randi ha vinto la gara delle Ladies: la specialista romagnola ha intercettato 12 delle 15 eliche di programma e si è imposta di misura su Paola Tattini e Delia Grassi. È stata poi la campionessa d’Europa a conquistare la medaglia d’argento regolando Delia Grassi per 1 a 0. Lo stesso punteggio di 12/15 ha attribuito la vittoria nel Settore Giovanile a Andrea Lodovisi. Vittorio Martignoni si è imposto in Prima categoria: l’elicista toscano ha concluso con 14 eliche all’attivo e poi si è messo in luce nel barrage che ha designato secondo classificato Luca Boschi e terzo Umberto Piccolo. Con il suo en-plein Francesco Baldi ha vinto in Seconda categoria davanti a Alberto Paravia (14). Sergio Lodovisi ha artigliato il bronzo dopo aver fermato il volo di 13 eliche e aver vinto lo spareggio con Martino Lazzarini e

Tra le Ladies in gara al Giorgio Rosatti Silvia Randi si è imposta su Paola Tattini e Delia Grassi

Andrea Staffolani. In Terza categoria la medaglia d’oro della gara veneta è andata a Claudio Pirazzoli. Con 14 centri lo specialista romagnolo ha preceduto il 13 + 2 di Remo Alberto Gobbi e il 13 + 1 di Steve Boni. Filippo Vancini ha avuto gioco facile tra i Senior grazie al suo perfetto 15/15. Le piazze d’onore della qualiifica sono andate a Mauro Messori (13 + 4) e Claudio Sangiorgi (13 + 3). Mauro Casalini è stato il migliore dei Veterani: con 14 + 3 ha preceduto Luigi Donato Marcon (14 + 2) e Franco Carmassi (14 + 1). Emilio Scaravelli ha svettato invece tra i Master: con 14/15 il bresciano ha preceduto Armando Lazzarin (13 + 1) e Alberto Olivieri (13).

Armando Lazzarin, patron dell’azienda Nonno Nanni, consegna il trofeo a Filippo Vancini: vincitore della graduatoria assoluta alla quinta prova del Campionato italiano di Elica con 28 grammi a Ponso

L’under 20 Andrea Lodovisi riceve il premio da Elena Sperandio

15


508 509

FOSSA UNIVERSALE

LA FATTORIA: SCUDETTO E COPPA Per i colori del club veneziano Robertino Tacchetto, Eri Tessarin e Alessandro Camisotti vincono lo scudetto delle Società del Gruppo B di Fossa Universale e poi si impongono nel confronto diretto per la Coppa dei Campioni con gli alfieri di Ponso che primeggiano nel Gruppo A

Dario Caretta, Rossano Pesci e Alessandro Venturini hanno conquistato lo scudetto stagionale delle Società del Gruppo A di Fossa Universale per i colori di Ponso

Testo e foto di Stefano Terrosi Le pedane del Tav Umbriaverde di Massa Martana hanno ospitato con successo l’edizione 2018 del Campionato italiano delle Società di Fossa Universale valevole anche per l’assegnazione della Coppa dei Campioni di specialità. Con grande soddisfazione del Presidente Giuliano Proietti le squadre iscritte sono state ben 66 per un totale di 198 atleti. Il

16

regolamento prevedeva che i team fossero divisi in due categorie denominate Gruppo A, per le Società affiliate di Prima e Seconda categoria, e Gruppo B, per le Società di Terza e Quarta categoria. La gara si è svolta sulla lunghezza dei 100 piattelli. La classifica del Gruppo A vedeva appaiate in vetta, con lo score di 282 su 300, le compagini di Ponso 1 composta da Dario Caretta (97/100), Rossano Pesci (95/100) e Alessandro Venturini (90/100) e quella di Umbriaverde 2 formata da Andrea Chiavini (96/100), Giampaolo Micheletti (95/100) e Angelo Bueno Pernica (91/100). Amaro in bocca per il Team Umbriaverde 1 (279/300) di Marcello Tittarelli, Carlo Angelantoni e Giovanni Pierpaoli i quali, pur qualificatisi in terza piazza, venivano esclusi dalla classifica in quanto il regolamento prevedeva che il podio ospitasse solo una squadra per ogni Società: ovviamente quella meglio piazzata. Tornavano in lizza quindi per il terzo posto le formazioni Le Tre Piume di Agna e Accademia 2 di Battuda che


508 509

Umbriaverde ha occupato il secondo gradino del podio del Gruppo A

avevano chiuso con identico punteggio di 278 su 300. Date le due situazioni di parità, il coordinatore della gara Mauro Labella procedeva a far effettuare i due spareggi: quello per il primo e secondo posto e quello per il terzo. Tornavano dunque in pedana Umbriaverde 2 e Ponso 1 con quest’ultimi che si aggiudicavano il titolo di campioni italiani ai danni dei padroni di casa con lo score di 72 a 70. Roberto Rossi, Gianni Brunato e Manuel Soranzo del Tav Le Tre Piume conquistavano l’ultimo gradino del podio nel secondo spareggio ai danni di Gildo Grondona, Adolfo “Capitano” Conoci e Giampiero Canonico di Accademia. Più delineata la situazione nel Gruppo B dove Fattoria 1 (286/300) di

La formazione de Le Tre Piume di Agna ha conquistato la medaglia di bronzo nel Gruppo A

17


508 509

La Fattoria di Mira ha vinto il titolo italiano delle Società del Gruppo B di Fossa Universale grazie alle prove di Robertino Tacchetto, Eri Tessarin e Alessandro Camisotti

Dogaletto di Mira si laureava campione d’Italia con Robertino Tacchetto (98/100), Eri Tessarin (95/100) e Alessandro Camisotti (93/100). Medaglia d’argento per il Team Scaligero 1 (280/300) di Asiago composto da Gianluigi Ambroso (95/100), Davide Cerchier (95/100) e Giorgio Pantano (90/100). Bronzo invece per Claudio Tosto (94/100), Roberto Bocci (94/100) e Antonino Matarozzo (91/100) appartenenti alla squadra toscana di Cecina 3 (279/300) . Spettacolare infine l’ultimo barrage per l’assegnazione della Coppa dei Campioni che vedeva contrapposte le formazioni

Lo Shooting Team Scaligero si è assicurato la medaglia d’argento del Gruppo B

18


508 509

La medaglia di bronzo del Gruppo B è andata a Cecina

vincitrici dei Gruppi A e B: nel duello finale il Tav La Fattoria primeggiava meritatamente con il punteggio di 70/75 a 69/75 dando seguito al miglior punteggio assoluto ottenuto nella gara a squadre e sfruttando, forse, la stanchezza del Team del Tav Ponso al quale va comunque riconosciuto il merito di aver venduto a caro prezzo la pelle avendo dovuto spareggiare pochi minuti prima con Umbriaverde 2. Alla premiazione finale, con il Presidente Giuliano Proietti ed il Vice Ferdinando Rossi, ha presenziato anche la Consigliera federale della Fitav Roberta Pelosi.

Robertino Tacchetto, Eri Tessarin e Alessandro Camisotti hanno conquistato la Coppa dei Campioni 2018 di Fossa Universale

19


IL TIRO A VOLO 508 509  

Il Magazine della Federazione Italiana Tiro a Volo

IL TIRO A VOLO 508 509  

Il Magazine della Federazione Italiana Tiro a Volo

Advertisement