Page 1

Anno VI - numero 2 LUGLIO - DICEMBRE 2011

1


2 ero um 2011 -n VI BRE M no An DICE -

LIO

G LU

1

LETTERA APERTA DIRETORE RESPONSABILE Francesco Cav. Diomede DIRETORE EDITORIALE Ado Franco Dr. De Rose COMITATO SCIENTIFICO Lucio Prof. Miano (coordinatore) Arianna Dr.ssa Bortolami Stefano Dr. Dati Ivan Dr. Martines Maria Dr.ssa Ripesi UFFICIO PRESIDENZA Francesco Cav. Diomede - Presidente Marcello Avv. Stefanì - Vice presidente Maddalena Dr.ssa Strippoli - Segr./Tesoriera CONSIGLIERI Antonio Dr. Di Giorgio Vincenzo Avv. Falabella Elena Sig.ra Granata Efisio Renato Dr. Poddi Ludovico Sig. Taviano Antonio Sig. Trevisani REVISORI DEI CONTI Francesco Dr. Pasanisi Zingarello - Presidente Monica Sig.ra Di Roma Ivan Dr. Martines FINCO Federazione Italiana INCOntinenti SEGRETERIA NAZIONALE Viale Orazio Flacco, 24 - 70124 Bari Tel. 080 5093389 - Fax 080 5619181 RECAPITO FINCO - Casella Postale n° 30 70010 Capurso (BA) Email: finco@finco.org

2

Francesco Diomede Presidente FINCO

DEL PRESIDENTE

Carissimi Associati, Nel precedente Governo Berlusconi diversi parlamentari e senatori, su nostra proposta hanno presentato proposte di leggi a vantaggio di noi tutti: DDL n.21 della Senatrice Laura Bianconi (F.I. - PdL - DDL n.498 del Senatore Piergiorgio Massidda (D. C. - Indipendenti – Mov. Per le Autonomie) - PDL n.546 dell’On. Isabella Bertolini (F.I. - PdL) - DDL n.571 del Senatore Giuseppe Caforio (Lista Di Pietro) - DDL n.791 del Senatore Domenico Gramazio (ex A.N. - PdL) - PDL n.1282 dell’On. Domenico Di Virgilio (F.I. - PdL) - DDL n.1572 della Senatrice Fiorenza Bassoli (P.D.) - PDL n.2070 dell’On. Francesco Nunzio Testa (U.D.C.). Le problematiche, contenute nelle predette proposte di legge ed a Voi ben note, sono: • l’istituzione di “Centri Provinciali Polivalenti” per la prevenzione e la cura dell’incontinenza urinaria, fecale e stomale; • nei LEA, che dovrebbero entrare in vigore, bisognerebbe prevedere maggiori tutele e “libertà di scelta” sui dispositivi medici per le persone incontinenti e stomizzate; inoltre il Nomenclatore Protesico dovrebbe essere l’unico riferimento nazionale e, ove necessario e documentato dal medico specialista prescrittore, dovrebbe esserci la possibilità di una integrazione del numero dei dispositivi medici consegnati. Ad oggi, gravemente, nei nuovi LEA nulla è previsto in materia di riabilitazione per le persone incontinenti; • la Finco, inoltre sostiene che è necessario prevedere contributi economici a quei comuni che costruiscono “ ” pubblici nel territorio urbano e non, senza dei quali non è possibile espletare i bisogni fisiologici. Per le persone che soffrono di incontinenza l’assenza di bagni nel territorio cittadino costituisce una vera e propria barriera architettonica e sociale, che limita pesantemente e nel tempo la “libertà personale” e di spostamento delle persone; vedendosi negare questo diritto gli incontinenti sono di fatto agli arresti domiciliari; • alcune proposte di legge prevedono anche la ri-

duzione del 50% del costo del consumo dell’acqua potabile, poiché è indubbio che una persona incontinente necessità di un maggior consumo di acqua giornaliero; • bisogna rivedere le percentuali di invalidità civile, incrementandole (ci risulta che una Commissione nazionale è insediata da molti anni ma nulla ha prodotto, almeno nei fatti); • durante le visite mediche collegiali dell’INPS per l’accertamento dell’invalidità civile deve essere prevista la presenza di un medico specialista designato dalla FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) nazionale o regionale, ove presente. Per le atresie ano-rettali, la presenza di un medico chirurgo specialista in questa patologia. Carissimi, almeno a parole i nostri politici sembrano concordi e disponibili, ma nei fatti è da oltre 20 anni che attendiamo una legge nazionale a nostra tutela e continue sono state le prese in giro con proposte ed “Atti Camera”. Atti che in tutti questi anni mai nulla hanno prodotto a nostro favore. Amici, come sempre lasciamo a tutti Voi ogni commento, ma sarebbe auspicabile un cambiamento radicale della politica italiana e del modo di pensare delle persone che sono sedute, da oltre mezzo secolo, su quelli scanni, senza apportare alcun beneficio alla Collettività. Auspichiamo che il Governo Monti non solo risani i bilanci ma anche il modo di lavorare dei nostri rappresentanti politici. Ad majora!

Vostro Francesco Diomede

3


L’INCONTINENZA È PASSATA! Alta l’attenzione a Bergamo e provincia L’intensa attività, in occasione della 6° Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza, ha suscitato notevole interesse e partecipazione da parte delle istituzioni, delle strutture sanitarie, dei professionisti e della gente comune. Il messaggio è sicuramente passato: l’incontinenza è un disturbo diffuso che si cura e che si può anche prevenire. Di più: è un disturbo che deve essere affrontato e a cui va prestata attenzione perché, come dice qualcuno, “di incontinenza non si muore ma l’incontinenza ruba Il dr. Oreste Risi la vita”. Un messaggio fortemente sostenuto per settimane, attraverso una capillare e ripetuta attività di comunicazione scritta, telefonica e personale, diretta a Enti, Istituzioni e singole persone, dirigenti e professionisti che vi sono impegnati, ad associazioni, professionisti e a gente comune. Un messaggio che si è poi concretizzato nelle diverse iniziative, condotte sul territorio della provincia, dal 25 al 28 Giugno, insieme all’U.O.D. di Neuro-Urologia e Urodinamica dell’Ospedale di Treviglio e con la collaborazione dell’A.O. Bolognini Seriate e dell’A.O. Ospedali Riuniti Bergamo, con l’obiettivo di informare, prevenire, approfondire: • Sabato 25 Giugno allestimento e presidio di tre gazebo informativi nelle piazze principali delle tre maggiori città della Provincia: Bergamo, Treviglio e Seriate • Martedì 28 Giugno visite gratuite di prevenzione e valutazione presso Politerapica - Terapie della Salute a Seriate e U.O.D. di Neuro-Urologia e Urodinamica all’Ospedale di Treviglio • Martedì 28 Giugno - sera tavola rotonda “Incontinenza: la prevenzione quale migliore strategia di cura”, a Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo, aperta con il saluto del Sindaco della città, Dott. Franco Tentorio e condotta con la partecipazione di Istituzioni, strutture sanitarie pubbliche e private, esperti, professionisti e gente comune.

provinciale della Società Italiana di Medicina Generale, il Presidente dell’Ordine dei Medici di Bergamo e rappresentanti delle Istituzioni Comunali e Provinciali hanno trattato, insieme, un tema delicatissimo davanti ad un pubblico sempre attento. Erano presenti Medici specialisti delle tra Aziende Ospedaliere, Medici specialisti di ospedali o case di cura private, Medici di medicina generale, Direttori di Case di Riposo RSA, il Responsabile dell’Ufficio Salute e Sofferenza della Diocesi di Bergamo, il Direttore Sociale della ASL, il coordinatore didattico del corso di laurea in Ostetricia dell’Università degli Studi Milano -Bicocca, la Stampa e... tanta gente comune, accolti in una sede istituzionale di grande rilevanza, concessa dal Comune, insieme al suo patrocinio. I lavori sono stati divisi un due parti. Nella prima, gli specialisti hanno parlato dell’incontinenza, delle sue cause, delle sue diverse manifestazioni, dei fattori di rischio, delle conseguenze, di come si cura e di come si previene. Nella seconda parte del convegno, i relatori istituzionali hanno trattato di come si debba e si possa fare prevenzione sul territorio, dichiarando ognuno la più ampia disponibilità a lavorare insieme, intorno ad un progetto concreto, già dal prossimo Autunno. L’incontinenza, come disturbo, non è ancora passata. Si stima che in Provincia di Bergamo ne soffrano 100.000 persone. L’incontinenza come male di cui vergognarsi e di fronte al quale rassegnarsi, invece, sta finendo. Ci vorrà ancora del tempo ma quello sarà il risultato. Con essa, finirà la sua pesante incidenza sulla qualità della vita della persona, a livello umano, sociale, lavorativo, familiare, sessuale ed economico. Senza contare l’impatto, in termini di costi, per la comunità.

Indubbiamente un successo, la tavola rotonda: per due ore e mezza, professionisti delle tre Aziende Ospedaliere della provincia e professionisti di strutture sanitarie private, la Direzione Sanitaria della ASL di Bergamo, l’Animatore

5


L’IMMAGINE CORPOREA NEL PAZIENTE URO-STOMIZZATO

Dr.ssa Pamela Pellegrini

“L’immagine corporea è l’immagine del nostro corpo che ci formiamo nella mente, e cioè il modo in cui il nostro corpo ci appare” (Paul Schilder – 1935). La maggior parte delle persone limitano l’idea di immagine corporea all’apparenza fisica, alla bellezza e all’essere attraenti. In realtà è la rappresentazione mentale di noi stessi, come vediamo noi stessi, come il nostro corpo appare ai nostri occhi interni. Le attitudini e le emozioni - come sentiamo la nostra apparenza fisica - sono una componente essenziale della nostra esperienza corporea, che opera sia a livello della coscienza sia al di fuori della nostra consapevolezza, nella sfera privata e sociale. Lo sguardo autoreferenziale (noi mentre ci guardiamo) influenza, quindi, gran parte del nostro comportamento, le nostre emozioni, i nostri pensieri e soprattutto la nostra autostima. La percezione del corpo, le emozioni e le nostre convinzioni orientano i nostri progetti, “decidono” chi incontriamo, la natura delle nostre interazioni, il nostro benesse-

6

re quotidiano e la possibilità di incorrere in disturbi di natura psicologica. Certamente tutto ciò non può prescindere dal proprio contesto culturale, in senso di macro-cultura (la nostra storia nazionale, i contenuti diffusi mediante programmi tv, internet e giornali) ma anche in senso di micro-cultura (i concetti, la morale, i valori del proprio luogo di vita, della famiglia, del quartierino, del paese). Inevitabilmente siamo tutti, chi più chi meno, influenzati dagli stereotipi culturali riguardanti l’apparenza fisica e dai modelli che la rappresentano. Tutti questi fattori convergono e si combinano in modi diversi nel determinare un livello di soddisfazione o insoddisfazione della propria immagine corporea. L’intervento chirurgico (ad esempio per l’uro-stomia) produce due effetti: 1. è stato tolto qualcosa, 2. è stata confezionata una stomia. La perdita di una parte del proprio corpo induce sempre un vissuto depressivo e una preoccupazione: “riuscirò a vivere senza?”. La stomia altera il vissuto dello schema corporeo, e quindi l’immagine corporea. Lo stomizzato sente che la barriera protettiva che contiene l’interno del proprio corpo non è più integra, il che comporta una percezione di debolezza. Negli uomini, per esempio, la stomia può essere vissuta come una femminilizzazione, riportando in superficie problemi di identità sessuale. In tutti i casi, comunque, la stomia viene

inizialmente vissuta come una ferita aperta o come un corpo estraneo. In quanto corpo estraneo, non-partedi-sé, la psiche tende a rifiutarlo. E spesso rifiuta non solo la stomia, ma proprio tutta un’intera parte del corpo, non riconoscendola come propria. E’ come se si formasse una scissione, una divisione in due del proprio corpo: parte sana e parte malata, parte buona e parte cattiva, che può coinvolgere anche l’uso degli altri organi (esterni e interni) che si trovano sul “lato malato”, fino a non voler neanche pronunciare la parola “stomia”. Una tale situazione comporta, chiaramente, una diminuzione della propria autostima, con conseguenti difficoltà nelle interazioni sociali, nel lavoro, nel rapporto amoroso e anche (e soprattutto) nel rapporto con se stessi. Allora cosa fare? Certamente l’atteggiamento del personale infermieristico e della famiglia sono una componente importante nella integrazione dell’immagine di sé. Un approccio naturale con la stomia, da parte dei care-giver, privo di quel senso di disgusto o di paura che sono fra i maggiori timori della persona stomizzata, favorisce un’accettazione della stomia e quindi una maggiore serenità e Qualità di Vita. Da un punto di vista più strettamente psicologico, le tecniche per l’integrazione dell’immagine corporea sono diverse per ciascun approccio

psicoterapeutico, sebbene quello cognitivo-comportamentale sembra essere il più rapido ed efficace. Un esempio, in questo senso, è il Body Imaging Coaching (B.I.C.). Si tratta di un procedimento teso ad assistere la persona in una definizione consapevole della propria immagine corporea, ovvero il più possibile corrispondente alla propria realtà corporea obiettiva. La persona sarà guidata nel fare i conti con le discrepanze, spesso dolorose, tra l’immagine ideale di sé e quella deformante: a partire dal polo della non-accettazione dell’immagine, si tratterà di percorrere una traiettoria di progressivi e realistici “avvicinamenti” all’immagine ideale, individuando gli elementi su cui concretamente poter operare. Basandosi sulla teoria della Gestalt “percezione figura/sfondo”, si mettono in evidenza quegli elementi che la percezione di sé fa emergere “in figura” (che spesso riflettono una visione di rifiuto, intolleranza per la parte malata di sé). In seguito, poi, si fanno emergere da uno “sfondo” gli elementi interessanti, che l’auto-percezione distorta della persona lascia “in ombra” e che meriterebbero, al contrario, di essere valorizzati e portati in evidenza. Infine, si utilizzerà la metafora dell’ologramma, per la quale l’intervento prevede di lavorare sulla “congruenza delle parti con il tutto”. Infatti sarebbe inutile intervenire su un

aspetto parziale del corpo - e quindi dell’immagine corporea - se lo stesso non è incluso in una armonizzazione di insieme con l’interezza della persona, non solo sotto il profilo della propria corporeità, ma anche della personalità che si esprime naturalmente nell’immagine corporea. In pillole ecco alcuni consigli su come costruire un’immagine corporea migliore: 1. Diventare consapevole dei punti di forza e di debolezza della propria percezione di sé 2. Stabilire obiettivi realisticamente raggiungibili (ad es. fare attività sportiva, nella misura in cui ciò è possibile) 3. Capire le cause profonde del proprio scontento (la stomia potrebbe essere una concausa che si aggiunge a un’immagine corporea già debole) 4. Avvicinare l’immagine ideale di sé ad una più realistica, bonificando gli eccessi di “mostruosità” della parte rifiutata 5. Sentire e percepire il proprio corpo “da dentro” attraverso esercizi pratici di meditazione e riattivando il “piacere e divertimento” 6. Scoprire le proprie convinzioni e sfidarne il controllo che hanno sul

modo “negativo” con cui percepiamo il nostro corpo 7. Affrontare i propri “rituali” che permettono di evitare le situazioni ritenute frustranti per la propria percezione corporea (ad es. l’abbigliamento in contesti sociali come le cene, le feste, la palestra o la spiaggia). Una volta raggiunto l’equilibrio, un’immagine positiva di sé può essere mantenuta impegnandosi a trattar bene il proprio corpo, mantenendo e coltivando una relazione con esso, ovvero facendone un’esperienza positiva in ogni occasione quotidiana (la bellezza dello stra-ordinario), imparando ad “accarezzarsi e incoraggiarsi”, facendo un bilancio dei propri punti forti e deboli in autonomia, al fine di sapersi dare stimoli e obiettivi concretamente raggiungibili. Tutto quanto detto finora, però, necessita di una base costituita da una forte motivazione interna della persona portatrice di stomia (IO voglio guardarmi diversamente), nonché costituita da un forte appoggio e sostegno da parte del personale infermieristico e della famiglia. Il modo di vedere se stessi e il mondo, il modo di relazionarsi con se stessi e con il mondo, può migliorare solo se lo vogliamo. Vedere la parte rifiutata, darle un nome preciso, riconoscerla è l’inizio dell’accettazione e dell’integrazione.

7


L’ANG OLO LLA ___ ESI ___ A ___DE ___ ___PO ___ ___

Bellezza In Corsia L’ho intravista un dì vestita così,

candido, un camice indossava e sol chi noto a lei salutava. Pallido senza trucco il suo bel viso

ma basta un suo sorriso e sei in paradiso.

Giuseppe Pepe

8

9


IL CATETERISMO VESCICALE INTERMITTENTE PULITO NEL BAMBINO

a cura della Dr.ssa Maria Ripesi

Ospedale “San Bortolo” di Vicenza UOC di Chirurgica Pediatrica: Direttore f.f. Dr. Salvatore Fabio Chiarenza. Centro Regionale per la Diagnosi ed il Trattamento della Vescica Neurologica del Bambino. Ambulatorio Multidisciplinare “Spina Bifida”

Il Cateterismo Vescicale Intermittente Pulito (CIP) è una metodica di svuotamento vescicale che si attua quando non è possibile ottenere una minzione volontaria, al fine di assicurare uno svuotamento regolare e completo della vescica. Pensato ed applicato per la prima volta agli inizi degli anni 70 negli USA, in Italia si è diffuso nei primi anni 80 ed ha avuto applicazione in ambiente pediatrico prima ancora che nell’adulto. Tale metodica, concettualmente semplice e di banale esecuzione ha rivoluzionato l’urologia degli ultimi

10

30 anni! In età pediatrica il CIP trova indicazione principale nel trattamento della vescica neurologica (VN), altre indicazioni possono presentarsi dopo interventi ricostruttivi del basso tratto urinario per gravi malformazioni congenite. La VN è una disfunzione vescicale che interessa il muscolo della vescica (detrusore) e/o gli sfinteri (interno ed esterno). Se i nervi che fanno funzionare bene queste strutture sono danneggiati, le funzioni vescicali di serbatoio e di svuotamento dell’urina sono alterati, talvolta con gravi con-

• favorisce il lavoro dei reni perché riduce la pressione all’interno della vescica • può controllare l’incontinenza urinaria (IU) in associazione ai farmaci anticolinergici

seguenze per la funzionalità renale. Le cause principali di vescica neurologica nel bambino sono in ordine di frequenza:

• permette di poter misurare la quantità di urina emessa ad ogni svuotamento per compilare un diario dei cateterismi, molto utile nella gestione della VN.Il CIP è una procedura che viene generalmente ben accettata dai genitori dei bambini con VN, specialmente in quelli che si sono potuti rendere conto delle difficoltà che presenta il loro bambino a mingere o delle complicanze secondarie alla disfunzione vescicale: IVU ricorrenti, IU, la presenza di dilatazione delle vie urinarie o di reflusso vescico-ureterale. Bastano poche ore per apprendere la metodica e per realizzarla poi sul bambino.

Una infermiera del nostro Ambulatorio di Urodinamica, con l’aiuto di mezzi audiovisivi e cartacei, insegna ai genitori la pratica del CIP. Si inizia con la disinfezione dei genitali esterni, poi si passa al lavaggio delle mani, quindi all’inserimento del catetere attraverso il meato uretrale esterno. La disponibilità di avere cateteri prelubrificati e pronti all’uso, riduce il numero dei passaggi e rende più facile e sicura la manovra. Il cateterismo coi cateteri di ultima generazione risulta atraumatico per l’uretra e ben accettato dal bambino con lesione midollare che ha una ridotta sensibilità della regione pelvica.

tonomia. Il compito è affidato all’infermiera uro-riabilitatrice e poi ai genitori che, a casa, dovranno accompagnare il bambino nel percorso di acquisizione della metodica La manovra di auto-cateterismo è indubbiamente più facile nel maschio che nella femmina. Al bambino viene insegnato ad esporre il glande, a pulirlo con una salvietta disinfettata o a lavarlo con acqua e sapone, quindi a lavarsi le mani e ad afferrare saldamente il catetere ed introdurlo attraverso il meato uretrale esterno fino in vescica. Appena fuoriesce l’urina ci si può fermare. La manovra può essere espletata in posizione eretta o seduto sul water portando il pene verso l’addome. Alle bambine viene insegnato a praticare la manovra in posizione seduta, a cavalcioni sul water o sul bidet. E’ molto importante aiutarsi con uno specchietto per imparare a conoscersi ed a riconoscere il meato uretrale esterno. Le manovre successive ricalcano quelle del maschietto. La pulizia dei genitali, dall’alto verso il basso, è un momento fondamentale dell’insegnamento dell’auto-cateterismo, perché è una manovra importante nella prevenzione delle IVU. Una volta diventati abili i ragazzi potranno usare i cateteri con la sacca di raccolta dell’urina integrata, per quando sono fuori casa ( a scuola, in palestra, in viaggio), e i cateteri “notouch” ossia quelli che si introducono senza il diretto contatto con le mani per mezzo di una guaina che scorre lungo il catetere. Questi presidi sono importanti per migliorare la qualità di vita dei nostri pazienti.

All’età di circa 6-8 anni si insegna al bambino la metodica dell’autocateterismo, primo passo verso la sua au-

a cura di: Dr. Francesco Battaglino, I.P. Eleonora Busellato, I.P. Sabrina Gamba, I.P. Daniela Sella.

• i Difetti di chiusura del Tubo Neurale (DTN), meglio conosciuti come Spina Bifida in tutte le sue varianti, aperta, chiusa e occulta ( oltre il 90%) • i Traumi Midollari, sempre più frequenti in pediatria come conseguenza di incidenti stradali o domestici • le cause infettive, Mieloradicoloneuriti • i Tumori come i Teratomi SacroCoccigei. • le Malformazioni e gli Accidenti Vascolari Nella VN il CIP deve essere iniziato il più precocemente possibile, specialmente in quelle forme caratterizzate da ritenzione completa o parziale di urina. Il CIP , quando eseguito regolarmente per 4-6 volte al giorno: • consente uno svuotamento regolare della vescica a bassa pressione • previene le infezioni delle vie urinarie (IVU) perché elimina il residuo

11


Gerard Depardieu

INSONNIA

INCONTINENZA A BORDO L’attore, visibilmente ubriaco, ha urinato poco prima del decollo su un volo di linea da Parigi a Dublino. E’ stato fatto scendere, ma l’aereo è dovuto rientrare per le pulizie. PARIGI - Mercoledì 17 agosto 2011 Gerard Depardieu ha rovinato il volo a tutti i passeggeri dell’aereo che CityJet che ieri da Pargi faceva rotta su Dublino. L’attore francese 72enne ha infatti fatto pipì nel corridoio dell’aereo. Secondo la radio Europe 1, che ha rivelato il fatto (poi confermato dalla compagnia aerea che è una filiale di Air France-KLM), l’attore, colto da un bisogno irresistibile, ha

12

urinato davanti ai passeggeri durante la fase di decollo, dopo che una hostess gli aveva chiesto di attendere per andare al bagno. L’AEREO COSTRETTO A RIENTRARE. “Voglio pisciare, voglio pisciare”, avrebbe dichiarato l’attore secondo un passeggero. Depardieu - che secondo alcuni testimoni era in stato di ebbrezza - si è alzato dal suo posto

mentre tutti gli altri passeggeri erano seduti allacciati dalle cinture. L’hostess gli ha fatto notare che doveva aspettare un quarto d’ora, ma lui ha risposto che non poteva attendere: “A quel punto si è alzato e l’ha fatta per terra”. L’aereo è dovuto rientrare a Parigi per le pulizie del caso, ma la compagnia non ha ancora spiegato se intende chiedere i danni all’attore per il disagio provocato.

Incontinenza e impotenza tra gli effetti collaterali. Non solo stanchezza e irritabilità, ma anche incontinenza e impotenza tra gli effetti collaterali dell’insonnia. Questo è quanto emerge dall’ultimo convegno dell’American Urological Association tenutosi a Washington. INCONTINENZA E DISTURBI DEL SONNO La scoperta del legame tra scarsa qualità del sonno, disturbi all’apparato urinario e disfunzione erettile è frutto di due studi distinte condotti da due istituti di ricerca americani, il New England Research Institute (Massachusetts) e il Mount Sinai

Center (New York). Il New England Research Institute ha seguito circa 1.600 uomini e 2.500 donne intorno ai 48 anni di età, indagando la relazione tra la qualità del loro riposo e la presenza o meno di disturbi urinari. Ne è emerso che sono soprattutto le donne a soffrire di incontinenza se la qualità del loro sonno è cattiva, ma anche gli uomini che hanno difficoltà a dormire non sono esenti da disturbi alle alte vie urinarie. IMPOTENZA E NOTTI INSONNI I ricercatori del Mount Sinai Center,

invece, hanno messo in luce un’altra relazione: quella tra qualità del sonno e disfunzione erettile. Uno studio condotto su circa 900 uomini in soprappeso, intorno ai 47 anni di età, ha rilevato che i soggetti affetti da impotenza avevano oltre il doppio delle probabilità di soffrire di insonnia rispetto a chi conduceva una attività sessuale normale. Tra gli effetti collaterali più frequenti le apnee ostruttive notturne, ovvero le brevi interruzioni del respiro provocate dall’eccessivo rilassamento dei muscoli superiori della gola.

13


PROSTATECTOMIA

& INCONTINENZA

INCONTINENZA URINARIA DA SFORZO UN DISTURBO PREVALENTEMENTE IN ROSA CHE NON RISPARMIA IL MASCHIO E ALTERA LA QUALITÀ DELLA VITA

a cura del Prof. Aldo Franco De Rose Specialista Urologo e Andrologo, Clinica Urologica Ospedale S. Martino Genova

a cura del Prof. Aldo Franco De Rose Specialista Urologo e Andrologo, Clinica Urologica Ospedale S. Martino Genova Prof. Aldo Franco De Rose

Prof. Aldo Franco De Rose

L’incontinenza urinaria dopo prostatectomia radicale ha una incidenza variabile dall’1 al 3% e, a secondo della gravità, può richiedere trattamenti differenti. Nei casi lievi viene consigliata la riabilitazione perineale e/o l’assunzione

14

della duloxetina, un farmaco indicato prima per l’incontinenza urinaria da sforzo e successivamente per la depressione; per le forme più gravi si dove ricorrere alla terapia chirurgica. Escludendo le iniezioni periuretrali, vicino allo sfintere, di vari materiali biologici e sintetici, inerti e anallergici, che avrebbero solo un effetto temporaneo, oggi, in molti casi, si preferisce lo sling bulbo-uretrale InVance. Lo sling (che vuol dire amaca) in realtà è una bendarella che costituisce un piano di appoggio contro il quale viene a comprimersi l’uretra durante uno sforzo, impedendo in tal modo la fuoriuscita di urina. Con il sistema InVance Male Sling è possibile oggi trattare l’incontinenza maschile da sforzo in regime di day surgery evitando lunghe degenze in ospedale. Esistono poi le protesi regolabili pro ACT (Adjustable Con-

tinence Therapy) che agiscono con lo stesso meccanismo delle sostanze iniettabili, con il vantaggio però di poter regolare il grado di compressione dell’uretra. Nei casi di incontinenza grave il trattamento di scelta rimane il posizionamento di uno sfintere urinario artificiale tipo AMS 800. Questo dispositivo è composto da una cuffia circolare che avvolge l’uretra chiudendola, assicurando la continenza, da un serbatoio posizionato in addome che serve ad accogliere il trasferimento del liquido presente nella cuffia e consentire la minzione, e un dispositivo di attivazione , la pompa, posizionata nello scroto e che apre lo sfintere. Gli interventi vengono eseguiti presso i reparti di urologia, anche della sua città.

L’incontinenza urinaria da sforzo è per lo più un disturbo “in rosa” in quanto legato ai traumi sui tessuti e i muscoli del perineo durante il parto, interessando il 10% delle donne. Ma anche l’uomo non è esente. L’ incontinenza urinaria maschile rappresenta il 9% di tutti i casi di incontinenza, poco più di 500 mila uomini, ed è causata dall’ indebolimento dello sfintere striato dell’uretra, muscolo a forma di anello che funziona da “rubinetto “: contraendosi assicura la continenza, rilasciandosi consente la minzione. Purtroppo però succede che, nel corso di interventi alla prostata, soprattutto per tumore, questa struttura possa essere danneggiata: a 12 mesi dall’intervento, l’incidenza del disturbo varia dal 5% al 15% mentre dopo resezione endoscopica transuretrale (TURP) per adenoma è meno dell’ 1%. Spesso, per pudore o vergogna, si preferisce soffrire

in silenzio, senza ricorrere al medico. Colpevole di questo anche la pubblicità ingannevole che spesso presentano uomini e donne sorridenti, giovanili e sicuri , senza lasciare intravedere i problemi che ne derivano: cattivi odori, irritazioni genitali, infezioni, problemi psicologici. Certamente, ad oggi non possiamo fare a meno del pannolino, essi sono indispensabili ma l’invito rimane duplice: cerchiamo anche di curare e , se occorre, adottiamo solo pannolini di qualità. Nel maschio come nella donna l’ incontinenza urinaria si associa spesso a condizioni di sforzo: tosse, starnuto, sollevamento d’oggetti da terra o cambio di postura; altre volte può essere mista e associata ad episodi di urgenza. Nei casi più gravi la perdita d’urina è continua ed il paziente non riesce ad interrompere lo sgocciolamento. INCONTINENZA E QUALITÀ DI VITA Il timore di una fuga di urine induce

spesso le persone a modificare il proprio stile di vita con meccanismi di adattamento preventivo: molti limitano i propri spostamenti quotidiani ai soli luoghi e percorsi in cui conoscono la collocazione dei servizi igienici (la cosiddetta “mappatura delle toilette”), sviluppano comportamenti compensatori come bere di meno, svuotare la vescica ogni volta che si presenta la possibilità di andare in bagno, evitare i rapporti sessuali e indossare assorbenti o pannoloni. A questi si associano stati depressivi reattivi al problema, perdita di autostima, apatia, senso di colpa e negazione che finiscono col cronicizzare il problema senza risolverlo. Particolarmente critiche possono essere le conseguenze del disturbo sulla vita sessuale. Sessualità e capacità di controllo della vescica causano spesso inadeguatezza fisica ed emotiva che può portare alla rinuncia della vita sessuale.

15


Frequenti Cistiti e Incontinenza Ho 65 anni e da almeno 20 soffro di cistiti ricorrenti. Causa; Escherichia Coli,carica batterica quasi sempre 100,000 unità. Ho sempre assunto svariati farmaci,antibiotici e sulfamidici consigliati da vari urologi consultati, ma inutilmente, la patologia è resistente a tutti i farmaci sensibili che posso assumere (sono fabica). So che questa patologia è comune a molte donne per la nostra conformazione anatomica; per questo seguo scrupolosamente norme igieniche ed inoltre faccio cicli di fermenti lattici e “Monurelle” per bocca senza ottenere alcun risultato. 17 anni fa e 15 anni fa, per due volte sono stata sottoposta, credo, a “bruciature” vescicali ,diagnosi metaplasia del trigono vescicale (allego diario intervento 1997). Stavo per sottopormi al 3° intervento quando un urologo mi ha detto di non farmi più toccare e di non pensare più all’escherichia coli. Ma il non pensarci più non mi ha risolto il problema, tra l’altro a volte avverto fitte alla vescica oltre che un dolore soffuso al basso ventre e qualche volta perdo anche la pipì non riuscendo ad arrivare in bagno. Cosa devo fare? No sto tranquilla, mi chiedo anche se il germe possa diffondersi alle vie urinarie... Cesira - Milano.

RUBRICA

GLI ESPERTI

RISPONDONO Prof. Aldo Franco De Rose

Specialista Urologo e Andrologo, Clinica Urologica Ospedale S. Martino Genova Email: aldofdr@libero.it Chiunque può porre quesiti ai nostri esperti (andrologo, ginecologo, urologo, oncologo, avvocato, fisioterapista e psicologa). Scrivere alla rubrica GLI ESPERTI RISPONDONO all’indirizzo Email: finco@finco.org Oppure scrivere alla FINCO Viale Orazio Flacco, 24 - 70124 Bari o via Fax al numero 080.5619198.

16

DOMANDA

RISPOSTA Il batterio Escherichia Coli, di origine intestinale, colonizza spesso le vie urinarie determinando la cistiti nella donna. Anzi si tratta proprio del germe più comune, essendo responsabile dell’80% dei casi di cistiti non complicate, seguito da altri batteri che, singolarmente non superano il 5% dei casi. Dunque il germe è già presente nelle vie urinarie. Quando invece si propaga verso i reni si ha l’infiammazione della pelvi e dello stesso rene (pielonefrite). Dunque, in presenza di urinocoltura positiva e cistiti recidivanti, è corretto trattare l’infezione con un antibiotico a cui il germe risulta sensibile e per lunghi periodi ma è altrettanto necessario ricercare tutte le cause che possono favorire l’insorgenza della cistite. La presenza a livello del trigono vescicale di “metaplasia” o più frequentemente di malacoplachia, sono il risultato dell’infiammazione cronica, non la causa. Per questo, se esistono delle irregolarità intestinali (diarrea o stipsi) , queste andranno corrette priima di ogni altra cosa. Poi bisogna escludere abbassamenti della vescica (cistocele), reflussi di urina verso il rene, disturbi di svuotamento della vescica, ostruttivi e funzionali e studiare sempre il partner, specialmente esiste le infezioni sono conseguenti ad un rapporto sessuale. Esistono invece degli accorgimenti pratici per prevenire le infezioni: non esagerare con le lavande vaginali in quanto possono alterare l’equilibrio batterico e il pH locale, favorendo lo sviluppo di flora patogena. La stessa cosa succede per i contraccettivi meccanici ed orali a base di estrogeni. Importante poi è non trattenere a lungo le urine ed evitare l’uso di pantaloni aderenti che impediscano la normale traspirazione. L’igiene dei genitali esterni va eseguita utilizzando le salviettine con manovra dall’alto verso il basso per la vagina e viceversa per il retto, al fine di non portare i germi verso l’uretra. Bisogna bere almeno due litri di acqua al giorno per aumentare la diuresi e l’eliminazione dei germi. La perdita di urine è da ascrivere all’infezione che determina stimolo irrefrenabile. In caso di mancata remissione dopo la terapia antibiotica può essere utilizzato uno dei farmici attualmente in commercio: l’ossibutinina, il trospio la tolterodina , la solifenacina, la fesoterodina e recentemente la propiverina.

DOMANDA L’Odissea della mia incontinenza Gentile dottore, mi rivolgo a Lei per trovare risposta ai dubbi e perplessità sul mio problema di salute: l’incontinenza. Convivo con questo problema da anni, da quando mi è stato asportato l’utero per prolasso, attrezzandomi con assorbenti permanenti, recandomi in bagno spesso per non trovarmi in difficoltà, visto che quando sento lo stimolo ad urinare è già tardi e spesso le conseguenze mi procurano disagio. Vivo una vita attiva, lavoro a contatto con la gente che non coglie il mio problema. Ho avuto gravi problemi di salute e sono stata operata all’intestino e al polmone destro per carcinoma, forse così ho imparato a sopportare il dolore fisico e a reagire. Riporto le conclusioni dell’ultimo esame urodinamico con studio cistomanometrico e pressione/ flusso: “VESCICA IPERATTIVA CON LIEVE INSTABILITA’ DESTRUSIONALE ( A BASSE PRESSIONI ) ED ASSOCIATA MODESTA INCONTINENZA URINARIA SECONDARIA AD IPERMOBILITA’ URETRALE“. Dall’autunno 2010 ho cominciato a curarmi prima con TOVIAZ 4 mg poi 8 mg, insieme a LANSOPRAZOLO EG 30 mg, più recentemente con MICTONORM 15 mg, 2 compresse al giorno, sempre con Lansoprazolo. Inizialmente ho dovuto sopportare vari effetti collaterali spiacevoli ora resta a momenti la stipsi, che riesco a risolvere; in parte è migliorata la situazione ma gli “imprevisti” ci sono sempre. Non mi sono mai state consigliate terapie fisiche, ora mi propongono l’intervento chirurgico di uretropessi protesistica, per correggere la sola incontinenza da sforzo che non è il mio problema maggiore. Sostengono che sia un intervento semplice, da affrontare con leggerezza, dopo quelli ben più impegnativi sopportati e superati. Non sono convinta per questo ho rimandato e mi rivolgo a Lei, sperando che possa e voglia fare chiarezza nei miei confusi pensieri. Mi firmo ma chiedo uno pseudonimo: IN CRISI 62. Ringrazio in anticipo salutandola cordialmente. Luciana 62 anni - Roma

RISPOSTA SI riconoscono due tipi di incontinenza: da sforzo (IUS) e da urgenza. Queste due forme, isolatamente, rappresentano il 90% di tutti i casi di incontinenza mentre, nel 5% , possono anche coesistere. L’incontinenza urinaria da sforzo è la forma più comune , colpisce maggiormente la donna perché i tessuti e i muscoli del perineo coinvolti nella minzione possono subire traumi durante il parto o trasformazioni fisiologiche nella menopausa e si manifesta tutte le volte che si determina un aumento della pressione addominale ( tosse, starnuti, risata, sollevamento di piccoli pesi, salire le scale) . La IUS, nelle forme lieve può beneficiare della riabilitazione perineale (fisiokinesiterapia) , mentre in quelle più conclamate necessita della terapia chirurgica. Al contrario l’incontinenza da urgenza è caratterizzata dalla perdita involontaria di urina, a causa di un bisogno urgente di urinare tale da non permettere di arrivare al bagno ed è dovuta ad una instabilità del muscolo vescicale. I farmaci attualmente in commercio per combattere questo disturbo sono l’ossibutinina, il trospio la tolterodina , la solifenacina, la fesoterodina e recentemente la propiverina, che sembra possedere una maggiore tollerabilità. Quando i due tipi di incontinenza coesistono la correzione chirurgica dell’incontinenza da sforzo viene presa in considerazione dopo eventuali cicli di riabilitazione perineale e quando l’incontinenza da sforzo costituisce un reale disturbo per la paziente.

17


Olanda - Italia un ponte contro l’incontinenza urinaria dei bambini che bagnano il letto nel sonno Nonostante in Europa ed Italia le persone che soffrono di incontinenza urinaria raggiungano statistiche numeriche altisonanti, raramente si parla del problema e di enuresi notturna. L’enuresi notturna è il termine medico che indica l’incontinenza o la perdita involontaria e incosciente di urina durante il sonno. Un argomento considerato tabù, pur essendo un disturbo abbastanza comune nelle famiglie italiane ed europee: si pensi che soffre di enuresi notturna il 15% dei bambini di 6 anni e il 2% dei bambini di 12-15 anni. Sono circa 500.000 i bambini che in Italia bagnano spesso il letto durante il sonno, un disagio che non può essere sicuramente trascurato, che porta con sé un gran senso di vergogna e frustrazione per il piccolo, una situazione di stress e irritazione in tutta la famiglia, nonni inclusi, senza contare che un’enuresi notturna non curata potrebbe divenire fonte di disturbi renali. Fino ad oggi le cure sperimentate a base di medicinali (come la desmopressina) o incentrate sulla proibizione di bere liquidi la sera non hanno portato a grandi risultati. Il trattamento più indicato, secondo numerosi studi medici è invece l’utilizzo di un allarme che costituisce un’autentica educazione alla continenza. A tal proposito la compagnia olandese Urifoon ha ideato dal 1954 una terapia, già sperimentata in diverse cliniche olandesi e poi diffusasi in numerose strutture mediche tedesche e belghe, che è riuscita a dare risultati eclatanti: per il 90% dei bambini con il problema dell’enuresi notturna, questo è di fatto risolto in soli 3 mesi. Si tratta in sostanza di un sistema di allarme e a fare la differenza della terapia ideata da Urifoon sono delle mutandine provviste di sensori (disposti in maniera differente per maschi

18

e femmine) sonori che si attivano alle prime gocce di pipì. E’ proprio l’allarme che consente di riconoscere il momento giusto per andare in bagno. Dopo anni di ricerca insieme ad urologi, fisioterapeuti e la direzione del Centro speciale per l’enuresi notturna di Meppel in Olanda, l’équipe di Urifoon è approdata ad un sistema di allarme veramente efficace, abbinato ad una terapia comportamentale. Urifoon, infatti, mette a disposizione dei genitori la consulenza di specialisti del settore e fornisce una serie di indicazioni su esercizi per svegliarsi bene quando la vescica è piena (auto-suggestione), un breve allenamento per trattenere le urine, un miglior controllo dei muscoli del bacino ed una corretta posizione. Urifoon ha oggi deciso di allargare i propri confini all’Italia per permettere a tutte le famiglie che hanno a che fare con questo fastidioso disagio di sperimentare, con costi molto contenuti, una soluzione innovativa e non invasiva per risolvere definitivamente il problema dei loro piccoli, recuperando appieno il senso e la qualità della vita familiare. Per ulteriori informazioni e contatti: Urifoon Italia via Palombara n. 6 Poggio Catino (Rieti) Telefono: 06.92917689 (Lun. Ven dalle 9.30 alle 12.30) Cellulare: 327.9162763 (Lun.Ven. dalle 12.30 alle 18) Fax: 06.92911504 E-mail info@urifoon.it Web-site: www.urifoon.it

Rete Nazionale degli Avvocati FINCO La “Rete Nazionale degli Avvocati FINCO”, fortemente voluta dalla Federazione Italiana Incontinenti, opera nei settori della previdenza sociale, tutela della disabilità, contro le discriminazioni, malpractice sanitaria, etc. La FINCO, con la creazione della “Rete” ha inteso garantire assistenza e consulenza legale gratuita alle persone che soffrono di incontinenza urinaria e fecale, iscritti e non all’Associazione. La “Rete Nazionale degli Avvocati FINCO” è numerata a livello nazionale ed è facilmente identificabile grazie ad apposite “Targhe identificative”. La targa è inviata gratuitamente dall’Associazione ed è fissata a parete nello studio legale (di norma nelle sale d’attesa).

fac-simile targa FINCO

19


La Finco si è adoperata affinché gli associati (iscritti e non) ricevano assistenza e consulenza legale, a seconda del territorio di pertinenza del socio, essa dirotterà le persone che lo chiederanno tramite il numero verde, fax, e-mail e posta ordinaria. Gli avvocati accreditati FINCO, a seguito di accordi sottoscritti tra le parti prestano la propria consulenza e assistenza legale, gratuitamente. L’assistenza legale, stragiudiziale e/o giudiziale è preceduta, in ogni caso, dalla sottoscrizione da parte del cliente di un accordo contenente le modalità di pagamento delle spese e competenze legali, nonché di una devoluzione, dello stesso cliente, in favore della Finco pari al 10% del ricavato, utile al proprio sostentamento statutario. In caso di assistenza legale prestata in

favore del cliente, con vertenza giudiziale con esito negativo, il rimborso, in favore dell’Avvocato è limitato alle sole spese documentate. In caso d’assistenza legale prestata in favore del cliente, con vertenza giudiziale con esito positivo, oltre alle spese liquidate giudizialmente, un ulteriore 5% in favore dell’Avvocato. L’elenco sotto esposto ha l’unico fine di fornire risposte immediate e gratuite ai pazienti e ai loro familiari, divulgando gli Studi Legali Accreditati FINCO esistenti nel territorio nazionale. Le informazioni e le consulenze fornite dai professionisti ai soci FINCO e non, sollevano la FINCO da qualsiasi responsabilità civile e penale.

1

2

Puglia - Bari Avv. Marcello Stefanì

Avv. Vincenzo Falabella

(Accreditato il 13 gennaio 2011) Piazza Eroi del Mare,5 70122 Bari Tel.: 080.5214010 Fax: 080.5233717 E-mail: marcello@studiostefani.com

3

Puglia - Lecce/Taranto Avv. Giovanni Fabio Cantobelli (Accreditato il 13 gennaio 2011) Via Cavour,10 73100 Lecce Tel.: 0832.2301442 Fax: 0832.2301442 E-mail: studiocantobelli@gmail.com

20

Lazio - Roma (Accreditato il 13 gennaio 2011) Via del Rosmarino,170 - 00126 Roma Tel.: 06.62206316 – 06.5122666 Fax: 06.83391295 Cell.: 368.241306 E-mail: avv.enzofalabella@libero.it

4

Lombardia - Milano Avv. Fabio Strazzeri

(Accreditato il 13 gennaio 2011) Via Andrea Doria,29 20124 Milano Tel.: 02.66710281 Fax: 02. E-mal: studio@fabiostrazzeri.191.it

21


Centri accreditati FINCO per le visite gratuite del 28 giugno 2010 Avviso

I “Centri FINCO” sono numerati per codici (verde o rosso) in tutta Italia, pertanto sono facilmente identificabili grazie ad un’apposita “Targa FINCO”, inviata dall’Associazione e fissata a parete nei rispettivi reparti (di norma le sale d’attesa dei pazienti). I Dirigenti Sanitari e i primari inoltrano alla Segreteria l’istanza di adesione, la FINCO, a domanda pervenuta verifica i requisiti e “Accredita i Centri”. Essi partecipano di diritto alla “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza”, richiesta dalla FINCO, sostenuta dal Ministero della Salute e ottenuta con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2006, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 186, dell’11 Agosto 2006. L’operazione, denominata “Ospedale Aperto”, si svolge ogni anno il 28 giugno con il prezioso sostegno delle Regioni, dei dirigenti sanitari e dei professionisti di settore (Regioni, ASL, Ospedali, medici, ostetriche, infermieri professionali, fisioterapisti e geriatri). Le strutture urologiche, ginecologiche e riabilitative che aderiscono alla “Giornata” forniscono visite “gratuite”. Questo elenco ha l’unico fine di fornire risposte immediate ai pazienti, divulgando i Centri esistenti. Le informazioni e le consulenze fornite dagli Operatori (medici, infermieri, ostetriche e fisioterapisti) sanitari alla Cittadinanza, sollevano la FINCO da qualsiasi responsabilità.

Codice verde (incontinenza urinaria) Codice rosso (incontinenza fecale)

I Centri

FINCO

in Italia

Numero 3 Veneto Azienda ULSS17 Este (Padova) Unità Operativa Complessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 19 febbraio 2010 – quadriennio 2010/14) Via San Fermo,10 Direttore Dr. Antonino Calabrò Medici urologi addetti: Elvino Comuzzi, Luca Pizzol, Massimiliano Zin e Domenico Battaglia Telefono Ambulatorio: 0429.618406- 0429.6183367 web-site: www.ulss17.it Infermieri Professionali: Elisa Venco, Luisella Samadello, Elisabetta Pittarello e Pierangela Crivellari. Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, uro-dinamica invasiva, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna (introitale, perineale e trans vaginale), endoscopia urinaria e trattamenti chirurgici.

Codice Verde - incontinenza urinaria

Il Centro è aperto tutti i lunedì mattina dalle ore 8,30 alle 13,30.

Numero 1 Puglia Azienda Sanitaria Locale di Bari Unità Operativa di Urologia del Presidio Ospedaliero San Giacomo - Monopoli (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 - quadriennio 2006/09 riaccreditato FINCO quadriennio 2010-2014) Largo Veneziani,1 Monopoli - Bari Direttore f.f. dr. Giovanni Donato Vestita Per la Giornata della Prevenzione e Cura dell’incontinenza, indetta ogni anno il 28 giugno sono a disposizione per le visite gratuite i medici: Erinnio Michele, Antonio Limitone e Giuseppe D’Achille. Le prenotazioni si effettuano tramite CUP e telefonicamente: 080.4149269 o recandosi personalmente presso l’U.O. e rivolgendosi al Caposala, Sig. Paolo Russo. Le attività svolte presso la U.O. si articolano nei seguenti ambulatori: ambulatorio per i pazienti urostomizzati ambulatorio di uro-ginecologia ambulatorio di uro-dinamica e riabilitazione del pavimento pelvico (biofeedback, e stimolazione elettrica funzionale), terapia chirurgica della incontinenza maschile e femminile. Chiarimenti su orari e prenotazioni possono essere richiesti all’U.O. in qualsiasi momento telefonando al: 080.4149269 –080.4149268 - E-mail uromonopoli@libero.it Sito web: www.asl.bari.it Il Centro FINCO è aperto mercoledì e venerdì, dalle ore 09,30 alle 14,00

Numero 4 Emilia Romagna Ospedale di Bologna Servizio di Diagnosi e Trattamento dell’Incontinenza Urinaria Femminile (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 – quadriennio 2006/09 riaccreditato Finco 2010-2014) c/o Consultorio Roncati Via S. Isaia,94/A Bologna Medici addetti: Roberta Consorte Per prenotazioni 051.6597344 (dalle 12 alle 13) e-mail: Roberta.Consorte@ausl.bologna.it Le attività comunemente svolte dal Servizio di Urodinamica comprendono: prevenzione, diagnosi, trattamento, cistoscopia e esami urodinamici. Campagne informative, Corsi di Formazione e pubblicazioni scientifiche. Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) dalle ore 08,30 alle 18,00

Numero 2 Emilia Romagna U.O. di Urologia dell’Ospedale Sant’Anna di Ferrara Laboratorio di Urodinamica A.O. Universitaria di Ferrara Ospedale Sant’Anna (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 – quadriennio 2006/09 riaccreditamento 2010-2013) Corso Giovecca,203 Ferrara Direttore prof. Gianrosario Russo – tel.: 0532.236278 ( Segreteria Urologia) – fax: 0532.236547. E-mail: urofe@tiscalinet.it Medici Addetti: Marco Bernini, Michela Spurio, Giovanni Ughi Infermiere Professionali: Diana Padovani, Rita Mistroni e Alessandra Droghetti Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi)

22

dalle ore 08,00 alle 15,00. Le attività comunemente svolte dal Servizio di Uro-dinamica comprendono: visite ambulatoriali, esami uro dinamici, riabilitazione del pavimento pelvico

Numero 5 Liguria Ente Ospedaliero Ospedali Galliera – Genova Ambulatorio di Uroginecologia, Ostetricia e Ginecologia (“Cento Accreditato FINCO” il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Alessandro Volta,6 – 16128 Genova Medico Responsabile Area Funzionale Uroginecologica: Mauro Garaventa - tel.: 010.5634709 – fax: 010.5634705 e-mail: mauro.garaventa@galliera.it Il Centro è aperto nei giorni lavorativi dalle ore 07,00 alle 14,00 (chiusura agosto). Per prenotazioni tutti i giorni lavorativi dalle ore 12 alle 13,30 - tel.: 010.5634709 Medico Responsabile del Centro - Mauro Garaventa (ginecologo – responsabile area funzionale uro-ginecologica) Medici addetti: Giorgio Canepa (urologo – ambulatorio urodinamica e neuromodulazione sacrale) e Gian Andrea Binda (chirurgo – ambulatorio di coloproctologia) Infermiere Professionali: Daniela Giordano e Eleonora Persi Ostetrica: Antonella Satta Numero 6 Sicilia Ospedale “G. F. Ingrassia” di Palermo U. O. Divisione di Ginecologia, Ostetricia e Servizio di Isterescopia (Cento Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Corso Calatafimi, 1004 - Palermo

Primario: Dott. Massimo Petronio tel.: 091. 703717 – 091.7033684 – fax: 091.7033607 E-mail: massimopetronio@libero.it Il Centro è aperto ogni giovedì lavorativo dalle ore 09,00 alle 12,00. Ambulatorio (martedì lavorativo) ore 09,00 – 12,00 Medico Responsabile del Centro: Francesco Lamantia Medici addetti: Vito Alberto Lentini, Stefania Zingali (ginecologa) e Giovanni Fatta (ginecologo ecografista) Infermiera Professionale: Isabella Bonanno Ostetrica: Giovanna Contino Fisioterapista: Lucia Richiusa Numero 7 Lombardia Ospedale “G. Fornaroli” di Magenta Unità Operativa di Urologia e Unità Spinale – Recupero Paraplegici Neurologici (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10 riaccreditato FINCO 2011-2014) Via dei Donatori di sangue,50 Direttore Prof. Sandro Sandri Tel.: 02.97963300 fax: 02.97963342 e-mail: urologiamagenta@ao-legnano.it Medici addetti: Alberto Tagliabue (urologo), Lucia Zanollo (urologo/fisiatra), Marco Camazzola (urologo) e Monica Sommaria (urologa) Psicologo: Daniele Molmo Infermiere professionali: Anna Malini, Anna Fallucca, Antonietta Trezzi, Imma Dionisio, Alda Zarinelli e Elena Invernizzi Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) ore 08,30 – 15,30 Numero 8 Sicilia Azienda A.R.N.A.S. Ospedale Civico di Palermo Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia (Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10 riaccreditato FINCO quadriennio 2011-2014) Piazza Leotta – Palermo Primario Prof. Luigi Alio tel.: 091.6662505- 091.6662509 fax: 091.6662662 e-mail: minichirurgia@libero.it Medico addetto al Centro: Maria Concetta Accursio (ostetrica – ginecologa e uroginecologa) Ostetrica: Agata Silvana Fontana Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) dalle ore 09,00 alle 13,00 Numero 9 Sicilia Azienda Ospedaliera Umberto I – Siracusa Divisione U.O.C. di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10 riaccreditato FINCO il 28 marzo 2011- quadriennio 2011- 2014) Direttore Dr. Gaetano De Grande tel.: 0931.724005 fax: 0931.724006 Medici urologi addetti: Giancarlo Rizza, Bartolomeo Lentini, Giuseppe Lapira e Massimo D’Alessandro Infermieri Professionali: Rosa Moncada, Antonio Ragaglia, Francesco Tuccio, Antonino Barone e Paola Gervasi Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi), previa prenotazione al CUP dell’Ospedale Numero 10 Sicilia Azienda Ospedaliera Papardo di Messina U.O. di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Contrada Papardo - Messina Primario: Dott. Salvatore Rotondo

23


Medico addetto: Pietro Pappa (urologo) tel.: 090.3992281090.3993430 fax: 090.3992284 sito web: www.urologiamessina.it Il Centro FINCO è aperto ogni mercoledì lavorativo dalle ore 08,45 alle 13,30 Numero 11 Lazio Ospedale di Frosinone Reparto di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Viale Giuseppe Mazzini - Frosinone Primario: Dott. Massimo Parlanti – tel.0775.18832380775.1883253 fax: 0775.884025 Medici addetti: Tommaso Trementozzi (urologo) e Franco Chiappini (urologo) Infermieri Professionali: Filomena Zarrelli e Teresa Colapietro Il Centro FINCO è aperto: lunedì: ore 08,30 – 14,00 - martedì: ore 08,30/12,00 – 14,00/17,00 mercoledì: ore 09,00/13,00 - giovedì: ore 09,00/13,00 venerdì: ore 11,00 /13,00 – 14,00/17,00 Numero 12 Piemonte Azienda Sanitaria Ospedaliera “San Luigi di Orbassano” Orbassano (TO) Urologia Universitaria - (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Regione Gonzole,10 10043 - Orbassano (TO) Primario: Prof. Roberto Mario Scarpa – tel.: 011.9026757 (day hospital)- 011.9026533 fax: 011.9026743 Medici addetti: Ivano Morra (specialista urologo e-mail: ivanomorra@yahoo.com) e Davide Vaccino Infermieri Professionali: Liliana Davide e Daniela Rossi Il Centro FINCO è aperto: lunedì - endoscopia: ore 8/14 - martedì – flussometria ore 9/12, riabilitazione ore 9/12, indagini urodinamiche ore 9/12 mercoledì – indagini urodinamiche ore 9/12, visite ore 14/17 - giovedì – flussometria ore 9/12, riabilitazione ore 9/12 venerdì – riabilitazione ed endoscopia, tutta la giornata Numero 13 Sardegna Università di Sassari - Dipartimento di Farmacologia, Ginecologia e Ostetricia (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Viale San Pietro,12 - 07100 Sassari Primario: Prof. Salvatore Dessole - tel.: 079.228261 – 079.228262 – 079.228264 fax: 079.228265 E-mail: dessole@uniss.it sito web: www.clinicaginecologicasassari.com Il Centro è aperto nei giorni lavorativi dalle ore 09,00 alle 14,00. Medico Responsabile del Centro: Ermes Donolo (specialista in ginecologia e ostetricia) Medici addetti: Giampiero Capobianco (specialista in ginecologia e ostetricia, ricercatore universitario), Ostetriche: Giuseppina Saba, Albertina Zara Numero 14 Piemonte Ospedale San Giacomo UOC di Ostetricia e Ginecologia - Novi (AL) (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via E. Raggio,12 – 15067 Novi (AL) Primario: Dr. Silvio Leonardi - tel.: 0143.332461 fax: 0143.332460

24

e-mail: enricotanganelli@libero.it Medici addetti: Silvio Leonardi (direttore dell’UOC) Enrico Tanganelli (responsabile U.S. di uroginecologia) e V. Casagrande (medico dell’UOC) Infermieri professionali: Patrizia Masini e Simona Muratore Ostetriche: A. Palmisano e A. M. Montanari Il Centro apre nei giorni dispari (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle ore 8 alle 12 - tel.: 0143.332356. Per urodinamica ginecologica: martedì ore 10/12 (prenotazione CUP – Tel.: 0143.332820. Per le visite uroginecologiche: martedì dalle ore 12 alle 14 Numero 15 Lombardia Azienda Ospedaliera di Treviglio - Bergamo Unità Dipartimentale di Urodinamica Neuro-Urologica ed Andrologica (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Piazzale Ospedale,1 24047 Treviglio (BG) Direttore: Dr. Oreste Risi - tel.: 0363.424221 fax: 0363424490 Sito web: www.ospedale.treviglio.bg.it E-mail: oreste_risi@ospedale.treviglio.bg.it Medici addetti: Antonio Manfredi (urologo), Gianni Baudino (ginecologo), Emanuela Agazzi (neurofisiologa), Brigida Rocchi (ginecologo), Nadia Ventura (fisiatra), Giampaolo Bonetti (psico-sessuologo) e Rossana Cestarolli (fisioterapista) Infermiera Professionale: Spreafico Chiara Ostetrica: Dondossola Graziella Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 16 Numero 16 Marche Azienda Sanitaria Unica Regionale – Zona Territoriale 7 Ancona Presidio Ospedaliero di Osimo (AN) - Unità Operativa di Chirurgia D’Urgenza (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Leopardi,15 – 60027 Osimo (AN) Sito web: www.asurzona7.marche.it urosimo@tiscali.net Direttore: Dr. Elio Fiore - tel.: 071.7130659 fax: 071.7130680 Medici addetti: R. Claudini (urologo), El Asmar (urologo) Infermiere professionali: M. Luccarini e M. Sciapichetti Il Centro è aperto tutti i giorni lavorativi tel.: 071.7130682 – e-mail: villanovaa@asurzona7.marche.it Numero 17 Trentino Alto Adige Ospedale Civile di Bressanone Reparto di Urologia (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Dante Alighieri,53 – 39042 Bressanone Direttore: Dr. Josef Gallmetzer – tel.: 0472.812920 - fax: 0472.812929 – 0472.812939 e-mail: urologia@sb-brixen. it Medici addetti: Achim Herms (specialista urologo), Walter Reider (ginecologo), Venera Thalmann (ginecologa) e Alida Di Gangi (psicologa) Fisioterapiste specializzate: Irmgard Malsiner, Katja Springeth, Lilly Unterkircher e Astrid Gamper Infermieri professionali: Josefine Plieger ed Helga Vitroler (specializzate per l’incontinenza e le stomie) Il Centro è aperto lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle 15 – il mercoledì dalle ore 9 alle 17. Tel.: 0472.813974 – 0472.812939

Numero 18 Lombardia Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli – Presidio Ospedaliero Macedonio Melloni Struttura Semplice di Uroginecologia – Milano (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Macedonio Melloni,52 20129 Milano Direttore: Dr. Vincenzo Leone - tel.: 02.63633297 - fax: 02.63633241 – E-mail: enzoleone@fastwebnet.it Medici addetti: Vincenzo Leone (uro-ginecologo), Michele Pertone (ginecologo), Carla Pace (ginecologa) e Paola Zanetti (ginecologa) Ostetriche: Patrizia Dattoli, Paola Tognetti e Anna Chirico Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 15 Numero 19 Campania Azienda Sanitaria Locale SA2 Presidio Ospedaliero San Francesco D’Assisi Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia – Oliveto Citra (SA) (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Clemente – 84020 Oliveto Citra (SA) Sito web: www.aslsalerno2.it e-mail: davidedevita@tiscali.it Direttore: Dr. Favina Pasquale tel.: 0828.797141 fax: 0828.793297 CUP. 0828.797150 Medici Addetti: Davide De Vita (specialista in ginecologiaOstetricia, assistente in formazione in urologia) e Gennaro Auriemma (specialista in ginecologia-ostetricia, oncologo), Dr.ssa Ilde Gioia Ostetriche: Alfonsina Rosalia, Rita Favivena. Il Centro è aperto ogni martedì lavorativo dalle ore 15 alle 19 Numero 20 Toscana Ospedale Santa Maria Annunziata – Bagno a Ripoli (FI) Unità Operative di Chirurgia d’Urgenza (Centro Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via dell’Antella – Bagno a Ripoli (Firenze) Direttori Prof. Riccardo Bartoletti e Dr. Paolo Campatelli Medici addetti: Aldo Sommavilla (urologo), Tommaso Lai (urologo) e Maria Teresa Scozzari (ginecologa) Infermieri professionali: Roberta Gori, Roberta Barchi e Daniela Berlingioni Fisioterapista: Marilena Carbonaro Ostetriche: Paola Guerrini, Elisabetta Galanti, Mery Malavolti e Laura Vitellozzi Il Centro è aperto il martedì e giovedì lavorativi, dalle ore 8,30 alle 14. Tel. 055.2496752 (chirurgia D’urgenza)- fax: 055.2496280 E-mail: Roberto.Bartoletti@asf.toscana.it Numero 21 Campania II Università di Napoli – Azienda Universitaria Policlinico – D.A.S. di Ostetricia, Ginecologia e Neonatologia (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Largo Madonna delle Grazie,1 – 80138 Napoli Direttore: Prof. Nicola Colacurci Medici addetti: Nicola Colacurci (Ordinario Ginecologo – Direttore D.A.S.), Luigi Cobellis (ginecologo), Marco Torella (dottorando), Luigi Brusciano (coloproctologo), Marco De Sio (urologo), Laura Del Piano (ginecologa), Raffaele Gimigliano (Direttore Fisiatra), Heidi Del Vecchio (psichiatra) e Roberto Grassi (radiologo) Ostetrica: Sig.ra Pellino Angela Il Centro è aperto ogni giorno lavorativo (lunedì/venerdì) dalle ore 8,30 alle 14. Tel.: 081.5665620 fax: 0815665610 e-mail: Nicola.Colacurci@unina2.it. Sito web: www.unina2.it

Numero 22 Veneto Ospedale Civile San Bartolo – Vicenza Unità Operativa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Rodolfi,37 Vicenza Direttore: Prof. Andrea Tasca - Telefax: 0444753849 Sito web: www.ulssvicenza.it E-mail: segreteria.urologia@ulssvicenza.it Medici addetti: Giuseppe Benedetto (urologo), Dr. Luigi Cavarretta (urologo) e Enrico Scremin (urologo) Infermieri professionali: Giancarla Pozzan, Monica Levratti, Elisabetta Zaccaria e Maria Rosa Perez Il Centro, per l’urodinamica apre il lunedì e martedì dalle ore 9 alle 13. Il 1° lunedì del mese dalle ore 9 alle 13 per la videourodinamica. Per l’uroflussometria le giornate sono il martedì e giovedì pomeriggio, dalle ore 15 alle 19. L’Ambulatorio Divisionale apre ogni martedì e giovedì dalle ore 8,30 alle 13 Numero 23 Sicilia Azienda Sanitaria Locale n.5 Messina Ospedale “SS. Salvatore” Mistretta (ME) Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Centro Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via A. Salomone - 98073 Mistretta (Messina) Direttore: Dr. Giovanni Pinelli Medici addetti: Carmela Catanzaro (ginecologa), Francesco Caputo (ginecologo) e Enzo Sanzarello (ginecologo consultorio) Caposala: Gaetana Polisti Infermieri: Maria Caputo, Gaetana Porcello e Domenica Casentino. Ostetriche: Grazia Di Marco, Sebastiana Cocchiara e Anna Maria Galipò Assistente sociale con ADI: Dr.ssa Lutri Calopera Il Centro è aperto il mercoledì e giovedì lavorativi, ore 9/12. Tel.: 0921.389239 Fax: 0921.389227 E-mail: ginecologiamistretto@libero.it Numero 24 Toscana Ospedale Santa Maria Alle Scotte - Siena Centro Medico Chirurgico per l’Incontinenza Urinaria (Centro accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Viale Bracci,16 Siena Direttore: Prof. Felice Pertaglia tel.: 0577.5866020577.586603 fax: 0577.233454 e-mail: cesa@unisi.it Medico addetto: Anna Bernabei (specialista in ostetricia e ginecologia) Ostetrica – caposala: Graziana Cipriani Medici addetti al “Centro per la Riabilitazione del Pavimento Pelvico”: A. Piccolamini (coloproctologo), F. M. Mattei (urologo) e Olivelli (neurologo). Il Centro visita il lunedì e martedì mattina, ore 9/13 Numero 25 Abruzzo Università degli Sudi “Gabriele D’Annunzio” Chieti Policlinico SS. Annunziata - Clinica Urologica (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via dei Vestini – 66100 Chieti Direttore: Prof. Raffaele Tenaglia - e-mail: r.tenaglia@unich.it Medici addetti: Romina Iantorno, Pasquale Criniti, Vincenzo Maria Altieri, Giuseppe Coschignano, Miranda Di Matteo (Ass. Sanitaria), Manuela Mucci (ginecologa), Giuseppe Ricciardulli (ginecologo), Dr. Marco Liberati (ginecologo) e

25


Grazia Camastra (ginecologa). Infermieri professionali: Francesco D’Angelo, Pia Ponzetti, Maurizio Canta Il Centro visita: martedì e venerdì lavorativi, dalle ore 9 alle 12. Tel. Clinica Urologica: 0871.358253 Fax: 0871.552080 Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neuro-fisiologici, ecografia ad domino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, trattamenti chirurgici Numero 26 Lazio Colombo Studio Medico Specialistico s.r.l. – Roma (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Tiberio Imperatore,19 – 00145 Roma Direttore: Dott. Francesco D’Adamo Medici addetti: Massimo Alegiani (ginecologia/ecografia), Stefania Cuzzari (Urologa), Isabella Meldolesi (ginecologa), Gianfranco Ortolani (urologo), Dott. Giancarlo Perticone (ginecologo), Giorgio Vencenti (uro-andrologo). I.P.: Anna Rita Bordi, Tiziana Panella. Tel.: 06.59649955    Fax: 06.5417397     E-mail: info@colombolab.com Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neuro-fisiologici, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, laboratorio analisi cliniche, radiologia, risonanza magnetica, TAC, fisioterapia, etc. Il Centro visita dal lunedì al venerdì lavorativi, dalle ore 10 alle 20  Numero 27 Piemonte Ospedale Specializzato in Recupero e Rieducazione Funzionale - Torino Presidio San Camillo (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Strada Santa Margherita,136 - 10131 Torino Medici addetti al Centro: Giuseppe Giovine (gastroenterologo – fisiatra) e Marco Martini (fisiatra) Fisioterapisti:Serena Balocco, Stefania Bernardini, Katia Piretta Infermiera: Sig.ra Santina Carollo Il Centro è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 20. Al Centro afferiscono diverse figure professionali: fisioterapiste dedicate, psicologo, infermiere dedicate per personale d’ambulatorio e DH, servizio di fisioterapia per patologie associate, terapia occupazionale, etc. Tel.: 011.8199575 fax: 011.8199431 E-mail: g.giovine@hsancamillo.to.it Sito web: www.h-sancamillo.to.it Numero 28 Lazio ASL Roma B – Policlinico Casilino Unità Dipartimentale in Chirurgia Uroginecologica (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Casilina,1049 – 00169 Roma Direttore: Dr. Stefano Dati Medici addetti: F. Di Luzio (ginecologo), M. Di Stefano (ginecologo), R. Rocchi (ginecologo), D. Palma (medico interno), L. Iaconianni (ginecologo per ecografie pelviperineali) e B. Bottalico (ginecologo per ecografie pelviperineali). Infermieri: a rotazione. Sito web: www.aslromab.it

26

Il Centro è aperto il giovedì dalle ore 9 alle ore 14, per le visite uroginecologiche e follow-up operatori. Il lunedì dalle ore 9 alle ore 18 per gli esami urodinamici invasivi. Tel.: 06.231881 centralino – Ambulatorio urodinamico (lunedì ore 9/18) tel.: 06.23188725. Per l’Ambulatorio uroginecologico (giovedì ore 9/14) tel.: 06.23188295. E-mail: stefanodati@virgilio.it Numero 29 Puglia Università degli Studi di Bari – A. O. Policlinico Bari Divisione Ospedaliera di Urologia (Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2009/12) Piazza Giulio Cesare, 11 - 70124 Bari (BA) Direttore: Prof. Arcangelo Pagliarulo Medici: Gianfranco Giocoli Nacci e Nicola Proscia Caposala: Rosa Lagreca Telefono: 080.5592893 Fax: 080.5593150 E-mail: a.pagliarulo@urologia.uniba.it Sito web: www.policlinico.ba.it Servizi: Andrologia, Ecografia Urologica, Endourologia, E.S.W.L., Urodinamica, Urologia Ginecologia, Uroradiologia, laparoscopia, chirurgia mini-invasiva per l’incontinenza Numero 30 Toscana Azienda Ospedaliera Universitaria Senese U.O.P. Riabilitazione Funzionale (Centro Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2008/11) Viale Mario Bracci, 16 - 53100 Siena Direttore: Dr.ssa Marcella Pitzalis Coordinatrice del Servizio Disfunzioni Pavimento Pelvico: Dr.ssa Marcella Pitzalis Fisioterapiste: Cencini Martina, Martelli Lodovica e Sandra Rossi Sito web: www.ao-siena.toscana.it Per la “Giornata” vengono eseguite collegialmente consulenze gratuite e indicazioni finalizzate al superamento/miglioramento del sintomo. Le visite uroginecologiche sono effettuate senza prenotazione presso l’Ambulatorio diagnosi dell’incontinenza (dr.ssa Anna Barnabei) U.O. di Ginecologia ed Ostetricia, dell’A.O. U.S. 4° lotto, piano 5, stanza 6. Per le Disfunzioni del Pavimento Pelvico/ U.O.P. Riabilitazione Funzionale, lotto I, Piano 1S, Stanza n. 14, Dalle ore 8,30 alle 12,30. Per ulteriori informazioni sulla giornata 2009 telefonare al: 0577.585823/0577.586255 ore 12,30/14 – Dr.ssa Marcella Pitzalis Numero 31 Sardegna ASL n.7 Carbonia - P.O. Santa Barbara Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Centro Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2008/11) Via San Leonardo – Iglesias (Carbonia) Direttore: Dott. Giuseppe Santeufemia Medici addetti: A. M. Michelotto (Ginecologa), G. P. Marcia  (Ginecologo), I. Serra (Ginecologo), P. P.  Agus (Ginecologo), G. F. Altobelli (Ginecologo), S. Santeufemia (Ginecologa), R. Etzi (Ginecologa) Ostetriche: M. G. Zara, L. Zara, M. G. Sitzia, L. Colombaro, M. Olianas, I. Ballai, L. Dessì, E. Ruvioli I.P.: R. Desogus, R. Frattali, G. Cocco, A. Deidda, S. Madeddu, C. Podda, L. Secchi, C. Vacca, M. Craboni, P. Lindiri, F. Mulas. Tel. 0781-3922283/6 Fax:  0781-3922284   E-mail: ginigl@tiscali.it Numero 32 Piemonte GINTEAM - Studio Associato Del Tetto/Camanni – Ginecologia Mini-invasiva

Corso Marconi,37 – 10125 Torino (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Direttori struttura: Dr. Camanni/Del Tetto Medici addetti: Giorgio Febo, Emanuela Mistrangelo e Barbara Ferrero Ostetrica: Giovanna Gariglio Osteopata: Giuseppina Magliano Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna riabilitazione del piano perineale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: mercoledì mattina ore 9/12,30 mercoledì pomeriggio ore 14/17,30 Sito web: www.ginteam.it E-mail: info@ginteam.it Tel.: 011.6698882 fax: 011.6501012 Numero 33 Campania Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” Avellino Unità Operativa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via Otranto (Viale Italia) – 83100 Avellino Direttore: Prof. Virgilio Cicalese Medici addetti: Paolo Sambriola, Gennaro Micheletti e Anna Rita Cicalese Infermiere: Cristina Sanghez e Pasqualina Capobianco Fisioterapista: Tiziana Medea Masi Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, ecografia addomino-pelvica, endoscopia urinaria e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal martedì al venerdì, dalle ore 9 alle 14. E-mail: annaritacicalese@libero.it - Tel.: 0825.203151 Numero 34 Piemonte ASL TO1 Presidio Ospedale Martini - Torino S. C. Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via Tofane,71 - Torino Direttore: Dr. Leopoldo Comi Nella struttura ci sono urologi, un infermiere professionale e la Dr.ssa Enrica Agù (fisioterapista) Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 15,30. E-mail: kika.fisio@libero.it Sito web: www.aslto1.it Tel.: 011.70952527 fax: 011.70952327 Numero 35 Puglia Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” San Giovanni Rotondo (FG) Unità Operativa Compessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Viale Padre Pio – 71013 San Giovanni Rotondo (FG) Direttore: Prof. Antonio Cisternino Medici: Ercole Beccia, Antonio Colella, Giuseppe Cretì (Resp. Struttura Urologia pediatrica), Michelina Croce, Domenico Di Noia, Fernando Gatta, Costanzo Latiano, Michele Morcaldi, Antonio Rosati, Matteo Santodirocco, Nicola Sebastio e Pasquale Setola. Infermieri: Maria Martino (cccordinatrice infermieri), Pio La Torre (Enterostomista), Francesco Lauriola (enterostomista), Assunta Martino, Clementina Miscio, Vittoria Natale, Maria Ruberto, Giovanni Santoro e Nicola Taronno. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria,

urodinamica invasiva, video-urodinamica, e test neurofisiologici, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo, neuromodulazione tibiale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 13,30. Tel.: 0882.416357- 0882.410693- 0882.410633 fax: 0882.835412- 0882.410813 sito web: www.operapadrepio.it E-mail: urologia@operapadrepio.it Numero 36 Emila Romagna Azienda Ospedaliero/Universitaria di Parma Unità Operativa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via Gramsci,14 Parma Direttore: Prof. Pietro Cortellini Medici: Marta Simonazzi, Silvia Meli, Fornia Samanta e Matteo Ciuffreda, Nicola Azzolini e Antonio Barbieri Psicologa: Antonietta Albano Altri Collaboratori specialisti Urologi: Stefania Ferretti e Francesco Ziglioli. Infermieri: Monica Giuffredi e Caterina Tondi. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, video-urodinamica, ecografia addominopelvica, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo, neuromodulazione tibilae, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Centro di Riferimento nazionale: sfinteri artificiali maschili e femminili. Giorni d’apertura: lunedì e giovedì mattina (Riabilitazione). Martedì e mercoledì mattina (Esami urodinamici). Giovedì pomeriggio (Visite ambulatoriali). Venerdì mattina (Uroflussimetrie). Tel.: 0521.702182 – 0521.702764 fax: 0521.702185 e-mail: simonazzim@yahoo.it Sito web: www.ao.pr.it Numero 37 Sicilia Regione Sicilia Azienda Ospedaliera Villa Sofia – CTO Palermo Unità Operativa Medicina Fisica e Riabilitazione (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via del Fante,60 – 90146 Palermo Direttore: Dr.ssa Concetta Conti Medico responsabile: Dr.ssa Concetta Conti Medici: Concetta Conti (Dirigente medico fisiatra), Maria Rosaria Bellipanni e Leonardo Pellegrino. Tel.: 091.7808413 fax: 091.7808494 E-mail: medicinafisicariabilitazione@villafofia.it leonardo.pellegrino0@alice.it, concetta.conti@tiscali.it Sito web: www.villasofia.it Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, riabiltazione del piano perineale e elettrostimolazione funzionale del piano perineale. Visite: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 14. Numero 38 Toscana Nuovo Ospedale del Mugello – Borgo San Lorenzo (Firenze) Servizio di Uroginecologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Viale della Resistenza - 50032 Borgo San Lorenzo (FI) Direttore: Dr. Alessandro Fedi Medici addetti: Massimo Fabiani (uro-ginecologo), Roberto Lucchetti (Dirigente medico) e Elena Botti (Dirigente medico). Ostetriche: Donatella Olmi, Manuela Alterini e Rossella

27


Gualtieri. Fisioterapiste: Grazia Zeroni e Nicoletta Lombardi. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo e trattamenti chirurgici. Servizio di diagnosi precoce e cura dei difetti perineali nel post-partum. Giorni e orari d’apertura: mercoledì e venerdì (diagnostica). Tel.: 055.8451266 fax: 055.8451252 – 338.7065645 (Dr. Massimo Fabiani) E-mail: massimo.fabbiani@asf.toscana.it Sito web: www.asf.toscana.it Numero 39 Veneto Ospedale “San Bassiano” Bassano del Grappa (Vicenza) Struttura Complessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via dei Lotti,40 - Bassano del Grappa (Vicenza) Direttore: Dr. Guglielmo Breda Medici addetti: Adara Caruso e Guglielmo Beccolini. Infermieri: Fabiola Caregnato, Antonella Ferraro, Monica Pettenuzzo, Rosa Azzolin e Paola Bordignon. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, video-urodinamica, ecografia addominopelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: lunedì ore 8,30 – 12,30. Mercoledì ore 8,30 – 12,30 e Venerdì ore 8,30 – 12. Tel.: 0424.888416 fax: 0424.888417 recapito Cup 800.038990 E-mail: anna.volpato@aslbassano.it - adara.caruso@ aslbassano.it Sito web: www.aslbassano.it

28

Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Trattamento con tossina botulitica e Ambulatorio per urostomizzati. Numero 42 Puglia Fondazione Salvatore Maugeri – Cassano Murge (Bari) Unità Operativa di Neuroriabilitazione e Unità Spinale IRCCS (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via per Mercadante, km 2 - 70020 Cassano Murge (Bari) Direttore: Prof. Antonio Spanevello Medici Medici addetti: Dr. Roberto Nardulli (Responsabile U.O.) e Dr. Ernesto Losavio (neurologo/fisiatra) Infermieri: Patrizia Policoro e Anna Sorresso Fisioterapisti: Dr.ssa Maria Ripesi (Coordinatrice Area Riabilitativa), Dr.ssa Lucia Dileo (Riabilitazione pavimento pelvico) e Antonia Iannoni (Riabilitazione del pavimento pelvico). Tel.: 080.7814111/290/294/269 Fax: 080.7814383/328 Sito web: www.fsm.it/ist_cassano E-mail: roberto.nardulli@fsm.it, ernesto.losavio@fsm.it, maria.ripesi@fsm.it Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neurofisiologici, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione del piano perineale.

Numero 40 Toscana Ospedale “Campo di Marte” - Lucca Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Indirizzo: Via dell’Ospedale - 55100 - LUCCA (LU) Direttore: Prof. Gian Luca Bracco Medici: Gian Luca Bracco e Mariella Lenci I.P.: Isabella Grassi, Miriam Moncini Ostetricia: Bernardini Paola Telefono: 0583.970349 Fax: 0583.970108 Sito web: www.usl2.toscana.it E-mail: gl.bracco@usl2.toscana.it - glbracco@tin.it Servizi: visite specialistiche, ecografia addomino pelvica, ecografia pelvi-perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale e trattamenti chirurgici Giorni e orari d’apertura: lunedì, martedì e giovedì: ore 9 – 12.

Numero 43 Campania Studio CIEFFEMME (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Veneto,6 80016 Marano di Napoli (NA) Direttore: Dr. Renato Grispello Medici Responsabili: Dr. Ferdinando Mariniello (Resp. Coordinatore Medici – Fisiatra), Dr. Aniello Piscopo (urologo), Sergio Bertogliatti (Fisiatra) e Dr.ssa Alberta Casella (psicologa) Fisioterapisti: Giampiero Camardella e Cassese Pasquale Ginecologo: Dr. Carlo Avitabile Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 19,30. Telefono: 081.7131461. E-mail: ferdinandomariniello@inwind.it studiocieffemme@pec.it Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione tibiale e sacrale, trattamenti chirurgici (n.d.r.: possibilità di invio del paziente presso struttura accreditata per eventuali trattamenti chirurgici).

Numero 41 Campania Azienda Ospedaliera Rummo – Benevento Unità Operativa Complessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via dell’Angelo,1 82100 Benevento Direttore: Dr. Luigi Salzano Medico Responsabile Centro: Dr. Antonio Quaranta Infermieri: Serafino Girardi e Antonietta Raffa Fisioterapisti: Di Nicola Carmine Ostetrica: Gelsomina Pannella Telefono: 0824.57473 - 82 – 83 – 89. E-mail: antonioquaranta@virgilio.it Giorni e orari d’apertura: lunedì, martedì e giovedì. sito web: www.ao-rummo.it.

Numero 44 Lazio Ospedale San Giovanni UOSD di Uroginecologia (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via dell’Amba Radam,9 00100 Roma Direttore: Dr. Dario Busatta Medici Responsabili: Dr. Pasquale Vitullo (Dirigente medicoginecologo) Infermieri: Maria Grazia Piras Caposala: Cosimo Costante Giorni e orari d’apertura: tutte le mattine dalle ore 07,30 alle 19,30. Il Lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 15 alle 16,30

Telefono: 06.77055774 fax: 06.77055550. E-mail: d.busatta@libero.it sito web: www.hsangiovanni.roma.it Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neurofisiologici, ecografia addominopelvica, ecografiua pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Instillazioni vescicali con farmaci. Numero 45 Sicilia Azienda Ospedaliera Villa Sofia – CTO Palermo Unità Operativa di Urologia Ginecologica “Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e la Cura dell’Incontinenza Urinaria Femminile”. (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Piazzetta Salerno n°1, 90146 Palermo Direttore: Prof. Biagio Adile Medici addetti:  Dr. Giorgio Gugliotta ( Uroginecologo)  Dr. Mario Pitarresi (colonproctologo), Dr. Gerlando Chiara (Urologo) Infermieri: Sig.ra Miriam Giallombardo, Maria Giampino e Ninfa Maria Grispo Psicologa:  Dr.ssa Concetta Valerio ( volontaria) Segreteria: Sig.re Giuseppe Canora e Anna Grasso sito web: www.urogynvillasofia.it Il Centro è aperto nei giorni dispari (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle ore 08,00 alle 14,00, i giorni pari (martedì e giovedì) dalle ore 08,30 alle 16.  Le prenotazioni si possono effettuare telefonicamente allo 091.7808070 tutte le mattine dal Lunedì al Venerdì oppure presso il sito. Presso il Centro è possibile effettuare un completo workup uro-ginecologico sia obbiettivo che strumentale (esame urodinamico completo, cistoscopia, ecografia del pavimento pelvico)   per la diagnostica dell’incontinenza urinaria femminile e delle alterazioni della statica del pavimento pelvico.  Workup coloproctologico (manometria rettale) nella diagnostica della defecazione ostruita e del prolasso rettale. E’ possibile eseguire il trattamento con farmaci per instillazione endovescicale (EMDA) per la cura della cistite interstiziale, delle cistiti batteriche ricorrenti e della vescica iperattiva. Si effettua la stimolazione del nervo tibiale (PTNS) nel trattamento della vescica iperattiva e del dolore pelvico cronico. Trattamento chirurgico del prolasso uterovaginale, dell’incontinenza urinaria da sforzo, del cistocele con tecniche chirurgiche miniinvasive protesiche e non. Trattamento chirurgico di tutte le patologie del basso tratto urogenitale che si avvalgono della competenza uroginecologica (diverticoli, fistole, caruncole uretrali). Per il trattamento chirurgico il Centro dispone di sei posti letto presso l’U.O. di Urologia della stessa Azienda Ospedaliera. Numero 46 Liguria Ospedale San Paolo- Savona S.C. Ostetricia e Ginecologia- Padiglione Astengo (centro accreditato FINCO il 2 luglio 2010- quadriennio 2010- 2013) Via Genova, 30 – 17100 Savona Primario: Prof. Salvatore Garzarelli Medici: Michele Parodi e Chiara Nadalini Infermiera: Sig.ra G: Dagnino E-Mail. salgarz@libero.it chiaranad@hotmail.com Tel. 019.8404884- 019.8404345 Fax. 019.8404955 Numero 47 Veneto ULSS 22-Bussolengo- Verona Ospedale di Isola della Scala Unotà Operativa di Urologia- (Centro Accreditato FINCO il 2

luglio 2010- quadriennio 2010- 2013) Via Roma, 60- Isola della Scala (VR) Primario: Dr. Giuseppe Pecoraro Medici: Giuseppe Pecoraro, Giovanni Olivo, Luigi Motta, Rossella Bertoloni, Michele Amonta e Egidio Marzoli Infermieri: Patrizia Gobbi e Antonella Givanni Per appunatamenti Tel: 045.6648522 Fax 045.7302588 E- Mail. rbertoloni@gmail.com Numero 48 Lombardia Università Degli Studi Di Milano Ospedale San Giuseppe – Milano Cuore U.O. di Urologia Clinica Urologica (Centro Accreditato FINCO il 2 luglio 2010- quadriennio 2010-2013) Via San Vittore,12 – 20143 Milano Direttore: Dr. Andrea Guarnieri Medico: Dr. Andrea Ceresoli Infermieri: Domenico Quartuccio e Silvana Comatidis Ostetrica: Guida Dialma Tel. 02.85994751 E-mail. Andrea.guarnieri@unimi.it Sito Web www.oh-fbf.it Numero 49 Lombardia Politerapica (Terapia della Salute) – Seriate (Bergamo) Via Nazionale,93- 24068- Seriate (Centro Accreditato FINCO il 13 gennaio 2011- quadriennio 2011-2014) Direttore: Dr. Pasquale Intini Medici: Dr. Pietro Agostini (fisiatra), Dr. Oreste Risi (urologo), Dr. Gianni Daudino (ginecologo) e Dr. Sergio Agradi (proctologo) Ostetriche: Monica Vitali, Raffaella Ferrara e Annalisa Guarnieri Fisioterapisti: Katia Franchina, Ilaria Riua, Mario Turolla e Elena Bratti Tel. 035.298468- E- Mail. Info@politerapica.it Sito Web www.politerapica.it Numero 50 Liguria ASL 1 Imperia Unità Operativa Divisione di Ginecologia e Ostetricia (Centro Accreditato FINCO il 13 gennaio 2011- quadriennio 2011-2014) Via S. Agata,57 18100 Imperia Direttore: Prof. Franco Golero Medici: Dr.ssa Matilde Glorio ( ginecologa- referente servizio urologia) e Dr.ssa Marina Giordano (ginecologa addetta servizio di ecografia perineale) Infermiere: Sig.ra Eva Carlevarino e Barbara Buccini E- Mail. im.ostgin@asl1.it Tel.0183.537206- 309 fax. 0183.537397 Numero 51 Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Matera Ospedale Madonna delle Grazie Ambulatorio di Urodinamica (Accreditato FINCO il 13 gennaio 2011 quadriennio 2011- 2014) Contrada Cattedra Ambulante- 75100 Matera Direttore: Dr. Giuseppe Disabato Medici Addetti: Dr. Vito Mancini e Dr. Italo Veneziano Infermiera: Norma Nobile Uro- Riabilitatore: Davide Di Prima Sito Web. www.asmbasilicata.it Tel 0835.253217 Fax. 0835.255497 Numero 52 Puglia Azienda Sanitaria Locale Bari Presidio Ospedaliero San Paolo- U.O. Ostetricia e

29


Ginecologia (Accreditato FINCO il 13 gennaio 2011- quadriennio 20112014) Via Caposcardicchio- 70123- Bari Direttore: Dr. M. Brattoli Medici: Dr.ssa Giovanna Scareggi, Dr. Francesco Carluccio e Dr. Domenico Ostuni Ostetriche: Maria Berardi, Virginia Terlizzi, Teresa Alesio e Rosaria Mattia Psicologa: Claudia Aufieri Tel. 080.5843668- 080.5843388 fax. 080.5843663 Sito Web: www.asl.bari.it E- Mail. giannascaraggi@libero.it Numero 53 Campania ASL NA3 SUD Presidio Ospedaliero “ Santa Maria della Pietà” (Centro Accreditato FINCO il 13 gennaio 2011- quadriennio 2011- 2014) U.O. Ginecologia Via Seminario, 1 80035 Nola (Na) Direttore: Dr. Cosimo Ricco Medici Resposabili: Dr. Francesco Ambrosio (ginecologo) e Dr. Oscar Primario (ginecologo) Tel. 081.8229220 (Stanza Prof. Ricco)- 081.8223126 (reparto) E- Mail: cosimoricco@tin.it Codice Rosso - incontinenza fecale Numero 1 Veneto Azienda Ospedaliera di Verona – Ospedale Civile Maggiore Prima Divisione Clinicizzata di Chirurgia Generale (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Piazzale Stefani,1 - 37126 Verona Primario: Prof. De Manzoni tel.: 045.8123063 – fax: 045.8072484 Medici addetti: Fulvio Leopardi, Teresa Di Palma, Pasquale Amantea (ginecologo) e Gianfranco Prati (chirurgia generale – urologo) Infermiere Professionali: Marina Sandrinelli e Paola Finetto Segreteria (Mara Pizzighella e Teresa Di Palma) e-mail: chirurgia.urgenza@univr.it Sito web: www.ospedaliverona.it Il Centro si occupa dello studio e del trattamento combinato delle disfunzioni perineali, oltre ad eseguire visite mediche collegiali. Il Centro FINCO è aperto tutti i giorni lavorativi dalle ore 09,00 alle 13,00 Numero 2 Lombardia Azienda Ospedaliera di Treviglio (BG) Unità Dipartimentale di Urodinamica Neuro-Urologica ed Andrologica (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Piazzale Ospedale,1 - 24047 Treviglio (BG) Direttore: Dr. Oreste Risi - tel.: 0363.424221 fax: 0363424490 Sito web: www.ospedale.treviglio.bg.it E-mail: oreste_risi@ospedale.treviglio.bg.it Medici addetti: Enrico Stringhi (chirurgia coloproctologica), Dr. Alessandro Lanzani (coloproctologo), Emanuela Agazzi (neurofisiologa), Antonio Manfredi (urologo), Nadia Ventura (fisiatra), Giampaolo Bonetti (psico-sessuologo) e Rossana Cestarolli (fisioterapista). Infermiera professionale: Spreafico Chiara.

30

Il Centro FINCO è aperto martedì e giovedì, dalle ore 14,30 alle 16,30 Numero 3 Piemonte Presidio Sanitario San Camillo – Torino Ospedale Specializzato in recupero e rieducazione funzionale (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Strada Santa Margherita,136 – 10131 Torino Medico addetto: Marco Martini (specialista fisiatra) La struttura è dotata di ulteriore personale specializzato: infermieri professionali, fisioterapiste dedicate, servizio di psicologia, servizio di fisioterapia per patologie associate, terapia occupazionale e servizio sociale. Sito web: www.h-sancamillo.to.it Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 16 - Tel.: 011.8199411 (Segreatria Anna Maria Senatore: 011.8199575) fax: 011.8199431 Numero 4 Toscana Azienda Ospedaliera Universitaria Senese Unità Operativa Riabilitazione Funzionale (Centro Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2008/12) Viale Bracci,16 53100 - Siena (SI) Direttore: Dr.ssa Maria Grazia Burroni Medici addetti: Marco Lorenzi, Piccolomini, Giuseppe Vuolo, Franco Papi, Natale Calomino e Monica Ulivelli. Telefono: 0577.585823/0577.585608 Fax: 0577.586151 E-mail: riab.funzionale@ao-siena.toscana.it sito web: www.ao-siena.toscana.it Servizi: Andrologia, Ecografia Urologica, Endourologia, E.S.W.L., Urodinamica Numero 5 Sicilia Azienda Ospedaliera “Cannizzaro” Catania Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Via Messina,829 Catania Direttore: Prof. Lino Succi Medici addetti: Antonio Carlo Privitera e Francesca Tornatore (Dietista) Infermieri: Rosa Tropea e Rita Lorino Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano-rettale, test neurofisiologici, ecografia addominopelvica, elettrostimolazione funzionale piano perineale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal lunedì mercoledì, giovedì e venerdi, ore 8 – 13 Tel. 095.7264349 – 095.7264346 fax: 095.7264322 - E-mail: antonelloprivitera@alice.it Sito web: www.ospedale-cannizzaro.it Numero 6 Lazio Università degli Studi di Roma “La Sapienza” - Roma Facoltà di Medicina e Chirurgia - Dipartimento di Chirurgia Generale - Specialità Chirurgiche e trapianti di organo “Paride Stefanini” - (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Azienda Policlinico Umberto I Viale del Policlinico,155 - 00161 Roma Direttore Struttura: Prof. Fabio Procacciante Medici addetti: Prof. Fabio Gaj, Prof. Donato Flati, Dr.ssa Giulia Diamantini, Dr. Salvatore Veltri e Dr. Antonello Trecca. Infermieri: Sig.ra Annalisa Pasqui e Sig.ra Antonietta Selis Tel.: 06.49978710 cell.: 335.6524037 E-mail: fagaj@tin.it Sito web: www.policlinicoumberto1.it Prestazioni erogate: visite specialistiche ambulatoriali,

manometria ano-rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino-pelvica, ecografia sfinteriale trans-anale, riabilitazione del piano perineale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari visite: ogni martedì e giovedì, dalle ore 8 alle 12. Numero 7 Sicilia Regione Sicilia Azienda Ospedaliera Villa Sofia – CTO Palermo Unità Operativa Medicina Fisica e Riabilitazione (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Via del Fante,60 – 90146 Palermo Direttore: Dr.ssa Concetta Conti Medico responsabile: Dr.ssa Concetta Conti Medici: Concetta Conti (Dirigente medico fisiatra). Maria Rosaria Bellipanni (dr. – ft) e Leonardo Pellegrino (dr. – ft). Tel.: 091.7808413 – 091.7808465 - fax: 091.7808494 E-mail: medicinafisicariabilitazione@villafofia.it, leonardo. pellegrino0@alice.it, concetta.conti@tiscali.it Sito web: www.villasofia.it Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, riabiltazione del piano perineale e elettrostimolazione funzionale del piano perineale. Visite: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 14. Numero 8 Puglia Fondazione Salvatore Maugeri U.O. di Neurologia Neuroriabilitazione e Unità Spinale IRCCS Cassano Murge - Bari (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Via per Mercadante,km2 70020 Cassano Murge - Bari Direttore: Prof. Antonio Spanevello Medici addetti: Dr. Roberto Nardulli (Responsabile U.O.) e Dr. ErnestoLosavio (neurologo/fisiatra) Fisioterapisti: Dr.ssa Maria Ripesi (Coordinatrice Area Riabilitativa), Dr.ssa Lucia Dileo (Riabilitazione pavimento pelvico) e Antonia Iannoni (Riabilitazione del pavimento pelvico). Tel.: 080.7814111/290/294/269 Fax: 080.7814383/328 Sito web: www.fsm.it/ist_cassano E-mail: roberto.nardulli@fsm.it, ernesto.losavio@fsm.it, maria.ripesi@fsm.it Prestazioni: test neurofisiologici, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione del piano perineale. Numero 9 Veneto Policlinico Universitario Dip. di Scienze di Padova (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Clinica Chirugica II Via Giustiniani, 2 Padova Direttore:Prof. D. Nitti Medici addetti: Prof. Giuseppe Dodi, Dr. E. Stocco Tel.049/8212055- 049.8212073 fax 049/651891 Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino pelvica, ecografia sfinteriale trans anale, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale, neuromodulazione sacrale. Numero 10 Campania Studio CIEFFEMME (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Veneto, 6 80016 Marano di Napoli (NA) Direttore: Dr. Renato Grispello Medici Responsabili: Dr. Ferdinando Mariniello (Resp. Coordinatore Medici – Fisiatra), Dr. Aniello Piscopo (urologo),

Sergio Bertogliatti (Fisiatra) e Dr.ssa Alberta Casella (psicologa) Fisioterapisti: Giampiero Camardella e Gemma D’Urso Ginecologo: Dr. Carlo Avitabile Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 19,30. Telefono: 081. 7131461 E-mail: ferdinandomariniello@inwind.it Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione tibiale e sacrale, trattamenti chirurgici (n.d.r.: possibilità di invio del paziente presso struttura accreditata per eventuali trattamenti chirurgici). Numero 11 Lombardia Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero Brescia (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Bissolati, 57 – 25154 - Brescia Medici addetti:Dr. R: Vaiana, Dr. M. Rozzini, Dr. C. Filippi. Ginecologa: Dr.ssa A. Roggia; IP. D. Maculotti - Riabilitatrice Stomaterapista Tel. 030/3518028-7 fax 030/3518787 Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino pelvica, ecografia sfinteriale trans anale, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale, neuromodulazione sacrale. Numero 12 Lombardia Politerapica ( Terapia della Salute)- Seriate (Bergamo) Via Nazionale,93- 24068 Seriate- Bergamo ( Centro Accreditato FINCO il 13 gennaio 2011- quadriennio 2011-2015) Direttore: Dr. Pasquale Intini Medici: Dr. Pietro Agostini (fisiatra), Dr. Oreste Risi (urologo), Dr. Gianni Daudino (ginecologo) e Dr. Sergio Agradi (proctologo) Ostetriche: Monica Vitali, Raffaella Ferrara e Annalisa Guarnieri Fisioterapisti: Katia Franchina, Ilaria Riua, Mario Turolla e Elena Bratti Telefono: 035.298468 E-Mail: info@politerapica.it Sito: www.politerapica.it Numero 13 Emilia-Romagna Ambulatorio di Coloproctologia Poliambulatori- Ospedale di Carpi- Modena Via guido Molinari, 2 - 41012 Carpi - Modena (Centro Accreditato FINCO il 20 ottobre 2011 qudriennio 2011-2015) Direttore: Dr. Gianni Natalini Medici: Dr.ssa Margherita Gavioli, Dr. Schiavone Antonio e Dr. Ferrara Luigi Infermieri Professionali: Monia Ferrari, Rita Pasquali e Simona Vernanini Prestazioni: Visite Specialistiche ambulatoriali,ecografia sfinterale trans-anale, riabilitazione piano perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale e trattamenti chirurgici.

31


Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo

V.le O. Flacco, 24 - 70124 Bari Tel. (+39) 080 5093389 Fax (+39) 080 5619181 www.finco.org

Eureka n. 10  

Eureka Anno VI n. 2 Luglio- Dicembre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you