Page 1

Edit riale di Susanna Wermelinger

Auguri a tutti noi bbiamo scelto per l’editoriale una foto bellissima, scattata in una giornata bellissima. È il 3 di dicembre e siamo al Parlamento Europeo di Bruxelles. Ci hanno invitato a proiettare “Petites Historias das Criancas”, l’unico che manca è Gabriele Salvatores, impegnato al lancio del suo nuovo film, “Come Dio comanda”. Inter Campus, un’avventura iniziata come una sfida affascinante, è una realtà e nell’anno del Centenario ha trovato la sua esposizione pubblica, grazie all’altissima professionalità di chi l’ha reso possibile, ma anche grazie al senso artistico e all’impegno di chi ha realizzato il documentario. È una sera rigida a Bruxelles, il presidente Massimo Moratti è arrivato con sua moglie Milly e con sua figlia Carlotta. La foto, scattata dall’obiettivo magico di Franco Origlia (Franco è davvero meraviglioso nel cogliere attimi fuggenti della realtà), è incredibilmente suggestiva. Ferma passato a presente. E siccome parliamo di Inter Campus, proietta anche nel futuro. Al presidente vanno i migliori auguri e un grande grazie. Ha sempre avuto il coraggio di fare le scelte giuste al momento giusto. L’Inter è attualmente campione d’inverno, a dimostrazione che anche quelle recenti sono state premiate. Il Manchester United ci aspetta con il suo ingombrante blasone a febbraio, non c’è nessun timore, anzi c’è la certezza di avere la sfida più difficile e di affrontarla con molto entusiasmo. Così, tanti auguri. Auguri ai campioni d’Italia che hanno inaugurato la stagione, e chiuso la precedente, con una Supercoppa. Auguri a Massimo Moratti, che sa rinnovare il proprio coraggio e dedicarsi all’Inter. Auguri a tutti i protagonisti, a chi è stato ancora più genio di quanto sia mai stato, a chi ha mantenuto le promesse, a chi si è ritrovato dopo infortuni spaventosi come se non fossero mai successi. Auguri a chi ha difeso la rete come da programma, a chi l’ha sostituito con forza e con classe, a chi è stato in panchina pronto a entrare. Auguri a chi continua a essere un campione vero anche se passano gli anni, auguri al Capitano, che è un grande capitano, auguri agli argentini e ai brasiliani, auguri a chi ha confermato quel nostro essere internazionali dimostrando che il colore della pelle non conta, auguri a chi bacia il campo di san Siro, o forse rende grazie al suo Dio, auguri a uno staff che lavora ogni giorno senza fermarsi mai, auguri anche a chi porta i palloni o l’acqua, a chi cura la salute dei nerazzurri, a chi li sceglie, e auguri a voi che ci state a fianco, da San Siro o dalle vostre case. Auguri a chi è nerazzurro dentro e non sa neanche esattamente come sia nata questa storia d’amore. Auguri a chi lo sa e vorrebbe raccontarlo con molto orgoglio al mondo intero. Auguri, di tutto cuore, perché il 2009 vi sia sereno, perché come leggerete nelle parole di Josè Mourinho che aprono questa rivista, voi, tutti voi, siete più ancora importanti del calcio.

A

4

5

editoriale di S. Wermelinger  

auguri e speranze per il 2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you