Page 1

Filotea IL NOSTRO BLOG

N. 4 22.01.2011 Anno VI

http://filotealibreria.blogspot.com

GLI EBREI NEL NOVECENTO. STORIA E ATTUALITA’ Nel corso del secolo, a partire dalla fine dell’Ottocento, gli ebrei esprimono una forza simbolica travolgente, inedita, alimentata non solo dall’antisemitismo e dalla persecuzione, ma dall’essere stati al tempo stesso artefici di una straordinaria creatività e oggetto del più radicale degli annullamenti. E ancora, dall’essere stati un intreccio tra la volontà di essere uguali agli altri e una

durevole percezione di sé come identità sul confine. Nella realtà di oggi, cosa resta di questa storia? Quanto ne è stato distrutto irrimediabilmente dalla violenza, quanto ne è stato logorato poco a poco dal volger del tempo? Il mondo ebraico è ormai irriconoscibile rispetto al secolo scorso: nuovi i progetti, nuovi i problemi, nuovi i numeri, nuove le geografie. Il resto è ancora attualità.

Anna Foa

Anna Foa, Diaspora. Storia degli ebrei nel Novecento, Laterza, 2011, econom., 9,50 €

LETTERE DALLA SHOAH. LA VITA LOTTA CONTRO IL MALE Queste Lettere dalla Shoah sono un documento straordinario, sono istantanee di un singolo momento o di una singola ora di quell’orrore, talora anche di momenti in cui esso non è percepibile in tutta la sua spaventosa

realtà. Lettere le più varie: di chi sa di essere alla vigilia della morte e di chi parte per un destino che gli è ancora ignoto; di chi ha già compreso tutto l’orribile che sta succedendo e di chi ancora non può rendersene bene conto. Queste lettere danno il vissuto della Shoah, quasi giorno per giorno nelle più diverse situazioni e nei più diversi paesi, talora quando tutto si è già quasi consumato e talora quando il brulicare e

l’incombere dello sterminio non si è ancora compattato in una definitiva e orrenda totalità. In queste lettere c’è di tutto: amore e dolore, coraggio e paura, vendetta e pietà, fede in Dio e sua negazione legittimata da quel trionfo del male. C’è l’ebraismo, che Auschwitz non è riuscita a distruggere nonostante milioni di vittime, e c’è l’umanità intera. Le mie ultime parole. Lettere dalla Shoah, Laterza, 2011, 9,50 €

Campo di concentramento

MUSSOLINI E HITLER

ANTISEMITISMO ITALIANO

Attraverso le comunicazioni a ritmo quotidiano tra i quattro diplomatici italiani, Hitler e i suoi fedelissimi (Goebbels, Goring, Himmler, Ribbentrop) da una parte, Mussolini e gli alti gerarchi fascisti (a partire dal genero Ciano) dall’altra, emerge un quadro sfaccettato che contrasta con l’immagine del “patto d’acciaio” tra Italia e Germania, e che contribuisce ad arricchire ulteriormente la conoscenza di una delle pagine più oscure e discusse della storia del Novecento. Gianluca Falanga, L’avamposto di Mussolini nel Reich di Hitler, Tropea, 2011, 22,00 €

Il saggio conferma come l’antisemitismo italiano non fu conseguenza dell’alleanza con la Germania nazista, ma fu una componente significativa del movimento fascista e nazionalista fin dagli anni successivi la prima guerra mondiale. Luca Michelini, Alle origini dell’antisemitismo nazional-fascista, Marsilio, 2011, 14,00 €

Se noi risolviamo i problemi della fede col metodo della sola autorità, possediamo certamente la verità, ma in una testa vuota! (San Tommaso)


IL CONFLITTO ISRAELIANO-PALESTINESE IN UN THRILLER Il thriller di Robert Littell descrive il Medio Oriente come un luogo in cui i ruoli sono tristemente complicati e i comportamenti

inesorabilmente violenti. Isaac Apfulbaum, un rabbino estremista, viene rapito dal dottor Isma’l al-Shaath, un terrorista fondamentalista. Ciò scatena una grave crisi, perfino in quel Paese tormentato dai drammi. Le richieste che ne scaturiscono seguono uno schema assai familiare. Si pretende che il governo israeliano rilasci un centinaio di prigionieri palestinesi. In caso contrario, il rabbino Campo profughi palestinese verrà giustiziato. Naturalmente,

i tempi sono serrati. Elihu, il leggendario capo del Mossad, viene richiamato dalla pensione perché ci sono troppe questioni in gioco. Un piano di pace avallato dagli Stati Uniti sembra poter avere concrete possibilità di successo. La firma del piano, accettato da entrambe le parti in causa, è fissata a Washington, in capo a nove giorni. Robert Littel, I figli di Abramo, Fanucci, 2011, 18,00 €

CONTRO IL NAZISMO, LA VITALE FORZA FEMMINILE «Austriaci, sono costretto a cedere. L’armata tedesca entra nella nostra patria. Che Dio sia con voi». L’11 marzo 1938 finisce l’infanzia di Helga, il suo mondo crolla travolto dall’irrazionalità del nazismo. Questa autobiografia è una storia di coraggio e amore intessuta di avventure, incroci amorosi e inevitabili perdite. Un romanzo avvincente e commovente, la storia di una

famiglia che ha come sfondo Vienna, Berlino e Roma. L’affascinante nonna Wilma, che grazie ai suoi tre ricchi matrimoni riesce a mantenere figli e nipoti; la madre Fortunée, appassionata di politica ma incurante della figlia; e poi Helga, bellissima e impulsiva ma sempre generosa e autosufficiente. Unico punto di contatto fra le tre è la straordinaria forza, che fa parte dei loro cromosomi e si

trasmette lungo la discendenza femminile.

lga Ludmilla He io d Siersch, Ad , zi Fa Vienna, € 0 ,5 7 1 2011,

UNA GUIDA PER VISITARE AUSCHWITZ Una guida ricca di informazioni e fotografie, di suggerimenti puntuali per aiutare il visitatore a entrare in ciò che resta di un terribile passato. Un utile strumento per ricostruire la storia del lager e rivivere con l’immaginazione i frammenti di vita quotidiana di molti dei deportati che vissero in questo luogo i loro ultimi giorni. Il libro Saletti-Sessi, Visitando Auschwitz. Guida all’ex campo di concentramento e al sito memoriale, Marsilio, 2011, 18,00 €

Filotea Libreria cattolica editrice Registrazione Tribunale di Aosta 3/04 del 17.03.04 Foglio settimanale Direttore responsabile Cristina Lordi Stampato in proprio Aosta - Via Hotel des Etats, 17 Tel. 016544527 / 3355265761 http://filotealibreria.blogspot.com filotealibreriaeditrice@gmail.com

www.tiraccontolaparola.it Per il commento di Paolo Curtaz al Vangelo della domenica

Filotea 22.01.2011  

foglio settimanale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you