Page 1

primo piano LAURA FREDDI: «Nella vita sono una persona ironica» PARTITA CON IL TOUR ESTIVO DI ZELIG, LA SENSUALE E BIONDISSIMA SHOWGIRL SI RACCONTA. UN’ESTATE DI FUOCO IN GIRO PER LA PENISOLA CON L’AFFIATATA SQUADRA DI COMICI DI ITALIA 1. IN ATTESA DI TORNARE A BUONA DOMENICA, DICHIARA DI NON TEMERE LA DI RITA FANTOZZI

CONCORRENZA E LE MALIGNITÀ

veva già preparato le valigie per “fuggire” verso lidi incontaminati e godersi il meritato riposo dopo le fatiche di Buona Domenica, invece in fretta e furia ha dovuto cambiare i suoi programmi. Laura Freddi, infatti, è stata scelta per sostituire Michelle Hunziker (che ha passato il testimone per stare vicino alla figlia), alla guida del tour estivo di Zelig, il fortunato programma di Italia 1 che quest’anno ha spadroneggiato sul piccolo schermo. «È stato proprio un fulmine a ciel sereno – racconta la bionda di Canale 5 – ero già con la testa al mare quando mi è arrivata questa proposta. Ho rinunciato molto volentieri a partire per affrontare questa parentesi estiva molto bella. Ho accettato l’impegno anche perché è un’esperienza nuova e sono certa che il contatto diretto con la gente mi servirà per crescere a livello professionale e personale». Che approccio ha avuto con il

Le date della risata sto.Lo show farà tappa in droipo, Faenza, Grosseto, MessiDal piccolo schermo alle piazze. tutte le zone della Penina, Napoli Bagnoli, Palermo, PeIl tour del 2002 ha visto la presenza sola, Nord, Centro e Sud, rugia, Piazzola sul Brenta, Brindidi 180 mila spettatori in 12 tappe, isole comprese. Questo si di Montagna e Villafranca. Grancosì Zelig quest’anno raddoppia e l’elenco delle località: de attesa per la performance del si ripresenta al grande pubblico con 24 spettacoli in giro per l’Italia. Due ore Agrigento (nello scenario della Valle dei gruppo che il 28 luglio si svolgerà a Roma dadi puro divertimento partite da Vigevano il 2 templi), Ancona, Bellinzona, Biella, Bolo- vanti alla Curva Sud dello Stadio Olimpiluglio che si concluderanno ad Alghero il 2 ago- gna, Cagliari, Carpi, Cattolica, Chieti, Co- co. Già previsto il tutto esaurito.

sono stata chiamata come professionista. Spero che il pubblico nelle piazze riesca ad affezionarsi anche a me e credo che questo accadrà. Abbiamo già debuttato e non mi aspettavo di ricevere tanto calore. Avevo paura che potesse esserci questo problema e invece sono riuscita a superare anche questa barriera. Mi ha aiutato molto avere accanto Claudio Bisio, riesce a mettermi a mio agio, prendo la sua luce, lavorare con lui è una magia». E lei si sente comica? «Nella vita sì, sono abbastanza “fantozziana”, me ne succedono di tutti i colori. A volte anche sul palco mi accadono degli episodi da ridere, ma non lo faccio apposta. Mi sono avvicinata sempre a personaggi che vivono quotidianamente l’ironia che credo aiuti ad andare avanti».

A maggio si è chiusa la lunga parentesi di Buona Domenica: può tracciare un bilancio? «Ogni volta ci mettiamo in discussione, soprattutto lo fa Maurizio Costanzo, per offrire al pubblico un prodotto gradevole. Il primo anno per me è stato di adattamento, ho cercato di capire quale fosse il mio ruolo nel contenitore e ho preso le misure. Nella passata edizione mi sono sentita davvero a casa e per questo mi sono mossa con più naturalezza e disinvoltura. La prossima sarà il coronamento di un percorso che grazie a Costanzo sono riuscita a fare». Come ha vissuto l’inevitabile paragone con chi l’ha preceduta, ovvero Paola Barale? «Fa parte del nostro lavoro: cambiano continuamente i ruoli e i personaggi. E poi i confronti si superano sempre, l’importante è dimostrare quello che uno sa fare. Quando affronto un nuovo progetto cerco di dare il massimo, questo è un mestiere fatto di costanza, non servono le esplosioni, bi-

DA SINISTRA IN SENSO ORARIO: Ale e Franz, Laura Freddi, Gabriele Cirilli, Paolo Cevoli, Laura con Claudio Bisio, Fabrizio Fontana, Raul Cremona NELLA PAGINA SEGUENTE: ancora Cremona, Laura e Claudio, Kledi Kadiu

sogna crescere nel tempo, inventarsi e reinventarsi». Qualcuno ha malignato che lo scorso anno lei abbia avuto uno spazio limitato all’interno di Buona Domenica per la presenza costante di Maria De Filippi... «Non è affatto vero. Al contrario di quello che la gente pensa, Maria con me è stata molto generosa, mi ha fatto persino condurre il momento dedicato a Uomini e donne. Le sue “ospitate” non mi infastidiscono, anche perché sappiamo entrambe quali sono i nostri ruoli e non penso neanche a un’invasione da parte sua perché non mi metto a confronto con lei: trovo che sia la migliore conduttrice che si possa trovare adesso sul piccolo schermo. ▼ ▼ ▼

A

“carrozzone” di Zelig? «Avevo già lavorato con loro a Capodanno e quindi avevo avuto modo di conoscere tutto il gruppo. Mi ero trovata molto bene e anche se sarà un’estate faticosa so che il divertimento è assicurato». L’avvicendamento con la Hunziker la preoccupa? «Michelle ha avuto il meritato successo in tv ma questa è una parentesi che mi riguarda fino a un certo punto perché io

primo piano

LA SQUADRA DI ZELIG IN TOUR

Non è la Rai ✜ «All’epoca quel programma fece scalpore perché vedeva la presenza di tante ragazzine assieme – spiega la Freddi che ha iniziato la sua carriera proprio nella tanto discussa trasmissione di Boncompagni –.Oggi nessuno ci fa più caso perché la tv è costellata di Veline o Letterine. I tempi cambiano. Non ho mai rinnegato quel programma come hanno fatto altre. Non dimentico mai che questo mestiere è un gioco: prendersi troppo sul serio dà alla testa». Un consiglio? «Giocare e ironizzare altrimenti la situazione diventa insostenibile».

22

Capitanata da un insuperabile Claudio Bisio, la squadra del tour estivo di Zelig è composta da un gruppo fisso di sei comici. I big della risata itinerante che prenderanno parte a tutta le tappe della tournée sono alcuni dei personaggi più amati dal pubblico televisivo dello show: l’”omen” Raul Cremona; Paolo Cevoli, che ripropone il suo storico assessore Palmiro Cangini, politico confuso e confusionario; c’è poi il duo Ale e Franz, con l’inseparabile panchina; Gabriele Cirilli («voglio torna’ bambinooo!») e Fabrizio Fontana («le so tutte») con il suo James Tont. Tra le novità di questa edizione c’è l’inserimento di alcuni intermezzi dedicati al ballo, affidati alla bravura dell’emergente Kledi Kadiu.

3


▼ ▼ ▼

primo piano Nessuno ha la sua esperienza, Ma- ta di più? «Le notizie non vere date sulla mia ria ha una grande testa». Eppure voci di corridoio la davano vita sentimentale». Si riferisce al suo fidanzamento in partenza da Buona Domenica. «Ma erano davvero solo voci, sa- con Paolo Bonolis? pevo già di essere stata riconfer- «In molti allora scrissero che ero mata. Le malignità e il gossip fanno legata a Paolo solo per guadagnaparte del mestiere. Il re la popolarità. Ai prossimo anno ci saCON LA DE FILIPPI tempi ero anche più ranno tante donne piccola e quindi cerNESSUNA che arricchiranno la te insinuazioni non COMPETIZIONE sono state facili da nostra squadra, ma È LA MIGLIORE sopportare. È stata questo non rappresenta per me un problema. Ho sem- dura. Ultimamente invece mi hanpre accettato la presenza di tutti an- no ferita i titoli fatti da alcuni giorche perché ognuno in trasmissione nali sull’avvicendamento tra me e porta la sua professionalità. Non Michelle nel tour estivo di Zelig. sono una persona accanita: mi in- Vorrei mettere in chiaro che io non teressa più il rapporto col pubbli- rubo niente ai nemici, figuriamoci co, il mio termometro naturale, che agli amici e Michelle rientra in questa categoria. Abbiamo fatto una vala concorrenza con gli altri». Parlava di malignità: cosa l’ha feri- canza assieme: ci siamo trovate be-

4 4

ne e il mio affetto per lei non è cambiato. Però non mi sembra di aver portato via nulla a nessuno. Mi è stata fatta una proposta di lavoro e io ho accettato con piacere». Ironia della sorte il prossimo anno su Raiuno ci sarà Paolo Bonolis. Per lei sarà una sorta di rivincita se Buona Domenica dovesse ancora avere la meglio su Domenica in? «No, sarà solo una bella sfida, tra l’altro io faccio solo parte della squadra, ma a guidarci sarà Maurizio Costanzo». Conoscendo i punti deboli del suo dirimpettaio cercherà di approfittarne per vincere la partita dell’audience? «No, non sarebbe leale. Però non posso negare che sentirò in modo particolare la prima puntata di Buona Domenica».


Onda Tv magazine (2003)  

Settimanale OndaTV magazine, anno 2003

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you