Issuu on Google+

INFORMAZIONE CONTRATTO AZIENDALE N. 5

RSU GD

e FIOM-CGIL

“PARTECIPARE PER DECIDERE” CONFRONTO SINOTTICO DOPO 2 INCONTRI PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE Al fine di una precisa e puntuale informazione alle lavoratrici ed ai lavoratori dipendenti della GD dettagliamo il quadro della situazione su ogni capitolo della piattaforma. RICHIESTE DELLA PIATTAFORMA • Sviluppo prodotto Una informazione ed un confronto finalizzato ad impegni contrattuali per la durata del contratto aziendale. • Investimenti Piano dettagliato per durata del contratto aziendale.

RISPOSTE AZIENDA

L’azienda ritiene strategici: gli investimenti sulle macchine ad alta velocità (H1000), after sales, rebuilding, manutenzione predittiva. Sono disposti a fornire informazioni sugli investimenti.

• Diversificazione Confronto di merito ed impegni specifici per la durata del contratto aziendale

L’assetto societario con aziende che di fatto sviluppano prodotti differenti garantisce l’impegno alla diversificazione. Continuano gli investimenti sul progetto materiali d’incarto.

• Mantenimento dell’integrazione delle funzioni aziendali.

Non intendono prendersi impegni per il futuro, disponibili ad approfondire.

• Unicità normative contrattuali e di rappresentanza in caso di scorpori.

Bastano le norme e le leggi vigenti, no ad accordi aziendali in materia.

• Tavolo unico sulle politiche industriali del Gruppo.

Disponibilità al confronto e informazione sul tema. Da definire metodo e materie.

• Occupazione Aumento dell’occupazione a tempo indeterminato. Confronto di merito con cadenza trimestrale

Nel 2002 i dipendenti assunti a tempo indeterminato salgono a 1435. Nel 2003 l’obiettivo è di una ulteriore crescita. Sul lavoro indotto nei reparti produttivi, ogni ora lavorata all’interno, corrisponde a due ore e mezzo lavorate all’esterno. L’Azienda s’impegna a fornire l’analogo dato per gli uffici. Attualmente sono presenti in azienda 12 lavoratori interinali e 5 collaboratori coordinati continuativi.


RICHIESTE DELLA PIATTAFORMA

RISPOSTE AZIENDA

• Diritto di informazione preventiva e diritto di proposta sulla politica industriale e l’organizzazione del lavoro.

L’azienda non accetta di trattare questo punto.

• Diritto a negoziare l’attuale e futura organizzazione del lavoro.

L’Azienda ritiene che questa materia, sia materia di propria competenza. Conferma lo studio in atto di nuovi modelli organizzativi, accetta un generico confronto sul tema, non accetta di definire un diritto alla contrattazione.

• Temi: prestazione, autonomia.

lavoro,

Accettano un confronto ma non una negoziazione preventiva.

• Professionalità complementare Valorizzazione economica fino ad un max di 250€ mensili. Concordare le declaratorie ed i criteri, le schede di valutazione.

L’Azienda non accetta di trattare su questo tema in quanto lo ritiene argomento di esclusiva competenza aziendale.

gruppi

• Formazione 40 ore annue di formazione per ogni dipendente. Monte ore annuo per i nuovi assunti. Concordare contenuti, metodologia, gestione n° di lavoratori e n° di ore.

• Premio turno Aggiornamento dell’indennità.

Accetta l’aumento di € 0,52 da noi proposto.

• Autocertificazione Aggiornamento dell’indennità. • Ambiente e sicurezza Diversi interventi di ambientale.

Nel 2002 sono state programmate 24.000 ore per un investimento complessivo di 300.000 €. Ritiene questo un argomento strategico per il quale intende confermare l’impegno. E’ contraria: - a stabilire un pacchetto di 40 ore annue di formazione per ogni dipendente. - a stabilire un monte ore formativo, per i nuovi assunti, sul tema “diritti sindacali”. - A contrattare il n° di lavoratori coinvolti nei corsi, il n° di ore, i contenuti e la gestione. Accetta comunque un generico confronto su quanto sopra scritto.

L’Azienda ritiene che, per aggiornare e/o estendere l’autocertificazione sia opportuno ridurre il personale al collaudo. miglioramento

Propone una commissione che nell’ambito della vertenza valuti le richieste.


RICHIESTE DELLA PIATTAFORMA • Premio di risultato - 1700 € per ogni anno dal 2002 al 2005 di cui 850€ sotto forma di anticipo certo ed uguale per tutti i livelli. Mantenere gli attuali parametri definendone uno nuovo sulla qualità. - Concordare i programmi di miglioramento degli obiettivi comunemente definiti.

• -

• -

Orario di lavoro azzerare franchigia banca ore estendere banca ore per tutti estendere la possibilità del part-time estendere l’orario flessibile conteggiare le ferie per i turnisti in funzione dell’orario svolto per i 7 e 7Q verificare le forme di retribuzione in essere oltre il normale orario di lavoro.

Diritti individuali estendere ed applicare la legge 53 sui congedi parentali anticipo TFR miglioramento diritti paternità e maternità aumento monte ore di assemblea retribuita contributo per ambulanza per polo industriale di Anzola maggiori conoscenze per i dipendenti tramite sistema software di marcature.

RISPOSTE AZIENDA Disponibile a prendere in considerazione la richiesta a condizione che: - non vi siano quote certe - il salario aziendale sia totalmente variabile - i parametri a cui collegare il salario siano tutti ridefiniti - redditività e produttività devono essere i nuovi parametri - non li convince quello da noi proposto sulla qualità - per il 2002 propongono una soluzione transitoria. L’Azienda si dice disponibile a trattare all’azzeramento della franchigia banca ore e all’estensione del part-time. Contraria all’estensione della banca ore, a modifiche su ferie e ROL per i turnisti. Contraria all’estensione per 7° e 7°Q del pagamento di straordinari nelle modalità vigenti per le altre categorie. Assolutamente contraria ad un’estensione dell’orario flessibile sia per l’entrata che per l’uscita addirittura ipotizza una revisione peggiorativa dell’attuale sistema di flessibilità. Riguardo alla legge 53, ci invita a non farne oggetto di trattativa. Non disponibile al miglioramento dei diritti di maternità e paternità. Contraria all’introduzione in azienda della figura di interprete per i lavoratori sordomuti. Contraria all’aumento di ore di assemblea retribuita. Sì a trattare per l’estensione del vincolo di utilizzo del TFR. Sì alla richiesta di un’ambulanza nel polo di Anzola. Sì ad un sistema software di marcature che fornisca dati su situazione ferie, ecc…


RICHIESTE DELLA PIATTAFORMA • -

• -

Diritti sindacali aumentare monte ore annuo per RLS e delegato sociale avere a disposizione maggiori strumenti per migliorare l’agibilità sindacale in ogni stabilimento ed aumentare la circolazione delle informazioni.

Circolo monte ore retribuito per delegati di circolo Adeguamento statuto, rinnovo cariche, ecc..

• Crescita professionale addetti alle pulizie • Pari opportunità Richiesto specifico tavolo di confronto.

Bologna, 27 Novembre 2002

RISPOSTE AZIENDA L’Azienda PROVOCATORIAMENTE ci invita a creare tante RSU quante sono le unità produttive. Contraria a seminari genericamente proposti, ma disposta a trattare su eventuali richieste.

Disponibilità a trattare sulle richieste.

Disponibilità a discutere.

Generica disponibilità.


info_vertenza_05