Issuu on Google+

tesi di laurea di FABIO CALZONI:

“LA COSTRUZIONE DI UN P.D.S.S. PER LA REALIZZAZIONE DI STRATEGIE ECOSOSTENIBILI: LA GESTIONE DEL PROGETTO.” tesi di laurea di “massimo impegno” in TECNICA URBANISTICA. votazione finale: 107/110. relatore: Prof. Dott. Giovanni Virgilio (Tecnica Urbanistica) correlatore: Prof. Ing. Andrea Luccaroni (Lab. Prog. di Architettura e Composizione Architettonica 3) anno accademico 2010/11 - Sessione II

abstract: Il lavoro di tesi ha riguardato la definizione di un processo ideativo completo per l’individuazione, la progettazione e la valutazione di insediamenti ecosostenibili. La finalità è stata di ricercare un metodo idoneo a raccogliere informazioni da ambiti urbani eco-orientati, rispondenti a criteri ritenuti fondamentali per la buona qualità urbana, ricavandone la base di paragone per costituire un sistema di supporto alle decisioni per la fase decisionale ex-ante di gestione del progetto. Le tappe fondamentali del percorso intrapreso sono consistite in: - definizione di una griglia di tematiche e obiettivi, per la costruzione della conoscenza necessaria (ricerca orientata su una base di casi studio europei) e per la presentazione dei risultati (definizione delle strategie e formazione delle decisioni). - istruzione di una rete neurale artificiale (processamento dei dati raccolti) per l’elaborazione dei dati. La costruzione di un PDSS, cioè di un sistema di supporto alle decisioni di pianificazione, ha significato sviluppare un modello informatizzato che organizzi i dati raccolti e faciliti la fase di formazione delle decisioni, in termini di rapidità di esecuzione (velocità nello sviluppo delle parti di calcolo matematico) e capacità di risolvere problemi complessi (evidenziando nessi e causalità utili al decisore/valutatore). L’utilizzo nella costruzione del sistema di supporto decisionale di sistemi computerizzati che sfruttano la teoria delle Neural Networks e permettono di trattare dati sfumati (logica fuzzy) ha consentito di rapportarsi con una realtà fortemente eterogenea per la gran mole di informazioni e per l’estesa ramificazione delle relazioni reciproche. L’impostazione metodologica seguita ha inoltre permesso di ottenere - dopo la necessaria fase di istruzione e raccolta dati - visioni propositive e deduzioni alternative sul tema della sostenibilità urbana, nonché di appurare quali specifiche azioni “sostenibili” possano contribuire a rendere virtuosa la globale strategia pianificatoria.


abstract tesi Fabio Calzoni