Issuu on Google+

Federazione Friuli V.G. Piazza XX Settembre, 2 – 33100 UDINE Tel. 0432/26741 Fax 0432/507213 federsanita@anci.fvg.it www.anci.fvg.it/federsanita

INTERVENTO DEL PRESIDENTE DI FEDERSANITA’ A.N.C.I. F.V.G. GIUSEPPE NAPOLI, IN OCCASIONE DELL’INCONTRO CON L’ASSESSORE ALLA SALUTE E PROTEZIONE SOCIALE VLADIMIRO KOSIC 3 GIUGNO 2008

Federsanità A.N.C.I. Federazione Friuli Venezia Giulia è stata costituita, tra le prime in Italia, nel dicembre del 1996, in seguito all’Assemblea Nazionale dell’A.N.C.I., come Federazione delle Aziende sanitarie ed ospedaliere e dei Comuni in quanto rappresentati nelle Conferenze dei Sindaci del Friuli Venezia Giulia. Secondo lo statuto del 1996 è un'“Associazione volontaria di Aziende sanitarie ed ospedaliere, di rappresentanza degli Enti Locali nel settore sanitario e sociale, che si ispira alla tradizione di Autonomia delle comunità locali del Friuli Venezia Giulia e ne riconferma i valori operando per il più stretto legame tra gli Enti locali e le articolazioni aziendali del Sistema sanitario regionale e nazionale, nell'ottica della complementarità tra i servizi sanitari ospedalieri, territoriali e di assistenza sociale". Successivamente, con l’Assemblea regionale statutaria del 25 luglio del 2007 la Federazione regionale, tra le prime in Italia, ha recepito le innovazioni introdotte dal nuovo Statuto nazionale (Assemblea nazionale, Roma 13 e 14 ottobre 2006). Tra le principali novità si evidenziano l’ulteriore rafforzamento dell’impegno della Federazione del Friuli Venezia Giulia per l’integrazione socio-sanitaria, la promozione della salute, l’innovazione (organizzativa, gestionale e tecnologica) e la ricerca in un contesto europeo. Attività che, peraltro, la Federazione sta già sviluppando, sin dalla sua costituzione riscuotendo notevole interesse anche da parte dell’Associazione nazionale e delle altre Federazioni regionali. L’Associazione nel 2007, dopo il rinnovo dello Statuto, è cresciuta notevolmente richiamando nuovi e qualificati associati quali l’A.R.S. F.V.G., gli I.R.C.C.S., Burlo Garofolo di Trieste e C.R.O. di Aviano e le principali A.S.P. che hanno recato un notevole contributo di conoscenza ed esperienza. Inoltre, sono state rafforzate le sinergie con altre importanti realtà quali A.N.C.I. F.V.G. e la Federazione A.I.C.C.R.E. del F.V.G. le OO.SS. regionali, Federsanità A.N.C.I. Veneto, Ceformed e Federfarma del Friuli Venezia Giulia anche attivando alcuni Gruppi di Lavoro su temi di TDelFabbro/080603/FedPres/AssKosic

1


particolare rilevanza per la nostra regione e non solo, quali Sicurezza e qualità del lavoro, Area vasta socio-sanitaria e Cure primarie. Sono state, inoltre, implementate le sinergie con le Reti italiana e regionale Città Sane-OMS per i temi della prevenzione e promozione della salute e tramite le partnership con alcune associazioni rappresentative dei sistemi sanitario e sociosanitario quali la Consulta regionale delle Associazioni dei Disabili, il Centro servizi per il volontariato e la Consulta regionale trapiantati. E’ proseguito l’impegno della Federazione per favorire e monitorare l’attuazione delle riforme principalmente in materia di integrazione sociosanitaria (PAT e PDZ) e sulla riorganizzazione della rete ospedaliera del F.V.G. (Area vasta), sempre nel segno del dialogo propositivo e super partes (partitiche e localistiche) tra Regione- amministratori locali- direttori generali e l’intero sistema, superando antichi campanili e verificando i risultati di salute e la qualità dei servizi sul territorio. Ma il leit motiv della nostra attività fin dal 1996 è la richiesta di adeguato coinvolgimento degli amministratori locali nella programmazione sanitaria e socio-sanitaria regionale, fatto questo che con la L.R. 8/2001 prima e, successivamente, con le L.R. 23/2004 e L.R. 6/2006 si è positivamente realizzato sia con l’istituzione e attivazione della Conferenza permanente per la programmazione sanitaria, sociale e sociosanitaria regionale che tramite il Consiglio delle Autonomie locali del F.V.G. Si tratta organismi fondamentali di rappresentanza dei Comuni che ci siamo impegnati a far dialogare maggiormente tra loro anche svolgendo un’informale ruolo di coordinamento e raccordo operativo (pareri su leggi e regolamenti, etc.) … Pensiamo, pertanto, di poter proseguire e migliorare ulteriormente su questa strada e in tal senso dichiariamo la nostra disponibilità a collaborare con la nuova amministrazione regionale sia al fine di promuovere il nostro sistema in sede nazionale che di coinvolgere positivamente il “sistema territorio” e le comunità locali sulle scelte più utili e vantaggiose per migliorare i già buoni risultati di salute conseguiti dal Friuli Venezia Giulia. Performance competitive a livello europeo e per le quali stiamo promuovendo il confronto tra le regioni del Nord Est sempre guardando all’Europa a partire dalle vicine Regioni e Stati di Austria, Slovenia e Croazia e fino ai Balcani con le quali sono sempre più frequenti i contatti e gli scambi di conoscenze ed esperienze anche sperimentando la partecipazione a progetti di collaborazione transfrontaliera. Federsanità A.N.C.I. F.V.G. si propone, pertanto, alla Regione nel suo insieme e al suo assessorato in particolare quale strumento unico, agile e nello stesso tempo articolato nelle sue componenti rappresentative dei diversi sistemi, sanitario, sociosanitario, sociale e welfare, in cui i numerosi associati (al 3 giugno sono complessivamente 21) “fanno rete” per obiettivi comuni. In tal senso per esser ancor più utili alla comunità del F.V.G., alla luce delle esperienze e conoscenze maturate, nonché delle competenze disponibili, nel rispetto dei ruoli istituzionali dei diversi organismi, chiediamo di essere partecipi a pieno titolo dei diversi tavoli e organismi che si occupano delle tematiche di cui sopra, questo proprio al fine di contribuire a promuovere la competitività dei nostri sistemi e a coordinare al meglio energie, entusiasmo e risorse.

Il Presidente Dott. Giuseppe Napoli

Udine. 3 giugno 2008 TDelFabbro/080603/FedPres/AssKosic

2


La relazione del dott. Napoli