Page 1

MERCOLEDÌ 1 MAGGIO 2013

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

TUTTENOTIZIE & RISULTATI Foggia

Salta l’anticipo col Pomigliano ROBERTO PELLEGRINI FOGGIA

Nessun anticipo a sabato, né diretta tv su RaiSport per Pomigliano-Foggia. I rossoneri inseguiranno la vittoria che vale i playoff domenica (ore 15), simultaneamente al Bisceglie impegnato sul campo del Gladiator. La Lega ha fatto dietrofront, accogliendo la richiesta di contemporaneità avanzata dal Foggia. «Non avevamo ricevuto alcun preavviso — spiega il d.g. Sario Masi —, col risultato di non poter anticipare la preparazione (ripresa ieri, nda) e di concedere un vantaggio al Bisceglie. Ci spiace per il Pomigliano, che teneva giustamente alla vetrina in tv. Noi non vogliamo lasciare nulla al caso». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Bisceglie

Tutti contestati Niente seduta PINO DI BITETTO BISCEGLIE

La sconfitta interna col Campania, la 5a nelle ultime sei gare, oltre a far scivolare il Bisceglie fuori dalla zona playoff, ha scatenato la contestazione dei tifosi. La causa è il crollo patito dopo l’1-1 col Foggia (che ha scavalcato i nerazzurri) e un vantaggio di 13 punti sui dauni dissipato nelle 10 gare seguenti. Ieri, un centinaio di tifosi hanno atteso allo stadio la squadra impedendo lo svolgimento della seduta di allenamento. A nulla è servito il tentativo di mediazione del tecnico Tavarilli. Seduta annullata e giocatori che hanno lasciato lo stadio. La trasferta col Gladiator sarà così preparata in una struttura di Bari. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Matera

Serie D OGGI IN CAMPO

Taranto, c’è l’Ischia «Chiuderemo bene»

Prospettiva Quella in campo oggi sarà una squadra che ricalcherà lo schema recente: formazione giovane, anche per valutare elementi in prospettiva. Si pensa, quindi, anche al futuro. In questi giorni bisognerà sciogliere le prime riserve in termini di progetto, anche se domenica scorsa il presidente Nardoni ha confermato al 90% il tecnico tarantino, che ha anche incassato i cori di tutto lo stadio. «Mi piacerebbe dare continuità a questa avventura — ha detto Pettinicchio —. Avverto la fiducia della società, anche se non c’è nulla di ufficiale. Sono contento di questa salvezza e di aver convinto la gente sulla bontà del mio lavoro». Parole di comprensibile prudenza che, in coda, lasciano spazio ad una significativa apertura: «Da parte mia non ho fretta, fino al 30 giugno so-

FRANCO TORITTO MATERA

Dopo il pirotecnico 3-3 interno contro il Brindisi, il presidente del Matera, Saverio Columella ha scelto per la squadra la strada del silenzio per evitare tensioni. Il patron, insomma, ha scelto di «cucire le bocche» ai suoi per trovare la serenità giusta in vista della trasferta in casa del Campania, dove occorrerà soltanto vincere per mantenere la seconda piazza. Il Gladiator, del resto, è distante appena una lunghezza. Domenica dovrebbero tornare a disposizione del tecnico Chiricallo capitan Marinucci-Palermo e Ciano. Entrambi pare abbiano recuperato dai rispettivi infortuni.

LUIGI CARRIERI TARANTO

«Adesso ci facciamo questa passeggiata». Queste le parole sintomatiche del tecnico Giacomo Pettinicchio. Da evitare le brutte figure contro la capolista Ischia, già promossa in Lega Pro, ma il Taranto sa bene che gli affanni e le rincorse fanno parte del passato. E si vuole vivere con gioia e il giusto entusiasmo questa trasferta. Il Giro d’Italia, che proprio domenica farà tappa nell’isola campana, ha modificato il programma dell’ultima gara di campionato, anticipata a questo pomeriggio. I rossoblù, dopo aver raggiunto la simbolica quota dei 50 punti, vogliono essere all’altezza della formazione che ha dominato il girone H guadagnandosi la promozione con quattro turni di anticipo.

Il patron ordina «Zitti al lavoro»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giacomo Pettinicchio INGENITO

no tesserato con il club. Sono a disposizione della società. Anche se, a livello informale, abbiamo già iniziato a valutare i possibili correttivi da apportare alla rosa». Convocazioni La novità delle

convocazioni di ieri mattina per l’ultimo impegno della stagione è il recupero di Gatto. L’attaccante 18enne, una delle maggiori rivelazioni dell’annata, torna disponibile dopo tre mesi, avendo smaltito lo strappo muscolare rimediato al Torneo di Viareggio. Per il resto la formazione non dovrebbe discostarsi molto da quella che ha superato il Francavilla. Certo il rientro dell’under Gnoni a centrocampo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

FORMAZIONE (4-3-3) Maraglino; Brancato, Terrenzio, Prosperi, Papa; Biondo, Vicedomini, Gnoni; Mignogna, Molinari, Curri. All. Pettinicchio.

Nardò

Sms Vetrugno «Ci salveremo» MICHELE CLIMACO NARDÒ (Le)

Un Nardò a ranghi completi ha iniziato a preparare l’appuntamento decisivo della stagione. La gara contro il Sant’Antonio Abate sarà uno spareggio-salvezza, col vantaggio del fattore campo. E l’obiettivo è chiudere subito i conti, senza doversi affidare ai playout per salvarsi. Così il capitano Daniele Vetrugno: «Siamo ad un passo dal traguardo dopo una stagione di grandi sacrifici, ora però l’opera va completata. La squadra ha reagito alla grande ad un prolungato periodo negativo, ritrovando la via del successo e buone prestazioni. Siamo convinti di potercela fare. Il nostro pubblico sarà l’arma in più». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Pallavolo FINALE: GARA-3 COL PADOVA

Molfetta, A-1 vicina «Siamo concentrati» FRANCESCO VERDESCA MOLFETTA (Bari)

Non sono ammesse distrazioni di sorta. Il Molfetta proverà a chiudere il capitolo con il Padova questa sera così da conquistare la prima, storica promozione in serie A1. «Sfrutteremo al massimo questa prima opportunità che ci viene concessa dal regolamento per centrare il sogno della promozione». Josè Manuel Cichello non ha dubbi. Contro i veneti, in gara-3, in vantaggio 2-0, sono banditi anche i cali di concentrazione e la contesa dovrà essere chiusa subito. Julio Velasco — uno dei tecnici che più hanno vinto nella storia della pallavolo e che lo ha seguito passo dopo passo, tanto da averlo voluto e avuto accanto come secondo alla guida alla Nazionale dell’Iran —, in questa sua splendida avventura italiana, dall’alto della sua grande esperienza, gli ha dato anche tanti consigli, per meglio affrontare un avversario che vorrebbe portare Molfetta a gara-4. Elogio «Il gruppo è eccellente e sa giocare bene — dice ancora il coach molfettese Cichello —. Abbiamo lavorato tutta la stagione e ci meritiamo questa promozione. Julio è sempre prodigo di consigli. Ci parliamo spesso per telefono e ci scambiamo opinioni e consigli. Avrei voluto averlo a Molfetta per la gara di domani (stasera, ndr), ma ha degli impegni importanti. Manderà un suo collaboratore. Da lui, come secondo, ho imparato molto. Soprattutto della sua filosofia: per crescere bisogna lavorare e applicarsi molto Un buon allenatore deve inoltre essere autorevole e parlare a ragion veduta. È sta-

Kay Van Dijk PALLAVOLOMOLFETTA.IT

to lui a incoraggiarmi a inizio stagione, perché accettassi la panchina del Molfetta, una società giovane in una piazza davvero eccezionale». Il vice presidente Argentino, 37 anni, Manuel Cichello ha creato attorno a sé un clima davvero familiare. Cortese con tutti, disponibile, grande lavoratore. «È un allenatore giovane, forse uno dei migliori in questo momento. Ma ha accettato le nostre proposte — dice il vice presidente dell’Exprivia Molfetta, Ignazio Mazzola —. Ci siamo fidati di lui e lui ci ha ripagato, portandoci in finale. Ha saputo impostare al meglio una squadra imbottita di giovani. Abbiamo capito subito che ha molta stoffa e voglia di raggiungere nuovi traguardi. Non c’è per il momento un accordo scritto, ma siamo sicuri, che rimarrà anche con noi la prossima stagione, nella massima serie...». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gazzetta sport Puglia 01.05.2013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you