Issuu on Google+

Casi di mantenimento del Bonus anche quando cambia la proprietà del veicolo Nel caso di sostituzione del contratto per cambio veicolo è possibile mantenere la stessa classe di merito della polizza sostituita, qualora la proprietà del veicolo sia cambiata, solo nei seguenti casi:

fra coniugi; fra società ed amministratore (unico o delegato) e viceversa; a favore degli eredi legittimi in caso di morte del proprietario del veicolo; fra titolare e ditta, e viceversa, se trattasi di società di persone (comprese le sas, società in accomandita semplice); in caso di modifica di ragione/denominazione sociale e/o struttura giuridica delle società.


Trasferimento di proprieta' del veicolo Nel caso vendita della vettura dovrai darne immediata comunicazione e inviare contestualmente il certificato, il contrassegno e la carta verde originali ad essa relativi. Ricorda che:

1. potrai utilizzare la copertura assicurativa per un altro veicolo di tua proprieta' procedendo all'eventuale conguaglio del premio o in alternativa: 2. trasferire insieme al veicolo il contratto di assicurazione fornendo alla ns Agenzia tutte le indicazioni necessarie per il rilascio del nuovo certificato di assicurazione e contrassegno. Il contratto ceduto si estinguera' alla sua naturale scadenza.


Sospensione delle Garanzie Se dovesse capitare di non utilizzare l’auto per un periodo prolungato posso sospendere temporaneamente la mia polizza RCA in corso, evitando così di pagare per i mesi in cui sono certo di non utilizzarla.

Salvo diversa indicazione della compagnia, posso richiedere, inviando una comunicazione via fax o con lettera raccomandata, la sospensione della polizza RCA solo se :

la sospensione dura almeno 3 mesi

la polizza in corso ha ancora un certo periodo di durata, generalmente non inferiore a 3 mesi

restituisco il certificato-contrassegno e l'eventuale carta verde alla compagnia

La sospensione ha inizio dalla data di consegna del certificato-contrassegno e della carta verde e può avere la durata massima di un anno. La compagnia congela parte del premio già pagato che scalerà successivamente dal premio eventualmente da pagare al momento della riattivazione.


Sinistro da circolazione stradale Che sia colpa nostra o dell’altro conducente, restare coinvolti in un incidente automobilistico non è mai piacevole. Quando accade è utile ricordare alcune semplici regole che renderanno più veloce la procedura assicurativa di risarcimento del danno. La pratica più diffusa e più immediata è quella di compilare la constatazione amichevole (modulo blu) in modo completo, senza tralasciare nessuna informazione. La constatazione amichevole deve essere sottoscritta da tutti i conducenti coinvolti nel sinistro che devono trattenere 2 copie ognuno e consegnarle al proprio assicuratore. Capita però, talvolta, che nessuna delle persone coinvolte sia in possesso del modulo. Cosa fare, allora? In questo caso è importante, per effettuare una corretta denuncia, raccogliere alcuni dati essenziali:

1. data, luogo e ora del sinistro; 2. tipo e targa dell'altro veicolo; 3. compagnia di assicurazione dell'altro 4. cognome, nome, indirizzo e numero di telefono del conducente dell'altro veicolo; 5. generalità del proprietario dell'altro veicolo (se diverso dal conducente); 6. descrizione dettagliata dell'incidente e dei danni materiali visibili; 7. generalità di eventuali feriti; generalità di eventuali testimoni; autorità eventualmente intervenute. Una volta redatta la denuncia deve essere consegnarla al proprio Assicuratore, nel caso tu ritenga di aver causato un torto all’altro conducente, nel caso contrario devi provvedere ad inoltrare una richiesta danni alla compagnia di controparte.


Sinistro da circolazione stradale Che sia colpa nostra o dell’altro conducente, restare coinvolti in un incidente automobilistico non è mai piacevole. Quando accade è utile ricordare alcune semplici regole che renderanno più veloce la procedura assicurativa di risarcimento del danno. La pratica più diffusa e più immediata è quella di compilare la constatazione amichevole (modulo blu) in modo completo, senza tralasciare nessuna informazione. La constatazione amichevole deve essere sottoscritta da tutti i conducenti coinvolti nel sinistro che devono trattenere 2 copie ognuno e consegnarle al proprio assicuratore. Capita però, talvolta, che nessuna delle persone coinvolte sia in possesso del modulo. Cosa fare, allora? In questo caso è importante, per effettuare una corretta denuncia, raccogliere alcuni dati essenziali:

1. data, luogo e ora del sinistro; 2. tipo e targa dell'altro veicolo; 3. compagnia di assicurazione dell'altro 4. cognome, nome, indirizzo e numero di telefono del conducente dell'altro veicolo; 5. generalità del proprietario dell'altro veicolo (se diverso dal conducente); 6. descrizione dettagliata dell'incidente e dei danni materiali visibili; 7. generalità di eventuali feriti; generalità di eventuali testimoni; autorità eventualmente intervenute. Una volta redatta la denuncia deve essere consegnarla al proprio Assicuratore, nel caso tu ritenga di aver causato un torto all’altro conducente, nel caso contrario devi provvedere ad inoltrare una richiesta danni alla compagnia di controparte.


Sinistro alle cose o alle persone Nel caso si verifichi un danno, risarcibile secondo le condizioni di polizza, alle cose o alle persone assicurate, L’assicurato deve darne avviso alla propria Compagnia entro 3 giorni da quando si è verificato o da quando se ne è avuta conoscenza .

Che cosa deve contenere questa comunicazione? Il giorno del sinistro, con la descrizione delle modalità o causa del sinistro e il tipo di danno subito o causato.

Occorre allegare documentazione? Al fine di una migliore e rapida gestione del sinistro nel caso in cui foste in possesso di documentazione utile ai fini liquidativi è bene allegarla, altrimenti è possibile farlo in seguito. Facciamo alcuni esempi:

Hai subito un infortunio? Puoi allegare inizialmente il certificato del Pronto Soccorso. Sei stato Ricoverato? E’ necessaria la cartella Clinica; Hai subito un Furto? Allega la denuncia fatta alle autorità; Hai causato un danno a Terzi? Consegna anche la denuncia di richiesta danni che ti è pervenuta. Ricorda che quanto più dettagliate e complete sono le denuncie, quanto più il servizio sinistri della Compagnia sarà in grado di soddisfare la clientela trattando la pratica in sicurezza e rapidità.


Documenti necessari per l’Assicurazione Rc. Auto

A) Se non sei mai stato assicurato….

1. Se è una prima immatricolazione o prima assicurazione dopo voltura al Pra: - carta di circolazione; - certificato di proprietà (nell’attesa di riceverlo, temporanea autocertificazione); 2. Se si deve assicurare il nuovo veicolo al posto del vecchio: - il contrassegno e carta verde della vecchia assicurazione; - copia del certificato di proprietà e della carta di circolazione del veicolo da sostituire (nel caso non fosse già stato da noi acquisito); - carta di circolazione del nuovo veicolo; - certificato di proprietà del nuovo veicolo (nell’attesa di riceverlo, temporanea autocertificazione); - l’atto di vendita, di demolizione o di esportazione definitiva del veicolo da sostituire o provvisoria autocertificazione di vendita o demolizione del veicolo; - la dichiarazione di svincolo rilasciata dall’Ente Privilegiato nel caso in cui il veicolo da sostituire sia vincolato (Società di Leasing o Istituti di Credito). N.B. Ricorda che la sostituzione del contratto di assicurazione spetta solamente nei seguenti casi: 1. Alienazione del Veicolo; 2. Consegna in “Conto Vendita”; 3. Demolizione, distruzione o esportazione definitiva. B) Se sei stato assicurato presso un’altra Compagnia…. carta di circolazione; certificato di proprietà; attestazione dello stato di rischio (da ritirare presso l’agenzia della vecchia assicurazione); Nel caso di passaggio da una Compagnia ad un’altra viene mantenuta la classe C.I.P. bonus/ malus, raggiunta sino a quel momento, risultante dall’attestazione di rischio.


Documenti necessari per l’Assicurazione Rc. Auto (Ciclomotori). Si segue quanto previsto per l'Assicurazione Rc Auto, richiedendo, oltre all’attestato di rischio, i seguenti documenti:

la fotocopia della carta d’identità o analogo documento di identificazione del proprietario (e contraente); la fotocopia del certificato di idoneità tecnica del ciclomotore (libretto) da cui si rileva il numero del telaio; numero della “targhetta” applicata al ciclomotore.


Distruzione, demolizione o esportazione In caso di distruzione, demolizione o esportazione definitiva del veicolo dovrai darne immediatamente comunicazione al ed inviare:

copia del documento (da richiedere al PRA) che attesti la restituzione della carta di circolazione e della targa certificato d'assicurazione, contrassegno e eventuale carta verde. ti verrĂ  restituito la parte del premio non usufruita in funzione del numero di giorni rimanenti alla scadenza (al netto delle imposte). Oppure potrai richiedere la sostituzione del contratto per un nuovo veicolo di tua proprieta' calcolando l'eventuale conguaglio che dovra' essere integrato o rimborsato.


Variazione di residenza Nel caso di cambio di residenza è importante darne comunicazione al piÚ presto. In mancanza di tale comunicazione potresti infatti perdere, parzialmente o totalmente, il diritto all'indennizzo.


DocAssicurazioni