Page 10

eMARKET

1

STRATEGY Omnichannel challenges Piattaforme multimarca

Amazon e gli altri marketplace: un'opportunità da cogliere al volo Nell'approccio alle vendite omnicanale, i top executive di moda e lifestyle sono sempre più aperti a partnership con le piattaforme multimarca online: vuoi per il fatto di non avere quasi limiti territoriali, vuoi per la qualità dei servizi, inarrivabile con il fai da te. Persino l'essere o non essere su Amazon è sempre meno un dilemma DI ELISABETTA FABBRI

Nel business della moda il colosso dell’ecommerce Amazon ci crede da tempo e secondo gli analisti darà un gran filo da torcere non solo alle altre piattaforme multimarca di vendite online ma anche a brand e retailer, inclusi mall e department store. Gli ultimi a mettere in guardia sono stati gli analisti dell’americana KeyBanc Capital Markets, secondo i quali il gruppo fondato da Jeff Bezos, che vale in Borsa 930 miliardi di dollari (oltre l’intera capitalizzazione di Piazza Affari, di circa 660 miliardi di dollari) e che controlla oltre il 30% del mercato online, starebbe testando un nuovo servizio di personal styling, Amazon Prime Stylist. L’idea, simile a quella del sito Stitch Fix, è proporre alle clienti una serie di combinazioni mirate di abiti e accessori. Prima di acquistare le utenti potranno creare un pro10

eBusiness

prio profilo online dove indicare il fit, il gusto, i marchi preferiti e la sensibilità al prezzo. A proporre il giusto mix sarà uno stylist, tenendo conto di una serie di dati incrociati, anche se al momento non si sa ancora il peso della componente “umana” rispetto a quello dell’intelligenza artificiale (AI). Secondo gli analisti questa nuova iniziativa segna un cambio di passo per Amazon, con implicazioni in primis a livello di cura delle immagini e di storytelling. Aspetto che va incontro alle esigenze dei luxury brand, che il più delle volte snobbano il colosso di Seattle o ne fanno un caso dilemmatico. Combinando giganteschi database, AI e abilità nel sourcing, Amazon potrebbe diventare invincibile, nel parere di Luca Solca, analista di Bernstein. Da un confronto con Zara, il marchio di Inditex si trova

ad affrontare sfide strutturali che il player americano può ignorare. Il brand spagnolo ha a che fare con clienti interessati allo chic a prezzi contenuti, mentre in molti mercati stanno aumentando i consumi responsabili. Nella Gen Z (i nati intorno al 2000) c’è chi trova ridicoli il fast fashion o l'acquisto di qualcosa di nuovo e tra i Millennial (i nati intorno al 1990), molti frequentano piattaforme di abiti usati come Vestiaire Collective e Grailed. La forza di Bezos è che ai suoi clienti interessano i prezzi bassi, l’ampia scelta e la consegna veloce. «Se Amazon entra nel mondo del lusso - ha detto in una recente intervista Remo Ruffini, presidente e ceo di Moncler - è chiaro che farà ciò che ha fatto per gli altri settori. È troppo forte per pensare di competere».

Profile for Fashionmagazine

eBusiness N 3 - 2019  

eBusiness N 3 - 2019