Issuu on Google+

I Donatori del tuo Ospedale

Organo informativo dell’Associazione Donatori Volontari Sangue - Ravenna ASSOCIAZIONI SENZA FINE DI LUCRO - Poste Italiane s.p.a. Sped. in abbonamento postale D. L. 053/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 2. DCB Ravenna

n. 2 Anno 2013

31 maggio Classe vieni alla festa! ecco il bilancio

Anche i

campioni

donano il

sangue all’

Ospedale facebook.com/fidasadvsravenna


convocazione assemblea 2 Convocazione assemblea 3 Festa Sociale 4/7 Relazione morale 8 Bilancio consuntivo 2012 9 Budget previsione 2013 10/11 Medaglie d’oro 2012 12 FIDAS Giovani 13 Lo sport 14/15 Donatori con la valigia 16 I Donatori in bicicletta

Reg. Trib. Ravenna n. 879 del 29/07/1988 Tiratura del numero: 8.800 copie Chiuso in tipografia il 07/05/2013

Gemellata con l’associazione Leccese Galatone

Festa sociale

S. Messa del Donatore

2013

Domenica 2 Giugno ore 10.00

Ai Membri del Consiglio generale A tutti gli Iscritti alla Associazione LORO SEDI

Venerdì 31 maggio

S. Apollinare in Classe

Campo sportivo di Classe via Classense

CONVOCAZIONE

L’Assemblea generale della Associazione è convocata insieme al Consiglio generale il giorno Mercoledì 29 maggio - ore 6.00 (in prima convocazione) e

Mercoledì 29 maggio 2013 - ore 20.30 (in seconda convocazione)

Il Pellicano

Direttore responsabile: Alberto Mazzotti Editore e Proprietario: A.D.V.S.-Fidas Viale Randi, 5 - Ravenna Progetto e impaginazione: Pagina srl - Ravenna Stampa: Tip. Commerciale - Ravenna Hanno collaborato: Baldi Massimo, Bencivelli Franco, Fabbri Chiara, Fussi Mattia, Fussi Valentina, Mazzoni Dario, Montanari Giulia, Montanari Marco, Resta Oliviero, Rossetti Silvia, Sabattini Elena, Saviotti Barbara

Assemblea generale dell’Associazione e Consiglio generale

presso Aula Magna dell’Ospedale con il seguente Ordine del Giorno: 1. Relazione Morale: approvazione 2. Relazione del Collegio dei Sindaci revisori dei Conti 3. Bilancio Consuntivo 2012: approvazione 4. Bilancio Preventivo 2013: approvazione 5. Varie ed eventuali.

sicale u m o s s e Compl

Gonfi per ba abili m vener dì 31 bini

sabato maggio dome 1 giugn o nica 2 giugn o

RadolÌks-rock

Il Consiglio Generale si svolgerà contestualmente alla Assemblea generale, convocata nella stessa occasione, i due Organi delibereranno in due successive votazioni, nel corso della stessa serata. Il Consiglio direttivo vi attende numerosi. Cordialissimi saluti. Il Presidente

Programma ore 19.00-20.00 Cena Sociale (Menù a scelta) ore 20.30 Saluto delle Autorità Premiazione dei donatori ore 21.00 Concertino

Barbara Saviotti

P.S. Come previsto dallo Statuto, la convocazione della Assemblea avviene attraverso la pubblicazione in corso de “il Pellicano” N°2/2013.

Menù di carne

musica f ie romagnole! er orecch

Ottima p

Menù di pesce

Cappelletti al ragù

Tagliolini al pesce

Grigliata mista

Fritto misto

Dolce o fragole

Dolce o fragole

Vino Acqua minerale

Donatori ed ex donatori

€5

Accompagnatori

Vino Acqua minerale

€ 15

Cena con prenotazione obbligatoria presso la nostra segreteria

3


relazione morale

“Buon compleanno Fidas-advs! Ma il regalo per i primi 50 anni non è stato dei più graditi; i dati che mi appresto a comunicare sono piuttosto drammatici.” La relazione dell’anno scorso cominciava così, ma quella di quest’anno potrebbe cominciare invece “BUON COMPLEANNO CRISI e non finisce qui”, perché i dati del 2012 non sono più incoraggianti di quelli dell’anno precedente. A fine anno 2012, la FIDAS-ADVS di Ravenna ha contato 8.515 iscritti, di cui 5.205 donatori attivi. Nel 2011 i donatori attivi erano 5.470 (5.378 nel 2010), segnando, con questa consistente riduzione (-4,8%), una sgradevole inversione di tendenza rispetto al 2010. Questo, nonostante l’aumento dei nuovi donatori (450 nel 2012, contro i 391 del 2011). Insomma, abbiamo perso più donatori di quanti ne abbiamo guadagnati. Infatti, se sommiamo la riduzione numerica “in assoluto” (-265) ai nuovi donatori (450) che hanno compensato un pari numero di perdite, queste ultime, in totale, sommano 715 persone. Di queste, soltanto 147 sono state dimesse per motivi di salute. Dunque, non c’è dubbio: è l’Associazione ad avere un “problema di salute” ed è nostro compito immediato cercare di formulare una diagnosi e applicare una terapia adeguata. Voglio però ora mostrarVi almeno qualche dato positivo nella tabella. Questi dati almeno sono in controtendenza e dimostrano, in parte, che stiamo lavorando abbastanza propriamente verso i giovani. Dunque, dobbiamo impegnarci di più nei confronti delle altre fasce di età, da “fidelizzare” maggiormente. Naturalmente, il risultato finale del lavoro di tutti noi risente delle perdite di cui s’è detto. Nel 2012 sono state donate, in totale, 11.970 unità, di cui 8.567 di sangue intero e 3.403 ot-

4

Buon compleanno FIDAS-ADVS!

tati a fine anno, valutati nel loro complesso, non sono stati non si possono considerare soddisfacenti e il Consiglio Direttivo si propone di correre ai ripari, mettendo in campo una nuova campagna pubblicitaria già a cominciare dai primi mesi del 2013, per far seguire, poi, una serie di iniziative sostenute, come di consueto, dai nostri Soci “collaboratori”, il cui prezioso contributo il Segretario organizzativo e l’intero Consiglio direttivo intendono valorizzare anche in fase di elaborazione dei progetti. In questo contesto, il Consiglio direttivo non tralascerà di studiare e valutare con la massima attenzione ogni fase dell’operatività corrente che ci coinvolge, al fine di identificare e, per il possibile, correggere le eventuali criticità suscettibili di provocare le disaffezioni che hanno ridotto il numero dei nostri donatori attivi.

fragile sia questo sistema e quanto difficile possa essere mantenerlo in equilibrio. Infatti, nel 2012, le due curve, del fabbisogno e della raccolta provinciali si sono di nuovo incrociate: a fronte di una disponibilità di 26.541 unità, si è registrato un fabbisogno di 26.675, con un difetto di 134 unità, colmato dal sistema di Area-vasta Romagna. Un difetto che appare piccolo, ma che piccolo non è, perché non basterà mai ricordare che l’offerta e la domanda di sangue seguono andamenti diversi e indipendenti, col risultato che anche un bilancio in pareggio a fine d’anno comporta, accanto a situazioni di transitoria eccedenza, stati di marcata carenza. Infatti, in corso d’anno, la nostra “emoteca provinciale” ha potuto cedere 300 unità ad altre sedi in momenti di eccedenza, con ciò, però, rivelando momenti di crisi assai più frequenti di quanto non faccia pensare il modesto difetto calcolato su dimensione d’anno. Una volta di più si dimostra che donare sangue non è soltanto generosità, solidarietà e cittadinanza attiva: è anche sicurezza, e noi, siatene certi, continueremo a fare la nostra parte per riportare il nostro sistema provinciale in equilibrio.

Con riferimento alla disponibilità di sangue intero su scala provinciale (FIDAS + AVIS), che rappresenta il vero “indice di sicurezza” del nostro territorio, la situazione, preoccupante nel 2009, ha segnato un sensibile miglioramento nel 2010, per effetto di un più attento impiego del sangue, che ha condotto ad una riduzione dei consumi. Nel 2011, il margine è tornato ad assottigliarsi: a un fabbisogno di 26.672 unità è corrisposta una produzione di 26.979. Il nostro bilancio provinciale era ancora positivo, ma nella Relazione morale di quell’anno ricordavo quanto

Relazioni interne Da marzo, è cominciata la sperimentazione del progetto che prevede la possibilità per i donatori di sangue intero di prenotare il giorno e l’ora in cui donare. Parlo di sperimentazione, perché, a parte poche realtà, oggettivamente piccole rispetto alla nostra, Ravenna è la prima sede con un cospicuo afflusso di donatori che si cimenta nell’impresa. Con il passare del tempo, in base alle richieste di prenotazioni, sono stati fatti aggiustamenti nel numero e nella scelta delle giornate per cercare di allargare maggiormente il bacino di questi ultimi

NUOVI DONATORI SOTTO I 28 ANNI 2012 2011 2010 2009

UOMINI

DONNE

TOTALE

371 382 358 304

291 254 228 201

662 636 586 505

tenute con procedure di aferesi (12.282 nel 2011 e 12.665 nel 2010). Le donazioni di sangue intero sono nettamente in diminuzione (-414, pari a -4,6%) (8.981 nel 2011 e 9.473 nel 2010). Anche se quelle per aferesi hanno segnato un leggero aumento (+102, pari a +3,0%) (3.301 nel 2011 e 3.192 nel 2010), il totale della raccolta resta gravemente al di sotto delle aspettative. In questo quadro quasi del tutto insoddisfacente, emerge, accanto a quello delle “giovani reclute” un secondo dato positivo: quello dell’indice medio di donazione. Si tratta del rapporto fra il totale delle donazioni e il numero totale dei donatori attivi: in sostanza esprime la frequenza media con la quale i donatori rispondono alla “chiamata”: più alto è l’indice, maggiore è il numero di donazioni/anno/donatore. Nel 2009 era 2,32, nel 2010 abbiamo raggiunto 2,35 e nel 2011 abbiamo fatto una decisa retromarcia a 2,24, ma nel 2012 ci siamo risollevati fino a 2,30. Insomma, perdiamo donatori, ma quelli che restano assolvono assai bene il proprio impegno. Anzi, è verosimile che lo svolgerebbero anche meglio di così, realizzando un indice ancora migliore, se consideriamo che nel corso del 2012 ci sono state più occasioni in cui l’emoteca di Pievesestina richiedeva di rallentare la raccolta per non incorrere nella spiacevole situazione di dover eliminare unità di sangue non richieste e soggette a scadenza. In tutti i casi e in estrema sintesi, i risul-

relazione morale

senza creare disagi a chi preferiva il libero accesso. La tabella sottostante espone i risultati ottenuti finora. Naturalmente, questo genere di iniziativa, che trova ragion d’essere nella possibilità di meglio orientare le donazioni per numero e qualità (tipo di gruppo sanguigno) in ragione del variabile fabbisogno quotidiano delle emoteche di Area-vasta Romagna, richiede tempo (almeno due anni) per svilupparsi in modo pieno. Tuttavia, non ci si può esimere dal giudicare insoddisfacenti gli esiti dei primi 10 mesi di lavoro. Questi i motivi: a) nonostante l’impegno del nostro Ufficio, i donatori prenotati che si sono poi presentati (che siano esitati idonei oppure no alla donazione) corrispondono al 3,4% del totale: un dato indicativo di un gradimento assai modesto; b) a suo tempo, i questionari di “soddisfazione” che in due anni diversi hanno valutato il gradimento dei donatori per il sistema di lavoro usuale (con accesso libero) hanno prodotto esiti positivi per quasi il 100% dell’assai vasto campione interpellato; c) non sono mancate esplicite richieste

di chiarimento (a ciascuna delle quali corrisponde certamente un certo numero di “mugugni” inespressi), circa il motivo per cui certi donatori (i prenotati) “passano avanti” agli altri; d) le finalità perseguite dall’iniziativa possono essere conseguite soltanto con un massiccio passaggio dal “libero accesso” al sistema con “prenotazione”; una raccolta di piccolo momento, quale quella attuale e che sembra prospettarsi, non ha capacità di influire sulle dinamiche di consistenti movimentazioni, quali quelle di Area-vasta o anche soltanto di scala provinciale. Per concludere, fermo restando l’impegno da noi già espresso per giungere al termine della sperimentazione, sembra che esistano fin da ora seri motivi di riflessione sul tema in questione. In particolare, il secondo dei sondaggi di “soddisfazione” dei donatori più sopra citati, avviatosi in primavera per una durata di sei mesi, ha condotto alla raccolta di oltre 1000 questionari. Gli esiti hanno anche confermato l’ottima opinione per il servizio reso dal nostro Ufficio di segreteria e, per contro, hanno messo in evidenza qualche insoddi-

sfazione circa i tempi di attesa per accedere alla visita medica. Inoltre, diversi donatori hanno consigliato di sostituire la cartolina di chiamata con una e-mail o un sms. Ottime le valutazioni della “sala-prelievi” e del relativo personale, così come quelle relative alle modalità e alla qualità del “ristoro”. Vale la pena segnalare che è stata stipulata una convenzione con la Casa di Cura Domus Nova che, a partire dal 2013, prevede agevolazioni per i donatori che intendano richiedere ulteriori esami rispetto a quelli previsti per l’idoneità del donatore. Per concludere, è stata attivata la wi-fi per i donatori che attendono di donare. Come già più volte detto, resta alta l’attenzione del Consiglio Direttivo e del Consiglio Generale nei confronti della continua necessità di promuovere la donazione e soprattutto di intensificare il numero delle donazioni per donatore. Per giungere a questo risultato, come negli anni precedenti, si sono moltiplicati gli eventi che vedevano i collaboratori (giovani e meno giovani) uniti per allestire manifestazioni più o meno grandi, con sempre maggiore senso di responsabilità e impegno.

Il gruppo dell’organizzazione ha cercato di ingegnarsi per rinnovare gli eventi e renderli più interessanti. Non è mancato uno sguardo verso le zone dell’Emilia che sono state colpite dal terremoto, che si è concretizzato nell’acquisto, da una ditta coinvolta nel sisma, di una struttura di circa m.4x4 utilizzata nel periodo natalizio in Piazza del Popolo per l’allestimento della zona di Babbo Natale e per disporre di un riparo ulteriore, da sommare alla consueta casetta donataci dalla CMC di Ravenna, che accoglie i nostri collaboratori, proteggendoli almeno in parte dal freddo e dall’umidità che ogni anno sopportano con serenità e grande senso di responsabilità. La neo-eletta Responsabile Giovani Silvia Rossetti ha avuto la fortuna di poter partecipare al progetto Erasmus, per cui si è assentata, e lo è tuttora, per un anno scolastico. In sua vece è stata nominata sostituta temporanea Fabbri Chiara che opera nel gruppo giovani e che ha accettato volentieri l’incarico, così da assicurare continuità nella attività del gruppo. Occorre aggiungere che grazie alle tecnologie odierne, Silvia rimane in continuo contatto con l’Associazione e il suo gruppo.

STATISTICA PRENOTAZIONI SANGUE INTERO 2012 DONATORI Prenotati Prenotati che hanno disdetto Prenotati che non si sono presentati Prenotati che si sono presentati e che hanno donato Prenotati che si sono presentati e che sono risultati non idonei Accesso libero idonei Accesso libero non idonei ns don c/o Avis donatore Avis c/o ADVS Totale donazioni

GEN

FEB

MAR 18 1

APR 20 1 2

MAG 19 4 0

GIU 24 3 1

LUG 27 1 0

AGO 20 0 0

SET 20 0 0

OTT 53 4 4

NOV 31 0 1

DIC 41 2 3

TOT. 273 16 11

16

16

15

19

23

18

20

47

26

36

236

1

1

1

3

2

1

4

828 45

628 44

680 47

726 42

676 35

678 36

764 32

692 28 1

844

644

695

745

699

696

784

740

634 24 0 1 660

13 687 19

723

5

6993 352 1 1 7230


relazione morale

A tutt’oggi possiamo ancora vantare la nostra presenza nella Fidas Emilia Romagna con Franco Bencivelli quale Vice-Presidente e Marco Montanari neo-eletto Coordinatore Regionale del movimento giovanile. Purtroppo, è venuta meno la presenza nel Consiglio direttivo nazionale FIDAS di un nostro Consigliere: Federica Fusconi non si è ricandidata per impegni personali e nessun altro ha inteso candidarsi alle elezioni che si sono tenute a settembre a Roma. Tuttavia, l’Emilia Romagna resta ben rappresentata in Consiglio direttivo nazionale attraverso la partecipazione di un membro della Federata di Bologna. Ancora una volta la Festa sociale si è tenuta al campo sportivo di Ponte Nuovo, per le medesime motivazioni dei due anni passati di comodità e sicurezza. Come al solito, l’impegno dei collaboratori e della segreteria nell’allestimento ha dato ottimi risultati di partecipazione, nonostante la giornata assolata spingesse verso il mare e nonostante si fosse in concorrenza con altre feste nel circondario. Durante l’estate il “programma giovani” è proseguito con il classico torneo di racchettoni al bagno Mare Blue (torneo molto gradito e partecipato), con una serata anni ’70, un torneo di burraco, la “moto-salsicciata” e due serate di performance di gruppi di giovani cantanti/ musicisti al bagno Ulisse di Marina di Ravenna. Queste ultime non hanno visto la folta partecipazione degli anni scorsi, a causa della concomitante festa allestita nel centro di Marina di Ravenna. In autunno, i collaboratori, indossate le casacche ad alta visibilità, hanno presidiato quasi l’intero circuito della Grandonfo FRW di ciclismo, curata dal team Rossetti. Anche in quest’occasione i collaboratori si sono distinti per la loro serietà e competenza e non hanno mancato di dare consigli per l’edizione

6

relazione morale

del prossimo anno per una maggiore sicurezza e praticità. La manifestazione ha visto la partecipazione di un numero massiccio di corridori da tutta Italia ed il circuito di 136 km ha toccato gran parte della Romagna fino a Meldola e al Monte Mirabello (i cosiddetti Baccanelli). Come negli anni precedenti, il periodo natalizio ha visto l’associazione impegnata in piazza del Popolo nella distribuzione di panettone, ciambella, piadina e bevande calde, con il contorno, ogni week-end, di un intrattenimento semplice ma allegro. Come già detto, la presenza di Babbo Natale nello stand adiacente alla casetta ci ha consentito di festeggiare più adeguatamente i bambini in un periodo dell’anno a loro così caro. Il culmine dei festeggiamenti si è avuto il giorno dell’Epifania, con l’estrazione della lotteria i cui premi erano stati scelti in una logica di ecologia e di praticità. Il primo premio era una Chevrolet Aveo gpl, seguita da una bicicletta elettrica, due biciclette normali, week-end di charm ed una serie di buoni spesa molto utili per chiunque. Dunque, sono state messe in campo numerose iniziative, ma non tutte hanno avuto il successo sperato, probabilmente per difetto di comunicazione. Tuttavia, l’impegno non manca e alla luce dei risultati che abbiamo avuto nel 2012, sicuramente ci applicheremo maggiormente affinché alla “fatica” corrispondano anche i risultati. In corso d’anno, sono state necessarie due assemblee straordinarie per la modifica dello Statuto. La prima, per equiparare il voto del Presidente a quello degli altri Consiglieri e per adeguare il nostro Statuto a quello della Federazione in tema di coordinamento e di coordinatore giovani. La seconda, per variare la sede legale dell’Associa-

zione, poiché le Associazioni con sede operativa in ospedale e che hanno una convenzione con l’Ausl non possono avere la sede legale presso locali di proprietà dell’AUSL. Con la modifica, la sede legale è stata collocata presso la residenza del Presidente in carica. Con una punta di orgoglio, constato che il gruppo giovani non è mai stato numeroso come adesso. Intendo dire “giovani di volontariato attivo”, che donano il sangue, ma che si dedicano altresì alla promozione di questo dono. Tuttavia amaramente mi accorgo che si tratta di lucciole il cui fulgore non può che essere di durata limitata: infatti, generalmente, i giovani compresi tra i 18 e i 28 anni non possono permettersi a lungo un impegno di questa portata. Il lavoro e la famiglia li porteranno a fare scelte che probabilmente non saranno compatibili con l’impegno di oggi. Ma certo non abbandoneranno la donazione. Nel frattempo, il loro lavoro dovrà portare soprattutto “nuove leve” giovanili, che permettano di consolidare i risultati di oggi. E nostro impegno – del Consiglio direttivo, come di ogni altro donatore - oltre a quello di sempre, dovrà anche essere quello di reclutare nuovi soci collaboratori fra i

donatori che già hanno una professione e una famiglia consolidate. Relazioni esterne L’alta considerazione che la FIDAS-ADVS gode presso le Autorità comunali anche quest’anno è stata ribadita soprattutto in occasione del “Natale in piazza del Popolo”, che ci ha visto diretti e apprezzati collaboratori dell’Amministrazione comunale nella pianificazione e nella realizzazione dell’intrattenimento natalizio della città, gratificati, poi, dalla visibilità che la stampa ha dato al nostro lavoro, anche con il nostro contributo attivo. A fine 2011 è scaduta la convenzione che disciplina i rapporti tra l’Associazione e l’Ausl. Dopo varie proposte e aggiustamenti, la nuova convenzione è stata sottoscritta verso metà anno 2012, con piena soddisfazione di entrambe le parti. I rapporti con l’Azienda sanitaria rimangono di buon vicinato e lo spirito di reciproco rispetto e collaborazione si manifesta quotidianamente attraverso l’integrazione del nostro personale con quello dell’Azienda e la comune linea di azione intrapresa nei confronti dei donatori già associati e di

quelli potenziali. L’ottimo lavoro del nostro Ufficio in tema di prenotazioni delle donazioni e, più in generale, di gestione della “chiamata” e della “accoglienza” dei donatori è stato riconosciuto anche in ambito di Area-vasta Romagna. In quest’ultima sede abbiamo apportato il nostro contributo nello sviluppo delle diverse tematiche organizzative che regolano un meccanismo veramente complesso, ancora in evoluzione e in continuo miglioramento. È a questo meccanismo, titolare di una eccellente gestione delle “compensazioni” fra sedi diverse, che dobbiamo il supporto che si è reso necessario nei nostri momenti di crisi. I rapporti con l’AVIS provinciale di Ravenna non sono mutati e continuano gli interventi alternati nelle scuole in modo disgiunto. Anche i rapporti che la FIDAS nazionale e le altre federate sono di massima collaborazione e unità d’intenti. La nostra realtà è una delle più fortunate del Paese e ne abbiamo un riscontro reale in occasione di ogni Congresso nazionale, quando si scambiano opinioni e consigli e si fanno confronti che forniscono idee nuove e/o possibili soluzioni ai più diversi problemi. Il Club i “Donatori con la Valigia” continua a organizzare gite di successo e il numero dei loro soci aumenta costantemente, diffondendo gli scopi associativi del Club, strettamente collegati a quelli della nostra Associazione. Da ultimo, i rapporti con la Regione e il Comitato Sangue regionale, dove siamo rappresentati dal nostro Vice-Presidente e Vice-Presidente FIDAS regionale. Qui è in corso di approvazione il nuovo piano sangue-plasma regionale: un ottimo lavoro per ogni aspetto, salvo per uno (almeno dal nostro punto di vista): l’intenzione di rendere obbligatoria

per tutti la “donazione differita”. Cioè quella forma di “accoglienza” del nuovo donatore che, in occasione del “primo accesso”, si limita alla visita medica, al prelievo per esami e all’adempimento degli atti burocratici dovuti, ma esclude la donazione del sangue, rinviandola a un momento successivo. La nostra Associazione si è sempre dichiarata contraria a questo metodo per la perdita di donazioni che comporta (se lo avessimo applicato, nel 2010 abbiamo fatto il calcolo di quante unità avremmo perso su scala provinciale, per i donatori che, dopo il primo accesso, non si sono più ripresentati: quasi 400). D’altra parte, tuttora non esistono dati scientificamente incontrovertibili circa i vantaggi del nuovo metodo di lavoro che ci viene proposto (imposto?). Per di più, anche gli stessi nostri donatori si dichiarano favorevoli in larghissima parte alla “donazione al primo accesso”. Queste le ragioni della nostra resistenza, fino ad oggi vincenti (il tentativo di imposizione è reiterato ormai da anni, sia in sede regionale che di Area-vasta Romagna). Ma l’isolamento ci penalizza (solo a Ferrara si segue il nostro metodo di lavoro) e la decisa volontà del nuovo Direttore del Centro regionale ci porterà forse al capolinea. In questo caso, però, non sarà nostra la responsabilità dei danni, che consideriamo assai probabili e che sarà nostra cura denunciare. Prima che accada, però, saremmo lieti di vedere aprirsi anche nell’AVIS nostrana un dibattito sul tema, una verifica del consenso/dissenso anche di quei donatori; verifica che il loro Presidente, pure da noi invitato a uno studio comune e condiviso, ha sempre sfuggito. Le iniziative promozionali Per quanto riguarda la “comunicazione” (cioè la vecchia “pubblicità e propagan-

da”), in continuità con quanto fatto negli anni precedenti, molte iniziative sono state reiterate. In particolare abbiamo ritenuto di continuare gli spot al cinema City e la pubblicità sugli autobus dell’ATM. Continua la nostra ormai tradizionale pubblicità realizzata attraverso il gruppo podistico SS “La Caveja”, che è nato su iniziativa della Fidas-Advs e a tutt’oggi è sostenuto unicamente da noi. Questi gli altri i gruppi sportivi che hanno richiesto e ottenuto un nostro contributo ci sono: La CRSC “Portuali” (palla-volo femminile), Fabio Fabiani Team (campione automobilistico e nostro donatore), Calcetto a cinque Femminile Ravenna e Basket bambini Ravenna. Tutti questi gruppi hanno contribuito in vari modi a pubblicizzare il nostro nome e la nostra mission. Un ringraziamento particolare va rivolto al Ferrari Engineering Sailing Team, che ha portato gratuitamente il nostro logo sulla fiancata della loro imbarcazione in giro per l’Italia. In estate, si è concluso il concorso rivolto a giovani nuovi donatori. Un concorso che si proponeva di stimolare la loro creatività disegnando, colorando e vestendo a proprio piacimento un toyfoomi (pupazzetto) che ha imperversato sul web e sui manifesti. I social networks come face-book, twitter, you-tube, sono sempre più al centro dell’attenzione e arrivano continuamente richieste di “amicizie” a face-book. Ogni iniziativa è stata preceduta dalla pubblicazione di un articolo sui quotidiani di maggiore lettura, e il nostro nuovo capo redattore Alberto Mazzotti sta cercando riportare sul Pellicano ogni evento che riguardi l’Associazione, in modo da rendere il più partecipe possibile ciascun Socio.

A gennaio 2013 il Consiglio direttivo ha approvato una nuova campagna pubblicitaria che si gioverà di ogni possibile mezzo di comunicazione: dai manifesti alle locandine, dai giornali alle radio, ai siti internet. Anche il materiale più semplice, dalle buste alle cartoline di “chiamata”, subirà un restyling. In questa prospettiva, abbiamo anche approntato le nuove felpe, calde e con loghi fosforescenti. Infine, va segnalato il rinnovo del nostro ormai tradizionale impegno per il sostegno a distanza di bambini sudamericani tramite l’Associazione AVSI. Un grazie davvero sentito va rivolto anche a coloro che hanno scelto di devolvere il 5x1000 alla nostra Associazione. Sappiano che l’intero importo (che ha sommato circa 10.000 Euro) è stato interamente devoluto al conto aperto dalla Fidas nazionale per aiutare le Federate dell’Emilia che sono state colpite dal terremoto e che, senza questo aiuto, non sarebbero state in grado di continuare a compiere il proprio lavoro. Un particolare ringraziamento va rivolto al nostro Ufficio, vero collante tra la dirigenza ed i soci, al Direttore del Servizio Trasfusionale di Ravenna che ben conosce il valore inestimabile dei donatori e che per loro si adopera, e ancora ai soci collaboratori per il loro attaccamento e la loro forte motivazione. Come già s’è detto all’inizio di questa relazione, i nostri “numeri” del 2012 non sono stati soddisfacenti. Pur tuttavia, resta confermata ancora una volta la generosità di coloro che, con il loro impegno e il loro dono, rendono forte la nostra Associazione e protetti i nostri cittadini. Barbara Saviotti Presidente FIDAS-ADVS Ravenna

7


bilancio consuntivo 2012

Stato patrimoniale al 31/12/2012 Attività

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Mobili e arredi Macchine ufficio Attrezzature varie Automezzi

€ 57.871,87 € 24.392,95 € 11.695,33 € 21.733,59 € 50,00

CREDITI DIVERSI Ausl donazioni Ausl servizi aggiuntivi personale Crediti vari Sai Depositi cauzionali

€ 276.091,77 € 23.198,09 € 55.194,26 € 4.465,60 € 193.078,88 € 154,94

LIQUIDITÀ Cassa Cassa di risparmio Credito cooperativo Fondo postale

€ 568.359,52 € 1.027,90 € 534.693,75 € 26.519,01 € 6.118,86

TOTALE ATTIVITÀ

€ 902.323,16

PATRIMONIO NETTO Patrimonio libero F.do offerte vincolate

Passività

FONDI AMMORTAMENTO F.do amm.to mobili e arredi F.do amm.to macchine ufficio F.do amm.to attrezzatura varia F.do automezzi TFR PERSONALE

€ 565.205,45 € 563.512,38 € 1.693,07 € 57.871,87 € 24.392,95 € 11.695,33 € 21.733,59 € 50,00 € 190.932,66

DEBITI V/personale Debiti V/retribuzioni Debiti V/enti istituzionali

€ 23.058,52 € 8.865,35 € 14.193,17

DEBITI VARI Debiti vari

€ 17.162,67 € 17.162,67

Utile d’esercizio

€ 48.091,99

TOTALE PASSIVITÀ

€ 902.323,16

8

budget previsione 2013

Vi presentiamo il bilancio consuntivo 2012 e il bilancio di previsione 2013, approvati dal Consiglio Direttivo, per dare modo ai soci di prenderne visione prima della prossima Assemblea generale.

Qualora in sede di assemblea si rendessero necessarie delle modifiche, saranno pubblicate nel prossimo numero de “Il Pellicano”. Il Tesoriere, Salvatore Pillitteri

Conto economico al 31/12/2012 Costi

Personale Personale convenzione ausl Servizi associati Fidas nazionale/regionale Servizi quote associative Rimborsi organi ass./volontari Automezzo (“doblò”) Assicurazioni Manifestazioni sociali Attività varie Attività gruppo giovani Propaganda Beneficenza Ammortamenti Oneri amministrativi Oneri finanziari Utile d’esercizio

€ 212.297,78 € 3.380,00 € 83.142,39 € 11.203,40 € 130,00 € 9.307,28 € 1.555,26 € 5.110,22 € 22.197,14 € 30.174,17 € 8.714,40 € 66.814,95 € 11.273,88 € 2.877,39 € 3.210,98 € 224,54 € 48.091,99

TOTALE COSTI

€ 519.705,77

Ricavi

Ausl contributi donazioni Rimb. Prestaz. Convenzioni AUSL Manifestazioni sociali 50° Advs Attività varie Attività Gruppo Giovani Proventi amministrativi Proventi finanziari Proventi straordinari TOTALE RICAVI

€ 281.799,93 € 161.309,05 € 1.960,77 € 170,00 € 30.036,53 € 681,11 € 15.210,92 € 15.524,41 € 13.013,05 € 519.705,77

Costi

Personale Personale conv. Ausl Servizi per associati Fidas regionale/nazionale Servizi quote associative Rimb. Organi ass.Tivi/rimb. Volontari Automezzo Assicurazioni Manifestazioni sociali Attività varie Attività gruppo giovani Comunicazione (propaganda) Beneficienza Ammortamenti Oneri amministrativi Oneri bancari Attività pro donatore

Ricavi

226.000 5.000 94.000 12.100 150 11.500 2.500 5.500 24.500 40.200 10.000 73.000 2.200 6.500 4.000 300 40.000

TOTALE COSTI Utile d'esercizio

557.450 0

TOTALE A PAREGGIO

557.450

Ausl contributi donazioni Rimb. Prestazioni convenzione ausl Manifestazioni sociali Ricavi da attività Attività gruppo giovani Proventi amministrativi Proventi finanziari

288.000 155.000 2.000 32.400 500 14.500 5.500

TOTALE RICAVI Perdita d'esercizio

497.900 59.550

TOTALE A PAREGGIO

557.450

sto a o g a 10 Ravenn ione o t a Sab rina di 4º ediz e“. a Ma scena la i di Stell va in onator di “D

o and m b de a n a u u i t a ha l Se anda iculum m curr DVS A o u t as e il lla Fidedale di Ravenna a esso l’osp pr

9


medaglie d’oro 2012

90

100

MEDAGLIE AL MERITO 90 DONAZIONI

MEDAGLIE AL MERITO 100 DONAZIONI

CAMPANINI CINZIA COMPAGNUCCI CARLA CECCARELLI MARISA MAZZONI IVANA BELTRANI ANGELA

BERTI GIULIANO BRANZANTI ROBERTO BROCCHI ALBERTO CAIDI OMAR CECCOLI SANDRO DONATI PIER PAOLO DONATI PIERO FABBRI DOMENICO FINESSI MARCO FOSCHI PAOLO GAMBERINI GIAMPAOLO

MEDAGLIE AL MERITO 200 DONAZIONI GAMBI DANIELE GUIDI ALBERTO LIPPOLIS FRANCESCO LOMBARDI MARCO MAZZOTTI STEFANO MELANDRI DANILO MINGUZZI GIORGIO MONTI ETTORE MORRI FRANCO NUCCI FRANCO POGGIALI ERMANNO

QUATTROCCHI GIUSEPPE RAMBELLI MAURO RAVAIOLI LINO RONDELLI MARCO ROSSI LORIS SANGIORGI FRANCO SANSAVINI MASSIMILIANO SFORZA PAOLO TURCHETTI GIORGIO

BATTAGLIA MAURO CLAUDIO SANTINI FRANCESCO SPADONI RAOUL

200

Campanini Cinzia

Berti Giuliano

Branzanti Roberto

Brocchi Alberto

Ceccoli Sandro

Donati Pier Paolo

Donati Piero

Fabbri Domenico

Finessi Marco

Battaglia M. Claudio

Ceccarelli Marisa

Foschi Paolo

Gambi Daniele

Guidi Alberto

Lippolis Francesco

Lombardi Marco

Mazzotti Stefano

Melandri Danilo

Minguzzi Giorgio

Santini Francesco

Mazzoni Ivana

Monti Ettore

Morri Franco

Nucci Franco

Poggiali Ermanno

Quattrocchi Giuseppe

Rambelli Mauro

Ravaioli Lino

Rondelli Marco

Spadoni Raoul

Beltrani Angela

Rossi Loris

Sangiorgi Franco

Sansavini Massimiliano

Sforza Paolo

Turchetti Giorgio

10

Le foto di alcuni premiati non sono disponibili. 11


fidas giovani

Serata a iGingini 6-04-2013 Save The Date! Venite a passare una serata con noi; ma tranquilli, per questa volta non vogliamo il vostro sangue! A questo richiamo sono accorsi moltissimi donatori ADVS under 27 per la serata creata dai giovani e dedicata ai giovani presso la disco lounge IGingini nel centro storico di Ravenna. Tanta musica, tanta gente e tanta voglia di divertirsi! Belli loro con le magliette ADVS e i volantini per la donazione al bancone d’ingresso della discoteca e altrettanto belli i giovani donatori che hanno partecipato numerosi all’evento.

Tutto questo in attesa dell’estate. Ci stiamo organizzando e allora, perché no, “stay tuned”: ne combineremo di tutti i colori!

XIV meeting nazionale giovani FIDAS a Torino Venerdì 15 marzo, si parte! Zaino in spalla e valigia alla mano ricca di tanti buonissimi prodotti della tradizione gastronomica romagnola. Direzione Torino, per il XIV meeting nazionale giovani FIDAS. Una rappresentanza del gruppo giovani dell’associazione ADVS di Ravenna si è recata all’appuntamento annuale, ormai immancabile, di formazione e programmazione del volontariato tra i giovani e non solo. Ragazzi provenienti da tutte le federate e regioni italiane, Sicilia, Sardegna, Veneto, Puglia e molte altre, si sono ritrovati in quel di Torino per un meeting all’insegna dell’aggregazione e della possibilità di far del bene divertendosi. Perché per far

12

lo sport

Dopo tanto impegno e determinazione, “Città di Punta Marina”, l’Ufo22 del giovane Ferrari Engineering Sailing Team ha conquistato il bronzo all’Invernale di Marina di Ravenna nella Classe Open Alfa. A metà marzo è calato il sipario sul XXXI Campionato Invernale ben organizzato dal Ravenna Yacht Club con la collaborazione del Circolo Velico Ravennate e Marinara Porto Turistico: per l’Ufo22 Città di Punta Marina un terzo e un secondo posto di giornata, ultima fatica per questo campionato che ha visto il Ferrari Engineering Sailing Team in continua rimonta. Indescrivibile all’arrivo la grande

Un bronzo “targato” ADVS felicità di David Sebastian Casadio, Virginia Casadio e Jacopo Alessandri (tutti puntamarinesi e portacolori del Centro Velico Punta Marina) per aver raggiunto l’obiettivo del podio finale. “Ora si porta la barca in cantiere e la si prepara per le regate future, sperando di poter contare anche per il prosieguo del 2013 sull’aiuto degli sponsor che fino ad ora ci hanno accompagnato e ai quali desidero esprimere la gratitudine di tutto il Team: l’azienda G.P. Project (leader nel campo dell’automazione industriale e del fotovoltaico), la OF.RA Officine Ravenna (con esperienza trentennale

nel montaggio industriale, nelle costruzioni e nella saldatura) e il Ristorante Molinetto di Alan Ricci (impegnato culturalmente in molte manifestazioni e con la passione dell’arte).” Ha sottolineato il Team Manager Davide Casadio “Un grazie particolare anche all’armatore Edoardo Ferrari e all’ADVS-FIDAS, l’Associazione Donatori Volontari di Sangue Ravenna della quale siamo orgogliosi testimonial per un messaggio di solidarietà “da giovani per i giovani. Un plauso e un grazie di cuore anche al Comitato Organizzatore per le belle giornate di vela, al Presidente del Ravenna Yacht Club, Umberto Miccoli, al

Comitato di Regata sempre pronto e puntuale nelle proprie decisioni, a tutti gli armatori che si sono confrontati con spirito sportivo da veri signori del mare. Voglio anche ringraziare personalmente i miei ragazzi, anche a nome degli sponsor.”

del bene e invitare alla donazione basta un gioco a squadre tra le piazze e sotto i portici di Torino, e circa 100 giovani con la voglia di tirare le fila di una storia di generosità: quella della donazione volontaria di sangue. A supervisionare i lavori e mettersi anche loro in gioco in veste di professori, ma soprattutto di punti di riferimento e amici, l’immancabile presidente nazionale FIDAS Aldo Ozino Caligaris e il Dott. Enrico Dalla Rosa. Neanche una strana neve di marzo ha potuto fermarli, e i nostri collaboratori sono tornati a casa con qualcosa in più da raccontare.

13


donatori con la valigia

Tour Mosca e San Pietroburgo

donatori con la valigia

Dal 30 agosto al 6 settembre 2013 - 8 giorni / 7 notti 1° giorno - venerdì 30 agosto Ravenna/Verona/Mosca

Ritrovo dei partecipanti nel luogo convenuto a Ravenna e partenza per l’aeroporto di Verona. Partenza con volo per Mosca. Arrivo e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida locale parlante italiano e trasferimento in hotel in pullman. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno - sabato 31 agosto Mosca

Prima colazione in hotel. Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita panoramica della città. Pranzo in ristorante. Pomeriggio dedicato alla visita del territorio del Cremlino (incluso ingresso a due cattedrali). Un tuffo nella storia, passeggiando tra svettanti campanili, cattedrali coronate da cupole d’oro, “zarine delle campane” e maestosi palazzi che racchiudono preziosi tesori. L’atmosfera del Cremlino, divenuto la “città fortificata” per antonomasia, è irrepetibile, anche perché questo splendido complesso architettonico, iniziato nel 1147 formatosi nell’aspetto attuale soprattutto nei secoli XV - XVI, ha mantenuto il suo antico ruolo, essendo ancora oggi il centro del potere politico della Russia e la residenza attuale del Presidente. Visita di alcune stazioni della Metropolitana di Mosca. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno - domenica 1 settembre Mosca

Prima colazione in hotel. Al mattino escursione a Serghiev Posad, città santa ortodossa e sede del celebre Monastero (ingresso incluso) centro della vita religiosa dei Russi. Si trova a 74 km da Mosca; ebbe un ruolo fondamentale nella storia di Mosca e dello stato russo come difesa dagli invasori. Fu fondato da San Sergio di Rodonez del XIV sec. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento con la visita del monastero Novodevici (ingresso incluso) e proseguimento della visita della città. Cena e pernottamento in hotel.

4° giorno - lunedì 2 settembre

del mondo, le collezioni esposte comprendono oltre 2.700.000 pezzi, fra questi, Leonardo, Raffaello, Rembrandt, Rubens, Rodin e capolavori degli impressionisti francesi, da Matisse a Picasso. Pranzo in ristorante. Pomeriggio dedicato alla visita panoramica della città. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno - mercoledì 4 settembre San Pietroburgo

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata all’escursione alla residenza estiva di Puskin (ingresso incluso parco e palazzo - con sala d’Ambra). Noto come la residenza di Caterina II. Carskoe Selo è dominato dal Gran Palazzo di Caterina opera di Rastrelli, la cui scenografica facciata barocca è lunga 300 metri. L’interno è tutto un susseguirsi di magnifiche sale e il grande parco che lo circonda, in parte all’inglese, in parte alla francese, è costellato di laghi e di originali costruzioni come la Galleria di Cameron. Pranzo in ristorante. Pomeriggio dedicato all’escursione a Petrodvoretz (incluso ingresso parco), località situata sul Golfo di Finlandia, fu la residenza estiva dello Zar Pietro il Grande. Cena e pernottamento in hotel.

7° giorno - giovedì 5 settembre San Pietroburgo

Prima colazione e pernottamento in hotel. Mattinata dedicata alla visita della Lavra Nevskiy (ingresso incluso). Costruita per volere di Pietro il Grande per dare alla nuova capitale una lavra che eguagliasse le altre tre già esistenti in Russia. Fu progettata da Domenico Trezzini. Pranzo in ristorante. Pomeriggio visita della Fortezza di Pietro e Paolo (ingresso incluso), la cui costruzione coincide con la nascita di San Pietroburgo e per questo è considerata simbolo della città. Cena in ristorante con spettacolo di folclore (supplemento facoltativo 25,00€).

8° giorno - venerdì 6 settembre San Pietroburgo/Verona/Ravenna

Dopo la prima colazione in hotel trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro a Verona. Arrivo e dopo il ritiro dei bagagli proseguimento del viaggio per Ravenna.

Mosca/San Pietroburgo

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della cattedrale del Cristo Salvatore e passeggiata sulla via Arbat. Cestino da viaggio. Trasferimento in pullman alla stazione ferroviaria e partenza con treno per San Pietroburgo (seconda classe). Arrivo, trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

5° giorno - martedì 3 settembre San Pietroburgo

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita del Museo Hermitage (ingresso e uso auricolari inclusi) uno dei più grandi

14

INFORMAZIONI UTILI FUSO ORARIO: + 2 ore rispetto all’Italia. DOCUMENTI: Passaporto con validità di minimo 6 mesi dalla data di rientro e visto rilasciato dai consolati russi in Italia. Il rilascio del visto avviene dietro presentazione almeno 30 giorni prima della partenza, dell’apposito modulo correttamente compilato, unitamente a 1 fotografia formato tessera, retro firmata e passaporto con validità di minimo 6 mesi. Organizzazione tecnica: Robintur Agenzie Viaggi

QUOTA INDIVIDUALE BASE 45 partecipanti paganti:

€ 1.295,00

PULLMAN AD USO ESCLUSIVO

Cena facoltativa con spettacolo folkloristico a San Pietroburgo € 25,00 Supplemento camera singola € 250,00 Volo speciale da Verona diretto per Mosca con rientro da S.Pietroburgo e treno veloce per il trasferimento da Mosca a S.Pietroburgo HOTELS previsti:

Hotel Cosmos ★★★★ (camera rinnovate) Mosca Hotel Park Inn Pribaltiskaya ★★★★ o Hotel Moskva ★★★★ S. Pietroburgo

LA QUOTA COMPRENDE:

• Trasferimento in pullman da Ravenna a Verona e ritorno • Volo speciale da Verona a Mosca e ritorno da San Pietroburgo con franchigia bagaglio 20kg (totali stiva e cabina) • Tasse aeroportuali (incidono 45,00€) • Trasferimenti e visite con pullman come indicato nel programma allegato • Sistemazione in camere doppie con servizi, in hotel di categoria prescelta, 4 stelle a Mosca e San Pietroburgo • Pasti come da programma pensione completa dalla cena del 1° giorno alla colazione dell’ultimo (menù turistici 3 portate, inclusi 0,33 l. acqua minerale in caraffa o dispenser, caffè/tea) • Visite ed escursioni con guida locale indicate nel programma (ingressi inclusi come specificato nel programma) • Trasferimento con treno Mosca-San Pietroburgo • Visto Consolare • Tassa governativa di registrazione in hotel • Assistenza di Accompagnatore italiano in partenza dall’Italia • Borsa da viaggio e materiale di cortesia in omaggio • Assicurazione infortunio, malattia e bagaglio • Assicurazione annullamento • Eventuale adeguamento carburante.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

• Facchinaggio, mance (da versare in loco all’arrivo: euro 25 per persona), bevande extra, extra personali in genere e tutto quanto non espressamente indicato nei programmi.

Arena di Verona “La Traviata” Venerdì 19 luglio 2013 Partenza da Ravenna con Pullman G.T per Verona nel pomeriggio, arrivo ed ingresso all’Arena di Verona e sistemazione nella gradinata non numerata settore D/E. - ore 21.15 inizio spettacolo - ore 00.30 circa, fine dello spettacolo e ritorno. In caso di maltempo lo spettaDIREzione tecnica: Agenzia Millepiedi Viaggi Ravenna

colo non viene mai annullato prima dell’orario di inizio previsto. Qualora le condizioni meteo non consentano il regolare svolgimento dello spettacolo, Fondazione Arena si riserva il diritto di posticipare l’inizio della rappresentazione sino a 150 minuti dopo l’orario di inizio previsto, prima di decidere e comunicare l’eventuale annullamento dello spettacolo. I biglietti saranno rimborsati solo in caso di annullamento dello spettacolo prima del suo inizio. In caso di sospensione dello spettacolo dopo il suo inizio, verrà meno ogni diritto al rimborso del biglietto.

QUOTA PER PERSONA: € 51,00 LA QUOTA COMPRENDE: • trasporto in pullman G.T • biglietto di ingresso all’Arena di Verona - gradinata non numerata (settore D/E) LA QUOTA NON COMPRENDE: Extra in genere e tutto quanto non indicato nella quota comprende. POSSIBILITÀ DI SISTEMAZIONE IN SETTORI DIVERSI (sempre soggetta a riconferma) Supplemento per persona: poltronissime Gold € 175,00 poltronissime € 145,00 poltrone € 104,00 poltroncina num. in gradinata € 81,00 poltroncina num. gradinata laterale € 61,00

15



il pellicano n.2 2013