Issuu on Google+


Fespa World Lettera dell’editore Se il 2006 è stato un anno molto pieno di attività per FESPA e le associazioni che le sono membri, il 2007 promette di essere ancora più pieno! Per FESPA nel 2006 c’è stato il lancio di successo di FESPA Digital Printing Europe in giugno, la più eccitante fiera mai avuta, insieme al secondo FESPA World Expo India a Dehli in dicembre. Guardate a pagina 22 per tutti i dettagli su questi ed altri eventi condotti da FESPA. In aggiunta la Commissione ai Progetti FESPA, sotto la guida di Chris Smith, continuerà a supportare le attività dei membri FESPA per tutto il nuovo anno, mentre a pagina 14 lo stesso Chris riporta di alcuni eventi a cui ha preso parte in autunno. A prescindere dal reportage dell’assemblea generale FESPA - pagine 48-51 – che rivela come al presente alcune associazioni abbiamo fatto meglio di altre, Marcus ci descrive il rapido progresso di SIOTEC a pagina 20, articolo che potrebbe dare alcune interessanti idee da emulare per le altre associazioni. Quando gli stampatori non sono occupati a visitare fiere o eventi delle associazioni si devono confrontare con la sfida di assimilare tutte le informazioni relative alle importanti normative. A seguito dell’articolo di Paul Rankin su RoHS e WEE della scorsa pubblicazione, in questo numero si parla di REACH, che potrebbe limitare i profitti degli stampatori entro i prossimi due anni, e di cui potete leggere tutto a pagina 16. Il FESPA Digital Printing Awards 2007, a pagina 26, culminerà nella prima parte dell’anno e non c’è dubbio che darà luce a molte innovative applicazioni. E’ possibile che una di queste potrebbe comprendere un nuovo tipo di supporto rigido, il Reboad. Introdotto dalla società svedese Design Forse, il supporto è straordinariamente forte e durevole, ma anche più leggero di altre soluzioni e sembra che molto probabilmente rivoluzionerà il settore della grafica nei prossimi due anni. Per saperne di più e prima girate immediatamente a pagina 28-31. Di suo Michel Caza è di nuovo “on the road” con uno scritto sulle sue nuove visite in Russia, Turchia e Bulgaria, dove è stato soddisfatto e deliziato dal livello di innovazione e del personale. Leggete questo reportage nelle pagine 38-41. Anche FESPA World ha una recente innovazione che ci rende orgogliosi. Il nuovo link www.digitalpublishingcompany.co.uk/activemagazine/welcome/FE permette ai lettori di sfogliare la rivista su internet. Questa nuova possibilità, in congiunzione con quella di fare il download del PDF al sito FESPA www.fespaworld.com, permettono entrambi di godersi gli articoli e di approfondirli dopo averli stampati. Fatevi questo regalo! Ci rimane una sola cosa, con il favore dell’intero team FESPA, siamo desiderosi di augurare a ciascuno di voi un prosperoso e produttivo Nuovo Anno, colmo di profitti!

NEWS

4 NEWS DAI FORNITORI Le ultime notizie dal mondo e dall’industria di settore

Fespa World The membership magazine of the Federation of European Screenprinting Associations Issue No.46 Winter 2006 Published by FESPA Ltd Editorial office FESPA Association House 7a West Street Reigate, Surrey RH2 9BL Tel: +44 1737 24 07 88 Fax: +44 1737 24 07 70 E-mail: info@fespa.com www.fespa.com Publisher Marcus Timson – Group Commercial Manager Tel: +44 1737 24 07 88

28 INNOVAZIONE ROMPERE LE BARRIERE L’azienda svedese Design Force ha introdotto Re-board, un nuovo materiale, messo a punto per rivoluzionare il settore degli espositori.

8 NEWS DAI PRODOTTI Nuovi lanci e innovazioni

14 L’EDITORIALE DI CHRIS Cosa succede nelle associazioni

16 REACH Come le nuove regole hanno effetto su serigrafi e stampatori nel digitale

20 MAX POWER! I riflettori di FESPA su SIOTEC, l’associazione italiana

32 PARTNER PERFETTI Inca è il produttore di stampanti che sta dietro a Reboard

33 IL PRIMO DI UN GENERE Augend Technologies entra nell’inkjet arena

INFORMAZIONI

21 DATE DA APPUNTARE La regolare guida FESPA su fiere ed eventi

22 FESPA NEWSLETTER Eventi nel 2007 e oltre

34

48 ELENCO CONTATTI FESPA

38

Editor Val Hirst Tel: +44 1623 88 23 98 E-mail: val@valhirst.demon.co.uk Graphic Design Bate Brand Communications 8 St Leonard’s Square, Wallingford Oxfordshire OX10 0AR Tel: +44 1491 835835 www.batebrand.com

ANCORA ON THE ROAD

Michel Caza racconta come va il settore della stampa in Russia, Turchia e Bulgaria.

IL PIU’ IMPORTANTE

42 Advertising Michael Ryan – Group Sales Manager James Ford – Sales Manager Tel: +44 1737 24 07 88 Fax: +44 1737 24 07 70

SCELTA PERSONALE

Gli stampatori spiegano le loro scelte nelle attrezzature

26 FESPA DIGITAL PRINT AWARDS 2007 Gli ultimi aggiornamenti sulla competizione

Val Hirst e-mail: elford@btconnect.com

SPECIALI IN EVIDENZA

BELLA BRATISLAVA

Report sull’Assemblea Generale FESPA 2007

E PER FINIRE…

58 In questa parte è Peter Cornelis Augend Technologies sulla sedia che scotta

52

PETER KIDDELL In questa parte Peter spiega gli standard ISO

Printing The MANSON Group Ltd Reynolds House, 8 Porters Wood Valley Road Industrial Estate St Albans, AL3 6PZ Tel: +44 1727 848 440 www.manson-grp.co.uk

Fespa World. Designed by Bate Brand Communications. Printed by The Manson Group Ltd. Editorial photographs supplied courtesy of the companies they feature. The publishers accept no responsibility for any statement made in signed contributions or those reproduced from any other source, nor for claims made in any advertisement. Fespa World is available to individuals who qualify within the terms of a controlled circulation and by subscription.

FESPA WORLD WINTER/06 3


NEWS ROUND-UP – SUPPLIER NEWS

Fillink a tutto gas

Il produttore di inchiostri compatibili inkjet per grande formato Fillink Technologies SA ha preso parte le fiere di Visual Communication per annunciare i futuri sviluppi dell’azienda e del prodotto. Dopo un ulteriore anno di crescita eccezionale che ha fatto diventare Fillink il primo fornitori di inchiostri compatibili in Europa, l’azienda ha sviluppato una gamma di nuovi inchiostri UV più versatili e che saranno disponibili fin da subito. Fillink è anche diventato fornitore di inchiostri UV, di supporto tecnico e di attrezzature per le stampanti NUR Expedio, a cui seguiranno prodotti e supporto per VUTEk PressVu. Inoltre, Fillink ha introdotto una soluzione alternativa all’inchiostro per la stampante Roland Advanced Jet AJ-1000. Il Managing Director, Esmeralda Desart ha dichiarato “darà la possibilità a Roland Advanced Jet di operare come una piccola versione delle stampanti inkjet per grandi formati attualmente in

commercio. Inoltre verranno utilizzati inchiostri e si costruiranno stampanti molto competitive nel prezzo. Siamo impegnati ad autorizzare questo attraverso un sistema eccellente di inchiostri che verranno venduti a €30 al litro. Questo porterà dei benefici non indifferenti agli utilizzatori, riducendo i costi per m2 da €6 a €1”. Fillink ha ottenuto un buon successo anche durante la fiera Sintesi, grazie alla collaborazione con DGVision, che è responsabile per la copertura della parte nord del paese. Fillink ha allargato la sua rete di distribuzione anche grazie all’incontro con SesomaSericomex Group, scegliendolo come distributore esclusivo delle regioni nordiche e dei balcani – incluse Finlandia, Svezia, Danimarca, Estonia, Lettonia e Lituania. Per ulteriori informazioni contattare: www.fillink.eu.com

RFID Smart Labels irrompe nella scena londinese La conferenza e fiera europea recentemente tenuta dalla RFID Smart Labels invade nel nuovo settore ed ha tutte le intenzione di proseguire per la sua strada. I 350 rappresentanti di 30 nazioni che si sono incontrati a Londra hanno valutato particolarmente i discorsi dei rappresentanti del gruppo dell’aeroporto internazionale di San Francisco e di Manchester. Questi relatori hanno descritto sia 4 FESPA WORLD WINTER/06

i mercati rarissimi della RFID, che include la classificazione dei bagagli e dei passeggeri che dovrebbe aiutare a diminuire le code ed aumentare la sicurezza e precisione. Un altro mercato nuovo è la classificazione di droghe e spezie per evitare il contrabbando. Per ulteriori informazioni visita: www.idtechex.com

HP per stimolare il digitale HP ha creato una divisione dedicata alle arti grafiche che dovrà aiutare a stimolare ed espandere tale settore grazie all’utilizzo di stampanti digitali. Ciò porterà tecnologie all’avanguardia, nuove opportunità per gli affairi e qualità di stampa al settore delle arti grafiche. La nuova divisione fa parte della HP Imaging and Printing Group, e cerca di unire moltissime soluzioni per la stampa digitale per aiutare i clienti HP ad avere nuove opportunità per gli affari grazie all’enorme possibilità di applicazione che va dalla stampa di francobolli alla cartellonistica e che rafforzerà la gamma di prodotti e la soluzione di problemi per le aziende più

importanti. La nuova organizzazione che comprende la stampante di grande formato Designjet, HP Scitex , HP Indigo e HP Specialty Printing Systems, sarà gestita in Europa da Santiago Morera, Vicepresidente e General Manager della Graphic Arts Business per l’azienda Imaging e Printing Group in EMEA. Sarà appoggiato da Francois Martin, direttore per il Marketing della EMEA Graphic Arts, Manel Martinez, Manager EMEA per lo sviluppo del business sul grande formato e responsabile per HP DesignJet e HP Scitex businesses, e Marc Schillemans, business manager per HP Indigo. Per ulteriori informazioni visita: www.hp.com

Universal Glossy Canvas vince il prestigioso DPI premio nel 2006

3P ha ricevuto il secondo premio per il prodotto dell’anno DPI . Universal Glossy Canvas (IQIJ109) della 3P InkJet Textiles Corp ha ottenuto il premio per il prodotto dell’anno DPI (Associazione della Stampa Digitale e dell’Immagine) del 2006 nella categoria tessuti, dopo il lancio simultaneo del nuovo materiale presso la SGIA di Las Vegas e Photokina di Colonia. Ergosoft Corp ha stampato il premio con il suo software RIP

nella versione TexPrint 12 su 60" Image PROGRAF iPF9000 della Canon attraverso il nuovo sistema di stampa a 12 colori sul 3P Universal Glossy Canvas. L’anno scorso, lo stesso premio, era stato dato a 3P Studio Canvas (IQ-IJ 111) assieme a Mimaki e Ergosoft Corp. Per richiedere informazioni manda una mail a: elkegrotmann@3pinktextiles.com


SUPPLIER NEWS

Sakuri festeggia i suoi primi 60 anni di attività Ryuta Sakurai, Managing Director del produttore giapponese di stampanti è stato a Londra novembre nel scorso. Durante il suo soggiorno ha organizzato le celebrazioni per i 60 anni di attività con una fiera aperta per le stampanti high-tech. Per la prima volta lo showroom a West London di Sakurai è stato luogo di incontro tra clienti consolidati e potenziali e per osservare le stampanti per offset e serigrafiche. Il signor Sakurai ha commentato: “La nostra serie per stampanti in offset OL 66SD e OL 75SD ha fissato dei nuovi standard per una stampa di qualità nel mercato dei multi-colori SRA2 e B2. E, per la prima volta si è potuto osservare in azione la nostra stampante serigrafica più importante. Entrambe le serie significano, per noi, un impegno continuo del R&D nel mercato della stampa, dove la richiesta di qualità e di prezzi competitivi è in continuo aumento”. Ryuta Sakurai, MD di Sakuri con Michael Ryan di FESPA

Futuro assicurato per Luscher Hans Lüscher, fino ad ora proprietario e presidente del consiglio di amministratori della Lüscher AG di Leutwil, ha recentemente trasferito la quota maggioritaria all’azienda di investimenti austriaca PAInvest in modo da poter assicurare il futuro della sua azienda e dei suoi dipendenti. Dal 2000 il fatturato dell’azienda è passato da 16 milioni a 36 milioni di euro. Un’associata della Austrian Global Equity Partner (GEP), PAInvest, ha delle quote di maggioranza in diversissime aziende medio-grandi in Germania, Austria e Svizzera. Wilhelm R. Tschol, direttore di

PAInvest, ha preso il posto di presidente del consiglio di amministrazione che prima era di Hans Lüscher. Hans Lüscher continuerà comunque ad esercitare all’interno dei direttori del consiglio di amministrazione. Lars Janneryd, ex membro del consiglio di amministrazione come responsabile delle vendite, è andato in pensione. Kurt Steidle è stato indicato come Managing Director. Nella stessa posizione, all Kodak era responsabile per il settore Kodak Polychrome Graphics in Austria e Svizzera. Grazie alla sua serietà per il settore dello sviluppo, produzione e controllo di qualità presso la Newsetter thermal

platesetter, ha portato moltissima esperienza nel settore del Computer-to-Plate. Lüscher ha informato i propri distributori e clienti che diminuirà la produzione dei propri prodotti ma il servizio ed il supporto tecnico sarà presente all’interno della rete. Inoltre, i prodotti che attualmente vengono sviluppati verranno immessi sul mercato come da programma. PAInvest ha dichiarato che intende supportare la crescita che Lüscher AG ha raggiunto grazie anche alla qualità ed alla richiesta dei propri prodotti. Per ulteriori informazioni visita: www.luescher.com FESPA WORLD WINTER/06 5


SUPPLIER NEWS

Sede riqualificata per Sun Chemical

In Breve Dalim Software ha sottoscritto un accordo con NEXT Solutions (situate a Mijdrecht, in Olanda) per distribuire il suo software in Olanda, Belgio e Lussemburgo. Fin da subito la NEXT Solutions sarà totalmente responsabile per la vendita, l’integrazione e il supporto di tutti i software della Dalim Software.

Jeff Biggs, Managing Director di Colourgen e Simon Goldsack, Sales Manager per ColorSpan confermano il distributore in esclusiva dei prodotti ColorSpan in Gran Bretagna per Colourgen

Il nuovo distributore per New UK Colorspan Colourgen, il fornitore specializzato nelle soluzioni di stampa digitali, con base in Gran Bretagna, è stato indicato come distributore esclusivo per ColorSpan 9840UV, la nuova stampante piatta a UV per l’industria della MacDermid

ColorSpan. La stampante ha vinto di recente il premio per il “prodotto dell’anno” 2006 della fiera SGIA Show a Las Vegas nella categoria “Flatbed Rigid Substrate Output Device category”. Colourgen distribuirà anche la completa gamma di stampanti

Fillink Technologies SA ha scelto Henry Maya come direttore vendite per l’East Coast e l’America Latina, per la sussidiaria Fillink America.

Maya sarà responsabile per l’aumento del business su tutto il territorio e lo sviluppo della rete di distribuzione Fillink. Maya ha lavorato precedentemente per Ultraflex Systems Inc come direttore vendite per l’America Latina nonché responsabile per lo sviluppo degli affari per tutto il continente, e per NUR dove gestiva il reparto degli inchiostri per conto della NUR America.

Compose System has appointed 6 FESPA WORLD WINTER/06

della MacDermid ColorSpan che includono la stampante piatta inkjet DisplayMaker 72UVR, 72UVX e 98UVX. Per ulteriori informazioni visita: www.colorspan.com

Appuntamenti Henry Maya

Sun Chemical ha fatto realizzare, in Gran Bretagna, una fabbrica molto moderna e completamente automatizzata per fornire inchiostri UV, vernici e consumabili attraverso la riorganizzazione e modernizzazione di South Normanton National Distribution e Customer Service Centre. L’espansione è costata ben 1,8 milioni di sterline ed include l’installazione di tre distributori per gestire inchiostri UV e convenzionali e che aiuterà a garantire efficienza, accuratezza e reperibilità di formati speciali. South Normanton si trova nel Derbyshire ed ha la possibilità di espandersi ulteriormente. Gli investimenti futuri serviranno per consolidare i due centri produttivi che hanno operato in simbiosi soprattutto dopo l’acquisizione di Gibbon Inks e Coatings e Coates Lorilleux da parte della Sun Chemical. Per ulteriori informazioni visita: www.sunchemical.com

Compose System ha indicato Kevin Caughtry come direttore delle vendite per Gran Bretagna e Irlanda. Caughtry, che si è assunto la responsabilità per espandere il canale di vendita e della rete dei rivenditori in Europa per conto della Compose System, precedentemente aveva occupato diverse posizioni di rilievo presso MCSi (Mitsubishi), Konica Corporation, DuPont, e, molto più di recente, Punch Graphix.


NEWS ROUND-UP – NUOVI PRODOTTI

Il doppio lancio di Océ per dare vantaggi alle presentazioni grafiche

Océ ha terminato il lancio della linea Océ CS9000, in grado di offrire una qualità di stampa superiore, velocità ed economizzazione dell’inchiostro. La linea, che è composta da Océ CS9065 e Océ CS9090, un sistema di stampa ad alta qualità, da una resa di stampa per esterni fino a tre anni. La caratteristicha principale della stampante Océ VariaDot Imaging Technology è di avere una testina di stampa in grado di riprodurre puntini di diverse dimensioni,

contrariamente alle altre tecnologie, che utilizza puntini di una sola dimensione. Con la gamma delle CS9000 ci sono vantaggi immediati come l’utilizzo di un 35% in meno degli inchiostri, al contrario dei macchinari della stessa gamma, e con un risparmio immediato dei costi totali fino al 25 %. Entrambe le macchine stampano alla risoluzione di 720 x 720 dpi con una velocità di stampa fino a 13 mq all’ora (modalità a quattro passaggi). Ad

alta velocità (due passaggi) riesce a stampare superfici fino a 22 mq all’ora e con una risoluzione pari a 360 x 720 dpi. Una velocità di stampa di 42 mq all’ora può essere raggiunta con una risoluzione pari a 360 x 360 dpi. La Océ CS9000 può essere utilizzata anche con inchiostri che contengono una minima parte di solventi od inchiostri ecologici e sono ideali per la produzione di cartelloni per interni ed esterni dei punti vendita, striscioni pubblicitari in vinile o tessile, veicoli, grafiche, presentazioni fieristiche e molto altro. Si può aggiungere al sistema di stampa un filtro in grado di rimuovere i vapori prodotti dai solventi oppure unità di riscaldamento per la stampante a solventi ecologici. La Océ CS9090 completa la linea CS9000, dopo il debutto della Océ CS9065 durante il Océ OpenHouse nel marzo del 2006. Per ulteriori informazioni visita: www.oce.com

Anteprima Océ Sneak Océ ha lanciato di recente la Océ Arizona 250 GT, un sistema di stampa avanzato che metterà le basi per un nuovo standard all’interno del mercato in crescita delle arti grafiche, dando la possibilità alle aziende di migliorare la qualità delle immagini pubblicitarie per esterni ed applicazioni su striscioni. La Arizona 250 GT, che è stata sviluppata presso il centro di ricerca Océ di Vancouver, da la possibilità alla goccia di inchiostro di variare sia nella grandezza che nella densità, creando delle immagini simil-fotografici. Sarà disponibile sul mercato nei primi mesi del 2007. Per ulteriori informazioni visita www.oce.com

Un nuovo film che offre una grafica brillante l’introduzione della 3M Scotchcal Series IJ 25, sviluppata specificatamente per essere utilizzata sulle stampanti inkjet più conosciute. Il film in PVC a calandra monometrica di 0.10mm è utilizzabile per l’applicazione più svariata come su insegne e grafici con superfici piatte. Il film comprende un numero di celebri disegni e caratteristiche di produzione che includono un’aderenza eccellente data da un adesivo acrilico forte, sensibile alla pressione. Persino quando spruzza una quantità di inchiostro elevata, questa non compromette la capacità di rimozione veloce del film. L’adesivo grigio dimostra anche un’eccezionale capacità di copertura anche quando le immagini vengono applicate sopra quelle già esistenti. È disponibile nei formati bianco/trasparente e 8 FESPA WORLD WINTER/06

bianco/opaco, il film è facilmente applicabile e rimuovibile da vetro, metallo, plastica rigida e può essere utilizzato sia su laminati per applicazioni interne ed esterne. La Scotchcal IJ 25 è ideale per applicazioni pubblicitarie e

promozionali di breve durata che comprende, per esempio, segnaletica generale, materiali per veicoli, pannelli fieristici, vetrate di negozi e prodotti per. Per ulteriori informazioni e per avere specifiche su profili

di stampa ICC, garanzie, si prega di telefonare al 01344 857 850 o visitate il sito della 3M www.3m.com/uk/graphicsolu tions


NUOVI PRODOTTI

Innovazione

Nuove licenze per applicazioni più vaste

Il singolo “Come on Sheffield United” recentemente lanciato dal duo cantautore “Big Sister” è arrivato primo in classifica. È stato lanciato dalla ASB Ltd, sotto il proprio marchio Blades Record, ed è considerato come il primo CD stampato in Braille. Ora, per la prima volta, anche i non vedenti potranno identificare l’etichetta del CD che hanno in mano. A discapito della legge contro la discriminazione dei disabili (DDA) attualmente in vigore, non è stato possibile includere il Braill su moltissimi prodotti che comprendono anche i CD. ASB è stata la

prima casa discografica al mondo a rimediare a tale mancanza. Vi sono diversissimi modi per riprodurre il Braille, ma quello più comune è conosciuto come tecnica di stampa in rilievo, utilizzabile su moltissimi prodotti come il CD. Moltissime aziende hanno cercato di perfezionare la stampa Braille, ma hanno fallito quando si trattava di rispettare gli standard richiesti dagli istituti come RNIB. La richiesta di base era quella di avere caratteri alti 500 mcn. L’unica tecnica in grado di soddisfare tale criterio è stato sviluppato dal professor John Davidson e viene commercializzata da Production Agency situata a Sevenoaks, nel Kent (Gran Bretagna). Questa tecnica facilita la stampa in Braille su qualsiasi tipo di materiale. Attraverso questo sistema la forma e la consistenza può variare in modo da permettere anche alle persone con polpastrelli desensibilizzati (come i diabetici) a leggere. Il Braille può essere stampato anche a colori per aiutare coloro che hanno una vista mal funzionante. Bob Holt, il fondatore della Production Agency e direttore di ASB, è anche un relatore internazionalmente riconosciuto delle tecniche di stampa. Quando capì l’importanza che una stampa Braille poteva dare ai prodotti musicali, e ovviamente, alle persone con problemi alla vista, decise di

fare qualcosa a proposito. Fortunatamente i soci ASB, Adjei Amanning e Selwyn Korklin, erano totalmente d’accordo con il progetto di Bob e decisero di lanciare questa innovazione attraverso il singolo “Sheffield United”. Big Sister, un duo formato dai fratelli Elouise e Tom, erano a loro volta entusiaste. La canzone è stata prodotta e la squadra del Sheffield United diede il proprio supporto ospitando la conferenza stampa. La risposta era straordinariamente positiva. ASB includerà un’opzione Braille su tutti i futuri prodotti, cercando di incoraggiare le altre case discografiche a muoversi nello stesso modo. Per ulteriori informazioni manda una mail a Bob Holt at: bh@theproductionagency.com

Inchoistri in quantità per Vipers Bulk inks for Vipers Mutoh Europe ha annunciato la disponibilità di BIS, un nuovo sistema di inchiostri di quantità, che sarà commercializzato come optional per in trasferimento digitale Viper e stampante per tessili Viper TX. Il sistema di inchiostri è stato sviluppato per velocità intensive e volume orientabile richiesta dagli utilizzatori della stampante Mutoh Viper e Viper TX printer, che richiedono un inchiostro highend, stampa di grandi volumi ed un sistema di ricarica con capacità di stampa sorprendente ed un una minima richiesta di intervento. Sono disponibili due modelli BIS per Viper (TX): un sistema a quattro

ed a otto cartucce. Il modello a quattro cartucce può essere utilizzato con stampanti Viper (TX) con la configurazione a Quattro colori, mentre il modello a otto cartucce può essere utilizzato per una configurazione a due x quattro, sei o otto colori. Ogni cartuccia di inchiostro BIS ha una capacità di 4.3 litri e può essere ricaricata anche durante l’operazione di stampa. BIS non necessita di spazio dato che si può posizionare tra le gambe del supporto stampante. Viene fornito completo di otto cartucce di inchiostri indelebile da inserire nell’apertura delle cartucce di stampa dei modelli Viper e Viper TX. Ogni cartuccia

ha un sensore elettronico o meccanico antisbordamento ed ogni tubo di inchiostro è completo di un filtro a pompa proprio che aiuta a prevenire che si impolverino le testine di stampa, ostruendone il passaggio. Un livello di inchiostro costante tenuto all’interno di ogni cartuccia di inchiostro garantisce una pressione continua all’interno della testina di stampa che, a sua volta, assicura una qualità di stampa valida. Il BIS della Mutoh per Viper / Viper TX viene fornito completo di un software per il monitoraggio del sistema che facilita l’installazione, configurazione ed operatività del sistema. Questo assicura

all’operatore un controllo su tutti gli aspetti operativi dal proprio PC. Il distributore di inchiostri per la tintura a base d’acqua della Mutoh (C, M, Y, K, Lc, Lm) sono disponibili in contenitori da 1, 5 e 25 litri. L’azienda sta commercializzando anche un sistema di ricambio inchiostro per stampanti Spitfire 65, Spitfire 90 e Spitfire100, in combinazione con inchiostri con basse quantità di solventi disponibili in contenitori da 1 a 5 litri. Per ulteriori informazioni visita: visit www.mutoh.be FESPA WORLD WINTER/06 9


NUOVI PRODOTTI

Un aggiornamento per SoftRIP

Wasatch Computer Technology ha lanciato la versione 6.0 per i suoi prodotti Wasatch SoftRIP, che doterà gli attuali utilizzatori con strumenti più potenti in grado di lavorare con più efficienza. Fornirà anche i nuovi utilizzatori con un interfaccia più semplice in modo che possano imparare immediatamente come utilizzarlo. L’azienda ha sviluppato l’ultima versione del suo pacchetto software popolare grazie ai commenti degli utilizzatori riguardante

all’andamento di lavoro ottimale di RIP, in modo da sapere esattamente quali erano le richieste. L’interfaccia SoftRIP che ne deriva facilita l’utilizzo del software. L’utilizzatore non dovrà più lasciare l’interfaccia principale del programma per lavorare in RIP modo ottimale e RIP veloce, mentre mantiene un livello più profondo di strumenti avanzati per gli esperti della stampa e dei colori. La nuova caratteristica include un sistema che gestisce direttamente il layout, adatto a

tutti coloro che vogliono vedere le immagini durante la produzione in modo da poter stampare nel modo più efficiente. Il processo Job-Based, per ottimizzare il file di preparazione per la preparazione individuale RIP e stampare su workflow Server-Based workflow, in modo che RIP possa gestirle direttamente dal Master Queues Manager e ricevere files per RIP da postazioni di lavoro in rete. Gli utilizzatori già a conoscenza del SoftRIP potranno fare un accordo

in modo da fare degli upgrade GRATUITAMENTE il cui avviso sarà inviato via mail. Per ulteriori informazioni Tel: (800) 894-1544 and (801) 5758043; Fax: (801) 575-8075. Oppure visita: www.wasatch.com.

La finestra che attira a costi ridotti Hexis S.A. ha lanciato una nuova versione più economica dei film micro-perforati per finestre. MICRO4 è un film trasparente per finestre con una vasta gamma di colori verso l’esterno, mentre dall’interno si avrà una vista unidirezionale. Può essere stampata sia con stampanti inkjet

a solventi o eco-solventi ed è adatto per essere utilizzato su veicoli o immobili. È formato da un film in vinile a 100µm con un adesivo a base di solventi di colore nero. MICRO4 ha una struttura perforata 68:32 con il 65% del film disponibile come superficie di stampa e 32% per

una visualizzazione trasparente. Questa caratteristica di perforazione offre una zona sufficiente per stampa a colori ad alta risoluzione, mantenendo una visibilità interna sufficiente. È ideale per applicazioni promozionali brevi, dove avere dei costi bassi è una priorità.

MICR04 è disponibile in bobine standard lunghe da 30m o 90m con una larghezza di 1370mm. Data sheets e campioni sono disponibili direttamente da Hexis o dai suoi distributori. Per ulteriori informazioni visita: www.hexisgroup.com

Xaar estende l’omologazione PanoRama è ora certifcato M1 dei suoi inchiostri Xaar ha approvato l’inchiostri Fujifilm Sericol Color+ XV nell’utilizzo delle sue testine di stampa inkjet più importanti XJ128/40W e XJ-126/50. La combinazione degli inchiostri a base di solvente ad alta pigmentazione della Fujifilm Sericol e la tecnologia piezoelettrico della Xaar offre delle soluzioni inkjet molto consistenti e flessibili per stampe di grafiche e insegne, sviluppato specificatamente per stampanti digitali di grande formato. Gli inchiostri Color+ XV utilizzano una pigmentazione di alta 10 FESPA WORLD WINTER/06

qualità amalgamata con solventi specifici in grado di riprodurre colori brillanti. Gli inchiostri hanno una resistenza maggiore alla luce ed aderiscono su diversissimi materiali non coprenti. Inoltre essi sono stati formulati per asciugarsi rapidamente senza l’ausilio di calore – per esempio, un tempo medio per l’asciugatura di inchiostri su materiali in vinile è di 60 secondi a 40 °C. Per ulteriori informazioni visita: www.xaar.co.uk and www.fujifilmsericol.com

PanoRama, il film autoadesivo per finestre della Continental Grafix ha a disposizione un certificato M1 per l’additivo ignifugo testato dall’istituto indipendente francese (CSTB). Continental Grafix è anche diventato il primo fornitore di pellicole per vetri con certificazione B1, rendendolo appropriato all’applicazione su edifici pubblici e durante gli eventi sportivi più importanti.

Comunque, in modo da soddisfare le regolamentazioni attuali sulla sicurezza, l’azienda ha anche richiesto la certificazione francese standard M1, in modo da allargare il campo di applicazione e per comprendere il suo uso nelle costruzioni fieristiche. Per ulteriori informazion visita: www.continentalgrafix.com


NUOVI PRODOTTI

Porte aperte! Due Open Days recenti per celebrare i vantaggi delle stampanti Spühl Ag Virtu

Grazie all’Open Day presso la loro nuova fabbrica a Wittenbach, oltre 100 professionisti hanno di recente colto al volo l’opportunità di vedere dal vivo le modalità di produzione delle stampanti della Spühl Ag. L’evento ha dato la possibilità ai visitatori di incontrare i 200 impiegati e 60 apprendisti dell’azienda e di osservare la dimostrazione delle stampanti Spüh Virtu RS 25 e Virtu RS 35, come anche le ultime novità relative allo sviluppo dei prodotti dei suoi partner come Alcan Composites, Versaidag-

Indutex, Onyx Graphics, Color Concepts e 3M. Il tour guidato all’interno del settore produttivo JIT, equipaggiato con i macchinari di ultimissima generazione, tutti costruiti in sede dalla Spühl, ha ispirato moltissimi visitatori ad ottimizzare le proprie aziende sulla falsariga di Spühl! Uno dei clienti più importanti di Spühl è Christinger Partner AG - specializzata nella stampa serigrafica, offset e digitale – che di recente ha tenuto un meeting sulla stampa presso la propria azienda in Svizzera per celebrare il traguardo di essere diventata l’azienda europea più grande nel

Il poster di James Bond che decora la stanza di stampa di Christinger.

da sinistra verso destra: Sig. Schawalder (Spühl AG), Toni Fricker e Karlheinz Kaiser (proprietari della Christinger) sorreggono il certificato ISO emesso da Ugra

12 FESPA WORLD WINTER/06

campo della stampa digitale di grande formato, accreditata con l’ISO 12647-2 procedura standard nell’offset, ovvero uno standard colore che è diventato rapidamente punto di riferimento per la qualità. Karl Heinz Kaiser, titolare della Christinger ha commentato fieramente: "questo standard ci ha permesso di stampare lavori su qualsiasi delle nostre 11 stampanti digitali, assicurando il raggiungimento di una stampa di alta qualità su qualsiasi delle nostre macchine.” Il miglior esempio in proposito è il poster di James Bond che la Christinger ha

prodotto di recente come parte della campagna promozionale del film Casino Royale, con Daniel Craig nel ruolo del nuovo James Bond. Il poster, che offre una parte degli effetti decorativi possibili che l’azienda riesce a fare, permette ai visitatori di toccare con mano la qualità di stampa raggiunta e offerta. Per ulteriori informazioni visita: www.sphul.ch


NEWS ROUND UP – CHRIS’S COLUMN

L’editoriale di Chris Il regolare resoconto di Chris Smith di tutte le ultime iniziative di FESPA e delle Associazioni.

Roberto Posarrelli, stampatore su pelle.

Come l’ultima volta, ho preso parte a diversi eventi organizzati dalle Associazioni, con il supporto della Commissione ai progetti FESPA, e che ora sono deliziato di raccontarveli. I miei viaggi sono iniziati alla fine di Settembre, con un meeting organizzato dall’Associazione svedese in Visby, Gotland, dove ho avuto l’opportunità di parlare dei progetti FESPA e ho appreso i progetti futuri dell’associazione. Durante la mia visita, ho goduto della meravigliosa ospitalità dei miei colleghi e ho anche avuto un po’ di tempo per vedere qualcosa in Visby, un’ammirevole città medioevale. Sono in debito con l’associazione svedese per il loro gentile invito. La mia fermata successiva è stata Warrington, nel nord dell’Inghilterra, dove la DSPA ha organizzato un seminario (il primo di due) con sessioni così intitolate: “L’Evoluzione della stampa serigrafia e digitale” e “Serigrafia VS Offset – la Verità dietro l’inganno”. Nazdar ha concesso due relatori, il primo dei quali è James Macdonald il quale ha confermato che la tecnologia digitale dominante è l’inkjet, dove gli inchiostri vanno da quelli a base acqua, agli eco-solventi e solventi. E’ stato interessante notare che, contrariamente alla credenza popolare, eco-solvent non significa necessariamente ecologicamente “amici dell’ambiente”, piuttosto significa ecomico. Si deve anche ricordare che gli inchiostri a base di solventi rientrano sotto la regola PG6/16, che significa che se si usano più di cinque tonalità per sei mesi, ed è facile che accada, è necessario informare l’autorità locale. Lo speaker successivo è stato Keth Ramsey, che ha trattato dell’evoluzione del processo serigrafico. L’opinione di Keith è che la serigrafia negli ultimi dieci anni ha 14 FESPA WORLD WINTER/06

perso il 23% del suo tradizionale mercato verso il digitale e l’offset, pertanto chi usa processi di stampa diversi e combinati ha indubbi vantaggi. Dopo il pranzo Trevor Tordoff di KBA ha spiegato come la KBA Rapida 205 sia, sotto certe condizioni, una valida alternativa alla serigrafia e al digitale. Capace di stampare su carta, cartoni e cartone ondulato per supporti sino a 1,49 x 2,0 metri e di 1,6 mm di spessore alla velocità di 9000 fogli all’ora, questa KBA è una macchina potente. Inoltre, sebbene la Rapida sia costosa, permette agli utenti di competere con successo sui tradizionali lavori di serigrafia i cui volumi superano le 250 copie. Per concludere, Production Link’s Bob Holt ha incoraggiato i delegati presenti a ‘svegliarsi e prendere un caffè’ quando si usano un mucchio di consigli per approcciare i compratori di stampa. Egli pensa che la stampa ha un grande futuro e che ne dobbiamo restare entusiasti. Per ulteriori informazioni visita: www.dspa.co.uk

Un meeting SIOTEC, in particolare per reclutare nuovi membri, mi ha occupato a Pisa in Ottobre, e sono stato deliziato di vedere 96 persone (soprattutto stampatori) presenti e interessati al meeting orale tenutosi all’Hotel Calamidoro. E’ chiaro che i serigrafi italiani stanno soffrendo come per il resto dell’Europa. Argomenti come dalla paura del digitale (e della litografia) alla pressione dei prezzi bassi richiesti dai clienti sono stati discussi per tutto il giorno. Comunque, è stato chiaro che gli italiani uomini e donne restano passionali, non solo per “l’amore”,


CHRIS’S COLUMN

Bill Appleton.

ma anche per la serigrafia, che è stata la ragione di questa riunione e raccolta di persone. Il viaggio mi ha inoltre dato l’opportunità di parlare dei progetti FESPA e di come FESPA può supportare molte iniziative finanziariamente, incluso l’elearning, che dovrebbe essere presto disponibile in Italiano. Mentre ero in Pisa, ho anche avuto l’opportunità di visitare il Gruppo Posarelli (un gruppo di aziende di stampa condotte da Roberto Posarelli) – un valido imprenditore serigrafo vicino a Pisa che possiede un’incredibilmente pulita ed efficiente industria dove si stampa su pelle, decalcomanie, grafiche per veicoli, grafiche di motorizzazioni, stampe ad iniezione e molto altro. Se gradisci apprendere di più da questo valido stampatore, un rapporto dettagliato è disponibile nel sito FESPA www.fespa.com mentre informazioni su SIOTEC si possono trovare al sito www.siotec.it La fiera ungherese del Sign in Budapest è stata la mia fermata successiva e sebbene questo seminario non avesse molte presenze, la qualità delle presentazioni durante la giornata mi ha più che compensato. Organizzato dall’Associazione ungherese - Maygar Szitanyomók Szövetsége – il programma era vario e principalmente coperto da Peter Kiddell, ha compreso tre presentazioni. La prima, ‘Un futuro al digital’ mostrava come la stampa digitale sta influenzando le nostre vite, mentre la seconda comprendeva un overview e una dimostrazione del corso di autoapprendimento supportato da FESPA, che si sta attualmente traducendo in sette lingue. Il terzo era intitolato “Come evitare i problemi” che ha realmente tenuto coinvolto l’uditorio con che Peter ha

coperto i temi basilari che molti serigrafi normalmente sorvolano. Questa presentazione è stata affrontata in un’ora ma a causa del numero di domande fatte, è stata poi estesa in ad una sessione di due ore, e se non fosse stato il caso che l’esibizione stava per finire, Peter poteva felicemente andare avanti per molto più tempo! Verso la fine dell’evento c’è stata la presentazione del Certificat-PDF (tenuta dal distributore ungherese di Enfocus) e ho parlato ancora dei progetti FESPA. L’associazione ungherese Maygar Szitanyomók Szövetsége sta attualmente realizzando il sito web ed è possibile contattarli all’email mszsz@vnet.hu

Peter Kiddell.

Io e Peter siamo poi andati a Piestany in Slovachia ad incontrare un altro vecchio amico, Bill Appleton di Autotype, per due giorni di seminari – il secondo evento slovacco supportato da FESPA. Organizzato dall’associazione slovacca e ceca, l’evento ha attratto più di 30 delegati, inclusi visitatori da Polonia e Ungheria. Peter e Bill hanno coperto un programma vario per un totale di otto sessioni. Come prima Zuzana Orolinova è stata nostra traduttrice ancora una volta, dimostrando la sua considerevole

esperienza linguistica, sostenendo tutte le traduzioni con grande facilità. La prima presentazione di Peter è stata sulla stampa industriale e ha fornito un’affascinante anticipazione del futuro che comprenderà la stampa su elettronica, vetro, ceramica, pelle e persino calcestruzzo, ma anche ingegneria biomedicale, stampa RFID, display proattivi e stampa di effetti speciali. A seguire la stampa per il settore automobilistico, molto imporatante in questo paese dove Volkswagen, Peugeot e Kia di recente hanno aperto industrie. La presentazione finale di Peter è stata sul corso di e-learning che è stato coperto in ungherese. Le quattro presentazioni di Bill erano “Scegliere la corretta matrice per il lavoro”, seguito da “Teoria base del colore e gestione del colore”, “Stampa di sequenze di effetti” e “The Screen printer’s press side companion” che hanno aiutato alla complessità degli argomenti trattati. Sebbene fossero tutti interessanti, quello che ha provocato il maggior dibattito è stata la sequenza di stampa. Bill ha fatto vedere un progetto ad Autotype dove si sono usate sei sequenze di stampa: CYMK, KCMY, YMCK, MCYK, MYCK, YCMK. Usando la nuova tecnologia di Autotype capillary “CP” per le matrici, l’obiettivo fu raccogliere dati scientifici e confrontare la riproduzione del colore. Gli studenti hanno stampato tutte le sequenze e Bill ha invitato i delegati a discutere i risultati e tracciare le loro conclusioni. Nel sito web di FESPA è possibile trovare questo e tutte le altre presentazioni. Dopo la sua quarta presentazione, Peter pensava di aver finito, ma poichè il distributore di Enfocus non potè presenziare fu ancora Peter a cambiare programma e parlare del Pdf-certificat con FESPA WORLD WINTER/06 15


ASSOCIATION NEWS

una brillante verve e in modo totalmente comprensibile. I relatori, Zuzana e io siamo stati tutti omaggiati da doni da entrambe le associazioni e uno speciale ringraziamento è stato fatta a Bill Appleton, deliziato di accettare la prima copia in slovacco del libro di Autotype sul moirè, con le credenziali del suo autore Steven Abbott di Autotype. Questo libro è stato stampato con il supporto della Commissione ai progetti FESPA. L’associazione finlandese si può raggiungere all’indirizzo web www.sietotlacovyzvaz.sk e quella ceca al sito www.sietotlacovyzvaz.sk La mia ultima visita non è stata per un progetto FESPA ma per il 30° anniversario dell’associazione finlandese dei serigrafi, che nel 2006 ha avuto una completa trasformazione e si è stabilizzata come la principale associazione in Finlandia per la serigrafia e la stampa digitale. Presenti alla cena un totale di 69 persone

Il gruppo al seminario sui telai.

nell’incantevole hotel in Hämeenlinna. Abbiamo goduto di uno splendido banchetto e, durante la cena c’era musica che ha preceduto le danze seguenti. Dopo tutta quest’attività etnica di Ottobre, è stata una gioia passare del tempo e rilassarmi in una serata con una così piacevole compagnia! L’associazione finlandese si può

raggiungere all’indirizzo web www.suomenseripainoliitto.fi Questo è tutto per questo mese. Se desiderate che la vostra associazione nazionale organizzi simili eventi, contattate il segretariato. I dettagli per i contatti li potete trovare alla fine della rivista.

REACH e il futuro dell’industria chimica Le nuove regole REACH avranno un forte impatto sulla stampa serigrafica e digitale. Qui, in una serie di comande e risposte, Paul Machin entra nel dettagli di alcuni cambiamenti e ne rivela gli effetti potenziali. Perchè il futuro dell’industria chimica è importante per i settori della serigrafia e della stampa digitale? Il mondo è fatto di chimica e questo include gli umani e tutto quello che usano. Se l’industria chimica è ristetta su ciò che può utilizzare, ciò ha effetto diretto sui beni che possono essere prodotti e venduti. Questo ha effetto anche sullo sviluppo di nuovi mercati dove la stampa digitale può essere utilizzata, e ha effetto anche sugli inchiostri e sui prodotti per telai che sono attualmente utilizzati nelll’industria serigrafica tradizionale. 16 FESPA WORLD WINTER/06

Quali sono i composti chimici impiegati dagli stampatori? Esaminiamo alcuni degli equipaggiamenti utilizzati. Tutte le operazioni di stampa digitale dipendono potentemente da un computer. Tastiere a membrana, transistor e altri equipaggiamenti elettronici utilizzati per realizzare le schede madre dei computer mentre altri componenti utilizzano inchiostri, elementi da saldatura e resistenze; le tastiere hanno inchiostri. Tutti questi inchiostri richiedono chimiche speciali per soddisfare specifiche performance richieste. I computer e le attrezzature complementari sono composte

da molta plastica che richiedono monomeri e altri adittivi per la loro produzione. Un altro importante aspetto coinvolge la chimica e i consumabili che sono utilizzati. Gli inchiostri digitali sono fatti da pigmenti, resine, solventi e altri adittivi. Il supporto può essere di plastica con parti di silicone. In alternativa, il supporto può essere carta. Le ultime necessità richiedono un certo numero di composti chimici per ottenere il prodotto desiderato. Spesso si richiede di applicare un adesivo sul retro. Questa è solo una limitata selezione della chimica che è

richiesta per una stampante. I computer sono ampiamente utilizzati per la selezione delle immagini. La vasta maggioranza della chimica utilizzata per la stampa digitale è utilizzata per la stampa serigrafica. Mentre molti dei prodotti per la produzione e il recupero dei telai sono fatti da una chimica ben conosciuta, la loro applicazione è negli specifici utilizzi industriali e ciò richiede una cordinazione con i fornitori. E persino i prodotti più semplici possono essere analizzati.


E’ importante usare componenti chimici sicuri; ciò presuppone che si debbano testare per garantirne la sicurezza? Ci sono diversi argomenti a sostegno di un simile approccio. E questo è il criterio guida nella direttiva REACH. Tuttavia, i test comportano un considerevole ammontare di soldi, soprattutto per il tipo di specifiche della direttiva REACH. Ciò significa che molti composti chimici che sono usati da decenni senza alcun effetto avverso all’uomo o all’ambiente dovranno essere testati rigorosamente ciò cher fino ad ora ha suggerito l’esperienza. I test possono richiedere milioni di euro per un singolo composto chimico. Questo costo deve essere ripagato, e verrà pagato dal cliente che comprende stampatore e consumatore.

Cosa è REACH? E’ l’acronimo di:

Registrazione di sostanze importate e prodotte;

Evaluation (valutazione di alcuni dossier registrati);

Autorizzazione all’uso di sostanze e restrizione;

Ch(chimica). Perchè è stato necessario REACH? E’ solo dal 1981 che tutti i nuovi composti chimici devono essere testati prima di poter essere venduti nella comunità europea. Prima del 1981 c’erano controlli di tossicità molto limitati. Ci sono circa 100.000 composti chimici che sono stati venduti prima del 1981 e che diviene necessario testare.

Quale sarà l’effetto probabile del REACH? Questa direttiva europea avrà grande impatto per l’industria chimica e tutti i suoi utilizzatori, per esempio le società di ingegneria e progettazione, produttori di inchiostri, fabbricatori di computer, di stampa digitale e serigrafia ecc. che nessun altra legislazione 18 FESPA WORLD WINTER/06

precedente aveva contemplato. I test e l’autorizzazione coinvolgerà una spesa sostanziale e di risorse umane nell’industria. La comunità europea ha stimato il costo che per gli utilizzatori come società di ingegneria, stampatori in digitale e serigrafia sarà di 3 miliardi di euro; inoltre 1-2% di sostanze saranno tolte dal mercato. Questa informazione è fornita da un’organizzazione chiamata a stimare gli effetti negativi. Secondo un sondaggio pubblicato dall’organizzazione tedesca SME, Einsprunch, che fornisce l’industria chimica, il 20 – 40% dell’ingombro di composti chimici sparirà, e in questo volumeci sono composti specilistici come quelli utilizzati nella produzione di inchiostri. Ci sono diverse stime che hanno calcolato il costo del REACH variare da 2,3 a 10 miliardi di euro. Tuttavia, Greenpeace e gli Amici della Terra saranno soddisfatti perchè l’industria dovrà pagare per tutti i test e la burocrazia e perchè molti composti saranno vietati. Inoltre nessun articolo (come gli oggetti stampati) che sono importati in Europa non verranno interessati. Pertanto i produttori non europei e gli stampatori in Cina e India, per esempio, potranno ignorare queste richieste.

Si dice che REACH costerà molti soldi, cosa farà l’industria per cambiare questo? C’era una bozza di direttiva dall’Unione Europea. Era di 1328 pagine e pubblicata in un piccolo libro. Sono state necessarie molte ore per comprendere le ramificazioni della direttiva. Machin Consulting assieme ad altre organizzazioni come CEPE inoltrarono suggerimenti e richieste di cambiamento. A parte la risposta diretta al documento di consulenza, Machin Consulting vide cambiamenti attraverso contatti politici. Le conseguenze furono presentate a Martin Callanan, un membro del parlamento

europeo, che si sedette alla commissione per rivedere la direttiva. Si ottennero alcune concessioni, in particolare quelle relative agli utilizzatori e ciò ebbe un positivo effetto sui costi.

Dopo avere realizzato che REACH sarà implementato; quando sarà introdotta e avrà efficacia? Produttori e importatori dovranno registrare la vendita di qualsiasi composto chimico nella comunità europea. Per vendite totali all’interno della comunità europea che eccedono 1000 tonnellate, è necessario registrasi entro il 2008. La data di registrazione per le vendite annuali entro 100 – 1000 tonnellate saranno possibili nel 2001; da 10 a 100 nel 2014; e da 1 a 10 del 2019. Che tutto significa una lunga strada di fronte. Tuttavia molta della chimica, e in particolare i solventi organici e i pigmenti usati nella produzione di inchiostri e plastiche, saranno uniti al gruppo dei composti chimici che eccedono 1000 tonnellate per anno. Ciò significa che gli stampatori avranno effetto molto presto quando la direttiva sarà operativa.

Ciò cosa implica? Si deve produrre un dossier sulle registrazioni se le vendite annuali superano le 10 tonnellate all’anno. Come parte dei dossier il produttore o l’importatore deve redigere un CSA (Chemical Safety Assessment), dimostrando che la chimica può essere usata con sicurezza per tutti gli usi identificati nel ciclo di vita chimico dei composti. Il ciclo di vita dovrà coprire tutti gli usi di sostanze in proprio, in preparazione di articoli e prodotti. Al fine di soddisfare le richieste di registrazione, sarà necessario tenere specifici test per determinare gli effetti sull’uomo e l’ambiente. Per l’esposizione dei chimici agli umani, è necessario fornire informazioni sull’impatto da

ingestione delle sostanze, in tempi brevi o lunghi, le conseguenze di inalazioni di chimica e l’esposizione alla pelle. L’impatto sull’ambiente dalla chimica deve essere anch’esso valutato. Ciò include il risulato di emissioni nell’atmosfera, cosa succede se la chimica è depositata sul terreno e l’effetto che ha sulla vita acquatica. Considerazioni sono necessarie non solo in rispetto agli scarichi, ma anche per il contatto con il pesce e altre specie acquatiche, come i delfini. Il produttorre e l’importatore deve anche dichiarare che il Rischio delle misure di gestione (Risk Management Measures RMM) siano implementati nel processo di produzione e che sono comunicati agli utilizzatori per gli usi conosciuti. Questi RMM sono le misure dei processi di controllo necessari quando si trattiene o utilizza tale chimica; deve essere utilizzato anche l’equipaggiamento di protezione, le misure corrette di igiene che devono essere tenute e le disposizioni proprie della chimica. Per scoprire le potenziali ripercussioni e cosa voi come membri FESPA dovreste fare, guardate il prossimo articolo nel numero di primavera di FESPA WORLD.


EVENTS

L’associazione in evidenza In questo primo articolo della serie dedicata al lavoro delle diverse associazioni, Marcus Timsons rivela come SIOTEC è riuscita ad andare da zero a 95 membri in un solo anno!

Max Power! L’Italia è un importante paese. Non solo è una delle dieci economie del mondo, è anche un epicentro creativo come mi confermò una recente visita a Milano. Naturalmente ciò è altrettanto vero per i rigogliosi settori della serigrafia e della stampa digitale. Così questo è ancora più fantastico, considerato che sino ad un anno fa in Italia non esisteva un’associazione nazionale per la serigrafia e la stampa digitale. La prima volta che incontrai Massimo Poli, era la mia seconda settimanana al team FESPA. Decisi che sarebbe stato interessante relazionare come l’associazione italiana, SIOTEC, sia passata dal suo meeting inaugurale lo scorso dicembre, quando c’erano precisamente zero membri, ad essere un’associazione prosperosa con 95 membri nell’arco di meno di un anno! Mentre parlavo con Massimo, o Max come preferisce essere conosciuto, ho realizzato che questo successo a cui ha partecipato è lontano dall’essere casuale. Infatti da Max ne è uscita una pianificazione che potremmo indicare delle “Quattro P”.

1. Il Piano! Il primo meeting si tenne il 17 Dicembre 2005 sullo scopo di escogitare una strategia comune e come potesse essere portata avanti. Da Max arrivò la raccolta di 20 persone invitate a portare idee e suggerimenti per 20 FESPA WORLD WINTER/06

confrontarsi su una proposta comune e uno statuto, e fu tutto vitale per il fatto che le persone hanno vedute differenti. Il primo meeting offrì l’importante opportunità di designare e assegnare differenti ruoli per un obiettivo comune su 12 mesi. Pur con differenti punti di vista, tutti gli originali membri erano d’accordo che un’Associazione era una buona idea e condividero il desiderio di farla partire e crescere. Una volta raggiunto un obiettivo comune e una strategia, il gruppo si potè concentrare con energia ed entusiasmo.

2. Passione! Certamente l’Italia è un paese passionale! Ma dovunque voi siate, la passione per il vostro “prodotto” attrae e impressiona. L’entusiasmo e l’eccitazione generate da un’associazione carica il nuovo membro di confidenza e sicurezza. Più di qualsiasi altra cosa, serie persone dedite al proprio business hanno paura di perdere vantaggi rispetto ai loro concorrenti. E se non sei socio di un’associazione nazionale non c’è dubbio che stai perdendo qualcosa! Tutte le associazioni devono affrontare la sfida di dare valore aggiunto ai propri associati. Ma in tempi di grande cambiamento come quelli attuali, le associazioni fungono da giuda per avere informazioni e sostegno. La passione attrae membri e li fa ricordare che sono parte di un grande settore di cui dovrebbero prenderne parte per

migliorarlo! Max si è adoperato per concentrarsi seguendo un metodo. Ha identificato le 50 compagnie top e le ha chiamate! E’ semplice, ma efficace. Poi ha pianificato una serie di eventi che hanno stimolato le aziende a fare parte di SIOTEC. Questo approccio ha permesso di raggiungere risultati ragguardevoli.

3. Percezione! Visione, entusiasmo ed impegno non sono sufficienti. E’ necessario dimostrare che l’associazione offre vantaggi tangibili. Il vecchio detto “fai come faresti tu e prendi quello che prenderesti tu” è sempre vero. Max ha chiesto cosa I propri membri desideravano e si è adoperato per soddisfarli! In questo modo ha aggiunto valore all’Associazione. Persino per un’associazione di lunga data è possibile ripartire con una nuova campagna, un nuovo brand e un riposizionamento, in modo da rinnovare i propri obiettivi e la direzione da assumere per potenziali membri con qualcosa di nuovo e interessante. Quando raggiungerà e supererà i 100 membri, SIOTEC potrà meglio esercitare la propria lobbyship verso le realtà governative e il proprio valore aggiunto potrà crescere ancora di più. Più entità politiche sono a conoscenza della nostra industria, più queste potranno prendere in considerazione le nostre richieste e saremo anche nella migliore posizione di

guidare i nostri membri e scoprire un supervalore dall’essere associati. La percezione nel mercato è quindi che SIOTEC è un’organizzazione dinamica e che sta facendo importanti cose per l’industria di settore, e che incoraggia ciascun associato a fare ancora di più.

4. Perseveranza! Certamente far andare un’associazione, come per qualsiasi impresa, richiede energia ed entusiasmo e un’abilità di tenere insieme le cose e i rapporti. Penso che tutti dobbiamo realizzare e accettare che far funzionare un’associazione non è cosa facile. Concentrarsi su nuovi soci e vedere come questo aggiunge peso e potenza alla vostra organizzazione per fornire un valore aggiunto ai vostri membri. Più è possibile dare loro in tutte le diverse aree, più probabilmente saranno disponibili a rinnovare quando si dovrà chiedere la quota dell’anno seguente. Per sintetizzare, SIOTEC ha la “massa critica”, il supporto dei player chiave dell’industria e il senso della direzione. La sua prossima sfida è quella di mantenere i membri e confermare il suo valore mentre continua a crescere. Guarderemo come SIOTEC si muoverà al prossimo livello… Per ulteriori informazioni su SIOTEC visita il sito: www.siotec.it


Date sull’agenda 2007-2008 Graphispag 2007

Euro Reklama Outdoor Expo 2007

FESPA 2007

Fespa World Expo India 2007

19-25 Febbraio 2007 Località: Gran Via, Barcelona, Spagna Organizzatore: Graphispack Organisation Tel: +34 93 233 20 00 www.graphispag.com

27–30 Marzo 2007 Poznan, Poland Organizzatore: MPT Tel: + 48 61 869 2419 e-mail: reklama@mtp.pl www.reklama.mtp.pl

5 – 9 Giugno 2007 Fiera Berlino, Germania Organizzatore: FESPA Tel: +44 1737 229 727 Fax: +44 1737 240 770 e-mail: info@fespa.com www.fespa.com

7-9 Dicembre 2007 Pragati Maidan New Delhi, India Organizzatore: FESPA Tel: +44 1737 229 727 Fax: +44 1737 240 770 e-mail: info@fespa.com www.fespa.com

RFID Smart Labels USA 2007 20-21 Febbraio, Marriott Copley Hotel, Boston, MA, USA Organizzatore: IDTechEx Tel: +1 305 572 7831 Fax: +1 305 572 7854 e-mail: s.lee@idtechex.com www.smartlabelsusa.com

Reklama Polygraf

Visual and Graphic Symphony

ISA Expo 2007

21–23 Febbraio 2007 Hall 5/Paris Expo, Porte de Versailles, Parigi Organizzatore: Semp Tel: +33 1 48 55 05 49 www.semp-france.fr

11-14 Aprile Mandalay Bay Hotel & Convention Centre Las Vegas, Nevada Organizzatore: International Sign Association Tel: + 1 703 836-4012 Fax: + 1 703 836-8353 www.signsexpo.org

CTS Forum 2007 22 – 23 Febbraio 2007 Località: Lindner Congress & Hotel, Frankfurt, Germany Organizzatore: Antje Wessels Marketing Tel: +49 71 41 44 35 110 e-mail: info@antjewessels.de www.esma.com

FESPA Directors Summit 22 – 23 March 2007 Venue: Geneva, Switzerland Organiser: FESPA Tel: +44 (0) 1737 240788 www.fespasummit.com

28–30 Marzo 2007 Praga, Repubblica Ceca Organizzatore: MIP Group AS Tel: +420 602 641 813 e-mail: hachova@mip.cz www.reklama-fair.cz

Sign UK & Digital Expo 2007

Sign España 2007 18-20 Ottobre 2007 Località Ifema, Madrid, Spagna Organizzatore: Reed Exhibitions Iberia Tel: +34 93 452 07 22 Fax: +34 93 451 66 37 www.sign-viscom.com

SGIA '07 24–27 Ottobre 2007 Orange County Convention Centre Orlando, Florida, USA Organizzatore: SGIA Tel: +1 220 313 489 Fax: +1 703 369 1328 e-mail: Sylvia@sgia.ord www.sgia.org

Fespa Digital Printing Europe 2008 1-3 Aprile 2008 Geneva Palexpo Geneva, Switzerland Organizzatore: FESPA Tel: +44 1737 229 727 Fax: +44 1737 240 770 e-mail: info@fespa.com www.fespa.com

1-3 Maggio NEC, Birmingham, UK Organizzatore: Faversham House Group Tel: +44 (0) 20 8651 7155 Email: alex.howard@fav-house.com www.signuk.com www.digitalexpo.co.uk

If you would like your event to feature on this page, please send full information via e-mail to Val Hirst at val@valhirst.demon.co.uk

FESPA WORLD WINTER/06 21


FESPA NEWSLETTER

FESPA A BERLINO

FESPA 2007 – Un esperienza fieristica da non perdere 5 - 9 Giugno • Fiera di Berlino • Germania Corporate sponsor:

Platinum sponsors:

Non è una sorpresa scoprire che per le aziende serigrafiche e di stampa digitale la fiera è importantissima dato che aiuta a fare scelte legate alla pianificazione aziendale. Dopotutto dove si possono osservare una miriade di dimostrazioni dal vivo degli ultimi macchinari e materiali? Comunque, anche se tutto ciò sembra molto importante, la visita alla fiera non è limitata al passeggiare nelle diversi padiglioni per ed osservare il funzionamento degli ultimi macchinari usciti. Moltissimi visitatori osservano gli altri elementi che compongono la fiera: le varie opportunità, seminari e workshops – che sembrano altrettanto importanti quando si devono prendere delle decisioni su come portare avanti il proprio business.

Cosa offrirà FESPA 2007?

per presentare le nuove tecnologie e i nuovi prodotti e, molto incoraggiante, moltissimi espositori alla prima esperienza hanno scelto Berlino. Ovviamente ci saranno anche gli espositori tradizionali di FESPA che occuperanno stand molto più grandi. Circa il 15% degli espositori sarà nuovo e questo è in parte legato alla reputazione della fiera come anche allo sviluppo stesso dell’industria. La fiera darà il benvenuto anche a molti più espositori del campo digitale, che, insieme ai fornitori, offriranno una vasta gamma di competenze nella prestampa e print workflow, come software e RIP. I visitatori possono essere presenti alla prima presentazione delle tecnologie più avanzate, oppure possono partecipare a diversi seminari formativi gratuiti tenuti da personaggi di spicco delle industrie serigrafiche e digitali. FESPA ospiterà anche cerimonie di premiazione che riconoscono e premiano la creatività. Ovviamente non può mancare la famosa cena di gala.

Due padiglioni per la decorazione tessile e dell’abbigliamento FESPA 2007 occuperà ben 11 Hall del complesso fieristico di Berlino, per diventare la fiera più grande mai organizzata sino ad oggi. Il livello d’interesse degli espositori non è poi tanto strano. Entro novembre dell’anno scorso, ben sette mesi prima dell’evento, gli stand acquistati su tutto il terreno fieristico corrispondevano a quello venduto a FESPA 2001! Il team fieristico di FESPA è sicuro che si riuscirà ad avere ben 600 espositori che copriranno una superficie di 34.000m2. I costruttori di macchinari considerano FESPA 2007 come l’arena internazionale 22 FESPA WORLD WINTER/06

La fiera sarà un’ottima vetrina per la stampa su tessuto e i settori della decorazione di abiti, offrendo ai visitatori un’ulteriore dimensione della fiera. Infatti, altri due padiglioni offriranno una miriade di idee, prodotti e soluzioni, oltre ad una parte dedicata alla presentazione dal vivo con un proprio look ad effetto. La dimensione di questa area è talmente impressionante che sarà considerato come l’evento più grande di questo tipo in Europa. Il direttore della fiera Frazer Chesterman ci spiega: “questa parte importante della fiera aggiunge colore e dinamismo all’esperienza del singolo visitatore. Sono

stati quasi 5.000 i visitatori che a Monaco hanno potuto osservare i prodotti e i servizi del settore tessile, della decorazione dell’abbigliamento. Quindi ha senso costituire una zona con un proprio stile e design. Non vediamo l’ora di rendere unica l’esperienza del visitatore del 2007”. I contenuti principali della fiera includono interventi di Scott Fresener, dimostrazioni dal vivo della Corel ed altri marchi leader, che aggiungeranno una maggiore qualità formativa all’evento ed un ulteriore incentivo futuro al visitatore.

Gli effetti speciali FESPA FESPA 2007 sarà anche il lancio di uno dei progetti più importanti di FESPA dell’anno prossimo: il libro degli “effetti speciali FESPA”. Questo progetto, che rappresenta un’impresa molto importante, presenterà in un libro 23 generi di effetti che si possono ottenere in serigrafia. FESPA crede che questo libro sarà uno strumento per migliorare il profilo della serigrafia, presentando effetti speciali e spettacolari che si possono raggiungere, che ispireranno le persone più creative e portando all’utilizzo di tali tecniche all’interno delle loro campagne di marketing. Il libro sarà distribuito gratuitamente a tutte le associazioni unite a FESPA, agli sponsor ed ai più importanti designer, agenzie e agli acquirenti di ogni stato membro. Accanto al primo FESPA Award (premio FESPA) ed al nuovo FESPA Digital Printing Award (Premio per la Stampa Digitale FESPA), il libro “gli effetti speciali FESPA” riconoscerà ulteriormente le eccellenze ed aiuterà ad incoraggiare il servizio di stampa a promuovere e presentare le proprie risorse ai propri clienti.


FESPA NEWSLETTER

The FESPA Future

FESPA World Expo India 7-9 Dicembre 2007 a Nuova Delhi (India) Il successo dell’evento del 2005 ha incoraggiato espositori ed visitatori a richiederne la ripetizione. Una buona fiera stimola, contribuisce ad offrire un’esperienza eccezionale per i visitatori di nuovi mercati e il FESPA World Expo India è stato di ottimo esempio il supporto della SPAI (associazione nazionale indiana). 10.000 visitatori e 110 espositori hanno fatto parte di questo evento memorabile, ci aspettiamo un evento molto più maestoso, migliore e molto più d’ispirazione nel 2007.

FESPA Digital 1-3 Aprile 2008 a Ginevra (Svizzera) Un altro evento spettacolare tenutosi ad Amsterdam, nel maggio 2006, è stato

FESPA Digital. Era un ottima opportunità per i visitatori affamati di tecnologia per scoprire, imparare ed investire nelle nuovissime tecnologie da equipaggiare con gli strumenti più adatti ad avere una stampa che ispiri, in minor tempo ed investimento e con alti standard. Le innovazioni continuano imperterrite e per l’evento del 2008 sono già stati fermati una grande percentuale di stand. Geneva Palexpo è la città dell’arte ad impronta high tech con un magnifico background che la considera uno dei centri fieristici più facilmente raggiungibili ed efficienti, situato adiacente l’aeroporto.

FESPA World Expo Asia-Pacific, 27-30 Novembre 2008 Bangkok (Tailandia) La regione asiatica del pacifico è dinamica, eccitante e remunerativa. La regione offre una miscela di sviluppo con maturazione rapida dell’economia ed una classe media in forte crescita capace di spendere denaro. Tutto questo è un’ottima notizia per l’industria dell’immagine, dato che il mercato cresce sia di dimensione che in raffinatezza. Il centro BITEC si trova

vicinissimo al nuovo aeroporto internazionale di Bangkok ed offre mezzi perfetti per un evento professionale come FESPA. Bangkok è una città impressionante ed internazionale con 8 milioni di abitanti e con un facile accesso in tutta la restante regione asiatica del pacifico. Naturalmente FESPA lavorerà a stretto contatto con i membri dell’associazione tailandese chiamata Thai Screen Printing & Graphic Imaging Association, come anche i nostri partner della BITEC e dell’ufficio tailandese per le fiere ed i convegni, in modo da organizzare un evento giusto per questa splendida regione. Per ulteriori informazioni su tutte queste fiere visita: www.fespa.com

Preparare il futuro programma

Summit dei direttori FESPA 22-23 Marzo 2007, Ginevra

In linea con la sua politica di continua innovazione, FESPA sta organizzando una nuovissima iniziativa che verrà presentata durante il prossimo aprile. Si tratta di un summit specifico che farà incontrare, per la prima volta, i maggiori acquirenti e produttori di grafiche stampate, gli addetti ai lavori che si occupano della gestione delle aziende serigrafiche e di stampa digitale ed i rappresentanti dell’industria leader nella produzione e della fornitura. Il summit, il cui padre è il direttore delle fiere Fraser Chesterman, offrirà un forum dove tutti gli invitati si potranno confrontare, discutere delle proprie idee e speranze per il futuro. “Organizzando le fiere FESPA ho iniziato a capire che molto spesso ogni settore dell’industria si muove in completo isolamento, con addetti della serigrafia e stampa digitale che informano i propri clienti come il settore grafico si sta muovendo. Per le stesse ragioni, i fornitori e costruttori spesso considerano i

24 FESPA WORLD WINTER/06

propri clienti, la serigrafia e la stampa digitale, come industrialmente poco intelligenti. Molto spesso vengono ignorati quando si tratta di acquistare prodotti dato che la conoscenza del settore grafico viene considerato molto caotico, peggiore o obsoleto. Noi pensiamo che offrendo un’opportunità per i rappresentanti dei diversi settori di mercato ad incontrarsi in un meeting informale, essi potranno scambiarsi opinioni ed idee, ed ognuno di loro potrebbe avere una visuale più chiara delle necessità che serviranno per ottenere dei benefici per tutta l’industria” - ha spiegato Frazer. Il summit, che durerà per due giorni, si terrà in un prestigioso luogo ai piedi del lago di Ginevra che offrirà agli ospiti anche una visione ambientale affascinante. Anche se si tratta di un incontro informale dove si discuterà, ci sarà comunque spazio per workshops e

presentazioni che ricopriranno argomenti “sempreverdi”, formazione, marketing e ricerca industriale. Frazer prosegue: “come associazione con una presenza europea in continua espansione, penso che FESPA sia l’ideale per supportare un meeting del genere, sperando di essere in grado di offrire alle associazioni nazionali un programma ricopiabile in modo da aprire alla comunicazione tra tutti coloro che sono attivi all’interno dei settori di stampa, qualsiasi sia il loro campo di appartenenza.” La prima risposta al progetto è stato l’entusiasmo e diversi operatori leader hanno già acconsentito a dare il proprio contributo. Frazer Chesterman conclude dicendo, “sono molto eccitato da questo sviluppo e spero che diventerà un evento annuale molto atteso”. Per ulteriori informazioni visita: www.fespa.com


FESPA 2007 5-9 June 2007 Berlin www.fespa2007.com

The largest global event for screen, digital and industrial printing Corporate sponsor

Platinum sponsors

To register for your FREE visitor entry badge please visit www.fespa2007.com


FESPA DIGITAL PRINT AWARDS 2007

Entries Galore! La risposta al FESPA Digital Print Awrads Europe 2007 è entusiasta e la giuria esaminatrice ha ora un compito poco invidiabile di selezionale i vincitori. Val Hirst racconta. Val Hirst reports

Uno dei principali obiettivi che stanno dietro il Fespa Digital Print Awards Europe 2007, supportato da HP, è quello di creare un veicolo per lo scambio di idee per la stampa digitale, dai due punti di vista: i service di stampa e una crescente numero di compatori di stampe. Adesioni sono pervenute da tutti i fornitori e i service di stampa digitali, commerciali e industriali, in combinazione con altre parti e coinvolte nella creazione di progetti di stampa digitale, come designer, studi, agenzie di pubblicità, pubblicitari, utilizzatori finali. A giudicare dal numero di adesioni si può dire che l’obiettivo originale è stato più che raggiunto. “La risposta di alto livello ricevuta, indica un alto livello di interesse nell’intera Europa”, riporta Nigel Steffens, segretario generale FESPA, e aggiunge: “sono pervenute registrazioni da 25 diversi paesi, che vanno dalla Macedonia nel sud alla Finlandia al nord d’Europa, molti delle quali quali hanno inserito progetti che illustrano come le soluzioni di stampa digitale possono essere 26 FESPA WORLD WINTER/06

utilizzate per abbracciare la più alta gamma di applicazioni grafiche”. Sicuramente egli avverte che i giudici si troveranno in difficoltà, ma anche un vasto e godevole compito quando s’incontreranno per decidere i vincitori. Michel Caza di FESPA farà parte della giuria, che comprenderà editori fra le riviste europee chiave d’Europa, insieme ad esperti in stampa digitale. La giuria corrente include editori come Andrea Bötel del Druck & Medien per la Germania; Peter Ollen di AGI per i paesi del nord; Claude Douat di Info-Seri per la Francia; Melony Rocque di Image Reports per il Regno Unito e l’Irlanda del Nord; Michael Seidl di Print & Publishing per l’Austria e l’est europeo; Alain Vermeire di Graphiques Nouvelles/Grafisch Nieuws per il Benelux; Lorenzo Villa di Italia Publisher per l’Italia, la Turchia e la Grecia; e ultima ma non ultimo d’importanza Italia Agustin Torres di Pro-Digit@l per la penisola Iberica.

Essi saranno uniti da Tony Smith, Creative Director della London Office of Publicis, una delle più grandi e più influenti agenzie del mondo e Christian Duyckaerts, membro del direttivo FESPA e direttore tecnico della rivista belga Print & Display. Come anticipato, tutti i lavori saranno presentati in uno speciale libro, il Prize Book che sarà pubblicato dopo la competizione e circolerà fra gli stampatori, agenzie di pubblicità e di design, produttori pubblicitari. Relazionerà anche sui progetti vincitori per ispirare i lettori anche attraverso gli ultimi trend europei. Commenta Nigel Steffens: “il Prize Book sarà anche un utile riferimento e un punto di partenza per i più giovani ad entrare nel settore, sia che abbiano a che fare con la produzione oppure l’ordine di grafica stampata, con tutti gli esempi migliori dell’arte della stampa digitale”. E continua: “come stimolo di incoraggiamento sulle eccellenze, la competizione è programmata per allargare

ulteriormente il mercato digitale e incoraggiare l’uso creativo dei mezzi e stimolare ulteriormente produttori e fornitori ad introdurre nuovi prodotti per aiutare ad individuare nuove applicazioni. In qualsiasi modo la si voglia guardare si crea una situazione vincente”. I premi, 32 di numero in totale, sono divisi in categoria e regione, con un Platinum Award al vincitore di ciascuna delle categorie principali, e con un oro, un argento e un bronzo per ciascun vincitore delle differenti regioni. Il giudizio si è tenuto dopo Natale e verrà reso noto sul prossimo numero di FESPA World magazine. Per ulteriori informazioni puoi vedere: www.fespadigitalprintawa rds.com


INNOVAZIONE

Eliminare le barriere Anche se i produttori sottolineano sempre che i loro prodotti sono “unici” ed “innovativi”, queste caratteristiche sono però molto rare - ma sono comunque gli aggettivi utilizzati per giustificare il Re-board, il nuovo supporto leggerissimo realizzato interamente da carta e che rivoluzionerà totalmente il settore grafico. Ecco il commento di Val Hirst.

Se chiediamo a qualsiasi operatore di che qualità deve essere fatto un supporto, sicuramente risponderà che il supporto deve essere sia robusto che leggero, resistente all’acqua e al tempo, con una superficie in grado di tenere la stampa. Altri lo vorrebbero ignifugo, in modo da poterlo utilizzare nelle applicazioni più disparate – e se ci tengono all’ambiente, lo vorrebbero anche riciclabile. Fino ad oggi si sono dovuti accontentare di alcune di queste qualità, ma a breve questi adattamenti non saranno più necessari. Questo sarà possibile grazie a Kurt Aldén, il fondatore e direttore generale dell’azienda svedese Design Force, che ha inventato un nuovo tipo di materiale più versatile che ha tutte le caratteristiche sopra elencate. Kurt Aldén ha lavorato per moltissimi anni nel settore display sino a quando, nel 1984, ha fondato la propria azienda, la Aldén Brothers Packaging Ltd. Quattro 28 FESPA WORLD WINTER/06

anni più tardi l’azienda è diventata partner della SCA Pakacking, che poi è stata acquisita ed ha cambiato il proprio nome in SCA Display. Kurt ha continuato a coprire il ruolo di Managing Director fino al 2002. Durante questo periodo la SCA, che si è specializzata nella produzione di materiali per POP e display, è cresciuta rapidamente con 128 dipendenti. Anche se per diversi anni Kurt è stato coinvolto soprattutto a competere, ha poi iniziato a capire che per troppo tempo è stato impegnato nel settore amministrativo e di gestione. “Ho quindi deciso che era arrivato il momento di rimettere in funzione i muscoli cerebrali, volevo veramente ritornare indietro e rivivere ciò che si prova quando si è creativi. Volevo anche sviluppare un materiale eco-compatibile e che si potesse utilizzare per una vasta gamma di applicazioni su display. Siamo arrivati ad un punto in cui non si può solamente

rimpiazzare e buttare via senza considerare l’impatto che ciò ha sull’ambiente e sulle future generazioni”. Kurt ha lasciato la SCA Display nel 2002 per fondare la Design Force ed ora, dopo quattro anni intensivi di ricerca e sviluppo, ha introdotto il Re-board, un supporto brevettato di carta costruita a sandwich. La Re-board è formata di differenti strati di Kraftliner, un mastice speciale a base d’acqua e tanta aria, totalmente riciclabile, con una struttura unica al centro. È stato progettato per rimpiazzare pannelli di truciolare, pannelli in cartongesso e MDF. Re-board è una combinazione di robustezza e leggerezza impressionanti, più leggera di un 70-85% rispetto al pannello truciolare o MDF, portando benefici non indifferenti sia nella gestione che nel trasporto. È disponibile in fogli fino a 6 mq con una scelta di spessori che varia dai 6 ai 100 mm. Re-board è già stata utilizzata nella


INNOVAZIONE

produzione di moltissimi display per punti vendita, grafiche di fiere, pannelli a muro e, molto sorprendente, anche per la produzione di mobili. Infatti, il pezzo forte del Design Force Board Room è un tavolo enorme completo di sedie, che assomiglia molto al legno, totalmente ottenuti da Re-board! Re-board può essere stampato sia in digitale che utilizzato con fogli diversi che simulano i granelli di legno e i metalli, oppure si può ottenere qualsiasi effetto decorativo. Dopodiché il materiale viene tagliato nella forma desiderata con il Cutter Kongsberg di Esko. La macchina Kongsberg può anche essere programmata per tagliare direttamente il foglio Re-board anche per piegarlo. Questo significa che persino il pannello più grande di 6 mq può essere ripiegato in modo da poterlo gestire più facilmente. Una volta che il pannello è stato montato, non resterà alcun segno di piegatura sulla superficie

stampata o decorata. Questo fa diventare Re-board una scelta ideale per grafiche da fiera molto grandi. Kurt produce diversi esempi anche dal vivo, che vanno dal più semplice al più complesso, inclusi un’ampia gamma di POP display, alcuni dei quali sono integrativi di schermi LED, stand per fiere e grafiche oppure show room stabili. Re-board viene anche utilizzato al posto del supporto flessibile per dare una nuova variante dei display arrotolati onnipresenti, dato che può essere ripiegato più volte, con la stessa facilità di trasporto e con una struttura più robusta e professionale. Alcune delle applicazioni sono molto particolari – e la mia preferita è il box gigante Re-board box, che contiene una Smart. Una parte della campagna pubblicitaria, è stata effettuata in un centro commerciale, e si basa su una versione a grandezza naturale di una macchina giocattolo all’interno di un

pacco regalo! Kurt sottolinea che alcune applicazioni semplici non potevano essere raggiunte con altri materiali: “Erano troppo costosi per essere prodotti o necessitavano di lavorazione, trasporto e montaggio eccezionali.” Aggiunge che il trasporto dona vantaggi non indifferenti: “I costi esorbitanti delle fiere, per esempio, sono dovuti in gran parte al montaggio e smontaggio dello stand. Ma con Re-board è possible un montaggio e smontaggio veloce ed i disegni Re-board possono essere riutilizzati moltissime volte riposizionandoli semplicemente”. Kurt ci spiega che l’utilizzo di Re-board si sta diffondendo e la Design Force sta offrendo una vasta gamma di possibilità per fissaggi, chiusure e rifiniture più disparati. “Dato che non vi è mai stato nulla di comparabile a Re-board, abbiamo commesse molto differenti per tipo e per quanto riguarda rifiniture di oggetti speciali”. FESPA WORLD WINTER/06 29


INNOVAZIONE

Kurt continua: “un nostro scopo è sempre stato quello di poter utilizzare Reboard nei modi più innovativi. Anziché prendere semplicemente il posto di altri materiali desideriamo che le agenzie pubblicitarie e i designer lascino lavorare la propria immaginazione per sviluppare nuovi e magnifici progetti.” Purtroppo, attualmente, la Design Force si sta concentrando maggiormente sui settori delle fiere, POP, display e delle attrezzature, anche se Kurt è convinto che esistono altri settori dove può essere utilizzato con successo. Infatti, dovrei credere che solamente pochissime persone che hanno visitato la nostra azienda, la Design Force, possono resistere nel diffondere consigli utili. Questo, probabilmente spiega perchè Kurt ha un sesto senso per queste cose, dato che si tratta di un personaggio che viene continuamente bombardato da nuove idee che provengono da ogni parte! Questo diviene ancora più visibile quando si visita la fabbrica dove si trovano diversi pallets fatti da Re-board. Kurt dimostra la loro leggerezza alzandone uno semplicemente sopra la propria testa con un movimento dolce. In modo simile il Re-board è stato utilizzato per fare enormi bobine per cavi industriali. Ma uno dei modi di utilizzo potrebbe essere quello di supporto alle diverse associazioni benefiche. Kurt, dopo aver fatto portare avanti un esperimento da un’università locale, ha potuto constatare 30 FESPA WORLD WINTER/06

che il Re-board potrebbe essere utilizzato per montare ripari temporanei in aree disastrate. Si può montare una struttura a camera unica costituita da Re-Board preformato e laminato da consegnare direttamente nel luogo su pallet, che a sua volta diventa la base della struttura stessa. Clips di alluminio tengono insieme tutti i lati mentre possono essere utilizzate fascette antistrappo per assicurare la struttura al terreno. “Gli studenti hanno montato una casa in Re-board vicino ad un bosco e per abitarvi qualche tempo e provarne la fattibilità. Hanno scoperto che può offrire moltissimi vantaggi rispetto ai soliti teli. Da un punto di vista pratico, è molto resistente alle intemperie e, dato che viene posizionato al di sopra del terreno, è isolato meglio. Re-board è ignifugo e permette di utilizzare anche il riscaldamento. Ma è anche importante ricordare che è possibile avere una struttura più duratura con una propria porta che darà agli occupanti un livello maggiore di privacy e di sicurezza.” Questa casa è autosufficiente, è abbastanza grande da poter ospitare quattro persone, misura 10 mq, pesa solamente 150kg e il costo di produzione va da 350 a 500 euro. E’ estremamente resistente - i test hanno dimostrato che la porta può essere aperta e chiusa oltre 30.000 volte – come se venisse utilizzata quotidianamente per circa 10 anni! Ma sicuramente per queste ed altre applicazioni possibili si dovrà aspettare

ancora un po’. Kurt ammette che ciò è deludente perché attualmente la richiesta di Re-board è molto lontana dalle proprie capacità produttive. Ha elencato diverse multinazionali molto conosciute che aveva contattato. Erano molto entusiaste ma di concreto non è successo nulla. “Anche se sembravano attratti, se avessimo avuto anche un solo ordine avrebbero potuto utilizzare anche qualsiasi prodotto di nostra produzione. “ Ecco perchè Kurt sta lavorando duro in modo da espandere la capacità produttiva della Design Force. Fino ad oggi l’azienda Norrköping ha solamente prodotto fogli da materiali forniti ma, a seguito della consegna del nuovo macchinario da parte della Pivab Machinery Ab di cui Kurt è stato uno dei progettisti, Design Force vuole riuscire ad entrare in un processo costruttivo più ampio con l’aumento possibile della produzione. Durante la mia visita l’azienda si stava espandendo in modo da ospitare nuovi macchinari brevettati, il cui sviluppo è durato oltre un anno e mezzo e che saranno in grado di produrre circa 10 milioni di metri quadri di Re-board all’anno. Kurt si sta avviando anche alla costruzione di una rete di distribuzione mondiale. Queste aziende faranno parte del settore della fornitura di supporti che operano all’interno del settore grafico dei display e, come Kurt sostiene, ci sarà un aumento della domanda per Re-board con un conseguente bisogno del proprio


INNOVAZIONE

macchinario per produrlo. Come ci ha spiegato Kurt: “quando un distributore vende più di 150.000 mq di Re-board ogni anno, sarà arrivato il momento di investire in macchinari che lo producano. In questa prospettiva sto cercando aziende disponibili”. Oltre a ciò Kurt sta anche cercando di aprire una serie di licenze in ogni nazione. Si tratterà probabilmente di aziende del settore serigrafico oppure della stampa digitale che sono già fornitori affermati. Avranno accesso gratuito al database della Design Force, che offre oltre 1.000 strutture Re-board predisposte e modificabili in base alle richieste specifiche di ogni singolo cliente. I possessori della licenza dovranno acquistare attrezzature suggerite dalla Design Force, sia per quanto riguarda il software, sia l’hardware di stampa – e Kurt preferisce macchinari Inca Columbia, Columbia Turbo e Spyder – ed un tavolo di taglio Kongsberg, insieme a macchinari ausiliari per la verniciatura e la sigillatura. Design Force, o uno dei suoi distributori autorizzati, riceveranno a breve una licenza per le quantità richieste di Reboard. Kurt ha commentato: “Uno dei vantaggi di Re-board è che si può produrre su richiesta e ciò permette alle aziende di non riempire troppo il magazzino. Piuttosto, saranno in grado di ordinare qualsiasi cosa necessitano e, ovviamente, potranno chiamare per qualsiasi aiuto per

offrire al cliente il prodotto migliore.” Design Force ha già tre distributori: Atlas Digital in Grecia, Schneider Grafiska AB in Svezia e Re-board B.V. in Olanda. A queste aziende se ne aggiungeranno ben presto altre due: Skylt & Butik in Svezia e Graphic World in Olanda. Kurt sta anche cercando di costruire una linea di prodotti standard autoassemblanti per ordini on-line e crede che questo schema lavorerà particolarmente bene per l’arredamento, una nicchia di mercato che ha ispirato le unità di scaffali, desk e tavoli Re-board attualmente utilizzati all’interno dell’azienda Design Force. Ovviamente l’intera impresa legata al Re-board ha richiesto alcuni sacrifici non indifferenti e Kurt si ritiene fortunato ad aver ottenuto il sostegno del gigante della produzione di carta e imballaggi Stora Enso, che ha velocemente intuito il potenziale di questa nuova invenzione. “Stora Enso ci ha aiutati molto non solo in termini finanziari ma anche perchè siamo stati in grado di sfruttare il vantaggio dei servizi R&D. Noi stiamo seguendo le procedure per brevettare ogni parte del processo produttivo Re-board e i macchinari che si utilizzano per produrlo.” Anche se è grato a Stora Enso, Kurt comprende che molto spesso le grandi aziende hanno una visione differente dei nuovi prodotti e coloro che li sviluppano. Ecco perché la quota di partecipazione della Stora Enso

rappresenta solamente il 30%. Kurt: “qualsiasi cosa accada, voglio essere consapevole di quello che riserva il futuro di Re-board, sia in termini di sviluppo che di utilizzo. Sono nella posizione ottimale per farlo – ho abbastanza supporto finanziario e ciò non è più una mia priorità. Mi piacciono molto le sfide che coinvolgono la produzione del prodotto, che elimina le barriere creative anche in modo da proteggere il più possibile il nostro pianeta. Questo mi stimola e mi soddisfa”. Per ulteriori informazioni su Design Force visita: www.designforce.se

FESPA WORLD WINTER/06 31


INNOVAZIONE

Partner Perfetti Un’azienda particolarmente interessata al futuro successo del Re-board è Inca Digital Printers, che si augura di diventare il produttore di stampanti ufficiale per i possessori della licenza Design Force. Ripensandoci non è poi tanto sorprendente che Design Force e Inca abbiano più di un’affinità, visto che entrambe le aziende si trovano sullo stesso piano delle eredità. Il Managing Director della Inca Digital Printers Bill Baxter ha lo stesso spirito imprenditoriale di Kurt Aldén, ed ha una passione per la sua azienda ed i suoi prodotti. L’azienda è nata a Drupa nel 2000 anche se già due anni prima Inca muoveva i suoi primi passi quando Bill, insieme ad altri colleghi della Cambridge Consultants, dovette sviluppare per conto di alcuni clienti delle macchine capaci di stampare su materiali d’imballaggio alla fine del processo di produzione. Si ottenne un prototipo di stampa ad inkjet, presentato alla fiera Ipex del 1998, al quale i visitatori diedero una risposta positiva. A partire dal quel momento Inca introduce una serie di stampanti piatte inkjet ad UV che includono i modelli Eagle, Columbia,

Columbia Turbo e Spyder, diventando uno dei produttori leader del settore tecnologicodigitale, con oltre 160 dipendenti presso il quartier generale di Cambridge. Da quando nel 2005 Inca è stata acquistata da Dainippon Screen Manufacturing Co. Ltd, un’azienda giapponese costruttore e fornitore livello mondiale nell’industria delle stampanti, Inca ha avuto la possibilità di sfruttare le sue potenzialità di ricerca e sviluppo diventandone una sua peculiarità. Kurt Aldén, che considera Inca come “un’azienda di cui ci si può fidare”, spiega che la prima volta era alla ricerca di macchine digitali idonee a stampare su Re-board, aveva valutato diversi macchinari. Comunque la Inca Columbia era l’unica a soddisfare le sue richieste sia in termini di qualità di stampa che di velocità, e non meno importante, Kurt era rimasto impressionato dalle richieste specifiche da parte di Bill

32 FESPA WORLD WINTER/06

siamo in grado di dare anticipazioni ma tutte e tre le macchine offrono caratteristiche differenti. Sono in grado di offrire elementi necessari per avere prodotti di una qualità sufficientemente alta.” Design Force e Inca hanno sviluppato una partnership di beneficio per entrambi, dato che Inca ha promesso di offrile ad un prezzo competitivo ed un servizio veloce per tutti i possessori delle licenze Design Force. Kurt conclude: “uno dei benefici nell’essere possessore di licenza Design Force è che tutti i preliminari riguardanti ricerca e sviluppo sono già stati effettuati. Le aziende che aderiscono avranno accesso immediato ai migliori strumenti, come anche al nostro ampio database con differenti disegni, aiuti e consigli, dando la possibilità di avere i massimi profitti in brevissimo tempo.”

Inca Columbia Turbo

Inca Spyder 320 Il sistema Inca Spyder 320 utilizza un modulo di stampa Inca, proiettando quantità minime di inchiostro con una qualità di stampa e capacità produttiva di 180 mq ora. Il sistema prevede un piano di aspirazione da 320 x 160 cm, un sistema di caricamento e posizionamento preciso, in grado di raggiungere

Baxter. “Mentre le altre aziende promettono una qualità fantastica, persino una velocità sorprendente, Bill era molto più cauto. Per ogni caratteristica svalutava le capacità di Columbia portandolo ad un livello che secondo me suonava più realistico. Ebbene, la Columbia ci ha dato molto più di quanto ci aspettavamo inizialmente. E’ una macchina molto stabile che lavora, se necessario, senza interruzioni e con pochissimi problemi. E se ci sono stati difetti di funzionamento, Inca è stata in grado di risolverli velocemente. Alla fine, questo livello di servizio, in aggiunta a ciò che ci aspettavamo da una stampante, è stato decisamente superiore rispetto alle promesse fatte da altri costruttori.” Kurt si è convinto della superiorità di Inca, raccomandando a tutti i possessori della licenza ad investire in una Inca Columbia, Columbia Turbo o Spyder. “Ovviamente non

facilmente la stampa lenticolare. Sono disponibili diverse configurazioni: a quattro o sei colori, un modello a basso costo ed una nuova versione bianca. L’approccio modulare del campo Spyder mette in grado gli utilizzatori di modificare le caratteristiche in base alle necessità aziendali.

Lanciata per la prima volta nel 2004, è ancora considerata come la stampante flatbad UV più veloce al mondo. La Columbia Turbo stampa sia su materiale rigido che flessibile fino a 40mm di spessore e fino a 320x120 cm di dimensioni ad alta qualità, e con risultati ripetibili fino alla velocità di 1.720 sqft/hr. Columbia Turbo utilizza inchiostri Uvijet Sericol della Fujifilm inks che offrono un’ampia scelta che, con il particolare sistema di pigmentazione, assicura lunga durata alla stampa. Il sistema degli inchiostri Uvijet è stato

progettato per stampare su qualsiasi superficie, dalla carta ai tabelloni fino ai materiali plastici più disparati grazie alla tecnologia comprovata Inca che controlla con precisione la formazione e la caduta delle microgocce di inchiostro. Per ulteriori informazioni su stampanti digitali Inca visita: www.incadigital.com


INNOVAZIONE

Il primo di un genere

Luc Teblick e Peter Cornelis sono due imprenditori belgi con moltissimi anni di esperienza nel settore delle Arti Grafiche e la cartellonistica ed hanno annunciato la nascita di una nuova azienda che darà nuova linfa all’industria! Augend Technologies è la prima azienda ad aver sviluppato e commercializzato una stampante digitale ad alta definizione di grande formato, la Augend F16. Questa nuova macchina utilizza una tecnologia di inchiostri a base di solventi e riesce a stampare su qualsiasi materiale, dalle bobine standard (stock rolls) fino a fogli già rifiniti. È adattissima per la produzione le affissioni, poster per pensiline, impalcature e grafiche su immobili. L’azienda nasce dall’idea di successo della Infiniti Europe, un’azienda lanciata dalla Teblick e Cornelis nel 2003, diventando ben presto leader nella fornitura di stampanti di alta qualità ad ampio formato. Queste stampanti vengono assemblate in Cina e vengono ottimizzate completamente in Belgio per assicurare una qualità della parte elettronica e di montaggio corrispondenti agli standard europei. Fino ad oggi sono stati vendute oltre 200 stampanti sotto i marchi Xplorer, Xpert, Xterius e Xtream, installate in tutta Europa e supportate dallo staff di servizio e supporto tecnico della Augend Technologies.

Teblick e Cornelis hanno scelto il nome Augend, che deriva dal latino augendum “qualcosa che deve essere aumentato” ed in matematica indica il primo elemento della somma. Quindi Augend indica la prima stampante innovativa messa in commercio, ovvero la Augend F16. Luc Teblick, Managing Director, ha commentato: "La parola augend esprime bene la strategia caposaldo della tecnologia Augend. Intendiamo diventare la prima azienda ad introdurre stampanti digitali ad alta definizione dal difficile confronto, aumentando drasticamente anche la capacità produttiva e di qualità grazie all’automazione. Dato che siamo anche molto vicini al cliente, siamo in grado di soddisfare la domanda del mercato in pochissimo tempo ed in un modo molto flessibile.” Augend Technologies riflette la progressione dinamica di una strategia di crescita studiata a fondo e che ebbe inizio nel 2003, quando i fondatori stabilirono un record di consegne di stampanti di alta qualità di grande formato e guadagnando una reputazione eccellente per servizio e supporto offerti. “L’attuale successo si basa sul supporto alla clientela di altissimo livello e noi onoreremo questo impegno nei confronti della qualità data

da Augend Technologies. Noi ci concentriamo maggiormente sull’installazione di stampanti di grande formato, che è in forte crescita, ed i loro utilizzatori possono approfittare anche delle capacità date dal servizio offerto” dichiara states Teblick. È stato sospeso il lancio di Augend F16 e ciò fa parte del ciclo metodologico di ricerca e sviluppo. I fondatori hanno ascoltato con attenzione i propri clienti ed hanno analizzato intensamente il mercato delle stampanti inkjet di grande formato. Hanno sfruttato le opportunità per lo sviluppo del sistema di stampa che massimizza la stampa completamente automatica e con una produzione volumetrica non indifferente e di qualità superiore – il segreto è quello di trovare un punto d’incontro tra costi del personale molto alti e domanda del mercato. Con il loro background tecnico, l’esperienza internazionale e la capacità imprenditoriale, Teblick e Cornelis hanno sviluppato Augend F16. Luc Teblick prosegue: “abbiamo identificato un tipo di clientela che attualmente non riesce a trovare una soluzione per la stampa inkjet di agrande formato adatto alle loro richieste di velocità, automazione e output F16 genera beta-testers dal feedback positivo."

A seguito della modifica del nome dei suoi prodotti per grande formato, la Augend Technologies continuerà a vendere, supportare e dare servizio per le sue stampanti già esistenti grazie alla sua rete di distributori in tutta Europa. Vengono assemblate in Cina sotto le specifiche tecniche della Augend Technologies e vengono poi allineate agli standard Europei non appena arrivano in Belgio, in modo da soddisfare le richieste specifiche del singolo cliente. Secondo Augend, il risultato sarà quello di avere un prodotto di qualità superiore che offre il meglio di entrambi i settori. Con il cambio del nome aziendale anche queste stampanti subiranno una modifica in tal senso e verranno commercializzati sotto il nome di Augend Xplorer, Augend Xpert, Augend Xterius e Augend Xtream. For further information visit www.augend.eu.

FESPA WORLD WINTER/06 33


INSTALLATIONS

Scelta personale La nostra regolare serie di articoli che fa luce sulle attrezzature scelte ed utilizzate dalle aziende.

La macchina fu ufficialmente messa in produzione da uno dei clienti chiave di SP Group, Jane Abbott, Print Production Manager di Marks and Spencer.

Parte della St Ives Group e specilista POS, SP ha ufficialmente lanciato la propria KBA Rapida 205. Progettata a complemento della esistente produzione serigrafica, litografica e digitale, la nuova KBA UV permetterà allo specialista di stampa di migliorare ulteriormente la propria offerta di stampa nel mercato dei service.' La KBA Rapida 205 litho press, permetterà ad SP di offrire ai propri clienti un metodo di produzione alternativo nel POS, con un aumento della qualità di stampa, dell’efficienza e una riduzione dei tempi di direzione. L’intero investimento è calcolato essere di 4,5 mioni di sterline e comprende anche l’installazione di un sistema Screen CTP, tutti operativi a temperature e umidità di ambienti controllati. “La nuova macchina ci permetterà un ulteriore allargamento del nostro servizio nel mercato della vendita al minuto”, dice Mark Lockley, Joint CEO di SP Group. “In un’industria in continua evoluzione, SP ha sempre mantenuto la propria posizione sul 34 FESPA WORLD WINTER/06

fronte dei cambiamenti tecnologici e quest’installazione è il riflesso del cambiamento delle aspettative del mercato, soprattutto per il POS (stampa per il punto vendita) dove l’alta qualità e i grandi formati stanno diventando standard. Inoltre il sistema permette di offrire lavoro nell’azienda e darà un impatto positivo ad altre aree del nostro business e alla regolazione del processo di lavoro”. Con la possibilità di stampare supporti di carta e plastiche di 2 metri di larghezza e 1,2 mm di spessore (per l’ondulato si raggiunge 1,6 mm), e altri supporti speciali, la KBA rapida 205 è la più grande macchina stampa lito della sua categoria. In cinque torri e con colori speciali oltre il CMYK, la nuova stampante include anche una unità di asciugatura in linea, e i suoi inchiostri a rapida asciugatura permettono a questi di aderire su una vasta gamma di supporti aumentando la flessibilità della produzione. Per ulteriori informazioni visita: www.kba-print.de

Viva Imaging Ltd, specialista nella stampa di grande formato con base a Nottingham, ha installato nel Regno Unito la prima DuPont Cromaprint 22-UV, stampante per materiali rigidi e flessibili. Con un ulteriore mossa nella produzione digitale, la nuova stampante da 2,2 metri, che usa tecnologia di gestione del colore di DuPont, ha permeso a Viva di incrementare la produzione ed allargare il portfolio clienti, aiutando l’azienda ad essere più competitiva entro il target delle applicazioni vicine alla serigrafia. Il managing Director di Viva, John Watson, commenta: “la nuova DuPont Cromaprint 22UV ha portato il nostro business ad un altro livello. Con la precedente stampante laser da traferimento, avevamo perso business verso altri stampatori digitali che potevano batterci sui tempi di consegna. Con l’installazione della nostra stampante diretta ai supporti, siamo stati capaci di ridurre i costi e fornire la stessa qualità di stampa su una vasta gamma di supporti. Questo non solo ci ha reso più competitivi, ma ha anche significativamente espanso la possibilità di servire nuovi mercati, incluso il POP e le grafiche da interno”. Installata all’inizio di quest’anno, la Cromaprint 22UV è di supporto alle agenzie pubblicitarie clienti di Viva, inclusi negozi da vie principali e di arredamento IKEA, e viene usata per produrre su un vasto range di applicazioni da interno ed esterno, inclusa grafica per fiere, punti vendita, segnaletica esterna e banner. Viva relaziona che la Cromaprint 22 UV a sei colori con il bianco come plus, è stato di grande beneficio; con l’ottimizzazione del gamut della DuPont attraverso il


INSTALLATIONS

Cromanet colour server, Viva non solo può produrre colori brillanti, ma anche assicurare consistenza dei colori attraverso molti supporti rigidi e flessibili inclusi vinile, legno, ceramica, metallo e plastiche – ideali per nuovi mercati, incluso la decorazione da interni. Il Cromaprint 22 UV è un sistema di stampa digitale completo interamente realizzato con componenti DuPont – la nuova generazione di brevetti estende il gamut della tecnologia UV con un nuovo RIP fornisce un nuovo DuPont Cromanet CS, per la gestione spettrale dei colori e gli strumenti di gestione del flusso di lavoro. L’intero pacchetto è specificatamente progettato per soddisfare le grandi produzioni ad alta velocità in stampa digitale e per la più vasta quantità di supporti disponibili, rigidi o flessibili. Ad ulteriore dimostrazione del proprio servizio, Viva ha introdotto un servizio online sulla stampa digitale. Permettendo ai clienti di ordinare stampe e scaricare lavori direttamente nel portale Viva, la società è stata in grado di indicizzare i lavori ordinati e migliorare l’efficienza del flusso di lavoro. John Watson commenta: “Siamo estremamente soddisfatti con la nostra Cromaprint 22 UV. Dall’installazione l’incremento del nostro business è stato fenomenale e l’opportunità di crescere ulteriormente ci manda fuori di testa. Potremmo aver bisogno di una seconda macchina per seguire la richiesta!”. Per ulteriori informazioni visita: www.dupont.com Come suggerisce il nome, Big Image Systems è specializzata nella stampa di grandi immagini su tessuto e altri materiali flessibili. La società, che produce in Stoccolma (Svezia) e Berlino (Germania), fornisce stampe finite a clienti di tutto il mondo, mentre ha saputo ritagliarsi una speciale nicchia come fornitore di sfondi per scene teatrali. Una delle più straordinarie caratteristiche di Big Images è quella che costruisce in proprio le macchine airbrush. Attualmente ci sono cinque macchine di questo tipo, la più grande delle quali è di 12 metri, e altre quattro di cinque metri. Inoltre, ha stampanti inkjet a solvente e una Durst 350 roll-to-roll. Il presidente di Big Image, Andreas Skantze, dice: “La qualità è sempre stata la nostra priorità e la Rho 350 ci ha ben impressionato. Desideriamo una macchina UV e la Durst era la sola sul mercato con la qualità e la velocità di cui avevamo bisogno. Inoltre a noi piacciono diverse

altre caratteristiche come la possibilità di cambiare con il bianco e la sua semplicità d’uso. E’ una macchina semplice da usare che richiede una sola persona per il ricambio anche sui rotoli più grandi e il software è facile e rapido da utilizzare. Abbiamo provato diversi media – ad oggi abbiamo provato 26 differenti supporti! E la maggioranza dei risultati sono stati eccellenti. Se Durst avesse una macchina da 5 metri, la compreremmo immediatamente!” Per ulteriori informazioni visita www.durst-online.com Il primo nuovo modello della serie di macchine serigrafiche THIEME 5000 XL commissionata in UK è la chiave di un programma di espansione e riorganizzazione appena completato della società Southampton’s Appleton Signs. La tre colori automatica in linea THIEME 5060 UV è in pole position nella sala da stampa di circa 6.500 mq nel nuovo complesso della Appleton Signs. Il doppio della dimensione della precedente società, di circa 13.500 mq del complesso non solo hanno dato lo spazio per gli aggiornamenti ma ha permesso di coordinare tutte le diverse produzioni sotto un unico tetto. Fondata quarant’anni fa, l’azienda di famiglia è cresciuta nella direzione di poter offrire diverse specialità, dal service al minuto, alla segnaletica, ai banner e il rivestimento dei veicoli. In una direzione parallela è diventata una dei più grandi produttori per punti vendita del sud dell’Inghilterra. Fatta su misura per produzioni automatiche di POP di grande formato e packaging, le macchine della Thieme 5000 XL sono congegnate specificatamente per raggiungere ottime produzioni con il minimo di manodopera. Utenti hanno dichiarato di poter sostenere il 95% di operatività in tutte le condizioni e di poter limitare I tempi di set-up a meno di cinque minuti per stazione di stampa. Comunque basata sul modello della THIEME 5000, le macchine XL impiegano un numero di componenti chiave rivisti e migliorati – inclusi il controllo delle racle, i meccanismi operativi e il design delle pinze – per scoprire il duplice vantaggio di un’ottima flessibilità per i cambi frequenti di attrezzature, e l’alta precisione per la perfetta qualità di stampa e l’alta velocità di produzione. Come risultato, è possibile stampare su supporti più alti di 10 mm e consegnare i 3.000 mq ora di stampa multicolore.

Modulare nel concetto, la Thieme 5000 XL può essere configurata da una a quattro stazioni con forni asciugatori e costruita a misure sino a 2000 x 3050 mm. Appleton Signs ha optato per una tre colori UV in linea perchè, come spega Luke, questa soluzione offre la più grande versatilità operativa. Il managing Director della compagnia conclude: “La maggior parte del PoP di nostra produzione lavora sui sei o sette passaggi. La rapidità di settaggio della macchina non pone problemi. E’ una macchina di produzione in linea, idealmente costruita anche per le piccole tirature grazie alla rapidità di cambio e per consegnare alte qualità di produzione. Per ulteriori informazioni manda email a sales@thiemekpx.co.uk

FESPAFESPA WORLD WORLD WINTER/06 06/04 35


INSTALLATIONS

Con base operativa a Manchester, lo specialista per la stampa di grande formato GMB è la prima società nel Regno Unito ad investire nel flatbed Lüscher JetPrint 3530 UV per la stampa di grande formato. Supportata dal sistema integrato Turning Point Technologies, la versatilità di questa nuova macchina permette a GBM di soddisfare una varietà di nuove applicazioni, inclusi i banner, drappeggi su palazzi e applicazioni su veicoli. Il direttore vendite Paul Towers di GBM commenta: “Nella nostra ricerca sulle stampanti più adatte, abbiamo cercato accuratamente qualità e accuratezza. Abbiamo considerato anche altre stampati ma la Lüscher JetPrint è stata quella che ha mantenuto un’eccellente qualità di stampa a 97 mq ora ad alta risoluzione e al formato massimo di 3500 x 3050 mm, 36 FESPA WORLD WINTER/06

più grande di qualsiasi altro concorrente. Possiamo affiancare cinque lavori simultaneamente alla macchina e al tempo stesso averne grande profitto”. GMB, che originariamente si dedicava alla riproduzione, venne fondata trenta anni fa per supportare la principale società nel nord dell’Inghilterra. Oggi fra i suoi clienti ci sono UCI cinemas, Harvey Nichols e Cotton Traders. Specializzata anche nella stampa lenticolare e di grande formato, la compagnia lavora strettamente con il Lowry Museum fornendo copie perfette di Lowry sulla richiesta dei clienti. Inoltre GMB offre un servizio di progettazione, fotografia, prestampa, finitura per serigrafie e stampe digitali e un servizio di distribuzione ad un vasta clientela per stampe al dettaglio di brand locali e nazionali.

La Lüscher JetPrint 3530 UV è una macchina di grande formato versatile che può stampare virtualmente su qualsiasi supporto rigido o flessibile. Utilizza inchiostri UV a basso impatto ambientale ed è semplice da utilizzare su un flusso di lavoro altamente produttivo e può essere utilizzato con una vasta gamma di supporti flessibili e rigidi. Paul prosegue: “TPT ci ha dato l’opportunità di vedere il JetPrint in azione a Hediger in Svizzera, un’azienda che produce sfondi per studi televisivi in Europa, come stampe in trasparenza per autocarri, strutture, veicoli per passeggeri e autobus; e ci ha dato un’idea dei settori in cui si andrà in un prossimo futuro”. Per ulteriori informazioni visita: www.t-point.co.uk


Nuovamente in viaggio Il Guru dell’industria di settore Michel Caza racconta ciò che l’ha piacevolmente sorpreso e cosa ha scoperto nel suo viaggio presso i serigrafi dell’est Europa …

RUSSIA Era l’inizio di luglio quando io e mia moglie Therese risolvemmo diversi problemi sui documenti diviaggio e l’organizazione della visita in Russia. Solo dopo siamo partiti per incontrare il mio caro amico ed ex pupillo, Artem Nadisravilli, che gestisce Midi Print, una delle aziende serigrafiche più grandi del paese, operative anche nel settore digitale. Midi Print è stata fondata nel 1995 da Artem, un musicista georgiano di JazzRock e nativo di Tbilisi, e da altri due soci, che si trasferirono a Mosca durante il 1990. Artem è anche il presidente dell’associazione per la stampa serigrafica e digitale in Russia, associazione che è membro FESPA. Il nome dell’azienda deriva dalla combinazione di due nomi: Miles Davis e MIDI (Musical Instruments

Digital Interface). Ovviamente si tratta di un nome molto strano per un’azienda russa e tutto è ancora più strano se si pensa che l’azienda da il nome ad una squadra di calcio locale! Midi Print, che fattura circa 5 milioni di Euro, è specializzata nel POP, stampa di segnaletica e grafica, UV offset, stampa digitale e stampa di T-shirts. La fabbrica di 7.000-m2 si trova in una zona industriale di Mosca di ben 20,000 m2 . Artem la vuole ristrutturare per potersi espandere anche nel settore della riproduzione artistica. La prima cosa che si nota nell’azienda è il livello di sicurezza, con telecamere e personale specializzato per tenere tutto sotto controllo 24 ore su 24. Il problema della sicurezza è molto sentito e la minaccia delle attività criminali e della pressione da parte di gang

è sempre presente. Dei ben 150 dipendenti, 65 sono occupati nel settore stampa che comprende lavorazioni di prestampa, serigrafia, stampa su tessile, offset e digitale, altri 60 sono impiegati nel reparto della rifinitura e in quello di montaggio, e i restanti 25 dipendenti si occupano di vendite e amministrazione. Il reparto di stampa, che attualmente si sviluppa su tre livelli differenti, verrà ben presto ristrutturato e spostato in un nuovo sito dell’area industriale, dove si stamperà al piano terra, mentre le lavorazioni serigrafiche verranno effettuate al primo piano. Prestampa, vendita ed amministrazione rimarranno invece nel luogo attuale. La produzione si basa su sei linee di stampanti serigrafiche che includono una

Artem Nadisravilli.

L’utilizzo della matrice

Reparto T-shirt.

38 FESPA WORLD WINTER/06


Macchina offset – la nuova MHM Graphic

Nodar, il Technical manager

alcune applicazione speciali

stampante in piano automatica e semiautomatica, una stampante a cilindri Svecia 70 x 100 cm, più due stampanti a nastro, una stampante digitale ed una stampante UV offset 50 x 70 cm. Presto ci sarà anche una MHM 80 x 120cm, una stampante su nastro a cinque colori adatta per stampare su plastica o fogli di carta ed una stampante digitale UV da 210 x 350 cm che darà una marcia in più per il colore bianco e quelli a pois. Nel reparto serigrafico ci sarà anche un CTS per rimpiazzare parzialmente il film tradizionale. Quando ho chiesto qualcosa sull’importanza della Ricerca e Sviluppo, Artem ha risposto: “Ricerca e sviluppo hanno certamente una funzione molto importante. Dato che il nostro scopo è quello di diventare una delle aziende leader nel panorama russo e delle nazioni vicine, facciamo tutto il possibile per promuovere sia la qualità che la produttività, e tutto ciò include investimenti nelle ultimissime tecnologie. Siamo stati tra i primi ad acquisire il sistema Cazaway, per una stampa serigrafica a quattro colori intermedi a 150 linee/inch e 58- 90/inch per le immagini più grandi.” Ovviamente il dipartimento di Ricerca e

Sviluppo ha aiutato l’azienda ad entrare in nicchie di mercato con l’utilizzo dell’elettroluminescenza, con inchiostri speciali ed effetti speciali per il mercato della grafica, segnaletica e tessile. Artem continua sostenendo che in Russia, una tiratura di stampa digitale è contenuta nelle 50 copie, dalle 2.000 alle 3.000 in serigrafia e dalle 5.000 alle 50.000 in offset. Ho anche chiesto qualcosa sulle leggi che riguardano l’impatto del processo di stampa sull’ambiente e mi ha risposto che Midi Print utilizza il 15% di inchiostri con solventi e l’85% di inchiostri UV quando si stampa in serigrafia o digitale. Ovviamente, quando si tratta di stampa offset, la proporzione aumenta fino al 100% di inchiostri UV. Ci spostiamo alle rifiniture ed Artem conferma che qualsiasi cosa viene fatto in sede per garantire la qualità e la fiducia del cliente: taglio, taglio laser, torchiatura, montaggio e imballaggio. Per quanto riguarda lo sviluppo futuro di Midi Print, Artem mi ha assicurato che il dipartimento artistico e di editing produrranno ben presto stampe serigrafiche originali, riproduzioni e poster che si potranno ammirare in una galleria in sede, commentando: “come saprai,

amo l’arte e credo anche che il mercato dell’arte sia impressionante in Russia. Considerato che anche altre persone, come lo steesso Michel, hanno avuto successo gestendo combinazioni di POP e riproduzioni artistiche nella stessa azienda, non vi è nessuna ragione perchè non dovemmo tentare di fare anche noi lo stesso!”

il reparto di stampa digitale e laminazione

Il futuro dell’arte, Artem e Therese Caza

FESPA WORLD WINTER/06 39


TURCHIA Alcuni mesi fa ho incontrato un nuovo amico durante il mio discorso all’UV Printing Workshop tenutosi in Grecia. In quell’occasione ho spiegato come si possono utilizzare gli inchiostri a base d’acqua al posto dei plastisol nella stampa di quadricromie su tessuto. Samir Sadikoglu, manager in un’azienda turca che stampa su T-shirt, mi ha aiutato a risolvere alcuni problemi verificatisi su alcuni macchinari. Mi ha suggerito di passare alcuni giorni presso la sua fabbrica di Istambul per una consulenza e per aggiornare il suo staff sull’utilizzo della nuova tecnologia e ho accettato molto volentieri. Devo confessare che mi aspettavo che l’azienda dove lavora Samir, la ETF, un luogo piccolo e simile alle fabbriche che ho visitato, ma ho scoperto un impianto vasto e moderno di circa 13.000m2. Ho visto anche un gruppo di guardie, sia all’entrata del complesso industriale che all’esterno. Mentre le guardie di Mosca si occupavano della sicurezza della fabbrica, in questo luogo i problemi erano più di tipo politico. La ETF si presentava come una grande fabbrica molto pulita sia all’interno che all’esterno e completamente attrezzata. Ho capito subito che oltre alla stampa delle Tshirts, ETF produce anche la materia prima delle T-shirt in cotone. L’azienda, che occupa 400 dipendenti, lavora 25.000 TShirt al giorno con impianti suddivisi in quattro dipartimenti differenti. C’è un reparto cucitura, che include il taglio e la stiratura, un reparto di prestampa e di stampa, uno per l’imballaggio e un altro per il reparto vendita.

ETF – sculture all’entrata

40 FESPA WORLD WINTER/06

Stampanti & il Printing manager Cengiz Kaptan

preparazione dei fili - ETF cucitura – stiratura

Samir & Can.

Il reparto di stampa viene gestito da Cengiz Kaptan e, dato che la maggior parte delle T-shirts vengono stampate utilizzando da uno fino a sette colori, si ottiene che in azienda si stampano un totale di 100.000 colori al giorno, quindi anche quest’uomo è molto impegnato! ETF ha sette linee multicolore M&R e per gran parte delle produzioni utilizza inchiostri plastisol, senza PVC, ftalati e inchiostri a base d’acqua. Comunque c’è la possibilità che in futuro si passi ad inchiostri UV a base d’acqua, ed è questa la ragione della mia visita! Per la maggior parte ETF adotta un sistema a due cambi, ma vi sono anche diverse possibilità di combinazioni come ad una, due o tre modelli di cambio, in base alle necessità dei differenti reparti e alle richieste della clientela. Come sottolineato dal Direttore di Produzione Samir, alcune sezioni lavorative necessitano di un lavoro più intensivo. L’ho incontrato lui ed il General Manager Can Dikmen nel comodo ufficio, dove c’è anche la moglie Sanem per la gestione del reparto vendite e marketing. Quando gli ho chiesto informazioni sui salari dei dipendenti in questo settore produttivo mi hanno spiegato che lo stipendio medio è tra 250 e 300 Euro al mese, oltre ai contributi da parte del datore di lavoro, che in Turchia, come nella maggior parte delle nazioni Europee, è in proporzione molto alto. Inoltre, i lavoratori ottengono un buono pasto. L’azienda ha una mensa molto grande che prepara circa 450 pasti al giorno. Il reparto di prestampa è equipaggiato con modernissimi computer sia Mac che PC, che includono la profilazione delle

immagini digitali. C’è anche un reparto serigrafico che si basa sul sistema inkjet CTS. Inoltre utilizza strumenti tradizionali serigrafici che comprende mille cornici autotensionanti della Newman Roller! Uno degli obiettivi principali di ETF è quello di aumentare la qualità e la sicurezza del proprio prodotto, in particolare per soddisfare la domanda specifica di aziende internazionali che producono indumenti sportivi. Ecco perché il controllo qualità è molto minuzioso in ETF e perché l’azienda partecipa a diversi concorsi come quelli organizzati da FESPA e SGIA. L’azienda sta inoltre sperimentando anche la stampa in 3-D, molto richiesta dai suoi clienti. Nel processo di stampa a colori le immagini fotografiche stanno diventando molto popolari. ETF vuole produrre a 150 linee/inch (60/cm). Questo è un altro motivo per la mia visita. Auguro a quest’azienda tanta fortuna perchè con i suoi investimenti, l’energia e passione impiegati, se lo merita proprio!

Controllo e imballaggio - le T-Shirt ETF del concorso


BULGARIA Incredulità è la parola per descrivere la Top Print di Sofia! Durante tutti i miei viaggi non ho mai visto un impianto talmente pulito e ben equipaggiato. In occidente siamo orgogliosi dei nostri livelli qualitativi, delle nostre stampanti sofisticate, alta tecnologia e pulizia perfetta ma, come sto scoprendo, abbiamo ancora molto da imparare da queste aziende ai primordi dell’Europa dell’Est! Questa visita seguiva a ruota la sorpresa di Istambul e che era il risultato di un altro lavoro di consulenza durante l’UV workshop in Grecia. Anche se sono stato meravigliato dall’impianto, ho avuto l’onore d’incontrare il grande capo della Top Print, Ivaylo Metrov, il Plant Manager, Hristofor Chernev ed il Prepress Manager, Nikolay Nicolov o Ivo, Fory e Nicky, come mi hanno chiesto di chiamarli! La Top Print è totalmente fornita di aria condizionata e si trova molto vicino all’aeroporto di Sofia, dato che la piccola azienda è specializzata nella produzione di decalcomanie, piccoli display e diversi prodotti grafici esportati in medio oriente e nelle nazioni africane. Le pellicole vengono create in azienda mentre la riproduzione dell’immagine viene effettuata fuori sede. La tensione del telaio si raggiunge grazie alle ultimissime macchine della Sefar, attraverso l’utilizzo di tessuto Sefar e NBC, mentre l’emulsione viene effettuata da macchine Harlacher, l’asciugatura è controllata e sia l’incisione che lo sviluppo vengono effettuati sempre in sede ed in condizioni perfette. Con l’eccezione di una macchina manuale a carosello per un servizio aggiunto offerto ai clienti, ed una macchina di stampa e intaglio Roland Soljet Pto Z V-SC-545, ogni lavoro è realizzato automaticamente attraverso una stampante a cilindri completamente automatica della SPS due movimenti. La produzione, quasi totalmente su carta, con decalcomanie di adesivi e PVC sottili, raggiunge le dimensioni di 50 x 70 cm o 70 x 100 cm, e lavora ad una velocità tra 1.800 e 2.200 fogli all’ora. I sistemi automatici di lavaggio dei

macchinari serigrafici e ed il loro recupero sono della Improinkmaster, mentre la rifinitura avviene in un altra parte dell’azienda. Secondo Ivo il motto dell’azienda è “essere i migliori non solo nell’Europa dell’Est ma anche in tutta Europa!” Per raggiungere questo la Top Print utilizza i migliori supporti ed inchiostri UV, ed è sempre alla ricerca di prodotti che possono migliorare la produzione. Ivo ci spiega: “la ragione per cui sei qui è che ci devi aiutare a produrre in 200 linee/inch (80/cm) o più fine durante il processo di quadricromia e ci devi anche spiegare come possiamo migliorare i nostri metodi e macchinari per raggiungere livelli qualitativi molto alti. Questo è un obiettivo difficile da raggiungere quando si lavora in una nazione che non ha sempre

Fory – Michel – Niky e Ivo “the Boss”

recupero del telaio e tesatura

Nikolai, il “Macintosh master”

Retinare A & B

stampa su SPS

Misurazione e prove 200 linee per pollice

T-shirts

accesso immediato alle ultimissime informazioni o prodotti.” Questo, ovviamente, è molto bello sentirlo dire, ma che sfida, sapendo che tantissimi serigrafi in tutta Europa non vogliono raggiungere più di 75 o di 100 linee per pollice perché lo considerano troppo impegnativo! Persino i miei scaltri e qualificati amici che che lavorano in Gran Bretagna, affermano che preferiscono fare ricerche sulla sequenza del colore senza oltrepassare tale limite! Ma perché un’azienda piccola che si trova in Bulgaria che non fa altro che preparare disegni di alta qualità per un’azienda produttrice di cosmetici, vuole raggiungere le 200 linee al pollice? Comunque, dovremmo semplicemente dimenticarci della serigrafia come una tecnologia fuori moda e concentrarci nel dimostrare che, in termini di qualità e risoluzioni, può essere allo stesso livello dell’offset o della stampa digitale. Certamente i miei amici bulgari hanno dimostrato che è possibile migliorarsi se si usano attrezzature all’avanguardia, con l’aggiunta di motivazione, determinazione ed immaginazione! Top Print è propensa ad addottare la combinazione di tensioni del telaio molto alte con la creazione del proprio profilo in ICC e, se necessario, arriva a modificare le attrezzature ed utilizzare nuovi inchiostri e supporti anche se non sono distribuiti localmente – quindi proseguite così! Tutte le tre aziende mi hanno completamente soddisfatto e spero saranno in grado di offrire a tutti gli addetti ai lavori della serigrafia e della stampa digitale un’esperienza simile.

FESPA WORLD WINTER/06 41


ASSEMBLEA GENERALE 2006 - I REPORT DALLE ASSOCIAZIONI

Bellissima Bratislava! Quest’anno l’Assemblea Generale FESPA si è svolta nella bellissima città di Bratislava, una delle più giovani capitali europee. Prima conosciuta come Pressburg o Pozsony, Bratislava fu una delle più importanti città nell’impero Austro-Ungarico e popolata da un mix di varie nazionalità. Situata sulle rive del Danubio, Bratislava sta godendo di una sorta di rinascita ed è ora guardata come il centro politico, economico e culturale della Slovacchia. Per questi motivi la città è stata designata per raccogliere le associazioni unite e collegate a FESPA dall’Europa al Far East e l’Australia.

Come in precedenza, l’Assemblea fornisce a ciascuna Associazione l’opportunità di presentare un aggiornamento sull’economia dei propri paesi e i progressi avuti durante l’ultimo anno. Comunque, quest’anno FESPA ha introdotto l’innovazione di una forma di workshop interattivo. I delegati delle diverse associazioni sono stati divisi in quattro differenti gruppi per discutere i seguenti argomenti: • Cosa significa il Brand FESPA per voi e i vostri associati? • Cosa fa oggi FESPA per voi e i vostri membri e come vorreste che questo rapporto si evolva? • Quali servizi vorreste da FESPA per voi in futuro? Dopo un vivace dibattito, la giornata è culminata in un meeting generale con tutti i delegati, che considerava i 42 FESPA WORLD WINTER/06

punti e le proiezioni raccolte dutante il giorno e discussi i modi in cui tali informazioni potessero essere usate per fare di FESPA un’organizazione ancora più efficiente in futuro. Il Segretario Generale FESPA Nigel Steffens ha detto: “ Non solo questa sessione ha incoraggiato i delegati a focalizzarsi su quello che realmente si aspettano da FESPA, il confronto ci ha dato un feedback utile che ora potremo usare in modo costruttivo. Forse a sorpresa, la maggior parte dei delegati ha chiesto l’assistenza di FESPA ad incrementare i propri membri e c’è stata molta discussione su quale dovesse essere il modo migliore per raggiungere lo scopo. La conclusione sull’argomento è che FESPA ha

prima bisogno di definire chiaramente la propria struttura organizzativa e gli obiettivi così da permettere di riconoscere gli scopi e l’intera portata delle proprie attività e per essere guardata come molto più di più di una fiera di settore. Nigel Steffens ha concluso: “Tutti i delegati sembra abbiano beneficiato dell’esercizio svolto, alla fine era a tutti più chiaro cosa possono aspettarsi da FESPA. Mentre abbiamo discusso dei molti servizi attivi, è stato molto di aiuto identificare come questo lavoro torni utile alle associazioni e ai loro membri”.


Stati Baltici Come gli stati Baltici sono divenuti membri dell'Unione Europea e ciò ha coinciso con una loro rapida crescita nella tecnologia digitale, molti nuovi settori sono andati direttamente nel digitale senza passare attraverso la serigrafia, e ciò è confermato nel settore della pubblicità di grande formato. La serigrafia tiene comunque per le grandi produzioni e la stampa di effetti speciali e in Lituania soprattutto la serigrafia è il metodo di stampa principe nella stampa su tessuti. In generale la competizione si è rafforzata da quando ci sono molte più piccole società che propongono un taglio di prezzi. L'associazione degli stati Baltici sente che esiste un grande potenziale nel far crescere la serigrafia nei diversi settori industriali. Tutti gli stampatori di Estonia, Lituania e Lettonia sono stati informati delle attività dell'associazione, e di quelle di FESPA, soprattutto tramite newsletter di email e, sebbene la risposta non sia stata notevole, in particolare con le piccole e medie aziende, alcune società più grandi hanno aiutato a formulare una prima bozza di attività per l'associazione. Queste attività includono meeting per gli associati, il cambio di statuto

per l'associazione, un seminario di apprendimento e l'organizzazione di un programma educativo per scuole. Inoltre, l'associazione pianifica il lancio di un sito web per promuovere se stessa e le proprie attività.

Australia Il report dell'Associazione australiana (SGIAA) relaziona che il settore della serigrafia rimane sulle stesse posizioni dello scorso anno, con alcuni settori in declino, dovuto allo spostamento verso tecnologie digitali in aggiunta alla pressione per il ribasso di prezzi da concorenti internazionali. Il maggior evento dell'anno di SGIAA è stata una conferenza sulla Queensland Sunshine Coast, che ha compreso un eccellente forum con speakers australiani e internazionali sulle ultime innovazioni e le ultime tentenze nell'industria di settore. Nel 2007 sono in programma gli Awards in serigrafia e digitale, aperti a tutte le aziende australiane e neozelandesi e che culminerà in una serata di gala venerdì 20 Luglio al Sydney Convention & Exhibition Centre. I futuri obiettivi dell'associazione sono quelli di una più forte collaborazione con altre associazioni nel

settore della serigrafia e stampa digitale affinchè FESPA, SGIAA ed ASGA lavorino più strettamente.

Austria Sebbene il settore della stampa in Austria ha sperimentato lo zero per il 2005, ciò ha rappresentato un miglioramento sul precedente anno quando si registrò una perdita dell'11%. Le previsioni per il 2006 dicono di un altro zero ma analisti prevedono in cinque anni una crescita del mercato di un 10%. La stampa digitale continua a crescere in popolarità con un'attesa di crescita del 25% nei prossimi cinque anni. I serigrafi stanno continuando a prosperare e stanno anche adottando tecnologie digitali, sebbene la stampa di grande formato non sfondi come in precedenza. Le attività dell'Associazione includono l'aiuto al gruppo dei media Verband Druck & Medientechnik ad organizzare il Dataprint exhibition in Linz nel 2007. Ci saranno anche una serie di seminari che verranno promossi dalla rivista Das Österreichische Grafisches Gewerbe.

Belgio Ci sono 2.480 aziende di stampa in Belgio, delle quali circa 900 sono membri Felbegra. Soprattutto

compagnie di una sola persona, queste hanno raggiunto 13.338 lavori e generato un totale di 3.197.177.000 euro nel 2005. Di questo totale il 35% è mercato interno, con esportazioni per 1.264 milioni di euro e importanzioni per 1.095 milioni. Nel settori della serigrafia e della stampa digitale, in Belgio si vedono emergere compagnie ibride, che offrono tutte le specialità della stampa digitale e serigrafica e, in alcuni casi, anche offset. Lo scorso anno si è registrata la fusione di compagnie nel digitale, serigraia e offset, mentre altre si qualificano come società a servizio completo anche cambiando il proprio nome, come a voler evidenziare l'evoluzione del proprio status di fornitori a tutto campo. I più grandi stampatori hanno conosciuto la concorrenza di società che hanno installato flatbed UV, e in Belgio nell'ultimo anno si sono installate sette macchine. I media da esterno, come cartelloni e rivestimenti di drappeggi di palazzi sono diventati metodi di pubblicità più popolari e hanno generato più business fra gli stampatori roll to roll, con cinque nuove installazioni di macchine di grande formato installate in Belgio nel 2005. Per il 2007, Felbegra sta FESPA WORLD WINTER/06 43


ASSOCIATION REPORTS

pianificando di organizzare un evento per la stampa digitale, in collaborazione con FESPA per i Progetti speciali, che avrà diversi fornitori nel digitale e offrirà l'opportunità a membri e non membri di incontrarsi e discutere dell'evoluzione della stampa digitale.

Bulgaria Il settore della serigrafia sta prosperando quanto quello della stampa tessile, stampa di etichette, transfer, pubblicità su cartelloni da esterno e packaging,e anche la stampa digitale sta diventando una tecnologia più conosciuta e popolare. Nello scorso anno sono saltate fuori molte nuove aziende di stampa digitale ed è anche aumentato il numero di fornitori. Sfortunatamente, c'è meno entusiasmo riguardo alla membership dell'Associazione, con soli dieci membri paganti sebbene si siano registrate altre 85 aziende. L'associazione sta lavorando duramente per aumentare i membri nel prossimo anno. Negli ultimi 12 mesi l'associazione ha concentrato i propri sforzi nell'aiutare a stringere relazioni fra fornitori e stampatori, consulenze per stampatori, seminari e training.

Repubblica Ceca Quest'anno l'associazione della Repubblica Ceca ha celebrato il suo 15° anniversario con una serie di eventi. Al giorno della ricorrenza e dell'anniversario, l'associazione ha organizzato il suo settimo congresso, che ha compreso uno speciale programma per serigrafi. 44 FESPA WORLD WINTER/06

Rappresentanti dell'associazione hanno anche preso parte al seminario in Poznan, Polonia in maggio e organizzato un gruppo di viaggio alla FESPA Digital Exhibition in Amsterdam per i propri membri. La principale celebrazione si è svolta in ottobre combinando un seminario intitolato "Confronto di tradizionali e nuove tecnologie serigrafiche", con un esteso programma di eventi collegati che ne hanno enfatizzato il tutto. Tenutosi nella piacevole cornice dell'Hotel Hamonia in Svabov vicino Batelov Jihlava con più di cinquanta partecipanti, ha coperto una serie di diferenti ambiti della serigrafia passando dal molto complesso al semplice. Un altro evento di valore è seminario in Slovacchia con gli speaker Bill Appleton e Peter Kiddell, risultato della collaborazione con l'associazione slovacca.

Croazia La Croazia si sta affacciando a grandi cambiamenti nell'economia, che hanno effetto anche nel settore grafico. Con molte società che trovano difficile raggiungere un sufficiente capitale da investire in nuove attrezzature, le soluzioni di leasing stanno diventando opzioni molto popolari. I prezzi sono ora molto competitivi nell'offset e nei mecati di stampa digitale, dovuto all'incremento del numero di aziende che offrono questo servizio, sebbene la serigrafia non perde terreno perchè è un processo di

stampa che richiede competenza ed esperienza mentre la concorrenza si fa più debole. Un positivo sviluppo è compreso nelle previsioni del governo per il recupero ambientale degli scarti e che permetterà all'associazione Croata di aiutare i propri membri sulle abbondanti normative. Nello scorso anno l'associazione ha organizzato e sponsorizzato un workshop che si è concentrato sulla protezione ambientale e ha lanciato un grande seminario in collaborazione con FESPA e ciò ha aiutato a raddoppiare il numero di associati. All'assemblea annuale, l'associazione ha passato le regole generali sulla serigrafia e una dimostrazione del software Enfocus. Nell'anno in corso introdurrà i membri alla pubblicazione di BeEffective!, la traduzione del progetto di elearning in Croato, una lista di cattivi pagatori e promosso la versione Croata del manuale "Planet Friendly" di Michel Caza.

Cina (CSGIA) L'industria della stampa in Cina è cresciuta di un 10% all'anno nel periodo dal 1999 al 2004, con un totale di produzione annuale che ammonta a 332.67 miliardi nel 2005 comparati ai 280 miliardi nel 2004 con un'incidenza del 2% del prodotto interno lordo. Il settore della stampa serigrafica ha goduto di ciò e persino innalzato la crescita rispetto ad altri settori della stampa, per una crescita annuale del 15% dal 2000. La stampa tessile e le

applicazioni industriali hanno goduto di analoghi livelli di crescita. Sulla base di statistiche, la stampa digitale nel 2005 è incrementata di un 16%, dovuto al fatto che ora la Cina ha il più grande mercato mondiale di pubblicità esterna con la stampa digitale per un 54% del totale della produzione. Durante i passati 12 mesi, CSGIA ha fondato un dipartimento per la stampa serigrafica e digitale con la collaborazione di una scuola di Pechino e sta lanciando un corso di tre anni per 100 studenti. Ha inoltre completato il secondo sondaggio sull'industria che ha fornito importanti dati sulle attrezzature, le capacità e le domande di mercato e dato previsioni sul mercato della serigrafia e della stampa digitale per i prossimi 5 anni.

Finlandia Beneficiando della vibrante economia, la stampa digitale e serigrafica è cresciuta in Finlandia da un due a tre percento nel 2005, crescita che è continuata nel 2006. Molte società stanno ora investendo in stampanti digitali e talune hanno acquistato anche fatbed. Quest’anno l’associazione finlandese, che celebra il suo 30 anniversario, ha trattenuto la maggior parte dei propri associati e, allo scopo di avere altre iscrizioni, ha deciso di cambiare il proprio nome a “The Association of Finnish Screen and Special Printing”. Allo stesso tempo, con l’aiuto


FESPA WORLD WINTER/06 45


ASSOCIATION REPORTS

del FESPA Projects Committee, sta rivalutando il proprio corporate identity, il sito web e il database. Ciò segue ad una riorganizzazione che è partita con l’inizio dell’anno e il risultato è che l’associazione è quindi portata avanti in modo indipendente dall’attuale segretaria Regina Aas. Le attività durante l’anno hanno compreso l’organizzazione di speciali viaggi al FESPA Digital Show in Amsterdam per più di 100 visitatori; la traduzione del corso di autoapprendimneto in finlandese e l’implementazione di un corso progettato per PDF-certificat, che si è tenuto ad Helsinki, Turku e Tampere. In aggiunta, l’associazione ha tenuto otto meeting, inclusi gli eventi annuali e di training – General Spring e Fall Assemblies – in gestione del colore, salute e sicurezza, calcolo dei costi di gestrione e dei prezzi. Ha inoltre pubblicato e distribuito altre due edizioni della propria rivista Seritieto.

46 FESPA WORLD WINTER/06

Francia Il settore dell’industria grafica francese nell’insieme, che contribuisce per un punto e mezzo percento del turnover annuale, è un’industria fondamentalmente manuale che dal 1993 ha visto una progressiva diminuzione degli addetti del due percento. La media di crescita annuale del settore è attualmente attestata ad un 1,1%. L’associazione francese registra che le pressioni attuali sul settore della serigrafia e della stampa digitale sono la necessità di risolvere problemi ambientali e migliorare l’immagine dell’intero settore. Nello scorso anno, l’associazione, che ha mosso i primi passi per condividere i progetti con l’associazione per gli stampatori offset, ha lavorato su sei certificati professionali relativi alla serigrafia e la stampa digitale per addetti di settore con un esame da superare per attestarne le capacità. L’associazione ha inoltre esteso lo scopo dell’assemblea generale per includere conferenze tecniche sul controllo delle problematiche

ambientali e la formazione. Quest’innovazione ha generato un tale successo che verrà ripetuto all’assemblea generale del prossimo anno. L’associazione ha inoltre lanciato un nuovo sito web e sta lavorando duramente per organizzare nuovi forum, uno dei quali si terrà alla fiera di settore francese e promuovere i propri obiettivi di training che possono essere adottati alle necessità delle singole aziende. Infine, l’associazione sta lavorando alla produzione di un logo relativo all’ambiente per serigrafia e stampa digitale.

Germania Sebbene non esistano specifiche statistiche relative al settore della stampa serigrafica, la sistuazione economica dell’industria della stampa tedesca nell’insieme presenta ulteriori miglioramenti rispetto al 2005. Dopo un periodo moderato di sei mesi, la produzione in autunno ha registrato l’incremento più elevato da cinque anni, con un fatturato complessivo di 17,1 miliardi di euro. Durante lo scorso anno, l’associazione ha lavorato con

bvdm (Federal Guild of Screen Printers and the German Printing and Media federation) alla revisione del diploma di maestro artigiano. La bozza di documento è stato sottoposto al ministro federale dell’economia e della tecnologia per l’approvazione finale e ci si aspetta che prenderà corpo alla fine dell’anno in corso. L’associazione ha un altro database degli associati nel proprio sito web che permette ai potenziali clienti di individuare il serigrafo o lo stampatore digitale più adatto e offrire opportunità agli associati. In aggiunta, l’associazione ha fornito informazioni sulla stampa tampografica per aiutare gli utenti a raggiunere il miglior risultato da tale processo.

Grecia L’associazione di settore greca (HEL.SPA), formatasi il 1977 e che ha 82 associati da tutta la Grecia, ha per obiettivi di promuovere i vantaggi della serigrafia. Con questo fine permette ai membri di scambiare news, informazioni


ASSOCIATION REPORTS

ed è anche un attivo membro alla camera delle piccole e medie industrie di Atene. Nello scorso anno l’economia greca è stabile e i serigrafi, contrariamente alla perdita dovuta ad importazioni a basso costo dall’Est Europa, stanno mantenendo il loro business e stanno cominciando ad investire nella stampa digitale per essere più competitivi. Quest’anno l’associazione partecipa in due fiere greche di successo: Syskevasia, una fiera orientata al packaging ed Epigrafica incentrata sulle arti grafiche.

distribuita a Visual Italy e sta inviando mail alle più imporatanti compagnie in Italia. SIOTEC ha tenuto il primo seminario tecnico e, con l’aiuto della sezione FESPA Projects Committee, ha intenzione di tenere a breve altri due eventi. Sta inoltre pianificando corsi regionali di formazione, finanziamenti da fondi pubblici, e supporto per i propri membri. Un’altra iniziativa è la collaborazione con una società leader nel software gestionale che permette di controllare i costi dei propri lavori in modo efficace e con profitto.

Italia I serigrafi e stampatori digitali in generale nello scorso anno hanno beneficiato di un leggero miglioramento dell’economia italiana, sebbene l’aumento dei costi di inchiostri, supporti e trasporti ha avuto sui profitti un impatto al ribasso. L’associazione italiana SIOTEC, fondata solo sette mesi fa, rappresenta gli interessi dei serigrafi, dei stampatori digitali, dei tampografi fino agli incisori. A sette mesi, SIOTEC ha un direttivo di dieci a cui si aggiungono 53 associati, molte dei quali sono società con una media di quattordici addetti. SIOTEC ha allacciato relazioni con i media leader e ha un proprio sito web. Inoltre ha pubblicato una brochure promozionale che verrà 48 FESPA WORLD WINTER/06

Norvegia Il settore della serigrafia rimane stabile e, secondo l’associazione norvegese, le cose stanno progressivamente meglio per quelle società che lavorano in nicchie di mercato dove i margini di guadagno sono più alti. La stampa digitale continua ad influenzare il mercato e molti serigrafi stanno investendo in macchine per stampa digitale al fine di incrementare la loro capacità di produzione. L’associazione, che ha attualmente 45 membri, ha tenuto la propria 45° assemblea generale in Oslo lo scorso febbraio e ha compreso la visita in Danimarca e l’opportunità di visitare il NS system. Attualmente l’associazione sta traducendo l’E-learning in norvergese.

Polonia

Romania

Nello scorso anno l’associazione polacca si è concentrata sull’incremento dei propri membri. La scorsa primavera si è tenuto una conferenza su più argomenti durante la fiera della grafica e della pubblicità Euroreklama. In una maratona di due giorni, con testi tradotti dall’inglese al polacco, la conferenza ha attratto 70 delegati e diversi nuovi membri, molti dei quali provenienti dal settore digitale. L’associazione è stata molto occupata a tradurre il corso di autoapprendimento in polacco e prevede un programma di supporto e promozione quando la traduzione sarà completata e pronta alla distribuzione. Nell’anno che verrà, l’associazione programma di avere nuovi membri, migliorando i metodi di comunicare ai membri e organizzando più seminari inclusi uno a Euroreklama 2007.

Sulla corsa di essere membro della comunità europea in gennaio, l’economia rumena sta avendo il proprio boom e per questo sta crescendo anche il settore della stampa serigrafica e digitale. Molte serigrafie stanno investendo in stampa digitale al fine di espandere il loro servizio e restare competitivi. Allo stesso tempo, il numero di aziende più piccole sta aumentando, con la dotazione semplici macchine serigrafiche o tampografiche o digitali. In attesa di divenire membri della comunità europea, molte società hanno già espresso interesse ad acquisire la qualità adatta e le credenziali ambientali necessarie per competere adeguatamente in tutta Europa. L’associazione rumena ha continuato a promuovere gli eventi FESPA e il proprio sito ora attrae visitatori membri e non membri, desiderosi di avere vantaggi da informazioni aggiunte. L’associazione registra che anche una scuola di serigrafia in Ploiesti offrirà un diploma in sei mesi sulla serigrafia e completerà il già esistente corso al college sulla stampa di Timisoara.

Portogallo Il settore della stampa digitale sta crescendo in Portogallo, con la nascita di alcune società, mentre la richiesta di serigrafia sta diminuendo con la perdita di alcuni player. Molti serigrafi stanno scegliendo di adottare metodi di stampa digitale e le vendite di attrezzature per stampa digitale è molto cresciuta nello scorso anno. L’associazione portoghese rileva che le tematiche ambientali rimangono centrali e pianifica di collaborare con un partner specialista al fine di raggiungere certificazioni ambientali (ISO 14001 ed EMAS). L’associazione sta anche collaborando con sezioni del governo in un progetto chiamato PMEmas, che permette alle piccole e medie aziende di ottenere il certificato EMAS.

Serbia La Serbia è nel mezzo di un periodo di transizione politicodemocratico ed economico, e sia la serigrafia che la stampa digitale stanno beneficiando del clima generale di crescita e prosperità. Il settore tessile sta godendo di un particolare boom e anche la stampa digitale sta crescendo in linea con la crescita della regione. Ma sebbene le aziende stanno bene con le ultime tecnologie, il loro futuro dipende da come diventeranno più efficienti e produttive. L’associazione serba ha goduto di un anno molto impegnativo. E’ stato fatto un seminario in Belgrado e si sta ora collaborando con l’agenzia


ASSOCIATION REPORTS

nazionale serba per aiutare i disoccupati a fare i serigrafi.

Slovacchia La principale attività organizzata dall’associazione slovacca nel 2005 è stato il corso di due giorni sulla serigrafia organizzato in collaborazione con FESPA Projects Committee e l’associazione della Repubblica Ceca, che ha attratto più di trenta partecipanti dalla Slovaccia e altrove. Quest’anno l’associazione, che ha diciannove membri, ha aiutato a promuovere la fiera FESPA Digital e ha organizzato una visita di un gruppo di membri, tenuti allo stand FESPA con i membri dell’associazone ceca. Uno degli obiettivi principali dell’associazione slovacca è rafforzare le relazioni con altre associazioni e a questo fine si sono tenuti due meeting con l’associazione ceca. L’associazione ha inoltre mandato un rappresentante alla fiera Euro-reklama in Poznan e al seminario organizzato dall’associazione polacca di settore. Contina anche la collaborazione con la scuola di Trencin, di cui l’associazione provvede a consulenze e presentazioni sulla serigrafia.

50 FESPA WORLD WINTER/06

Slovenia Nel settore grafico sloveno nel 2005 ci sono state 595 società operative che, comprese le otto più grandi impiegano 1.534 addetti. Otto aziende di media dimensione impiegano 1.019 persone e le rimanenti 579 ne impiegano 2.255, per un ttale di 4.808 addetti. Questo totale non tiene conto di coloro che lavorano nell’ambito grafico e alll’interno di aziende non qualificate come aziende grafiche. Il totale del mercato prodotto interno ammonta a 355 milioni di euro, a cui si aggiungono 12,6 milioni di euro in esportazioni. Attualmente non ci sono dati specifici per i settori della serigrafia e della stampa digitale, sebbene sia evidente che sta aumentando il numero delle aziende piccole specializzate. La stampa digitale sta diventando più popolare negli ultimi cinque anni e c’è una sostanziale crescita nella domanda di stampa digitale di grande formato, il larga parte da clienti che richiedono pubblicità da esterno e POP. Come nel resto dell’Europa, la competizione sta rafforzandosi, in particolare da luoghi come la Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria dove il costo del lavoro e molto più basso. Nonostante la qualità della stampa in Slovenia è più alta, buona parte delle grandi

società sta dirottando le produzioni all’Europa dell’est, e sebbene la domanda interna stia aumentando, i clienti scelgono anche altrove chi li fornisca. Il prezzo rimane il fattore dominante nella scelta di un fornitore ed è perciò essenziale che le società slovene continuino ad affinare le loro abilità e investire nelle ultime tecnologie per essere il più possibile flessibili e produttive. Il futuro dell’industria grafica sarà anche influenzato dall’introduzione del formato grafico (Job Definition Format), il quale tiene traccia dei lavori dall’inizio alla fine con il controllo accurato dei costi. Negli ultimi 12 mesi, l’associazione slovena ha aiutato ad avviare una serie di eventi sulla serigrafia, stampa digitale, tampografia con la Camera di Commercio slovena. Questi eventi si sono concentrati sugli sviluppi tecnologici; inoltre si è tenuto il 3D Print Forum nella fiera FESPA Digital concentrandosi sul processo di stampa 3D con una relativa presentazione. Attualmente l’associazione si sta preparando per esibirsi alla fiera della grafica e del packaging in Celje per l’inizio del 2007 e sta continuando la sua collaborazione con la camera di commercio degli artigiani slovena. Altrettanto

sta lavorando allo sviluppo di ISL Pronto, che sarà promosso alle associazioni nazionali.

Spagna In linea con l’associazione spagnola, il settore della stampa serigrafica e digitale ha sperimentato un modesto incremento, sebbene la guerra dei prezzi continui e la formazione le tematiche ambientali debbano ancora essere adeguatamente perseguite. Riguardo alle proprie attività, l’associazione ha avuto uno stand alla fiera della serigrafia spagnola di Madrid e ha iniziato il quinto progetto di formazione che attulamente offre più di 50 corsi in serigrafia e gestione. Sta inoltre continuando a tradurre in spagnolo la rivista FESPA WORLD. Inoltre, sta mantenendo il Registro Ufficiale autorizzato dall’Ufficio Concorrenza e completa e promuove i propri Termini e Condizioni di Vendita nel settore della serigrafia spagnolo. Altre attività includono la distribuzione del libro sulla serigrafia spagnola e un report sull’industria spagnola, mentre completa dati per i propri sondaggi per fornire report sullo stato della serigrafia e della stampa digitale. L’associazione sta attualmente organizzando una


ASSOCIATION REPORTS

serie di forum su varie tipologie di applicazione come grafica, tessile etc, offrendo così l’opportunità di stare insieme per confrontarsi sui diversi argomenti. Un’altra iniziativa è l’Exoport Plan, progettato per aiutare le aziende spagnole a prendersi i vantaggi dei sussidi del governo per l’export delle loro produzioni. Un ulteriore traguardo è stata la pubblicazione della guida delle società spagnole nella serigrafia e stampa digitale che fornisce a potenziali clienti una lista di stampatori con i servizi da loro offerti. Infine l’associazione ha raggiunto il certificato ISO 9001:2000.

Svezia Negli ultimi anni, comprendendo l’industria della stampa svedese come un tutto, il settore della stampa serigrafica ha sofferto di una perdita della domanda ma, felicemente, questa situazione sembra ora cambiata in linea con la situazione economica svedese. Nel 2005 il serigrafo medio ha beneficiato di un margine ulteriore del 2%. L’associazione svedese, che ha 88 membri, ha avuto un anno molto intenso e ha lanciato diverse iniziative. La prima di queste, un progetto intitolato “The Brain-Office” è stato progettato per aiutare i membri a muoversi nella confusione delle legislazioni con il minimo impatto. Ciascun membro ha ricevuto un fascicolo in cui si raccoglie il materiale prodotto insieme a tematiche sull’ambiente e la qualità. Ulteriori contenuti saranno aggiunti alla fine di quest’anno e all’inizio del 2007. L’associazione ha anche continuato a pubblicare la propria rivista ai propri membri, tre o quattro volte all’anno, nella quale si riporta di tutte le attività. Come al solito ha organizzato due grandi meeting e continua a

lanciare e promuovere il proprio Poster Project, che fu originariamente implementato per per dare a studenti di arte e progettazione grafica per una migliore conoscenza della serigrafia, ma che ha un tale successo da essere quasi un’istituzione.

Svizzera L’associazione svizzera riporta che lo scorso anno è stato ancora pieno di cambiamenti e innovazioni nei settore della serigrafia e della stampa digitale, la più importante delle quali è il crescente trend di aziende che si propongono come fornitrici di tutte le necessità grafiche. Si rivela inoltre una superiore cooperazione fra serigrafi e stampatori digitali. Una nota meno positiva è che talune grandi aziende hanno chiuso. Le iniziative dell’associazione includono la collaborazione con altre associazioni nel settore grafico per migliorare la formazione e il training. Inoltre, sebbene la newsletter dell’associazione. “Serispot” non è da tempo pubblicata a causa dell’incremento dei costi, gli associati possono trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno visitando il sito web www.vsds.ch

Negli ultimi dodici mesi il sito web dell’associazione ha largamente beneficiato dai fondi FESPA che ne ha finanziato il rilancio e sta ora ricevendo 600.000 contatti al mese. Questo ha permesso all’associazione di gestire un po’ di pubblicità sul sito per fare ulteriori miglioramenti. L’evento di concorso annuale ha avuto un grande successo, attratto un numero record di presenze e ha funzionato da ottima pubblicità per gli sponsor. L’evento, posticipato nel 2006, sarà ripetuto nel 2007 e verrà organizzato da una società esterna. Il progetto E-learning sta procedendo di sforzo in sforzo e sarà presto disponibile in otto lingue europee. Per avere nuovi membri, l’associazione riconosce che si deve reinventare al fine di sembrare più attraente e propositiva alle aziende più giovani che hanno necessità diverse da quelle più mature degli attuali associati. A questo fine si stanno pianificando una serie di seminari in giro per il paese e si inizieranno presto ricerche di mercato, sondaggi e altri servizi informativi tutti orientati a riposizionare l’associazione e massimizzarne il suo impatto.

Ucraina Regno Unito Nel Regno Unito i margini si stanno ancora comprimendo e molti serigrafi hanno avuto un anno difficile, tranne coloro che stanno servendo una nicchia di mercato oppure offrono un valore aggiunto alle loro produzioni, ma anche i fornitori hanno avuto un anno duro. La stampa digitale è ancora migliorata enormemente in qualità e velocità ma i margini sono sotto pressione. L’associazione inglese registra, comunque e con una qualche evidenza, che il lavoro di serigrafia industriale sta ritornando in Regno Unito dal Far East, ciò vale anche per la stampa su tessuti.

L’associazione ucraina per la serigrafia e la stampa digitale, che si è formata solo quest’anno, relaziona che molte aziende di stampa ucraine stanno acquistando macchine da stampa digitali, con l’idea che ciò li porti ad un ritorno degli investimenti. Precedentemente molte aziende si erano potenziate acquistando costose attrezzature per serigrafia fino al limite di non riuscire a pagare e con diverse bacherotte. Uno dei principali doveri dell’associazione ucraina è stato quello di organizzare viaggi alla fiera FESPA Digital di Amsterdam. FESPA WORLD WINTER/06 51


L’EDITORIALE DI PETER KIDDELL

Regular columnist Peter Kiddell suggests that screenprinters could increase their productivity and profitability if they would only go

Uno standard oppure un sogno?

PETER KIDDELL

COLUMNIST

52 FESPA WORLD WINTER/06

Quanti serigrafi fra voi che leggendo questo articolo sono già consapevoli degli standard ISO prodotti per il processo serigrafico? Potrebbe essere che ne conoscete l’esistenza, ma sapete cosa dicono e dove trovarli? Questo articolo non è per esperti del settore, ma piuttosto per coloro per i quali lo spettrofotometro è un sogno! Ci sono tre standard specifici per la serigrafia prodotti da ISO - International Organization for Standardisation" - e sono:

ISO 2846-4: 2000 Tecnologia grafica – colore e trasparenza dell’inchiostro per la stampa di quadricromia Parte 4: Serigrafia

ISO 12637-5: 2001 Tecnologia grafica – Terminologia multilingue per le arti di stampa. Parte 5: Termini di serigrafia.

ISO 12647-5: 2001 Tecnologia grafica – Controllo del processo di produzione di separazioni colore a mezzetinte, profilazione e produzione di stampe. Parte 5: Serigrafia. Questi standard si possono trovare on line al sito www.iso.org per vederne i suffissi creati nel 2000 e 2001. Questi stessi standard saranno rivisti, ma non ci saranno probabilmente variazioni per gli ultimi due anni. FOGRA ha recentemente svolto approfondimenti in Germania e ha dimostrato che sono vicini a individuare il target che alcune persone avevano considerato possibile. Per produrre immagini di quadricromia in modo accurato e consistente, è necessario osservare severi controlli di processo. Questi standard sono buoni punti di partenza. Come tutti gli standard internazionali, ci sono sempre dei compromessi, ma gli standard sono

sostanzialmente applicabili e certamente un centinaio di volte meglio che la tradizionale lotteria dei colori. Sebbene gli standard applicati agli inchiostri a base di solvente e inchiostri Uv a base acqua, sono solamente rilevanti sugli inchiostri UV convenzionali - e non tanto sugli inchiostri a base di solventi, inchiostri a base acqua e inchiostri UV a base acqua che si alterano sul telaio a causa dell’evaporazione di solventi o acqua. Se fosse possibile fermare l’evaporazione allora i cambiamenti sarebbero minimi. Con poche eccezioni, gli UV convenzionali sono il solo sistema di inchiostro che non soffre dell’effetto dell’evaporazione. Ma sono sensibili ai cambiamenti climatici e devono essere tenuti alla temperatura adeguata per lavorare se si desidera il meglio delle performance possibili. ISO 2846-4: 2000 è il punto di partenza del processo di stampa quadricromatica. Esso specifica il colore attuale e la trasparenza di cyan, magenta, giallo process e nero process. Gli altri fattori cruciali sono il colore del supporto, la sua finitura della superficie e l’assorbenza. L’ISO 2846 copre questi aspetti ed è indirizzato ai produttori di inchiostro che usano la sua struttura per arrivare a inchiostri che coprono gli standard. Le misurazioni del colore (valori colorimetrici) sono la base del sistema L*a*b* preso dallo spazio colore CIE Lab. L* Luminosità (0 Nero assoluto 100 Bianco assoluto) a* assi Rosso - Verde b* assi Giallo - Blu


L’EDITORIALE DI PETER KIDDELL

CIELAB SPAZIO COLORE Ci sono i valori Delta E che dichiarano i valori accettabili di deviazione dal punto nello spazio colore L*a*b*. In termini di colore, molti serigrafi normalmente misurano la densità. Questa può essere corretta, secondo la misurazione effettuata, ma il colore potrebbe essere sbagliato. Questo è il motivo per cui i produttori di inchiostro mirano a produrre un colore che è all’interno della tolleranza degli standard, così quando lo stampatore va a misurare la densità, il colore potrebbe essere corretto. La trasparenza è anche un elemento dello standard, così come la capacità dell’inchiostro di trasmettere e assorbire luce senza alterazioni. Diversi produttori di inchiostri hanno prodotto set di inchiostri per stare agli standard, ma invariabilmente gli stampatori non ne hanno mostrato un grande interesse, preferendo manipolare il loro normale inchiostro per raggiungere la stampa finale che essi richiedevano. Gli stampatori generalmente non sono consapevoli che i pigmenti utilizzati negli inchiostri offset sono differenti da quelli utilizzati negli inchiostri UV per serigrafia come anche gli inchiostri a solvente. Hanno tutti diverse caratteristiche di colore e velocità di reazione alla luce. Gli inchiostri per serigrafia a base di solventi sono i migliori in termini di velocità di reazione alla luce, seguono in velocità gli inchiostri UV per serigrafia e infine gli inchiostri offtset e litografici. Quando si deve arrivare a gestire il colore prodotto usando differenti processi di stampa, il serigrafo arriva spesso a disperarsi. Si è suggerito che i pigmenti per offset lito dovrebbero essere usati per gli inchiostri di serigrafia, l’obiettivo sarebbe ridurre il problema dell’individuazione del colore esatto in lito, ma l’effetto sarebbe quello di perdere il tono vibrante degli inchiostri di serigrafia e non sarebbero così veloci alla luce. Lo standard ISO 2846-4: 2000 – sebbene non sia largamente usato – impiega pigmenti per serigrafia. Se pensate che ci sia qualche grado di confusione negli inchiostri UV, pensate che non è nulla in confronto agli

inchiostri per stampa digitale, dove è il produttore della macchina che provvede ad arrivare allo standard fornendo una propria tabella colori, e considerando la standardizzazione un potenziale problema di cui avere paura per i propri prodotti. ISO 12637-5: 2001 è uno standard che dichiara i termini tecnici da usarsi nel testo entro gli standard serigrafici. Sembra qualcosa fuori moda ma è sufficientemente vicino da essere interpretato da un lettore dello standard. ISO 12647-5: 2001 è lo standard più utile per lo stampatore. Esso tratta di: • Separazione del colore dove si dichiara la minima densità dell’emulsione sul fotopositivo. • Il numero di fili e del retino sul quale è applicabile lo standard • Gli angoli tipici del telaio-tessuto per differenti tipi di punti • Le coordinate L* a* b* dei colori primari e secondari • Quando la forma del punto dovrebbe legare nella tonalità di colore. • La dimensione di tolleranza dell’immagine • Il valore del tono • Il bilianciamento dei valori dei toni di grigio • Il range di tono che può essere stampato • Probabile perdita o aumento del punto per orientare a calibrare i file digitali usati a produrre separazioni colore. Gli stampatori possono ben deviare da questi valori per raggiungere uno specifico effetto, ma sapere perchè questi valori vengono scelti è persino più importante del valore in sè. Con un corretto set di angoli ci può stare la riduzione del moirè, la forma del punto e sapere come questi elementi aiutino lo stampatore ad evitare il banding. Certamente la tolleranza della dimensione dell’immagine aiuta la registrazione e quindi tutto risulta fallimentare a causa della perdita di registro. Questa tolleranza deve includere la ripetibilità della composizione dell’immagine, così come i cambiamenti causati dalla variazione delle condizioni ambientali sulla misura del fotopositivo. La somma del valore del tono (TVS) è il

valore ottenuto aggiungendo la percentuale dell’area del punto per tutte le quattro separazioni (giallo, magenta, ciamo e nero) in ogni singola area definita dell’immagine. Se state provando a individuare un altro processo di stampa, questo potrebbe avere bisogno di un valore più basso del 300% minimo specificato. Il bilanciamento del grigio è l’interpretazione della scala dei grigi che si crea dalla combinazione di magenta, cyan e giallo a specifici valori tonali. Un colore di processo avrebbe sempre un livello di contaminazione dagli altri due colori. Questa contaminazione ha effetto sul bilanciamento dei grigi. L’obiettivo è produrre un grigio neutro. Usando il bilanciamento dei grigi i nostri occhi possono rapidamente cogliere se è presente colore nell’area neutrale. In questo rispetto gli occhi diventano lo strumento più sensibile per cogliere il bilanciamento del grigio.

GREY BALANCE EXAMPLE Poi lo standard presenta come appare la stampa. Il supporto deve essere un preciso bianco, come dovrebbe garantire il profilo, con una certa individuazione del livello di lucentezza. Questo livello ha sul prodotto finale un grande effetto sull’aspetto della stampa che dovrebbe essere considerata al livello di prova. Per prendere le misure di questo standard è necessario uno spettrofotometro e misurare le coordinate L* a* b* e questo test dovrebbe essere svolto in conformità all’ISO 13655. L’International Colour Consortium (ICC) ha riserve circa l’ISO 13655.Tali riserve sono che i polarising filter degli strumenti non dovrebbero essere usati e che i fogli stampati dovrebbero avere uno sfondo bianco piuttosto che nero quando si misura. I polaring filters riducono la dispersione di luce da un colore. Persino se essi correggono una caratteristica di uno strato di inchiostro stampato, quello che l’occhio umano vede è la dispersione della luce e l’accetazione di un colore è, alla fine, ciò che vederete e non ciò che dovreste vedere. Ci sono tre gamut indicati nello standard; Classe 1, Classe 2 e Classe 3. FESPA WORLD WINTER/06 53


L’EDITORIALE DI PETER KIDDELL

Example of Colour Gamut

Classe 1

Classe 2

Classe 3

Lo standard fornisce inoltre ciò che si dovrebbe considerare in una risproduzione adatta e rispetto ad un range tonale entro due retinature di riferimento. Linee di retino 20 lpcm / 50.8 lpi 20 lpcm / 101.6 lpi

Quest’ultima è normalmente utilizzata per i punti vendita dove si richiede un’alta saturazione. Qui la concentrazione di pigmenti è più alta rispetto alla Classe 1. Quest’impostazione ha effetti sui colori secondari di rosso, verde e blu – creati rispettivamente dalla sovrapposizione Magenta + Giallo, Cyan + Giallo, Cyan + Magenta. Stampati nella sequenza di Giallo, Cyan, e Magenta. In realtà Class Printed in the sequence Yellow, Cyan and Magenta. In realtà nella classe 1 ci sono colori opachi (a bassa saturazione) che sono difficili da raggiungere in serigrafia. Ci si potrebbe chiedere: perchè togliere uno dei vantaggi reali della serigrafia sulla vibranza dei colori? Le figure date per questi due tipi di inchiostri sono il migliore e il peggiore caso e non si tengono in considerazione i cambiamenti nell’inchiostro a base di solventi quando la stampa è avviata, a causa dell’evaporazione e delle differenti performance dell’inchiostro per il cambiamento delle condizioni ambientali. Lo standard inoltre fornisce un’indicazione dell’ingrosssamento e della perdita del punto di una gamma tonale per un differente sistema di inchiostri. Queste sono le caratteristiche di stampa di un tipico sistema di stampa. I dati forniti dovrebbero essere usati come base per creare la calibrazione della separazione originale. Le calibrazioni utilizzate dipenderanno dall’intero sistema di stampa. Le misure saranno prese con un 54 FESPA WORLD WINTER/06

Inchiostri base solvente Range tonale % 6 a 95 10 a 90

densitometro dal provino che è a 30 linee al centimetro (76.2 lpi) di puntino tondo. L’apertura del densitometro dovrebbe essere idealmente di 5mm, in modo tale che l’area campionata è sufficiente per fornire buoni risultati statistici. L’apertura minima è 3.5 mm.

Typical ISO Dot Gain Curves Solvent Based

UV Curing

Con lo standard ISO 12657-5: 2001 avete bisogno di vendere l’immagine stampata a colore pieno a circa 45 euro e 40 euro con lo standard ISO 12647-5: 2001. Quest’investimento è pienamente valido. Tuttavia, gli standard vanno letti con attenzione e per metterli pienamente in pratica avete bisogno di confrontarvi accuratamente con il vostro rivenditore di inchiostri. Non dimenticate che avete bisogno degli strumenti di misurazione. Gli standard considerati dichiarano che gli specialisti devono raggiungere tali standard ma non dicono come sia possile

Inchiostri UV Range tonale % 3 a 96 8 a 92

raggiungerli. Ciò avviene sotto uno stretto processo di controllo delle procedure operative. Senza queste, lo standard è utile come una tazza da cioccolata! Siamo nel business per soddisfare le necessità del cliente. La chiave è raggiungere la consistenza in tutti gli aspetti del processo. Se si sta producendo usando differenti processi per l’intera gamma dei supporti utilizzati, il cliente vorrà lo stesso risultato su differenti supporti. Per raggiungere questo si dovranno aggiustare la maggior parte dei processi, e ciò porta al di fuori delle tolleranze ammesse negli standard. La soluzione è sapere cosa è stato fatto e conservare questi aggiustamenti nell’intera tiratura di stampa. FESPA ha una commissione per gli standard che sta rivendendo, lavorando con FOGRA, ISO, i fornitori, gli stampatori e le organizzazioni per diffondere le migliori pratiche nell’industria. Questa è una sezione molto delicata e si deve applaudire FESPA per questa impresa. Alla fine, se una stampa risulta sotto gli scopi previsti è perchè non si sono misurate le tinte piatte. Ciò che guardiamo al processo di stampa a colori, che sia quattro, sei o dieci colori, è l’illusione ottica e la giustapposizione del processo che permette di creare l’illusione. Forse si dovrebbe ricordare questo quando ci si accorge che stiamo diventando troppo pedanti sull’argomento.


INFORMATION

FESPA ‘contact list’ The following list of Telephone, Fax and E-mail numbers will help you when you need to contact a colleague in FESPA.

FESPA board

Telephone

Fax

E-mail

Hellmuth Frey – President

49 408 50 40 21

49 408 504 930

hfrey@frey-siebdruck.de

Anders Nilsson – President Elect

46 493 130 40

46 493 121 20

anders@gamlebyscreen.se

Ricardo Rodriguez Delgado – Past President 34 914 85 28 70

34 916 73 1972

rrd@panorama-sa.com

Michel Caza

33 1 34 67 16 79

33 1 34 67 28 89

michelcaza@aol.com

Lascelle Barrow

44 207 537 42 00

44 207 531 12 77

las.barrow@amartin.co.uk

Gyorgy Kovacs

36 28 51 66 15

36 28 51 66 16

mszsz@vnet.hu

Enrico Steijn

31 79 343 5353

31 79 343 5354

enrico@imaba.nl

Christian Duyckaerts

32 34 57 90 20

32 34 57 03 81

Christian@pnd.be

FESPA secretariat Kurt Sperisen – International Ambassador 41 44 910 5150

41 44 910 3866

kurt.sperisen@bluewin.ch

Nigel Steffens – General Secretary

44 1737 22 97 22

44 1737 24 07 70

info@fespa.com

Frazer Chesterman – Exhibition Director 44 1737 22 97 26

44 1737 24 07 70

frazer.chesterman@fespa.com

Val Hirst – FESPA Magazine Editor

44 1159 81 81 99

elford@btinternet.com

44 1623 88 23 98

Chris Smith – Projects & Member Services Manager 44 1737 22 97 20

44 1737 24 07 70

chris.smith@fespa.com

Mandy Goldfinch – PA to Nigel Steffens

44 1737 22 97 23

44 1737 24 07 70

mandy.goldfinch@fespa.com

Michael Ryan – Group Sales Manager

44 1737 22 97 27

44 1737 24 07 70

michael.ryan@fespa.com

James Ford – Sales Manager

44 1737 22 83 54

44 1737 24 07 70

james.ford@fespa.com

44 1737 24 07 70

marcus.timson@fespa.com

Marcus Timson - Group Commercial Manager 44 1737 22 97 25 Susan Hamer – Operations Manager

44 1737 22 83 52

44 1737 24 07 70

susan.hamer@fespa.com

Lorraine Harrow – Marketing Executive

44 1737 22 83 50

44 1737 24 07 70

lorraine.harrow@fespa.com

44 1737 24 07 70

claire.goodchild@fespa.com

Claire Goodchild – Operations and Sales Assistant 44 1737 22 83 53 Sarah Willcox – Accounts Manager

44 1737 22 97 24

44 1737 24 07 70

sarah.willcox@fespa.com

Mirela Agolli – Accounts Assistant

44 1737 24 07 88

44 1737 24 07 70

mirela.agolli@fespa.com

Secretaries of FESPA national associations

Telephone

Fax

E-mail / Website

Christian Handler

Austria

43 15 12 66 09

43 15 13 28 26 19

verb.druck.u.medientechnik@aon.at

Kristine Zakalovska

Baltic States

371 750 11 41

371 750 11 42

kristine@sesoma.lv

Jan de Brabanter

Belgium

32 2 512 36 38

32 2 513 56 76

jan.de.brabanter@febelgra.be

Evgeni Ivanov

Bulgaria

359 608 400 35

359 608 4 00 35

ett@mbox.contact.bg

www.druckundmedientechnik.or.at

www.febelgra.be Mirjana Bjelan

Croatia

38 51 45 52 327

38 51 45 52 327

mirjana.bjelan@zg.htnet.hr

Evzen Sanc

Czech Republic

420 487 71 27 12

420 487 72 63 55

evzen_sanc@volny.cz

Finn Obbekaer

Denmark

45 63 12 70 00

45 63 12 70 80

fo@ga.dk / www.ga.dk

Regina Aas

Finland

358 40 5674385

www.sitotisk-serigrafie.cz regina.aas@suomeseripainoliitto.fi / www.suomenseripainoliitto.fi Julie Chide

France

33 144 086 422

Torben Thorn

Germany

49 611 80 31 15

49 611 80 31 17

tt@bvdm-online.de / www.bvdm-online.de

contact@gpsf.fr / www.gpsf.fr

Kimon Papas

Greece

30 210 52 39 41 6

30 210 52 48 23 7

papath@ath.forthnet.gr

Janos Buranyi

Hungary

36 28 51 66 15

36 28 51 66 16

mszsz@vnet.hu

Massimo Poli

Italy

39 02 71 04 05 98

39 02 71 09 24 46

segretario@siotec.it / www.siotec.it

Cees Koedijk

Netherlands

31 20 5 43 55 56

31 20 5 43 55 35

zso@kvgo.nl / www.zso.nl

Jon Halvorsen

Norway

47 33 07 15 30

47 33 07 15 31

halvorsen@hortensadvokatene.no / www.serigrafer.org

Michal Kridel

Poland

56 FESPA WORLD WINTER/06

48 12 296 03 85

48 12 656 01 32

biuro@ssp.com.pl / www.ssp.com.pl


INFORMATION

José Carragosela

Portugal

35 12 18 49 10 20

35 12 18 43 87 39

geral@apigraf.pt / www.apigraf.pt

Marius Codirla

Romania

40 722 28 21 22

40 264 59 71 39

viking@mail.dntcj.ro / www.arsitd.homestead.com

Artem Nadirashvili

Russia

74 95 232 99 65

74 95 365 38 96

info@midiprint.com / www.rspa.ru

Dusan Golubovic

Serbia

381 11 2180 047

381 11 631 164

sitologika@beotel.yu

Ludovit Bartos

Slovakia

42 1 32 74 43 589

42 132 74 30 434

info@sietotlacovyzvaz.sk www.sietotlacovyzvaz.sk

Edo Sternad

Slovenia

386 1 565 72 50

386 1 568 45 78

edo@ib-procadd

Pablo Serrano

Spain

34 91 307 74 44

34 91 307 76 08

pserrano@aspack.es / www.asibnet.org

Else-Britt Lindeborg

Sweden

46 87 62 68 17

46 86 11 08 28

else-britt.lindeborg@grafiska.se www.screentryck.org

Susie Matti

Switzerland

044 837 10 40

044 837 10 42

Ibrahim Demirseren

Turkey

90 212 212 41 16

90 212 212 41 07

sekretariat@vsds.ch / www.vsds.ch ared@ared.org.tr / www.ared.org.tr

Olexiy Vlasenko

Ukraine

380 567 900093

380 567 900094

usdpa1@gmail.com

Michael Turner

United Kingdom

44 1737 24 07 92

44 1737 24 07 70

info@dspa.co.uk / www.dspa.co.uk

91 250 248 0786

info@s-p-a-i.org / www.s-p-a-i.org

FESPA Associate Members Mr Bhargav Mistry

The Screenprinters Association of India 91 250 248 0998

Mr Clem Johnson

The Screenprinting and Graphic Imaging Association of Australia

Mrs Pei Guifan

The China Screenprinting and Graphic Imaging Association

0061 02 8789 7362 0061 02 8789 7387 clem@reidindustrial.com.au / www.sgiaa.asn.au + 86 10 6401 5007 + 86 10 6403 4996 peiguifan@csgia.org Mr K Chaiyaboon

The Thai Screenprinting and Graphic Imaging Association + 66 2509 66 53

+ 66 2509 66 54

contact@thaiscreenprinting.or.th / www.thaiscreenprinting.or.th

Other associations Mike Robertson

SGIA

1 70 33 8513 35

1 70 32 73 04 56

miker@sgia.org

List of advertisers

Magazine coupon for ordering Fespa World

Aeroterm ..................................................................................................................33

All members of FESPA receive this magazine every three months free. If you are not a FESPA member and wish to order a copy, the annual subscription for four copies, including postage, is €63.00. Please complete the following order form to ensure your copy for the future. The magazine is published in English. Full translations in German, French and Spanish are available on www.fespaworld.com to members and subscribers. I enclose my cheque for €63.00 payable to FESPA for issues 47, 48, 49 and 50. Future issues: Issue 47 March 2007, Issue 48 June 2007, Issue 49 September 2007, Issue 50 December 2007

BASF

............................................................................................................................19

Basler Lacke ............................................................................................................36 CST ................................................................................................................................37 FESPA 2007 ............................................................................................................25 Fimor

........................................................................................................................ 49

Gandi Innovations ..........................................................................................49 Glassman..................................................................................................................55 HP Scitex ..................................................................................................................17 FESPA Digital Print Awards FESPA India

......................................................................27

..........................................................................................................45

J TECK ........................................................................................................................21 KIWO ..........................................................................................................................47 Marabuwerke

..............................................................Inside

Name

Front Cover

Mimaki ................................................................................Inside Back Cover Nazdar

(Block capitals please)

Company

..........................................................................................................................7

Saatichem......................................................................Outside Back Cover

Address

Saatiprint ..................................................................................................................11 Thieme ......................................................................................................................23 VFP ................................................................................................................................13

Photocopy this sheet and send by post or Fax to: M. Goldfinch, FESPA, 7a West Street, Reigate, Surrey RH2 9BL, UK, Tel: +44 1737 240788 Fax: +44 1737 240770

Tel: Fax:

FESPA WORLD WINTER/06 57


ED INFINE...

Le domande di Fespa World Peter Cornelis, uno dei fondatori di Augend Technologies Q. Molti dei nostri lettori non hanno sentito dire della vostra società, può raccontarci qualcosa circa la fondazione e le attività sino ad oggi?

A. Originariamente era conosciuta come Infiniti Europe, e siamo una società Belga forndata più di tre anni fa. Le nostre principali attività erano il marketing, il design, la distribuzione e la vendita di una vasta gamma di stampanti di grande formato prodotte in Cina. A questo fine si è installato anche un canale distributivo in Europa. Quest’anno abbiamo però deciso di cambiare nome a ‘Augend Technologies’. Offiramo un vasto range di stampanti digitali a solvente di grande formato e differenti dimensioni, da 1,6 a 3,3 metri, che si collocano in differenti settori del mercato. L’evoluzione della qualità e le aspettative ci hanno spinto nel settore più alto di questo mercato e abbiamo deciso di estendere il nostro portfolio con una nuava serie di macchine da stampa di grande formato…

Q. Pensa che il settore industriale è prossimo alla svolta considerato che ci sono produttori con applicazioni particolarmente mirate?

A. Si! Da quando si è consapevoli che l’inkjet sarà la tecnologia dominante per i prossimi anni, il nostro obiettivo è diventare un player importante in questo business. Il nostro reparto di ingegneria migliora costantemente le nostre tecnologie per applicazioni non ancora coperte dalla stampa digitale. Stiamo mirando al nostro nuovo F16 nel mercato dei cartelloni, ma il nostro prossimo obiettivo sarà la macchina offset, una volta che le nuove teste di stampa arriveranno nel 2007-2008. Poi introdurremo stampanti adatte al settore del publishing con uno sguardo al mondo delle etichette e del packaging, da quando queste sono 58 FESPA WORLD WINTER/06

utilizzate anche come strumento di marketing.

Q. Quali modifiche si devono fare alla tecnologia standard dell’inkjet per raggiungere le differenti domande del settore?

A. Le tecnologie inkjet e delle teste di stampa sono arrivate ad un punto che possono essere utilizzate per sostituire la stampa offset e, dal 2008, i sistemi inkjet continuo potranno superare le tradizionali tecnologie di stampa. Attualmente i nostri ingegneri si stanno concentrando sulla produzione di macchine che sfidano la serigrafia, offrendo la migliore qualità, velocità e automazione. Stiamo attualmente lavorando su una macchina flatbed che usa inchiostri UV che reticolano istantaneamente quando si stampano supporti spessorati come piastrelle, cartoni, vetro ecc.

Q. Pensi che le nuove società nella grafica saranno capaci di adattarsi e afferrare i vantaggi di queste nuove opportunità?

stampa e come utilizzarle Di tutti questi casi noi abbiamo la soluzione in uno dei nostri corsi di formazione.

Q. C’è una più grande

Il nostro nuovo prodotto, Augend F16, è un sistema che può lavorare con una sola persona in modo da ridurre al minimo i costi operativi.

opportunità di aumentare i profitti nei settori industriali, e se è così, potrebbe spiegarne il perchè?

Q. Augend Technologies userà

A. Quando ci muoviamo per

stampanti di grande formato Xterius, Xplorer, Xpert, e Xtream che sono costruite in Cina in accordo con la modifica di alcune specifiche, formalmente definite da Infiniti Europe. Nella nostra nuova offerta, Augend F16, rappresenta un record dirompente nel mercato europeo della stampa industriale. E’ una nuova generazione di macchine inkjet industriali a solvente. Per tutta la produzione outdoor, il sistema eccelle per materiali pubblicitari come cartelloni e poster pubblicitari ed è stato sviluppato e costruito in Belgio con componenti di alta precisione. Si è stabilito un network di servizio e supporto fondato per garantire la soddisfazione del cliente.

vendere macchine a tutto campo come le nostre stampanti digitali, il più alto profitto è una nostra priorità. Entrambi, utilizzatori e produttori, hanno i più alti margini dovuti alle più alte produzioni e continuità. Gli sconti sono facili da gestire e, con l’utilizzo delle bobine jumbo alle macchine digitali, la perdita di carta si riduce al minimo!

Q. Le macchine precedentemente distribuite da Infiniti-Europe, sono prodotte in Cina e sebbene ciò abbia vantaggiosi prezzi, si deve credere che anche la qualità standard e sufficientemente buona?

agevolazioni cinesi per produrre il proprio inkjet industriale?

A. Continueremo ad offrire le

Q. Molte persone sono

Da quando i mercati stanno cambiando anche le aziende si stanno evolvendo e sembra siano avide di andare oltre. Su questo certamente Augend Technologies mira a educare i propri distributori, con programmi di formazione tecnica, di vendita e marketing.

A. Infiniti-Europe si è evoluta dall’essere un distributore di macchine progettate su standard cinesi OEM a venditore di macchine che sono specialmente adatte alla qualità e agli standard europei ODM, e in servizi ben organizzati orientati al marketing, per vendere macchine costruite su proprie specifiche in due differenti aziende e da due differenti produttori in Cina. Crediamo che la qualità dei nostri standard sono eminentemente validi per le aziende che operano in America ed Europa!

Q. Quali nuove abilità

Q. A parte il costo ci sono altri

A. Se intendi il settore della

dovranno assimilare i vostri clienti?

vantaggi?

A. Non possiamo immaginare che le società non terranno in considerazione o non si adatteranno se le loro priorità saranno quelle di vendere con altre risorse!

A. Da quando le nuove macchine offrono nuove opprotunità di vendita, le aziende di grafica devono essere consapevoli dei seguenti aspetti: ritorno degli investimenti utilizzo della macchina nuove tecnologie delle teste di

A. Il costo per i proprietari è una cosa. I costi di servizio e I costi operativi sono un’altra cosa, e alla lunga certamente i più importanti. Perciò, il team di Augend Technologies lavora strettamente con il cleinte, fornisce eccellente servizio e risponde velocemente ai continui cambiamenti del mercato.

interessate a vedere le vostre macchine in azione. Quale fiera staae pianificando di vedere per il prossimo anno?

A. Per il prossimo anno, come in passato, intendiamo esporre a tutti i maggiori eventi europei, compreso FESPA 2007.

Q. Ci puoi anticipare se passerai il resto della tua vita lavorativa nel settore digitale, e se non è così, quali altre aree ti ispirano?

stampa digitale, la mia risposta è decisamente sì; da quando i documenti e la loro riproduzione sono diventati e resteranno processi digitali. Le possibilità delle tecnologie e la comunicazione possono tuttavia cambiare, e se ciò avvenisse, vedremo cosa ci sarà di nuovo! Peter Conelis, grazie!


FESPA WORLD Issue 46 - Italiano