Page 1

FAI- CISL

FLAI-CGIL

UILA-UIL

BASILICATA

CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE PER I LAVORATORI ADDETTI ALLA SISTEMAZIONE IDR4ULICO-AGRARIA E IDRALJLICO-FORESTALE

Stipulato in Potenza 15 aprile 2004


Il giorno 15 aprile 2004, in Potenza, presso il Dipartimento Ambiente e Territorio, Uficio Foreste e Tutela delTterritorio della Regione Basilicata, tra la Regione Basilicata rappresentata: - dal1'Assessore Ambiente e Territorio dott. Erminio RESTAINO, assistito dalla dott.ssa Rosa M.Pietragalla, dirigente dell 'Uficio Foreste e Tutele del territorio e dalla Dott.ssa Maria G.Padula, funzionario dell 'Uflcio Foreste e Tutele del territorio; - l 'UNCEM REGIONALE rappresentata dal Presidente dott. Michele Petruzzi; - l 'UPI BASILICATA rappresentata dal Dott. Franco Labriola

e FAI-CISL BASILICATA rappresentata da: Antonio LA PADULA, Segretario Generale, Vincenzo CAVALLO, componente della segreteria; FLAT-CGIL BASILICATA rappresentata dai segretari regionali Antonio DI BARI, Angelo EUSTAZIO e Francesco MONGELLI; UILA-UIL rappresentata dal Segretario generale Gerardo NARDIELLO e dal Segretario Regionale Leonardo BARBALINARDO

è stato stipulato il Contratto Integrativo Regionale per gli addetti al settore

idraulico- agraria e idraulico- forestale. .

l"

..>


PREMESSA I1 bosco in Basilicata rappresenta una risorsa importante di riequilibrio ambientale anche rispetto all'intervento dell'ENI per lo sfuttarnento energetico esistente nel sottosuolo ma, anche e soprattutto come elemento di sviluppo economico, produttivo, sociale ed occupazionale. La Legge Regionale 42/98, con le funzioni assegnate agli Enti delegati, nel recuperare un ritardo storico sul piano legislativo, pone la Basilicata all'avanguardia nella conservazione e difesa del patrimonio ambientale, naturalistico, turistico, paesaggistico e di difesa del sistema idro-geologico del temtorio lucano. La riforma della PAC ed in particolare i regolamenti 2080 e 2070 del 1992, il regolamento 2593193, nonchĂŠ la proposta di "agenda 2000" fa assumere l'azione comunitaria in tema forestale parte integrante della politica della UE.

In questo contesto occorre recuperare ritardi nella politica forestale e vanno rilanciate le attivitĂ di rimboschimento orientandole verso piantumazioni di essenze pregiate che rendono piĂš interessante e fruibile la foresta ma sfiuttabili anche industrialmente. La crescita della superficie boscata avrebbe effetti positivi sull'industria della lavorazione della materia legnosa e del mobile imbottito e determinerebbe incrementi dei livelli occupazionali diretti ed indiretti. Le relazioni sindacali, attraverso la gestione del contratto e della L.R. 42/98, devono mirare ad introdurre tutti quegli elementi di innovazione e utilizzare le nuove opportunitĂ  (accordo di programma con 17ENI,accordo di programma con la miglia) per uscire definitivamente dai residui di una logica di tipo assistenziale che ha caratterizzato l'intervento negli anni precedenti e imboccare con decisione la strada di una forestazione con accentuati caratteri ~roduttivi.


OSSERVATORIO REGIONALE E' costituito in Basilicata l'Osservatorio Regionale di cui all'art.3 del CCNL. La funzione dell'Osservatorio è fissata dal Contratto nazionale e dalle norme previste nel CIRL. Esso è composto da 13 componenti di seguito specificati:

- 6 rappresentanti nominati dalle 0O.SS. 6 rappresentanti nominati dal17UNCEMregionale - 1 rappresentante nominato dalla Regione Basilicata.

-

Qualora entro 60 giorni dalla stipula del CIRL una o più organizzazioni firmatarie non procedesse alla designazione dei componenti, le altre si sostituiscono garantendo l'equilibrio previsto. Il fuozionamento dell'Osservatorio è stabilito da un apposito regolamento che sarà varato entro 90 giomi. L'Uncem e gli enti delegati dalla Regione, sono tenuti a fornire tutte le informazioni sulle seguenti materie:

- piani, programmi e risorse finanziarie;

-

livelli occupazionali; formazione e riqualificazione professionale; igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Inoltre l'Osservatorio si occuperà di risolvere eventuali contenziosi che possono insorgere sull'interpretazione autentica delle norme contrattuali ed emettere il parere entro 30 giomi.


COSTITUZIONE DELLE PARTI I1 CIRL, come d'altronde il CCNL, è per defiiizione un accordo pattizio ed è pertanto patrimonio esclusivo di tutte le parti.

In forza di quanto sopra, qualsiasi moddica relativa alla costituzione delle parti, di cui al CIRL o qualsiasi estensione pattuita ad altre parti diverse da quelle stipulanti,non può awenire se non con il consenso espresso di ognuna delle parti medesime. Ciascuna delle parti si impegna altresì a non negoziare altro CIRL per le stesse attività.

S E E M DI APPLICAZIONE Fermo restando quanto previsto dall'art.1 del CCNL, del 01.08.2002, il presente CIRL di natura privatistica, si applica anche alla difesa dell'ambiente (guardiania e antincendio) protezione civile (calamità naturali, emergenza neve, emergenza idnca) instaurati dalla Regione Basilicata.


CLASSIFICAZIONE

In relazione ai piani e ai programmi di intervento delia Regione Basilicata gestiti per delega dalle ComunitĂ montane, dalle amministrazioni provinciali di Matera e Potenza, dai Consorzi di Bonifica e dalle strutture regionali forestali ed in riferimento al protocollo di intesa sottoscritto il 15 .O1.1996 dagli assessori regionali agricoltura ambiente e formazione e dalle segreterie CGL-CISL e UIL di Basilicata ed in base alla legge 42/98 e successive modificazioni che fissa le norme in materia di forestazione, i lavoratori che abbiano lavorato negli ultimi 4 anni per almeno 5 giornate nell'ambito dei piani di forestazione o partecipato ai corsi di formazione attivati dalla regione e gestiti dagli enti di cui sopra, confermano la dizione di "addetti al settore forestale" conservando le qualifiche possedute. Gli enti delegati pubblicheranno, entro il 30.11 di ogni anno, un avviso, redatto dalla Regione Basilicata, per la riassunzione nell'anno successivo degli addetti al settore forestale che abbiano i requisiti sopra richiamati. I lavoratori interessati devono produrre istanza di riassunzione, presso gli stessi enti, entro il 31.12 di ogni anno. Gli enti delegati entro il 31 gennaio di ogni anno compilano le graduatorie nel rispetto dei criteri di precedenza stabiliti dal CIRL per gli addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale specificando le qualifiche possedute dai lavoratori. Le graduatone hanno validitĂ  annuale e sono suscettibili di scorrimento.

NORMA TRANSITORIA PER IL 2004 Gli enti delegati procedono alla stesura dell'elenco degli addetti al settore forestale, nell'anno in corso, secondo le procedure dei precedenti comma, entro 30 giorni dalla h a del presente CIRL.


Capo operaio: Incarico da attribuirsi esclusivamente all'operaio O.T.I. e O.T.D. che coordina più squadre di operai, owero, a livello esecutivo, unità operative specializzate. Allo stesso viene riconosciuto il 5" livello e un'indennità pari al 5%del minimo contrattuale nazionale conglobato del salario integrativo del C m . CAPO SQUADRA: Incarico da attribuirsi esclusivamente all'operaio O.T.I. e O.T.D. che coordina una squadra di venti unità a Livello comunale. Il numero può essere inferiore in rapporto alla situazione specifica del comune. Allo stesso viene riconosciuto il 3" livello. Sono fatte salve le condizioni di miglior favore. Quando non previsto dal presente articolo si fa riferimento al CCNL.

ART. 5

O m I O Df LAVORO Fermo restando quanto previsto dall'art.9 del CCNL l'orario di lavoro è di norma distribuito su 5 giorni. Sono demandati ad accordi con gli enti delegati eventuali momenti di flessibilità.


DIRITTI SINDACAIL1

Fermo restando quanto previsto in materia dal CCNL, ai lavoratori O.T.I. e O.T.D. interessati al presente contratto, membri di commissione e comitati, al fine di permettere l'espletarnento dell'incarico vanno concessi permessi retribuiti previa dichiarazione di partecipazione e successivo attestato da parte del segretario o presidente, nel numero massimo di 10 giorni l'anno. Inoltre, sono previsti:

-

ai delegati di cantiere, di ogni comune, spettano 15 giorni l'anno di permesso retribuito e per non più di 3 giorni consecutivi; assemblea di cantiere per 15 ore l'anno retribuite con le modalità previste dall'art.4 comrna 1 del CCNL; ai lavoratori O.T.I. e O.T.D. che ricoprono cariche direttive negli organismi sindacali zonali, comprensoriali, regionali e nazionali, sono concessi permessi retribuiti nella misura di 12 giornate l'anno.

Per ogni organizzazione sindacale firmataria del presente contratto (FAICISL, FLAI-CGIL, UILA-UIL) è riconosciuto un solo distacco annuale retribuito per i lavoratori a tempo indeterminato per ogni ente delegato. , Per ogni Organizzazione Sindacale fmataria del presente contratto (FAICISL, FLAI-CGIL, UILA-UIL) è riconosciuto un solo distacco annuale retribuito per i lavoratori a tempo determinato per ogni ente delegato. Ciascun distacco è comunque pari al livello di giornate raggiunto dal cantiere con più alto impiego nell'ambito della comunità montana, amministrazione provinciale, strutture regionali forestali e consorzio di bonifica. Le richieste di distacco da parte delle Organizzazioni Sindacali (FAICISL, FLAI-CGIL, UILA-UIL) firmatarie del CIRL verranno inoltrate al19UNCEMed agli enti delegati (Comunità Montana, amministrazione provinciale di Potenza e Matera, strutture regionali forestali, consorzi di

e' 8


IMPIEGATI L'assunzione degli impiegati può awenire in qualsiasi periodo dell'anno e, ove non diversamente stabilito dalle parti, si intende a tempo indeterminato. L'assunzione con rapporto di lavoro a tempo indeterminato deve effettuarsi a mezzo di atto scritto, anche in forma di lettera, il quale specifichi la data di inizio del rapporto di impiego, il livello di inquadramento, periodo di prova, la retribuzione nei suoi vai elementi costitutivi in base al CCNL e al C E . I1 contratto a termine viene regolati ai sensi della legge 230162 e successive. La classificazione degli impiegati è stabilita all'art.33 del CCNL. Al fine di consentire la valorizzazione delle professionalità presenti, in considerazione delle nuove competenze assegnate, nonché della gestione dei vivai e delle foreste regionali, gli enti delegati potranno, nell'ambito delle risorse finanziarie assentite e in rapporto alla carenza di organico, operare selezioni tese ad inquadrare nelle qualifiche tecnico-impiegatizio, gli addetti forestali in possesso di titoli di studio specifico (Dott. Agr. - Dott. For. - Periti Agr. - Agrot.).

li

Nell'arco di validità del presente CIRL ci sarà un incremento della retribuzione per tutti i lavoratori O.T.D. e O.T.I. del 2% articolato nel seguente modo: 0,5% dal 1.7.2005, 0,5% dal 1.7.2006, 1% dal 1.7.2007. Le tabelle retributive fanno parte integrante del presente CIRL e verranno distribuite, con gli aggiornamenti periodici, a tutti gli enti delegati, da parte dell'UNCEM regionale. Fermo restando quanto previsto dall'art. 52 del CCNL, la corresponsione della retribuzione ai lavoratori O.T.D. e O.T.I. deve awenire entro il 25 del mese successivo a quello in cui viene effettuata la prestazione, compatibilmente alle disponibilità fmanziarie dell'ente delegato.


La Regione di Basilicata è impegnata a garantire, per ciascun anno solare, le risorse finanziarie necessarie per confermare ed incrementare l'ammontare globale delle giomate lavorative assicurate nell'anno precedente agli addetti del settore forestale. Le parti stabiliscono col seguente contratto integrativo regionale, sulla base degli artt. 48 e 2 del C M , che gli addetti al settore forestale, cosÏ come previsto dalla L.R.42/98, che abbiano prestato la propria attività alle dipendenze degli enti delegati avanzeranno, entro il 31 dicembre di ogni anno, richiesta di riassunzione presso gli stessi enti. Gli enti delegati sono tenuti ad avviare al lavoro esclusivamente gli addetti al settore forestale che abbiano inoltrato richiesta di riassunzione e che abbiano lavorato, nell'ambito dei piani di forestazione, in uno degli ultimi 4 anni, per almeno 5 giomate. Le parti impegneranno i propri rappresentanti nella Commissione Regionale Tripartita per fare adottare alla stessa i prowedimenti coerenti alle intese raggiunte nel CIRL. I lavoratori che trasferiscono la propria residenza in un altro comune diverso da quello di provenienza, devono avanzare la richiesta di riassunzione presso l'Ente in cui ricade il comune, allegando il certificato


Si parte dal presupposto che precede gli altri chi ha meno punti. A tutti gli addetti al settore forestale che negli ultimi 4 anni hanno lavorato per almeno 5 giorni con i piani di forestazione, vengono attribuiti 1000 punti. 1) per ogni figlio minorenne efo altri minori conviventi ......................................... .-l2

2) per ogni figlio maggiorenne, convivente, studente (fino al compimento del 26" anno di eti) oppure senza limiti di età se invalido con percentuale superiore al 66% ................................................................ -6

3) per ogni fratello /sorella convivente, maggiorenne o minorenne senza limiti di età se invalidofa con percentuaie superiore al 66.. .................................................... .-6 4) per ogni genitore o ascendente ultra 65 enne convivente o di età inferiore, se invalido con percentuale superiore ai 66% ..........................................................................................

Punteggio per i redditi non rivenienti dal lavoro forestale: - fino a €3.500,00 - da 3.501,00 - da 4.001,OO

- da 4.501,00

- da 5.001,00

- da 5.50 I ,O0 - da 6.001,OO - da 6.501,00 - da 7.001,00 - da 7.501,00

a a 2

a a a a o a

4.000,OO 4.500,OO 5.000,OO 5.500,OO 6.000,OO 6.500,OO 7.000,OO 7.500,OO 8.000,OO

non si aggiungono punti; +1 +2 +3 +4

+G +9 +l 1 + 14 + 18

Per ogni 1000,OO euro in più + 10 punti.

-6


ART. l O ASSUNZIONE

La Regione di Basilicata, con i piani annuali di forestazione, metterà a disposizione risorse finanziarie per l'applicazione del tum over per il tempo determinato con le modalità previste dall'art. l0 della L.42198 e dal regolamento attuativo. I lavoratori che verranno selezionati coi criteri fissati dal bando per la riapertura del tum over saranno sottoposti ad un corso di formazione professionale, promosso dalla Regione di Basilicata, conseguendo alla fine un attestato che verrà utilizzato per il diritto all'assunzione e conseguentemente all'awiarnento. Con gli articoli 9 e 10 del Contratto Integrativo Regionale vengono stabiliti i criteri per la riassunzione e l'assunzione e altresì viene definita la platea amale e quella futura degli addetti al settore forestale che opereranno nel patrimonio forestale della Regione Basilicata ART.1 1

C.A.C.

Si riconferrnano i contenuti dell'art.9 del CIRL del 2000.

ART.12 CONGEDO MATEUhqONhUE

In caso di matrimonio il lavoratore o la lavoratrice forestale, con contratto a tempo determinato, ha diritto ad un permesso retribuito pari a 6 giorni


ART. 13

CONGEDO STRAORDINARIO

L'operaio a tempo determinato ha diritto a 3 giorni di permesso retribuito consecutivi lavorativi in caso di decesso del coniuge o di parente fino al 2 O grado o del convivente, purchè la stabile convivenza risulti da certificato anagrafico. Quanto non previsto nel CIRL si rinvia alla legge 531'00. ART.14 CENTRI DI RACCOLTA ED INDEMWA

CHILOMETRICA

I1 centro di raccolta viene stabilito, d'intesa con le Organizzazioni Sindacali, all'inizio di ogni anno in ogni ente delegato, attraverso la contrattazione aziendale. Ove non venisse concordato si considera il centro urbano il punto di raccolta degli operai. Se la distanza dal centro di raccolta al luogo dove verrà svolto il lavoro, non sia interamente percombile con i mezzi di trasporto pubblici o privati, l'orario di lavoro ha inizio dalla fermata dei mezzi medesimi. Se il lavoratore, per ragioni non dipendenti dalla sua volontà, fosse costretto ad utilizzare il mezzo privato, gli verrà riconosciuta una indennità chilometrica sostitutiva pari ad 115 del prezzo della benzina super per ogni chilometro percorso dal centro di raccolta al luogo di lavoro e viceversa. In base a quanto stabilito nel presente articolo, le parti si danno reciprocamente atto che il rimborso chilometrico o il rimborso dell'abbonamento al servizio pubblico rappresenta la mera restituzione di somme già anticipate dal lavoratore e quindi non devono essere

13 --


ART. 15

In riferimento all'art.1 l della L.R. 42/98 e successive modificazioni ed in base al regolamento attuativo, sono stati costituiti i nuclei di lavoratori, nell'ambito degli addetti al settore forestale che vengono impegnati nella prevenzione e 'nella lotta agli incendi boschivi. I lavoratori vengono adeguatamente formati e dotati dell'equipaggiarnento e delle attrezzature idonee a garantire l'efficacia dell'intervento e della sicurezza.

ART.16 FORhlIAZl[Oh@ PROFESSIONALE E OCCUPAZIONE

In riferimento all'art. 10 della legge 42/98, ogni anno, a partire dal 2004 verrà integrato il numero dei lavoratori fissato al 31.12.97. L'integrazione avverrà sulla base del regolamento attuativo di cui all'articolo sopra richiamato. DIRITTO ALLO STUDIO

Il lavoratore a tempo determinato che partecipa presso istituti pubblici o legalmente riconosciuti a corsi di studio, ha diritto ad un permesso retribuito pari a 50 ore ogni anno. I1 monte ore annuale,saràdistribuito con assegnazione mensile massima di 16 ore. n # L&j ART.18

-k

n

sulla necessita di promuovere, attuazione delle raccomandazioni CEE e delle disposizioni legislative nazionali in tema di parità uomo-donna attività di ricerca finalizzata alla promozione di attività

L


ART.19

MENSA E RICOVERI A livello di Enti delegati verrà avviato un confronto sulla istituzione di idonei rifugi ad uso mensa e ricoveri, aventi i necessari requisiti di sicurezza ed igienicità, così come previsto all'art.58 del CCNL. Nella fase di transizione verrà riconosciuta un'indennità sostitutiva pari a €0,30 per ogni giorno di lavoro. ART.20

DELEGHE SINDACALI

E' istituita la delega per l'iscrizione dei lavoratori O.T.I. e O.T.D. con l'effettuazione della trattenuta da accreditare da parte dei datori di lavoro alle organizzazioni sindacali firmatarie del presente CIRL, sul conto corrente che verrà successivamente comunicato.

-

ART.21

RECUPERO GIORNATE

Ai lavoratori forestali che presentano un certificato di ricovero ospedaliero o di visita specialistica deve essere garantito il recupero delle giornate perdute. I1 recupero awerrà entro la chiusura stabilita del cantiere forestale di appartenenza. In relazione al numero e alla distribuzione per comune dei lavoratori interessati, potranno essere organizzati accorpamenti di cantiere previa intesa con le 0O.SS.. Se la festività patronale ricade in un giomo lavorativo si procederà al lavoro di forestazione ordinario.


ART.22

ASPETTATIVA

Ai lavoratori forestali O.T.D. che presentano una motivata richiesta, viene concessa un'aspettativa non retribuita pari a 10 giorni lavorativi l'anno. ART.23

RISOLUZIONE DEE, MPPORTO DI LAVORO Il lavoratore forestale (impiegato - operaio T.I.), nel caso di licenziamento, per raggiunti limiti di età, cesserà il lavoro l'ultimo giorno del mese in cui ha maturato il requisito.

DECORRENZA E DURATA Le norme contenute nel presente contratto integrativo regionale trovano applicazione dal 1.1.2004 al 31.12.2007. I1 contratto si intenderà tacitamente rinnovato di anno in anno. La disdetta di una delle parti contraenti deve awenire sei mesi prima della scadenza con lettera raccomandata A.R.

ART.25

NORMA DI W

0

Per tutto quanto non stabilito nel presente CIRL, fatte salve le condizioni di miglior favore, si rinvia alle disposizioni del Contratto Collettivo Nazionale i La oro in vigore e dei C.1.R.L sottoscritti precedentemente.

I

Contratto integrativo regionale idraulico-agraria e idraulico-forestale 2004  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you