Page 1

La nostra Mission La nostra Neonatologia, situata al 3° piano della scala A, in continuità strutturale e funzionale con l’Ostetricia e la Ginecologia; ha le caratteristiche di una Struttura Complessa di II livello assistenziale. Il nostro scopo, nel rispetto dell’identità dell’Istituzione, è garantire un’assistenza di buona qualità, nonché tempestiva, equa, efficace, efficiente e centrata sul paziente; ci prefiggiamo di educare il personale ad essere sensibile e a saper anticipare le risposte alle esigenze dei bambini; di creare un ambiente accogliente; di trasformare i reparti di degenza in luogo di sorriso; di donare una cura amorosa, paziente e duttile a seconda delle diverse esigenze; di coniugare missione ed operatività. Il personale di reparto e la Direzione Sanitaria sono a Vostra disposizione per qualsiasi problema; Vi forniranno le informazioni necessarie, ascolteranno le Vostre domande e le Vostre preoccupazioni; cercheranno di semplificare al massimo le procedure. La collaborazione e la disponibilità che Vi chiediamo sono essenziali per far funzionare al meglio i servizi e, quindi, per risolvere nel più breve tempo e nel modo più adeguato i problemi dei Vostri bambini. Organico del Reparto Primario: Dr. Gennaro Vetrano Medici: Dr.ssa Dello Iacono Iride Dr. Parente Carlo Dr. Varricchio Elziario Dr. Rabuano Raffaello Dr.ssa Pasquariello Maria Dr. Furcolo Giuseppe Dr.ssa Majorana Maria Dr. De Simone Alfredo Dr.ssa Limongelli Maria Caposala: Suor Maria Grazia Il nostro Reparto è articolato in quattro sezioni: • Nido • Patologia Neonatale • Terapia Intensiva Neonatale • Ambulatorio Come raggiungerci: • Tel. del Reparto 0824 - 771426

1


Il Nido INFORMAZIONI GENERALI per le future Mamme: • al momento del ricovero è importante avere con sé tutti gli esami effettuati durante la gravidanza, ordinati secondo la data di esecuzione; • è indispensabile portare il proprio libretto sanitario, il codice fiscale ed un documento di riconoscimento che sarà necessario per l’iscrizione anagrafica del neonato, prima della dimissione; • l’iscrizione anagrafica del neonato può essere fatta presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale, dal lunedì al venerdì, ore 8:00-14:00, lunedì e mercoledì, ore 14:30 – 17:30, Tel.: 0824 – 771437; • è importante, prima della dimissione, esibire al neonatologo il certificato di riconoscimento con una fotocopia dello stesso da allegare alla cartella clinica del neonato ed un documento di riconoscimento del genitore. N.B. In caso di mancata presentazione del certificato, il neonato non potrà essere dimesso, anche se il riconoscimento è avvenuto. Gli effetti personali per mamma e bambino Non sono richiesti effetti personali particolari, tuttavia per semplificarne la scelta può essere di aiuto questo elenco. Per la mamma - camicia da notte ampia, preferibilmente aperta sul davanti;. - pigiama o camicia da notte, secondo le abitudini personali, per il dopo parto; - reggiseno adatto per l’allattamento; - prodotti per l’igiene personale. Per il bambino n° 2 - 3 cambi di abbigliamento adeguati alla stagione in corso; n° 2 - 3 asciugamani di piccole dimensioni in fibra di cotone e colore naturali per l’igiene del neonato. Si consiglia alla donna di preparare una busta, con il suo cognome e nome, contenente un cambio completo da consegnare agli operatori al momento del parto. Per il soggiorno in ospedale saranno forniti

2


- kit per il viso e per l’igiene del neonato - acqua - pannolini. La Terapia Intensiva La Terapia Intensiva Neonatale è in grado di creare un ambiente assolutamente “protetto” ove ogni funzione vitale del piccolo è tenuta sotto controllo da personale specializzato con l’ausilio di sofisticate apparecchiature. L’incubatrice lo aiuta a mantenere una temperatura corporea adeguata; i monitors controllano la regolarità del battito cardiaco, del ritmo respiratorio e la giusta quantità di ossigeno nel sangue, il ventilatore, se necessario, aiuta i polmoni ad espandersi e, a respirare. Tutta l’equipe sarà accanto al neonato per assicurare una risposta immediata ad ogni sua necessità. Voi Genitori sarete costantemente informati circa lo stato di salute e le terapie alle quali il Vostro bambino sarà sottoposto, ma dovrete fornirci il vostro “consenso informato”, firmando un documento che, in caso di necessità, ci autorizza ad attivare, procedure assistenziali potenzialmente a rischio di effetti collaterali. Sarete invitati a lasciare il Vostro recapito telefonico in caso di comunicazioni urgenti. Il Vostro contatto fisico, le Vostre carezze, l’apporto del latte materno, saranno sicuramente procedure preziose ed utili al raggiungimento di un risultato ottimale delle cure intensive. Il personale Vi informerà sui tempi e sulle modalità di accesso al Reparto e sulla raccolta, conservazione e fornitura del latte materno. A causa della fragilità dei neonati ricoverati nella Terapia Intensiva e, della facilità con cui possono essere colpiti da infezioni, si raccomanda la massima accortezza nel seguire le indicazioni del personale circa le procedure da attuare prima di entrare in UTIN. In qualsiasi momento della giornata tutta l’equipe darà il massimo dell’impegno e della professionalità per il successo delle cure prestate al Vostro piccolo. Le notizie cliniche Le informazioni sullo stato di salute del bambino sono comunicate dai Neonatologi esclusivamente ai genitori tutti i giorni al termine della visita medica del mattino. Per un incontro con il Primario è opportuno prenotare un appuntamento con la Caposala.

3


Dalla nascita al ritorno a casa In Sala Parto Ad ogni parto è presente il medico neonatologo ed il personale sanitario specializzato. Al momento della nascita, in caso di parto spontaneo, se le condizioni generali lo consentono e se la mamma lo desidera, il neonato viene appoggiato sulla pancia materna, affinché sia più dolce l’impatto con il mondo esterno. Nei primi minuti successivi alla nascita, il medico valuta la salute del piccolo, utilizzando l’Indice di Apgar, un particolare sistema di rilevazione che esamina cinque parametri: • colorito della cute e delle mucose • frequenza del battito cardiaco • tono muscolare • capacità di reagire agli stimoli • caratteristiche del pianto. Ad ogni parametro si attribuisce un punteggio, in base a cui si decide se il piccolo va tenuto in osservazione ed eventualmente sottoposto a cure. I primi momenti con mamma e papà Dopo il parto, la mamma rimane in osservazione in un locale adiacente la sala parto. In questa occasione i neogenitori hanno la possibilità di iniziare la conoscenza del loro bebè. Il papà, se presente in sala parto, lo può tenere tra le braccia e la mamma, se lo desidera, può coccolarlo ed attaccarlo al seno per stimolare la produzione del latte. Per i neogenitori sono momenti magici di intimità. Nella culla termica Poiché il sistema di termoregolazione corporea inizia a funzionare adeguatamente solo dopo due o tre ore dalla nascita, tutti i neonati tendono a perdere calore rapidamente. Se tale fenomeno dovesse provocare un eccessivo abbassamento della temperatura corporea il neonato sosta nella Neonatologia in una culla termica, dove vengono riprodotte le condizioni climatiche del grembo materno per il tempo necessario. Durante questo periodo il personale di assistenza osserva il nuovo nato controllandone colorito, respirazione, movimenti e reattività. Il Rooming-In Se le condizioni generali lo

4


consentono, il neonato segue la mamma, nella camera di degenza, per trascorrere con lei l’intera giornata. Questa procedura, detta roamingin, permette alla mamma di attaccare al seno il proprio piccolo sin dalle prime ore di vita, un modo ottimale per avviare con successo un programma di alimentazione con latte materno. Il roaming-in nella nostra Maternità prevede delle regole rigide volte a tutelare il benessere del bambino e dei genitori durante la degenza ma, per la buona riuscita di tale intento, è fondamentale la collaborazione di tutti all’osservanza delle norme. Come raccogliere il latte materno Il latte materno è l’alimento più adatto per il vostro bambino perché contiene tutti i nutrienti per lui indispensabili. Se la sua condizione non vi consente di attaccarlo con regolarità al seno, durante il ricovero sarà opportuno raccogliere il latte materno mediante spremitura manuale o estrazione con il tiralatte elettrico. Vi suggeriamo di effettuare lo svuotamento del seno ad intervalli regolari, possibilmente ogni tre ore, per promuovere l’insorgenza della calata lattea e la regolarità della produzione. Dopo, lavaggio del seno con acqua, pulizia accurata delle mani e la sterilizzazione del materiale procedere alla raccolta del latte mettendolo in un contenitore etichettato con il nome del bambino, l’ora ed il giorno della raccolta. Durante il periodo di degenza in Ospedale, la mamma potrà utilizzare le apparecchiature tiralatte in dotazione alla Neonatologia previo accordo con la Caposala circa l’orario e le modalità di accesso al Reparto. Dopo la dimissione, a domicilio, la mamma continuerà a prelevare il latte con le stesse modalità. I contenitori dovranno essere conservati in frigorifero (4°C) e consegnati giornalmente al reparto con borsa termica. Genitori in visita La visita dei genitori avviene tutti i giorni. Le mamme che allattano al seno possono comunque accedere al box del loro bambino anche al di fuori di tale orario per il tempo necessario alla poppata; inoltre, possono usufruire di uno spazio loro dedicato per l’attesa tra una poppata e l’altra. Dopo l’ingresso in reparto, i genitori depositano indumenti ingombranti e borse in locali dedicati.. Dopo l’accurato lavaggio delle mani e dopo aver indossato gli indumenti forniti dal personale, i genitori possono raggiungere il box del proprio bambino ed intrattenersi con lui.

Per alcuni bambini è necessaria qualche attenzione in più: La Patologia neonatale Se durante la gravidanza ci sono stati segnali anomali oppure vi è una storia familiare della coppia che mette in luce rischi di malattie ereditarie è opportuno eseguire qualche esame per individuare possibili problemi ed evitare future complicanze.

5


In questo caso, dopo la nascita i neonati saranno sottoposti ad accertamenti approfonditi. Talvolta, può risultare necessario il ricovero del bambino in Patologia Neonatale con mancata dimissione dall’Ospedale insieme alla mamma. Per alleviare ai genitori i disagi provocati da questo momento poco felice, è possibile l’accesso in reparto alla mamma e al papà tutti i giorni con orari concordati di volta in volta, in modo da poter accudire e poppare il proprio bambino con la massima continuità possibile. Il Neonatologo è disponibile a fornire giornalmente ai genitori le notizie cliniche dei loro figli, la Caposala e le infermiere ad intervenire per sostenere la mamma con consigli o dimostrazioni pratiche di puericultura. • Il neonato è lasciato accanto alla mamma durante le 24 ore, salvo il tempo necessario per visite e controlli; • per garantire al neonato e alla mamma tranquillità e tutela contro le infezioni, è necessario che sia rispettato l’orario di visita dei parenti e sia evitato l’affollamento nelle camere di degenza; • il Personale del Nido e della Maternità è a disposizione per ogni consiglio o assistenza diretta; l’uso del citofono accanto al letto della mamma facilita il contatto con il Nido; • non devono essere somministrate al neonato aggiunte di latte o altri liquidi se non in caso di precisa indicazione del medico segnalata sulla cartella clinica; • la visita dei neonati viene eseguita dal Neonatologo in corsia tutte le mattine, in presenza delle mamme; ciò consentirà loro di avere notizie del proprio bambino e chiarimenti su possibili dubbi. Supporo psicologico/ sociale nel post-partum Qualora il personale medico-ostetrico o i neonatologi ravvisino delle difficoltà nelle mamme, siano esse di tipo psicologico e/o di tipo sociale, viene proposto il colloquio con la psicologa e/o assistente sociale, che valuta la situazione, prendendo accordi per seguire la puerpera dopo la dimissione. La Dimissione La dimissione del neonato, concordata con la mamma, avviene dopo le 48 ore dal parto spontaneo o in media dopo 4 giorni dal parto cesareo, salvo particolari necessità che saranno valutate di volta in volta dal personale medico. Prima della dimissione il Neonatologo visita il neonato per assicurarsi che sia pronto a lasciare l’Ospedale. Ricevuta l’ “Attestazione di nascita” da parte dell’ ostetrica, è importante che il genitore proceda entro 3 giorni dalla

6


nascita alla registrazione del neonato al Centro Nascita della Direzione Sanitaria o, entro 10 giorni, presso il Comune di nascita o presso il Comune di residenza della mamma.

Per quanto non differentemente specificato si fa riferimento alla Carta dei Servizi.

7


Le informazioni contenute in questa Carta sono consultabili anche su www.ospedalesacrocuore.it Ospedale Sacro Cuore di Gesù – Viale Principe di Napoli, 14/A 82100 Benevento Documento aggiornato al mese di novembre 2012 dalla Dott.ssa Alessia Sorrentino tirocinante dell’Università LUMSA di Roma con il coordinamento della Direzione Sanitaria e dell’U.O.C. di Neonatologia.

8

Profile for fatebenefratelli fatebenefratelli

carta dei servizi neonatologia  

carta dei servizi neonatologia

carta dei servizi neonatologia  

carta dei servizi neonatologia

Advertisement