Issuu on Google+

VOLLEY VolleyVeronese - n.3 - 24 dicembre 2011

VERONESE Mensile della FIPAV Verona a cura di Maurizia Pezzorgna e GianPaolo Zaffani

Buon Natale! e felice 2012


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

“GRAZIE di tutto…

E Auguri di Buone Feste!”

Vorrei guardarvi uno per uno in faccia, stringervi la mano e dirvi

“Grazie di tutto e auguri per queste festività”. Sono impossibilitato a farlo, ma il desiderio di incontrare tutti quanti ruotano attorno alla Fipav Verona è grande. Allora utilizzo queste righe per rivolgere un pensiero particolare, che è una commistione di sentimenti, di auguri e di gratitudine. Queste righe sono dedicate a tutti quanti leggono, a tutti quanti scendono in campo, a tutti quanti compiono qualcosa per la nostra pallavolo. Si, perché siete tutti voi la linfa del nostro movimento, dai giocatori, piccoli o grandi che siano, agli allenatori, passando per i dirigenti, gli arbitri i collaboratori i tifosi e i simpatizzanti. Tutti, ma proprio tutti. Come sempre, quando ci si avvicina la fine dell’anno solare è tempo di bilanci e di tirare le somme per un anno che ci sta lasciando. Mi sono fermato un attimo, ho pensato a quante emozioni ci hanno regalato questi ultimi dodici mesi, vissuti come sempre tutti

d’un fiato, con grandi eventi, con l’azzurro delle nostre nazionali sempre presenti nella provincia di Verona, con la solidarietà, ma soprattutto con tutte le gare del nostro movimento, contenute all’interno dei due estremi che sono il minivolley e la Serie A. Ai più giovani va il pensiero più importante, quello più sentito. È intenzione di tutto il Comitato Fipav dedicare loro i massimi sforzi dei prossimi anni per cercare di coinvolgerli, di renderli sempre più importanti all’interno della nostra Federazione, perché è solo attraverso questa via che il nostro movimento sarà sempre florido, attivo e importante nei prossimi anni. È Natale, il 2012 è ormai vicinissimo. Viviamoci con i nostri cari questo finale di anno e questi giorni che sono sempre magici, pronti per tornare in campo in gennaio con una carica rinnovata, con uno spirito sportivo sempre acceso. A tutti e ai vostri cari, un sincero augurio di buone feste. Stefano Bianchini Presidente CP FIPAV Verona

24 Dicembre 2011

Pag. 1


Volley Veronese – anno 1 – numero 3 

Più che Azzurri… GialloBlu  Birarelli, Boninfante, Buti, Lasko, Maruotti e Parodi…la Nazionale parla Veronese      Parodi  senza  dimenticare  il  secondo  allenatore  Andrea  Brogioni,  che  a  Verona,  come  palleggiatore,  giocò  nella  stagione  2002/03.  Ma  non  è  finita  qui,  perché  altri  sono  stati  i  protagonisti  con  maglie  diverse,  da  Marlon  con  il  Brasile  a  Bartman  con  la  Polonia;  questi  ultimi,  a  Londra  ci  andranno  sicuramente,  in  virtù  del  terzo  e  secondo  posto conquistato.  

Non è andata come per le ragazze  allenate  da  Barbolini  l’esperienza  nipponica per l’Italia maschile.   Il  quarto  posto  finale  alla  World  Cup,  per  il  momento, significa esclusione dalle Olimpiadi  di  Londra,  ma  il  tutto  ancora  non  è  compromesso.   I  ragazzi  di  Berruto  sono  stati  rimandati  al  prossimo  torneo  di  qualificazione  olimpica,  che si giocherà a Sofia, in Bulgaria, dall’8 al 13  maggio e che consegnerà un altro pass per la  competizione  a  cinque  cerchi.  Ci  saranno  di  fronte nazionali importanti, come la Bulgaria  padrona  di  casa  e  la  Serbia  ma  i  progressi  dimostrati in Giappone da Lasko e  compagni  fanno ben sperare per il futuro.  

Certo  è  che  la  Marmi  Lanza  Verona,  nel  corso   degli anni, di talenti ne ha  lanciati  non  poco.  È  sufficiente  scorrere  anche l’elenco della finale  del  mondiale  del  mondo  per  Club,  giocata  a  Doha  tra Trento e lo Jastrzebski  Wegiel allenato, manco a  farlo a posta, da Lorenzo Bernardi, che tutti ci  ricordiamo  in  maglia  gialloblù.  Birarelli,  Colaci, Della Lunga, Lasko, Bartman e Bontje,  in  campo,  sono  stati  protagonisti  nelle  rispettive  formazioni.  Ben  sei  giocatori,  un  numero decisamente elevato per la massima  competizione al mondo per Club.     Un segno inequivocabile del lavoro di qualità  effettuato  nel  corso  degli  anni  dalla  società  presieduta da Nereo Destri.  

Intanto  l’Italia  si  gode  il  terzo  posto  consolidato  nel  ranking  mondiale,  dietro  a  Brasile  e  Russia,  sempre  più  soli  al  comando  sui  primi due gradini.   Tanti  gli  ex  gialloblù  all’opera  nella  World  Cup,  soprattutto  con  la  maglia  azzurra.  Erano  ben  sei  i  giocatori  in  campo  che  nel  recente  passato  hanno  vestito  la  maglia  di  Verona:  Birarelli,  Boninfante,  Buti,  Lasko,  Maruotti  e                  24 Dicembre 2011  

Pag. 2


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

COMMISSIONE ALLENATORI Chi siamo: Florindo Ferraro e Francesco Bottura e formiamo l’attuale Commissione Allenatori di Verona, carica oggi nominale (il Comitato Provinciale nomina i componenti la Commissione) mentre anni fa era una carica elettiva ( ’assemblea degli allenatori eleggeva i propri rappresentanti in Comitato Provinciale). Siamo coaduviati da Marcello Bertolini, Cosma Timpone, Danilo Pasquali, Greca Pillitu e Renato Zucchelli. Questi ultimi sono docenti nazionali per i corsi allenatori. Cosa facciamo: Ci occupiamo della gestione burocratica degli allenatori presenti nel tabulato del comitato di Verona. In primo luogo per quanto riguarda il rinnovo annuale del tesseramento federale (scadenza 31 ottobre di ogni anno), organizziamo i corsi d’aggiornamento obbligatori per gli allenatori (un minimo di 2 ogni annata sportiva), organizziamo infine i corsi per Allievi allenatori e Allenatori di 1° grado. La situazione attuale: Nel tabulato del nostro Comitato ci sono oltre 924 allenatori iscritti, da precisare però che la Federazione nazionale mantiene negli elenchi anche gli allenatori posti “Fuori quadro definitivo” (324) e “Fuori quadro temporaneo “ (103). Tolti dal computo tutti questi tecnici abbiamo alla data di oggi 368 allenatori tra allievi, 1°, 2° e 3° grado e 32 allievi praticanti cioè tutti coloro i quali stanno facendo il corso allievi allenatori che ormai sta volgendo al termine. Inoltre ci sono 78 allenatori in “Attesa di rinnovo” per la stagione in corso che hanno tempo fino al 31 dicembre per mettersi in regola pagando una sovra tassa, oltre tale data saranno posti “Fuori quadro temporaneo”. Il nostro archivio: Per ognuno degli allenatori abbiamo una cartella con tutte le notizie che lo riguardano: dati anagrafici, data di ottenimento delle varie qualifiche con relativi verbali d’esame, date di partecipazione ai corsi di aggiornamento e del rinnovo annuale del tesseramento più altre notizie che possono servire per completare il dossier di ognuno dei nostri iscritti. Tutto viene costantemente aggiornato per avere sempre la situazione di ogni tecnico. La sede: Abbiamo la sede presso lo Stadio Bentegodi dove abbiamo a disposizione una comoda stanza che dividiamo, d’amore e d’accordo, con la Commissione Gare. La disponibilità: Siamo a disposizione degli allenatori il giovedì dalle 20 senza dimenticare comunque che Florindo è praticamente in federazione tutti i giorni, tranne sabato e domenica, occupandosi anche della segreteria. Al bisogno o per emergenze siamo sempre rintracciabili, tutti conoscono i nostri numeri di cellulare e ben felici di dare una mano oppure un suggerimento. Non ci piace essere solo dei burocrati passa carte, vorremmo essere dei colleghi, ormai con i capelli brizzolati, disponibili anche per accogliere proposte e/o iniziative utili per tutti gli allenatori.

In stretta collaborazione con il Comitato Provinciale, organizziamo gli incontri e gli allenamenti per le rappresentative provinciali maschile il cui responsabile è Loreno Bressan e la femminile responsabile Francesco Bottura (soprannominati Bibì & Bibò) A tutti buon lavoro in palestra e tante soddisfazioni professionali, senza dimenticare che i nostri atleti, soprattutto i giovani, ci vedono con occhio particolare e ci giudicano di conseguenza, senza sostituirci ad alcuno siamo anche noi degli educatori e non solo freddi propositori di esercizi.

[Florindo e Francesco] 24 Dicembre 2011

Pag. 3


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

B1 FEMMINILE

Isuzu al giro di boa: “Obiettivo salvezza” “Il girone in cui siamo stati inseriti – ci confessa il mister Loris Sganzerla - è risultato essere molto equilibrato, infatti a parte un paio di formazioni tutte le altre hanno dimostrato di essere più o meno alla pari.

Le due formazioni che maggiormente hanno impressionato sono il Flero (BS) ed il Breganze (VI), anche se Cadelbosco a mio parere non molto da meno, ma purtroppo è stata falcidiata dagli infortuni: nel girone di ritorno sicuramente si farà sentire.

La sconfitta più brutta è stata sicuramente quella interna con il San Donà che però è stata ampiamente ripagata con la vittoria in trasferta contro il Volley Breganze. Se continueremo con questo ritmo potremmo arrivare al più presto all'obiettivo salvezza e poi toglierci qualche soddisfazione.

LA PALLAVOLO PER ME E’? Mandaci la tua frase….e nel prossimo numero di Gennaio potrai vederla pubblicata Che tu sia Dirigente, Allenatore, Giocatore o semplice Appassionato entro il 15 gennaio mandaci la tua frase, il tuo pensiero inviando una mail a volleyveronese@gmail.com indicando: Nome, età (se vuoi) e Società di appartenenza…e potrai ritrovarla nel numero di Gennaio.

24 Dicembre 2011

Pag. 4


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

Serie C Maschile:

LIBERTAS MONTORIO

PICCOLI: “Devono essere gli altri ad aver paura di noi!” Siamo partiti alla fine dell’estate con una formazione molto rinnovata dopo la promozione della scorsa stagione. La società mi ha messo a disposizione il giusto mix di atleti esperti e di giovani di belle speranze. Il presidente Bongiovanni ha dato come traguardo una tranquilla salvezza, cercando di far maturare i giocatori del ns vivaio. Certo il primo obbiettivo era di conoscere i nuovi, anche se erano tutti atleti che già conoscevo avendoli affrontati più volte come avversari. Devo dire che ho capito subito di avere a disposizione un gruppo di lavoratori e di persone molto disponibili e pertanto diventa facile andare in palestra. Inoltre anche dal punto di vista tecnico il gruppo è di ottimo livello. Fin dalla Coppa Veneto siamo riusciti a trovare la giusta amalgama e i risultati si sono visti subito. Siamo riusciti a mettere sotto formazioni come il Legnago e il Fresko Volley, società con degli ottimi organici per la serie C. Il campionato è iniziato con la sconfitta al tiebreak di Legnaro che ci ha fatto comunque capire di essere sulla buona strada in quanto di fronte avevamo un’ottima squadra, anche se ho ancora in mente il terzo set perso che stavamo conducendo 22-17. Da lì è stato un crescendo di prestazioni, 24 Dicembre 2011

infatti abbiamo vinto con una certa disinvoltura gli incontri contro La Piave, Miane e Cus Venezia. È seguito lo scivolone di Thiene. Il riscatto è arrivato la settimana successiva in quanto veniva a farci visita il Belluno primo della classe. Abbiamo fatto la partita migliore della stagione mettendolo sotto con un netto 3-0 e riuscendo a portare tutti i ragazzi del roster a tabellino. Altri punti importanti sono arrivati dal derby vinto per 3-1 in casa della Marmi Lanza e la successiva vittoria con lo Scorzè. Abbiamo lasciato un punticino a Rovigo, ma di fronte trovavamo una formazione storicamente ostica per noi.

Indubbiamente a questo punto non possiamo più nasconderci, abbiamo le potenzialità per poter ben figurare in questa serie C. Certo per ambire ad arrivare a fine stagione in posizioni di prestigio dobbiamo migliorare ancora molto. Dobbiamo cercare di avere più continuità in ricezione, viste le potenzialità dei ns ricevitori. I ns palleggiatori devono imparare a gestire meglio le situazioni di gioco rotto, dove riuscire a mettere una palla comoda per l’attaccante diventa più importante della giocata spettacolare. La cosa che però secondo me diventerà fondamentale nella seconda parte della stagione è l’attacco su palla alta. Oggi lo gestiamo molto bene sbagliando poco, il grosso passo avanti verrà fatto quando riusciremo ad essere incisivi anche in una fase del gioco fondamentale per assicurarsi i breakpoint. Al momento i giovani stanno rispondendo molto bene e stanno già trovando spazio in partita, per me è una enorme soddisfazione in quanto vuol dire che si stanno migliorando. Un altro punto di forza per il girone di ritorno è trovare energie fresche anche da loro, in quanto il campionato sarà lungo e logorante per tutti. Per chiudere credo che per centrare il miglior traguardo possibile sia indispensabile ricordarsi da dove siamo partiti, ad Agosto eravamo un gruppo nuovo che doveva salvarsi, ora siamo una squadra che sta facendo un ottimo campionato. Siamo arrivati fin qui giocando sciolti e senza pressione, continuiamo in questo modo divertendoci, devono essere gli altri ad avere la pressione addosso perché giocano contro di noi e non viceversa. Pag. 5


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

Serie C Maschile:

LIBERTAS MONTORIO

BONGIOVANNI: “La promozione? VIETATO NON PROVARCI!”

“Ci

riproviamo per l’ennesima volta a vincere il nostro girone e ottenere la PROMOZIONE”. Questi primi mesi di attività vedono la Libertas Montorio con al sua squadra maschile di serie C – targata Logimont/Bosco – impegnata e convinta di poter ottenere buoni risultati nel Campionato regionale Veneto. Attualmente in testa alla classifica del girone, la squadra affidata ancora al duo PiccoliMarchi con l’appoggio tecnico di Nicola Antolini, è stata saggiamente potenziata nei ruoli determinanti con l’attivo di giocatori che stanno, con la loro bravura ma anche con la loro esperienza, serietà e determinazione, dando un importante contributo tecnico-agonistico. Se vogliamo trovare un piccolo neo di questa squadra lo si riscontra nell’aver lasciato alcuni punti in classifica nelle partite giocate con squadre di bassa classifica, mentre con le squadre più blasonate, si è visto il gioco migliore e la determinazione di arrivare alla vittoria. Quindi occorre essere più cinici e responsabili nel non sottovalutare le squadre avversarie guardando la classifica settimanale; la nostra potenzialità dobbiamo esprimerla contro qualunque squadra avversaria, sia essa la Sisley Treviso/Belluno o il Thiene/Miane. Comunque le premesse di inizio campionato sono state rispettate ed il ruolino di marcia ci da buone prospettive per il futuro. Le stesse prospettive che ci aspettiamo anche dalla squadra femminile che, guidata dal nuovo allenatore Nicola Zanoccoli, si sta comportando con ottimi risultati nel proprio girone della D.

24 Dicembre 2011

Si trova infatti al secondo posto pur non avendo espresso un gioco vincente e continuo, e ciò a causa di qualche infortunio di troppo. PRe le due squadre regionali ora si attende la confemra – dopo la pausa natalizia –delle prestazioni ottenute finora. La Presidenza della Società è sicura che tutti i componenti la rosa delle due squadre continueranno ad esprimersi nel modo

futuri esaltanti risultati” migliore

per

Pag. 6


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

SERIE D FEMMINILE

OralCoop: Umiltà e concentrazione! Primo posto ex-aequo con la padovana Pernumia, a sole tre giornate dal termine del girone d’andata e con lo scontro diretto ancora da giocare. “Troppo presto per effettuare un

vero bilancio e capire chi, nel concreto, potrebbe essere la protagonista assoluta del campionato”. Non si scompone l’allenatore dell’Oralcoop Nicola Salvaro, anche se “il gruppo ha risposto molto bene al

cambio della guida tecnica, assimilando i nuovi ritmi di lavoro e gli atteggiamenti tattici richiesti”. Attenzione, però, a non montarsi la testa. “Soprattutto vista la caratura delle compagini avversarie, come la stessa Pernumia o la Tregarofani, senza dimenticare Rio e S.Martino”. Gli obiettivi? “La società ha chiesto una salvezza tranquilla e noi lavoriamo in questo senso, sebbene la speranza sia di ottenere una posizione che valorizzi le qualità delle ragazze”. In una parola? “Play-off”. A viso

giocando alla pari con le formazioni di maggior talento”. Gli ingredienti principali per continuare sulla strada intrapresa? “Umiltà e concentrazione, caratteristiche che non possono mancare in un gruppo vincente, pronto a raggiungere i propri traguardi”. Che sono? “Se vi aspettate

una risposta secca con la terza lettera dell’alfabeto, scaramanticamente non rispondo”.

scoperto anche Cecilia Turazzi, classe 1988 e capitano storico a Zevio. “Le prime otto

giornate hanno ampiamente dimostrato che possiamo lottare per i vertici del girone,

24 Dicembre 2011

Pag. 7


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

SERIE D FEMMINILE – Volley BELLADELLI

Mister Palano: Dopo la prima, SOLO VITTORIE! Nella scorsa stagione siamo stati bravi a finire il

sempre più le giovani. E non

campionato di 1^ div. ad aprile con una promozione diretta e dunque senza l’appendice dei play off . Abbiamo lavorato per due mesi (maggio e giugno) per cercare di allestire una formazione che potesse ottenere la permanenza nel campionato di serie D e allo stesso tempo facesse crescere le tante giovani che il gruppo Belladelli Quadrivolley ha portato alla pallavolo in questi anni. La rosa è costituita da ragazze la cui età media è inferiore ai 19 anni. Con queste abbiamo deciso di affrontare un campionato nuovo per quasi tutte con la speranza che la crescita individuale si coniugasse bene con la crescita del gruppo. Ad oggi, per chi guarda la classifica che ci vede secondi con una sola sconfitta (l’esordio) e con una striscia di 7 vittorie consecutive, sarebbe semplice dire che le cose stanno andando bene. Non è stato facile, non è facile e ritengo che sarà difficilissimo. Io guardo ancora a quei 27/28 punti che dovrebbero indicare la salvezza e così vorrei facessero tutti. Non si tratta di nascondersi dietro un dito ma credo davvero che un gruppo giovane come il nostro possa avere dei cali da cui è difficile riprendersi. Se poi si analizza quanto avvenuto finora per tutte le squadre del girone è evidente che questo è un campionato in cui nessuno è imbattibile e nessuno è battibile. Le partite le si vince e le si perde al fischio finale dell’arbitro. Basti pensare che delle 7 vittorie ben 4 sono arrivate al 5° set. Il mio obbiettivo è quello di far crescere

parlo solo di crescita agonistica e tecnica ma di evoluzione personale in tutti i sensi. Allenare delle ragazze giovani comporta una responsabilità che va anche al di là del solo aspetto sportivo. Noi allenatori dobbiamo tenere ben presente che a volte le ragazze passano più tempo con noi che in famiglia e che ci piaccia o no siamo dei riferimenti per loro. Coniugare crescita sportiva e crescita personale è sicuramente un obbiettivo ambizioso ma da ricercare. Sono sicuro che se riuscirò ad amalgamare ancora di più il gruppo, facendo capire l’importanza dello stesso, ed ad elevare il tasso tecnico e la maturazione di ogni singola atleta potremo ricercare anche obbiettivi ambiziosi. Ma prima quei 27/28 punti.

Capitan Bettinelli : Orgogliosa del gruppo! Quando mi fu chiesto di entrare a far parte di questa squadra la cosa che più di tutte mi convinse fu vedere un bel gruppo giovane unito e con molta voglia e grinta, caratteristiche che a mio parere ci hanno permesso di raggiungere questi risultati. Dopo la prima sconfitta casalinga contro l’Orgiano abbiamo saputo reagire, e contro squadre di alta classifica come il Thermal Volley e le Sorelle Ramonda abbiamo dimostrato di voler vincere ad ogni costo, e nonostante l’infortunio di Giulia Alessandrelli 24 Dicembre 2011

stiamo andando avanti con la stessa voglia e grinta di inizio anno. Il gruppo è un gruppo giovane, composto da atlete fisicamente forti e ben preparate tecnicamente. Quando mi dissero che sarei stata il capitano di questo gruppo ero molto felice. Fare il capitano è sempre stato un mio desiderio, ed esserlo di questo bel gruppo mi rende entusiasta e con la mia esperienza pallavolistica spero sempre di dare il meglio per questa squadra che mi sta dando grandi soddisfazioni. Nessuno si aspettava che dopo l’ottava giornata saremmo state seconde in classifica a meno uno dalla prima. L’obbiettivo è la salvezza, ma secondo me questo gruppo può puntare più in alto, come stiamo dimostrando. Comunque non voglio fare pronostici: viviamo e giochiamo partita per partita settimana dopo settimana e poi vedremo effettivamente cosa sarà in grado di fare questo gruppo, sperando che mantenga la stessa voglia di vincere che ha dimostrato fino ad oggi. Pag. 8


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

1^ DIVISIONE FEMMINILE – Pallavolo Povegliano

Mister Busatto: Godiamoci il primato Ottimo inizio per le ragazze della Pallavolo Povegliano che rimangono imbattute nel campionato 2011/2012 di prima divisione girone B. Come si suol dire ci siamo meritati il PANETTONE. Per come si erano messe le cose ad inizio anno sportivo, fine agosto, onestamente non avrei mai pensato che ad oggi nella pausa delle festività Natalizie potessimo essere primi in classifica. Il gruppo è da fine agosto che lavora in palestra con tenacia sacrificio e convinzione fra piegamenti sulle gambe, sulle braccia poi uno scatto poi ancora piegamenti, schiacciate, battute, ricezioni, si insomma è stata una grossa fatica, ma credo che il risultato possa premiare ed essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto fino a qui. E qui inizia il bello, ci aspettano le feste di Natale ma gli allenamenti non si fermano….anzi!!!!

24 Dicembre 2011

Sarà ancora più dura e difficile da mantenere fino alla fine del campionato, noi andiamo in campo, gara per gara, non chiedendo nulla di particolare ma solamente di giocare prestando attenzione a non fare troppi errori e mantenere sempre un buon livello di concentrazione che ci permetta di essere

sempre lucide di testa, non molliamo mai nulla…..mai!!!!!!! Il prossimo appuntamento nelle mura amiche sarà contro il Saira Villafranca il 13 Gennaio, poi andremo a Pescantina per chiudere il girone d’andata contro il Volley88. Pallavolo Povegliano ed in primis il presidente Giorgio Prando augura un FELICE NATALE e BUON ANNO a Volley Veronese ed i suoi lettori, a tutta la Fipav Verona ed a tutti gli atleti, dirigenti, genitori della pallavolo Veronese.

Pag. 9


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

1^ DIVISIONE MACHILE – Lugagnano

Mister Fasoli: INNESTI DETERMINANTI Abbiamo iniziato questa stagione ottenendo risultati che stanno andando ben oltre ogni più rosea aspettativa. Il nostro obiettivo iniziale, essendo noi una squadra neo promossa, era di conquistare la salvezza, possibilmente evitando il play out.

Ora siamo primi, ed onestamente per noi questa è una graditissima ed inaspettata sorpresa. In un campionato molto equilibrato come quello di quest’anno, dove basta poco per passare dalla zona play off alla zona play out, le partite sono tutte molto equilibrate e fino ad oggi ci sono andate dritte tante situazioni. Stiamo, insomma, mettendo fieno in cascina per eventuali momenti difficili. Mi sembra però riduttivo parlare di risultati dovuti al caso o alla fortuna. Questo squadra, che mi è stata affidata 3 anni fa, e nata per volontà di Paolo Fasoli e col benestare del presidente Castioni Giuseppe, ha avuto una lenta e costante crescita. Siamo partiti nella stagione 2009-2010 dalla terza divisione, con un gruppo giocatori motivati e spinti chi da voglia di rivincita e chi da volontà di rimettersi in gioco ed in tre anni siamo giunti ad occupare il primo posto in prima divisione. Sono tre anni che questo gruppo lavora insieme con passione e dedizione.

Ogni anno sono stati fatti degli innesti mirati e di qualità (giocatori di serie regionale), che ci hanno portato oggi ad avere una squadra con le giuste motivazioni, e con un ottimo mix umano e tecnico. Abitualmente non parlo delle individualità perché nel mio concetto di gioco e squadra ogni elemento della rosa è indispensabile al conseguimento del risultato. È innegabile, però, che l’inserimento in squadra di giocatori di categoria superiore come Diego Larcher nella scorsa stagione, e di Marani Michele quest’anno ci abbiano permesso di fare quel salto di qualità, che oggi è evidente a tutti.

Stiamo ampliando il nostro settore maschile – afferma il direttore generale del settore maschile Fasoli Paolo – da quest’anno abbiamo un’ottima seconda divisione di ragazzi giovani e motivati, che stanno ottenendo buoni risultati. Non intendiamo, comunque, fermarci a queste due squadre, contiamo infatti di allestire, direttamente o in collaborazione con altre società, il settore giovanile.

24 Dicembre 2011

Pag. 10


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

Una finale "vista dal seggiolone" I risultati del lavoro si vedono con il tempo, ed è proprio il tempo che, questa volta, ha premiato i colleghi Veronesi con la possibilità di dirigere la finale Regionale Under 14 svoltasi il giorno 8 dicembre. Marco Tosi, Alberto Scolari e Gaetano Cariello, tutti arbiti del Ruolo Regionale, hanno infatti diretto le due finali disputate a Verona, Elisa Cristanini, neo promossa nel Ruolo Regionale, ha coadiuvato i colleghi con la funzione di Segnapunti.

FINALE DI COPPA VENETO UNDER 14 – FINALE GOLDEN:

"Di certo quest'anno la finale di coppa Veneto under 14 svoltasi tra le due formazioni di Treviso è stata una piacevole soddisfazione arbitrale" dice Scolari che prosegue dicendo "la finale Golden, arbitrata con il collega Cariello, aveva una certo calibro ed una certa importanza. Entrambi gli schieramenti hanno presentato formazioni di ottimo livello vista l'età, e di certo si nota come Sisley abbia un ampissimo bacino di buona qualità. Dal punto di visto tecnico la partita si è arbitrata con semplicità, anche grazie all'eccellente collaborazione con il secondo arbitro Cariello. Nel corso dello svolgersi della gara il rapporto con le panchine è sempre stato limpido e corretto, senza nessun tipo di contestazioni; a mio avviso la terna arbitrale è riuscita a conquistare la fiducia di dirigenti e pubblico. Considerando il livello emotivo, una finale resta sempre l'evento conclusivo di molte fatiche, soprattutto per gli atleti; dal seggiolone comunque ho avuto l'impressione che tutto si sia svolto con estremo fair play: ed avere l'onore di arbitrare una finale regionale da sempre una certa gratificazione anche a livello personale. "

FINALE DI COPPA VENETO UNDER 14 – FINALE SILVER:

"Arbitrare una finale è sempre emozionante." dice Marco Tosi, che ha diretto la finale Silver che prosegue dicendo: "Ho notato due squadre con voglia di arrivare a risultati, anche se giovani tutti ben preparati, battute in salto e schiacciate non sono mancati, tocchi di palla puliti, pochi falli pur essendo ragazzi di 13 anni. La cosa che più mi è rimasta impressa è stato un dirigente che portava ai ragazzini della propria squadra, ma anche agli avversari e a noi direttori di gara, un contenitore con dentro una marea di pezzi di salame al cioccolato, strabuono. La gara vinta dal Friuli per 3 a 1 non è stata facile, la squadra Veneziana ha saputo difendersi con i denti." [Massimo Piubelli]

24 Dicembre 2011

Pag. 11


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

RAPPRESENTATIVA PROVINCIALE FEMMINILE Come definire la Rappresentativa provinciale in poche parole? La massima espressione di tutto il movimento giovanile femminile, nel nostro caso, di tutte le società affiliate alla Fipav. Nasce ancora negli anni passati per mettere insieme le migliori realtà per poi confrontarsi con le selezioni di tutte le province del Veneto in occasione dell’annuale appuntamento, organizzato dal Comitato Regionale, del “Trofeo delle Province”. Riservato da otto anni alla categoria under 14, quest’anno vede protagoniste le atlete delle annate ‘98/’99 e il lavoro è iniziato con il primo incontro di selezione domenica 11 dicembre.Selezionatori sono Pollini Simone, confermato alla guida dopo la prima esperienza dello scorso anno, Pescali Cristiana trasferitasi da poco a Verona proveniente da Bergamo dove ha già guidato la rappresentativa femminile, Tabarini Nicole la più giovane del gruppo ma già competente per quanto riguarda il settore giovanile. Dirigente responsabile organizzativo Bottura Francesco della Commissione provinciale allenatori. Come detto, il lavoro è iniziato da poco, domenica 11 dicembre, quando sono state visionate circa 80 ragazze che gli allenatori delle varie società hanno ritenuto opportuno segnalare per capacità tecniche ed attitudini psico-fisiche adatte per far parte del gruppo. Per gennaio i selezionatori intendono arrivare al gruppo definitivo, 15/18 ragazze, con le quali poi lavorare a cadenza quindicinale le domeniche pomeriggio per non interferire con l’impegno di società delle ragazze stesse. Ci piace sottolineare il termine”selezionatori” e non allenatori: il nostro staff provinciale deve solo individuare le atlete idonee e creare, nel poco tempo a disposizione, un buon amalgama e sistema di gioco che rispecchi al meglio le caratteristiche delle ragazze provenienti da realtà differenti tra loro. C’è sempre purtroppo la paura, tra gli allenatori di società, che con le ragazze si intervenga per modificare i fondamentali, tranquilli non è compito dei selezionatori, primo obiettivo formare un gruppo. Come sempre è ben gradita la collaborazione di tutti i tecnici, sono loro che conoscono le proprie atlete e le loro caratteristiche, creando sintonia di lavoro e di metodo il tutto viene molto facilitato. Già dopo i primi due interventi si sono notate buone individualità che fanno ben sperare per il futuro. Da sempre le ragazzine che fanno parte della rappresentativa poi le troviamo in squadre che giocano in campionati regionali e non solo e per tante di loro la “rappresentativa” è la prima occasione per mettersi in luce e, comunque, una esperienza che rimarrà per sempre nel loro bagaglio sportivo e non solo. Certo a tutte si richiede qualche sacrificio, tante giocano la domenica mattina e poi hanno l’incontro con la rappresentativa il pomeriggio ma la passione aiuta molto soprattutto se le ragazze sono sostenute dalla famiglia. Al solito sono previsti 10/12 allenamenti, magari con qualche amichevole di preparazione e di verifica del lavoro svolto, in modo da arrivare al meglio in occasione degli impegni ufficiali il primo dei quali sarà il “Trofeo del Garda” manifestazione voluta ed ideata dal nostro Presidente Bianchini Stefano che si tiene ogni anno il 25 aprile e al quale partecipano le province che si affacciano sul lago: Brescia, Mantova, Trento e Verona. Per fine maggio poi in programma il “Trofeo delle Province”, una tre giorni di tante belle gare, di divertimento sportivamente parlando anche se poi, alla fine, magari non si è raggiunto l’obiettivo agonistico previsto ma rimarrà certamente il ricordo di una fantastica esperienza di vita. [Francesco Bottura] 24 Dicembre 2011

Pag. 12


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

RAPPRESENTATIVA PROVINCIALE MASCHILE Prima di relazionare voglio ringraziare il Comitato Provinciale che, per mezzo di questo giornale, dà l’opportunità a noi Responsabili e Tecnici della Rappresentativa, relazionare e far conoscere alle Società il lavoro che andiamo ha svolgere con gli atleti per formare le due squadre che rappresenteranno il Comitato Provinciale di Verona nell’ impegno Regionale con il Torneo delle Province, e Interregionale con Trofeo del Garda ( Vr-Bs-Mn-Tn). Lo staff incaricato è composto dal responsabile Provinciale Bressan Loreno e dai 2 allenatori Cimolini Michele e Dall’Omo Ermanno. Si è iniziato anche per questa stagione sportiva 2011/2012 con l’invitare le Società, tramite il Comunicato settimanale, a mandare alla 1^ giornata di selezione (4/12/2011 a Soave) i loro atleti nati nel 1997 (under 15) 1998/99 e 2000 (under 14). Premetto che non è facile formare le 2 squadre, in quanto a livello Provinciale le Società che partecipano ai campionati giovanili maschili non sono numerose come lo sono nel femminile, quindi la partecipazione dei ragazzi alle selezioni è molto ridotta. L’impegno che si chiede ai ragazzi è di 1 o 2 pomeriggi domenicali al mese, perché di domenica? Per non intralciare il programma degli allenamenti settimanali che i ragazzi hanno con le loro Società. I Tecnici della Rappresentativa hanno il compito individuare tramite questi allenamenti le doti tecniche di ogni atleta, e da qui comporre la squadra e allenarla con la finalità di creare una buona intesa nel gioco. L’ opportunità che questi ragazzi avranno sono più di una, in primis calarsi in una realtà diversa dalla solita giocando con compagni diversi e confrontarsi con realtà sportive di altre Province. Quindi con l’occasione che si presenta con questo giornale, sarà nostro impegno di portare ulteriori notizie del proseguo che queste rappresentative andranno svolgere in questi mesi. Il Responsabile Provinciale Loreno Bressan

24 Dicembre 2011

Pag. 13


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

UNDER 13 FEMMINILE È il primo campionato che prevede anche una fase regionale oltre a quella provinciale. Due stagioni fa, la finale per il titolo regionale era tutta veronese, con la presenza di due società del nostro comitato provinciale: Arena Volley e Pallavolo Antares. A livello provinciale, il campionato Under 13 prevede 3 fasi: 1. una prima fase zonale 2. una seconda fase 3. la fase finale. Nella prima fase, le squadre vengono suddivise in gironi zonali da 7 squadre. Ogni squadra incontra le altre del proprio girone, inizia ai primi di novembre e termina la domenica prima di natale. Al termine delle 7 giornate si stila una classifica. Con tale classifica si può stilare il calendario della seconda fase. Le squadre vengono suddivise in gironi di prime, seconde e terze classificate e gironi zonali per tutte le altre. La seconda fase inizia a gennaio e termina a fine febbraio. Al termine di questa fase, le prime sei classificate del girone delle prime, le prime 4 del girone delle seconde, le prime 3 del girone delle terze, le prime dei gironi zonali più la miglior seconda, partecipano alla fase finale.

(Volley Belladelli)

Per quanto riguarda il campionato Under 13 è previsto anche un postcampionato, del quale uscirà l’indizione a gennaio. Solitamente inizia al termine del campionato Under 13, attendendo qualche settimana, per far svolgere le prime fasi dell’eliminazione diretta. Anche questo campionato prevede una fase iniziale a gironi zonali e successivamente una fase ad eliminazione diretta.

La fase finale è strutturata con la formula dell’eliminazione diretta, che porterà alle finali di domenica 15 aprile.

24 Dicembre 2011

Pag. 14


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

UNDER 12: l’inizio di un sogno La categoria Under 12 misto per la terza stagione è strutturata sotto forma di campionato. In 3 stagioni si è passati da 12 squadre iscritte a 31, distribuite su tutto il territorio della provincia di Verona. Il campionato prevede 4 fasi. Nella stagione attuale nella prima fase, le squadre vengono suddivise in 10 gironi zonali, da tre squadre (quattro nel caso di un girone). Le giornate di gara sono due, strutturate a concentramento. In entrambe le giornate, le 3 squadre si trovano nel campo prestabilito e giocano un girone all’italiana (3 gare l’una contro l’altra).

Nella seconda fase, le squadre vengono divise tra prime, seconde e terze classificate. Nella stagione in corso, nel gruppo prime partecipano le prime classificate, più le due migliori seconde. Nel girone delle seconde partecipano le seconde classificate più la miglior terza, nel girone delle terze tutte le altre. Anche in questo caso si cerca il più possibile di far dei gironi zonali di prime, seconde e terze. Come nella fase precedente, verranno svolte 2 giornate di gara, con la formula del concentramento. Al termine di questa fase le squadre classificate, verranno di nuovo suddivise in prime, seconde e terze, in tutti e tre i maxi raggruppamenti. La terza fase del campionato prevede cosi altri gironi dei raggruppamenti precedentemente suddivisi, ci sarà il girone delle prime, delle seconde e delle terze del maxi raggruppamento delle prime, cosi anche delle seconde e anche delle terze. Alla fine di questa fase si inizia la fase ad eliminazione diretta, con i sedicesimi di finale, che porteranno alla finale a maggio, organizzata in una delle ultime feste del minivolley. La formula è molto articolata, ma permette alle squadre, man mano che si prosegue nella stagione di giocare con altre dello stesso livello, in modo che le atlete possano crescere sotto il profilo tecnico.

(Verona Volley Antares)

24 Dicembre 2011

Pag. 15


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

SANTA LUCIA VOLLEY E anche la 2^ Festa del Minivolley è ormai soltanto un felice ricordo. Con un po’ di emozione in più per la voglia di riscatto rispetto all’Halloween Volley, la Commissione Minivolley e il Comitato FIPAV hanno affrontato il S.Lucia Volley realizzando il tutto cercando di far divertire e sorridere i bimbi che si sarebbero presentati.

Ma veniamo alla giornata: si è partiti con i mattinieri, che sin dalle 9 hanno animato il bellissimo impianto di Domegliara. Alle 9.30, puntuali come un orologio svizzero le partite hanno preso il via! Chi giocava, chi arbitrava e chi aspettava pazientemente il proprio turno. 3 ore ininterrotte di partite e di giochi per i più piccoli dell’U9. Uno spettacolo per gli occhi! Al termine, caramelle e yogurt per tutti!

All’appello mancavano davvero poche squadre. E di questo la Commissione si sente in dovere di ringraziare tutti i presenti, per aver creduto e averci dato una seconda possibilità dopo che la Festa di Novembre aveva creato qualche piccolo disagio.

Ci avete riposto fiducia, e ci sembra di averla ricambiata: una giornata, divisa in due, piena di divertimento, palloni colorati, caramelle e tanti sorrisi. Tutti ingredienti essenziali per chi, come noi e voi, sta facendo di tutto per far appassionare i piccoli campioncini al volley. Ci abbiamo provato, ed insieme agli allenatori, ai dirigenti e agli attenti genitori presenti, ci siamo riusciti. Ma vi promettiamo che la prossima volta sarà ancora meglio!!  24 Dicembre 2011

Alle 14, il cambio: via i 170 bambini del mattino e avanti i 300 del pomeriggio!!! Questa volta però, a dimostrazione della grande organizzazione delle Società, siamo riusciti a partire addirittura con 10 minuti di anticipo!!! Altre 3 ore di passaggi e di bagher… di battute e di schiacciate… Perlomeno tentate!! Poi le premiazioni con le caramelle, gli yogurt e il premio speciale alla Società più numerosa: La Vetta con ben

39 bambini!! Vi aspettiamo domenica 26 Febbraio 2012 al

Carneval Volley.

Buone Feste a tutti voi!!!

Pag. 16


Volley Veronese – anno 1 – numero 3

E' arrivato anche questo Natale. Se facciamo un conto di quante festività abbiamo trascorso con programmi stilati dal Comitato Provinciale sono parecchie. Non vorremmo sbagliare, ma ormai siamo arrivati a dieci anni di attività del Consiglio. Dieci anni indimenticabili, tutti noi assieme a remare dalla spessa parte, ben coordinati dal Presidente Bianchini, persona capace di coinvolgere chi gli sta attorno. Tutti assieme a condividere idee, progetti e il futuro della nostra pallavolo della Provincia di Verona. Siamo fieri di aver collaborato e operato nell'organizzazione di Eventi importanti che hanno fatto vivere in maniera intensa la pallavolo a tutta la nostra città: dalla World League, alle Finali di Coppa Italia, ai Mondiali maschili, ma senza dimenticare i ritiri delle nostre Nazionali maschile e femminile e molto altro ancora. Tutti questi percorsi sono sempre stati condivisi da tutti i componenti il Comitato e questo percorso di condivisione di obiettivi è un pilastro fondamentale della nostra struttura. Dobbiamo fare i complimenti e un elogio grande a tutto il Comitato per la sensibilità che ha dimostrato e che sicuramente manterrà col proseguo del suo mandato, verso le problematiche sociali. Sono stati fatti passi importanti, come la partecipazione e l'appoggio per la buona riuscita dell'Ultimo con gli ultimi e le iniziative pro degli alluvionati (Soave Monteforte e Liguria.) Volendo concludere, quello che Noi del Comitato abbiamo e vogliamo trasmettere, dallo Sport agli Eventi Internazionali a quelli Umanitari contiamo sia recepito da tutti e che sia un modo di educazione positiva per tutti i giovani che hanno deciso di intraprendere questo bellissimo sport.

Buon Natale a tutti e 2012 volte buon anno! [Consiglieri e Componenti Commissioni della Fipav Verona] 24 Dicembre 2011

Pag. 17


Volley Veronese - Dicembre 2011