Page 1

SETTORE SERVIZI SOCIALI

SERVIZIO ASILI NIDO

Anno Scolastico 2012/2013 DOMANDA DI ISCRIZIONE AL SERVIZIO ASILI NIDO PER LA/IL BAMBINA/O LA DOMANDA VA COMPILATA IN STAMPATELLO, IN MODO LEGGIBILE E IN OGNI SUA PARTE; QUELLE PERVENUTE INCOMPLETE E/O ILLEGGIBILI NON VERRANNO PRESE IN ESAME.

COGNOME: COGNOME ………………………………………………………………………………………….... NOME: NOME ………………………………………………………………………………………………… DATA E LUOGO DI NASCITA: NASCITA ……………………………………………………………………... INDIRIZZO: ………………………………………………………. Tel: ……………………….........

ORARIO RICHIESTO*(barrare solo una casella) ( La scelta dell’orario non avrà alcuna influenza sulla formulazione delle graduatorie di ammissione ).

a)

M

b)

M+S*

M+P*

c)

d)

M+P+S*

a) dalle ore 7,30 alle ore 14,00 sabato escluso; b) dalle ore 7,30 alle ore 14,00 sabato incluso; c) dalle ore 7,30 alle ore 17,30 sabato escluso; d) dalle ore 7,30 alle ore 17,30 sabato incluso con orario 7,30 – 14,00; * La frequenza pomeridiana e del sabato mattina può essere effettuata solamente nel caso in cui vengano svolte attività lavorative o di studio da parte di entrambi i genitori. Al momento della chiamata alla frequenza dovrà essere presentata apposita certificazione giustificativa relativa alle attività pomeridiane e/o di sabato mattina dei genitori. L’assegnazione dell’orario pomeridiano e del sabato mattina è subordinata alla disponibilità di posti. Verrà stilata specifica graduatoria tra i richiedenti dopo la chiamata alla frequenza. L’Amministrazione si riserva la possibilità di non attivare l’orario del sabato mattina in presenza di poche richieste. 1


SCELTA DEI NIDI Indicare le proprie preferenze contrassegnando i Nidi con i numeri ordinandoli da 1 (nido per il quale si esprime la preferenza principale) a 10 (eventuale ultima scelta). Utilizzare lo zero per contrassegnare i Nidi a cui non si è affatto interessati. Non lasciare caselle vuote ed utilizzare solamente i numeri. In presenza di caselle vuote le stesse saranno considerate come zero cioè Nidi ai quali non si è affatto interessati. I Nidi contrassegnati con l'asterisco (*) non accolgono i bambini della sezione lattanti (bambini nati nell'anno 2012) pertanto gli utenti interessati contrassegnino con lo zero i Nidi suddetti. Sono in atto le procedure per la definizione dei posti-nido disponibili in ciascuna struttura, l'assegnazione è subordinata al numero di posti-nido effettivamente disponibili.

ELENCO ASILI NIDO N°_____ N°_____

Asili Comunali “I CUCCIOLI 1 e 2” (Via Santa Maria in Volturno, 27 – Viterbo – tel. 0761/348288) (*)

N°_____ N°_____

Asilo Nido Privato Convenzionato “L’ARCA DEI BIMBI” (Viale Fiume, 115 – Bagnaia – VT – tel. 0761/287148) (*)

N°_____ N°_____

Asilo Nido Comunale “LA FATTORIA DEI PICCOLI” - MONTERAZZANO (Strada Monterazzano, s.n.c. – Viterbo – )

Asilo Nido Privato Convenzionato “BOTTEGA DEI TALENTI” (Via Raffaello, 16/H – Viterbo – tel. 0761/360027) Asilo Nido Privato Convenzionato “IL GIARDINO D’INFANZIA” (Via I. Garbini, 105 – Viterbo – tel. 0761/270652)

(*)

Asilo Nido Privato Convenzionato “LA CHIOCCIA” (Via G. Donizetti, 14 – Viterbo – tel. 0761/321795)

N°_____

Asilo Nido Privato Convenzionato “MILU'” (Via del Pinturicchio, 32 – Viterbo – tel. 348/8962013)

N°_____

Asilo Nido Privato Convenzionato “POLLICINO 1” (Via Campo Sportivo Scolastico, 6 – Viterbo – tel. 328/3453374) 328/3453374

N°_____

Asilo Nido Privato Convenzionato “POLLICINO 2” (Viale Bruno Buozzi, 14 – Viterbo – tel. 328/3453374)

N°_____

Asilo Nido Privato Convenzionato “UNITUS” (Via Emilio Bianchi, – Viterbo – tel.331/3289924 )

LA DOMANDA VA COMPILATA IN STAMPATELLO, IN MODO LEGGIBILE E IN OGNI SUA PARTE; QUELLE PERVENUTE INCOMPLETE E/O ILLEGGIBILI NON VERRANNO PRESE IN ESAME. 2


DATI RELATIVI AI GENITORI M A D R E (scrivere in stampatello): Cognome:

Nome:

Data e luogo di nascita: Residente:

indirizzo:

Domicilio (solo se diverso dalla residenza): Recapito abitazione: ………………………………. Recapito lavoro ……………..…………………… Cellulare: ………………………………… e-mail: …………………………@……………………… LAVORATRICE DIPENDENTE (specificare) LAVORATRICE AUTONOMA (specificare) INOCCUPATA/DISOCCUPATA STUDENTESSA (specificare) ALTRO (specificare)

P A D R E (scrivere in stampatello): Cognome:

Nome:

Data e luogo di nascita: Residente:

indirizzo:

Domicilio (solo se diverso dalla residenza): Recapito abitazione: ………………………………. Recapito lavoro ……………..…………………… Cellulare: ………………………………… e-mail: …………………………@……………………… LAVORATORE DIPENDENTE (specificare) LAVORATORE AUTONOMO(specificare) INOCCUPATO/DISOCCUPATO STUDENTE (specificare) ALTRO (specificare)

ALTRI FIGLI PRESENTI SULLO STATO DI FAMIGLIA DEL BAMBINO PER IL QUALE SI RICHIEDE L'ISCRIZIONE: LUOGO E DATA DI NASCITA

COGNOME E NOME

LA DOMANDA VA COMPILATA IN STAMPATELLO, IN MODO LEGGIBILE E IN OGNI SUA PARTE; QUELLE PERVENUTE INCOMPLETE E/O ILLEGGIBILI NON VERRANNO PRESE IN ESAME. 3


ALLEGARE ALLA DOMANDA Fotocopia del documento di identità in corso di validità di entrambi i genitori. Fotocopia della dichiarazione dei redditi 2011 relativa ai redditi 2010 di entrambi i genitori, corredata dalla ricevuta di presentazione all’Agenzia delle Entrate. Per le gestanti certificazione medica specialistica con data presunta del parto. Per i bambini diversamente abili: certificazione di diagnosi funzionale indicante il tipo di rapporto richiesto educatore-bambino. I sottoscritti dichiarano di essere a conoscenza che: • La pubblicazione delle graduatorie, varrà come comunicazione agli utenti, ammessi. Per essi nella stessa graduatoria verrà inoltre indicato un termine entro cui presentarsi all'ufficio Asili Nido per l'accettazione dei posti disponibili; in caso di mancato riscontro, l'utente verrà considerato rinunciatario. • Dopo tre rinunce da parte del medesimo utente a tre successive offerte di posti-nido, l'utente rinunciatario non verrà più interpellato per ulteriori posti. I sottoscritti, consapevoli delle responsabilità penali assunte ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, per falsità in atti e dichiarazioni mendaci, dichiarano di aver compilato la presente dichiarazione e che quanto in essa espresso è vero ed è documentabile su richiesta delle amministrazioni competenti. Dichiarano altresì di essere a conoscenza che potranno essere eseguiti controlli diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite.

Viterbo, ………………… Firma per esteso di entrambi i genitori

(o chi ne fa le veci)

MADRE PADRE __________________________________________ _______________________________________ (firma di autocertificazione D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) (firma di autocertificazione D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

LA DOMANDA VA COMPILATA IN STAMPATELLO, IN OGNI SUA PARTE E CORREDATA DEGLI ALLEGATI RICHIESTI; QUELLE PERVENUTE INCOMPLETE E/O ILLEGGIBILI NON VERRANNO PRESE IN ESAME. . Informativa ex art. 13 D.lgs. 196/2003 Si informa che, a norma del D.lgs. n. 196/2003, i dati da Lei forniti saranno trattati per fini istituzionali e che il trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Il trattamento sarà effettuato con modalità manuale ed informatizzata. Il conferimento dei dati è facoltativo, ma l'eventuale rifiuto di fornire tali dati comporterà l'impossibilità di procedere. Il titolare del trattamento è il Comune di Viterbo ed il responsabile del trattanento è il Dirigente del V Settore. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'art.7 del D.lgs. 196/2003. 4


SETTORE SERVIZI SOCIALI SERVIZIO ASILI NIDO Via del Ginnasio, 1 – 01100 Viterbo – tel. 348573 tel. e fax: 0761/348563

SITO WEB: ww.comune.viterbo.it E-MAIL: asilonido@comune.viterbo.it

ANNO SCOLASTICO 2012/2013 progetto pedagogico/organizzativo degli Asili Nido (a cura dei responsabili degli Asili Nido)

e

informazioni utili per la compilazione della domanda di iscrizione

AL SERVIZIO ASILI NIDO Per permettere la visita ai genitori interessati all'iscrizione, gli Asili Nido saranno aperti sabato 12 – 19 – 26 Maggio 2012 (orario 9,30 – 12,30). DA LEGGERE PRIMA DELLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA E DA CONSERVARE 5


TEMPI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Le domande di ammissione agli Asili Nido potranno essere presentate dal giorno 03/05/2012 al giorno 31/05/2012, con le seguenti modalità: consegna a mano presso il protocollo generale del Comune di Viterbo via Ascenzi n.1 secondo piano

(dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 e il martedì e giovedì anche dalle ore 16 alle ore 17). spedizione postale indirizzata a: Comune di Viterbo - V Settore - Servizio Asili Nido - Via Ascenzi, 1- 01100 Viterbo. Le domande debbono comunque pervenire entro e non oltre il 31 maggio 2012, pena esclusione; farà fede il timbro di arrivo apposto dal protocollo generale del Comune di Viterbo. All’interno del periodo indicato per la presentazione delle domande non costituisce precedenza la data di presentazione delle stesse . La domanda va compilata in stampatello in ogni sua parte e corredata degli allegati richiesti; quelle pervenute incomplete e/o illeggibili non verranno prese in esame.

MODALITA' DI ISCRIZIONE AL NIDO Possono presentare domanda di iscrizione al servizio nido i genitori dei bambini di età compresa nella fascia 0-3 anni, residenti o domiciliati o che prestino attività lavorativa nel territorio comunale (con priorità per i residenti). Possono inoltrare domanda anche le gestanti con data presunta del parto non oltre il 30/09/2012 (da documentare con certificazione medica specialistica da allegare alla domanda). Nello stampato della domanda va dichiarata la situazione di famiglia e di residenza di entrambi i genitori del bambino per il quale si richiede l’iscrizione. Nello stampato della domanda va inoltre specificato l’orario che si intende richiedere, tenendo conto che la frequenza pomeridiana e del sabato mattina può essere richiesta solamente nel caso in cui siano svolte attività lavorative e/o di studio da parte di entrambi i genitori, che dovranno allegare apposita certificazione giustificativa al momento della chiamata alla frequenza. L’assegnazione dell’orario pomeridiano e del sabato mattina è subordinata alla disponibilità di posti. Sarà stilata specifica graduatoria tra i richiedenti dopo la chiamata alla frequenza. L’Amministrazione si riserva la possibilità di non attivare l’orario del sabato mattina in presenza di poche richieste. Si ricorda che la scelta degli orari non avrà comunque alcuna influenza sulla formulazione delle graduatorie di ammissioni. Alla domanda deve essere allegata: • Fotocopia del documento di identità in corso di validità di entrambi i genitori. • Fotocopia della dichiarazione dei redditi 2011 relativa ai redditi 2010 di entrambi i genitori corredata dalla ricevuta di presentazione all’Agenzia delle Entrate. • Per le gestanti, certificazione medica specialistica con data presunta del parto. • Per i bambini diversamente abili, certificazione di diagnosi funzionale indicante il tipo di rapporto richiesto educatore-bambino.

ELENCO ASILI NIDO ASILI NIDO COMUNALI “I CUCCIOLI 1 e 2” “LA FATTORIA DEI PICCOLI” - MONTERAZZANO(*) (Via Santa Maria in Volturno, 27 – Vt – tel. 0761/348288) (Strada Monterazzano, s.n.c. – Vt – ) ASILI NIDO PRIVATI CONVENZIONATI Asilo Nido “L’ARCA DEI BIMBI” Asilo Nido“BOTTEGA DEI TALENTI”(*) (Viale Fiume, 115 – Bagnaia – VT – tel. 0761/287148) (Via Raffaello, 16/H – Vt – tel. 0761/360027) (Via I. Garbini, 105 – Viterbo – tel. 0761/270652)

Asilo Nido “LA CHIOCCIA”(*) (Via G. Donizetti, 14 – Viterbo – tel. 0761/321795)

Asilo Nido “MILU'” (Via del Pinturicchio, 32 – Vt – tel. 348/8962013)

Asilo Nido “POLLICINO 1” (Via Campo Sportivo Scolastico, 6 – Vt – tel. 328/3453374)

Asilo Nido “POLLICINO 2” (Viale Bruno Buozzi, 14 – Vt – tel. 328/3453374)

Asilo Nido “UNITUS” (Via Emilio Bianchi, – Vt – tel. 331/3289924 )

Asilo Nido “IL GIARDINO D’INFANZIA”

6


SCELTA DEI NIDI

Sarà possibile, nella domanda di iscrizione al servizio Asilo Nido, indicare le proprie preferenze relativamente ai dieci Nidi proposti, contrassegnando i Nidi con i numeri ordinandoli da 1 (nido per il quale si esprime la preferenza principale) a 10 (eventuale ultima scelta).Utilizzare lo zero per contrassegnare i Nidi a cui non si è affatto interessati. Non lasciare caselle vuote ed utilizzare solamente i numeri. In presenza di caselle vuote le stesse saranno considerate come zero, cioè Nidi per i quali non si è affatto interessati. I Nidi contrassegnati con l'asterisco (*) non accolgono i bambini della sezione lattanti (bambini nati nell'anno 2012) pertanto gli utenti interessati contrassegnino con lo zero i Nidi suddetti. Sono in atto le procedure per la definizione dei posti-nido disponibili in ciascuna struttura L'assegnazione dei posti è subordinata alle risultanze delle stesse.

FORMULAZIONE GRADUATORIE Tutte le richieste di iscrizione pervenute nei termini saranno suddivise per fasce di età: LATTANTI SEMIDIVEZZI DIVEZZI nati e nascituri anno 2012 nati anno 2011 nati anno 2010 Le domande saranno esaminate dai Comitati di Gestione dei Nidi che compileranno apposite graduatorie di ammissione. Le graduatorie saranno stilate dai Comitati di Gestione dando precedenza ai seguenti casi, così come indicato nel Regolamento di Gestione dei Nidi: ♦I bambini diversamente abili, alla cui domanda i genitori debbono allegare una certificazione di diagnosi funzionale indicante il tipo di rapporto richiesto educatore-bambino; ♦I bambini di madre nubile, vedova, divorziata, o di padre celibe, vedovo, divorziato, che sia unico genitore convivente (farà fede lo stato di famiglia); bambini i cui fratelli frequentino già il Nido e continuino la frequenza anche nell’anno scolastico per cui si presenta domanda. ♦Tutti gli altri richiedenti saranno inseriti in graduatoria secondo il reddito dei genitori. Il nucleo familiare si intende composto dai genitori del bimbo (anche se non presenti sullo stesso stato di famiglia) e dagli altri figli conviventi con la/il bambina/o per il quale si richiede il Nido. A parità di posizione, nella graduatoria si darà precedenza alla minore età della/del bambina/o. La residenza nel Comune di Viterbo sarà considerata prioritaria per l’inserimento nelle graduatorie. Per formulare tutte le graduatorie per ogni richiedente viene calcolato il “Q. F. (quoziente familiare)”, ottenuto sommando i redditi lordi di ogni componente il nucleo familiare e dividendo poi per il numero dei componenti stessi. Le graduatorie saranno rese pubbliche presso l'Asilo Nido Comunale, il Settore Servizi Sociali e sul sito internet del Comune.

ASSEGNAZIONE DEI POSTI E CHIAMATA ALLA FREQUENZA La pubblicazione delle graduatorie, varrà come comunicazione agli utenti, ammessi. Per essi nella stessa graduatoria verrà inoltre indicato un termine entro cui presentarsi all'ufficio Asili Nido per l'accettazione dei posti disponibili; in caso di mancato riscontro, l'utente verrà considerato rinunciatario. L’assegnazione dei posti, rispettando l’ordine delle graduatorie, sarà effettuata tenendo conto delle preferenze del nido indicate nella domanda. Al momento della accettazione del posto nido da parte dell'utente verrà comunicato il nido assegnato, la data di inizio della frequenza dell’utente e l’importo della retta mensile. Dopo tre rinunce da parte del medesimo utente a tre successive offerte di posti-nido, l'utente rinunciatario non verrà più interpellato per ulteriori posti. I bambini non ancora nati, per i quali è possibile presentare domanda ai sensi dell’art. 1.5 del regolamento di gestione degli Asili Nido Comunali, saranno inseriti in graduatoria ma potranno essere chiamati alla frequenza solamente al compimento del terzo mese di età, ed in regola con le vaccinazioni obbligatorie per legge, relativamente alla disponibilità dei posti. Le attività dei Nidi inizieranno il 10/09/2012 e termineranno il 28/06/2013. Ricordiamo che il Nido rimarrà chiuso per le festività natalizie e pasquali come da calendario scolastico regionale oltre che in altri eventuali giorni approvati dai Comitati di Gestione. Gli inserimenti dei nuovi utenti verranno effettuati distribuendoli settimanalmente dalla seconda settimana di apertura del Nido, seguendo l’ordine della graduatoria. Il primo periodo di frequenza al nido del bambino, denominato “AMBIENTAMENTO”, prevede tempi di permanenza graduali e personalizzati concordati con le educatrici della sezione e con la presenza di una figura di riferimento per il bambino.

7


L’ASILO NIDO UN’OPPORTUNITA’ DI CRESCITA ASILI NIDO COMUNALI I CUCCIOLI 1 E 2

Via Santa Maria in Volturno 27 - 01100 Viterbo – tel. 0761/348288 L'asilo nido e’ uno dei contesti elettivi per cogliere gli indici predittivi delle capacità apprenditive, relazionali, psicomotorie ed emotive del bambino. Questo è il luogo per lavorare sulla progettazione educativa e sulla prevenzione , costruite su una trama metodologica individualizzata per ciascun bambino. L'asilo nido mostra l'opportunità d’interventi pedagogici mirati a focalizzare la consapevolezza che il bambino si evolve e cresce incredibilmente su molteplici aspetti contemporaneamente: • garantire la continuità al bambino nei passaggi dall'asilo nido alla scuola primaria; • pensare le attività educative come fine per garantire gli apprendimenti e preparare le basi per i futuri successi scolastici e le autonomie pratiche ed emotive; • strutturare un percorso individualizzato per coloro che presentano già delle disarmonie e delle difficoltà. Il nido è un luogo dove ogni bambino/a trova occasioni di gioco, di curiosità e di scoperta, di socializzazione tra coetanei, di esplorazione dell’ambiente circostante in un clima affettivamente sereno e nel rispetto dei propri ritmi evolutivi. E’ un servizio complesso, perché’ vi sono molte figure interne ed esterne che interagiscono e molte sono le attività che si svolgono al suo interno con intento educativo verso: i bimbi, la famiglia, il territorio. Accanto ai campi di esperienza, che fanno da sfondo alle attività curriculari, l’approccio educativo/pedagogico, è d’aiuto nel proporre percorsi mirati al raggiungimento della consapevolezza dei rapporti spaziali, con l'obiettivo di conquistare abilità organizzative temporali e di movimento, alimentando il controllo tonico, sviluppando disponibilità e abilità relazionali. Al Nido molti adulti si mettono in gioco, primi tra tutti i genitori e le educatrici coinvolte spesso nel dare conseguenza con le loro competenze ed emozioni a progetti che nascono, si sviluppano, si intrecciano e si intersecano con le attività quotidiane. Esso rappresenta un servizio nel quale un forte gruppo di lavoro, voluto e creato nel tempo, organizza, progetta, riflette sull’essere bambini oggi. Il bambino al nido vive la sua giornata alternando momenti di routine (il pranzo, il sonno, il cambio) a momenti di gioco individuale e di gruppo, con l’attenzione e la cura delle educatrici, in ambienti e spazi opportunamente strutturati ed arredati. La struttura, gli spazi, gli arredi, gli oggetti ed i materiali, sono pensati in modo da favorire una piacevole permanenza del bambino, rispondendo al bisogno di cure e di sicurezza, di protezione e di autonomia, di movimento, di gioco collettivo e di momenti di intimità.

L’INGRESSO Dopo aver appreso dall’ufficio amministrativo preposto l’ammissione del bambino, le educatrici Vi contatteranno per un colloquio, che avverrà presso la sede dei Nidi medesimi, importante base di conoscenza dell’ambiente in cui verrà accolto il bambino. Lo scopo di questo incontro è di creare una relazione funzionale ad uno scambio di informazioni e conoscenze nell’interesse del piccolo utente. L’ambientamento che inizia in data e con orario da stabilire è molto delicato in quanto coinvolge tutti e tre gli attori della vita del Nido: bimbi, genitori ed educatrici. In particolare richiede sensibilità ed attenzione per ogni bambino/a in quanto ciascuno ha modalità comunicative, tempi di adattamento, reazioni al nuovo, sue proprie e pertanto sia la gradualità dei tempi che le modalità di approccio vanno calibrate sulle esigenze individuali.

I CONTESTI D’ESPERIENZA Il tempo che il bambino trascorre al nido è l’espressione di una quotidianità complessa che nasce dal continuo intreccio di situazioni diverse che si susseguono durante la giornata.

8


Annualmente il Team di sezione programma: LA ROUTINE L’ATTIVITA’ LIBERA L’ATTIVITA’ STRUTTURATA Ciascuna di esse assume importanza diversa ed occupa un tempo variabile secondo la fascia di età dei bambini.

LA ROUTINE Entrano in questa tipologia tutte quelle attività che si ripetono ogni giorno con la stessa modalità ed in un tempo uguale ma non per questo scadono in una ripetizione meccanica ed avvilita nel tempo. A tal proposito si utilizza il termine ‘cure’, che riguardano: l’ingresso e tutte le operazioni connesse, l’accoglienza, la preparazione alla colazione, il bagno, la preparazione al pranzo, il pranzo, il riposo, l’uscita.

LE ATTIVITA’ LIBERE Sono quelle che il bambino fa scegliendosi l’angolo e gli oggetti che preferisce, utilizzandoli, con la mediazione dell’educatrice, in modo proprio. Anche se libere, queste attività si basano comunque su un contenimento il cui presupposto è sempre la regola che il bambino/a è invitato a seguire, l’educatrice ha il delicato compito di far sì che il piccolo utilizzi funzionalmente l’oggetto.

LE ATTIVITA’ STRUTTURATE Operano all’interno di progetti specifici, vengono attuate esperienze che corrispondono ad obiettivi diversi rispetto a quelli formulati per le attività di routine e libere.

FASI DEL NIDO Il tempo che il bambino o la bambina vive al Nido si connota in modo diverso secondo i caratteri che sono propri del periodo. Infatti le problematiche affrontate in ambientamento non sono le stesse che coinvolgono bimbi ed educatrici nei periodi successivi tanto che per cogliere appieno il loro significato, abbiamo diviso l’anno educativo in fasi: 1° fase – l’Ambientamento per i bimbi che fanno il loro primo ingresso al Nido, il Riambientamento per i bimbi che affrontano il 2° e 3° anno al Nido; 2° fase – Il Tempo della Crescita, finita la fase di ambientamento/riambientamento il bambino e la bambina hanno modo di sviluppare appieno il loro potenziale cognitivo, affettivo, emotivo e relazionale; 3°fase – La Rielaborazione è il momento di tirare un po’ le fila sia da parte del bambino che dell’educatrice che ha visto snodarsi una serie di processi e può’ fare qualche bilancio assieme ai genitori.

INCONTRARE I GENITORI Le famiglie ed il personale sono periodicamente coinvolti sui vari indirizzi educativi. Questi momenti d’incontro diventano il punto di partenza per azioni di sensibilizzazione, scambio e riflessione, nei quali si ha modo di conoscersi, di comunicare, di riflettere sull’andamento della crescita del bambino. L’esperienza e la riflessione metodologica permettono di individuare un percorso condiviso tramite periodici incontri con i genitori, con cui vengono anche organizzati laboratori di attività didattiche. Negli incontri emergeranno contenuti e informazioni utili relative al bambino ed alla sua crescita all’interno del Nido con uno scambio e una collaborazione continua. Il Gruppo Educativo è inoltre disponibile a mantenere un dialogo sempre aperto con le famiglie.

FIGURA DI RIFERIMENTO All’interno del Nido l’adulto diventa mediatore tra il bambino e l’ambiente. La relazione che si instaura tra l’educatrice e il bambino permette allo stesso di entrare in contatto con il mondo circostante, con gli oggetti e con gli altri.

9


Le educatrici aiutate dall’ambiente costruito in funzione del bambino, comunicano non solo informazioni e conoscenze ma anche forme di comportamento che stimolano il bambino e lo aiutano nelle prime esperienze. Condividono così il rispetto delle regole, la partecipazione alla vita quotidiana instaurando un rapporto che aiuterà il bambino a conquistare la propria autonomia e indipendenza.

LE NOSTRE SCELTE Le attività educative del Nido si muovono per finalità generali ed obiettivi generali, condivisi da tutto lo staff educativo, per ottenerle il percorso si articola attraverso progetti differenziati e specifici protratti nel tempo, servendosi dell’azione quotidiana e del gioco per raggiungerli. Gli obiettivi generali nascono dal bisogno di favorire l’autonomia tramite la libera scelta dei materiali, del tempo e dello spazio in funzione degli apprendimenti, il tutto si integra con i principi della Pedagogia Clinica che indica nuove metodologie d’intervento educativo, basate su azioni mirate ad assicurare che le programmazioni educative e pedagogiche funzionali vadano a costruire un futuro curriculum scolastico di successo, progetto in continua evoluzione, partendo dalle potenzialità del bambino, cioè dalle risorse e dai punti di forza amplificandole attraverso le giuste stimolazioni e sollecitazioni. La pedagogia clinica offre alle educatrici gli strumenti per poter operare in questo senso, attraverso la condivisione di modalità pedagogiche e pratiche già sperimentate, dando l'opportunità al bambino di seguire le proposte come fonte di sollecitazioni educative, generatrici d’interesse e motivazione, fulcro essenziale degli apprendimenti e della stimolazione emotiva. La parola 'clinica', è intesa nel senso di klinè=letto, ovvero tutto ciò a cui l'uomo può appoggiarsi, distendersi, adagiarsi, infatti l'azione di questa figura in ambito professionale è stare 'vicino nel momento del bisogno', vicinanza al bambino intesa in un dialogo reciproco di rispettosa intimità, alle educatrici intesa come supporto d'aiuto nelle scelte di strategie educative sempre piu' funzionali allo sviluppo evolutivo del piccolo utente. Un nido che segue tale orientamento educativo pedagogico rappresenta una 'domus' (casa) della persona in divenire, dove l'educatrice ritrova la sua unità e quella del bambino. E' il luogo d'incontro di culture e saperi, buona prassi nata allo scopo di favorire il superamento di ostacoli e il divenire della persona. Dove chiedere e' sempre lecito. Dove ogni bambino è rispettato per come è e per come si rappresenta, è accolto in un'atmosfera di ascolto e considerato un attore protagonista, portatore di un particolare talento. Il bambino giocando vive al nido momenti fondanti per il suo sviluppo. L'educatore lo osserva e percepisce le sue storie interne, il suo modo di percepire il mondo, il suo moto fisico e mentale. Stare al gioco con il bambino significa scendere al suo livello, stare in contatto, sostenendo le parole, i gesti, le emozioni, aiutarlo a costruire le proprie abilità, nel rispetto della sua globale potenzialità in divenire'

I NIDI COMUNALI SI CHIAMANO ' I CUCCIOLI' Il loro nome giustifica quello delle sezioni. Pulcini e Cerbiatti, per i lattanti; Coccinelle e Leoncini, per i Semidivezzi; Lupacchiotti, Orsetti e Tigrotti per i Divezzi. A queste sezioni si aggiungono spazi comuni: ingressi, giardini, spazi per l'accoglienza e l'attesa dei genitori.

LA/IL BAMBINA/O E L'EDUCATRICE Ciascuna educatrice ha un gruppo di sei bambini/e all'interno di ogni sezione e per il gruppo rappresenta il riferimento certo, la figura che ponendosi in dialogo con la figura parentale aiuterà ciascuno di essi ad acquisire sempre maggiore autonomia e competenza nel fare. Il ruolo di questa figura di riferimento è fondamentale sia per la crescita che per lo sviluppo del bambino, anche se il dialogo ed il confronto tra tutte le educatrici della sezione aiuta a conoscere meglio ciascun bambino o bambina ed a dare risposte congrue ai suoi bisogni. La relazione è il tratto che caratterizza il rapporto tra l'educatrice di riferimento ed il bimbo, ampliandosi poi agli altri sia adulti che bambini.

10


RISORSE E PROFESSIONALITA' Il nido si caratterizza per la molteplicità' degli interventi diversi sul ruolo che contribuiscono sinergicamente a creare la qualità del servizio. Il Nido ha il suo interno varie figure professionali che dialogano con l'esterno. Tutti i servizi che si integrano e si intersecano nella quotidianità contribuiscono ognuno per la sua funzione e specificità a offrire una ambiente adeguato ai bambini ed alle loro famiglie. La congruità e l'armonia degli interventi educativi interni dati dalla coordinazione tra le varie figure operanti nel servizio, la continuità tra Nido, Scuola e Territorio, nonché la continua collaborazione con i genitori organizzando incontri e Laboratori di formazione a loro molto graditi, sono promossi dal coordinamento pedagogico, condotto dalla Pedagogista Clinica del Comune di Viterbo.

L'ORGANIZZAZIONE DELL'AMBIENTE Si creano le condizioni giuste perché il bambino si renda disponibile a recepire le opportunità educative-ludiche favorevoli al suo apprendimento. In proposito, fondamentale è la strutturazione degli spazi, tenendo conto del rapporto: corpo/tempo/spazio, l'ambiente dell'asilo nido di solito è diviso in angoli (grafico-pittorico, simbolico, logico, ecc.), strutturati e soggetti a cambiamenti in funzione della programmazione educativa, costruita in riferimento ai campi d'esperienza, che verranno indicati nel piano di attività annuale. Tra i suddetti spazi vi è l'allestimento di un angolo psicomotorio, dove si può pensare ad attività ritmiche percettivetemporali favorevoli ad una corretta costruzione dello schema corporeo.

ASILO NIDO COMUNALE “MONTERAZZANO” Strada Monterazzano snc Viterbo

Dal mese di settembre 2011 l'Amministrazione Comunale ha provveduto all'apertura del nuovo Asilo Nido Comunale “Agrinido La Fattoria dei Piccoli”. Il nido è situato in località Monterazzano - si accede dalla strada Toscanese – a pochi chilometri dal centro cittadino. Posto su una collinetta nella piazzetta del luogo con accanto la piccola chiesa, il nido è immerso nel verde della campagna. L'edificio, già scuola materna ed elementare, è stato recentemente ristrutturato e può ospitare venti bambini di età compresa tra uno e tre anni (sezioni semidivezzi e divezzi). ______________________________________________________________________________

ASILO NIDO PRIVATO “ARCA DEI BIMBI”

Viale Fiume 115 Bagnaia Viterbo tel. 0761/287148 cooparcu2002@libero.it

PREMESSA L’Asilo Nido “Arca dei Bimbi” è presente sul territorio di Viterbo da Novembre 2001. La Cooperativa Sociale ARCU 2002 che gestisce questa struttura è già impegnata da diversi anni nella fruizione di servizi e iniziative riguardanti il contesto sociale ed educativo. Dall’anno scolastico 2003/2004 il nostro Asilo è convenzionato con il Comune di Viterbo ed accoglie sessanta bambini di età compresa tra 3 mesi/3 anni.( 54 posti sono in convenzione con il Comune di Viterbo) Il gruppo educativo è composto da quattordici educatrici addette all’infanzia, due assistenti e una cuoca. Per quanto riguarda la scelta educativa e didattica il gruppo educativo si avvale della consulenza della Coordinatrice Pedagogica Dott.ssa Elisa Calabrò, e della supervisione dei coordinamenti dei nidi effettuata dalla Pedagogista del Comune di Viterbo Dott.ssa Purchiaroni Rosa Maria, che lavorando in equipe affiancano e supportano costantemente le educatrici nel loro lavoro. Le attività educative del nostro Nido, si basano su alcune scelte fondamentali quali: la cura del bambino, la collaborazione con i genitori e la relazione. In tal modo ci proponiamo di offrire un servizio di qualità in tutti i suoi aspetti organizzativi e di contenuto, nella convinzione che tutto l’ambiente in cui il bambino trascorre gran parte della sua giornata debba essere costruito con

11


criteri intenzionalmente educativi. Pertanto le scelte di fondo sono comuni, mentre si differenziano le modalità di interpretazione didattica e gestione di percorsi specifici nelle tre distinte sezioni: “PICCOLI” (LATTANTI) “MEDI” (SEMIDIVEZZI) e “GRANDI” (DIVEZZI).

SCELTE FONDAMENTALI Idea di Bambino: il Bambino è inteso come soggetto centrale ed attivo, in grado di entrare in relazione con l’adulto e l'ambiente circostante e di costruire la propria conoscenza e la propria autonomia. I Genitori: con i quali è necessaria la più ampia collaborazione stabilita su una vasta gamma di obiettivi comuni. Questo perché la famiglia è il primo luogo di crescita fisica, emotiva e cognitiva; sede delle prime esperienze e della prima socializzazione con il mondo esterno. La Relazione: costituisce una scelta di qualità in quanto prende in esame i singoli ed i gruppi (bambini ed adulti), gli oggetti, lo spazio ed il tempo per attivare un ambiente totalmente educativo sia sul piano fisico che psicologico, facilitando in tal modo i percorsi di crescita individuali.

AMBIENTE (Organizzazione degli spazi e degli arredi per assicurare la centralità del bambino). Lo spazio è suddiviso in angoli facilmente identificabili dai bambini; il materiale ludicodidattico e le aree rispondono alle esigenze dei bambini. Gli angoli sono ben definiti e facilmente identificabili sono armonici e o aiutano nelle prime esperienze. Condividono cosi il rispetto delle regole, la partecipazione alla vita quotidiana instaurando un rapporto che aiuterà il bambino a conquistare la propria autonomia e indipendenza. LE NOSTRE SCELTE… pensato anche in funzione degli adulti, l’arredamento favorisce l’autonomia del bambino e il materiale ludico-didattico ne favorisce il protagonismo. Tutto l’ambiente NIDO, dalla cucina ai servizi, alle sezioni è proteso a: - PROMUOVERE l’autonomia dei bambini - FAVORIRE gli scambi sociali - STIMOLARE lo sviluppo cognitivo.

INCONTRARE I GENITORI… Le famiglie ed il personale sono periodicamente coinvolti sui vari indirizzi educativi. Questi momenti d’incontro diventano il punto di partenza per azioni di sensibilizzazione, scambio e riflessione, nei quali si ha modo di conoscersi, di comunicare, di riflettere sull’andamento della crescita del bambino. L’esperienza e la riflessione metodologica permettono di individuare un percorso a tappe ben preciso degli appuntamenti con i genitori. Negli incontri emergeranno contenuti e informazioni utili sul bambino e il suo percorso all’interno del nido per uno scambio e una collaborazione continua. Il gruppo educativo è inoltre disponibile a mantenere un dialogo sempre aperto con le famiglie.

FIGURA DI RIFERIMENTO All’interno del nido l’adulto diventa mediatore tra il bambino e l’ambiente. La relazione che si instaura tra l’educatrice e il bambino permette allo stesso di entrare in contatto con il mondo circostante, con gli oggetti e con gli altri. Le educatrici aiutate dall’ambiente costruito in funzione del bambino, comunicano non solo informazioni e conoscenze ma anche forme di comportamento che stimolano il bambino e l Le attività educative del nostro nido si muovono per finalità generali e obiettivi generali, condivisi da tutto lo staff educativo, per ottenerle il percorso si articola attraverso progetti differenziati e specifici protratti nel tempo, servendosi dell’azione quotidiana e del gioco per raggiungerli. Gli obiettivi generali nascono dal bisogno di favorire l’autonomia con la libera scelta di materiali, tempo, spazio e di apprendimento. I nostri strumenti per definire e promuovere gli obiettivi sono molteplici ma il contributo più forte e significativo arriva dalla realizzazione di un ambiente studiato, con spazi ben organizzati e articolati.

12


ASILO NIDO PRIVATO “BOTTEGA DEI TALENTI” Via Raffaello 16/H Viterbo tel. 0761/360027

L’ asilo nido e scuola dell’infanzia “Bottega dei Talenti”, nasce a maggio 2010, è un servizio socio educativo rivolto a bambini dai 12 mesi ai 6 anni di età. L’asilo è situato nel quartiere Santa Barbara,in via Raffaello 16/h un quartiere viterbese nato nel 1990 a circa 2 chilometri dal centro storico, in continuo sviluppo, che oggi accoglie più di 5.000 abitanti. La struttura, concorre con le famiglie all’educazione ed al benessere fisico-emotivo dei loro bambini in ottica di costante collaborazione e condivisione con la famiglia, ed è volta a riconoscere e valorizzare le competenze presenti in un bambino a partire da un anno di vita, nel momento in cui entra al nido, assicurandogli un ambiente educativo idoneo per il suo sviluppo psicofisico e garantendogli le cure che possano supportare tale sviluppo. Concordiamo l’accoglienza dei bambini con bisogni “speciali” sulla base di un piano educativo individualizzato. Vengono svolti vari laboratori che privilegiano l’espressione artistica del bambino tra i quali un laboratorio di teatro, di arte, e di musica in collaborazione con esperti del settore del territorio viterbese. All’interno della struttura vi è anche un’insegnante di madre lingua inglese. Durante l’anno, inoltre organizza vari laboratori “genitore-bambino”, in cui vengono svolte delle attività proposte nelle programmazione dell’asilo. L’asilo è aperto dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 19,00( in convenzione con il Comune di Viterbo per l'orario 7,30 – 17,30) . La struttura rimane aperta tutto l’anno ( in convenzione con il Comune di Viterbo per lil perodo settembre – giugno) . Giornata tipo ore 7.30 - 9.00 entrata, accoglienza, gioco libero

ore 12.00

pranzo “medi” e “grandi”

l’angolo del buongiorno e delle coccole

ore 13.15

igiene e riposo “medi” e “grandi”

ore 9.30 – 9.45 divisione in gruppi e colazione

ore 14.30

cambi prima uscita

ore 10.00 – 11.30 canzoni, musica, fiabe, motricità, gioco euristico, gioco simbolico, gioco libero/giardino

ore 16.00

merenda

ore 11.00

ore 16.30 - 17.30 (seconda uscita) canzoni, musica, fiabe, motricità

cambio “medi” e “grandi"

13


ASILO NIDO PRIVATO “ IL GIARDINO D’INFANZIA” Via I. Garbini n° 105 - Viterbo - Tel. e Fax 0761-270652 Vi aspettiamo presso la nostra struttura nei sabati 12, 19 e 26 del mese di Maggio. le educatrici saranno a Vostra disposizione per qualsiasi informazione e per far visitare la struttura, dalle ore 9,30 alle ore 12,30.

PREMESSA La Giulia Società Coop. Sociale, che gestisce l’Asilo Nido “Il Giardino d’Infanzia”, offre un servizio sociale ed educativo di interesse pubblico rivolgendosi ai bambini ed alle loro famiglie. Per meglio sopperire alle esigenze del territorio l’Asilo è entrato in convenzione con il Comune di Viterbo da Gennaio 2001; ciò ha dato la possibilità alle educatrici di avvalersi della professionalità della Coordinatrice Educativa del nido Comunale Dr.ssa Rosa Maria Purchiaroni. In seguito ad incontri e riflessioni sul compito che ricopre il Nido in generale, e le figure professionali ad esso legate, abbiamo voluto riportare le nostre scelte educative e i presupposti su cui ci siamo basate.

LE SCELTE EDUCATIVE Le educatrici e tutto il personale che lavora presso il Nido condividono lo stesso pensiero di bambino. Il bambino è una persona con una sua dignità e diritti e non è solo “piccolo”. Da qui l’esigenza di creare un luogo che risponda in tutto e per tutto al suo sviluppo fisico, psichico e cognitivo. Non solo il Nido è l’ambiente dove troviamo tutto a misura, ma è il luogo dove il bambino stesso trova attività, lavori e giochi che rispondano adeguatamente alla sua crescita e soddisfino la sua curiosità. Per far sì che ciò avvenga serenamente è nostra intenzione dare particolare attenzione alla famiglia, con la quale vogliamo instaurare e mantenere nel tempo, un rapporto di fiducia reciproca. Il ruolo della famiglia è necessario e fondamentale per garantire la continuità che il Nido vuole dare al bambino nel corso degli anni, organizzando al meglio le sezioni con un criterio di aree costanti e progressive. Gli obiettivi generali su cui si fonda la nostra azione educativa sono tre: Il Nido promuove l’AUTONOMIA personale di ciascun bambino; Il Nido favorisce lo SCAMBIO SOCIALE del bambino nell’ambiente; Il Nido favorisce lo SVILUPPO COGNITIVO.

ORGANIZZAZIONE DELLA STRUTTURA L’Asilo è strutturato in modo accogliente: ha le dimensioni e il calore di una grande casa, in cui, però, tutto è a portata di bambino. Vi è un grande terrazzo dove poter giocare quando il tempo lo permette. All’interno della struttura vi sono tre sezioni: Lattanti ( 3 mesi -1 anno), Semi-divezzi ( 1-2 anni) e Divezzi (2-3 anni).

L’AMBIENTAMENTO L’ambientamento costituisce un’importante occasione per consentire a Voi di conoscere il Nido e le educatrici che si prenderanno cura di Vostro figlio. Allo stesso tempo anche loro avranno modo di conoscerVi per integrare l’esperienza del Nido con quella già acquisita dal bambino a casa. Durante tale periodo Vi chiediamo disponibilità nell’assecondare la richiesta del bambino di averVi accanto per permettergli di familiarizzare con il suo nuovo ambiente ed entrare in relazione con le educatrici, rispettando quelli che saranno i suoi tempi. Prima dell’ambientamento, durante un colloquio preliminare, le educatrici Vi metteranno al corrente delle varie tappe da seguire e rispettare per un’ottima riuscita dell’ambientamento stesso, negli interessi del bambino.

14


ASILO NIDO PRIVATO “LA CHIOCCIA” Via G. Donizetti 14 Viterbo tel. 0761/321795

L’asilo nido “La Chioccia” nasce nel 2002 ed è accuratamente gestito, con continui e costanti aggiornamenti, dalla titolare e da educatrici qualificate con esperienza pluriennale. Inoltre il nido è accuratamente supervisionato dalla pedagogista del Comune di Viterbo, la Dottoressa Rosa Maria Purchiaroni, la quale coordina con estrema professionalità e competenza le attività scelte e proposte, eventuali problematiche legate all’ambientamento del bambino o alla sua permanenza al nido, i nostri progetti didattici ed i laboratori e riunioni con i genitori. La struttura è ubicata in posizione invidiabile, in zona poco trafficata, immersa nel verde, al riparo da confusione e smog, in quartiere estremamente tranquillo e accoglie 18 bambini (max), tra i 12 e i 36 mesi. Il primo passo che ogni bambino deve compiere al nido è l’ambientamento: esso viene effettuato in maniera personalizzata e graduale in stretta collaborazione tra l’educatrice di riferimento e il genitore che se ne occupa. Terminata la fase dell’ambientamento (obiettivi a breve termine), inizia una nuova e stimolante fase in cui il bambino fa gradualmente proprie le varie attività che gli vengono proposte e consolida i rapporti con le educatrici ed i compagni (obiettivi a medio termine). Infine avviene il periodo del consolidamento di tutto il vissuto del piccolo, dal primo giorno di nido all’ultimo, le competenze sono ormai delle certezze e molti obiettivi saranno raggiunti e mostrati ai genitori attraverso foto e video (obiettivi a lungo termine). Il nostro asilo nido si sgancia da ciò che distingue abitualmente i nidi della zona, abbandonando l’esclusività del metodo Montessoriano, abbracciando metodi differenti e numerose attività innovative, basate sulla sensorialità per la tranquillità e il rilassamento del bambino e l’avvicinamento alla natura. Basandosi su di una pluralità di metodi offerti dalla Pedagogia Clinica che permettono, adattandoli ad ogni singolo bambino, di consolidare le proprie capacità, evitando potenziali disagi. Utilizzare più metodi apre la mente delle educatrici alle capacità di far godere al piccolo delle sue sensazioni accordando completezza emotiva e fisica facendogli trovare un principio equilibratore idoneo a sviluppare un’armonica personalità. Viene infatti proposto il “Laboratorio della natura”, il quale offre ai bambini la possibilità di curare piante, fiori e orto, realizzare piccole coltivazioni di semi da veder spuntare e crescere; tutto ciò stimola il rispetto e la curiosità nei confronti della natura facendola diventare un gioco meraviglioso. Alle piante si allaccia l’attività dell’“Aromaterapia”: oltre al sentire i vari odori delle piante, al bambino viene proposto anche di annusare vari tipi di essenze naturali dalle proprietà rilassanti, spezie e altri tipi di aromi; l’obiettivo è percepire odori sgradevoli e profumi, riconoscerli e denominarli, descrivere le proprie sensazioni, arricchire il proprio vocabolario. Al progetto sulla sensorialità, si allaccia l’unità didattica basata sulla conoscenza e il significato dei colori (es.: il bianco dà senso di ordine e pulito, l’azzurro ha effetto distensivo e calmante, giallo e arancione, in quanto colori caldi, sono simbolo di ottimismo, allegria e voglia di fare, verde è il colore dell’equilibrio e della sicurezza). All’Aromaterapia, si allacciano anche le altre attività sensoriali, quali: la Musicoterapia (effettuata dall’esperto di musica per l’infanzia, Antonio Laviola) e il “Tutto gusto”, unità didattica che si basa sul riconoscimento dei 4 sapori primari: acido, dolce, salato, amaro. Il fiore all’occhiello del nostro nido è l’attività della ginnastica-gioco, svolta da un’insegnante diplomata alla Federazione Ginnastica, che propone con e senza musica esercizi e percorsi psicomotori, per il coordinamento, lo sviluppo delle competenze corporee e della propria sicurezza interiore. Grande importanza viene anche attribuita all’arte-terapia e alla manipolazione: vengono proposti vari laboratori grafico-pittorici, come la pittura verticale, a terra con i colori a dita, con i gessi, ad olio su tela, acquarelli, timbri realizzati con tappi di sughero, arance secche, foglie ... Manipolazione di pongo colorato o pasta realizzata con acqua, farina e colorante alimentare. Inoltre proponiamo l’attività teatrale, svolta sia dai bimbi stessi, che dalle educatrici con le

15


marionette. Tutto ciò, viene completato dalle attività classiche, come quelle logiche, il travaso, il gioco simbolico, l’euristico, filastrocche e canzoni. L’intero anno si basa su una precisa programmazione composta dalle varie unità didattiche integrate dai vari progetti, il più coinvolgente è il “progetto fattoria” che culmina con la visita ad una delle fattorie didattiche della zona. Il nido è aperto tutto l’anno (in forma privata per le festività natalizie e pasquali e nei mesi estivi di luglio e agosto) con orario dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.30, e si avvale di un’ottima mensa attrezzata, anche per allergie e intolleranze. Gli ambienti sono completamente strutturati a misura di bambino, inoltre il nido gode di un grande giardino attrezzato con giochi dove in estate si allestiscono piccole piscine.

La Responsabile Chiara Porroni ______________________________________________________________________________

ASILO NIDO PRIVATO “MILU' “

Via del Pinturicchio 40 Viterbo tel. 348/8962013 L’asilo nido Milù ….. noi siamo così L’Asilo nido Milù è una struttura educativa rivolta a tutti i bambini i di età compresa tra i tre mesi ed i tre anni ed organizzata in modo tale da accompagnarli nel percorso di crescita e di sviluppo fisico e psichico. Il personale educativo di Milù sta frequentando corsi di aggiornamento inerenti l’indirizzo programmatico educativo che abbraccia gli strumenti della pedagogia clinica. Il fine ultimo consiste nel garantire una maggiore ottimizzazione del conseguimento degli obiettivi educativi attraverso le programmazioni arricchite di strumenti della pedagogia clinica; attraverso la corporeità si raggiunge la consapevolezza del proprio sé e si affinano strumenti volti ad influire positivamente sul futuro scolastico dei piccoli utenti. Le attività proposte dal nido sono diversificate in base alle diverse fasce di età e rispondono ad alcuni aspetti significativi:la socializzazione,lo sviluppo delle competenze, la conquista dell’autonomia e l’acquisizione di regole importanti per vivere serenamente i momenti di condivisione e di socializzazione. Il personale educativo di Milù considera alla base di tutti gli ambiti sopra esposti il coinvolgimento dei genitori nelle attività educative attraverso l’organizzazione dei laboratori che permettono la partecipazione attiva alla vita del nido attraverso lavori ed iniziative mirate. Il dialogo tra le educatrici ed i genitori si instaura e durante la fase dell’ambientamento, volta ad accompagnare il bambino nella sua fase di conoscenza e di esplorazione dell’ambiente, e si arricchisce giorno per giorno mediante il confronto attivo ed il dialogo. L’asilo Milù ha anche personale qualificato per l’integrazione dei bambini speciali ed è in contatto con le istituzioni territoriali; questi nuclei diventano il punto di partenza di una formazione che mira a sviluppare competenze professionali concrete secondo i bisogni formativi da affrontare. Per quanto concerne l’orientamento metodologica, l’asilo nido Milù coinvolge tutti i bambini iscritti con molteplici iniziative educative; gli obiettivi che lo staff educativo si prefigge sono: - l’ascolto, - l’interpretazione dei bisogni , - l’educazione all’autonomia personale, emotiva, cognitiva e psicologica.

In generale per quanto riguarda la metodologia applicata dall’asilo nido Milù ha come punti di forza il conseguimento dell’autonomia e la cura delle relazioni tra bambini mediante il ricorso ad attività mirate a stimolare la manipolazione, la ricerca e la scoperta. I 16


bambini sono messi in condizione di apprendere mediante la libertà di scelta dei materiali e degli ambiti di esplorazione; processo che favorisce il conseguimento delle autonomie e conferisce fiducia nell’impulso naturale del bambino ad agire e conoscere. L’asilo nido Milù ha deciso di adottare e di calare nella sua trama educativa , oltre agli aspetti della tradizione didattica, anche alcuni metodi tipici della pedagogia clinica, capaci di apportare contributi importanti nello sviluppo di una personalità armonica. L’obiettivo di primaria importanza che lo staff educativo si prefigge consiste nel realizzare un percorso formativoesperienziale volto a migliorare la conoscenza dello schema corporeo nei bambini, stimolare uno sviluppo integrato e darmonico che dia spazio alla creatività, al gioco e all'entrare in relazione con gli altri attraverso il corpo. Il bambino vive ed esplora attraverso il suo corpo nello spazio. Per l’a.s. 2011/12 la programmazione ha previsto l’adozione di uno sfondo integratore, “ll bosco incantato”; le educatrici hanno accompagnato i bambini nel percorso di scoperta degli elementi naturali attraverso dei personaggi “magici”, i folletti. Il colore ed il movimento si sono trasformati in strumenti di crescita e di scoperta.

GRAZIE PER L’ ATTENZIONE ASILO NIDO MILU’ di Terzoli Letizia Coordinatrice pedagogica Dott.ssa Laura Pierdomenico ______________________________________________________________________________

ASILO NIDO PRIVATO “POLLICINO”

sede di Via Campo Sportivo Scolastico 6 Viterbo tel. 328/3453374 (TEVERINA)

ASILO NIDO PRIVATO “POLLICINO 2”

sede di via Minciotti 5 Viterbo tel. 328/3453374 (PILASTRO) “Il tema portante dell'azione educativa si basa sulle “ALLEANZE EDUCATIVE” fin dal nido. A tal fine è stato attivato uno sportello pedagogico-clinico rivolto sia ai genitori che alle educatrici, per: • supportare in ordine a questioni educative e metodologiche, • offrire consulenza su aspetti che emergono nella vita quotidiana, • sostenere e favorire l'evoluzione e la crescita. A tale proposito il personale riceve formazione settimanale, al fine di offrire un servizio ragionato e di qualità Inoltre: • Il personale partecipa a corsi di aggiornamento e formazione; • Dentista specializzata nell'igiene orale dei bambini a disposizione dei genitori per consulenze e chiarimenti; • Insegnante di inglese madrelingua; • La titolare coordina personalmente l'attività e la progettazione dell'educazione alimentare e pedagogia auxologica tramite attività ludiche e laboratoriali, coinvolgendo anche la famiglia per la prevenzione dell'obesità infantile e squilibri alimentari dovuti ad una alimentazione scorretta; • Personale formato per “capire e conoscere i disturbi del bambino con ADHD”; • Personale formato sulla tematica “i bambini e le fiabe. Significato e valore della narrazione”; • la cucina è interna al Nido; • Siamo attenti a tutti i tipi di intolleranza, anche alla celiachia; • I bambini all'interno della sezione semidivezzi e divezzi sono ulteriormente divisi di 6 mesi in 6 mesi in modo da presentare progetti adeguati al raggiungimento degli obiettivi;

17


L'asilo è aperto tutto l'anno (in forma privata per le festività natalizie e pasquali e nei mesi estivi di luglio e agosto); • E' presente un laboratorio per l'incontro periodico con i genitori; • Il personale ha frequentato il corso per la corretta igiene sulla manipolazione degli alimenti (haccp); • Il personale ha frequentato il corso di primo soccorso ed antincendio; Nell'asilo nido sono presenti 3 sezioni così denominate: Sezione divezzi, semidivezzi e lattanti Nelle sezioni gli spazi sono suddivisi in angoli, pensati in base all’età dei bambini; Gli asili nido vengono gestiti privatamente in base alle normative vigenti ed al regolamento interno e sono dotati di un piano d’evacuazione. Le strutture sono prive di barriere architettoniche. Gli edifici sono situati a piano terra, così distribuiti: all’esterno vi è un’area che è attrezzata per lo svago dei bimbi nelle giornate di sole durante i mesi più caldi. Entrando troviamo l’atrio arredato con armadietti, panca ed appendi abiti per accogliere i bambini, i quali hanno la possibilità di cambiarsi le scarpine con quelle usate all’asilo e riporle nei propri armadietti identificabili dalla loro foto. Lungo il corridoio saranno esposti i cartelloni che illustrano le attività svolte dai bambini e le capacità che andiamo a stimolare. Entrando nelle sezioni, troveremo 3 stanze adibite alle attività quotidiane, una sala mensa con cucina a parte, 2 bagni, in più come da norma è presente la stanza del pediatra. In entrambe le sedi è presente anche la sezione lattanti rivolta ai bambini da 3 mesi a 12 mesi con zona cambio interna e stanza per la ninna separata dal resto della struttura. Nelle sezioni, o negli spazi comuni, le educatrici svolgono le attività programmate per stimolare l’interesse dei bambini e/o per migliorarne le capacità individuali e di relazione, tenendo presente i ritmi ed i tempi dei bambini e delle bambine ed integra momenti di vita quotidiana legati soprattutto al soddisfacimento dei bisogni primari (l’alimentazione, il riposino, la sicurezza, la pulizia) a momenti di gioco libero ed organizzato, laboratori, sperimentazioni e situazioni che implicano la partecipazione dei genitori. La routine della giornata è così suddivisa:

7,30-9:00 9,15 9,30 10,00-11,30 11,30-12,00 12,00-13,00 13,00-14,00 14,00 16,00 16,15 16,30 17,30

entrata ed accoglienza, gioco libero igiene personale spuntino con frutta apertura degli angoli ed avvio delle attività cambio, igiene personale, preparazione al pranzo pranzo prima uscita preparazione al sonnellino pomeridiano cambio ed igiene personale merenda attività ludiche in attesa dell’uscita uscita

Progettazione per campi d'esperienza La progettazione educativa ha il compito di verificare la qualità dell’asilo Nido come luogo di vita e apprendimento e del suo clima educativo. Questa progettazione strutturata in campi d’esperienza controlla e verifica la qualità e la quantità dei contenuti educativi proposti all’interno del nido stesso, per questo si articola nei seguenti “Progetti didattici e di sviluppo” considerando: Tempo simbolico Capacità progressiva del bambino di organizzare internamente strutture in grado di rappresentare la realtà. Tempo prassico “Praticità” tempo necessario per mangiare, vestirsi, giocare Inoltre la progettazione segue uno sfondo integratore, dando particolare importanza anche all’attività motoria, di rilevante importanza per aiutare i bambini nello sviluppo motorio e cognitivo, visto la lunga permanenza presso la struttura. La progettazione educativa ha il compito di verificare la qualità dell’asilo Nido

18


come luogo di vita e apprendimento e del suo clima educativo. Questa progettazione strutturata in campi d’esperienza controlla e verifica la qualità e la quantità dei contenuti educativi proposti all’interno del nido stesso, per questo si articola nei seguenti “Progetti didattici e di sviluppo”: • Autonomia, corporeità e movimento (problemi e soluzioni); • Identità e relazioni; • L’ambiente e le cose, sensorialità e percezione; • Comunicazione e linguaggio; Contribuisce alla crescita e maturazione complessiva dei bambini promuovendo la progressiva padronanza del corpo, intesa come componente della personalità in tutte le sue forme: • Funzionale; • Relazionale; • Cognitiva; • Comunicativa; • Pratica; Ogni bambino costruisce l’immagine di se sull’immagine del proprio corpo. Traguardi di sviluppo Competenze che i bambini devono raggiungere: • Conquista graduale di un’autostima sempre più ampia; • Sviluppo di tutte le capacità sensoriali e percettive; • Progressive acquisizioni di una più sicura coordinazione dei movimenti; • Sviluppo delle capacità di progettare ed attuare la più efficace strategia motoria in una situazione di gioco; •Costruzione di una positiva immagine di se; • Acquisizione delle prime basilari conoscenze utili ad una corretta gestione del proprio corpo; • Promuovere abitudini igienico sanitarie per l’educazione alla salute. Il tutto si integra con i principi della Pedagogia Clinica che offre strumenti che consentono, tramite l'azione educativa, il raggiungimento del massimo delle potenzialità del bambino, prevenendo eventuali disagi e favorendo sollecitazioni intese a promuovere una significativa partecipazione emotiva, finalizzata ad ottimizzare le autonomie ed a sviluppare armoniosamente la personalità infantile. ______________________________________________________________________________

ASILO NIDO AZIENDALE “UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DELLA TUSCIA” Via Emilio Bianchi Viterbo tel. 331/3289924

Dal mese di settembre 2008 ha iniziato la propria attività il nido aziendale dell’Università degli Studi della Tuscia. La struttura sita in via Emilio Bianchi angolo via del Pavone è attigua al complesso scolastico del primo circolo, e si colloca al piano terra con ampie stanze con arredi ed attrezzature completamente nuovi, e può ospitare 24 bambini suddivisi nelle tre sezioni: Lattanti – Semidivezzi – Divezzi. Il Nido si rivolge prioritariamente ai figli dei dipendenti di ruolo e non di ruolo nonché a tutto il personale docente e non docente dell’Università. Hanno poi la possibilità di usufruire del servizio i figli dei dipendenti del Comune di Viterbo. Tutti i posti-nido non occupati da bambini con le caratteristiche sopra descritte verranno poi assegnati utilizzando la graduatoria di ammissione stilata dai Comitati di Gestione dei Nidi. ______________________________________________________________________________

Per permettere la visita ai genitori interessati all'iscrizione gli Asili Nido saranno aperti sabato 12 – 19 – 26 Maggio 2012 (orario 9,30 – 12,30).

19


TARIFFE Le tariffe attualmente in vigore presso gli Asili Nido Comunali (stabilite con Delibera di Giunta Comunale n. 760 del 26/11/2007) sono formulate in base al “Quoziente Familiare”, cifra che si ottiene sommando i redditi complessivi percepiti dai genitori del bambino per il quale si richiede il nido e dividendolo poi per il numero dei componenti della famiglia costituita da padre, madre, e tutti i figli minori presenti sullo stato di famiglia del bambino (anche se i genitori non sono coniugati e/o non hanno la medesima residenza). (Esempio calcolo Q.F. “quoziente familiare”: una famiglia costituita da tre componenti, con reddito complessivo di € 23.240,57 avrà un Q.F. pari a € 7.746,86; --- € 23.240,57 : 3 = Q. F. € 7.746,86) Se il Q.F. va da € 0,00 a € 4.000,00, l’importo da pagare equivale alla tariffa base minima di € 100,00 mensili (con eventuale aumento per la frequenza del pomeriggio e/o del sabato mattina). Per un Q.F. superiore a € 4.000,00 e non superiore a € 12.000,00 la tariffa mensile verrà personalizzata calcolando: il 2,5% del Q.F. per la frequenza dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 14,00; il 2,9% del Q.F. per la frequenza dal lunedì al sabato dalle 7,30 alle 14,00; il 3,3% del Q.F. per la frequenza dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 17,30; il 3,7% del Q.F. per la frequenza dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 17,30 ed il sabato dalle 7,30 alle 14,00; Per un Q.F. oltre i 12.000,00 € l’importo da pagare equivale alla tariffa base massima di € 300,00 mensili (con eventuale aumento per la frequenza del pomeriggio e/o del sabato mattina). TABELLA INDICATIVA DELLE TARIFFE DOVUTE PER LA FREQUENZA DEGLI ASILI NIDO Orario Orario Orario Orario Q.F. 7,30 – 14,00 7,30 – 14,00 7,30 – 17,30 7,30 – 17,30 (quoziente familiare) escluso sabato incluso sabato escluso sabato incluso sabato mattina mattina mattina mattina € € € € € Da 0,00 a 4.000,00 100,00 116,00 132,00 148,00 Da 4.000,01 a 12.000,00 2,5% del Q.F.* 2,9% del Q.F.* 3,3% del Q.F.* 3,7% del Q.F.* Oltre i 12.000,00 300,00 348,00 396,00 444,00 * OGNI TARIFFA SARA’ ARROTONDATA ALL’EURO. Per coloro che hanno due o più bimbi contemporaneamente frequentanti il nido le modalità di pagamento saranno le seguenti: Per il primo figlio il pagamento sarà a tariffa piena come sopra illustrato; Per il secondo figlio e successivi la tariffa è ridotta del 30 %. Si verifica una riduzione del 50% della tariffa del mese qualora il bambino cessi la frequenza entro il 15 del mese ed il genitore abbia comunicato per iscritto all’Amministrazione Comunale le dimissioni anticipate del bambino almeno 15 giorni prima della data prevista.

La domanda va compilata in stampatello in ogni sua parte, quelle pervenute incomplete e/o illeggibili non verranno prese in esame. DA CONSERVARE – DA CONSERVARE – DA CONSERVARE – DA CONSERVARE – DA CONSERVARE

20

Iscrizione asilo nido  

Morbi leo risus, porta ac consectetur ac, vestibulum at eros. Duis mollis, est non commodo luctus, nisi erat porttitor ligula, eget lacinia...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you