Page 45

s

ur

garbelée edizione n.47 MISTER MAGLIETTA BAGNATA. Non si sa esattamente cosa sia capitato al nostro sindaco. C’è chi dice che sia scivolato scendendo dal motoscafo reso viscido dall’acquazzone, chi invece afferma che è stato ospite di un concorso mister maglietta bagnata – over cinquanta, chi che sia sceso dal motoscafo rimasto senza benzina per

spingerlo al molo e qualche maligno che invece è stato spinto nel lago da un avversario politico. Noi (o almeno la componente femminile della redazione, quella maschile avrebbe preferito un’immagine di una formosa cittadina) preferiamo pensare all’ipotesi del concorso. LA GAFFE. Di solito il nostro segretario comunale è molto attento professionalmente a gestire con la dovuta sensibilità ogni situazione. Anche quel giorno, accomiatandosi da un funzionario cantonale che entrava al beneficio della pensione, ha voluto salutarlo con la dovuta gentilezza. Alla domanda di cosa avrebbe fatto nel tempo libero, il messo cantonale: “Sarò impegnaa perché ghu do gemellin da trii mées!” E il Vale ”Alura farett ul nonu a temp pien!“ … No iè i mè”.

44

Quanti sono?

In PILLOLE

LADRI DI BICICLETTE: il titolo di un film … e non solo, visto come lo scorso anno effettivamente sono stati rubati diversi velocipedi, bellamente posteggiati davanti a casa. Uno quello del Cornelio, magari da un bontempone notturno che doveva rientrare velocemente a Lugano e non voleva affrontare la scarpinata a piedi. Di altra natura, e più divertente, la vicenda della bici dell’Alan della Maria Grazia. Il mercoledì delle ceneri la Mary si reca in cancelleria a denunciare la scomparsa davanti a casa in Via Ronco Nuovo della due ruote … A dire il vero quel giorno il mezzo non ne aveva neanche una perché era lì, pronta per andare dal meccanico per la riparazione, e non c’era più. Le solerti funzionaria cercano di tranquilizzare la mamma, già disperata per non sapere cosa dire al figlio al suo rientro dalla vacanza. Malgrado la denuncia nessuna segnalazione nei giorni seguenti, solo quella del ciclista che telefonicamente informa: “Signora, la bici di sua figlia è pronta e può venire a ritirarla!” E dicono che il servizio a domicilio non funziona!

A tutti è capitato di tentare la sorte e vincere un premio, nel cercare di individuare il numero di fagioli contenuti in una bottiglia o il valore dei 5 centesimi posti dentro un vaso. Il dicastero “cultura e sport” ha quest’anno indetto il concorso per indovinare quanti sono i dadi di granito posati i Tèra d’sott. Chiariamo da subito che il quesito non è stato inventato per quantificare la spesa per la posa del manto pregiato, quanto per permettere ai cittadini di azzardare un evento e tenere vivo l’utilizzo della materia grigia intesa come cervello e non granito. Esclusi dal concorso sono evidentemente gli operai della ditta appaltatrice del lavoro, i loro congiunti fino al quinto grado di parentela e i signori Dario Brambilla e Giulio Balmelli in quanto, in odore di concorso, sono stati visti troppo spesso a pedonare sulle aree pregiate e a colloquiare con gli addetti ai lavori. La vostra proposta può essere inviata con l’apposito modulo al Comitato Carnevale entro il martedì grasso alle ore 11.00.



Nome e Cognome: Via:

Numero:

Comune: PER ME SONO :

L’ORA LEGALE, tutti gli anni arriva e se ne va, ma quanti di noi possono affermare senza mentire di non essere mai incappati in errori o dubbi sull’ora del giorno dopo. L’Attilio che professionalmente non si può permettere di ranzare l’orario, ha individuato una soluzione che suggeriamo ai nostri lettori. Avere due orologi, uno per il periodo invernale ed uno per quello estivo. Basta toglierlo dal cassetto la sera prima che cambi l’ora e metterlo al polso. Fra l’altro, per i soliti curiosi del tutto sapere, stimola la classica domanda “Te cambià l’urulocc, che bèll!”

PAR MI IÈ:

QUANDO IL GALLO CANTA … Parole che ricordano un passo del Vangelo, ma anche di litigi con i vicini o in famiglia per una sveglia troppo mattutina. Proprio per evitare reclami da parte dei vicini di via Sotto Dangio, l’Ivan aveva pensato bene di rinchiudere in casa durante la notte il suo allegro galletto. Ma questo pennuto l’orologio biologico ce l’aveva in corpo e quindi erano assolutamente inutili tutte le precauzioni, compresa quella di coprire la rete della gabbia con uno spesso panno nero. Alle quattro di mattina, sveglia per tutti, per il Ivan, per Alessia e per le figlie. Fra moglie e marito … non mettere il dito, ma nemmeno un gallo e quindi … partenza per i monti della Valle Maggia, dove il pollo poteva indisturbato svolgere il suo compito mattutino.

AL NOSTRO Re Fabio è giunta una reclamazione ufficiale da parte dell’associazione macellai Ticino e Calanca che non vedono di buon occhio la produzione su larga scala di luganighe e mortadelle da parte del nostro Carnevale. Soprattutto perché di qualità. La segnalazione è stata passata agli atti.

Profile for Fernando Pescia

Ur Sgarbelée 2014  

Edizione 2014 del giornalino satirico-umoristico edito dal comitato carnevale di Comano (CH)

Ur Sgarbelée 2014  

Edizione 2014 del giornalino satirico-umoristico edito dal comitato carnevale di Comano (CH)

Advertisement