Page 1

extra

rie

Intervengon o: Luigi Fass i Curatore del Herbst di G le arti visive del Festival S raz teirischer Antonio G iuliani Fondatore d la ricerca e ell’omonima fondazion l’esposizione e dell’arte co per il sostegno, ntemporane Maurizio M a o Collezionis rra Greco ta e presid en dedicata a l padre Ant te della fondazione p onio er l’arte Bartolomeo Direttore d Pietromarchi el Italia alla B Macro di Roma e cura iennale di V tore del Pa diglione enezia Alberto Sa lv Direttore a adori rtistico del Museo Ma rino Marini di Firenze Marco Sco tini Direttore d el dipartim ento educ Milano azione del Naba di

56

Finita la fiaba che vedeva castelli antichi e opere d’avanguardia sposarsi in armonia, a Torino cosa resta? Lo abbiamo chiesto a esperti, curatori e direttori di musei di altre città, che ci osservano dall’esterno: «il sistema va ripensato, prima di toccare il fondo». d i L et i z i a T o r tell o

57


extra

rie

liano, e dell’ita ngo. e s le g n ’i iu nza dell fino a g conosce accia è aperta, rile ancora la è e r p gareggia estrizione. La c irlo, a metà a d r !” o t r e bizzarra rricula, è triste p malinora a tc e n u m c a i i è (c d i. tranieri issit o s li a a e o s li iv M g u r iv r o R m a di e il ensan erano ivo, viv Dunqu so del Castello rendi l’ascenso non ne o di quel che p pertissimo. V ell’artista s i p e n r a o t g io d t è n z o e n ’i t a m All qua pat d useo A disp di infor nte) il rò, il m di grande im urata dall’unii sopra ie e d h p c ie i, , p t o i a e a ti ,c bit an form a mostr a scelto il sopra endieta a e perm , con un cubana Ana M e Merz, che h ento re, posi alla collezion lan con l’Itali o m i te o mom mer eatric riguard petone di Cat subito che qu e perfor ice rimasta, B cialuppa in un (sebbene e p ic n a t r i d o s t r c i t a o t e la r e t on are aese ll’art tissim ca dir bandon oli soffiano c a mostra itine pettina rmaggino Belp e la crème de , il genio b a n o iv n n e R i d 4 u h fo d 9 c e u ’è 9 a s , 1 m ). C nti lic)” crè ra a il fatta cui i ve ia in aumento e (The Repub istiche stata la nazionale. Er rava una schie in ’è c e s t c’è o il ter epa e ar rchiv lico ero fatt anea in vane pr il pubb isobedience A nti tra pratich attivismo tempor i origini pado Rivoli avrebb llo in tase D t “ i is , s ic e ie att e la da ed rant relazion ema, media t , anche se mo terribil di opere che li anni del Cav rlie don’t le a g a a in d c c a g , le in ic h e o a r C f e a n “ r n n a trio e di ne st pora o. Er , 1997) l mond contem c’è la collezio giro de (“Novecento” E . o i. ic zin polit ia nte de7). i magaz siderm ’appare pria? in colliesta ne pre 199 L r o ? m o is à e t d it (s a t r ” n a ro surf i luce p isi d’ide ce, un p ’era una ra, la cr che brillava d di conoscere sola feli , ossequiato. C ensare o ’i ll n a u , a é r e ra llo e erito per p Perch struttu che ci permett ta il ripiegaIl Caste o, stimato, riv ’erano i soldi à riconodi una u a p o n n g t im li C it o a c t i z i. n h n m ll raneo sa C’è c n’ide na. A la me . o u Giane t è o , s s a e e o s ntempo che, t d t a a I r t o , e c ic ’a m a g l L P n a e o « t a r a d s v p ll e a e e u t n tica dic tem cas au uto di q verità”, stesso del sis enza della poli kargiev ha viss a de. C’er a New York, la i n g a r g g o e r a in or o su s v-Ba inge dall’84 a Toky o è anc mento esso di rolyn Christo nte impoc c ’e ll sciuta d sabauda che nde. «Il muse olti collea a e e za ice torines perienza di C a sostanzialm na scelta residen e e alterne v gli stranieri. M di Rivoli h es .U l’ z 9 r 0 e o 0 p n M i 2 o a r it z d nita , nel ellinio o B d e i fasi alte hiedono stup che l’esperien n n d a urata, fi un a e r g m n o ia o p c io c s z m l C e e a a o ? t t ir aperto credon ione del Con è rivela ostante iù a oppia d g settore ressa p sto la d ce dei fatti si l primo. E non esto non ghi del raordinaria sta ivoli non inte appe. Lo lu e qu st che alla andono-fuga d ale – almeno erto alle m diretero R t d s e ’e t e della ll b n on fa c in A e b n . a ig m i l’ a o r a s v o t in n o lu ll o e le u c e c o B sia con è uscito comp elezione del n famosi a ricercat proverare –, sua assenza. s iù o, lavoro la im r o ò in u r nessun il bando per la ente dai siti p l ribasso. p o lo si l di T e e a s li a au s r g o q t a c s e o in io t g e è en o? «Ces dim pianger pletam le. Sembra un sione, di fatto progett tì senza im m i r o d c , , e e a , e r is n ar to m rio ini, di id ternazio prese, p go prop ta, in dis di uom fama delle im latini. Il pano livello in bbata, ignora e come un luo igi Fassi, a m le b i a o i u t o r ll r o L n r n e o P s e e n a u s b t f li o “ ireb da n lo men lle and Rivo , confid e ausiliarie”, d ervano Rivoli ente no arà stato”, com i è curatore de ie g d r la i, ic ì, s co crit is ogg oss estirupp errore c ’estero: az, il pr valide t li esperti che tori, buonisti, qualche timatissimo all r Herbst di Gr opa. Prog lu e o d s s a A s ur he ram spacca. torinese e dello Steirisc più antico d’E n italiano fine” si n o u il iv c , e is o r V c e i egli Art stria per a per sc dizioni stival au gioso fe o o pura tattic Una delle con o? sm vinciali uella del band q , li o a Riv

ttore e s l e d i h a eg Molti ncoollche l’esperienz credo oli e della one di Rivrdinaria stagi sia strao ontemporaneo del C usa concl

58

Il Castell a u n’isola felice, u collina. Aomearto n C’era una caste, stimato, riverito,poasrsaediso in soldi per pensa llana, Ida Gianelli. C’er quiato. un’identità ricore in grande. C’era un pano i nosciuta da Tok r yo a NewoYgeottrko,

sincantati. C ’è un po’ di tu tt sulla necessi tà di un ripen o. Tutti, però, concordi samento del no. L’alternat sistema Tori iva è toccare il tentativi di risorgimento fondo, dopo i numerosi messi in atto o cambiare stra dalla Merz, capitale dell’a da. «Torino spiccava, se mbrava una rte all’altezza della situazio temporaneo ne del conper numero di collezion ni, investim isti, istituzio enti, molto più di Milan Marco Scoti o – commen ni, il critico ta, d’arte e cura del dipartim tore, diretto ento educazi re one del Nab Negli ultimi a di Milano tempi di cert –. o c’è un decli crisi endoge no, che è un na d a situazione lo i tutta l’Italia, non si pu ò accusare la cale, il proble ma da affron di un rimod tare è quello ellamento is tituzionale”. Di troppa ri gidità si mu ore so strutture più flessibili, . «Bisogna andare verpenso a Frie al Palais de ze a Londra Tokyo, alla , Fondation C Sempre più artier a Parig il sistema cu i. ltura genera vivono di te processi che mp ni, l’apertura oralità”. Buona, dunqu e, per Scoti«al sociale d egli ultimi m no trasform esi, che han ato vuole includ un luogo elitario in un servizio che ere nuovi p ubblici”. Fer che l’invecc m hiamento p recoce delle o restando zioni, che p nostre istitu rocedono b radipe e bu me in confr rocr onto alle so relle dell’Est atizzatissiparliamo del Europa, non Giappone, d i Beirut. «Rivoli è u n museo ch e si è perso dev’essere per strada completamen e te ridisegn do dalla sua ato, parten collezione, che per fort essere erosa una non pu , e ripartend ò o dalla stori Il pubblico, a del luogo”. comunque, n o oltre: «A ch i si vuole ch n manca. Fassi guarda e parli rivoli pubblico, m ? È un muse a qual è l’id o ea di pubbli co? E’ andat a

59


extra

rie

to è Il momaletrno delicato. senz’ chi tiratori I fran pronti a sono re contro spara que provi a chiun n mezzo fare u verso una passoscenza” “rina

perd qual uta l’ide c a serv osa a fa di mu izio, seo v ore c ad a llatt dove le di chi v ome lu a mam ogo ché i r ve n e , c s c e co i senton ome acc me van ella citt he pro n mfo à a o o . Un duce d a e i l r esib ita a t. La co casa, aiu nei mus marted ’idea d stan ì ma i ei fin colle tate te ingr llezio t , t t l n d e a i t a n s i e n o ra la deva a , a m ssisti desi mon vo, co so gr t , i a e p d to g gione: i stante c sì e o. Ogg me gi f tutito, o giudiz con se erli l r no 2 a p r i i n v o , t e utti, effetti s sistema isi, i nu 0 pe se gir no m rché è , andr izi scric mer p h d e o el o i e rs ra chio l b chia i lio d one e t per Rivo ti grand patrimo be ro, p cercato ti, ho a crowfu mi stan i n e i r nio p i mu li la ulito spav n estit lle s d p e r r L’in carp e s d , tra ivati p to la p ing ha o danuire g e”. nti per omenic ei del spar otte arte a a l r «No erenza t p e n ubb il ru n Ago lico” ente su ndo da u cipazion umor a vedi ne p si può della p nia d quel . e de n e o c a er c t n r o l e llo asf iti che ado n stes s” al lle casse vole tratto si e d uratori ormare ca è se p v a cas di R o far rta e as per nz’a quel ella se e, l p conv prima tello c’è ivoli, a vuol oi abb propria ssori d luogo in tro tro d i p a n i a n t ando i far t amb r p e un i c u t t s p u h o e s t a. n’oc im to , tr ec ,b da s izion e pa a vis nare ca o s vatis isogna f o che To dal pub hi pens a gli “afi nea lo dalla ione alm il prog e per du serella sioa b a t r r l i i d è è l’a co, ma e largo no abb ico. «N che la ciodel M anche logica d eno de etto su e o tre a i se s crisi i s on s i a a e l n l pe c un pu e za d rizio alla acro di Bartolo lle polt ennale, nascere nni, el pu nto no a men rso sma ono po M r Bien m o c t . R i o d tano a l he b r ne eo om Ci do l , pro ra Grec blico p ale di c lità di t to. Cerui, « nale di a e cur Pietrom». Sulla prescin r u a i p a o po p gan i ne le, rie ,d Ven con gare stes arc ez atore s u nazi assai rin tario de entista- te», sen ssuno p roe pr i pubbl na stra ia che a del Pad hi, diret a lil o c t o l arl ’o o e n m n l ale. m ic iv t i t Non ata nell onima lezionis zia Mau a men ati, si d i e anc egia ch pre a giu glione I ore t ’am e h t a fo e s è po poss ione sc ve crea e i fina veda p gno. Se alia ssibi biente ndazio napole unti nzia conre u ient ano n l . e e « È p c n tori, ifica del m ad a inte u ensa u a co r l re ch n prob ltucolle useo c venire, forte, a rnice ch istituzio larl e e u o ffi u n’att ma mes ttività». me pun na volt nché g iara, un nali ività so in a a l t È i o diinve il te di ri capita sfor a s t n f t t zo p t e er m o a Ven ativo ch riment l’import itori ezia o fo anza ette e ha : rt re in siem «Ci è vo “faticos e per la am e il P lu adig to un c ente” lion e, m orposo a no no-

60

nti di essi clie ico, t s li g ia stesso d rte, abb dere” a americana. Lo i». Zero o n e v “ e pe che dev di provincia di Pom è questioeo Uffizi, io iz d iu g un mus rzione, degli è la suo A . o a s p ubblico rci e o p r r p l e m d ’i in p a d o t pacità zialism conten quasi ca ale, l’assisten mo a non ac ia dei nore ur m ne cult e mai impare poca autono a , ll ia e t t d mala rto e spiro co del «re i pubblici». ella culse nager d i cona stri mu m i a lto are o è rivo r quadr ggiunge salvific sappiano «fa a , o ll i» e t a p i L’ap i priv r o che r o it lo t di dann o s c e e tura. A icinino gli inv ai politici, ch sto ai dio to vv ti e ria reco. Non cer astanza. Piutt – dice il b m G b a a a G r alla reati Mor ario o già c e un Eccher ropriet e n p n a li h g ’e m n h ne o c c n z « a ani, fonda io puri, rettori Antonio Giuli ione e di una i sì che sa z lu romano ponente colle evelo stretto, . Anche la t e im n a ld e n o T i s i» –. di di u o profit con pochissim . In predicato n a t a iv e e rt n pr n ’a o ll le u e o b d ne stre ero d fare mo capitolo davv Superfondazio nalizzare n io na Gam è u membro di u dovrebbe raz , sembra o e e r in a h r t c o n , e T o, div i di ranea n o p io z ll’imper m u e e t it d t n e is o n c fi le e n t o idee tra po’ al c fondi e iù isolata. Un pesta. p m sempre che passi la te tiratori a s e t t franchi a fare a I . in o t a c deli rovi nz’altro tro chiunque p ualcuno e s è o t .Q en on Il mom ti a sparare c a “rinascenza” rta come n o n o r u m p o è s o r li n n so «Rivo sso ve a , p » del buo o o t z o n z t o un me oli è al tramo ione, al net ic t is t r a az iv re dice «R io». La valut adori, diretto iamo tutD S lv Marx e di Alberto Sa i di Firenze: « che era il in li è r o , a iv o M s R n r o se Marin o dispiace pe o e s u del m a, cert fferenz ti in so cchiello. ». ’o fiore all

Ag tra golnia delle chi pei “aficio casse d dal pu nsa ch nados” i Rivol bblico e la cr al cas i a par isi pa tello te, rta pr c’è an ima d che i tutt o

61

Arte contemporanea - Castello di Rivoli  
Advertisement