Page 1

RASSEGNA STAMPA

Sommario:

17 luglio 2013 Rassegna Associativa

2

Rassegna Sangue e Emoderivati Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore Prime Pagine

7


Rassegna associativa FIDAS


CALABRIA ORA 17 luglio 2013


TELERADIOPADREPIO.IT Con la Fidas navigando la cultura della donazione 17-07-2013 - Autore: Paola Russo

E’ partita da Trieste, lo scorso 7 luglio, la “FIDAS Coast to Coast”, per percorrere mille miglia nautiche in tre settimane. E’ la traversata estiva della Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue, che a bordo di barca a vela lunga 15 metri, farà tappa in 41 porti di 14 regioni italiane, con un unico scopo: sensibilizzare sulla donazione del sangue divulgando la cultura del dono “volontario, anonimo, gratuito e associato”. Il 28 luglio la traversata raggiungerà Reggio Calabria, dove i donatori di sangue provenienti da tutta la Penisola nuoteranno nello Stretto di Messina per la VII Traversata della Solidarietà. “Nel corso del 2012 – come si legge nel comunicato stampa – i 462.369 donatori FIDAS hanno contribuito al raggiungimento del fabbisogno nazionale di sangue ed emocomponenti con 425.003 unità, assicurando la riuscita dei 9000 eventi trasfusionali quotidiani a favore dei cittadini del nostro Paese”. “Tuttavia per confermare l’equilibrio raggiunto in Italia – afferma il presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris - occorre intraprendere ulteriori iniziative di coinvolgimento della popolazione e in particolare delle nuove generazioni che dovranno garantire anche in futuro il mantenimento e il miglioramento dei risultati ottenuti”. Su fidas.it e sulle pagine Facebook FIDAS e FIDAS Coast to Coast sarà possibile seguire in tempo reale questa grande avventura di solidarietà.


GEONOTIZIE.IT «Fidas coast to coast» a Trani giovedì prossimo: ieri la presentazione dell'evento di solidarieta. Scarpa testimonial a costo zero Martedì 16 Luglio 2013 Una è partita da Imperia, l'altra da Trieste. Il loro percorso di circumnavigazione dell’Italia le vedrà incrociarsi a Reggio Calabria. «Savage», l’imbarcazione che solca l’Adriatico, giovedì prossimo si fermerà a Trani. L’appuntamento con «Fidas coast to coast», previsto nella nostra città, al molo Santa Lucia, il prossimo 18 luglio è stato presentato ieri presso la Lega navale, dalla Fidas di Trani, con la presenza dei massimi esponenti dell'associazione ed anche dell'amministrazione comunale ed altre autorità. Dopo i saluti di rito del presidente della sezione di Trani della Lega Navale, Giuseppe Di Ciommo, e dell’assessore al turismo, Fabrizio Sotero (presenti anche i colleghi di giunta Rosa Uva e Giacomo Ceci), il presidente regionale della Fidas, Rosita Orlandi, ha parlato di grande evento per attirare l'attenzione sulla donazione del sangue di estate «non in termini pietistici, ma preventivi». La stessa Orlandi ha posto in risalto la circostanza che ha visto la Fidas, addirittura, preferire come tappa pugliese Trani a Bari, un segno di riconoscenza anche alla grande attività svolta dalla sezione cittadina. Il segretario nazionale della Fidas, Antonella Locane, ha ammesso che «l'idea di questo percorso della solidarietà, attraverso i mari d'Italia, si è ispirato a Goletta Verde, con la differenza che, anziché denunciare i problemi del mare, noi tendiamo ad utilizzare il mare per diffondere la cultura della solidarietà. Per fortuna - ha fatto notare - il 2013 non ha fatto registrare grandi emergenze dal punto di vista del fabbisogno del sangue, ma dobbiamo sempre tenere alta la guardia ed imparare a donare non soltanto in presenza di emergenze, ma periodicamente. Inoltre, dobbiamo fare sì che i donatori non si muovano individualmente ed in maniera disorganica, ma siano inseriti in un contesto collettivo quali, appunto, le associazioni». Il dottor Michele Scelsi, coordinatore del Crat Regione Puglia e componente del comitato direttivo del Centro nazionale sangue, a sua volta ha posto in risalto la circostanza per cui «in Italia c'è molta attenzione alla qualità della donazione e, per fortuna, le donazioni, a differenza di altri stati, non sono remunerate». Quanto alla Puglia, «la sporadicità delle donazioni si è sempre meglio superata grazie alle tre associazioni presenti sul territorio. Il traguardo della donazione periodica è stato raggiunto, adesso il prossimo sarà l’abbassamento dell'età media del donatore, tuttora molto alta, intorno ai 40 anni. Bisogna puntare in particolare sui giovani». Ed è per questo motivo che la Fidas ha scelto, come testimonial della sua campagna nazionale, Stefano Scarpa, il vincitore di «Italian’s got talent», ragazzo molto amato anche e soprattutto dai suoi coetanei e che ha sposato la causa della Fidas in maniera totalmente gratuita, senza richiedere un centesimo neanche per i rimborsi spese. Scarpa ha girato un videoclip all'ombra della cattedrale di Trani e sarà presente, giovedì prossimo, per la grande manifestazione che si terrà al molo Santa Lucia, «con la presenza di gruppi musicali, associazioni di volontariato, intrattenimento, animazione e spettacolo», ha spiegato il presidente tranese della Fidas, Marco Buzzerio, informando che «ci sarà anche la autoemoteca per le donazioni». Fra i donatori eccellenti, da vent'anni, il comandante dell’Ufficio locale marittimo, Stefano Sarpi, che anche per questo ha autorizzato lo svolgimento della manifestazione sull’area demaniale adiacente la sede locale della Guardia costiera. Non meno longevo, dal punto di vista delle donazioni, il capitano della Polizia locale, Domenico Miccoli, che garantirà il presidio degli agenti in occasione dell'evento, che potrà realizzarsi, così, nel massimo ordine e sicurezza.


IL MESSAGGERO VENETO

Donatori di sangue, festa per i 60 anni PAGNACCO La sezione Afds di Pagnacco compie 60 anni. Domenica grande festa in paese, con centinaia di donatori che celebreranno l’importante traguardo. La storia della sezione comincia nel 1953, quando una decina di donatori decide di mettersi insieme per aiutare gli altri. Col passare degli anni il numero di iscritti cresce fino a superare i 400 soci, 340 dei quali ancora attivi. «Tutto ciò – dice il presidente Giovanni Casarsa – per merito di tanta gente, che credendo in questa forma di solidarietà ha dato il meglio di sé stessa prodigandosi nel sensibilizzare tutti verso questo grande gesto che è il dono del sangue». Ricco il programma della festa: alle 9 è previsto il ritrovo dei partecipanti nel parco festeggiamenti di Pagnacco. Da qui, alle 9.30, partirà la sfilata lungo le vie del paese, con l’accompagnamento della banda di Magagna. Alle 10.30 sarà celebrata la messa nella chiesa parrocchiale. La festa poi tornerà nel parco, dove sarà dato spazio alle autorità, che potranno rivolgere un breve indirizzo di saluto ai donatori e dove saranno premiati i presidenti di questi primi 60 anni di vita della sezione con i benemeriti. A chiudere la giornata ci sarà il pranzo. «Per il Comune di Pagnacco la sezione Afds rappresenta un vanto – afferma il sindaco Gianni Ciani –, con i suoi donatori che si sono sempre dimostrati attivi e disponibili. In questi 60 anni di vita hanno donato moltissimo sangue che è servito a salvare centinaia di vite umane. Domenica li festeggeremo con un premio in segno di riconoscenza». (a.c.)


Rassegna medico-scientifica e politica sanitaria


Prima pagina


Rassegna-stampa-17luglio2013  

http://www.fidas.basilicata.it/wp-content/uploads/2013/07/Rassegna-stampa-17luglio2013.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you