Issuu on Google+

19

FASHION ICONS

TOP OF THE TOP

THE NEXT WAVE

Non solo grandi classici. Ci sono molti designer giovani e di culto che si preparano a entrare in orbita. Ne abbiamo scelti cinque, che più di altri hanno trovato la ricetta giusta per diventare icone: non rinunciare mai a una bella dose di unicità e creatività. Not only big brands. There are many cult names ready to get into a higher orbit. We selected five who, more than others, have caught the right recipe to become an icon: never give up uniqueness and creativity. a cura di / by Andrea Bigozzi e Angela Tovazzi

Di J.W. Anderson spesso si parla come di “un pioniere di idee”. E a ragione, perché il 31enne designer irlandese propone cose nuove molto prima che lo facciano gli altri stilisti. Non a caso il suo motto è «Non scendere a compromessi. Nel momento in cui succede, diventi un prodotto da duty free». Da quando ha fondato il suo marchio nel 2008, lo stilista (direttore creativo anche di Loewe) ha dato un’interpretazione unisex della moda, distinguendosi per silhouette che uniscono elementi tipici della moda maschile con quelle riconoscibili del guardaroba femminile. J.W. Anderson is often described of as a “pioneer of ideas” and with good reason, because the 31-year-old Irish designer offers new things long before the other colleagues. It’s not by chance that his motto is «Don’t give in to compromises. The moment you do it, your product becomes a duty-free one». Ever since he founded his brand in 2008, the designer - who is also Loewe’s creative director - has produced a unisex interpretation of fashion. His silhouettes stand out because they combine typical elements of men’s fashion with aspects you would find in a woman’s wardrobe.

FAUSTO PUGLISI «Voglio essere grandioso e sorprendente. Questo è quello che voglio essere e farò del mio meglio per diventarlo» «I want to be huge. I want to be amazing. This is what I want to be and I will do my best to be like that»

TB ICONS PAG 19-20 DEFINITIVO.indd 19

J.W. ANDERSON «Per me la moda è soltanto moda, non una questione di genere. Nella cultura moderna fare certe distinzioni è datato» «It’s not gender for me, it’s just clothing. I feel that in a modern culture, if it’s about gender, then it’s a very dated concept»

Sopra le righe, ma concreto al tempo stesso. Fausto Puglisi, classe 1976, è uno dei pochi designer italiani in ascesa a essere presente non solo nei migliori punti vendita del mondo, ma anche sui palcoscenici delle popstar più importanti (l’ultimo, quello del tour di Madonna, che nella tappa italiana lo ha voluto con sé sul palco). La sua visione della moda - sia che disegni per la propria etichetta sia per Ungaro, di cui è direttore creativo - è lussuosa e ipersartoriale, con ampio utilizzo di tessuti come crêpe, jersey e seta. Nel suo vocabolario stilistico ricorrono con successo termini come color-block, tagli a sbieco, borchie e cristalli ricamati. Over the line but firm at the same time. Fausto Puglisi, born in 1976, is one of the few Italian designers on the rise. He has a presence not only in the best sales locations all over the world, but also on-stage with the biggest popstars (Madonna wanted him with her on stage, during the Italian leg of her recent tour). His vision of fashion - in designs both for his label and Ungaro, where he is creative director - is luxurious and ultra-sartorial, with ample use of fabrics such as crêpe, jersey and silk. Puglisi’s stylistic vocabulary includes successful terms such as colourblock, bias cuts, studs and embroidered crystals.

24/02/16 17.39


FASHION ICONS 2016