Issuu on Google+

Numero 9

L’editoriale E SE QUELLI STRANI FOSSIMO NOI Di David Lazzari Oramai ci siamo. Manca davvero poco. Aprile e Maggio sono mesi di verdetti importanti. Vuoi perché ci sono i campionati Italiani (individuali ed a squadre) e vuoi perché il movimento è sempre più in fermento. Dal punto di vista tecnico potrebbe far sensazione il buon vantaggio – parliamo della Serie A a squadre – che il Black & Blue Pisa ha acquisito sulle dirette contendenti dopo il girone di andata. Sicuramente fa notizia il distacco che ha subito uno dei team favoriti, ovvero il SC Perugia, ma certamente i neroblu toscani non hanno per nulla demeritato, parliamo pur sempre dei fratelli Bertelli che in questa stagione hanno inserito in squadra un certo Sami Targui, oltre ovviamente a Manganello e Pochesci che danno notevole solidità alla squadra. Che i campioni in carica dei F.lli Bari Reggio Emilia – secondi al momento - abbiano perso un po’ di motivazioni? Non crediamo, visto che comunque la Serie A italiana è un campionato del mondo a squadre, dati i valori in campo. In Serie B certamente notevole prestazione del Catania quando tutti gli occhi erano puntati su squadre come Rieti, Sanremo e Torino e molto interesse aleggiava attorno ai “giovani” del Pierce e dei Fighters. Se i catanesi non avessero perso contro Ferrara (nelle retrovie e che dimostra che ogni partita non è mai scontata) chissà … ma ciò non toglie interesse alla Serie B davvero avvincente. Tutto questo in attesa della Serie C che vede nella Salernitana certamente la squadra favorita ma che presenta anche una serie di potenziali outsider (Lazio davanti a tutte) ed incognite in grado di cambiare le previsioni. E vedremo anche il girone finale della Serie D, questo misterioso oggetto del desiderio che – diciamoci la verità – ha già le sue tre protagoniste per i due ambiti posti che valgono la promozione, ovvero Stabiae, Black Rose e Grosseto. L’unica speranza per le altre pretendenti è quello vincere sempre sperando che qualcuna di queste corrazzate inciampi in un torneo più lungo del solito (ricordiamo infatti che saranno 12 le finaliste in D e non 10 come gli altri anni). Tutto questo con il “framezzo” – perché in effetti … - dei Campionati Individuali che ci diranno se il movimento presenta qualche individualità spiccata oppure no. Detto questo ecco un movimento in fermento continuo. Dove rimaniamo perplessi davanti a dirigenti federali che non fanno i dirigenti federali (con silenzi talvolta imbarazzanti), altri dirigenti federali che cercano in qualche modo (e li ringraziamo) di difendere anche i colleghi dormienti, e … magari semplici tesserati che invece si comportano da dirigenti federali (o padroni assoluti), SEGUE A PAGINA 9

Marzo 2013

SERIE A 2013 - GIRONE DI ANDATA - Chianciano Terme (SI) - 16 e 17 Marzo 2013

INARRIVABILE PISA. Mezzo scudetto in tasca! 25 punti su 28, questo lo score dei pisani nel girone di andata della Serie A

Pisa e poi...tante sorprese, potrebbe essere questo l'highlight più importante del girone d'andata dei campionati italiani a squadre stagione 2012/2013. Fare una analisi solo dei risultati spesso è riduttivo nel nostro gioco, ma mai come in questa edizione invece il campo ha detto a voce alta quello che la stagione svolta fino a qui non aveva fatto capire, stravolgendo in parte i pronostici. Perugia aveva vinto quasi tutto (Coppa Italia e Mons in primis) Pisa non aveva brillato, Reggio ha giocato forse troppo poco..ma è sempre Reggio e le Fiamme Azzurre erano invece attese ad una riconferma dopo la straordinaria ma sorprendente vittoria in Champions. Le altre sembravano..un grandino sotto. Pronti attenti via e alla prima giornata Pisa pareggia con Napoli (ed in quel momento sembravano due punti persi..) le Fiamme battono Bologna, Perugia fa 4-0 al Brasilia e Reggio 3-0 al CCT Roma..tutto secondo copione. In coda Milano e Sessana fanno 2-2 inaugurando il loro campionato, quello della sofferenza, con un pareggio...sofferto. Tutto come previsto? Manco per idea, e si capisce già dalla seconda giornata. Perugia pareggia con Milano 1-1 (non ci sono ne Intra ne il Defra, ancora non presente al palazzetto) il Pisa batte Bologna e anche le altre favorite fanno il loro. Napoli, "destinato" dai sondaggi ad un tranquillo 5-6 posto vince il derby con Sessa 3 -0. La terza giornata è interlocutoria. Perugia suda ma batte gli Eagles 2-1, Reggio vince di misura su Milano, Fiamme e Pisa fanno il loro compito con Brasilia e Sessana. Ottimo punto di Roma contro il Bologna con Valverde e Maia che sconfiggono Torano e Apollo. La quarta giornata fa capire che Perugia è in difficoltà. Perde 2-0 con Bologna (Loureiro e Di Vincenzo superiori a a Licheri e Belloni, mentre Intra e Mattiangeli frenati da Apollo-

Torano, i regionali..). Vincono Milano, Napoli, Reggio e Pisa quest'ultima contro le Fiamme Azzurre Targui batte Carmine Napolitano, Simone Bertelli sconfigge 1-0 Mateos e Daniele Pochesci fa il suo con Nicky e solo il Bertellino si arrende a Noguera ma a quel punto conta poco. 3-1 Pisa e secondo posto in classifica con 10 punti...dietro a Reggio che ne ha 12 ma con un calendario che gli ha visti in campo contro gli ultimi 4 della classifica. La prima svolta..a favore di Pisa è Perugia-Reggio 21...casualmente è arrivato al palazzetto il Defra... Nastasi batte Flores (che questo fine settimana era in grande difficoltà) Mattiangeli supera Cremona e non basta il solito Lamberti per stare in partita. La Roma fa 3 punti d'oro con Milano SEGUE PAG 2

Altre notizie all’interno: SERIE A - Gir.Andata

2

SERIE B - Gir. Andata

3

SERIE D - Gir. Interregionale Nord

4-5

SERIE D - Gir. Interregionale Centro

5

SERIE D - Gir. Interregionale Sud Isole 6 SERIE D - Gir. Interregionale Sud

7

Carta e Bottoni - La storia continua

7

Satellite FISCT - Grugliasco (TO)

8


Pagina 2

Back News

SERIE A 2013 - GIRONE DI ANDATA - CHIANCIANO TERME (SI) - 16 e 17 MARZO 2013 (in sala è arrivato anche Morgan Croce, assente fino a quel momento...e si vede subito 1-0 a Corradi e punto decisivo). Bene le Fiamme (contro Sessana) facile Pisa e importante 2-2 fra Bologna e Napoli, con i ragazzi di Marinucci in ripresa dopo un inizio tremendo. La domenica parte con il botto e cambia definitivamente la rotta a questo girone d'andata: Pisa batte Perugia 2-1 e soprattutto Napoli-Reggio 2-1, risultato che catapulta i pisani sempre più al comando. La partita clou della sfida fra toscani è umbri è sicuramente Intra-Daniele Bertelli. Vince quest'ultimo 2-1, risultato che fa la differenza. Simone perde da Nastasi, Daniele Pochesci tiene Mattiangeli e Sami Targui giustifica in pieno il suo acquisto battendo 3-0 l'accoppiata De Francesco/Buono.

Intra tiene a bada Noguera ma non basta. Nicky tiene Mattiangeli e 2-1 per loro. Nonostante la sconfitta di Flores contro Loureiro Reggio riesce a battere Bologna con relativa

Fase di gioco tra Efrem Intra e Daniele Bertelli

Istantanea del match tra Pisa e Tigers Bologna Il Miracolo a Napoli non lo fa San Gennaro...ma Luigi di Vito, che batte Saverio Bari 1 -0 regalando un punto ai suoi. Mettivieri poi supera Lamberti/Flores per 1-0 e Reggio si ritrova lontano dal primo posto con 0 punti in due gare. Napoli inizia a volare.. Altri tre punti d'oro per il CCT Roma (Valverde-Maia probabilmente significheranno la salvezza per i ragazzi di Sonnino) che supera Sessana 2-1, il Bologna travolge il Brasilia e lo Stella ridimensiona i sogni delle Fiamme con un 1-1 fra i più tirati del torneo. La settima giornata ha in calendario Pisa-Reggio. Gli emiliani a secco da due turni non possono perdere, i toscani con una vittoria mettono l'ipoteca sul campionato...d'inverno....finisce 2-0 con una straordinaria sfida fra Daniel Bertelli e Carlos Flo-

tranquillità. Vincono Cremona, Bari e Lamberti su patruno, Torano e Apollo. In coda straordinaria sfida fra Brasilia e Sessana che finisce 2-2. Vincono Ogno-Fedele per gli abruzzesi e Ciano-Ricci per i campani. Un punto che forse serve a poco ad entrambi. Questo straordinario girone d'andata si chiude un bellissimo e tiratissimo Reggio-Fiamme che finisce 2-1 per la squadra di Saverio Bari. Il derby murciano Flores-Noguera finisce 3 -2 (con una parata straordinaria di Flores a 2" dalla fine sull'azione più bella del torneo fatta da Noguera), Nicky soffre il ritorno di Cremona ma chiude 3-2 (da 3-0...e con la tensione a 1.000...) mentre Saverio batte Carmine e Lamberti tiene Mateos. Non vincere avrebbe significato per i campioni d'Italia in carica scucirsi lo scudetto già a marzo. Gli Eagles chiudono secondi in solitario gestendo il Brasilia Chieti (3-0 con dentro anche Marco di Vito), Bologna supera Sessa 3-0 e Perugia fatica non poco per battere il CCT Roma, finisce 2-1 grazie a Intra e Belloni. Pisa chiude una cavalcata straordinaria di 8 vittorie ed un solo pareggio (con i secondi in classifica, gli Eagles Napoli, alla prima giornata) grazie al 3-0 facile su Milano. Daniele Bertelli, Daniele Pochesci e Manganello vincono bene. La classifica dopo questa prima giornata è davvero inattesa: Pisa avanti con 25 punti su 28. Dietro gli straordinari Eagles Napoli (con un Bolognino...clamoroso..guardate i parziali..) a 20. Reggio si trova a 18 quindi lontanissimi per come sono andate le ultime stagioni. Fiamme e Perugia, i "nuovi" e i "vecchi" (non me ne vogliano) sono in un limbo a quota 15. Il Bologna può arrivare in Champions (sono sesti ma le Fiamme sono Campioni D'Europa e gli Eagles Napoli qualificati da wild card) ma dovranno stare attenti perche se Morgan Croce sarà presente fin da subito a maggio il CCT Roma può puntare in alto. Pronostici azzeccati in coda. Milano con 5 punti, Sessana con 2 e Brasilia con 1 dovranno giocarsi la salvezza. Vedremo..

Piero Capponi

Immagine del palazzetto di Chianciano, teatro della Serie A 2013 res che finisce 2-2. Targui ancora decisivo contro Lamberti (4-1 anche se entra Giulianini) e il solido Pochesci batte Capellacci per 2-0. Ottimo Pareggio fra Manganello/ Simone e Saverio Bari. Reggio è ufficialmente in crisi (avevano mai fatto 0 in tre gare di fila??). Pisa vola e dietro si ritrovano...gli Eagles Napoli! Bolognino e soci battono le Fiamme Azzurre 2-1 con le vittorie di Bolognino e Mettivieri sui campioni del mondo Mateos e Noguera. Non serve la vittoria di Nicky. Il Bologna supera a fatica Milano (ottimo Loureiro, in giornata di grazia), Perugia "asfalta" Sessa, il CCT Roma fa altri 3 punti contro Brasilia e la classifica pare delinearsi.. Ottava Giornata: Il Perugia crolla con le Fiamme Azzure, Reggio vince il derby ed il Pisa continua a volare. Tiene anche Napoli che supera Milano. La sfida tra i laziali di Carmine Napolitano e i perugini finisce 2-1. Grande punto di Carmine Napolitano, che segna a Licheri e poi tiene Nastasi 1-0 decisivo. Mateos travolge Stefano Buono mentre


Pagina 3

Marzo 2013, Numero 9 SERIE B 2013 - GIRONE DI ANDATA - CHIANCIANO TERME (SI) - 16 e 17 MARZO 2013

CATANIA CAMPIONE D’INVERNO! La formazione siciliana prima al giro di boa davanti alle due piemontesi Pierce 14 e Warriors Torino un giocatore ostico come Federico Mattiangeli è un grande risultato. Nella quinta giornata lo scontro tra i due team neopromossi vede la vittoria dei Fighters 21 con vittorie di Battista e Ferrucci e gol del pareggio(e vittoria) di Mato Ciccraelli su Dorato a pochi secondi dalla fine dell'incontro.Vittorie secondo pronostico di Rieti(2-1), Sanremo(3-0) e Catania(2-0) su Ferrara, Biella e Brescia. Pari tra Warriors e Ascoli punti di Finardi e Flamini. La sesta giornata. l'ultima del sabato, vede le belle e nette vittorie di Ascoli(3-1 grazie a Catalani, Flaminie Gia. Silvestri) e Catania(2-0 Testa e Panebianco) su Pierce14 e Rieti. Molto bene i Warriors su Biella, 3-1 con vittorie di Mazzilli, Perazzo e Prats; pari tra i Fighters e Sanremo, 2-2 dove nell'insieme degli incontri è da segnalare il 2 -1 di Battista ai danni di Dogali. L'ultima partita della giornata è ildrammatico (sportivamente parlando) scontro tra Brescia e Ferrara, vincono i lombardi con le vittorie di Colpani, Gazzoldi e Visentin, il punto del positivo Feletti purtroppo per il team estense serve solo per le statistiche. Alla fine del sabato Catania è in testa alla classifica, tanto sorprendentemente quanto meritatamente. Domenica mattina, settima giornata; Pierce14 dopo le due sconfitte subite consecutivamente nelle ultime due partite del sabato si riscatta battendo Rieti per 2-1, Colangelo e Croatti battono Brunelli e Melia e il pari tra Zambello e Capossela fissa il risultato. Non è finito il momento magico di Catania che batte Torino 2-1 Longo e Panebianco danno i punti che Testa pareggiando contro Perazzo suggella. Bene Ascoli,2-1 ai Fighters,e Sanremo, 2-1 a Ferrara mentre molto importante è la vittoria di Biella su Brescia, 3-1 con vittorie di Pisca, Jon Scotta e Ronzani. Nell'ottavo turno seconda sconfitta per i siciliani che vengono battuti dalla formazione ascolana per 2-0, decisivi Flamini e Giancarlo Silvestri. E netto per quanto clamoroso il 31 di Brescia su Sanremo grazie ai punti di Colpani, Visentis e Gazzoldi. Bene Pierce14 su Immagine di repertorio del club catanese in quel di Chianciano Terme (SI) Il girone d'andata della serie B è stato molto avvincente e pieno di sorprese. Ai nastri di partenza favoriti per la promozione appaiono le formazioni dei Warriors Torino e Virtus 4 strade Rieti; subito dietro per i pronostici ci sono i Master Sanremo e Ascoli, compagini molto forti ma decimate dalle assenze per infortuni di Carlo Alessi e Massimliano Schiavone due giocatori che faranno sicuramente sentire la loro assenza. Poi ci sono le forti, ma molto giovani, Pierce14 Monferrato e Napoli Fighters, team capaci di qualsiasi risultato. Sembra fuori dai giochi per la promozione Catania, mentre Biella, Brescia e Ferrara dovranno lottare duramente per mantenere la categoria. La prima giornata è subito scoppiettante e vede Pierce14 superare di misura(2-1) nel derby piemontese i Warriors Torino, grazie alle vittorie di Croatti e Zambello ed al pareggio di Colangelo. Bella vittoria di Catania(2-0) sui Fighters, vittorie di Longo e Panebianco. Rieti agevole su Brescia (3-0), pareggio tra Sanremo e Ascoli(1-1) e altro pareggio nello scontro tra Biella e Ferrara. Nella seconda giornata da segnalare le belle e sorprendenti vittorie di Biella su Ascoli, 3-1 grazie ai punti di Ronzani, Pisca e Bodin e Ferrara su Catania, 2-1 punti di Balboni e Peluso e pareggio di Feletti. Vittorie importanti di Pierce14 su Brescia(2-0) e Warriors su Napoli(2-1), mentre da sottolineare il passo falso di Rieti contro Sanremo che ha la meglio(3-1) grazie a Lampugnani, Papini e Calonico. La terza giornata vede la prima vittoria in serie b dei Fighters Napoli che si impongono per 3-0(vittorie di Ferrucci, Ciccarelli A.e Battista) su Brescia. Riprendono la marcia Rieti, 2-1 su un Ascoli in difficoltà vittorie di Salvati e Mattingeli Fed. e Catania, 3-0 a Biella vittorie di Panebianco, Testa e Guzzetta. Netto Torino su Ferrara con un 4-0 che non ammette repliche e pareggio, con qualche rimpianto per i Monferrini, tra Pierce14 e Sanremo.

Immagine dei Subbito Gol Ferrara, delusione dell’ultimo posto dopo il girone di andata Nella quarta gionata si sblocca Ascoli battendo per 2-0 (vittorie di Flamini e Catalani) una Ferrara sempre più in difficoltà. Bella vittoria di Catania su Sanremo, 2-1 con vittorie di Testa e Longo e pareggio di Panebianco contro il forte Calonico. Torino batte Brescia 2-1 sfruttando le vittorie di Mazzilli e Finardi ed il pareggio di Prats con Visentin, Pierce14 regola Biella con le vittorie di Colangelo, Croatti e Dorato(3-0); mentre la sorpresa della giornata è la netta vittoria dei Fighters su Rieti, 3-0 con vittorie di Ferrucci, Cerullo ed un Battista che sta giocando veramente su alti livelli, il suo 5-1 ad

I Pierce 14 di Casale Monferrato (TO), secondo posto per loro Ferrara, 3-1 con vittorie di Colangelo, Croatti e Zambello, inutile la vittoria di Feletti sull'esordiente Simone Balbo.Pari tra Biella e Napoli. Mentre importante vittoria ai fini della classifica di Torino su una Virtus che nonostante gli sforzi di capitan Salvati subisce la terza sconfitta consecutiva. Nell'ultima giornata c'è lo scontro al veretice tra Catania e Pierce14, se i Monferratesi vincono superano gli Etnei, gli alrti due risultati consentiranno alla squadra siciliana di finire al primo posto il girone d'andata; Colangelo batte 2-0 Guzzetta, Testa supera Dorato, pari spettacolare tra Croatti e Panebianco che pur finendo la partita 0-0 disputano un match molto combattuto ed intenso, decisivo è il gol di Longo a poco dalla fine dell'incontro contro Luca Zambello, il suo pareggio fissa il risultato dell'incontro sull'1-1. Catania finisce il girone d'andata al primo posto. Torino pareggia con Sanremo 2-2, grazie ad un gol a tempo scaduto di Perazzo su Dogali, e così raggiunge Pierce14 al secondo posto in classifica. Pari tra Ascoli e Brescia(1-1) e tra Napoli e Ferrara(2-2); capitan Salvati riesce a scuotere Rieti ed insieme a Capossela dà il punto del 2-1 su Biella (decisivo il pareggio del grande Vecchio Trenta). Alla fine la classifica dice: Catania 19 Pierce14 17 Warriors Torino 17 Ascoli 15 Master Sanremo 13 Fighters Napoli 12 Virtus 4Strade Rieti 12 Biella '91 8 Leonessa Brescia 7 Subbito Gol Ferrara 5 Sicuramente nel girone di ritorno le formazioni che meno hanno reso in queste giornate troveranno le giuste contromisure e il campionato sarà sicuramente molto appassionante. Massimiliano Croatti


Pagina 4

Back News

SERIE D 2013 - GIR.INTER. NORD - CASTELVETRO PIACENTINO (PC) - 16 e 17 MARZO 2013

MONFERRATO E CREMONA: IL SOGNO SI REALIZZA! Qualificazione conquistata all’ultimo turno per i due schieramenti in un girone mai cosi equilibrato La prima giornata vede subito il big match Stradivari – Monferrato. Entrambi i club sano che la partita potrebbe essere decisiva per l’intero girone. Cremona realizza il sorteggio che voleva e riesce a strappare un 2-1 importantissimo con i fratelli Ciraolo in gran spol-

zione. Il primo vede Hawks – Monferrato. Trevigiani che con le vittorie di Dotto, Della Monaca e Zava portano a casa il 3-0. Ininfluente il pareggio tra Mariotto e Cubeta, altro protagonista della Serie D cremonese. Nel secondo, Stradivari perde a sorpresa con i Flickers. Sorpresa dettata dalla mancanza del top player Riccomagno, ma vittoria non inaspettata visto i positivi risultati precedenti. Maiandi e Ancarola fanno il punto, Pessini difende il pareggio contro Gentile e rendono cosi vano il rotondo punteggio di Ciraolo che mette a segno 10 reti sulla coppia Del Core / Meloni. Nella terza e quarta partita Tigers Lab supera facile Scorpions e nelle retrovie Torino ottiene la sua prima vittoria battendo El Leon. Classifica dopo 4 turni, ultimo del sabato: HAWKS 9, TIGERS LAB

8, STRADIVARI 7, MONFERRATO 6, DLF GORIZIA 5, FLICKERS 4, SCORPIONS e TORINO 3, EL LEON 0. La classifica dopo la prima giornata di gare vede solo gli

I vincitori del girone interregionale Nord Stradivari Cremona

HAWKS Treviso a punteggio pieno, agevolati da 2 partite sulla carta più facili, e Tigers Lab al secondo posto. Purtroppo per i trevigiani e per i bolognesi, la domenica sarà fatale. La domenica inizia subito con Tigers Lab – Flickers e Dlf Gorizia – Hawks. Flickers riprendono essattemente da dove avevano terminato sabato, andando a pareggiare e quasi vincere con i bolognesi. Sempre in grande spolvero Bernardo Meloni che pareggia 22 con Anderlini. Vittorie arrivano per i Tigers con Sforza su Maiandi (di misura per 3-2) e per i Flickers di Ancarola sulla coppia Evangelisti / Lepore per 3-1. Per Pessini ennesimo pareggio contro Guio. Nella sfida triveneta invece, goriziani che vincono il sorteggio e riescono cosi a scegliere la strategia migliore negli abbinamenti. Big match Ber-

vero su Zambello e Cubeta. Altra partita di cartello della prima giornata era DLF Gorizia – Tigers Lab, dove il pareggio per 1-1 sembrava precludere già il cammino. Nelle altre due partite Hawks vincevano agilmente il derby con El Leon e Torino 2009 veniva battuto dagli Scorpions Lusernetta (prima presenza per loro in una Serie D, prima vittoria, non male davvero). La prima giornata vedeva quindi: HAWKS , SCORPIONS , STRADI-

VARI 3, DLF GORIZIA e TIGERS LAB 1, FLICKERS, TORINO, MONFERRATO, EL LEON 0. Seconda giornata con subito altra partita importantissima per il Monferrato contro i Flickers. I Piemontesi passano a fatica contro i lombardi grazie alle vittorie di Zambello e Cubeta rispettivamente su Ancarola e Del Core. Non basta la splendida partita di Meloni che inchioda sul 7-1 finale Cammarata. Nel finale di partita apertissimo Borgo va in vantaggio ma si fa riprendere subito da Pessini che all’ultimo secondo spreca l’occasione che avrebbe dato il 2-2. Negli altri match, calendario che agevola Stradivari, Tigers Lab e DLF Gorizia, con vittorie rispettivamente contro El Leon, Torino 2009 e Scorpions. Classifica dopo 2 turni: STRADIVARI 6, DLF GORIZIA e TIGERS LAB 4, HAWKS,

MONFERRATO e SCORPIONS 3, FLICKERS, TORINO E EL LEON 0. Terza giornata con due partite importanti. DLF Gorizia – Flickers, con i Flickers alla ricerca di punti e il Gorizia alla ricerca della prima vittoria importante, e Stradivari – Tigers Lab. Partita scoppiettante la prima che termina 1-1 con le vittorie di Cucit su Maiandi per i goriziani

I secondi classificati i ragazzi del Monferrato (squadra satellite Pierce 14) nardis – Dotto dove il friulano riesce a spuntarla per 1-0. Cucit riesce a vincere sulla coppia Della Monaca / Mariotto e rende cosi vane le vittorie di Pezzuolo e Zava su Pinausi e Praino. Finisce 2-2 con un risultato che non accontenta nessuno. A chiusura della quinta giornata Stradivari e Monferrato passano facile su Scorpions e Torino. Classifica: HAWKS e STRADIVARI 10, TIGERS LAB e MONFERRATO 9, DLF GORIZIA 6,

FLICKERS 5, SCORPIONS e TORINO 3, EL LEON 0. Nella sesta giornata si rompono gli equilibri. I Tigers Lab, in una partita tiratissima fino al termine, riescono negli ultimi secondi a vincere per 2-1 contro gli Hawks. Partita rocambolesca tra Lepore e Zava che finirà proprio 6-5 per il bolognese negli ultimi secondi dando la vittoria ai Tigers. Ennesimo pareggio invece per DLF Gorizia questa volta contro Stradivari. 2-2 ottenuto sempre grazie a Bernardis e Cucit, i migliori del club friulano che pareggiano alle vittorie di Calò e di Sella. Negli altri due match Scorpions pareggiano con El Leon che ottengono il primo punto nelle ultime due edizioni dell’interregionale di Serie D e i Flickers passano su Torino. TIGERS LAB 12, STRADIVARI 11, HAWKS 10, MONFERRATO 9,

FLICKERS

Immagine della sfida tra Stradivari Cremona e DLF Gorizia e di Pessini su Pinausi per i milanesi. Pazzesca partita ancora di Meloni che pareggia 3-3 contro Bernardis, rivelandosi uno dei protagonisti della giornata. Stesso risultato di 1-1 anche tra i cremonesi e i bolognesi dove Evangelisti supera a sorpresa Sella e Brillantino di misura su Guio. Incredibile Lepore che pareggia con Gentile, mentre Ciraolo non va oltre 1-1 con Anderlini. Nelle altre partite, Hawks e Monferrato battono agilmente Scorpions e El Leon per 4-0. Classifica dopo 3 turni: STRADIVARI 7, HAWKS e MONFER-

RATO 6, DLF GORIZIA e TIGERS LAB 5, SCORPIONS 3, FLICKERS 1, TORINO e EL LEON 0. Quarta e ultima giornata del sabato, vanno in scena due “spareggi” qualifica-

8, DLF GORIZIA 7, SCORPIONS 4, TORINO 3, EL LEON 1.

La settima giornata rispecchia l’andamento delle partite sino qui disputate. Gorizia pareggia ancora, questa volta con Monferrato. I Tigers Lab e Stradivari vincono facile rispettivamente su El Leon e Torino. I Flickers strappano un pareggio agli Hawks. Vittoria ancora decisiva per Bernardo Meloni su Paolo Mariotto e di Pessini su Della Monaca pareggiano le vittorie di Dotto e Pezzuolo. TIGERS LAB 15, STRADIVARI 14,

HAWKS 11, MONFERRATO e FLICKERS 9, DLF GORIZIA 8, SCORPIONS 4, TORINO 3, EL LEON 0. Non cambia molto in classifica, ma Flickers e Monferrato hanno partite più facili negli ultimo turni. Giochi ancora aperti per almeno 5 squadre. Tigers Lab hanno dalla loro un ottima classifica avulsa. E’ sufficiente un pareggio contro Monferrato per essere qualificati. Cremona e Hawks con un pareggio sarebbero eliminati entrambi, unico risultato è la vittoria per staccare un biglietto per Chianciano. Per Monferrato, la vittoria è l’unica speranza per rientrare in corsa. Flickers invece che si devono appellare


Pagina 5

Marzo 2013, Numero 9 SERIE D 2013 - GIR. INTER. NORD - CASTELVETRO PIACENTINO (PC) - 16 e 17 MARZO 2013 a pareggi di quasi tutti per sperare nella qualificazione. L’ottava giornata è la conclusione di un weekend shock. Mentre Gorizia , Monferrato e Flickers fanno il loro dovere con Torino, EL Leon e Scorpions, si gioca il vero spareggio qualificazione tra Hawks e Stradivari. Cremona, grazie anche al lavoro del loro coach Gigi Prete, riesce ad abbinare nel modo migliore le partite. Trevigiani che probabilmente sbagliano a dare peso ad alcuni giocatori. La partita va subito a pannaggio del trevigiani che con Dotto vanno in vantaggio. Successivamente però, due capolavori balistici dalla distanza di Carlo Ciraolo infieriscono su Zava, e il gol di Sella su Pezzuolo portano la bilancia 2-1 per Cremona. Nella ripresa mossa disperata di Della Monaca che subentra a Pezzuolo. Finisce però nel tripudio cremonese, con Gentile che sfrutta un contropiede nel finale che trafigge Mariotto. Finale 3-1 per Cremona e posto garantito a Chianciano, seconda qualificazione di fila dopo il secondo posto ottenuto proprio a Treviso nel 2012. Per i Trevigiani, favoriti del girone, brutto colpo. La classifica:

STRADIVARI 17*, TIGERS LAB 15, MONFERRATO e FLICKERS 12, HAWKS e DLF GORIZIA 11, SCORPIONS 4, TORINO 3, EL LEON 1 *già qualificata

Lab – Monferrato. Un pareggio qualifica i bolognesi e taglia fuori tutti gli altri. Mentre Gorizia, Hawks e Flickers onorano il torneo, vincendo le ultime loro partite con El Leon, Torino e Scorpions, succede di tutto nel big match conclusivo di questa fase interregionale. Evangelisti tiene sul pareggio Borgo, Anderlini vince con Cammarata per 2-1, ma non basta. Paolo Zambello vince con Lepore per 4-1 e uno straordinario Cubeta riesce a battere il più esperto Sforza per 3-1 regalando di fatto la qualificazione ai piemontesi. Ed ecco quindi la classifica finale: STRADIVARI 17, MONFERRATO 15, TIGERS LAB

15, FLICKERS 15, HAWKS 14 e DLF GORIZIA 14, SCORPIONS 4, TORINO 3, EL LEON 1 Sogno realizzato quindi per Cremona e Monferrato, sogno infranto per Hawks e Tigers Lab. Sicuramente c’è da dire che il girone è stato più che mai equilibrato, con un risultato incerto fino gli ultimi match. Discutibile la formula della manifestazione che ha visto giocare alcune squadre solo 3-4 match al sabato e 5-6 partite alla domenica. Grande due giorni di sportività comunque vista tra i tavoli da gioco.

Il thriller non finisce qui. Nella nona giornata va in scena come preannunciato Tigers Daniele Della Monaca

SERIE D 2013 - GIR. INTER. CENTRO - CHIANCIANO TERME (SI) - 16 e 17 MARZO 2013

GROSSETO E BLACK ROSE VOLANO ALLE FASI FINALI Come da pronostico accedono alla fase finale della Serie D la squadra satellite di Roma e la corazzata Grosseto Il 17 marzo 2013 si è disputata a Chianciano Terme (SI) la selezione interregionale zona centro (Abruzzo e Molise, Lazio, Marche, Toscana, Sardegna e Umbria) valida come qualificazione al Campionato Italiano a squadre “Serie D” della Federazione Italiana Sport Calcio Tavolo. Il torneo ha visto la partecipazione di 7 squadre e prevedeva la “promozione” per le prime due classificate al termine di un girone unico con partite di sola andata.

La quinta giornata vede le vittorie di Grosseto (4-0) su Pistoia e Sassari (2-1) su Arabona mentre Black Rose supera 3-0 Castiglione del Lago. Con il primo posto già assegnato restano solo due contendenti per l’ultimo posto disponibile: T.S.C. Black Rose ’98 Roma e Subbuteo Club Firenze. La sesta giornata propone in calendario lo scontro diretto tra queste due squadre, si tratta in pratica di una vera e propria finale visto che in caso di parità vale la differenza reti nello scontro diretto. Al 5° minuto Barone porta in vantaggio la rosa nera, mentre il romano Strazza, contro Pini, perde l’uso del portiere e passa cinque minuti in apnea con il rischio di veder violata la propria porta per la prima volta nel torneo proprio nella partita decisiva; la solita ferrea condotta difensiva permette di ristabilire l’equilibrio e scongiurare uno svantaggio che sarebbe stato difficilmente recuperabile. Sugli altri campi Guidi passa in vantaggio all’undicesimo minuto contro Bonciani mentre Gara, alla prima occasione , si porta in vantaggio proprio allo scadere con Toni. Il primo tempo vede Black Rose in vantaggio 2 -0 su Firenze.

La formazione del Black Rose Roma, seconda classificata Ai nastri di partenza, oltre al T.S.C. Black Rose ’98 Roma, le seguenti squadre: S.C. Arabona Manoppello (CH), C.S. Breda Pistoia, S.C. Castiglione del Lago (PG), S.C. Firenze, S.C. Grosseto e Team Subbuteo Sassari. La prima giornata fa capire lo spessore del girone e sui primi 4 campi si consuma un sorprendente vittoria di Arabona su Castiglione del Lago 2-1, i Black Rose affondano (4 -0)Pistoia mentre il derby toscano fra Firenze e Grosseto vede la vittoria di misura di questi ultimi grazia alla vittoria del fuoriclasse portoghese Miguel; grande match in bilico sino agli ultimi minuti di gioco dove il pareggio di Stellato al 27’ vanifica la rimonta del gigliato Pini sul grossetano Petrini. Nella seconda giornata il Black Rose osserva il proprio turno di riposo. Ne approfittano Grosseto, Castiglione del Lago e Firenze che superano rispettivamente Sassari (4-0), Breda Pistoia (4-0) e Arabona Manoppello (3-0). La classifica dopo il secondo turno vede in testa Grosseto (6 punti, 2 partite); Black Rose (3 punti, 1 partita), Arabona (3 punti, 2 partite), Castiglione (3 punti, 2 partite) e Firenze (3 punti, 2 partite); chiudono Sassari (0 punti, 0 partite) Breda Pistoia (0 punti, 1 partita). Nella terza giornata Firenze e Grosseto regolano con lo stesso risultato, 3-1 ma non senza patemi, rispettivamente Sassari e Castiglione del Lago mentre i Black Rose continuano a rifilare 4-0 a tutti (questa volta è il turno di Arabona . Si arriva alla quarta giornata dove è in programma un altro match clou Black Rose ’98 – Grosseto. E’ una battaglia ed il primo tempo si chiude con il Black Rose in vantaggio 21 ma nella ripresa Stellato riaggancia Gara (2-2) e Miguel “mata” Guidi (3-2) ribaltando il risultato e portando i maremmani a vincere per 2-1. Per effetto di questo risultato e le vittorie di Firenze su (4-0) e Castiglione del Lago (21) su Sassari la classifica è la seguente: Grosseto (12 punti, 4 partite oramai qualificata); Firenze (9 punti, 4 partite); Black Rose (6 punti, 3 partite); Castiglione del Lago (6 punti, 4 partite); Arabona Manoppello (3 punti, 3 partite); Sassari e Breda Pistoia (0 punti, 3 partite).

Immagine del match tra Toni e Stellato Nella ripresa non succede nulla fino al 23° quando l’urlo di Robertiello squarcia il silenzio della sala Firenze si riporta sotto, ma è una gioia che Guidi strozza in gola ai gigliati infatti in due minuti (24° e 25°) chiude sul 3-0 la propria partita con Bonciani. Servono due gol ai viola di Pini e Toni ma Andrea “the wall” Strazza neutralizza tutti i tentativi di Pini mentre Gara al 28° e al 30° affossa definitivamente Toni.. La vittoria del Black Rose (2-1) segna la matematica promozione del club romano e la fine della rincorsa per il C.S. Firenze. Sugli altri campi Grosseto pareggia 2-2 con Arabona Manoppello mentre Sassari supera Breda Pistoia 2-0. L’ultimo turno serve solo per definire la classifica finale che sarà la seguente: Subbuteo Club Grosseto (16 punti); Black Rose ’98 Roma (15 punti); Subbuteo Club Firenze (12 punti); Arabona Manoppello (7 punti); Castiglione del Lago (6 punti); Sassari Team Subbuteo (6 punti); Breda Pistoia (0 punti). Marco Bonciani


Pagina 6

Back News

SERIE D 2013 - GIRONE INTERREGIONALE SUD E ISOLE - 16 e 17 MARZO 2013

LA AVULSA PREMIA SIRACUSA E REGGIO CALABRIA Girone Sud e Isole incredibilmente equilibrato. Solo la classifica avulsa sancisce i primi due posti. Domenica 17 marzo 2013 si è svolta a Reggio Calabria la Serie D Girone Sud - Isole 2013: al via 5 squadre, Hydra, Siracusa, Messina, Bagheria e i padroni di casa dell’A. C. T. Reggio 2004. A completare il girone, una Guest Star quale la Libertas Barcellona, formazione di Serie C e fuori competizione, ma utile a completare il tabellone con partite amichevoli e relativi arbitraggi per consentire la disputa di 2 incontri contemporaneamente. La giornata è stata davvero ricca di emozioni, in una girandola di situazioni davvero al cardiopalma, da sconsigliare ai deboli di cuore!! Il torneo, come previsto dagli

sono molto combattuti, l’equilibrio è sottile, soprattutto nel derby dello Stretto, ormai se non sono scontri da dentro o fuori, poco ci manca. Siracusa si rimette in corsa, decretando la disfatta di Bagheria, con un netto 3 a 0 ed anche Messina ritorna a pieno titolo fra le squadre che possono ancora ambire alla promozione a Chianciano battendo per 2 a 1 Reggio. La classifica quindi, dopo quattro turni di gioco, dice: Messina 7, Hydra 4, Reggio 3, Siracusa 3, Bagheria 0. Il quinto turno di gioco prevede i seguenti incontri: Reggio 2004 - Hydra e Siracusa -

La formazione del Siracusa, prima classificata

La formazione del Reggio Calabria, seconda classificata

addetti ai lavori, è risultato equilibratissimo, tanto che il verdetto definitivo su quali sarebbero state le 2 squadre a qualificarsi per la fase finale a Chianciano è arrivato ad una manciata di secondi dal termine dell’ultimo incontro. Pronti - via! Il primo turno di gioco prevede i seguenti incontri: Messina - Hydra e Bagheria - Reggio 2004. Si capisce subito che le previsioni della vigilia erano azzeccate, i ragazzini terribili di Hydra bloccano la corazzata messinese sul 2 a 2, mentre Reggio deve sudare e non poco per strappare una vittoria di misura per 1 a 0 contro l’agguerrita compagine di Bagheria. Il secondo turno di gioco, a parte l’incontro amichevole fra Barcellona e Siracusa, per la

Messina. Partite anche queste da dentro o fuori, se Messina vince o pareggia è a Chianciano, se Siracusa perde è fuori dai giochi. E’ proprio da questa consapevolezza che la formazione biancoazzurra sfodera una prestazione maiuscola, sconfiggendo la capolista Messina con un perentorio 3 a 0, un risultato secco, che alla fine sarà decisivo! Nell’altro match, sono i leoni reggini ad avere la meglio, Hydra è sconfitta per 3 a 1, con la nuova classifica che recita così: Messina 7, Siracusa e Reggio 6, Hydra 4, Bagheria 0. Il sesto turno di gioco vede in programma l’amichevole Bagheria - Barcellona, che termina sul punteggio di 1 a 3 e l’ennesimo scontro da dentro o fuori, Reggio - Siracusa. Chi perde è quasi out, chi vince può ancora sperare. La partita è al cardiopalma, c’è un equilibrio pazzesco, al termine del primo tempo 3 partite sono ancora sullo 0-0 mentre il quarto incontro vede Siracusa in vantaggio. Nel secondo tempo l’inerzia non cambia, solo un rigore a 35 secondi dal termine a favore di Reggio sancisce l’1 a 1 finale che di fatto, pur lasciando un po’ di amaro in bocca a Siracusa, decreta il nome della prima concorrente qualificata per Chianciano: Siracusa!! La classifica infatti recita: Siracusa, Messina e Reggio 7, Hydra 4, Bagheria 0, con le prime 3 squadre esattamente nell’ordine indicato in virtù dei calcoli della classifica avulsa. Il settimo e ultimo turno prevede, oltre all’amichevole Barcellona - Messina, (che per la cronaca termina 4 a 0, con i messinesi forse distratti dai risultati provenienti dagli altri campi…) l’incontro Bagheria - Hydra: da un lato una Bagheria delusa dai risultati fin qui ottenuti, dall’altro i giovani esordienti dell’Hydra, alla loro prima esperienza in una competizione federale, che sono ormai fuori per la differenza reti anche in caso di vittoria, ma ben decisi ad onorare fino in fondo il torneo. La partita è molto avvincente, le quadre giocano a viso aperto come si fa quando ormai il risultato conta poco, il primo tempo vede Hydra in vantaggio per 3 a 0 ma si capisce che le squadre si equivalgono e le cose possono cambiare rapidamente. Ed infatti così accade, nel secondo tempo una reazione rabbiosa di Bagheria ribalta il risultato, prima 2 a 0, poi 1 a 0, quindi 1 a 1 e poi 1 a 2, ma il ritorno di Hydra riporta l’incontro sulla parità, 1 a 1, a circa un minuto dal termine. Alla fine dell’incontro si conteranno ben 20 gol complessivi, ma l’equilibrio sostanziale viene rotto solo ad una manciata di secondi dal termine, quando Hydra fissa il risultato sul 1 a 0. La classifica finale vede 4 formazioni appaiate con 7 punti, in fondo Bagheria a quota zero. La classifica avulsa premia Siracusa, prima classificata, e Reggio Calabria, seconda, solo per differenza reti: sono queste le due formazioni che hanno conquistato il pass per Chianciano. Completa il podio la giovane formazione di Hydra, solo quarta Messina e ultima Bagheria.

I ragazzi dell’Hydra, terzi classificati e qualificazione sfiorata cronaca terminato 3 a 0, si riempie di significato allorquando il Messina strapazza per 3 a 0 il Bagheria, decretandone il quasi definitivo addio alle speranze di qualificazione. Al terzo turno, insieme all’amichevole Barcellona - Reggio, terminata sull’1 a 1, si disputa Hydra - Siracusa e i colpi di scena si susseguono anche qui: il risultato finale premia i giovani barcellonesi dell’Hydra, per 3 a 1: per gli aretusei è buio profondo. Il quarto turno di gioco prevede Messina - Reggio e Siracusa - Bagheria. I due incontri

Salvatore Cotronei e Pietro Ielapi


Pagina 7

Marzo 2013, Numero 9 SERIE D 2013 - GIRONE INTERREGIONALE SUD - VIBO VALENTIA (VV) - 16 e 17 MARZO 2013

QUANDO LA DIFFERENZA SI SENTE...FOGGIA E BRUZIA ALLE FINALI Foggia e Bruzia una spanna sopra le altre contendenti accedono alle fasi finali della Serie D Si è svolta domenica 17 marzo u.s. a Vibo Valentia la fase Interregionale di Serie D di calcio tavolo, valevole per la qualificazione alla fase Nazionale a 12 squadre che si svolgerà a Chianciano Terme (SI) il 18 e 19 maggio 2013. Erano presenti quattro squadre: Atletico Vibo (Vibo Valentia), Subbuteo Taras (Taranto), CT Bruzia (Cosenza) ed appunto l’ASD Foggia Calcio Tavolo. La prima giornata vedeva l’affermazione di Foggia sulla Subbuteo Taras per 4-0 e del Bruzia sull’Atletico Vibo entrambe per 4-0.

ciano del 18 e 19 maggio. Bisognava soltanto stabilire la prima e la seconda classificata nell’ultimo e diretto scontro. Dopo un avvio molto equilibrato il primo tempo si chiudeva per 1-0 per i cosentini, forti dell’unico incontro sbloccato (Colella-Battaglia 1-0). A nulla valeva per i foggiani l’ingresso di Stoto ed alla fine Bruzia si aggiudicava il concentramento con il risultato di 2-0. Terzo posto per l’Atletico Vibo che nell’ultima partita regolava i tarantini per 3-0.

La formazione del Foggia, seconda classificata

Immagine della sala di gioco di Vibo Valentia

Nella seconda giornata continuava la galoppata delle vincenti del primo turno: il Bruzia si affermava per 4-0 sulla Subbuteo Taras, mentre Foggia batteva i padroni di casa per 30. I giochi a questo punto erano fatti. Foggia e Bruzia passavano alla fase finale di Chian-

E’ stata una bella giornata di sport in una location molto confortevole e in un clima conviviale e sereno. Un grazie quindi agli amici di Vibo per l’accoglienza e l’organizzazione. Giuseppe Battaglia

CARTA E BOTTONI: LA STORIA CONTINUA Continua con ottimi risultati l’iniziativa scolastica in piemonte promossa dal club Pierce 14 Eccoci nuovamente qui a raccontarvi gli ulteriori sviluppi del progetto a cui ci stiamo dedicando quest’anno: CARTA e BOTTONE. Siamo, secondo noi, nella fase più bella e stimolante: oramai abbiamo imparato le regole ed ogni occasione è buona per scendere in aula magna, in palestra o stare in corridoio e giocare.

E presto alcuni di noi potranno provare delle lezioni di subbuteo vero e proprio con Luca Zambello e Simone Balbo che, come già detto, tengono un corso nel pomeriggio del lunedì. E’ un’ottima occasione per capire se siamo interessati a continuare questo bellissimo gioco, imparare regole più difficili e tentare di diventare bravi come Andi , Paolo e Nicola, i nostri esperti “esperti”. Sappiamo che a breve ci sarà un’altra sorpresa che però non vogliamo svelarvi ora! Vi lasciamo con una nostra filastrocca inventata a dimostrazione che con CARTA e BOTTONE riusciamo a fare anche italiano……

Ho costruito gli scatolini per metterci i bottoncini. Creo con l’ingegno e gioco con impegno …. Non devo barare né litigare ma solo pensare a giocare! Scelgo un amico fedele come Gabriele o cerco un’amica felice come Alice o la Direttrice. Gli alunni della 2°A e 2°B scuola primaria BISTOLFI In questo mese non sono mancate le novità: a sorpresa un mattino è venuto a trovarci Pierce, l’ideatore del progetto. C’è chi tra noi ha pensato che fosse il marito della maestra Marina, chi ha risposto che fosse il giardiniere o chi lo ha scambiato per il Dirigente Scolastico. Questo perché lo conoscevamo solo “di fama” e quando giochiamo leggiamo sempre il nome “PIERCEPICH” sui nostri campi di carta, ma nessuno si aspettava una sua visita in classe. Pierce si è complimentato per il lavoro che stiamo svolgendo, ha Alla prossima “ammirato” i nostri bottoni-giocatori e le nostre valigette personalizzati e ci ha dato alcune “dritte” utili per il gioco. Ad esempio quella di misurarci sempre con compagni diver- Marina Allara si per abituarci al confronto e farci nuovi amici.


Pagina 8

Back News

SATELLITE FISCT CITTA’ DI GRUGLIASCO 2013 - GRUGLIASCO (TO) - 24 MARZO 2013

LA PRIMA VOLTA DI SIMONE BALBO Prima vittoria in un satellite nazionale per l’under dei Pierce 14 al satellite torinese L’ a.s.d. Torino 2009, in collaborazione con l’ onlus “L’ isola che non c’è” e col patrocinio del Comune di Grugliasco, domenica 24 marzo ha organizzato il torneo Satellite “Città di Grugliasco”, nella bella ed accogliente struttura dello chalet Allemand, all’ interno del parco Le Serre. Quasi 30 partecipanti, suddivisi nelle categorie Open e Under 15, hanno dato vita ad un torneo molto combattuto; da sottolineare che gli under 15 Amatelli e Giulia Brillantino

Il vincitore del satellite di Grugliasco Simone Balbo hanno deciso di disputare entrambi i tornei, senza peraltro sfigurare al cospetto di giocatori molto più esperti e smaliziati. I gironi di qualificazione del torneo Open, sei composti da quattro giocatori ed uno composto da tre, consentivano a Martinelli, Balio, Schiavi, Carlo Ciraolo, Simone Balbo., Fassio, Jon Scotta, Maiandi, Vinciguerra, Maina, Maurizio Brillantino, Borgo, Paolo Zambello e Monte di avanzare alla fase successiva. Nel primo gruppo di barrage, Balbo vinceva su Maiandi, Jon Scotta aveva la meglio su Monte e Borgo batteva Vinciguerra. Nel secondo gruppo, Brillantino aveva la meglio su Maina, Ciraolo prevaleva su Zambello ed infine Fassio vinceva su Balio al sudden death Quarti di finale giocati all’ arma bianca con risultati sempre in bilico.

Due partite concluse ai tiri piazzati, ovvero Borgo - Jon Scotta (2-4) e Ciraolo – Schiavi (2-1) ed una al sudden death, ovvero Martinelli – Fassio (3-2) Solo Balbo aveva vita facile su un Brillantino deconcentrato per una contestata decisione arbitrale a metà primo tempo. Le semifinali non erano da meno come intensità e qualità del gioco; Martinelli prevaleva su Jon Scotta al sudden death e Balbo chiudeva il discorso con Ciraolo nei 30 minuti

La vincitrice dell’Under 15 Giulia Brillantino regolamentari. La finale giocata da Martinelli e Balbo, arbitrata da Ifrigerio, veniva vinta da Balbo (3-1) ai tiri piazzati, dopo lo 0-0 al termine dei 30 minuti. Nel consolazione, ben tre giocatori del Torino 2009, (Esposito, De Gregori e Francavilla) arrivavano alle semifinali, ma nulla potevano contro la migliore qualità di gioco di Tinebra del CTS Genova che vinceva (2-0) la finale contro Esposito. Il torneo Under 15, giocato da Giulia Brillantino, Bissacco, Marangoni e Damian, è stato disputato a girone unico con partite di andata e ritorno al termine delle quali Bissacco e Brillantino hanno totalizzato 13 punti, con vittoria di quest’ ultima per una migliore differenza reti. Giovanni Francavilla


Pagina 9

Marzo 2013, Numero 9 “E se quelli strani fossimo noi? “ di David Lazzari SEGUE DA PAGINA 1 tessendo e combinando situazioni ed eventi che molto spesso creano ulteriore confusione. Una piccola annotazione. Ci sono tesserati che per il movimento si espongono, propongono e cercano di capire lo stato delle cose. Ve ne sono altri invece impongono per dominare le cose. Chissà che Chianciano in qualche modo possa rivelarsi chiarificatrice su obiettivi ed idee del nostro calcio tavolo. La sensazione che da tempo si sia quasi al limite è forte e la sensazione che ogni tanto si dia il contentino al popolo calciotavolistico – per tenerselo buono ed impegnato in altro - inizia a diventare più di un sospetto. Paradossalmente quindici anni fa si faceva a gara (tra i federali) per andare a fare le copie della Newsletter da trasmettere a tutti (o almeno ci si provava) i tesserati. Nei tempi di oggi le copie si fanno per giocare ai tarocchi ma riteniamo impensabile che ancora non esista un organo ufficiale del direttivo, inteso come semplice dipartimento comunicazione o stampa. Abbiamo fior di giocatori e campioni nel movimento, ma l’età media cresce. Abbiamo forti campioni e giocatori stranieri ma i club diminuiscono. Ci piacerebbe essere uno sport ma abbiamo arbitri che durante le partite mangiano e bevono. Vorremmo entrare nel Coni ma se entriamo nel Palasport di Chianciano facciamo fatica a distinguere i giocatori da chi li osserva. E gli spettatori sono i giocatori in pausa. Allora ben venga la fiera del Modena Play. Dove tra giochi da tavolo super elaborati, carte magiche, giochi di ruolo con delitto ed appassionati dei fumetti, c’era pure il nostro calcio tavolo. Gettonatissimo da bizzarri personaggi travestiti dai protagonisti dei manga giapponesi desiderosi (e desiderose) di farsi una foto nella zona di “quelle persone strane che giocano a questo strano gioco del mini calcio”. David Lazzari

Prossimi appuntamenti: Aprile / Maggio 2013 Ecco i prossimi appuntamenti del mese di Aprile e Maggio 2013: 7 aprile 2013

Satellite II "Trofeo Città di Albareto" (MO)

Satellite data 8 - ind.

13-14 apr 2013

SUPER 9 CAMPANIA - XVI "Trofeo Italia" - Sessa Aurunca (CE)

Team/ind.

20-21 apr 2013

XXXIX Camp. Italiani indiv.+ Camp. Primavera + trofeo V. Colomba

Chianciano T. - ind.

27-28 apr 2012

Open "Chimera 2013" - Ponticino (AR)

Open - data 8 - Team/ind.

04-05 mag 2013

SUPER 9 LOMBARDIA I "Trofeo Torrazzo" - Cremona

Team/ind.

12 maggio 2013

Satellite II "Città di Pistoia"

Satellite data 9 - ind.

11-12 mag 2013

Satellite FISTF - X "Città di Reggio Calabria"

Team/ind.

18-19 mag 2013

Campionati Italiani a squadre FISCT (ritorno)

Chianciano T. - Team

26 maggio 2013

Circuiti regionali

C o n t a t t i B a c k Ne w s Redazione: Telefono:

backnews@hotmail.it 349-6548676

Caporedattore: Redattore:

Daniele Della Monaca David Lazzari


Back News - Marzo 13