Page 1

Anno 2 - Numero 2 - Marzo / Maggio 2017

ALIMENTAZIONE CORRETTA? Nutriamoci dei cinque colori della natura.

ESTATE IN ARRIVO

Ecco come perdere peso e recuperare la forma.

DETERSIONE POST TRUCCO Perché questo rituale è così importante.


04. FOCUS: Allergie primaverili? 06. SALUTE: La primavera è alle porte. 08. ALIMENTAZIONE: Alimentazione corretta? 10. CELIACHIA: Perdere peso con il gluten free. Anno 2 - Numero 2 Marzo / Maggio 2017 Testata Giornalistica Reg. Trib di Napoli Direttore Responsabile: Simona De Falco Ufficio Abbonamenti: 081 3982790

12. DIETA: Estate in arrivo. 14. MAKE-UP: Primavera/Estate 2017. 16. PERSONAL CARE: Detersione post trucco.

Editore: Farvima Medicinali S.p.a.

18. SPORT: Corri che ti passa.

Promozione e pubblicità: marketing@farvima.it

20. VETERINARIA: Viaggi a 4 zampe.

Redazione, grafica e impaginazione: aebstudio.com Centro stampa: ACM S.p.A. - tel. 081.882.30.00 Foto: Shutterstock

Con l’arrivo della primavera, è tempo di rimettersi in forma e ritrovare l’energia smarrita con il freddo inverno. Questo numero di Salute Style invita anzitutto a uno stile di vita sano e alla prevenzione come elementi basilari per favorire e mantenere lo stato di benessere. L’inverno mette a dura prova la nostra pelle: freddo, maggiore inquinamento e minore esposizione alla luce fanno si che i meccanismi di autodifesa si indeboliscano rendendo la pelle più sensibile e meno tonica. Ecco allora i consigli dei nostri esperti su come affrontare il post-inverno, con le giuste creme idratanti per rendere la nostra pelle più giovane e fresca. Raccomandazioni utili anche su come prendere con il verso giusto il cambio di stagione nella sezione Salute, con un occhio attento alle abitudini alimentari corrette seguendo i colori della natura (speciale nella sezione Alimentazione) e qualche

22. VIAGGI: Pasqua alle terme. 24. NEWS 2.0: Fai la spesa con le app.

dritta per affrontare l’arrivo dell’estate (e del bikini…) per rimettersi in forma e smaltire qualche chiletto di troppo. Ma primavera significa - spesso - anche allergie da impollinazione che possono provocare disturbi fastidiosi a grandi e piccini: nella sezione Focus troverai tutte le indicazioni utili su come affrontare la stagione delle riniti allergiche. E ancora: di corsa per ritrovare il piacere di praticare sport all’aperto, diete gluten free, app che aiutano a fare la spesa ed a calcolare le calorie senza il rischio di eccessi, consigli per deputarsi dalle scorie invernali con i migliori percorsi termali. Questo e tanto altro, nel numero di Salute Style, sempre disponibile nella tua farmacia di fiducia.

Buona lettura!

SaluteStyle - 3


FOCUS

ALLERGIE PRIMAVERILI Ecco come combatterle. Occhi che lacrimano, naso che cola, starnuti a ripetizione. Sono i sintomi più classici dell’allergia primaverile: l’arrivo della bella stagione per molti significa rinite allergica. I sintomi sono molto simili a quelli di un comune raffreddamento, come naso chiuso, arrossamenti, occhi che bruciano e forti starnuti. L’allergia a pollini, graminacee e altre sostanze presenti nell’aria è molto diffusa, in media ne soffre una persona su cinque. In realtà, la colpa non è degli allergeni, di per sé solitamente inoffensivi, ma del nostro sistema immunitario, che li percepisce come agenti pericolosi. Proprio per difendersi, il nostro corpo 4 - SaluteStyle

produce istamina, che dilata i vasi sanguigni, causando lacrimazione, prurito, e problemi respiratori. Le allergie non si accompagnano a febbre ma permangono per tutto il tempo in cui si è a diretto contatto con le sostanze che provocano la reazione. Le principali responsabili delle allergie da pollini sono le graminacee, dalle quali è praticamente impossibile nascondersi dato che è la famiglia di piante più diffusa al mondo. Il periodo critico è quello tra aprile e giugno: i sintomi da tenere sotto controllo sono vari, dalla lacrimazione agli starnuti, dal bruciore agli occhi alla


congestione nasale, passando per cefalea, prurito al palato, al naso e agli occhi, insonnia, stanchezza, irrequietezza, tosse secca e stizzosa, spesso nelle ore notturne. Non si possono evitare completamente le allergie stagionali, ma è possibile ridurne le conseguenze mettendo in pratica alcune semplici regole di buon senso. Ad esempio, è sconsigliato uscire durante le giornate secche e ventose, perché è più alta la concentrazione di pollini. Inoltre, è bene evitare l’aerazione degli ambienti durante le ore più calde della giornata e non stendere la biancheria fuori per non correre nel rischio che raccolga pollini. Si consiglia di lavare spesso i pavimenti, facendo però attenzione all’utilizzo dell’aspirapolvere che potrebbe sollevare le particelle allergizzanti; tappeti, moquette, tappezzerie e tendaggi sono arredamenti rischiosi per gli allergici, in quanto si depositano pollini e polveri difficili da rimuovere. Un occhio di riguardo anche all’alimentazione, evitando cibi che contengano cereali appartenenti proprio alla famiglia delle graminacee, quali farro, orzo, avena, e diminuendo l’uso di alcolici in quanto dilatatori di vasi sanguigni. Per alleviare i sintomi, prevenendo gli attacchi e alzando le difese dell’organismo, si possono usare prodotti a base di antistaminici, principi attivi

che contrastano l’istamina, sostanza fondamentale nella reazione allergica. Sono a disposizione anche rimedi ed integratori naturali che possono svolgere con efficacia la loro azione terapeutica: integratori minerali e multivitaminici così come fitoterapici con azione antinfiammatoria a base di olio di ribes nero, olio di perilla, curcuma. Utili possono essere anche i decongestionanti nasali che aiutano ad alleviare i sintomi del raffreddore da allergia, colliri e gocce oculari. Se i sintomi persistono o sono particolarmente fastidiosi, potrebbero essere necessari dei test cutanei o degli esami del sangue per scoprire esattamente cosa viene innescato dagli allergeni. Con le giuste misure di prevenzione, l’utilizzo di rimedi naturali e l’eventuale assunzione responsabile e sotto controllo medico di prodotti specifici, oggi possiamo finalmente dare il benvenuto alla stagione della brezza e dei fiori.

“IL CONSIGLIO” Non uscire durante le giornate secche e ventose, perché è più alta la concentrazione di pollini nell’aria.

Sono allergici a pollini e graminacee in media una persona su cinque.

SaluteStyle - 5


SALUTE

LA PRIMAVERA È ALLE PORTE Come affrontare al meglio il cambio stagione? Non è una leggenda metropolitana: primavera e cambio di stagione insieme sono capaci di scombussolare anche i fisici più temprati. È la classica “sindrome da cambio di stagione”, scientificamente chiamata SAD (Seasonal Affective Disorder) che colpisce indistintamente uomini e donne, tormentando le notti e le prime giornate di primavera. Ne soffrono maggiormente le persone più sensibili agli sbalzi di temperatura ed all’aumento della luce atmosferica. Responsabili del malessere sono gli ormoni che risentono delle differenze di temperatura e comportano cambiamenti a livello del nostro organismo. Con l’arrivo della primavera, cresce il numero di ore in cui siamo esposti alla luce del sole e il nostro corpo, abituato al buio invernale, spesso si trova impreparato a dover affrontare giornate sempre più lunghe. Il risultato è un senso di stanchezza fisica e mentale, di irrequietezza e cali di concentrazione. Sono fenomeni normali, che si risolvono in maniera spontanea nel giro di qualche 6 - SaluteStyle

settimana. Come fare quindi per ricaricare le batterie e affrontare lo stress? È fondamentale mantenere uno stile di vita sano e un’alimentazione regolare, introducendo giornalmente verdura e frutta, così da aumentare l’apporto di vitamine e minerali. Altro importante passo per sentirsi bene all’arrivo della primavera è quello di depurare il corpo, per esempio bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno e assumendo tisane depurative e drenanti. Infine, si consiglia di fare attività fisica per attivare la produzione di endorfine, che fanno sentire meno stanchi e più felici, e di andare a dormire sempre alla stessa ora così da mantenere un giusto ritmo sonno/veglia. Non sempre, però, una corretta alimentazione e le giuste ore di sonno notturne possono essere sufficienti a un completo recupero energetico. In questo senso può dimostrarsi utile la somministrazione di integratori alimentari energizzanti a base di ingredienti naturali, che regalano tonicità quando stanchezza ed affaticamento


Per avere la giusta carica di energia segui uno stile di vita sano e scegli un’alimentazione regolare; consuma frutta e verdura per aumentare l’apporto di vitamine e minerali. si fanno sentire, grazie a nutrienti quali vitamine, sali minerali e magnesio. Per l’astenia è consigliata l’assunzione di integratori di potassio, che regolano anche l’appetito e sono indicati nel cambio di stagione per far fronte alla diminuzione del senso di fame. Potassio e magnesio possono infatti essere molto efficaci per non cadere nella tipica stanchezza stagionale e anche per contrastare l’ansia “da primavera”. Le vitamine del gruppo B sono poi utili per recuperare energia e mantenere il nostro organismo in piena salute. Introducendo adeguate quantità di vitamine B1, B2, B6 e B12, acquisiamo una marcia in più. Infatti, non soltanto migliorano l’assimilazione di carboidrati e proteine, ma partecipano attivamente ai processi metabolici (quelli attraverso i quali il nostro organismo trasforma gli alimenti in energia) dando una sferzata di vitalità a muscoli e sistema nervoso. E allora buona primavera a tutti!

SUSTENIUM PLUS

Integratore alimentare tonico energizzante utile in caso di giornate intense, cambi di stagione, recupero post-influenzale e convalescenza. Intensive formula con Creatina, Arginina e Beta Alanina. SaluteStyle - 7


ALIMENTAZIONE

Alimentazione corretta?

NUTRIAMOCI DEI 5 COLORI DELLA NATURA. Un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in buona salute, incide sul benessere psico-fisico e rappresenta uno dei principali fattori di prevenzione all’insorgenza di numerose malattie croniche. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie a una dieta sana e equilibrata. L’organismo ha bisogno di tutti i tipi di nutrienti per funzionare correttamente. Alcuni sono essenziali a sopperire il bisogno di energia, altri ad alimentare il continuo ricambio di cellule ed elementi del corpo o a rendere possibili i processi fisiologici, altri ancora hanno funzioni protettive. Per questa ragione l’alimentazione deve essere quanto più possibile varia e bilanciata. In particolare, acqua, vitamine, minerali e fibre - di cui sono ricche frutta e verdura - sono indispensabili per rinforzare le difese e garantire al nostro organismo un pieno di vitalità. Sono stati individuati cinque colori della salute -bianco, rosso, verde, giallo e blu - a ognuno dei quali corrispondono benefici e proprietà nutritive importanti per il benessere quotidiano dell’organismo. Il giallo, ad esempio, identifica carote, albicocche, meloni, pesche, nespole, peperoni gialli e zucca, alimenti ricchi di betacarotene, una sostanza che viene convertita in vitamina A in parte nel nostro organismo. Sono rossi i pomodori, ma anche le barbabietole, le ciliegie, le fragole, le rape, accumunati dalla forte azione antiossidante. Verdi sono gli ortaggi ricchi di magnesio e acido folico. Il bianco si ritrova in 8 - SaluteStyle

prodotti come aglio, cavolfiori, finocchi, ma anche mele e pere, noci o castagne, fonti di potassio e fibra. Infine blu (e viola) sono i fichi, i frutti di bosco, le prugne, così come le melanzane, il radicchio e l’uva nera, con azione antiossidante e molta vitamina C. Non sempre però, le nostre abitudini alimentari sono corrette e non sempre riusciamo a mangiare sufficiente frutta e verdura. In questi casi, è bene arricchire la propria dieta con integratori specifici, per assicurare un apporto bilanciato di vitamine, minerali, fitonutrienti, fibre e antiossidanti al nostro corpo. Gli integratori multivitaminici e multiminerali, completi e a dosaggi bilanciati, possono rappresentare un valido aiuto per far fronte a carenze nutrizionali, coniugati a un’alimentazione corretta e a uno stile di vita sano. Queste sono accortezze fondamentali sin dalla più tenera età, soprattutto a fronte del preoccupante dato di aumento della percentuale di bambini sovrappeso a causa di scarsa pratica sportiva e cattive abitudini alimentari che portano a un limitato consumo di frutta e verdura a fronte di un impiego eccessivo di bevande zuccherate e dolci. Puntare quindi sulle vitamine, micronutrienti fondamentali per la crescita e indispensabili per la salute dell’organismo: rafforzano il sistema nervoso, aumentano la resistenza alle infezioni, proteggono dall’azione dei radicali liberi e aiutano allo sviluppo delle capacità cognitive.


La pillola dell’esperto.

SUSTENIUM COLORI MIX5

Integratore alimentare multivitaminico e multiminerale con fibre e antiossidanti indicato in caso di insufficiente apporto di frutta e verdura.

SUSTENIUM COLORI MIX5 JUNIOR

Integratore alimentare multivitaminico e multiminerale con fibre e antiossidanti indicato per bambini dai 4 ai 14 anni in caso di insufficiente apporto di frutta e verdura.

Le Vitamine e i Sali Minerali sono micronutrienti che giocano un ruolo fondamentale per l’ottimale funzionamento dell’organismo e per la salute di tutti gli organi, concorrendo al corretto funzionamento di ogni singola cellula: di cuore, muscoli, ossa, cervello, fegato, pelle e così via, generando uno stato di benessere complessivo. Nell’uomo la quantità di sali minerali presenti rappresenta circa il 4% del peso corporeo; tuttavia essendo questi eliminati costantemente dall’organismo, attraverso le feci, l’urina e il sudore, vanno costantemente reintegrati. I minerali essenziali all’organismo umano comprendono i macrominerali, presenti in quantità relativamente elevate e il cui fabbisogno giornaliero è superiore a 100 mg (calcio, fosforo, magnesio, sodio, potassio, cloro e zolfo) e i microelementi - presenti in piccole quantità ma ciò nondimeno indispensabili, il cui fabbisogno giornaliero è tra 1 e 100 mg (ferro, manganese, molibdeno, rame, iodio, zinco, cromo, fluoro, selenio). Le vitamine, invece, presentano strutture chimiche molto diverse tra loro per cui, al momento, l’unica classificazione operativamente valida è quella che le distingue in due gruppi: le vitamine idrosolubili - del gruppo B e vitamina C, e quelle liposolubili - A, D, E, K, N. Le prime svolgono principalmente la funzione di coenzimi, mentre non tutte le liposolubili hanno una simile attività. Inoltre, non tutte le vitamine vengono assunte nella loro forma biologicamente utilizzabile ma piuttosto come precursori che vanno sotto il nome di provitamine che vengono trasformate da specifici enzimi metabolici nella loro forma attiva, al fine di renderle utilizzabili. Ancora una volta è di fondamentale importanza un’alimentazione equilibrata e varia dove non devono assolutamente mancare la frutta e la verdura, che rappresentano la principale fonte di questi micronutrienti. Non a caso l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda il consumo di 5 porzioni al giorno tra frutta/verdura. Dott.ssa Anna Borzacchiello - Biologo Nutrizionista Per un consiglio in più nell’area di Napoli scrivi a: annaborzacchiello.na@gmail.com

SaluteStyle - 9


CELIACHIA

PERDERE PESO CON LA DIETA GLUTEN FREE? Pro e contro. Mangiare senza glutine per chi non è intollerante non sempre è sinonimo di dieta corretta e perdita di peso. Ovviamente, eliminando dalla dieta gli alimenti ricchi di carboidrati e zuccheri, ringrazia anche il fisico. Negli ultimi tempi si è diffusa la moda di diete dimagranti gluten free che però, alla lunga, possono rivelarsi controproducenti. Secondo gli ultimi dati dell’Associazione Italiana Celiachia circa 600 mila famiglie comprano alimenti senza glutine, anche se non ci sono celiaci in casa, con la speranza di dimagrire. In realtà non ci sono prove scientifiche che dimostrerebbero l’efficacia dei prodotti 10 - SaluteStyle

senza glutine nella perdita di peso, anzi. C’è anche un’altra leggenda da sfatare: molti credono che il glutine sia tossico e quindi dannoso per la salute. In realtà studi effettuati indicano il contrario, ossia che il glutine è una sostanza sicura, eccezion fatta per le persone che soffrono di celiachia che non possono assimilarlo e devono assolutamente eliminarlo dalla propria dieta. Chi sceglie di mangiare senza glutine, dunque, deve porre attenzione all’apporto nutritivo con alternative adeguate. Ben diverso è il discorso per chi ha necessità di seguire una dieta gluten free e può seguire solo diete che ne siano prive o con alimenti non a rischio, inseriti nel Prontuario AIC. Per seguire una dieta senza glutine si può puntare semplicemente sui prodotti che naturalmente non lo contengono, rinunciando a pane, pasta e derivati del frumento. Al suo posto si possono consumare altri cereali che non ne contengono, ovvero riso, mais, grano saraceno, sorgo e teff, meglio ancora se integrali, come pure falsi-cereali quali quinoa, amaranto e miglio. Per i dolci sono consigliate le farine di riso, castagne e tapioca. Latte e yogurt naturale possono essere considerati alimenti sicuri nel regime alimentare del paziente celiaco. È possibile consumare tutti i tipi di carne bianca e rossa, il pesce conservato al naturale, affumicato o sott’olio, i molluschi e i crostacei freschi o congelati e non miscelati con altri ingredienti, il prosciutto crudo e le uova. Inoltre, in questa dieta si possono introdurre tutti i tipi di verdura fresca o conservata e tutti i legumi. Ridurre (ma non eliminare) il consumo di cereali contenenti glutine è comunque suggerito anche per i non celiaci, ma senza esagerazioni o estremismi. Perché se è vero che il glutine non fa ingrassare è comunque una sostanza che il nostro organismo fa fatica a digerire e verso la quale si possono scatenare reazioni, ma senza arrivare per forza alla comparsa di un’intolleranza. Equilibrando bene l’alimentazione, riducendo il consumo di glutine, si riescono a evitare disturbi da sovraccumulo, dal banale gonfiore addominale alla sensazione di spossatezza, fino al mal di testa, migliorando la digestione ed evitando la sindrome da intestino irritabile. Si riduce il rischio di sviluppare allergie alimentari e si agevola la ripresa della salute in caso di malattie. Ridurre il consumo di glutine va bene anche per chi pratica sport perché si migliora la performance fisica. Insomma, scegliere questo tipo di


LA RICETTA INSALATA DI QUINOA CON POLLO E MANDORLE Perché ho scelto proprio la quinoa? La quinoa ha molteplici proprietà che ne fanno un alimento ottimo per celiaci, essendo priva di glutine, così come per vegetariani, bambini, sportivi e donne in gravidanza. È infatti ricca in amminoacidi tra i quali la Lisina e la Metionina, quest’ultima particolarmente importante per il nostro organismo perché rientra tra quegli amminoacidi essenziali che non siamo in grado di sintetizzare e dobbiamo assumere dall’esterno. La quinoa è poi costituita per il 60% da carboidrati, il 12% da proteine e il 6% di fibre. Insieme al pollo e alle mandorle, otteniamo un piatto gustoso e semplice da preparare.

Circa 600 mila famiglie comprano alimenti senza glutine, anche se non ci sono celiaci in casa, con la speranza di dimagrire dieta per dimagrire per dimagrire è sbagliato ma ridurre le quantità non fa certo male. In ogni caso è buona cosa consultare un nutrizionista piuttosto che cominciare con una dieta fai da te. E non ci si deve mai scordare di bere ogni giorno abbondante acqua, salare con moderazione i pasti, consumare pochi zuccheri semplici e soprattutto dedicare un tempo adeguato all’attività fisica.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE • 120 g di quinoa • 200 g di petto di pollo • 3 cucchiai di olio evo • 30 g di mandorle tostate • 6/8 pomodorini • Sale q.b. PROCEDIMENTO Anzitutto sciacquare la quinoa in modo da eliminare la saponina, che la rende amara. Non appena asciutta, tostarla leggermente su una padella a fuoco basso. Dopodiché cuocerla in abbondante acqua per circa 12 minuti. Quando è pronta, scolare e condire con un po’ di sale e 1 cucchiaio di olio evo. A questo punto, grigliare il petto di pollo su una piastra ben riscaldata e, una volta cotto, tagliarlo a straccetti. Nel frattempo, tagliare i pomodorini in quattro spicchi e infornali su carta da forno a 180° in modalità statica per circa 10 minuti. Unire il tutto, mescolando la quinoa con pollo, mandorle e pomodorini. Condire infine con 2 cucchiai di olio evo e decorare con qualche foglia di sedano. Dott.ssa Anna Borzacchiello - Biologo Nutrizionista Per un consiglio in più nell’area di Napoli scrivi a: annaborzacchiello.na@gmail.com

SaluteStyle - 11


DIETA È ufficialmente iniziato il conto alla rovescia per la prova costume.

ESTATE IN ARRIVO? Ecco come perdere peso e recuperare la forma. Come scrollarsi di dosso quei chili accumulati durante la stagione invernale? Sana alimentazione, attività fisica e integratori naturali sono la “ricetta” per un risultato più efficace. Hai mai sentito parlare di zinco, cromo, tè verde, semi di pompelmo, caffè verde, garcinia Cambogia? Ebbene, questi sono tutti elementi naturali utili per regolare l’equilibrio del peso e il metabolismo, riducono l’appetito e possono avere effetti benefici sul corpo.

12 - SaluteStyle


Ma partiamo dalle basi. Per perdere peso è fondamentale controllare quanto si mangia e cosa. Le verdure di stagione (in primavera sono tante e gustose) riforniscono l’organismo di vitamine, sali minerali e fibre e sono veri e propri alimenti dimagranti. Ok anche alla frutta, per esempio, mele e ananas. Evitare di assumere calorie “inutili”, come quelle delle bibite gasate o delle farine raffinate, bere molta acqua, mangiare pasti più ridotti a intervalli più frequenti, fare esercizio fisico. All’alimentazione si può quindi associare l’assunzione di elementi nutritivi. A partire dal tè verde, ad esempio, che accelera il metabolismo; l’estratto di semi di pompelmo è ricco di vitamine e di sostanze che migliorano l’attività dei reni e tengono sotto controllo il livello del colesterolo. Il cromo ha invece un’azione bruciagrassi, perché regolarizza i livelli di zucchero nel sangue, causando un calo del senso di fame. L’acido clorogenico, contenuto nel caffè verde, è invece un potente antiossidante che può limitare l’assorbimento di zuccheri da parte dell’intestino, velocizzando il metabolismo. Molto utile è anche l’estratto di Garcinia Cambogia. I benefici di questo frutto, di cui si utilizza un estratto della buccia, sono numerosi e riconosciuti, e si sono molto affermati negli ultimi tempi. Le proprietà principali risiedono nell’acido idrossicitrico dalla corteccia che ha proprietà uniche per l’eliminazione del grasso e per la perdita di peso, perché velocizza il passaggio del cibo nell’intestino limitando l’accumulo sotto forma di adipe di zuccheri e carboidrati non utilizzati dall’organismo per la produzione di energia; inoltre riduce il senso dell’appetito. Assumere integratori di Garcinia Cambogia è consigliato anche a chi desidera e ha bisogno di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue, funzione benefica per la salute ma anche per perdere peso e disintossicarsi. Infine - e non da ultimo - la Garcinia aiuta ad aumentare la produzione di serotonina che favorisce il buon umore. Unica accortezza: il prodotto è sconsigliato per chi soffre di diabete o è in stato di gravidanza o nel periodo di allattamento. È importante ricordare che questi trattamenti sono utili ma solo se coniugati a una dieta equilibrata povera di grassi che consenta prestazioni ottimali di acido idrossicitrico e a una regolare attività fisica. Attenzione infine ad acquistare solo integratori naturali certificati dal Ministero della Salute a garanzia di controllo e sicurezza per la nostra salute.

Zinco, cromo, tè verde, semi di pompelmo, caffè verde e garcinia Cambogia elementi naturali utili per regolare l’equilibrio del peso e il metabolismo.

OPTIMAX BODY LIGHT Il primo integratore “pronto da bere” a triplice azione per l’equilibrio del peso corporeo: attiva il metabolismo, brucia i grassi in eccesso, rallenta l’assorbimento dei carboidrati e degli zuccheri. La forza e l'efficacia di cinque fitoestratti titolati nei loro principi attivi prontamente assimilabili: garcinia cambogia, tè verde, caffè verde, semi di pompelmo, proteine del fagiolo bianco.

COLOURS OF LIFE GARCINIA CAMBOGIA PLUS Integratore alimentare a base di estratto di Garcinia Cambogia arricchita con Cromo per contribuire al mantenimento dei livelli normali di glucosio nel sangue e Zinco per favorire il normale metabolismo dei carboidrati. Controlla il senso di fame e coadiuva l’equilibrio del peso corporeo.

SaluteStyle - 13


MAKE UP Viso acqua e sapone con un pizzico di eccentricità. Dopo un 2016 dai volti molto truccati, per la prossima stagione primavera estate la tendenza volge al naturale, rivisitando grandi classici e modernità. Il make-up è quasi impercettibile e gioca su luci e ombre per scolpire il viso. Parole d’ordine sono semplicità e romanticismo, con qualche eccezione. Come suggeriscono anche le nuove collezioni firmate dai brand beauty più celebri, tra i must have troviamo l’eyeliner, con tonalità meno forti e colori più vivaci, tipicamente estivi, dal blu cobalto al

verde smeraldo. Intramontabile e da sempre il trucco più versatile è la matita nera: considerata un evergreen, è capace di rendere lo sguardo definito e magnetico, perfetto sia per il giorno che per la sera per dare intensità all’occhio. La matita può sostituire all’occorrenza l’eyeliner, può essere utilizzata sia per la rima superiore che per quella inferiore, sfumata accuratamente nella piega dell’occhio o sull’angolo esterno per donare profondità allo sguardo. Sempre accompagnata dal mascara per allungare e volumizzare le ciglia, ma anche per catturare

PRIMAVERA ESTATE 2017

14 - SaluteStyle


quelle più piccole, più corte e più esterne. In questo modo tutte le ciglia saranno separate e perfettamente definite. Tra geometrie più azzardate e tratti classici, la PE 2017 premia la creatività. Sugli occhi e sugli zigomi spunterà l’arancione, insieme ad altre nuance, per ottenere un look fresco e intenso. Il trucco occhi grafico continuerà a essere uno dei trend predominanti, assieme allo smokey eyes, rivisitato con nuance insolite. Difatti gli ombretti, così come in inverno, saranno grandi protagonisti sul nostro volto, anche grazie a texture in grado di catturare la luce per esaltare lo sguardo. Il verde è il colore di stagione e va dal petrolio fino al greenery, passando per nuance più vicine

al verde menta. Colore perfetto per chi ha occhi verdi o nocciola, è un grande classico che non manca quasi mai nel beauty-case, anche in tonalità più leggere per illuminare lo sguardo in un tocco. Immancabile sarà il viola, magnetico e vivace allo stesso tempo, dona sempre molto fascino e mistero, esaltando ogni colore di occhi. Questa nuance sarà gettonata in tutte le sue sfumature: malva, lilla, rosa e marroni violacei. Capitolo rossetto. Si punterà sugli effetti lucenti e i riflessi che sottolineano la femminilità anche con un semplice tocco nelle tonalità impalpabili di pesca, rosa e lampone. Per chi non riesce a rinunciare al rossetto rosso, occhi e guance al naturale con un filo di mascara e luce sugli zigomi: la pelle dovrà essere levigata, idratata e illuminata solo da polveri, blush e prodotti applicati sul viso per creare volumi e fard illuminanti dalle tonalità rosate e poco accentuate. Infine, le unghie: tra i colori smalti primavera estate continueranno a resistere toni metallici e pastello (molto apprezzati anche nel periodo invernale) e torneranno gli smalti bianchi, perfetti per l’estate, super coprenti, per una manicure perfetta.

GIL CAGNÉ Mascara Fabulous Volume Black

GIL CAGNÉ - Ombretto 107 Faboulos Green Wet & Dry

GIL CAGNÉ - Ombretto 106 Ritual Violet Wet & Dry

GIL CAGNÉ Matita Occhi Black Ink

Sguardo intenso in un unico passaggio, protegge, definisce, conferendo volume e colore. La cera di carnauba naturale conferisce corposità, forma e flessibilità, scolpendo le ciglia. Un estere derivato dalle olive conferisce un effetto fluidificante. Il double brush è formato da due spazzolini uniti e intrecciati, per una separazione perfetta delle ciglia.

Ombretto verde chiaro molto luminoso, ideale per tutte le pelli con fototipo intermedio. Setoso, può essere utilizzato con un pennellino asciutto o bagnato, per un effetto long lasting. Questa tonalità è consigliata per il trucco di giorno e per chi ama il colore.

Ombretto setoso, dal colore viola scuro, brillante. Perfetto per valorizzare i volti nordici, dalla carnagione chiara, esalta gli occhi azzurri e crea un piacevole contrasto con gli occhi verdi. Consigliato per donare fascino e mistero di sera, oppure per un make up fotografico.

Per chi ama lo sguardo profondo. Perfetta per uno smokey eye. Matita per occhi dal tratto perfetto ma morbida tanto da poter essere usata all’interno dell’occhio.

SaluteStyle - 15


PERSONAL CARE

DETERSIONE POST TRUCCO La grande premessa della detersione del viso è che rappresenta un gesto di bellezza e salute non solo per chi si trucca: è infatti un’operazione fondamentale perché, oltre ad eliminare i residui del make-up, consente di rimuovere anche le polveri e gli agenti inquinanti che ogni giorno si depositano sulla nostra pelle, impurità e tossine che ostruiscono pori e che impediscono l’ossigenazione. La pulizia del viso deve essere quindi un’abitudine quotidiana, un rituale di benessere accurato e profondo. Il lavaggio con semplice acqua non serve ad asportare i residui sulla superficie del viso: per una detersione davvero efficace è determinante l’impiego di un detergente che pulisca in profondità, con un’azione delicata per mantenere intatto il film idrolipidico naturale presente sulla nostra cute e preservare la pelle dall’invecchiamento precoce.

Ma come scegliere la detersione più adatta? I prodotti vanno selezionati in base alla propria pelle, a seconda che sia secca, normale, grassa, matura, con un occhio all’idratazione più adatta alle nostre esigenze. In particolare, latte e tonico sono ideali sia per rimuovere il trucco che per la pulizia quotidiana da effettuare mattina e sera, per eliminare rispettivamente il sebo e il sudore che si è depositato durante la notte e le impurità che si sono adagiate durante il tran tran giornaliero e che rendono l’incarnato spento. Questi prodotti ci donano una sensazione di comfort e benessere anche grazie alla loro azione antiossidante e reidratante. Spesso il tonico viene bistrattato e dimenticato, ma quest’ultimo gesto aiuta a mantenere la naturale acidità dell’epidermide (un pH alterato è causa di discromie e acne); inoltre 16 - SaluteStyle

restituisce idratazione, elimina le impurità più profonde, lenisce e ha un effetto astringente sui pori, donandoci una piacevole sensazione di freschezza.

Evita l’acqua troppo calda, rischi di danneggiare cute e tessuti. Una corretta detersione si fonda anche sull’adozione di piccoli importanti accorgimenti. La pelle va sempre bagnata con abbondante acqua, va usata soltanto la quantità di detergente strettamente necessaria, avendo cura di risciacquare la cute per asportare oltre allo sporco emulsionato, anche ogni traccia del detergente stesso. Bisogna inoltre evitare di utilizzare acqua a temperature elevate poiché rischierebbe di danneggiare la cute e i tessuti.


Scegli il prodotto giusto e se hai dubbi, chiedi al tuo farmacista. Creme e sieri specifici sono altrettanto importanti: da applicare mattino e sera, a pelle detersa ovviamente, la combinazione di questi trattamenti è uno step essenziale nella nostra beauty routine per mantenere la pelle morbida, idratata e luminosa. L’effetto è amplificato se si effettua uno scrub con microgranuli ad azione delicata (per non ledere la cute) ed esfoliante, particolarmente consigliato per le pelli più mature – ma senza esclusione di colpi dai 25 anni in su – una volta a settimana per le pelli normali e due per le miste. Attenzione anche ai prodotti che si scelgono: una crema non adatta non solo si rivelerà inefficace, ma molto spesso potrebbe andare a peggiorare ulteriormente eventuali problemi legati alla pelle più sensibile. Chiedere sempre al proprio farmacista di fiducia, con il proprio viso non si scherza!

Da Somatoline Cosmetic nasce la Detersione Viso ad Azione Detox, la detergenza con un potere in più. Deterge e strucca delicatamente, rimuove le impurità ed aiuta a eliminare le tossine grazie ad un pool di ingredienti ad azione antiossidante e reidratante. ACQUA MICELLARE Idratante Ad azione detossinante, favorisce l’ossigenazione e la rivitalizzazione della cute. Una soluzione acquosa dalle proprietà struccanti, alternativa al latte detergente, che non lascia residui oleosi sul viso. LATTE DETERGENTE Nutriente Dall’azione detossinante, strucca delicatamente, idrata e nutre la pelle per un’ immediata sensazione di benessere. Un’emulsione dalla texture leggera che idrata la pelle senza renderla unta. TONICO VITALIZZANTE Rigenerante Lozione multiattiva che tonifica delicatamente, idrata, rigenera e purifica la pelle del viso, donandole un’intensa sensazione di freschezza. A base acquosa e priva di alcol. SALVIETTINE STRUCCANTI DELICATE Detergono e struccano delicatamente viso, occhi e labbra, lasciando la pelle fresca, rigenerata e naturalmente luminosa. Salviette in morbido tessuto a trama micro-vellutata impregnate di un’emulsione innovativa che rispetta le pelli più sensibili. SaluteStyle - 17


SPORT

CORRI CHE TI PASSA Arriva la primavera, il periodo migliore per riprendere a correre! È un modo facile ed efficace per mantenersi in forma e, perché no, per tonificarsi in vista dell’estate. E poi cosa c’è di più bello di allenarsi all’aperto, magari immersi nel verde di un parco o su un lungomare dai mille colori? Bastano scarpette da corsa, maglietta, pantalone sportivo e via, si può iniziare. Chi non ha mai provato crede che la corsa sia fatica. In parte, in effetti, è vero, soprattutto per chi è poco allenato, ma è anche sinonimo di divertimento e di benessere. Sempre meglio seguire qualche piccolo consiglio. Il primo è quello di non correre senza aver verificato le proprie condizioni di salute soprattutto dopo periodi di lunga inattività. Prima di infilare le scarpe da running, i medici consigliano di fare una prova da sforzo, iniziando 18 - SaluteStyle

un po’ alla volta. Per i sedentari, quelli che da tempo non praticano sport, meglio cominciare con una regolare camminata a passo svelto per poi passare gradualmente alla corsa. L’ideale, all’inizio, è allenarsi almeno tre giorni alla settimana; sia durante il cammino che durante la corsa il ritmo deve essere tale da consentire di non andare mai in affanno. Riuscire poi a non arrivare in pista a stomaco vuoto, ma nemmeno a stomaco pieno: un frutto prima di cominciare aiuta a trovare una buona carica. Soprattutto con l’arrivo del caldo, conviene sempre assumere qualche integratore per reidratare il corpo così come per contrastare il senso di stanchezza e di affaticamento. Un elevato lavoro muscolare, sudorazione intensa e un consumo energetico più alto del “normale” richiedono un’integrazione di nutrienti che non è sempre


ALIMENTAZIONE Prima di andare a correre è consigliabile mangiare un frutto. Durante e dopo la corsa bisogna integrare il consumo energetico con sali minerali, proteine, potassio e magnesio. ALLENAMENTO Dopo un riscaldamento di 15 minuti corri a passo lento per 3 minuti, a passo medio per un minuto ed aumenta il ritmo per il minuto successivo; ripeti la sequenza fino alla fine della corsa. TRUCCHI Per migliorare la velocità della tua corsa guardati attorno, scegli un punto di riferimento verso il quale correre (un’auto, un semaforo...) e fai degli scatti fino a raggiungerli.

possibile colmare con l’alimentazione. Per scegliere il prodotto giusto si può chiedere aiuto in farmacia: sali minerali, ma anche bustine e compresse a base di potassio e magnesio, barrette energetiche e proteiche, sono ottimali per l’attività sportiva. Esistono una serie di prodotti da banco calibrati sulle necessità di ciascun corridore sia per chi pratica l’agonismo che per chi si muove ogni giorno per pura passione. I benefici di praticare la corsa all’aria aperta sono molteplici: aiuta a dimagrire se abbinata ovviamente a un equilibrato programma alimentare, è fondamentale nella prevenzione di diverse malattie, aiuta a conservare il buonumore e a scaricare lo stress in eccesso. La tipica frase utilizzata “mens sana in corpore sano” rappresenta

la traduzione esatta per descrivere gli effetti positivi del praticare jogging nella natura. Una corsa all’aria aperta fa bene alla mente, il metabolismo si mette in funzione producendo endorfina (sostanza chimica che permette di sentirsi felici e sereni), contribuisce a consumare calorie e ad acquisire tonicità muscolare e resistenza.

E allora cosa stai aspettando? SaluteStyle - 19


VETERINARIA

VIAGGI A 4 ZAMPE Sono sempre più numerose le strutture turistiche pet friendly, ossia alberghi, agriturismi, spiagge e ristoranti dove gli amici a quattro zampe sono i benvenuti. In auto, in treno, in nave, in aereo: gli animali domestici possono seguirci ovunque, basta informarsi sui regolamenti del trasporto e non dimenticare di mettere in valigia il loro libretto sanitario. A partire dal microchip sottocute, obbligatorio per cani e gatti già dal 1° gennaio 2005, condizione indispensabile per l’ottenimento del passaporto. Chi viaggia all’estero infatti ha bisogno di questo documento e, oltre al microchip, è necessaria l’iscrizione all’anagrafe veterinaria dell’ASL di zona e la vaccinazione antirabbica. Il Ministero della Salute ci ricorda infatti di portare con noi i documenti necessari per il viaggio (libretto sanitario correttamente 20 - SaluteStyle

compilato e aggiornato) e consiglia di recarsi dal veterinario di fiducia per un check-up generale dell’animale prima di partire, assicurandosi così che sia nelle condizioni di salute migliori per affrontare il viaggio. Ovviamente il padrone, oltre alla propria valigia, deve preparare anche quella del proprio amico peloso, senza dimenticare cibo, farmaci abituali, giochi preferiti, guinzaglio, museruola, sacchetti igienici e lettiera e un piccolo kit di primo soccorso da avere sempre a portata di mano. Se il proprio animale ha una natura ansiosa e tende a stressarsi durante i viaggi è bene concordare preventivamente con il veterinario la terapia migliore per alleviare i sintomi di un possibile malessere. È consigliato tenere l’animale a digiuno almeno 2 ore prima di iniziare il viaggio e avere sempre a portata di


Fare le vacanze o viaggiare con i nostri pets è sempre meraviglioso. Soprattutto per il cane, costituisce un momento di felicità assoluta poter esplorare il mondo con il proprio padrone, che sia una gita fuori porta o un lungo viaggio. Prima della partenza assicurarsi sempre che il cane gradisca viaggiare, alcuni soffrono di chinetosi al pari dei bambini e per loro il viaggio potrebbe essere un incubo. Per evitare questo si può abituare il proprio compagno gradualmente e se possibile da cucciolo, dapprima con piccoli tragitti e poi sempre più lunghi. Esistono anche ottimi nuovi presidi farmacologici che possono aiutare molto senza alterare in nessuna misura l’attività del cane. In questo il vostro veterinario di fiducia vi sarà di enorme aiuto. Abbiate cura di rispettare le norme di legge (bagagliai separati dall’abitacolo, reti , cinture di sicurezza, kennel, etc.) e scegliete il modo più confortevole di viaggio per il vostro amico in relazione a taglia, età ed indole. Non partite mai senza il bagaglio dedicato al vostro amico: ciotole, acqua e cibo per le trasferte più lunghe, così come guinzaglio, pettorina e copertina. Ricordatevi di trattare il vostro amico con i farmaci antiparassitari e controllate che il suo libretto sia in ordine con vaccini e profilassi. Se affetto da qualche patologia particolare ricordatevi i suoi farmaci e chiedete a quale veterinario potete fare riferimento nella località dove andrete a stare per la vacanza. Assicuratevi di trovare alloggi che accettino il vostro animale al loro interno, meglio ancora se saranno strutture “pensate” per questo tipo di turista, e verificate che regole esistono per gli accessi al mare o nei luoghi di villeggiatura dove volete trascorrere la vacanza. Per il gatto , se accetta di viaggiare e non preferisce stare a casa accudito da persone di fiducia, valgono le stesse regole. Enorme attenzione alle norme di sicurezza nel luogo di arrivo. Il gatto potrebbe scappare... trasformando la vacanza in una bruttissima esperienza. E adesso Buon viaggio ! Dott.ssa Monica Pais - Medico Veterinario

mano dell’acqua fresca da potergli somministrare al bisogno, così come è necessario garantire uno spazio idoneo, privo di pericoli e con una sufficiente aerazione durante il trasporto. In particolare, sui treni il regolamento consente il trasporto a titolo gratuito di animali di piccola taglia all’interno di appositi contenitori (dimensioni 70x30x50). Per quanto riguarda l’accesso a bordo dell’aereo di cani e gatti a seguito di un passeggero, non esiste una regolamentazione unica: ogni compagnia di navigazione può infatti stabilire la tipologia della gabbietta utilizzata per il trasporto dell’animale, il numero degli eventuali animali accettati in cabina o la possibilità di farli uscire o meno dalla gabbietta. I cani di media o grande taglia, invece, viaggiano nella stiva pressurizzata in apposite gabbie rinforzate, a meno che non siano cani guida per non vedenti, che possono accompagnare il proprietario purché muniti di museruola e guinzaglio (stesso discorso per navi e traghetti). Alcune compagnie garantiscono

Segui su Facebook il lavoro della Clinica Duemari su EFFETTO PALLA ONLUS per la cura degli “animali di nessuno”

anche l’assistenza di personale specializzato, centri di assistenza e di ristoro per gli animali duranti gli scali. Non è da sottovalutare neanche il trasporto in automobile. Bisogna programmare soste regolari e assicurarsi che l’animale non sia esposto a bruschi cambi climatici o a temperature estreme. Ci sono delle regole di sicurezza da rispettare, oltre che norme dettate dal comune buon senso, quali non lasciare l’animale libero tra i sedili per evitare il rischio di intralcio durante la guida, scegliendo se usare un trasportino, una cintura apposita a tre punti o una rete divisoria nel bagagliaio - sempre assicurandoci che il nostro amico sia a proprio agio, abituandolo e rassicurandolo viaggio dopo viaggio.

SaluteStyle - 21


VIAGGI

PASQUA ALLE TERME Oasi di benessere e salute. Salus per aquam, salute attraverso le acque: cosa c’è di meglio di immergersi in uno stato di pace e benessere? Fanghi, bagni termali e cure inalatorie rappresentano una soluzione per chi ha disturbi alla pelle, di artrosi e respiratori ma anche per chi vuole semplicemente scaricare un po’ di stress. Da Nord a Sud, l’Italia delle terme è ricchissima di proposte. A partire dalla classica Fiuggi nel Lazio, la famosa Chianciano in Toscana e San Casciano dei Bagni al confine con l’Umbria che, con le sue 42 sorgenti termali che sgorgano ad una temperatura media di 40 gradi, è situata al terzo posto in Europa per portata di acqua termale. 22 - SaluteStyle

Conosciamo tutti Ischia, ricca di parchi, cascate e Storia: a Cavascura, dove sgorga una delle più grandi sorgenti dell’isola, i tempi e i luoghi sono ancora quelli dell’“otium”. Ischia è di origine vulcanica e dispone di moltissime fumarole, sorgenti e bacini termali. I trattamenti che si possono effettuare sono molteplici e oltre ai fanghi, bagni, inalazioni, aerosol, si curano patologie legate all’apparato respiratorio e cardiovascolare. Variegata è anche l’offerta termale dell’Emilia Romagna, in 19 località diverse, dalle colline di Parma al mare di Rimini, tra salsobromoiodica, sulfurea, solfato-calcica-magnesiaca, bicarbonato alcalina.


Famose in tutta Europa sono le Terme di Bormio con le sue acque di tipo alcalino che sgorgano da ben nove sorgenti diverse alla temperatura di 38 gradi e 41 gradi, con ottime qualità curative, rigeneranti, rilassanti e antinfiammatorie. Seguono Abano Terme e Montegrotto Terme: circondate dai suggestivi e antichi Colli Euganei, in provincia di Padova, costituiscono le più grandi stazioni termali d’Europa, caratterizzate da acque sotterranee profonde che sgorgano a 87 gradi. Gratuite e aperte sono infine le Terme di Saturnia in provincia di Grosseto, lungo la strada tra Scansano e Manciano. Con le loro naturali vasche calcaree a gradoni, le cascatelle sulfuree, completamente immerse nel verde della campagna toscana, costituiscono un paesaggio imperdibile. Anche in Sardegna ci sono vasche di libero accesso: sono le antiche terme Fordongianus, vicino Oristano, che sorgono all’interno del sito archeologico romano Forum Traiano con vasche in cui le temperature più elevate si mescolano con l’acqua più fredda e offrono l’incredibile esperienza di fare il bagno tra i resti archeologici.

L’acronimo SPA, che identifica una stazione termale o in generale una struttura che opera per il benessere, il relax e la cura del corpo deriva da una locuzione latina “salus per aquam” significa “salute per mezzo dell’acqua”.

E come dimenticare la Sicilia, terra di vulcani e di acque sulfuree? Famose quelle di Vulcano, nelle isole Eolie, le Terme Segestane e di Ponte Bagni, tra Palermo e Trapani, e di Termini Imerese. Troviamo poi le terme di Sirmione, tra le più belle d’Italia. In un contesto stupendo, anche queste terme romane in Lombardia, hanno acque di origine sulfurea salsobromoiodica che nascono a 800 metri sul livello del mare, per poi scendere sotto il terreno, arricchirsi di minerali e uscire a 70 gradi. SaluteStyle - 23


NEWS 2.0

FAI LA SPESA CON LE APP La tecnologia arriva in soccorso a chi ha qualche “problemino” con la spesa. A quelli che vanno al supermercato e dimenticano cosa comprare ma anche al consumatore inconsapevole, poco attento alle etichette e sempre a rischio acquisti sbagliati. Esistono app, spesso gratuite che, scaricate sul proprio smartphone si trasformano in veri e propri assistenti all’acquisto. Ci sono le applicazioni utili per creare liste della spesa ma anche quelle più avanzate che, inquadrando il codice a barre del prodotto, fanno comparire sullo schermo ingredienti, alternative, addirittura consigli per le ricette. L’app Edo, ad esempio, segnala gli ingredienti di ciascun prodotto, l’eventuale presenza di lattosio o glutine, gli elementi nutrizionali. NUNA (Nutritional Navigator) analizza invece gli acquisti: indicando sul display gli alimenti acquistati (lo si può fare anche puntando lo smartphone sul codice a barre) l’app suggerisce se la spesa è completa e bilanciata attraverso una piramide alimentare multicolore. Molto utile è anche l’app AICMOBILE, prontuario dei prodotti senza glutine realizzato dall’Associazione Italiana 24 - SaluteStyle

Celiachia. Funziona sempre con la stessa formula: inquadrando il codice a barre del prodotto si scopre se è inserito nel prontuario e consente anche di individuare i ristoranti che offrono menù gluten free. E ancora, Genius Food che indica attraverso il telefono le intolleranze più comuni, quali glutine, uova, lattosio, arachidi, proteine del latte, crostacei o pesce. Inquadrando con la fotocamera il prodotto che si sta per comprare e una serie di icone intuitive (pollice alzato, pollice verso o a metà), l’app indicherà l’assenza o la presenza, in tutto o in tracce, dell’ingrediente pericoloso. Per chi è a dieta, suggerita è iFOOD LITE che permette di monitorare le calorie di quel che si mangia inserendo i prodotti. Curiosa è l’app ViVino che consiglia nella scelta del vino per trovare il giusto abbinamento con la ricetta da realizzare: basta fotografare l’etichetta della bottiglia e ViVino mostra in pochi secondi una recensione completa di abbinamenti e consigli raccolti nella sua comunità di milioni di appassionati.


Esistono anche siti che permettono di confrontare i prezzi. Uno dei piÚ popolari è Doveconviene per vedere i volantini di offerte dei supermercati in Italia; ma anche RisparmioSuper che permette di confrontare i prezzi nella propria città e, dopo essersi registrati, creare liste della spesa low cost. Ci sono poi molte applicazioni che pur non confrontando prezzi e offerte sono un valido aiuto durante gli acquisti. Smart Lista Spesa per i dispositivi Apple organizza la lista della spesa trasferendola sullo smartphone e permettendo la spunta digitale dei beni acquistati, per aiutare il consumatore a ricordare tutto. La Mia Spesa, analoga app per Android, permette addirittura di sincronizzare la lista con un’altra persona direttamente dal telefono, in modo che non ci siano sovrapposizioni e tutti i componenti della famiglia siano aggiornati in tempo reale sugli acquisti.

Facile no? SaluteStyle - 25


COLTIVA LA LA TUA TUA SALUTE SALUTE COLTIVA

basedidiChitosano, Chitosano,Riso Risorosso rossofermentato, fermentato,Coenzima CoenzimaQ10 Q10e e AAbase Berberisutile utileper perfavorire favorirelalaregolare regolarefunzionalità funzionalitàdell’apparato dell’apparato Berberis 22 cardiovascolare. 26 - SaluteStyle cardiovascolare.


TegraDOC™

INTEGRATORE ALIMENTARE A base di Chitosano, Riso rosso fermentato, Coenzima Q10 e Berberis utile per favorire la regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare. CARATTERISTICHE DEGLI INGREDIENTI

COMPOSIZIONE

Berberis (Berberis aristata DC): è un arbusto sempre verde originario dell’Himalaya ma cresce anche nelle zone temperate e sub-tropicali dell’Asia, dell’Europa e dell’America. Le radici e la corteccia, molto utilizzate nella tradizione ayurveda, sono ricche di berberina, un alcaloide isochinolinico quaternario. Viene utilizzata per favorire le funzioni digestive, quelle epatiche, la regolarità del transito intestinale e per la funzionalità dell’apparato cardiovascolare.

Una compressa di TegraDOC™ contiene:

Riso rosso fermentato: è ottenuto dalla fermentazione del comune riso (Oryza sativa L.) da parte di un particolare ceppo di lievito rosso: il Monascus purpureus. Durante la fermentazione, il preparato si arricchisce di un gruppo di sostanze denominate monacoline, in grado di inibire un enzima chiave nella biosintesi del colesterolo. Chitosano: è un polisaccaride ottenuto dall’esoscheletro di crostacei. Come per la cellulosa, il nostro organismo non possiede enzimi per la sua degradazione e nello stomaco, a pH acido, forma un gel con proprietà emulsionanti che può ridurre l’assorbimento dei grassi dal lume intestinale. Coenzima Q10: il coenzima Q10 o ubichinone è una molecola organica ubiquitaria nell’organismo, coinvolta in numerosi processi biochimici necessari alla produzione di ATP, ovvero di energia, e nei processi di ossido-riduzione. Questi processi, se alterati, possono portare ad una condizione di stress ossidativo e in particolare alla perossidazione lipidica e alla formazione di radicali liberi. Dal momento che, con il tempo, la sua produzione tende a diminuire, per contrastarne la carenza risulta indicata una sua integrazione.

23

• Berberina 200 mg. • Riso rosso fermentato da Monascus purpureus 100 mg (pari a 3 mg di monacolina K). • Chitosano 100 mg. • Coenzima Q10 10 mg.

MODO D’USO Assumere da 1 a 2 compresse al giorno secondo necessità. Deglutire le compresse intere, una alla volta, ciascuna accompagnata da un po’ d’acqua preferibilmente poco prima o durante il pasto serale.

AVVERTENZE Per l'uso del prodotto si consiglia di sentire il parere del medico. Non superare la dose giornaliera consigliata. Non usare in gravidanza, durante l’allattamento e in caso di terapia con farmaci ipolipidemizzanti. Non assumere in caso di allergia nota o presunta verso uno o più degli ingredienti. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE Conservare in luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce, dall’umidità e da fonti dirette di calore. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto in confezione integra correttamente conservato. Disponibile nella confezione da 30 compresse rivestite.


Salute Style MAR-MAG 2017  
Salute Style MAR-MAG 2017  
Advertisement