__MAIN_TEXT__

Page 1

PROGETTO “EMPOWERMENT FEMMINILE E AGROBIODIVERSITA’” Luogo del progetto Stato del progetto Durata Finanziatore

Capofila Partner Italiani (i principali)

Destinatari in loco Azioni del progetto

Burkina Faso: Regione del Sourou (Nord Burkina al confine con il Mali) e Ouagadougou (capitale) Attivo il I anno. Entro Ottobre presenteremo alla Regione la richiesta di finanziamento per il II anno 1 anno (2013) Regione Veneto, Legge n. 55 del 1999 – Cooperazione Decentrata allo Sviluppo e Solidarietà Internazionale. Finanziamento di 40.000 € Associazione “Il Colibrì – tutti i colori del mondo”, Monselice Associazione “La Escalera” Onlus (Borgo San Lorenzo), Ong Aes-CCC (Padova), Istituto “J. F. Kennedy” (Monselice), Federazione Italiana delle Lega Culturali del Burkina Faso (Treviso) Cooperativa SOGCAM (Valle del fiume Sourou, Gouran), Cooperativa Nongtaaba (Ouagadougou) - Consolidamento di un gruppo di circa 30 donne

-

-

-

essiccatrici nella zona di Gouran (Valle del Sourou): fornitura di un essiccatoio a gas e formazione in materia di essicazione e gestione dell’associazione. Erogazione e accompagnamento di un fondo di rotazione per la gestione dell’attività commerciale. Consolidamento di un gruppo di circa 30 donne tessitrici a Ouagadougou: accompagnamento nella gestione contabile e organizzativa, erogazione di un fondo di rotazione per la gestione dell’attività commerciale. Tutela dell’agrobiodiversità e della biodiversità e miglioramento della sicurezza alimentare, attraverso incontri di formazione per la produzione ed essicazione di varietà locali (neré, oseille, zenzero, peperoncino ed arachide), erogazione e accompagnamento alla gestione di un fondo di rotazione per la produzione delle varietà locali, formazione e fornitura di materiale al gruppo di apicoltori. Ricerca di partner commerciali locali e attraverso i canali del commercio equo e solidale, sia per il gruppo di donne essiccatrici che per le tessitrici.


ALCUNE IMMAGINI

TELAI E TESSUTI DELLE DONNE DELLA COOPERATIVA NONGTAABA - OUAGADOUGOU

PREPARAZIONE DEI CAMPI PER LA COLTIVAZIONE DELLE VARIETA’ LOCALI

ESSICATOIO A GAS

APICOLTORI IN AZIONE


PER SAPERNE DI PIU’ Contesto nazionale: Superficie 274.200 km², abitanti 13.925, Capitale: Ouagadougou (la capitale con il nome più lungo), Governo: Repubblica a regime democratico. Il presidente, Blaise Compaoré, è al potere dal 1987. Moneta: Franco CFA, Lingua Francese. Religione: culti tradizionali, islamismo (+) e cattolicesimo (-). In Burkina vivono circa 160 gruppi tribali, e si parlano diverse lingue (dioulà, samò, moré, …). Climaticamente la zona vede due diverse stagioni: quella delle piogge (da maggio ad ottobre) e la stagione secca (da novembre ad aprile). Le temperature oscillano dai 28 ai 45°C. Il Paese è economicamente povero e sono poche le risorse ambientali, e le attività economiche sono soprattutto agricoltura, allevamento e una modesta industria tessile. Il Burkina Faso, al tempo della colonizzazione francese Alto Volta, ha conquistato la propria indipendenza il 5 agosto del 1960. I colpi di stato si sono susseguiti con frequenza, fino alla presa di potere da parte di Thomas Sankara, chiamato il Che Guevara del Burkina Faso, che ha condotto una politica di sviluppo interno, di modernizzazione, di tutela del patrimonio artistico e culturale, di diffusione dei valori dell’africanità e dell’orgoglio afro, oltre ad una forte lotta contro la corruzione. Il Burkina Faso, seppure povero e climaticamente difficile, gode di una stabilità politica e di una pace interna che lo rendono uno dei Paesi più stabili nella zona. Contesto regionale: il progetto interviene nella zona della Valle del Sourou, zona particolarmente famosa perché, all’epoca del presidente Sankara, doveva diventare il granaio del Burkina. Il fiume, infatti, in zona totalmente predesertica, consente di sviluppare lungo tutto il suo corso numerose colture, dal riso alla cipolla, dal mais, sorgo e grano al pomodoro. Inizialmente lo Stato aveva creato delle infrastrutture per la coltivazione (canali per l’irrigazione, motopompe grandi e piccole), che spesso si guastavano e non venivano prontamente sostituite/aggiustate, mettendo a rischio le produzioni. Molte cooperative agricole, allora, si sono costituite indipendenti e hanno cominciato a coltivare i terreni al di fuori delle infrastrutture statali. La Sogcam, partner del progetto, coinvolge circa 700 contadini (e conseguentemente le loro famiglie) e lavora terreni in diverse zone della Valle, da Gouran a Di, da Nion a Lanfiera. Il presidente e Boukari Zougouri, e suo padre fu il primo fondatore della cooperativa, e del villaggio di Djedougou. La cooperativa Nongtaaba, invece, ha sede nella capitale Ouagadougou. Le donne svolgono una parte del loro lavoro a casa, ma da qualche anno sono riuscite a costruire un negozio, nel retro del quale hanno allestito alcuni telai e nel quale si ritrovano per lavorare. Nel negozio vendono i loro tessuti e ricevono i clienti.

Profile for Il Colibrì

Scheda progetto efa  

Scheda progetto efa  

Profile for facocero
Advertisement