Page 37

LUBIAM

il 2016 fa 50 (milioni), con l’exploit del su misura Lubiam closed fiscal year 2016 with more than 50 million euro revenues (+5%) and grows in the made-to-measure business (+41%). Nel 2016 ha registrato un +41%. Basta questa cifra per dare l’idea dell’indice di gradimento del su misura di Lubiam, azienda mantovana specializzata nel menswear. «Questo servizio - commenta Edgardo Bianchi, a.d. e direttore amministrativo e finanziario - cresce in modo esponenziale di stagione in stagione, tanto che abbiamo sviluppato ulteriori possibilità di personalizzazione». L’attenzione si è focalizzata in particolare sui cappotti, con l’obiettivo di completare l’offerta del made-to-measure, mentre per giacche e abiti sono state studiate nuove soluzioni nelle proporzioni dei rever. Non solo: l’ultima scommessa è l’apertura del su misura (storicamente applicato alle linee sartoriali Luigi Bianchi Mantova Sartoria, Luigi Bianchi Mantova Flirt e Lubiam 1911 Cerimonia) al mondo del tinto in capo L.B.M.1911, con l’intenzione di sviluppare questo servizio, attualmente disponibile in esclusiva presso la boutique di via della Spiga 30 a Milano, coinvolgendo una rosa selezionata di rivenditori. L’andamento del tailor made riflette il trend positivo del business Lubiam nel 2016, che ha superato il tetto dei 50 milioni di euro, in crescita del 5% sull’anno precedente, dopo aver chiuso il 2015 a +11%. «Il dato significativo - tiene a sottolineare Bianchi - non è solamente quello relativo alla percentuale positiva dell’anno appena archiviato, ma il fatto che ormai la crescita è costante da oltre sei anni». «Anche per quanto riguarda l’ultima stagione, la primavera-estate 2017 - aggiunge - si è conclusa con un +3% e siamo convinti che anche il primo semestre 2017 (a.t.) segnerà una sensibile crescita». 

LES BENJAMINS

LA NEW WAVE DI ISTANBUL Between Turkish roots and a metropolitan attitude, the brand Les Benjamins, born in Istanbul, is one of the most awaited new entries at Pitti Immagine Uomo. Da Istanbul a Firenze: Les Benjamins, streetwear brand di stanza nella città turca, debutta a Pitti Uomo presentando il suo menswear, già in vendita presso Saks Fifth Avenue a New York e Los Angeles, La Rinascente a Milano, Printemps a Parigi, Shinsegae a Seoul, Tsum a Mosca, Harvey Nichols e Brandroom in Turchia, solo per citare alcuni nomi. Il fondatore Bunyamin Aydin ha dato vita nel 2011 a un collettivo creativo, con l’obiettivo di esprimere attraverso gli abiti le interessanti contaminazioni che possono nascere dall’incontro tra culture ed esperienze diverse. I capi uniscono una matrice artigianale a print digitali: una combinazione che ha attratto l’attenzione di celebrity come Jaden Smith e Cara Delevingne.  (a.b.)

FAUSTO PUGLISI

«Le mie scarpe per guerrieri urbani» The Sicilian designer Fausto Puglisi presents at Pitti Uomo its new footwear. Appointment at the Futuro Maschile section, inside of Sala delle Nazioni. Com’è nato il progetto calzature e che cosa rappresenta per l’estetica Puglisi? È stato sviluppato in collaborazione con uno straordinario calzaturificio (Alp di Montegranaro, in provincia di Fermo, ndr) con il quale sto lavorando con molta creatività e libertà su una collezione interamente made in italy. Il modello di punta è un ibrido dove il gladiatore borchiato di ispirazione greco romana si mescola alla sneaker atletica tecnica. Tre aggettivi per definire lo stile delle sue scarpe. A che pubblico sono destinate? Sono pensate per un guerriero urbano, per un neo-gladiatore. Tre aggettivi? Grecoromane, Punk, Royalty shoes! Dove saranno vendute? Sono distribuite da Massimo Bonini attraverso le sue showroom di New York e Milano. L’idea è di venderle nel canale multimarca, online e nello store Fausto Puglisi in via della Spiga a Milano.  (a.t.)

09_01_2017

35

FLIP PAGE FA N 1 2017  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you