Page 1

RASSEGNA STAMPA

Sommario:

01 luglio 2013 Rassegna Associativa Rassegna Sangue e Emoderivati

2

Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore

5

Prime Pagine

15


Rassegna associativa FIDAS


IL GIORNALE DI VICENZA La Fidas festeggia i donatori e presenta il prelievo on-line Lo scorso anno sono state registrate circa 36 mila donazioni e aumentano quelle dei giovanissimi Giovanni Matteo Filosofo

COGOLLO DEL CENGIO Gran parte degli 82 gruppi Fidas del Vicentino si è ritrovata ieri sul Monte Cengio, in occasione del raduno provinciale dei donatori di sangue, intorno e accanto alla caratteristica “Chiesetta del donatore", eretta nel 1974 sul terreno di un poggio, offerto in memoria del socio cogollese Antonio Zorzi. Oltre 700 persone, fra lo sventolio di labari e gagliardetti in una giornata di splendido sole. Ad accoglierli, il presidente Fidas Vicenza, Mariano Morbin, con Giuseppe Munaretto, vicepresidente nazionale, soddisfatti per la continua crescita dell´annuale festa, e per i dati riferiti al 2012, col record di 36 mila donazioni da parte dei 20 mila associati attivi, e per l´aumento dei donatorigiovani, dai 18 ai 28 anni. «Col nuovo Programma prenotazione - ha annunciato Morbin in attesa della messa - i soci potranno prenotare il prelievo anche via Web, fissando il giorno e l´ora». Durante il sacro rito, il padre servita Domenico Sartori, citando l´esempio di Gesù che si avvia «a muso duro» verso Gerusalemme ben conoscendo il suo destino, ha invitato i donatori, tutti fratelli in Cristo, ad andare avanti con decisione, rinnovando con forza la fede per offrire sangue di vita ancora migliore. Poi, il sindaco, Riccardo Calgaro, ha lodato il valore del dono, ricordando Margherita Hack, la scienziata delle stelle, di recente scomparsa, capace di mettere gratuitamente a disposizione di tutti il suo sapere. Nel suo intervento, il presidente Morbin ha richiamato il successo della trasferta a Lecce, con la partecipazione al “Viaggio della solidarietà" di 350 donatori vicentini, col dono di 100 sacche di sangue agli amici leccesi. Per il futuro, ha dato appuntamento a Marostica, il 22 settembre, alla manifestazione promossa dalla Fidas con l´associazione “30 nodi per il fegato". «Lì - ha detto - ci terremo tutti per mano, formando una corona attorno alle mura, cantando insieme “Volare", per una solidarietà senza confini». Infine, il restauro della chiesetta, per metterla a norma di legge. «Ci sarà bisogno - ha concluso - di un grande impegno economico e umano. Ma, ci riusciremo».


GazzettadiParma.it L’Adas-Fidas Bormioli Luigi continua a crescere Giulia Viviani

«Nel 2012 abbiamo registrato oltre cinquecento donazioni, e i primi sei mesi del 2013 sono andati molto bene: un trend che si conferma più che positivo», parola di Gianluca Cavagni, presidente dell’Adas-Fidas «Bormioli Luigi», una delle prime a costituirsi a Parma negli anni ’60 e a contribuire alla fondazione di Adas Parma nel 1970. Come ogni anno in giugno, l’assemblea dei soci, svoltasi al circolo Inzani, è stata l’occasione per fare il punto della situazione, guardare al bilancio delle attività svolte e naturalmente festeggiare con la cena, il torneo di calcio e la pesca di beneficienza a favore dell’associazione Fibrosi Cistica. «Possiamo essere soddisfatti - prosegue Cavagni - non solo perché i numeri ce lo suggeriscono, abbiamo 300 soci donatori e altri 450 sostenitori, ma anche perché c’è un positivo ricambio generazionale e sono tanti i giovani in azienda che si avvicinano alla donazione e poi coinvolgono anche le famiglie». All’incontro hanno preso parte anche il segretario nazionale Fidas, Cristiano Lena, il presidente regionale, Giacomo Grulla e il presidente provinciale, Michele Fedi, e sono stati premiati i donatori più assidui: Pierluigi Ghillani ha ricevuto la targa per la centesima donazione e altri 50 soci hanno raggiunto le tappe intermedie conseguendo diplomi e guadagnando medaglie. «Il 2012 è stato in generale un anno fantastico per tutta l’Adas-Fidas parmigiana - commenta Michele Fedi -. L’associazione è cresciuta molto, con tre nuove sezioni particolarmente attive che ci hanno fatto registrare più di 220 visite di nuovi donatori al Centro trasfusionale». Fedi ricorda come il sangue sia fondamentale per le trasfusioni, ma anche per la ricerca scientifica e per la produzione di alcuni farmaci. Insomma, non ce n’è mai abbastanza. Per continuare a sensibilizzare la cittadinanza, ma anche per offrire qualche momento ricreativo a chi si accinge a passare l’estate in città, Adas-Fidas, con il patrocinio del Comune di Parma organizza all’interno del Parco del Dono (Bizzozero) un concerto gratuito ogni giovedì. Questo il calendario: 4 luglio Rosez acoustic trio, 11 luglio Gloria Turrini, il 18 Roberta Di Mario, il 25 Virgi’n’Soul, 1 agosto Souka blues band. L’8 agosto ultima serata con tavolata nel parco (prenotazioni cena presso il chiosco del Bizzozero o al bar «Quelli che» di via Casa Bianca»), esibizioni di Elena Rosselli e Paolo Calzetti band. Il concerto dei Karbonio14 saltato questo giovedì sarà recuperato in agosto.


Rassegna medico-scientifica e politica sanitaria


Prima pagina


Rassegna-stampa-01luglio2013  

http://www.fidas.basilicata.it/wp-content/uploads/2013/07/Rassegna-stampa-01luglio2013.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you