Page 1

SPORTINSIEME LA RIVISTA DELLA F.I.A.S.P.

ZINI

AZ ZA M

AZ

ZE GAN

- PI

BRE

Periodico della Federazione Italiana Sport per Tutti Sede Nazionale: Viale Veneto, 11/C - C.P. 29 - 46100 MANTOVA Tel./Fax: 0376 374390 - Dir. Resp.: Dott. Giuseppe Colantonio Dir. Ing. Giocondo Talamonti - Franceschini Roberto Redazione ed Amministrazione: V.le Veneto, 11/C - C.P. 29 46100 Mantova - Stampa: Grafiche Stella - Via A. Meucci, 12 Legnago (VR) - Registrazione del Tribunale di Terni n 7/93 del 20/07/1993 - Tariffa Regime Libero: "Poste Italiane s.p.a. Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - DCB Mantova" Anno 18 - N° 1 - Gennaio - Febbraio 2014 ATTENZIONE: In caso di mancato recapito, restituire all’Ufficio di Mantova C.P.O., per la restituzione al mittente che si impegna a corrispondere le relative tasse postali.

SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 1


SPORTINSIEME Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 La RIVISTA è posta in abbonamento al contributo associativo di Euro 23,00 annue, esce ogni due mesi, viene inviata a domicilio dell’abbonato tramite PPTT. Versamento tramite bollettino postale: C/C 14842462 intestato a: FEDERAZIONE ITALIANA AMATORI SPORT PER TUTTI FIASP - Viale Veneto, 11/C - C.P. 29 - 46100 MANTOVA

ZINI

AGLI ABBONATI DI SPORTINSIEME La Redazione rende noto, che la Rivista Sportinsieme può essere spedita agli “abbonati” in busta chiusa con affrancatura normale. In questo caso, il contributo per la rivista comprensivo di spedizione è di 31,00 €. La Redazione ringrazia i propri lettori.

AZZA

ANZE

MAZ

- PI

BREG

La Redazione non è responsabile di testi ed illustrazioni, la cui responsabilità è solo dei loro autori, la riproduzione di testi, disegni, fotografie ed altri documenti pubblicati in questo numero è vietata, in quanto proprietà esclusiva della F.I.A.S.P., la quale si riserva tutti i diritti di riproduzione, manoscritti ed i documenti inseriti o meno, non sono resi, tranne esplicita richiesta scritta da parte del loro autore. Il loro invio alla nostra redazione ne implica l'accordo dell'autore per la libera pubblicazione. Le indicazioni di marche e gli indirizzi che figurano nelle pagine redazionali sono a titolo informativo, senza alcun fine pubblicitario. INFORMATIVA AI SENSI D.Lgs 196/03 I dati forniti dai sottoscrittori degli abbonamenti a Sportinsieme, permetteranno alla F.I.A.S.P. di procedere all'invio della pubblicazione. I dati verranno custoditi su supposti informatici e cartacei e trattati nel pieno rispetto delle misure di sicurezza a tutela della loro riservatezza. In qualsiasi momento, l'Abbonato può modificare o far cancellare gratuitamente i dati personali, scrivendo al responsabile del trattamento: "Segreteria Generale F.I.A.S.P. - Viale Veneto 11/C C.P. 29 - 46100 Mantova - Email: segreteria@fiaspitalia.it La Redazione si riserva di pubblicare o meno gli articoli pervenuti; si riserva inoltre di apporre le modifiche che riterrà opportune, senza alterare il senso del testo. Nessuno può richiedere compensi per articoli inviati. Gli articoli firmati impegnano solo l'autore. Questo numero è stato chiuso in Redazione il 10 dicembre 2013.

INdIcE 3 4 5 24 26 30 32 33 34 36 43 46 56 61 63 66 68 70 71 72 73 74 77

| Editoriale | Europiadi | Notizie F.I.A.S.P. | La FIASP e l’Associazionismo | Le Federazioni membri IVV | Notizie IVV | Il Punto | Percorsi permanenti | La voce dei Comitati | Sodalizi FIASP | Invito alla marcia | Manifestazioni FIASP attraverso i comitati | Marce particolari | Retrorunning | Chi scrive e chi risponde | Pianeta donna | Medicina | Alimentazione | La parola dell’esperto | Cultura e sport | Concorso maratone vicentine | Calendario manifestazioni | La via degli abati

2 | SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1

Direttori responsabili Colantonio Giuseppe Talamonti Giocondo Franceschini Roberto Redazione segreteria@fiaspitalia.it Membri organi centrali della F.I.A.S.P. Collaboratori Sportinsieme Gennaio - Febbraio 2014 - n. 1 Admin

G.P. Gorizia

Amadori Aldo

Lui Enzo

Avò Nino

Juliano ALex

Benessere

Martini Remo Claudio

Bosoni Gianluigi

Mazzi Giovanni

Canini Aldo

Pagani Giovanni

Carresi Sandra

Papa Giovanni Luca

Casari Pippo

Regattieri Angelo

Chiappa Alessandro

Renna Francesco

C.P. Comitato Vicenza

Renzi Ettore

Costanzo Gennaro

Sangiorgi Bruna

Denti Ebe

Sapere salute

Doctissimo-Danzi Giuditta

Sherwood Joyceline

Erbolato Luciano

Saccani Antonio

Fabbro Mauro

Talamonti Giocondo

Fiorini Giuliano

Togni Fausto

Gardelli Filippo

Vettorato Dario

Gementi Umberto

Vinci Davice

Guidi Alberto

Wikipedia

Editore F.I.A.S.P. Federazione Italiana Amatori Sport Per Tutti Direzione Redazionale Amministrazione e pubblicità Viale Veneto 11/c – C.P. 29 46100 Mantova Tel/Fax 0376.374390 E-mail: segreteria@fiaspitalia.it Impaginazione e Stampa Grafiche Stella - Legnago (Verona) Spedizione Segreteria Nazionale - FIASP Mantova Registrazione del Tribunale di Terni n. 7/93 Del 20/07/1993 Tariffa Regime Libero: “Poste Italiane s.p.a. Spedizione in Abbonamento Postale – 70% DCB Mantova – Anno 18 – n. 1 Gennaio-Febbraio 2014


EdITORIALE

SPORTINSIEME

Obiettivi… o sogni nel cassetto? Giuseppe Colantonio Presidente Nazionale FIASP

Con l’inizio del nuovo anno, a parte l’essere tutti più buoni ..come per Natale, è consuetudine stabilire per se stessi, per la propria famiglia ed anche per la propria Associazione, Gruppo o Federazione alcuni obiettivi che diventano successivamente vere e proprie linee-guida per ciò che si desidera fare nello scorrere dei giorni e dei mesi. I sogni nel cassetto, invece, acquistano maggiormente una dimensione personale e individuale, ma per noi che viviamo la vita della FIASP in maniera quasi personale, obiettivi e sogni nel cassetto spesso si fondono per diventare unica realtà. Ma quali sono, allora, questi obiettivi o sogni? • Inaugurazione della nuova Sede Nazionale della FIASP: è un vero e proprio obiettivo ormai in gran parte realizzato avendo già acquistato lo stabile, ma resta però un vero sogno perché ci consente di essere alla pari con altre realtà e ci consente di realizzare altri obiettivi istituzionali. La casa di tutti, della Segreteria Nazionale, dei Consiglieri Nazionali, del Presidente, del tavolo di programmazione, delle Aree di Lavoro federale ed inine degli incontri ristretti con i Presidenti Provinciali sarà nostra, di tutti, signorile, in una zona pregevole di Mantova. L’inaugurazione di questo sogno vero e proprio è issata per mercoledi 18 giugno 2014 alla presenza di molti Presidenti di Federazioni Internazionali. • Europiade di Marostica-Breganze: inutile dire che rappresenta per tutta la FIASP un momento di immagine e di presentazione all’Europa e al mondo dell’IVV. Il programma è reperibile ovunque ed in tutte le lingue e riguarda aspetti ludico-motori, culturali, turistici, territoriali. L’impegno che il C. P. FIASP di Vicenza sta profondendo merita un riscontro di partecipazione e di collaborazione senza precedenti. Ringrazio ancora una volta il Presidente Enea Francesco e tutto lo staff organizzativo dell’evento: senza il loro entusiasmo, le conoscenze, l’intraprendenza e la loro costanza questo evento non sarebbe stato possibile in Italia a questi livelli. • Uniformità nel sistema di tesseramento Soci e iscrizione dei non tesserati: oggi e per tutto il 2014 esiste ed esisterà una concreta difformità di presentazione locale della FIASP su questo aspetto sia per eccesso personale di zelo che per dissenso all’iniziativa. Ovviamente i primi stanno lavorando bene, ma così facendo creano un grande divario con gli ultimi della classe e generano quelle velocità diverse alle quali mi sono sempre opposto. Quanto agli ultimi … non credano che la pazienza dei vertici della Federazione sia eterna. Di Giobbe ve n’è stato uno solo e non ne risultano altri in circolazione. Un conto è non essere in grado di seguire alcune indicazioni ( in tal caso si sarà aiutati ) un conto è fare i furbetti ( e in tal caso il persistere ipotizzando di essere “creativi” e di non essere scoperti invoca da sola una signiicativa punizione). E’ mio compito richiamare all’ordine ricordando a tutti che il Consiglio Federale ha deliberato di presentare all’Assemblea Ordinaria di maggio un progetto uniicante sull’argomento. • Maggiore ruolo formativo della Federazione: nell’Assemblea di Monticello Brianza dell’ottobre scorso ci siamo presi l’impegno di differenziare e decentrare una parte della Formazione sul territorio per andare incontro ad esigenze locali senza nulla togliere alla Giornata di Formazione del primo sabato di ottobre. Questo progetto è sempre vivo ed in fase di realizzazione e consentirà certamente di diminuire il gap esistente tra i vari Comitati Provinciali. Il Consiglio Federale del gennaio 2014 isserà date ed argomenti. • Diversa espressione giuridica della Federazione: le recenti ibrillazioni in tema di normative per la salute nello sport che ha interessato alcuni di noi per semplice curiosità, altri per panico, altri per preoccupazione vera sui destini della Federazione, ci ha indotto a ipotizzare una trasformazione del soggetto giuridico quale noi siamo attualmente in modo da tutelarci in aeternum e non soffrire più oltre un certo limite. Esperti di settore sono al nostro ianco e sicuramente proporranno all’Assemblea Ordinaria di maggio 2014 una proposta veramente interessante i cui contenuti saranno oggetto di discussione e approfondimento assembleare. Giuseppe Colantonio - Presidente Nazionale FIASP

SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 3


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME DI

MARTINI REMO CLAUDIO

GLI ORGANI DELLA F.I.A.S.P. IN BRIANZA MONTICELLO BRIANZA (LC) - 25/26 OTTOBRE 2013

“VILLA GREPPI” Il Consiglio Federale, durante i suoi lavori del maggio scorso, aveva stabilito di tenere in una località della Brianza l’Assemblea Ordinaria Federale per l’approvazione del bilancio di previsione 2014 e la presentazione e consegna dell’Annuario Nazionale F.I.A.S.P. 2014, accogliendo la richiesta organizzativa dell’evento a cura del Comitato Interprovinciale F.I.A.S.P. di Como-Lecco-Sondrio. Monticello Brianza in provincia di Lecco, è stata la località scelta dal Comitato per svolgere questo importante appuntamento istituzionale, allestendo in sintonia con la Presidenza Nazionale, un programma ben deinito per le giornate del 25 e 26 ottobre 2013. Programma 25 ottobre: a) accoglimento dei Dirigenti degli Organi Federali e loro Delegati, presso l’Hotel Red’s, b) ore 16:00, visita al Santuario di Montevecchia, c) ore 18:00, visita ad un Agriturismo, d) ore 20:00, cena in un Ristorante tipico

del Tesoriere Nazionale Dott. Giuseppe Corsini, - discussione sul bilancio di previsione 2014, - approvazione del bilancio di previsione 2014, - pausa caffè, - presentazione e relazione Annuario Nazionale F.I.A.S.P. 2014, a cura del Segretario Nazionale, Remo Claudio Martini, d) chiusura dei lavori a cura del Presidente Nazionale Dott. Giuseppe Colantonio, e) intrattenimento di “buffet lunch”, per i partecipanti ai lavori di Villa Greppi a cura del Comitato Interprovinciale di Como-Lecco-Sondrio.

Programma 26 ottobre: a) ore 8:00 - Consiglio Federale, presso Hotel Red’s, b) ore 9:30 - Ritrovo dei Dirigenti e Delegati degli Organi Federali a Villa Greppi, c) ore 10:00 - Assemblea Ordinaria Federale con il seguente ordine del giorno: - veriica dei poteri, - saluto del Presidente Nazionale Dott. Giuseppe Colantonio, - nomina del Presidente di Assemblea, - relazione di bilancio a cura del Presidente Nazionale Dott. Giuseppe Colantonio, - lettura del bilancio di previsione 2014 a cura SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 5


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME DI

MARTINI REMO CLAUDIO

Assemblea Federale di Monticello Brianza (LC) Presentazione e consegna Annuario delle Manifestazioni F.I.A.S.P. 2014 Sabato 26 ottobre 2013, presso la Sala del Granaio di Villa Greppi in Monticello Brianza in provincia di Lecco, si è tenuta l’Assemblea ordinaria per approvare il bilancio di previsione del 2014

Presenti i Comitati di: Bergamo, Brescia, Interprovinciale Como - Lecco - Sondrio, Cremona, Lodi, Interprovinciale Mantova - Modena - Reggio Emilia, Messina, Interprovinciale Milano - Monza - Brianza, Padova, Parma, Pavia, Piacenza, Pordenone, Interprovinciale Piemonte, Trento, Udine, Varese, Venezia, Verona, Vicenza. Assenti i Comitati di: Bologna, Caserta, Gorizia, La Spezia, Roma, Romagna, Interprovinciale Terni - Perugia, Treviso. Presenti i Dirigenti degli Organi Centrali: Colantonio Giuseppe, Guidi Alberto, Corsi Clementina, Corsini Giuseppe, Martini Remo Claudio, Bassani Gianni, Brini Umberto, Danesi Renzo, Enea Fran-

6 | SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1

cesco, Lattuada Giuseppe, Lucchitta Piergiovanni, Regattieri Angelo, Vettorato Dario, Teosini Carlo, Brescianini Nadia. Ospiti in Assemblea: il Sindaco di Monticello Brianza Signor Luca Ripamonti, l’Assessore allo Sport Signor Massimo Mottadelli, il Dott. Gabriele Bonfanti Dirigente Allianz Bank, Enzo Bruni Direttore del Consorzio Brianteo di Villa Greppi e Giovanni Mazzi della Fondazione “Centri Giovani Don Mazzi”. Dopo la veriica dei poteri annunciati dal Segretario Nazionale Remo Claudio Martini, ha proposto come Presidente dell’Assemblea il Signor Gianni Bassani (Presi-

dente del Comitato Interprovinciale di Como - Lecco - Sondrio), la proposta è stata accettata con un applauso. Lo stesso Bassani, portando i saluti ai convenuti ha ringraziato a nome del Consiglio Federale F.I.A.S.P. il Consorzio Brianteo per l’opportunità avuta di essere a Villa Greppi per questi lavori assembleari. Seguendo l’ordine del giorno, cede la parola al Presidente Nazionale F.I.A.S.P. Dott. Giuseppe Colantonio per la lettura della relazione sul bilancio preventivo 2014, e a margine altre considerazioni, tra le quali l’acquisizione di un ediicio adibito a nuova sede F.I.A.S.P., alcune problematiche di livello Internazionale e sulla prossima 2^


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME

Europiade che si terrà a Marostica e Breganze del giugno prossimo. Al termine dell’intervento, passa la parola al Tesoriere Nazionale Dott. Giuseppe Corsini per la lettura del bilancio di previsione 2014; di seguito viene concessa l’opportunità ai Presidenti dei Comitati Provinciali e relativi Delegati, di entrare nel contesto dei lavori per i relativi interventi. Segue una pausa di rilessione dei Dirigenti, che non porta a nessun intervento. Al termine di questo momento, vista l’assenza d’interventi per chiarimenti o precisazioni, viene messo a votazione il bilancio di previsione 2014. La votazione viene fatta per chiamata nominale dei comitati presenti; alla ine il bi-

lancio di previsione risulta approvato alla unanimità, risultato che è seguito da un fragoroso applauso. Dopo tale circostanza, Colantonio entra nel merito dell’Europiade e invita Enea Francesco, Presidente del Comitato F.I.A.S.P. di Vicenza responsabile di questo importante appuntamento, a spiegare sull’avanzamento della parte organizzativa dell’evento e su quanto inora programmato e deinito. Dopo la prevista pausa caffè, i lavori sono proseguiti con la presentazione dell’Annuario Nazionale delle Manifestazioni F. I.A.S.P. 2014, a cura del Segretario Nazionale Remo Claudio Martini. Com’è consuetudine da diversi anni, la prima copia del volume, dopo l’apertura del

contenitore, viene consegnata al Presidente Nazionale F.I.A.S.P. il quale lo presenta all’Assemblea mostrandone la copertina che rappresenta nel suo insieme-collage il momento più importante a livello federativo per l’anno 2014. Sono presenti la bandiera dell’Europa, la piazza degli scacchi di Marostica e il campanile di Breganze che uniti, a detta dei convenuti, danno vita ad una delle migliori e più rappresentative copertine realizzate per gli annuari F.I.A.S.P. Il volume viene donato anche ai Membri degli Organi Centrali e Periferici, così pure agli Ospiti unitamente alla relazione sull’Annuario 2014 composta dal Segretario Martini, il quale la legge in tutte le sue componenti.

Relazione Annuario 2014 A CURA DI MARTINI REMO CLAUDIO

Caro Presidente, Colleghi degli Organi Centrali e Periferici e ospiti qui presenti, da parecchi anni è consuetudine fare una relazione sull’annuario in occasione della sua presentazione e consegna. Oggi, qui a Monticello nel cuore della Brianza, luogo di storia antica dove sulle creste delle sue colline si affacciano ville signorili, fra queste Villa Greppi: grande complesso settecentesco con parco annesso di grande pregio botanico, oggi gestita dal Consorzio Brianteo, avviene questo incontro, ospiti del Comitato Interprovinciale di Como - Lecco Sondrio, a cui vanno i ringraziamenti per l’ospitalità elargita in occasione di questo evento. L’Annuario Nazionale FIASP, è come un’importante scrigno perché contiene i grandi valori, dell’impegno di tutti coloro che intendono sviluppare le inalità di questa nostra Federazione. Pur esistendo oggi un clima economico dificile per sostenere la gestione delle manifestazioni in lettura, unitamente a pali e paletti che leggi, decreti ed emendamenti vari, che troviamo di so-

vente lungo il nostro cammino organizzativo, la visione dei vari eventi portano a credere che l’altruismo, l’orgoglio e la continuità di un impegno comune, hanno permesso di superare i vari ostacoli onde proporre e riproporre le manifestazioni F.I.A.S.P. anche nel 2014, nelle inalità di sempre, riconducibili allo sport, alla socialità, alla cultura, al turismo e alla coesione sociale. Sono 1307, gli eventi in lettura che l’Annuario propone, fruibili non solo nelle varie festività, ma anche in giorni infrasettimanali non festivi. Oltre a queste manifestazioni accessibili a tutti, 33 sono i percorsi permanenti attivi nelle province di: Bergamo - Brescia - Monza Brianza - Lodi - Lucca - Messina - Padova - Pavia - Piacenza - Torino Aosta - Pordenone - Rimini - Terni - Trieste - Viterbo - Trento - Udine - Venezia Verona - Vicenza. I progetti organizzativi giunti in Federazione alla data del 20 settembre 2013, hanno permesso di valutare che gli stessi sono poco inferiori all’anno precedente. SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 7


Notizie F.I.A.S.P.

Le manifestazioni nella maggior parte propongono tre itinerari: corto - medio - lungo, altre manifestazioni, anche itinerari superiori. A margine di tutto questo, il volume è arricchito da 152 inserti che rappresentano in se, un invito e una sensibilizzazione a partecipare a quell’evento, altre invece sono proposte commerciali. Entrando più profondamente nel contesto di questo Annuario 2014 si può dire che, allestire un volume come questo e proporre anno dopo anno innovazioni non è facile, perché è logico e necessario che i testi in lettura siano sempre in linea con le tematiche della Federazione ed evidenzino la sua storicità, soprattutto per chi lo legge per la prima volta. Per i dettagli degli eventi, si è cercato con il massimo sforzo possibile, di inserirli con una graica il più possibile ordinata al ine di avere una lettura chiara, indicando dove è stato possibile, il luogo di ritrovo, i siti e gli indirizzi e-mail degli organizzatori. Come sempre, la copertina ha un ruolo importante e signiicativo, è l’immagine del volume; la stessa deve avere un suo indirizzo, un suo signiicato. Su questo piano di lavoro, per la centralità della sua conigurazione si è pensato di valorizzare l’evento più grande che la FIASP ha in gestione dopo le Olimpiadi IVV del 1999 di Bibione, le “EUROPIADI” di Marostica e Breganze del prossimo giugno 2014. Ecco quindi che la copertina esalta tre identità dell’evento: la scacchiera di Marostica, il campanile di Breganze e la bandiera Europea. Anche le pagine che suddividono i mesi dell’annuario, sono impostate sull’EUROPIADE, sulle località dove si svolgono, con citazioni sul territorio vicentino, documentando aspetti culturali, dell’ambiente, delle tradizioni e del folclore. Come sempre, la prima parte propone le informazioni degli anni scorsi. Di nuovo: • la lettura del programma delle EUROPIADI, • la composizione degli Organi Centrali, • le sedi aggiornate degli Organi Periferici, • i momenti storici della FIASP, • la Giornata Nazionale di Solidarietà, • il nuovo Presidium dell’IVV - Europa, • la Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi, • le delibere assunte dall’ONU e dal Parlamento Europeo per il 2014, • le escursioni della SVV, • le manifestazioni dell’Hinterland Gardesano • i Percorsi Permanenti. L’allestimento dell’annuario è iniziato in Segreteria Nazionale alla ine del mese di agosto con il ricevimento dei primi dati e degli inserti a cura dei singoli Comitati, è proseguito ino alla ine del mese di settembre, le collaboratrici della F.I.A.S.P.: Katia e Barbara a cui va un ringraziamento particolare per il lavoro svolto, hanno avuto l’onere di controllare i dati, comunicando ai Comitati eventuali errori, modiicando successivamente i dati trasmessi sulle esigenze dei Comitati. Lunedì 30 settembre, presso le Graiche Stella sono stati consegnati tutti i documenti dell’Annuario 2014. 8 | SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1

SPORTINSIEME

DATI DEGLI EVENTI INVIATI DAI COMITATI PER LA STESURA DELL’ANNUARIO FIASP ANNO

2012

2013

2014

122 35 70 16 78 53 23 27 46 4 75 8 58 60 57 49 86 61 18 8 39 25 30 23 22 60 51 16 91 94

74 30 74 19 74 46 18 17 40 4 73 5 79 62 51 41 87 53 20 6 23 20 51 22 20 63 48 18 89 88

77 34 67 10 73 51 28 12 37 15 71 5 75 58 52 38 81 53 17 5 20 17 54 20 17 62 46 17 90 105

1405

1315

1307

PERCORSI PERMANENTI

35

30

33

HINTERLAND GARDESANO MANIFESTAZIONI

69

72

65

BERGAMO BRESCIA BOLOGNA CASERTA COMO CREMONA GORIZIA LA SPEZIA LODI LUCCA MANTOVA MESSINA MILANO PADOVA PARMA PAVIA PIACENZA PORDENONE RETRORUNNING ROMA ROMAGNA TERNI PIEMONTE TRENTO TREVISO UDINE VARESE VENEZIA VERONA VICENZA EVENTI

In data 11 ottobre, sono state ritirate dalle Graiche Stella le pagine elaborate in ordine cronologico per allestire il “menabò” di stampa: tre” i faldoni occorrenti per l’ordinamento delle 460 pagine che compongono alla ine il volume.


SPORTINSIEME

Notizie F.I.A.S.P.

Co teggio a ifestazio i per lu ghezza per orsi dispo i ili k

oltre

Lunedì mattina 14 ottobre, alle ore 7:30, il menabò di stampa con le ultime indicazioni è stato consegnato alle Graiche Stella, giovedì 17 ottobre, ultima veriica e liberatoria per la stampa. È indubbio che nella complessità delle veriiche delle migliaia di dati in lettura, nonostante le veriiche fatte, alla ine vi siano errori, non solo ortograici ma anche di “impaginazione”, servirebbe un tempo molto superiore perché tutto risultasse “perfetto”, anche tramite una collaborazione superiore di personale preposto allo scopo, ma i tempi tecnici quest’anno sono stati molto ristretti, quindi, come avvenuto negli anni passati, sarà la Rivista Sportinsieme a riportare le correzioni agli eventuali errori che emergeranno dall’Annuario 2014. Prima di terminare questa presentazione, mi permetto di fare dopo 37 anni di attività federale una rilessione che non vuole essere motivo di offesa per nessuno ma una semplice rilessione e una sensibilizzazione per migliorare il nostro modo di stare insieme, la nostra immagine e il prestigio dell’essere parte integrante di una Federazione. Renato Cepparo ebbe a dire: ”La FIASP è come gli elefanti, fa passi da gigante, ma molto lunghi e lenti”. In queste parole, sotto certi aspetti, ancora oggi si riconosce la FIASP, in quanto è forte come gli elefanti in determinate situazioni; come loro fa passi da gigante, per entrare nel contesto delle attività “ludico motorie”, spesso è molto lenta a sviluppare nel suo interno quel processo di crescita che si raggiunge per la maggior parte dei casi con la coesione sportiva, tanto voluta e sensibilizzata più volte in questi ultimi periodi dal nostro Presidente Nazionale, coesione che viene meno, leggendo i progetti organizzativi dei vari Comitati in occasione della 2ª EUROPIADE. I veri traguardi che tutti noi Dirigenti perseguiamo in tanti anni di militanza federale, non sono scritti da illustri giornalisti, ne tanto meno si ritrovano sulle testate dei quotidiani più blasonati, neppure nelle pagine delle più grandi riviste sportive, sono semplicemente i luoghi dove ci porta il nostro altruismo, il nostro coraggio per interpretare i nobili sentimenti della vita sportiva e coesione sociale che questa Federazione ci insegna da quasi 40 anni: VIVA LA FIASP !. SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 9


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME

Il Presidente Colantonio entra nel merito del lavoro svolto dal Segretario Martini e dal personale di Segreteria Nazionale: Barbara e Katia, dimostrando apprezzamento e soddisfazione per l’immagine di copertina e il suo contenuto; stessa considerazione anche dal Vice Presidente F.I.A.S.P. Avv. Alberto Guidi, nonché Vice Presidente dell’IVV-Europa. Con un applauso, termina l’incontro Federale a Villa Greppi. All’uscita dalla Sala del Granaio di Villa Greppi, nel cortile adiacente, gli “ospiti” hanno usufruito di un “buffet lunch” preparato e gestito, in maniera professionale e cordiale, dal Comitato Interprovinciale di Como - Lecco - Sondrio, con pietanze tipiche locali. Il Consiglio Federale F.I.A.S.P. ringrazia il Comitato Interprovinciale di Como - Lecco - Sondrio, per i pregiati e signiicativi doni elargiti a tutti i Dirigenti degli Organi Centrali e Periferici e per l’ospitalità elargita in occasione di questo bellissimo appuntamento annuale.

Monticello Brianza (LC) Monticello Brianza è un paese di 4200 abitanti, in provincia di Lecco, situato nel cuore della Brianza storica e geografica a 20 km da Lecco, 28 da Como e 35 da Milano. Si estende su una superficie di 4,65 Kmq ad un’altitudine che va dai 302 ai 408 metri sul livello del mare, in posizione elevata sulla cerchia morenica formatasi a seguito dell’ultima grande glaciazione. L’ubicazione del paese, situato in zona collinare, è all’origine del toponimo che compare per la prima volta in una pergamena dell’anno 903 in cui si registra l’investitura di alcune terre fatta dal re d’Italia Berengario ai canonici del Capitolo di S. Giovanni di Monza. Comunità sicuramente rintracciabili nelle carte antiche, che, a partire dal Basso Medioevo, sono oltre a Monticello, Casirago, Cortenova, Casate Vecchio, Torrevilla, Prebone e Sorino, la cui autonomia è atte stata, qua e là nel corso dei secoli, dai nomi dei consoli o capi della comunità. Monticello ha attraversato i decenni della seconda metà del ‘900 caratterizzati dalla spesso caotica espansione urbanistica riuscendo a mantenere tale sviluppo in limiti accettabili e con una politica di salvaguardia del suo territorio. Infatti, la maggior parte del suo territorio, pur in presenza di un’economia basata, in misura preponderante, su artigianato, industria e servizi, è ancora prevalentemente costituita da terreni agricoli (circa il 60%), da giardini di pregio ambientale e paesistico e da zone residenziali a verde. Lungo tutta la cresta collinare si affacciano diverse ville signorili, tra le quali spiccano, per imponenza e bellezza di linee, Villa Greppi (XVII-XIX secolo), la neo10 | SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1

classica Villa Nava, costruita su disegno di Luigi Canonica agli inizi del 1800 e la Villa detta Bocconi, costruita nel 1700, ora adibita a Casa di Riposo comunale. Di particolare bellezza sono le vedute panoramiche che Monticello offre; non a caso Stendhal nel suo “Voyage dans la Brianza”, in appendice al “Voyage d’Italie” (1818) scrive: “Monticello: ammirevole panorama ... Non ho mai visto niente di si-

mile; all’orizzonte si scorge il duomo di Milano e sullo sfondo una linea azzurra disegnata dalle montagne di Parma e di Bologna”. Dal lato meridionale ed orientale la vista spazia sulla pianura lombarda e sulle colline di Montevecchia ino ad arrivare, nelle giornate terse, alla catena dell’Appennino ligure ed emiliano. Dal lato occidentale e settentrionale lo sguardo si posa sull’ondulata valle del Lambro, sul piano d’Erba, cui fanno corona le cime prealpine della Valsassina, sulle montagne sovrastanti il ramo orientale del lago di Como (Grigna e Resegone). Da questo lato, inoltre, si gode lo spettacolo della grande cerchia alpina dominata dall’imponente gruppo del Monte Rosa e dalle cime del Vallese. Interesse meritano alcune vecchie cascine a corte, resti di quello che fu un diverso modo di vivere, di produrre e di concepire la vita stessa. Buona parte del territorio di Monticello Brianza, proprio per le sue peculiarità ambientali e morfologiche, è inserito nel Parco Locale di interesse sovracomunale, detto della Valletta che si estende su altri cinque comuni brianzoli e che costituirà un fondamentale strumento di sviluppo e salvaguardia di questa parte ancora bella della Lombardia.


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME DA

WIKIPEDIA, L’ENCICLOPEDIA LIBERA

MONTEVECCHIA “Quella delle terrazze di Montevecchia è tra le più belle posizioni della Brianza: uno spalto altissimo, un balcone che si erge, fuori dalle nebbie, e si affaccia dritto a sud; nelle giornate di vento si vede dalla Cisa al Monte Rosa. […] Alti monti la difendono dalle tramontane. Le brume, le nebbie, che salgono dalle pianure e dai laghi la sfiorano fruttuosamente: è chiaro, oramai, che il vino più delicato e squisito deriva sempre da uve mature al limite estremo delle condizioni climatiche e geoponiche necessarie alla vite”. Mario Soldati

Montevecchia (Muntavégia in dialetto brianzolo) è un comune di 2.494 abitanti della provincia di Lecco. Le colline su cui sorge dominano il territorio del Meratese, nella Brianza orientale. È sede del Parco regionale di Montevecchia e della Valle di Curone. Il comune di Montevecchia si sviluppa nel territorio del Meratese, su quote comprese tra i 240 m s.l.m. e i 503 m s.l.m. della sommità della collina principale del paese. Si estende su una supericie di 5,92 km². Montevecchia conina a nord con Olgiate Molgora, Perego e Rovagnate, ad est con Cernusco Lombardone e Merate, ad ovest con Missaglia, a sud con Osnago. Secondo la Classiicazione sismica, il comune appartiene alla fascia soggetta a sismicità bassa. Secondo la classiicazione climatica, Montevecchia appartiene alla zona E. La particolarità è che in cima al paese il clima è differente rispetto ai paesi limitroi a valle, infatti si riscontrano circa 2 gradi in meno d’estate e 2 gradi in più in inverno. Riescono a crescere piante da clima mediterraneo grazie all’esposizione solare. L’origine di insediamenti umani nel territorio di Montevecchia è di antica data. Nel parco di Montevecchia alla ine degli anni settanta furono rinvenuti due accampamenti risalenti all’epoca dell’uomo di Neanderthal e dell’uomo sapiens, datati rispettivamente il primo a 60.000 anni ed il secondo a 32.000. Questi insediamenti sono alcuni fra i più antichi situati in Lombardia. Amministrata come comunità libera della Brianza per tutto il corso del Medio Evo e di parte dell’età moderna, nel 1647 Montevecchia venne concessa in feudo alla famiglia Panigarola, che si estinse nel 1703. Nel 1713 il Conte Giacomo Brivio di Brochles, originario di Montevecchia, comprò il feudo natale, e la sua famiglia lo tenne ino al 1740, quando Carlo Brivio lo vendette agli Agnesi. Dal 1928 al 1966 il comune di Montevecchia fu unito a Cernusco Lombardone formando il comune di Cernusco Montevecchia. La parola Montevecchia si ritiene sia dovuta ad una fortiicazione romana che si trovava al posto dell’attuale santuario, circondata da una cerchia di mura protettiva di oltre 800 metri di sviluppo. Il nome Mons Vigiliae (monte delle Vedette), si sarebbe nel tempo involgarito in

Mons Vegliae, Monte Vegiae, Monte Vegia, sino all’attuale dialetto brianzolo, nel quale Vegia signiica Vecchia. SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DEL CARMELO Sul punto più alto della collina di Montevecchia sorge il santuario della Beata Vergine del Carmelo, di origini medievali. Si attribuisce la costruzione della prima chiesetta ai Longobardi che la dedicarono al loro santo “preferito” San Giovanni Battista (come il Duomo di Monza realizzato dalla regina Teodolinda). Poiché in epoca romana vi era sulla sommità di Montevecchia un posto di vigilanza, e nel paese sottostante un Castrum importante dove si controllava le principali arterie, all’arrivo dei Longobardi, le postazioni romane furono utilizzate per ediicare due chiese entrambe dedicate a San Giovanni Battista. Il coninante comune di Cernusco Lombardone, è infatti l’unico comune della Lombardia che ha nel suo nome quello dei “Longobardi” , dimostrandone la loro sicura presenza nel suo territorio. A maggior riprova di questo abbinamento religioso tra Montevecchia e Cernusco, sino all’epoca fascista i due comuni erano un unico comune amministrativo. Solo dagli anni sessanta Montevecchia ha ottenuto l’indipendenza comunale. La chiesetta longobarda sulla sommità di Montevecchia è resistita sino al 1570, epoca in cui un incendio dovuto “all’incuria del parroco” (si legge dagli atti della visita di san Carlo Borromeo) la distrusse interamente insieme ai paramenti ed agli arredi sacri. Per quasi un secolo le messe furono oficiate nella cappella di San Bernardo, sino al 1630 in cui il santuario fu ricostruito ma con dimensioni ridotte rispetto all’attuale. Ampliamenti con l’aggiunta della sacrestia da un lato e di ampi locali per la residenza dei preti oficianti (avvenuti tra la ine del 1660 e la metà del Settecento) ha portato il santuario alle dimensioni attuali. Nel 1924 l’attuale santuario fu dedicato alla Beata Vergine del Carmelo e consacrato nel novembre del 1954 dal card.Schuster. SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 11


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME DI

A Monticello Brianza non solo lavori istituzionali, ma anche turismo, cultura, gastronomia

MARTINI REMO CLAUDIO

Il Comitato Interprovinciale di Como - Lecco - Sondrio, in occasione dell’Assemblea ordinaria e la presentazione

All’invito, hanno aderito diversi Dirigenti degli Organi Centrali e Periferici, il ritrovo era issato per il pomeriggio non più tardi delle 16.00, a Barzanò presso l’Hotel Red’s. A ricevere gli “ospiti” il Presidente del Comitato Signor Gianni Bassani, il Presidente Nazionale F.I.A.S.P. Dott. Giuseppe Colantonio, la Dott.sa Soraya Farina. Fatte le registrazioni all’Hotel, tutti in partenza a raggiungere il Santuario della Beata Vergine del Carmelo in località Montevecchia posto sulla sommità di un alto colle. Qui giunti, lasciate le auto nel parcheg-

12 | SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1

gio, dopo una breve camminata, il gruppo è entrato nel piccolo Borgo, soffermandosi ad ammirare il panorama sottostante. Nell’aria alleggiava un profumo di rosmarino proveniente dai terrazzamenti sottostanti, da lunga e ripida scalinata sono giunti al Santuario, dove li attendeva il Signor Domenico Piazza, uomo di cultura, che con passione ha poi deliziato i presenti spiegando tutto quanto vi era da sapere sulla località e sul Santuario. Prima di abbandonare il Sacro luogo, il gruppo, è stato accompagnato sulla terrazza del Santuario e da lassù, lo sguardo spaziava nell’ininito. Il Signor Piazza informò che nei giorni limpidi era possibile vedere oltre alla sottostante pianura padana, il Duomo di Milano, il campanile di Cremona, gli Appennini, il Duomo di Novara, il Monte Rosa. Con i ringraziamenti rivolti al Signor Piazza da parte dei componenti del “gruppo”, la visita al Santuario si termina. Il gruppo, scende dalla scalinata (unico accesso al Santuario) e raggiunge il piccolo borgo, prende la via centrale costeggiando Villa Vittadini, e dopo una passeggiata di circa un km, accompagnati dal Signor Sergio Scaccabarozzi, raggiunge l’Agriturismo Terrazze di Montevecchia - “Cascina Ghisalba” della Famiglia Mario Ghezzi. Ivi giunti, entra nella rustica “cascina”, da una scala in mattoni, scendono nella cantina sottostante che risulta essere un lungo volto a pietra vista, e su un lato della stessa facevano bella mostra di se diverse botti piene di vino; su un

e consegna ai Comitati dell’Annuario Nazionale delle manifestazioni F.I.A.S.P. del 2014 di sabato 26 ottobre a Monticello Brianza, aveva allestito per venerdì 25 ottobre, un programmato turistico - culturale - enogastronomico


Notizie F.I.A.S.P.

SPORTINSIEME

vecchio tavolo, forse da falegname, erano adagiati grandi piatti in ceramica, contenenti bocconcini di pane con salame e formaggio, prodotti questi, tipici dell’Agriturismo. Ad accogliere il gruppo vi era il Signor Ghezzi, coadiuvato dalla moglie Signora Matilde e dalla iglia Anna, i quali dopo i saluti, hanno invitato i presenti a

consumare le vivande e a gustare i loro vini. Durante la “sosta” si è appreso che il Signor Ghezzi, è Socio F.I.A.S.P., e data la “familiarità sportiva” ci ha relazionato sul suo lavoro, molto impegnativo e sulle caratteristiche dei vini prodotti. Prima di abbandonare la cantina, diversi Dirigenti, oltre ad avere in dono una bottiglia di “Pin-

cianell”-vino rosso frizzante, hanno acquistato varie confezioni di vino per arricchire così la loro cantina. Il gruppo ringraziando la Famiglia Ghezzi raggiunge il parcheggio delle auto, ripartendo con destinazione Lissolo di Perego, dove presso il Ristorante “Il Tetto Brianzolo”, viene offerto agli “ospiti” a cura del Comitato ospitante, la cena. Al convivio partecipano pure il Sindaco di Monticello Brianza Signor Luca Ripamonti con l’Assessore allo sport Signor Massimo Mottadelli, il Dott. Gabriele Bonfanti dell’Allianz Bank, il Dott. Enzo Bruni del Consorzio Brianteo Villa Greppi. Il Signor Gianni Bassani, Presidente del Comitato ha portato i salutati e ringraziato agli “ospiti” per la presenza, ha rivolto un ringraziamento e parole di elogio alla Dott. sa Soraya Farina per la gestione del Comitato durante i suoi mandati istituzionali, al termine di questo è iniziata la cena risultata alla ine eccellente. Prima di terminare, le Signore hanno ricevuto un omaggio loreale; si sono espressi alcuni pensieri a cura di alcuni Ospiti e così pure dal Presidente Nazionale F.I.A.S.P. Dott. Giuseppe Colantonio, che alla ine ha dato appuntamento al giorno dopo per i lavori di Villa Greppi.

SPORTINSIEME | Gennaio - Febbraio 2014 | N. 1 | 13

Sportinsieme fiasp 01 14  

il numero di gennaio-febbraio 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you