Page 1

Anno II, Numero 1

Notizie di rilievo:

 Via agli esami di riparazione

pg. 4

 Stragi del sabato sera

pg. 5

 Scusa ma ti chiamo amore

pg. 6

Data 27/02/2008

 Harry Potter e i doni della morte pg. 7  Criminali del computer

pg. 8

 Nove punti non bastano…

pg. 15

La voce di Einstein

LICEO SCIENTIFICO DI MOLFETTA

Il grande ritorno... Salve a tutti miei cari studenti e studentesse, Preside, professori e professoresse, collaboratori e segretari!!! Questo è il mio primo articolo dell‟anno, ma uno degli ultimi, infatti la mia carriera scolastica è quasi giunta al termine. L‟ultimo anno scorre v e loc e come un tren o , tant‟è c h e sembra quasi voler cacciar via gli s t u denti dalla scuola. Ch is sà se ci saranno gioie o dolori, ma soprattutto speriamo non ci siano rimpianti. Leggendo le parole di Anna Frank “a me piace scrivere e soprattutto aprire il mio cuore su ogni sorta di cose, a fondo e completamente” penso a quanto sia bello scrivere e soprattutto a quanto sia fortunata ad avere questa pagina a mia disposizione. Come l‟anno scorso vi invi-

to a partecipare al nostro giornale, perché possa essere la voce non soltanto di “Einstein” ma anche la vostra. Quest‟anno diamo il via a nuove rubriche, “Paparazziamoci” (per i più i n t r ig a n t i , per coloro che non aprirebbero alcun giornale, se non quello di gossip), e “Mondo Web” (per gli smanettatori del computer), in modo da riuscire a coinvolgere tutti più o meno allo stesso modo. Speriamo sia di vostro gradimento e che apprezziate la nuova grafica e impaginazione tipografica. Buona lettura a tutti e... al mio prossimo articolo! Sommario: Simona LA NOSTRA SCUOLA 2

VC

SOCIALE

5

RECENSIONI

6

MONDO WEB

8

PAPARAZZIAMOCI CON...

9

UNA POESIA AL GIORNO

10

INTERVISTA TRIPLA

12

MUSICA

14

SPORT

15

VARIE

21


Pagina 2

L A V O CE D I E I NS TE I N

ASSEMBLEA D’ISTITUTO NELL’ASSEMBLEA... Finalmente siamo riusciti ad avere un‟assemblea d‟Istituto veramente interessante! Con l‟ultima assemblea del 26 gennaio 2008 ci siamo riuniti in gruppi di studio, con due relatori a gruppo, che hanno presentato e discusso su problematiche rilevanti del nostro Paese, come quella sui rifiuti a Napoli , che è la notizia che forse ha creato più scalpore, l‟aborto e il contrasto tra Chiesa e scienza, la pedofilia, che preoccupa sempre più la nostra società, le immigrazioni, fenomeno che va via via espandendosi ed infine una notizia che riguarda noi studenti, ossia le riforme del Ministro dell‟Itruzione Fioroni, che hanno suscitato varie manifestazioni studentesche, coinvolgendo anche noi e il nostro istituto. Queste le questioni emerse dalle discussioni. IMMIGRAZIONE Immigrazione: un termine che scuote i dibattiti ormai da lungo tempo. Naturalmente, come in ogni dibattito che si rispetti, le opinioni sono discordanti. Nel dibattito affrontato da noi studenti nella scorsa assemblea d‟Istituto a proposito di immigrati e di immigrazione si sono levate opinioni tra le più disparate. Sostanzialmente erano tutti d‟accordo sul fatto che gli immigrati non fossero un grave danno per il nostro Paese, tuttavia c‟era chi diceva che bisogna applicare delle modifiche sostanziali alle leggi che regolano e ci permettono di gestire questo flusso. La discussione ha poi toccato altre questioni come la sicurezza e le condizioni di vita di noi cittadini. Tutti d‟accordo sul peggioramento del tenore di vita ma, molte opinioni discordanti, sulla capacità delle forze dell‟ordine di garantire la sicurezza nel nostro paese. In proposito c‟ è stata una timida allusione al fatto che gli immigrati potessero compromettere la sicurezza in Italia e, discutendone, si è arrivati a poter distinguere due tipologie di immigrati: quelli che compromettono la nostra sicurezza e quelli che invece si integrano guadagnandosi da vivere onestamente. In tal proposito c‟è stato chi, giustamente, ha detto che non bisogna guardare gli immigrati facendosi influenzare da supposizioni di massima che tendono a

sviluppare discriminazioni e che bisogna pensare anche ai tanti connazionali che, forse più di tutti, mettono a rischio la nostra incolumità. Infine si è arrivati alla conclusione che la legge attualmente vigente che regola il flusso di immigrati (clandestini e non) va modificata e che da tutti e due i fronti (cittadini italiani e immigrati) bisogna impegnarsi a garantire una convivenza all‟insegna della par condicio e caratterizzata da serenità e civiltà. RIFIUTI A NAPOLI Si sperava in un miglioramento grazie alle misure adottate dal governo, ma l'emergenza rifiuti in Campania continua a non avere una soluzione definitiva, continuando a suscitare i malumori dei cittadini. Sono oltre 7000 le tonnellate di spazzatura non raccolte solo a Napoli. La situazione di maggiore disagio si registra nei quartieri periferici, ma anche in altri quartieri, come quelli collinari e la zona ospedaliera. Nonostante il quadro allarmante, il presidente della Repubblica, parlando nel corso della sua visita ufficiale in Slovenia, ha invitato i responsabili a inquadrare il problema nella giusta dimensione, non nascondendo la gravità della situazione, che ha definito "drammatica" ma, a suo avviso, la questione negli ultimi tempi ha assunto un rilievo che forse va anche al di là della giusta misura. I cittadini che protestano per la permanenza dei rifiuti, hanno messo in atto due blocchi stradali; proteste si stanno registrando anche in provincia, ad Arzano e Quarto. Le scuole sono rimaste chiuse per diversi giorni lasciando a casa oltre centomila studenti (che gioia!!! n.d.r.). Esaminando la storia campana sono emersi quindi i mille risvolti che caratterizzano l'emergenza rifiuti, da quella legale a quella tecnico-produttiva e impiantistica a quella dei comportamenti e del governo del territorio. Ognuno di questi filoni può essere seguito a scuola. È possibile, ad esempio, fare un‟indagine sullo stato in cui versa il servizio di nettezza urbana del proprio territorio, verificare la reale consistenza della raccolta differenziata, studiare i sistemi più efficaci per implementarla. Ma si può anche sottoporre


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 3

a monitoraggio il proprio istituto, imparando a distinguere le diverse tipologie di rifiuti, verificando le modalità di smaltimento e di riciclo, e studiando la possibilità di riduzione dei rifiuti prodotti. È possibile anche fare uno studio sul valore economico dei vari tipi di rifiuti, confrontandolo poi con i dati dei consorzi naturali e delle imprese private che agiscono nel settore.I percorsi possibili sono dunque molti e diversi, l'importante è che al centro del discorso ci sia la destrutturazione dei luoghi comuni più diffusi in merito ai rifiuti nella società del consumo.

far approvare la procreazione assistita, anche i quotidiani ne parlano. Quindi, la motivazione principale per cui ho scritto questo articolo, è proprio quella riflettere su quello che ho scritto e di iniziare a capire cosa è giusto o sbagliato, ciò che è meglio per tutti, per una vita più serena.

Monica Bellifemine II D PEDOFILIA

ABORTO “Mi chiamo, in effetti, non mi chiamo ancora. Sono troppo piccolo…” Con queste parole è iniziato il dibattito sull‟aborto, uno dei temi dell‟assemblea d‟Istituto. Quelle parole erano qualcosa di profondo: raccontavano di una ragazza di 15 anni e del suo fidanzato di 19, lei incinta, obbligata dai genitori ad abortire… Tante volte si sente questa parola, a volte a pronunciarla siamo noi stessi; ma cosa è veramente l‟aborto? In termini scientifici, l‟aborto o interruzione volontaria di gravidanza (IVG) è l‟interruzione della gravidanza che si verifica prima che il feto abbia raggiunto uno sviluppo tale da consentirgli di vivere in modo autosufficiente al di fuori dell'utero materno e cioè entro la ventiseiesima settimana di gestazione. Inoltre l'aborto può essere spontaneo o provocato. In altri termini invece è un genocidio, uccidere qualcuno, qualcosa di indifeso che esiste e ha pur sempre un‟anima! Bè cari amici, abbiamo parlato, confrontato opinioni, abbiamo letto la testimonianza di una donna di 40 anni che ha abortito e ora sapete cosa dice?! <Se potessi tornare indietro e stringere quel bambino fra le braccia…> E‟ meglio vivere con questo rimorso per sempre oppure far nascere questo bambino, questo dono del cielo e farlo vivere? Perché deve andare di mezzo questo bambino che non ha colpe? Io sinceramente non sono d‟accordo. Voglio solo farvi aprire gli occhi per un attimo, oramai si discute tanto su questo argomento la Chiesa è la prima a svolgere una campagna antiaborto, qualche anno fa c‟è stato un referendum per

Bambini sfruttati, violentati e picchiati. Costretti a fare l'elemosina e a consegnare i soldi, pena le botte, ai loro aguzzini, nella maggior parte dei casi parenti o genitori. Di storie tristi e angosciose che hanno come protagonisti i bambini se ne sentono tante, troppe; sono queste le questioni rimarcate in assemlea. E' in crescita purtroppo anche il fenomeno degli abusi sessuali sui minori compiuti spesso da persone di loro conoscenza, nella maggior parte dei casi familiari. "Le violenze avvengono sopratutto dentro casa e non riguardano solo le famiglie degradate, ma tutte le classi sociali e tutte le categorie di professionisti" a quanto dicono gli esperti della Polizia di Stato. "Tra l'altro gli abusanti si avvicinano ai bambini gradualmente e in modo subdolo per riuscire a conquistare la loro fiducia". E in fenomeno si diffonde sempre di più anche su Internet. In alcuni casi, per fortuna rari, ma raccapriccianti, le violenze sono tali da arrivare perfino ad uccidere le piccole vittime. FIORONI Per quanto concerne poi un altro argomento di discussione sui provvedimenti del nostroMinistro dell‟Istruzioni Fioroni si rimanda all‟altro articolo presentato nelle prime pagine di questo giornale.

Introna Giusy II B


Pagina 4

L A V O CE D I E I NS TE I N

MINISTRO FIORONI (O CHI PER LEI!!!): ”VIA AGLI ESAMI DI RIPARAZIONE” Sarà anche vero che Fioroni vuole puntare sulla valorizzazione dell‟italiano, ma la prosa burocratica del suo ministero non è certo un buon esempio, altro che «ritrovare la prospettiva neo-umanistica»! Comunque le intenzioni sono lodevoli: «matematica, grammatica e sintassi devono tornare al centro della scena». Per la prima fase di «accompagnamento» saranno stanziati 36 milioni di euro e uno degli elementi portanti del cambiamento riguarderà anche il maggiore impulso all‟area matematico-scientifica. Ma è sulla nostra lingua madre che si concentra soprattutto l‟attenzione del Ministro: «l‟italiano ha un ruolo principe come strumento di identità culturale e deve essere oggetto di riflessione da parte di tutti i docenti; ogni disciplina deve concorrere al suo apprendimento anche durante l‟ora dedicate alle altre materie». Fioroni promette (va, ormai!) inoltre «più attività di laboratorio e più valorizzazione delle biblioteche scolastiche per l‟incontro con la lettura e con gli autori non solo per i testi strettamente scolastici». Le nuove norme confermano comunque lo studio della lingua inglese per tutto il primo ciclo e l‟insegnamento obbligatorio di una seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado. «Ci sarà spazio per l‟uso delle nuove tecnologie informatiche e storia e geografia saranno molto più collegate», si sbilancia il ministro. Tutti noi lo speriamo, nuovo Ministro permettendo!!! Le tre «i» (inglese, impresa, internet) che tanto piacevano all‟ex ministro dell‟Istruzione Letizia Moratti, sono già state sostituite dalle tre «s» (severità, storia, sintassi) del suo successore, Giuseppe Fioroni. Ma nel nuovo alfabeto didattico di Fioroni spiccano anche la «i» di italiano, la «t» di tabellina e la «g» di geografia. Insomma, un ritorno alla tradizione nell‟ennesimo tourbillon di nuove riforme che aspirano a riformare le vecchie riforme. Con l‟unico risultato di non riformare mai nulla, a conferma che in Italia la scuola è l‟istituzione più irriformabile. Ma Fioroni fa bene a non rassegnarsi e - alla vigila della ripresa delle lezioni - ha presentato il suo libro dei sogni. Il capitolo principale è dedicato alle indicazioni per i curricula della scuola dell‟infanzia e del «primo ciclo di istruzione» (continuarle a chiamare «elementari» e «medie» era, evidentemente, troppo difficile... ). Indicazioni sperimentali (il nostro sistema scolastico è tutto fondato sugli «esperimenti») che gli istituti potranno tuttavia applicare nel pieno dell‟autonomia scolastica, accogliendo in toto o in parte il «tracciato» indicato da viale Trastevere, per i prossimi due anni, quando si procederà a una «risistemazione complessiva» di tutto il «periodo dell‟obbligo».

Giusy Introna II B


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 5

STRAGI DEL SABATO SERA “PIU’ PREVENZIONI E MENO CONTROLLI” alcol e stupefacenti, brochure informative per informare noi giovani di ciò a cui potremmo andare incontro se guidiamo ubriachi e storditi o, peggio ancora, drogati, maggiori controlli da parte delle forze dell‟ordine sulle strade e in particolare in prossimità dei locali notturni, con pattuglie della polizia municipale con il compito di agevolare l‟attraversamento pedonale, soprattutto su strade a scorrimento veloce, istallando semafori dove è necessario ed infine, grazie all‟aiuto di norme più severe per chi viene colto in stato di ebbrezza. Tutti noi ragazzi dovremmo stare molto attenti a non bere molto, soprattutto sapendo che dovremmo guidare per far sì che incidenti stradali, dovuti all‟abuso di alcool e stupefacenti, non avvengano più…perché, è meglio prevenire che curare!!

Ogni anno in tutto il mondo il numero di persone che perde la vita in incidenti stradali è di circa mezzo milione e quello dei feriti gravi 15 milioni. In Italia è di poco inferiore a 9000, vale a dire quasi l'1,8% del totale dei decessi, mentre il numero delle persone che riportano gravi lesioni è di circa 200.000. Le statistiche confermano che la maggior parte degli incidenti mortali si verifica sulle strade statali e sulle autostrade, a prova del fatto che esiste uno stretto rapporto tra velocità dell'automezzo e pericolo di infortuni. Sono numerose le stragi del sabato sera che hanno coinvolto nel corso del fine settimana giovanissimi e addirittura minorenni. La capitale è ai primi posti per incidenti stradali, seguita da Napoli. Il dato sconvolgente è che il 30 - 50 per cento degli incidenti stradali sono provocati da abuso di alcol e di droghe da parte del conducente. Per combattere i numerosi e gravi incidenti si potrebbero creare delle Campagne di prevenzione contro l’abuso di alcol e di droga con spot pubblicitari, personale docente nelle scuole, con l‟obiettivo di parlare ai giovani dei rischi seguiti all‟assunzione di

G. I.


Pagina 6

L A V O CE D I E I NS TE I N

SCUSA MA TI CHIAMO AMORE

E‟ arrivato nelle sale l‟ennesimo successo cinematografico tratto dall‟omonimo romanzo di Federico Moccia, “Scusa ma ti chiamo amore” che, dopo “ Tre metri sopra il cielo “ e “Ho voglia di te” torna a far trepidare il cuore dei giovani italiani. E‟ la storia di Alex, pubblicitario trentasettenne, brillantemente interpretato da Raul Bova, che non riesce ancora a darsi pace per la rottura con la storica fidanzata Elena. Sarà l‟incontro, o meglio dire scontro con Niki a cambiargli la vita. Lei ragazza diciassettenne, frizzante, piena di vita, sempre circondata dalle sue migliori amiche Erika, Olly e Diletta o, come si definiscono loro le ONDE, si scontra in motorino con Alex, che guidava preoccupato per una riunione. E‟ da questo momento in poi che inizia la loro storia; Alex

deve portare a termine un progetto di lavoro: gli occorre un‟idea geniale per una nuova pubblicità e sarà proprio Niki ad aiutarlo in questo. Frequentandosi, tra i due nasce a poco a poco un sentimento che inizialmente spaventa entrambi, visti i venti anni di differenza ma, alla fine, si abbandonano l‟uno all‟altra, dimenticando i problemi, le critiche e i consigli degli amici. Tra i due sembrerebbe tutto così perfetto ma, a rovinare la loro favola, c‟è il ritorno di Elena che fa cadere nella più profonda indecisione Alex, che decide di lasciare Niki. Poco dopo si accorge del madornale errore commesso ma è tardi per tornare indietro considerato il fatto che, terminati gli esami di maturità le Onde decidono di andare in vacanza in Grecia. Allora decide di consegnare una lettera ai genitori di Niki e di allontanarsi da tutto e tutti e rifugiarsi in quel Faro dove avevano tante volte sognato di andare insieme. Tornata dalla vacanza Niki viene a conoscenza della lettera di Alex e, senza pensarci due volte, corre da lui perdonandolo. Finisce così il racconto di Moccia che si riconferma l‟autore più amato dai giovanissimi che, leggendo i suoi libri, si riconoscono protagonisti indiretti delle sue storie e continuano a sognare amori da favola come quelli da lui descritti. Quindi non resta che aspettare di riuscire a leggere al più presto un suo nuovo capolavoro, con la speranza che riesca a farci sognare come i precedenti!!!

Dada j.


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 7

HARRY POTTER E I DONI DELLA MORTE È giunta all‟epilogo la saga suddivisa in sette libri che appassiona ormai da anni bambini, ragazzi ed adulti in tutto il mondo. Infatti il 5 gennaio di quest‟anno le librerie erano gremite di gente che aspettava di comprare e leggere la tanto attesa conclusione della storia, “Harry Potter e i doni della Morte”. Il capitolo inizia con uno scenario ormai noto: Voldemort e i suoi Mangiamorte, che tentano di catturare il maghetto, protetto dai suoi amici e componenti dell‟Ordine della Fenice. Ma Harry decide di andar via dalla Tana, la casa dei Weasley, per terminare la ricerca degli Horcroux, i frammenti dell‟anima di Voldemort, che consentono a quest‟ultimo di restare in vita. Nel viaggio viene affiancato dai fedeli amici Ron ed Hermione, con cui cerca di svelare alcuni enigmi lasciati loro da Silente: infatti nel testamento del Preside vengono lasciati loro un boccino d‟oro, esattamente quello che Harry aveva catturato durante la sua prima partita di Quidditch, un deluminatore con cui poter risucchiare via la luce, un libro, “Le fiabe di Beda il Bardo” e la spada di Godric Grifondoro, fondatore dell‟omonima casa ad Howgarts. Intanto il ministero e la scuola di Howgarts sono caduti nelle mani di Voldemort; in particolare, il nuovo preside della scuola è Severus Piton, affiancato da alcuni insegnanti-Mangiamorte, che perseguitano tutti coloro che sono legati in qualche modo a Harry. Inoltre, sfuggendo a numerosi attacchi dei Mangiamorte, Harry, Ron e Hermione riescono a distruggere altri Horcroux e a capire il significato del libro lasciato loro da Silente: in una fiaba, infatti, tre giovani riescono a ingannare la Morte, che promette loro tre doni: il primo chiede una bacchetta invincibile, la Bacchetta di Sambuco, il secondo una pietra per riportare in vita i morti, quella incastonata in un anello dei Gaunt, i discendenti di Serpeverde e il terzo un mantello dell‟invisibilità. I Doni della Morte dei primi due fratelli portano alla loro morte prematura, mentre il terzo vive una vita felice e tranquilla.

Il viaggio dei tre maghi si conclude ad Howgarts, dove avviene lo scontro finale: Harry, andato lì convinto di trovare e distruggere l‟ennesimo Horcroux, il diadema di Cosetta Corvonero, dopo un‟ardua lotta tra i Mangiamorte e l‟Ordine della Fenice, si ritrova faccia a faccia con Piton, ormai in fin di vita, ucciso da Nagini, il serpente, nonché altro Horcroux, di Voldemort. Prima di esalare l‟ultimo respiro, l‟odiato professore di Pozioni lascia ad Harry i suoi ricordi, dove traspare la figura vera di Severus Piton. Esplorandoli, Harry scopre che l‟uomo è sempre stato innamorato di sua madre, Lily Evans, che è sempre stato dalla parte di Silente ed anche la morte di quest‟ultimo faceva parte di un piano ben congeniato per mantenere Piton come spia dalla parte di Voldemort. Infatti Silente era già in fin di vita per una maledizione che lo aveva colpito mentre cercava un Horcroux. Ma, la cosa più importante che emerge dai ricordi di Piton, è che Harry stesso è un Horcroux, creato involontariamente da Voldemort. Così Harry decide di andare incontro al suo destino: morire per mano del Signore Oscuro, in modo da eliminare un altro Horcroux; e così avviene, viene colpito da un anatema e cade a terra inerte. Il maghetto si risveglia in un luogo a lui familiare, la stazione di King‟s Cross, dove incontra inaspettatamente con Albus Silente, che risponde a tutti gli interrogativi di Harry, numerosi in quel momento, e gli spiega che, andando incontro volontariamente alla morte, ha due possibilità: proseguire o tornare indietro e sconfiggere Voldemort. Naturalmente Harry sceglie la seconda opzione e, dopo aver ucciso il serpente Nagini, l‟ultimo Horcroux, affronta Voldemort, che è in possesso della Bacchetta di Sambuco, il Dono della Morte. Il Mago Oscuro scaglia contro il suo avversario un anatema, a cui Harry risponde con un incantesimo di difesa che prevale sull‟altro e provoca la morte di Voldemort. Il libro si conclude con un flash della vita di Harry, Ron e Hermione diciannove anni dopo: gli ultimi due sono sposati e Harry è sposato con Ginny Weasley; entrambe le coppie hanno dei figli, chiamati con i nomi di coloro che sono morti per combattere Voldemort. In conclusione questo è un libro che si discosta leggermente dagli altri sei, in quanto emergono nuovi aspetti di personaggi ormai ben definiti che ci si ritrova a rivalutare, vengono meno luoghi come Howgarts, dove negli altri libri si svolgeva gran parte della storia, mentre in questo appare solo nel finale ma, nel complesso, è come sempre un libro coinvolgente ed appassionante. Compratelo pure se non l‟avete già fatto! G.d.P.


Pagina 8

L A V O CE D I E I NS TE I N

CRIMINALI DEL COMPUTER Come i malware vengono sfruttati per fare soldi. browser automaticamente finestre pubblicitarie o che ne prendano semplicemente il controllo. Il gonfiarsi del fenomeno ha portato gli hacker a crearsi un esercito di computer “zombie” che, di fronte ad un loro ordine, inviano ai server di posta o a svariati indirizzi di posta elettronica messaggi spam. Le perdite apparentemente insignificanti che tutto ciò comporta portano quindi a ricattare le grandi aziende che, per la sicurezza dei loro sistemi, sono disposte a pagare ingenti somme di denaro. A confermare l‟importanza di questo reato che, combattuto meno del p2p, dilaga anche in Italia è la quantità di dati rubati, tra cui è possibile notare le password ed i nomi utenti di ogni account aperto la presenza, insieme ai dati di paypal, dei numerosissimi numeri di carta di credito da loro sottratti.

Eughenes

Benvenuti in quello che è il mio primo articolo all‟interno del giornale, in cui troverete in ogni edizione nuove curiosità riguardanti il web, il computer ed in generale il mondo della tecnologia. Dato che utilizzo continuamente il nickname Eughenes in internet, continuerò ad usarlo anche in questo giornale ma, comunque, per problemi o proposte potete trovarmi in 4^D. Passiamo quindi ad esaminare l‟argomento trattato in questo articolo. Nel linguaggio comune il termine “Malware” è utilizzato per definire tutti quei programmi il cui scopo consiste nel causare danni più o meno gravi al computer. In generale per mantenersi sicuri basta aggiornare frequentemente i software di protezione, usare un po‟ di senno prima di aprire file di cui non si conosce la provenienza ma nonostante quindi ci siano metodi anche piuttosto semplici è ben noto come all‟origine di tutto ci siano hacker che, ignorando ogni tipo di legge, creano scompiglio nella rete tramite questi programmini oppure tramite il loro diretto operato. Un importante fenomeno da analizzare è quello attualmente in crescita in tutto il mondo tramite il quale questi “maghi” della rete vengono utilizzati dalle grandi aziende pubblicitarie per impiantare nei computer software che trasmettano il percorso dei siti visitati dall‟utente e che aprano nel


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 9

PAPARAZZIAMOCI CON… ....RAOUL BOVA

Salve a tutti, sono una new entry del giornalino d‟Istituto e quest‟anno vi presento “Paparazziamoci con…” dove in ogni appuntamento spettegolerò su qualche vip e mi raccomando, se avete da proporre altre personalità dello spettacolo scrivetemi!!!

Nome: Raoul Bova, Attore Nato a: Roma il: 14 agosto 1971 Segno zodiacale: Leone Altezza: m 1.81 Occhi: Verdi Capelli: Neri Lingue: Inglese

chtenstein, una desaparecida. Bova ha finalmente successo! Viene riconosciuto dall'Italia come uno dei più bei ragazzi in circolazione nel panorama cinematografico italiano, che infatti lo inserisce subito nel cast de Palermo – Milano solo andata (1995). Da qui seguiranno tanti suoi successi cinematografici. Il suo ruolo migliore, almeno in Italia, è considerato quello delle tre serie di film tv Ultimo, che lo vede come protagonista nella parte del carabiniere con nome in codice (per l'appunto) "Ultimo", intento a combattere contro i traffici illeciti della mafia. Dopo un breve flirt con Sharon Stone, sposa la veterinaria Chiara Giordano. Dalla Giordano avrà due figli: Alessandro Leon e Francesco.E‟ ora nelle sale

Ebbene si è proprio lui, l‟idolo delle ragazzine e non solo. Raoul Bova!!!! Figlio di un dipendente dell'Alitalia e di una casalinga, cresce come un comune ragazzo e, dopo essersi diplomato all'Istituto Magistrale, si iscrive all'ISEF, abbandonando però gli studi. La con :”Scusa ma ti carriera sportiva, infatti, lo assorbe chiamo amore”tratto dal totalmente. A 16 anni è gia campione libro di Federico Moccia, insieme italiano giovanile di nuoto nei 100 metri a Michela Quattrociocche. Cosa aspetstile dorso. A 21 anni, la leva obbligatoria tate andate a vederlo!!!!! Alla prossima. lo costringe a entrare nel corpo dei Bersaglieri e, terminato l'obbligo militare, si iscriv e ai corsi di recitazione della scuola Beatrice Bracco Germinario Lorena di Roma.Nel 1993, si impone all'attenzione delle III C teenagers grazie al film Piccolo grande amore, dove interpreta un comune ragazzo italiano che non sa di essersi innamorato della Principessa del Li-


Pagina 10

L A V O CE D I E I NS TE I N

UNA POESIA AL GIORNO GRAZIE D’ESISTERE Grazie, grazie d’esistere, perché se così non fosse io non sarei qui. Grazie, perché quando sto male mi capisci al volo. Grazie, perché con i tuoi consigli sono cresciuta. Grazie, perché mi sai comprendere anche quando gli altri non ne sono capaci. Grazie, perché mi hai fatto capire il vero significato della vita. Grazie, perché mi hai aiutata nei momenti di difficoltà. Grazie, grazie d’esistere amore mio! By Monica ‘92

FUORI DAL MIO CUORE Sono qui, nel mio letto e.. ti penso. Penso a come sei entrato nella mia vita e, al dolore che ho provato quando ne sei uscito. Sto piangendo ma, forse, tu non meriti le mie lacrime, né il mio amore.. ricordo i tuoi occhi che mi fissavano mentre ballavamo sotto la pioggia di mezz’estate. Sei uscito dalla mia vita, ma non dal mio cuore.. fuori! fuori dal mio fragile cuore prima che restino solo pochi frammenti di questo! No, non posso lasciarti andar via.. Resta, resta con me! by Piccola (per Leone)


A N N O II , N UM E RO 1

IL RUMORE DEL MIO CUORE Odi un boato assurdo… È il mio cuore infranto Perché non mi consideri più tua Per sempre… Ale III C

Pagina 11

COS’È? Accadde tutto così, all’improvviso non so spiegarne il perché ma è accaduto Non posso continuare a vivere, senza quello dico perché ora che l’ho conosciuto non ne saprei fare a meno Era un pomeriggio di Settembre, uno come tanti ed è successo, una voce una voce ha pronunciato il mio nome L’ho incontrato, l’ho incontrato E vorrei averlo sempre con me, ma per questo ho bisogno di te Cos’è? L’AMORE Ale


Pagina 12

L A V O CE D I E I NS TE I N

Nome

Gianluca Gadaleta

Manuel Minervini

Michele Gentile

Data di nascita

27/05/1990

14/11/1989

23/04/1989

Segno zodiacale

Gemelli

Scorpione

Toro

Perché ti sei candida- Mi hanno incoraggiato nel farlo Cercare di migliorare la scuola e la componente studentesca to

Riportare le storica partita tra classico e scientifico

Progetti o proposte

Cortometraggi e progetti sporti- Giornata dell’arte vi e musicali

Partita d’istituto

Pensi di essere all’altezza di questa carica Numero di cellulare

Si,almeno spero…

Abbastanza

Destra o sinistra

Centro-sinistra

Tre aggettivi per te

Simpatico di sicuro, poi lascio Simpatico, intelligente, rompi- Simpatico, menefreghigiudicare voi palle sta,trestardo

Cosa pensi dei colleghi Squadra

Michele è pigro e si fa sempre Gianluca si impegna ma è trop- Manuel è troppo condizionato chiamare, Manuel è attivo, sen- po gay, Michele non si ammaz- dai prof, Gianluca è un grande za di lui sarebbe un dramma za certo di lavoro ma dovrebbe organizzare la partita d’istituto Juventus Juventus Juventus

Idolo

Will Smith

Il bibliotecario, Marx e Fulvio Gigi Buffon d’Abramo

Che animale sei

Aquila

Forse una tigre

Leone

Per le fans: single o fidanzato

Single per scelta

Felicissimamente single

Felicemente fidanzato

Devono giudicare gli altri

Ce l’hanno già troppe persone Il mio segretario Riccardo Naz: Ce l’hanno già tutti 3478650318 Sinistra sempre e comunque

Destra


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 13

Hai mai “condiviso No ma Michele Gentile mi atinteressi” con ragazzi tizza del tuo sesso Che pensi se una ra- Buon gustaia gazza ti fissa

Non mi chiamo Gianluca

Assolutamente no

Ci sta

Che vuoi?

È sicuramente un “amico” di Gianluca

E se ti fissa un ragazzo

Ca… ti guardi finocchio

Ca… ti guardi

Pensi di essere qualcuno

Si, Gianluca Gadaleta

No, lo devo ancora dimostrare Sono un gran portiere

Che vorresti dire alla Preside

Ma perché viene solo il giovedì Se lei fosse più spesso a scuola Ma il Preside non è Pappagala scuola? Non sa che i genitori capirebbe che non siamo peg- lo??? non possono entrare in presi- giori del Classico e darebbe per denza? scontate meno cose Medico o attore Ingegnere o magistrato Programmatore o consulente finanziario

Da grande Parolaccia preferita

Ca…

Put… Eva

Ti piastri i capelli

Si, a volte, perché i miei capelli No sono indomabili, e poi “Io valgo”

In due occasioni, a delle feste

100 giorni da pecora o 1 da leone

1 da leone

1 da leone, ovvio!

Cosa non sopporti della gente

Falsità, ipocrisia, bastardaggine Ignoranza e ipocrisia

Falsità e ipocrisia

Hai mai fumato uno spinello

eeeeeeeeeeeeee

Parlatene col mio segretario RY, basta guardarlo in faccia per capire

No

E fatto uso di altre droghe

no

Ma cosa

No

Hobbies

Dormire, donne, possibilmente Musica, libri, chitarra, ragazze, Cartoni giapponesi, calcio dormire con donne sport

Naturalmente 1 da leone

Sei contento di questa Si, era il mio sogno dalla prima Si abbastanza, anche grazie ai volta che ho letto il giornalino suggerimenti del bibliotecario intervista Un saluto ai lettori

Ca..

Si molto

Un saluto a chi mi vuole bene e Ciao! chiamate in tante il mio Ciao belle!!! male segretario per ogni cosa!


Pagina 14

L A V O CE D I E I NS TE I N

Musica top-ten 1.Rihanna: “Don't Stop The

Music”

2.Zucchero: “Wonderful Life”

3.Antonello Venditti: “Dalla Pelle Al Cuore”

4.Sugarfree: “Scusa ma ti chiamo amore”

5.Irene Grandi: “Sono Come Tu Mi Vuoi” 6.Jovanotti: “Fango”

7.Amy Winehouse: “Back To Black”

8.Leona Lewis: “Bleeding Love”

9.Valerio Massaro: “Forse” 10.Timbaland: “Apologize”

Rieccoci… anche quest‟anno ci sarà la rubrica dedicata alla musica. Come l‟anno scorso la Top Ten si riferisce alle 10 migliori canzoni di febbraio. Al primo posto c‟è Rihanna con la sua energica, esplosiva ed instancabile canzone “Don‟t Stop The Music”, al secondo posto invece c‟è Zucchero con la sua meravigliosa “Wonderful life” e al terzo posto c‟è lui, Antonello Venditti con la bellissima è dir poco “Dalla pelle al cuore”. Giusto un cenno alla canzone degli Sugarfree “Scusa ma ti chiamo amore” colonna sonora del film con Raul Bova e Michela Quattrociocche che in pochissimi giorni ha sbancato il botteghino ed è arrivato in cima alle classifiche.

by Monica „92


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 15

Nove punti non bastano… Anche quest‟anno i Giochi Sportivi Studenteschi, ai quali, come tradizione, ogni anno il nostro Istituto partecipa, non hanno dato le soddisfazioni che tutti si aspettavano. Rispetto allo scorso anno, la squadra di calcio a 5, rappresentante la nostra scuola, ha ottenuto risultati migliori. Il torneo è cominciato nel più semplice dei modi con una vittoria a tavolino contro i cugini rivali del Liceo Classico, poiché non si sono presentati il giorno della partita. La seconda giornata è stata la conferma che quest‟anno saremmo potuti passare alle fasi provinciali dopo la vittoria di carattere in casa del Istituto Tecnico Commerciale di Terlizzi per 3 a 2. Col morale alle stelle abbiamo giocato contro il Commerciale di Molfetta in una sfida per il vertice, ma condizionati da pesanti assenze a causa dei compiti in classe, una sconfitta per 9 a 6 ha cominciato a demoralizzarci. La Partita seguente, contro l‟Industriale, per molti è stata una delusione, in quanto la sconfitta per 8 a 6 è stata più ingiusta che meritata. A giochi or-

mai chiusi, la prof.ssa Carmela Serrone ha preferito schierare nell‟ultima partita contro l‟IPSIAM i “giovani” del primo anno, per far acquisir loro l‟esperienza per portare avanti la squadra l‟anno prossimo. Le matricole si sono comportate molto bene capovolgendo un risultato dallo 0-3 al 4-3. Purtroppo queste tre vittorie non sono bastate per raggiungere gli obiettivi prefissati. Che dire, un‟altra delusione ha accompagnato questa avventura, io e Francesco e gli altri ragazzi del secondo abbiamo lasciato le redini della squadra in mano agli juniores di primo, sperando che siano capaci di tenere alto il nome della nostra scuola nei prossimi anni. Facciamo loro, dunque, i migliori auguri affinché siano capaci di fare meglio di noi. Ciauuu!

Modunho & PCninni ®


Pagina 16

L A V O CE D I E I NS TE I N

2008 CON BOLIDI ECOLOGICI? AUDI E BMW IN UNA SFIDA TRA PRESTAZIONI ED ECOLOGIA!! BMW Serie 7 e Audi R8 – Ammiraglia e supersportiva a confronto E‟ un 2008 che si preannuncia particolarmente acceso da sfide che finalmente aiutano a ridurre le emissioni di gas nocivi nell‟atmosfera. E‟ passato un po‟ di tempo da quando BMW ha presentato la versione CleanEnergy della sua meravigliosa ammiraglia, la BMW Serie 7. Naturalmente gli altri non sono rimasti a guardare. Infatti Audi ha risposto in maniera piuttosto energica allo scorso salone di Detroit presentando una versione particolarmente “gentile con l‟ambiente” della nuova R8. Partendo dall‟ammiraglia della casa di Monaco notiamo un‟estrema attenzione a ciò che esce dai condotti di scarico. La serie 7 CleanEnergy viene spinta infatti da un propulsore a idrogeno liquido che garantisce delle prestazioni del tutto accettabili. Velocità massima limitata elettronicamente a 230 km/h e da 0 a 100 in 9.5 secondi. Naturalmente c’è la possibilità di passare rapidamente all‟alimentazione a benzina mantenendo le stesse prestazioni. I cavalli sono 260 con tutte e due le alimentazioni, poco rilevante è un lieve r i t a r d o nell‟accelerazione quando si è alimentati a idrogeno. Insomma, è stato un bellissimo esempio di rispetto per l‟ambiente; rispetto che viene molto accentuato dalla supersportiva di Ingolstadt dalla quale si possono chiedere prestazio-

ni estremamente superiori con emissioni di poco più accentuate rispetto a un‟auto a idrogeno. Stiamo parlando della nuova Audi R8. Solo a pronunciare il nome gli appassionati di automobilismo riescono a scorgerne le caratteristiche. Motore V12 (12 cilindri disposti a V) di 4.200 cc ciascuno, 500 cv, da 0 a 100 in 4 secondi e velocità massima limitata a 300 km/h (prestazioni della versione TDI). Questa supersportiva rispetta addirittura la normativa euro 6 imponendosi come auto più ecologica della sua categoria!! Ha superato brillantemente anche i confronti con le altre supersportive (le rispettive auto della stessa categoria di casa BMW e Mercedes) e si presen t a com e l‟ en n esim a p iet ra m iliare dell‟automobilismo presentata da una casa tedesca. Che dire, si aspetta solo un capolavoro ecologico firmato Mercedes che dia del filo da torcere a questi due bolidi!

Mauro Zezza II B


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 17

I SOGNI LASCIANO SPAZIO ALLA REALTÀ. ARRIVANO I “BOLIDI PER LA FAMIGLIA” Nuova BMW M5 Touring, Audi RS6 Avant e Mercedes classe E

E‟ finalmente arrivato il momento in cui i sogni lasciano spazio alla realtà. Ricordate le vecchie station wagon tutto spazio e zero emozioni? Bene! E‟ arrivato il momento di potersi godere la famiglia e il tempo libero e, contemporaneamente, delle prestazioni invidiabili dalle più blasonate supersportive! Le tre case automobilistiche più celebri del pianeta presentano tre bolidi che rivoluzionano la categoria “station wagon”. Partendo dalla sportiva di Monaco tocchiamo già con mano l‟essenza di queste tre meravigliose automobili. La BMW presenta la sua M5 Touring con un propulsore rigorosamente a benzina V10 (dieci cilindri disposti a V) da 507 cv che spinge i suoi 1800 kg a 100 km/h in soli 4.8 secondi. I consumi sono ridicoli, appena 10.6 litri nel ciclo urbano e 15.0 litri per fare 100 km. Sulla scia di questa BMW sarà la prossima Mercedes E 63 AMG la cui uscita è prevista per il primo semestre del 2009. Questa nuova Mercedes sarà alimentata da due propulsori, uno a benzina e uno diesel con una capienza per cilindro di 6300 cm cubici. Anche questi due propulsori vantano 8 cilindri con una potenza Modello Audi RS6 Avant Quattro Mercedes E63 AMG BMW M5 Touring

Propulsore V10 5,2 V 8 6,3 V 10 5,0

che si aggira intorno ai 510 cv. Purtroppo le prestazioni su strada non si conoscono ancora poiché il modello definitivo non è stato ancora ultimato dalla casa di Stoccarda. Se poi vogliamo parlare di potenza elevata all‟esasperazione, allora un esempio calzante sarebbe la nuova Audi RS6 che con 1100 centimetri cubici in meno della Mercedes raggiunge i 580 CV con un‟accelerazione da 0 a 100 in 4.5 secondi. La motorizzazione è unica e rigorosamente a benzina, come tutte le versioni sportive della casa dei quattro anelli. Il peso di quest‟auto si aggira intorno alle 2 tonnellate. Inoltre la nuova Audi RS6 ha dimostrato di non essere potente solo sulla carta lasciando a bocca asciutta nelle prove su circuito molte supersportive tra le più blasonate come la Porche 997 Turbo (480 cv) e la Lamborghini Gallardo (519 cv). Il prezzo è orientativamente di 101.000 € per la versione base. Che dire, prestazioni strabilianti per portafogli strabilianti!!!

M.Z.

CV 580 510 507

Test 0-100 km/h 4,5 secondi 4,7 secondi 4,8 secondi


Pagina 18

L A V O CE D I E I NS TE I N

FANTACALCIO Consigli per gli acquisti

Inizio con un augurio generale rivolto a tutti i ragazzi che, come me, giocano al fantacalcio. Nel mese di gennaio è giunto, finalmente, il momento del mercato di riparazione e vi fornirò alcuni consigli per migliorare la vostra rosa e permettervi di guadagnare molti punti. In generale sconsiglio vivamente a tutti di acquistare calciatori non titolari, anche se promettono di fare decine di gol, ai fini del fantacalcio non sono utili perché i punti che guadagnereste con i loro gol verrebbero persi nelle giornate in cui non giocano. Invece propongo di acquistare i calciatori seguenti ,per quanto riguarda i diversi reparti. Attaccanti: escludendo Ibrahimovic, Trezeguet e Mutu che presumo siano già presi, consiglio il promettente Boriello e, soprattutto, l‟inaspettato Cruz inoltre, anche Di Natale con gol, assist e spettacolo assicurati (si lo so, al fantacalcio non serve, ma fa piacere vedere le immagini dei propri giocatori che fanno i fenomeni). Centrocampisti: il più promettente è Doni dell‟Atalanta perché segna e fa assist, ma anche Mancini, De Rossi e Cambiasso sono acquisti allettanti. Hamsik è un‟ altra perla di questo campionato. Difensori: rivelazione è il rigorista napoletano

Domizzi che, dopo le sue 5 reti (di cui 4 rigori), sembra intenzionato a fare altrettanti gol nel girone di ritorno; consiglio anche due vecchie conoscenze, Zanetti J. e Nesta, più un volto nuovo, ma non troppo, Loria, difensore col vizio del gol (4 finora in questa stagione). Per i primi due una media voto maggiore, per Loria una fantamedia più alta, dovuta appunto ai gol segnati. Portieri: il problema più grande è proprio quello dei portieri, infatti, penso che i migliori: Buffon, Julio Cesar, Doni e Frey siano stati già presi e quindi, se aveste bisogno di un portiere, consiglio la rivelazione del Torino Sereni, che ha un ottima fantamedia di 5,72 (ottima per un portiere considerando i malus) e il milanista Kalac che, durante l‟assenza di Dida sta dando ottimi risultati.Per il momento i consigli finiscono qui, la prossima volta vedrò di scovare qualche giocatore un po‟ meno in vista, soprattutto, meno caro, che possa aspirare a fare parte di una buona fantasquadra, magari la vostra!

Davide Modesti II B


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 19

Il meglio e il peggio della Serie A Adesso basta! Circa un anno e mezzo fa parlavamo di Calciopoli (o Moggiopoli, come dir si voglia); oggi, invece parliamo degli arbitri. “Arbitri incapaci, da serie B” ha detto Galliani. Gussoni, presidente AIA (Associazione Italiana Arbitri) ha, ovviamente, difeso la categoria. Ma una cosa è certa; ogni domenica avvengono episodi clamorosi su rigori non dati, gol fantasma o su fuorigioco inesistenti. Emblematico l‟esempio del gol annullato alla Juventus contro la Sampdoria nell‟ultima gara di andata finita 0-0; la palla, infatti, oltrepassava la linea di porta ma l‟arbitro annullava una segnatura che avrebbe dato una svolta alla partita. Le cause di queste “sviste” sono due in particolare: la mancanza dell‟uniformità di giudizio, obiettivo primario ma fallito dal designatore Collina e la cosiddetta sudditanza psicologica; quest‟ultima ha decisamente colpito l‟Inter, prima favorita in Inter-Parma sul fallo di mano di Fernando Couto (episodio comunque dubbio anche con l‟ausilio della moviola), poi penalizzata in Inter-Udinese dove è stato annullato un gol regolare (secondo gli addetti ai lavori) ad Ibrahimovic; gol che sarebbe stato di fondamentale importanza per mantenere inalterato il vantaggio sulla Roma. Tutti si lamentano a causa di questi arbitraggi scandalosi che affliggono il calcio nostrano; ma, forse, non tutti sanno che nel 2008 la tecnologia è molto avanzata ma i “capi del calcio” non la usano a proprio favore. Un anno fa, per esempio, furono installate allo stadio “Friuli” di Udine delle telecamere sulle linee di porta proprio per risolvere il problema dei gol fantasma, oppure la moviola in campo o, ancora, il famoso pallone con microchip. Soluzioni di cui tanto si è parlato ma che non sono mai state introdotte nel nostro campionato. Per questo, ritengo che siamo noi stessi a volerci complicare la vita perché i rimedi ci sono, eccome se ci sono!! Oggi, infatti, specialmente nei cosiddetti big match, la vittoria di una squadra non viene più attribuita al merito dei singoli calciatori ma solo ed esclusivamente ai favori arbitrali.

Forse è vero che gli attuali direttori di gara sono incapaci di arbitrare nella massima serie ma, arrivati a questo punto, sarei più contento se gli arbitri stessero sbagliando apposta per dare pepe al campionato in modo che non si finisca con la prima in classifica a +17 sulla seconda, come l‟anno scorso. Per fortuna, il 2008 ha anche portato nuovi talenti; uno su tutti Pato. Il “Papero”, dopo aver scalpitato nei campi di Milanetto per sei mesi, ha subito fatto innamorare il pubblico rossonero bagnando il suo esordio segnando l‟ultimo dei cinque gol con cui il Milan ha sconfitto il Napoli. Successivamente, la doppietta contro il Genoa e il gol vittoria contro la Fiorentina hanno portato a quattro il numero di gol in campionato, un bel bottino per un ragazzo di appena diciotto anni. Un‟altra stella è quella di Mario Balotelli, diciassettenne di colore ma che tra qualche anno potremo vedere con la maglia azzurra. Alto 1.90 m, fisico da corazziere, milita ancora nelle giovanili dell‟Inter, ma viene spesso “prestato” alla prima squadra. Si è messo in mostra contro la Juventus segnando la doppietta decisiva per il passaggio dell‟Inter nelle semifinali di Coppa Italia e guidando i giovani nerazzurri alla vittoria del Torneo di Viareggio. Spero che nei prossimi mesi non si verifichino altri episodi che andrebbero ad “arricchire” la prima parte di questo articolo, ma si parli maggiormente di giovani che rappresentano il futuro del calcio. Alla prossima!

Turtur Nando II D


Pagina 20

L A V O CE D I E I NS TE I N

Saldi di Gennaio… squadre all’arrembaggio!!! Dopo i primi mesi del campionato più bello del mondo, è giunto il periodo del calciomercato invernale. Le grandi squadre si sono indirizzate sui giovani più promettenti e in forma del momento. Il calcio estero non ha regalato grandi colpi ad eccezione di Ever Banega, diciannovenne argentino che è passato dalla “Bombonera” del Boca Juniors al Mestalla di Valencia. Tornando in Italia con gli emigranti di ritorno che a inizio stagione avevano lasciato la patria per cercare fortuna all‟estero, dalla spagnola Levante, che sta seriamente rischiando la retrocessione, sono tornati Marco Storari, approdato al Cagliari, Bruno Cirillo, finito alla Reggina e Christian Riganò sbarcato al Siena sperando di ripetere la scorsa stagione al Messina da goleador. Due sono stati senza dubbio i grandi colpi di mercato, che hanno visto protagonisti Lazio e Inter. I biancocelesti hanno strappato in extremis Rolando Bianchi al Torino, dopo la breve esperienza del giovane attaccante bergamasco al Manchester City, dove aveva trovato solo poco spazio. Il patron nerazzurro magnate del petrolio Massimo Moratti, vista l‟emergenza a centrocampo dell‟Inter, ha ottenuto il prestito dall‟Atletico Madrid di Nuno Maniche con diritto di riscatto pari a 6 milioni di euro a giugno. Da considerar-

si acquisto potrebbe essere anche il tesseramento di Pato Alexandre, ormai maggiorenne, che senza dubbio darà manfort e all‟attacco m i la nis t a . In Italia è tornato anche Cristiano Lucarelli che, dopo aver realizzato il sogno di giocare in Champions League con lo Shaktar Donetsk, ha gettato l‟ancora al Tardini di Parma per cercare di portare alla salvezza i gialloblu con Budan e Corradi. La Juventus è stata una delle squadre più attive nel mercato di Gennaio con i due grandi colpi Sissoko dal Liverpool e Stendardo, centrale della Lazio. Altri acquisti da segnalare sono l‟arrivo Cacia e Papa Waigo alla Fiorentina, il passaggio di Criscito e Vanden Borre al Genoa di Gasperini, più l‟arrivo di Masiero dal Central Espanol e l‟approdo di Christian Stuani alla Reggina, in arrivo dal Danubio. Come abbiamo visto la lista degli acquisti sembra interminabile ma, quale sarà la squadra che ha indovinato l‟acquisto giusto? Non ci resta che aspettare la fine del campionato col susseguirsi delle giornate… alla prox!!!

Modunho & PCninni ®


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 21

RAGIONAMENTO LOGICO MATEMATICO 1- Le seguenti frasi, scritte in lingua straniera, hanno accanto la traduzione italiana con una sola parola in corsivo: riesci ad individuare la parola corrispondente nelle frasi in lingua straniera? a

Cze uas sami

Ho poco denaro

b

Girjo misia uas

Papà mangia poco

c

Litzu su sami

Ho bisogno di denaro

d

Dic skarjog rosco oa Il bicchiere è rotto

e

Dic trapip rosco oa

La tavola è rotta

f

Oa adlot dic trapip

La tavola è pronta

6- Una tartaruga deve arrampicarsi su una scala costituita da 12 gradini. Ogni giorno sale 4 gradini e ogni sera ne riscende 2. Dopo quanti giorni riuscirà ad arrivare alla sommità della scala? 7- Se una candela accesa si consuma in 4 ore, in quanto tempo si consumeranno quattro candele? 8 - In una cassa ne sono racchiuse altre due, in ciascuna di queste ve ne sono altre tre e dentro ciascuna di esse ve ne sono altre quattro. Quante casse sono in tutto? 9 - Sappiamo che una figura geometrica piana ha almeno 5 angoli. Pertanto: a. si tratterà certamente di un pentagono

2- La seguente frase: "Rifiuto di smentire la certezza di dubitare della falsità delle tue ragioni" significa: a. Penso che tu abbia ragione b.

Penso che tu abbia torto

b. si tratterà certamente di un esagono c.

d. si tratterà certamente di un ennagono e. si tratterà certamente di un poligono regolare f.

3- Quale, tra i termini che seguono, è da scartare?

non si tratterà di un quadrato

si tratterà certamente di un poligono irregolare

10 - Completa la seguente analogia: 4 : 16 = 5 : ?

a. Neoclassicismo b. Romanticismo

Meno di 13 punti: insufficiente

4- Che cosa significa “fastigio”?

a. sportello; b. pioggia; c. parete; d. vetro (punti 4)

5.

b (punti 2)

4.

d (punti 2)

3.

a (punti 2)

2.

a. sami; b. uas; c. litzu; d. rosco; e.oa; f. trapip. (punti 4)

1.

d. Legno : Tavolo = ? : Finestra

Cinque giorni (punti 3)

Occhio : Viso = Quadro : ?

6.

c.

Quattro ore. (punti 2)

b. Granello: Sabbia = Goccia : ?

7.

a. Porta : Casa = ? : Automobile

Le casse sono 33 in tutto. (punti 4)

5- Completa le seguenti proporzioni:

8.

e. Rovina

c (punti 3)

d. Fatale

9.

Lusso

25 (punti 2)

c.

10.

b. Culmine

Profilo

a. Noia

Risposte

e. Decadentismo

Da 13 a 18 punti: sufficiente

d. Luddismo

Da 19 a 22 punti buono

Crepuscolarismo

Oltre i 22 punti: ottimo

c.


Pagina 22

PUBBLICITA‟: vendesi sudoku facile - medio – difficile; per ulteriori informazioni rivolgersi in 3^ C, precisamente seconda fila a destra! Grazie e arrivederci Pisani 3^C, ti prego: basta con le flatulenze! Teddy 6 bono! (Tavella puzza) Giusy sei bona! By anonimo secentesco Ciao Michele S. di 3^ C mi kiamo Aldo…appena ti ho visto mi 6 piaciuto…t vorrei conoscere… ciao bello Simona è bella!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Nn dimenticate. Simona è bella!!!!!!!!!!!! Caro Francesco P. di 3^ C, è da quando 6 entrato in questa scuola ke vieni a farmi visita ad ogni ora, so k ormai sono diventato la tua droga e nn puoi fare a meno di me. Ti aspetto. Il bagno del secondo piano. Lorè allora t piace il burro cacao??? A.A.A. cercasi ragazza prodigio… che si crede Angelina Jolie …oooooops credo di averla già trovata…mi sa in 2^A… Consiglio…SMONTATI CHE PERDI PEZZI!!!!!!!!!!! By le s.s. Bubetto ti voglio troppo bene… ( non ti arrabbiare se ti kiamo così) … By paola J Davide.. come fare se sei cosi…cosi..cosi… bello?? Ahahah qnd diventi calciatore di serie A fammi uno squillo…. Anna dai capelli rossi vaa… con il g*y della mia città... ma le corna lei ce le ha… e forse nn lo sa…. Ogni riferimento a persone o ANIMALI è puramente casuale

L A V O CE D I E I NS TE I N

Antonio sei il mio amore. Simona Cianny sei l‟unico amore della mia vita by paolaaa ahahah X pappy Prof. Vi vogliamo troppo bene….cmq qnd leggo sono proprio brava ahahah …. E nn mandate piu Giusy alla lavagna sennò nn può copiare i compiti J!!!!!!!!! By paola e giusy X fra e rosy: allora quali sono le vostre FONDI????:-) Giuseppe 3^A sei troppo bello…. By anonima Da quando Andrea 5^A ha la patente vi consiglio l‟uso dei marciapiedi J … skerzo… Kiara ti amo by Lola Lola ti amo by Kiara Paola io e te siamo vere amike, xkè non siamo dello stesso paese?!? Vabbè dai succede anke nelle migliori famiglie! Tvtttttttb sei fantastica Mio caro Pappagallo, siete la ragione per cui il venerdì mi alzo dal letto, prendo il pullman e vengo a scuola. Tutto questo x poter seguire intensamente le vostre lezioni (anke se sto sempre fuori sotto vostro comando). Ormai avete segnato il mio periodo adolescenziale. Tvttttttttttttb La vostra alunna preferita Alessandra IIIC Ciao mio caro Manuel Damiano di 3^C, sono il tuo amore, oggi in data 14/02/08 è San Valentino e mi sarei aspettata da te un mazzo di rose rosse…e sono rimasta delusa. Raffaele di VC dice ke siamo una bella coppia, ma come si fa se non mi fai neanke il regalo a San Valentino?? tvttttb Un saluto particolare alla mia mitica 5^C By Simona


A N N O II , N UM E RO 1

Pagina 23

S.O.S BATTUTE 15. Andiamo in Sicilia con il deltaplano? No con il Delta/4 16. I Miceti sono i peggiori nemici dei Canini 17. Il vescovo durante le visite pastorali porta le pecore 18. Ab Urbe Condita / A pasta condita 19. CVD( Come volevasi dimostrare) / Ci vuà Ditt 20. Interrogazione a tappeto! Perchè non a moquette? 21. Le volte a crociera costano

Dedichiamo questo intervento alla nostra stupenda classe...la 3^C !! Ecco a voi alcune delle battute (le più squallide del mondo) di Angelo, Manuel, Michele e per ultimo… il nostro leader VITO!!!! per i ( Si consiglia la lettura di ciò che segue ad un pubblico adulto!!!): 1. Cin Cin / Giappon Giappon 2. Mi dai il bianchetto?? No, ho solo il negretto 3. E’ partita Iva 4. Leucemia o Leucetua? 5. La calcolatrice dà i numeri 6. Chi non sa il congiuntivo ha la congiuntivite 7. La mucca fa MRU , quella che accelera MRUA ( solo per chi fa fisica) 8. La febbre gialla fa venire gli occhi a mandorla 9. Il giocatore che illumina? Candela... 10. Gli sportivi più studiosi? I Culturisti 11. Pauling: Presente progressivo di Pauli (solo per chi fa chimica) 12. L'animale ladro? Sheep ( la pecora) 13. La cera è quella cosa che prima c’era ed ora non c‟è più 14."Hai torto!"...."e vabbè ora lo riaddrizzo"


Pagina 24

HANNIBAL AD PORTAS Un luogotenente si presenta impaurito da Scipione dicendo che c'erano imponenti forze cartaginesi alle porte di Roma. Scipione, conosciuto per la sua calma, lo tranquilizza e gli chiede: - Quanti sono? - Intorno ai 15.000! - Noi quanti siamo? - 5.000! - Allora, portami lo scudo, la spada e il mantello, quello rosso, cosi' se rimango ferito la truppa non se ne accorge..... ... Scipione vince la battaglia e passa tempo ... Il luogotenente di prima si presenta di nuovo a Scipione tremante e dice: - Annibale è alle porte di Roma con un enorme esercito ..! Scipione: - Quanti sono? - 200.000! Risponde il soldato. - E noi quanti siamo? - 10.000 ! - Bene! Portami lo scudo, la spada, il mantello e i pantaloni marroni...!

L A V O CE D I E I NS TE I N

Tre commercianti si vantano delle loro capacita' commerciali. Il primo agli altri due: "Ieri ho fatto una vendita incredibile! Ho venduto una racchetta da tennis ad uno senza un braccio!" Il secondo: "Io ho fatto di meglio! Ho venduto una radio stereo ad un sordo!" Il terzo: "E allora cosa dovrei dire io ? Ho venduto un orologio con il cucu' ad un carabiniere. Che vendita!" E gli altri: "E cosa c'e' di incredibile?" "Gli ho anche venduto due chili di mangime per l'uccellino!!"

Osama va in paradiso. San Pietro lo accoglie e dice:"Non vorrai mica entrare, dopo quello che hai fatto??!". E Osama: "Io entrare? Siete voi che avete cinque minuti per uscire!!".

La voce di einstein 2008  

archivio giornale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you