Issuu on Google+

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70 % - DCB BA

Anno IV - numero 2

LUGLIO - DICEMBRE 2009


L'associazione FINCO vi orienta! E fornisce gratuitamente... Informazioni socio-sanitarie informazioni sugli ausili per la continenza

Consulenze di esperti

nel settore medico/infermieristico Consulenza legislativa Consulenza burocratica e tutela dei diritti

Francesco Cav. Diomede Enzo Dr. Lorusso

invio del Periodico

di informazione "Eureka" Tutti coloro che desiderano sostenerci possono effettuare un versamento alla Federazione Italiana INCOntinenti FINCO: Conto corrente Postale n. 892703 Casella Postale n. 30 - 70010 Capurso (BA) Banca Prossima codice IBAN IT28 R033 5901 6001 0000 0007 579

Iscriversi alla FINCO e ricevere i prossimi numeri del periodico di informazione EUREKA, è gratuito! Basta compilare e inviare il coupon a: Viale Orazio Flacco, 24 - 70124 Bari

Desidero iscrivermi all'Associazione Desidero ricevere i prossimi numeri di "Eureka" - Notiziario Finco Ho versato il mio 5 x mille alla FINCO

Lucio Prof. Miano (coordinatore) Arianna Dr.ssa Bortolami Stefano Dr. Dati Ivan Dr. Martines Maria Dr.ssa Ripesi UFFICIO PRESIDENZA Francesco Cav. Diomede - Presidente Marcello Avv. Stefanì - Vice presidente Maddalena Dr.ssa Strippoli - Segr./Tesoriera CONSIGLIERI Vincenzo Avv. Falabella Elena Sig.ra Granata Marco Sig. Salis Ludovico Sig. Taviano Antonio Sig. Trevisani REVISORI DEI CONTI Francesco Dr. Pasanisi Zingarello - Presidente Monica Sig.ra Di Roma Ivan Dr. Martines

FINCO Federazione Italiana INCOntinenti SEGRETERIA NAZIONALE Viale Orazio Flacco, 24 - 70124 Bari Tel. 080 5093389 - Fax 080 5619181 RECAPITO FINCO - Casella Postale n° 30 70010 Capurso (BA) Email: finco@finco.org

Registrazione: Tribunale di Bari n.1433, del 30/09/1999

Ai sensi del D. Lg.vo n. 196 del 2003 l'interessato/a acconsente che i dati personali forniti vengano utilizzati dalla FINCO (Federazione Italiana INCOntinenti) esclusivamente per aggiornamenti e informazioni relativi alla Federazione stessa. In relazione ai predetti trattamenti, Lei potrà esercitare i diritti di cui all'Articolo 7 del D. Lg.vo n. 196 del 2003

È vietata la riproduzione totale o parziale, con qualsiasi mezzo, di articoli, illustrazioni e fotografie pubblicati senza espressa autorizzazione dell’Editore. L’Editore non risponde dell’opinione espressa dagli autori degli articoli. Diffusione gratuita. Ai sensi dell’articolo 7 del D. Lg.vo n.196 del 2003 sulla “Tutela dei dati personali” ciascun destinatario della presente pubblicazione ha diritto, in qualsiasi momento di consultare, far modificare, o far cancellare i propri dati personali o semplicemente opporsi al loro utilizzo, tramite richiesta scritta.


Francesco Diomede Presidente FINCO

Lettera aperta del Presidente agli associati LA VOCE DELL'ASSOCIAZIONE... Cari Amici, il successo della nostra Associazione è merito di tutti Voi e soprattutto degli Operatori sanitari (medici, infermieri, ostetriche e fisioterapisti) dei “Centri accreditati FINCO”, che oggi ci garantiscono una migliore “Qualità e Quantità di vita”. Con tali finalità nel 1999 è nata la Federazione Italiana INCOntinenti, dieci anni di rivendicazioni e conquiste. Ma il nostro successo è anche merito dei mass-media e della ripresa del nostro Notiziario “Eureka”. Per queste motivazioni e in occasione del nostro primo decennale (1999/2009) il Presidente della Repubblica (Sen. Giorgio Napolitano) ha assegnato alla FINCO una medaglia “personalizzata”. Grazie Presidente Napolitano siamo tutti orgogliosi di questo “ambito riconoscimento”. In due lustri abbiamo accreditato circa sessanta “Centri FINCO” e a breve inizieremo a lavorare in rete per produrre la prima ricerca che non c’è: il “Libro Bianco sull’Incontinenza”. Un “Libro” che fotograferà il pianeta incontinenza (a 360°), il nostro vissuto quotidiano e la nostra vivibilità al di fuori dell’area medico scientifica. Un progetto voluto caparbiamente dalla FINCO e concretizzabile grazie al “Comitato Scientifico FINCO” e ai “Centri Accreditati” che intendono collaborare volontariamente. In sintesi faremo emergere e documenteremo la “ricerca che in Italia e Europa non c’é”. In dieci anni siamo stati ricevuti più volte in audizioni

Istituzionali (Camera, Senato, Ministeri, Regioni e Comuni), abbiamo stimolato innumerevoli proposte di legge a nostro favore e anche in questo Governo esistono quattro proposte di legge stimolate da noi e giacenti nelle Commissioni di Camera e Senato. Ma il vero handicap che ci nega il “diritto legislativo nazionale” è la cronica mancanza di fondi governativi. Per questa motivazione dobbiamo essere furbi e cambiare il nostro metodo operativo, diversamente potremmo stare un altro decennio a rivendicare tutela e diritti, senza nulla ottenere a nostro favore. L’obiettivo della Federazione è quello di richiamare l’attenzione delle Istituzioni e consentire la nostra “Tutela”, che nei fatti si concretizza con una migliore “Qualità e quantità di vita”. Altro serio problema è per noi la grave carenza di bagni pubblici esistenti nel Territorio, la mancata riabilitazione del pavimento pelvico, la scarsa qualità dei dispositivi medici (pannoloni, sonde, sacche, traverse, cateteri, etc.) consegnati dalle ASL e la mancata rimborsabilità dei farmaci per la continenza. Cari lettori il nostro successo legislativo dipende da noi e da un nostro modo di operare, pertanto chi ritiene di poter impegnare parte del proprio tempo libero per l’Associazione è invitato a contattarci al numero verde (800.050415) e proporsi come referente FINCO. Auspicando un consenso all’iniziativa, auguro a tutti Buone Feste e un futuro migliore.

3


NEWS

12 settembre 2009 è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo UFFICIO DI PRESIDENZA

Francesco Cav. Diomede (Presidente) 60 anni, paziente, da 22 anni svolge volontariato in ambito socio-sanitario e per la tutela dei diritti delle persone con disabilità. 18 anni fa ha fondato l’Associazione Pugliese Stomizzati, è stato presidente dell’Associazione Italiana Stomizzati e nel 1999 ha fondato la FINCO (Federazione Italiana Incontinenti). Nel 2005 a Roma fonda ed è eletto presidente della World Federation of Incontinent Patients (WFIP). E’ vice-presidente nazionale della F.A.V.O. (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia), nonché presidente dalla FAVO Puglia.

4

Marcello Avv. Stefanì (Vice-Presidente)

Maddalena Dr.ssa Strippoli (Segretaria/Tesoriera)

Avvocato cinquantenne, svolge la propria attività a Bari ed è consulente legale della FINCO. Riveste la carica di Segretario-Tesoriere della FAVO Puglia (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia). E' esperto in materie civilistiche, in particolar modo nelle discipline lavoristiche ed assistenziali. Ha altresì maturato esperienza nelle attività di assistenza al malato oncologico e loro familiari, nonché nel campo delle responsabilità mediche e delle strutture sanitarie. E' docente alla "Scuola Nazionale Aistom in Stomaterapia" e ai “Corsi” FINCO.

Diplomata infermiera professionale nel 1979, ha conseguito il diploma di maturità magistrale e nel 1984 consegue il diploma di abilitazione a funzioni direttive. Nel 1999 col presidente Francesco Diomede fonda la Federazione Italiana Incontinenti. Nel 1998 ha partecipato a un corso per “la riabilitazione del Pavimento Pelvico”, presso Ospedale S. Giuseppe (Fatebenefratelli di Milano). E’ relatrice e docente a innumerevoli corsi, congressi nazionali e regionali sull’incontinenza urinaria, fecale e stomale. E’ stata è fondatrice della “FINCO”, con l’incarico di revisore dei conti. In Puglia coordina i "Corsi FINCO per i Professionisti dell'Incontinenza".


Antonio Geom. Trevisani

CONSIGLIERI

35 anni, è nato e vive a Matera come geometra di cantiere presso l’Azienda di famiglia. E’ anche progettista di interni ed esterni (illuminazione).Dal 2007 è paraplegico a causa di un incidente stradale e presidente della FINCO Basilicata. Inoltre è Consigliere regionale dell’Associazione dei Giovani di Piccole e medie imprese della regione Basilicata. REVISORI DEI CONTI

Marco Sig. Salis Vincenzo Avv. Falabella 38 anni, pugliese, sposato, avvocato penalista, vive e lavora a Roma. A seguito di una caduta da cavallo riporta una lesione midollare a livello dorsale e dopo un percorso riabilitativo riprende l’attività professionale avvicinandosi nel mondo del volontariato, impegnandosi per la tutela dei diritti delle persone con disabilità. Nel 2006 diviene consigliere nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), nel 2008 è eletto vicepresidente FAIP (Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici).

Marco Salis, pensionato, vive e risiede a Cagliari dove ha ricoperto numerosi incarichi nel volontariato. A causa della retinite pigmentosa ha perso quasi totalmente, ma nella sua vita operosa ha stimolato innumerevoli iniziative umanitarie tese alla difesa dei cittadini bisognevoli di attenzione. Da anni è Consigliere nazionale FINCO.

Francesco Prof. Pasanisi Zingarello (Presidente)

Ludovico Sig. Taviano

41 anni, pugliese, è dottore commercialista e revisore ufficiale dei conti, iscritto all'albo CTU e Periti del Tribunale di Brindisi. Ha partecipato a molti convegni dell'università "Bocconi" di Milano sulle tematiche del "terzo settore". E’ un cultore della materia, nonché componente della commissione esaminatrice di Statistica e Statistica Aziendale del Dipartimento di Scienze Economiche e Matematico Statistiche, della Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Lecce.

74 anni, pensionato, vive e opera nel sociale a Milano.

Elena Sig.ra Granata 56 anni, nata e residente a Celico (CS), da 13 anni opera nel volontariato oncologico ed è Vice-presidente dell’Associazione “Anthos” di Cosenza. Inoltre è revisore dei conti alla FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) nazionale.

Monica Sig.ra Di Roma (Componente)

5


Romana di 36 anni, vive e lavora a Roma come impiegata diplomata. Da anni è impegnata nell’universo del volontariato combattendo ogni discriminazione contro le persone con disabilità.

Ivan Dr. Martines (Componente Revisori dei conti e Comitato scientifico) 32 anni, vive e risiede a Bari e nel 2007 ha conseguito la specializzazione in urologia presso l’Università degli Studi di Bari. Dal 2000 ha frequentato la sezione di urologia diretta dal prof. Arcangelo Pagliarulo, c/o il Dipartimento dell’Emergenza e dei Trapianti d’organo della Università degli Studi di Bari, dove tuttora è impegnato in attività clinica e scientifica, occupandosi di alcuni Trial clinici oncologici e contribuendo allo svolgimento di studi clinici e attività didattiche. Dal 2007 svolge attività di sostituzione specialistica ambulatoriale presso l’A.S.L. di Bari e l’A.S.L. della nuova provincia BAT (Barletta/Andria/Trani), oltre a essere impegnato come consulente urologo del numero verde nazionale della FINCO. COMITATO SCIENTIFICO

6

Lucio Prof. Miano (Coordinatore)

Stefano Dr. Dati (Componente)

E’ presidente FISU (Federazione Italiana delle Società Urologiche) e dal 2009 è componente dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA Commissione urologia e andrologia). E’ professore ordinario di urologia alla II Facoltà di Medicina e Chirurgia Università "La Sapienza" Roma. E’ primario U.O.C. Urologia - Ospedale Sant'Andrea. I settori di interesse sono: malattie prostatiche incontinenza urinaria femminile andrologia e calcolosi urinaria. Dal 1998 ha ricoperto importanti cariche nelle Società scientifiche (Segretario generale della Società Italiana Urologia - Membro corrispondente della Società Americana Urologia - è stato Membro della Società Internazionale Urologia - è stato Membro della Società Europea Urologia). E' autore di oltre 400 pubblicazioni.

Ha un incarico ospedaliero di “Altissima Professionalità a valenza Dipartimentale” (IP1D) in " chirurgia uroginecologica". Specialista in Ostetricia e Ginecologia Fisiopatologia della Riproduzione Umana - Andrologia. Già professore a contratto. Dottore di Ricerca in Scienze del Pavimento Pelvico. Ha ottenuto 4 idoneità di incarico U.O.C. E’ stato relatore di 106 comunicazioni/relazioni a congressi nazionali ed internazionali, nonché autore di 166 lavori scientifici editi a stampa. Primo operatore in 1230 interventi di chirurgia ricostruttiva e funzionale del pavimento pelvico. Attualmente è componente del Comitato scientifico della FINCO nazionale.

Maria Dr.ssa Ripesi (Componente) Arianna Dr.ssa Bortolami (Componente) Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione. Fisioterapista - già Professore a contratto Università degli Studi di Verona e Responsabile G.I.S. AIFI RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO.

Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione. Fisioterapista Coordinatrice area riabilitativa Fondazione Salvatore Maugeri IRCCS Cassano (Bari). Coordinatrice delle Attività Formative Professionalizzanti e Docente nel C.d.L. in Fisioterapia Università degli Studi di Bari. E' componente del Comitato Scientifico della FINCO dall'ottobre 2007.


NEWS

IL WEB È SEMPRE PIÙ ROSA l computer e la rete internet sono entrati in quasi tutte le case degli italiani e le donne superata la distanza tecnologica che le divideva dai loro compagni utilizzano sempre più spesso la rete e le risorse per comunicare e affrontare le situazioni più disparate. Infatti, community, forum, blog, social network, siti specializzati e riviste on-line moltiplicano sempre più gli strumenti e le opportunità per fornire risposte alle domande del gentil sesso, casalinghe in prima fila. Tanti e diversi sono i temi di discussione: da come conciliare la scelta del ristorante dove fare brunch con le amiche, a come evitare di pagare una bolletta esosa, dove trascorrere una buona vacanza, fino alla passione per le scarpe, il fitness, avere nuovi amici, etc. Ma cosa tiene legati a una community, un sito o un blog tutto al femminile?

I

Fiducia è una delle parole chiave, insieme alla Condivisione, Flessibilità, Capacità di entrare in relazione e sopratutto il “come” affrontare e risolvere le mille problematiche che accadono nella vita, ascoltando e condividendo in “rete” le esperienze altrui. L’ondata hi-tech al femminile è in continua ascesa nel mondo e coinvolge soprattutto l’universo del blog. Una tendenza sempre più presente in Italia e Europa, dove oltre ai blog di giornaliste esperte di settore si moltiplicano quelle delle donne “comuni”, particolarmente curiose e attente, alcune delle quali sono diventate famose grazie al passaparola dei lettori. Crescente su tutti i fronti del blogging, la presenza femminile è anche diventata una vera potenza sul ruolo e sui temi delle “mamme”: il Mommyblogging, così definito dagli statunitensi è addirittura il gruppo blogger più

numeroso del web. Uno studio sociale rivela che dedicare 10 minuti al dì al proprio passatempo digitale preferito riduce lo stress, favorisce la concentrazione e aumenta la produttività delle donne. E allora perché nell’arco della giornata non prendersi una pausa spendendo un pò del vostro tempo sui siti web che parlano delle nostre problematiche? www.finco.org www.giornataincontinenza.com youtube: incontinenza, facebook: Federazione Italiana Incontinenti - FINCO incontinenza. Troverete tante informazioni utili con la possibilità di interagire e raccontare le vostre esperienze di vita per affrontare e condividere le sfide quotidiane della vita.

9


L'INCONTINENZA URINARIA

a cura del Dr. Ivan Martines

Che cos’è l’incontinenza urinaria? L’incontinenza urinaria, come stabilito dall’International Continence Society è l’incapacità di controllare e trattenere l’urina. Essa può manifestarsi Dr. Ivan Martines con perdite variabili da una o poche gocce durante uno sforzo, fino alla continua perdita d’urina prodotta nell’intera incontinenza urinaria giornata. Una percentuale nonostante possa variabile tra il 2 e il 10% della sembrare un popolazione maschile presenta problema di poco perdite di urina. conto, rappresenta un enorme ostacolo alla vita Quali sono le cause della incontinenza? quotidiana di molti, aggravato L’incontinenza può essere dal fatto che attualmente è determinata da una disfunzione confessato solamente da poche della vescica, dell’uretra (canale persone. Eppure questo disturbo urinario) o di entrambe. La prima se affrontato in modo adeguato può manifestarsi per involontarie e con il giusto supporto di esperti contrazioni del serbatoio urinario di settore può essere che con la sua forza espulsiva completamente sconfitto.

L'

10

spinge l’urina all’interno dell’uretra con conseguente perdita involontaria; la seconda si determina quando il normale meccanismo di chiusura del canale (sfintere esterno o volontario perché sotto il controllo volontario del soggetto), non è capace di vincere la pressione esistente in vescica, come può avvenire nel momento in cui ci si alza in piedi, si tossisce, si cammina, si compie uno sforzo, accovacciandosi o, nei casi più gravi, anche a riposo. Un’altra causa sempre da attribuire a una disfunzione uretrale può essere una ostruzione del canale urinario, con conseguente sovra distensione vescicale e perdita di urina per rigurgito. Le cause di queste disfunzioni possono essere: • INFEZIONI URINARIE Possono determinare irritabilità della vescica con conseguente incontinenza urinaria per


neurologico alla base, sia del sistema nervoso centrale che periferico, comportando una alterazione dei meccanismi di regolazione del funzionamento vescico-uretrale. Si verificano contrazioni “non inibite” da parte della vescica con un meccanismo automatico, con conseguente aumento della pressione da parte del muscolo detrusore. La sindrome della vescica iperattiva si caratterizza, pertanto, per una urgenza di urinare, spesso con un aumento della frequenza dello stimolo e incostantemente con incontinenza.

contrazioni involontarie della stessa. • INVECCHIAMENTO L’età può determinare incontinenza con un meccanismo di degenerazione neurologica e/o muscolare. • INTERVENTI CHIRURGICI Gli interventi effettuati sulla prostata, specie quelli di asportazione totale (prostatectomia radicale) in caso di tumore, possono determinare una disfunzione dello sfintere con successiva incapacità di svolgere la funzione di contenimento. Anche alcuni interventi disostruttivi per l’ipertrofia prostatica possono determinare incontinenza sfinterica con un meccanismo analogo alla prostatectomia radicale. • SINDROME DELLA VESCICA IPERATTIVA L’iperattività detrusoriale è una condizione correlata generalmente ad problema

Come si manifesta l’incontinenza? Nella maggior parte dei casi l’incontinenza viene riferita come: • perdita di urina associata a condizioni di sforzo quali la tosse, lo starnuto, cambio della postura, per esempio alzandosi dalla posizione assisa alla posizione in piedi, in tali casi si parla di incontinenza urinaria da sforzo; • perdita di urina associata a uno stimolo minzionale improvviso, impellente e non rimandabile (urgenza) che non consente di raggiungere il bagno. In tal caso si parla di incontinenza urinaria da urgenza; • perdita di urina in entrambe le condizioni suddette, definita incontinenza urinaria mista; • perdita involontaria di urina durante il riposo notturno, definita enuresi notturna. In alcuni casi l’incontinenza si manifesta quale campanello di allarme di situazioni in cui la vescica completa il proprio svuotamento, in tal caso la vescica mette in atto alcuni meccanismi tali da determinare la perdita di una certa quantità di urina; tale condizione si definisce iscuria paradossa. In queste condizioni la terapia consiste migliorare lo svuotamento vescicale con alcuni farmaci piuttosto che trattare direttamente l’incontinenza. Inoltre, in questa situazione, se

non trattata è potenzialmente in grado di causare complicanze renali. La frequenza delle perdite può essere molto variabile: alcune persone hanno una incontinenza rara, meno di una volta alla settimana o al mese, altre perdono molte volte al giorno o anche continuamente. Incontinenza e Qualità di Vita... L’incontinenza urinaria non è pericolosa per la salute, se non nei casi più gravi, quando sia associata a immobilità e scarsa igiene personale. L’incontinenza urinaria può contribuire ad aggravare lesioni della pelle, le cosiddette lesioni da decubito, che compromettono sempre più lo stato di salute del soggetto nelle persone con ridotta mobilità. Invece, nella maggior parte dei casi l’incontinenza urinaria è un problema che “si limita” a minare la vita di tutti i giorni. L’incapacità di controllare la perdita di urina, oltre a problemi igienici provoca infatti disagio fisico, psicologico, suscitando sentimenti di imbarazzo e vergogna. Tutto ciò può creare disagio anche nell’attività lavorativa e nella vita sessuale. Si alimenta così un circolo vizioso, in cui la difficoltà a comunicare il proprio disturbo può aggravare il senso di frustrazione e giungere all’isolamento. Parlarne con il medico! Parlare della propria incontinenza è importante, anzi vitale. Con l’aiuto dei medici, infatti, sarà possibile valutare il suo caso ed escludere alcune situazioni in cui l’incontinenza è il segno di un’altra patologia più o meno grave, che va affrontata diversamente dalle situazioni in cui la perdita di urina è un problema isolato. Il medico inoltre potrà indicare le possibili soluzioni per la cura dell’incontinenza.

11


LA PAROLA AL NEUROFISIOLOGO La valutazione neurofisiologica delle disfunzioni del pavimento pelvico Dr. Vincenzo Monitillo vincenzo.monitillo@fsm.it

e disfunzioni del pavimento pelvico possono essere sottese da malattie neurologiche di varia natura che compromettono l’integrità dei complessi circuiti neurologici che presiedono alla continenza e alla “funzione perineale” . Qualora, sulla base di un accurata anamnesi, si sospetti una possibile causa neurologica di tali problematiche occorre applicare un protocollo di valutazione diagnostica che comprenda un esame neurologico generale, un esame neurofisiatrico del pavimento pelvico e, se ritenuti utili, la valutazione neurofisiologica del pavimento pelvico ed indagini neuroradiologiche (TAC e/o RMN dell’encefalo, del midollo spinale, RMN pelvica). L’esame neurologico generale ha il significato di rilevare segni clinici riconducibili a patologie neurologiche quali ad esempio demenze, encefalopatie multinfartuali, malattia di Parkinson, atrofia multisistemica, sclerosi multipla, patologie midollari e neuropatie a varia eziologia. La valutazione neurofisiatrica del pavimento pelvico comprende l’esame delle sensibilità, lo studio dei riflessi sacrali, la valutazione del tono muscolare e dell’attività

L

12

contrattile del pavimento pelvico. Occorre sottolineare come, talvolta, si rilevano sindromi caratterizzate da disturbi della minzione (ritenzione, pollachiuria, urgenza minzionale), disturbi della defecazione (proctalgia, tenesmo, stipsi), disturbi sessuali (vaginismo, dispareunia), dolore pelvico cronico che, in assenza di evidenza di lesioni neurologiche, possono essere ricondotte ad iperattività dei muscoli del pavimento pelvico. In tale ambito, la valutazione neurofisiologica del pavimento pelvico può rappresentare un’utile espansione dell’esame clinico. Le indagini di più consolidata e ampia applicazione clinica sono rappresentate dalla elettromiografia dei muscoli del pavimento pelvico, dallo studio elettrofisiologico dei riflessi sacrali, dalla valutazione della conduzione nervosa del n. pudendo. L’elettromiografia dei muscoli del pavimento pelvico rileva la presenza di sofferenza neurogena in fase subacuta o cronica, l’eventuale presenza di segni di reinnervazione nei muscoli esaminati, nonché attività elettromiografiche indicative di iperattività nei muscoli del pavimento pelvico. Lo studio elettrofisiologico dei riflessi sacrali consente l’esplorazione funzionale dei mielomeri sacrali S2-S4 (cono midollare) e delle relative vie afferenti ed afferenti e risulta estremamente utile nel differenziare le lesioni del cono

midollare da lesioni sovraconali. La valutazione della conduzione nervosa del n. pudendo può identificare neuropatie del n. pudendo di varia origine (conseguenti a trauma da parto, diabete mellito, compressione al canale di Alcock ecc). Pertanto, tali indagini consentono di confermare l’ipotesi di disfunzione neurogena, di precisare la sede e l’entità della lesione e di fornire indicazioni prognostiche. Si tratta, infatti, di valutazioni che esplorano da un punto di vista funzionale il pavimento pelvico, non invasive, facilmente ripetibili che ben si offrono al monitoraggio del paziente, fornendo indicazioni sull’evoluzione nel tempo del quadro clinico. Risultano, inoltre, utili per adottare di volta in volta appropriate strategie terapeutiche farmacologiche, ma soprattutto riabilitative (chinesiterapia pelvi perineale con esercizi isotonici, isometrici, strech-reflex, biofeedback, stimolazione elettrica funzionale, terapia comportamentale). In conclusione solo con un approccio multimodale alle disfunzioni del pavimento pelvico che prevede la collaborazione tra le varie figure professionali che generalmente affrontano tali problematiche (urologo, ginecologo, neurologo, neurofisiologo, fisioterapista, infermiere, ostetrica), è possibile un corretto inquadramento diagnostico e terapeutico.


la FAVO dal 2010 inoltrerà all’INPS le pratiche per l’invalidità civile e l’handicap dei malati oncologici. l 30 ottobre 2009 – P r e s s o i l Coordinamento Generale Medico Legale dell’INPS sono state presentate alle Associazioni dei malati le nuove procedure introdotte dall’Istituto, in ottemperanza alla Legge 102/2009, con riferimento alla gestione dell’intero processo di riconoscimento dell'Invalidità Civile. La FAVO, che da anni collabora con l’INPS, è stata espressamente invitata a partecipare all’incontro anche grazie alla sensibilità del Dott. Mastrapasqua, Presidente dell’INPS, verso i cittadini ammalati di cancro. L’avv.

L

14


Elisabetta Iannelli, segretario nazionale FAVO ha portato il contributo del volontariato oncologico alle innovazioni procedurali e telematiche del sistema di gestione delle invalidità civili. La nuova organizzazione dell’Invalidità Civile progettata dall’INPS riesce finalmente a risolvere le principali criticità che negli anni hanno comportato gravi disparità di trattamento tra le Regioni nei tempi di risposta al cittadino. La Federazione aveva sempre denunciato gravi ritardi nell’accesso ai benefici connessi all’invalidità civile e all’handicap che si verificano in alcune regioni italiane. Unico neo è l'eccessivo accorpamento delle commissioni invalidi, che spesso obbliga l'utenza a percorrere molti chilometri per sottoporsi a visita medica collegiale. Il Governo, su indicazione dell’INPS e sollecitazione della FAVO, per unificare a livello nazionale la procedura di accertamento delle invalidità civili, ha stabilito che dal 1° gennaio 2010 le domande per l’accertamento dell’invalidità e dell’handicap dovranno essere presentate, per via telematica, direttamente all’INPS, che da parte sua si è impegnato a concludere l’intera procedura dalla domanda e al pagamento della prestazione economica in 120 giorni. Inoltre, per quanto riguarda in particolare i malati neoplastici, l’INPS ha confermato e rafforzato le apposite linee di indirizzo volte a velocizzare l'accesso alle prestazioni come già previsto dalla legge 80/2006 (n.d.r.: visita medica entro 15 gg.), emanata grazie all’impulso del volontariato oncologico rappresentato dalla FAVO. La FAVO plaude all’azione di rinnovamento voluta dal Presidente dell’INPS, che viene apprezzata come un segnale della volontà del vertice dell’istituto di dare risposte concrete alle necessità di assistenza dei cittadini. L’atteso

riordino complessivo della materia delle Invalidità Civili appare finalmente improntato a fornire prestazioni in tempi certi ai cittadini che ne hanno diritto, consentendo al tempo stesso anche un netto miglioramento della qualità del servizio e una completa trasparenza dell’iter amministrativo. Invalidità civile Dal 4 luglio 2009 ai sensi dell’art. 56, comma 2, della legge n.69 del 2009, chi ha in corso una domanda di invalidità civile non può presentarne una nuova fino all’esaurimento dell’iter burocratico di quella pratica (fino al passaggio in giudicato della sentenza in caso di causa).

di autonoma considerazione e non entra nella valutazione che il giudice deve compiere ai fini del riconoscimento di una prestazione che ha natura assistenziale e viene concessa solo nei casi tassativamente indicati senza possibilità di interpretazione estensiva. Quanto all’impossibilità di deambulazione occorre avere riguardo a un difetto di autosufficienza talmente grave da comportare una deambulazione particolarmente difficoltosa e limitata nello spazio e nel tempo, tale da essere fonte di grave pericolo in ragione di una incombente e concreta possibilità di caduta” E’ quanto ha precisato la Cassazione con la sentenza n. 8718 del 2009.

L’invalidità civile spetta se richiesta nel mese di compimento del 65° anno La Cassazione con sentenza n.7043 del 2009, ha stabilito che:“nel caso in cui gli elementi costitutivi del diritto alla pensione di inabilità siano maturati prima del compimento del 65° anno d’età e la relativa domanda amministrativa sia stata proposta prima del compimento di tale data, la sostituzione della pensione di inabilità con quella sociale opera dal primo giorno del mese successivo a quello di compimento del 65° anno. La sostituzione avviene anche se ciò comporta che non venga pagato neanche un rateo della pensione di inabilità e si debba corrispondere direttamente la pensione sociale”.

Chemioterapia, può spettare l’accompagnamento Con la sentenza n.25764 del 2008 la Cassazione ha stabilito che l’indennità di accompagnamento spetta anche in caso di ricovero in una struttura pubblica laddove si dimostri che le prestazioni assicurate dall’Ospedale medesimo non esauriscono tutte le forme di assistenza di cui il paziente necessità nella vita quotidiana. Ne consegue che tale indennità non può essere quindi concessa anche in caso di trattamento chemio-terapico che comporti, per gli alti dosaggi e per il loro effetto sul singolo paziente, le condizioni previste per legge, cioè l’incapacità di deambulare o di svolgere gli atti di vita quotidiana.

Accompagnamento “L’accertamento sanitario volto a stabilire la sussistenza o meno dell’incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita, riguarda esclusivamente le comuni attività del vivere quotidiano, che costituiscono anche il presupposto naturale per una vita di relazione sociale, mentre la possibilità di svolgere una vita sociale non è invece suscettibile

Chemioterapia: la parrucca è detraibile Le spese sostenute per l’acquisto di una parrucca da parte di un paziente che ha perso i capelli in seguito alla chemioterapia o radioterapia è detraibile dall’irpef, purché la “protesi” sia prescritta da uno specialista. Lo ha chiarito la Direzione Regionale delle Entrate dell’Emilia Romagna, con nota n.909 - 19317 del 2009.

15


Veronika Wiethaler

Veronika Wiethaler docente di ginnastica del pavimento pelvico www.wiethaler.com

hi soffre di incontinenza può c o n t r i b u i r e notevolmente alla guarigione con la ginnastica del pavimento pelvico. Una ginnastica che si esegue in tuta su un tappetino con un insegnante e a casa. Una ginnastica che ha lo scopo di tonificare o in certi casi anche rilassare i tre strati muscolari che costituiscono la base del bacino, coinvolti nel funzionamento degli sfinteri urinari e rettali. La ginnastica del pavimento pelvico è il metodo meno invasivo per migliorare lo stato della salute dell’apparato urologinecologico e rettale. Durante e dopo un breve periodo di apprendimento con un esperto nell’insegnamento ed esecuzione dei movimenti, le persone colpite si esercitano per 15 minuti giornalieri, a casa, per un periodo di circa 2 mesi. L’attenzione quotidiana alla muscolatura la rende gradualmente più forte in modo che dopo un paio di mesi, a seconda dell’età e della gravità del problema, si può procedere con un allenamento saltuario. L’impegno personale è un aspetto molto gratificante, perch�� con la propria forza di volontà e concentrazione si riesce a contribuire al

C

16

Allenare il pavimento pelvico aiuta Una ginnastica per uomo e donna miglioramento o alla soluzione del problema. La ginnastica è un percorso attivo in cui la persona interessata impara a sentire, controllare e modificare il pavimento pelvico, sino al raggiungimento dell’autosufficienza. Sono circa 30 gli esercizi a disposizione per garantire un cammino graduale e variegato. Com’è possibile trarre vantaggio dalla ginnastica? Una parte fondamentale dell’insegnamento consiste nell’invitare la persona a conoscere la propria anatomia, in questo caso i tre strati muscolari e i loro riferimenti ossei, la fine della spina dorsale – il coccige – e i rami ischiopubici sui quali di solito siamo seduti. Gli esercizi proposti partono o dagli ischi o dal coccige. E’ compito dell’insegnante dimostrare e far comprendere come eseguire correttamente il movimento; per quasi tutti gli esercizi vengono fornite immagini utili a far partire il

movimento nel modo giusto. Per esempio, la spugna che si strizza tra i rami ischio-pubici, o il filo che tira il coccige e tanti altri. Accanto ai due modi di far partire l’esercizio da una struttura ossea esiste ancora la variante di muovere il perineo verso l’interno del corpo e rilasciarlo gradualmente, anche in questo caso può essere d'aiuto immaginare l’azione di una ventosa o di tirare su un telo. la ginnastica perineale può essere un percorso interessante e divertente con l’esito collaterale di aver conquistato una parte poco conosciuta del proprio corpo. A chi è consigliata la ginnastica del pavimento pelvico? Le donne costituiscono la maggior parte della popolazione soggetta a incontinenza. Un terzo delle donne dopo il parto soffre di incontinenza urinaria e un decimo d’incontinenza fecale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda


l’allenamento del pavimento pelvico durante la gravidanza e dopo il parto per la prevenzione e il trattamento dell’incontinenza. La donna in gravidanza può già arrivare a una buona conoscenza del perineo e le sue capacità di movimento e rilassamento facilitando così il parto. Dopo circa due mesi si può iniziare con la ristabilizzazione del perineo e così anche riassestare l’equilibrio tra bacino e spina dorsale, spesso indebolito. Molte neo-mamme soffrono di mal di schiena, la causa può essere talvolta un pavimento pelvico debole. In due mesi si ristabiliscono con facilità le funzionalità ed è la prevenzione più forte per la menopausa. Le donne che hanno rinforzato il loro perineo soffrono meno di incontinenza urinaria, in menopausa e dopo. Chi arriva in menopausa e inizia a perdere gocce di urina riesce a rimuovere il problema con una regolarità negli esercizi, sino a poi includerli nei lavori quotidiani, per esempio alzare pesi usando il perineo in modo corretto, utilizzare il perineo prima di uno starnuto e altro. Fortunatamente si sviluppa insieme alla longevità una consapevolezza interiore che contribuire alla salute del corpo, anima e mente. Tra questi c’è anche la ginnastica del pavimento pelvico. Persone di 80 anni hanno tratto profitto da un percorso di ginnastica perineale per prevenire o migliorare l’incontinenza ricavandone spesso anche altri vantaggi collaterali. Per esempio, uscire dall’isolamento e sentirsi più energici. Interventi alla prostata possono avere la consequenza di una leggera o più intensa incontinenza. Sarebbe utile se le persone colpite imparassero già prima dell’intervento a lavorare sul proprio perineo per poi essere preparati e allenarsi

più facilmente dopo l’intervento, sempre accompagnati in questo periodo di transizione e situazione emotivamente difficile. In Italia la spesa annua per i pannoloni, che causa non di rado irritazioni cutanee, è di oltre 400 milioni di euro a carico della sanità pubblica e dell’ambiente. Pertanto si comprende bene l'importanza di ridurre la spesa, impegnandosi in un’attività salutare che migliora l’incontinenza, la qualità della vita, accrescendo l’autostima. Alcuni esercizi: Il percorso di esercizi inizia in posizione supina o sdraiati sul lato; con il miglioramento ci si allena anche proni, a carponi, sullo sgabello e in piedi. Scoprire i rami ischio-pubici e il coccige. Seduti su una sedia o su uno sgabello si avverte sotto i glutei la struttura ossea, questo è l’ischio. Ischio e pube sono connessi dal ramo ischiopubico. Tra i due rami ischiopubici si trova la parte anteriore del pavimento pelvico. Se facciamo scorrere la nostra mano giù dalle vertebre lombari troviamo prima l’osso sacro e poi in fondo, poco sopra lo sfintere dell’ano, il coccige, cioè la nostra coda. Tra il coccige e i due ischi è situata la parte posteriore del pavimento pelvico.

POSIZIONE SUPINA LA SPUGNA - FASE 1

LA SPUGNA - FASE 2

La spugna In posizione supina portate il bacino in antiversione, creando una curva lombare inspirando. Fate caso che in questa posizione alla base del bacino si crea una sensazione di apertura: i rami ischio-pubici sono più lontani uno dall’altro, con l’immagine di strizzare una spugna tra i due rami ischiopubici portate il bacino in retroversione, cioè abbassate la curva lombare espirando. Adesso dovrete aver la sensazione di tensione alla base del bacino. Mantenete la tensione per sei secondi, respirando normalmente, e ripetete l’esercizio per sei volte. Premere la palla

Respirazione Quando inspiriamo il pavimento pelvico si estende e si abbassa, in espirazione si contrae e si muove verso l’interno del corpo. Eseguire le contrazioni in fase di espirazione aiuta la tonificazione del perineo. Questo vale anche per il sollevamento dei pesi: prima di sollevare, contrarre la base del bacino e espirando sollevare.

17


Prendete una palla morbida o un cuscino e posizionatelo tra le ginocchia. Mantenete l’immagine della spugna tra i rami ischio-pubici. Inspirate non facendo niente, nella fase di espirazione strizzate la spugna, questa volta tenendo fermo il bacino. Premete contemporaneamente la palla con le ginocchia. Mantenete la tensione per sei secondi respirando normalmente, rilassate lentamente contando fino a sei. Portare il coccige verso il soffitto

Massaggiate per un momento il vostro coccige. Ripetete l’esercizio della spugna. Nella fase di attivazione noterete che il coccige è diretto leggermente verso il soffitto. Immaginate un filo sul coccige che lo tira ancora più verso l’alto, sollevando così leggermente il bacino da terra. Abbassate la spina dorsale dalle vertebre toraciche in giù lentamente, tenendo la contrazione perineale fin che si abbassa il bacino a terra. POSIZIONE PRONA

Coccige verso terra Massaggiate di nuovo il vostro coccige per aumentare la sensazione da dove deve partire il movimento. Appoggiate la vostra fronte sulle due mani. Inspirate non facendo niente, espirando portate la punta del coccige verso l’osso pube o verso terra, come un cane che mette la coda tra le gambe. Noterete che anche in questa posizione la base del bacino diventa più stretta. Tenete respirando per sei secondi, rilassate lentamente e ripetete l’esercizio sei volte. Variazione Portate il coccige anche leggermente avanti puntando verso un lato in direzione dell’anca e verso l’altro lato. Questo movimento coinvolge le fibre muscolari diagonali del muscolo coccigeo. Disegnare Una volta sentito che si può far partire un movimento dalla punta del coccige, si riesce anche a farlo “disegnare”. Puntate il coccige verso il muro dietro di voi, immaginando che sia un pennello lungo. Disegnate una riga orizzontale verso destra e sinistra di circa 2 cm, un cerchio, una linea verticale, un fiocchio o otto orizzontale e altre cose a piacere. E’ molto importante mantenere ridotta l’ampiezza del movimento ed eseguirlo lentamente, osservando con attenzione la base del bacino. Più ampi sono i movimenti, più muscoli esterni vengono coinvolti, che prendono per abitudine il sopravvento. SULLA SEDIA La ventosa Appoggiatevi sulla sedia, seduti sui rami ischio-pubici, questo fa sì che la vostra spina dorsale si raddrizzi e il bacino sia in posizione verticale.

18

Concentrate la vostra attenzione sulla base del bacino. Immaginate di poter sollevare la sedia con il perineo, che funziona come una ventosa, tirando verso l’interno del corpo. Rilassate lentamente. Provate a eseguire l’esercizio tirando su in fase di espirazione, mantenete la contrazione per tre secondi, respirando normalmente per poi rilassare. Aumentate gradualmente la durata della tenuta. Quando avrete acquisito abbastanza dimestichezza con il vostro pavimento pelvico potete attivarlo anche durante la giornata in situazioni quotidiane, per esempio: Aspettando alla cassa, alla fermata dell’autobus... Provate a immaginare la spugna e spremetela, trattenete e rilassate. Portate il coccige leggermente in avanti verso il pube o verso terra. Risucchiate il perineo verso l’interno del corpo, rilassate lentamente. In questi casi la respirazione si lascia andare in modo naturale. Tutti gli esercizi sono tratti dal volume di Veronika Wiethaler, "Il pavimento pelvico. Come rivitalizzarlo e rinforzarlo", pubblicato da MorlacchiPerugia (libro e DVD) www.morlacchilibri.com


Arianna Bortolami

Il volume sulla riabilitazione del pavimento pelvico AUTORE Arianna Bortolami, Fisioterapista, Libero Professionista, Padova. Già Professore a contratto, Università degli Studi di Verona. Laurea magistrale in scienze delle professioni sanitarie e della riabilitazione. Fondatore e Responsabile del Gruppo di Interesse Specialistico (GIS) Riabilitazione del Pavimento Pelvico, Associazione Italiana Fisioterapisti (AIFI). PRESENTAZIONE Questo volume tratta la terapia riabilitativa del pavimento pelvico per i sintomi di tipo urologico, ginecologico, coloproctologico, sessuale e doloroso, correlati alle disfunzioni di tale zona. Il testo è scritto da fisioterapisti, medici specialisti, ed altri esperti del settore, confermando l’importanza di un approccio multidisciplinare. Il libro si basa sullo specifico processo utilizzato in fisioterapia: valutazione funzionale,

pianificazione, intervento e valutazione dei risultati, sviluppati all’interno di un processo di ragionamento clinico. PUNTI DI FORZA · Il volume è diviso in tre parti: Anatomia, Patologia, Riabilitazione. · Il testo fa riferimento all’evidenza scientifica ed alla terminologia standardizzata da Società Scientifiche riconosciute a livello mondiale, come l’International Continence Society (ICS). · Le varie fasi della riabilitazione sono descritte con l’aiuto di numerose illustrazioni, disegni e tabelle. · Per le tecniche e gli strumenti disponibili per la terapia riabilitativa, vengono descritte le varie modalità di utilizzo,facilitando la comprensione della pratica clinica. · Al volume è allegato un DVD contenente una serie di filmati commentati che descrivono

procedure relative alla valutazione funzionale, come L’osservazione visiva, La valutazione manuale, e alla terapia riabilitativa, come L’esercizio terapeutico, proposto nelle diverse fasi del processo riabilitativo, Il Biofeedback e La stimolazione elettrica funzionale. CONTENUTO PARTE I: ANATOMIA E FISIOLOGIA Capitolo 1 Anatomia e fisiologia PARTE II: PATOLOGIA E STATI PARTICOLARI Capitolo 3 Patologia e stati particolari PARTE III: RIABILITAZIONE Capitolo 4 Diagnosi e valutazione funzionale Capitolo 5 Principi di riabilitazione Capitolo 6 Tecniche, strumenti e altre opzioni terapeutiche Capitolo 7 Riabilitazione nei sintomi del pavimento pelvico: casi clinici. DESTINATARI Fisoterapisti, Studenti del Corso di Laurea in Fisioterapia, Professionisti Sanitari con competenze nelle disfunzioni del pavimento pelvico.

19


RUBRICA

GLI ESPERTI RISPONDONO capita saltuariamente di non riuscire a contenere sempre l’urina. In alcuni momenti, come durante brevi corse o quando sollevo un peso sento che essa esce, anche se cerco con tutte le mie forze di trattenerla. Negli ultimi mesi questa condizione mi pare peggiorata. Ho avuto due gravidanze e sono in menopausa da un paio d’anni, potrei migliorare la mia condizione con la riabilitazione del pavimento pelvico? Dr.ssa Arianna Bortolami Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione - Fisioterapista - già Professore a contratto Università degli Studi di Verona - Responsabile G.I.S. AIFI RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

Ci scrive la Sig.ra D.M. da Cesena: Gent.ma Dott.ssa Bortolami, sono una paziente di 50 anni e da circa un anno mi

20

Gent.ma Sig.ra, la riabilitazione del pavimento pelvico è nata proprio per i casi come il suo. La sua condizione è definita come “incontinenza urinaria da sforzo” ed è presente prevalentemente nel sesso femminile; si manifesta frequentemente dopo il parto e con l’arrivo della menopausa, ma può insorgere anche in altri momenti della vita della donna. La riabilitazione del pavimento

pelvico potrebbe aiutarla a ridurre o eliminare le perdite e ad evitare ulteriori peggioramenti. La terapia è indirizzata alla zona genito-urinaria-anale, costituita anche da tessuto muscolare che forma gli sfinteri. Dopo necessaria e attenta valutazione della zona e delle sue abitudini relative alla minzione, il professionista sceglie la tecnica terapeutica riabilitativa più adatta al suo caso. Potrebbero essere utilizzate l’esercizio terapeutico, il biofeeedback (strumento atto a rilevare l’attività muscolare), la stimolazione elettrica funzionale (per tonificare e rinforzare i muscoli perineali). Al termine della terapia riabilitativa, considerata la meno invasiva tra le diverse opzioni, se il risultato non fosse sufficiente per Lei e per la sua qualità di vita, potrebbero esserLe proposte la terapia farmacologia e/o la terapia chirurgica mini-invasiva.


spermatozoi si possono comunque recuperare direttamente dai testicoli facendo un prelievo chiamato TESE (Testicolar Sperm Extraction) per essere crioconservati (cioè congelati) e utilizzati per la fecondazione in vitro. Quindi la mia risposta in relazione alla fertilità è certamente affermativa.

Dr.ssa Cornelia Sparios Ginecologa/androloga presso lo Studio Medico “Vivendi” di Milano e presso l'stituto di Medicina Biologica di Milano. Contrattista presso il Centro Sterilità dell’Ospedale Niguarda Ca’Grande di Milano - Servizio Andrologia.

Mio marito ha subito un intervento alla prostata, possiamo ancora avere dei figli visto che non ha più una eiaculazione? M.D. Roma Cara lettrice, dipende dal tipo di intervento che è stato condotto: se ha fatto una prostatectomia radicale per una malattia tumorale sono state rimosse anche le vescicole seminali e tratti dei dotti deferenti (i canali per il trasporto dello sperma), per cui suo marito non ha più eiaculazione al termine di un rapporto sessuale. Se invece è stato sottoposto a un intervento con intento di rimuovere solo la parte cresciuta in eccesso, che causa molte volte disturbi nella minzione, ha una eiaculazione retrograda e quindi lo sperma non esce più attraverso la via naturale all’esterno, ma compie un percorso inverso, finendo in vescica. In questo caso soltanto gli spermatozoi possono essere recuperati dalla vescica dopo l’alcalinizzazione delle urine. In tutti e due i casi, invece, gli

Avv. Marcello Stefanì Consulente legale della FINCO nazionale

Chiunque può porre quesiti ai nostri esperti (andrologo, ginecologo, urologo,

Caro avvocato, nonostante i miei acciacchi non mi hanno riconosciuto l’invalidità civile del 100%. Che devo fare per veder riconosciuto il mio diritto? G. F. - Catania Cara Signora, purtroppo la normativa in vigore non prevede più la possibilità di presentare ricorso al Ministero del Tesoro. Inoltre se non è cambiato il quadro clinico non è più possibile ripresentare l’istanza di invalidità o d’aggravamento. L’unica soluzione possibile è quella di rivolgersi a un buon patronato e adire le vie legali tramite la magistratura ordinaria.

oncologo, avvocato, fisioterapista). Scrivere alla rubrica GLI ESPERTI RISPONDONO all'indirizzo Email finco@finco.org oppure alla FINCO - Viale Orazio Flacco, 24 - 70124 Bari o via Fax al numero 080.5619198. 21


i centri si presentano... D.: Quali sono le motivazioni che vi hanno indotto a richiedere il riconoscimento come Centro FINCO?

Palermo è una città molto particolare e le sue bellezze sono sparse ovunque, infatti si può ammirare: la Cattedrale, il palazzo Abatellis, la sede della Galleria Nazionale (con uno spettacolare affresco "Il trionfo della Morte" e "L'Annunziata" piccolo e stupefacente ritratto di Antonello da Messina), la Cappella Palatina e il palazzo dei Normanni, con gli splendidi mosaici, la deliziosa chiesa di San Giovanni degli Eremiti con il suo giardino di piante esotiche. Non può mancare una visita alla Focacceria San Francesco (davanti all'omonima chiesa), famosa per i suoi arancini e per il "pane c'a meusa", cioè "pane con la milza". E’ anche consigliabile una "capatina" a Monreale per vedere il Duomo con i suoi stupendi mosaici. Per la “buona sanità”, a Palermo, nell’Azienda Ospedaliera - Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello è presente l’Unità Operativa Dipartimentale di Uroginecologia. L’Unità è entrata in funzione nel 1983 come servizio di uro ginecologia, nel contesto dell’U.O. di Ostetricia e Ginecologia e a seguito della sua crescita esponenziale l’Assessorato alla Sanità della Regione Sicilia ha premiato l’impegno della struttura, designando il Servizio di Uroginecologia quale “Centro di Riferimento Regionale per la diagnosi e la cura dell’incontinenza urinaria”. Il “Centro”, nella sua configurazione attuale è stato inaugurato nel 2006, con un vasto eco tra i mass-media, nonostante la chiusura dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia. I vertici Aziendali, intelligentemente, per favorire l’incremento di questo Centro che trattava le pazienti provenienti dalla Sicilia e dall’Italia Meridionale, trasformava il Servizio in Unità Operativa Semplice Dipartimentale dotandolo di locali, risorse umane e strumentali, utili per fronteggiare le pressanti richieste dell’utenza. Negli anni l’attività si è quintuplicata e la struttura è stata accreditata come “Centro FINCO”. Dal 2007 partecipa alla “Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza” del 28 giugno e l’Unità svolge attività didattica di Uroginecologia presso la Scuola di Specializzazione di Ostetricia e Ginecologia dell’Università degli Studi di Palermo. Il Direttore dell’U.O.S.D. di Uroginecologia è il dr. Biagio Adile. Ritenendolo un “Centro” di riferimento importante per il sud Italia abbiamo rivolto al dr. Adile alcune domande...

22

R.: Crediamo che la FINCO sia tra le poche, se non l’unica Associazione che abbia come obiettivo primario quello di far condividere un problema altamente invalidante comune a tante persone quale l’incontinenza urinaria e fecale e cercare di aiutare con tutti i mezzi a sollevare un problema ancora pieno di tabù e reticenze tra chi ne soffre e spesso non affrontato con la dovuta responsabilità dagli Operatori sanitari e dalle Istituzioni, pertanto l’accreditare una struttura sanitaria, quale un Centro di diagnosi e cura per le patologie del basso tratto urinario e del pavimento pelvico nella donna, alla FINCO, significa creare un ponte di raccordo tra mondo sanitario e istituzioni, con al centro l’obiettivo principale:“curare chi soffre”, cioè il “paziente”. L’utenza non deve vagare da uno specialista all’altro senza risolvere il problema, ma deve avere dei punti di riferimento di alta qualificazione a cui rivolgersi, che sappiano offrire anche un supporto psicologico adeguato come la condivisione della patologia. D.: Quali sono i servizi offerti dal Vs. Centro e qual’é l’affluenza media registrata nell’anno? R: Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 08,00 alle 14,00, il lunedì/martedì/giovedì e venerdì, dalle 15.00 alle 18,00.


PALERMO Le prenotazioni si possono effettuare telefonicamente al 091.7808070, tutte le mattine dal lunedì al venerdì oppure presso il sito www.urogynvillasofia.it. Il centro è in continua crescita e lo attestano i dati che annualmente vengono inviati in Azienda, per esempio dalle 512 visite e 98 esami urodinamici nel 2002, si è passati alle 713 visite e 154 esami urodinamici nel 2005, per giungere alle 1.627 visite e 406 esami urodinamici dell’anno appena trascorso. In totale nell’ultimo anno sono state effettuate circa 5.500 prestazioni ambulatoriali. Presso il Centro è possibile effettuare un completo workup uroginecologico sia obbiettivo che strumentale (esame urodinamico completo, cistoscopia, ecografia del pavimento pelvico) per la diagnostica dell’incontinenza urinaria femminile e delle alterazioni della statica del pavimento pelvico. Workup coloproctologico (manometria rettale) nella diagnostica della defecazione ostruita e del prolasso rettale. E’ possibile eseguire il trattamento con farmaci per instillazione endovescicale (EMDA) per la cura della cistite interstiziale, delle cistiti batteriche ricorrenti e della vescica iperattiva. Si effettua la stimolazione del nervo tibiale (PTNS) nel trattamento della vescica iperattiva e del dolore pelvico cronico. Trattamento chirurgico del prolasso uterovaginale, dell’incontinenza urinaria da sforzo, del cistocele con tecniche chirurgiche mini invasive, protesiche e non. Trattamento chirurgico di tutte le patologie del basso tratto urogenitale che si avvalgono

della competenza uroginecologica (diverticoli, fistole, caruncole uretrali). Per il trattamento chirurgico il centro dispone di sei posti letto presso l’U.O. di Urologia della stessa Azienda.

che devono fornire un concreto aiuto alle persone sofferenti, sia ai mass-media che devono sollevare il problema e convincere le persone che è possibile fare qualcosa di risolutivo.

D.: Nel Vs. approccio terapeutico viene riservata una sufficiente informazione sulle differenti possibilità terapeutiche e chirurgiche per divenire “continenti”, oltre agli aspetti connessi all’umanizzazione delle cure?

D.: Oltre all’attività d’informazione svolta nei confronti dei pazienti vi fate carico di sensibilizzarli sulla possibilità d’iscriversi gratuitamente alla FINCO versando il 5 per mille del proprio reddito grazie al Modello 730 o 740?

R.: Noi dedichiamo, specie al primo incontro, un ampio spazio all’ascolto e dopo una dettagliata raccolta anamnestica tracciamo l’iter diagnostico da percorrere, fornendo ampie informazioni sugli esami strumentali da eseguire e quando eseguirli. Successivamente, posta la diagnosi illustriamo le possibili soluzioni terapeutiche al problema tenendo conto anche le esigenze dell’utenza. Cerchiamo di creare un clima familiare senza nulla togliere al rigore scientifico. D.: Secondo voi la “soglia” di attenzione da parte delle ASL sulle problematiche dell’incontinenza è adeguata ai tempi? E quella dei massmedia? R.: Secondo noi il problema incontinenza è notevolmente sottostimato, basti pensare che l’unico spazio televisivo dedicato all’incontinenza è solo quello pubblicitario dei presidi igienici contenitivi. Per questo la FINCO ha un ruolo fondamentale nel sensibilizzare sia le Istituzioni

R.: Sicuramente nel prossimo futuro ci faremo carico di informare tutte le utenti, magari con qualche foglietto illustrativo del perché associarsi e del potere contrattuale che può derivare da un maggiore numero di iscritti, e dalle moltitudini di iniziative che possono essere intraprese fidando su un maggiore budget. D. Il vostro Centro per la “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’Incontinenza” quali iniziative intraprende? R.: da due anni partecipiamo alla “Giornata del 28 giugno” e oltre alle visite gratuite organizziamo un gazebo presso la principale piazza di Palermo e uno all’interno dell’Azienda, distribuendo un questionario anonimo con risposte multiple, che esamina e solleva per grandi linee quello che è il problema incontinenza, il prolasso e i disturbi del basso tratto urinario. Inoltre distribuiamo il materiale informativo fornito dalla FINCO.

23


i centri si presentano...

Le prime tracce di insediamenti romani risalgono alla cultura dell'uomo di Neanderthal e nella zona di Roma sono stati effettuati diversi ritrovamenti, il più antico dei quali si riferisce al sito della Valchetta con resti risalenti a 65.000 anni fa. Nella zona di Casal de’ Pazzi uno scavo ha restituito ossa di animali risalenti a circa 20.000 anni fa, mentre in via di Torre Spaccata lo scavo per la costruzione di un istituto tecnico ha portato alla luce resti di un insediamento umano risalente a circa 60.000 anni fa. Le tracce successive risalgono all'età del ferro e sono riferibili all'arrivo di genti di stirpe indoeuropea (latini). Nei millenni Roma è diventata capitale del mondo antico, del Cattolicesimo e oggi è capitale d’Italia, con uno Stato al suo interno (la Città del Vaticano), certamente una delle metropoli più belle e ricche di monumenti esistenti al mondo. All’interno del sistema sanitario nell’ASL Roma B (Direttore Generale la dr.ssa Flori Degrassi) - Policlinico Casilino c’è l’Unità Dipartimentale in Chirurgia Uro-ginecologica (Via Casilina) diretta dal dr. Stefano Dati, che abbiamo intervistato...

24

D.: Dr. Dati quali sono le motivazioni che vi hanno indotto a richiedere il riconoscimento come Centro FINCO? R.: In considerazione dell’elevata incidenza delle pazienti affette da patologie disfunzionali del pavimento pelvico spesso misconosciute, sottostimate e non espresse, dall’età fertile alla post-menopausa (25-30%) e la vasta popolazione afferente all’ASL RMB, ci siamo proposti di identificare un “Centro FINCO” per supportarle, attraverso


ROMA percorsi diagnostici e terapeutici in grado di migliorare e tutelare la "qualità di vita". D.: Quali sono i servizi offerti dal Vs. Centro e qual’é l’affluenza media registrata nell’anno? R.: ll Centro offre un ambulatorio dedicato per visite uroginecologiche con un’affluenza media di 1.320 visite l’anno e un ambulatorio di diagnostica strumentale con 308 esami urodinamici l’anno, oltre a una sala operatoria dedicata, con 180 interventi uro-ginecologici l’anno. D.: Quali progetti sono stati programmati negli anni per l’utenza? R.: Grazie all’attuazione del progetto integrato “Dignità Donna” è stato possibile visitare e valutare in due anni il miglioramento o meno dell’incontinenza femminile. Devo dire che i risultati sono stati molto soddisfacenti per noi addetti ai lavori e auspichiamo che i vertici Aziendali ci incoraggino in tal senso. Il progetto è stato realizzato attraverso visite mediche, un numero telefonico dedicato e con l’esposizione di una locandina da noi creata, grazie alla quale abbiamo canalizzato l’afflusso dell’utenza presso il nostro Centro. Abbiamo informato le pazienti attraverso la compilazione di un dettagliato consenso come proposto dall’AIUG (Ass. Italiana di Uro Ginecologia), esponendo con chiarezza le informazioni sul percorso terapeutico proposto e

sulle possibilità di recuperare la continenza.

quali iniziative vorrebbe intraprendere per il 2010?

D.: Secondo voi la “soglia” d’attenzione da parte delle ASL sulle problematiche dell’incontinenza è adeguata ai tempi?

R.: Il “Festival degli Aquiloni” sicuramente, perché inneggia alla libertà, all’allegria e al femminile, identificabile con l’essere una donna che simbolicamente svolazza nell’aria.

R.: Ritengo che l’attenzione delle ASL debba essere più attenta ed efficace nel sostenere la risposta assistenziale in crescente aumento.

D.: Quali obiettivi dello statuto FINCO ritiene importanti per le pazienti?

D.: Il vostro Centro per la “Giornata nazionale sull’Incontinenza” quali iniziative intraprende?

R.: Informare, assistere e trattare le pazienti affette da incontinenza urinaria e/o prolassi urogenitali.

R.: Effettuiamo visite ambulatoriali gratuite e la distribuzione di depliant informativi in tutta l’Azienda.

D.: Ritiene che la rivista associativa “EUREKA” sia uno strumento importante per gli associati?

D.: Il vostro Centro per la “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’Incontinenza” del 28 giugno

R.: la rivista certamente un’ottima premessa per uno sviluppo d’immagine sempre più vasto.

25


i centri si presentano... D.: Quali sono i servizi offerti dal Vs. Centro e qual’é l’affluenza media registrata nell’anno?

Treviglio è una ridente cittadina lombarda di 30.000 abitanti ubicata nella provincia di Bergamo, nella parte orientale della regione vicino al fiume Adda. E' a 20 km da Bergamo ed è il secondo comune della provincia per numero di abitanti. La zona vanta una lunga tradizione per la produzione agricola e per l'industria, tra le altre è sede di società prestigiose come la Bianchi (produttore storico di biciclette in Italia e nel mondo – Fausto Coppi, Gino Bartali, etc.). Curiosa la nascita del paese, infatti il nome TreViglio significa 3 ville. La cittadina nacque nell'alto Medio Evo dall'unione di tre borgate tra loro vicine: Cusarola di origine gallica a Nord, Pisgnano di origine romana a Sud e Portoli di origine longobarda a Ovest verso l'Adda. A Treviglio è presente l’Azienda Ospedaliera di Treviglio – Bergamo con l’Unità Dipartimentale di Urodinamica Neuro-Urologica e Andrologica (Piazzale Ospedale,1) diretta dal dr. Oreste Risi, a cui abbiamo rivolto alcune domande...

D.: Dr. Risi quali sono le motivazioni che vi hanno indotto a richiedere il riconoscimento di Centro FINCO? R.: Crediamo molto in una divulgazione più capillare delle attività prestate dal nostro Centro, la qual cosa sarebbe resa ancor più possibile dall’accreditamento con un’Associazione riconosciuta come la FINCO, che possa portare a una maggiore consapevolezza nella popolazione residente con

26

alcune problematiche che influenzano pesantemente la qualità di vita, non solo per le persone direttamente coinvolte, ma per l’intera comunità. Attraverso una serie d’iniziative (incontri con la popolazione, incontri con i medici di base, convegni e congressi) stiamo provando a imporre sempre più la nostra presenza e promuovere la “Cultura della Continenza”, utile per superare ogni imbarazzo sociale, culturale ed economico.

R.: Nel nostro Centro si affronta sia la parte diagnostica che quella terapeutica, per una copertura quasi totale delle problematiche legate alla continenza ed alle disfunzioni pelviche. Tra le prestazioni diagnostiche, effettuiamo visite urologiche e di riabilitazione, visite andrologiche, esami urodinamici, urovideodinamici, manometrie ano-rettali, uretrocistoscopie, ecografie uro-andrologiche anche corredate da valutazioni colorflow e doppler. Per la parte terapeutica, eseguiamo prestazioni di riabilitazione del piano pelvico - fisiochinesiterapia (FKT), biofeedback (BFB), elettrostimolazioni funzionali intracavitarie (FES), elettrostimolazioni intravescicali (IVES), stimolazioni del nervo tibiale posteriore (SANS), stimolazione magnetica perineale (SMP) - infiltrazioni detrusoriali di tossina botulinica, impianto di sistemi neuromodulatori; a d d e s t r a m e n t o all’autocateterismo. Peculiarità assoluta del nostro centro è la multidisciplinarietà, oltre all’organico di base costituito da due urologi-neurourologiandrologi, una infermiera, due fisioterapisti, tra le figure professionali che vi afferiscono vi sono uroginecologo, fisiatra, colonproctologo, ostetrica, psicologo, neurofisiologo, il che ci configura come un vero e proprio “team per il pavimento pelvico”. Ogni anno effettuiamo circa 1.000 visite, 8.000 prestazioni di riabilitazione del pavimento pelvico, 700 esami urodinamici e


TREVIGLIO videourodinamici, 1.500 ecografie ed ecocolor-doppler, 100 incontri di addestramento alla gestione del paziente (auto cateterismo …). Insomma, i nostri interventi sono a 360°. D.: Nel Vostro approccio terapeutico viene riservata una sufficiente informazione sulle differenti possibilità terapeutiche e chirurgiche per divenire “continenti”, oltre agli aspetti connessi all’umanizzazione delle cure? R.: Il nostro primo “step” è sempre costituito da una illustrazione attenta della problematica in oggetto e dei possibili approcci terapeutici specifici (farmacologici, riabilitativi e chirurgici). Le prospettive terapeutiche vengono quanto più “personalizzate” in ragione delle esigenze cliniche e personali (aspettativa …) del paziente. D.: In che termini sono i vs. rapporti con la Dirigenza Sanitaria in tema d’incontinenza? Riuscite a interagire in maniera soddisfacente con loro per il benessere dei pazienti? R.: Stiamo cercando di sensibilizzare maggiormente le problematiche legate alla continenza, infatti proprio per questa ragione ogni anno organizziamo un corso internazionale sul pavimento pelvico, utile a sensibilizzare il Territorio e la Direzione sanitaria della struttura Ospedaliera. Unico neo è la carenza di personale e di spazi dedicati con una lunga lista d’attesa. D.: Secondo voi la “soglia” di

attenzione da parte delle ASL sulle problematiche dell’incontinenza è adeguata ai tempi? E quella dei mass-media? R.: L’attenzione dei mass-media è rivolta quasi sempre alla parte commerciale dell’incontinenza (vendita di assorbenti). Inoltre, spesso le ASL non sono adeguatamente “informate” o sottovalutano il problema incontinenza creando all’utenza disagi. D.: Oltre all’attività d’informazione svolta nei confronti dei pazienti vi fate carico di sensibilizzarli sulla possibilità d’iscriversi gratuitamente alla FINCO versando il 5 per mille del proprio reddito grazie al Modello 730 o 740? R.: Sì, sempre, solitamente forniamo materiale illustrativo in sala d’attesa. D.: Il vostro Centro per la “Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza” del 28 giugno, quali iniziative intraprende? R.: Negli anni abbiamo organizzato visite gratuite e distribuito libretti illustrativi della FINCO. In passato abbiamo organizzato anche degli incontri di sensibilizzazione con la popolazione. D.: Ritenete che per il 28 giugno (Giornata sull’incontinenza) iniziative diversificate nel Territorio siano utili a far emerge il problema? R.: Sono di sicuro utilissime. Serve uno sforzo comune per poter

promuovere quanto più iniziative possibili, al fine di sensibilizzare sempre più la popolazione. D.: Cosa pensate possa essere fatto nel Vs. territorio da questo punto di vista, considerato che l’incontinenza affligge ben 5milioni di italiani, con non pochi problemi? R.: Innanzitutto informare sulle diverse possibilità terapeutiche e scegliere insieme la terapia adeguata. D.: La stampa locale scritta e parlata viene da voi stimolata a parlare e scrivere d’incontinenza? E se sì quali riscontri avete avuto? R.: Sì, abbiamo più volte contattato le redazioni giornalistiche locali, in occasione delle “Giornate nazionali”, per le problematiche andrologiche e per i “Corsi” internazionali da noi organizzati. Abbiamo anche effettuato dei passaggi televisivi sull’argomento. D.: A vostro parere quale dovrebbe essere l’obiettivo prioritario della FINCO? R.: Fornire informazioni sulle possibili terapie effettuabili per le molteplici problematiche e per i “Centri a disposizione”. D.: Ritenete che la rivista associativa “EUREKA” sia un utile strumento divulgativo? Se no quali idee suggerite? R.: Si e dovrebbe essere inviata a tutti i “Centri” (anche non accreditati alla FINCO), alle ASL, alle Associazioni presenti nel territorio e alle RSA.

27


I Centri

FINCO in Italia I Centri FINCO sono numerati per codici (verde o rosso) in tutta Italia, pertanto sono facilmente identificabili grazie ad un’apposita “Targa FINCO”, inviata dall’Associazione e fissata a parete nei rispettivi reparti (di norma le sale d’attesa dei pazienti). I Dirigenti Sanitari e i primari inoltrano alla Segreteria l’istanza di adesione. La FINCO, a domanda pervenuta verifica i requisiti ed “Accredita i Centri”. Essi partecipano di diritto alla Giornata nazionale per la prevenzione e la cura dell’incontinenza, richiesta dalla FINCO, sostenuta dal Ministero della Salute ed ottenuta con la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2006, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 186, dell’11 Agosto 2006. L’operazione, denominata “Ospedale Aperto”, si svolge ogni anno il 28 giugno con il prezioso sostegno delle Regioni, dei dirigenti sanitari e dei professionisti di settore (Regioni, ASL, Ospedali, urologi, uro-ginecologi, ostetriche, infermieri professionali, fisioterapisti e geriatri). Le strutture urologiche, ginecologiche e riabilitative che aderiscono alla “Giornata” forniscono visite “gratuite”. Questo elenco ha l’unico fine di fornire risposte immediate ai lettori divulgando i Centri esistenti. Le informazioni e le consulenze fornite dagli Operatori (medici, infermieri, ostetriche e fisioterapisti) sanitari alla Cittadinanza, sollevano la FINCO da qualsiasi responsabilità. CODICE VERDE CODICE ROSSO

28

(INCONTINENZA URINARIA) (INCONTINENZA FECALE)

N. 25 - ABRUZZO Università degli Sudi “Gabriele D’Annunzio” Chieti Policlinico SS. Annunziata - Clinica Urologica (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via dei Vestini – 66100 Chieti Direttore: Prof. Raffaele Tenaglia Email: r.tenaglia@unich.it Medici addetti: Romina Iantorno, Pasquale Criniti, Antonio Como, Francesca Russi, Walter Fusco, Francesco Berardinelli, Maria Raffaella Olivieri, Vincenzo Maria Altieri, Ezio Di Pierro, Giuseppe Coschignano, Franco D’Alleva (ginecologo), Miranda Di Matteo (Ass. Sanitaria), Manuela Mucci (ginecologa), Giuseppe Ricciardulli (ginecologo), Dr. Marco Liberati (ginecologo) e Grazia Camastra (ginecologa). Infermieri professionali: Francesco D’Angelo, Pia Ponzetti, Maurizio Canta, Valentina Graziani, Gianluca Orsini e Ezio Marzola. Il Centro visita: martedì e venerdì lavorativi, dalle ore 9 alle 12. Tel. Clinica Urologica: 347.4424483 0871.358253 Fax: 0871.552080 Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neuro-fisiologici, ecografia ad dominopelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, trattamenti chirurgici. N. 19 - CAMPANIA Azienda Sanitaria Locale SA2 – Presidio Ospedaliero San Francesco D’AssisiUnità Operativa di Ginecologia e Ostetricia – Oliveto Citra (SA) (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Clemente – 84020 Oliveto Citra (SA) Sito web: www.aslsalerno2.it Email: davidedevita@tiscali.it Direttore: Dr. Gennaro Auriemma tel.: 0828.797143 fax: 0828.793297 Medici Addetti: Davide De Vita (specialista in ginecologia-Ostetricia, assistente in formazione in urologia) e Gennaro Auriemma (specialista in ginecologia-ostetricia, oncologo). Ostetriche: Alfonsina Rosalia, Consolata Rufolo, Maria Mucci, Gerardino D’Alessio e Marina Tartaglia. Il Centro è aperto ogni martedì lavorativo dalle ore 15,00 alle 19,00 N. 21 - CAMPANIA II Università di Napoli – Azienda Universitaria Policlinico D.A.S. di Ostetricia, Ginecologia e Neonatologia (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Largo Madonna delle Grazie,1 – 80138 Napoli Direttore: Prof. Nicola Colacurci Medici addetti: Nicola Colacurci (Ordinario Ginecologo – Direttore


D.A.S.), Luigi Cobellis (ginecologo), Marco Torella (dottorando), Luigi Brusciano (coloproctologo), Marco De Sio (urologo), Laura Di Pietto (ginecologa), Laura Del Piano (ginecologa), Raffaele Gimigliano (Direttore Fisiatra), Heidi Del Vecchio (psichiatra) e Roberto Grassi (radiologo) Ostetrica: Sig.ra PellinoIl. Centro è aperto ogni giorno lavorativo (lunedì/venerdì) dalle ore 8,30 alle 14,00 Tel.: 081.5665620 fax: 081.5665610 E-mail: Nicola.Colacurci@unina2.it Sito web: www.unina2.it N. 34 - CAMPANIA Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” Avellino Unità Operativa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via Otranto (Viale Italia) – 83100 Avellino Direttore: Prof. Virgilio Cicalese Medici addetti: Paolo Sambriola, Gennaro Micheletti e Anna Rita Cicalese Infermiere: Cristina Sanghez e Pasqualina Capobianco Fisioterapista: Tiziana Medea Masi Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, ecografia addomino-pelvica, endoscopia urinaria e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal martedì al venerdì, dalle ore 9 alle 14. E-mail: annaritacicalese@libero.it Tel.: 0825.203151. N. 42 - CAMPANIA Azienda Ospedaliera Rummo – Benevento Unità Operativa Complessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via dell'Angelo,1 82100 Benevento Direttore: Dr. Luigi Salzano Medico Responsabile Centro: Dr. Antonio Quaranta Infermieri: Serafino Girardi e Antonietta Raffa Fisioterapisti: Di Nicola Carmine e Paolo Marano Ostetrica: Gelsomina Pannella Telefono: 0824.57483 – 82 – 89. E-mail: antonioquaranta@virgilio.it Giorni e orari d’apertura: lunedì, martedì e giovedì. sito web: www.ao-rummo.it. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Trattamento con tossina botulitica e Ambulatorio per urostomizzati. N. 44 - CAMPANIA Studio CIEFFEMME (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Veneto,6 - 80016 Marano di Napoli (NA) Direttore: Dr. Renato Grispello Medici Responsabili: Dr. Ferdinando Mariniello (Resp. Coordinatore Medici – Fisiatra), Dr. Aniello Piscopo (urologo), Sergio Bertogliatti (Fisiatra) e Dr.ssa Alberta Casella (psicologa) Fisioterapisti: Giampiero Camardella e Gemma D'Urso Ginecologo: Dr. Carlo Avitabile Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 19,30. Telefono: 081.7131461 E-mail: ferdinandomariniello@inwind.it Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione tibiale e sacrale, trattamenti chirurgici (n.d.r.: possibilità di invio del paziente presso struttura accreditata per eventuali trattamenti chirurgici). N. 2 - EMILIA ROMAGNA U.O. di Urologia dell'Ospedale Sant'Anna di Ferrara Laboratorio di Urodinamica A.O. Universitaria di Ferrara Ospedale Sant’Anna (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 – quadriennio 2006/09) Corso Giovecca, 203 Ferrara Direttore: prof. Carlo Daniele tel.: 0532.236278 fax: 0532.236547. Email: urofe@tiscalinet.it Medici Addetti: Marco Bernini e Michela Spurio Infermiere Professionali: Diana Padovani e Rita Mistroni Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) dalle

ore 8,00 alle 15,00. Le attività comunemente svolte dal Servizio di Uro-dinamica comprendono: visite ambulatoriali, esami uro dinamici, riabilitazione del pavimento pelvico. N. 4 - EMILIA ROMAGNA Ospedale di Bologna – Servizio di Diagnosi e Trattamento dell’Incontinenza Urinaria Femminile (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 – quadriennio 2006/09) c/o Consultorio RoncatiVia S. Isaia,94/A Bologna Medici addetti: Giovanni Fattorini e Roberta Consorte Per prenotazioni 051.6597348 (dalle 12,00 alle 13,00) Email: roberta.Consorte@ausl.bologna.it Le attività comunemente svolte dal Servizio di Urodinamica comprendono: prevenzione, diagnosi, trattamento, cistoscopia e esami urodinamici. Campagne informative, Corsi di Formazione e pubblicazioni scientifiche. Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) dalle ore 8,30 alle 18,00. N. 37 - EMILIA ROMAGNA Azienda Ospedaliero/Universitaria di Parma - Unità Operativa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via Gramsci,14 - Parma Direttore: Prof. Pietro Cortellini Medici: Marta Simonazzi, Silvia Meli, Fornia Samanta e Matteo Ciuffreda. Psicologa: Antonietta Albano Altri Collaboratori specialisti Urologi: Stefania Ferretti e Francesco Ziglioli. Infermieri: Monica Giuffredi e Caterina Tondi. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, video-urodinamica, ecografia addominopelvica, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo, neuromodulazione tibilae, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Centro di Riferimento nazionale: sfinteri artificiali maschili e femminili. Giorni d’apertura: lunedì e giovedì mattina (Riabilitazione). Martedì e mercoledì mattina (Esami urodinamici). Giovedì pomeriggio (Visite ambulatoriali). Venerdì mattina (Uroflussimetrie). Tel.: 0521.702182 – 0521.702764 - fax: 0521.702185 E-mail: simonazzim@yahoo.it Sito web: www.ao.pr.it N. 11 - LAZIO Ospedale di Frosinone Reparto di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Viale Giuseppe Mazzini - Frosinone Primario: Dott. Maurizio Turriziani tel.: 0775.207312 / 207349 fax: 0775.884025 Email: mturriziani.urologia-fr@virgilio.it Medici addetti: Tommaso Trementozzi (urologo) e Franco Chiappini (urologo) Infermieri Professionali: Filomena Zarrelli e Carla Morgia Il Centro FINCO è aperto: lunedì (ore 8,30/14,00) - martedì (ore 08,30/12,00) - (14,00/17,00) - mercoledì (ore 09,00/13,00) giovedì: (ore 09,00/13,00) - venerdì (ore 11,00 /13,00 - 14,00/17,00) N. 26 - LAZIO Colombo Studio Medico Specialistico s.r.l. – Roma (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Tiberio Imperatore,19 – 00145 Roma Direttore: Dott. Francesco D’Adamo Medici addetti: Massimo Alegiani (ginecologia/ecografia), Stefania Cuzzari (Urologa), Elio D’Agostino (coloproctologo chirurgo), Isabella Meldolesi (ginecologa), Gianfranco Ortolani (urologo), Dott. Giancarlo Perticone (ginecologo), Giorgio Vencenti (uroandrologo), Valentina Tizi (fisioterapista) e Simonetta Sodo (psicologa). I.P.: Anna Rita Bordi, Tiziana Panella. Tel.: 06.59649955/49 Fax: 06.5417397 E-mail: info@colombolab.com Sito web: www.colombolab.com Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neuro-fisiologici, ecografia addominopelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, laboratorio analisi cliniche, radiologia, risonanza magnetica, TAC, fisioterapia, etc. Il Centro visita dal lunedì al venerdì lavorativi, dalle ore 10,00 alle 20,00.

29


N. 28 - LAZIO ASL Roma B – Policlinico Casilino – Unità Dipartimentale in Chirurgia Uroginecologica (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Casilina,1049 – 00169 Roma Direttore: Dr. Stefano Dati Medici addetti: F. Di Luzio (ginecologo), M. Di Stefano (ginecologo), R. Rocchi (ginecologo), D. Palma (medico interno), L. Iaconianni (ginecologo per ecografie pelviperineali) e B. Bottalico (ginecologo per ecografie pelviperineali). Infermieri: a rotazione. Il Centro è aperto il martedi dalle 9 alle 18 (per gli esami urodinamici invasivi) ed il giovedi dalle 9 alle 14 (per le visite uroginecologiche ed i follow-up postoperatori). Tel. 06/23188710 - centralino 06/231881. E-mail: stefanodati@virgilio.it - www.aslromab.it N. 45 - LAZIO Ospedale San Giovanni - UOSD di Uroginecologia (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via dell'Amba Radam,9 - 00100 Roma Direttore: Dr. Dario Busatta Medici Responsabili: Dr. Pasquale Vitullo (Dirigente medicoginecologo) e Dr.ssa Stefania Cuzari (Dirigente medico urologa) Infermieri: Cosimo Costante – caposala, Maria Grazia Piras e Felicia Felli Giorni e orari d’apertura: tutte le mattine dalle ore 07,30 alle 19,30. Il Lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 15 alle 16,30 Telefono: 06.77055774 - fax: 06.77055550 E-mail: d.busatta@libero.it sito web: www.hsangiovanni.roma.it Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neurofisiologici, ecografia addominopelvica, ecografiua pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Instillazioni vescicali con farmaci. N. 5 - LIGURIA Ente Ospedaliero Ospedali Galliera – Genova - Ambulatorio di Uroginecologia, Ostetricia e Ginecologia (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Alessandro Volta,6 – 16128 Genova Medico Responsabile Area Funzionale Uroginecologica: Mauro Garaventa - tel.: 010.5634709 – fax: 010.5634705 Email: mauro.garaventa@galliera.it Il Centro è aperto nei giorni lavorativi dalle ore 07,00 alle 14,00 (chiusura agosto). Per prenotazioni tutti i giorni lavorativi dalle ore 12 alle 13,30 - tel.: 010.5634709 Medico Responsabile del Centro: Mauro Garaventa (ginecologo – responsabile area funzionale uro-ginecologica) Medici addetti: Giorgio Canepa (urologo – ambulatorio urodinamica e neuromodulazione sacrale) e Gian Andrea Binda (chirurgo – ambulatorio di coloproctologia). Infermiere Professionali: Daniela Giordano e Eleonora Persi. Ostetrica: Antonella Satta N. 32 - LIGURIA Studio Associato Nadalini/Mistrangelo Ginecologia – Ostetricia: diagnosi e cura delle disfunzioni perineali, educazione e riabilitazione del perineo). (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Piazza Verdi,5/6 - 16148 Genova Medico Responsabile: Dr.ssa Emanuela Mistrangelo Medici addetti: Emanuela Mistrangelo e Chiara Nadalini Ostetrica: Ortensia Budassi Osteopata: Simone Rigalza Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna e riabilitazione del piano perineale. Giorni e orari d’apertura: lunedì, giovedì e venerdì dalle ore 14 alle 18,30. Tel.: 340.3215054 E-mail: mistrangelo.e@libero.it N. 7 - LOMBARDIA Ospedale “G. Fornaroli” di Magenta - Unità Operativa di Urologia e Unità Spinale – Recupero Paraplegici Neurologici (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Via dei Donatori di sangue,50

30

Direttore: Prof. Sandro Sandri tel.: 02.97963355 fax: 02.97963556 Email: urologiamagenta@ao-legnano.it Medici addetti: Alberto Tagliabue (urologo), Lucia Zanollo (urologo/fisiatra), Marco Camazzola (urologo) e Monica Sommaria (urologa) Psicologo: Daniele Molmo Infermiere professionali: Anna Malini, Anna Fallucca, Antonietta Trezzi, Imma Dionisio, Alda Zarinelli e Elena Invernizzi. Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) ore 08,30 – 15,30. N. 15 - LOMBARDIA Azienda Ospedaliera di Treviglio - BergamoUnità Dipartimentale di Urodinamica Neuro-Urologica e Andrologica (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Piazzale Ospedale,1 - 24047 Treviglio (BG) Direttore: Dr. Oreste Risi - tel.: 0363.424221 fax: 0363424490 Sito web: www.ospedale.treviglio.bg.it Email: oreste_risi@ospedale.treviglio.bg.it Medici addetti: Antonio Manfredi (urologo), Gianni Baudino (ginecologo), Emanuela Agazzi (neurofisiologa), Brigida Rocchi (ginecologo), Nadia Ventura (fisiatra), Giampaolo Bonetti (psicosessuologo) e Rossana Cestarolli (fisioterapista) Infermiera Professionale: Spreafico Chiara Ostetrica: Dondossola Graziella Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,00 alle 16,00 N. 18 - LOMBARDIA Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli Milano – Presidio Ospedaliero Macedonio Melloni – Struttura Semplice di Uroginecologia (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Macedonio Melloni, 52 - 20129 Milano Direttore: Dr. Vincenzo Leone - tel.: 02.63633228 - fax: 02.63633241 – Email: enzoleone@fastwebnet.it Medici addetti: Vincenzo Leone (uro-ginecologo), Michele Pertone (ginecologo), Carla Pace (ginecologa) e Paola Zanetti (ginecologa) Ostetriche: Patrizia Dattoli, Paola Tognetti e Anna Chirico. Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle 15,00. N. 16 - MARCHE Azienda Sanitaria Unica Regionale – Zona Territoriale 7 Ancona - Presidio Ospedaliero di Osimo (AN) - Unità Operativa di Urologia (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Leopardi,15 – 60027 Osimo (AN) Direttore: Dr. Angelo Villanova Sito web: www.asurzona7.marche.it Email: urosimo@tiscali.net tel.: 071.7130685 fax: 071.7130680 N. 12 - PIEMONTE Azienda Sanitaria Ospedaliera “San Luigi di Orbassano” Orbassano (TO) - Urologia Universitaria (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Regione Gonzole,10 10043 - Orbassano (TO) Primario: Prof. Roberto Mario Scarpa tel.: 011.9026757 fax: 011.9026743 Medici addetti: Ivano Morra (specialista urologo Email: ivanomorra@yahoo.com) e Davide Vaccino Infermieri Professionali: Liliana Davide e Daniela Rossi Il Centro FINCO è aperto: lunedì - endoscopia: ore 8,00/14,00 martedì - flussometria ore 9,00/12,00 - riabilitazione ore 9,00/12,00 - indagini urodinamiche ore 9,00/12,00 - mercoledì - indagini urodinamiche ore 9.00/12,00 - visite ore 14,00/17,00 - giovedì flussometria ore 9,00/12,00 - riabilitazione ore 9,00/12,00 - venerdì – riabilitazione ed endoscopia, tutta la giornata. N. 14 - PIEMONTE Ospedale San Giacomo UOC di Ostetricia e Ginecologia - Novi (AL) (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via E. Raggio,12 – 15067 Novi (AL) Primario: Dr. Salvatore Leonardi tel.: 0143.3321 fax: 0143.332460 E-mail: enricotanganelli@libero.it Medici addetti: S. Leonardi (direttore dell’UOC) Enrico Tanganelli (responsabile U.S. di uroginecologia) e V. Casagrande (medico dell’UOC)


Infermieri professionali: Patrizia Masini e Simona Muratore Ostetriche: A. Palmisano e A. M. Montanari Il Centro apre nei giorni dispari (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle ore 8,00 alle 12,00 - tel.: 0143.332356. Per urodinamica ginecologica: martedì ore 10,00/12,00 (prenotazione CUP – Tel.: 0143.332820. Per le visite uroginecologiche: martedì dalle ore 12,00 alle 14,00 (prenotazione CUP – Tel.: 0143.332820). N. 27 - PIEMONTE Ospedale Specializzato in Recupero e Rieducazione Funzionale - Presidio San Camillo – Torino (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Strada Santa Margherita,136 - 10131 Torino Medici addetti al Centro: Giuseppe Giovine (gastroenterologo – fisiatra) e Marco Martini (fisiatra) Il Centro è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,00 alle 20,00. Al Centro afferiscono diverse figure professionali: fisioterapiste dedicate, psicologo, infermiere dedicate per personale d’ambulatorio e DH, servizio di fisioterapia per patologie associate, terapia occupazionale, etc. Tel.: 011.8199411 fax: 011.8199431 Email: g.giovine@hsancamillo.to.it N. 33 - PIEMONTE GINTEAM Studio Associato Del Tetto/Camanni Ginecologia Miniinvasiva (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Corso Marconi,37 – 10125 Torino Direttori struttura: Dr. Camanni/Del Tetto Medici addetti: Giorgio Febo, Emanuela Mistrangelo e Barbara Ferrero Ostetrica: Giovanna Gariglio Osteopata: Giuseppina Magliano Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna riabilitazione del piano perineale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: mercoledì mattina ore 9/12,30 mercoledì pomeriggio ore 14/17,30 Tel.: 011.6698882 - fax: 011.6501012 Sito web: www.ginteam.it E-mail: info@ginteam.it N. 35 - PIEMONTE ASL TO1 Presidio Ospedale Martini - Torino S. C. Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via Tofane,71 - Torino Direttore: Dr. Leopoldo Comi Nella struttura ci sono urologi, un infermiere professionale e la Dr.ssa Enrica Agù (fisioterapista) Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 15,30. E-mail: kika.fisio@libero.it - Sito web: www.aslto1.it Tel.: 011.70952527 - fax: 011.70952327 N. 1 - PUGLIA Azienda Sanitaria Locale di Bari - Unità Operativa di Urologia del Presidio Ospedaliero San Giacomo - Monopoli (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 - quadriennio 2006/09)Largo Veneziani,1 Monopoli - Bari Direttore f.f. dr. Giovanni Donato Vestita Per la Giornata della Prevenzione e Cura dell’incontinenza, indetta ogni anno il 28 giugno sono a disposizione per le visite gratuite i medici: Maselli Francesco Paolo, Erinnio Michele, Antonio Limitone e Giuseppe D’Achille. Le prenotazioni si effettuano tramite CUP e telefonicamente: 080.4149269 o recandosi personalmente presso l’U.O. e rivolgendosi al Caposala, Sig. Paolo Russo. Le attività svolte presso la U.O. sono coordinate dal Dott. Maselli Francesco Paolo e si articolano nei seguenti ambulatori: ambulatorio per i pazienti urostomizzati ambulatorio di uro-ginecologia - ambulatorio di uro-dinamica e riabilitazione del pavimento pelvico (biofeedback, e stimolazione elettrica funzionale), terapia chirurgica della incontinenza maschile e femminile. Chiarimenti su orari e prenotazioni possono essere richiesti all’U.O. in qualsiasi momento telefonando al: 080.4149269 fax: 080.4149268 - Email uromonopoli@libero.it

Il Centro FINCO è aperto mercoledì e venerdì, dalle ore 9,00 alle 14,00. N. 3 - PUGLIA Ospedali Riuniti di Foggia - Struttura Complessa di Urologia OspedalieraAzienda Ospedaliera Universitaria OO.RR. di Foggia (Centro Accreditato FINCO il 3 Dicembre 2005 – quadriennio 2006/09) Via Luigi Pinto,1 Direttore Prof. G. Carrieri Medici addetti: Attilio Del Maso e Clemente De Girolamo Telefoni Ambulatorio: 0881.732580 Sig.ra Carmela Pennetta Infermieri Professionali: Giuseppe Valentino, Francesco Mansi, Gina Crescenzi, Antonio Minutiello, Ester Salis, Maria Rosaria Panunzio e Giovanna Santoro E-mail: adalmaso@ospedaliriunitifoggia.it cdegirolamo@ospedaliriunitifoggia.it Ambulatorio di urodinamica: uroflussometria, cistomanometria, profilo pressorio uretrale, elettromiografia dello sfintere, trattamento riabilitativo del pavimento pelvico. N. 29 - PUGLIA Università degli Studi di Bari – A. O. Policlinico Bari Divisione Ospedaliera di Urologia (Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2009/12) Piazza Giulio Cesare, 11 - 70124 Bari (BA) Direttore: Prof. Arcangelo Pagliarulo Medici: Gianfranco Giocoli Nacci e Nicola Proscia Caposala: Rosa Lagreca - Tel.: 080.5594095 Fax: 080.5593150 E-mail: a.pagliarulo@urologia.uniba.it Servizi: Andrologia, Ecografia Urologica, Endourologia, E.S.W.L., Urodinamica, Urologia Ginecologia, Uroradiologia, laparoscopia, chirurgia mini-invasiva per l’incontinenza. N. 36 - PUGLIA Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” San Giovanni Rotondo (FG) - Unità Operativa Compessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Viale Padre Pio – 71013 San Giovanni Rotondo (FG) Direttore: Prof. Antonio Cisternino Medici: Ercole Beccia, Antonio Colella, Giuseppe Cretì (Resp. Struttura Urologia pediatrica), Michelina Croce, Domenico Di Noia, Fernando Gatta, Costanzo Latiano, Michele Morcaldi, Antonio Rosati, Matteo Santodirocco, Nicola Sebastio e Pasquale Setola. Infermieri: Maria Martino (cccordinatrice infermieri), Pio La Torre (Enterostomista), Francesco Lauriola (enterostomista), Assunta Martino, Clementina Miscio, Vittoria Natale, Maria Ruberto, Giovanni Santoro e Nicola Taronno. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, video-urodinamica, e test neurofisiologici, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo, neuromodulazione tibiale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 13,30. Tel.: 0882.416357 - fax: 0882.835412 sito web: www.operapadrepio.it E-mail: urologia@operapadrepio.it N. 43 - PUGLIA Fondazione Salvatore Maugeri – Cassano Murge (Bari) Unità Operativa di Neuroriabilitazione e Unità Spinale IRCCS (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via per Mercadante, km 2 - 70020 Cassano Murge (Bari) Direttore: Prof. Antonio Spanevello Medici Medici addetti: Dr. Roberto Nardulli (Responsabile U.O.) e Dr. Ernesto Losavio (neurologo/fisiatra) Infermieri: Patrizia Policoro e Anna Sorresso Fisioterapisti: Dr.ssa Maria Ripesi (Coordinatrice Area Riabilitativa), Dr.ssa Lucia Dileo (Riabilitazione pavimento pelvico) e Antonia Iannoni (Riabilitazione del pavimento pelvico). Tel.: 080.7814111/290/294/269 - Fax: 080.7814383/328 Sito web: www.fsm.it/ist_cassano E-mail: roberto.nardulli@fsm.it - ernesto.losavio@fsm.it maria.ripesi@fsm.it Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, test neurofisiologici, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione del piano perineale.

31


N. 13 - SARDEGNA Università di Sassari - Dipartimento di Farmacologia, Ginecologia e Ostetricia (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Viale San Pietro,12 - 07100 Sassari Primario: Prof. Salvatore Dessole tel.: 079.228261 – 079.228262 – 079.228264 fax: 079.228265 Email: dessole@uniss.it Sito web: www.clinicaginecologicasassari.com Il Centro è aperto nei giorni lavorativi dalle ore 09,00 alle 14,00. Medico Responsabile del Centro: Ermes Donolo (specialista in ginecologia e ostetricia) Medici addetti: Giampiero Capobianco (specialista in ginecologia e ostetricia, dottore di ricerca in scienze uroginecologiche, di fisiopatologia del pavimento pelvico ed infertilità maschile), Omar Gallo (specialista in ginecologia e ostetricia, dottorando di ricerca in scienze uroginecologiche, di fisiopatologia del pavimento pelvico ed infertilità maschile) e Pietro Demurtas (specialista in ginecologia e ostetricia, dottorando di ricerca in scienze uroginecologiche, di fisiopatologia del pavimento pelvico ed infertilità maschile). Ostetriche: Sig.re Maria Giovanna Falloni e Giuseppina Saba. N. 31 - SARDEGNA Casa di Cura Policlinico Città di Quartu - Dip.to Chirurgia e U.O. di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2008/11) Via Silesu,10 09045 Quartu S. Elena (CA) Direttore struttura: Dr. Antonio Maciotta Medici addetti: Antonello Poma (Resp. Ch. ed Urol.), Andrea Landolfi (Ginecologo), Alessandra Loi (spec. radiologia), Angelo Cerina (ginecologo), Gemma Pira (geriatra), Alessandra Spiga (fisioterapista) e Valeria Serra (psicologa) I.P.: Emanuela Putzu Ostetrica: Carmela Lecce - tel.: 070.810116 fax: 070.822481. N. 6 - SICILIA Ospedale “G. F. Ingrassia” di Palermo - U. O. Divisione di Ginecologia, Ostetricia e Servizio di Isterescopia (Cento Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Corso Calatafimi, 1004 - Palermo Primario: Dott. Massimo Petronio tel.: 091.7034408 – fax: 091.7033607 E-mail: massimopetronio@libero.it Il Centro è aperto ogni giovedì lavorativo dalle ore 09,00 alle 12,00. Ambulatorio (martedì lavorativo) ore 09,00 – 12,00 Medico Responsabile del Centro: Francesco Lamantia Medici addetti: Vito Alberto Lentini, Stefania Zingali (ginecologa) e Giovanni Fatta (ginecologo ecografista) Infermiera Professionale: Isabella Bonanno Ostetrica: Giovanna Contino Fisioterapista: Lucia Richiusa N. 8 - SICILIA Azienda A.R.N.A.S. Ospedale Civico di Palermo Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia (Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Piazza Leotta – Palermo Primario: Prof. Luigi Alio tel.: 091.6662675 fax: 091.6662662 Email: minichirurgia@libero.it Medico addetto al Centro: Maria Concetta Accursio (ostetrica – ginecologa e uroginecologia) Ostetrica: Agata Silvana Fontana. Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi) dalle ore 09,00 alle 13,00. N. 9 - SICILIA Azienda Ospedaliera Umberto I – SiracusaDivisione U.O.C. di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Direttore: Dr. Gaetano De Grande tel.: 0931.724006/724111 fax: 0931.724006 Medici urologi addetti: Giancarlo Rizza, Bartolomeo Lentini, Giuseppe Lapira e Marco Certo Infermieri Professionali: Rosa Moncada, Antonio Ragaglia, Francesco Tuccio, Antonino Barone e Paola Gervasi. Il Centro FINCO è aperto dal lunedì al venerdì (lavorativi), previa prenotazione al CUP dell’Ospedale. N. 10 - SICILIA Azienda Ospedaliera Papardo di MessinaU.O. di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10)

32

Contrada Papardo - Messina Primario: Dott. Carlo Aragona Medico addetto: Pietro Pappa (urologo) tel.: 090.3993485 fax: 090.3992284 e-mail: carlo.aragona@libero.it sito web: www.urologiamessina.it Il Centro FINCO è aperto ogni mercoledì lavorativo dalle ore 08,45 alle 13,30. N. 23 - SICILIA Azienda Sanitaria Locale n.5 Messina Ospedale “SS. Salvatore” Mistretta (ME) Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Centro Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via A. Salomone - 98073 Mistretta (Messina) Direttore: Dr. Giovanni Pinelli Medici addetti: Carmela Catanzaro (ginecologa), Roberta Foti (ginecologa) e Enzo Sanzarello (ginecologo consultorio) Caposala: Gaetana Polisti Infermieri: Maria Caputo, Gaetana Porcello e Domenica Casentino. Ostetriche: Grazia Di Marco, Sebastiana Cocchiera e A. Maria Galipò Assistente sociale con ADI: Dr.ssa Lutri Calopera. Il Centro è aperto il mercoledì e giovedì lavorativi, ore 9,00/12,00 Tel.: 0921.383208 – 0921.389111 Fax: 0921.389227 Email: ginecologiamistretto@libero.it N. 38 - SICILIA Regione Sicilia Azienda Ospedaliera Villa Sofia – CTO Palermo - Unità Operativa Medicina Fisica e Riabilitazione (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via del Fante, 60 – 90146 Palermo Direttore: Dr.ssa Floriana Cilento Medico responsabile: Dr.ssa Concetta Conti Medici: Concetta Conti (Dirigente medico fisiatra), Maria Rosaria Bellipanni e Leonardo Pellegrino. Tel.: 091.7808413 - fax: 091.7808494 E-mail: medicinafisicariabilitazione@villafofia.it leonardo.pellegrino0@alice.it concetta.conti@tiscali.it Sito web: www.villasofia.it Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, riabiltazione del piano perineale e elettrostimolazione funzionale del piano perineale. Visite: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 14. N. 46 - SICILIA Azienda Ospedaliera Villa Sofia – CTO Palermo Unità Operativa di Urologia Ginecologica “Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e la Cura dell’Incontinenza Urinaria Femminile”. (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Piazzetta Salerno n°1 - 90146 Palermo Direttore: Prof. Biagio Adile Medici addetti: Dr. Giorgio Gugliotta ( Uroginecologo), Dr. Mario Pitarresi (colonproctologo), Dr. Gerlando Chiara (Urologo) Infermieri: Sig.ra Miriam Giallombardo, Maria Giampino e Ninfa Maria Grispo Psicologa: Dr.ssa Concetta Valerio (volontaria) Segreteria: Sig. Giuseppe Canora e Anna Grasso Sito web: www.urogynvillasofia.it Il Centro è aperto nei giorni dispari (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle ore 08,00 alle 14,00, i giorni pari (martedì e giovedì) dalle ore 08,30 alle 16. Le prenotazioni si possono effettuare telefonicamente allo 091.7808070 tutte le mattine dal Lunedì al Venerdì oppure presso il sito. N. 20 - TOSCANA Ospedale Santa Maria Annunziata – Bagno a Ripoli (FI)Unità Operative Ginecologie – Urologia (Centro Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via dell’Antella – Bagno a Ripoli (Firenze) Direttori: Prof. Riccardo Bartoletti e Dr. Paolo Campatelli Medici addetti: Aldo Sommavilla (urologo), Tommaso Lai (urologo) e Maria Teresa Scozzari (ginecologa) Infermieri professionali: Roberta Gori, Roberta Barchi e Daniela Berlingioni


Fisioterapista: Marilena Carbonaro Ostetriche: Paola Guerrini, Elisabetta Galanti, Mery Malavolti e Laura Vitellozzi. Il Centro è aperto il martedì e giovedì lavorativi, dalle ore 8,30 alle 14. Tel.: 055.249611 – 055.2496274 (ostetricia) – 055.2496271 (ginecologia) – 055.2496347 (reparto di urologia) fax: 055.2496280 E-mail: ostetriciagin.osma@osf.toscana.it roberto.Bartoletti@asf.toscana.it N. 24 - TOSCANA Ospedale Santa Maria Alle Scotte - SienaCentro Medico Chirurgico per l’Incontinenza Urinaria (Centro accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Viale Bracci,16 Siena Direttore: Prof. Felice Pertaglia tel.: 0577.586602 fax: 0577.233454 Email: cesa@unisi.it Medico addetto: Anna Bernabei (specialista in ostetricia e ginecologia) Ostetrica – caposala: Graziana Cipriani Medici addetti al “Centro per la Riabilitazione del Pavimento Pelvico”: A. Piccolamini (coloproctologo), F. M. Mattei (urologo) e Olivelli (neurologo). Il Centro visita il lunedì e martedì mattina, ore 9,00/13,00. N. 30 - TOSCANA Azienda Ospedaliera Universitaria Senese U.O.P. Riabilitazione Funzionale (Centro Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2008/11) Viale Mario Bracci, 16 - 53100 Siena Direttore: Dr.ssa Maria Grazia Burroni Coordinatrice del Servizio Disfunzioni Pavimento Pelvico: Dr.ssa Marcella Pitzalis Fisioterapiste: Cencini Martina, Martelli Lodovica e Sandra Rossi. Per la “Giornata” vengono eseguite collegialmente consulenze gratuite e indicazioni finalizzate al superamento e miglioramento del sintomo. Le visite uro-ginecologiche sono effettuate senza prenotazione presso l’Ambulatorio diagnosi dell’incontinenza (dr.ssa Anna Barnabei) U.O. di Ginecologia ed Ostetricia, dell’A.O. U.S. 4° lotto, piano 5, stanza 6. Per le Disfunzioni del Pavimento Pelvico/ U.O.P. Riabilitazione Funzionale, lotto I, Piano 1S, Stanza n. 14, Dalle ore 8,30 alle 12,30. Per ulteriori informazioni sulla giornata 2009 telefonare al: 0577.585823/0577.586255 ore 12,30/14,00 Dr.ssa Marcella Pitzalis. N. 39 - TOSCANA Nuovo Ospedale del Mugello – Borgo San Lorenzo (Firenze) Servizio di Uroginecologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Viale della Resistenza - 50032 Borgo San Lorenzo (FI) Direttore: Dr. Alessandro Fedi Medici addetti: Massimo Fabiani (uro-ginecologo), Roberto Lucchetti (Dirigente medico) e Elena Botti (Dirigente medico). Ostetriche: Donatella Olmi, Manuela Alterini e Rossella Gualtieri. Fisioterapiste: Grazia Zeroni e Nicoletta Lombardi. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, ecografia addomino-pelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo e trattamenti chirurgici. Servizio di diagnosi precoce e cura dei difetti perineali nel post-partum. Giorni e orari d’apertura: mercoledì e venerdì (diagnostica). Tel.: 055.8451266 - fax: 055.8451252 – 338.7065645 (Dr. Massimo Fabbiani) E-mail: massimo.fabbiani@asf.toscana.it Sito web: www.asf.toscana.it N. 41 - TOSCANA Ospedale "Campo di Marte" - Lucca - Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via dell’Ospedale - 55100 - LUCCA (LU) Direttore: Prof. Gian Luca Bracco Medici: Gian Luca Bracco e Mariella Lenci I.P.: Loredana Lippi, Isabella Grassi, Miriam Moncem e Simonetta Andreoletti Ostetricia: Luciana Pacini e Renata Sardelli Telefono: 0583.970318/120 - Fax: 0583.970108

Sito web: www.usl2.toscana.it E-mail: gl.bracco@usl2.toscana.it - glbracco@tin.it Servizi: visite specialistiche, ecografia addomino pelvica, ecografia pelvi-perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: lunedì, martedì e giovedì: ore 9 - 12. N. 17 - TRENTINO ALTO ADIGE Ospedale Civile di Bressanone Reparto di Urologia (Accreditato FINCO il 22 Settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Dante Alighieri,53 – 39042 Bressanone Direttore: Dr. Josef Gallmetzer tel.: 0472.812930 – 0472.812939 fax: 0472.812929 Email: urologia@sb-brixen.it Medici addetti: Achim Herms (specialista urologo), Walter Reider (ginecologo), Venera Thalmann (ginecologa) e Alida Di Gangi (psicologa) Fisioterapiste specializzate: Irmgard Malsiner, Katja Springeth, Lilly Unterkircher e Astrid Gamper Infermieri professionali: Josefine Plieger e Helga Vitroler (specializzate per l’incontinenza e le stomie). Il Centro è aperto lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9,00 alle 15,00 – il mercoledì dalle ore 9 alle 17,00. Tel.: 0472.813974 – 0472.812939. N. 22 - VENETO Ospedale Civile San Bartolo – VicenzaUnità Operativa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Via Rodolfi, 37 Vicenza Direttore: Prof. Andrea Tasca - Telefax: 0444753849 Sito web: www.ulssvicenza.it E-mail: segreteria.urologia@ulssvicenza.it Medici addetti: Giuseppe Benedetto (urologo), Dr. Luigi Cavarretta (urologo) e Enrico Scremin (urologo) Infermieri professionali: Giancarla Pozzan, Monica Levratti, Elisabetta Zaccaria e Maria Rosa Perez. Il Centro, per l’urodinamica apre il lunedì e martedì dalle ore 9,00 alle 13,00. Il 1° lunedì del mese dalle ore 9,00 alle 13,00 per la videourodinamica. Per l’uroflussometria le giornate sono il martedì e giovedì pomeriggio, dalle ore 15,00 alle 19,00. L’Ambulatorio Divisionale apre ogni martedì e giovedì dalle ore 8,30 alle 13,00. N. 40 - VENETO Ospedale “San Bassiano” Bassano del Grappa (Vicenza) Struttura Complessa di Urologia (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/12) Via dei Lotti,40 - Bassano del Grappa (Vicenza) Direttore: Dr. Guglielmo Breda Medici addetti: Adara Caruso e Guglielmo Beccolini. Infermieri: Fabiola Caregnato, Antonella Ferraro, Monica Pettenuzzo, Rosa Azzolin e Paola Bordignon. Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, uroflussometria, urodinamica invasiva, video-urodinamica, ecografia addominopelvica, ecografia pelvi-perineale nella donna, endoscopia urinaria, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del perineo e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: lunedì ore 8,30 – 12,30. Mercoledì ore 8,30 – 12,30 e Venerdì ore 8,30 – 12,00. Tel.: 0424.888416 - fax: 0424.888417 E-mail: anna.volpato@aslbassano.it adara.caruso@aslbassano.it Sito web: www.aslbassano.it N. 10 - CAMPANIA Studio CIEFFEMME (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Veneto, 6 - 80016 Marano di Napoli (NA). Direttore: Dr. Renato Grispello Medici Responsabili: Dr. Ferdinando Mariniello (Resp. Coordinatore Medici – Fisiatra), Dr. Aniello Piscopo (urologo), Sergio Bertogliatti (Fisiatra) e Dr.ssa Alberta Casella (psicologa) Fisioterapisti: Giampiero Camardella e Gemma D'Urso Ginecologo: Dr. Carlo Avitabile Giorni e orari d’apertura: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 19,30. Telefono: 081.7131461. E-mail: ferdinandomariniello@inwind.it Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale del piano perineale, neuromodulazione tibiale e sacrale, trattamenti chirurgici (n.d.r.:

33


possibilità d’invio del paziente presso struttura accreditata per eventuali trattamenti chirurgici). N. 6 - LAZIO Università degli Studi di Roma "La Sapienza" Roma Facoltà di Medicina e Chirurgia - Dipartimento di Chirurgia Generale - Specialità Chirurgiche e trapianti di organo "Paride Stefanini" (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Azienda Policlinico Umberto I Viale del Policlinico,155 - 00161 Roma Direttore Struttura: Prof. Fabio Procacciante Medici addetti: Prof. Fabio Gaj, Prof. Donato Flati, Dr.ssa Giulia Diamantini, Dr. Salvatore Veltri e Dr. Antonello Trecca. Infermieri: Sig.ra Annalisa Pasqui e Sig.ra Antonietta Selis Tel.: 06.49978710 - cell.: 335.6524037 E-mail: fagaj@tin.it - Sito web: www.policlinicoumberto1.it Prestazioni erogate: visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano-rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino-pelvica, ecografia sfinteriale trans-anale, riabilitazione del piano perineale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari visite: ogni martedì e giovedì, dalle ore 8 alle 12. N. 2 - LOMBARDIA Azienda Ospedaliera di Treviglio (BG) Unità Dipartimentale di Urodinamica Neuro-Urologica ed Andrologica (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Piazzale Ospedale,1 - 24047 Treviglio (BG). Direttore: Dr. Oreste Risi - tel.: 0363.424221 fax: 0363424490 Sito web: www.ospedale.treviglio.bg.it Email: oreste_risi@ospedale.treviglio.bg.it Medici addetti: Enrico Stringhi (chirurgia coloproctologica), Dr. Alessandro Lanzani (coloproctologo), Emanuela Agazzi (neurofisiologa), Antonio Manfredi (urologo), Nadia Ventura (fisiatra), Giampaolo Bonetti (psico-sessuologo) e Rossana Cestarolli (fisioterapista). Infermiera professionale: Spreafico Chiara. Il Centro FINCO è aperto martedì e giovedì, dalle ore 14,30 alle 16,30. N. 11 - LOMBARDIA Fondazione Poliambulanza - Istituto Ospedaliero Brescia (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Bissolati, 57 – 25154 - Brescia Medici addetti: Dr. R. Vaiana, Dr. M. Rozzini, Dr. A. Barbosa, Dr. C. Filippi. Ginecologa: Dr.ssa A. Roggia IP. D. Maculotti - Riabilitatrice Stomaterapista Tel.: 030/3518028/7 - fax: 030/3518787 Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano-rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino pelvica, ecografia sfinteriale trans-anale, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale, neuromodulazione sacrale. N. 3 - PIEMONTE Presidio Sanitario San Camillo (To) - Ospedale Specializzato in recupero e rieducazione funzionale (Centro Accreditato FINCO il 22 settembre 2007 – quadriennio 2008/11) Strada Santa Margherita,136 - 10131 Torino. Medici addetti: Giuseppe Giovine (Specialista gastroenterologia fisiatra) e Marco Martini (specialista fisiatra). La struttura è dotata di ulteriore personale specializzato: infermieri professionali, fisioterapiste dedicate, servizio di psicologia, servizio di fisioterapia per patologie associate, terapia occupazionale e servizio sociale. Il Centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 16,00. Tel.: 011.8199411 fax: 011.8199431. N. 8 - PUGLIA Fondazione Salvatore Maugeri U.O. di Neurologia Neuroriabilitazione e Unità Spinale IRCCS Cassano Murge - Bari (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Via per Mercadante, km2 70020 Cassano Murge - Bari Direttore: Prof. Antonio Spanevello Medici addetti: Dr. Roberto Nardulli (Responsabile U.O.) e Dr. Ernesto Losavio (neurologo/fisiatra) Fisioterapisti: Dr.ssa Maria Ripesi (Coordinatrice Area Riabilitativa), Dr.ssa Lucia Dileo (Riabilitazione pavimento pelvico) e Antonia Iannoni (Riabilitazione del pavimento pelvico). Tel.: 080.7814111/290/294/269 - Fax: 080.7814383/328 Sito web: www.fsm.it/ist_cassano E-mail: roberto.nardulli@fsm.it / ernesto.losavio@fsm.it /

34

maria.ripesi@fsm.it Prestazioni: test neurofisiologici, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione del piano perineale. N. 5 - SICILIA Azienda Ospedaliera “Cannizzaro” Catania Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Via Messina,829 Catania Direttore: Prof. Lino Succi Medici addetti: Antonio Carlo Privitera, Francesca Tornatore (Dietista) Infermieri: Rosa Tropea e Rita Lorino Prestazioni: Visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano-rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino-pelvica, elettrostimolazione funzionale piano perineale, neuromodulazione sacrale e trattamenti chirurgici. Giorni e orari d’apertura: dal lunedì mercoledì, giovedì e venerdi, ore 8 - 13 Tel.: 095.7264333 - 095.7264349 – 095.7264299 fax: 095.7264322 E-mail: antonelloprivitera@alice.it Sito web: www.ospedale-cannizzaro.it N. 7 - SICILIA Regione Sicilia Azienda Ospedaliera Villa Sofia – CTO Palermo Unità Operativa Medicina Fisica e Riabilitazione (Centro Accreditato FINCO il 28 marzo 2009 – quadriennio 2009/13) Via del Fante,60 – 90146 Palermo Direttore: Dr.ssa Floriana Cilento Medico responsabile: Dr.ssa Concetta Conti Medici: Concetta Conti (Dirigente medico fisiatra). Maria Rosaria Bellipanni (laurea in fisioterapia) e Leonardo Pellegrino (laurea in fisioterapia). Tel.: 091.7808413 – 091.7808465 - fax: 091.7808494 E-mail: concetta.conti@tiscali.it - Sito web: www.villasofia.it Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, riabilitazione del piano perineale e elettrostimolazione funzionale del piano perineale. Visite: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 14. N. 4 - TOSCANA Azienda Ospedaliera Universitaria Senese - Unità Operativa Riabilitazione Funzionale (Centro Accreditato FINCO il 19 aprile 2008 – quadriennio 2008/11) Viale Bracci,16 53100 - SIENA (SI) Direttore: Dr.ssa Maria Grazia Burroni Medici addetti: Marco Lorenzi, Piccolomini, Giuseppe Vuolo, Franco Papi, Natale Calomino e Monica Ulivelli. Telefono: 0577.585823/0577.585608 fax: 0577.586151 Email: riab.funzionale@ao-siena.toscana.it Servizi: Andrologia, Ecografia Urologica, Endourologia, E.S.W.L., Urodinamica. N. 1 - VENETO Azienda Ospedaliera di Verona – Ospedale Civile Maggiore Prima Divisione Clinicizzata di Chirurgia Generale (Centro Accreditato FINCO il 6 Dicembre 2006 – quadriennio 2007/10) Piazzale Stefani,1 - 37126 VeronaPrimario: Prof. Claudio Cordiano tel.: 045.8122484 – fax: 045.8072484 Medici addetti: Fulvio Leopardi, Teresa Di Palma, Pasquale Amantea (ginecologo) e Gianfranco Prati (chirurgia generale – urologo) Infermiere Professionali: Marina Sandrinelli e Paola Finetto Segreteria (Mara Pizzighella e Teresa Di Palma). tel.: 045.812209 - Email: chirurgia.urgenza@univr.it Il Centro si occupa dello studio e del trattamento combinato delle disfunzioni perineali, oltre ad eseguire visite mediche collegiali.Il Centro FINCO è aperto tutti i giorni lavorativi dalle ore 09,00 alle 13,00. N. 9 - VENETO Policlinico Universitario Dip. di Scienze di Padova Clinica Chirugica II (Centro Accreditato FINCO il 10 ottobre 2009 – quadriennio 2009/13) Via Giustiniani, 2 - Padova Direttore: Prof. D. Netti Medici addetti: Prof. G. Dodi, Dr. L. Amadio, Dr. E. Stocco Ostetrica: Dr.ssa A. Cavalieri Tel.: 049/8212072 - fax: 049/651891 Prestazioni: visite specialistiche ambulatoriali, manometria ano-rettale, test neurofisiologici, ecografia addomino pelvica, ecografia sfinteriale trans-anale, riabilitazione del piano perineale, elettrostimolazione funzionale piano perineale, neuromodulazione sacrale.



Eureka2 anno4luglio2009