Page 73

emerging styles

parlano agenti e buyer

È tutto un gioco di equilibri Sportivo un po’ formale e formale un po’ sportivo, over e slim alternati, toni uniti e fantasie: nel panorama multiforme degli stili al maschile, agenti e retailer provano a offrire una bussola per orientarsi di Elisabetta fabbri

What trends are developing in menswear? We asked this question to store and showroom managers, to discover that there is not a clear trend, but different mixes. And to get precious hints about some brands to keep an eye on.

S

embra che ormai, anche nella moda uomo, qualsiasi capo sia già stato inventato e che quasi tutti siano stati rivisitati. Sul mercato, ampliato all’infinito dal web, c’è un po’ di tutto - ammettono quasi con rassegnazione agenti, distributori e buyer - e questo crea confusione tra i consumatori, a meno che non abbiano una forte personalità in fatto di stile. Così, tentare di carpire dagli addetti ai lavori se si stiano delineando delle precise tendenze nel menswear o se valga la pena scommettere su un certo mood si è rivelata un’impresa più ardua delle attese. Difficoltosa anche per il fatto - e questa è una nota che fa ben pensare - che tutti gli interpellati sul finire del 2016 erano molto impegnati a fare business.

Il cappotto di linea classica Paltò è attualizzato da elementi ginnici come le sneaker e la T-shirt bianca e dal berretto informe, portato con ironia

IL NUOVO FORMALE GIOCA CON VOLUMI A CONTRASTO Tra le rotte del menswear nelle prossime stagioni c’è chi prospetta un «nuovo formale», mix di volumi e materiali. «Il pantalone classico - spiega Andrea Conidi della Baco Distribution, con sedi a Torino e Milano - si indossa con il maglione grosso. Viceversa, se il sotto è over, il sopra è slim». Conidi parla di un’influenza scandinava, che mischia il formale all’informale, espressa per esempio dal marchio Samsoe & Samsoe. In effetti sembra che ci dovremo abituare ad ossimori come il “formale sportswear” (l’esempio tipico è l’abito classico abbinato alle sneaker, accettato ormai in ogni contesto) oppure lo “sport-

swear ingentilito”. Conidi cita anche il brand Pony. «Sono stati i primi - ricorda a portare le sneaker dai campi di gioco alla strada e con l’autunno-inverno 2017/2018 lanciano la prima linea di abbigliamento: uno sportivo rivisitato, mixato al formale che, per esempio, abbina il bomber e la felpa a un pantalone in stile worker, ma molto pulito». Quanto al no gender, di cui si è spesso parlato nelle stagioni scorse, commenta: «Vedo più la donna che va verso l’uomo, che viceversa». Alessandro Squarzi, imprenditore che gestisce showroom a Milano, Bologna e Firenze e figura emblematica dell’Italian style (ha un seguito di 110mila follower su Instagram) è combattuto quando gli si chiede su quali

09_01_2017

71

FLIP PAGE FA N 1 2017  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you