Issuu on Google+


tutto lo popolo de la Università de Sant’Angelo et a tutti li viandanti: In onore de la nascita della nova Contea de Sant’ Angelo de Rupecanina, el novo padrone Riccardo Drengotto, et lo Conte d’Aliphe Rainulfo, lo di lui fratello, in una pecia de Terra nel loco ubi dicitur “la Macula” et supra lo loco dicto Santo Sebbastiano, daranno initio alli giuochi de li Repartimenti della nova Contea de Sant’Angelo de Ravecanina. Le tre contrate de li Rioni Chiaje, Paparini et Raviscanino se moveranno con lo corteo et li armigeri per disfidarsi e fare grande festa. Per tre giorni continovi nelle terre de lo castello se disputeranno a singolar tenzone i tornei tra li homini delle contrate del Leone della Luna e della Croce. Et lo tertiero jorno li Rioni disfideranno in una prova de forza a plural tenzone contro li quartieri delle Contee di Aliphe, Vallis Prata et Raviscanina. Alli sudditi tutti et alli viandanti et pellegrini se avvisa che vi sarà grande spettacolo ove poteano videre trampoleri, sputafoco e jocoleri, saltimbanco, mestieranti, mercadanti et per li voti stomaci e per lo loro conforto se poteno contentare con le cibarie de le taberne. Se faranno musiche et giuochi et spettaculi assai che daranno grande gioja, et co lo cibo delle taberne se daranno allegria all’anima et allo corpo. Lo Conte et la corte augurano a tutti de divertirse assai.


Venerdì 16 agosto 2013

Ore18,30 – 20,00 Piazza Umberto I Esibizione Sbandieratori e tamburini di Fontanafredda. Esibizione teatrale della Compagnia del “DEMIURGO”. Esibizione del Gruppo di Danze Storiche “ETEREA” accompagnati dai musici AULOS. Ore 20,00 Largo San Sebastiano Esibizione di strada dei musici AULOS Esibizione di strada dei commedianti del DEMIURGO. Ore 20,00 – 21,00 Fossa dei Balestrieri Intermezzo Sbandieratori e Tamburini di Fontanafredda. Giochi miliziani e disfida della Saetta nella “Fossa dei balestrieri” tra le milizie dei Repartimenti. Gara di Tiro con l’Arco e con la Balestra Ore 21,00 – 22,00 tra Piazza XX Settembre e Largo San Sebastiano Intermezzo Sbandieratori e Tamburini di Fontanafredda. Sfide e giochi popolari tra i Repartimenti La “La Terzana dello Straulo”. La Giostra del “Bajardo”. Il Gioco del “Gallo Basilisco” Gioco delle Noci Ore 22,00- 23,30 Giardini Comunali Intermezzo Sbandieratori e Tamburini di Fontanafredda. Grande spettacolo finale di Danze Medievali della Compagnia di Corte ETEREA, accompagnati dai musici AULOS. Grande spettacolo finale dei commedianti e musici del DEMIURGO. Grande Finale Sbandieratori e Tamburini di Fontanafredda.


Sabato 17 agosto 2013 Ore 18,30 - 20,30 Piazza Umberto I Corteo di Apertura Esibizione sbandieratori il GRIFONE Racconto storico di Rupecanina con: •Cerimonia di Vestizione del Cavaliere ROSA & SAPDA e COMPAGNIA D’ARME IL GIGLIO. •Cerimonia nomina della Contea di Sant’Angelo Raviscanina a cura degli Armigeri “Cavalieri del Giglio” e Compagnia d’Arme La Rosa e la Spada. •Esibizione de i FILI DE LE PUTE. •Esibizione del BUFFONE DI CORTE. •Chiusura Cerimonia con Sbandieratori DEL GRIFONE che si portano fino al Largo San Sebastiano. Ore 21,00 - 22,00 Largo San Sebastiano Intermezzo Sbandieratori del GRIFONE Esibizione della Compagnia dei FILI DE LE PUTE. Esibizione di scherma medievale della Compagnia d’arme I CAVALIERI DEL GIGLIO ed i cavalieri de LA ROSA E LA SPADA. Esibizione Compagnia il BUFFONE DI CORTE. Ore 22,00- 23,30 Largo San Sebastiano Intermezzo Sbandieratori Cerimonia Investitura Cavaliere e duelli a cura della COMPAGNIA D’ARME La Rosa e la Spada ed i CAVALIERI DEL GIGLIO. Grande spettacolo finale dei FILI DE LE PUTE in mezzo al Largo San Sebastiano. Grande spettacolo finale del BUFFONE DI CORTE. Ore 23,30 Largo San Sebastiano Chiusura della serata con Gran finale dei Sbandieratori del GRIFONE che escono dalla piazza.


Domenica 18 agosto 2013

Ore 18,30 – 20,00 nella Piazza Grande Corteo Storico delle contrade. Esibizione sbandieratori Il GRIFONE. Introduzione allo spettacolo del GIANLUCA FORESI IL GIULLAR CORTESE. Falconeria diurna dei FALCONIERI DEL RE accompagnati dal GIULLAR CORTESE: Gianluca Foresi. Prova di Fuoco sul Ponte San Vincenzo de’ Ferreri dei TROMBONIERI BORGO SCACCIAVENTO CROCE, uscita di scena e giro del borgo. Rientro dei Trombonieri in Piazza e prova degli archibugi. Chiusura ed uscita dalla Piazza con gli sbandieratori e trombonieri che si portano al Largo di San Sebastiano. Apertura del mercato medievale con la partecipazione dei Mestieranti Volturnensi e dei Mercadanti de “I TAGLIERI DEL RE “. Esibizione dei Mestieranti Sputafuoco e Saltimbanco per le strade. Ore 20,00 – 20,30 Largo San Sebastiano Arrivo di tutto il Corteo nel Largo San Sebastiano Intermezzo dei sbandieratori Grifone e segue la pausa. Esibizione dei Trombonieri sul ponte della Macchia e segue la pausa. Intermezzo sbandieratori e pausa per convivio di gruppo. Consegna del Palio dell’Arcangelo Michele dipinto dall’artista Salvatore Giardullo. Ore 21,00 – 23,00 Largo San Sebastiano Intermezzo Sbandieratori del GRIFONE davanti la Villa Comunale. Esibizione dei TROMBONIERI BROGO SCACCIAVENTO CROCE e dei Tamburi Infuocati. Esibizione Falconeria notturna dei FALCONIERI DEL RE. Gran spettacolo finale Di GIANLUCA FORESI IL GIULLAR CORTESE. Intermezzo Sbandieratori IL GRIFONE per accompagnare l’uscita dei Trombonieri. Grande Uscita dei TROMBONIERI BORGO SCACCIAVENTO CROCE. Gran Finale esibizione Sbandieratori DEL GRIFONE che escono dalla villa comunale. Ore 24,00 Fossa dei Balestrieri Incendio della TORRE e Fuochi pirotecnici.


Il simbolo mitologico del Palio Affinche’ il Palio De Li Normanni fosse identificabile con un elemento simbolico, èe’ stata scelta una creatura mitologica ed esoterica tipica del medioevo che sintetizzasse in pieno l’epoca e la superstizione di quel periodo. L’attenzione è e’ stata posta nella figura mitologica del Gallo Basilisco, altrimenti detta Coccatrice nata dalla testa di Medusa decapitata. Come consuetudine, nel medioevo, l’esoterismo e le fede religiosa erano fortemente legate e diffuse nelle popolazioni e spesso si univano in una sorta di religione parallela racchiusa nel fantasmagorico mondo della magia a cui molti superstiziosi e credenti abitualmente ricorrevano. Il Gallo Basilisco e’ la rappresentazione simbolica del bene e del male, come lo era quella del ying- yang in oriente, e come lo era anche la stessa bandiera bipartita bianca e nera dei Cavalieri Templari detta comunemente “Balzana”. Questi elementi simmetrici, simboleggiavano le due forze opposte e complementari, cosmiche ed esoteriche, la lotta tra il bene ed il male, cioe’ la dinamica che muove e governa il mondo. Il Gallo Basilisco, infatti, racchiude entrambe i concetti ed e’ costituito da due elementi mitologico-religiosi, il Gallo, simbolo del sorgere del sole, percio’ della nascita di un nuovo giorno, indicato dalla fede cristiana come emblema della Risurrezione di Gesu’ Cristo, ed il Drago abitante delle profondita’ della terra, simbolo della notte e percio’ò della morte, assurto nella sfera esoterica come emblema degli inferi. Tra le molteplicita’à di Draghi esistenti e’èstata scelta la Viverna un tipico drago del medioevo italiano, il cui nome latino èe’ Thyrus.


Zona Ind. Via Stradisi S.Angelo d’Alife (CE) 0823 916185 - 338 35 46865

Sivam sede di Battipaglia Via Brodolini - 84091 Battipaglia (SA)


Strada  Provinciale  331  

Tel.  0823.911370/340.3662701  

s

Geom. Virginio Bianco tel. e fax 0823 914979


Gli Antichi Repartimenti (le contrade)


INFO: 339 6658517 / 331 3721670 / 347 8444357

Sant’Angelo d’Alife dista da Caserta 40 km, da Cassino 40 km, da Isernia 50 km, da Benevento 50 km, da Napoli 70 km. Per raggiungere la località dall’autostrada A1 uscita Caianello, proseguire in direzione superstrada per Benevento fino all’uscita indicata e proseguire seguendo la segnaletica.

GRAFICA: NICOLA PUGLIESE TEL. 331 9528283 SANT’ANGELO D’ALIFE (CE)


Palio De Li Normanni 2013