Issuu on Google+

1. L’area dedicata al womenswear 2. Il titolare del multistore Gianni Colasanti, figlio di Zita Fabiani 3. Uno scatto del pianterreno 4. Il primo livello del negozio, con un focus sugli accessori 5. Le vetrine su via Ugo Ojetti 6. L’architetto Marco Costanzi 3

di forte impatto. Per dare corpo al suo sogno, Colasanti ha chiamato un architetto che conosce bene il mondo della moda e che per Zita Fabiani ha immaginato un percorso espositivo aperto e luminoso. «Il nostro primo obiettivo è stata la funzionalità, per rendere praticabile un edificio che si sviluppa su quattro piani», spiega Marco Costanzi, mostrando la scala sospesa nel vuoto che ridisegna i collegamenti verticali. «Poi - prosegue - è toccato all’estetica, frutto di un lavoro incredibile sui materiali. Volevamo una palette contemporanea, che potesse abbinarsi al lusso dei prodotti esposti». Risultato: marmo, ottone, cuoio e tessuto dialogano in maniera armoniosa, per un concept che unisce installazioni Led e tecnologie interattive con tappeti realizzati a mano e sontuose sedute di velluto. «Una grande operazione che apre nuovi orizzonti di sviluppo - sintetizza Gianni Colasanti - e consente di rafforzare il rapporto con la clientela estera, che attualmente contribuisce al business per il 40%, grazie anche all’e-commerce». Un segmento, quello online, anch’esso negli ingranaggi della trasformazione di Zita Fabiani, con un restyling messo in mano a FiloBlu, che avrà il compito di ottimizzare l’e-shop e renderlo ancora più sinergico con le vendite offline. «Per il momento l’e-commerce vale il 20-30% del nostro giro d’affari - conclude Gianni ■ Colasanti - ma non c’è dubbio: è il futuro».  RE-OPENING PARTY

TUTTI A PALAZZO COLONNA After a cocktail in via Ugo Ojetti, a gala dinner at Palazzo Colonna, one of the oldest and largest private palaces of Rome.

4

6

Stuolo di vip, lo scorso 17 novembre, per la riapertura del multistore Zita Fabiani. In via Ugo Ojetti si sono avvistati, tra gli altri, Pierfrancesco Favino, Rocío Muñoz Morales, Gianmarco Tognazzi, Fabio Troiano, Elisabetta Gregoraci, Rossella Brescia, Elena Santarelli e Vittoria Belvedere. Dopo il cocktail nel quartiere Talenti, la troupe si è trasferita a Palazzo Colonna, uno dei più grandi e antichi palazzi privati di Roma, residenza da otto secoli della famiglia Colonna.

Pierfrancesco Favino e Gianni Colasanti

Rocío Muñoz Morales

L’ARCHITETTO «LO STORE È FRUTTO DI UN GRANDE LAVORO SUI MATERIALI, PER OTTENERE UNA PALETTE CONTEMPORANEA IN LINEA CON PRODOTTI DELUXE» 5

Rossella Brescia

Fabio Troiano e Gianmarco Tognazzi

14_12_2016

FA N 16 STORE DEF_DEF.indd 35

35

12/12/16 12.22


FLIP PAGE FA N 15 2016