Issuu on Google+

50

Sabato 25 giugno 2011

ALTO RENDIMENTO OLTRE LA CONGIUNTURA

La corsa delle materie prime, e dell’argento in particolare, continua ma si iniziano a vedere i primi segnali di pericolo. La bolla potrebbe scoppiare. Come avvenne nel 2000 con la tecnologia. Bisogna sapere uscire dal mercato nel momento giusto

LE PERICOLOSE MODE PASSEGGERE DIDIER LE MENESTREL

Presidente e fondatore di Financière de l’Echiquier. Appassionato di Borsa e di mercati finanziari, al termine dei suoi studi nel 1983, ha subito iniziato a lavorare come analista finanziario presso Ferri SA (società di borsa). Dopo una breve esperienza in Enskilda, società di intermediazione finanziaria anglosassone, e due anni di esperienza commerciale verso clienti istituzionali (sempre presso Ferri SA), nel 1991 decide di mettersi "in proprio" fondando Financière de l’Echiquier. Didier Le Menestrel è anche il gestore dei fondi Agressor e Agressor PEA.

P

eso 3,4 chilogrammi, 1.637 pagine in formato A4, 730.197 parole: il prospetto di ammissione alla quotazione di Glencore riflette l’immagine del gigante mondiale delle materie prime, fuori norma, esorbitante. Con 36 miliardi di sterline di capitalizzazione di Borsa, il re del settore entra direttamente nell’indice Ftse e si regala il lusso di una duplice quotazione, a Londra e a Hong Kong. Questo ingresso eclatante sul mercato sopraggiunge proprio in un periodo in cui i prezzi di diverse materie prime (alimentari, energetiche o industriali) raggiungono nuovi picchi. Come tutti sanno, questa impennata deriva in gran parte dalla domanda esplosiva proveniente dai Paesi emergenti, evidente segno del ritmo assunto dalla crescita mondiale. Peraltro è talmente evidente che tutti vogliono investire nel settore. Allora perché io no? Gli investitori privati, come peraltro numerosi fondi d’investimento, hanno quindi finito per interessarsi a questo mercato, a tal punto che, a fine aprile, il volume quotidiano scambiato sull’Etf indicizzato sul prezzo dell’oncia d’argento ha superato per alcune sedute quello dell'Etf indicizzato sull’ S&P500, in un confronto tra colossi. Tuttavia, qualche giorno dopo, due settimane prima dell’ammissione alla quotazione di Glencore, l'oncia d’argento crollava del 30%, dopo aver sfiorato i 50 dollari, un record che risaliva addirittura al gennaio 1980. Un ribasso accompagnato da quello del petrolio (10% in una sola giornata), del rame e di altre materie prime. Segnali da allarme rosso? L’incremento delle materie prime non sarebbe forse più così «evidente»? Se i movimenti di massa provocano effetti spetta-

Glencore

L’indice Crb

Quotazioni in pence

Quotazioni in punti

532,5

370 365 360 355

525,0 517,5 510,0

350 345 340 335 330 325 320 315 310

502,5 495,0 487,5 480,0 472,5 465,0 MAG

GIU

DIC

colari sulle quotazioni dei titoli, sono rari i partecipanti che sanno uscirne in tempo: le bolle sono inebrianti e, piu s’innalzano, piu tutti vogliono afferrarle. Occorre ancora ricordare l’inizio degli anni 2000 e il malessere da sbornia con cui si sono svegliati tutti coloro che avevano creduto di garantirsi un futuro affidando i loro risparmi a Vivendi o Alcatel? Oppure, il meno eclatante ma anch’esso esplosivo, successo della grande distribuzione francese negli anni Novanta che aveva suscitato la stessa cieca fiducia degli investitori. Carrefour, leader incontestato del settore, faceva allora di tutto per crescere, vivendo la fusione con Promodes nel 1999 come un’apoteosi. Euforia di breve durata, tuttavia, considerato che gli azionisti subiscono da dodici anni i risultati nefasti di una cattiva strategia di gestione ormai acclarata.

GEN

FEB

MAR

APR

MAG

INVESTIRE OLTRE LE TENDENZE. Acquistare materie prime quando lo fanno tutti gli altri si avvicina alla pura speculazione: non si tratta che di un’anticipazione del comportamento degli altri, senza riflettere realmente sulla possibile creazione o incremento di valore nel tempo. Non è certo l’atteggiamento di un investitore preoccupato di remunerare il risparmio nel lungo termine. Investire diffidando delle mode e un punto di riferimento fondamentale del modo di concepire l’investimento azionario, indipendentemente dalle tendenze del mercato. La stilista Coco Chanel aveva l’abitudine di dire che le mode passano, lo stile no. La nostra esperienza, da 20 anni a questa parte, ci permette di affermare che le infatuazioni gregarie raramente sono sinonimo di valore per il patrimonio dell’investitore.

I numeri delle Borse europee...

... e quelli del resto del mondo

Elaborazioni B&F su dati Bloomberg - Valori rilevati alle ore 18.00 di venerdì 24 giugno 2011

Elaborazioni B&F su dati Bloomberg - Valori rilevati alle ore 18.00 di venerdì 24 giugno 2011

Paese

Europa

Indice

Livello

DJ EURO STOXX 50 2.715,9 DJ STOXX 50 2.485,5 DJ EURO STOXX 300 267,5 DJ STOXX 600 264,0 DJ ESTOXX SEL.DIV.30 1.629,3 MSCI EURO 838,3 Gr. Bretagna FTSE 100 5.697,7 FTSE tech 100 2.144,8 Italia FTSE MIB 19.154,4 Austria ATX 2.638,4 Cechia PRAGUE PX 1.205,3 Danimarca KFX 415,9 Estonia TALLIN GENERAL 669,9 Finlandia HEX 6.367,4 Francia CAC 40 3.784,8 Germania DAX 7.121,4 Grecia ASE GENERAL 1.232,6 Irlanda IRISH OVERALL 2.882,5 Lettonia OMX RIGA INDEX 441,1 Norvegia OSE ALL SHARE 450,7 Olanda AEX 328,7 Polonia WSE WIG 48.394,0 Portogallo PSI-20 6.992,0 Romania BET 10 5.509,6 Russia RUSSIAN RTS USD 1.856,9 Slovenia SBI Top 754,2 Spagna IBEX 35 9.812,7 Svezia OMX 1.055,2 Svizzera SMI 5.998,0 Ungheria BUX 22.378,8

Var. % 5 gg.

-1,96 -1,14 -1,68 -1,19 -2,10 -1,67 -0,30 -0,21 -4,69 -2,22 -0,92 -1,72 -1,86 -2,46 -1,02 -0,60 -1,71 -0,14 3,63 -1,77 -1,31 -1,50 -3,61 -0,92 -0,08 -1,46 -3,18 -2,16 -2,39 -1,42

52 SETTIMANE Livello Data Livello Max Min.

3.077 2.779 298 292 1.854 936 6.106 2.254 23.274 3.013 1.278 478 790 7.935 4.170 7.600 1.793 3.038 449 515 374 50.502 8.202 6.099 2.134 892 11.165 1.183 6.739 24.531

18/02 18/02 18/02 18/02 18/02 18/02 21/02 14/02 18/02 17/02 07/04 03/03 21/02 09/02 16/02 02/05 05/08 11/05 02/03 06/04 18/02 08/04 03/11 11/04 11/04 24/06 18/02 19/01 21/02 11/04

2.503 2.288 240 236 1.541 758 4.790 1.723 18.807 2.224 1.087 382 504 6.123 3.321 5.809 1.197 2.608 342 368 306 39.004 6.964 4.617 1.285 751 8.978 975 5.935 20.147

Data

Divid. Yeld

01/07 05/07 01/07 01/07 01/07 01/07 01/07 02/07 01/07 05/07 01/07 25/08 01/07 01/07 01/07 05/07 16/06 25/08 07/07 01/07 05/07 01/07 01/07 30/06 02/07 24/06 01/07 01/07 05/07 29/11

4,36 3,89 3,86 3,48 5,99 4,07 3,42 2,24 4,19 2,92 5,57 1,22 1,93 5,02 4,11 3,41 3,21 3,08 3,14 4,33 3,50 2,18 7,69 6,49 2,09 2,16 4,62 3,98 2,45 1,92

P/E atteso

9,4 9,3 10,4 10,6 10,1 9,8 10,0 14,3 9,6 10,8 11,1 14,9 13,0 13,0 9,8 10,6 11,0 16,4 10,0 9,5 11,3 12,0 6,4 5,7 12,5 10,0 11,6 12,0 9,5

Tassi %

1,25

0,50 1,25 1,25 9,00 1,00 1,00 1,25 1,25 1,25 1,25 1,25 1,40 5,48 1,25 4,00 1,25 9,50 n.d. 1,00 1,25 1,75 0,25 6,00

Var. % 31/12

Var. % a 2 anni

-2,8 -3,9 -2,5 -4,3 -6,0 -2,4 -3,4 5,1 -5,1 -9,2 -1,6 -9,1 -4,1 -16,9 -0,5 3,0 -12,8 -0,1 12,1 -7,4 -7,3 1,9 -7,9 4,6 4,9 -11,3 -0,5 -8,7 -6,8 4,9

12,3 17,3 19,9 27,9 23,3 17,4 33,1 60,4 0,6 35,9 33,2 43,9 126,0 13,8 18,8 47,3 -44,0 4,6 79,9 37,0 29,1 61,9 0,1 60,3 93,6 -25,9 2,0 34,7 10,2 47,1

Cambio vs E

1,00

Paese

Usa

0,89 1,00 1,00 24,36 7,46 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 1,00 0,71 7,77 1,00 3,98 1,00 4,22 40,09 1,00 1,00 9,20 1,19 269,31

Cina Argentina Australia Brasile Canada Corea Sud Filippine Giappone Hong Kong India Indonesia Israele Malesia Messico Singapore Sudafrica Taiwan Thailandia Turchia Venezuela

Indice

DOW JONES IND. DOW JONES TRANSP. DOW JONES UTILITIES S&P 500 S&P 400 MIDCAP S&P 600 SMALLCAP RUSSELL 2000 NASDAQ 100 NASDAQ COMPOSITE SHANGHAI B SHENZHEN B MERVAL ASX BOVESPA S&P/TSX 60 KOSPI 100 PHILIPP. COMP. NIKKEI 225 HANG SENG MUMB. SENSEX 30 JAKARTA COMP. TEL AVIV 100 K. LUMPUR COMP BOLSA STI FTSE/JSE TOP40 IX WEIGHTED PR. SET50 ISE NATIONAL 100 IBC

Livello

Var. % 5 gg.

11.967,4 5.242,5 426,2 1.274,0 949,5 429,4 799,7 2.229,5 2.664,6 267,0 716,7 3.322,2 4.565,0 61.169,9 741,7 2.051,7 4.291,4 9.678,7 22.172,0 18.240,7 3.848,6 1.095,9 1.564,7 35.380,2 3.066,9 27.391,9 8.532,8 714,0 62.072,6 80.158,9

-0,31 1,63 -0,13 0,19 1,79 1,92 2,30 1,67 1,84 7,97 3,96 2,70 0,31 0,48 0,92 3,09 2,84 3,50 2,20 2,07 3,39 -0,20 0,08 1,01 2,05 0,25 -1,20 0,61 0,58 -0,88

GIU

52 SETTIMANE Livello Data Livello Data Max Min.

12.876 5.566 442 1.371 1.019 460 869 2.418 2.888 330 888 3.701 5.070 73.103 824 2.215 4.413 10.892 24.989 21.109 3.873 1.254 1.577 38.877 3.314 30.196 9.207 789 71.777 81.275

02/05 02/05 20/05 02/05 02/05 02/05 02/05 02/05 02/05 15/04 11/11 21/01 11/04 04/11 07/03 03/05 05/11 17/02 08/11 05/11 20/05 18/01 06/01 03/01 09/11 14/02 08/02 21/04 25/10 21/06

9.614 3.873 354 1.011 693 315 588 1.700 2.061 204 543 2.158 4.213 60.056 648 1.601 3.281 8.228 19.778 17.296 2.844 975 1.294 30.543 2.770 23.014 7.252 543 53.911 63.438

02/07 06/07 01/07 01/07 01/07 24/08 06/07 01/07 01/07 02/07 02/07 01/07 06/07 01/07 05/07 06/07 05/07 15/03 06/07 11/02 30/06 01/07 06/07 01/07 30/06 02/07 01/07 25/06 01/07 05/08

Divid. Yeld

P/E atteso

Tassi %

Var. % Var. % 31/12 a 2 anni

2,50 1,56 4,16 1,98 1,32 1,32 1,45 1,00 1,00 2,04 2,58 2,73 4,17 3,78 2,57 1,32 3,23 1,94 3,17 1,46 2,07 3,64 3,40 1,44 2,90 2,45 3,16 3,49 2,48 13,61

12,2 19,7 13,4 12,9 17,4 18,4 21,7 13,9 16,6 10,1 9,3 10,0 13,6 9,8 13,3 10,3 14,1 16,1 12,0 14,8 15,2 11,5 15,4 14,5 14,1 10,9 13,5 11,6 9,9 -

0,25

3,4 2,7 5,2 1,3 4,7 3,3 2,0 0,5 0,4 -12,3 -13,1 -5,7 -5,8 -11,7 -3,5 0,9 2,1 -5,4 -3,7 -11,1 3,9 -10,5 3,0 -8,2 -3,9 -4,4 -4,9 -0,9 -6,0 22,7

6,31 3,00 12,25 3,00 1,50 8,25 0,10 0,50 6,50 6,13 3,25 4,50 4,50 0,44 5,50 4,96 n.d. n.d. 29,50

Cambio vs E

44,2 1,42 67,8 21,0 41,4 69,0 65,8 61,6 54,1 48,7 44,7 9,18 49,8 114,9 5,82 20,1 1,35 22,8 2,26 21,3 1,40 58,3 1530,54 77,6 61,49 0,9 113,94 23,9 11,05 26,5 63,79 92,8 12204,37 37,4 4,88 47,9 4,32 49,2 16,86 34,6 1,76 35,5 9,77 33,7 40,99 71,0 43,57 73,6 2,31 84,9 6092,82


IT_25.06.11_BorsaFinanza_Edito Juin