Page 1

37째 mostra convegno expocomfort

IN ANIMA I MAESTRI DEL COMFORT

Pad. 3 - Stand H41 - L32


37° MOSTRA CONVEGNO EXPOCOMFORT Milano (Rho-Pero), 23 – 27 marzo 2010

IN ANIMA I MAESTRI DEL COMFORT Questa è una Guida per i visitatori di MCE - Mostra Convegno Expocomfort, estratta dalla Rivista “L’Industria Meccanica” (n. 655, marzo 2010). Riporta interviste ad alcuni importanti esponenti dei settori industriali rappresentati in mostra e le principali novità di prodotti e sistemi segnalate da aziende associate ad ANIMA che espongono in fiera. Contiene l’elenco completo delle aziende espositrici associate ad ANIMA, in ordine alfabetico e in ordine di padiglione e stand, per agevolare il visitatore nel suo percorso e guidarlo verso la Federazione ANIMA, le sue Associazioni e le singole aziende. Una manifestazione con tante novità per dare slancio alla ripresa economica (intervista a Massimiliano Pierini, Exhibition Director di MCE) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 34 L’impegno delle aziende di ANIMA per aumentare l’efficienza energetica e ridurre l’inquinamento (intervista a Sandro Bonomi, Presidente di ANIMA) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 35 Il necessario rilancio di un settore in cui l’Italia è tra i leader in Europa (intervista a Paola Ferroli, Presidente di Assotermica) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 36 Un settore tecnologicamente all’avanguardia sovente più apprezzato all’estero che in Italia (intervista a Maurizio Brancaleoni, Presidente di AVR) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 38 La nostra ricetta per la ripresa? Innovazione tecnologica volta all’efficienza e ai servizi (intervista a Bruno Bellò, Presidente di Co.Aer) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 39

Pad. 3 - Stand H41 - L32

Bere acqua del rubinetto, si risparmia e si rispetta l’ambiente (intervista a Lorenzo Tadini, Presidente di Aqua Italia) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 40 Perché è necessario sostenere un settore legato a un bene primario (intervista ad Alberto Caprari, Presidente di Assopompe) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 41

Pad. 2 - Stand H39

Aziende in evidenza pag. 70 AERMEC . . . . . . . . APEN GROUP . . . 46, 73 ARISTON . . . . . . . . 46 AUMA . . . . . . . . . . 48, 71 BAXI . . . . . . . . . . . 48 CALEFFI . . . . . . . . . 48, 69 CARRIER . . . . . . . . 50 CHAFFOTEAUX . . . 50 CIB UNIGAS . . . . . 46 CILLICHEMIE . . . . . 52, 67 CLIVET . . . . . . . . . . 52, 56, 65 COSMOGAS . . . . . 52 DELTACALOR . . . . . 54 DORIN . . . . . . . . . . . 63, 74 ENOLGAS . . . . . . . . 54, 61

pag.

EUROTUBI . . . . . . . . FERROLI . . . . . . . . . . FRACCARO . . . . . . . GEBERIT . . . . . . . . GLOBAL . . . . . . . . GVR POMPE . . . . . HAIER . . . . . . . . . . HONEYWELL . . . . . ICI CALDAIE . . . . . . MITA . . . . . . . . . . . OFFICINE DI TREVI . PARIGI . . . . . . . . . . PENTAIR . . . . . . . . . PETTINAROLI . . . . . POLIDORO . . . . . . .

54 56, 59 58 58 72 72 57, 60 58 58 60 60 55, 62 68 53, 72 62

pag.

RAGAINI . . . . . . . . RHOSS . . . . . . . . . . RIELLO . . . . . . . . . . ROBUR . . . . . . . . . RUB. UT. BONOMI . TENARIS DALMINE TOSHIBA . . . . . . . . UNICAL . . . . . . . . . VAILLANT . . . . . . . . VIR . . . . . . . . . . . . . VORTICE . . . . . . . . WATTS INDUSTRIES ZUDEK . . . . . . . . .

51, 64 74 62 64 64 49, 66 70 74 66 68 47, 72 68 45, 66

Aziende ANIMA in mostra: • in ordine alfabetico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 71 • in ordine di padiglione e stand . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 73 Sponsor: UL, TIFQ, ATRADIUS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 75, 76 e IV cop. Pad. 24 - Stand P01/09

Pad. 2 - Stand U38


37° Mostra Convegno Expocomfort Milano (Rho-Pero), 23-27 marzo 2010

Dall’23 al 27 Marzo 2010 si rinnova l’appuntamento con MCE - Mostra Convegno Expocomfort, la manifestazione internazionale biennale leader nell’impiantistica civile e industriale giunta alla sua 37° edizione. MCE è un sistema integrato in cui tutta la filiera produttiva e distributiva del settore idrotermosanitario mondiale si incontra e si confronta: un luogo ideale in cui rafforzare e sviluppare i propri rapporti di business e crearne di nuovi. La manifestazione comprende quattro grandi aree: • caldo (efficienza energetica, - bassi consumi, comfort, gestione del sistema clima, componentistica e attrezzeria) • energia (risparmio energetico, energia rinnovabile, nuove soluzioni tecnologiche) • freddo (condizionamento, ventilazione, refrigerazione commerciale, refrigerazione industriale) • acqua (tecnica sanitaria, filiera produttiva, design ed estetica, funzionalità, trattamento acqua). In contemporanae a MCE si svolgono: • la 5° edizione di Next Energy, salone dedicato all’efficienza energetica e alle fonti rinnovabili; • la 3° edizione di Expobagno, esposizione internazionale dell’universo bagno. A cura di Cinzia Alchieri e Giuseppe Bonacina

Marzo 2010 - L’Industria Meccanica

33


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy

Una manifestazione con tante novità per dare slancio alla ripresa economica Massimiliano Pierini è Exhibition Director di MCE – Mostra Convegno Expocomfort

D

ottore, dall’ultima edizione di Mostra Convegno Expocomfort, nel 2008, a questa del 2010 sono passati solo due anni, ma tutto sembra cambiato per via di una crisi mondiale che ha sconvolto il mercato non risparmiando alcun paese e alcun settore industriale. Oggi però sembra che la ripresa non sia solo una speranza ma una realtà in atto. A suo avviso questa edizione di MCE ne può costituire una testimonianza diretta? La presenza di tutti i leader del settore e la numerosa partecipazione delle aziende estere testimoniano la fiducia che tutto il settore conferisce a una fiera come MCE (Mostra Convegno Expocomfort): cinque giorni intensi di relazioni di business per vedere quanto di più innovativo c’è oggi sul mercato e, allo stesso tempo, un luogo di aggiornamento e confronto sui principali trend del settore. MCE 2010 presenta la sintesi, sia qualitativamente sia quantitativamente, più elevata delle soluzioni messe a punto dalle principali imprese italiane ed estere per il mercato del riscaldamento, delle energie rinnovabili, del condizionamento e della refrigerazione, delle tecnologie sanitarie, della componentistica, del trattamento delle acque e del mondo del bagno. Questa edizione vuole essere un luogo ideale d’incontro fra domanda e offerta a sostegno di quella ripresa economica che ci auguriamo proprio da qui possa prendere slancio. Mi piace paragonare la fiera a un grande teatro e gli organizzatori sono coloro che fanno in modo che ci siano gli attori giusti, nel momento giusto, per creare opportunità di business e di confronto professionale. Quali sono gli obiettivi prioritari dell’edizione 2010 di MCE? Punto di forza di MCE è, da oltre 50 anni, la capacità di anticipare i trend e le opportunità offerte al mercato da segmenti nuovi e nicchie particolari e riuscire a interpretarli come opportunità di business per tutti gli operatori. Per questo presentiamo un’edizione 2010 articolata, ricca di sfaccettature e iniziative per offrire spunti interessanti e soluzioni che certamente contribuiranno in modo decisivo all'evoluzione del settore e di conseguenza della domanda e dell’offerta. Inoltre, il ricco programma di eventi speciali, percorsi di visita e sessioni convegnistico-seminariali costituisce un momento importante di aggiornamento per tutte quelle categorie professionali sempre più coinvolte nella scelta di impianti e sistemi in linea con i nuovi criteri di progettazione. Un pubblico di operatori, dunque, che diventa sempre più ampio, edizione dopo edizione e al quale ci rivolgiamo con azioni di comunicazione mirate, eventi e iniziative speciali volte a soddisfare esigenze sempre più sofisticate.

34

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

Come si può valutare la continua crescita di internazionalità di MCE? L’edizione di quest’anno si sviluppa su una superficie espositiva di 350mila metri quadrati lordi con oltre 2300 espositori, di cui più di 600 stranieri, con un incremento delle presenze provenienti, in particolare, dalla Turchia e dai Paesi del Bacino Mediterraneo, dagli Stati Uniti e da tutti i Paesi dell’Est europeo a testimonianza della forte valenza internazionale della manifestazione. La mostra offre quindi, da una parte, una panoramica a livello internazionale delle innovazioni tecnologiche dei settori rappresentati e, dall’altra parte, la possibilità per il “sistema Italia” di confrontarsi con altri paesi e sul piano tecnico e commerciale. Quali le novità più significative di questa edizione di MCE? Fra le novità del 2010 spicca l’iniziativa “Percorso Efficienza & Innovazione” volta a mettere in evidenza quanto di più innovativo esiste a livello mondiale nei comparti che da sempre contraddistinguono l’offerta espositiva. In pratica, l’iniziativa, che è partita nei mesi scorsi, offre la possibilità a tutte le aziende espositrici di segnalare, fra i loro prodotti che saranno presenti alla manifestazione, quelli che si distinguono per eccellenza e innovazione nel campo energetico. Sono stati tantissimi quelli sottoposti alla selezione del Comitato Scientifico di “Next Energy”, presieduto dal Professor Giuliano Dall’O’ del Politecnico di Milano. Peculiarità dell’iniziativa è anche quella di essere un vero e proprio data base consultabile on-line su due siti (www.mcexpocomfort.it e www.ediliziainrete.it), attraverso i quali è possibile accedere automaticamente alla ricerca dei prodotti per il mondo dell’idrotermosanitaria e dell’edilizia. Un percorso virtuale che diventa reale durante la manifestazione, perché rende possibile “toccare con mano” i prodotti partecipanti con l’aiuto di una speciale segnaletica identificativa e di una guida cartacea che accompagna i visitatori fra i padiglioni. Il “Percorso” andrà a coniugarsi con “Verso La Classe A 2010” il “cuore-mostra” nel padiglione 24, dove in un’area espositiva di oltre 500 metri quadrati saranno esposte, in una logica di integrazione tra edificio e impianti, le migliori tecnologie impiantistiche ed edilizie in grado di mettere il progettista nella condizione di concepire edifici a elevatissima prestazione energetica. Infine, segnalo “Showroom Stereo3D”, un’iniziativa che, grazie alle nuove tecnologie 3D, propone un modo innovativo di presentare prodotti e ambientazioni del mondo del bagno. Nell’area Expobagno sarà allestita una speciale “black box” dove, indossando i famosi “occhiali”, i visitatori potranno immergersi in un viaggio virtuale nell’universo progettuale e creativo del mondo bagno.


L’impegno delle aziende di ANIMA per aumentare l’efficienza energetica e ridurre l’inquinamento Sandro Bonomi è Presidente di ANIMA

D

ottor Bonomi, ANIMA sarà presente, come è tradizione da molti anni, a Mostra Convegno Expocomfort per supportare alcuni dei comparti che meglio rappresentano la meccanica “made in Italy” nel mondo. Cosa si aspetta dall’edizione di quest’anno? Le quattro aree tematiche sulle quali è improntata la manifestazione (caldo, freddo, acqua, energia) richiamano l’attenzione di produttori, espositori e utenti su innovazione, comfort, efficienza e risparmio energetico e coinvolgono quindi numerosi comparti rappresentati dalla nostra Federazione: valvolame e rubinetteria, apparecchiature e impianti aeraulici, apparecchiature per la climatizzazione, impianti di refrigerazione, strumenti di misura, impianti di trattamento acque primarie civili e industriali, pompe, apparecchi e componenti per impianti termici, impianti e apparecchiature di insonorizzazione, impianti di cogenerazione, caldareria, materiali antincendio. Le aziende di questi comparti possono trovare nelle singole Associazioni aderenti alla Federazione servizi atti a conoscere il mercato e le normative e il supporto per sviluppare il business attraverso una più elevata competitività in ambito nazionale e internazionale. Rispetto alla precedente edizione di MCE, solo due anni fa, il quadro economico appare, a livello nazionale e mondiale, totalmente mutato, purtroppo in senso negativo. Quali i numeri più significativi per “fotografare” il settore rappresentato da ANIMA? Nel 2009, rispetto al 2008, si è verificata una contrazione dell’attività produttiva (-16,8%), mentre le previsioni per l’anno in corso indicano un’ulteriore flessione, seppure rallentata (-2,7%). Anche le esportazioni sono in linea con il trend della produzione generale: -17,9% nel 2009 e -2,9% nelle previsioni 2010. Anche il livello occupazionale è in diminuzione: accentuata nel 2009 (-3%), ma in ulteriore lieve calo nelle previsioni 2010 (-1,6%). Anche se le previsioni sono oggi improntate a un cauto ottimismo, la ripresa vera e propria sembra ancora lontana. Il processo di risalita sembra confermato dai dati relativi al quarto trimestre del 2009. Si iniziano quindi a identificare opportunità percorribili per le aziende, ma sarà un processo lungo e non è certo che tutte le imprese saranno in grado di portarlo a termine. Ci attendiamo che il Governo individui nella meccanica varia uno dei settori al quale destinare parte delle risorse dello Stato e degli incentivi, ini-

zialmente messi a disposizione al rinnovo parco auto, che ora diventeranno risorse disponibili anche per gli altri settori nell’industria italiana. Ribadiamo in particolare la necessità di una “Tremonti ter” strutturale per i prossimi tre anni oltre a una rottamazione dei macchinari che avrebbe effetti positivi anche sull’efficienza energetica delle aziende, sulla sicurezza sul lavoro e sulla produttività complessiva del “sistema Italia”. L’energia continua a essere un nervo scoperto del nostro sistema produttivo: costa cara, dipendiamo troppo da petrolio e gas, non riusciamo a trovare soluzioni condivise sul nucleare, tanto per citare alcune questioni aperte. Quali a riguardo le proposte di ANIMA? Possiamo dire con orgoglio che la Federazione ANIMA è in Italia la “casa delle tecnologie ad alta efficienza”. Al nostro interno infatti vi sono specifiche Associazioni rappresentative di aziende che vantano categorie di prodotti che puntano al risparmio energetico o all’utilizzo di fonti alternative: dalle pompe di calore alle caldaie, dalla cogenerazione al solare, dalla gestione dell’acqua all’efficienza della componentistica e degli impianti nel loro complesso. La Federazione è a disposizione del Governo e delle Istituzioni per sviluppare programmi e progetti concreti di sviluppo di dispositivi e sistemi ad alta efficienza energetica. Di recente il Ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha sostenuto che l’inquinamento atmosferico, che nel periodo invernale attanaglia molte città italiane, non sia dovuto principalmente alle auto ma a obsoleti sistemi di riscaldamento delle abitazioni. Da qui l’esigenza di rinnovare in tempi relativamente brevi questi impianti con sistemi e apparecchiature a maggior efficienza energetica e minori emissioni inquinanti. Cosa ne pensa? Tutte le associazioni di categoria coinvolte nel tema generale delle tecnologie ad alta efficienza energetica non possono che essere d’accordo con l’osservazione del Ministro. Le imprese della meccanica italiana dispongono di tecnologie virtuose e standard eccellenti che consentono risparmi energetici e bassi livelli di inquinamento. L’adozione diffusa di queste tecnologie si tradurrebbe in una minore dipendenza energetica dall’estero e in una diminuzione dei costi sostenuti dalle imprese e dalle famiglie e quindi darebbe un contributo allo sviluppo del mercato interno. Anche su questo punto ANIMA è disponibile a dare il proprio contributo in termini di conoscenze tecniche e applicative.

Marzo 2010 - L’Industria Meccanica

35


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy

Il necessario rilancio di un settore in cui l’Italia è tra i leader in Europa Paola Ferroli è Presidente di Assotermica

D

ottoressa, soltanto due anni fa, in occasione dell’ultima edizione di Mostra Convegno, si parlava di un mercato in forte crescita. Oggi, invece, ci stiamo chiedendo quando e come finirà questa crisi. Come Presidente di Assotermica, ma anche come responsabile di una grande aziende, come giudica la situazione attuale? La grave crisi economica globale, aggravata dal crollo dell’edilizia, sta determinando una sensibile riduzione dei potenziali di mercato con cui confrontarci. Soprattutto per quel che riguarda le nuove costruzioni, secondo dati del Cresme, dovremo fronteggiare un calo anche del 30% o 40% dell’edilizia residenziale, rispetto ai valori ai quali eravamo abituati. A questo si aggiunge che le previsioni per il 2010 non sono, purtroppo, positive, per quanto concerne i livelli sia di produzione sia occupazionali. Si tratta della logica conseguenza alla frenata della domanda che, come molti economisti prima di me hanno affermato, si protrarrà anche per l’anno in corso. Ci troviamo, pertanto, in una situazione di crisi nella quale ancora non si vede la via d’uscita, ma piuttosto alcuni segnali puntuali di difficile interpretazione. In una situazione così delicata è logico che le aziende razionalizzino i loro investimenti, ma è comunque importante continuare a puntare su innovazione, competenze e professionalità per uscirne ancora più forti di prima. Ciò è tanto più vero in un settore come il nostro nel quale si affacciano con forza tematiche quali l’efficienza energetica, il rispetto dell’ambiente e lo sviluppo delle energie rinnovabili per le quali la nostra industria può dare un contributo molto importante. Quali interventi finanziari e normativi ritiene auspicabili per il rilancio del vostro settore? Oltre a quanto già detto, è utile ricordare che, durante tutto il 2009, la vendita di caldaie per uso familiare a condensazione, ovvero quelle a più alta efficienza, è crollata in misura superiore rispetto alle caldaie tradizionali e al mercato dei ricambi. Se pensiamo agli obiettivi di contenimento dei consumi energetici definiti dall’Europa, ovvero il cosiddetto “Piano 20/20/20” che impone target severi al nostro Paese e al ruolo della climatizzazione, siamo in presenza di un segnale allarmante perché rischiamo di man-

36

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

care i risultati con grave danno per tutti. Non è solo una questione di sanzioni che l’Italia dovrà pagare alla Comunità Europea, ma c’è soprattutto un problema di salute dei cittadini, più che mai attuale dato che stiamo vivendo l’emergenza inquinamento dei grandi nuclei urbani italiani. Le nostre aziende sono già oggi in grado di offrire le migliori tecnologie, ma abbiamo bisogno di maggiori certezze sotto il profilo normativo e finanziario. In tal senso stiamo promuovendo azioni tese ad ammodernare il parco caldaie esistente, composto in gran parte da apparecchi obsoleti e inefficienti, e a facilitare un pieno sviluppo della condensazione anche sul territorio nazionale. Le nostre proposte vanno, quindi, dalla richiesta di stabilizzazione dell’incentivo fiscale del 55% per i generatori di calore a condensazione al bonus per la rottamazione della vecchia caldaia, dal finanziamento agevolato per le famiglie che effettueranno interventi di miglioramento dell’impianto sotto il profilo energetico alla revisione dell’attuale norma sullo scarico a parete dei prodotti della combustione nel caso di caldaie a basse emissioni di NOx. Sono tutte manovre che andrebbero in un’auspicabile direzione di salvaguardia dell’ambiente oltre che avere l’effetto non trascurabile di rilanciare il nostro settore di cui, ricordiamoci, l’Italia è tra i leader in Europa. Da sempre Mostra Convegno rappresenta la manifestazione italiana di riferimento per il settore rappresentato da Assotermica. Con quali attese le aziende si presentano all’edizione di quest’anno? C’è sicuramente grande curiosità e interesse, soprattutto per capire quali novità presenteranno in fiera i player del settore, anche alla luce delle future direttive europee che spingono sempre più verso l’integrazione di sistemi e tecnologie. Molte aziende di Assotermica, storicamente legate alla produzione di caldaie cosiddette tradizionali, hanno ampliato il proprio portafoglio di offerte e propongono sul mercato sistemi complessi e integrati. In questo senso lo sviluppo delle energie rinnovabili rientra tra i piani industriali di molte nostre aziende: per quello che mi riguarda da vicino, posso confermare che oggi Ferroli punta infatti molto sul solare termico che si sta rivelando l’applicazione di più facile integrazione impiantistica e anche di miglior accettazione


commerciale da parte dei tradizionali partner del settore termoidraulico. Per il futuro, una volta sciolti alcuni nodi di carattere legislativo, possiamo prevede un’integrazione ancora più spinta di sistemi e tecnologie. All’interno di mostra Convegno, Next Energy e il “Percorso Efficienza & Innovazione” e “Verso la Classe A” potranno dare delle utili indicazioni su tendenze e nuovi ambiti di mercati che si potranno aprire raccogliendo la sfida del risparmio e dell’efficienza energetica. Anche quest’anno Assotermica si dimostrerà molto attiva nell’ambito di Mostra Convegno. Può anticiparci qualcosa? Giovedì 25 marzo, nel pomeriggio, presenteremo uno studio che la nostra associazione ha commissionato al Politecnico di Milano, sede di Piacenza, e al Laboratorio Energia & Ambiente Piacenza (LEAP), uno dei laboratori della Rete di Alta Tecnologia della Regione Emilia Romagna, sul tema “Efficienza energetica ed impatto ambientale degli impianti termici, autonomi e centralizzati”. Si tratta della prima ricerca in questo campo, che si pone come uno strumento al servizio dei professionisti del settore con l’obiettivo di fornire chiare e precise indicazioni sulle prestazioni energetiche dei sistemi di riscaldamento centralizzati e individuali. Il tema è molto sentito perché l’attuale legislazione in materia di certificazione energetica degli edifici, a livello nazionale e in taluni casi in ambito regionale, spinge verso il mantenimento degli impianti termici centralizzati laddove esistenti e alla loro installazione nei nuovi edifici oltre un certo numero di unità abitative. Come Assotermica stiamo promuovendo ambiziosi scenari di sviluppo delle nostre tecnologie e siamo contrari all’imposizione di tutte quelle prescrizioni che non sono giustificate scientificamente. Siamo quindi molto soddisfatti di avere affidato questo studio a un’autorevole università, che ha lavorato in piena autonomia e con la volontà di fare chiarezza su un aspetto molto importante legato alla certificazione energetica degli edifici. Abbiamo inoltre lavorato, nei mesi scorsi, nel Comitato Scientifico di Next Energy per contribuire a valorizzare ulteriormente questa manifestazione nella manifestazione e parteciperemo come relatori ad altri convegni non organizzati direttamente da noi. Recentemente abbiamo letto sulla stampa le Sue dichiarazioni su un possibile piano antismog nelle grandi città, a seguito delle dichiarazioni del Ministro per l’Ambiente, Stefania Prestigiacomo. Ci sono stati sviluppi successivamente? Nel proprio Piano d’Azione per l’Efficienza Energetica, elaborato dal Governo italiano in linea con quanto richiesto dalla direttiva 2006/32/CE concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia e i servizi energetici, si è riconosciuto al riscaldamento e alla produzione di acqua calda sanitaria un potenziale di risparmio energetico di 2,3 Mtep/anno atteso al 2016. Successivamente la Finanziaria del 2007 ha posto le basi per la spinta agli interventi di ammodernamento ed effi-

cientamento volontario degli edifici e degli impianti esistenti, grazie all’introduzione dell’agevolazione IRPEF del 55%, tutt’ora vigente. Certo è che si può e si deve fare di più, così come riconosciuto dalla Direttiva europea 2008/50/CE relativa alla qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa. Nella direttiva si chiede agli Stati Membri di adottare dei Piano d’Azione a breve termine per abbassare il livello d’inquinamento nelle zone a rischio e si cita chiaramente il riscaldamento domestico come un settore prioritario verso cui indirizzare le azioni e i provvedimenti urgenti. In tal senso è bene ricordare che la climatizzazione invernale è ottenuta prevalentemente con impianti termici aventi come generatore di calore una caldaia. Il parco caldaie è composto da circa 19 milioni di apparecchi, in massima parte con rendimenti molto bassi, pertanto caratterizzati da consumi particolarmente elevati e da emissioni inquinanti ingenti. Ciò significa che la grande maggioranza degli apparecchi installati nelle case degli italiani ha basse efficienze e alti consumi ed emissioni. Addirittura, considerando la direttiva 90/396/CE sugli apparecchi a gas, si rileva che circa 7 milioni di pezzi sono antecedenti all’entrata in vigore di questa importante direttiva in Italia. Sulla base di queste considerazioni e in virtù delle recenti dichiarazioni del Ministro Prestigiacomo, abbiamo proposto un incentivo una tantum alla sostituzione della vecchia caldaia con una moderna a condensazione. Tale incentivo, che ha avuto successo in altri settori dimostrando di essere facilmente fruibile e di maggiore impatto per l’utente finale, consentirebbe di vincere le resistenze di chi oggi, senza credito d’imposta o con diverse necessità, difficilmente ricorrerebbe al bonus del 55%. Abbiamo svolto numerosi incontri politici a Roma per presentare il nostro progetto, che ha registrato numerosi consensi e che siamo sicuri possa avere positivi effetti economici per le nostre aziende, leader mondiali nel campo delle caldaie a condensazione, e nella filiera della vendita/istallazione. Un’ultima domanda: la diffusione dei prodotti dei costruttori low cost dell’Estremo Oriente sul mercato italiano, ed europeo in generale, sembra oggi meno pericolosa, forse perché il mercato sembra privilegiare la qualità al prezzo. La ritiene un’analisi corretta? Per far fronte a questo pericolo è necessario continuare a investire, in innovazione tecnologica e formazione delle risorse umane al fine di garantire un elevato standard qualitativo. Il driver principale per mantenere un solido rapporto di partnership con la propria clientela è la qualità dell'offerta, intesa sia in termini di prodotto sia di servizio; una politica basata sul solo prezzo infatti può essere utile per creare vendite occasionali ma non garantisce relazioni continuative e proficue. Fondamentale sarà anche dotarsi di strumenti per difenderci dalle contraffazioni dei nostri prodotti, non solo nel mercato europeo ma in tutte le aree geografiche dove aziende globali di successo vogliano competere.

Marzo 2010 - L’Industria Meccanica

37


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy

Un settore tecnologicamente all’avanguardia, sovente più apprezzato all’estero che in Italia Maurizio Brancaleoni è Presidente di AVR

D

ottore, per molti comparti industriali il 2009 è “un anno da dimenticare”. Così è anche per il settore rappresentato da AVR? Il 2009 è stato, anche per il nostro “sistema Paese” un annus horribilis. Come già anticipato autorevolmente dal Presidente ANIMA, Sandro Bonomi, anch’io ritengo che la meccanica varia abbia tenuto più di altri settori e che il calo significativo di produzione e di export registrato non abbia fortunatamente raggiunto i bassi livelli registrati in altri campi. In sintesi, tutti e quattro i settori (“Rubinetteria sanitaria”, “Valvole e rubinetteria in bronzo e ottone”, “Valvole industriali e attuatori” e “Raccordi”) hanno avuto significativi cali sia nel fatturato sia nell’export. La crisi finanziaria globale, il rallentamento e il blocco degli investimenti pubblici e privati in Italia e in molti altri Paesi e la crescente concorrenza sleale, unitamente all’alternarsi dei costi delle materie prime, sono i principali elementi che hanno caratterizzato l’anno appena trascorso. Le imprese hanno comunque resistito, riducendo i propri margini di profitto ma mantenendo sostanzialmente stabile l’occupazione e gli investimenti in ricerca, sviluppo e formazione. Le aspettative per il 2010 sono in leggero miglioramento anche se la possibile fine della crisi non è ipotizzabile, in generale, prima della fine del 2010 o della prima metà del 2011. Secondo diversi analisti vi sono chiari segnali di ripresa del mercato. Possiamo dire lo stesso del vostro settore e che previsioni si possono fare per l’anno in corso? Il 2010 ha iniziato a presentarsi con deboli segnali di miglioramento, prevalentemente nel campo delle valvole industriali. Per gli altri settori in cui AVR è direttamente coinvolta, e in particolare nell’edilizia, siamo in attesa di verificare le mutevoli condizioni dei mercati di riferimento. La Mostra Convegno Expocomfort 2010 sarà certamente una eccezionale piattaforma dove la domanda e l’offerta avranno una seria possibilità di confronto. Una prima risposta è comunque positiva: l’Italia saprà, nel settore della meccanica varia, e in quello della rubinetteria e valvolame in generale, dimostrare la qualità e la valenza delle sue aziende, dei suoi prodotti e delle sue maestranze. La rubinetteria italiana continua a essere apprezzata, spesso all’estero più che in Italia, per design e qualità dei materiali e dei prodotti realizzati nel pieno rispetto delle normativa, a reale difesa della salute dei consumatori e della tutela ambientale.

38

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

L’Italia sembra finalmente orientata a riprendere la strada dell’utilizzo della fonte nucleare. Quali opportunità tecnologiche e commerciali ritiene si possano aprire per i costruttori italiani di valvole? L’Italia ha grandi opportunità per crescere industrialmente, anche in campo energetico. La realizzazione di impianti di termovalorizzazione, dei rigassificatori e della rinascita del nucleare sono, unitamente agli investimenti e ammodernamento degli impianti di captazione, trattamento, trasporto e depurazione delle acque, alcuni tra i settori dominanti per un serio rilancio del settore. La presenza di molte aziende costruttrici di valvole industriali sul nostro territorio, pone l’Italia all’avanguardia sia nel campo dell’energia nucleare che in quello dell’oil & gas. In campo nucleare, le recenti realizzazioni dell’Enel in campo internazionale (per esempio Mochovce in Slovacchia) e la realizzazione delle prime quattro unità italiane, con tecnologia Areva, fanno ben sperare per le aziende italiane qualificate. Sarà necessario attivare, con Enel, Confindustria, Federprogetti e con gli altri stakeholder, un’attenta campagna di sensibilizzazione, formazione e comunicazione al fine di permettere alle aziende italiane, veramente interessate a operare nel nucleare, di creare una filiera nazionale in grado di partecipare anche a gare in campo internazionale. Mostra Convegno è da sempre una manifestazione di riferimento per l’industria del valvolame e della rubinetteria. Quali novità tecnologiche ci si può aspettare dall’edizione di quest’anno? Le aziende associate ad AVR presenteranno quest’anno molte novità, in termini sia di nuovi prodotti sia di innovazioni tecnologiche. In particolare, merita fare un cenno allo sviluppo di prodotti progettati e costruiti con l’obiettivo prioritario del risparmio energetico, con particolare attenzione agli aspetti ecologici. Prodotti quindi innovativi e altamente tecnologici per competere sempre ai più alti livelli con i mercati internazionali. Vogliamo in pratica dimostrare ancora una volta che la rubinetteria idro-termo-sanitaria italiana continua a voler mantenere la propria posizione dominante, a dispetto di tutte quelle aziende che, più o meno slealmente, concorrono a importare prodotti clonati e falsamente marchiati “made in Italy”. La campagna di sensibilizzazione e di azione a tutela di un


vero marchio di origine “made in” è attualmente allo studio del nostro settore: vogliamo anche noi ripetere i casi di successo registrati per altri settori qualificanti per la nostra bilancia dei pagamenti. Quale bilancio può trarre dai primi due anni della sua presidenza di AVR? E quali iniziative ritiene oggi prioritarie? Il bilancio è certamente positivo anche grazie alla preziosa e continua collaborazione offerta da tutti i miei colleghi del Consiglio Direttivo. Seguire poi le orme dei miei due più recenti e importanti predecessori, Savino Rizzio e San-

dro Bonomi, è uno stimolo costante perché non è facile mantenere il loro ritmo. Il vantaggio è comunque di saperli al fianco della nostra Associazione con consigli e suggerimenti. Le varie commissioni costituite recentemente, Marketing, Formazione ed Energia Nucleare, sono alcuni tra gli strumenti a disposizione degli associati. Infine, una squadra eccezionale di collaboratori permette a noi tutti di ben figurare: in particolare un ringraziamento speciale va alla dott.sa Loredana Nicola e all’ing. Paola Capellini che continuano a seguire, con abnegazione e grande professionalità, il nostro lavoro.

La nostra ricetta per la ripresa? Innovazione tecnologica volta all’efficienza e ai servizi Bruno Bellò è Presidente di Co.Aer

C

iò che è avvenuto in questo ultimo anno e mezzo era assolutamente imprevedibile soltanto due anni fa, quando le aziende di Co.Aer si sono presentate all’ultima edizione di Mostra Convegno. Possiamo cercare di capire cosa è avvenuto e, soprattutto, cosa possiamo prevedere per l’immediato futuro? Già allora c'erano alcuni segnali di sofferenza dei mercati, ma nessuno poteva prevedere una simile crisi, che è bene ricordare non è la nostra crisi: noi l'abbiamo importata da nazioni con modelli industriali e sociali molto diversi dal nostro. Noi siamo vittime di questo sistema speculativo, ma rischiamo di pagare più degli altri perchè per noi la ripresa si annuncia difficile e lunga. Per il futuro dobbiamo capire a chi credere: ai pessimisti, che dicono che il peggio deve ancora venire e annunciano già nel 2010 una ulteriore contrazione del credito, quando le banche vedranno i bilanci negativi 2009 delle imprese, oppure agli ottimisti, che scommettono sulla capacità del nostro tessuto industriale, fatto di piccole e medie imprese manifatturiere, ancora sane , guidate da capaci imprenditori, che rischiano il proprio capitale per far continuare a vivere le loro imprese. Speriamo abbiano ragione i secondi, anche se guardando alla situazione attuale sarebbe quasi un miracolo. Quali interventi di carattere finanziario o normativo le sembrano più utili per un rilancio del vostro settore? Ci vogliono entrambi: interventi di carattere finanziario e fiscale per ridare liquidità e capacità di acquisto ai con-

sumatori che hanno perso valore sui salari e sui risparmi e alle imprese che hanno bisogno di credito per continuare la loro attività. Ma sono necessari anche interventi normativi che stimolino la ripresa della domanda. Il nostro settore è legato all'edilizia e sono necessari provvedimenti di sostegno rivolti all'efficienza e all’ecocompatibilità. Mostra Convegno Expocomfort ha sempre costituito per il settore rappresentato da Co.Aer un momento di grande importanza sotto l’aspetto tecnico e commerciale. Cosa ci possiamo aspettare dall’edizione di quest’anno? Il tema conduttore di MCE 2010 è “verso la classe A” e dovremmo vedere il meglio dell’innovazione tecnologica nel settore degli impianti di climatizzazione. Sono certo che le aziende espositrici presenteranno il meglio della loro produzione per quanto riguarda l'efficienza e il rispetto dell'ambiente, che significa riduzione delle emissioni e impiego di energie rinnovabili. Anche la nostra Associazione sarà presente con un'ampia area dedicata ai sistemi a pompa di calore per la climatizzazione a ciclo annuale, che rappresentano il meglio della produzione delle nostre aziende. È un'area dedicata alla formazione degli operatori che ancora conoscono poco questa tecnologia, che invece negli altri paesi europei proprio in questi ultimi anni ha avuto trend di crescita con percentuali a due cifre. Innovazione tecnologica rivolta alla efficienza e ai servizi, questa è la nostra ricetta per la ripresa.

Marzo 2010 - L’Industria Meccanica

39


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy L’invasione del mercato da parte di prodotti a basso costo e bassa qualità dei costruttori dell’Estremo Oriente sembra essere arrestata. È davvero così? Qual è oggi la risposta del mercato? Francamente non so dire se è l'invasione è arrestata: c'è solo da augurarsi che sia vero almeno quando ci sarà la ripresa, ma in questa situazione di mercato, dove nel 2009 abbiamo avuto un calo della produzione del 20-30% è difficile parlare di prezzi e di prodotti a basso costo. In ogni caso il mercato dei prodotti a basso costo è per noi inavvicinabile e non potremo mai competere sul quel mercato con i produttori asiatici; siamo invece molto competitivi sul mercato dell’alta tecnologia e in questa direzione vanno orientate la ricerca e l’innovazione. L'evoluzione della legislazione ci fa credere che ci sarà un mercato diverso, di prodotti di qualità con prestazioni di eccellenza; fortunatamente abbiamo la tecnologia con la quale affrontare questa sfida: vedremo se sapremo approfittare dell'occasione per riprenderci quei mercati che ci siamo lasciati sfuggire. Per il momento, però, il mercato non sembra premiare i costruttori che hanno investito in tecnologie innovative. Relativamente al settore di competenza di Co.Aer come giudica i provvedimenti riguardanti l’energia (risparmio, impiego di fonti alternative ecc.) che sono stati avviati in questi ultimi anni? A dire il vero di questi provvedimenti si parla tanto ma si vede poco; finora ne hanno beneficiato il settore dell'auto, gli elettrodomestici, l'illuminazione. Noi li aspettiamo con ansia perché siamo produttori di una tecnologia, le pompe di calore, che può dare un contributo significativo alla riduzione dei consumi di energia primaria, alla riduzione delle emissioni di anidride carboni-

ca, perché questi sistemi impiegano energia rinnovabile che prelevano dall'ambiente che ci circonda: l’aria, l’acqua e il suolo. Anche gli incentivi del 55% per le pompe di calore sono arrivati con ritardo, in un momento di crollo dei mercati, quindi non ne abbiamo sentito gli effetti; aspettiamo come dicevo che il nostro Stato faccia quel piano energetico straordinario previsto dalla Legge 99 del 2009 e che recepisca al più presto la direttiva 2009/28 RES sulle energie rinnovabili, con provvedimenti che favoriscano la diffusione dei sistemi a pompa di calore. In Italia sembra prossimo un ritorno all’impiego dell’energia nucleare. Quali prospettive tecnologiche e commerciali si potrebbero aprire per i costruttori di apparecchiature e impianti aeraulici? In Italia il costo dell'energia elettrica è il più caro d’Europa, più del doppio della media; questo è estremamente penalizzante per le imprese e per i consumatori, che hanno quindi dei costi di gestione delle pompe di calore elettriche molto alti, che penalizzano questa tecnologia e vanificano in parte i benefici derivanti dalla riduzione dei consumi. Abbiamo bisogno di energia disponibile a costi competitivi e il nucleare, anche se parzialmente e con tempi lunghi, dovrebbe dare una risposta a queste esigenze. Parallelamente dobbiamo però mettere in atto tutte le risorse per produrre energia con le rinnovabili, senza doverla acquistare dai nostri cugini di oltralpe, che ci vendono come rinnovabile l'energia prodotta con le loro centrali nucleari. La soluzione non può però continuare ad essere quella di acquistare l'energia autoprodotta con il fotovoltaico, a un prezzo doppio di quello con cui viene venduta agli utilizzatori, che forse non sanno che quell'extracosto lo ritroviamo nella nostra bolletta.

Bere acqua del rubinetto, si risparmia e si rispetta l’ambiente Lorenzo Tadini è Presidente di Aqua Italia

D

ottore, molti sondaggi e analisi di mercato sulle abitudini degli italiani sembrano oggi premiare la battaglia che Aqua Italia conduce da sempre a favore dell’acqua di rubinetto per usi alimentari. Ritiene che siamo realmente di fronte a una inversione di tendenza?

40

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

Assolutamente sì. Abbiamo riscontrato, nell’ultimo biennio, che oltre 5 milioni di cittadini sono tornati a bere acqua di rubinetto, trattata o meno, abbandonando l’acqua confezionata. Si tratta di una scelta dettata da vari fattori, non ultimo la maggiore economicità e qualità percepita dell’acqua di ac-


quedotto e anche una crescente presa di coscienza dell’enorme impatto ecologico che l’acqua confezionata ha sulla nostra vita quotidiana e sul nostro ambiente. Nel gennaio scorso il Senato ha approvato, nell’ambito del Decreto Rifiuti, un provvedimento che porta di fatto a una riduzione della vendita di bottiglie e contenitori in plastica per acqua e altri liquidi. Lo ritiene un incentivo efficace per sviluppare ulteriormente la sensibilità degli italiani verso l’impiego dell’acqua di rubinetto? Non è un’iniziativa isolata e testimonia la crescente sensibilità anche a livello istituzionale sulle tematiche del corretto e razionale uso dell’acqua, nonché dell’impatto ambientale a cui accennavo prima. La diffusione della raccolta differenziata è sicuramente uno strumento utile per ridurre l’enorme impatto ambientale che gli imballi, tra cui ovviamente anche quelli dell’acqua confezionata, hanno sull’ambiente. Ciò detto non è comunque possibile, in molte aree italiane, migliorare la percentuale di recupero dei rifiuti oltre i risultati (talvolta modesti) che si sono raggiunti; tutto ciò per ragioni culturali e infrastrutturali. Pertanto, l’educazione a un corretto uso degli imballi e una ragionevole riduzione degli stessi prima che vengano immessi nel ciclo dei rifiuti sono dei fattori primari e assolutamente da perseguire. In quest’ottica è da inquadrare il provvedimento del Senato. Aqua Italia e Federutility sono stati i proponenti delle cosiddette “fontane pubbliche”, già installate in molti Comuni italiani. Quale sviluppo ritiene possa avere questa iniziativa?

Sono sicuramente un esempio tangibile e concreto di come si possa promuovere intelligentemente il consumo dell’acqua di rubinetto trattata o non, riducendo enormemente l’emissione di rifiuti in plastica e quindi di CO2 equivalente in ambiente. L’iniziativa avrà sicuramente positive ricadute e nei prossimi anni le previsioni sono di diverse centinaia di Comuni che installeranno le casette dell’acqua e fontane pubbliche. Anche il settore rappresentato da Aqua Italia ha dovuto in questi due ultimi anni fare i conti con la crisi. Le sembra che vi siano oggi reali segnali di ripresa? Una ripresa concreta e non a sprazzi è ancora lontana. Il settore del trattamento dell’acqua ha goduto, e gode tutt'oggi, di un piccolo vantaggio competitivo dovuto al fatto che alcune tecnologie del settore ben si sposano con la maggiore attenzione del privato nei confronti dell’acqua da bere e altresì garantiscono un consistente risparmio energetico, qualora utilizzate negli edifici. Anche l’ultima recente evoluzione legislativa di cui al D.Lgs. 192/2005 sul risparmio energetico è una testimonianza concreta di quanto sopra. Quali opportunità tecniche e commerciali questa edizione di Mostra Convegno può offrire alle aziende rappresentate da Aqua Italia? Come da tradizione Mostra Convegno è fondamentalmente per le aziende associate ad Aqua Italia; costituisce infatti una vetrina e un punto di contatto con i propri clienti consolidati e con i nuovi potenziali clienti anche provenienti da altri Paesi, a testimonianza della tradizione nell’impegno nell’attività di export delle nostre aziende socie.

Perché è necessario sostenere un settore legato a un bene primario Alberto Caprari è Presidente di Assopompe

D

ue anni fa, in occasione dell’ultima edizione di Mostra Convegno, si parlava di un mercato in crescita per il settore rappresentato da Assopompe. La crisi ha bloccato questo processo, ma forse ora ci sono i primi segnali di una ripresa vera. Come giudica, sia come Presidente di Assopompe che come imprenditore, l’attuale situazione di mercato? Parlare di "ripresa vera" mi pare prematuro, an-

che se si intravvedono alcuni segnali incoraggianti, per qualche impresa già visibili nell'ingresso ordini che pare essersi risvegliato dopo lungo torpore. Non va dimenticato però che quanto successo nell'arco di circa un anno soltanto ha profondamente cambiato lo scenario e la prospettiva per tutti noi, imprese e privati. Il settore delle pompe, in larga parte legato al mondo dell'acqua,

Marzo 2010 - L’Industria Meccanica

41


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy non fa purtroppo eccezione, nonostante dia servizio a un bene indispensabile e sulla bocca di tutti. A mio parere conviene comunque tenere un atteggiamento ottimista, poiché questo è costruttivo a una accelerazione della agognata ripresa. In questo senso voglio ricordare due autorevoli testimonianze che abbiamo raccolto di recente in convegni ANIMA: la prima è la voce di Marco Fortis (Vice Presidente della Fondazione Edison) che fa presente quanto l'indebitamento accumulato dal "sistema Italia", imprese o privati che siano, sia effettivamente ben inferiore non soltanto al caso estremo americano, ma di parecchio anche alla media europea. Questo dovrebbe essere un fattore di maggiore sicurezza temporanea, ma soprattutto una condizione per ripartire ben più di slancio di altri. Invece, Paolo Preti (di SDA Bocconi) più di recente ha veicolato un'immagine di grande forza delle piccole e medie imprese italiane, non solo per il ridotto utilizzo della "finanza creativa", ma per la sana e forte cultura d'impresa in esse spiccatamente radicata. Io ritengo che questa essenza di valore, distintiva rispetto ad altre culture con le quali ci confrontiamo, la si ritrovi in Italia (ma, perché no?, anche in Europa) pure in grandi imprese di qualità. In sostanza, voglio diffondere un cauto ottimismo, che si basa soprattutto sulla consapevolezza dei nostri mezzi. Sono sicuro che il futuro "renderà con gli interessi" i risultati alle imprese di qualità. Solo a quelle però. Quali interventi di carattere finanziario e normativo ritiene si possano auspicare per un rilancio del settore? Su questo tema debbo confessare una sincera rabbia: si fa un gran parlare di comparti e/o prodotti in sofferenza esempio facile il mondo dell'auto - ma nessuno pare ricordarsi che senza pompe non si beve, non ci si lava, non si smaltiscono i reflui industriali, non si coltiva, non si raffredda una centrale di generazione e così via. Più che incentivi alla rottamazione di questo o quell'altro, bisognerebbe riflettere, innanzi tutto, sui "bisogni primari". Assopompe, con ANIMA, sta cercando di sensibilizzare gli enti preposti con una recente iniziativa dedicata. Ma il gap delle infrastrutture, per esempio, da rinnovare è molto elevato, per cui urge accelerare. A proposito di normative, invece, una prima azione del legislatore europeo arriverà già nel 2011 (Direttiva Europea “Energy Using Products”), che imporrà diverse classi di prodotto a basso consumo. Non è certo perfetta o completa, ma è il primo passo di impatto. A detta di molti, la presenza sul mercato di costruttori a basso prezzo dell’Estremo Oriente si è ridotta rispetto al passato per l’incapacità di rispettare le normative europee e i livelli di qualità imposti oggi dagli utilizzatori. La ritie-

42

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

ne una analisi corretta? Sì e no. In effetti, qualcuno è "tornato a casa", riscontrando non solo normative ma un mercato esigente che all'affidabilità di prodotto, o servizio, non vuol certo rinunciare. Il trend generale però, come è evidente su scala globale, non lo si può disconoscere in Europa come in Italia: chi fa produzioni di larga serie, come pure chi basa il suo costo essenzialmente sulla manodopera di produzione, più che ingegnerizzazione, trova nei contesti orientali un vantaggio economico ancora molto forte, che fa acquisire una grande competitività economica qui in occidente. Sono convinto che alla lunga il tutto si riequilibrerà, ma nel frattempo il “pericolo giallo” è cosa concreta per molte imprese e prodotti, che rimangono con le radici soltanto da queste parti. Quali novità tecnologiche ci si può aspettare dai costruttori di pompe che espongono a Mostra Convegno? Facile dire che il tema dell'energia la farà da padrone. Ma anche nuovi materiali, soluzioni e "servizi chiavi in mano". Anche nelle pompe infatti si sta passando gradualmente dal concetto di prodotto, nel senso più classico del termine, alla funzione che questo assolve. Quest’ultima è sempre più "il vero prodotto" per l'utilizzatore finale. In Italia si è tornato a parlare seriamente di un “ritorno al nucleare”. Quali opportunità tecnologiche e di mercato si possono aprire per i nostri costruttori? Per l'Italia in generale ritengo si aprano grandi opportunità per esprimere know-how ed esperienza che, al momento, si manifesta soltanto in impianti che le nostre imprese concorrono a realizzare generalmente all'estero. Nel nostro comparto specifico, vi sono alcune aziende specializzate che potranno fornire prodotti e servizi molto competitivi. Sempre che i tempi non rimandino ai nostri pronipoti … L’attuale crescita di interesse verso le fonti energetiche rinnovabili, particolarmente quella solare e quella eolica, può tornare utile per uno sviluppo tecnologico e commerciale dei costruttori di pompe? Sì, anche se in prevalenza in maniera indiretta. Per muovere l'acqua ci vuole in genere una dose di energia continuativa che le rinnovabili stentano al momento a fornire. Qualche piccolo impianto domestico o agricolo può già beneficiarne, ma sono ancora eccezioni. Certo è che il trend verso queste nuove tecnologie sta iniettando elementi virtuosi e preziosi alla ricerca e sviluppo di tutte le nostre imprese. Le pompe utilizzate in reverse, anche come turbine quindi, per generare energia utilizzando l'acqua quando non si usa, sono un fatto che va consoli❒ dandosi.


Convegni di ANIMA alla 37° Mostra Convegno Expocomfort Nell’ambito di Mostra Convegno Expocomfort, ANIMA e alcune Associazioni federate hanno promosso e organizzato un intenso programma incontri, tutti a partecipazione gratuita.

La sfida ambientale dell’edilizia sociale: politiche a confronto 23 Marzo 2010 h. 14.00 - Centro Congressi – Sala Martini Organizzato da NEXT ENERGY-MCE con la partecipazione di ANIMA

Efficienza energetica ed impatto ambientale degli impianti termici, autonomi e centralizzati Nel corso del convegno, rivolto ai progettisti, agli installatori e a tutti gli operatori della filiera, verranno presentati i risultati del lavoro, contenente le valutazioni di efficienza energetica e impatto ambientale degli impianti termici, autonomi e centralizzati, nel contesto normativo nazionale e regionale. Il calcolo dei fabbisogni di energia termica per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria è stato effettuato in conformità alle norme nazionali UNI TS 11300 e i risultati sono stati ottenuti al variare delle caratteristiche dell’involucro edilizio. Nella convegno si discuterà anche delle principali problematiche legate alla certificazione energetica degli edifici e verrà presentata la visione dell’industria del riscaldamento in linea con le politiche nazionali e europee. 25 marzo, ore 14.00 - Centro Congressi, Sala Libra Promosso e organizzato da ASSOTERMICA

Pompe per acqua, circolatori e motori elettrici ad alta efficienza Con i nuovi Regolamenti Europei quali prodotti rimarranno nel mercato dopo il 2010? Difficile evoluzione od opportunità di sviluppo per il settore? Lo scopo del convegno, organizzato in stile workshop informale, è quello di illustrare ai costruttori, installatori e utilizzatori di elettropompe l’evoluzione obbligata che questi prodotti subiranno nel prossimo futuro, per essere resi conformi agli stringenti obiettivi di ecocompatibilità posti dall’Unione Europea. 25 marzo, ore 14.00 - Pad. 10, Sala Gamma Promosso e organizzato da ASSOPOMPE con la partecipazione di ABB Sace

Le nuove frontiere della Dogana Progetto Dogana Facile. Operatore Economico Autorizzato (AEO). Lotta alla contraffazione 25 marzo, ore 10.00 – 13.00 - Centro Congressi, Sala Scorpio Organizzato da ANIMA e AGENZIE DELLE DOGANE in collaborazione con EASYFRONTIER

Incontri con aziende per analisi di prodotto elettriche e igieniche in conformità DM 174/2004 Reg.1935/2004 CE Materiali e oggetti a contatto con acqua potabile 25 e 26 marzo, ore 9.30 – 17.30 - Pad. 24, Sala Alpha Organizzato da TIFQ e UL ITALIA

Presentazione dei risultati dell’indagine statistica sul mercato del condizionamento per l’anno 2009 Analisi sulla correlazione tra le condizioni climatiche estive e le vendite di condizionatori domestici in collaborazione con i tecnici del Centro Epson Meteo, il legame tra le vendite degli apparecchi per gli impianti non residenziali e l’andamento dell’economia italiana negli ultimi anni 26 marzo, ore 14.30 - Pad. 13, Sala Epsilon Promosso e organizzato da CO.AER

Garantire sicurezza e combattere contraffazione e indicazioni ingannevoli 26 marzo, ore 9.30 – 13.00 - Centro Congressi, Sala Libra Organizzato da Ministero Sviluppo Economico e Cattid con il patrocinio di ANIMA

Marzo 2010 - L’Industria Meccanica

43


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy

ANIMA Federazione delle Associazioni Nazionali dell'Industria Meccanica varia ed Affine Federation of the Italian Associations of Mechanical and Engineering Industries Pad. 3 - Stand H41 L32

AVR Associazione italiana costruttori valvole e rubinetteria Italian valve and fitting manufacturers’ Association Presidente/President: Maurizio Brancaleoni Segretario/Secretary: Loredana Nicola tel. +39 02 45418.571 - fax +39 02 45418.545 avr@anima-it.com - www.associazioneavr.it Pad 3 - Stand H41 L32

Presidente/President: Sandro Bonomi Direttore Generale/General Director: Andrea Orlando Segreteria/Secretariat: Annamaria Gianetti tel. +39 02 45418.501 - fax +39 02 45418.545 anima@anima-it.com - www.anima.it Area Comunicazione e Marketing e Ufficio Studi: Alessandro Durante Area Tecnica: Alessandro Maggioni Area Amministrazione, Finanza, Controllo: Isidoro Scannavino

ASSOCIAZIONE AQUA ITALIA Associazione costruttori impianti e componenti per il trattamento delle acque primarie Water treatment equipment and product manufacturers Presidente/President: Lorenzo Tadini Segretario/Secretary: Roberto Boiocchi tel. +39 02 45418.575 - fax +39 02 45418.545 aqua@anima-it.com - www.aquaitalia.it Pad. 2 - Stand U38

ASSOPOMPE Associazione italiana produttori pompe Italian association of pump manufactures

Presidente/President: Alberto Caprari Segretario/Secretary: Aldo Janigro tel. +39 02 45418.501 - fax +39 02 45418.545 assopompe@anima-it.com - www.assopompe.it Pad 3 - Stand H41 L32

ASSOTERMICA Associazione produttori apparecchi e componenti per impianti termici Association of italian manufactures of equipment and component for heating system Presidente/President: Paola Ferroli Segretario/Secretary: Federico Musazzi tel. +39 02 45418.567 - fax +39 02 45418.545 info@assotermica.it - www.assotermica.it Pad 2 - Stand H39

CLIMGAS Associazione nazionale di costruttori e distributori di apparecchiature a gas per il condizionamento National association of manufacturers and distributors of gas equipments for air conditioning

COAER Associazione costruttori apparecchiature ed impianti aeraulici Italian association of air treatment equipment manufactures

Presidente/President: Paolo Colaiemma Segretario/Secretary: Alessandro Fontana tel. +39 02 45418.550 – fax +39 02 45418.545 tecnico@anima-it.com

Presidente/President: Bruno Bellò Segretario/Secretary: Giampiero Colli tel. +39 02 45418.556 - fax +39 02 45418.545 info@coaer.it - www.coaer.it

Pad 3 - Stand H41 L32

Pad 24 - Stand P01/09

COSTRUTTORI IMPIANTI FRIGORIFERI Refrigeration Equipment Manufacturers di Assofoodtec member of Assofoodtec

ITALCOGEN Associazione dei costruttori e distributori di impianti di cogenerazione National association of manufacturers and distributors of cogeneration systems

Presidente/President: Marco Nocivelli Segretario/Secretary: Myriam Poli tel. +39 02 45418.562 - fax +39 02 45418.545 assofoodtec@anima-it.com - www.assofoodtec.it

Presidente/President: Silvio Rudy Stella Segretario/Secretary: Alessandro Fontana tel. +39 02 45418.550 – fax +39 02 45418.545 info@italcogen.it - www.italcogen.it

Pad 3 - Stand H41 L32

Pad 3 - Stand H41 L32

UCC Associazione costruttori caldareria Italian Boiler and Pressure vessel Manufacturers’ Association

UMAN Unione costruttori materiali antincendio Fire-fighting equipment manufacturers

Presidente/President: Emanuela Tosto Segretario/Secretary: Federico Cacciatori tel. +39 02 45418.529 - fax +39 02 45418.545 caldareria@anima-it.com - www.caldareria.it

Presidente/President: Roberto Scotti Segretario/Secretary: Alessandro Maggioni tel. +39 02 45418.530 - fax +39 02 45418.545 uman@anima-it.com - www.uman.it

Pad 3 - Stand H41 L32

Pad 3 - Stand H41 L32


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy APEN GROUP

ARISTON

Sistema con caldaia e bruciatore per aerotermi

Scaldacqua a pompa di calore

“A

quaKond Split” è un sistema composto da caldaia a condensazione per esterno con bruciatore a basso NOx abbinabile ad aerotermi interni, disponibile nelle versioni da 34 kW e da 70 kW. L’elevato rendimento di combustione fino al 109% (4 stelle secondo la Direttiva Rendimenti 92/42/CEE e conforme alla Direttiva 2002/91/CED.Lgs. 192 del 19/8/05) permette di conseguire un risparmio di combustibile notevole rispetto ai sistemi tradizionali non a condensazione.

Con l’installazione di questo sistema in caso di sostituzione dell’impianto di riscaldamento è possibile accedere alla detrazione del 55% sul prezzo di acquisto dei prodotti e della realizzazione dell’impianto, compreso lo smaltimento dell’impianto esistente. Ogni caldaia da 70 kW è dotata di serie dei dispositivi di sicurezza, protezione e controllo secondo la normativa Ispesl. Non necessita pertanto del kit Ispesl anche per l’installazione di più caldaie. Infine, il bruciatore a totale premiscelazione aria-gas e il dispositivo di modulazione della potenza termica caratterizzano il sistema AquaKond Split con: ridotta emissione di monossido di carbonio; ridottissima emissione di ossidi di azoto, con classe di emissione di NOx pari a 5 secondo la norma EN483; ridotta emissione di anidride carbonica conseguente all’elevato rendimento di combustione. Pad. 3 - Stand G32/42 www.apengroup.com

46

A

riston presenta gli scaldacqua “Nuos” nelle versioni da 200 e 250 litri che utilizzano il calore dell’aria come fonte rinnovabile per ottenere elevato comfort ed elevati risparmi energetici. Questi scaldacqua sono stati progettati con una tecnologia all’avanguardia che sfrutta il principio termodinamico per riscaldare l’acqua sanitaria contenuta nel bollitore. L’energia utilizzata per questo processo deriva principalmente dal calore estratto dall’aria e in parte dall’energia elettrica necessaria per far funzionare il compressore. Il meccanismo è simile a quello dei frigoriferi e dei condizionatori. Per mezzo di un fluido refrigerante Nuos in 8 ore riesce a riscaldare l’acqua sanitaria fino a una temperatura di 65 °C utilizzando il calore dell’aria prelevata, con una temperatura minima dell’aria (fino a 5 °C per le versioni defrosting). Il calore prelevato dall’aria viene ceduto all’acqua tramite un serpentino avvolto intorno al bollitore, che evita il contatto tra il fluido refrigerante e l’acqua stessa, garantendo così la massima sicurezza nell’utilizzo del prodotto. Il gas ecologico utilizzato è R134A. Gli scaldacqua Nuos possono funzionare secondo tre modalità: • auto, che assicura la produzione di acqua calda a 65 °C in meno di 8 ore in qualunque condizione ambientale; • boost, che attiva contemporaneamente la pompa di calore e la resistenza elettrica per riscaldare l’acqua nel minor tempo possibile; • green, per assicurare il massimo risparmio energetico in quanto funziona solo in pompa di calore. Con Nuos si arriva a ridurre il consumo sino al 75% rispetto ai tradizionali scaldacqua elettrici grazie all’innovativa tecnologia a pompa di calore e al cop di 3,5. Versatili e semplici da in-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

stallare, questi scaldacqua sono facilmente trasportabili e inclinabili in orizzontale, consentendo così l’installazione anche in locali difficilmente accessibili. La grande flessibilità installativa è garantita anche dalla vasta gamma di accessori di canalizzazione dell’aria che semplificano qualsiasi tipologia installativa canalizzando l’aria sia in ingresso che in uscita. Pad. 1 - Stand A01/29 - E02/30 www.aristonheating.it

CIB UNIGAS Sistema di controllo per bruciatori

L’

innova t ivo sistema, adottato da CIB Unigas sulla propria linea di bruciatori, può essere utilizzato per applicazioni sia civili sia industriali. Può essere impiegato sia su bruciatori, costruiti per un singolo combustibile (gas, gasolio, olio combustibile) che su bruciatori misti (gas/gasolio, gas/olio combustibile). Il sistema a controllo elettronico offre numerosi vantaggi: • riduzione delle parti meccaniche in movimento; • apparecchiatura di controllo fiamma incorporata; • controllo di tenuta valvole gas integrato nel sistema; • possibilità d’impiego di vari tipi di sensori di fiamma, in modo da poter utilizzare il sistema camma elettronica/bruciatore nelle più svariate applicazioni; • regolatore di potenza PID; • comando fino a sei azionatori indipendenti per ottimizzare l’efficienza e le regolazioni; • regolazione ottimale del rapporto aria/combustibile, con ripetibilità e precisione delle regolazioni effettuate Pad 7 - Stand U31/40 www.cibunigas.it


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy AUMA Attuatori per impianti di climatizzazione

A

uma presenta una linea innovativa di attuatori elettrici angolari e lineari realizzati appositamente per impianti di riscaldamento e condizionamento (HVAC), prodotti dalla consociata Haselhofer. La linea, denominata “Generation 2”, risponde alle esigenze di integrazione con i sistemi di asset management, che richiedono dispositivi in campo sempre più userfriendly. Questi nuovi attuatori mantengono i principi costruttivi e funzionali dei precedenti, ampliandone le caratteristiche funzionali. In particolare, presentano: • operabilità estesa alle funzioni di asset management; • rinnovate funzioni di diagnostica e sensoristica; • nuove funzionalità dei comandi; • gamma di velocità estesa anche per la versione modulante; • software di programmazione “Auma PC ToolSuite”, anche tramite tecnologia wireless. Design compatto, peso ridotto, coppia costante, nuovo meccanismo per il comando manuale, con telesegnalazione dell’avvenuto inserimento e rinnovata unità di controllo, sono alcune novità di questa nuova serie. Le principali caratteristiche sono: • piena rispondenza ai requisiti della recente EN 15714-2:2009; • ampia gamma di velocità; • elevato grado di protezione (IP 68), con trattamenti anticorrosivi e cicli di verniciatura in linea con la EN ISO 12944-2; • interfaccia a DCS, con vasta scelta

48

di I/O binari e analogici, in accordo a Namur NE 107; • interfaccia con i principali bus di campo; • collegamenti tramite la speciale morsettiera Auma, a presa multi rapida, maggiorata.

di tetto, tutti i dispositivi per il collegamento non sono visibili dall’esterno, mentre il profilo e i rivestimenti sono realizzati nello stesso colore. Pad. 5 - Stand G21 - M30 www.baxi.it

Pad. 10 - Stand B04 www.auma.it

BAXI Collettori solari

L

a nuova gamma di collettori della Baxi comprende modelli da 2 e 2,5 m2 con design innovativo e prestazioni elevate. Ogni componente è stato concepito per garantire flessibilità e

velocità di posa, con massima qualità dei risultati finali. L’installazione può essere effettuata sia in orizzontale che in verticale, a incasso oppure sopra tegola. L’utilizzo delle connessioni con tubo corrugato tra un collettore e l’altro (che distano tra loro 40 mm) permette l’assorbimento delle dilatazioni e delle tolleranze di installazione. I collettori sono dotati di 4 connessioni ad attacco rapido che permettono un’ottimizzazione dei collegamenti idraulici e l’installazione di più collettori in schiera. Per una maggior resistenza agli agenti atmosferici, i collettori presentano il vetro di copertura fissato su un’apposita sede del profilo estruso e assenza di fessure agli angoli per evitare infiltrazioni. La nuova gamma di collettori è dotata di una cornice dalle dimensioni più contenute e una maggior superficie di assorbimento. Le tubazioni poste all’interno hanno una struttura a meandro che favorisce l’ottimale trasmissione del calore, con conseguente incremento dell’efficienza e la possibilità di realizzare installazioni di collettori in schiera. Per favorire la perfetta integrazione del collettore con qualsiasi tipologia

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

CALEFFI Disaeratore per impianti di climatizzazione

I

l disaeratore verticale “Discal®” di Caleffi rimuove in modo continuo l’aria contenuta all’interno del circuito idraulico degli impianti di climatizzazione o solari. Di fatto, rimuove efficacemente le particelle più piccole e limita l’intasamento dell’elemento interno di separazione, contrariamente ai comuni filtri a Y. Inoltre, un’ampia camera di raccolta delle impurità garantisce basse frequenze di pulizia, con scarico dei fanghi anche a impianto funzionante. La sagomatura interna del corpo di entrambi i dispositivi è progettata affinché le perdite di carico, al passaggio del fluido termovettore, risultino essere molto basse. Grazie a questa caratteristica, quindi, possono essere utilizzati senza vincoli nei circuiti idraulici chiusi delle più differenti applicazioni impiantistiche. Infine, entrambi sono progettati in modo tale per cui risulti indifferente il senso di flusso del fluido termovettore. Alcune caratteristiche tecniche sono: • fluidi di impiego: acqua, soluzioni glicolate; • max percentuale di glicole 50%; • campo di temperatura di esercizio da 0 a 110 °C; • massima pressione di esercizio 10 bar; • massima pressione di scarico 10 bar; • capacità di separazione di particelle fino a 5 µm; • attacchi 3/4” e 1” F, con raccordi a bicono per tubo rame con diametro 22 mm. Pad. 7 - Stand A41/51 - C42/52 www.caleffi.it


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy CARRIER Minichiller per climatizzazione e produzione di acqua calda

C

arrier Corp., divisione del gruppo United Technologies Corporation, lancia sul mercato la nuova famiglia “Aquasnap Reversible Plus”, minichiller a pompa di calore aria/acqua a tecnologia inverter con refrigerante R410A per il riscaldamento e la climatizzazione degli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria. Le pompe sono dotate di compressore Twin Rotary DC Inverter che opera sia in modulazione di ampiezza (PAM) che di frequenza (PWM) e che permette di raggiungere un’elevata efficienza, non solo in condizioni nominali, ma anche ai carichi parziali, ottenendo così un alto livello di comfort e limitando al contempo i consumi di energia. Ad esempio, con l’utilizzo di una macchina Carrier da 6 kW in combinazione con pavimenti radianti si otterranno coefficienti di 4,20 di cop e di 3,61 di EER. Il campo operativo di temperature di questi minichiller è molto esteso (da –20 a +30 °C in riscaldamento e da 0 a +46 °C in raffrescamento), consentendo di utilizzare la pompa di calore durante l’intero corso dell’anno. Per quanto riguarda la produzione di acqua calda il campo operativo va da 30 a 60 °C, che si ottiene con temperature esterne comprese tra -10 a +30 °C. Le macchine sono inoltre dotate di un sistema di controllo sofisticato, ma allo stesso tempo di semplice utilizzo: grazie a un intuitivo schermo LCD si può accedere a tutte le funzioni utili sia per ottenere il massimo del comfort (scelta di set point multipli, funzione notturna e sensore di umidità), sia per minimizzare i consumi (differenti curve climatiche e pro-

50

grammazione settimanale). Le pompe di calore della gamma Aquasnap Reversibile Plus possono soddisfare ogni tipologia di applicazione potendosi abbinare a impianti a pavimento, a ventilconvettori e a caloriferi. La gamma dei minichiller Inverter è disponibile nelle tre grandezze da 6,8 e 12 kW certificati Eurovent ed è contraddistinta da dimensioni estremamente ridotte grazie anche al modulo idronico inserito all’interno dell’unità che ne facilita l’installazione. Entro la fine del 2010 la famiglia verrà allargata con le taglie da 4,14 e 16 kW. Pad. 22 - Stand G32/40 - E31/39 www.carrier.com

CHAFFOTEAUX Sistema integrato caldaia e solare per installazioni a incasso

C

haffoteaux presenta “Zelios In”, nuovo sistema integrato solare in tre modelli (25 kW versione a condensazione e 24 e 28 kW versione convenzionale) che ampliano la gamma a incasso e offrono la possibilità di realizzare nella maniera più semplice e compatta un impianto completo con integrazione solare. È la soluzione ideale per nuove installazioni in villette o piccoli condomini con solare autonomo e dove si vogliano evitare ingombri all’interno dell’abitazione. Il bollitore di Zelios In è da 150 litri, in acciaio inox con un serpentino solare. Il gruppo d’integrazione solare ha la pompa con disaeratore integrato, un vaso d’espansione da 18 litri e la valvola miscelatrice termostatica motorizzata. La gestione solare è integrata grazie al clip-in solare che consente di controllare e visualizzare l’intero impianto tramite controllo remoto di serie, senza bisogno di ulteriori centraline. Inoltre, è possibile completare l’installazione con moduli di gestione dell’impianto di riscaldamento per una zona diretta o per due zone anche a differente temperatura. Tali moduli sono integrabili all’interno dell’unità da incasso, in modo da ridurre l’impatto installativo e da evi-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

tare ulteriori ingombri. Il circolatore modulante in continua garantisce m i n o r i consumi e migliore comfort acustico e, regolando le portate in base alle effettive richieste dell’impianto, ne aumenta l’efficienza e ottimizza le prestazioni. La dotazione di serie comprende anche il controllo remoto, che funge sia da sensore ambiente modulante che da sonda esterna, in modo da poter realizzare una termoregolazione completa senza ulteriori spese. Pur adottando un bollitore di grande capacità, Zelios In ha uno spessore di soli 35 cm. Le dimensioni contenute e la struttura dell’unità da incasso in acciaio con trattamento anticorrosione e la chiusura a filo muro, permettono l’installazione in qualsiasi parete. Robusta e razionale l’unità box da incasso è completa e premontata per assicurare maggiore resistenza, rigidità e semplicità d’installazione. I quattro pannelli frontali in metallo sono smontabili singolarmente per consentire l’accesso a tutti i componenti. Zelios In, il sistema con integrazione solare in serie a una caldaia istantanea, permette di evitare sprechi mantenendo il bollitore caldo solo quando c’è apporto solare. In caso contrario, in assenza di contributo di energia prodotta dal sole, la caldaia lavora come una normale mista istantanea per il riscaldamento dell’ambiente e la produzione di acqua calda sanitaria, rispondendo comunque alle molteplici richieste dell’utente. Questa duplice configurazione di funzionamento garantisce una maggiore versatilità installativa permettendo, in fase di montaggio, la predisposizione dell’intero sistema che può essere completato in tempi differenti. Pad. 1 - Stand A01/29 - E02/30 www.chaffoteaux.it


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy CILLICHEMIE Acqua pura, refrigerata e gassata dal rubinetto

L’

attuale trend di installare in casa propria un apparecchio che fornisce acqua affinata a temperatura di acquedotto, refrigerata e refrigerata gassata, sta conquistando un vastissimo pubblico. Gli apparecchi “Cillit-Aqua Dream” di Cillichemie sono in grado di erogare senza limiti acqua filtrata e affinata per cucinare e refrigerata nonché refrigerata gassata per bere. L’installazione elimina l’acquisto dell’acqua in bottiglia, il faticoso trasporto a casa, eliminando nel contempo la crescente presenza di vuoti che risultano essere altamente inquinanti e antiestetici per l’ambiente. Inoltre, meno bottiglie in plastica meno CO2 si produce, proteggendo così l’ambiente dall’effetto serra. Gli apparecchi Cillit-Aqua Dream, oltre all’elevata collaudata affidabilità e resa, sono di ridotte dimensioni, possiedono un aspetto estetico molto gradevole, per cui si inseriscono armoniosamente in qualsiasi ambiente. Possono essere sistemati sopra o sotto il ripiano della cucina, così come su un apposito basamento attrezzato, soluzione in genere scelta nel caso di uffici, studi o comunque luoghi frequentati da molte persone. Pad. 2 - Stand P43 - S38 www.cillichemie.com

CLIVET Unità monoblocco per rinnovo aria negli edifici

“Z

ephir2” è l’unità monoblocco ad alta efficienza della Clivet che rinnova l’aria negli edifici estraendo l’aria viziata, purificando l’aria

52

esterna prima della sua immissione, anche mediante filtri elettronici ad alta efficienza attivi su fumi, polveri fini, virus e batteri. Grazie alla tecnologia della pompa di calore, il recupero termodinamico attivo moltiplica tutto l’anno l’energia contenuta nell’aria espulsa ed elimina le elevate perdite di carico dei sistemi tradizionali. La potenza termica o frigorifera così generata riduce la potenza richiesta al sistema di climatizzazione integrativo e quindi il suo costo impiantistico. Nelle stagioni intermedie la funzionalità del freecooling, immettendo aria esterna purificata nei locali con il semplice funzionamento dei ventilatori senza l’attivazione dei compressori, offre un ulteriore risparmio energetico. Il circuito frigorifero impiega due compressori scroll di taglia diversa, in modo da ottenere più gradini di regolazione e garantire al

contempo la massima efficienza ai carichi parziali. Grazie alla sua capacità di purificazione dell’aria e all’elevata efficienza energetica, Zephir2 è quindi la soluzione ideale nelle diverse tipologie impiantistiche a servizio di applicazioni civili e industriali, in abbinamento a ventilconvettori, sistemi a espansione diretta e VRF/VRV, sistemi radianti e travi fredde, nonché come upgrade di centrali di trattamento aria esistenti. Zephir2 può trattare da 4500 a 16.000 m3/h di aria a seconda della taglia. Pad. 22 - Stand P39 - S32 www.clivet.com

COSMOGAS “Kers” per caldaie

I

l termine “kers” (kinetic energy recovery) è noto da quando questo dispositivo è stato installato su buona parte delle vetture di Formula Uno. Si tratta di un sistema di recupero dell’energia cinetica che normalmente andrebbe persa. Sulle auto l’energia recuperata in frenata viene stoccata in un accumulo e resa immediatamente disponibile al pilota per una miglior accelerazione. In modo simile questo accade nelle caldaie della Cosmogas, in particolare con “NOVAdens K”, dove K sta a indicare proprio il kers, un generatore di calore che sfrutta l’energia che normalmente andrebbe dispersa per tenere in temperatura il microaccumulo e quindi avere immediatamente l’acqua calda sanitaria alla giusta temperatura. Questo recupero di energia avviene senza alcun tipo di consumo e costo aggiuntivo. In pratica, alla chiusura del rubinetto dopo un prelievo di acqua calda una post circolazione della pompa trasferisce il calore non utilizzato dello scam-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

biatore primario brevettato CRR (Circolazione Radiale Ripartita) e dei fumi nel microaccumulo Acquajet, riscaldando l’acqua contenuta al suo interno. In tal modo, alla riapertura del rubinetto, ancora prima dell’accensione del bruciatore, l’acqua calda arriva rapidamente ai servizi. Senza Acquajet, lo speciale microaccumulo studiato e brevettato dal Centro Ricerca e Sviluppo di Cosmogas, il calore nel CRR e dei fumi andrebbe completamente perso, con uno spreco di energia. Pad. 7 - Stand A31 - C40 www.cosmogas.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy DELTACALOR Radiatore con detettore di presenza

“E

vo” di Deltacalor è un radiatore elettrico in alluminio estruso con elemento riscaldante in pietra steatite ed elettronica digitale programmabile con detettore di presenza. La potenza è di 1000 W, 1500 W e 2000 W a 230 V. Queste scelte progettuali consentono di ottenere: migliore distribuzione della temperatura sulla superficie anteriore per effetto dell'elevata conduttività dell'alluminio, maggiore inerzia data dalla presenza di un elemento scaldante in pietra steatite, riduzione del consumo energetico vista la presenza del detettore di presenza che riduce autonomamente la temperatura obiettivo qualora non vi siano persone nell'ambiente in cui il radiatore è installato. Grazie al detettore di presenza, il radiatore riduce autonomamente la temperatura. Si stima che passare da una temperatura obiettivo di 20 °C a 18 °C comporti un risparmio del consumo di energia elettrica pari al 25% circa. Il radiatore EVO è stato testato presso il laboratorio LCIE di Parigi ottenendo il marchio di sicurezza elettrica "NF electricite". Pad. 3 - Stand P42 - R42 www.deltacalor.com

ENOLGAS BONOMI Valvole a sfera per gas

L

a “Serie Top Test UNI CIG 7129” di Enolgas Bonomi comprende valvole a sfera per gas dotate di presa di pressione per prova impianto. Si caratterizza per la completezza della gamma in quanto comprende tutte le figure (diritte e a squadra), tutte le possibili connessioni (maschio, femmina o con girello per attacco contatore),

54

con serratura o senza, con presa di pressione filettata o con attacco rapido. Inoltre, la serie “Premium” si caratterizza per un imballo dedicato per ciascuna valvola corredato dalle istruzioni e avvertenze per l’utilizzo in particolare della presa di pressione, nonché dalla chiusura della presa stessa con un tappo metallico. Invece, la “Serie Total Safety” comprende valvole a sfera per gas che si caratterizzano per un triplo dispositivo di sicurezza: • leva antiapertura accidentale (per poter aprire la valvola è necessario premere la leva verso il basso e poi ruotarla); • dipositivo TAS di chiusura automatica in caso di incendio (il dispositivo TAS interviene automaticamente quando la temperatura raggiunge 96

°C chiudendo il passaggio del gas); • dispositivo anti eccesso di flusso (le valvole della serie Total Safety sono dotate di cartuccia di chiusura nell’ipotesi in cui il flusso del gas superi una portata prestabilita di 2000 l/h). Pad. 10 - Stand D38/39 - E32 www.enolgas.it

EUROTUBI EUROPA Sistema di tubi e raccordi in acciaio

“E

urotubi Pressfitting” di Eurotubi Europa è un sistema di tubi e raccordi in acciaio inox e acciaio al carbonio per la realizzazione di impianti per la conduzione di acqua e gas, assemblati con la tecnologia pressfitting. Il sistema si caratterizza per l’estrema rapidità e semplicità di montaggio e per gli elevati standard di qualità, affidabilità e convenienza, confermati dalle omologazioni ottenute presso i più importanti enti certificatori internazionali. In particolare, Eurotubi ha conseguito la prestigiosa omologazione tedesca DVGW 614 sull’intera gamma dei raccordi inox-gas (diametro 15/108). Un traguardo quanto mai importante anche per il mercato italiano, che ha visto recentemente l’introduzione della norma UNI/TS 11147:2008 specifica per impianti di adduzione gas con tubi e raccordi in acciaio inox. Per la qualità elevata del metallo impiegato, questi impianti offrono indiscutibili vantaggi in termini di durata e sicurezza, grazie all’assenza di corrosione e all’alta resistenza alla deformazione. L’azienda ha inoltre introdotto una nuova

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

soluzione che rende ancora più veloce ed efficiente il lavoro dell’installatore. Si tratta di una sottile pellicola colorata applicata esternamente ai raccordi in corrispondenza delle guarnizioni: una volta eseguita la pressatura, la pellicola si lacera, staccandosi dal raccordo. Al momento del controllo dell’impianto, l’installatore noterà rapidamente se qualche pellicola colorata è rimasta presente sui raccordi, senza bisogno di avvicinarsi fisicamente a tutte le giunzioni. La nuova soluzione pertanto non interferisce in alcun modo con il montaggio e consente una verifica rapida ed efficace di eventuali mancate pressature, scongiurando così la possibilità di perdite. Pad. 10 - Stand D02 www.eurotubieuropa.it


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy CLIVET Il futuro del comfort residenziale

“E

lfoSystem Gaia Edition” della Clivet è il sistema in pompa di calore a ciclo annuale per la climatizzazione residenziale che utilizza l’energia solare in tutte le sue forme e garantisce il comfort per tutto l’anno con un unico impianto. Assicura una riduzione del consumo medio annuo di energia primaria del 55% e delle emissioni indirette di CO2 del 45%. Aumenta la classe energetica dell’abitazione e nel contempo non emette CO2 o NOx. Il cuore del sistema è Gaia, la pompa di calore con tecnologia inverter a c.c. che produce l‘energia termica e frigorifera, integrando in sé tutti i componenti di una centrale termica (inclusi accumulo da 200 litri per l’acqua calda sanitaria e gruppi di pompaggio). Gaia ricava il 75% dell’energia necessaria all’impianto dal sole attraverso la tecnologia della pompa di calore che sfrutta l’energia contenuta in

FERROLI Pompe di calore aria/acqua

L

a nuova serie “RGA +” di pompe di calore del Gruppo Ferroli è stata studiata per soddisfare le richieste del settore terziario e commerciale di potenza medio-piccola. Si tratta di unità compatte e altamente configurabili, costruite per adattarsi alle diverse tipologie di impianti. La gamma si compone di pompe di calore aria/acqua in tre taglie e tre grandezze costruttive con potenze frigorifere nominali da 57 a 122 kW e potenze termiche nominali da 58 a 124 kW. Tutte le unità consentono la produzione di acqua fredda da 5 a 25 °C (in funzionamento estivo) e acqua calda da 25 a 55 °C (in funzionamento invernale). Queste sono inoltre predisposte di serie per consentirne un corretto e affidabile funzionamento in tutte le condizioni di aria esterna, indipendente-

56

aria, acqua o terra e solo il 25% dalla rete elettrica. L’unità è predisposta per il collegamento diretto ai pannelli solari termici per cui l’acqua calda sanitaria può essere prodotta con notevoli risparmi. Se abbinata al fotovoltaico Gaia può utilizzare al 100% energia rinnovabile. Gli altri elementi importanti del sistema sono: • ElfoFresh2, rinnovo dell’aria con recupero termodinamico attivo e filtri elettronici; • distribuzione attraverso pannelli radianti, radiatori o ventilconvettori ElfoRoom, dotati di un esclusivo motore elettrico che riduce i consumi

mente dal modo di funzionamento selezionato, grazie all’impiego di un efficiente e sofisticato sistema di controllo continuo della velocità dei ventilatori assiali. Ogni pompa della serie è equipaggiata con due compressori scroll disposti in coppia (tandem) su un circuito frigorifero operante con gas refrigerante R410A, valvola di espansione elettronica, evaporatore a piastre saldobrasate completamente coibentato e protetto mediante pressostato differenziale lato acqua e resistenza elettrica antigelo. Oltre all’accessorio “modulo di pompaggio”, completo di raccorderia idraulica e disponibile con una o due pompe, anche ad alta prevalenza, è anche possibile scegliere l’accessorio “serbatoio di accumulo”, completamente coibentato e configurabile a seconda della tipologia dell’impianto,

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

elettrici dell’80% rispetto a un ventilconvettore di tipo tradizionale; • ElfoControl, controllo centralizzato con sensori ambiente locale per locale, che consente di definire condizioni di funzionamento ottimizzate per l’impianto nel suo insieme oltre che per i singoli elementi che lo compongono. Pad. 22 - Stand P39 - S32 www.clivet.com

sia nella soluzione come accumulo sulla mandata che come accumulo predisposto per circuito primario e secondario. Tutte le unità sono accuratamente costruite e singolarmente collaudate. Pad. 4 - Stand A01/17 - E02/18 www.ferroli.it


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy FRACCARO

GEBERIT

Impianto di riscaldamento a irraggiamento

Raccordi con indicatore ottico e tappo di protezione

F

I

raccaro è il primo produttore al mondo a fornire sistemi di riscaldamento industriale a irraggiamento dall'alto a condensazione con tecnologia brevettata e con rendimenti che vanno dal 101 al 107%. In particolare, “Girad Green” è un innovativo prodotto che, sfruttando i vantaggi combinati della tecnologia radiante e della condensazione, aumenta contemporaneamente il rendimento dell'impianto di riscaldamento e il risparmio energetico complessivo. Fraccaro si è specializzata soprattutto

nel settore del riscaldamento industriale e di grandi aree. I vantaggi dell'irraggiamento rispetto a un tradizionale impianto a convezione si possono riassumere nei seguenti punti: • nessun movimento dell'aria e polveri di lavorazione, di conseguenza maggior benessere rispetto ai sistemi a convezione d'aria; • il calore viene indirizzato esclusivamente nella parte bassa dei locali, dove effettivamente è necessario riscaldare; • i tempi di messa a regime sono molto bassi e di conseguenza i costi di gestione sono inferiori; non essendo necessario riscaldare l'aria, si possono coprire zone localizzate all'interno di grandi aree, differenziando altresì le temperature da zona a zona, cosa non possibile con un impianto a convenzione d'aria. I prodotti progettati e realizzati negli stabilimenti Fraccaro sono: nastri radianti a gas, tubi radianti a gas, emettitori a gas, termostrisce ad acqua o a vapore, bruciatori per forni industriali, barriere d’aria industriali. Pad. 7 - Stand M50 www.fraccaro.it

58

l nuovo indicatore ottico di pressatura presente su tutti i raccordi “Mapress” della Geberit può essere rimosso agevolmente alla fine del processo di pressatura. Indica dove possono trovarsi i raccordi non pressati, prima di eseguire il test di pressione. Il colore della fascetta permette di identificare il materiale del raccordo: il blu contraddistingue i raccordi in acciaio inox, il rosso contraddistingue i raccordi in acciaio al carbonio, il bianco contraddistingue i raccordi in rame, il nero dell’indicatore contraddistingue i raccordi in rame-nichel-ferro. Per una chiara identificazione del marchio e del diametro del raccordo, il logo Geberit e le dimensioni del raccordo sono stampate sulla fascetta dell’indicatore. Questa nuova generazione di raccordi dà garanzie di un lavoro sicuro grazie al nuovo indicatore ottico e all’o-ring profilato, il quale presenta tre zone precompresse sul profilo che permettono di individuare chiaramente eventuali perdite durante la prova di pressione, se il raccordo non è stato pressato. Pad. 11 - Stand F33/45 - H32/44 www.geberit.it

HONEYWELL Regolatore multizona

H

oneywell presenta “Evohome”, un regolatore multizona con display touchscreen. Si tratta di un sistema in radiofrequenza, facilmente installabile ovunque, anche in impianti esistenti. Evohome può controllare separatamente le temperature fino a 8 diverse zone all’interno dell’abitazione. L’utente può programmare orari, temperature e zone diverse a seconda delle ne-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

cessità, evitando di riscaldare le stanze inutilizzate. L’interfaccia è molto semplice e intuitiva, grazie allo schermo touchscreen e alla programmazione guidata che permette un’installazione veloce e sicura. Il design è moderno e si adatta a qualsiasi ambiente grazie alle tre cornici interscambiabili di vari colori (nero lucido, bianco lucido, metallo brunito); può essere posizionato su un ripiano o a muro. Evohome permette il controllo dei sistemi di riscaldamento a pavimento, radiatori, valvole di zona, moduli relè di caldaia e regolatori per valvole miscelatrici e consente risparmi che possono raggiungere anche il 30%. Pad. 7 - Stand P41 - S50 www.honeywell.it/home

ICI CALDAIE Piattaforma integrata per controllo produzione e distribuzione del calore

I

ci Caldaie presenta un nuovo modello di caldaia “Codex” a condensazione a tre giri di fumo, disponibile con potenze sino a 1,6 MW, e il progetto “Sidera 30” consistente nell’applicazione stazionaria delle celle a combustibile per la produzione di calore ed energia elettrica. Inoltre, presenta “e-term”, una piattaforma integrata di apparecchiature elettroniche che, opportunamente connesse, raccolgono e trasmettono informazioni che elaborate consentono la gestione, anche da remoto, dell’andamento globale del sistema che genera e distribuisce calore. Grazie a e-term chiunque potrà monitorare la produzione e la distribuzione di calore migliorando l’efficienza grazie alla comunicazione bidirezionale tra centrale di produzione e periferia dell’utenza. Pad. 5 - Stand S21 - T21/30 - U30 www.icicaldaie.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy HAIER Condizionatori per il residenziale

“D

ignity top class” è una gamma di condizionatori per il residenziale di Haier A/C disponibile con pannello frontale in tre varianti colore e adattabile a ogni tipo di arredo. La linea Dignity utilizza un filtro antibatterico e ionizzatore e ha la possibilità di montare il nuovo filtro RCD che, costituito da un catalizzatore di nuovissima generazione in ceramica a nido d’ape, è in grado di eliminare totalmente la formaldeide da qualsiasi ambiente (elimina ben il 64% dei gas nocivi e il 54% dei cattivi odori). Oltre a ciò è dotato di tecnologia “O² Refresh”, che permette di mantenere una temperatura piacevole e aria sempre fresca nella stanza senza aprire la finestra.

La linea Dignity è anche molto silenziosa: quando si preme il pulsante “power/soft” due volte, l’unità interna opera con rumorosità 22db (A). Per evitare sprechi energetici tutta la gamma Dignity è dotata di compressori di ultima generazione DC inverter che garantiscono una notevole resa con parametri al di sopra di quelli necessari per la classificazione energetica A.

tura dell’aria mediante la sua umidificazione. La temperatura raggiungibile è detta “temperatura di saturazione adiabatica” e, in funzione dell’efficienza del sistema di umidificazione utilizzato, può essere di diversi gradi centigradi inferiore rispetto alla temperatura dell’aria “secca”. Il raffreddatore adiabatico Mita sfrutta questo principio per migliorare l’efficienza delle batterie alettate a secco ed è utilizzabile per il raffreddamento di miscele di acqua e glicole o per la condensazione di gas frigoriferi. Il raffreddatore adiabatico brevettato della Mita è stato studiato e realizzato per contenere il consumo d’acqua, ridurre al minimo quello di energia elettrica ed eliminare completamente l’immissione di aerosol in atmosfera. L’alta efficienza di saturazione offerta dallo speciale pacco umidificatore, permette di utilizzare un’unica batteria alettata a elevato numero di ranghi, raggiungendo le medesime prestazioni dei tradizionali sistemi con doppia batteria a due soli ranghi. L’umidificazione dell’aria, che normalmente si ottiene tramite bagnatura continua del pacco umidificatore o nebulizzazione di acqua nel flusso d’aria, nel raffreddatore Mita è ottenuta mediante brevi cicli di bagnatura del pacco umidificatore, con intervalli di parecchi minuti l’uno dall’altro: l’acqua necessaria viene rilasciata in modo costante e uniforme, sino al ciclo di bagnatura successivo (in condizioni medie, sono sufficienti da

Pad. 15 - Stand K49 - L36 www.haci.it

MITA Raffreddatore adiabatico

M

ita presenta un nuovo raffreddatore adiabatico ideale per applicazioni a basso impatto ambientale, utilizzato negli impianti di refrigerazione e condizionamento. Il “raffreddamento adiabatico” consiste nell’abbassamento della tempera-

60

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

4 dai 6 cicli/ora di bagnatura, della durata di pochi secondi ciascuno). Pad. 24 - Stand M11 - N12 www.mita-tech.it

OFFICINE DI TREVI Elettropompe sommerse antideflagranti

O

fficine di Trevi presenta il nuovo range di elettropompe sommerse antideflagranti per liquidi 4'' Atex che hanno ottenuto la certificazione dal Cesi, leader nel mercato delle prove e certificazioni di apparati elettromeccanici. Queste elettropompe sono ora una soluzione certificata di Categoria 2G per il funzionamento su applicazioni in Zona 1 e Zona 2. Questo significa che l'elettropompa garantisce protezione in luoghi in cui vi è la possibilità che si manifestino atmosfere esplosive dovute a gas, vapori o nebbie. All'interno della gamma antideflagrante sono disponibili elettropompe per il drenaggio ed elettropompe 4''. Le drenaggio sono monogirante ad asse verticale, idonee per essere installate anche in luoghi di superficie, le elettropompe sommerse 4'' sono centrifuche multistadio, con motori da 0,75 a 2,2 kW. La Certificazione si riferisce alla pompa completa, sia alla parte elettrica sia alla parte idraulica. Pad. 6 - Stand D95 E92 www.officineditrevi.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy PARIGI INDUSTRIES

POLIDORO

Pull-out per i rubinetti della cucina

Bruciatore a premiscelazione

“D

L’

occiamix” della Parigi Industries è il flessibile ideale per i rubinetti con doccetta estraibile pullout installati sui lavelli delle cucine. Come molti altri articoli dell’azienda, rientra nel programma dell’azienda di ottenimento delle massime certificazioni mondiali del settore, a garanzia dell’alta qualità. Attualmente Docciamix è certificato dal DVGW secondo le norme W543, W270 e KTW classe A in Germania, dal CSTBat in Francia, dove è stato approvato anche secondo i regolamenti ACS, dal KIWA olandese, dal SITAC svedese, dall’ETA (VA) danese, mentre è prossimo al conseguimento NSF 61 U.S.A. e WRAS inglese. Grazie al raccordo antitorsione brevettato e disponibile su richiesta, il flessibile non si attorciglia e mantiene durante il suo utilizzo elevatissime caratteristiche di maneggevolezza. I principali dati tecnici sono: • tubo interno atossico approvato, disponibile per questa applicazione nei diametri: DN 6-8-10; • treccia esterna nylon o acciaio inossidabile; • rivestimento esterno in PVC trasparente su richiesta; • raccordi CW 614N o Cuphin®; • bussole: acciaio inossidabile; • pressione d’esercizio di 6 bar se la treccia è richiesta interamente in nylon, 10 bar se la treccia è in acciaio inossidabile; • temperatura d’esercizio da -5 a +80 °C (nylon) e da -5 a +90 °C (inox) • temperatura ambiente d’installazione da –5 a +50 °C. Pad. 11 - Stand E43 www.parigispa.com

esigenza di produrre caldaie con rendimento sempre più alto nel rispetto delle norme antinquinamento ha portato allo sviluppo del bruciatore a premiscelazione “Premix” della Polidoro. È realizzato con tubolari, piani, in acciaio o fibra.

La fibra metallica applicata al Premix consente di mantenere bassa la temperatura del corpo bruciatore, che conserva così caratteristiche meccaniche tali da sopportare meglio del Premix in acciaio le tensioni associate, allungando la vita del prodotto. Per incrementare ulteriormente il rendimento vi è un mixer aria-gas capace in modo totalmente meccanico di raggiungere una modulazione di potenza 10:1. Pad. 5 - Stand E10 www.polidoro.com

RIELLO Caldaia a condensazione con bollitore ad accumulo doppio

U

na delle soluzioni più efficienti ed ecologiche per il comfort domestico è la combinazione di una caldaia a condensazione con un impianto a energia solare. Per sfruttare al meglio l’efficienza del sistema e lo spazio all’interno delle abitazioni Riello propone il modello “Aludomus KV/200”, che riunisce in un solo apparecchio compatto una caldaia a condensazione ad alto ren-

62

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

dimento e un bollitore ad accumulo della capacità di 200 litri a doppio serpentino per il funzionamento sia con caldaia sia con impianto solare. Grazie al particolare scambiatore realizzato in alluminio e al bruciatore premiscelato, questa caldaia sfrutta la tecnologia della condensazione con il conseguente aumento del rendimento (superiore al 108%) e un risparmio nel consumo di gas. Si caratterizza per la compattezza delle dimensioni e per la dotazione completa dei vari elementi necessari per la realizzazione dell’impianto. È prevista infatti la gestione integrata, all’interno della caldaia, di zone dirette ad alta temperatura e di zone miscelate a bassa temperatura fino a un massimo di tre. Inoltre, tutti i componenti del sistema solare (circolatore, valvola a tre vie) sono già integrati all’interno e non devono quindi essere montati esternamente. Grazie alle ridotte dimensioni d’ingombro, l’installazione risulta semplice e veloce e l’accessibilità frontale a tutti i componenti favorisce le operazioni di manutenzione. Al momento dell’installazione è possibile prevedere il solo montaggio della caldaia con l’implementazione successiva del sistema solare senza aggravio di costi. Aludomus può quindi essere utilizzata anche solo come apparecchio a condensazione da integrare in seguito con l’allacciamento ai collettori solari. La gamma si completa con i modelli “solo riscaldamento” e combinati con accumulo integrato da 80 e120 litri. Pad. 3 - Stand A31/59 - E32/60 www.riello.it


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy GRUPPO RAGAINI

ROBUR

“Sistema clima” in alluminio

Pompe di calore ad assorbimento a metano

“H

R

ox”, nuovo marchio del Gruppo Ragaini, definisce il comfort climatico puntando sulla sostenibilità delle lavorazioni, dei materiali, dei cicli di vita, sulla qualità vera, concreta, durabile, sulle alte prestazioni. I prodotti Hox sono in alluminio, materiale leggero, riciclabile, affidabile e, nel loro insieme, definiscono un sistema coordinato che offre soluzioni di caldo e freddo, completamente in alluminio, per il riscaldamento a pavimento, per innovative modalità di climatizzazione a irraggiamento o con tecnologie fan coil, basate sullo scambio termico acqua/aria con ventilazione forzata. Inoltre, Hox offre un’ampia gamma di corpi scaldanti, connotati da una forte impronta progettuale e da un design italiano di grande stile, ma senza eccessi. Hox utilizza materiali riciclati e riciclabili, riduce i costi energetici in fase di produzione e smaltimento, annulla i processi e i trattamenti inquinanti, sceglie sobrieta “formale” e migliora il lavoro degli installatori. Pad. 3 - Stand R41 - S32 www.grupporagaini.com

64

termica reversibile per riscaldamento ad altissima efficienza e condizionamento, con potenza termica di 37,5 kW. Pad. 7 - Stand K43/49

obur offre la soluzione ideale per il riscaldamento e il condizionamento di condomini, aziende, spazi pubblici e commerciali in modo effi-

www.robur.it

RUBINETTERIE UTENSILERIE BONOMI Valvole d’arresto e di sicurezza

C

ciente e nel rispetto dell’ambiente. Si tratta di una pompa di calore ad assorbimento a metano (GAHP) che utilizza fino al 40% di energia rinnovabile. Con Robur GAHP ogni anno si evita l'emissione di 4,2 t di CO2 e si risparmiano 1,6 tep. È anche un ottimo investimento perché, utilizzando fino al 40% di energia rinnovabile, si guadagnano classi energetiche all’immobile. Inoltre, beneficia della defiscalizzazione del 55%. Con Robur GAHP ogni anno si risparmia fino al 40% sulle spese di riscaldamento rispetto alle caldaie a condensazione. La pompa è l'ideale integrazione di impianti nuovi o esistenti ed è possibile anche condizionare, sempre a metano. Le principali caatteristiche tecniche e le applicazioni ideali sono: • GAHP GS, pompa di calore geotermica per riscaldamento, con potenza termica nominale di 37,6 kW; • GAHP WS, pompa di calore idrotermica per produzione contemporanea di acqua calda e fredda, con potenza termica di 43,9 kW; • GAHP A, pompa di calore aerotermica per riscaldamento ad altissima efficienza, con potenza termica di 41,6 kW; • GAHP AR, pompa di calore aero-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

on una versatile gamma di valvole d’arresto e di sicurezza ad alta affidabilità Rubinetterie Utensilerie Bonomi è in grado di soddisfare efficacemente le esigenze d'installazione più diversificate. Il programma dell’azienda comprende diversi modelli di valvole a sfera in ottone a due vie a passaggio totale e ridotto, per alta e bassa pressione, da impiegare con gas, acqua, vapore, scarichi, olii, petrolio, aria compressa, vernice ecc. Inoltre, offre valvole a squadra, per radiatori, a tre vie, saracinesche e valvole di non ritorno. La gamma include i filetti cilindrici ISO, conici BSPT e NPT femmina/femmina e maschio/femmina, misure da 1/8” a 4” e attacchi a saldare. Molti accessori intercambiabili e nuovi progetti sono costantemente allo studio. L’utilizzo delle tecnologie produttive più avanzate, i severi controlli eseguiti a tutti gli stadi dei processi costruttivi e culminanti nel doppio test di tenuta realizzato sul 100% della produzione, rendono tutti i prodotti dell’azienda totalmente affidabili e duraturi. Pad. 10 - Stand D19 www.rubvalves.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy TENARIS DALMINE

VAILLANT

Tubi per fluidi verniciati con resine epossidiche

Bollitore per gestione multi-energy

T

enaris è l’unico produttore in Italia di tubi in acciaio senza saldatura destinati a impieghi idrotermosanitari, antincendio e allacci acqua e metano. È in grado di fornire prodotti tubolari in un’ampia gamma dimensionale e con diverse finiture (dal grezzo allo zincato, al verniciato con resine epossidiche, al rivestito in polietilene), evadendo gli ordini in tempi ristretti e secondo le necessità del cliente. In particolare, presenta “Dalmine Thermo®”, una famiglia di tubi verniciati con resine epossidiche applicate a caldo, utilizzati per il convogliamento di fluidi nelle installazioni civili e industriali: nella gamma rosso (da ½ a 10”) per impianti antincendio, verde (da ½ a 4”) per il convogliamento dell’acqua e giallo (da ¾ a 4”) per il trasporto metano. Questi tubi evitano all’installatore la verniciatura in cantiere, consentendo di identificare ogni utilizzo in modo facile e sicuro. Inoltre, grazie al suo impianto di zincatura di Piombino (nei pressi di Livorno), Tenaris è in grado di fornire tubi per il trasporto dell’acqua rivestiti mediante immersione a caldo in un bagno di zinco, con una percentuale di piombo inferiore allo 0,005%, cento volte in meno del limite massimo indicato nel decreto del 6 aprile 2004 n. 174 del Ministero della Salute e di gran lunga al di sotto di quanto richiesto dalla norma europea UNI EN 10240. Pad. 11 - Stand V40 www.tenaris.it

66

N

el settore della gestione energetica della abitazioni Vaillant presenta la gamma “allSTOR” che riunisce in modo ottimale differenti fonti d’energia: una caldaia a condensazione o una pompa geotermica, la stazione per acqua calda sanitaria VPM W, un campo solare connesso con la stazione solare VPM S e la termoregolazione auroMATIC VRS 620. Il bollitore allSTOR è ottimizzato e predisposto per una successiva richiesta di installazione di impianto “rinnovabile al 100%”. Può diventare il fulcro di sistemi integrati per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria a elevata efficienza energetica e soprattutto totalmente rinnovabili. Si tratta di un bollitore innovativo in grado di gestire una o più energie contemporaneamente e che usa il principio della stratificazione naturale per creare acqua a differenti livelli di temperatura nelle zone più idonee ad essere utilizzate. All’interno del bollitore l’energia disponibile è sempre immagazzinata con la massima effi-

ZUDEK Chiller condensato ad aria

N

ei suoi stabilimenti Zudek progetta e realizza refrigeratori di liquidi ad aria e ad acqua utilizzabili per qualsiasi esigenza di raffreddamento. Questi refrigeratori hanno una resa perfetta sia nel campo del condizionamento, con temperature dell’acqua positive, che in qualsiasi altro settore, con temperature dei liquidi raffreddati fino a –45 °C. Il corretto uso di refrigeranti naturali (ammoniaca, anidride carbonica e propano) la costruzione attenta e la oculata scelta dei componenti, permettono di rag-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

cienza, salvandola sempre al giusto livello di temperatura ed evitando così di “mischiare” i differenti “gradi” tra loro. La gamma conta su sei versioni, che vanno dal VPS 300/2, pensato per abitazioni monofamiliari, al VPS 2000/2 nato per soddisfare esigenze di abitazioni plurifamiliari e consta di due moduli, installabili direttamente sul bollitore o a parete tramite connessione “Plug&Play”, che ottimizzano ulteriormente l’utilizzo di energia solare e dell’acqua calda sanitaria, aumentando così le performance e il risparmio energetico del sistema. Pad. 5 - Stand A01/19 - C16 - D01 www.vaillant.it

giungere elevati risparmi energetici. In particolare, si segnala “Airmatik”, il chiller condensato ad aria con refrigerante ammoniaca che opera con temperature esterne fino a 48 °C. Come tutti i prodotti Zudek, è controllato dalla logica di funzionamento adattiva “chiller cibernetico Zudek”. Pad. 24 - Stand A01 - B04 www.zudek.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy PENTAIR WATER

VIR

WATTS INDUSTRIES

Controller per valvole

Valvole di bilanciamento dinamico

Moduli di termoregolazione e contabilizzazione del calore

P

entair Water ha recentemente presentato il nuovo controller SXT per valvola 5600, adatta per applicazioni di addolcimento e filtrazione in campo industriale e residenziale. Versione aggiornata del precedente modello SE, il controller SXT offre una più ampia gamma di opzioni di programmazione per un migliore rendimento. Con nuovo design con display LCD retroilluminato, il controller SXT può essere utilizzato anche con altre valvole della gamma Fleck. Dotato di un sistema di programmazione rapido e intuitivo, permette di configurare in modo semplice e veloce la capacità, l’ora e il giorno di rigenerazione. Consente inoltre di visualizzare le diverse fasi di rigenerazione, il tempo restante del ciclo in corso, il volume residuo di acqua addolcita, il numero rimanente dei giorni e la bombola in servizio (in caso di sistema twin). Le opzioni avanzate prevedono anche la possibilità di programmare fino a sei cicli di rigenerazione con regolazione indipendente dei tempi. Grazie a 48 ore di backup dell’alimentazione interna, in caso di mancanza di corrente le impostazioni rimangono in memoria senza perdita di dati. L’indicatore di servizio e la modalità diagnostica facilitano inoltre una pronta valutazione dello stato di funzionamento del controller e l’individuazione dell’eventuale problema. Pad. 6 - Stand E73 - G72 www.pentair.com www.pentairaqua.com

L

e valvole di bilanciamento dinamico della VIR sono dispositivi che mantengono il flusso costante a un valore predefinito. Il bilanciamento è ottenuto in modo automatico, senza dover agire dall’esterno, anche a seguito di modifiche nella configurazione d’impianto. La regolazione è effettuata attraverso una cartuccia tarata su specifica portata. Le estremità con bocchettone permettono di smontare facilmente la valvola dalla linea e sostituire la cartuccia con un’altra eventualmente tarata su

un differente valore. L’innovativa forma rettilinea riduce al minimo le cadute di pressione non necessarie alla regolazione, riducendo la potenza richiesta alla pompa. Le prese di pressione (opzionali) permettono di verificare l’effettivo esercizio della cartuccia all’interno dell’intervallo di pressione differenziale di funzionamento. Tutte le parti della valvola a contatto con l’acqua sono in ottone DZR, la cartuccia è prodotta in materiale plastico e acciaio inossidabile. L’insieme garantisce ottima resistenza alla corrosione anche nelle condizioni non ottimali di pulizia del fluido, tipiche degli impianti di riscaldamento. Pad 10 - Stand D47 - E42 www.vironline.com

68

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

W

atts Industries presenta la nuova gamma “Domocompact” di moduli per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore e dell’acqua sanitaria delle singole utenze allacciate a impianti centralizzati. Comprende tre nuovi prodotti: “Domocompact My Home”, “Family” e “Suite”. Questi prodotti sono i più compatti disponibili sul mercato e sono stati progettati per soddisfare differenti tipologie di impianto e di dimensione dell’utenza finale: My Home per portata fino a 800 l/h, Family da 800 a 2000 l/h e Suite da 2000 a 2800 l/h. Tutti i moduli hanno conformità MID al 100% e favoriscono il raggiungimento di elevati livelli di rendimento energetico (DPR 59/09). Tutti sono equipaggiati con strumentazione di contabilizzazione conforme alla direttiva MID (sezioni sanitarie comprese) e, grazie al protocollo M-bus, sono predisposti all’allacciamento a reti di telelettura. Tutti i prodotti possono essere forniti per l’installazione in un’unica soluzione oppure in due fasi in piena sincronia con l’avanzamento lavori, limitando possibili offese da cantiere. La modularità consente allo stesso modello di essere installato in orizzontale o in verticale e con allacciamenti idraulici da destra o da sinistra. La gamma Domocompact, costituita da 234 modelli, include anche il Domocompact Four Pipes (per gli impianti a quattro tubi) e il Domocompact Manifold (per impianti a due tubi con gruppo distributore a collettori premontato all’interno dello stesso modulo). Pad. 7 - Stand G32/40 www.wattsindustries.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy TOSHIBA Sistema di climatizzazione a pompa di calore

T

oshiba presenta “Estia”, nuovo sistema di climatizzazione a pompa di calore aria/acqua. Si tratta di un sistema multifunzione progettato per consentire una regolazione ottimale del riscaldamento per ambienti domestici e dell’acqua sanitaria e, come ulteriore vantaggio è in grado di climatizzare gli ambienti nel periodo estivo. Estia utilizza una tecnologia con componenti innovativi, quali il compressore rotativo a doppio stadio e l’inver-

ter a corrente continua con controllo vettoriale, in grado di generare una potenza termica maggiore a fronte di un minore assorbimento elettrico. La versione a 4 cavalli del modello top class vanta uno dei migliori cop del mercato a livello mondiale: 4,66. L’inverter Toshiba, di ultima genera-

AERMEC Sistema di gestione e controllo di impianti di climatizzazione

A

ermec ha realizzato “Variable Multi Flow – VMF”, innovativo sistema di gestione e controllo integrato dell’intero impianto di climatizzazione-riscaldamento a ventilconvettori e produzione di acqua calda sanitaria, che soddisfa ogni esigenza in termini di comfort, estensione e tipologia di applicazione. Il sistema per-

70

zione, eroga solo la potenza termica necessaria assorbendo energia elettrica nella quantità minima richiesta e, in condizioni atmosferiche più miti, il sistema regola la temperatura dell’acqua adattando il livello di riscaldamento all’effettiva esigenza degli ambienti. Il sistema Estia, composto da un’unità esterna a pompa di calore, un’unità idronica e un serbatoio dell’acqua calda sanitaria, è facile e rapido da installare e non sono necessarie canne fumarie che richiedono un ulteriore intervento edilizio . L’unità esterna si presenta compatta e per l’ampia estensione di lunghezza delle tubazioni può essere posizionata in qualsiasi spazio esterno. L’unità è dotata di controllo elettronico con timer settimanale che consente la programmazione desiderata della temperatura dell’acqua di riscaldamento in due diverse zone e la temperatura acqua sanitaria nel serbatoio. Un altro esclusivo aspetto di Toshiba Estìa è quello di poter gestire due zone indipendenti dell’abitazione, consentendo di regolare l’acqua alle due aree con temperature differenti fino ai 55 °C. Estia può operare con temperature esterne fino a –20 °C in inverno e a +43 °C nel periodo estivo. Pad. 22 - Stand E31/39 www.toshibaclima.it

mette di controllare, far interagire e dialogare tra loro, istante per istante, i diversi elementi dell’impianto. In particolare, si applica anche alle nuovissime macchine Aermec a tecnologia inverter: pompa di calore inverter; ventilconvettori inverter; sistemi di integrazione quali caldaia e recuperatori di calore. Il sistema VMF permette la totale gestione dell’impianto mediante un unico pannello di controllo centralizzato con tastiera touch, dotato di un menù essenziale e intuitivo e di un display grafico retroilluminato. Ogni elemento è parte di una rete che prevede elementi master ed elementi sla-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

ve. Di ogni elemento si possono impostare, attraverso il menù, tutte le funzioni in base alle esigenze dell’utente: temperatura di ogni locale, modalità di ventilazione, programmazione giornaliera e settimanale, temperatura dell’acqua calda sanitaria. Utilizzando la pompa di calore a inverter ANLI-H e alimentando i ventilconvettori con pompe idrauliche a inverter, si possono adattare e modulare i flussi dei fluidi in gioco, sia il flusso di refrigerante all’interno del circuito della pompa di calore che la portata d’acqua che alimenta i ventilconvettori, alle effettive esigenze dell’utente. Il livello di comfort, resa energetica e risparmio raggiungono il loro massimo se si utilizzano i nuovissimi ventilconvettori FCXI con motore brushless a inverter, che assicurano anche la variazione continua della portata dell’aria. Grazie al pannello di controllo è possibile applicare una gestione a zone, attraverso cui è possibile avere sempre il clima ideale, dove e quando si desidera. La termoregolazione a zone consente di differenziare le temperature dei vari ambienti riscaldandoli o raffrescandoli solo quando è richiesto, consentendo un notevole risparmio economico. Il sistema può gestire e controllare fino a un massimo di 64 zone, ciascuna delle quali composta da un massimo di 6 elementi. L’utente prima si punta a raggiungere la condizione di comfort nel minor tempo possibile. Nella seconda il sistema valuta istante per istante le condizioni degli ambienti climatizzati e le confronta con le richieste dell’utente, ottimizzando l’efficienza energetica complessiva senza prescindere dal soddisfacimento del comfort richiesto. Pad. 22 - Stand K31 - M32 www.aermec.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy frescanti: ventilconvettori, travi fredde, pannelli radianti, radiatori ecc. Inoltre, essendo dotate di caratteristica di controllo a piena autorità, sono in grado di eseguire una corretta regolazione di temperatura anche a carichi parziali dell’impianto.

GVR POMPE Pompe per liquidi lubrificanti

G

VR Pompe è presente sul mercato sia italiano sia estero da oltre 50 anni in qualità di costruttore di pompe volumetriche a ingranaggi. I prodotti di punta sono le serie “BMF” (pompa monoblocco), “MBM” (pompa montata su basamento e accoppiata a motore B3 a mezzo giunto elastico) e “APF” (pompa flangiata accoppiata a motore B3/B14). Queste pompe sono adatte a veicolare tutti quei liquidi lubrificanti privi di

Pad. 10 - Stand C19 - D12 www.pettinaroli.com è prodotto con materiale totalmente riciclabile. Pad. 3 - Stand Z34/42 www.globalradiatori.it

PETTINAROLI

Sistema di ventilazione centralizzato a recupero di calore

Valvole di regolazione automatica della portata

“V

T parti solide in sospensione: colle, additivi, olii, bitumi, nafte dense, BTZ, olii combustibili, sciroppi, melasse, grassi fusi ecc. Le pompe possono essere fornite in tre costruzioni (ghisa, bronzo e acciaio inox Aisi 316) e possono essere personalizzate a seconda del liquido da pompare e della particolare esigenza di ogni utente. Pad. 6 - Stand C63 www.pompegvr.it

GLOBAL RADIATORI Radiatori in alluminio

I

radiatori in alluminio della Global Radiatori permettono una facile e immediata regolazione della temperatura in ogni ambiente consentendo il miglior confort e un notevole risparmio energetico. Questi radiatori possono essere utilizzati anche con acqua a bassa temperatura e con caldaie a condensazione perché l’alluminio è un ottimo conduttore di calore. In particolare, il radiatore “Iseo”, che racchiude in sé 40 anni di esperienza ed evoluzione tecnologica, è in grado di irradiare dolcemente il calore, arredare con stile, risparmiare energia ed

72

VORTICE ELETTROSOCIALI

ra le novità proposte dalla Fratelli Pettinaroli vi sono le valvole “Evopicv”, di regolazione e bilanciamento automatico della portata. Ogni valvola è fondamentalmente la combinazione di due valvole: • una valvola di taratura e regolazione del flusso, manuale o mediante organo motorizzato, con massima autorità e caratteristica fluidica equipercentuale, mediante la quale è possibile un accurato controllo in temperatura (con termostato o controllo modulante). • una valvola automatica di bilanciamento, in grado di mantenere la portata costante, entro il proprio campo di funzionamento. Grazie a una manopola di taratura, è possibile impostare liberamente il valore di portata che rimarrà costante. Queste nuove valvole permettono un semplice e rapido bilanciamento di sistemi di distribuzione idraulici con qualsiasi tipo di corpi scaldanti o raf-

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

ort Prometeo HR 400” della Vortice è un sistema di ventilazione centralizzato a recupero di calore di elevatissima efficienza (92%), installabile in posizione orizzontale e verticale, controllato da un’avanzata suite elettronica e studiato per assicurare il mantenimento, in modalità completamente automatica, delle condizioni ambientali ideali nei locali asserviti, minimizzando al contempo i consumi energetici, nel pieno rispetto delle più recenti norme e direttive europee. I due flussi, in ingresso e uscita, si incontrano (senza peraltro mai venire a contatto diretto, per non pregiudicare la qualità dell’aria in entrata) all’interno dello scambiatore di calore posto al centro del prodotto, laddove si realizza la cessione di calore dall’aria calda a quella fredda. L’efficienza del sistema porta una percentuale di calore scambiato tra i due flussi: nel caso di “Prometeo”, il 92% di efficienza significa, semplificando, che, immettendo aria prelevata dall’esterno a 0 °C ed espellendo aria dall’ambiente a 22 °C, dopo lo scambio la temperatura dell’aria di rinnovo immessa nell’ambiente sarà di circa 20 °C. Pad. 15 - Stand E35 - G26 www.vortice.com


Mostra Convegno Expocomfort - Expobagno - Next Energy RHOSS Prodotti per trattamento aria

I

l nuovo catalogo commerciale di prodotti per il trattamento dell’aria della Rhoss presenta diverse novità di prodotto, tra le quali si segnala “Modular”, nuova serie di unità di trattamento aria. La serie comprende 13 modelli che coprono un campo di portate d’aria da 1500 a 28.000 m3/h. I prodotti Modular hanno una struttura che utilizza pannelli autoportanti tipo sandwich con spessore da 50 mm e isolante termoacustico in poliuretano iniettato o in lana di roccia. Inoltre, si contraddistinguono per elevate

UNICAL Generatori a condensazione

U

nical presenta due importanti novità: la “Serie Modulex Ext” e la “Serie Multiinox”. La prima è un’evoluzione dell’affermato generatore a condensazione Modulex con corpo in Al-Si-Mg e ora installabile anche all’esterno grazie al particolare isolamento XP5D con protezione antigelo. La gamma, che copre potenze da 100 a 900 kW, è stata aggiornata con interessanti particola-

prestazioni meccaniche secondo la UNI EN 1886, dimensioni compatte e possibilità di prevedere la regolazione integrata tale da consentire a una unità di trattamento aria di essere installata e avviata come una unità autonoma. Infine, ogni unità Modular è sinonimo di risparmio energetico grazie all’adozione dei ventilatori plug-fan che fino alla taglia 070 sono dotati di motori EC a commutazione elettronica. Pad. 22 - Stand M39 - N22 www.rhoss.com

ri, tra cui il sistema idraulico per facilitare l’accesso ai comandi interni. La seconda novità è rappresentata dalla gamma “Multiinox”, un generatore che presenta tutti i vantaggi di Modulex Ext: modularità; su più corpi in acciaio inox, per una temperatura scorrevole profonda con ampio range di modulazione; multibruciatore premiscelato; multiventilatore a multicontrollo elettronico. Le differenze sostanziali di Multiinox rispetto al già noto generatore Modulex, sono quindi rappresentate da: AlSi-Mg e basso contenuto d’acqua per Modulex Ext; acciaio inox e alto contenuto d’acqua per Multiinox. La presenza in catalogo dei due generatori, soddisfa così entrambe le scuole di pensiero che si dibattono tra alluminio e acciaio, basso e alto contenuto d’acqua, salvaguardando in entrambi i casi la modularità, per garantire il massimo risparmio energetico, soprattutto se considerato in ottica stagionale. Pad. 5 - Stand G11 - P20 www.unical.ag

74

L’Industria Meccanica - Marzo 2010

OFFICINE MARIO DORIN Compressori semiermetici

D

orin ha ampliato la gamma di compressori semiermetici presentando la serie “Eco Premium”, progettata specificamente per impiego con R134a. Questa nuova gamma di compressori rende possibile un significativo aumento dell’efficienza energetica grazie a: • opportuna scelta di motori elettrici ad alta efficienza; • piastre valvole propriamente dimensionate; • accurata analisi fluidodinamica che permette la riduzione delle perdite di carico attraverso i passaggi interni; • possibilità di azionamento con inverter in un esteso intervallo di frequenze (fino a 90 Hz per taluni modelli); • ampliamento del diagramma di applicazione verso basse temperature di condensazione (fino a 10 °C). L’impiego di questa gamma è particolarmente indicato in applicazioni di refrigerazione commerciale per media temperatura, risultando un’ottima alternativa ai tradizionali sistemi a R404a. Infatti, a fronte del modesto incremento del costo di primo investimento legato alla presenza di compressori di taglia superiore, numerosi sono i vantaggi che scaturiscono dall’impiego della gamma Dorin Eco Premium, tra i quali diminuzione delle pressioni di lavoro, da cui scaturiscono maggiori margini di sicurezza, specialmente nei climi caldi, e incremento del cop di ciclo. Pad. 24 - Stand D20 www.dorin.com


Aziende ANIMA espositrici in ordine alfabetico Padiglione AERMEC spa AIRAGA RUBINETTERIE spa AIRWELL ITALIA srl APEN GROUP spa ARGOCLIMA spa ARISTON THERMO GROUP ATLAS FILTRI srl AUMA ITALIANA srl BALTUR spa BAXI spa BELIMO AUTOMATION AG BERTELLI & PARTNERS srl BLOWTHERM spa BRAHMA spa BRANDONI spa CALEFFI spa CALPEDA spa CARLO NOBILI spa CARLO POLETTI srl CARRIER spa CAV. UFF. GIACOMO CIMBERIO spa CIB UNIGAS spa CILLICHEMIE ITALIANA srl CLIMAVENETA spa CLIVET spa CMT COSTRUZIONI MACCHINE TERMOTECNICHE srl COMAP ITALIA srl COSMETAL srl COSMOGAS srl COVERCO srl CRISMA srl CULLIGAN ITALIANA spa DAB PUMPS spa DAIKIN AIR CONDITIONING ITALY spa DALMINE spa DELTACALOR srl DL RADIATORS spa DYNAMIS srl EBM-PAPST srl EFFEBI spa ELSTER GMBH EMBRACO EUROPE srl ENOLGAS BONOMI spa ETATRON D.S. spa EUROACQUE srl EUROTUBI EUROPA srl FACO spa FAGGIOLATI PUMPS spa FAR RUBINETTERIE spa FARAL spa FCR FILTRAZIONE CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO spa FERRERO RUBINETTERIE srl FERROLI spa FONDERIE SIME spa FONDITAL spa FONTECAL spa FOURGROUP srl FRACCARO OFFICINE TERMOTECNICHE srl FRATELLI FANTINI spa FRATELLI FORTIS srl FRATELLI PETTINAROLI spa FUMAGALLI COMPONENTI spa G E L spa GALLETTI spa GEBERIT MARKETING e DISTR. sa GIACOMINI spa GIANNONI spa GLOBAL di FARDELLI O. & C. srl GREINER spa GRUNDFOS POMPE ITALIA srl GRUPPO ATURIA spa GRUPPO IMAR spa GRUPPO RAGAINI spa GVR POMPE srl HAIER A/C (ITALY) TRADING spa HERMANN srl HITACHI EUROPE srl HONEYWELL srl IBP BANNINGER ITALIA srl

22 5 15 3 15 1 2 10 7 5 15 7 1 7 10 7 6 18 5 22 10 7 2 24 22 22 11 2 7 6 2 2 6 13 11 3 3 15 1 10 7 24 10 2 2 10 13 6 10 3 13 5 4 5 1 7 6 7 18 10 10 18 2 22 11 10 4 3 10 6 6 5 3 6 15 5 13 7 11

Stand

Associazione

K31 - M32 C21/29 K31 - 26 G32/42 G41 - K30 A01/29 - E02/30 R39 - S36 B04 M31 - P40 G21 - M30 A29 M51 R19 - S18 F51 - G52 C32 A41/51 - C42/52 E83 - G82 Show Room Stereo 3D E20 G32/40 E29 - G22 U31/40 P43 - S38 K29 - M21 P39 - S32 H51 - K52 R43/51 V34 A31 - C40 G63 S49 - T32 P35 - R34 A101 M29 - P18 V40 P42 - R42 S41 - T32 S54 R05 - S12 C29 - D22 S51 - T52 E09 - F10 D38/39 - E32 U45 T39 - U36 D02 H19 - K12 C99 G12 P32 - R32 S29 - T26 E12 A01/17 - E02/18 M21 - P30 L20 - P29 E32/40 E97 M50 Show Room Stereo 3D A09 - B08 C19 - D12 C08 P33 - U33 G31 - K40 F33/45 - H32/44 E09 - G02 E22 Z32/42 G47 - H42 L71 - M62/71 - N62 D71 - E66 P21 - S30 R41 - S32 C63 K49 - L36 A21 - C30 E15 - F18 P41 - S50 N33 - P40

CO.AER AVR CO.AER ASSOTERMICA COAER ASSOTERMICA AQUA ITALIA AVR - ITALCOGEN ASSOTERMICA ASSOTERMICA COAER ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA AVR ASSOTERMICA - AVR - ACISM ASSOPOMPE AVR AVR ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI - CO.AER AVR ASSOTERMICA AQUA ITALIA CO.AER CO.AER ASSOTERMICA AVR AQUA ITALIA ASSOTERMICA ASSOPOMPE AQUA ITALIA AQUA ITALIA ASSOPOMPE CO.AER UCC ASSOTERMICA ASSOTERMICA CLIMGAS CO.AER AVR ASSOTERMICA - ACISM - ITALCOGEN ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI AVR AQUA ITALIA AQUA ITALIA AVR CO.AER ASSOPOMPE AVR ASSOTERMICA COAER AVR ASSOTERMICA - CO.AER ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA UMAN ASSOTERMICA AVR AVR AVR AVR AQUA ITALIA CO.AER AVR AVR ASSOTERMICA ASSOTERMICA AVR ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOPOMPE CO.AER ASSOTERMICA CO.AER ASSOTERMICA AVR


Aziende ANIMA espositrici in ordine alfabetico Padiglione ICI CALDAIE spa IMIT CONTROL SYSTEM srl IMMERGAS spa IMPRESIND srl INCOLD spa INDUSTRIAL TRADING spa IRCA spa - divisione RICA IRSAP spa ITAP spa KARL DUNGS srl KSB ITALIA spa LA T.I.S. SERVICE spa LAMBORGHINI CALOR spa LG ELECTRONICS ITALIA spa LOCATELLI IMPIANTI di LOCATELLI GIACOMO LOOS DEUTSCHLAND gmbh LOWARA srl M.B. srl M.I.T.A. srl M.T.A. spa MAICO ITALIA spa MAYA spa MC QUAY ITALIA spa MISA SUD REFRIGERAZIONE spa MITSUBISHI ELECTRIC EUROPE BV NICOTRA GEBHARDT spa O.ERRE spa OFFICINE di TREVI sas OFFICINE MARIO DORIN spa OLIMPIA SPLENDID spa OPUR srl PANASONIC ITALIA spa PARADIGMA ITALIA srl PARIGI INDUSTRY srl PENTAIR WATER ITALY srl POLIDORO spa R.M. MANFREDI snc di MANFREDI MARIO e CARLA RC GROUP spa RHOSS spa RIELLO spa RINNAI ITALIA srl ROBUR spa ROVATTI A.& FIGLI POMPE spa RUBINETTERIE BRESCIANE BONOMI spa RUBINETTERIE FRATELLI FRATTINI spa RUBINETTERIE STELLA spa RUBINETTERIE UTENSILERIE BONOMI srl S.I.C.C. spa SABIANA spa SAER ELETTROPOMPE spa SAMSUNG ELECTRONICS ITALIA spa SANT'ANDREA spa SANYO AIRCONDITIONERS EUROPE srl SIEMENS spa - settore BUILDING TECHNOLOGIES SIMACO ELETTROMECCANICA srl SIT LA PRECISA spa SPERONI spa SUMOTO srl SYSTEMA spa TATA spa TECNOCASA CLIMATIZZAZIONE srl TECNOCLIMA spa TESLA srl THINK WATER srl TONON FORTY spa TURBODEN srl UNICAL AG spa V.A. ALBERTONI srl VAILLANT SAUNIER DUVAL ITALIA spa VARISCO spa VIEGA ITALIA srl VIESSMANN srl VIR VALVOINDUSTRIA ing. RIZZIO spa VORTICE ELETTROSOCIALI spa WATER LINE srl WATTS INDUSTRIES ITALIA srl WILO ITALIA srl WORGAS BRUCIATORI srl ZEHNDER GROUP ITALIA srl ZENIT ITALIA srl ZIEHL-ABEGG ITALIA srl ZIGGIOTTO & C. srl ZUDEK srl

5 5 2 2 24 9 3 3 10 7 6 10 4 15 2 5 6 3 24 24 13 22 13 24 13 13 13 6 24 22 2 15 4 11 6 5 6 24 22 3 5 7 6 10 18 18 10 4 15 6 15 7 15 3 6 7 6 6 2 13 22 1 6 2 22 4 5 11 5 6 11 7 10 15 2 7 6 7 3 6 24 6 24

Stand

Associazione

S21 - T21/30 - U30 V11 - Z16 A33/55 - G38/58 G45 A13 - B14 C11 U49 - V50 E31 - F31 E31 - G32 T51 - U52 E79 - G80 B32 A29 - C22 C35 - E28 S59 T19 - U22 A61 - C54 T59 M11 - N12 N29 - P22 C29 R59 E01/09 U17 - V20 E29 - G22 A19 - C20 C12 D95 - E92 C21 - D20 E41 - G50 S39 - T30 U31 - V36 G29 - H21 E43 E73 - G72 E10 D75 - E72 U21/29 M39 - N22 A31/59 - E32/60 U21/29 K43/49 C84 A41/47 - C42/48 - D42 Show Room Stereo 3D Show Room Stereo 3D D19 K21/29 E41 - G32 L61 - N54 P31 - S28 C31 S31 - T40 F59 - G52 H71 M32/42 E93 - G92 A77 L47 - M48 K19 - M12 A55 - B58 E21 - F29 A97 Z34 U32/40 V24 G11/19 - H11 - N12/19 - P12 B43 A01/19 - C16 - D01 A63 D32/40 G31 - K50 D47 - E42 E35 - G26 V55 - Z54 G32/40 E61 - G54 G59 L31 - M32 C79 D72 F19/29 G93 - H92 A01 - B04

ASSOTERMICA - UCC ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI UMAN UCC ASSOTERMICA AVR ASSOTERMICA ASSOPOMPE - AVR AVR AQUA ITALIA - ASSOTERMICA - CO.AER COAER AQUA ITALIA UCC ASSOPOMPE UMAN CO.AER CO.AER CO.AER CLIMGAS - ITALCOGEN CO.AER ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI CO.AER CO.AER CO.AER ASSOPOMPE ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI CO.AER AQUA ITALIA CO.AER ASSOTERMICA AVR AQUA ITALIA - ASSOPOMPE ASSOTERMICA UMAN COAER CO.AER ASSOTERMICA - CO.AER - CLIMGAS - ITALCOGEN ASSOTERMICA ASSOTERMICA - CO.AER ASSOPOMPE AVR AVR AVR AVR UCC CO.AER ASSOPOMPE CO.AER ASSOTERMICA CLIMGAS - CO.AER ASSOTERMICA - ACISM ASSOPOMPE ASSOTERMICA ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOTERMICA - CLIMGAS ASSOTERMICA - CO.AER CLIMGAS - ITALCOGEN ASSOTERMICA - CO.AER ASSOPOMPE AQUA ITALIA ASSOTERMICA - CO.AER ITALCOGEN ASSOTERMICA AVR ASSOTERMICA ASSOPOMPE AVR ASSOTERMICA AVR CO.AER AQUA ITALIA ASSOTERMICA - AVR ASSOPOMPE ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOPOMPE CO.AER UMAN ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI


Aziende ANIMA espositrici in ordine di posizione Stand

Associazione

PAD. 1

ARISTON THERMO GROUP TECNOCLIMA spa FONDITAL spa EBM-PAPST srl BLOWTHERM spa

Espositore

1 1 1 1 1

A01/29 - E02/30 E21 - F29 L20 - P29 R05 - S12 R19 - S18

ASSOTERMICA ASSOTERMICA - CO.AER ASSOTERMICA CO.AER ASSOTERMICA

PAD. 2

IMMERGAS spa IMPRESIND srl SYSTEMA spa G E L spa CULLIGAN ITALIANA spa CILLICHEMIE ITALIANA srl ATLAS FILTRI srl OPUR srl CRISMA srl LOCATELLI IMPIANTI di LOCATELLI GIACOMO EUROACQUE srl ETATRON D.S. spa COSMETAL srl WATER LINE srl THINK WATER srl

2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2

A33/55 - G38/58 G45 L47 - M48 P33 - U33 P35 - R34 P43 - S38 R39 - S36 S39 - T30 S49 - T32 S59 T39 - U36 U45 V34 V55 - Z54 Z34

ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA - CLIMGAS AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA AQUA ITALIA

RIELLO spa IRSAP spa SIEMENS spa - settore BUILDING TECHNOLOGIES APEN GROUP spa ZEHNDER GROUP ITALIA srl FARAL spa DELTACALOR srl GRUPPO RAGAINI spa DL RADIATORS SPA M.B. srl IRCA spa - divisione RICA GLOBAL di FARDELLI O. & C. srl

3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

A31/59 - E32/60 E31 - F31 F59 - G52 G32/42 L31 - M32 P32 - R32 P42 - R42 R41 - S32 S41 - T32 T59 U49 - V50 Z32/42

ASSOTERMICA - CO.AER - CLIMGAS - ITALCOGEN ASSOTERMICA ASSOTERMICA - ACISM ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA UMAN UCC ASSOTERMICA

FERROLI spa LAMBORGHINI CALOR spa GIANNONI spa PARADIGMA ITALIA Srl S.I.C.C. spa TURBODEN srl

4 4 4 4 4 4

A01/17 - E02/18 A29 - C22 E22 G29 - H21 K21/29 V24

ASSOTERMICA - CO.AER AQUA ITALIA - ASSOTERMICA - CO.AER ASSOTERMICA ASSOTERMICA UCC ITALCOGEN

VAILLANT SAUNIER DUVAL ITALIA spa HERMANN srl AIRAGA RUBINETTERIE spa POLIDORO spa FERRERO RUBINETTERIE srl CARLO POLETTI srl UNICAL AG spa BAXI spa FONDERIE SIME spa GRUPPO IMAR spa ICI CALDAIE spa LOOS DEUTSCHLAND GMBH RINNAI ITALIA srl IMIT CONTROL SYSTEM srl

5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5

A01/19 - C16 - D01 A21 - C30 C21/29 E10 E12 E20 G11/19-H11-M19/20-N12/19-P12 G21 - M30 M21 - P30 P21 - S30 S21 - T21/30 - U30 T19 - U22 U21/29 V11 - Z16

ASSOTERMICA ASSOTERMICA AVR ASSOTERMICA AVR AVR ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA - UCC UCC ASSOTERMICA ASSOTERMICA

DAB PUMPS spa LOWARA srl VARISCO spa SUMOTO srl TESLA srl GVR POMPE srl ZENIT ITALIA srl ROVATTI A.& FIGLI POMPE spa FAGGIOLATI PUMPS spa GRUPPO ATURIA spa R.M. MANFREDI snc di MANFREDI MARIO e CARLA OFFICINE di TREVI sas WILO ITALIA srl PENTAIR WATER ITALY srl KSB ITALIA spa CALPEDA spa SPERONI spa FOURGROUP srl COVERCO srl ZIGGIOTTO & C. srl SIMACO ELETTROMECCANICA srl SAER ELETTROPOMPE spa GRUNDFOS POMPE ITALIA srl

6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6

A101 A61 - C54 A63 A77 A97 C63 C79 D72 C84 C99 D71 - E66 D75 - E72 D95 - E92 E61 - G54 E73 - G72 E79 - G80 E83 - G82 E93 - G92 E97 G63 G93 - H92 H71 L61 - N54 L71 - M62/71 - N62

ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE UMAN ASSOPOMPE ASSOPOMPE AQUA ITALIA - ASSOPOMPE ASSOPOMPE - AVR ASSOPOMPE ASSOPOMPE UMAN ASSOPOMPE UMAN ASSOPOMPE ASSOPOMPE ASSOPOMPE

COSMOGAS srl CALEFFI spa SANT’ANDREA spa FONTECAL spa BRAHMA spa VIESSMANN srl WATTS INDUSTRIES ITALIA srl WORGAS BRUCIATORI srl ROBUR spa BALTUR spa

7 7 7 7 7 7 7 7 7 7

A31 - C40 A41/51 - C42/52 C31 E32/40 F51 - G52 G31 - K50 G32/40 G59 K43/49 M31 - P40

ASSOTERMICA ASSOTERMICA - AVR - ACISM ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA - AVR ASSOTERMICA ASSOTERMICA - CO.AER ASSOTERMICA

PAD. 3

PAD. 4

PAD. 5

PAD. 6

PAD. 7

Pad.


Aziende ANIMA espositrici in ordine di posizione Stand

Associazione

PAD. 7

SIT LA PRECISA spa FRACCARO OFFICINE TERMOTECNICHE srl BERTELLI & PARTNERS srl HONEYWELL srl ELSTER gmbh KARL DUNGS srl CIB UNIGAS spa

Espositore

Pad. 7 7 7 7 7 7 7

M32/42 M50 M51 P41 - S50 S51 - T52 T51 - U52 U31/40

ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA ASSOTERMICA - ACISM - ITALCOGEN ASSOTERMICA ASSOTERMICA

PAD. 9

INDUSTRIAL TRADING spa

9

C11

UMAN

FRATELLI FORTIS srl RUBINETTERIE BRESCIANE BONOMI spa AUMA ITALIANA srl LA T.I.S. SERVICE spa FRATELLI PETTINAROLI spa EFFEBI spa BRANDONI spa EUROTUBI EUROPA srl RUBINETTERIE UTENSILERIE BONOMI srl ENOLGAS BONOMI spa VIR VALVOINDUSTRIA ing. RIZZIO spa GIACOMINI spa CAV. UFF. GIACOMO CIMBERIO spa ITAP spa FAR RUBINETTERIE spa GREINER spa

10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10

A09 - B08 A41/47 - C42/48 - D42 B04 B32 C19 - D12 C29 - D22 C32 D02 D19 D38/39 - E32 D47 - E42 E09 - G02 E29 - G22 E31 - G32 G12 G47 - H42

AVR AVR AVR - ITALCOGEN AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR AVR

V.A. ALBERTONI srl VIEGA ITALIA srl PARIGI INDUSTRY srl GEBERIT MARKETING e DISTR. sa IBP BANNINGER ITALIA srl COMAP ITALIA srl UNINOMINALE DALMINE spa

11 11 11 11 11 11 11

B43 D32/40 E43 F33/45 - H32/44 N33 - P40 R43/51 V40

AVR AVR AVR AVR AVR AVR UCC

NICOTRA GEBHARDT spa O.ERRE spa MAICO ITALIA spa MC QUAY ITALIA spa HITACHI EUROPE srl MITSUBISHI ELECTRIC EUROPE BV FACO spa TATA spa DAIKIN AIR CONDITIONING ITALY spa FCR FILTRAZIONE CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO spa

13 13 13 13 13 13 13 13 13 13

A19 - C20 C12 C29 E01/09 E15 - F18 E29 - G22 H19 - K12 K19 - M12 M29 - P18 S29 - T26

CO.AER CO.AER CO.AER CO.AER CO.AER CO.AER CO.AER ASSOTERMICA - CO.AER CO.AER COAER

PAD. 15

BELIMO AUTOMATION ag LG ELECTRONICS ITALIA spa VORTICE ELETTROSOCIALI spa SABIANA spa ARGOCLIMA spa AIRWELL ITALIA srl HAIER A/C (ITALY) TRADING spa SAMSUNG ELECTRONICS ITALIA spa SANYO AIRCONDITIONERS EUROPE srl DYNAMIS srl PANASONIC ITALIA spa

15 15 15 15 15 15 15 15 15 15 15

A29 C35 - E28 E35 - G26 E41 - G32 G41 - K30 K31 - 26 K49 - L36 P31 - S28 S31 - T40 S54 U31 - V36

COAER COAER CO.AER CO.AER COAER CO.AER CO.AER CO.AER CLIMGAS - CO.AER CLIMGAS CO.AER

PAD. 18

FUMAGALLI COMPONENTI spa CARLO NOBILI spa RUBINETTERIE FRATELLI FANTINI spa RUBINETTERIE FRATELLI FRATTINI spa RUBINETTERIE STELLA spa

18 18 18 18 18

C08 Show Room Stereo 3D Show Room Stereo 3D Show Room Stereo 3D Show Room Stereo 3D

AVR AVR AVR AVR AVR

TECNOCASA CLIMATIZZAZIONE srl OLIMPIA SPLENDID spa GALLETTI spa CARRIER spa CMT COSTRUZIONI MACCHINE TERMOTECNICHE srl AERMEC spa RHOSS spa CLIVET spa MAYA spa TONON FORTY spa

22 22 22 22 22 22 22 22 22 22

A55 - B58 E41 - G50 G31 - K40 G32/40 H51 - K52 K31 - M32 M39 - N22 P39 - S32 R59 U32/40

CLIMGAS - ITALCOGEN CO.AER CO.AER ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI - CO.AER ASSOTERMICA CO.AER CO.AER CO.AER CLIMGAS - ITALCOGEN ASSOTERMICA - CO.AER

ZUDEK srl INCOLD spa OFFICINE MARIO DORIN spa EMBRACO EUROPE srl ZIEHL-ABEGG ITALIA srl CLIMAVENETA spa M.I.T.A. srl M.T.A. spa MISA SUD REFRIGERAZIONE spa RC GROUP spa

24 24 24 24 24 24 24 24 24 24

A01 - B04 A13 - B14 C21 - D20 E09 - F10 F19/29 K29 - M21 M11 - N12 N29 - P22 U17 - V20 U21/29

ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI CO.AER CO.AER CO.AER CO.AER ASSOFOODTEC-FRIGORIFERI COAER

PAD. 10

PAD. 11

PAD. 13

PAD. 22

PAD. 24


37° MOSTRA CONVEGNO EXPOCOMFORT Milano (Rho-Pero), 23 – 27 marzo 2010

IN ANIMA I MAESTRI DEL COMFORT Questa è una Guida per i visitatori di MCE - Mostra Convegno Expocomfort, estratta dalla Rivista “L’Industria Meccanica” (n. 655, marzo 2010). Riporta interviste ad alcuni importanti esponenti dei settori industriali rappresentati in mostra e le principali novità di prodotti e sistemi segnalate da aziende associate ad ANIMA che espongono in fiera. Contiene l’elenco completo delle aziende espositrici associate ad ANIMA, in ordine alfabetico e in ordine di padiglione e stand, per agevolare il visitatore nel suo percorso e guidarlo verso la Federazione ANIMA, le sue Associazioni e le singole aziende. Una manifestazione con tante novità per dare slancio alla ripresa economica (intervista a Massimiliano Pierini, Exhibition Director di MCE) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 34 L’impegno delle aziende di ANIMA per aumentare l’efficienza energetica e ridurre l’inquinamento (intervista a Sandro Bonomi, Presidente di ANIMA) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 35 Il necessario rilancio di un settore in cui l’Italia è tra i leader in Europa (intervista a Paola Ferroli, Presidente di Assotermica) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 36 Un settore tecnologicamente all’avanguardia sovente più apprezzato all’estero che in Italia (intervista a Maurizio Brancaleoni, Presidente di AVR) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 38 La nostra ricetta per la ripresa? Innovazione tecnologica volta all’efficienza e ai servizi (intervista a Bruno Bellò, Presidente di Co.Aer) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 39

Pad. 3 - Stand H41 - L32

Bere acqua del rubinetto, si risparmia e si rispetta l’ambiente (intervista a Lorenzo Tadini, Presidente di Aqua Italia) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 40 Perché è necessario sostenere un settore legato a un bene primario (intervista ad Alberto Caprari, Presidente di Assopompe) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 41

Pad. 2 - Stand H39

Aziende in evidenza pag. 70 AERMEC . . . . . . . . APEN GROUP . . . 46, 73 ARISTON . . . . . . . . 46 AUMA . . . . . . . . . . 48, 71 BAXI . . . . . . . . . . . 48 CALEFFI . . . . . . . . . 48, 69 CARRIER . . . . . . . . 50 CHAFFOTEAUX . . . 50 CIB UNIGAS . . . . . 46 CILLICHEMIE . . . . . 52, 67 CLIVET . . . . . . . . . . 52, 56, 65 COSMOGAS . . . . . 52 DELTACALOR . . . . . 54 DORIN . . . . . . . . . . . 63, 74 ENOLGAS . . . . . . . . 54, 61

pag.

EUROTUBI . . . . . . . . FERROLI . . . . . . . . . . FRACCARO . . . . . . . GEBERIT . . . . . . . . GLOBAL . . . . . . . . GVR POMPE . . . . . HAIER . . . . . . . . . . HONEYWELL . . . . . ICI CALDAIE . . . . . . MITA . . . . . . . . . . . OFFICINE DI TREVI . PARIGI . . . . . . . . . . PENTAIR . . . . . . . . . PETTINAROLI . . . . . POLIDORO . . . . . . .

54 56, 59 58 58 72 72 57, 60 58 58 60 60 55, 62 68 53, 72 62

pag.

RAGAINI . . . . . . . . RHOSS . . . . . . . . . . RIELLO . . . . . . . . . . ROBUR . . . . . . . . . RUB. UT. BONOMI . TENARIS DALMINE TOSHIBA . . . . . . . . UNICAL . . . . . . . . . VAILLANT . . . . . . . . VIR . . . . . . . . . . . . . VORTICE . . . . . . . . WATTS INDUSTRIES ZUDEK . . . . . . . . .

51, 64 74 62 64 64 49, 66 70 74 66 68 47, 72 68 45, 66

Aziende ANIMA in mostra: • in ordine alfabetico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 71 • in ordine di padiglione e stand . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 73 Sponsor: UL, TIFQ, ATRADIUS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 75, 76 e IV cop. Pad. 24 - Stand P01/09

Pad. 2 - Stand U38


37째 mostra convegno expocomfort

IN ANIMA I MAESTRI DEL COMFORT

Pad. 3 - Stand H41 - L32


In ANIMA i maestri del comfort  

Guida per i visitatori di MCE - Mostra Convegno Expocomfort, estratta dalla Rivista “L’Industria Meccanica” (n. 655, marzo 2010). Riporta in...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you