Issuu on Google+

www.ilfaroinrete.net

caf

caf

IMPRESE & PRIVATI

IMPRESE & PRIVATI

00145 Roma Via Adelaide Bono CAIROLI 37 Tel. 06 5123119

EDITRICE E DIRETTRICE RESPONSABILE: VALENTINA TACCHI PER CONTATTI E PUBBLICITÀ • tel. 347/8521307 • ilfaroredazione@gmail.com • www.ilfaroinrete.net

EDITORIALE Il Centro L

LA VERITÀ E LA FAVOLA

a Verità, dicono, va nuda e abita in fondo a un pozzo. Un giorno, forse annoiata di quella sua profonda solitudine, uscì dal lì e si avviò tra la gente. Bella idea! Subito i primi che la videro se la diedero a gambe. La Verità provò a bussare a qualche casa: le sbatterono la porta in faccia. Nessuno voleva accoglierla. La povera Verità, umiliata e intirizzita, prese una strada di campagna. Ed ecco venirle incontro una bella signora tutta vestita di trine e di sete, impiumata come uno struzzo, ricoperta di gioielli, falsi i più ma sfavillanti: era la Favola.

Oh, buongiorno! – disse la Favola, cordiale. – Ma che diavolo fai sola soletta per questo stradone? Lo vedi – rispose malinconicamente la Verità – sto morendo di freddo. Non c’è un cane che voglia sapere di me. Scappano tutti appena mi avvicino. Eppure – replicò la Favola – tu e io siamo parenti strette ed io, dove vado, sono assai bene accolta. Però capisco – soggiunse ridendo. Tu hai un torto: ti presenti troppo poco vestita… Sai che cosa faremo? Ripàrati sotto il mio mantello e andiamo insieme, da buone sorelle. Vedrai, converrà a tutte e due. I savi accoglieranno me in grazia della Verità che nascondo e i pazzi faranno festa a te perché sarai frusciante delle mie sete e luccicante dei miei gioielli. ( Jean Pierre Claris De Florian )

in un clima di monarchia assoluta, quando ancora la libertà individuale era un valore da conquistare, come l’uguaglianza, prima della Rivoluzione Francese. Il terrore presente nel tessuto sociale prevaleva, quindi, sui diritti personali di ogni singolo uomo. Tante rivoluzioni sono state fatte da quella metafora. La Verità, che quando si presenta nella sua semplice essenza non viene ascoltata, non la si vuole accogliere ed accettare e si ritrova così in fondo al pozzo del cuore di ognuno. Ma Essa sa come trovare la strada per non rimanere soffocata e farsi sentire. Trionfante brandisce il suo specchio fuori dal pozzo e il suo riflesso si estende senza che alcuno possa più trattenerla. Travestita coi panni della Favola, viene accettata, porta con sé silenziosamente il suo insegnamento e poi il cambiamento. Sembra quasi voler fare una carezza ma in realtà proprio le nostre catene spezza.

La Verità allora è a volte quella favola, che nel suo apparir frivola nella mente dolcemente scivola, per lavar l’ipocrisia semplicemente con la fantasia. ...e quando poi incontra il Forziere della Libertà che la vuole, così prezioso e lontano dalle prigioni, lei gioisce e si fa avvolgere. Si ottengono così le conquiste, da quell’incontro di Verità e Libertà che, senza doversi nascondere dietro alcuna favola, prendono il volo verso nuove emozioni e scoperte per scolpire insieme i segreti della Storia. Questo apologo è stato scritto tanti secoli fa, Valentina Tacchi

Odontoiatrico Montanari

• Piano di cura completo e dettagliato • Appuntamenti flessibili • Professionisti in implantologia ed ortodonzia •Prima visita senza impegno • Controlli semestrali comprensivi di igiene • Pagamenti personalizzati

Affidarsi alle cure del Centro Montanari ti permette di vivere con serenità la salute del tuo sorriso. Sede GARBATELLA

Sede MAGLIANA

Piazza Augusto Albini n. 25 Tel. 06 45 61 83 33

Via della Magliana n. 215 Tel. 06 96 52 11 54

Mensile a carattere Sociale e Culturale • Numero 74 Anno IX • FEBBRAIO 2014

1


U(N TIMONE SULL’ATTUALITÀ Dino Neandri

Massimiliano Porena ANTROPOLOGICA....MENTE PARLANDO

IDIOTI 2.0

S

I

messaggi offensivi inviati a Bersani sono l’ultimo tassello del malcostume esistente in rete. Nascosti dai vari nickname, le tastiere di questi mascalzoni digitavano frasi, mentre il politico stava in camera operatoria e lottava contro l’emorragia celebrale, che andavano dal semplice insulto all’auspicio di una celere morte. Tuttavia, stavolta il malumore, pur sempre crescente, dei cittadini nei confronti della politica e dei politici, non c’entra nulla. I protagonisti di questa brutta storia non somigliano affatto a chi voleva “mandare per storto” gli spaghetti a Francescini, vicenda che avvenne in un ristorante romano immediatamente dopo la rielezione di Napolitano. In quel caso chi protestava lo faceva a viso scoperto, tra l’altro il confronto, seppur acceso, non sconfinava mai nella violenza del linguaggio. Il caso Bersani, per la metodologia usata dai diffamatori, ha molto in comune con i tanti episodi di cyber-bullismo i quali provocano dolore e disperazione nelle vittime, in alcuni casi causano conseguenze drammatiche. Circa due anni fa, ho scritto un articolo che argomentava le potenzialità di qualsiasi individuo di fronte a una tastiera. Il tema affrontato era il sentimento. Facebook si stava consacrando come il re dei social network, milioni di persone avevano un “profilo”, le chat avevano già sostituito le piazze e i “muretti”. Ho descritto quella situazione con molta ironia, aggiungendo una piccosa dose scientifica, nata da i miei studi antropologici. In quell’articolo sostenevo, lo sostengo tutt’oggi, che la possibilità di nascondersi

ervizi più efficienti, più posti letto a disposizione, ambulatori aperti anche il sabato e la domenica: la Regione in prima linea per offrire cure efficienti e di qualità a tutti i cittadini del Lazio dietro un monitor ci rende più sicuri, il risultato finale è l’aumento le personali capacità comunicative. Grazie alla maschera virtuale le persone aprono i propri cuori, fine del tema. Il proseguimento di questa analisi, però, ci porta nella parte oscura del cuore: quella dell’odio e della violenza. Dietro l’anonimato spesso nascono pericolosi messaggi: omofobia, razzismo, intolleranza al diverso. È quasi impossibile combattere contro questi attacchi, non puoi confrontarti perché l’avatar protegge le identità. I falsi profili, i cosiddetti “fake” rappresentano i nuovi barbari, possono saccheggiare la dignità della vittima, il tutto senza correre il pericolo di una denuncia. Alcuni mesi fa il noto giornalista Enrico Mentana ha abbandonato Twitter per i troppi insulti ricevuti, prima di lui molti esponenti del mondo dello spettacolo avevano fatto la stessa scelta. Fuggire ? Rinunciare allo svago dei social network ? . Esatto, secondo alcuni esperti; per evitare di essere schiacciati psicologicamente dall’attacco in rete, meglio allontanarsi. Sbagliato, secondo chi scrive; servono sistemi di identificazione e leggi adatte. Il concetto di anarchia dell’informazione non deve essere confuso con la libertà di far del male. Internet è lo specchio della vita reale: se si è violenti dentro, lo si è anche fuori da esso.

UNIVERSAL SERVICE POINT snc INTERNET POINT - FAX e FOTOCOPIE (8 cent.cadauna) GRATTA E VINCI - SALA GIOCHI RICARICA CELL. TUTTI I GESTORI PAGAMENTO BOLLETTE

Viale dell’Esercito, 58 Roma • Tel.06-97612034 2

SANITÀ: intervento per ridurre i tempi d’attesa nei “Pronto Soccorso”

Ecco cosa prevede il nuovo Piano Operativo adottato dalla Regione Lazio e realizzato insieme ai direttori di Asl e pronto soccorso, per offrire aiuto e professionalità ai cittadini in caso di emergenza sanitaria. Cinque sono i punti principali attraverso i quali si articolerà il nuovo piano di soccorso: a) Più soluzioni per i casi meno gravi. In caso di penuria di posti letto i casi meno gravi potranno essere trattati dalle case di cura accreditate; b) più posti letto di medicina d’urgenza. I posti di chirurgia non sempre utilizzati verranno utilizzati alla bisogna; c) ambulatori aperti anche il sabato e la domenica. Adottata un’uni-

ANCHE LA DOMENICA

ca carta dei servizi e ambulatori aperti in tutti i municipi anche il sabato e la domenica; d) meno trasferimenti nelle cliniche accreditate, in tal modo saranno gli ospedali più piccoli a trasferire in queste strutture i pazienti; e) verifiche immediate sull’utilizzo delle ambulanze, così da poter verificare sia l’effettivo utilizzo di quelle private, che quante restano inoperose.


Lia Albonico

Luce accesa

sul... Parlamento

(Pubblicata nel n. 87 della Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre 2013) La Legge di Stabilità 2014: “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato”

RA ULTIMA O DECRETO CARCERI Nuovo regime per l’istituto della liberazione anticipata – da un lato prevede la possibilità di accedere all’affidamento in prova al servizio sociale, sia ordinario che terapeutico; dall’altro, amplia a 75 giorni per ciascun semestre la riduzione per la liberazione anticipata, «in un arco di tempo compreso tra il 1 gennaio 2010 e il dicembre 2015» e stabilizzando l’istituto della esecuzione della pena agli arresti domiciliari. Nessun automatismo o liberazione in massa di detenuti l’abbuono è sottoposto «alla rivalutazione del Giudice che deve verificare il corretto comportamento dei detenuti». Nessun indulto o indultino perché non c’é nulla di automatico. Ai reati più gravi previsti dall’articolo 4 bis dell’ordinamento penitenziario (divieto di benefici per detenuti di provata pericolosità sociale), il Dl stabilisce che per la riduzione della pena «è richiesta una motivazione rafforzata». Ridotte le pene per il piccolo spaccio da strada della cannabis. Un emendamento del relatore David Ermini (Partito democratico) ora in commissione Giustizia della Camera prevede la riduzione della pena (minimo sei mesi, massimo di tre anni), consentendo la possibilità di usufruire della messa alla prova, mentre le multe vanno da 2 mila a 12 mila euro contro l’attuale forbice 3 mila-26 mila. Per le droghe pesanti i gli anni di reclusione restano quelle previste dal testo del governo, vale a dire cinque. NUOVO DDL SUL COGNOME MATERNO Dopo la sentenza della Corte europea dei Diritti dell’Uomo Il Consiglio dei ministri ha deliberato un disegno di legge per intervenire immediatamente sul patronimico, assicurando il pieno diritto delle famiglia italiane a dare ai figli il cognome della madre. Il testo dà piena attuazione alla sentenza della Corte Europea di Strasburgo e prevede l’obbligo per l’ufficiale di stato civile della iscrizione all’atto di nascita del cognome materno in caso di accordo tra entrambi genitori. PENSIONI, PIANO DI GIOVANNINI: Il Ministro del lavoro Giovannini ha dichiarato che il governo sta ipotizzando la possibile uscita anticipata rispetto all’età pensionabile prevista dalla riforma Fornero, con il contributo di Stato, aziende e lavoratori Il piano è ancora allo studio, in collaborazione con il ministero dell’Economia e non prevede modifiche delle regole della legge Fornero, che ha riformata la previdenza italiana. Il Ministro ha spiegato che «lo strumento allo studio è finalizzato a favorire la transizione, su base volontaria, dal lavoro alla pensione, fermi restando i requisiti dell’attuale normativa. Tale strumento andrebbe incontro a persone e a imprese che attualmente non possono utilizzare gli strumenti previsti». ABOLITO IL REATO DI CLANDESTINITÀ L’Aula del Senato ha approvato il disegno di legge sull’abolizione del reato di clandestinità. Il provvedimento prevede che l’immigrazione clandestina non sia più reato e torni a essere un illecito amministrativo, salvo mantenere valenza penale ogni violazione di provvedimenti amministrativi emessi in materia di immigrazione, come il rientro in Italia dopo l’espulsione, ma anche l’obbligo di presentarsi in Questura. DETRAZIONI FISCALI INVARIATE -RISORSE DA SPENDING REVIEW Il ministro dell’Economia e delle Finanze annuncia che: “Il Governo provvedera’, ad abrogare il comma 576 della legge di Stabilita’ 2014 e conseguentemente non ci sara’ alcuna riduzione delle detrazioni attualmente in vigore. La copertura sara’ assicurata incrementando gli obiettivi di risparmio previsti dalla revisione della spesa aggiungendovi le cifre stabilite nel comma 575 della stessa legge”. “Il Governo sceglie di imprimere piu’ determinazione nella razionalizzazione della spesa. La riforma del sistema delle detrazioni deve poter prevedere una piu’ equa redistribuzione che tenga conto delle numerose modifiche, sociali ed economiche, intervenute in questi anni”.

POLITICHE SOCIALI • Rifinanziati gli ammortizzatori sociali in deroga, contratti di solidarietà e cassa integrazione guadagni straordinaria; ➢• Esodati – si aggiungono ulteriori 23.000 lavoratori, rimasti esclusi dai precedenti interventi di protezione; Per il nuovo sono stati stanziati 950 milioni di euro tra il 2014 e il 2020. ➢• Fondo per le non autosufficienze – per l’anno 2014 rifinanziamento di 275 milioni di Euro, inclusi quelli a sostegno dei malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Sempre per l’anno in corso, altri 75 milioni di euro, in aggiunta alle risorse ordinariamente previste dal Fondo, da utilizzare per interventi di assistenza domiciliare per le persone con disabilità gravi e gravissime e affette da SLA; ➢• Fondo nazionale per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati – incremento di 20 milioni, per ciascun anno 2015 e 2016; ➢• Carta acquisti ordinaria - potenziata ed estesa a più beneficiari; ➢• Aliquota IVA - ridotta del 4 per cento e non del 10 per cento per le prestazioni socio-sanitarie o educative, compresa l’assistenza domiciliare o ambulatoriale o in comunità, per anziani e inabili adulti, tossicodipendenti e malati di AIDS, handicappati psicofisici, minori, anche coinvolti in situazioni di disadattamento e di devianza, rese da cooperative sociali e loro consorzi, sia direttamente sia in esecuzione di contratti di appalto e di convenzioni in generale; ➢• Istituito il Fondo per le politiche attive del lavoro per la realizzazione d’iniziative, anche sperimentali, per potenziare le politiche attive del lavoro, tra cui la sperimentazione regionale del contratto di ricollocazione; ➢• Lavori socialmente utili (LSU) - autorizzata una spesa complessiva di 126 milioni di euro nei territori di Napoli, Palermo, della regione Calabria e nei comuni con meno di 50.000 abitanti. Sono introdotte norme per definire le risorse che finanziano le convenzioni con i lavoratori socialmente utili e la loro assegnazione ai comuni, al fine di razionalizzare e rendere più efficiente il sistema. PENSIONE 2014, MODIFICHE ALLA LEGGE SU ANZIANITÀ, CONTRIBUTI, MINIMA E INTEGRAZIONI ANZIANITÀ ➢• Donne - Per le lavoratrici del settore privato, le uniche che manterranno le caratteristiche antecedenti per accedere al pensionamento, sono quelle nate prima del 30 settembre 1951.Le donne lavoratrici professioniste o autonome - richiesta anzianità minima per la pensione, che nel 2014 arrivava a 64 anni e 9 mesi, di un anno in più rispetto a quanto valido fino al 2013. Nel 2016 sarà aggiunto un altro anno ai minimi pensionabili, portando l’anzianità per le autonome a 65 anni e 9 mesi. ➢• Uomini- per i lavoratori impiegati nel settore privato, rimangono validi i requisiti di 66 ani e 3 mesi, in previsione dell’aggiornamento all’aspettativa di vita, li coinvolgerà nel 2016. ➢• Contributi – Tutti i lavoratori, lavoreranno un mese in più. Per gli uomini saranno necessari almeno 42 anni e 6 mesi di contributi versati per accedere all’assegno di pensione. Per il personale femminile 41 anni e 6 mesi di contributi. Il coefficiente di speranza di vita, sarà aggiornato nel 2016. ➢• Integrazione - 2% per ogni anno di versamenti, è applicata solo quando la somma è inferiore al minimo stabilito per legge. Per il riconoscimento dell’integrazione, è necessario non avere altre fonti di reddito ai sensi dell’imponibile Irpef, e un reddito familiare di coppia che deve rientrare sotto la soglia di quattro volte il minimo stabilito. Non sono considerati ai fini del reddito, la casa di proprietà, eventuali Tfr e competenze arretrate sottoposte a tassazione separata. LIMITI E SOGLIE DI REDDITO ➢• Minimo di pensione per il 2014 - stabilito a 501,38 euro al mese; ➢• Limite di reddito individuale - 13.035,88 euro oltre il quale non si applica l’integrazione; ➢• Tetto di reddito familiare di coppia - 26.071,76 – oltre questa cifra non si applica il diritto all’integrazione; ➢• Massimo personale - 6.517,94 euro al di sotto del quale l’integrazione è riconosciuta per intero e 19.553,82 è la cifra cumulata per avere diritto al massimo d’integrazione. ➢• Nelle fasce intermedie – da 6.517,94 a 13.035,88 euro per i redditi personali e da 19.553,82 a 26.071,76 per il reddito di coppia – è corrisposta integrazione completa o parziale, secondo l’importo calcolato per l’assegno, il quale, in caso di coppia coniugata, sarà sempre stabilito sulla base dei redditi cumulati.

3


del CENTRO

Trasporti e Mobilità

Il Faro MENSILE DI ROMA E DEL LAZIO

Sede legale - VIA G.A. MAGGI, 14 - 00134 ROMA Redazione: Via Colle di Mezzo 39 Tel. 347.8521307

AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 261/05 DEL 18/07/2005

Editrice e Direttrice Responsabile: Valentina Tacchi Direttore: Paolo Cristofanilli Coordinatori Editoriali: Lia Albonico, Benedetto Neandri, Ernesto Calluori Redazione: Giorgio Bonomo, Ariela Bozzaotra, Claudio Camilli, Alessandra Carloni, Dario Chimenti, Marzia Ciacci, Barbara Consoni, Alessandro De Filippis, Katia Delon, Fabio Fontana, Carla Garutti, Renata Garutti, Claudio Giampaolo, Marco Gionfriddo, Maria Ferrara, Elvira Paracini, Alessandra Pietroforte, Massimiliano Porena, Maria Teresa Sangiorgi, Lorenza Santangelo, Andrea Santaniello, Francesco Tacchi, Andrea Santaniello, Francesco Tacchi Grafica: Gstaff srl • Via C. P. Biroli 2 • Roma • Tel. 06.33251247 • www.gstaff.it Stampa: Tipolitografia Spedim, Via Serranti, 137 Montecompatri ( Rm ) Portale Internet: Fabrizio Del Vecchio (laquiloneazzurro@gmail.com)

Salvo accordi scritti, la collaborazione con il mensile “Il Faro” è da considerarsi a titolo gratuito

w w w. i l f a r o i n r e t e . n e t

SPAZI PUBBLICITARI PERSONALIZZATI SUL FARO!

PER LA PUBBLICITA’ SUL FARO 347/8521307 ilfaroredazione@gmail.com

APRE IL NUOVO MEGASTORE DI VALENTINO A PIAZZA DI SPAGNA.

V

alentino si prepara a sbarcare con il suo nuovo megastore tra piazza di Spagna e piazza Mignanelli. Ognuna delle 12 porte a copertura di lavori, ancora in corso, annuncia la prossima apertura della Maison di alta moda con la scritta «Valentino Opening soon». Un grande colpo di mercato, messo a punto dall’emiro del Qatar, ha visto il fondo sovrano del paese del Golfo mettere sul piatto d’argento ben 100 milioni di euro per l’acquisto delle mura del futuro megastore, dopo che i locali che ivi si trovavano, (la Wind al civico 36 e l’American Express al 38), avevano da tempo chiuso i bat-

4

tenti sotto i colpi della crisi. Ed è proprio in questo momento di crisi che un pezzo di Italia, già da tempo straniero, torna a far valere le proprie ragioni e bellezze in uno dei luoghi più ambiti e cari del mondo. Che Roma fosse nel mirino degli investimenti da parte degli emiri arabi era cosa già nota, nell’aprile dello scorso anno Khalifa al-Thani, ricevuto dall’allora sindaco Gianni Alemanno in una visita ufficiale, non ne aveva fatto mistero. Ed ora lo sceicco è passato dalle parole ai fatti, confermando la Capitale come terreno di attenzione e attrazione dei forti investimenti. Alessandra Carloni

VIA VENETO E VIA GREGORIO VII, CORSIE PREFERENZIALI INACCESSIBILI

N

onostante la rete viaria del Centro Storico rivesta un’importanza strategica per la fluidità del traffico urbano e per il volume degli scambi commerciali che ivi si concentrano, non sembra siano mutate le difficoltà di autobus e taxi a percorrere le corsie preferenziali di via Veneto e via Gregorio VII. Come più volte sottolineato dal sindacato dei tassisti, questi due tratti di strada, oltre ad essere costantemente impraticabili, sono la manifestazione di una condotta di aperto ed impunito spregio delle regole. In assenza dei dovuti controlli, via Veneto è sempre invasa dalle auto parcheggiate in divieto e via Gregorio VII sistematicamente occupata dai pullman, il cui numero all’interno della Capitale va costantemente ad aumentare. Taxi ed autobus, pertanto, difficilmente riescono a continuare la rotta sulle preferenziali, tro-

vando molte difficoltà anche ad accedere ad alcuni punti nevralgici del Centro per via del parcheggio selvaggio. Ciò che continua a mancare, in definitiva, è un adeguato sistema di controllo e di sanzioni per scoraggiare tali pratiche di circolazione e sosta scorrette, utili tanto a fluidificare il traffico locale quanto ad invertire il trend di impunità che sbeffeggia le nostre istituzioni sotto gli occhi di romani e stranieri. Alessandra Carloni

SPORT E ARTE: L’AS ROMA IN MOSTRA A TESTACCIO

L

e sale espositive di Factory Pelandia presso l’ex Mattatoio di Testaccio, cuore pulsante della tifoseria romanista, ospitano dal 18 febbraio al 20 luglio 2014 un’appassionante mostra dal titolo “Roma ti amo. La mostra”, a cura di Nicolas Ballario di concerto con Andrea De Angelis per il coordinamento scientifico e Cesare Inzerillo per quello scenografico. La rassegna, fortemente voluta dall’AS Roma, è la I° a tema, realizzata per raccontare la storia della Società dai suoi albori sino ad oggi in un percorso storico ed emozionale. La storia dell’AS Roma coincide con quella dell’Urbe, con la sua vita, il suo costume, poiché la Società sportiva è molto amata e seguita nella Capitale. “Roma ti amo” è promossa dall’AS Roma, prodotta e organizzata da Arthemisia Group con il sostegno dell’Assessorato alle politiche giovanili di Roma Capitale. I tifosi sono, insieme alla squadra, i principali protagonisti dell’esposizione: volti romanisti, celebri e non, sono immortalati negli scatti in mostra. Il percorso espositivo si snoda lungo uno spazio di oltre 1300 mq, ove è possibile ammirare i trofei e i cimeli della Società, le maglie storiche, i documenti più importanti, la “Galleria Corriere dello Sport”, in cui sono riprodotte centinaia di prime pagine del giornale che ripercorrono le fasi salienti della storia della Roma. Sono, inoltre, visibili installazioni scenografiche, come il calcio balilla di 20 mt, in cui finti calciatori di oltre 2 mt si sfideranno in 2 squadre: una corrisponde alla formazione attuale, l’altra alla “Hall of Fame” composta dai più celebri atleti della Roma, quali Aldair, Amadei, Cafù, Conti, Falcao, Bernardini, Pruzzo, Losi, Di Bartolomei, Montella, Rocca, Nela, Giannini etc.

L’esposizione ha una forte valenza interattiva, in quanto schermi e monitor, lungo il percorso, trasmettono interviste, video inediti, racconti particolari e partite storiche. Chiunque può arricchire la mostra con oggetti, cimeli e documenti. L’iter espositivo è suddiviso cronologicamente in 5 sale: dalla fondazione della Società al I° dopoguerra; dal ’48 alla fine degli anni ’60; dal 1970 al 1991; dal 2001 all’attuale proprietà statunitense. Viene, dunque, dipanata l’intera storia della squadra capitolina, poi sintetizzata in una grande sala dedicata ai numeri della Società. La I° delle 5 sale è incentrata sulle 3 formazioni, dalla cui fusione nacque nel 1927 l’AS Roma: Alba-Audace, FortitudoProRoma, Football Club di Roma. Le altre 4 sale, invece, ripercorrono la vita della squadra tra successi e delusioni: i primi trionfi (1941-42), i successi in Coppa Italia, la vittoria nella Coppa delle Fiere del 1961 e quella nel torneo Anglo-Italiano del 1972, il II° e III° scudetto del 1983 e del 2001, la retrocessione in serie B e le 2 sconfitte contro Liverpool e Inter fino all’attuale stagione. L’ambizioso obiettivo della rassegna è avvicinare 2 realtà così lontane, come arte e sport, l’una elitaria, l’altra popolare, applicando al calcio i canoni dell’arte, di modo che tale evento, unico nel suo genere, abbia un altissimo valore culturale e artistico. Ariela Bozzaotra


di Guido Milana, vicepresidente della Commissione pesca al Parlamento europeo

UE, PESCA. DALLE NUOVE REGOLE SULLA PESCA STRUMENTI EFFICACI E RISORSE PER FAR RIPARTIRE IL SETTORE Dopo l’importante accordo sul Feamp (Fondo europeo per le attività marittime e della pesca), si avvia a conclusione il difficile percorso della riforma per la politica comune europea della pesca. Le nuove regole, approvate con l’accordo sul Fondo europeo per gli affari marittimi e pesca, forniscono finalmente strumenti efficaci. Il Feamp rappresenterà, infatti, le gambe sulle quali far marciare la pesca secondo un accordo che, pur se definito a fatica, è comunque coerente con la Politica Comune della Pesca (PCP)”. Oltre a mantenere la disponibilità delle risorse, importanti risultano le novità introdotte con il Fermo Definitivo, durante il quale sarà possibile, fino al 2017, continuare la demolizione delle

sull’ UNIONE EUROPEA

imbarcazioni eccedenti il limite della capacità di pesca. E’ previsto, inoltre, in determinati periodi o in aree specifiche, il Fermo Temporaneo per permettere il riequilibrio degli ecosistemi, la conservazione delle biodiversità ed il ripopolamento degli stock ittici. Novità anche per ciò che riguarda il rinnovo del parco motori: per le imbarcazioni fino a 12 metri è possibile senza alcuna diminuzione di potenza che deve essere dell’ordine del 20% per le imbarcazioni tra i 12 ed i 18 e del 30% per quelle tra i 18 ed i 24 metri. Un punto importante per indurre un ricambio generazionale è rappresentato dal provvedimento che consente ad un giovane di 30 anni di essere assunto da un pescatore di 50 anni con contratto di tirocinio pagato per due anni. Una misura che prevede fondi fino a 40.000 euro a pescatore, con l’obiettivo di apprendere tecniche di pesca sostenibile. Un giovane potrà inoltre comprare un’imbarcazione usata ed avviare la sua attività di pescatore, senza aumentare la capacità complessiva di pesca. Sarà creato un fondo di mutualizzazione con la partecipazione del Feamp che prevede, tra l’altro, l’indennizzo per gli incidenti in mare, sia per le imbarcazioni che per le persone fisiche. Ora tocca agli Stati Membri fare la loro parte. L’auspicio è che il Ministero per le Politiche Agricole e la Pesca metta mano velocemente al piano nazionale e attivi queste risorse.

UNA PAGINA BUIA DELLA NOSTRA STORIA Il giorno del ricordo C’è una pagina buia della nostra storia, sulla quale non è mai stata fatta luce a sufficienza, sulla quale non c’è mai stata giustizia. Ed è proprio questa mancanza di chiarezza e di giustizia che ha alimentato l’odio verso i carnefici, facendo diventare un sospetto assassino chiunque in quel periodo fosse comunista o vicino ai comunisti. Il Parlamento, nel 2004 con D.L. del 30 marzo, ha riconosciuto il “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, dell’edi

sodo giuliano-dalmata, concedendo, inoltre, il riconoscimento ai congiunti degli infoibati. Le foibe sono tombe di persone senza nome, torturate ed uccise dai partigiani di Tito, dai nazisti tedeschi, per risolvere in modo drammatico vendette e rancori. Gli italiani dell’Istria non sono mai stati né “dominatori” né “immigrati”. Erano artigiani, pescatori, piccoli proprietari di terra; uomini di cultura e d’arte. Non erano un corpo estraneo all’Italia, gli italiani della Venezia Giulia che

troppi altri italiani consideravano una invenzione artificiale del nazionalismo e del fascismo. Tutto questo lo si riscopre oggi: per decenni la portata dell’esodo e delle foibe non è stata colta pienamente, come, invece, doveva essere nella memoria e nella storia del Paese. Gli Istriani erano

Alessandra Carloni

DEI CONSUMATORI

ACQUISTI ON LINE,

R

Italiani che duramente hanno dovuto pagare sulla loro pelle, non solo la guerra dell’aggressione scatenata dal regime di Mussolini nonché la repressione attuata dal fascismo, ma anche dall’ostracismo imposto dal regime comunista di Tito. Sparirono italiani, ma anche croati e sloveni. Non si sa quanti. Non possiamo dimenticare il significato di quegli eventi drammatici, colpevolmente oscurati, giacchè la memoria non richiede strumentalizzazioni ma coraggio e rispetto per l’integrità della persona che abbiamo acquisito dopo il fascismo e la terribile esperienza del nazismo. Ernesto Calluori

ECCO ALCUNI CONSIGLI PER I CONSUMATORI INSODDISFATTI

icorrere all’e-commerce per gli acquisti è ormai prassi per molti italiani, che non rinunciano a cercare qualcosa di particolare, anche dal gusto internazionale, a prezzi più convenienti. In Italia il volume degli acquisti on line è cresciuto del 27% nel 2013, potendo contare su una gamma di beni e servizi con prezzi inferiori anche del 70% rispetto al mercato reale. Viaggi, trattamenti estetici, cene romantiche, corsi di formazione, visite mediche, tecnologia; ormai la rete offre di tutto. Ma, come nel mondo reale, anche on line si può incorrere in pratiche commerciali scorrette ed il venir meno della relazione vis à vis tra esercente e consumatore genera nuovi scenari in cui bisogna sapersi districare. Non è inusuale, infatti, sentir parlare di truffe o di acquisti sbagliati, se non

anche dell’impossibilità di fruire del bene o servizio acquistato, vuoi per la sua mancata erogazione vuoi per la consegna in ritardo dello stesso. Come ci si deve comportare in questi casi? Partiamo da cosa dice la normativa: secondo il Codice del Consumo, qualsiasi controversia insorga in merito ai problemi sopra indicati il

venditore sarà l’unico interlocutore responsabile nei confronti dei consumatori. Dunque il consumatore può esercitare il diritto di recesso entro 10 giorni dal giorno del ricevimento del bene o, per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto (ricevimento del voucher). Attenzione però! Il diritto di recesso è escluso nei contratti relativi all’alloggio, ai trasporti, alla ristorazione e nei contratti di fornitura di generi alimentari, bevande o altri beni per uso domestico di consumo corrente. Esso dà diritto alla restituzione da parte del sito, della somma versata dall’utente entro 30 giorni. Parimenti, in caso di mancata esecuzione del servizio acquistato per indisponibilità, anche temporanea, dello stesso, il sito di social shopping interessato deve informare entro 30

giorni il consumatore e provvedere al rimborso delle somme da lui già versate. Ogni problematica deve essere opportunamente comunicata con raccomandata A/R al sito e, per conoscenza, all’azienda partner prescelta chiedendo il rimborso e/o il risarcimento per eventuali inadempienze. Infine, se il reclamo non fosse sufficiente, ci si può rivolgere ad un’associazione dei consumatori, la quale tenterà di tutelare i lesi interessi dell’utente malcapitato attraverso le opportune vie stragiudiziali e legali.

5


A VOLTE C’È BISOGNO… IL SENSO DELLA VITA IN AFORISMI!

I

n questo numero vorrei fare qualcosa di diverso. Rendermi utile. Con queste frasi/aforismi spero di essere di aiuto a qualcuno (soprattutto a me stesso). Il merito della vita non sta nella quantità dei giorni, ma nell’uso che ne facciamo di essi” (Michel Montaigne). “Ogni essere umano, nel corso della propria esistenza, può adottare due atteggiamenti: costruire o piantare. I costruttori possono passare anni impegnati nel loro compito, ma presto o tardi concludono quello che stavano facendo. Allora si fermano e restano lì, limitati dalle loro stesse pareti. Quando la costruzione è finita, la vita perde di significato. Quelli che piantano soffrono con le tempeste e le stagioni, raramente riposano. Ma, al contrario di un edificio, il giardino non cessa mai di crescere. Esso richiede l’attenzione del giardiniere, ma, nello stesso tempo, gli permette di vivere come in una grande avventura”. (Paulo Coelho). Chiunque smetta di imparare è vecchio, che abbia 20 0 80 anni. Chiunque continua ad imparare resta giovane. La più grande cosa nella vita è mantenere la propria mente giovane” (Henry Ford). “Esistono molte cose nella vita che catturano lo sguardo, ma solo poche catturano il tuo cuore… segui quelle” (Anonimo). Non aver paura della vita. Credi invece che la vita sia davvero degna di essere vissuta e il tuo crederci aiuterà a rendere ciò una verita” (William James). “L’universo è mutamento: la nostra vita è come la creano i nostri pensieri” (Marco Aurelio). “Bisogna vivere come si pensa, altrimenti si finirà per pensare come si è vissuto” (Paul Bourget). “Quando si cambia continuamente, bisogna adattarsi al cambiamento, e ciò significa che vi troverete sempre di fronte a nuovi ostacoli. E’

6

questo che dà gioia alla vita. E’ quando siete coinvolti nel processo del divenire, è impossibile fermarsi” (Leo Buscaglia). Il più grande sbaglio nella vita è quello di avere sempre paura di sbagliare” (Elbert Hubbard). “La vita: la si comprende guardando all’indietro, la si vive guardando in avanti” (Leo Buscaglia). “… le scogliere della morte dell’uomo sono piene di sogni infranti nelle indecisioni” (George Bernard Shaw). “Io mi sono sentita ferita quando ho perso gli uomini dei quali mi ero innamorata. Oggi sono convinta che non si perde nessuno, visto che non si possiede nessuno. Questa è l’autentica esperienza della libertà; avere la cosa più importante del mondo senza possederla” (Paulo Coelho). “Non aspettare di finire l’università, di innamorarti, di trovare lavoro, di sposarti, di avere figli, di vederli sistemati, di perdere quei dieci chili, che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina, la primavera, l’estate, l’autunno o l’inverno. Non c’è momento migliore di questo per essere felice. La felicità è un percorso, non una destinazione. Lavora come se non avessi bisogno di denaro, ama come se non ti avessero mai ferito e balla come se non ti vedesse nessuno. Ricordati che la pelle avvizzisce, i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni. Ma l’importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età. Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela. Dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza. Dietro ogni risultato c’è un’altra sfida. Finchè sei vivo, sentiti vivo. Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere” (Madre Teresa di Calcutta). “La vita è come uno specchio: ti sorride se la

guardi sorridendo” (Jim Morrison”). “Temere l’amore è temere la vita. E chi teme la vita è già morto per tre quarti”(Bertrand Russel). “Non chiedere una vita più facile; chiedi di essere una persona più forte” (Anonimo). Non è perché le cose sono difficili che non osiamo; è perché non osiamo che sono difficili” (Seneca). “Ci sono giorni pieni di vento, ci sono giorni pieni di rabbia, ci sono giorni pieni di lacrime, e poi ci sono giorni pieni d’amore che ti danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni” (Romano Battaglia). “Un uomo è vecchio soltanto quando i rimpianti, in lui, superano i sogni”(Albert Einstein). “Dovete continuare a crescere e progredire. Ogni giorno dovete introdurre qualcosa di nuovo nella vostra vita. La vostra responsabilità principale è nei confronti di voi stessi. Se non la pensate così, non potete dare niente a nessuno. Potete dare soltanto ciò che avete. Se diventate vivi, se attraversate il mondo a passo di danza, facendo cose pazze, diventate affascinanti. E’ l’affinità che ci avvicina, ma è la novità che ci tiene insieme. Siate saggi, siate stimolanti, siate eccitanti, condividete idee nuove, crescete, progredite, evolvetevi. Non siate mai prevedibili” (Leo Buscaglia). “Se non decidi della tua vita, qualcun altro deciderà per te” (Leo Buscaglia). “Chi vuol muovere il mondo, muova prima se stesso” (Socrate). Per tutto quanto scritto vale la pena vivere… e vivere bene… e avere fiducia nella vita perché noi siamo la nostra vita… e quello che siamo… soprattutto nella tempesta (Dino Neandri, l’unico non filosofo…). Dino Neandri

AMA, IL NUOVO PRESIDENTE È DANIELE FORTINI: No termovalorizzatori e più differenziata per Roma Capitale

D

aniele Fortini, presidente di Federambiente e attuale amministratore delegato di Asìa (Azienda servizi igiene ambientale) di Napoli, è stato scelto dopo le dimissioni del suo predecessore durato in carica appena una settimana. Strozzi si era dimesso su invito del sindaco stesso per la vicenda che lo vede coinvolto per traffico di rifiuti dalla procura di Patti, in Sicilia. La scelta strategica riguarda il “No” alla costruzione di termovalorizzatori, innalzamento della raccolta differenziata in città al 65% entro il 2015, la realizzazione e l’ avvio di impianti biodigestori anaerobici. Dopo trent’anni di Malagrotta sarà il momento di tutelare l’interesse collettivo? Elvira Paracini

LUCI DI CURIOSITA’ SU: MONTEVERDE

L

a zona di Monteverde è situata nell’area Sud Ovest di Roma, dalle pendici del colle Gianicolo sino al Casaletto. Il quartiere prende il nome dal culto del dio bifronte Giano, da cui la parola del latino arcaico Janua (porta). E infatti fin dall’epoca preistorica Monteverde ha rappresentato una delle principali porte naturali di Roma. A partire dalla fine del 1800, inizi del 1900, si iniziarono a costruire in zona ville e villini destinati ad una popolazione alto borghese. Solo a partire dagli anni ‘20-30 del secolo XX cominciò la costruzione della parte più popolosa di Roma Monteverde. Nonostante la forte densità abitativa il quartiere nel suo complesso mantiene uno dei più alti tassi di zone verdi per abitante. Passeggiate nel verde, sport, shopping e cultura: questa è Roma Monteverde. Al suo interno c’è infatti Villa Pamphili, una delle più importanti e ampie ville storiche romane.


MUNICIPIO XI (ex XV) e CITTADINI PERIFERIE CORVIALE AVRA’ UNA PIAZZA E UN CENTRO ANZIANI

I

residenti di Corviale avranno un’area riqualificata e attrezzata, attraverso la realizzazione di una piazza pubblica e un centro anziani che permetteranno di rilanciare un pezzo importante della periferia romana. Interventi di urbanizzazione e di riqualificazione volti proprio alla promozione e alla valorizzazione di spazi pubblici di interesse collettivo e a beneficio del quartiere. Nel 2005 è stato approvato dalla Giunta Regionale del Lazio il Programma di Recupero Urbano (P.R.U.) di Corviale, programma nel quale erano previsti una serie di interventi pubblici (31) di cui 10 venivano finanziati con fondi regionali e comunali ed affidati al Dipartimento Promozione, Sviluppo e riqualificazione delle periferie. Gli altri 21 interventi invece venivano finanziati con fondi provenienti dagli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, nonché dal contributo straordinario dovuto dagli Operatori privati del programma, a seguito della stipula di una apposita convenzione urbanistica. Nel luglio 2008 gli operatori privati portatori di finanziamento hanno costituito il Consorzio Corviale conferendo all’Isveur Spa (Istituto per lo Sviluppo Edilizio ed Urbanistico) l’incarico di svolgere tutti quegli adempimenti tecnico-amministrativi necessari per il conseguimento dell’oggetto consortile.

MAURIZIO VELOCCIA:

un Presidente in prima linea UNITI PER VALORIZZARE IL TERRITORIO “Vogliamo cambiare l'approccio delle opere pubbliche concertandole con i cittadini”.

E

Successivamente, con deliberazione di Giunta capitolina n. 104 del 06/04/2011 sono state individuate dall’Amministrazione Comunale di Roma le priorità sull’esecuzione delle opere pubbliche previste nel programma di riqualificazione, e successivamente con determina dirigenziale n. 77/2012 e 44864/2013 è stata affidata al Consorzio Corviale l’incarico di provvedere, prima alla progettazione e successivamente alla realizzazione delle opere pubbliche OP. 13 “Centro Anziani” e l’O.P. n. 14 “ Piazza pubblica “ . L’Isveur, incaricato della progettazione e realizzazione di tutte le opere affidate al Consorzio, a settembre 2013 ha provveduto a presentare, presso gli uffici di Roma Capitale, il progetto Definitivo dell’Opera Pubblica n. 13 ,la quale è stata sottoposta all’esame del parere in “Conferenza dei Servizi”, mentre è in fase di progettazione e concertazione (con il Municipio XI) 0l’O.P. n. 14 “Piazza Pubblica”.

’ quanto ha tenuto a sottolineare il Presidente del Municipio XI (ex XV), Maurizio Veloccia, parlando della nuova PIAZZA CORVIALE, una delle opere di recupero della zona, che potrà diventare un centro di incontro, un’agorà per gli abitanti e porta d’ingresso alla riserva della tenuta dei Massimi. “Abbiamo chiesto ad Isveur un incontro con i cittadini, per ascoltare le diverse necessità e l’importante sarà anche quello di conservare l’opera nel tempo con l’impegno di tutti”. Altro progetto portato avanti dal Municipio è un CENTRO ANZIANI a Casetta Mattei. Questo non sarà solo un luogo per la terza età ma anche un centro polifunzionale e intergenerazionale. “Sarà aperto a tutti, anche ai giovani – ha tenuto a precisare il Presidente Veloccia – in quanto uno dei problemi del territorio, è la mancanza di punti d’incontro e di divertimento per adolescenti e bambini”. Nell’ambito della riqualificazione del quadrante è previsto poi anche un NUOVO ASILO NIDO A MARCONI negli stabili dell’ex fabbrica Miralanza. E’ stato aperto inoltre, recentemente, il piano superiore del nuovo PARCHEGGIO DI VIA DELLA MAGLIANA ANTICA. Questo pia-

no ospita 52 posti, accessibili da via Pozzo Pantaleo. Una volta ultimata, l’opera, progettata e realizzata dal Municipio XI, si svilupperà su due piani, per una superficie complessiva di circa 3.000 metri quadri, che potranno accogliere circa 100 posti auto. “Con questa apertura iniziamo a riorganizzare la sosta lungo via della Magliana Antica” - ha precisato il Presidente del Municipio XI, Maurizio Veloccia. Il nostro prossimo passo sarà quello di adottare per l’intera via della Magliana Antica il doppio senso di marcia e consentire, così, il transito dei veicoli provenienti dalla via Portuense direttamente verso Piazza Meucci e quindi il Lungotevere e la via della Magliana (direzione Gra), superando il nodo stradale di Via Q. Majorana/ Via O. da Gubbio”. Quel cassetto di progetti del Municipio XI è stato aperto per dar luce ad iniziative che possano sempre più rendere protagonista chi questo territorio lo vive, per avvicinare così realmente la gente alle istituzioni per una reale e costruttiva concertazione del bene comune. Valentina Tacchi

COMUN.....ICANDO A ROMA ISVEUR

di

QUARANT’ANNI A SERVIZIO DELLE IMPRESE E DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

L

’Isveur Spa – Istituto per lo Sviluppo Edilizio ed Urbanistico – costituito il 30 aprile 1974 per iniziativa dell’Ance Roma-Acer Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia ha come obiettivo l’incentivazione e lo sviluppo dell’attività edilizia ed urbanistica. E’ costituito da circa 270 soci, in prevalenza imprese operanti nel settore delle costruzioni civili ed infrastrutturali a livello regionale, nazionale ed estero. L’Istituto rappresenta per le amministrazioni pubbliche un organismo finalizzato alla individuazione ed organizzazione di nuovi spazi operativi, in quest’ottica ha favorito l’inserimento di piccole e medie imprese all’interno dei processi produttivi ed imprenditoriali. L’isveur ha così orientato il proprio intervento verso i settori dell’edilizia residenziale pubblica e delle infrastrutture; sia promuovendo e coordi-

nando numerosi programmi di edilizia convenzionata-agevolata che incentivando la partecipazione delle imprese assistite nella realizzazione di opere pubbliche all’interno di importanti programmi concessori e di opere a scomputo. L’Isveur, oltre a caratterizzarsi nell’assistenza e consulenza tecnicoamministrativa alle imprese, è impegnato anche nella redazione di studi, ricerche, piani di fattibilità e proposte progettuali, quale testimonianza della presenza del mondo imprenditoriale romano e del ruolo che esso intende svolgere nei processi di trasformazione e riqualificazione della Città. Attualmente, l’Istituto, proseguendo nella sua azione di promozione e sviluppo, guarda al futuro con particolare attenzione ai settori dei servizi, della finanza innovativa e all’approfondimento di nuovi criteri urbanistici quali la rigenerazione urbana e nuovi modelli di smart cities

Elvira Paracini

AL VIA LE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL’INFANZIA COMUNALI

L

e domande si possono inviare attraverso i servizi del portale di Roma Capitale, entro il 10 marzo. Bando disponibile anche in inglese, francese, spagnolo e romeno per i genitori dei piccoli stranieri le iscrizioni alle scuole dell’infanzia di Roma Capitale per l’anno scolastico 2014 - 2015, per i bambini tra i 3 e i 6 anni d’età. A partire da quest’anno però la domanda si può presentare esclusivamente via internet, attraverso i servi on line di www.comune.roma.it Sono previsti circa tre giorni per chiudere la procedura, nella quale è possibile essere assistiti in ogni momento dal contact center attivo allo 060606. I requisiti: i bambini devono risiedere a Roma, aver compiuto il terzo anno al 31 dicembre 2014 e non aver superato il sesto. Prevista anche l’iscrizione dei bambini che compiranno tre anni entro il 31 gennaio 2015, ma solo una volta esaurita la lista d’attesa degli altri. Per i piccoli

che compiranno 3 anni entro il 30 aprile 2015 la frequenza anticipata è possibile solo a una serie di condizioni. Nella domanda va obbligatoriamente specificata la fascia oraria prescelta tra quelle previste. Quanto alla scuola che si sceglie, se ne può indicare una sola in un solo Municipio, con ampia gamma di opzioni: Municipio di residenza della famiglia o limitrofo, Municipio in cui lavora almeno uno dei due genitori, Municipio in cui risiedono i nonni. Accettazione del posto: le famiglie dei bambini ammessi dovranno poi accettare il posto assegnato, anche qui esclusivamente on line, entro il 5 giugno 2014, pena la decadenza. Un’attenzione particolare viene rivolta ai piccoli stranieri, ai quali Roma Capitale assicura assegnazioni omogenee alle classi, con l’intento di raggruppare il più possibile bambini che parlano la stessa lingua, e integrazione con i coetanei italiani.

7


dei Vigili del Fuoco CASERTA – TUTTO PER IL SORRISO DEI BIMBI – A Caserta non dimenticheranno mai l’Epifania di quest’anno, quando la gioia si è trasformata in orrore. C‘era aria di festa ed i bimbi aspettavano con ansia l’arrivo della Befana nella piazza del Duomo e dall’alto della chiesa la Vecchina impersonata dal Vigile del Fuoco Salvatore Alfano si stava calando lanciando caramelle, tra gli applausi e le risate dei piccoli che guardavano con naso all’insù. Nessuno immaginava la tragedia che avrebbe seguito: un cavo ha ceduto e Salvatore si è schiantato contro il campanile, rimanendo sospeso in stato di incoscienza. I colleghi lo hanno recuperato velocemente; Trasportato all’ospedale Sant Anna, è stato operato d’urgenza e giudicato gravissimo per un trauma cranico. Tutta l’Italia ha pregato per lui, col Vescovo Nogaro, il Comandante provinciale dei VVF di Caserta Ing. Mario Falbo ed il Direttore della Campania dei VVF Ing. Guido Parisi. Commovente è stata la partecipazione dei VVF compagni di Salvatore, tutti uniti nella speranza che il compagno torni presto fra loro. Una piccola “Croce della Pace “ è state benedetta ed affidata all’Ing. Parisi per consegnarla alla moglie di Salvatore e portarla al suo capezzale in segno di protezione E finalmente si è risvegliato, ha riconosciuto la moglie e il fratello , che gli hanno raccontato l’affetto dei molti colleghi di tutta Itala. – Coraggio Salvatore. Siamo tutti al tuo fianco. VELLETRI – QUEL LONTANO GENNAIO DEL 1944 – I NOSTRI EROI Il sette gennaio di quell’anno, il vigile Rondoni Salvatore stava trasferendo con la sua vettura dei feriti giunti con un treno della Croce Rossa, all’Ospedale civico di Velletri, ma venne ferito da un mitragliamento degli aerei alleati. Morì due giorni dopo. Il 22 gennaio Ugo Domizi prestava servizio nella caserma di Velletri per coordinare le squadre del territorio, quando le forze alleate scatenarono un devastante bombardamento. Domizi fece evacuare la struttura ma lui rimase al telefono per rispondere alle chiamate d’emergenza e dirigere le squadre d’intervento. Domizi rimase sotto le macerie, ucciso nell’adempimento del proprio servizio. Lia Albonico

Senato della Repubblica: Conferimento di diploma di benemerenza e croce al merito di servizio alla squadra 11A Comando provinciale di Roma

L’ANGOLO DELLO SPORT AL GRUPPO SPORTIVO VV.F. DI REGGIO EMILIA ATTRIBUITO IL MARCHIO QUALITÀ 2014-2015 La società ha ricevuto il Marchio di Qualità Settore Giovanile e l’attestato di Scuola Federale di Pallavolo per il biennio sportivo 2014 - 2015 Il Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco è stato fondato nel 1941 con la nascita del Corpo Nazionale, per formare professionalmente i Vigili. In seguito è stata ribattezzata “G.S. Vigili del Fuoco Carlino Caffarri”, in memoria del primo comandante dei Civici Pompieri di Reggio Emilia, deceduto nel 1921 in servizio durante un intervento antincendio. Ora conta più di 130 tesserati, con otto gruppi giovanili e la prima squadra, partecipa al campionato di Serie C. Le sezioni della società oltre alla Pallavolo sono il calcio, il ciclismo, il nuoto per salvamento e lo sci. Il premio conferito alla Società, è il coronamento del lavoro svolto sul territorio da molto tempo soprattutto nel campo della pallavolo giovanile, raggiungendo anche in questa stagione risultati di grande prestigio. UNA SCELTA DI VITA “ CHIUDO LA PORTA, VOGLIO FARE IL VIGILE DEL FUOCO” Davide Capello, numero 1 del Savona, lascia il calcio professionistico per entrare nei Vigili del Fuoco. Il portiere nuorese ha rescisso il contratto con il Savona appeso i guanti e gli scarpini al chiodo per intraprendere l’attività del vigile del fuoco. «Avevo fatto e superato – racconta Davide Capello - un concorso per entrare nei vigili nel 2008, tra la fine dell’esperienza con l’Alghero e l’inizio dell’avventura a Budoni. Sono passati cinque anni e quando mi è arrivata la lettera dopo una lunga riflessione ho preso quella che ritengo la decisione più giusta perché con la crisi economica che c’è attualmente, un posto di lavoro sicuro non si può rifiutare. Mi dispiace di avere dovuto rinunciare al contratto biennale firmato con il Savona, ma in questo momento sono già a Roma. Fare il vigile del fuoco era un sogno che avevo sin da bambino ed è anche il lavoro che ho sempre voluto fare». Approfondimenti: www.vigilfuoco.it/sport

LA TUA SICUREZZA, LE NOSTRE SOLUZIONI

www.pimantincendio.it

8


IL FARO ALLA CERIMONIA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI Insignite le benemerenze “Pro Vita Restituta”

I

l premio è stato fondato dall’Associazione nazionale dei vigili del fuoco volontari, presieduta da Gino Gronchi, e dal console Maurizio Marchetti Morganti, responsabile

dell’Ufficio cerimoniale e protocollo. Sono intervenuti dalla sezione di Roma il CSV Conigliucci Fabrizio (nella foto a sinistra), Presidente ANVVFV e Piergustavo Lazzari (nella foto a destra)Vice Presidente ANVVFV, insignito di un riconoscimento per la carriera al servizio del Corpo VVF. L’associazione consegna i riconoscimenti a vigili del fuoco o personale impegnato in altre associazioni, anche pensionati, che si siano particolarmente distinti nelle proprie funzioni operative, nell’ambito di salvataggi, per una lunga anzianità di servizio o per aver condotto un particolare progetto nell’ambito del volontariato, associativo e/o di distaccamento. Il 9 dicembre 2013 a Palazzo San Macuto, Camera dei Deputati, si è svolta la cerimonia di consegna del-

le benemerenze. Tra le onorificenze assegnate, anche due “alla memoria” dei colleghi Francesca Passini e Maurizio Berardinucci, deceduti in servizio. Tra le tante benemerenze, una “Croce al Merito di Servizio” è stata conferita al VFV Mario Corti del distaccamento volontario di Appiano Gentile (CO) per aver liberato due operai sepolti in uno scavo. Premiata la squadra “11A EUR” per aver liberato un›anziana rimasta schiacciata tra le ruote posteriori e il motore di un trattore; per salvarla sono stati impiegati cuscini ad aria compressa. Anche tutta la squadra dei VVF di Catania (comandata dal CS Salvatore Russo), ha ricevuto l’onorificenza per i soccorsi prestati il 10 agosto in occasione del tragico sbarco di migranti sulla Spiaggia della Playa.  Una Croce assegnata al VFV Fabrizio Canavosio del distaccamento volontario di Luserna San Giovanni (TO) che fuori ser-

vizio, accorse per l’incendio di un garage e, dopo aver scardinato il portone, ha portato in salvo una donna gravemente ustionata; il vigile fu ricoverato per le ustioni riportate. Insigniti della “Medaglia al Merito del Volontariato” il Corpo Valdostano dei Vigili del Fuoco e la Federazione dei Corpi VVF Volontari della Provincia Autonoma di Trento; “Per la preziosa, fattiva e insostituibile opera di salvaguardia e di tutela delle popolazioni e del territorio affidato, condotta con elevata professionalità e per l’opera di promozione della formazione e della cultura della sicurezza antincendi”. Lia Albonico

con le calunnie e le polemiche a portare in carcere un Sindaco schierato a difesa dei poveri. Fu arrestato l’8 febbraio del 1950 con l’imputazione di peculato, concussione, associazione di peculato, associazione a delinquere,truffe e falsità in autorizzazione amministrativa. Alla conclusione del processo, Scotellaro, fu assolto dalla Corte d’Assise per non aver commesso il fatto. I fatti portati al processo consistevano nell’aver inserito, negli elenchi anagrafici, i nomi di alcuni braccianti che non ne avevano

diritto. L’errore fu qualificato come truffa ai danni dello Stato, dopo che l’Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.) aveva distribuito coperte e altri indumenti anche a persone che, riportate erroneamente nell’elenco, non ne avevano diritto. In seguito , Rocco non accettò il reintegro nella carica di Sindaco. Si trasferì a Portici presso l’Osservatorio di Economia Agraria dell’Università di Napoli. Morì la sera del 15 dicembre 1953 a 30 anni e la madre in un suo memoriale scrisse “Furono le cattiverie e le invidie degli avversari politici che lo mandarono in carcere e gli spezzarono il cuore”. E’ seguito Il “Recital” a cura di Augusto Benemeglio “E’ FATTO GIORNO” con la partecipazione di Piero Girardi, A. Maria Curci, Rosaria Di Donato e Emanuela Bianchi. Ernesto Calluori

ROCCO SCOTELLARO: Poeta della storia contadina

I

l 15 dicembre 2013 in occasione del 60° anno dalla scomparsa, Rocco Scotellaro consacrato poeta della storia contadina da Carlo Levi e da Eugenio Montale, è stato ricordato dalla ”Associazione Culturale Villaggio Cultura- Pentatonic” di Viale Oscar Senigallia 18-20 Eur-Laurentina. Felice Di Nubila, un Lucano amico degli Amici della Basilicata, ha rappresentato la figura del poeta, impegnato nel Sindacato e nella politica. acque il 19 aprile 1923 a Tricarico (MT), nel 1943 fondò nel suo paese natale, la sezione del Partito Socialista e il 1° maggio del ’44 organizzò con i suoi amici contadini la prima Festa del Lavoro. Nel 1946 Scotellaro fu eletto Sindaco di Tricarico, il più giovane Sindaco d’Italia,

unico in una Regione amministrata in quasi tutti i Comuni dalla Democrazia Cristiana. Rocco incontrava spesso a Roma Carlo Levi, Cesare Pavese, Elio Vittorini, che ne favorirono l’evoluzione culturale, il cui travaglio emerge dalle composizioni poetiche nonché nella documentazione dello scambio epistolare intercorso tra Rocco e il prof. Pedio, importante personaggio della storiografia del Mezzogiorno. Il giovane Sindaco di Tricarico, intanto, continuava a battersi sulla linea dura, contro gli opportunisti, il malcostume, il contrabbando e il mercato nero in un contesto sociale difficilissimo del Dopoguerra. Le sue denunce avevano creato difficoltà con ostilità personali, che concorreranno

9


REGIONE LAZIO

Prime modifiche al Piano Casa. Approvata la prima modifica al “Piano Casa” del Lazio dalla Commissione Ambiente del Consiglio Regionale del Lazio. Quello che si vuole raggiungere con questo progetto è la rigenerazione degli spazi delle nostre città, che devono risultare più funzionali e non prevedere altre costruzioni. Altro intendimento, non meno importante, è quello di aiutare le famiglie indigenti attraverso la realizzazione di abitazioni a canone calmierato; questo per garantire un prezzo di affitto più sopportabile e alla portata dei meno abbienti. L’approvazione della Legge è stata importante anche per

la sottoscrizione di un accordo tra il Ministro dei Beni Culturali Bray ed il Presidente Zingaretti per quanto riguarda l’approvazione definitiva del Piano Paesistico, il più importante strumento regionale in materia di pianificazione urbanistica. Scuola: “Cinema e Storia” per raccontare il mondo ai ragazzi. Attraverso l’iniziativa denominata “Fuoriclasse”, si vuol centrare l’obiettivo di avvicinare i ragazzi alla cultura, ai suoi personaggi e ai suoi luoghi attraverso il cinema, il teatro, la letteratura e la storia contemporanea. L’iniziativa si snoderà attraverso le seguenti modalità: “Cinema e Storia”. Approfondimento del secondo dopoguerra italiano attraverso la conoscenza dei personaggi, musica e immagini del nostro miglior cinema; “Cinema e Società”. Selezione dei migliori film e conseguenti spunti per capire il mondo in cui viviamo attraverso tutte le sue sfaccettature, tramite confronti tra studenti, docenti, registi, attori e giornalisti. “Il terrorismo raccontato ai ragazzi”. I familiari delle vittime degli “anni di piombo” porteranno direttamente la loro testimonianza attraverso un ciclo di incontri e di lezioni. “Nei luoghi di Moravia”. Tramite i suoi scritti e i film

tratti dalle sue opere, si riscopriranno le bellezze di Roma, i suoi cambiamenti e le sue evoluzioni che tanto hanno affascinato lo scrittore e chi tanto lo ha amato. “Voci nel deserto”. Sullo sfondo di immagini e documenti di repertorio e tramite la rappresentazione teatrale della compagnia

“Voci nel deserto” accompagnata da un dj, verranno riletti nella loro straordinaria attualità una serie di stralci e testi dei filosofi greci fino ai letterati moderni. Ha detto, a commento dell’iniziativa, il presidente Zingaretti: “Neanche in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo possiamo togliere alle nuove generazioni il diritto ad essere persone libere e in grado di comprendere quello che ac-

cade intorno a loro. Non faremo mai un passo indietro su questi lavori”. Presentato il Piano regionale contro la violenza sulle donne. Presentato dalla Regione Lazio, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il Piano regionale contro la violenza sulle donne. Questi i punti cardine: nuovi servizi e potenziamento di quelli esistenti; finanziamenti per un milione di euro per l’apertura di centri antiviolenza, sportelli e strutture di accoglienza; istituzione di una unità sul tema della violenza in genere, con il coinvolgimento di tutti gli assessorati regionali; infine sensibilizzazione di tutti i pronto soccorso regionali tramite l’invio e successivo studio degli stessi, del “Percorso clinico-assistenziale in emergenza della vittima di violenza”, allo scopo di fornire agli stessi operatori uno strumento di supporto per la corretta gestione in emergenza delle donne e dei minori in grave difficoltà. Dino Neandri

caf

IMPRESE & PRIVATI

00145 Roma - Via Adelaide Bono CAIROLI 37 Tel. 06 5123119

assistenza@cafimpreseprivati.com

10


INTERVISTA

F

UNA TRADIZIONE FAMILIARE RIVOLTA ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

ra le tante realtà che caratterizzano il settore della Produzione, del Commercio e dei Servizi di Lavorazione di Piastrelle per Pavimenti e Rivestimenti , una delle migliori imprese italiane è la CAPOLINO CERAMICHE. Propone un’offerta completa per la costruzione e ristrutturazione di edifici ed ambienti che ha conquistato la fiducia di costruttori e di moltissimi clienti, anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Aeroporto di Ciampino e l’Aeronautica Militare. Un’impresa che è cresciuta nel tempo e dal dopo guerra si è sviluppata facendo leva sulle tradizioni familiari, una “successione presente nel DNA”, che è diventata un riferimento di qualità e serietà, nell’offrire anche una vasta gamma di prodotti che soddisfano tutti i gusti e le possibilità. INTERVISTA A FRANCESCO CAPOLINO D- Quali sono i punti di forza della Capolino Ceramiche? E’ la qualità e la scelta dei materiali ma anche il rapporto con i clienti che rimane stabile nel tempo. La nostra Azienda si trova in questa sede di Roma (Via di Vigna Murata, 177) da 3 generazione e così da circa 80

Roma EUR Via di Vigna Murata n° 177/179 - Metro B, fermata Laurentina Tel. +39/6/5034177 Fax +39/6/5191395 anni mette a disposizione dei clienti la passione e l’esperienza maturata, per orientare con professionalità al meglio nella vastissima scelta di marche prestigiose, nazionali ed estere, di ceramiche, sanitari delle migliori marche che esprimono funzionalità e design, rubinetterie, vasche idromassaggio, saune, prodotti specializzati per disabili, arredo bagno, arredo cucine ed accessori. D-Come è cambiato l’arredamento d’interni negli ultimi anni e quali sono gli accessori più richiesti? Si spende oggi molto per il bagno, soprattutto per le docce più grandi e le vasche idromassaggio. Inoltre, è cambiata la filosofia dei getti d’acqua. D- La crisi economica ha orienta-

to diversamente la scelta di acquisto dei clienti? Non direi. Nel momento che si decide di venire, magari per ristrutturare, la gente sceglie di acquistare ciò che gli piace seguendo i propri gusti. D- Ci sono prodotti che si rivolgono principalmente alla terza età? Certamente. Vasche con sportello per facilitare l’entrata ma anche sanitari più alti per non piegarsi. D – La vostra offerta è così vasta che si rivolge a diversi target di clientela. Ma un target alto, invece, cosa vi richiede maggiormente? Soprattutto mosaici per le rifiniture ma anche il gres porcellanato con effetto legno. Vengono acquistati, inoltre, soffioni

con cromoterapia per le docce e nebulizzatori d’acqua. D - Oggi si ha una maggiore sensibilità all’ambiente? Che risposta date a questa richiesta? Le aziende puntano ora al rispetto della Green Economy, per es. piastrelle antibatteriche e autopulenti mentre i parquet non sono più fatti con colle inquinanti ma “verdi”. Per una coscienza ambientale abbiamo anche gli Assi del Cansiglio, trattate con vernici naturali per un pavimento ecocompatibile 100% italiano e naturale in faggio certificato, a garanzia anche di una gestione sostenibile a salvaguardia della foresta. D- Quali sono le principali aziende con cui collaborate? Per le Ceramiche: Sant’Agostino, Marazzi, Casal Grande Padana e Cotto D’Este. Per i Sanitari: Catalano, Ideal Standard, Flaminia, Kerasan. Per i Rubinetti: Hans Grohe, Fantini, Ponzi Per i Mosaici: Bisazza e Trend D- Quali obiettivi avete per il 2014? Cambieremo la nostra sede storica in primavera e ci sposteremo anche per una maggiore visibilità sulla Via Pontina. Valentina Tacchi Vedi ultima pag. di copertina

Welcome Phone srl • Via Alessio Baldovinetti 94 • 00142 Roma • Tel: +39 0664522152 • Fax: +39 0692912317 • welcomephone94@gmail.com 11


CONCERTI • non solo rock

ANNO NUOVO, ANCORA MUSICA

di

Dario Chimenti

Musica italiana e artisti inglesi, rock, pop e non solo

R FESTIVAL “LA ROTTA DEL TALENTO” 1° EDIZIONE CONCORSO CANORO

L’Ass. Cult. Sperimentiamo ospiterà il 15 marzo 2014 la semifinale di una delle tappe del Talent “La Rotta Del Talento” organizzata dall’Associazione VITA VOLONTARI PER VOCAZIONE. Presidente di giuria Gianni Errera, anima della Nova Eventi e organizzatore del festival di Castrocaro. Il talent è rivolto a giovani in età compresa tra i 14 e i 30 anni, solisti o gruppi che potranno presentare brani editi o inediti. E’ prevista una fase eliminatoria nei mesi di gennaio e febbraio. Al vincitore della semifinale verrà assegnata una ricca borsa di studio finalizzata alla formazione per gli step successivi. Per partecipare e altre info: www.sperimentiamo.it info@sperimentiamo.it cell. 3334080635

12

ieccoci con questa rubrica, che vi ricorda e vi annuncia i concerti più importanti del mese nella nostra splendida città. Ancora una volta abbiamo poche band, giovani e indipendenti per lo più, anche se qualche grande nome non manca. Cominciamo sabato primo febbraio, con i Diaframma in concerto con il loro “Preso nel Vortice tour”. Il gruppo fiorentino, alfiere della new wave italiana, suonerà al Blackout. Luca Carboni, che festeggia quest’anno i trent’anni di carriera con il tour del suo album “Fisico e Politico”, album che contiene i suoi più grandi successi interpretati con altri big della musica italiana, sarà all’Auditorium Parco della Musica il 5 febbraio. Sempre al Blackout, l’8 febbraio sarà la volta dei Fine Before You Came, rock band italiana tra le più apprezzate del momento. Il 10 febbraio all’Auditorium Parco della Musica salirà sul palco la mitica ragazza del Piper, Patty Pravo. Un altro asso della musica italiana, e anche lui con più di quarant’anni di carriera, è Gino Paoli, che con-

tinua a fare concerti senza sosta. Il suo tour toccherà la Capitale il 13 febbraio all’Auditorium. Gli amanti del rock inglese potranno godersi il concerto dei Beady Eye, la band di Liam Gallagher dopo lo scioglimento degli Oasis, domenica 16 febbraio all’Atlantico Live. Due giorni dopo, il 18 febbraio e sempre all’Atlantico, sarà la volta di Peter Hook, storico bassista di Joy Division e New Order, in un concerto da non perdere. Il 20 febbraio è stata aggiunta, a grande richiesta, una nuova data per Max Pezzali al Pala-

lottomatica, dopo il sold out dei due concerti del mese scorso. Il Blackout, assieme al Circolo degli Artisti, è ormai uno dei luoghi più importante per ascoltare i propri beniamini della musica, e proprio il Blackout ospiterà sabato 22 febbraio i Motel Connection, affermato side project di musica elettronica di Samuel dei Subsonica. Il 24 febbraio Anna Calvi, che nonostante il nome d’arte italiano è una cantautrice britannica e una delle voci più interessanti dell’ultimo anno, canterà dal palco dell’Auditorium Parco della Musica. Al Circolo degli Artisti, il 25 febbraio, sarà la volta delle Savages, gruppo tutto al femminile e tra i gruppi più forti dello scorso anno. Concludiamo con due artisti provenienti dall’Inghilterra, entrambi dei fari per due generazioni diverse di amanti della musica: il 26 febbraio John Mayall, stella del blues anni ’60, all’Atlantico Live, e nella stessa location il 28 sarà la volta dei Babyshambles, che una volta ritrovato il vecchio cantante Pete Doherty sembrano essere tornati quelli di dieci anni fa.


IL VETERINARIO SUGLI ANIMALI

IL GATTO E LA TOXOPLASMOSI

O

gni volta che il gatto viene associato ad una donna incinta, ecco che viene in mente a tutti questa parola: Toxoplasmosi! Ciò comporta spesso un ingiustificato allontanamento dell’animale, a volte favorito dalla superficialità di alcuni ginecologi che si affrettano a dire semplicemente di non avere contatti con gatti. Ma è davvero così rischioso per una donna incinta vivere con un gatto? Assolutamente no. Perché allora questa credenza è così radicata? Perché effettivamente il gatto è l’unico animale domestico definitivo del parassita, ed è quindi l’unico che ne elimina le uova con le feci; quindi è realmente fonte di contagio, ma ciò è comunque un’evenienza abbastanza difficile. Analizziamo il tutto.

IL TOXOPLASMA Il gatto è da sempre considerato il responsabile della trasmissione della Toxoplasmosi, malattia facente parte del gruppo delle zoonosi (che possono essere trasmesse da animale a uomo) sostenuta dal protozoo Toxoplasma gondii, un parassita che può infettare tutte le specie a sangue caldo, compreso l’uomo, e che vive all’interno delle cellule degli ospiti. La maggior parte delle specie animali sono ospiti intermedi del parassita; questo può localizzarsi, sotto forma di cisti, in vari organi e distretti dell’organismo: muscoli, cuore, cervello, occhi, polmoni, fegato e reni. Il gatto e i felidi invece fungono da ospiti definitivi del toxoplasma: per contagiarsi devono mangiare carni di animali infetti (ad esempio di topi

predati o carne cruda contaminata) e presentano la forma intestinale del protozoo. Per questo sono gli unici animali che possono eliminare il parassita nell’ambiente esterno tramite le feci, mediante oocisti. Le oocisti presenti nelle feci sono però non mature, quindi non infet-

tanti; la loro maturazione impiega dalle 24 ore ai 5 giorni a seconda delle condizioni climatiche e solo allora saranno infettanti. Una volta maturate, le oocisti restano vitali nel terreno anche per oltre un anno; la terra, quindi, risulta una fonte reale di contagio. Il gatto, invece, se ha contratto il protozoo, lo elimina per due o massimo tre settimane durante tutta la sua vita. dopodiché risulta immune. [continua sul sito dell’ambulatorio www.veterinaria8colle.it ]

OTTAVO COLLE • VIA A.BALDOVINETTI - VIA DUCCIO DI BONINSEGNA - VIA SIMONE MARTINI di

Ernesto Calluori

TROPPE BANCHE E POCHI NEGOZI

Q

uante volte lo abbiamo scritto e quante volte ci e stato detto grazie dai residenti e dagli operatori commerciali di turno. Raramente abbiamo potuto, poi, trascrivere di soluzioni apportate o quantomeno discusse. Oggi, al centro della nostra attenzione ci sono i residenti di Via A. Baldovinetti, Via Duccio di Boninsegna e Via Simone Martini, a ridosso dell EUR meglio ancora identificato quale quartiere dell’Ottavo Colle per la trasformazione che il quartiere ha subìto dinanzi al proliferare di Banche di cui a tutt’oggi se ne contano 15,(nel raggio di due kilometri) ri-

spetto alle poche attivita commerciali rimaste. La protesta punta il dito contro l’assenza di ogni regola di una sana programmazione sul territorio per la filiera di Banche esistenti. La protesta dell Associazione dei Commercianti, negli anni passati, aveva assunto toni roventi da stilare alcuni graffianti manifesti cosi titolati “Il nostro futuro....l’abbiamo messo in banca”; “Di Banche ... si muore” con i quali si denunciava la continua apertura di Banche al punto da mutare la fisionomia delle vie in questione e di quelle adiacenti attraverso la crescita sproporzionata degli sportelli bancari.

Via Balovinetti e quelle adiacenti, un tempo fiore all occhiello dell ‘ VIII Municipio per offerta commerciale e tessuto sociale, sono diventate una “City finanziaria” pur non avendo alcuna caratteristica e potenzialita. I residenti si chiedono se tale fenomeno abbia una logica ovvero un disegno finalizzato ad affossare il commercio già di per sè penalizzato dall ‘ incessante abusivismo senza freni nell intera zona e vie limitrofe. Senza commer-

cio, le Banche per cosa lavorano, si chiede il Signor Tommaso di Via Ballarin ? La gente si preoccupa perche si è alterato il tessuto sociale del quartiere, diventato un dormitorio di estrema periferia. Mentre ci si interroga sui rischi, non bisogna dimenticare di pensare alle soluzioni, aspirando non solo il cambiamento, in un mondo che cambia, ma una vita attiva e civile in cui ci sia posto per tutti i cittadini.

13


MUNICIPIO IX NOVITÀ PER IL PARCO PUBBLICO IN ZONA TORRINO/ MOSTACCIANO

SPINACETO: È EMERGENZA SUL CENTRO CIVICO DI LARGO CANNELLA

U

na storia senza fine quella del Centro Civico di Largo Cannella a Spinaceto, il cui stato di profondo degrado è allarmante. Riqualificato sotto la Giunta Veltroni 6 anni fa al costo di 2 milioni di euro, il CC di Spinaceto è stato in seguito del tutto abbandonato al degrado e all’incuria: la maggior parte dei locali sono rimasti inutilizzati, è mancato un servizio di sorveglianza e di pulizia, la struttura è stata presa d’assalto da vandali e teppisti e devastata dai writers. Ad oggi, l’immagine del CC è assolutamente indecorosa. Ciò ha delle evidenti ricadute sul quartiere, che assiste impotente all’aggravarsi delle problematiche di isolamento e disagio sociale che lo attanagliano da anni e all’accentuarsi della lontananza dell’amministrazione locale. Spinaceto, ubicato nella periferia sud di Roma, nasce come quartiere popolare e residenziale, abituato a convivere con problemi di disoccupazione giovanile, di droga e delinquenza, di recente mortificato sul piano commerciale per la graduale chiusura della maggior parte dei negozi, causata dagli alti canoni di locazione, dalla crisi dei consumi e dalla presenza nelle immediate vicinanze del lussuoso centro commerciale Euroma2. Il rischio è che il quartiere collassi, vittima dell’assenza dell’amministrazione comunale.

14

Ne sono testimonianza il PVQ di via di Mezzocammino, rimasto inattuato, e il CC di Largo Cannella, anche sede distaccata della IX° Circoscrizione e del Caf UGL. Le richieste pressanti di alcuni residenti, dei responsabili del Caf e della Circoscrizione, Augusto De Maglie e Cristina Leoncini, hanno spinto il Pres.del IX° Mun., Andrea Santoro, a intervenire: lo scorso 30 novembre è stata avviata un’operazione di bonifica straordinaria della struttura, coordinata dall’Ass. all’Ambiente del IX° Mun., Alessio Stazi, e dal Pres. della Commissione Patrimonio, Manuel Gagliardi. Grazie al lavoro congiunto della polizia locale di Roma Capitale (Sezione Pics), di Ama, dei volontari del Centro Sociale Auro e Marco, delle associazioni e del Cd Q, sono stati rimossi dai sottoscala del CC circa 140 q di rifiuti, masserizie ed elettrodomestici e parte dei graffiti; è stata disinfestata la struttura. Sono ora al vaglio del IX° Mun. diversi interventi: la creazione di un muro libero per i writers; la realizzazione di un progetto di riqualificazione della struttura, valutando anche la partecipazione di un partner privato; il rilancio del Centro attraverso una riassegnazione bilanciata dei locali tra attività commerciali e servizi alla persona o la creazione di una sorta di sharing dell’uso degli spazi comuni.

E’ in programma un rilancio dell’intera area di Largo Cannella, il Centro Civico e la piazza attigua. Quanto al CC, la riqualificazione non può prescindere da un censimento dei locali esistenti e da una riassegnazione di quelli non utilizzati, la maggioranza, ad altre realtà: piccoli artigiani, commercianti e settori assenti sul territorio. Dovrebbe essere valutata l’assegnazione di alcuni spazi al CdQ, che è costretto a riunirsi in un locale Ater fatiscente in via Lorizzo. E stata presentata lo scorso luglio dall’Ass. Alessio Stazi la direttiva n°1 sul “Censimento del patrimonio pubblico di proprietà di Roma Capitale assegnato al Mun. IX°” e sull’”Istituzione di un registro delle assegnazioni vigenti” con lo scopo prevalente di censire il patrimonio pubblico del Mun. IX° nell’ottica dell’utilizzazione, della valorizzazione e della messa a reddito delle risorse disponibili per lo sviluppo urbano, per le politiche di impresa e giovanili e per il miglioramento della qualità della vita delle famiglie. Entro novembre si sarebbero dovute presentare le risultanze del censimento, mentre ad oggi è tutto fermo. Ariela Bozzaotra

I

l Consiglio di Municipio IX ha approvato, all’unanimità, la Risoluzione proposta dal Cons. De Noia, per ottenere l’illuminazione del Parco Pubblico in zona Torrino/Mostacciano (denominato giardino Adelaide Coari). L’area, già attrezzata di un parco-giochi, si estende tra via Borghi – via Grande Muraglia – via Orsa Maggiore – via Corsini - largo Piazza TienAnMen: un parco pubblico di 100.000 mq, inserito tra le zone residenziali di Poggio del Torrino e Mostacciano collega scuole, servizi commerciali, centro sportivo, chiese parrocchiali, fermate bus (anche notturni) e la farmacia notturna. Luogo di aggregazione sociale dei Cittadini e risorsa ambientale del quadrante, necessita di illuminazione delle rampe, dei vialetti ciclo-pedonali e dell’area cani. Nel 2006, per un importo di circa 150mila euro, è stata realizzata la sistemazione del parco su proposta del sottoscritto per renderlo fruibile ad attraversabile anche dai Cittadini di Poggio del Torrino.


di

dell’EUR

Ernesto Calluori

L’ARCHIVIO CENTRALE DELLO STATO COMPIE 60 ANNI La ricostruzione della storia

S

ono trascorsi 60 anni dalla Istituzione dell’Archivio centrale dello Stato. Nel 1953, nei dieci anni dalla caduta di Mussolini (1943), si comincia di fatto a svolgere attività di recupero degli archivi, a ricostruire e riordinare la memoria documentale della storia più recente. Il 13 gennaio 2014, si è celebrato il convegno per il 60° anniversario dell’Archivio centrale, nell’affollata Sala Studio, alla presenza del Sovrintendente Dott. Agostino Attanasio, del Consigliere Capo di gabinetto del Ministero dei Beni Culturali Marco Lipari e del Direttore Generale per gli Archivi Rosanna Rummo. Dopo una accurata proiezione audiovisiva, il Capo di gabinetto Dott. Lipari ha portato il saluto del Ministro dei Beni Cul-

turali e del Turismo Massimo Bray, impossibilitato a partecipare a causa di una sua missione all’estero. Il Sovrintendente, ha esordito con una lunga e particolareggiata relazione, ripercorrendo i sessant’anni di vita dell’Istituto, ricordando le figure dei due archivisti- Emilio Re e Armando Lodolini - che maggiormente contribuirono a dare forma e vita alla nuova struttura. Ripropone all’attenzione dei presenti, le fonti della transizione istituzionale e gli archivi della rinascita economica. L’Istituto conserva gli archivi prodotti dagli organi centrali dello Stato a partire dall’Unità d’Italia, archivi personali di uomini politici, di personalità del mondo della cultura e illustri architetti. Conserva, inoltre, un rilevante patrimonio di archivi fo-

L’ACQUARIO DELL’EUR È SALVO: ARRIVANO I FONDI

L

’ha annunciato Andrea Gargano, Presidente del Consiglio del IX Municipio, esprimendo la sua “piena soddisfazione, sebbene l’ufficializzazione dello sblocco dei finanziamenti non sia ancora avvenuta. Il 28 novembre scorso si era tenuto un consiglio municipale straordinario sull’argomento. “L’Acquario dell’Eur, cui l’amministrazione municipale ha mostrato di tenere in grande considerazione, insieme alla Nuvola di Fuksas e alla Scatola di Renzo Piano avrebbe dovuto essere il fiore all’occhiello per la riqualificazione del nostro territorio. Ciò anche in vista della restituzione degli spazi, che gli abitanti del quartiere Eur hanno sempre utilizzato per passeggiate e attività sportive all’aperto” ha commentato Gargano. “Ricordo inoltre, che l’Acquario fa parte del Polo Museale e Congressuale dell’Eur e che

contribuisce non solo alla cultura di Roma ma che finalmente, con il completamento dei lavori, può creare un indotto lavorativo non indifferente”. A novembre i lavoratori delle imprese subappaltatrici avevano manifestato davanti al cantiere chiedendo la tutela del loro posto di lavoro facendo ripartire i lavori, poiché sembrava che tutto dovesse essere ancora in “Alto mare”. L’inaugurazione, salvo complicazioni, dovrebbe avvenire a settembre. Lia Albonico

tografici, audiovisivi e microfilm, con una consistenza di circa 800.000 pezzi per un totale di 120 chilometri lineari. Istituito come Archivio del Regno nel 1875, l’Istituto assume l’attuale denominazione nel 1953 e viene assegnato all’attuale Palazzo degi Archivi all’Eur, il cui edificio venne progettato nell’ambito dell’Esposizione Universale del 1942, ultimato, poi, nel corso degli anni cinquanta. Le fonti conservate, dalla Raccolta ufficiale delle leggi e decreti, ai verbali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalle commissioni d’inchiesta agli archivi fascisti, rendono l’Istituto un luogo privilegiato per gli studi di storia contemporanea. La linea attuale è quella che segna una

tendenza all’apertura di chi opera nella funzione culturale e a consegnare una organizzazione volta a valorizzare i contenuti di sistemi informativi e agli archivi digitali. Il convegno si conclude con il workshop con il quale vi si presentano esperienze di lavoro in atto, salvaguardando la funzione giuridica di ciò che produce la pubblica amministrazione, conservando , per la sua natura istituzionale, la cultura della legalità.

100 MILIONI DAL GOVERNO PER COMPLETARE LA NUVOLA DI FUKSAS

A

nche il nuovo centro congressi sarà completato grazie a un prestito trentennale all’Ente Eur da parte del Governo previsto da un comma alla legge di stabilità varata dal Governo. La somma messa a disposizione copre solo in parte i lavori per finire la Nuvola, dunque sarà necessario di altre mosse per trovare altri 170 milioni necessari al suo completamento. Risale al 2007 l’inizio dei lavori per realizzare il grande complesso e il tutto rischiava di restare incompiuto per la mancanza di fondi: i costi dell’opera nel frattempo sono lievitati dal 272 milioni iniziali ai 415 attuali. Lo stanziamento attuale potrà assicurare lavoro per la ripresa dei lavori per almeno 300 operai, rispetto agli attuali cento, che porteranno a compimento l’opera entro il 2014. Il presidente dell’Eur SpA Pierluigi Bor-

ghini indica anche dove si potranno trovare altri capitali e prevede un prolungamento dei lavori di almeno altri sei mesi per ottenere l’agibilità e stima che l’inaugurazione del centro congressi possa avvenire in concomitanza con l’Expo 2015. “Penso che per quanto riguarda il costo dei nuovi parcheggi sotterranei da costruire ci potremo affidare a un project financing con l’aiuto di privati, mentre il resto che manca arriverà dal bando di gara per l’affitto dell’albergo cui hanno risposto le maggiori società del settore, tra cui Hilton, Sheraton e altre. E in questo modo riusciremo a garantire la fine dei lavori e l’apertura del centro congressi entro il maggio del 2015”. La data è strategica, poiché nella Nuvola si dovrebbero tenere molti degli incontri internazionali previsti per l’Expo di Milano”. Lia Albonico

15


DEL BENESSERE INSEGNARE PILATES AI BAMBINI Joseph Pilates diceva : “Per prima cosa educare i bambini!”, ed è esattamente ciò che gli esperti di pilates stanno realizzando oggi, alla ricerca di metodi per iniziare i più piccoli alla disciplina e al mantenimento di sane abitudini.

PER TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, I BAMBINI? Pilates non fa solo al caso di bambini che praticano sport agonistico; è per tutti. Pilates stesso ha intitolato uno dei capitoli del suo primo libro, Your Health (La tua salue), First educate the child!, ossia per prima cosa educare i bambini, in cui sottolinea come le buone, che le cattive abitudini posturali vengano radicate a partire dall’infanzia. È dunque insegnando ai più piccoli a come prendersi cura del proprio corpo in una maniera più equilibrata e consapevole, che possiamo aiutarli a prevenire infortuni e a

condurre vite piene e produttive con un generale senso di benessere. La concentrazione mirata e la consapevolezza olistica richieste dal metodo pilates aiutano i bambini a sviluppare una grande resistenza mentale, che può venire applicata anche nello studio o qualsiasi altra cosa scelgano di fare nella vita. Un programma di esercizi come il pilates è in grado di ridurre l’obesità e aumentare l’autostima. Migliora la salute generale dei bambini fornendo degli

strumenti per migliorare forza, flessibilità, equilibrio, stabilità, coordinazione, postura, densità muscolare, funzionamento delle articolazioni e capacità respiratoria”.

MUNICIPIO IX PROGETTO “LA MIA NUOVA CASA”

CON TOTTI E HERNANES

A

ssieme a Tiziana Foschi, Lorenzo Flaherty, sono i testimonial dell’iniziativa ‘La mia nuova casa’, realizzata dal Municipio IX Eur in collaborazione con la fondazione Roma Solidale e la Consulta della disabilità del Municipio. La presidenza del Municipio ha esposto in un comunicato l’iniziativa: “I personaggi dello sport e dello spettacolo si sono fatti promotori, in un video sul web, del progetto di semiautonomia

16

delle persone disabili, fortemente voluto dal presidente del Municipio Andrea Santoro”. «La mia nuova casa – si legge nella nota – si propone di offrire a un gruppo di persone disabili l’opportunità e la libertà di scegliere, per il proprio futuro, una vita in semiautonomia e il distacco dal proprio nucleo familiare di origine, gate al ciclo della vita, di occuparsi del che non potrà essere per sempre pre- proprio caro”. sente o in grado, per ovvie ragioni le- Andrea Santoro ha detto: “È solo l’i-

nizio di un progetto perché solo attraverso un lavoro comune e di solidarietà tra tanti si può costruire un sistema di welfare efficace dove finalmente nessuno resti più solo. Per questo ringrazio Francesco Totti, Tiziana Foschi, Lorenzo Flaherty e la Ss Lazio con i giocatori Hernanes, Vinicius e Dias che con la loro testimonianza e il loro affetto rendono questo progetto unico”. Lia Albonico


di

COSTUME E

Lorenza Santangelo

CARNEVALE: TRAVESTIMENTI, LINGUAGGI E ABITUDINI ROVESCIATE

L

’etimologia del termine “carnevale” risale, con ogni probabilità, al latino carnem levare, espressione con cui nel Medioevo si indicava la prescrizione ecclesiastica di astenersi dal mangiare carne a partire dal primo giorno di Quaresima, vale a dire dal giorno successivo alla fine del carnevale, sino al “giovedì santo” prima della Pasqua. Il carnevale infatti, nel calendario liturgico cattolico-romano si colloca necessariamente tra l’Epifania e la Quaresima. Dalle testimonianze storiche si apprende che le origini di questa festività risalgono al Paleolitico quando gli stregoni, durante riti magici e propiziatori, indossavano costumi adornati di piume e maschere dipinte, allo scopo di cacciare gli spiriti maligni. Ma è soprattutto nel mondo romano che la festa del carnevale si diffonde e trae le sue più radicate origini. Nell’antica Roma, infatti, i festeggiamenti in onore di Bacco, chiamati Baccanali, si svolgevano lungo le strade della città, erano caratterizzati da uno sregolato godimento di cibi, bevande e piaceri sensuali, ma soprattutto prevedevano l’uso di maschere. Il rito romano che, però, più di tutti viene associato al carnevale è un altro, la festa dei Saturnali. “Già da un pezzo ti ascolto e desidero dirti poche cose, ma sono schiavo e ho paura”. Con queste parole lo schiavo Davo giustificava la sua paura nell’esprimere giudizi. E di rimando il suo padrone, il grande poeta latino Orazio, così gli rispondeva “Coraggio, approfitta della libertà di Dicembre, dal momento che così hanno voluto i nostri antenati: parla”. Con l’espressione libertà di Dicembre, Orazio faceva esplicito riferimento alla libertà di parola e di critica, anche nei confronti dei padroni, che tradizionalmente era concessa agli schiavi durante la festa dei Saturnali, solennità dell’antica Roma, di carattere popolare, in onore del dio Saturno, che si svolgeva in un periodo compreso tra il 17 e il 23 dicembre, nel solstizio d’inverno, alla fine del ciclo dell’anno solare. Durante i festeggiamenti si riducevano sensibilmente, fino ad abolirsi, le distanze sociali, e per tutta la loro durata gli schiavi potevano esprimersi e agire liberamente, ed erano eccezionalmente quest’ultimi ad essere serviti a tavola dai loro padroni. La categoria del Carnevale, le cui origini si fanno risalire soprattutto alla festa dei Saturnali, è metafora, per antonomasia, di pazza e allegra trasgressione, con più implicazioni, tutte riconducibili allo scompaginamento dei ruoli sociali, in una loro sospensione effimera, durante la quale si dà sfogo alle frustrazioni e ai troppi rospi ingoiati, imposti dalla tradizione e dall’ordine, non sempre costituito dalla giustizia e dall’equità.

Alessandra Pietroforte

di

MODA: ANTICIPAZIONI DI PRIMAVERA. E’ adesso che devi investire sul tuo guardaroba!

L

Il Carnevale investe le diverse libertà: quella del travestimento, quella del linguaggio e quella delle abitudini rovesciate. C’è l’esaltazione di ciò che la morale comune biasima: l’abbuffata e la gozzoviglia iperbolica. Così pure l’impasto verbale, carico di ironia burlona e di giocose invettive, che non possono trovare azioni ritorsive da parte di chi le subisce. Un florilegio linguistico, quello carnevalesco, scherzoso e beffardo, che rimanda a coinvolgimenti trasgressivi, generatori di comiche trovate e risate a crepapelle. Come ogni cosa però, anche questa ha la sua conclusione: finita la festa tutto ritornerà come prima e ognuno riprenderà il suo stato sociale, e il potere rovesciato sarà simbolicamente bruciato in un grosso falò con l’accensione del fantoccio, che lo ha proclamato, inneggiandolo, al suo arrivo festoso e trionfante tra i canti e gli schiamazzi di mascherate pirotecniche. Non meno interessante è l’origine e la valenza demoniaca di alcune tra le maschere carnevalesche più famose e antiche, come quella nera sul volto di Arlecchino o quella bipartita, bianca e nera, di Pulcinella. Studi sul significato psicologico della volontà di indossare una maschera hanno mostrato che l’irresistibile attrazione esercitata dal carnevale sta proprio nella possibilità di smettere di essere se stessi per assumere le sembianze e il comportamento della maschera. Questa scelta, quando non è condizionata da fattori economici, rivela interessanti, e talvolta inaspettati, aspetti psicologici di una persona. L’edizione 2014 del carnevale è alle porte: si parte martedì 25 febbraio e si conclude martedì 4 marzo. Una tradizione, quella del Carnevale, che il Comune di Roma rinnova ogni anno con una undici giorni di performance tra commedia dell’arte e artisti di strada, tra fuochi, parate, mostre, attività per bambini, animazioni, e soprattutto suggestivi eventi d’arte equestre, il punto di forza del Carnevale nella Capitale. E in seno alla tradizione, come di consueto, tutto il Carnevale a Roma ha il suo fulcro in Piazza del Popolo, dove è realizzato un villaggio dedicato con allestimento scenico per ospitare i numerosi spettacoli teatrali e un’arena equestre per le sfilate e le esibizioni a cavallo degli artisti.

SOCIETÀ

a primavera è lontana, c’è poco da illudersi, però questo è il momento giusto da sfruttare per rimpinguare le riserve del nostro armadio spendendo poco. La mossa è questa: approfittare dei saldi per comprare ciò che indosseremo da aprile in poi. Basta guardare le sfilate P/E 2014, memorizzare per sommi capi le nuove tendenze e poi guardarsi intorno per trovare quegli articoli che supereranno la moda di questo inverno. Prima di pensare alla prossima stagione, però è consigliabile controllare rapidamente se nel nostro guardaroba c’è qualcosa che necessita una sostituzione come un vecchio cappotto, una camicetta lisa sui polsi, un maglione un po’ infeltrito o una borsa consumata sugli angoli. Comprando ora dei vestiti nuovi risparmierete molto e se scegliete il classico, nessuno sospetterà che si tratta dei residui dei saldi. Ad esempio un acquisto scaltro è senza dubbio il montgomery perché è un evergreen che non si fa spodestare dalla moda del momento e che si adatta a molti outfit. Magari

non compratelo color paprika perché chi scommetterebbe su un colore simile per il prossimo anno? Stesso discorso vale per una borsa vintage. Proprio perché vintage, è senza tempo, non ha età. Un cinquetasche infine è la carta vincente per ogni occasione. Non passa di moda e prima o poi vi servirà per sostituire i vecchi jeans. Passiamo alle dritte da seguire per acquistare in saldo ciò che andrà di moda nei prossimi mesi. I colori protagonisti della primavera 2014 saranno quelli pastello: lavanda, english rose, verde acqua. Insieme a questi ci saranno diverse tonalità del verde, il blu elettrico (che resiste per il terzo anno consecutivo) l’oro e l’argento e il bianco e nero nelle stampe. Abbiamo appena trascorso un intero inverno caratterizzato dall’off white e dalle tinte tenui, perché non rovistare tra le relle con gli sconti? Oppure perché non cercare nelle vetrine se ci sono ancora quelle borse in pelle di vitello rosa cipria o azzurre che hanno riempito i centri commerciali? E poi c’è ancora molto da pescare tra le rimanenze dell’inverno. Gli abitini in pizzo avorio con la manica a tre quarti o addirittura smanicati, quelli dall’aria anni ’70 pieni di perline e paillettes e le bluse in organza anticipano il trend della primavera e si accompagneranno benissimo con una pochette da polso (te le tirano dietro, si può dire?). L’ultima anticipazione riguarda la manicure. La prossima primavera le unghie saranno smussate sugli angoli (c’è chi dice a mandorla, ma non esageriamo…) e ad effetto fondotinta. Alle sfilate di New York l’effetto total mat con base nude non ha lasciato spazio al dubbio: basta smalti fluo e unghie squadrate!

IL FARO ALLA SFILATA DI ALTA
 MODA
 A ROMA

H

a avuto luogo a Gennaio il Defilè
 di 
presentazione 
della collezione 
primavera estate 
2014
 Alta moda
 donna
 a Palazzo
 Braschi
, 
nel 
cuore 
rinascimentale
 di
 Roma, 
tra 
Piazza
 Navona 
e 
Corso
 Vittorio
 Emanuele
 II.
 Il progetto artistico realizzato da Luigi Borbone ha previsto una sfilata di 40 creazioni ispirate alla visione artistica del neoromanticismo. Stampa, Tv e circa
 300
 persone
 prescelte
 tra
 le
 personalità
 più
 in
 vista
 della
 Capitale hanno partecipato all’evento,
 uno
 dei
 principali 
del
 calendario 
ufficiale della kermesse
 internazionale
 Alta Roma 
Alta moda.

17


18


MUNICIPIO IX

LA CONSULENTE FAMILIARE

La manutenzione delle aree verdi affidate ai privati

MARIA FERRARA ESPERTA IN COUNSELLING. PER TERAPIA INDIVIDUALE E DI COPPIA

Per superare le difficoltà di comunicazione nella coppia, per problemi educativi e di relazione genitore-figli, per chiunque voglia liberarsi da un disagio, Per informazioni ed appuntamenti chiama al 347.7964210 o all’indirizzo e-mail: ariaferr.ferrara@gmail.com

E

PUO’ L’USO ECCESSIVO DEL TABLET DIVENTARE DIPENDENZA?

C

hissà quanti di noi acquistando costantemente articoli tecnologici , hanno incrementato l’espansione di un fenomeno che è sempre più in crescita, quello del “touch screen”. Ormai è facile scaricare in pochi secondi giochi, favole e disegni da fare, semplicemente picchiettando con le dita su un tablet. E’ talmente facile che lo fa anche un bambino. Ma avete però mai cronometrato quanto tempo vostro figlio passa IPNOTIZZATO davanti a queste tavolette? Molti genitori probabilmente non se ne preoccupano perché mentre il figlio se ne sta tranquillo, possono tranquillamente fare altro dimenticandosi di lui. Giustificano l’effetto ipnotico scambiandolo per una forma di concentrazione. E dunque, perché non allenarla con quanto ci

offre google play, android ecc…? C’è chi afferma pubblicamente che i tablet o smartphone stimolano l’apprendimento e addirittura aiutano nei casi di difficoltà del linguaggio. Tuttavia mi sento di dire che la giusta misura nell’utilizzare tali apparecchiature elettroniche va comunque adottata per evitare una possibile dipendenza. La preoccupazione è maggiore se parliamo di bambini i quali sono più sensibili, e fatalmente

attratti dalle luci e dai suoni che tali dispositivi trasmettono. Il tablet così facile da usare, è specialmente per i più piccoli, il giocattolo più irresistibile rispetto a tutti gli altri! Ormai non è più un caso isolato quello di una bambina di quattro anni che è finita in terapia per aver sviluppato un comportamento compulsivo con il suo IPad. Occorre più che mai che nell’ambito famigliare ci sia il giusto equilibrio che ridimensioni l’eccessiva esposizione e ne riduca i rischi. Quindi non lasciare mai da solo nostro figlio davanti a un video per controllarne il tempo e l’uso che ne fa. In alternativa proporre sport che lo facciano muovere educandolo così ad una vita sociale più attiva e stimolante che di certo lo aiuterà a non essere pigro.

’ quanto dichiara Massimiliano De Juliis, Vice presidente della Commissione Ambiente dopo avere protocollato un documento per richiedere “la messa a bando delle aree verdi e delle aiuole presenti nelle rotatorie stradali o nelle zone di spartitraffico che porterà a maggiore utilizzo attraverso sponsor privati”. De Juliis propone una specie d’adozione delle aree verdi da parte di chi sia interessato e disponibile a sostenere le spese per la manutenzione continua. “Si può avviare una sinergia tra pubblico e privato che auspichiamo possa portare a un processo virtuoso che valorizzi gli spazi verdi, li renda maggiormente fruibili alla cittadinanza e contribuisca a un contenimento della spesa pubblica, cosa di cui le amministrazioni hanno un gran bisogno. Il documento prevede l’emissione di un bando per l’aggiudicazione delle aree sulla base del progetto pilota già avviato dal centro-destra nella scorsa consiliatura”.

19


MUNICIPIO IX

Flash ad internittenza dal Comitato “Fonte Laurentina”

R

accolta rifiuti porta Il Presidente del CdQ Alessandro Recine ha sensibilizzato sia il Municipio che il Consigliere Comunale Belviso riguardo alla pulizia dei bidoni condominiali o, in alternativa, di ridurre la TARES in misura percentuale come svolto in altro quartiere quale quello di Massimina. Inoltre, ulteriore impegno è stato richiesto per rilasciare a titolo gratuito l’occupazione del suolo pubblico ai condomini impossibilitati a posizionare i bidoni per la raccolta differenziata. Diversi cittadini del quartiere hanno segnalano la mancata raccolta differenziata Mobilità Enorme é la difficoltà per uscire dal quartiere durante le ore di punta. Si é deciso di presentare una lettera al IX Municipio per far posizionare un Guard Rail e consentire un corretto incanalamento sulla via Laurentina. Nuove Scuole Tor Pagnotta 2

Il Presidente, informa che in data 4 dicembre 2013, a seguito della riunione svoltasi presso il Municipio IX tra l’Ass. Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica Parisi, l’Arch. Panebianco del Consorzio Tor Pagnotta 2 ed il Dirigente Scolastico del Plesso De Finetti, è stato decisa la consegna in data 15 aprile 2014 del Plesso Elementare per consentire le iscrizioni per l’anno scolastico 2014/2015, entro febbraio 2014. Ponte sul GRA Presso il Municipio riguardo al Corridoio della Mobilità – Ponte sul GRA, è stato sollecitato il Consorzio Tor Pagnotta 2 a predisporre il Bando di Gara. Non vedendo risultati sul proseguo degli impegni, si é deciso di coordinarsi con gli altri CdQ interessati, per sollecitare a gran voce di pervenire a soluzioni definitive e concrete. Si ribadisce l’urgenza di tali opere per il perenne traffico e la grande

di

difficoltà di percorrenza per i mezzi di soccorso. Passo Pedonale, inefficienza ascensori e decoro Il CdQ ha sollecitato la Provincia di Roma per lo stato di abbandono ed il mancato ripristino. La Provincia è da diversi mesi che non interviene. Linea 797 Il Presidente informa che verrà avanzata al Municipio richiesta per consentire il prolungamento della Linea anche nel nuovo quartiere Tor Pagnotta 2, dopo aver assicurato i lavori per la rotatoria all’altezza via Rita Brunetti - Castel di Leva. Inoltre necessita anche l’intensificazione delle frequenze del bus

nelle ore di punta. Consorzio In occasione del Natale in Festa, presso lo stand del CdQ, molteplici cittadini hanno compilato un modulo per l’adesione al CONSORZIO (CdQ e Associazioni di quartiere per la gestione del verde, attivazione della vigilanza e gestione di un centro sociale. Verrà redatto uno Statuto che verrà sottoposto agli Amministratori di Condominio. Varie Il Presidente provvederà a sollecitare il Municipio IX sugli aspetti urbanistici quale il rifacimento del manto stradale, l’illuminazione pubblica in particolare del Giardino Lima. Inoltre si rileva la necessità di sollecitare gli uffici competenti per la manutenzione delle fontane del quartiere. Si rileva inoltre che sulla Via Laurentina solo 8 lampioni dal Gra al quartiere sono funzionanti.

l’apposito modulo disponibile presso le biglietterie o scaricabile sul sito aziendale. Inoltre sono previsti Sconti dal 50% al 90% per studenti, under 30, di-

versamente abili e orfani. La regione investe per far muovere i giovani del Lazio.Infatti sono stati stanziati per il 2014 circa 12 milioni di euro in favore di chi ha meno di 30 anni e un reddito familiare Isee inferiore a 20mila euro lordi. Gli sconti andranno dal 70% al (in caso di handicap gravi o orfani) 90%. Anche per i ragazzi con un reddito Isee superiore alla soglia dei 20mila euro è prevista un’agevolazione pari al 50% della tariffa sostenuta, nel caso di particolari meriti scolastici.

COMUN.....ICANDO A ROMA di

Elvira Paracini

ATAC E LE AGEVOLAZIONI PER IL TPL AD ANZIANI E GIOVANI

A

nche nel 2014 gli “over 70” residenti a Roma Capitale con reddito (calcolato con parametro ISEE) non superiore ai 15.000 euro, potranno usufruire delle agevolazioni per viaggiare sui trasporti pubblici Atac. I cittadini già in possesso della card

Over 70 con validità 2013 e interessati al rinnovo dell’agevolazione speciale anche per il 2014, potranno recarsi fino al 31 marzo presso le biglietterie di ATAC S.p.A. presentando la certificazione ISEE in corso di validità, rilasciata da CAF o sedi e agenzie INPS, e compilando

FEDERICO SIRACUSA

CHIUDONO

DOTTORE COMMERCIALISTA • REVISORE LEGALE

IL PLANETARIO, IL MUSEO ASTRONOMICO ED IL MUSEO DELLA CIVILTA’ DEL LAVORO

I

l Planetario, il Museo astronomico ed il Museo della Civiltà Romana hanno improvvisamente chiuso i battenti, facendo saltare la programmata stagione delle visite culturali. Si tratta di un fatto sconcertante in quanto la chiusura ha interessato musei che ogni anno vengono visitati da oltre 100.000 visitatori, in gran parte turisti e studenti. Infatti, per esempio, nel solo anno 2010 i visitatori sono stati oltre 140.000, con un calo degli in-

20

Paolo Cristofanilli

gressi nei due anni successivi (Dati del 2010, Planetario: 80.399, Museo della Civiltà Romana: 61.992). Se consideriamo che nell’arco di un anno il totale degli ingressi nei musei civici romani ammonta a circa un milione e mezzo di visite, comprendiamo subito l’impatto negativo di queste chiusure. Inoltre, i visitatori del Museo della Civiltà Romana sono costituiti per ben il 68% da turisti stranieri. Il fatto incredibile è che il nuovo

www.federicosiracusa.it • federico.siracusa@tin.it Cell. 3398015237 • Tel/Fax: 0650684161 • Via Bruno de Finetti, n. 152 Planetario di Roma era stato inaugurato appena il 26 maggio 2004, a oltre 20 anni dalla chiusura dello storico planetario ospitato nella Sala della Minerva. Ora sarà molto spiacevole disdire tutte le visite guidate organizzate dalle scuole per far conoscere ai ragazzi il Planetario ed il Museo astronomico, oltre al bellissimo e apprezzatissimo Museo della Civiltà Romana che ospita anche il celebre plastico realizzato dall’architetto Italo Gismondi dal 1935 al 1955 - mantenuto sempre aggiornato rispetto alle nuove scoperte archeologiche - che raffigura Roma all’età di Costantino (313 ca. d.C.) particolarmente interessante per avere una visione concreta dell’aspetto della città antica. Insomma, realtà museali davvero uniche che, seppur fuori dalle rotte classiche dei turisti, riuscivano ad incuriosire ed interessare numerosi visitatori già attratti dalla bellezza

del razionalismo dell’EUR. Come mai siamo arrivati a questo punto? Ad ottobre 2013 gli ispettori del Ministero del Lavoro hanno evidenziato alcune problematicità soprattutto in merito alla sicurezza dei locali. Mercoledì 22 Gennaio 2014 gli ispettori del Ministero del Lavoro hanno effettuato un nuovo sopralluogo ed hanno appurato che le violazioni riscontrate nei mesi scorsi non erano state sanate, a causa dell’inerzia dell’amministrazione comunale. A questo punto il 28 gennaio scorso la Sovrintendenza capitolina ha disposto la chiusura dei musei fino a data da definirsi. Ci auguriamo che i musei riaprano al più presto anche nell’ottica di proteggere e valorizzare un quartiere unico come l’EUR che appare sempre più decadente, in un grave ed impressionante stato di abbandono.


La Rubrica dell’avvocato L’EQUIPARAZIONE TRA FIGLI NATURALI E FIGLI LEGITTIMI

L

o SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO (approvato dal Consiglio dei Ministri in data 12 luglio 2013) RECANTE REVISIONE DELLE DISPOSIZIONI VIGENTI IN MATERIA DI FILIAZIONE, AI SENSI DELL’ARTICOLO 2 DELLA LEGGE 10 DICEMBRE 2012, N. 219 ha eliminato ogni discriminazione che il nostro ordinamento ancora prevedeva tra i figli nati nel corso del matrimonio e quelli nati al di fuori di esso, garantendone in tal modo il medesimo stato giuridico. Il suddetto decreto offre un completamento della normativa sull’equiparazione dei figli naturali con i legittimi di cui alla L. 10 dicembre 2012 n. 219 recante “Disposizioni in materia di riconoscimento dei figli naturali” affermando il principio dell’unicità dello stato giuridico dei figli (art. 315 c.c.) evidenziando

una equiparazione dei diritti dei figli legittimi e naturali ed ispirandosi al rispetto dei valori costituzionali e degli obblighi imposti dalle norme di diritto internazionale. Viene dunque riconosciuto un unico stato  giuridico, quello di “figlio”, scomparendo anche sotto il semplice profilo lessicale, la distinzione tra figlio legittimo e figlio naturale. Pertanto, le locuzioni «figli legittimi» e «naturali»

DEI PROFESSIONISTI STUDIO LEGALE AVV. DARIA COLICA Via Colle di Mezzo n. 39 Risponde ai Vs. quesiti via e.mail: dariacolica@gmail.com vengono sostituite dalle seguenti: «figli nati nel matrimonio» e «figli nati fuori dal matrimonio»; le disposizioni codicistiche dettate in materia di filiazione vengono così indirizzate a tutti i figli, senza distinzione alcuna. Il decreto legislativo di cui sopra modifica molte disposizioni del codice civile tra le quali menzioniamo quelle relative alla successione ereditaria (stabilendo che sia i figli nati fuori dal matrimonio, che quelli adottati, hanno i medesimi diritti dei figli definiti prima della riforma “legittimi”) quelle relative alla presunzione di paternità del marito, al riconoscimento dei figli nati fuori dal matrimonio, all’azione di disconoscimento della paternità e quelle relative al diritto di ascolto del minore e al diritto degli ascendenti a mantenere «rapporti significativi» con i

UNA VERITÀ INQUIETANTE: IN ITALIA ESISTE UNA NORMA CHE CANCELLA I DIRITTI DI PROPRIETÀ (PER 8 ANNI)

N

el 2011 il Governo per lottare contro l’evasione fiscale e far emergere i contratti d’affitto in nero ha approvato il Decreto legislativo 23/2011 che all’art.3, commi 8 e 9 prevedono un meccanismo che legalmente sottrae immediatamente la casa al legittimo proprietario per ben 8 anni. Di recente un servizio delle Iene ha posto l’attenzione sui meccanismi pericolosi di questa norma che in pochi conoscono. Nel servizio, veniva presentato il caso di una donna che trovandosi all’estero aveva lasciato le chiavi alla vicina, la quale le aveva consegnate al compagno che aveva denunciato la signora all’agenzia delle entrate ai sensi dell’art.3, commi 8 e 9 del decreto legislativo 23/2011. Quando la signora è tornata in Italia, ha trovato l’inquilino e non potendo legalmente fare nulla oggi dorme alla Stazione dei treni di Milano. Cosa prevede l’articolo 3, ai commi 8 e 9 del Decreto 23/2011? Prevede che “chiunque” possa andare all’Agenzia delle Entrate per denunciare il proprietario anche “ORALMENTE”, quindi esibendo un mazzo di chiavi, dichiarando di trovarsi in affitto in un appartamento sprovvisto di contratto registrato. L’Agenzia dell’Entrate non fa altro che ricevere ed accettare la denuncia orale, senza indagare e lo fa anche in presenza di un contratto già registrato in quanto l’inquilino può dire che in realtà pagava più quanto pattuito sul contratto. La denuncia fa guadagnare all’inquilino un immobile ad un canone annuo irrisorio, pari a 3 volte la rendita catastale per una durata di 8 anni. Ad esempio, se un appartamento il cui valore di af-

fitto di mercato è pari a 800 euro al mese e la rendita catastale è pari a 400 euro, il conteggio per la determinazione del canone d’affitto è il seguente: 400 X 3=1.200 (valore dell’affitto annuale) 1.200 diviso 12 (mesi) =100 euro al mese. L’affitto diventa quindi di 100 euro mensili per otto anni!I modi per usufruire di tale norma sono diversi, oltre al possesso delle chiavi, possono essere quello di fare un bonifico al proprietario, scrivere nell’oggetto AFFITTO, stamparlo e poi presentarsi all’Agenzia dell’entrate per denunciare. Nei casi di contratti regolarmente registrati, basta fare un bonifico all’insaputa del proprietario per un importo superiore a quello concordato nel contratto di locazione per poi andare all’Agenzia delle Entrate a denunciare. Nei casi invece in cui esiste un contratto firmato di locazione e l’inquilino ritardi la registrazione servendosi di scuse, al superamento del trentesimo giorno dalla firma il proprietario può subire un’azione di questo tipo da parte dell’inquilino.  Questa imposizione ha messo in crisi i piccoli proprietari che spesso affittano per sostenere spese, pagare le tasse, aiutare figli che perdono il lavoro decidendo di affittare per periodi brevi pattuiti con gli inquilini che poi indisturbati vanno a

denunciarli all’Agenzia delle Entrate. A questo punto legalmente per i proprietari non c’è nulla da fare se non di aspettare 8 anni.  L’art.3, commi 8 e 9 nasceva dall’esigenza di far emergere i contratti di locazione in nero ed incrementare le entrate per lo Stato ma la realtà è che queste diminuiscono perché si calcolano in proporzione all’affitto. Se questo viene ridotti di 8 volte, si ridurranno di 8 volte anche le entrate. E’ una normativa ideologica che distrugge la classe media e deprime le Entrate erariali ed il settore immobiliare.  Certo si tratta di proprietari che per vari motivi (superficialità, furberia, atteggiamento benevole verso l’inquilino, periodi brevi) hanno violato una normativa tributaria ma è vero anche che l’accordo di non registrare viene pattuito o richiesto anche dall’inquilino. La cosa sconcertante è che l’inquilino e l’Agenzia dell’Entrate si sostituiscono legalmente al proprietario e alle condizioni di utilizzo dell’immobile. La cosa è ancora più assurda se si considera che se si evade il Fisco, questo chiede all’evasore di restituire le somme (che vengono già versate quando avviene la denuncia) e applica una multa ma certo non ti sequestra la casa per 8 anni stabilendo un canone simbolico! E’ come se un commerciante o chiunque ometta di pagare le tasse o uno scontrino in modo corretto poi si veda occupato il negozio e venga imposto al commerciante di vendere la propria merce ad un prezzo 8 volte più basso di quello di mercato per 8 anni.  Comitato “Lo Stato contro i proprietari di casa (Decreto legislativo 23/2011)”

nipoti minorenni (in tal caso i nonni potranno far valere in giudizio il suddetto diritto, ferma la valutazione sulla compatibilità delle loro richieste, con il superiore interesse del minore, ai sensi del nuovo articolo 317 bis del codice civile). In particolare il testo del provvedimento raggruppa nel titolo IX del libro I del codice civile, (artt. 316-371) la disciplina relativa ai diritti e doveri dei figli ed alla c.d. “responsabilità genitoriale” focalizzando l’attenzione sull’impegno che i genitori devono assumersi nei confronti della prole e sull’obbligo di vigilare sull’istruzione, educazione e condizioni di vita del figlio, fino al raggiungimento della sua indipendenza economica anche nei casi in cui non la eserciti direttamente in quanto divorziato o genitore naturale che non vive con il proprio discendente diretto.

PROVINCIA

“PROMOTORI TECNOLOGICI PER L’INNOVAZIONE” – QUARTA EDIZIONE DEL BANDO

P

er sostenere l’innovazione e lo sviluppo dell’imprenditoria in settori strategici per l’economia del territorio la Provincia di Roma ha indetto il Bando “Servizi alle imprese e Sviluppo locale” – Dipartimento V dell’Amministrazione provinciale di Roma. L’intento: • favorire la realizzazione di progetti d’innovazione, tecnologica e/o organizzativa a sostegno delle micro, piccole e medie imprese in settori ritenuti strategici per il tessuto economico della Provincia di Roma; • rafforzare la cooperazione fra gli attori dello sviluppo economico locale e i centri di ricerca, anche attraverso specifiche strutture, quale Officina dell’Innovazione, in modo da implementare un volano virtuoso nel sistema produttivo locale; • introdurre la figura del Promotore Tecnologico inteso come colui/ colei che sviluppa un progetto di ricerca o innovazione richiesto da una micro, piccola o media Impresa e facilitare l’incontro tra domanda ed offerta di innovazione e tecnologia; • contribuire a nuovo impiego di personale altamente qualificato. Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione scadrà, con varie modalità, il 28 febbraio 2014. Gli interessati, possono consultare il Bando sul portale della Provincia di Roma. Lia Albonico

21


ROMA EST L’APPELLO DEI CITTADINI DEL V MUNICIPIO: “RIQUALIFICARE IL PARCO ARCHEOLOGICO DI CENTOCELLE”

O

ltre i confini imposti dal cemento, alcuni dei quartieri popolari di Roma offrono ai cittadini più attenti degli squarci di natura e storia che, se pure unici nella loro rarità e bellezza, agonizzano sotto il peso dell’indifferenza generale e dell’indolenza delle amministrazioni pubbliche. Parliamo di ricchezze mai valorizzate ma sempre presenti, resti di antiche civiltà da cui abbiamo ereditato un patrimonio monumentale forse non meritato, aree verdi che detengono un potenziale sociale e ricreativo di rilievo per il benessere collettivo. Di queste meraviglie nascoste, sconosciute ai più, si parla spesso nei comitati di quartiere, associazioni e partiti ove si lamenta la totale mancanza di

tutela e cura. Uno di questi patrimoni è certamente il Parco Archeologico di Centoncelle, un bene essenziale nel quadrante est della Capitale non solo dal punto di vista culturale, ma anche da quello ambientale, sportivo e umano. I cittadini dei quartieri Centocelle, Tor Pignattara, Quadraro, Villa De Sanctis sono convinti che la sua piena apertura garantirebbe un deciso miglioramento della loro qualità della vita, rappresentando un potenziale punto di partenza per la riconquista del verde e dell’aria aperta. I cittadini sostengono che, promuovendo spazi pubblici per la ricreazione e lo sport attraverso la realizzazione di percorsi ciclabili e pedonali, si darebbe nuovo slancio alle relazioni sociali ed a stili di

vita eco sostenibili. Parimenti, il Parco offre dei tesori letteralmente lasciati all’abbandono ed all’incuria: qui giace infatti la Villa Ad Duas Lauros dell’Imperatore Costantino, la memoria del primo volo dei fratelli Wright con il loro Flyer e del primo aeroporto italiano. Elementi che potrebbero attrarre una quantità di visitatori non indifferente

STATUARIO-CAPANNELLE, LE INSIDIE DI VIA DEL CALICE MONTANO IL MALCONTENTO DEI CITTADINI

N

on si arresta la protesta dei cittadini dei quartieri Statuario Capannelle: se via del Calice, infatti, è sempre stata considerata come il tallone d’Achille della zona, a febbraio, in balia dei lavori di rifacimento del manto stradale, la situazione è diventata insostenibile, con momenti di traffico intenso e di completo intasamento della viabilità locale. Via del Calice è infatti un’arteria nevralgica per i due quartieri poiché, oltre ad intersecarli e collegarli, viene anche utilizzata come strada alternativa alla via Appia, a cui scorre parallela per un tratto. Come ci raccontano i cittadini del Comitato di Quartiere Capannelle-Statuario, tale fattualità ha evidenti ripercussioni sugli equilibri locali. Sì perché la via del Calice presenta caratteristiche particolari che, se ben conosciute dai residenti, possono

22

essere ignorate da chi vi transita per sfuggire al traffico dell’Appia: priva di marciapiedi, a doppio senso, strettissima e persino percorsa dai bus. Elementi che, uniti alla presenza di due scuole ed una parrocchia, possono risultare estremamente pericolosi. Gli incidenti sono all’ordine del giorno, mentre alberga nei residenti il timore e la rabbia di vivere ai piedi di una strada strategica eppur non sufficientemente considerata nel suo impatto sulla vita dei quartieri. Effettivamente non sono poi così copiose le richieste dei cittadini di Capannelle e Statuario, ovvero che via del Calice diventi senso unico; quello che forse sarebbe di difficile attuazione, al contrario, è il piano di viabilità interno che questo cambiamento richiederebbe. Alessandra Carloni

di

Alessandra Carloni

se opportunamente valorizzati e che, se avessero la meglio sull’indolenza, potrebbero da soli bastare per la riqualificazione di zone sempre più ai margini dello sviluppo sociale. Per fare questo, tuttavia, sarebbero necessari nuovi accessi al Parco abbia su Via Centocelle, Via Papiria, Via Togliatti con la messa in sicurezza di quello su Via Casilina. Gli autodemolitori abusivi che lo deturpano, parimenti, dovrebbero essere rimossi. Non si tratterebbe solo di promuovere politiche sociali, (peraltro a basso costo), ma anche di far cessare una malpractice finora sin troppo tollerata. In quest’ultimo caso basterebbe far rispettare la legge; per il resto, solo un po’ di coraggio.

COSTITUITA LA STAZIONE UNICA APPALTANTE CONTRO LE INFILTRAZIONI MAFIOSE Con l’istituzione di una centrale unica di committenza che provvederà agli affidamenti degli appalti di lavori, servizi e forniture su richiesta degli Enti aderenti, la Provincia di Roma e la Prefettura, hanno voluto realizzare un intervento per consolidare la trasparenza e l’efficienza dell’attività amministrativa, contribuendo a favorire le condizioni di sicurezza e di legalità per il rilancio di economia e immagine delle realtà territoriali. La stazione unica appaltante assicura l’esigenza di celerità negli affidamenti pubblici ed ottimizzazione di risorse, permettendo di realizzare, azioni di prevenzione e di contrasto a tentativi di condizionamento della criminalità nel settore degli appalti. Lia Albonico


Lo SPORTING CLUB PARADISE cerca di perseguire la sua filosofia che si basa sulla valorizzazione del benessere fisico, l’importanza della famiglia, il divertimento e relax per tutte le età. In questo periodo, stiamo progettando l’organizzazione di un torneo di calcio a 7 che partirà dalla metà di marzo. Questo Torneo vedrà la presenza di tante squadre provenienti da tutta la Capitale: per i vincitori, tante sorprese e ricchi premi. Il periodo di crisi, purtroppo, sta ancora attanagliando le famiglie romane. Ed è per questo che, allo Sporting Paradise, abbiamo pensato a strepitose promozioni. Per il calcio, potrete venire a giocare GRATIS nei nostri campi di calcio a 5 e a 7. Ritagliate il coupon in queste pagine e potrete aderire alla promozione. E non finisce qui. Abbiamo a cuore le famiglie e i bambini, permetteremo di festeggiare splendidi compleanni nel nostro circolo, a partire dalla primavera e per tutta l’estate, con la possibilità di potersi divertire utilizzando gratuitamente i campi da calcio.

23


24


FIUMICINO PRONTA PER INIZIATIVE DI CARATTERE NAZIONALE SULLA PESCA

DI FIUMICINO

Guido Milana al Parlamento europeo in difesa degli operatori del settore

S

i è svolto da pochi giorni l’incontro tra gli operatori del Lazio e della Campania del compatimento della pesca dei cannolicchi e il vicepresidente della Commissione Pesca del Parlamento Europeo, Guido Milana. A partecipare all’incontro anche il sindaco di Fiumicino Esterino Montino e il vicesindaco Anna Maria Anselmi, assessore alle attività produttive e alla pesca. “Gli operatori del settore – ha dichiarato il presidente del Consiglio comunale, Michela Califano – da tempo vivono una situazione di gra-

ve difficoltà a causa di un regolamento della Comunità europea che impedisce loro di pescare a pochi metri dalla riva, dove il fondale è più basso e può ospitare questo tipo di pesca. L’onorevole Milana ha assi-

curato i pescatori che si sta attivando affinché il regolamento sia rivisto entro la fine del 2014 per quanto concerne il Mediterraneo, mantenendo, però, grande attenzione alle peculiarità che vive ogni territorio, cucendo dunque la nuova legge sulle specificità regionali”. Anche il Sindaco dalla parte degli operatori del settore “Il provvedimento generale non tiene conto delle esigenze dei territori. Iniziative di rilievo si stanno prendendo, è una battaglia importante che Milana porterà avanti al Parlamento europeo in difesa degli operatori

IL COMUNE DI FIUMICINO DALLA PARTE DEI DISABILI E DELLE LORO FAMIGLIE

C

rescere un bambino con disabilità è faticoso e impegnativo. Difficile da comprendere da parte di chi non lo vive direttamente. Il confronto e la condivisione tra genitori rappresentano uno stimolo prezioso per individuare strategie volte ad affrontare le difficoltà e a trovare nuove prospettive di gestione del quotidiano. A questo scopo nascono, a Fiumicino, i gruppi di automutuo-aiuto, progetto ideato dal Comune a favore dei padri e delle madri di bambini seguiti dal Servizio di Assistenza Educo-Culturale (AEC), con l’aiuto delle Cooperative che gestiscono il Servizio.

Durante gli incontri, totalmente gratuiti che si svolgeranno, con la cadenza di uno al mese, ogni giovedì in via delle Meduse n.83 a Fiumicino, o, in alternativa, ogni mercoledì a Maccarese in via Castel San Giorgio n.25, i genitori saranno assistiti da una psicologa, la dottoressa Laura Cenni. “Ci siamo accorti – ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Fiumicino, Paolo Calicchio – che c’era necessità di fornire un servizio di assistenza ai genitori di bambini disabili, che ogni giorno affrontano mille difficoltà. In questi spazi potranno confrontarsi, scam-

biarsi idee ed esperienza, confortarsi, il tutto sotto la supervisione di una psicologa. Sono sicuro che otterremo risultati positivi e importanti da questo progetto”. Auto Mutuo Aiuto si mostra uno strumento concreto di confronto attraverso cui la famiglia può raffor-

del settore. In ogni caso ho voluto dare loro la disponibilità del Comune di Fiumicino a diventare centro istituzionale per ospitare iniziative di carattere nazionale sulla pesca. Credo sia importante per un territorio che ha 24 chilometri di costa e in cui la pesca riveste un ruolo centrale nell’economia diventare luogo di scambio e confronto sul tema”. Lorenza Santangelo zare il ruolo di protagonista all’interno della storia che si trova a vivere. In particolare, viene messo in luce come l’informalità di queste forme organizzative consenta di spostare lo sguardo dalla disabilità del bambino ai bisogni della famiglia e come queste esperienze offrano opportunità di supporto che raramente altre forme di aiuto sono in grado di garantire. “È una sfida – ha aggiunto la dottoressa Maria Antonia Mura, dirigente dell’area socio-sanitaria – che ci proponiamo, un progetto ancora in fase sperimentale nel quale crediamo e che ci è stato proposto dalle cooperative, che hanno una particolare sensibilità sul tema”. Per info. contattare il numero 06/65024501. Lorenza Santangelo

PROVINCIA

BANDO “VALORIZZIAMO IL TERRITORIO”

E

’ stato pubblicato il Bando “Valorizziamo il Territorio” dedicato ai Comuni territoriali della Provincia per la richiesta di contributi con lo scopo di realizzare progetti che abbiano come obiettivo la promozione turistica particolarmente nelle aree dei turismo accessibile e turismo termale. Le domande dovranno essere inviate in plico chiuso ed indirizzata a “Provincia di Roma – Dipartimento V “Sviluppo economico e promozione del territorio – Servizio 2” Via Nomentana, 54 - 00161 Roma e dovranno pervenire entro le ore 12.00 del 10 Febbraio 2014. La doman-

da potrà anche essere inviata via PEC, entro lo stesso termine al seguente indirizzo: sviluppoepromozione@pec.provincia.roma.it. Lia Albonico

25


di

Lorenza Santangelo

SPORT AD INTERMITTENZA

i kilometri di percorso che daranno a Sochi il record di lunghezza per il viaggio della torcia olimpica. Ora che l’attesa per l’inizio dei Giochi si fa trepidante, scoppiano le polemiche. Più che un caso diplomatico, una questione che tocca da vicino i diritti civili costruiti sulla lotta alla discriminazione. Questo lo scenario che hanno scatenato le dichiarazioni di Mario Pescante, membro del Comitato Olimpico Internazionale che ha criticato aspramente la deci-

sione di alcuni paesi di non inviare rappresentati istituzionali a Sochi, in forma di protesta contro alcune leggi discriminatorie della gestione Putin. Ma ancor di più l’ex Presidente del CONI se la prende con paesi, come gli Usa, che hanno deciso di farsi rappresentare alla cerimonia inaugurale da esponenti del mondo omossessuale. La critica di Pescante è precisa e severa e parla di strumentalizzazioni da parte di politici che vedono le Olimpiadi come una vetrina prestigiosa per rivendicare diritti che, a suo dire, lo sport sostiene quotidianamente. Ha parlato addirittura di terrorismo politico. «Non sono omofobo. Sui gay ho usato termini impropri». Questo, il tentativo di correggere il suo intervento, ma la posizione di Pescante si presta ad una discussione lunga ed articolata.

Vicino Roma, e più precisamente a Tivoli, militano i ragazzi della ASD SBS Soft Air Roma, club nato nel 2008 da un gruppo di amici provenienti da una precedente esperienza di gioco. Spinti dalla passione comune e dalla voglia di divertirsi, hanno unito la sana competizione allo sport di squadra e ogni domenica partecipano attivamente a quella che può essere definita la moda del momento. Sempre più giovani, infatti, si stanno avvicinando a questo mondo e il Club è pronto ad accogliere nel suo organico volenterosi giocatori, anche in vista di una serie di gare che l’ASD SBS Soft Air Roma ha in program-

ma per il prossimo autunno. Non solo gare tra team, ma anche tanta beneficenza. Ultimamente, infatti, l’Associazione ha preso parte, a Morlupo, ad una competizione a favore di ChildrenSmile, onlus, che dal 1999, è vicina al mondo dei bambini. Per info. sbsteam@hotmail.it Lorenza Santangelo

XXII GIOCHI OLIMPICI INVERNALI A SOCHI: TRA RECORD E POLEMICHE

S

ette le città che si erano candidate ad ospitare i giochi olimpici invernali del 2014, che quest’anno andranno in scena da 6 al 23 febbraio: Jaca (Spagna), Almaty (Kazakhistan), Sofia (Bulgaria), Borjomi (Georgia), Salisburgo (Austria), Pyeongchang (Sud Corea) e Sochi (Russia). Quest’ultima è stata scelta come candidata ideale al termine di un lungo e scrupolo iter che si è concluso il 4 luglio in Guatemala, durante la 119^ sessione del Comitato Olimpico Internazionale. Un Parco olimpico della capienza di oltre 90.000 spettatori, quello che accoglierà il prestigioso evento, dove

sarà possibile ammirare le strutture adibite all’hockey sul ghiaccio e al pattinaggio di velocità. Per quanto riguarda invece le gare sciistiche, di bob, slittino e skleton, il villaggio è situato a Krasnaja Poljana, nel territorio del Krasnodar. La torcia olimpica è stata presentata il 14 gennaio dello scorso anno a Mosca; il primo tedoforo è partito dalla capitale russa il 7 ottobre 2013 per raggiungere dopo 123 giorni Sochi, per la cerimonia inaugurale dei giochi prevista per il 7 febbraio p.v. La torcia olimpica effettuerà 2.900 fermate e attraverserà le 83 regioni che costituiscono la Russia. 65.000

LA MODA DEL MOMENTO: SOFT AIR O AIR SOFT

D

efinito anche con l’accezione di “tiro tattico sportivo”, il soft air è un’attività sportiva basata sulle tecniche militari. L’Air soft non ha solo una funzione ludica ma viene impiegato anche nelle esercitazioni militari, aziendali, ed è connesso alla pratica del problem solving. Si distingue dalle

altre attività basate sulla simulazione di azioni belliche per l’utilizzo delle Air Soft Gun, pallini sferici ad aria compressa. Le partite possono avere molteplici obiettivi e nella maggior parte dei casi, ricostruiscono, quasi alla perfezione, veri e propri scenari bellici.

LA CAPITALE SI CANDIDA NUOVAMENTE AD OSPITARE I GIOCHI OLIMPICI A Roma nord il centro nevralgico dell’evento

A

CASATIELLO PASTIERA NAPOLETANA ORIGINALE PANETTONE LIGURE A LIEVITAZIONE NATURALE

PREZZI ECCEZIONALI TAVOLA CALDA • BISCOTTERIA PASTA DI MANDORLA E AMARETTI PIZZA BIANCA SPECIALE CONSIGLIATA DAL FARO!

PIZZA A LIEVITAZIONE 72 ORE

26

ssegnate le Olimpiadi del 2020 a Tokyo, c’è già chi comincia a preparare la corsa per l’organizzazione dei Giochi del 2024. Dopo la bocciatura per motivi economici, Roma sembra intenzionata a riprovarci, come ha fatto intendere il Primo Ministro Enrico Letta. Anche il Sindaco Ignazio Marino rimette sul tavolo la candidatura di Roma, nonostante settimane fa avesse espresso un certo scetticismo, seppur velato. Secondo il primo cittadino ci sono le condizioni per candidare la Capitale ad ospitare i giochi perché la città possiede i requisiti necessari. Il dossier di Roma 2020 prevedeva i Giochi in 42 impianti, nove dei quali ancora da costruire. A Roma nord, erano presenti il Golf club dell’Olgiata, il Foro Italico e lo Stadio Olimpico. La spesa complessiva prevista era di 9,8 miliardi di euro, non solo per gli impianti, ma anche per le infrastrutture e le strade di tutta la città. Era, inoltre, prevista la creazione di 113.674 camere per il villaggio olimpico.

Le aree proposte nel dossier erano tre. Tra queste la più papabile sicuramente quella di Tor di Quinto, con la costruzione del villaggio (18.000 posti), del centro stampa e tv. Il Foro Italico sarebbe stato utilizzato per cerimonia inaugurale e di chiusura, per le gare di atletica, la finale di calcio (allo stadio Olimpico) e quella di nuoto. All’Acquacetosa, gare di pentathlon; Hockey su prato e tiro con l’arco; al Flaminio, rugby a 7 e calcio. Sempre secondo quanto riportato nel dossier di Roma 2020, il villaggio potrebbe ospitare tra gli 8 e i 10 mila atleti con spazi per gli allenamenti, spogliatoi, mensa e sale ricreative. Lorenza Santangelo


di

sulla Lazio e...

Dino Neandri

EDDY REJA: IL RITORNO ALL’ANTICO E… ALL’USATO SICURO

Z

io Eddy è tornato. Finalmente si è data una sterzata al brutto viatico intrapreso dalla squadra ma anche dalla società, con una decisione che ci tranquillizza oggi, ma ci lascia perplessi per il futuro. Tranquilli perché Reja è l’uomo adatto per prendere squadre in corsa e riassestarle sulla retta via da vecchio lupo di mare calcistico e fine psicologo qual’è, perplessi perché il passato ci ha insegnato che non è poi uomo dal salto di qualità definitivo, in quanto i suoi trascorsi da allenatore sono da mister di squadre di piccolo-medio cabotaggio e dal gioco che non lascia impronta, né ruba l’occhio. E ce ne sono state tante. Il Napoli (preso in C) e la Lazio ereditata sull’orlo della B dal fenomeno (al contrario) Ballardini, le sue vette eccelse. In mezzo un mare di squadre minori. I tifosi della Lazio, invece, puntano al meglio. Quindi un grande bentornato a mister Reja, visti anche gli immediati risultati che confermano quanto predetto, ma, vista anche l’età avanzata dell’uomo, spereremmo, nell’immediato futuro, in qualcosa di più prospettico ed accattivante a partire proprio dall’allenatore. A seguire un infoltimento ed una rivisitazione dei quadri societari, fino ad arrivare ad uno

svecchiamento e rafforzamento della rosa di prima squadra. Ad oggi, 21 gennaio 2014, non vediamo nulla. Si parla, udite udite, di cessione di Hernanes (solo per la solita “offerta indecente”), di conferma di Biava, Diaz, Mauri (?) ossia tutta gente più vicina ai quaranta che ai trenta. In un caso già con la valigia in mano e la testa a Copacabana (Diaz) il quale, fortunatamente, è stato poi ripreso per i capelli da Reja e rimesso al suo posto, visti gli sconquassi che stavano facendo i compagni di reparto Ciani, Cana e Novaretti (ultima perla d’acquisto a quattro soldi). Come dicevamo serve altro, considerando il probabile saluto di Klose. Il patrimonio di entusiasmo della Coppa Italia è stato sperperato da una campagna acquisti tanto dispendiosa quanto senza senso e non mirata, non tanto per lo scarso valore degli acquisti (discreti Perea, Berisha e Anderson, ma in prospettiva), quanto per non aver individuato i veri reparti da rinforzare, ovvero punta e centrali di difesa di valore. Invece ci si affoga di esterni d’attacco e mezzepunte; se manca Klose (spesso e volentieri) non si segna neanche se giochi dodici ore; se gli avversari superano la metà campo sono dolori, con una difesa che, se manca Biava, ricor-

da quella del Borgorosso Football Club. Caro Lotito questo giornale non lo dice da ora, basta verificare. Petkovic andava allontanato molto prima. Già dal campionato scorso si vedeva che non sapeva “leggere” le partite in corsa e la squadra non aveva né ritmo, né personalità. A maggior ragione andava cambiato il mister dopo il 26 maggio, ossia all’indomani di una vittoria storica che doveva, e lo aveva, galvanizzato l’ambiente. Necessario era però capire che quella era stata esclusivamente una vittoria a “testa e croce” tra due squadre spremute che avevano affidato la stagione (ed altro) solo a quell’evento. Da lì doveva partire la rinascita. Con: il cambio dell’allenatore e la cessione di quei giocatori anziani e senza più stimoli; conferma di giocatori cardine ancora validi (Marchetti, Radu, Candreva, Ledesma, Hernanes, Lulic, Onazi più Klose e i giovani); via le mezze figure e acquisti mirati nei veri punti carenti (individuati ormai da anni, ma da anni colpevolmente

ROMA DA RECORD NEL GIRONE D’ANDATA di

sottovalutati e trascurati); allenatore da Lazio con grinta e voglia di emergere. Allora erano disponibili Simeone, Mihailovic, Garcia e altri in Europa. Quindi ingresso di nuovi quadri tecnici in società e Laziali DOC a rappresentare la lazialità nel mondo. E invece si è sbagliato tutto quello che si poteva sbagliare. Paradossalmente la sconfitta è stato il volano per la Roma che ha azzeccato tutte le mosse. Dalla sconfitta ha tratto le energie e la lucida rabbia per rifondare squadra e società e avere l’arguzia e l’occhio lungo per rinforzare l’organico ulteriormente anche a gennaio. E costituire l’unica valida alternativa allo strapotere della Juve. Questa volta complimenti. E’ vero lì c’è la banca…. Strano. Solo la Lazio non se ”l’accatta” nessuno. Ma questo è un altro discorso. Che sfiora altri poteri… Quelli veri e interessati. Non il fumo e gli interessi di parte. Comunque: possiamo dire ad oggi zero in condotta alla Lazio? Tra l’altro da anni e anni senza uno straccio di sponsor e perennemente in causa con il mondo intero. Che noia…

...sulla Roma

Fabio Fontana

D

opo la netta sconfitta con la Juventus, era altamente probabile un momento di sconforto con conseguente contraccolpo psicologico. Particolarmente importante è stata in tal senso la strategia, messa a punto dalla società, di ricevere una ristretta delegazione di giocatori della Roma, capeggiata da capitan Totti per la discussione dei premi scudetto. In realtà la questione era in calendario da diverso tempo, ma la proprietà ha voluto mandare un forte segnale alla squadra dopo il pesante rovescio in Campionato contro l’attuale capolista. Parola d’ordine: ripartire per dare seguito e concretezza all’ottimo torneo fin qui svolto. In caso di conquista dello scudetto, il premio sarà di 200 mila euro a testa, più di 4 milioni di euro per tutta la rosa. Al riguardo, il direttore sportivo Walter Sabatini ha dichiarato: “Ora iniziamo a parlare di scudetto, perché la partita con la Juve ci ha detto che possiamo giocare al loro livello”. In tale otti-

ca, ottimo è stato anche l’operato della società sul fronte del mercato, in particolare per l’arrivo di Nainggolan. Di lui, dopo le prime uscite, l’allenatore Rudy Garcia ha detto: “E’ incredibile, sembra che giochi con noi da inizio stagione; è facile inserirsi in una squadra che gioca bene. Può fare gli inserimenti, giocare di prima, tirare da fuori. Ha dato un grande equilibrio alla squadra. Se si hanno tante soluzioni è difficile scegliere, ma è meglio così. Preferisco avere difficoltà di scelta che non averne”. Sul rientro dall’infortunio di Francesco Totti, l’allenatore francese si mostra soddisfatto:

“Francesco è tornato a buoni livelli ed è una buona notizia per noi. E’ normale che, dopo 2 mesi di infortunio, un giocatore a 37 anni abbia bisogno di tempo per tornare al cento per cento”. Sul prosieguo del Campionato, Garcia mostra di avere le idee chiare: “Dobbiamo restare sempre concentrati, svolgendo il nostro compito senza guardare gli altri risultati. Sarebbe molto importante tornare in Europa e in Champions; se vinciamo tutte le partite avremo una bella soddisfazione e poi vedremo”. Di sicuro la Roma targata Garcia è da record nel girone di andata del Campionato: in 19 incontri ha realizzato 44 punti, frutto di 13 vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta, con una media di 2,31 punti a partita. Nell’ultimo scudetto conquistato dai giallorossi, relativo alla stagione 2000/2001, la Roma totalizzò 39 punti in 17 partite con una media di 2,29 a partita, mentre Spalletti nel 2006/07 e nel 2007/08 aveva effettuato il giro di boa a 42.

Un altro record lo mette a segno la difesa che ha incassato solo 10 reti, di cui solo 2 all’Olimpico (da Sassuolo e Fiorentina). Sono ben 13 i giocatori che sono andati a segno. I giallorossi non hanno chiuso al primo posto il girone di andata soltanto perché hanno trovato sulla loro strada la Juventus di Conte, che sta dominando la scena da due stagioni e mezzo. Ciò ovviamente non sminuisce il gran lavoro di Garcia, che sta dimostrando di essere l’uomo giusto al posto giusto e che ha l’indubbio merito di aver saputo tirar fuori il meglio del potenziale che ha a disposizione.

27


DEI PROFESSIONISTI

La Rubrica del commercialista

Il Promotore Finanziario

STUDIO ALESSANDRO DE FILIPPIS Dott. Commercialista Via Giuseppe Viner, 100 Axa-Acilia-Roma tel. 06/52456377 Fax 06/52455028 Cell 335.62.91.399 • st.defilippis@libero.it

MONICA MENICHELLI Iscriz. Albo 1277 cell: +393358013277 monica.menichelli@finanzaefuturo.it

IL VESTITO: VENDITORE, PROMOTORE O CONSULENTE? Buongiorno sono solo 24 anni che mi sveglio la mattina: leggo le notizie economiche, mi aggiorno sui mercati finanziari e chiamo i miei clienti. Concordo con loro un appuntamento per aggiornare, pianificare ed organizzare al meglio la loro situazione patrimoniale. Verificare se sono cambiati i loro obbiettivi di risparmio, i loro impegni finanziari e se rispetto alle situazioni d a ei mercati finanziari dobbiamo ridurre o aumentare la propensione al rischio. Quando ho iniziato questa attività il mercato era ben diverso: Bot al 22% di rendimento, BTP con cedole straordinarie, pochi titoli azionari che comandavano la borsa italiana, un fondo obbligazionario e uno azionario….. Nel frattempo nel mondo ho visto di tutto: Crisi del Golfo, Golpe in Russia, prelievo forzato dai conti correnti, Torri Gemelle, impennata dei titoli tecnologici, bolla immobiliare, e crisi!!! Il mio obbiettivo rimaneva sempre lo stesso, nei confronti dei clienti: NON disattendere le aspettative di rendimento considerando il rischio che si stava correndo, offrire sempre assistenza e disponibilità nell’interpretare con serenità e lungimiranza i terremoti finanziari. Le etichette di procacciatore di affari (così era la mia dicitura nel 1990), consulente finanziario (costituzione dell’Albo 1991), promotore di ser-

vizi finanziari ed ora ancora consulente non hanno mai condizionato il rapporto con il cliente o il potenziale cliente. Il grande valore aggiunto che offre la mia professione? Leggere le esigenze dei clienti, individuare i propri obbiettivi ed attraverso il risparmio, il capitale o con il debito raggiungerli nel minor tempo possibile e senza correre rischi. Oggi più che mai accompagnare le persone nel cammino della loro vita professionale e personale per avere una visione serena e positiva a medio e lungo termine. Che cosa serve? Serietà, professionalità e sensibilità. Non servono gli alti rendimenti, la casa di investimento con 5 stelle, la banca con i conti correnti che promettono rendimenti

luccicanti!! Quando una persona diventa cliente mi investe di una responsabilità: mi sta dando la SUA fiducia.

Elvira Paracini INCONTRI PERSONALIZZATI CON ESPERTI DI COUNSELING E COUCHING PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI OBIETTIVI- SESSIONI INDIVUDUALI FORMAZIONE BASE E LABORITORI ESPERENZIALI PER INFO E PRENOTAZIONI ROMA 349.4506194 – LATINA 333.3310335

S

tai pensando che faresti bene a smettere di fumare, ma …. Vivere la sindrome di astinenza è un ulteriore problema che ti può appesantire ancora di più la giornata, le cose da affrontare intorno a te, la apparente capacità di concentrazione nella gestione della quotidianità, che sono effetti per te indesiderati, che ti fanno rimandare la decisione. E che dire poi della paura di ingrassare smettendo di fumare? I prodotti sostitutivi del fumo come la sigaretta elettronica potrebbero non essere una soluzione sana, come fare? E se invece …..fosse possibile uscire da questa dipendenza senza sofferenza causata dalla sindrome da astinenza e senza rischio di ingrassare? Con un operatore esperto che ti guida, andando ad interagire con quel-

28

la parte emotiva che è la sede delle emozioni che provi, le quali fanno da input alla nostra parte logica chiedendo cibo emotivo. Bello, no? Prendi la decisione e inizia il tuo cambiamento nei confronti del fumo. Come è possibile ottenere questo risultato in pochi incontri? L’operatore come primo passo interagisce con la parte emotiva per assicurarsi che collabori per ottenere il risultato. Infatti abbiamo già spiegato al lettore come la componente emotiva e quella logica, che fanno parte del tutto dell’individuo, devono essere in sinergia tra loro affinché l’essere umano possa vivere in armonia e prendere decisioni che vadano tutte nelle stesso senso, senza che confliggano tra loro. Per ottenere l’obiettivo che si è posta la persona viene messa in condizioni di

DETRAZIONE PER FIGLIO A CARICO IN CASO DI SEPARAZIONE TRA I GENITORI

H

o un figlio minorenne che abita con la mamma. In realtà io non sono sposato con la madre e da un paio di anni ci siamo lasciati del tutto. Premetto che il bambino è affidato alla madre, avendo io il diritto, per sentenza del tribunale, di vederlo una volta la settimana ed a week end alternati. In base alla suddetta sentenza, riconosco alla madre una somma per il mantenimento di mio figlio nonché una percentuale del 50% sulle spese straordinarie (cure mediche o altro).Vorrei sapere come devo comportarmi in sede di dichiarazione dei redditi ovvero, posso considerare mio figlio fiscalmente a carico? Le spese straordinarie riconosciute aggiuntivamente, se relative a spese mediche, posso detrarle al 50%? Grazie..

Il caso di figli di genitori non sposati è sempre più comune. Qualora i genitori non siano separati la detrazione spetta metà per ciascuno, salvo la facoltà di optare di comune accordo per l’attribuzione della detrazione al genitore con il reddito più elevato. Qualora, invece, i genitori (non sposati) si siano separati (ed è il caso del nostro lettore) la detrazione fiscale per carichi di famiglia compete al 100% al coniuge affidatario (con provvedimento del tribunale), salvo diverso accordo tra le parti interes-

sate. Detto diverso accordo, comunque, non può prevedere ipotesi differenti da quelle sopra viste, ovvero 50% tra i genitori o 100% al genitore con il reddito più elevato. Diverso sarebbe stato il caso in cui la sentenza del giudice preveda un affidamento congiunto del minore; in tale evenienza, infatti, la detrazione si ripartisce al 50% tra i genitori, salva la facoltà di decidere, di comune accordo, di attribuirla al 100% a chi ha il reddito più elevato. Le spese mediche sostenute nell’interesse di persone fiscalmente a carico possono essere detratte dal soggetto che sostiene la spesa, però, nel nostro caso abbiamo visto che stiamo parlando di spese sostenute per soggetti non a carico e, pertanto, anche le spese mediche non potranno essere portate in detrazione. Per concludere, il genitore non affidatario, in mancanza di diversi accordi con l’altro genitore, non ha diritto a detrarsi fiscalmente il figlio e non può detrarre la somma versata all’altro coniuge per spese mediche straordinarie sostenute nell’interesse del figlio.

SMETTERE DI FUMARE:

Vorresti spezzare le catene che la dipendenza dal fumo ha creato, cambiando i tuoi comportamenti di chi sta vicino e a salvaguardare la tua salute e dei tuoi cari? Formazione e laboratori esperenziali a partire dal mese di febbraio:

orientarsi verso un altro tipo di comportamento evitando così di mettere in atto proprio quello che ha deciso di modificare cioè la dipendenza dal fumo. Se sei in questa situazione, prendi la decisione migliore per te: agisci subito! Lasciare le vecchie abitudini alle spalle e liberarsi dalle catene della dipendenza, e di tutte quelle modalità correlate è sinonimo di respirare liberi. Cosa aspetti a prenderti cura di te,

USA LA TUA INTELLIGENZA EMOTIVA PER FARE LE TUE SCELTE E REALIZZARE CIO’ CHE DESIDERI IN FONDO AL CUORE. PROGRAMMA: Le tipologie emotive La comunicazione dell’Intelligenza emotiva Gli stili di comportamento dell’intelligenza emotiva Laboratorio esperenziale INFO E PRENOTAZIONI: ROMA 3494506194 LATINA 333.3310335


MEDICINA DEI PROFESSIONISTI

DOTT. DIEGO POZZA Direttore dello Studio di Andrologia e Chirurgia Andrologica Specialista in: ANDROLOGIA, CHIRURGIA GENERALE ENDOCRINOLOGIA, ONCOLOGIA • Competente in: UROLOGIA Via B.Gozzoli, 82C-00142 Roma EUR, tel: 06.5192.858. 335.8264215 Via F. Giordano,8- 00197 Roma, Clinica Parioli, tel: 06.807.771 diegpo@tin.it www.andrologiaroma.net www.erezione.org

COUPON DEL FARO ILLUMINA LA TUA ATTIVITA’ E FAI PUBBLICITA’ SU “IL FARO” E IL SUO CIRCUITO!

LA VISITA ANDROLOGICA Una opportunità o un dovere per tutti i maschi?

T

utti i maschi dall’infanzia all’età matura dovrebbero essere consapevoli della necessità di sottoporsi ad un controllo medico andrologico. L’andrologia si interessa di tutti i problemi che coinvolgono l’apparato riproduttivo e genitale maschile ed appare abbastanza ovvio che una corretta funzione di tali apparati sia fondamentale per tutti i maschi. Esistono una serie di problematiche di tipo congenito già presenti in infanzia ( testicolo ritenuto, malformazioni del pene, anomalie delle vie seminali), che cominciano a dare alcuni segni durante la giovinezza ( anomalie dei corpi cavernosi, pene curvo, varicocele, cisti epididimo, disfunzioni erettili) che si rendono particolarmente evidenti durante l’e-

tà adulta ( attività sessuale, eiaculazione precoce, erezione, infertilità, difficoltà di orgasmo, tumori testicolari, problematiche prostatiche…) e che non cessano di determinare problemi anche nell’età matura ed avanzata ( prostata aumentata di volume, tumori prostatici. Induratio Penis Plastica, Deficit vascolari arteriosi, mancata erezione, assenza di libido…). Sarebbe opportuno che una visita andrologica fosse effettuata prima dei 18 anni proprio per verificare la eventuale esistenza di tali patologie che potrebbero essere corrette prima di determinare rilevanti problemi. Un altro momento in cui il maschio dovrebbe sottoporsi ad un controllo medico andrologico dovrebbe essere in età adulta, pri-

SCONTO 20% VALIDO FINO AL 10 MARZO! ma di intraprendere una relazione di coppia che quasi sempre si accompagna al desiderio di avere dei figli. Un esame fondamentale per tutti i maschi dopo i 18 dovrebbe essere considerato l’esame dello sperma, del liquido seminale proprio per valutare la capacità di avere dei figli. Così come per le donne è abbastanza regolare andare a visita dal Ginecologo una volta l’anno, anche se si sta bene, in questo modo effettuando una valida operazione di screening delle non rare patologie, così una visita andrologica potrebbe mettere in evidenza patologie riproduttive e della fertilità con maggiori possibilità di poterle risolvere definitivamente prima che possano incidere sulla qualità della vita personale e di relazione.

TEL 347 8521307

RISPARMIA SULLE TUE BOLLETTE

29


SULL’ARTE

di

Ariela Bozzaotra

L’IMPERATORE CESARE AUGUSTO IN MOSTRA ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE

I

n occasione del bimillenario della morte di Augusto (Nola, 14 d.C.), le Scuderie del Quirinale ospitano un’imponente mostra dal titolo “Augusto”, a cura di Eugenio La Rocca, Claudio Parisi Presicce, Annalisa Lo Monaco, Cecile Gioire, Daniel Roger. La rassegna è organizzata da Azienda Speciale Palaexpò e dai Musei Capitolini in sinergia con il Museo del Louvre e con la Reunion des Musees NationauxGrand Palais; è promossa dal Mibac, dalle Sovrintendenze capitoline ai beni archeologici e culturali, dall’Assessorato alla cultura di Roma Capitale e dal Ministere de la Culture et de la Comunication. L’ultima mostra a tema fu organizzata nel 1937 al Palaexpò per il bimillenario della nascita di Augusto (Palatino, 63 a.C.), per analizzare la penetrazione della cultura romana in Italia e nelle province dell’Impero. Altre 2 mostre a tema sono state realizzate in Germania: nel 1988 a Berlino, come revisione critica dell’operato di Augusto; nel 2009, per indagare la fusione tra

componente romana e germanica. La rassegna attuale si concentra sulla figura di Augusto, sulle arti figurative del tempo e su Roma. Assente qualsiasi riferimento all’amministrazione dell’Impero, all’esercito e ai trasporti. Protagonista è l’arte dell’età augustea limitatamente alla scultura e alle arti minori; esclusi i monumenti di architettura e le pitture parietali, queste ultime di difficile rimozione, i primi, invece, già visibili sul territorio capitolino. Grazie al contributo di collezionisti privati e musei italiani e stranieri sono state esposte circa 200 opere di alto pregio tra statue, ritratti, arredi in argento, bronzo e vetro, gioielli in oro e pietre preziose, che ripercorrono la vita e la prestigiosa carriera politica di Augusto insieme al formarsi di un nuovo linguaggio artistico, base della civiltà occidentale. Figlio adottivo e pronipote di Cesare, Augusto era un uomo carismatico e un raffinato politico. La sua brillante carriera, costellata dai più importanti incarichi pubblici a partire dal II° triumvirato (dal 43 al 33 a.C.) con Marco Antonio e Lepido,

lo portò a traghettare la vecchia Repubblica verso una nuova forma di governo, destinata a durare per altri 4 secoli: l’Impero. Sotto il suo Principato, l’Impero Romano ebbe la sua massima espansione estendendosi a tutto il Mediterraneo. Il ricco percorso espositivo si articola in 9 sezioni, che ripercorrono l’intera parabola esistenziale e politica di Augusto, personalità complessa, poliedrica, riservata, rispettosa della tradizione e del culto. Con la sconfitta della flotta di Marco Antonio e Cleopatra (Azio, 31 a.C.) e grazie ad un’abile propaganda politica, Augusto ascese al potere come Imperator Caesar Augustus, dove l’epiteto “Augustus”

oeva alla mostra su Augusto alle Scuderie, la rassegna, presso il Chiostro del Bramante, su Cleopatra, ultima regina d’Egitto e personaggio carismatico e affascinante, benché molto controverso. L’esposizione dal titolo “ Cleopatra. Roma e l’incantesimo dell’Egitto” è a cura di Giovanni Gentili, è prodotta e organizzata da Arthemisia Group con Dart Chiostro del Bramante, è patrocinata dal Mibac, dal Ministero degli affari esteri e dall’Assessorato alla cultura del Comune di Roma; la stessa nasce sotto l’Alto Patronato del Pdr. Grazie al contributo di famosi musei internazionali è stato possibile esporre 180 capolavori che raccontano la vita di Cleopatra, tra storia e mito, e il rapporto della stessa con Roma. L’ultima esposizione a tema risale al 2000 presso la Fondazione Memmo. Dopo 13 anni, l’interesse per Cleopatra è ancora vivo per il carisma e lo charme che la stessa ha esercitato nel tempo, anche a 2000 anni dalla sua morte. Cleopatra VII° Thea Filopatore regnò sull’Egitto dal 69 al 30 a.C. Di lei si racconta

30

che non fosse particolarmente bella, ma seducente, intelligente e risoluta, colta e raffinata, carismatica per la sua personalità indipendente, capace di segnare la sua epoca, diventandone un’icona. Ancora oggi l’ultima regina d’Egitto esercita un fascino e una curiosità irresistibili, nonostante la “damnatio memoriae” promossa su di lei da Augusto, suo acerrimo nemico. Il percorso espositivo si snoda in 9 sezioni. Ad apertura la “Testa ritratto di regina tolemaica” della II° metà del I° secolo a.C. dai Musei Capitolini. In mostra altri 2 ritratti inediti della regina: il ritratto “Nahman”; un ritratto di Cleopatra giovanissima, quando salì al trono nel 51 a.C. Segue una suggestiva ricostruzione dell’ambiente fluviale del Nilo dall’incredibile fertilità. La 3° sezione è dedicata ai sovrani ellenistici: il magnifico Alessandro Magno “Guimet” in marmo dal Louvre si accompagna ai volti dei sovrani tolemaici, suoi successori e reggenti per 300 anni su Alessandria d’Egitto, da lui fondata. Sono in mostra: statue, papiri, sarcofagi, maschere, oggetti

GIUDIZIO DEL FARO

• RAPPORTO CON LA STAMPA: OTTIMO; • ALLESTIMENTO MOSTRA: BUONO; • ILLUMINAZIONE OPERE: OTTIMO;

• GIUDIZIO FINALE: ANGOLO DELLA POESIA

IL FASCINO DI CLEOPATRA E DELL’EGITTO AL CHIOSTRO DEL BRAMANTE

C

(eccelso), conferitogli dal Senato nel 27 a.C., sancì la sua superiorità insieme ad un’accezione sacrale (augurium) e di accrescimento (augere) della potenza di Roma. Il Princeps fu celebrato nel suo Genio piuttosto che nel suo Numen: immagini divine di Augusto furono impresse su gemme e cammei, pregiate espressioni della glittica. Augusto morì a Nola (14 d.C.) a 76 anni. Per la I° volta il Senato lo decretò “divus”. Alla sua morte, l’Impero passò nelle mani di Tiberio, figlio di I° letto della sua III° moglie Livia. Come Augusto, figlio adottivo di Cesare, ascese al potere, Tiberio, adottato dall’Imperatore, divenne Imperatore a sua volta. Ariela Bozzaotra

I Bambini che per il culto. Salienti le sezioni storiche che intrecciano la vicenda di Cleopatra con la storia di Roma allo scadere della Repubblica: l’incontro tra Giulio Cesare, in lotta con Pompeo, e Cleopatra poco più che 20enne, da cui nacque Tolomeo XV° Cesarione; Marco Antonio e Ottaviano Augusto, prima alleati vendicatori dell’omicidio di Cesare, poi nemici per il potere; la relazione tra Cleopatra e Marco Antonio e i loro figli, i gemelli Alessandro Helios e Cleopatra Selene, Tolomeo Filadelfio. Dal 46 al 44 a.C., sotto l’influenza di Cleopatra, si diffonde a Roma l’”Egittomania”nella moda, nei monili, negli arredi, nell’arte, nel culto. Dopo la sconfitta ad Azio ( 31 a.C.) della flotta di Marco Antonio e Cleopatra, suicidi nel 30 a.C., Augusto divenne Princeps (27 a.C.) e fece incidere sulle nuove monete la frase “L’Egitto conquistato”. In realtà fu Roma ad essere conquistata dalla cultura egizia, in quanto i nuovi regnanti dovettero adeguarsi alle millenarie tradizioni egizie per essere accettati come sovrani. In tal senso, Cleopatra fu in qualche modo vendicata. Plutarco scrisse di lei: “La sua bellezza in sé non era del tutto incomparabile, né tale da colpire chi la guardava. Ma la sua conversazione aveva un fascino irresistibile, e da un lato il suo aspetto, insieme alla seduzione della parola, dall’altro il temperamento erano come un pungiglione penetrante”. Ariela Bozzaotra

I Bambini che gesticolando sanno amare altri che sanno udire con occhi grandi ascoltare stanno attenti a noi e a quel che diciamo di una vita poco vissuta assai frantumata la speranza è volare loro e guidarli senza il filo teso dell’appartenenza…

Claudio Giampaolo

La Neve

Il freddo mi passa attraverso le ossa, non posso fermarmi. La neve bianca cade sorda, come petali di ciliegio, quando passa il vento. Sul prato un manto bianco, con lo spuntar di qualche filo d’erba. Con le scarpe lascio l’impronta, per raccogliere un fiore giallo come un lampo.

Giannina Nardecchia Orsini www.gianninanardecchia.it tel. 347/7500131


invia i tuoi annunci gratuiti a: ilfaroredazione@gmail.com

DEGLI ANNUNCI

VENDESI APPARTAMENTO A FONTE LAURENTINA

DOMANDE DI LAVORO - Muratore esperto idraulica, pittura, pavimenti,rivestimenti offresi per lavori e manutenzioni privati e condominiali. Tel.3887961417; 3397063620 - Operatrice socio sanitaria (OSS) 41-enne con attestato rilasciato dalla Regione Lazio, cerca lavoro in cliniche e ospedali privati. Tel. 3343287299 - Collaboratrice domestica e/o baby sitter italiana 52 enne fidatissima offre propria disponibilità part-time la mattina. Contattare sig.ra Mimma 349 1379838 - Cuoca professionale referenziata e con esperienza pluriennale in Italia ed all’estero offre proprie competenze per cene, pranzi ed altri eventi, servizio catering. Contattare Carola per un preventivo gratuito al 334 5409272 - Realizzazione biscotti a tema. Contattare Carola al 334 5409272 per creare insieme i vs. ‘dolci desideri’ o visionare il suo campionario. Risponde alle vs. Domande via mail bodocarola@hotmail.com - Giornalista pubblicista, maturità classica 60/60, laurea in Giurisprudenza v.o. non ultimata, cerca impiego, anche part-time, come amministrativa o segretaria presso studio legale/medico/amministrazione condominiale o azienda privata, preferibilmente a Roma sud. Si propone, altresì, come correttrice di bozze e testi presso agenzia editoriale. Tel. 06/5071515 – 348/7421336. -Il tuo Personal Trainer: gli obiettivi sembrano irraggiungibili se sbagli allenamento, il personal trainer applica le sue conoscenze come un vestito su misura per te. CHIAMA ORA PER CENTRARE IL TUO OBIETTIVO: MARCO 3933696951 benesserepersonale@live.it - Laureata, scrittrice impartisce LEZIONI PRIVATE di italiano, storia e filosofia. Tel 347/8521307

AUGURI IL 13 FEBBRAIO, PIENI DI SORRISI E DI GIOIA, CON TANTO AMORE RICCARDO, PER IL TUO 14° COMPLEANNO ....IL TUO FARO È SEMPRE CON TE!

VENDESI CAMPER

Palazzina in cortina con pannelli solari, appartamento rifinito e silenzioso di 96 mq commerciali, 4° ed ultimo piano, molto luminoso (esposizione sud/ovest), con doppi vetri, termoautonomo, porta blindata, impianto satellitare centralizzato. Soggiorno ampio, 2 camere, cucina abitabile, 2 bagni con finestra, 2 balconi, box auto doppio di 28 mq, cantina.

EURO 380.000,00 ANNUNCI

-VENDESI Corso completo d’inglese in cassette per bambini magic english + cartoni animati in cassetta tot 50 euro tel 380 4735320 -VENDESI Pelliccia Ocelot bordata (anche maniche) di volpe. Prezzo da concordare. Tel 392 5801307 -VENDESI Autolavaggio zona Ciampino su area 1800 mq 5 piste e self service su strada per via Appia. Trattative riservate cell. 320-0881770 -VENDESI bici Olanda mai usata, praticamente nuova, con annessa pompa, al prezzo di 50 €. Per info rivolgersi al 348-7421336 dg0n2pu -VENDESI iPod nano Apple da 16 GB colore giallo-verde acido, mai usato, a 120 euro. La confezione è integra, ma senza pellicola esterna. Alessandra 339-8830200

OFFERTE DI LAVORO La Testata giornalistica cartacea e online “Il Faro” seleziona agenti o collaboratori dinamici per la promozione e la raccolta pubblicitaria. Per Info. 347 8521307

CECCHIGNOLA in piccola palazzina vendesi appartamento ristrutturato recentemente MQ 80 Piano terra : Soggiorno, cucina a vista, 2 camere, bagno, giardino MQ 55 € 320.000 EUR DALMATA adiacente Divisione Torino palazzina in cortina 3° piano MQ.100 circa Soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, doppi servizi, Due balconi, cantina € 380.000 EUR DALMATA adiacente via Dei Motoristi, in piccola palazzina VENDESI delizioso appartamento MQ. 55 soggiorno con camino, camera, cucina, bagno. Posto auto scoperto € 230.000 Telefoni 06/5013540 • 331/1426078

31


32


Ilfaro febbraio2014