Page 1

Costo copertina €6

TREND

Glossario di stile

Direttore responsabile Flavia Colli Franzone

Fashion Secrets

#FOLLOWMYSTYLE

I consigli di stile e le scelte dei blogger più influenti. Pag. 11

Moda&Cinema

Fashionsociology

LA MODA SI FA SMART

Issue #41 - Gennaio 2016

La wearable technology conquista il mercato fashion. Pag. 15

E’ L’ORA DEGLI ANTIEROI

Crolla l’’immagine del macho al cinema e avanza una nuova estetica. Pag. 22

Shops

FIRENZE D’AMARE

Fra cultura, arte e moda, una città che ama il bien vivre. Pag. 38

FASHION&CINEMA

Poste italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1, c. 1, DCB Milano

TAGLIATORE

Il guardaroba maschile è composto da pezzi iconici declinati sul formale e sullo sportswear. Dalla A di Ankle boots alla T di Three Piece suit, vi proponiamo i must have dell’abbigliamento formale. Per lo stile leisure si inizia con l’Aviator Jacket e si finisce con la Weekend Bag per comporre un guardaroba più libero negli abbinamenti. Da pag. 24

RELAXED ELEGANCE

MORTI DI FAMA

Serata alla Scala o sagra del carciofo?

Il backstage di Ivan Damiano Rota

PATTY SMITH ALLA PRIMA DELLA SCALA

In un clima da poliziesco anni Settanta con un’atmosfera quasi surreale, si è consumato il rito della Prima alla Scala. Una serata sottotono, quantomeno sotto l’aspetto social, con qualche caduta di stile negli abiti, e una solo vera star: Patti Smith, la più inseguita per foto ricordo e la più restia a concedersi. Pag. 9

THE EYE

Il lavoro è passione

Mon Roi di Maïwenn, Videa - CDE, uscito a dicembre 2015.

IL FOTOGRAFO RANKIN

Dalla fotografia all’editoria e ritorno: Rankin racconta il suo rapporto con il fashion system e il suo percorso estetico. Co-fondatore di Dazed & Confused e dal 2011 editore di Hunger, durante il Milano Fashion Film Festival di settembre ha anche fatto parte della giuria. Quando fotografa sa mettere a proprio agio i personaggi che ritrae, dote non proprio scontata per un professionista del suo calibro. Pag. 13

Si azzerano i confini fra le generazioni e cambiano le regole della moda, sovvertendo i canoni della tradizione. Il classico è rivisitato, lo sportswear è sartoriale, il macho non esiste più, il maschile vira verso il femminile e viceversa. La moda mescola le carte, mettendo in discussione i canoni estetici ai quali eravamo abituati, sovvertendo i confini fra i sessi e le stagioni, l’età anagrafica e l’età dell’anima. Segnali che diventano certezze nelle prossime

presentazioni della moda maschile di gennaio, quando anche il salone fiorentino Pitti Uomo - da sempre attento a cogliere i segnali nell’aria e tramutarli in spunti e indicazioni commerciali per i buyer - ha scelto come tema Generation(s) per sottolineare la convivenza e simultaneità nella moda di tante generazioni e stili diversi. Una

TOMMY HILFIGER

conferma che l’età è sempre più uno stato mentale e sempre meno una questione anagrafica, con uomini maturi in jeans e t-shirt e giovani amanti del vintage e dei capi che indossavano i loro nonni. Così il classico è più rilassato, come dimostrano anche i protagonisti maschili Vincent Cassel e Louis Garrel nel film Mon Roi del regista

Maiwenn (vedi a pagina 20) in abiti scuri ma dal taglio slim per una eleganza più contemporanea e meno ingessata negli schemi della tradizione. Scopri le Film Reviews a pag. 43

ENGLISH TEXT INSIDE P. 44

Fashion Illustrated 41  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you