Page 1

GolfClub 8 Comitato.qxd

23/10/2009

18.46

Pagina

1

FEDERGOLF TOSCANA Novembre 2009

CRT INFORMA

Si ricomincia da tre: Settore giovanile, maestri e circoli: ecco come Fernando Damiani vuole rilanciare il golf in Toscana Il golf ricomincia da tre: il settore giovanile, il maestro e il circolo sono i fattori che possono rilanciare questo sport. Nell’appena inaugurata era Scapuzzi fin da subito il Comitato regionale ha cercato di sviluppare i rapporti fra questi fattori. E chi meglio di un teorico del golf, come lui stesso si definisce, poteva impegnarsi nell’impresa? Chi meglio di Fernando Damiani, consigliere del Comitato regionale, imprenditore turistico, un albergo a Punta Ala, con il figlio Lorenzo bravo giocatore a tenerlo aggiornato su classifiche e problemi, poteva ipotizzare le prime soluzioni? “Abbiamo un progetto: vogliamo rilanciare il golf in Toscana, vogliamo eliminare quel gap troppo ampio che c’è fra le regioni più forti e la Toscana anche perché nel passato lontano ma anche recente la nostra regione ha sempre dato dei bravi giocatori. Vogliamo quindi ottenere risultati dai nostri giovani under 18 ma soprattutto vogliamo far crescere gli under 12 ed in questo contesto è fondamentale l’opera del coach regionale Mauro Ravinetto che insieme al suo staff dovrà valorizzare questo serbatoio e cercare di ottenere quei risultati di prestigio che poi dovranno essere il traino per incrementare il numero di giocatori. Per ottenere risultati è sicuramente indispensabile lavorare su un numero più ampio possibile di giocatori ed ogni politica finalizzata a questo scopo è sicuramente importante ed a questo proposito un buon esempio sono stati i Campionati giovanili studenteschi che senza eccessive pretese agonistiche hanno sicuramente il merito di avvicinare al golf ragazzi che diversamente non lo farebbero permettendo di partecipare anche senza l’handicap”. Per raggiungere questi risultati però questo non basta e Damiani illustra le mosse successive della strategia targata CRT: “L’importanza di lavorare sui più giovani coinvolge chiaramente anche le famiglie ed il ruolo dei genitori diventa fondamentale come quello del Circolo che li ospita dove i ragazzi e la famiglia devono trovare un punto di riferimento per praticare giocare e socializzare portando anche un sicuro ritorno al Circolo stesso. In questo contesto diventa quindi fondamentale il ruolo di colui che è il motore vero per la crescita di questo sport: il maestro di circolo, punto di riferimento per i giovani e per i loro genitori, propulsore indiscusso per innescare la passione e forgiare i nuovi talenti. E noi come Comitato dobbiamo far si che ci sia completa sinergia fra il maestro e lo staff di Comitato lasciando a quest’ultimo il compito di seguire i migliori, quelli che si impegnano di più e seguirli oltre che nei corsi appositi che come Comitato abbiamo organizzato anche nelle gare nazionali più importanti. Il prossimo incontro è previsto a Punta Ala dove sono organizzati i Campionati Toscani di Match Play ai quali saranno invitati le migliori otto giocatrici e i migliori 16 giocatori under 18 che si confronteranno sotto lo sguardo attento di Ravinetto il quale poi il giorno successivo farà un opposito corso per analizzare con i ragazzi il comportamento di gioco.La strada da compiere è sicuramente lunga ma non si parte da zero: Manassero e Molinari a livello nazionale ma anche Gagli e Perrino che rappresentano la Toscana hanno dimostrato ultimamente che la possibilità di giocare ad alti livelli si può raggiungere. E in prospettiva abbiamo altri segnali positivi: le affermazioni a livello nazionale della nostra quattordicenne Roberta Liti vincitrice del Campionato Nazionali Pulcini e dell’altro quattordicenne Giordano Gubernari già nel giro azzurro fanno ben sperare”.

I


GolfClub 8 Comitato.qxd

23/10/2009

18.46

Pagina

2

A Quarrata il succeso dellla tappa del Circuito Regionale Under 12 e la conferma dei progressi del settore giovanile

Piccoli campioni crescono Giuliano Giovannini

Un aumento costante, a tratti con accelerazioni vertiginose. Un crescendo di partecipazione, di risultati sempre più apprezzabili dal punto di vista tecnico. A Quarrata, il 4 ottobre, per la tappa del Circuito Regionale Under 12, si è avuta la conferma che la Toscana golfistica dei giovani c’è, si è avuta la conferma che nel Granducato i piccoli campioni crescono. E’ stato un trionfo e a parlare chiaro sono il successo della manifestazione, ribadito sul percorso di Quarrata, e i numeri: in questo caso quelli della straordinaria partecipazione di oltre sessanta concorrenti. Una vera e propria invasione di bambini con le rispettive famiglie a cui il circolo del Presidente Alberto Sciatti, ormai preparato e collaudato per queste festose kermesse, ha risposto con la consueta ospitalità e capacità organizzativa. Non solo la bella giornata di sole, ma soprattutto il lavoro dell’instancabile segretario tuttofare Alessio Di Pardo, dei responsabili dell’attività giovanile e della commissione sportiva, hanno reso la manifestazione una vera e propria festa del golf e una ulteriore occasione per i ragazzi, provenienti da tanti circoli diversi, di conoscersi e socializzare. La gara si è giocata secondo la formula prevista, su 9 buche, con i ragazzi divisi in tre categorie verde, gialla e rossa, maschile e femminile con una maggiore concentrazione di

ragazzi fra i gialli e i rossi. Ai primi tre posti della classifica rossi maschile si sono piazzati Andra Mazzoni del Parco di Firenze, Rivano Piergiuseppe di Centanni e Guido Martelli di Quarrata; in quella femminile Giuditta Bellini di Centanni, seguita da Letizia Poli dell’Ugolino e Camilla Bellini. La categoria gialli maschile è stata vinta da Filippo Cardelli di Quarrata che si è lasciato alle spalle Tommaso Sarri dell’Ugolino e Niccolò Guarducci del Parco di Firenze. In quella femminile si è registrata la bella vittoria di Lucrezia Davitti del Parco di Firenze davanti a Cindy Aveta de L’Abbadia e Sofia Civardi di Quarrata. Infine, per quanto riguarda la classifica verdi maschile la vittoria è andata a Giovanni Lucioli di Valdichiana davanti a Tommaso Cusano di Quarrata. Arianna Chiti di Quarrata si è imposta nel femminile davanti a Francesca Bellandi delle Pavoniere. Alla premiazione erano presenti Franco Burchietti Assessore allo sport del comune di Quarrata e Roberto Fabio Cappellini Assessore allo sport della Provincia di Pistoia. Eccoci così ai nostri giorni, all’otto novembre al Parco di Firenze, circolo da dove aveva preso avvio il 5 marzo. Eccoci all’epilogo, al traguardo di una grande e gioiosa corsa fatta di gare valide, tranne le prime due, per il

ranking regionale. Complessivamente l’obiettivo principale è già stato raggiunto: quello dello sviluppo del settore giovanile. Non solo sono stati

I Partner del Comitato Regionale Toscano Grand Hotel Continental**** Tirrenia (Pisa) Largo Belvedere, 26 56128 Tirrenia (Pisa) Tel. 05037031 Fax 05037283 info@grandhotelcontinental.it www.grandhotelcontinental.it

Il primo Outlet del golf in Toscana

Abbigliamento ed attrezzatura delle migliori marche

www.golf-outlet.it

II


GolfClub 8 Comitato.qxd

23/10/2009

18.46

coinvolti un centinaio di giovanissimi golfisti provenienti da tutta la regione ma è aumentato anche il numero dei circoli partecipanti, Parco di Firenze,

Pagina

3

Quarrata, Centanni, Valdichiana, Casentino, Montelupo. L’Abbadia, Alisei, sono state le gare nelle quali questa moltitudine di giocatori in erba si è misurata e piano,

Lettere cubitali

III

piano è cresciuta, soprattutto tecnicamente. Dopo la gara del 25 ottobre di nuovo all’Abbadia, poi al Parco il gran finale che saprà di nuovo stupire.


GolfClub 8 Comitato.qxd

23/10/2009

18.46

Pagina

4

Il golf brinda in Coppa Feste e applausi per la manifestazione toscana che ha celebrato dieci ani di successi Un golf al passo con i tempi, un golf celebrato anche su youtube, un golf che ha festeggiato nel modo migliore i dieci anni della Coppa Toscana. Una manifestazione questa unica nel suo genere, il fiore all’occhiello nella nostra regione e a cui la Federazione Italiana Golf Toscana è da sempre vicina. Una manifestazione che sullo splendido palcoscenico di Montecatini ha recitato l’ultimo atto proprio nel segno di uno sport che cambia. Lo ha sottolineato più volte Cesare Dami, presidente del circolo quando durante le premiazioni, al fianco dell’organizzatore e anima della Coppa Toscana Fabio Bianchi ha ribadito: “Questa competizione mette in relazione tra loro i migliori giocatori della nostra regione e i giocatori con i circoli: sia quelli a 18 buche che quelli a meno di 18. In questa direzione si è mossa da dieci anni, proprio partendo da Montecatini, una manifestazione divenuta così prestigiosa grazie anche all’impegno di Fabio Bianchi”. Ecco perché lo slogan è: “La Coppa Toscana aiuta il golf a crescere” ecco perché grazie a questa manifestazione sono nati ben tre campi da golf: Il Golf Club Quarrata, il GC Parco di Firenze e l’ultimo, il Gc Club Bellosguardo a Vinci. Sono questi i segnali di uno sviluppo, di un impegno crescente per allargare le basi del nostro sport. La Coppa Toscana fu organizzata proprio con questo obiettivo durante una garetta fra amici a Montelupo: tutti i tornei premiavano i vincitori con finali nazionali ed internazionali, perché allora, fu pensato, non si realizza qualcosa di diverso, qualcosa che metta in grado di qualificare per una finale anche i secondi ed i terzi classificati di tutte e tre le categorie ma anche i senior, le ladies e gli junior? Infatti nelle prime edizioni, a 8 e poi a12 tappe di qualifica, molti rimanevano sorpresi per aver conseguito il diritto ad una finale, che pur regionale era sempre un prestigioso traguardo. Ben presto le tappe aumentarono ed i partecipanti alla manifestazione passarono dai 675 della prima edizione ai 1300

IV

della terza. Il numero dei qualificati per la finale è stato inevitabilmente ridotto, ma lo spirito è rimasto lo stesso, con l’obiettivo di premiare anche i meno bravi e l‘intenzione di coinvolgere tanti differenti sponsor di ogni circolo in modo di fornire maggior importanza ad una singola gara. Proprio il fatto che la nascita della Coppa Toscana risalga ai tempi in cui Montelupo era ancora un campo promozionale non omologato fa riflettere come tante piccole iniziative nascano in queste realtà votate all¹avviamento e allo sviluppo del golf. Iniziative che si sviluppano e danno i loro frutti grazie all’impegno e l’entusiasmo di tanti dirigenti come il presidente di Quarrata Alberto Sciatti (anche Presidente Onarario) insieme a Fabio Bianchi a Francesco Borghini e a Cesare Castellani Responsabile del Programma Sportivo, a Roberto Lepri, a Luciano Matteucci e tutto il Comitato regionale della Fig. E’ quindi tra applausi scroscianti - immortalati anche su //www.youtube.com/watch?v=APypOJUYn – che si è svolta a la premiazione dei vincitori della sfida sulle 18 buche del Montecatini Golf. Qui il 18 ottobre si è disputata l’attesa finale della 10° Coppa Toscana con i tanti qualificati a contendersi i titoli di campioni per l’anno 2009. Applausi meritati non solo dai vincitori ma da tutti i giocatori che da marzo dall’Ugolino fino alle Pavoniere, dopo aver attraversato tutti i circoli del Granducato, si sono dati battaglia alla finale della Pievaccia. E non è finita qui. Tutti i vincitori delle varie edizioni della Coppa Toscana, oltre agli sponsor, ad amici che hanno seguito la manifestazione e tutti coloro che vorranno partecipare sono invitati al 10^ anniversario Celebrity Day che è stato rimandato causa maltempo a domenica 6 dicembre presso il Golf Club Bellosguardo Vinci. La degna conclusione di una manifestazione che rappresenta, come ha sottolineato Bianchi durante le premiazioni “La manifestazione della svolta”. La prossima edizione è già alle porte.

rasseganstampa_2009_11_8  

CRT INFORMA Settore giovanile, maestri e circoli: ecco come Fernando Damiani vuole rilanciare il golf in Toscana I Novembre 2009

Advertisement