Page 1

LE MIGLIORI STRATEGIE DI TRADING DA LUNEDÌ 6 A VENERDÌ 10 NOVEMBRE Settimanale di analisi tecnica e statistica Anno I - Numero 1 Sabato 4 Novembre 2006

Euro 4,00

Occhi puntati su:

IL SETTIMANALE DI ANALISI TECNICA E STATISTICA l’editoriale

LaSfida! A

di Vincenzo Carchidi mo la Borsa! Sarà perché non vince chi è più raccomandato. né chi è più fortunato, né (non necessariamente, almeno!) chi è più ricco. O forse semplicemente perché alla fine vince sempre chi è più bravo… E poco contano, in tal senso, i “furbetti” smascherati ed i “furboni” di cui non si conoscerà mai l’identikit. Loro incideranno ben poco sui nostri rendimenti o sui nostri modelli di analisi, che si basano su tutt’altro tipo di riferimenti. Noi non facciamo finanza: facciamo trading. Non ci interessa cimentarci nell’improbabile esercizio di prevedere l’imprevedibile, di raccogliere “soffiate” (o, assai più spesso, “bufale”), di origliare dietro le porte che “contano”. Ci è sufficiente individuare le ca(segue a pagina 5)

il Punto sulle Borse

RENATO DI LORENZO FRECCIA IN SU PER LE BORSE

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì

ALITALIA LOTTOMATICA MEDIOBANCA CAPITALIA FONDIARIA-SAI

UN NUOVO MODO DI FARE TRADING VALORIZZANDO IL MEGLIO DELL’ANALISI TECNICA

Vitadatrader L’esame approfondito delle performances recenti dei singoli titoli consente di formulare ipotesi attendibili

pronto al decollo?

UN DOPPIO RIFLETTORE PUNTATO SUL TITOLO ALITALIA in Primo Piano

ORA ANCHE FIAT E TENARIS RECLAMANO LA GIUSTA ATTENZIONE derivati

FUTURE SPMIB NIENTE PAURA IMPARIAMO AD USARLO


2

l’Attualità

Sabato 4 Novembre 2006

Giorno per giorno i titoli da comprare o da vendere

Siusacosì Il grande sogno

di ogni Trader

Individuare di volta in volta i 3 titoli migliori (da acquistare) della seduta e i 3 titoli peggiori (da vendere) è il grande sogno del Trader di Borsa. La Settimana di Borsa ritiene doveroso integrare i suoi contenuti con un’informazione sempre fresca ed efficace fornita quotidianamente

Q

uello di individuare i 3 buy 3 sell di ogni singola seduta è un compito indubbiamente non facile, al quale tuttavia ci si può avvicinare con una approssimazione sperabilmente notevole. Grazie ad uno speciale software, i nostri tecnici ci hanno messo in grado di ottenere risultati particolarmente soddisfacenti nell’ambito dell’attività infra-day. Risultati che, ovviamente, intendiamo mettere a disposizione esclusiva – e gratuita - dei nostri lettori, in modo che possano valutarne da vicino il rendimento e l’efficacia.

Indovinare più di quanto si sbaglia Il metodo non ha la pretesa di prevedere sempre e tutto, ma, più semplicemente, di indovinare più di quanto si sbaglia, e con una modalità che consenta di trarre da ciò profitti frequenti e spesso anche piuttosto robusti. Non è nostra intenzione magnificare una procedura prima di averne dimostrato la funzionalità (e, nel caso, gli eventuali limiti); è certo però che si possa agire in modo tale da minimizzare i rischi e valorizzare la logica, al di là del puro e semplice – ancorché importante – livello previsionale. Il metodo “3 buy 3 sell” si basa sul fatto che, indipendentemente dall’andamento generale della seduta, vengono proposti 3 titoli al rialzo e 3 titoli al ribasso, partendo dal concetto – che dovrebbe essere evidente, ma non sempre lo è – che per ottenere dei profitti, anche consistenti, non è necessario guadagnare su tutti i fronti: è sufficiente, piuttosto, che i margini positivi delle azioni su cui è stata formulata una previsione esatta sopravanzino le

Per richiedere il servizio gratuito 3Buy3Sell valido per tutta la settimana in corso sarà sufficiente inviare un SMS al numero: 339.36.51.041 con la seguente dicitura: 33prima47 eventuali perdite derivanti dalle posizioni sbagliate. La logica è basata sul comportamento relativo dei diversi titoli in una stessa seduta: nel caso che l’indice si muova al rialzo, si avrà ovviamente una maggiore probabilità di ottenere profitti sui titoli “buy” (sopportando eventuali perdite su quelli “sell”), e viceversa. Ma resta il fatto che un software in grado di individuare le maggiori probabilità relative tenderà magari a esaltare la resa delle azioni in trend e a limitare i danni su quelle in controtendenza. Senza che sia, esclusa, ovviamente, la possibilità di realizzare – soprattutto nelle sedute più contrastate – uno spettacolare en plein.

Ottimizzare il rapporto rischio/rendimento Insomma, quale che sia la direzione del mercato nel suo complesso, si punta ad ottenere

la Settimana di Borsa - settimanale di analisi tecnica e statistica /Reg. Trib. di Roma /Direttore Responsabile: Vincenzo Carchidi /Edito da: Editoriale Ipotesi Srl via Monte Pramaggiore 16, 00141 Roma /Tipografia: Rotopress Srl via Enrico Ortolani 33/37, 00125 Dragona (Roma) /Distribuzione: Parrini & C. viale Forlanini 23, 20134 Milano - via Vitorchiano 81, 00189 Roma /Progetto grafico, grafica e impaginazione: GraffioGroup Srl via Tacito 74, 00193 Roma /Automazione: Deco Sistemi /Collaborazioni redazionali: Lorenzo Carella - Thurio Chiavacci - Renato Di Lorenzo - Antonio Zorri

un’ottimizzazione strutturale della probabilità che i 3 titoli orientati nella giusta direzione possano effettivamente performare ai massimi livelli, e la concomitante possibilità che gli altri 3 titoli (per intenderci, quelli che si trovano in controtendenza rispetto all’indice generale) possano per lo meno contenere i danni, stabilendo così un differenziale positivo evidente o, quanto meno, apprezzabile nel tempo. Senza contare che per i traders più esperti resta aperta la possibilità di esasperare le operazioni facendo ricorso alle opzioni iso-alfa. Per contro, chi ama, giustamente, contenere il rischio, privilegiando la costanza piuttosto che la spettacolarità delle performances, non può che trovare interessante la prospettiva di puntare non già su una previsione secca, bensì su un comportamento differenziato dei singoli titoli. (segue a pagina 5)

La Settimana di Borsa più che un giornale vuol essere un servizio; più che scrivere di fatti e avvenimenti intende fornire suggerimenti operativi puntando sull’efficacia dei metodi

L

o scopo di questo giornale (che - com’è evidente non viene certamente venduto a peso) è quello di trovare, testare e perfezionare tecniche, idee, statistiche e sistemi che tendano a procurare guadagni significativi e costanti con il Trading di Borsa, prescindendo da qualsiasi considerazione collegata all’informazione finanziaria in senso stretto. In questa prospettiva la Settimana di Borsa è stata concepita in modo tale da proporsi come guida essenziale, chiara e, soprattutto… funzionante! La tangibilità dell’aiuto che questo settimanale saprà fornire ai propri lettori-utenti si rivelerà sempre più chiara man mano che saranno gli stessi lettori ad orientare nuove possibili scelte, tese sempre a rendere queste pagine preziose, dalla prima all’ultima, per chi fa vero trading. Le indicazioni e i suggerimenti contenuti nelle pagine che seguono sono frutto di analisi storiche e statistiche caratterizzate dal fatto di aver funzionato egregiamente in un recente passato. La qual cosa certamente non implica la certezza di una riconferma nel futuro, ma di sicuro offre una serie di riferimenti importanti che si collocano oltre la pura e semplice casualità. La scelta di limitare l’analisi ai principali mercati italiani nasce dalla precisa volontà di fare le cose nel modo migliore: la dispersione non va d’accordo con la qualità e con l’approfondimento. Sono 4 le sezioni dedicate alla sintesi statistica, ed ognuna è contraddistinta da una sua propria linea interpretativa, che non sempre – e non necessariamente – prospetta le stesse indicazioni suggerite dalle altre (in tal senso, è ovvio che le interpretazioni convergenti tendono ad accrescere l’attendibilità della previsione, laddove quelle divergenti devono orientare a una maggior prudenza). Questi gli obiettivi specifici di ogni singola sezione:

■ in Primo Piano

Si punta a ottenere guadagni assolutamente spettacolari, a fronte di ben precise situazioni tecniche dettagliatamente analizzate.

■ l’Agenda di Borsa

Sempre sulla base delle recenti performances, vengono proposte le previsioni tecniche che agiscono in corrispondenza di una data precisa.

■ le Candele Giapponesi

Si valorizzano le preziose indicazioni rialziste-ribassiste delle “candlesticks”, per selezionare i titoli e la data ottimale per l’applicazione del metodo.

■ i Metodi da Conservare

Si fornisce materiale di qualità per una “biblioteca” da mantenere nel tempo, con metodi attivabili in coincidenza di segnali piuttosto variegati.

Le indicazioni fornite in questa pubblicazione non sono da intendersi come sollecitazione all'acquisto, alla vendita o comunque alla presa di posizione sui vari titoli ma vanno intese solo come analisi statistiche effettuate sul passato. Non c'è garanzia che lo stesso comportamento di resa verrà mantenuto in futuro. Non c'è garanzia sulla mancanza di errori nelle serie storiche utilizzate per le analisi statistiche. Non c'è garanzia di assenza di errori nel calcolo degli indicatori/oscillatori/parametri utilizzati nei vari metodi. Si consiglia di verificare con la propria serie storica e i propri indicatori/oscillatori la correttezza delle informazioni statistiche pubblicate. Qualora si decida di operare in base alle indicazioni statistiche fornite eventuali perdite finanziare sono attribuibili esclusivamente a chi opera. Si consiglia sempre di applicare opportuni stop-loss nell'applicazione dei metodi per prevenire eventuali casi negativi.


GraffioGroup - Roma

il servizio gratuito di SMS per l’aggiornamento quotidiano delle indicazioni operative

3Buy3Sell anteprima di un metodo che farà storia

Allo scopo di integrare il contenuto di queste pagine con un’informazione fresca sulla seduta del giorno, la Settimana di Borsa ha predisposto un servizio di aggiornamento quotidiano, che utilizza previsioni basate sui dati della mattinata, e quindi può fornire suggerimenti operativi ad integrazione (o, qualche volta, a correzione) di quelli reperibili su queste pagine. Grazie a uno speciale software (attualmente non in vendita), la nostra redazione tecnica è infatti in grado di individuare - con ottime percentuali di successo i 3 buy 3 sell (3 titoli da comprare e 3 titoli da vendere) di ogni singola seduta. Nell’attesa di completare uno specifico sito internet studiato per ospitare tutte le iniziative de la Settimana di Borsa, abbiamo ritenuto opportuno offrire tale servizio - in modo esclusivo e assolutamente gratuito - a tutti gli utilizzatori di questo giornale. Uno dei prossimi passi sarà quello di introdurre lo studio dell’operatività sulle opzioni iso-alfa, grazie alla quale anche con investimenti molto contenuti si avrà la possibilità di puntare a guadagni stratosferici… sempre con la dovuta e doverosa prudenza!

AGGIORNAMENTO GIORNALIERO TRAMITE SMS Questo servizio consentirà di avere, quotidianamente (alle ore 12 circa, salvo diverse esigenze di raccolta dati), un suggerimento fresco (aggiornato con le rilevazioni in real-time) sui 3 migliori titoli da comprare e da vendere nel corso della seduta. Richiedi il servizio gratuito inviando un semplice SMS al

339.36.51.041 con la dicitura 33prima47 (questa password è valida per tutta la settimana in corso)


4

inPrimoPiano

Sabato 4 Novembre 2006

A che punto sono le borse mondiali? E Milano?

in Primo Dovrebbe essere Piano mercato TORO Fatta salva la possibilità di eventi eccezionali, il trend positivo non sarà certo disturbato (anzi!) da provvidenziali prese di beneficio, da considerare, semmai, come favorevoli condizioni di acquisto. Le basi sembrano solide e il sentiment appare davvero bene impostato

V

a detto subito che normalmente le borse, su periodi né troppo brevi né troppo lunghi, si muovono all’unisono. Non è quasi masi successo che, ad esempio, Wall Street rialzasse (o ribassasse) e la totalità delle altre borse non si muovesse allo stesso modo. È quindi vero che per decidere quali siano i punti critici da osservare, conviene inquadrare la nostra borsa nel movimento delle borse mondiali, o quanto meno in quello delle borse europee. Arrivando al punto: l’indice da osservare per capire come sia conveniente muoversi in Europa – Milano compresa - è il Dow Jones Euro Stoxx 50. Un grafico accurato lo trovate gratis su www.boursorama.com. Va aggiunto anche che se vogliamo avere una visione di medio periodo, sempre nel tentativo di mettere sotto controllo i punti critici dell’andamento dei prezzi, dobbiamo studiare il grafico weekly, in cui ogni barra – o ogni candela – rappresenta l’andamento delle quotazioni in una settimana di borsa. In questo momento la configurazione del grafico weekly del DJ Euro Stoxx 50 è decisamente rialzista. Ci sono state una quantità di oscillazioni, ma, settimana più settimana meno, l’indice alla fine ha macinato rialzi più o meno continui. Ad agosto del 2004 la quota era intorno a 2560. Dopo c’è stata una salita fino a quota 3890 circa verso maggio 2006, il che significa un rialzo del 52%

Realizzare guadagni anche a due cifre in pochi giorni sull'azionario è un obiettivo difficile ma non irraggiungibile. Nelle pagine che seguono l'analisi delle migliori occasioni storiche che si sono verificate nei principali titoli azionari

I

circa in meno di due anni. È seguita una discesa fino circa a quota 3400, intorno a giugno 2006, e quindi una ripresa che ha portato la quotazione oltre 4000 (rispetto all’agosto 2004 l’incremento è del 56%). È finita? Questa è una domanda che non ha risposta. Le risposte a domande del genere sono solitamente solo di pancia. Ma sui mercati finanziari bisogna stare ai fatti. E i fatti al momento di scrivere sono i seguenti: siamo in pieno trend rialzista; l’oscillatore stocastico con i parametri che uso io (9,5,3) è en-

Chi è Renato Di Lorenzo Renato Di Lorenzo (rdlea@libero.it), giornalista e scrittore, ha pubblicato una lunga serie di saggi finanziari di grande successo per Il Sole 24 ORE che hanno venduto oltre 150.000 copie. Collabora con i maggiori giornali finanziari internazionali. È anche soprannominato il padre del financial thriller italiano; ha pubblicato infatti i romanzi L’Assalto, Evidenze, Tara, Katarina e il Pericolo della Neve, I Trafficanti, e ha prodotto un manuale di scrittura creativa: Smettetela di Piangervi Addosso e Scrivete un Bestseller. Come narratore si inserisce nella corrente letteraria del new journalism di Tom Wolfe. Dal 2005 è curatore per l’associazione culturale Satura della rassegna letteraria La Letteratura del Crimine e della Scuola Satura di Scrittura Creativa.

trato in ipercomprato ad agosto 2006 e lì è rimasto con piccole oscillazioni senza mostrare desiderio di scendere; il nastro di medie mobili esponenziali con le durate da me utilizzate (17,9,5) non ha ancora accennato a contrarsi. Al momento di scrivere quindi non c’è alcun segnale oggettivo che possa far pensare ad una correzione. Però quando si opera sui mercati finanziari bisogna ammettere che ci si possa sbagliare; il non farlo sarebbe l’errore n°1 che possa fare un trader. Il punto non è quindi se sia giusta o no la diagnosi rialzista; il problema è stabilire a priori, ogni volta, qual è il segnale che ci può far cambiare opinione, il segnale cioè che il mercato ci sta dando torto. In genere, il mercato mostra dei supporti ad una discesa laddove in passato ha mostrato chiaramente di voler comperare, cioè ai livelli ai quali in passato è già disceso ma dai quali ha trovato la forza per rimbalzare e iniziare di nuovo a salire. Ma non è tutto: infatti il mercato in genere mostra dei supporti anche a li(segue a pagina 5)

metodi che trovate descritti consistono in una serie di condizioni operative e una operatività da eseguire. Le condizioni operative sono di vario tipo, come ad esempio il verificarsi di un rialzo o un ribasso, il posizionarsi di un certo indicatore in un intervallo prefissato, un particolare andamento dei volumi. Quando per il titolo verifica tutte le condizioni prese in esame il segnale operativo è scattato e l'operatività consiste nell'entrare in posizione su quel titolo nel giorno prefissato operando in acquisto o in vendita secondo le indicazioni fornite. Un metodo può fornire l'indicazione di acquistare il titolo in apertura dopo due giorni che si verificano tutte le condizioni operative, un altro metodo potrebbe indicare di vendere allo scoperto il titolo sempre in apertura dopo una settimana che si verificano le condizioni operative. L'operazione viene conclusa al raggiungimento del guadagno stabilito, o comunque in chiusura nel giorno specificato. In primo piano è la raccolta dei metodi operativi che hanno avuto particolare riscontro positivo nell'immediato passato. Le statistiche da noi fornite partono dal 1/1/2005 proprio per garantire la massima freschezza del metodo operativo e forniscono il numero di volte in cui il segnale operativo è scattato e l'esito delle operazioni effettuate secondo le indicazioni del metodo, indicazioni che comprendono il giorno in cui entrare in posizione e il giorno in cui chiudere la posizione, nonchè il tipo di posizione da assumere (entrare in acquisto, cioè long, o entrare in vendita, cioè short). I metodi della sezione in primo piano hanno anche un'altra caratteristica: sono tutti applicabili immediatamente o nel brevissimo periodo in quanto le loro condizioni operative si sono appena verificate! I nostri metodi sono calibrati sui singoli titoli per tenere conto al massimo delle singole dinamiche tipiche di ciascun titolo. in primo piano contiene metodi espressamente mirati ai titoli principali del listino ma nelle rubriche successive troverete metodi operativi dedicati anche ai principali titoli del comparto tecnologico e di tutto l'indice in generale. Si consiglia sempre di applicare opportuni stop loss per proteggersi da eventuali esiti negativi.

Come leggere la sezione relativa 2 3 1

4 5

6

6

1: situazione attuale. 2: obiettivo da raggiungere. 3: operatività. 4: resa del metodo. 5: percentuale di guadagno. 6: rese storiche


inPrimoPiano

Sabato 4 Novembre 2006

5

ALITALIA metodo

OBIETTIVO GUADAGNO ▲ ● ● ● ▲ ●

Realizzare il 15,0% entro 5 giorni La resa media nel periodo considerato è del VENDERE in apertura dopo 15 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto al giorno prima ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima l’indicatore RSI è compreso tra 30 e 40 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 16/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 13/11/06

5,85%

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E Q UAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 18/09/2006 a 0,82 il 09/10/2006 a 0,78 il 16/10/2006 + 5,13% 05/06/2006 a 0,80 il 26/06/2006 a 0,93 il 03/07/2006 - 14,0% 25/04/2006 a 0,94 il 17/05/2006 a 0,75 il 22/05/2006 + 15,0% 30/12/2005 a 1,15 il 20/01/2006 a 1,07 il 24/01/2006 + 15,0%

15,0%

Obiettivo

Il guadagno del 15,0% è stato conseguito in 3 casi su 6 (dal 1/1/05 su ALITALIA)

Esempio storico SEGNALE il 26/10/05 VENDERE il 17/11/05 a 1,36 ACQUISTARE il 22/11/05 a 1,56

Esempio storico SEGNALE il 30/12/05 VENDERE il 20/1/06 a 1,15 ACQUISTARE il 24/1/06 a 1,32

Guadagno

Guadagno

15,0%

15,0%

Esempio storico SEGNALE il 25/4/06 VENDERE il 17/5/06 a 0,94 ACQUISTARE il 22/5/06 a 1,08

Esempio storico SEGNALE il 18/9/06 VENDERE il 9/10/06 a 0,82 ACQUISTARE il 16/10/06 a 0,86

Guadagno

Guadagno

15,0%

5,13%

Dovrebbe essere... La Sfida! Il grande sogno... (segue da pagina 4) velli ai quali in passato ha fatto un massimo relativo, ossia quei livelli che, raggiunti in passato, non è riuscito in realtà a tenere ed è ridisceso - anche se poi, nella storia successiva, è passato oltre salendone al di sopra. È questo il caso del DJ Euro Stoxx 50, come abbiamo visto, perché ha raggiunto 3890 punti circa verso maggio 2006, poi è sceso fino a 3400 punti intorno a giugno 2006, quindi si è ripreso fino a oltre 4000. Allora lo stop loss più credibile nel caso di una correzione futura è proprio un punto sotto a quel massimo di maggio 2006, precisamente a 3896 punti. Qualora in una futura eventuale correzione l’indice dovesse scendere al di

sotto dello stop loss, sarà bene liquidare momentaneamente (quanto meno) i titoli che abbiamo in portafoglio ma che tutto sommato non ci piacciono, se non addirittura il portafoglio tutto intero. E questo, sia che ci si stia perdendo sia che ci si stia guadagnando. Quindi si dovrà attendere di capire cosa ci vorrà dire il mercato nel seguito. Magari ci dirà che dobbiamo rientrare, ma noi oggi questo non lo sappiamo. L’entità dell’eventuale perdita imposta dalla presenza di uno stop loss, dovuta ad una altrettanto eventuale correzione futura, quindi è intorno al 3% rispetto ai livelli attuali. Alla prossima settimana. Renato Di Lorenzo rdlea@libero.it

(segue dalla prima pagina) ratteristiche ricorrenti di certi fenomeni, con l’aiuto della statistica, dell’osservazione, del calcolo. Va da sé che ciò che è accaduto in passato (anche se recente) non deve essere considerato come una sorta di garanzia per il futuro; sarebbe tuttavia insensato non tener conto della storia, del comportamento e del percorso di ogni singolo titolo. Sempre con la consapevolezza che il “valore aggiunto”, perché sia efficace, deve essere necessariamente conferito dall’intelligenza, dall’intuito e dalla sensibilità del singolo. Del resto, se tutti fossimo ugualmente bravi, il trading non esisterebbe più… vincenzo.carchidi@libero.it

(segue da pagina 2) È chiaro che chi pretende garanzie assolute potrà rimanere comunque scontento nei confronti di un metodo che non promette miracoli, ma solo trading intelligente (come se fosse poco!). Ma di solito chi cerca certezze non fa il trader... E così non è escluso che in qualche occasione possa eccezionalmente verificarsi una situazione completamente sbagliata, ma - a maggior ragione - risulta aperta anche la possibilità di azzeccare sia le 3 previsioni al rialzo che le 3 al ribasso.Al di là dei casi-limite, resta il fatto che un sistema di analisi ben impostato (come riteniamo sia il nostro) tenderà a muoversi un quid al di sopra della media. E questo quid potrebbe valere tanto!

Come accennato, risulta evidente che le esigenze di stampa e di distribuzione del giornale non ci consentono di offrire il servizio direttamente su queste pagine. E così, per non privare i lettori di questa opportunità, abbiamo deciso di offrire un servizio quotidiano tramite SMS, finalizzato a consentire l’utilizzazione dei suggerimenti operativi che provengono dalla nostra procedura automatizzata 3 buy 3 sell. In questa occasione contiamo di poter dare una dimostrazione pratica (e chiaramente gratuita) della bontà del metodo, attraverso la segnalazione (verso le ore 12) dei 3 buy 3 sell del giorno (più in là considereremo anche la possibilità di offrire un servizio in real time). Antonio Zorri


inPrimoPiano

TENARIS OBIETTIVO GUADAGNO ▲ ● ● ● ▲ ●

metodo

Sabato 4 Novembre 2006

Realizzare il 12,0% entro 5 giorni La resa media nel periodo considerato è del ACQUISTARE in apertura dopo 9 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto al giorno prima ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima pos. nelle fasce di boll. in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 24/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 13/11/06

8,91%

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 10/07/2006 a 14,61 il 21/07/2006 a 15,02 il 28/07/2006 + 2,81% 17/03/2006 a 15,24 il 30/03/2006 a 16,96 il 06/04/2006 + 12,0% 01/02/2006 a 12,54 il 14/02/2006 a 13,30 il 21/02/2006 + 6,06% 12/09/2005 a 10,19 il 23/09/2005 a 11,48 il 28/09/2005 + 12,0%

12,0%

Obiettivo

Il guadagno del 12,0% è stato conseguito in 4 casi su 7 (dal 1/1/05 su TENARIS)

Esempio storico SEGNALE il 11/2/05 ACQUISTARE il 24/2/05 a 4,36 VENDERE il 28/2/05 a 4,88

Esempio storico SEGNALE il 10/8/05 ACQUISTARE il 24/8/05 a 8,30 VENDERE il 31/8/05 a 9,30

Guadagno

Guadagno

12,0%

12,0%

FIAT OBIETTIVO GUADAGNO ▲ ● ● ● ▲ ●

metodo

6

Realizzare il 12,0% entro 5 giorni La resa media nel periodo considerato è del ACQUISTARE in apertura dopo 14 giorni che: ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima ha chiuso con volumi crescenti rispetto a tre giorni prima è tra il 70% e il 80% dell’intervallo di bollinger APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 17/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 13/11/06

6,06%

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E Q UAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 07/09/2006 a 12,17 il 27/09/2006 a 12,71 il 04/10/2006 + 4,44% 02/08/2006 a 11,41 il 23/08/2006 a 11,31 il 30/08/2006 - 0,88% 28/04/2006 a 10,16 il 19/05/2006 a 10,25 il 26/05/2006 + 0,89% 16/12/2005 a 7,46 il 06/01/2006 a 8,00 il 13/01/2006 + 7,24%

12,0%

Obiettivo

Il guadagno del 12,0% è stato conseguito in 3 casi su 8 (dal 1/1/05 su FIAT)

Esempio storico SEGNALE il 10/5/05 ACQUISTARE il 30/5/05 a 5,51 VENDERE il 6/6/05 a 6,17

Esempio storico SEGNALE il 23/6/05 ACQUISTARE il 13/7/05 a 6,29 VENDERE il 20/7/05 a 7,04

Guadagno

Guadagno

12,0%

12,0%


inPrimoPiano

Sabato 4 Novembre 2006

7

ITALCEMENTI metodo

OBIETTIVO GUADAGNO ▲ ● ● ● ▲ ●

Realizzare il 10,0% entro 5 giorni La resa media nel periodo considerato è del ACQUISTARE in apertura dopo 8 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto al giorno prima ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima pos. nelle fasce di boll. in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 25/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 13/11/06

5,48%

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E Q UAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 11/05/2006 a 18,15 il 23/05/2006 a 19,34 il 29/05/2006 + 10,0% 24/02/2006 a 17,04 il 08/03/2006 a 18,75 il 15/03/2006 + 10,0% 14/10/2005 a 13,40 il 26/10/2005 a 13,68 il 02/11/2005 + 2,09% 26/07/2005 a 13,20 il 05/08/2005 a 13,27 il 12/08/2005 + 0,53%

10,0%

Obiettivo

Il guadagno del 10,0% stato conseguito in 3 casi su 6 (dal 1/1/05 su ITALCEMENTI)

Esempio storico SEGNALE il 19/1/05 ACQUISTARE il 31/1/05 a 12,69 VENDERE il 7/2/05 a 13,96

Esempio storico SEGNALE il 24/2/06 ACQUISTARE il 8/3/06 a 17,04 VENDERE il 15/3/06 a 18,74

Guadagno

Guadagno

10,0%

10,0%

BCA FIDEURAM metodo

OBIETTIVO GUADAGNO ▲ ● ● ● ▲ ●

Realizzare il 10,0% entro 5 giorni La resa media nel periodo considerato è del ACQUISTARE in apertura dopo 8 giorni che: ha chiuso con volumi crescenti rispetto a tre giorni prima l’indicatore RSI è compreso tra 30 e 40 pos. nelle fasce di boll. in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 25/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 13/11/06

2,99%

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E Q UAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 13/06/2006 a 4,13 il 23/06/2006 a 4,58 il 29/06/2006 + 10,0% 17/05/2006 a 4,36 il 29/05/2006 a 4,24 il 05/06/2006 - 2,75% 27/03/2006 a 4,84 il 06/04/2006 a 4,64 il 13/04/2006 - 4,13% 26/08/2005 a 4,27 il 07/09/2005 a 4,67 il 12/09/2005 + 10,0%

10,0%

Obiettivo

Il guadagno del 10,0% è stato conseguito in 3 casi su 7 (dal 1/1/05 su BCA FIDEURAM)

Esempio storico SEGNALE il 16/3/05 ACQUISTARE il 30/3/05 a 3,90 VENDERE il 5/4/05 a 4,29

Esempio storico SEGNALE il 26/8/05 ACQUISTARE il 7/9/05 a 4,27 VENDERE il 12/9/05 a 4,70

Guadagno

Guadagno

10,0%

10,0%


8

l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

PostAzione

di Thurio Chiavacci (thurio@tiscali.it)

l’Agenda di Uno spazioaperto Borsa a tutti voi lettori La forza di questo settimanale deve essere quella di riuscire a raccogliere e a sviluppare il contributo creativo del pubblico: vi inviatiamo a partecipare

Giorno per giorno le operazioni derivate dall'applicazione dei nostri esclusivi metodi operativi. Lo studio completo dell'applicazione del metodo e la sua resa

L

G

asciamo perdere i convenevoli e andiamo subito al dunque, nel rispetto dello stile e della filosofia del giornale. Dal prossimo numero questo spazio sarà a vostra disposizione: avrete la possibilità di utilizzarlo come meglio crederete. Facendo domande o esprimendo giudizi, inviando suggerimenti, illustrando le vostre regole di ingresso e di uscita da un trade, presentando procedure o statistiche inedite, chiedendo di effettuare test (avete in mente un trading system e non sapete se può funzionare?), sollecitando la realizzazione di un particolare software (perché in futuro di software ci occuperemo, eccome!) o semplicemente raccontando l’esito delle vostre operazioni di borsa. Questo spazio sarà uno spazio aperto e sarà il vostro spazio. Sempre più ampio, vogliamo augurarci. Se adeguatamente supportato diventerà una sorta di postazione di lavoro comune. Post/azione, dunque, non tanto come posta e titolo quotato in borsa, bensì come luogo di incontro e gesto concreto. Perché qui nasceranno altre idee che prenderanno corpo e si tradurranno in nuovi fatti. Iniziamo.

Trading e risparmio Complimenti e auguri per questa nuova avventura editoriale dedicata interamente alla speculazione di borsa. Tempo fa mi avevi consigliato di investire i miei risparmi in un’operatività tranquilla e a basso rischio. Ora devo liquidare i miei fondi ed iniziare a fare trading puro? Daniele Vinciguerra San Vincenzo (LI) Altolà Daniele! Un conto è il trading, un altro conto sono gli investimenti a basso rischio. Fai bene a mantenere una parte del tuo capitale (quella più cospicua, aggiungo) quanto più possibile al sicuro, in una attività, come tu stesso confermi, che è tranquilla e a basso rischio. Fai altrettanto bene a dedicare una parte del tuo capitale (la parte che nella peggiore delle ipotesi potresti anche perdere, senza

che questa eventualità possa causare problemi rilevanti a te e alla tua famiglia) alla ricerca di rendimenti maggiori. L’abbattimento o il contenimento del rischio è la prima regola da mandare a mente se si vuole avere successo in questo campo.

Ordini stop e limiti Ho qualche difficoltà a capire quali ordini si possono impartire. Che differenza c’è tra ordine stop e ordine limite, per esempio? Paolo La Borsa Italiana prevede varie tipologie di ordini. Quelli più utilizzati sono gli “ordini stop”, che restano sospesi sino al superamento di un determinato livello, dopodiché vengono inviati al mercato (vengono talvolta definiti “debordant”), e gli “ordini limit”, scelti da chi pretende che l’ordine sia eseguito soltanto ad un determinato prezzo o a condizioni più favorevoli. Due esempi semplicissimi: Fiat quota oggi 13.81 euro. Penso

possa rompere la resistenza posta a 14,47 euro e imposto un ordine stop a questo prezzo: il mio ordine sarà immesso sul mercato al prezzo stabilito solo nel caso esso sia già stato oggetto di scambi. Penso che potrebbe scendere sino al livello di supporto posto a 12,81 euro e imposto un ordine limit che verrà immediatamente passato al mercato. Pongo cioè un limite al prezzo che sono disposto a pagare per acquistare il titolo. La maggior parte degli ordini inseriti sono tuttavia di tipo “al meglio”. In questo caso l’ordine deve essere eseguito immediatamente dall’intermediario, alle migliori condizioni del mercato. Ordini al meglio vanno inseriti quando si vuole entrare o uscire con rapidità su titoli liquidi.Vanno evitati titoli con pochi scambi per non correre il rischio di pagare uno spread troppo alto tra denaro e lettera (bid e ask), cioè tra la miglior proposta di acquisto e la miglior proposta di vendita.

iorno per giorno le operazioni ricavate dall'applicazione dei nostri esclusivi metodi operativi. In questa sezione proponiamo lo studio completo dell'applicazione del metodo e la sua resa nell'immediato passato, la descrizione dettagliata delle condizioni operative e del timing di ingresso e uscita dal titolo. L'obiettivo dei metodi operativi proposti in queste pagine è di effettuare operazioni nell'ambito della settimana corrente e per far questo vengono indicati quattro titoli da acquistare o vendere per ciascun giorno della settimana, con l'obiettivo di chiudere tutte le posizioni nell'ultima seduta settimanale. Per questa rubrica noi teniamo costantemente sotto osservazione un gran numero di parametri e condizioni operative alla ricerca di condizioni che scattano sui vari titoli, dopodichè raccogliamo e cataloghiamo i vari segnali che ci arrivano dividendoli per giorno di applicazione da lunedì a venerdì. Tutti i metodi di queste pagine prevedono l'apertura delle posizioni al valore di apertura dei vari giorni della settimana, da lunedì a venerdì, e la chiusura delle posizioni al valore di chiusura di venerdì. Ciascun metodo ha la spiegazione del perché va applicato in un determinato giorno e trovate questa spiegazione nel dettaglio del metodo dove sono elencate le condizioni operative che si devono verificare per far scattare l'applicazione del metodo. Le condizioni operative sono dello stesso tipo di quelle usate nella sezione in primo piano e consistono in particolari valori assunti da alcuni indicatori, particolari andamenti di prezzi e/o di volumi. Oltre alla indicazione delle condizioni operative che storicamente hanno dato esiti positivi viene anche evidenziata la resa storica dal 1/1/2005 ottenuta impiegando il metodo illustrato, e viene inoltre fornito il dettaglio delle ultime operazioni valide con il guadagno o la perdita di ciascuna operazione. Una serie di grafici relativi ad esempi storici contribuisce ad illustrare meglio la situazione. Naturalmente si consiglia sempre di applicare opportuni stop loss per proteggersi da eventuali esiti negativi.

Come leggere la sezione relativa

2 3 1

4 5

6

6

1: situazione attuale. 2: obiettivo da raggiungere. 3: operatività. 4: resa del metodo. 5: percentuale di guadagno. 6: rese storiche


l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

9

mercoledì

LOTTOMATICA ■ OBIETTIVO ▲ guadagno alla chiusura dopo 3 giorni ■ METODO ▲ ACQUISTARE in apertura dopo 11 giorni che: ● ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima ● l'indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80 ● l'indicatore RSI è compreso tra 50 e 60

MEDIOBANCA ■ OBIETTIVO ▲ guadagno alla chiusura dopo 2 giorni ■ METODO ▲ ACQUISTARE in apertura dopo 18 giorni che: ● ha chiuso in rialzo rispetto a due giorni prima ● l'ind. stocastico è compreso tra 70 e 80 ● lo stocastico è in diminuzione rispetto al giorno prima

CAPITALIA

FONDIARIA-SAI

5,55% ▲ APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! ● segnale scattato in data 13/10/06, applicabile in data 8/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06 ▲ RESA MEDIA ● dal 1/1/05 applicato su MEDIOBANCA ha dato esito positivo in 6 casi su 7 applicazioni

4,15% ▲ APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! ● segnale scattato in data 16/10/06, applicabile in data 9/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06 ▲ RESA MEDIA ● dal 1/1/05 applicato su MEDIOBANCA ha dato esito positivo in 6 casi su 7 applicazioni

3,06% ▲ APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! ● segnale scattato in data 26/10/06, applicabile in data 10/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06 ▲ RESA MEDIA ● dal 1/1/05 applicato su FONDIARIA-SAI ha dato esito positivo in 5 casi su 6 applicazioni

2,08%

venerdì

■ OBIETTIVO ▲ guadagno alla chiusura del giorno ■ METODO ▲ ACQUISTARE in apertura dopo 11 giorni che: ● ha chiuso in ribasso rispetto al giorno prima ● è sotto la sua media mobile a 5 giorni ● è tra il 10% e il 20% dell'intervallo di bollinger

▲ APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! ● segnale scattato in data 23/10/06, applicabile in data 7/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06 ▲ RESA MEDIA ● dal 1/1/05 applicato su LOTTOMATICA ha dato esito positivo in 4 casi su 6 applicazioni

giovedì

■ OBIETTIVO ▲ guadagno alla chiusura del giorno successivo ■ METODO ▲ ACQUISTARE in apertura dopo 18 giorni che: ● ha chiuso in rialzo rispetto a 3 giorni prima ● ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima ● l'indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80 rispetto al giorno prima

11,1%

mercoledì

giovedì

■ OBIETTIVO ▲ guadagno alla chiusura dopo 4 giorni ■ METODO ▲ VENDERE in apertura dopo 17 giorni che: ● ha chiuso con volumi crescenti rispetto al giorno prima ● l'indicatore RSI è compreso tra 20 e 30 ● è tra il 0% e il 10% dell'intervallo di bollinger

▲ APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! ● segnale scattato in data 12/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06 ▲ RESA MEDIA ● dal 1/1/05 applicato su ALITALIA ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

martedì

venerdì

ALITALIA

lunedì

martedì

lunedì

L’AGENDA DELLA SETTIMANA


l’Agenda di Borsa

LUNEDÌ 6 NOVEMBRE ALITALIA Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 4 giorni

metodo

Sabato 4 Novembre 2006

▲ ● ● ● ▲ ●

VENDERE in apertura dopo 17 giorni che: ha chiuso con volumi crescenti rispetto al giorno prima l'indicatore RSI è compreso tra 20 e 30 è tra il 0% e il 10% dell'intervallo di bollinger APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 12/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 13/09/2006 a 0,82 il 06/10/2006 a 0,74 il 12/10/2006 + 10,8% 21/04/2006 a 0,94 il 17/05/2006 a 0,80 il 23/05/2006 + 17,5% 22/12/2005 a 1,08 il 17/01/2006 a 1,04 il 23/01/2006 + 3,85% 21/10/2005 a 1,33 il 16/11/2005 a 1,02 il 22/11/2005 + 30,4%

11,1%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su ALITALIA ha dato esito positivoin 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 21/10/05 VENDERE il 16/11/05 a 1,33 ACQUISTARE il 22/11/05 a 1,73

Esempio storico SEGNALE il 21/4/06 VENDERE il 17/5/06 a 0,94 ACQUISTARE il 23/5/06 a 1,10

Guadagno

Guadagno

30,4%

17,5%

TENARIS Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 4 giorni

metodo

10

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 9 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto al giorno prima ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima pos. nelle fasce di boll. in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 24/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 10/07/2006 a 14,61 il 21/07/2006 a 15,11 il 27/07/2006 + 3,42% 17/03/2006 a 15,24 il 30/03/2006 a 16,19 il 05/04/2006 + 6,23% 01/02/2006 a 12,54 il 14/02/2006 a 13,00 il 20/02/2006 + 3,67% 12/09/2005 a 10,19 il 23/09/2005 a 11,36 il 29/09/2005 + 11,5%

7,23%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su TENARIS ha dato esito positivo in 7 casi su 7 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 11/2/05 ACQUISTARE il 24/2/05 a 4,36 VENDERE il 2/3/05 a 4,91

Esempio storico SEGNALE il 12/9/05 ACQUISTARE il 23/9/05 a 10,19 VENDERE il 29/9/05 a 11,36

Guadagno

Guadagno

12,6%

11,5%


l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

11

LUNEDÌ 6 NOVEMBRE FIAT

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 4 giorni ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 16 giorni che: ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a tre giorni prima la volatilita' è compresa tra 10 e 20 la volatilita' è in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 13/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 20/09/2006 a 12,64 il 12/10/2006 a 13,60 il 18/10/2006 + 7,59% 21/08/2006 a 11,63 il 12/09/2006 a 12,20 il 18/09/2006 + 4,90% 21/02/2006 a 9,24 il 15/03/2006 a 9,74 il 21/03/2006 + 5,41% 14/12/2005 a 7,46 il 06/01/2006 a 8,04 il 12/01/2006 + 7,77%

6,39%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su FIAT ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 30/3/05 ACQUISTARE il 21/4/05 a 4,60 VENDERE il 27/4/05 a 5,11

Esempio storico SEGNALE il 14/12/05 ACQUISTARE il 6/1/06 a 7,46 VENDERE il 12/1/06 a 8,04

Guadagno

Guadagno

11,1%

7,77%

ST MICROELECTR

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 4 giorni ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 10 giorni che: ha chiuso in ribasso rispetto a tre giorni prima l'indicatore stocastico è compreso tra 20 e 30 l'indicatore RSI è compreso tra 50 e 60 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 23/10/06, applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 25/09/2006 a 13,36 il 09/10/2006 a 13,98 il 13/10/2006 + 4,64% 24/08/2006 a 12,50 il 07/09/2006 a 13,28 il 13/09/2006 + 6,24% 29/03/2006 a 15,00 il 12/04/2006 a 15,59 il 20/04/2006 + 3,93% 16/12/2005 a 15,16 il 02/01/2006 a 16,22 il 06/01/2006 + 6,99%

6,11%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su ST MICROELECTR ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 24/6/05 ACQUISTARE il 8/7/05 a 13,38 VENDERE il 14/7/05 a 14,86

Esempio storico SEGNALE il 16/12/05 ACQUISTARE il 2/1/06 a 15,16 VENDERE il 6/1/06 a 16,22

Guadagno

Guadagno

11,1%

6,99%


l’Agenda di Borsa

MARTEDÌ 7 NOVEMBRE LOTTOMATICA Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 3 giorni

metodo

Sabato 4 Novembre 2006

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 11 giorni che: ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima l'indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80 l'indicatore RSI è compreso tra 50 e 60 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 23/10/06, applicabile in data 7/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 02/08/2006 a 29,55 il 18/08/2006 a 29,37 il 23/08/2006 - 0,61% 08/05/2006 a 28,35 il 23/05/2006 a 29,27 il 26/05/2006 + 3,25% 03/04/2006 a 33,93 il 20/04/2006 a 33,71 il 25/04/2006 - 0,65% 08/12/2005 a 25,64 il 11/01/2006 a 31,11 il 16/01/2006 + 21,3%

5,55%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su LOTTOMATICA ha dato esito positivo in 4 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 8/12/05 ACQUISTARE il 11/1/06 a 25,64 VENDERE il 16/1/06 a 31,11

Esempio storico SEGNALE il 20/7/05 ACQUISTARE il 4/8/05 a 25,56 VENDERE il 9/8/05 a 27,71

Guadagno

Guadagno

21,3%

8,41%

SAIPEM Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 3 giorni

metodo

12

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 18 giorni che: ha chiuso con volumi crescenti rispetto al giorno prima ha chiuso con volumi crescenti rispetto a due giorni prima l'indicatore stocastico è compreso tra 80 e 90 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 12/10/06, applicabile in data 7/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 20/09/2006 a 17,40 il 16/10/2006 a 18,16 il 19/10/2006 + 4,37% 30/06/2006 a 17,39 il 26/07/2006 a 18,04 il 31/07/2006 + 3,74% 05/05/2006 a 17,71 il 31/05/2006 a 18,99 il 05/06/2006 + 7,23% 17/03/2006 a 19,94 il 12/04/2006 a 20,54 il 19/04/2006 + 3,01%

5,12%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su SAIPEM ha dato esito positivo in 9 casi su 10 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 30/1/06 ACQUISTARE il 23/2/06 a 15,83 VENDERE il 28/2/06 a 17,82

Esempio storico SEGNALE il 13/12/05 ACQUISTARE il 9/1/06 a 14,56 VENDERE il 12/1/06 a 15,72

Guadagno

Guadagno

12,6%

7,97%


l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

13

MARTEDÌ 7 NOVEMBRE TELECOM ITALIA

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 3 giorni ▲ ● ● ● ▲ ●

VENDERE in apertura dopo 20 giorni che: ha chiuso invariato rispetto al giorno prima ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima è sotto la sua media mobile a 5 giorni APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 10/10/06, applicabile in data 7/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 15/06/2006 a 2,13 il 13/07/2006 a 2,06 il 18/07/2006 + 3,40% 18/04/2006 a 2,23 il 17/05/2006 a 2,13 il 22/05/2006 + 4,69% 13/02/2006 a 2,46 il 13/03/2006 a 2,40 il 16/03/2006 + 2,50% 14/12/2005 a 2,51 il 12/01/2006 a 2,38 il 17/01/2006 + 5,46%

4,96%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su TELECOM ITALIA ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 14/3/05 VENDERE il 13/4/05 a 2,93 ACQUISTARE il 18/4/05 a 3,23

Esempio storico SEGNALE il 14/12/05 VENDERE il 12/1/06 a 2,51 ACQUISTARE il 17/1/06 a 2,65

Guadagno

Guadagno

10,2%

5,46%

BCA FIDEURAM

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 3 giorni ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 17 giorni che: ha chiuso in ribasso rispetto a tre giorni prima ha chiuso con volumi crescenti rispetto al giorno prima è tra il 20% e il 30% dell'intervallo di bollinger APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 13/10/06, applicabile in data 7/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 05/06/2006 a 4,26 il 28/06/2006 a 4,95 il 05/07/2006 + 16,2% 06/04/2006 a 4,77 il 04/05/2006 a 4,92 il 09/05/2006 + 3,14% 15/02/2006 a 4,80 il 10/03/2006 a 4,87 il 15/03/2006 + 1,46% 06/10/2005 a 4,42 il 31/10/2005 a 4,64 il 03/11/2005 + 4,98%

4,65%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su BCA FIDEURAM ha dato esito positivo in 6 casi su 7 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 5/6/06 ACQUISTARE il 28/6/06 a 4,26 VENDERE il 5/7/06 a 4,95

Esempio storico SEGNALE il 8/3/05 ACQUISTARE il 4/4/05 a 4,01 VENDERE il 7/4/05 a 4,26

Guadagno

Guadagno

16,2%

6,23%


l’Agenda di Borsa

MERCOLEDÌ 8 NOVEMBRE MEDIOBANCA Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 2 giorni

metodo

Sabato 4 Novembre 2006

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 18 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto a due giorni prima l'indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80 lo stocastico è in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 13/10/06, applicabile in data 8/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 21/07/2006 a 15,75 il 17/08/2006 a 16,26 il 21/08/2006 + 3,24% 07/02/2006 a 17,60 il 03/03/2006 a 17,97 il 07/03/2006 + 2,10% 09/09/2005 a 16,40 il 05/10/2005 a 15,89 il 07/10/2005 - 3,11% 10/08/2005 a 16,11 il 06/09/2005 a 16,84 il 08/09/2005 + 4,53%

4,15%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su MEDIOBANCA ha dato esito positivo in 6 casi su 7 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 12/7/05 ACQUISTARE il 5/8/05 a 15,07 VENDERE il 9/8/05 a 16,45

Esempio storico SEGNALE il 11/5/05 ACQUISTARE il 6/6/05 a 14,23 VENDERE il 8/6/05 a 15,33

Guadagno

Guadagno

9,16%

7,73%

PIRELLI & C Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 2 giorni

metodo

14

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 12 giorni che: ha chiuso invariato rispetto a tre giorni prima ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima l'indicatore stocastico è compreso tra 60 e 70 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 23/10/06, applicabile in data 8/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 22/08/2006 a 0,72 il 07/09/2006 a 0,80 il 11/09/2006 + 11,1% 30/06/2006 a 0,64 il 18/07/2006 a 0,65 il 20/07/2006 + 1,56% 01/06/2006 a 0,69 il 19/06/2006 a 0,69 il 21/06/2006 + 0,00% 11/11/2005 a 0,75 il 29/11/2005 a 0,77 il 01/12/2005 + 2,67%

4,15%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su PIRELLI & C ha dato esito positivo in 5 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 22/8/06 ACQUISTARE il 7/9/06 a 0,72 VENDERE il 11/9/06 a 0,80

Esempio storico SEGNALE il 9/9/05 ACQUISTARE il 27/9/05 a 0,82 VENDERE il 29/9/05 a 0,88

Guadagno

Guadagno

11,1%

7,32%


l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

15

MERCOLEDÌ 8 NOVEMBRE FASTWEB

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 2 giorni ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 12 giorni che: ha chiuso in ribasso rispetto al giorno prima ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima la volatilita' è compresa tra 30 e 40 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 23/10/06, applicabile in data 8/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 22/09/2006 a 37,26 il 10/10/2006 a 39,03 il 12/10/2006 + 4,75% 30/08/2006 a 31,65 il 15/09/2006 a 34,98 il 19/09/2006 + 10,5% 25/11/2005 a 40,26 il 13/12/2005 a 39,70 il 15/12/2005 - 1,39% 04/11/2005 a 40,15 il 22/11/2005 a 41,25 il 24/11/2005 + 2,74%

3,88%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su FASTWEB ha dato esito positivo in 6 casi su 8 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 30/8/06 ACQUISTARE il 15/9/06 a 31,65 VENDERE il 19/9/06 a 34,98

Esempio storico SEGNALE il 17/1/05 ACQUISTARE il 2/2/05 a 34,28 VENDERE il 4/2/05 a 36,22

Guadagno

Guadagno

10,5%

5,66%

PARMALAT

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura dopo 2 giorni ▲ ● ● ● ▲ ●

VENDERE in apertura dopo 17 giorni che: ha chiuso con volumi crescenti rispetto a tre giorni prima l'indicatore RSI è compreso tra 50 e 60 il MACD è in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 16/10/06, applicabile in data 8/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 24/08/2006 a 2,85 il 18/09/2006 a 2,82 il 20/09/2006 + 1,06% 21/07/2006 a 2,71 il 16/08/2006 a 2,70 il 18/08/2006 + 0,37% 20/04/2006 a 2,56 il 16/05/2006 a 2,47 il 18/05/2006 + 3,64% 02/03/2006 a 2,70 il 27/03/2006 a 2,58 il 29/03/2006 + 4,65%

3,53%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su PARMALAT ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 19/10/05 VENDERE il 11/11/05 a 2,34 ACQUISTARE il 15/11/05 a 2,50

Esempio storico SEGNALE il 2/3/06 VENDERE il 27/3/06 a 2,70 ACQUISTARE il 29/3/06 a 2,83

Guadagno

Guadagno

6,85%

4,65%


l’Agenda di Borsa

GIOVEDÌ 9 NOVEMBRE CAPITALIA Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno successivo

metodo

Sabato 4 Novembre 2006

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 18 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto a tre giorni prima ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a due giorni prima l'indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 16/10/06, applicabile in data 9/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 29/08/2006 a 6,63 il 22/09/2006 a 6,47 il 25/09/2006 - 2,41% 28/07/2006 a 6,56 il 24/08/2006 a 6,99 il 25/08/2006 + 6,55% 22/06/2006 a 6,39 il 18/07/2006 a 6,50 il 19/07/2006 + 1,72% 14/03/2006 a 7,29 il 07/04/2006 a 7,16 il 10/04/2006 - 1,78%

3,06%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su CAPITALIA ha dato esito positivo in 8 casi su 10 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 31/1/05 ACQUISTARE il 24/2/05 a 3,56 VENDERE il 25/2/05 a 3,84

Esempio storico SEGNALE il 5/4/05 ACQUISTARE il 29/4/05 a 3,98 VENDERE il 2/5/05 a 4,29

Guadagno

Guadagno

7,87%

7,79%

B POP VR E NO Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno successivo

metodo

16

▲ ● ● ● ▲ ●

VENDERE in apertura dopo 12 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto a tre giorni prima il MACD è negativo il MACD è in diminuzione rispetto al giorno prima APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 24/10/06, applicabile in data 9/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 27/09/2006 a 23,00 il 13/10/2006 a 21,00 il 16/10/2006 + 9,52% 16/06/2006 a 20,93 il 04/07/2006 a 20,80 il 05/07/2006 + 0,63% 25/05/2006 a 21,38 il 12/06/2006 a 20,42 il 13/06/2006 + 4,70% 13/06/2005 a 14,24 il 29/06/2005 a 14,08 il 30/06/2005 + 1,14%

2,97%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su B POP VR E NOha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 27/9/06 VENDERE il 13/10/06 a 23,00 ACQUISTARE il 16/10/06 a 25,19

Esempio storico SEGNALE il 25/5/06 VENDERE il 12/6/06 a 21,38 ACQUISTARE il 13/6/06 a 22,39

Guadagno

Guadagno

9,52%

4,70%


l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

17

GIOVEDÌ 9 NOVEMBRE MEDIOLANUM

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno successivo ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 15 giorni che: ha chiuso in rialzo rispetto al giorno prima è sopra la sua media mobile a 5 giorni l'indicatore stocastico è compreso tra 50 e 60 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 19/10/06, applicabile in data 9/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 08/09/2006 a 5,60 il 29/09/2006 a 5,87 il 02/10/2006 + 4,82% 06/07/2006 a 5,34 il 27/07/2006 a 5,48 il 28/07/2006 + 2,62% 29/05/2006 a 5,37 il 19/06/2006 a 5,39 il 20/06/2006 + 0,37% 29/12/2005 a 6,02 il 19/01/2006 a 6,24 il 20/01/2006 + 3,65%

2,76%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su MEDIOLANUM ha dato esito positivo in 8 casi su 8 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 8/9/06 ACQUISTARE il 29/9/06 a 5,60 VENDERE il 2/10/06 a 5,87

Esempio storico SEGNALE il 30/9/05 ACQUISTARE il 21/10/05 a 4,98 VENDERE il 24/10/05 a 5,19

Guadagno

Guadagno

4,82%

4,22%

B POP MILANO

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno successivo ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 20 giorni che: ha chiuso con volumi decrescenti rispetto al giorno prima l'indicatore stocastico è compreso tra 60 e 70 l'indicatore RSI è compreso tra 60 e 70 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 12/10/06, applicabile in data 9/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 04/09/2006 a 10,42 il 02/10/2006 a 10,57 il 03/10/2006 + 1,44% 17/07/2006 a 9,52 il 14/08/2006 a 9,66 il 16/08/2006 + 1,47% 10/02/2006 a 10,29 il 10/03/2006 a 10,76 il 13/03/2006 + 4,57% 06/01/2006 a 10,06 il 03/02/2006 a 10,57 il 06/02/2006 + 5,07%

2,61%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su B POP MILANO ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 6/1/06 ACQUISTARE il 3/2/06 a 10,06 VENDERE il 6/2/06 a 10,57

Esempio storico SEGNALE il 10/2/06 ACQUISTARE il 10/3/06 a 10,29 VENDERE il 13/3/06 a 10,76

Guadagno

Guadagno

5,07%

4,57%


l’Agenda di Borsa

VENERDÌ 10 NOVEMBRE FONDIARIA-SAI Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno

metodo

Sabato 4 Novembre 2006

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 11 giorni che: ha chiuso in ribasso rispetto al giorno prima è sotto la sua media mobile a 5 giorni è tra il 10% e il 20% dell'intervallo di bollinger APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 26/10/06, applicabile in data 10/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 17/07/2006 a 31,59 il 01/08/2006 a 31,86 il 01/08/2006 + 0,85% 08/06/2006 a 29,35 il 23/06/2006 a 29,33 il 23/06/2006 - 0,07% 16/05/2006 a 29,19 il 31/05/2006 a 30,49 il 31/05/2006 + 4,45% 12/04/2006 a 31,27 il 02/05/2006 a 31,98 il 02/05/2006 + 2,27%

2,08%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su FONDIARIASAI ha dato esito positivo in 5 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 16/5/06 ACQUISTARE il 31/5/06 a 29,19 VENDERE il 31/5/06 a 30,49

Esempio storico SEGNALE il 24/1/05 ACQUISTARE il 8/2/05 a 19,81 VENDERE il 8/2/05 a 20,48

Guadagno

Guadagno

4,45%

3,38%

SEAT PG Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno

metodo

18

▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 20 giorni che: ha chiuso invariato rispetto a tre giorni prima l'indicatore RSI è compreso tra 50 e 60 la volatilita' è compresa tra 20 e 30 APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 13/10/06, applicabile in data 10/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 31/07/2006 a 0,37 il 29/08/2006 a 0,37 il 29/08/2006 + 0,00% 05/01/2006 a 0,44 il 02/02/2006 a 0,44 il 02/02/2006 + 0,00% 05/12/2005 a 0,39 il 03/01/2006 a 0,40 il 03/01/2006 + 2,56% 17/06/2005 a 0,36 il 15/07/2005 a 0,37 il 15/07/2005 + 2,78%

1,93%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su SEAT PG ha dato esito positivo in 4 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 13/4/05 ACQUISTARE il 11/5/05 a 0,31 VENDERE il 11/5/05 a 0,32

Esempio storico SEGNALE il 28/1/05 ACQUISTARE il 25/2/05 a 0,33 VENDERE il 25/2/05 a 0,34

Guadagno

Guadagno

3,23%

3,03%


l’Agenda di Borsa

Sabato 4 Novembre 2006

19

VENERDÌ 10 NOVEMBRE ITALCEMENTI

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 16 giorni che: ha chiuso con volumi decrescenti rispetto al giorno prima ha chiuso con volumi crescenti rispetto a due giorni prima è tra il 80% e il 90% dell'intervallo di bollinger APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 19/10/06, applicabile in data 10/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 14/09/2006 a 20,06 il 06/10/2006 a 20,25 il 06/10/2006 + 0,95% 28/04/2006 a 18,15 il 23/05/2006 a 18,89 il 23/05/2006 + 4,08% 24/03/2006 a 20,00 il 19/04/2006 a 20,46 il 19/04/2006 + 2,30% 03/02/2006 a 17,10 il 27/02/2006 a 17,51 il 27/02/2006 + 2,40%

1,82%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su ITALCEMENTI ha dato esito positivo in 5 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 28/4/06 ACQUISTARE il 23/5/06 a 18,15 VENDERE il 23/5/06 a 18,89

Esempio storico SEGNALE il 3/2/06 ACQUISTARE il 27/2/06 a 17,10 VENDERE il 27/2/06 a 17,51

Guadagno

Guadagno

4,08%

2,40%

AEM

metodo

Obiettivo Guadagno alla chiusura del giorno ▲ ● ● ● ▲ ●

ACQUISTARE in apertura dopo 17 giorni che: la volatilita' è compresa tra 20 e 30 la volatilita' è in crescita rispetto al giorno prima è tra il 60% e il 70% dell'intervallo di bollinger APPLICABILE IMMEDIATAMENTE! segnale scattato in data 18/10/06, applicabile in data 10/11/06 con chiusura programmata in data 10/11/06

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 06/06/2006 a 1,76 il 29/06/2006 a 1,78 il 29/06/2006 + 1,14% 08/05/2006 a 1,73 il 31/05/2006 a 1,79 il 31/05/2006 + 3,47% 23/11/2005 a 1,61 il 16/12/2005 a 1,62 il 16/12/2005 + 0,62% 01/07/2005 a 1,75 il 26/07/2005 a 1,75 il 26/07/2005 + 0,00%

1,72%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su AEM ha dato esito positivo in 5 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 13/4/05 ACQUISTARE il 6/5/05 a 1,56 VENDERE il 6/5/05 a 1,63

Esempio storico SEGNALE il 8/5/06 ACQUISTARE il 31/5/06 a 1,73 VENDERE il 31/5/06 a 1,79

Guadagno

Guadagno

4,49%

3,47%


20

Sabato 4 Novembre 2006

le Candele Giapponesi

Minimo rischio, massimo rendimento

le Candele Ma chi ha paura Giapponesi delfuturecattivo? Non occorrono grandi capitali; non c’è necessità di rimanere incollati allo schermo per intere giornate (anzi!); il rischio può essere contenuto con esattezza matematica; i profitti possono essere stratosferici. E allora perché molti operatori (inesperti) pensano esattamente il contrario?

Molti operatori considerano questa tecnica di analisi come un’eccellente metodologia di previsione del trend (ribassista/rialzista). Sicuramente le candlestick possono contribuire alla formulazione di ipotesi attendibili

U

L

no dei pregiudizi più diffusi fra coloro che operano in Borsa con finalità speculative è quello legato alla presunta pericolosità dei futures. E invece è proprio l’uso corretto degli strumenti derivati il mezzo migliore per limitare l’esposizione e puntare a guadagni notevoli. Chi sente parlare di “future S&PMib” (ma io preferisco continuare a chiamarlo “FIB”) spesso associa il termine all’idea di una operatività particolarmente rischiosa ed azzardata, che può dare sì grandi guadagni, ma anche perdite smisurate. In verità il rischio e l’azzardo non appartengono allo strumento in sé (che anzi è stato inizialmente concepito per finalità difensive e non per la pura e semplice speculazione), ma all’uso improprio che generalmente se ne fa. I derivati, contrariamente all’opinione comune, possono essere, nello stesso tempo, assai meno pericolosi ed estremamente più redditizi di una comune speculazione sul mercato azionario. Il vantaggio dei derivati è quello di poter guadagnare molto più e molto più tranquillamente di una operazione condotta sui titoli azionari… rischiando di meno ed impegnando capitali assai più contenuti per ottenere il medesimo obiettivo.

Speculare, non giocare È vero altresì che un derivato potente come il FIB non può essere gestito come una puntata al Casinò, ma in maniera professionale e responsabile, adottando, prima di tutto, severissime misure di protezione, la cui finalità è prima di tutto patrimoniale (per evitare categoricamente che un’eventuale perdita ecceda anche di un solo centesimo i limiti prestabiliti) e subito dopo psicologica: la certezza preventiva di aver dato un preciso limite - tarato su misura - al proprio rischio pone l’operatore in quelle giuste condizioni di serenità dalle quali è impossibile prescindere se si vuol fare speculazione vincente e non

semplice gioco d’azzardo. Il FIB e il Mini-Future non soltanto “possono”, ma addirittura “devono” essere sempre protetti, anche perché il costo della protezione è sempre ampiamente ripagato dalla tranquillità che ne deriva, e che consente di operare non in base all’alternanza di panico ed euforia, ma in virtù delle scelte operative più appropriate. La prima e fondamentale regola che è doveroso suggerire a chiunque decida di cimentarsi in queste operazioni è quella di non iniziare mai un’avventura sul FIB se prima non ha stabilito e fissato rigorosamente il limite massimo della perdita sostenibile. Ottenere una condizione del genere è estremamente semplice. Del resto, non intendo confondere le idee con la teoria, e quindi passo senz’altro ad un esempio pratico facilmente comprensibile.

Proteggere il Mini-FIB Per ulteriore linearità espositiva – come meglio si potrà capire con il procedere del discorso – baserò tale esempio non sul FIB ma sul Mini-FIB. E per evitare complicazioni indirette considererò come equivalenti – anche se in realtà non lo sono – il valore dell’indice MIB30 e quello del derivato. Ebbene, nel momento in cui scrivo prendo come valore orientativo di riferimento la quota 39.500. Se decido di comprare un Mini-FIB perché penso che il mercato salirà, ma so di non volermi esporre in nessun caso a una perdita superiore a 1.500 punti, allora mi premunisco acquistando un’opzione PUT con base 38.000 sull’indice “future S&PMib” che abbia la stessa scadenza del Mini-FIB. (segue a pagina 21)

e candele giapponesi (candlestick) sono particolari conformazioni dell'andamento dei prezzi nelle ultime sedute, ciascuna conformazione ha un nome particolare e può avere implicazioni rialziste o ribassiste o, più genericamente, di inversione o continuazione. Il verificarsi di una di queste figure - che può essere composta da una, due o tre candele - suona come un campanello d'allarme agli orecchi dell'analista tecnico che troverà in questa rubrica un valido supporto nella sua ricerca di situazioni operative basate su candlestick. Le situazioni operative presenti nelle pagine di questa rubrica sono basate sulla figura candlestick verificata nel periodo di osservazione indicato. È proprio su questo tipo di figura che viene studiata la statistica relativamente al titolo in esame al fine di elaborare un piano operativo coerente con le indicazioni ricavate dall’esame accurato delle candele giapponesi. L'operatività consiste nell'entrare in posizione acquistando o vendendo il titolo nel giorno specificato per poi chiudere la posizione dopo un certo intervallo di giorni anch'esso esattamente specificato. In diversi casi il piano operativo risulta immediatamente applicabile e in queste occasioni viene evidenziata tanto la possibilità di operare in tempi brevi quanto la data esatta in cui può essere dato il via all’applicazione del metodo. Attraverso un documentato esame della resa storica si analizza il rendimento medio riscontrato sul titolo preso in esame con l’obiettivo di porre nella dovuta evidenza la maggiore o minore affidabilità del criterio. Per integrare questo tipo di informazione abbiamo inoltre provveduto a fornire alcuni significativi esempi storici. A beneficio di chi utilizza per la prima volta le candele giapponesi vogliamo precisare che tutto il lavoro di ricerca e analisi è stato effettuato da noi: indichiamo quale figura si è verificata su quale titolo e forniamo direttamente il sistema operativo legato all'uscita di quella figura su quel titolo che ha dato storicamente il maggior guadagno (e la sua resa statistica). Si consiglia sempre di applicare opportuni stop loss a protezione di eventuali esiti negativi.

Come leggere la sezione relativa 2 3 4 1 5 6

6

1: situazione attuale. 2: pattern attuale. 3: descrizione. 4: commento. 5: applicabilità. 6: rese storiche


le Candele Giapponesi

Sabato 4 Novembre 2006

21

SEAT PG Pattern Dragonfly doji ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

▼▲

DESCRIZIONE Doji con lower shadow ma senza upper shadow.

COMMENTO Si ha un doji quando l'apertura è uguale alla chiusura, tutti i tipi di doji in genere hanno implicazioni dipendenti dal contesto. Il dragonfly doji puo' avere caratteristiche rialziste.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' VENDERE dopo 7 giorni. ACQUISTARE dopo 16 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su SEAT PG: 2,36% in 59 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 17/11/06.

Esempio storico su SEAT PG il 16/8/01

Esempio storico su SEAT PG il 21/11/02

22,2%

18,2%

Esempio storico su SEAT PG il 27/4/06

Esempio storico su SEAT PG il 8/9/00

15,2%

14,4%

Ma chi ha paura del future cattivo? (segue da pagina 20) Il costo di questa opzione varierà a seconda del tempo che manca alla scadenza, ma rappresenterà una limitazione invalicabile del mio rischio operativo. E non solo! Come è noto, infatti, un punto del Mini-FIB vale attualmente 1 euro; un punto di un’opzione MibO vale 2,5 euro. Ciò premesso, se andiamo ad esaminare tutti gli scenari possibili, le possibilità sono queste: 1) Il mercato rimane immobile intorno a quota 39.500 fino alla scadenza dell’opzione. In questo caso io perdo la cifra pagata per l’acquisto della PUT 38.000. 2) Il mercato conferma la mia ipotesi di rialzo, e sale fino a 41.000. Anche in questo

caso la PUT azzera il suo valore, ma io incasso i 1.500 punti guadagnati con il Mini-FIB (il che, al momento in cui scrivo, equivarrebbe a un profitto netto di 1.200 euro). 3) Il mercato ribassa (fino a un minimo di 38.000). Qui si verifica la situazione peggiore – che coincide con il mio livello massimo di rischio – con la perdita del valore della PUT, a cui si sommano i punti persi con il Mini-FIB. Immaginando di aver speso 500 euro (200 punti) per l’acquisto della PUT 38.000, sarò comunque certo di non poter perdere un solo centesimo in più (1.500 euro con il Mini-FIB + 500 euro con l’opzione PUT) di quanto previsto nel peggiore fra gli scenari possibili: l’e-

satto raggiungimento di quota 38.000. 4) Il mercato va incontro a un vero e proprio crollo. Ebbene: ferma restando l’impossibilità di perdere un solo centesimo in più rispetto ai 2.000 euro (che rappresentavano il massimo livello di rischio), da quota 38.000 in giù – senza alcun limite – il mio sistema incamera 1,5 euro per ogni punto, in quanto il Mini-FIB perde un euro, ma la PUT ne guadagna 2,5 per ogni tick al ribasso. Tanto per intenderci, a quota 36.000 la mia operazione non avrebbe soltanto evitato la perdita, ma, al contrario, avrebbe ottenuto un profitto netto di 1.000 euro pur essendo stata impostata su un’ipotesi di rialzo rivelatasi

completamente “sballata”! Da notare che questo esempio vale solo nel caso che io decida di mantenere l’operazione sempre ferma e aperta fino alla scadenza dell’opzione: il che generalmente non accade. Se io uso il Mini-FIB per fare trading, gli scenari risultano ancora più allettanti: 1) Il mercato sale con forza. Chiudo l’operazione, incassando il relativo profitto e accettando di buon grado l’erosione del valore della PUT che, a certi livelli, può diventare addirittura insignificante rispetto al guadagno ottenuto con il Mini-FIB. 2) Il mercato scende violentemente. La situazione non è quantificabile con precisione

perché sono in gioco troppe variabili (scadenza, volatilità, etc.), ma un fatto è sicuro: a fronte della perdita accusabile sul Mini-FIB si determina una rivalutazione (potenzialmente illimitata) del valore della PUT, al punto che l’operazione può generare addirittura un forte utile (indipendentemente dal raggiungimento di quota 38.000 o inferiori, se la data della scadenza è lontana e/o l’incremento di volatilità è significativo). 3) Il mercato non presenta oscillazioni brusche. Mi trovo nella condizione ideale per fare un trading rapido e fruttuoso con il Mini-FIB, dall’alto di una posizione di tranquillità che è davvero… impagabile! vincenzo.carchidi@libero.it


22

Sabato 4 Novembre 2006

le Candele Giapponesi

PIRELLI & C ▲

Pattern White marubozu ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

DESCRIZIONE La figura consiste in una sola lunga candela bianca in cui il minimo coincide con l'apertura e il massimo coincide con la chiusura.

COMMENTO Figura molto semplice composta da una sola candela. Denota notevole forza dei compratori, tipologia tipicamente rialzista.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' ACQUISTARE dopo 7 giorni. VENDERE dopo 18 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su PIRELLI & C: 1,38% in 56 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 21/11/06.

Esempio storico su PIRELLI & C il 6/11/02

Esempio storico su PIRELLI & C il 5/12/01

25,0%

15,0%

ALITALIA ▼

Pattern Black marubozu ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

DESCRIZIONE La figura consiste in una sola lunga candela nera in cui il massimo coincide con l'apertura e il minimo coincide con la chiusura.

COMMENTO Figura molto semplice composta da una sola candela. Denota notevole forza dei venditori, tipologia tipicamente ribassista.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' VENDERE dopo 13 giorni. ACQUISTARE dopo 19 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su ALITALIA: 2,66% in 41 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 14/11/06 con chiusura programmata in data 22/11/06.

Esempio storico su ALITALIA il 20/8/01

Esempio storico su ALITALIA il 5/4/04

43,8%

21,8%


le Candele Giapponesi

Sabato 4 Novembre 2006

23

B POP VR E NO Pattern Doji line ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

▼▲

DESCRIZIONE Doji con upper shadow e lower shadow entrambi presenti anche se non uguali.

COMMENTO Si ha un doji quando l'apertura è uguale alla chiusura, tutti i tipi di doji in genere hanno implicazioni dipendenti dal contesto.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' ACQUISTARE dopo 7 giorni. VENDERE dopo 15 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su B POP VR E NO: 0,60% in 27 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 16/11/06.

Esempio storico su B POP VR E NO il 9/1/02

Esempio storico su B POP VR E NO il 28/8/00

9,76%

7,96%

PARMALAT Pattern Gravestone doji ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

▼▲

DESCRIZIONE Doji con upper shadow ma senza lower shadow.

COMMENTO Si ha un doji quando l'apertura è uguale alla chiusura, tutti i tipi di doji in genere hanno implicazioni dipendenti dal contesto. Il gravestone doji puo' avere caratteristiche ribassiste.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' VENDERE dopo 7 giorni. ACQUISTARE dopo 17 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su PARMALAT: 2,80% in 6 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 20/11/06.

Esempio storico su PARMALAT il 20/1/03

Esempio storico su PARMALAT il 30/5/06

20,4%

3,43%


24

Sabato 4 Novembre 2006

le Candele Giapponesi

MEDIOLANUM ▼

Pattern Black marubozu ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

DESCRIZIONE La figura consiste in una sola lunga candela nera in cui il massimo coincide con l'apertura e il minimo coincide con la chiusura.

COMMENTO Figura molto semplice composta da una sola candela. Denota notevole forza dei venditori, tipologia tipicamente ribassista.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' VENDERE dopo 10 giorni. ACQUISTARE dopo 20 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su MEDIOLANUM: 2,55% in 15 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 9/11/06 con chiusura programmata in data 23/11/06.

Esempio storico su MEDIOLANUM il 30/12/02

Esempio storico su MEDIOLANUM il 3/9/02

26,7%

24,0%

EDIT. L'ESPRESSO Pattern Doji line ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

▼▲

DESCRIZIONE Doji con upper shadow e lower shadow entrambi presenti anche se non uguali.

COMMENTO Si ha un doji quando l'apertura è uguale alla chiusura, tutti i tipi di doji in genere hanno implicazioni dipendenti dal contesto.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' VENDERE dopo 7 giorni. ACQUISTARE dopo 20 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su EDIT. L'ESPRESSO: 4,67% in 28 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 23/11/06.

Esempio storico su EDIT. L'ESPRESSO il 21/8/01

Esempio storico su EDIT. L'ESPRESSO il 6/11/00

80,5%

15,4%


le Candele Giapponesi

Sabato 4 Novembre 2006

25

AUTOGRILL SPA ▼▲

Pattern Doji line ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

DESCRIZIONE Doji con upper shadow e lower shadow entrambi presenti anche se non uguali.

COMMENTO Si ha un doji quando l'apertura è uguale alla chiusura, tutti i tipi di doji in genere hanno implicazioni dipendenti dal contesto.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' ACQUISTARE dopo 7 giorni. VENDERE dopo 15 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su AUTOGRILL SPA: 1,52% in 24 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 16/11/06.

Esempio storico su AUTOGRILL SPA il 14/5/03

Esempio storico su AUTOGRILL SPA il 11/4/00

13,6%

9,33%

TELECOM ITALIA Pattern White marubozu closing line ▼ RIBASSISTA ▲ RIALZISTA ▼▲ INVERSIONE

DESCRIZIONE La figura consiste in una sola lunga candela bianca in cui il massimo coincide con la chiusura.

COMMENTO Simile al white marubozu anche questa è una figura con caratteristiche rialziste. Denota notevole forza dei compratori.

ESEMPIO DI OPERATIVITA' VENDERE dopo 8 giorni. ACQUISTARE dopo 16 giorni.

RESA STORICA RESA dal 1/1/2000 su TELECOM ITALIA: 1,66% in 50 casi.

APPLICABILITA' Applicabile in data 6/11/06 con chiusura programmata in data 16/11/06.

Esempio storico su TELECOM ITALIA il 27/8/01

Esempio storico su TELECOM ITALIA il 28/2/01

25,8%

14,6%


26

Sabato 4 Novembre 2006

i Metodi da Conservare

Il successo del TOL avvantaggia i traders più abili

i Metodi da Breve storia del Conservare Trading on Line... Milioni di eseguiti, una platea molto vasta (e spesso dilettantistica) e un mercato in ulteriore espansione: tutti ingredienti che concorrono a rendere sempre più stimolante (e redditizia) l’attività del trader preparato

I

l pioniere italiano del Trading on Line, TOL per abbreviare, è la Directa Sim, fondata nel 1995 da Massimo Sagré. Il suo obiettivo era permettere agli investitori privati di comprare e vendere azioni per via telematica, direttamente dal loro PC con esecuzione immediata degli ordini e costi ridotti. La società iniziò ad operare a marzo del 1996, grazie ad un sistema che sfruttava il computer attraverso un modem. In quel periodo, infatti, il servizio Internet era ancora poco diffuso e nessuno parlava di trading on line. Directa, risultò così, il primo broker telematico in Italia, nonché uno dei primi al mondo. I suoi clienti operativi sono cresciuti rapidamente: a gennaio 1999 hanno superato il traguardo dei 1.000, sono diventati oltre 3.000 nel settembre dello stesso anno, 10.100 a fine 2001, 11.033 a fine 2003 (+7% rispetto al 2002) e 11.899 a fine 2005. Il servizio di trading-on-line è stato poi offerto da altre due società a cavallo tra il ’97 e il ’98: Cariplo e Mediosim. Una società, quest’ultima, di intermediazione mobiliare (Sim). Da questo momento in poi, il mercato è cresciuto sviluppandosi in due direzioni: le banche hanno iniziato a proporre il trading-on-line direttamente o attraverso Sim create appositamente, mentre le Sim proponevano il servizio integrandolo solo dopo con i classici servizi bancari. In quegli anni l’informatizzazione già avvantaggiava coloro che, prima degli altri, decidevano di approcciare al web. Partendo da questo punto di vista, il TOL ha avvicinato alla conoscenza di Internet fasce di utenti che probabilmente non lo ritenevano un mezzo utile e, in parallelo, favorito un ampliamento del mercato finanziario con nuovi investitori. Alla fine del 1998 si affaccia sul mercato Banca Sella. Ma è agli inizi del 1999, con il servizio offerto da Fineco, che prende piede in Italia quella forma di trading on line che oggi tutti conosciamo. Fineco trasforma così il trading on line in un fenomeno di massa ca-

Una panoramica sui riferimenti tecnici e statistici che hanno prodotto esiti importanti in un recente passato e che offrono validi spunti operativi per il futuro Metodi ad obiettivo

1

Qui vengono pubblicati i metodi ad obiettivo prefissato. In questi metodi l'operatività consiste nell'entrare in posizione in apertura del giorno indicato (in genere il giorno successivo) dopo il verificarsi delle condizioni operative, e uscire dalla posizione appena si realizza l'obiettivo di guadagno prefissato (stop profit). In ogni caso chiudere la posizione in essere segnalata dal metodo.

Metodi a breve termine

2

Qui vengono pubblicati i metodi che hanno come obiettivo la realizzazione di un guadagno in un tempo breve (tipicamente pochissime sedute). L'operatività consiste nell'entrare in posizione in apertura del giorno indicato (in genere il giorno successivo) dopo il verificarsi delle condizioni operative e chiudere la posizione al valore di chiusura del giorno stabilito.

Metodi a lungo termine pace di appassionare vecchi e attirare nuovi risparmiatori. Prima del trading on line, un ordine di borsa da 10.000 euro costava circa 70 euro, uno da 100.000 euro circa 700 euro. Con Fineco, entrambi gli ordini costano 29 euro, che diventano 19 euro già all’inizio del 2000. La rivoluzione in cinque scelte azzeccate: 1. introduzione di un software americano progettato da TIBCO che permetteva di offrire una piattaforma più avanzata (la cosiddetta piattaforma JAVA); 2. abbattimento commissioni; 3. introduzione della formula “tutto gratuito” (vieni a provare, non ti costa nulla); 4. servizio telefonico gratuito con estensione ai mercati esteri; 5. conto BankUp, che trasformava la Sim in una vera banca. Tra il 1999 e il 2001, Fineco conta 250.000 clienti e diventa il leader del trading on line in Europa. Il fenomeno decolla grazie ai servizi offerti da tutte le altre banche e Sim, servizi sempre più economici, più completi, più competitivi. Per farsi un’idea, basta consultare i dati: a livello europeo, dal 1999 al 2004, si è passati da poco più di un milione di utenti a circa 14 milioni, con la Germania a fare da traino (fonte: Forrester Research). Secondo il 12° rapporto semestrale Kpmg Advisory, il canale on line in Italia, dal 1999 al 2005, ha raggiunto una buona

diffusione. I conti correnti e-trading sono passati da meno di un milione del primo semestre 2000 a circa 4 milioni del secondo semestre 2005. Inoltre, sempre nel secondo semestre del 2005, è stato raggiunto un importante traguardo: 17,9 milioni di eseguiti e-trading (vedi tabella). Si tratta di un incremento del 5% rispetto al primo semestre 2005 con un controvalore di 267 miliardi (intermediato cash). PERIODO 1° sem. 2000 2° sem. 2000 1° sem. 2001 2° sem. 2001 1° sem. 2002 2° sem. 2002 1° sem. 2003 2° sem. 2003 1° sem. 2004 2° sem. 2004 1° sem. 2005 2° sem. 2005

ESEGUITI 7.500.000 9.800.000 11.500.000 12.800.000 12.700.000 15.300.000 14.800.000 14.900.000 14.700.000 13.400.000 17.100.000 17.900.000

Il ritratto del cliente e-trading tipo che la Kpmg stila è a dominanza di sesso maschile (88%) con alto livello di scolarità (41% laurea, di cui 14 con master, 40% diploma) e di professione che permette la gestione ottimale del proprio tempo. Questa la ripartizione sul territorio italiano: 39,6% nord-ovest, 25,7% nord-est, 17,7 centro e 16,7 sud e isole. Lorenzo Carella

3

Qui vengono pubblicati i metodi che hanno come obiettivo la realizzazione di un guadagno in un tempo di diversi giorni. L'operatività consiste nell'entrare in posizione in apertura del giorno indicato (in genere il giorno successivo) dopo il verificarsi delle condizioni operative e chiudere la posizione al valore di chiusura del giorno stabilito.

Metodi intraday

4

Qui vengono pubblicati i metodi che hanno come obiettivo la realizzazione di un guadagno in un giorno solo. L'operatività consiste nell'entrare in posizione in apertura del giorno indicato (in genere il giorno successivo) dopo il verificarsi delle condizioni operative e chiudere la posizione in chiusura dello stesso giorno.

Metodi complessi

5

Qui vengono pubblicati i metodi che hanno un numero di condizioni operative pari o superiore a 4. Questi metodi, che operano come i precedenti, hanno la caratteristica di essere di più rara applicazione perchè vanno soddisfatte più condizioni operative rispetto agli altri. Per queto motivo in genere hanno specificità maggiore.

Come leggere la sezione relativa 2 3 1

4 5

6

6

1: situazione attuale. 2: obiettivo da raggiungere. 3: operatività. 4: resa del metodo. 5: percentuale di guadagno. 6: rese storiche


i Metodi da Conservare

Sabato 4 Novembre 2006

27

TENARIS obiettivo ▲ Realizzare il 10,0% entro 6 giorni

metodo ▲ ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: è sopra la sua media mobile a 5 giorni l’indicatore stocastico è compreso tra 60 e 70 l’indicatore RSI è compreso tra 60 e 70

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 07/04/2006 a 16,48 il 10/04/2006 a 17,50 il 20/04/2006 + 10,0% 29/03/2006 a 15,24 il 30/03/2006 a 16,96 il 06/04/2006 + 10,0% 10/01/2006 a 10,66 il 11/01/2006 a 11,81 il 19/01/2006 + 10,0% 15/09/2005 a 9,50 il 16/09/2005 a 10,50 il 23/09/2005 + 10,0%

10,0%

Resa Media Il guadagno del 10,0% è stato conseguito in 5 casi su 6 (dal 1/1/05 su TENARIS)

Esempio storico SEGNALE il 25/7/05 ACQUISTARE il 26/7/05 a 7,20 VENDERE il 29/7/05 a 7,92

Esempio storico SEGNALE il 15/9/05 ACQUISTARE il 16/9/05 a 9,50 VENDERE il 23/9/05 a 10,45

Guadagno

Guadagno

10,0%

10,0%

Esempio storico SEGNALE il 10/1/06 ACQUISTARE il 11/1/06 a 10,66 VENDERE il 19/1/06 a 11,73

Esempio storico SEGNALE il 29/3/06 ACQUISTARE il 30/3/06 a 15,24 VENDERE il 6/4/06 a 16,76

Guadagno

Guadagno

10,0%

10,0%

fra sette giorni il nuovo appuntamento


28

Sabato 4 Novembre 2006

i Metodi da Conservare

ALITALIA obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura dopo 6 giorni

metodo ▲ ● ● ●

VENDERE in apertura il giorno dopo che: ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima l’indicatore stocastico è compreso tra 20 e 30 l’indicatore RSI è compreso tra 20 e 30

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 18/05/2006 a 0,89 il 19/05/2006 a 0,78 il 29/05/2006 + 14,1% 21/04/2006 a 1,05 il 24/04/2006 a 1,01 il 03/05/2006 + 3,96% 14/12/2005 a 0,95 il 15/12/2005 a 0,92 il 23/12/2005 + 3,26% 11/11/2005 a 1,39 il 14/11/2005 a 1,02 il 22/11/2005 + 36,3%

11,4%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su ALITALIA ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 11/11/05 VENDERE il 14/11/05 a 1,39 ACQUISTARE il 22/11/05 a 1,89

Esempio storico SEGNALE il 18/5/06 VENDERE il 19/5/06 a 0,89 ACQUISTARE il 29/5/06 a 1,02

Guadagno

Guadagno

36,3%

14,1%

BCA FIDEURAM obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura dopo 5 giorni

metodo ▲ ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: ha chiuso in rialzo rispetto al giorno prima l’indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80 l’indicatore RSI è compreso tra 40 e 50

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 26/06/2006 a 4,16 il 27/06/2006 a 4,96 il 06/07/2006 + 19,2% 19/04/2006 a 4,77 il 20/04/2006 a 4,83 il 27/04/2006 + 1,26% 15/03/2006 a 4,89 il 16/03/2006 a 4,91 il 23/03/2006 + 0,41% 25/10/2005 a 4,53 il 26/10/2005 a 4,55 il 02/11/2005 + 0,44%

7,23%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su BCA FIDEURAM ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 26/6/06 ACQUISTARE il 27/6/06 a 4,16 VENDERE il 6/7/06 a 4,96

Esempio storico SEGNALE il 2/9/05 ACQUISTARE il 5/9/05 a 4,09 VENDERE il 12/9/05 a 4,67

Guadagno

Guadagno

19,2%

14,2%


i Metodi da Conservare

Sabato 4 Novembre 2006

29

FIAT obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura dopo 14 giorni

metodo ▲ ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: ha chiuso con volumi decrescenti rispetto a tre giorni prima è tra il 50% e il 60% dell’intervallo di bollinger pos. nelle fasce di boll. in crescita rispetto al giorno prima

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 19/06/2006 a 10,21 il 20/06/2006 a 10,67 il 10/07/2006 + 4,51% 13/04/2006 a 10,36 il 18/04/2006 a 11,53 il 09/05/2006 + 11,3% 06/02/2006 a 8,22 il 07/02/2006 a 9,30 il 27/02/2006 + 13,1% 06/01/2006 a 7,55 il 09/01/2006 a 8,18 il 27/01/2006 + 8,34%

10,6%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su FIAT ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 4/7/05 ACQUISTARE il 5/7/05 a 6,03 VENDERE il 25/7/05 a 7,11

Esempio storico SEGNALE il 6/2/06 ACQUISTARE il 7/2/06 a 8,22 VENDERE il 27/2/06 a 9,30

Guadagno

Guadagno

17,9%

13,1%

MONTE PASCHI obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura dopo 15 giorni

metodo ▲ ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: è sotto la sua media mobile a 21 giorni l’indicatore stocastico è compreso tra 30 e 40 è tra il 30% e il 40% dell’intervallo di bollinger

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 08/03/2006 a 4,32 il 09/03/2006 a 4,66 il 30/03/2006 + 7,87% 20/10/2005 a 3,57 il 21/10/2005 a 3,94 il 11/11/2005 + 10,4% 16/08/2005 a 3,17 il 17/08/2005 a 3,26 il 07/09/2005 + 2,84% 11/07/2005 a 2,88 il 12/07/2005 a 3,30 il 02/08/2005 + 14,6%

9,99%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su MONTE PASCHI ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 11/7/05 ACQUISTARE il 12/7/05 a 2,88 VENDERE il 2/8/05 a 3,30

Esempio storico SEGNALE il 27/4/05 ACQUISTARE il 28/4/05 a 2,71 VENDERE il 19/5/05 a 3,08

Guadagno

Guadagno

14,6%

13,7%


30

Sabato 4 Novembre 2006

i Metodi da Conservare

SAIPEM obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura del giorno

metodo ▲ ● ● ●

VENDERE in apertura il giorno dopo che: ha chiuso in ribasso rispetto a due giorni prima la volatilita’ è compresa tra 30 e 40 è tra il 0% e il 10% dell’intervallo di bollinger

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 19/05/2006 a 17,30 il 22/05/2006 a 15,95 il 22/05/2006 + 8,46% 17/05/2006 a 17,90 il 18/05/2006 a 17,21 il 18/05/2006 + 4,01% 15/05/2006 a 18,75 il 16/05/2006 a 18,31 il 16/05/2006 + 2,40% 19/10/2005 a 11,59 il 20/10/2005 a 11,48 il 20/10/2005 + 0,96%

3,27%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su SAIPEM ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 19/5/06 VENDERE il 22/5/06 a 17,30 ACQUISTARE il 22/5/06 a 18,76

Esempio storico SEGNALE il 17/5/06 VENDERE il 18/5/06 a 17,90 ACQUISTARE il 18/5/06 a 18,62

Guadagno

Guadagno

8,46%

4,01%

LOTTOMATICA obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura del giorno

metodo ▲ ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: ha chiuso in ribasso rispetto a tre giorni prima ha chiuso con volumi crescenti rispetto a due giorni prima l’indicatore stocastico è compreso tra 70 e 80

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 22/08/2006 a 29,38 il 23/08/2006 a 29,37 il 23/08/2006 - 0,03% 31/05/2006 a 29,06 il 01/06/2006 a 29,95 il 01/06/2006 + 3,06% 01/03/2006 a 30,26 il 02/03/2006 a 30,88 il 02/03/2006 + 2,05% 21/02/2006 a 29,34 il 22/02/2006 a 29,42 il 22/02/2006 + 0,27%

2,17%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su LOTTOMATICA ha dato esito positivo in 5 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 11/1/06 ACQUISTARE il 12/1/06 a 26,91 VENDERE il 12/1/06 a 28,77

Esempio storico SEGNALE il 31/5/06 ACQUISTARE il 1/6/06 a 29,06 VENDERE il 1/6/06 a 29,95

Guadagno

Guadagno

6,91%

3,06%


i Metodi da Conservare

Sabato 4 Novembre 2006

31

B POP MILANO obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura dopo 5 giorni

metodo ▲ ● ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: ha chiuso in ribasso rispetto al giorno prima ha chiuso con volumi decrescenti rispetto al giorno prima è sotto la sua media mobile a 5 giorni è tra il 30% e il 40% dell’intervallo di bollinger

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 27/09/2006 a 10,31 il 28/09/2006 a 11,15 il 05/10/2006 + 8,15% 23/08/2006 a 9,64 il 24/08/2006 a 10,88 il 31/08/2006 + 12,9% 13/04/2006 a 10,00 il 18/04/2006 a 10,13 il 25/04/2006 + 1,30% 18/01/2006 a 9,44 il 19/01/2006 a 10,03 il 26/01/2006 + 6,25%

6,57%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su B POP MILANO ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 23/8/06 ACQUISTARE il 24/8/06 a 9,64 VENDERE il 31/8/06 a 10,88

Esempio storico SEGNALE il 27/9/06 ACQUISTARE il 28/9/06 a 10,31 VENDERE il 5/10/06 a 11,15

Guadagno

Guadagno

12,9%

8,15%

CAPITALIA obiettivo ▲ Guadagno alla chiusura dopo 5 giorni

metodo ▲ ● ● ● ●

ACQUISTARE in apertura il giorno dopo che: lo stocastico è in diminuzione rispetto al giorno prima la volatilita’ è compresa tra 30 e 40 la volatilita’ è in crescita rispetto al giorno prima il MACD è positivo

R E S A D E L M E TO D O N E L L E U LT I M E QUAT T RO A P P L I C A Z I O N I DATA APERTURA CHIUSURA GAIN 23/03/2006 a 6,78 il 24/03/2006 a 6,86 il 31/03/2006 + 1,18% 13/03/2006 a 6,66 il 14/03/2006 a 6,91 il 21/03/2006 + 3,75% 02/03/2006 a 6,26 il 03/03/2006 a 6,84 il 10/03/2006 + 9,27% 21/02/2006 a 6,06 il 22/02/2006 a 6,40 il 01/03/2006 + 5,61%

6,04%

Resa media Dal 1/1/05 applicato su CAPITALIA ha dato esito positivo in 6 casi su 6 applicazioni

Esempio storico SEGNALE il 10/2/06 ACQUISTARE il 13/2/06 a 5,72 VENDERE il 20/2/06 a 6,32

Esempio storico SEGNALE il 2/3/06 ACQUISTARE il 3/3/06 a 6,26 VENDERE il 10/3/06 a 6,84

Guadagno

Guadagno

10,5%

9,27%


GraffioGroup - Roma

il servizio gratuito di SMS per l’aggiornamento quotidiano delle indicazioni operative

3Buy3Sell anteprima di un metodo che farà storia

Allo scopo di integrare il contenuto di queste pagine con un’informazione fresca sulla seduta del giorno, la Settimana di Borsa ha predisposto un servizio di aggiornamento quotidiano, che utilizza previsioni basate sui dati della mattinata, e quindi può fornire suggerimenti operativi ad integrazione (o, qualche volta, a correzione) di quelli reperibili su queste pagine. Grazie a uno speciale software (attualmente non in vendita), la nostra redazione tecnica è infatti in grado di individuare - con ottime percentuali di successo i 3 buy 3 sell (3 titoli da comprare e 3 titoli da vendere) di ogni singola seduta. Nell’attesa di completare uno specifico sito internet studiato per ospitare tutte le iniziative de la Settimana di Borsa, abbiamo ritenuto opportuno offrire tale servizio - in modo esclusivo e assolutamente gratuito - a tutti gli utilizzatori di questo giornale. Uno dei prossimi passi sarà quello di introdurre lo studio dell’operatività sulle opzioni iso-alfa, grazie alla quale anche con investimenti molto contenuti si avrà la possibilità di puntare a guadagni stratosferici… sempre con la dovuta e doverosa prudenza!

AGGIORNAMENTO GIORNALIERO TRAMITE SMS Questo servizio consentirà di avere, quotidianamente (alle ore 12 circa, salvo diverse esigenze di raccolta dati), un suggerimento fresco (aggiornato con le rilevazioni in real-time) sui 3 migliori titoli da comprare e da vendere nel corso della seduta. Richiedi il servizio gratuito inviando un semplice SMS al

339.36.51.041 con la dicitura 33prima47 (questa password è valida per tutta la settimana in corso)

Il Giornale della Borsa (2006)  

Il Giornale della Borsa (2006)