Issuu on Google+

INCENTIVI GUIDA AGLI INCENTIVI GUIDA AGLI INCENTIVI GUIDA AGL

BIMESTRALE - ANNO II - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1,  Aut. C/RM/02/2012

€ 2,90 BIMESTRALE N. 11 GEN/FEB 2013

solo 1€ !

news Auto

dell’Anno le finaliste

focus Il metano secondo

eni

cover story

La Regina

perde peso

e consuma meno Nuova Range Rover

viaggio Fino a Tokyo con la Peugeot 3008 Hybrid

test Renault Twizy una poltrona per due


Così la vedi

Così la guidi AGILITÀ

Solo la nuova Panda riesce a darti un’agilità e una visibilità esagerata in città grazie al servosterzo dualdrive con funzione city, all’ampia superficie vetrata e alla posizione di guida rialzata.

E da oggi Panda è ancora più esagerata perché oltre alle alimentazioni benzina, diesel e GPL c’è anche la nuova Panda Metano, che ti permette di fare un pieno con meno di 12€. Es. riferito a Panda Pop 0.9 Twinair Turbo 80 cv Natural Power Capacità serbatoio 12 Kg Costo medio metano 0,986 €/l. Periodo di riferimento 02/09/2012. Consumo combinato Panda 0.9 Twinair Turbo 80 cv Natural Power 3,1 kg/100 km. Emissioni CO2 86 g/km.

www.fiat.it/panda


SOMMARIO N.11 GEN/FEB 2013

Guida incentivi ...................6

66 On the road......68 News..................

DAL MONDO DELL’AUTO

Cover Story ...........8

PEUGEOT 3008 HYBRID4 EURASIA 2012

RANGE ROVER

74

Test....................

PORSCHE PANAMERA HYBRID S

Listino &Consumi ........

80

18 Test....................24 News..................

DAL MONDO DELL’AUTO

MERCEDES C180 CDI BLUE EFFICIENCY

Listino &Consumi ........

30

84 Test....................88 Test....................94 News..................

DAL MONDO DELL’AUTO RENAULT TWIZY

38 Test....................40 News..................

DAL MONDO DELL’AUTO

CITROËN C-ZERO

Listino &Consumi ........

96

FIAT PANDA TWIN AIR NATURAL POWER

48

Focus................. ENI METANO LIQUIDO

CENTRALINA DIMSPORT

56 58

........................... Listino &Consumi ........

(4)

Domande &Risposte .........

98

IL PARERE DI MASSIMO GARGANO


EDITORIALE Perché un’auto che inquina poco, alla fine consuma anche meno • di Giovanni Mancini Direttore Responsabile

EcoCar propone fin dal primo numero un nuovo modo di leggere il mondo dell'automobile, le novità di prodotto e le nuove tecnologie. Oggi l'automobile rappresenta - sempre più - un importante investimento nell'ambito familiare ed una voce da non sottovalutare nel budget mensile. Per noi di EcoCar ecologia deve quindi far rima con economia e ci impegniamo a raccontarvi la mobilità di oggi e del prossimo futuro guardando alle due facce della medaglia. Per questo motivo, sottolineamo sempre non solo il costo d'acquisto delle automobili di cui scriviamo, ma anche i costi di utilizzo e possesso, come i consumi e la tassa di proprietà. In questo numero vi raccontiamo dei prossimi incentivi che anche se ridotti - ci aiuteranno nell'acquisto di vetture sempre più pulite e innovative. Come le finaliste al premio “Auto dell'anno” che trovate nella sezione green. Parliamo di metano, così come di vetture elettriche o SUV che, nel loro segmento, brillano per la riduzione dei consumi rispetto al passato. Trovate queste novità divise in sezioni - green, bi-fuel, hybrid, electric - che si chiudono con listini dedicati. Il tutto per rendere più comprensibile la lettura di un mercato affollato di novità a volte difficili da riconoscere. Con EcoCar si scopre che c'è una tipologia di motorizzazione per ciascuno di noi, a seconda dei km che percorriamo e dell’utilizzo quotidiano. EcoCar parte dall'attenzione alle emissioni per arrivare ai costi di gestione fortemente legati a quest'ultime. La rivoluzione di EcoCar è una risposta a questa esigenza: mettere ordine per consigliare.

Direttore Responsabile Giovanni Mancini direzione@ecocaronline.it Prove e prodotto Alessandro Vai alessandrovai@ecocaronline.it Coordinamento redazione Roberta Avino

N.11 GEN/FEB 2013

Concessionaria per la Pubblicità Eurosport Editoriale s.r.l. Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma Tel. +39 06 45.23.15.00 r.a. adv@eurosposteditoriale.com

Redazione EcoCar Via della Bufalotta, 378 00139 Roma www.ecocaronline.it redazione@ecocaronline.it

Direzione commerciale Frédéric Lupo

Editore Eurosport Editoriale s.r.l. Stampa Tiber - Brescia

Art Director Stefania Esuperanzi

Advertising manager Rossella Nicoletti

Fotografi Igor Gentili, Paolo Ambrosi, Andrea Bordignon

Produzione Ettore Broussard, Bruno Perino, Luigi Sodano, Roberta Avino, Stefano Pucci, Umberto Zanobini

Photo Editor Roberto Brodolini In redazione Claudio Galiena, Domenico Sofia, Roberta Mancini, Marco Della Monica, Mirco Santilli

Amministrazione Francesco Ambrosini, Paola Nicoletti Tel. +39 06 45.23.15.01 amministrazione@eurosporteditoriale.com

(5)

Diffusione SO.DI.P. S.p.A. Cinisello Balsamo (MI) Tel. 02/660301 - www.sodip.it Testata registrata al Tribunale Civile di Roma n. 138/2009 del 10/04/2009


ATTUALITÀ

Guida Incentivi

120

g/km

IL LIMITE MASSIMO DI EMISSIONI DI CO2

UNA SCOSSA

AL MERCATO

Tornano i contributi statali, ma non sono per tutti. Niente benzina o diesel, li potranno ottenere solo le auto bi-fuel, elettriche e ibride entro determinati criteri. I due terzi dei fondi erogati saranno appannaggio delle aziende e della pubblica amministrazione • di Alessandro Vai

F

avorire la diffusione di mezzi a basso impatto ambientale e dare una boccata d’ossigeno al mercato dell’auto. Queste sono le due linee guida principali dei nuovi eco-incentivi che entreranno in vigore all’inizio del 2013. La conversione in legge del Decreto Sviluppo che conteneva le nuove norme è avvenuta a settembre. Le vetture che ne potranno beneficiare saranno praticamente tutte, a eccezione di quelle alimentate esclusivamente a benzina o a gasolio. Quindi trazione elettrica e ibrida, alimentazione a metano o GPL. Saranno queste le automobili che rientre(6)

ranno nel piano per i contributi statali, che verranno erogati a scaglioni, con la prima soglia corrispondente al valore di CO2 di 120 g/km. Verranno quindi esclusi i benzina e i diesel, anche se con emissioni inferiori. Ovviamente si avrà diritto al bonus acquistando un’auto non ancora immatricolata, con la contemporanea riconsegna di un veicolo da rottamare di cui si è proprietari o utilizzatori, in caso di locazione finanziaria, da almeno 12 mesi. L’erogazione dei fondi inizierà a metà febbraio 2013 (dipende dall'entrata in vigore del Decreto attuativo) e terminerà il 31 di-


cembre 2015, per uno stanziamento com- monitoraggio dei risultati dell'anno preceplessivo di 140 milioni di euro, suddivisi in dente. L’eco-incentivo dovrà essere 50 milioni di euro per l'anno 2013, 45 mi- ripartito in parti uguali tra lo Stato e lioni per il 2014 e altri il venditore, che dovrà pra45 per il 2015. Ma solo ticare uno sconto da recupeil 30% del budget totarare successivamente con un le potrà essere sftuttarimborso della casa costrutL'INCENTIVO MASSIMO to dai privati cittadini, trice o dell'importatore, che OTTENIBILE visto che l’altro 70% è a loro volta recupereranno destinato alle imprese e alle pubbliche am- l'importo tramite il credito di imposta. Il boministrazioni che vorranno investire su au- nus varia, quindi, in base alle emissioni totomezzi acquistati esclusivamente in Italia, tali di CO2. Per i mezzi che producono anche in leasing. Questa percentuale potrà emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km variare nel 2014 e nel 2015 sulla base del sarà del 20% sul prezzo di acquisto (nel

5.000€

(7)

2013 e 2014) fino ad un massimo di 5.000 euro. Nel 2015 scenderà al 15% sul prezzo di acquisto fino a un massimo di 3.500 euro. Per emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km nel 2013 e 2014 sarà del 20% sul prezzo di acquisto fino a un massimo di 4.000 euro che nel 2015 sarà del 15% fino a un massimo di 3.000 euro. Infine, con emissioni di Per usufruire CO2 non superiori dell'incentivo a 120 g/km, i primi l'auto da due anni il vantag- rottamare deve gio sarà pari al 20% avere almeno fino a un massimo 10 anni di 2.000 euro e nel 2015 del 15% fino a 1.800 euro. Il testo prevede anche una serie di agevolazioni per le stesse categorie di veicoli che rientrano nel piano incentivi, che dovranno essere concesse da regioni e amministrazioni locali. Si va dall'esenzione di tali auto dalla tassa di proprietà (IPT), alla libera circolazione nelle ZTL e all’esenzione dai blocchi del traffico. Inoltre, sia le regioni che le amministrazioni locali possono inserire, nei bandi di gara per il trasporto pubblico locale, specifici punteggi per le società o le organizzazioni che utilizzano veicoli a basse emissioni in sostituzione dei veicoli da rottamare del rispettivo parco auto. L’erogazione degli incentivi statali, da sola, non sarebbe sufficiente a dare la spinta per la diffusione delle auto elettriche. Andranno sviluppate sul l'intero territorio nazionale le infrastrutture di ricarica. Per questo è nato il “Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica”. Lo scopo è "favorire lo sviluppo unitario tenendo conto dell'effettivo fabbisogno infrastrutturale sulla base del tasso di congestione da traffico veicolare, la criticità dell'inquinamento atmosferico e lo sviluppo della rete stradale". Il piano stabilirà la regolamentazione dei tempi e dei modi di ricarica, nonché le tariffe.


COVER STORY

Range Rover TDV6

DIETA RI La leggerezza è una qualità. L’icona inglese perde peso e migliora consumi, emissioni e prestazioni. Non è solo merito di una dieta meccanica. Ci sono nuovi motori, la trasmissione automatica a 8 rapporti e un’aerodinamica resa molto più efficace. Noi l’abbiamo messa alla prova con il turbodiesel V6 da 3 litri • provata da Maurizio Spinali

D

evi cominciare a togliere. Non ad aggiungere. La sopravvivenza dell’auto, oggi, riparte dalla leggerezza. Anche quella di un’icona che nel passato non si è mai posta troppo il problema del peso. La nuova Range Rover, invece, lo ha fatto. In Inghilterra, i progettisti sono partiti da una manciata di punti saldi, il Dna del Suv più noto al mondo, e gli hanno cucito addosso non solo l’abito più conveniente alle esi-

(8)

genze moderne, ma hanno lavorato anche sulla sua struttura profonda, quella che sta sotto, e su ogni singolo elemento, meccanico e non. Ridurre anche di una manciata di grammi una parte, significa migliorare tutto, non solo arrivare a scrivere sulla scheda tecnica numeri record per quanto riguarda consumi, emissioni, performance. Meno 420 chilogrammi è il risultato, 39% di peso sparito. Un abisso. È questa la massima quantità sot-


USCITA!

COSTA DA â‚Ź 91.500

A CHI PIACE Agli amanti del classico, a quelli che non amano stare in basso o rimanere impantanati, anche su una strada di campagna. A quelli che a un Suv avrebbero detto no per principi green. E se proprio non sono convinti, nel 2013 arriva la versione ibrida.

(9)


COVER STORY

Range Rover TDV6 tratta rispetto alla precedente versione. Merito, soprattutto, della nuova scocca totalmente in alluminio. In particolare, stiamo parlando della Range Rover entry-level, quella con il motore V6 turbodiesel da 3 litri, che è senza dubbio l’esempio più chiaro di quello che si può fare inseguendo la leggerezza. Non è la prima volta che un’unità sei cilindri a gasolio finisce sotto il cofano di una Range. L’ultima volta era successo quando la Casa inglese era nelle mani della Bmw. L’insuccesso di vendite non fu colpa di quel V6. Semplicemente, la Range di allora non riusciva a esprimere tutto il suo potenziale con un sei cilindri. Oggi sì, ci riesce. I dati confermano prestazioni della 3.0 TDV6 paragonabili a quelle della vecchia Range con il TDV8. Solo, con il 22% di consumi ed emissioni in meno. Dichiara più di 13 km/l in

22%

RIDUZIONE DEI CONSUMI E DELLE EMISSIONI

(10)

un percorso misto e 196 g/km di CO2 con Start/Stop. Merito, soprattutto, di questa rincorsa al dimagrimento strutturale. Spingi sull’acceleratore e il V6 non va mai in affanno, fluido, piacevole, completamente a suo agio nel gestire i quasi cinque metri della nuova Suv inglese. L’abbiamo provata per le strade africane del Marocco, sede della presentazione alla stampa internazionale, e l’efficienza della leggerezza si percepisce a ogni livello. Nella guida, per esempio. Se una volta non si poteva fare a meno di quel su e giù a ogni frenata, e a fastidiosi ondeggiamenti non appena s’incontravano due curve di fila, adesso la Range si muove tranquilla per la strada senza ubriacare chi guida e i passeggeri. Certo, per raggiungere questo risultato, non basta la scocca in alluminio. La leggerezza e le performance nascondono un segreto lavoro d’insieme. A partire dal design


-420 KG DI PESO

LA SCOCCA È TUTTA IN ALLUMINIO. SIGNIFICA MENO PESO, FINO A 420 KG RISPARMIATI, E UN LIVELLO DI CONSUMI ED EMISSIONI MAI RAGGIUNTO PRIMA (11)

aerodinamico per finire con le sospensioni adattive. La griglia frontale con alette che si chiudono per migliorare la penetrazione, così come il fondo plasmato per rendere il percorso del flusso d’aria meno tortuoso possibile, conferiscono alla nuova Range un coefficiente di penetrazione aerodinamico di 0,34: 10% migliore rispetto al modello che sostituisce. Meno resistenza, più facilità d’avanzamento, meno consumi. Chiaro. Poi c’è tutta la parte meccanica. L’inedito servosterzo elettrico, i telai delle sospensioni e le pinze dei freni anch’essi in alluminio, la trasmissione. Ogni cosa pensata per la massima efficienza in rapporto al peso. L’altra faccia del downsizing, parola d’ordine comune tra i Costruttori, declinata però sempre in dimensioni ridotte. Non in Casa Land Rover. Lo scopri appena apri la portiera e ti siedi in alto, come sulla più classica delle Range, da più di quarant’anni a questa parte, dal primo modello, insomma. L’abitacolo dà l’impressione di una vastità notevole. E così è. Il passo più lungo di 42 mm si traduce in maggior spazio, soprattutto per chi si accomoda dietro. La cosa non dispiace. Come non dispiace la razionalizzazione dei comandi. Pochi tasti, non quella tempesta cosmica che t’investe, e t’imbarazza, su altre Suv. Ci sono quelli sulle razze del volante e quelli sul-


COVER STORY

Range Rover TDV6

la console centrale. Alcuni invisibili da spenti. Il display touchscreen è il cuore di tutto. La centrale dell’infotainment comprende bluetooth per voce e streaming audio. Sul tunnel c’è la manopola a scomparsa per la gestione del Terrain Response d’ultima generazione, il sistema che gestisce motore, trasmissione, controlli elettronici della trazione e differenziali, in rapporto al tipo di superficie. Cinque sono le opzioni: guida generica; erba/ghiaia/neve, sabbia, fango/solchi e roccia. La novità è l’impostazione automatica di base. E si parte senza pensarci. Nel silenzio di un’autostrada o tra i sassi, perché la nuova Range non dimentica la sua anima off-road. Per questo sono stati aumentati, per esempio, gli angoli d’attacco e d’uscita e ci sono le ridotte, selezionabili anche in movimento. Rimanere impantanati con questa Range Rover (12)


DICONODI LEI LUCA FRAU COMMERCIALISTA

Tradizionale o moderna? Fare di un’auto classica qualcosa di moderno non è facile. Anche il design, pur ricordando quello di sempre, adesso è più giovane. Saranno i fari, il tetto a contrasto, la linea più fluida, non so. E dentro si sta talmente comodi e alti che non sembra di essere in auto. Mi ha stupito l’assenza di rumore. Mi viene da dire che l’originalità migliore è quella della tradizione. Non so. Certo, non costa proprio poco…

DAL

WEB

Matteo

UN CLICK PER OGNI TERRENO

La nuova Range non dimentica la sua doppia anima d’auto di classe e pronta all’off road. Il tetto panoramico con tendina elettrica è di serie sulle versioni top di gamma. Il sistema che gestisce motore, trasmissione, elettronica secondo il tipo di superficie che si sta affrontando si arricchisce della funzione “Auto”. La manopola a scomparsa per controllarlo è posta classicamente sul tunnel centrale. I comandi sulla console non sono infiniti e questo rende tutto più semplice. Molto bello il touchscreen da 8” in alto sulla plancia, cuore dell’infotainment. Il bluetooth è anche per lo streaming audio. Lo Start/Stop consente emissioni CO2 che sulla V6 diesel si fermano 196 g/km.

“Mi piace il design, mi piace che non sembri più una specie di armadio. Adesso con un motore non tanto grande, mi sembra che ci sia tutto. Vorrei solo farci un giro per vedere come va. Però, così alleggerita, non deve essere male”

Valerio “L’interno semplice ed essenziale ma con tutto. Questa è la direzione. Nessuna smorfia, solo eleganza. In fondo, è una Range Rover, così dev’essere”

Michele “La Supercharged è pazzesca. 510 cv che faranno impazzire tutti. Ma temo che a comprarsela saranno gli sceicchi e i cinesi. In Europa vedo meglio i motori diesel”

Eleftheria Pantelaki

(13)


COVER STORY

Range Rover TDV6

90

CENTIMETRI LA PROFONDITÀ DI GUADO MASSIMA

è un’operazione che richiede impegno e malasorte. Al limite, spingendo come di solito con i Suv non si fa, e visto che per ora sulla V6 diesel non è disponibile il Dynamic Response che controlla elettronicamente il rollio, abbiamo sentito un accenno di affaticamento procuratoci dalla entry-level, in particolar modo dopo aver provato rapidamente le altre motorizzazioni, quelle più grandi, il 4.4 SDV8 sempre diesel da 339 cv e le due benzina, 5 litri V8 da 375 o 510 cv con compressore volumetrico. Ma è voler trovare un difetto a tutti i costi. In ogni caso, ci ha impressionato la trasmissione automatica a otto rapporti con palette al volante. Veloce e mai brusca. Infine, il bagagliaio. Il classico doppio portellone adesso è completamente elettrico. Una comodità non da poco che abbiamo apprezzato dopo i molti chilometri fatti sulle strade non proprio lisce del Marocco, al momento di scaricare le valigie che ci sembravano più pesanti del solito. La leggerezza Range Rover, qui, nulla ha potuto con le nostre valigie e la nostra non perfetta forma fisica. (14)


IN SINTESI RANGE ROVER TDV6 Gamma motori che offre due diesel, il V6 3 litri del nostro test, e il 4.4 V8. Due anche le offerte per il benzina, il V8 da 5 litri infatti è disponibile aspirato da 375 cv o supercharged da 510 cv. Cambio sempre automatico ZF a otto rapporti. Carburante gasolio Prezzo € 91.500 Bollo € 579,21 (Lombardia) CO2 196 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata 2.993 cc Num. cilindri V6 Potenza 248 cv a 4.000 g/m Coppia 600 Nm a 2.000 g/m Cambio automatico 8 marce Peso 2.160 kg Capacità serbatoio 85 l Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro di sterzata

4,99 1,98 2,92 1,83 12,3

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max Accelerazione 0-100 km/h Autonomia media

209 km/h 7.9 s 1.149 km

Velocità (Km/h) 50 90 130

consumo (Km/litro) 11.8 13.3 14.3

SICUREZZA Adulti

(15)

Punti Bambini

91

Punti Pedoni

84

Punti

63

L’allestimento da 91.500 euro HSE ordinabile nel 2013. La versione entry-level del nostro test non ha il park–assist (690 euro), il clima quadrizona (1.320 euro) e il sempre utile sistema di ritenuta bagagli (340 euro).


2 - 201

2

N

WWW.WOOLRICH.IT - SHOP ONLINE WOOLRICH.WPSTORE.COM

N

R

A

Y

198

A I V E R S


test

News SďŹ da tra auto dell’anno

180 CDI la prima C da 20 km/l


GREEN NEWS GOLF 1.4 TSI 140 CV HIGHLINE

Auto dell’anno? BLUEMOTION

C

on la rielaborazione di uno dei design più conosciuti, la Golf, giunta alla settima generazione, ha scritto anche pagine importanti del design industriale. Infatti la linea della Golf, oggi, è tra i design di prodotto più conosciuti al mondo. Walter de Silva, Responsabile Design del Gruppo Volkswagen, afferma: “La continuità è una delle chiavi per il successo: tra le automobili distribuite a livello mondiale si contano sulle dita di una mano quelle il cui design è rimasto per decenni fedele a se stesso come è avvenuto per quello della Golf, sempre preciso, ricercato, rielaborato e ciononostante un classico senzatempo”. Aggiunge Klaus Bischoff, Responsabile Design Marca Volkswagen: “Tra le inconfondibili caratteristiche di prodotto della Golf rientrano i tipici montanti posteriori, la lun-

ga linea del tetto e le tipiche linee dei cristalli, nonché i caratteristici elementi trasversali di frontale e posteriore. Anche questi dettagli rendono la nuova Golf unica, di grande pregio e longeva più della maggior parte delle altre compatte. Si potrebbe anche dire che il design della Golf ha trovato il suo equilibrio”. Marc Lichte, Responsabile del Design degli Esterni, spiega: “Le proporzioni sono cambiate così tanto perché abbiamo sfruttato a nostro vantaggio il pianale modulare trasversale. Le ruote anteriori sono avanzate di 43 millimetri, di conseguenza lo sbalzo anteriore risulta più corto e contemporaneamente il cofano motore appare più lungo”. È sempre così. La curiosità di salire a bordo è veramente tanta, la Golf

La Golf BlueMotion, le cui prevendite inizieranno nell’anno in corso, consumerà, secondo il nuovo ciclo di guida europeo (NEDC), solamente 3,2 l/100 km (a fronte di emissioni di CO2 di 85 g/km). Le Volkswagen che portano la sigla BlueMotion adottano una serie di accorgimenti tecnici per ridurre I consumi, tra cui: il sistema Start&Stop, il recupero dell’energia in fase di frenata, l'ottimizzazione dell'aerodinamica, gli pneumatici con bassa resistenza al rotolamento. Tutti queste innovazioni perseguono un unico obiettivo: ridurre il più possibile i consumi. Ma una BlueMotion si differenzia anche dal punto di vista estetico. Anche i modelli di accesso della nuova Golf vantano consumi particolarmente contenuti. I motori 1.4 TSI benzina si accontentano di 4,9 l/100 km mentre i diesel TDI hanno bisogno di 3,8 l/100 km; le TSI riescono a rimanere sotto il limite delle emissioni di CO2 di 115 g/km CO2, mentre le TDI si mantengono, con 99 g/km, al di sotto dei 100 g/km di CO2.

LA PLANCIA è orientata verso il guidatore, una novità assoluta sulla Golf.

-23% IL CONSUMO

(18)

non è un’auto qualunque e ogni nuova generazione deve confrontarsi con i successi delle precedenti. Scegliamo di provare la 1.4 TSI 140 CV Highline con cambio automatico DSG e sistema automatico di gestione attiva dei cilindri (ACT), che promette una sostanziosa riduzione dei consumi. Nel ciclo combinato i consumi dichiarati sono di 3,8 L/100 km (a fronte di emissioni di CO2 pari a 109 g/km). Entrando nell’abitacolo, all’interno si nota immediatamente la qualità dei


30 milioni DI GOLF VENDUTE NELLA STORIA

materiali e la perfetta ergonomia di tutti i comandi. Cerchiamo di capire il funzionamento dell’ACT e selezioniamo subito la modalità di marcia ECO. Notiamo subito una grande fluidità di marcia, con una insonorizzazione pressoché perfetta. Il passaggio del funzionamento del motore da 4 a 2 cilindri è praticamente impercettibile e avviene in automatico ogni qual volta si chiede poca potenza al motore. La sensazione che la Golf restituisce è quella di una grande scorrevolezza; in questo aiuta sia l’aero-

MQB La piattaforma comune tra Golf e Audi A3 Sportback Anche la nuova generazione della compatta di Ingolstadt guadagna le 5 porte e quache centimentro di lunghezza, arrivando alla

ria superiore. Questa settima generazione nasce sulla nuova piattaforma modulare del Gruppo Volkswagen, chiamata MQB, che sarà alla base di decine di modelli nei prossimi anni e che in questo caso ha permesso di ridurre il peso fino a 100 kg, migliorando i consumi fino al 23%. La nuova Golf è più spaziosa (con centimetri aggiuntivi per le gambe dei passeggeri posteriori e 30 litri in più nel bagagliaio) e offre nuovi sistemi di sicurezza all’avanguardia: la frenata anti collisione multipla, il sistema proattivo di protezione occupanti, la regolazione automatica della distanza ACC con Front Assist e funzione di frenata di emergenza City. Il servosterzo elettrico è di nuova generazione, mentre le sospensioni posteriori sono di due tipi diversi a seconda delle motorizzazioni: fino a 90 kW c’è un semplice ponte torcente, oltre si passa al multilink. Anche gli interni sono stati aggiornati; ora la plancia è rivolta verso il guidatore e lo schermo touchscreen è di serie su tutti i modelli. Negli allestimenti più alti è previsto un display che reagisce ai movimenti della mano con un sensore di prossimità.

dinamica molto curata, ma soprattutto la logica di gestione del cambio DSG che, appena può, scollega il rapporto inserito lasciando procedere l’auto in folle e spegnendo il motore. Anche lo sterzo è molto leggero e invita a una guida rilassata. Per adottare invece una guida più dinamica basta selezionare la modalità Sport e l’auto si regola di conseguenza. Le sospensioni sono un altro punto di forza, sostenute e allo stesso tempo confortevoli, regalano alla Golf una souplesse di marcia da catego-

IL DESIGN della Golf condivide molti elementi con quello della più piccola Polo, che è stato molto apprezzato.

soglia dei 4,31 metri, mentre larghezza e altezza toccano rispettivamente: 1,78 m e 1,42 m. Aumenta anche il passo di 5,8 cm, fino alla misura di 2,63 metri. Rispet-

to alla 3 porte sono 3,5 cm in più, che vanno a vantaggio degli occupanti posteriori e del baule che può caricare fino a 1220 litri con lo schienale abbattuto. In con-

(19)

figurazione 5 posti i litri sono 380. La gamma dei propulsori ricalca quella della 3 porte, con potenze a partire da 105 CV e cilindrate che vanno dal 1.2 TFSI fino al 2.0 TDI. Al pari della versione “corta” utilizza la nuova piattaforma MQB, condivisa con la VW Golf, che farà da base a circa 60 modelli del Gruppo Volkswagen nei prossimi anni.


GREEN NEWS AUTO DELL’ ANNO VOLVO V40 D2

Record

di emissioni

94 g/km di CO2

L

a V40 è la nuova compatta della casa svedese; nella versione D2, spinta dal 1,6 litri turbodiesel da 115 CV e 270 Nm, ottiene valori record di consumi ed emissioni. Queste ultime si attestano, nel ciclo d’omologazione, su 94 g/km di CO2, mentre il consumo medio combinato (secondo i dati ufficiali) è di 3,6 litri per 100 km. Questa Volvo si inserisce nel segmento C entrando in concorrenza con l’Alfa Romeo Giulietta, l’Audi A3 Sportback, la BMW Serie1, la Lancia Delta e la Mercedes Classe A. È stata sviluppata secondo il concetto di “auto costruita intorno al guidatore”; tutti i suoi dispositivi sono volti a semplificare la gestione dell’auto, facilitando l’integrazione dei diversi sistemi di bordo. Il sistema di infotainment Volvo Sensus e il cruscotto con indicatori completamente grafici,

consentono una gestione immediata e personalizzata delle informazioni. È anche disponibile un’applicazione per smartphone che permette al conducente di restare in contatto con la vettura quando è parcheggiata. Come da tradizione Volvo la sicurezza è al primo posto. L’auto è dotata del Pedestrian Detection con frenata automatica completa, del City Safety (frena automati-

(20)

IL CITY SAFETY annulla il rischio di impatti fino a 30 km/h e lo riduce fino a 60 km/h.

camente se il conducente non reagisce quando il veicolo che precede rallenta o si ferma, o se l’auto si sta avvicinando troppo rapidamente a un veicolo fermo), che entra in funzione a velocità fino a 50 km/h, del Lane Keeping Aid con sterzata automatica e segnalazione tattile, che avverte se l’auto supera la linea di mezzeria senza che l’indicatore di direzione sia azionato, dell’Active High Beam (commutatore abbaglianti/anabbaglianti automatico) e del Cross Traffic Alert che segnala eventuali veicoli provenienti da uno dei lati dell’auto, durante una manovra di retromarcia per uscire da un parcheggio. La nuova Volvo V40 ha stabilito un record nel test Euro NCAP risultando l’auto con la protezione per gli adulti più alta mai rilevata in un test, pari a non meno del 98%.


110kg

LA RIDUZIONE MEDIA DELLA MASSA

RENAULT CLIO

Peugeot 208

Cambia per piacere ai giovani

La Peugeot 208 è nata per rompere con il passato, in particolar modo con la 207 che non è riuscita a bissare il successo della best-seller 206. Conquistare una clientela diversificata, con alte aspettative e porsi come riferimento del segmento B, è questo l'obiettivo della 208.. Per questo dà un taglio netto alle forme “abbondanti” della 207 ritornando a uno stile più puro nel solco della 205. Proprio la mitica francesina degli anni 80 è stata di ispirazione per il disegno della 208; infatti si ritrovano tanti elementi, soprattutto nella fiancata, che è comunque differenziata tra la versione a 3 porte e quella a 5. Abbattere le emissioni è stata una priorità sin dall’inizio. Rispetto alla 207 ha un corpo vettura più compatto con sbalzi ridotti (-6 cm anteriore, -1cm anteriore), larghezza diminuita di 2cm e altezza 1 cm. I risultati sono un Cx di 0,29 e una massa ridotta in media di 110kg, con punte di 173kg per i motori benzina. Il posto guida è stato riprogettato completamente

L

a quarta generazione della Renault Clio segna un grande stacco rispetto alle precedenti, soprattutto nell’approccio stilistico. Il frontale riprende numerosi elementi stilistici della concept De Zir con il logo in evidenza. Vista accanto alla terza generazione appare più sportiva, grazie alla ridotta altezza da terra, alle carreggiate larghe e alla riduzione degli sbalzi. Anche gli interni sono cambiati: il disegno della plancia è semplice, un touch screen integra radio, telefono, computer di bordo e navigatore; la parte centrale spicca sul resto del cruscotto diventando un elemento di stile. La Clio 4 è molto attenta all’economia di marcia e al rispetto del-

3,4

LITRI PER 100 KM CON LA 1.5 DCI

l’ambiente. Ai motori derivati dalla serie precedente si aggiungono le due nuove unità Energy benzina e diesel. Il primo è un nuovissimo tre cilindri turbo da 0.9 litri dotato di Start&Stop, dell’alternatore con recupero dell’energia in frenata e della pom-

pa dell’olio a portata variabile. Eroga 90 CV e 135 Nm di coppia a 2.000 giri, consumando in media 4,5 l/100 km, con emissioni 105 g/km. Il diesel è l’ottimo 1.5 litri dCi in versione 90 CV e 220 Nm con Start&Stop, che si accontenta di 3,4 l/100 km a fronte di 90 g/km di CO2. Le abbiamo guidate entrambe sulle colline toscane, apprezzando la grande fluidità di marcia garantita dalla corposa coppia ai bassi regimi, ovviamente superiore nel turbodiesel. È stato piacevole vedere la lancetta del carburante muoversi con assoluta pigrizia, soprattutto azionando il tasto Eco che riduce le prestazioni del motore e permette di consumare ancora meno.

(21)

con un volante di dimensioni ridotte e con il quadro strumenti posto in posizione rialzata; lo schermo centrale Touchscreen gestisce tutto l'infotainment di bordo. L'abitabilità è migliorata rispetto alla 207 in virtù del passo invariato e allo stesso tempo il bagagliaio è più capiente (311 litri). Ma il pezzo forte sono i nuovi 3 cilindri da 1 e 1.2 litri di cilindrata, progettati seguendo le ultime tendenze di downsizing e cercando la massima efficienza. Hanno rispettivamente 68 e 82 CV con emissioni record di 99 e 104 g/km di CO2.


GREEN NEWS AUTO DELL’ ANNO FORD B-MAX

Salire senza a bordo ostacoli

L

a neonata di casa Ford della serie Max è la prima auto al mondo dotata di porte anteriori incernierate e posteriori scorrevoli, che integrano al loro interno il montante centrale, garantendo il più ampio spazio di accesso all’abitacolo del segmento (circa 1,5 m). È realizzata sulla piattaforma globale B di Ford, la stessa della Fiesta; unisce la versatilità di una vettura com-

97g/km

LE EMISSIONI DI CO2

Hyundai i30 3 porte Caratterizzata dal frontale più aggressivo e dallo spoiler posteriore, la i30 3 porte è quasi una coupé. Così facendo Hyundai va controcorrente

25 km/l con l’EcoBoost

patta e gli ampi spazi tipici di una monovolume. I motori assicurano consumi contenuti grazie al sistema di ricarica rigenerativa intelligente, all’indicatore di cambio marcia, allo Start&Stop, al servosterzo elettronico Epas e al sistema Ford EcoMode. Il benzina EcoBoost 1.0 da 120 CV con Start&Stop di serie, ha i consumi più bassi e le emissioni più ridotte del segmento, con 114

rispetto alle tendenze degli ultimi anni, puntando su una forte differenziazione tra il modello a 5 porte, più adatto alle famiglie, e quello a 3 porte, più orientato verso una clientela sportiva. La griglia del radiatore è nera, mentre il paraurti anteriore integra i nuovi fendinebbia circolari abbinati a luci a Led dall'andamento orizzontale. il paraurti posteriore, invece, ha un nuovo di-

(22)

g/km di CO2 e 4.9 l/100 km; il diesel Duratorq TDCi 1.6 da 95 cavalli è il più efficiente del segmento, con 104 g/km di CO2 e di 4.0 l/100 km. La struttura della B-Max garantisce gli stessi standard di sicurezza delle soluzioni convenzionali. La struttura della scocca e delle porte, che si avvalgono in totale per il 58% di acciai ad alta resistenza, garantisce un’eccellente robustezza e la massima protezione a bordo. La B-Max è anche il primo veicolo del segmento a essere dotato di Active City Stop, che aiuta a evitare i tamponamenti alle basse velocità. Il sistema evita completamente l’impatto fino a 15 km/h, e ne riduce in ogni caso l’entità fino a 30 km/h. Tra le dotazioni disponibili segnaliamo il Ford SYNC, l’avanzata soluzione di connettività e comandi vocali, dotato di Emergency Assistance, funzione che assiste le persone a bordo in caso di incidente, telefonando automaticamente al 112. Tra gli accessori troviamo l’impianto Sony a 8 diffusori, l’accesso all’abitacolo senza chiavi Easy Access, la telecamera posteriore il parabrezza riscaldato.

segno. Completano la personalizzazione i cerchi da 16 pollici dedicati e le cuciture color arancio nell'abitacolo. I motori sono gli stessi della cinque porte. Si inizia dal 1.4 100 CV per passare ai 1.6 da 120 e 135 CV per quanto riguarda i benzina, mentre i diesel saranno il 1.4 90 CV e i 1.6 da 110 CV (che ha emissioni di soli 97 g/km di CO2) 128 CV.


LE ESCLUSE Fiat 500L

MERCEDES CLASSE A

Nata per

vincere

La Fiat 500L si propone come multispazio compatta ma molto versatile. Quattro metri di lunghezza, cinque posti e tanto spazio a bordo per tutta la famiglia. Propone tre propulsori a basse emissioni di CO2: due benzina 0.9 Turbo TwinAir da 105 CV e 1.4 16v Fire da 95 CV - e un turbodiesel 1.3 Multijet 2 da 85 CV. Lo sviluppo ha richiesto più di 10.000 ore di simulazione e prove su strada. Tra questi il bicilindrico TwinAir da 105 CV consuma poco ed emette solo 112 g/km di CO2. Nel 2013 debutterà il TwinAir Natural Power che somma i vantaggi dell'alimentazione a metano con la tecnologia Turbo TwinAir.

eco FLEX Opel Adam

L

a Mercedes Classe A è entrata di prepotenza nel segmento C, diventando subito un best-seller. Tutta la gamma motori è stata sviluppata perseguendo la massima efficienza e il contenimento di consumi ed emissioni. Il diesel da 1,5 litri eroga 109 CV e 260 Nm di coppia e si accontenta di 3,8 litri per 100 km, per 98 g CO2/km. Il 2.1 litri da 170 CV e 350 Nm, ha il cambio automatico a doppia frizione 7G-DCT, e consuma 4,3 litri/100 km. I motori a benzina sono tutti turbo e iniezione diretta. La A 200 dispone di 156 CV e 250 Nm di coppia e consuma 5,4 litri/100 km. La A 250, dotata del

Toyota GT 86 La Toyota GT 86 si basa su una formula semplice quanto efficace, da vecchia scuola si potrebbe dire. Peso contenuto, trazione posteriore, baricentro basso, un motore affamato di giri e una messa a punto che privilegia il gusto della guida piuttosto che il grip a tutti i costi. Il 2.0

cambio 7G-DCT, eroga 211 CV e 350 Nm di coppia, consumando di 6,1 litri di benzina per 100 km, nel ciclo misto. I bassi consumi sono anche merito dell'aerodinamica curata, con un Cx record pari a 0,27. La Classe A fissa nuovi standard di sicurezza nel proprio segmento, offrendo di serie dispositivi come il COLLISION PREVENTION ASSIST, il sistema di assistenza alla guida composto da un sistema radar anticollisione con Brake Assist adattivo, in grado di ridurre i rischi di un tamponamento. I prezzi partono dai 22.990,00 euro della A 180 BlueEFFICIENCY.

4 cilindri boxer è un gioiellino, spinge già da 3.000 g/m, sale fluido fino a 5.000 g/m e poi ringhia feroce fino ai 7.500 g/m, dove il limitatore interrompe la festa. I 200 CV si sentono tutti e l’induzione d’aria naturale rende la risposta al gas davvero fulminea. È l'auto che mancava nel segmento delle sportive “possibili”, da tempo abbandonato da quasi tutte le case auto.

(23)

La Adam, che porta il nome del fondatore del marchio, unisce un design ricercato con la possibilità di personalizzazioni illimitate che rendono ogni esemplare unico. È dotata del sistema infotainment che integra gli smartphone (Android e Apple iOS). Lunga 3,70 metri e larga 1,72 metri, ha quattro posti. La Opel Adam si rivolge ai clienti urbani che cercano un’auto per esprimere il proprio stile personale. Inizialmente sarà disponibile con due motori benzina, 1.2 da 70 CV e 1.4 da 100 CV, entrambi con il sistema ecoFLEX che comprende il dispositivo Start/Stop. In seguito, debutterà una versione GPLTech e una con cambio automatico, nonché una nuova generazione di piccoli motori a benzina con turbocompressore e iniezione diretta che avranno un nuovo cambio a sei marce.


GREEN TEST

Mercedes C180 CDI Trend BlueEFFICIENCY

CONSUMI

DOC

20km/l IL CONSUMO MEDIO

V

enerdì sera. Roma. Grande racScappo dalla città. Come i tre protagonisti della commedia cordo anulare. I pendolari si mihollywodiana anche noi ci siamo messi in viaggio con la Mercedes C schiano con i turisti della Città 180 CDI BlueEfficiency per andare a Pitigliano, facendo i 20 con un Eterna; sulla strada un serpenlitro. Perché la Toscana va scoperta senza fretta, facendosi cullare dalle te infinito di auto si muove lento. In mezsue dolci colline e, arrivati alla meta, sorseggiando un bicchiere di vino zo ci siamo anche noi, con un obiettivo preciso: staccare la spina per un weekend. Niente treni da prendere al volo o fastidiosi metal-detector aeroportuali, stiamo viag-

• provata da Alessandro Vai • foto di Maddalena Gentili

(24)


A CHI PIACE Può essere l’auto aziendale che tiene bassi i costi di gestione, garantendo allo stesso tempo il prestigio necessario, come può essere l’auto perfetta per una famiglia di medie dimensioni che non è attratta dalla moda del SUV ma preferisce una classica berlina.

COSTA CIRCA € 33.000

giando su una Mercedes e scusate se è poco. La C 180 CDI beve anche poco, una virtù che dovremo tenere a mente, vista la meta del nostro viaggio... che però è ancora lontana. Stare in coda non piace a nessuno, inutile girarci intorno, ma quest'auto fa di tutto per alleviare i nostri fastidi. Il navigatore ci sta conducendo a Pitigliano, dove la buona cucina e il vino sono uno sti-

BLUE EFFICIENCY

La sigla Blue Efficiency indica un insieme di tecnologie volte a ridurre al minimo i consumi e le emissioni. Partendo da accorgimenti tutto sommato semplici, come l’utilizzo di pneumatici con bassa resistenza al rotolamento o i rapporti del cambio allungati, si passa al sistema Start/Stop (vedi altro box) per arrivare, infine, a un attento studio della gestione dei flussi energetici dell’auto. Ad esempio la pompa del servosterzo e quella del carburante hanno la portata variabile, così da utilizzare solo l’energia necessaria. Allo stesso modo il climatizzatore si auto-regola in base al fabbisogno: se non è necessario il compressore si stacca automaticamente dalla cinghia di trasmissione del motore. Infine, l’alternatore recupera l’energia cinetica in frenata e nelle fasi di rilascio utilizzandola per ricaricare la batteria.

(25)


GREEN TEST

Mercedes C180 CDI Trend BlueEFFICIENCY

IL DOPPIO TETTINO apribile panoramico è optional, ma dona una grande sensazione di ampiezza all’abitacolo; ne traggono giovamento soprattutto i passeggeri posteriori, che sono ben riparati dai flussi d’aria.

le di vita. La guida vocale non dà indicazioni superflue e nel farlo si premura di abbassare lievemente il volume della musica senza interromperla di colpo. Anche il cambio automatico a 7 rapporti non ama le maniere brusche, le marce vengono selezionate con una fluidità esemplare; negli stop and go continui della marcia in colonna non saprebbe fare meglio neppure l'autista di un capo di stato. Apprezziamo pure l’azione del sistema Start/Stop, è così rapido a spegnere e riaccendere il motore che quasi non ci si accorge della sua presenza. Il propulsore, comunque, non alza mai la voce, con 300 Nm di coppia disponibili già a 1.400 g/m non ne ha bisogno. Sebbene la potenza sia di soli 120 CV, sono rare le situazioni in cui se ne vorrebbe di più. Se invece si cerca la guida sportiva, non è questa l’auto giusta dove trovarla. Per farlo bisogna salire di gamma, passando alla 220 CDI o alla 250 CDI. Ov-

120cv LA POTENZA MASSIMA

Pitigliano Pitigliano si trova nella provincia di Grosseto, a circa 80 km a sud-est del capoluogo. Popolato da 3.902 abitanti, è noto come la piccola Gerusalemme per la presenza di una storica comunità ebraica. Borgo caratteristico della Maremma è unico nel suo genere per la particolarità di essere costruito interamente su di un masso tufaceo. Arrivando dal mare, salendo la SS 74 Maremmana, si notano le caratteristiche case che sporgono a strapiombo sui burroni, pieni di grotte scavate nel tufo. Nel pitiglianese si producono vini famosi come il Bianco di Pitigliano, il Rosso di Sovana e il Ciliegiolo; la cucina è quella tipica maremmana ed è facile mangiare la carne di cinghiale che viene cacciato nei boschi circostanti.

(26)

viamente i costi salgono: dai € 32.000 necessari per la protagonista della prova, fino ai quasi € 45.000 della 250 CDI Avantgarde. Peraltro la 180 CDI ha in esclusiva l’allestimento Trend, che sarebbe un errore definire più povero dell’Elegance (il primo dei tre step previsti sulle altre Classe C), dal momento che include equipaggiamenti come le luci diurne a LED, gli specchietti ripiegabili elettricamente e i cerchi in lega da 16 pollici. Anche all’in-


DICONODI LEI MAURIZIO RUBINI COMMERCIALISTA

La compreresti nella versione base? Di questi tempi anche auto di una certa classe e di alta categoria come questa devono fare i conti con la crisi. Per cui ben venga un motore risparmioso e un allestimento che offre di serie tutto quello che serve. Anche il prezzo ribassato è interssante. Tra l’altro la Stella a tre punte integrata nella mascherina le dona un’aria molto più dinamica, rendendola più appetiosa per un pubblico giovane.

DAL

WEB

Micky

TASTO ECO E DISPLAY

Il tasto Eco è posto in basso sulla consolle centrale. Quando si mette in moto un led verde comunica che è selezionato di default. Vuol dire che la funzione Start/Stop è inserita e che è attiva la gestione Eco dell’acceleratore: è come avere un limitatore di potenza che però non diminuisce l’erogazione di coppia, la rende solo più graduale per non chiedere al motore sforzi

repentini che aumentino la richiesta di carburante. Il display Eco, invece, è composto da tre voci – Accelerazione, Uniforme, Rallentamento Inerziale affiancate da altrettanti grafici a barre, che ci informano su quanto l’uso che stiamo facendo dell’acceleratore sia accordato con i principi della “Economy Run”. Se portare al massimo i primi due indicatori è abbastanza facile (basta guidare con il classico uovo sotto al pedale del gas), far crescere la barretta del rallentamento inerziale è molto più difficile, basta toccare il pedale del freno per vederla scendere inesorabilmente. I tre valori si sommano e si aggiornano in tempo reale sul display, 100% è il massimo che si può ottenere; noi al massimo siamo arrivati a 98%, se riuscite a fare di meglio fatecelo sapere (non vale andare in autostrada a 90 km/h durante la finale di Champions League…).

terno non manca niente, c’è il volante in pelle multifunzione con 12 tasti, il display TFT a colori controllato con la manopola sul tunnel centrale e l’infotainment di bordo che ha i collegamenti Bluetooth, Aux-In e USB. Ma il pezzo forte di questa Classe C sono i consumi, ogni singolo particolare dell’auto è progettato per ridurli, a partire dalla linea aerodinamica che fa segnare solo 0,27 come valore di Cx. Il risultato finale è degno di nota, il consumo medio dichiarato nel ciclo misto è di 4,8 litri per 100 km, con emissioni di CO2 pari a 125 g/km, un dato notevole se si considera la massa dell’auto di quasi 1.600 kg . Nel nostro viaggio abbiamo riscontrato una media di 5,5 l/100 km, ottenuta con una guida normale, ma siamo anche scesi facilmente a 5,0 l/100 km attivando il tasto Eco e “giocando” con il display (anch’esso Eco) del computer di bordo. Per ottenere questi risultati lo stile di guida è importantissimo: bisogna sfruttare la velocità accumulata dall’auto e cercare di prevedere il traffico rilasciando il gas appena possibile. In questo modo la C 180 entra nella modalità cosiddetta di “veleggiamento”: il cambio automatico disaccoppia gli ingranaggi e l’auto è libera di scorrere. È come mettere in folle quando si incontra un falsopiano, solo che qui fa tutto l’elettronica azzerando gli sprechi. Le strade sinuose e dai panorami mozzafiato della bassa Toscana invitano ad una guida turistica e la Classe C è perfetta per questo uso; le sospensioni sono davvero ottime, copiano bene anche i fondi sconnessi e hanno una taratura sostenuta ma, allo stesso tempo, (27)

“Non c’è da stupirsi, si adotta un motore specifico per un mercato che lo richiede. Inutile puntare sulle 3000 cc che nessuno vuole più. Cilindrata ridotta, potenza di conseguenza, con benefici nei consumi e nei costi fissi (IPT, bollo, volture). Del resto, con i Tutor, troppi CV servono ormai solo in montagna, in pista, al bar...”

Gino_La “120 cv non significa sottodimensionare, visto anche i 300 nm! Per le strade di tutti i giorni vanno più che bene!”

Fa_Brizio “Ho percorso circa 500km in statale da passeggero anteriore e devo dire che il confort è spettacolare, molto molto piacevole”

James Brewer


GREEN TEST

Mercedes C180 CDI Trend BlueEFFICIENCY

UN MOTORE TANTE

SOLUZIONI

Sulla Classe C sono disponibili due famiglie di propulsori diesel, quella da 3 litri di cilindrata e 6 cilindri a V, e la più numerosa che è composta dalle diverse varianti del 4 cilindri da 2143 cc. Questo motore sfrutta soluzioni moderne come la testata in alluminio e le 4 valvole per cilindro, mentre un doppio contralbero di equilibratura abbatte le vibrazioni. La C 180 monta la declinazione meno potente, ottenuta con una ricalibrazione elettronica dell’unità montata sulla C 200 CDI (136 CV e 360 Nm). Questi primi due step prevedono l’utilizzo di una sola turbina a geometria variabile, mentre l’alimentazione è gestita da un sistema common rail di terza generazione che lavora fino a pressioni di 2000 bar. La C 220 e la C 250 CDI utilizzano una versione differente, sovralimentata con due turbocompressori che lavorano in serie. Le potenze crescono rispettivamente a 170 e 204 CV, con valori di coppia particolarmente robusti, di 400 e 500 Nm.

una risposta morbida. Anche quando la strada sale e le curve diventano tornanti, mantiene intatto il suo aplomb, ha un rollio contenuto e i passeggeri non hanno mai la sensazione di dondolare. È una sorta di equilibrio perfetto, tipico delle Mercedes; del resto sono loro ad avere inventato il multi-link con la 190 del 1982. A questo punto manca solo di aprire il doppio tettino panoramico e godersi i profumi della campagna, senza avere fastidiose turbolenze. La C180, con i suoi 4,58 metri di

lunghezza, non è certo una city car, ma si disimpegna bene persino nelle stradine del centro storico di Pitigliano grazie al raggio di sterzata ridotto e al volante leggerissimo. In conclusione, l’auto ci è piaciuta molto, è stata una compagna di viaggio piacevole e rilassante. Un difettuccio, tuttavia, ce l’ha anche lei: lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori non è eccelso, soprattutto se chi siede davanti arretra un po’ con il sedile. Ma è solo una nota stonata in una sinfonia perfetta. (28)


IN SINTESI MERCEDES C180 CDI TREND BLUEEFFICIENCY

È la versione di accesso alla gamma diesel della Classe C. Deriva dalla 200 CDI rispetto alla quale ha prestazioni, consumi e costi di gestione più contenuti. Nell’allestimento di serie non manca nulla, l’unico optional per cui vale la pena spendere è il cambio automatico. Carburante Prezzo Bollo CO2

diesel € 32.357 € 249,92 125 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata 2.143 cc Num. cilindri 4 in linea Potenza 120 CV a 2.800 g/m Coppia 300 Nm a 1.400 g/m Cambio a 6 marce automatico Peso 1.560 kg Capacità serbatoio 59 L Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro di sterzata

7

MARCE

4,58 1,77 2,26 1,44 10,8

PRESTAZIONI E CONSUMI

E 2 MODALITÀ:

Velocità max 208 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 10,5 s Autonomia media 1.127 km

ECO E SPORT

Ciclo urbano extra-urbano misto

Km/litro 17 24,4 20,8

SICUREZZA Adulti 82% Bambini 70% Pedoni 30%

(29)

Pur non essendo un progetto freschissimo la Classe C se la cava egregiamente, merito della struttura ad acciai altoresistenziali differenziati e delle dotazioni di sicurezza all’avanguardia. Nei sistemi di assistenza alla guida totalizza l’86%. Di serie ci sono 6 airbag e il sistema Pre-Safe, che riduce le conseguenze degli impatti.


LISTINO&CONSUMI GREEN È UN’AUTO CHE HA EMISSIONI DI CO2 FINO A 130 G/KM Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

22,73 22,22 21,28 25,00 17,86 17,86 28,57 23,26 22,73

4,4 4,5 4,7 4,0 5,6 5,6 3,5 4,3 4,4

137,85 134,79 129,05 147,0 101,6 101,6 173,3 141,06 137,85

diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

A1 1.2 TFSI A1 1.4 TFSI A1 1.6 TDI A1 1.6 TDI A1 2.0 TDI A3 1.4 TFSI A3 1.8 TFSI A3 1.6 TDI A3 2.0 TDI A4 2.0 TDI A4 2.0 TDI A4 2.0 TDI A4 3.0 V6 TDI A5 2.0 TDI A5 2.0 TDI A5 3.0 V6 TDI

19,61 18,87 26,32 25,64 24,39 19,23 17,86 26,32 22,73 24,39 20,83 20,83 20,41 20,83 21,28 20,41

5,1 5,3 3,8 3,9 4,1 5,2 5,6 3,8 4,4 4,1 4,8 4,8 4,9 4,8 4,7 4,9

111,56 107,35 159,62 155,52 147,94 113,08 105,00 164,47 152,44 134,79 126,36 126,36 123,78 130,21 129,05 123,78

benzina benzina diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

BMW

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

18,18 18,18 24,39 23,26 26,32 22,73 21,74 20,41 23,26 22,73 18,87 24,39 21,74 20,41 20,83 22,22 20,41 20,41 22,22

5,5 5,5 4,1 4,3 3,8 4,4 4,6 4,9 4,3 4,4 5,3 4,1 4,6 4,9 4,8 4,5 4,9 4,9 4,5

103,45 103,45 152,44 141,06 159,62 137,85 135,87 123,78 141,06 137,85 110,94 147,94 131,86 123,78 126,36 134,79 123,78 123,78 134,79

benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

18,18 26,32

5,5 3,8

103,45 149,73

benzina benzina

ALFA ROMEO Giulietta 1.6 JTDm-2 Giulietta 2.0 JTDm-2 Giulietta 2.0 JTDm-2 Mito Mito 1.4 Mito 1.4 T Mito 1.3 JTDm Mito 1.3 JTDm2 Mito 1.6 JTDm2

AUDI

114i 116i 114d 116d 116d Efficient Dynamics 118d 120d 125d 316d 318d 320i Efficient Dynamics 320d Efficient Dynamics 320d 330da 520d 520d Efficient Dynamics X1 16d X1 18d X1 20d Efficient Dynamics

CHEVROLET Aveo 1.2 Aveo 1.3 D

(30)

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

105 140 170 85 78 135 85 95 120

1598 1956 1956 875 1378 1378 1248 1248 1598

114 119 124 98 130 129 90 112 144

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

86 122 90 105 143 122 180 105 150 120 143 170 204 143 177 204

1197 1390 1598 1598 1968 1395 1798 1598 1968 1968 1968 1968 2967 1968 1968 2967

118 124 99 103 108 120 130 99 106 119 127 127 129 127 123 129

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

102 136 95 116 116 143 184 218 116 143 170 163 184 258 184 184 116 143 163

1598 1598 1598 1995 1598 1995 1995 1995 1995 1995 1598 1995 1995 2993 1995 1995 1995 1995 1995

129 129 109 114 99 115 122 126 114 116 124 109 120 129 125 119 128 128 119

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

86 75

1229 1248

129 99

prezzo (€)

da 22.270 da 25.020 da 29.620 da 16.900 da 16.780 da 20.020 da 17.500 da 18.500 da 21.830 prezzo (€)

da 17.150 da 20.050 da 19.150 da 20.950 da 23.900 da 23.050 da 29.050 da 23.950 da 27.250 da 32.200 da 36.850 da 38.200 da 41.400 da 41,650 da 42.460 da 45.580 prezzo (€)

da 23.800 da 25.100 da 25.190 da 25.950 da 25.950 da 28.850 da 33,470 da 34.200 da 30.200 da 34.550 da 34,750 da 37.050 da 37.050 da 45.650 da 44.700 da 45.250 da 31.350 da 30.650 da 35.600 prezzo (€)

da 12.755 da 13.865


LISTINO&CONSUMI GREEN

Prezzi medi di riferimento benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Aveo 1.3 D Spark 1.0 Spark 1.2

24,39 19,61 19,61

4,1 5,1 5,1

138,77 111,56 111,56

benzina benzina benzina

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

20,83 23,26 21,28 26,32 29,41 25,00 27,78 26,32 23,81 23,26 20,41 21,74 20,00 20,00 22,22 20,00 21,28 26,32 29,41 27,78 26,32 22,22 22,73 20,41 22,22

4,8 4,3 4,7 3,8 3,4 4 3,6 3,8 4,2 4,3 4,9 4,6 5 5 4,5 5,0 4,7 3,8 3,4 3,6 3,8 4,5 4,4 4,9 4,5

126,36 132,32 125,11 159,62 178,39 151,63 168,48 159,62 144,41 141,06 123,78 131,86 121,31 121,31 134,79 125,00 125,11 159,62 178,39 168,48 159,62 134,79 137,85 123,78 134,79

diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Duster 1.5 dCi 4x2 Duster 1.5 dCi 4x2 Logan MCV 1.5 dCi Lodgy 1.5 dCi Lodgy 1.5 dCi Sandero 1.5 dCi Sandero Stepway 1.5 dCi

20,00 20,00 21,74 23,81 22,73 25,00 22,73

5 5 4,6 4,2 4,4 4 4,4

121,31 121,31 131,86 144,41 137,85 151,63 137,85

diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

DAIHATSU

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Charade 1.3 Sirion1.0

18,52 20,00

5,4 5

105,36 113,79

benzina benzina

DR

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

DR1 1.1 DR2 1.3

20,41 18,18

4,9 5,5

116,11 103,45

benzina benzina

FIAT

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

20,83 23,81 22,73 21,28 25,00 19,61 25,64 23,81

4,8 4,2 4,4 4,7 4 5,1 3,9 4,2

122,50 148,81 137,85 129,05 142,24 111,56 155,52 135,47

benzina diesel diesel diesel benzina benzina diesel benzina

CITROEN Berlingo 1.6 e-Hdi C1 1.0 C3 1.2 C3 1.4 Hdi C3 1.4 e-Hdi C3 1.6 Hdi C3 1.6 e-Hdi C3 1.6 e-Hdi C4 1.6 Hdi C4 1.6 e-Hdi C4 2.0 Hdi C4 1.6 cross Hdi 2WD C4 1.6 cross Hdi 4WD C5 1.6 Hdi C5 1.6 e-Hdi C5 2.0 Hdi DS3 1.2 DS3 1.4 Hdi DS3 1.4 e-Hdi DS3 1.6 e-Hdi DS3 1.6 e-Hdi DS4 1.6 e-Hdi DS5 1.6 e-Hdi DS5 2.0 Hdi Nemo 1.3 Hdi

DACIA

500 L 0.9 Twin Air 500 L 1.3 MJT II Bravo 1.6 MJT Bravo 1.6 MJT 500 0.9 Twin Air 500.01.02 500 1.3 MJT Panda 0.9 Twin Air

(31)

95 68 81

1248 995 995

108 119 119

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

92 68 82 68 68 92 92 111 92 112 150 114 114 114 114 140 82 68 68 92 111 11 111 163 75

1560 998 1199 1398 1398 1560 1560 1560 1560 1560 1997 1560 1560 1560 1560 1997 1199 1398 1398 1560 1560 1560 1560 1997 1248

125 99 109 99 87 104 95 99 110 114 127 119 129 129 117 130 109 99 87 95 99 118 114 129 119

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

90 107 75 90 107 75 88

1461 1461 1461 1461 1461 1461 1461

130 130 119 109 116 104 121

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

100 69

1329 997

125 118

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

68 83

1083 1297

114 129

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

105 85 105 120 85 69 95 85

578 1248 1598 1598 875 1242 1248 875

112 110 115 122 92 113 104 99

da 15.280 da 9.175 da 12.305 prezzo (€)

da 21.650 da 9.450 da 14.500 da 14.350 da 16.750 da 16.650 da 18.500 da 19.450 da 19.300 da 20.600 da 23.000 da 25.200 da 27.200 da 27.200 da 28.200 da 28,700 da 16.600 da 16.600 da 17.350 da 19.350 da 21.850 da 22.650 da 29.400 da 30.700 da 15.850 prezzo (€)

da 14.400 da 16.100 da 12.200 da 13.150 da 13.650 da 9.700 da 12.600 prezzo (€)

da 13.600 da 10.680 prezzo (€)

da 7.980 da 8.980 prezzo (€)

da 19.850 da 17.750 da 19.500 da 21.750 da 15.050 da 11.850 da 14.150 da 12.450


LISTINO&CONSUMI GREEN

Panda 1.2 Panda 1.3 MJT Punto 0.9 Twin Air Punto 1.2 Punto 1.4 Turbo Punto 1.3 MJT II Punto 1.3 MJT II Punto 1.3 MJT II Qubo 1.4 Qubo 1.3 MJT Qubo 1.3 MJT Sedci 2.0 MJT

Prezzi medi di riferimento benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

23,81 25,64 23,81 18,52 17,86 23,81 28,57 23,81 23,81 23,26 23,26 20,41

5,2 3,9 4,2 5,4 5,6 4,2 3,5 4,2 4,2 4,3 4,3 4,9

140 155,52 135,47 105,36 101,6 144,41 173,3 144,41 135,47 141,06 141,06 123,78

benzina diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

B-Max 1.0 Eco Boost B-Max 1.6 TDCI C-Max 1.6 TDCi C-Max 1.6 TDCi C-Max 1.0 Eco Boost C-Max 1.0 Eco Boost Fiesta 1.2 16V Fiesta 1.2 16V Fiesta 1.4 TDCi Fiesta 1.6 TDCi Focus 1.0 Eco Boost Focus 1.0 Eco Boost Focus 1.6 TDCi Focus 1.6 TDCi Focus 2.0 TDCi Ka 1.2 Ka 1.3 TDCi Mondeo 1.6 TDCi

20,41 25,00 21,74 21,74 19,61 19,61 18,52 17,86 23,81 24,39 20,83 20,00 23,81 23,81 20,00 20,41 24,39 21,28

4,9 4,0 4,6 4,6 5,1 5,1 5,4 5,6 4,2 4,1 4,8 5 4,2 4,2 5 4,9 4,1 4,7

112,00 156,25 131,86 131,86 115,29 115,29 105,36 101,60 144,41 147,94 122,50 113,79 144,41 144,41 121,31 116,11 147,94 129,05

benzina diesel diesel diesel benzina benzina benzina benzina diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel benzina diesel diesel

HONDA

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Civic 1.4 Civic 2.2 Jazz 1.2 Jazz 1.4

18,52 22,73 18,87 18,18

5,4 4,4 5,3 5,5

105,36 137,85 107,35 103,45

benzina diesel benzina benzina

HYUNDAI

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

21,28 21,74 20,41 19,23 26,32 24,39 24,39 24,39 24,39 21,74 22,22 22,22 21,28 21,28

4,7 4,6 4,9 5,2 3,8 4,1 4,1 4,1 4,1 4,6 4,5 4,5 4,7 4,7

121,05 123,69 116,11 109,41 159,62 147,94 147,94 147,94 147,94 131,86 134,79 134,79 129,05 129,05

benzina benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

23,26 24,39

4,3 4,1

141,06 147,94

diesel diesel

FORD

i10 1.1 i10 1.2 i20 1.2 i20 1.4 i20 1.1 CRd i20 1.4 CRd i30 1.4 CRd i30 1.6 CRd i30 1.6 CRd i40 1.7 CRd ix20 1.4 CRd ix20 1.4 CRd ix20 1.6 CRd ix20 1.6 CRd

KIA

Cee'd 1.4 CRd Cee'd 1.6 CRd

(32)

69 75 84 69 135 75 85 95 77 75 95 135

1241 1248 875 1242 1368 1248 1248 1248 1368 1248 1248 1956

120 104 98 126 98 112 98 110 114 113 113 128

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

100 95 95 115 100 100 60 82 70 95 100 125 95 115 163 69 75 116

999 1560 1560 1560 999 999 1242 1242 1398 1560 999 999 1560 1560 1997 1242 1248 1560

114 104 119 119 117 117 127 129 110 107 109 114 109 109 129 115 109 125

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

100 150 90 99

1339 2199 1198 1198

129 115 123 126

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

69 85 85 100 75 90 90 110 128 115 77 90 115 128

1086 1248 1248 1248 1120 1396 1396 1582 1582 1685 1396 1396 1582 1582

110 108 114 122 99 106 109 108 108 122 119 119 125 125

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

90 110

1396 1582

114 108

da 10.200 da 12.400 da 15.150 da 11.650 da 19.650 da 13.650 da 14.650 da 16.250 da 16.950 da 15.800 da 16.550 da 20.300 prezzo (€)

da 17.000 da 18.500 da 21.250 da 22.000 da 19.250 da 20.000 da 11.750 da 12.500 da 15.500 da 14.750 da 18.500 da 19.250 da 19.750 da 22.000 da 26.500 da 11.000 da 12.500 da 26.750 prezzo (€)

da 18.750 da 24.950 da 12.700 da 14.900 prezzo (€)

da 8.750 da 10.850 da 11.250 da 13.250 da 12.750 da 14.900 da 18.200 da 18.900 da 20.300 da 24.490 da 15.650 da 18.050 da 18.450 da 21.100 prezzo (€)

da 18.300 da 19.950


LISTINO&CONSUMI GREEN

Prezzi medi di riferimento benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Cee'd 1.6 CRd Picanto 1.0 Picanto 1.2 Rio 1.0 Rio 1.1 CRd Rio 1.4 CRd Soul 1.6 CRd Venga 1.4 CRd Venga 1.4 CRd Venga 1.6 CRd

23,26 23,81 21,28 20,00 27,78 24,39 20,41 22,22 22,22 21,28

4,3 4,2 4,7 5 3,6 4,1 4,9 4,5 4,5 4,7

141,06 135,47 121,05 113,79 168,48 147,94 123,78 134,79 134,79 129,05

diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Delta 1.6 MJT Delta 1.6 MJT Ypsilon 0.9 Twin Air Ypsilon 1.2 Ypsilon 1.3 MJT

22,73 21,28 23,81 19,61 26,32

4,4 4,7 4,2 5,1 3,8

137,85 129,05 135,47 111,56 159,62

diesel diesel benzina benzina diesel

MAZDA

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

CX-5 2.2 Mazda2 1.3 Mazda2 1.3 Mazda2 1.6 TD Mazda3 1.6 MZ-CD

21,74 20,00 20,00 23,81 23,26

4,6 5 5 4,2 4,3

131,86 113,79 113,79 144,41 141,06

diesel benzina benzina diesel diesel

MERCEDES

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

18,18 18,18 26,32 23,26 23,81 22,73 22,73 22,73 20,83 20,83 22,73 20,83 20,00 20,41

5,5 5,5 3,8 4,3 4,2 4,4 4,4 4,4 4,8 4,8 4,4 4,8 5 4,9

106,91 106,91 164,47 145,35 148,81 137,85 137,85 137,85 130,21 126,36 137,85 126,36 121,31 123,78

benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

18,52 26,32 23,26 18,52 22,73 22,73 21,74

5,4 3,8 4,3 5,4 4,4 4,4 4,6

112,32 159,62 141,06 105,36 137,85 137,85 131,86

diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

20,41 20,00 23,26 23,81 21,28

4,9 5 4,3 4,2 4,7

123,78 113,79 132,32 144,41 129,05

diesel benzina benzina diesel diesel

LANCIA

A 180 Blue Efficiency A 120 Blue Efficiency A 180 CDI Blue Efficiency A 200 CDI Blue Efficiency A 220 CDI Blue Efficiency B 180 CDI Blue Efficiency B 200 CDI Blue Efficiency B 220 CDI Blue Efficiency C 180 CDI Blue Efficiency C 200 CDI Blue Efficiency C 220 CDI Blue Efficiency C 250 CDI Blue Efficiency E 220 CDI Blue Efficiency E 250 CDI Blue Efficiency

MINI

Mini One Mini One D Mini Cooper SD Mini Cooper Coupè/ Roadster Mini One D Countryman Mini Cooper D Countryman Mini Cooper SD Countryman

NISSAN Juke 1.5 dCI Micra 1.2 Micra 1.2 DG-S Note 1.5 dCI Qashqai 1.6 dCI

(33)

128 69 86 85 75 90 128 77 90 128

1582 998 1248 1248 1120 1396 1582 1396 1396 1582

114 99 109 114 94 109 129 119 119 125

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

105 120 85 69 95

1598 1598 875 1242 1248

115 122 99 118 99

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

150 75 84 95 116

2191 1349 1349 1560 1560

119 115 115 110 115

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

122 156 109 136 170 109 136 170 120 136 170 204 170 204

1595 1595 1461 1796 2143 1796 1796 2143 2143 2143 2143 2143 2143 2143

128 129 98 111 109 114 115 114 125 125 117 125 130 129

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

75 90 143 122 90 111 143

1598 1598 1995 1598 1598 1598 1995

127 99 114 127 115 115 122

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

110 80 98 90 131

1461 1198 1198 1461 1598

129 115 99 110 123

da 22.350 da 10.800 da 12.805 da 11.250 da 12.850 da 13.950 da 19.350 da 16.250 da 16.650 da 20.750 prezzo (€)

da 22.500 da 24.800 da 13.800 da 12.600 da 14.900 prezzo (€)

da 24.900 da 11.950 da 14.650 da 16.350 da 22.200 prezzo (€)

da 22,990 da 27,020 da 24.100 da 26.970 da 34,440 da 26.850 da 29.900 da 37.760 32.357 da 35.926 da 37.931 da 40.327 da 45.979 da 51.122 prezzo (€)

da 16.150 da 18.850 da 25.850 da 23.600 da 22.950 da 25.050 da 28.750 prezzo (€)

da 18.450 da 11.060 da 14.900 da 15.620 da 25.880


LISTINO&CONSUMI GREEN

Prezzi medi di riferimento benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Astra GTC 1.7 CDTi Astra GTC 1.7 CDTi Astra GTC 2.0 CDTi Agila 1.0 Agila 1.2 Corsa 1.0 Corsa 1.2 Corsa 1.4 Corsa 1.3 CDTi Corsa 1.3 CDTi Corsa 1.7 CDTi Insigna 1.4 T Insigna 2.0 CDTi Insigna 2.0 CDTi Insigna 2.0 BT CDTi Meriva 1.3 CDTi Meriva 1.3 CDTi Meriva 1.7 CDTi Mokka 1.7 CDTi Zafira Tourer 1.6 T Zafira Tourer 2.0 CDTi

22,22 22,22 20,41 20,00 19,61 20,00 18,87 18,18 23,26 22,73 22,22 18,18 22,73 23,26 20,41 20,41 22,22 21,28 22,22 21,28 22,22

4,5 4,5 4,9 5 5,1 5 5,3 5,5 4,3 4,4 4,5 5,5 4,4 4,3 4,9 4,9 4,5 4,7 4,5 4,7 4,5

134,79 134,79 123,78 113,79 111,56 113,79 107,35 103,45 141,06 137,85 134,79 106,94 142,05 145,35 127,55 116,11 134,79 129,05 138,89 121,05 134,79

diesel diesel diesel benzina benzina benzina benzina benzina diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel benzina diesel

PEUGEOT

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

23,26 23,81 23,81 22,73 23,26 22,22 17,86 26,32 26,32 26,32 23,81 23,26 20,41 23,81 20,83 22,73 19,23 22,22 20,83

4,3 4,2 4,2 4,4 4,3 4,5 5,6 3,8 3,8 3,8 4,2 4,3 4,9 4,2 4,8 4,4 5,2 4,5 4,8

132,32 144,41 144,41 137,85 132,32 126,44 101,6 159,62 159,62 159,62 144,41 141,06 123,78 144,41 126,36 137,85 116,64 134,79 126,36

benzina diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

22,22 18,18 29,41 20,41 20,41 23,81 21,74 18,87 25,00 24,39 25,00 24,39 24,39 22,73

4,5 5,5 3,4 4,9 4,9 4,2 4,6 5,3 4 4,1 4 4,1 4,1 4,4

130,67 106,94 183,32 123,78 123,78 144,41 131,86 107,35 151,63 147,94 151,63 147,94 147,94 137,85

benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel

OPEL

107 1.0 207 1.4 Hdi 207 1.6 Hdi 207 1.6 Hdi 208 1.0 VTi 208 1.2 VTi 208 1.4 VTi 208 1.2 Hdi 208 1.6 e-Hdi 208 1.6 e-Hdi 308 1.6 Hdi 308 1.6 e-Hdi 308 2.0 Hdi 508 1.6 e-Hdi 508 2.0 Hdi 5008 1.6 e-Hdi 3008 1.6 Hdi Bipper Tepee 1.3 Hdi Partner Tepee 1.6 Hdi

RENAULT Clio 1.0 TCE Clio 1.2 Clio 1.5 dCi Kangoo 1.5 dCi Kangoo 1.5 dCi Laguna 1.5 dCi Laguna 2.0 dCi Mégane 1.2 TCE Mégane 1.5 dCi Mégane 1.5 dCi Mégane 1.6 dCi Modus 1.5 dCi Scénic X-mod 1.5 dCi Scénic X-mod 1.6 dCi

(34)

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

110 130 165 68 94 65 85 65 75 95 130 129 130 160 194 75 95 110 130 150 131

1686 1686 1956 996 1242 998 1229 1398 1248 1248 1686 1364 1956 1956 1956 1248 1248 1686 1686 1598 1956

119 119 129 119 119 117 124 129 114 115 118 129 116 115 129 129 119 130 123 129 119

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

68 68 92 112 68 82 95 68 92 114 92 112 150 115 140 112 112 75 92

998 1398 1560 1560 998 1199 1397 1398 1560 1560 1560 1560 1997 1560 1997 1560 1560 1248 1560

99 110 110 114 99 104 129 98 98 99 110 113 129 109 119 115 130 119 129

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

90 75 90 75 90 110 150 116 90 110 131 75 110 131

898 1149 1461 1461 1461 1461 1995 1198 1461 1461 1598 1461 1461 1598

105 127 90 129 129 109 118 119 104 106 104 107 105 115

prezzo (€)

da 21.850 da 22.850 da 26.350 da 11.100 da 13.650 da 11.850 da 12.350 da 14.250 da 15.400 da 15.900 da 18.400 da 27.200 da 29.400 da 30,800 da 34,400 da 17.200 da 19.450 da 20.750 da 22,700 da 27.700 da 27.100 prezzo (€)

da 9.750 da 15.555 da 17.205 da 18.905 da 11.750 da 12.400 da 14.250 da 13.850 da 16.100 da 18.650 da 19.760 da 20.860 da 23.910 da 26.750 da 26.950 da 27.070 da 23.080 da 15.730 da 21.875 prezzo (€)

da 15.850 da 13.500 da 17.500 da 18.100 da 18.700 da 26.200 da 29.200 da 22.100 da 19.700 da 20.700 da 24.700 da 15.200 da 22.800 da 26.250


LISTINO&CONSUMI GREEN

Prezzi medi di riferimento benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Scénic 1.5 dCi Scénic 1.6 dCi Twingo 1.2 Twingo 1.2 E Twingo 1.5 dCi

20,41 22,73 19,61 22,22 29,41

4,9 4,4 5,1 4,5 3,4

123,78 137,85 111,56 126,44 178,39

diesel diesel benzina benzina diesel

SEAT

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

20,83 20,83 20,41 20,83 20,83 21,74 20,41 18,52 19,61 26,32 23,81 23,81 21,74 23,81 26,32 20,83 22,22 21,28

4,8 4,8 4,9 4,8 4,8 4,6 4,9 5,4 5,1 3,8 4,2 4,2 4,6 4,2 3,8 4,8 4,5 4,7

126,36 126,36 123,78 126,36 126,36 131,86 123,78 105,36 111,56 159,62 144,41 144,41 131,86 144,41 159,62 126,36 126,44 121,05

diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

22,22 21,28 18,18 19,23 18,87 29,41 23,81 23,81 26,32 20,83 23,81 21,28 21,28 22,73 21,74

4,5 4,7 5,5 5,2 5,3 3,4 4,2 4,2 3,8 4,8 4,2 4,7 4,7 4,4 4,6

126,44 121,05 103,45 109,41 107,35 178,39 144,41 144,41 159,62 126,36 144,41 129,05 129,05 137,85 131,86

benzina benzina benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

23,81 23,81 20,41 19,23 30,30

4,2 4,2 4,9 5,2 3,3

135,47 135,47 116,11 109,41 172,41

benzina benzina benzina benzina diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Trezia 1.3i Trezia 1.4D

18,18 23,26

5,5 4,3

103,45 141,06

benzina diesel

SUZUKI

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

22,73 20,00

4,4 5

129,31 113,79

benzina benzina

Altea 1.6 TDI Altea 1.6 TDI Altea 2.0 TDI Altea XL 1.6 TDI Altea XL 1.6 TDI Altea Freetrack 1.6 TDI Exeo 2.0 TDI Ibiza 1.2 Ibiza 1.2 TSI Ibiza 1.2 TDI Ibiza 1.6 TDI Ibiza 1.6 TDI Ibiza 2.0 TDI Leon 1.6 TDI Leon 1.6 TDI Leon 2.0 TDI Mii 1.0 Mii 1.0

SKODA Citigo 1.0 Citigo 1.0 Fabia 1.2 Fabia 1.2 TSI Fabia 1.2 TSI Fabia 1.2 TDI Fabia 1.6 TDI Fabia 1.6 TDI Octavia 1.6 TDI Octavia 2.0 TDI Roomster 1.2 TDI Roomster 1.6 TDI Roomster 1.6 TDI Superb 1.6 TDI Yeti 1.6 TDI

SMART

fortwo 1000 fortwo 1000 fortwo 1000 fortwo 1000 Brabus fortwo 800 CDI

SUBARU

Alto 1.0 Splash 1.0

(35)

110 131 75 75 75

1461 1598 1149 1149 1461

128 114 119 105 90

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

90 105 140 90 105 105 120 60 60 75 90 105 143 90 105 140 60 75

1598 1598 1968 1598 1598 1598 1968 1198 1197 1199 1598 1598 1968 1598 1598 1968 999 999

126 126 129 126 126 120 129 12 119 99 109 109 119 109 99 125 105 108

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

60 75 60 86 105 75 90 105 105 140 75 90 105 105 105

999 999 1198 1197 1197 1199 1598 1598 1598 1968 1199 1598 1598 1598 1598

105 108 128 121 124 89 109 109 99 126 109 124 124 114 119

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

61 71 84 102 54

999 999 999 999 799

97 97 114 119 86

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

99 90

1329 1364

127 113

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

68 68

996 996

103 109

da 24.000 da 27.750 da 10.950 da 12.200 da 12.950 prezzo (€)

da 18.950 da 21.050 da 22.450 da 19.450 da 21.550 da 21.550 da 24.500 da 11.450 da 15.650 da 13.750 da 16.000 da 17.650 da 18.800 da 18.550 da 19.850 da 23.350 da 9.300 da 9.750 prezzo (€)

da 9.090 da 9.590 da 10.080 da 14.350 da 15.580 da 15.180 da 16.390 da 17.450 da 22.190 da 24.310 da 17.600 da 16.800 da 20.490 da 26.920 da 22.640 prezzo (€)

da 10.380 da 11.509 da 13.284 da 18.225 da 12.679 prezzo (€)

da 16.110 da 18.130 prezzo (€)

da 7.965 da 11.990


LISTINO&CONSUMI GREEN

Prezzi medi di riferimento benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Splash 1.2 Swift 1.2 Swift 1.3 Vista 1.4

20,00 20,00 23,81 22,73

5 5 4,2 4,4

113,79 113,79 135,47 129,31

benzina benzina benzina benzina

TOYOTA

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

20,83 21,74 22,73 22,73 20,83 20,41 18,18 23,26 20,83 18,52 25,64

4,8 4,6 4,4 4,4 4,8 4,9 5,5 4,3 4,8 5,4 3,9

126,36 131,86 129,31 129,31 118,53 123,78 103,45 141,06 118,53 105,36 155,52

diesel diesel benzina benzina benzina diesel benzina diesel benzina benzina diesel

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

Golf 1.2 TSI Golf 1.4 TSI Golf 1.6 TDI Golf 2.0 TDI Maggiolino 1.6 TDI Maggiolino 2.0 TDI Passat 1.6 TDI Passat 2.0 TDI Polo 1.2 Polo 1.6 Polo 1.2 TDI Polo 1.6 TDI Touran 1.6 TDI Up! 1.0

20,41 19,23 26,32 24,39 22,22 20,41 24,39 21,74 18,18 13,16 29,41 23,81 21,74 21,28

4,9 5,2 3,8 4,1 4,5 4,9 4,1 4,6 5,5 7,6 3,4 4,2 4,6 4,7

120,00 113,08 144,47 152,44 134,79 123,78 147,94 131,86 103,45 74,86 178,39 144,41 131,86 121,05

benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel benzina

VOLVO

Km/L

l/100 km

km/10 €

Carburante

23,26 27,78 23,26 23,26 22,22 18,52 18,18 27,78 23,26 23,26 26,32 22,22

4,3 3,6 4,3 4,3 4,5 5,4 5,5 3,6 4,3 4,3 3,8 4,5

141,06 168,48 141,06 141,06 134,79 105,36 103,45 168,48 141,06 141,06 159,62 134,79

diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel

Auris 1.4 D Avensis 2.0 D Aygo 1.0 iQ 1.0 iQ 1.3 Urban Cruiser 1.4 D Verso-S 1.3 Verso-S 1.4 D Yaris 1.0 Yaris 1.3 Yaris 1.4 D

VOLKSWAGEN

C30 DIESEL C30 DIESEL DRIVe S40 DIESEL S60 D2 S80 D2 V40 T3 V40 T4 V40 D2 V40 D3 V50 D2 V50 DRIVe V70 D2

94 94 75 75

1242 1242 1248 1368

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

90 124 68 68 99 90 99 90 69 99 90

1364 1998 998 998 1329 1364 1329 1364 998 1329 1364

105 122 105 150 105 140 105 140 60 82 75 90 105 75

1197 1390 1598 1968 1598 1968 1598 1968 1198 1595 1199 1598 1598 999

114 120 99 106 119 129 109 119 128 123 89 109 121 108

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

115 115 115 115 115 150 180 115 115 115 115 115

La gamma della piccola francese si amplia con il nuovo motore benzina a tre cilindri da 998 cc, l'entry level. Con il prezzo di attacco di 11.750 euro per la versione Access a 3 porte, si posiziona in modo aggressivo sul mercato. La Peugeot 208 1.0 12V VTi 68 CV si posiziona al di sotto dell’altra motorizzazione a tre cilindri, la 1.2 VTi da 82 CV che costa 650 euro in più. Rispetto alla 1.2 le prestazioni calano di poco: la velocità massima è di 163 km/h e lo scatto da 0 a 100 avviene in 14 secondi. Anche il consumo medio scende a 4,3 l/100 km con emissioni di 99 g/km di CO2.

(36)

128 120 102 99 113 130 127 127 110 123 103

pot. max (CV) cilindrata(cc) emissioni CO2 (g/km)

1560 1560 1560 1560 1560 1595 1595 1560 1984 1560 1560 1560

Arriva il “mille” sulla 208 www.peugeot.it

118 116 109 124

114 94 114 114 119 125 129 94 114 114 99 119

da 13.790 da 11.787 da 14.409 da 11.360 prezzo (€)

da 18.700 da 28.400 da 10.650 da 13.450 da 15.950 da 24.150 da 15.550 da 18.150 da 11.000 da 14.200 da 13.550 prezzo (€)

da 17,800 da 20.500 da 20.600 da 26.300 da 22.700 da 26.800 da 27.000 da 29.600 da 12.600 da 16.750 da 16.450 da 16.600 da 27.650 da 10.600 prezzo (€)

da 23.350 da 23.950 da 24.340 da 30.640 da 39.220 da 24.450 da 26.950 da 24.950 da 29.950 da 24.340 da 24.940 da 40.820


test

La Panda a gas mette il turbo

News

Mercedes B NGD: 500 km a metano

Focus

Il metano secondo eni


BI-FUEL NEWS MERCATO

MERCEDES B NGD

500

km

+137% La corsa sul mercato delle auto bifuel non si ferma. Il continuo aumento delle quotazioni dei carburanti tradizionali e le sempre più stringenti norme sul traffico, rendono ogni giorno più appetibili le vetture con doppia alimentazione, soprattutto in presenza di incentivi e sconti promossi dalle case. Le vendite dei modelli a metano sono cresciute del 30,75% su base annua nei primi nove mesi del 2012. Ma il Gpl cresce ancora di più: in questo caso l'incremento delle vendite è stato addirittura del 136,4% su base annua. In testa alle classifiche del nostro mercato troviamo due modelli italiani, la Panda Natural Power a metano (venduta in 19.541 unità da inizio anno) e la Punto Easy Power a Gpl (venduta in 9.098 unità).

a metano! L

a Classe B 200 Natural Gas Drive ha la struttura modulare della carrozzeria “Energy Space”. È un pianale sdoppiato che offre spazio per un serbatoio di metano grande e due piccoli, per una capacità totale di 21 kg. La capacità di carico resta invariata. La B 200 NGD monta una versione dedicata del 4 cilindri 2 litri turbobenzina da 156 CV e 270 Nm di coppia che le permette di raggiungere i 200 km/h di velocità massima e di scattare da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi (con cambio automatico 7G-DCT; con cambio manuale a 6 marce in 9,2 s). Il serbatoio della benzina è di emergenza, ha una capacità di soli 12 litri. Il guidatore non ha la

A3 SPORTBACK TCNG

La prima Audi

a metano Volkswagen eco-up!

79

Con il gas naturale la eco up! emette 79 g/km e consuma 2,9 kg di metano di per 100 km. Il motore tre cilindri 1.0 eroga 68 CV 90 Nm. La eco up! passa da 0 a 100 km/h in 15,8 s e raggiunge i 168 km/h di velocità massima. Al posteriore ha due serbatoi di metano per una capienza complessiva di 11 kg.

g/km

CO2

possibilità di scegliere l'alimentazione a benzina (viene selezionata automaticamente se finisce il gas), per cui la B 200 NGD è certificata come auto a metano e risulta più conveniente dal punto di vista fiscale. L'autonomia di circa 500 km, un consumo di 4,2 kg/100 km con emissioni di CO2 di 115 g/km. La B200 NGD rispetta la normativa EURO 6 e sarà in vendita dall'inizio del 2013 a un prezzo di circa € 30.000.

E

Audi non sta a guardare. La prima Audi a metano sarà la A3 Sportback TCNG. La piattaforma MQB consente di installare due serbatoi in materiale composito per stoccare il metano a 200 bar, senza sottrarre spazio ai bagagli. Contengono 16 kg di gas naturale e la massa ridotta del 70% rispetto ai contenitori tradizionali fa risparmiare 54 kg. Il motore è il 1.4 TFSI, qui in versione da 110 CV e 200 Nm,

con testate specifiche, gestione del turbo dedicata, iniezione ricalibrata e impianto di scarico dedicato, con catalizzatore progettato per l'utilizzo a gas. L'autonomia massima a metano è di 400 km, 780 km a benzina. Raggiunge una velocità massima di 190 km/h mentre il consumo medio è di 3,6 kg di metano ogni 100 km, con emissioni inferiori ai 100 g/km.

Hyundai i20 Bluedrive GPL La i20 a Gpl eroga 85 CV e l'impianto di alimentazione è omologato in Fase2. Viene realizzato dalla Brc, gode della garanzia quinquennale della Casa, che comprende anche l'assistenza stradale e i controlli gratuiti. Secondo la Hyundai, per il pieno di Gpl bastano 31 euro, e l'autonomia complessiva dell'auto è pari a 1.490 km.

(38)


BI-FUEL TEST

GAS POWER Fiat Panda Natural Power

La novità non è il metano. Ma l’averlo accoppiato con il brillante motore 0.9 TwinAir turbocompresso. Cosa che fa dimenticare ritardi in accelerazione e riprese scadenti. La city-car italiana bi-fuel è una piccola che sa far risparmiare e anche divertire con un’autonomia notevole • provata da Frederic Lupo • foto di Igor Gentili

ate il vostro gioco. E la vostra scelta. La nuova Panda ha una doppia anima “eco”, quella a Gpl e, da poco, anche quella a metano. La prima si chiama EasyPower, la seconda, l’ultima arrivata e oggetto specifico di questo test, Natural Power. Fiat, infatti, da qualche anno ha una strategia che non punta più solo sul gas naturale, ma anche su quello derivato dal petrolio. Strategia obbligata, soprattutto in Italia, visto che sono quasi 3.000 i distributori con pompa Gpl e circa 1.000 quelli di metano. La Panda green più innovativa è l’ultima arrivata, la Natural Power, soprattutto per l’inedito accoppiamento motore turbo benzina e metano. A muovere la piccola city-car made in Pomigliano è infatti il bicilindrico TwinAir Turbo

F

(40)


COSTA € 13.950

A CHI PIACE A quelli che ne hanno sempre apprezzato le qualità di piccola e funzionale. E che oggi vogliono risparmiare sentendosi tipi green, senza impallidire per i prezzi di listino. Può piacere di più soprattutto a quelle persone che sanno di avere un distributore non troppo lontano da casa…

900 CC, LA CILINDRATA DEL TWINAIR TURBO DELLA NATURAL POWER

(41)


BI-FUEL TEST

Fiat Panda Natural Power

+30%

0.9 da 85/80 cv in invariato quello di benzina. In base al tipo di carbutotale, sono 12 kg di metano, rante. Ed è una novità MIGLIORAMENTO DELLE circa 72 litri, e 35 l di verde. A PRESTAZIONI RISPETTO assoluta. Collettore ALLA VERSIONE PRECEDENTE tutto vantaggio dell’autonod’aspirazione, elettromia totale. Ecco, l’autonomia. nica di controllo, sedi delle valvole e iniet- Con una guida non troppo aggressiva siatori sono stati riprogettati per adeguarli ai mo arrivati a sfiorare i 300 chilometri a menuovi regimi di combustione. L’accensio- tano, ma siamo sicuri si possa fare anche ne è sempre a benzina, poi in automatico meglio. Il fatto è che il piccolo motore turentra l’alimentazione a gas. La strumen- bo è così brillante e piacevole che spretazione per controllare il metano è ben in- merlo è una tentazione continua. Anche tegrata con quella di base: l’indicatore dei quando si va a metano, addio cattivi ricordi consumi è nel display centrale, a tacche, e di riprese introvabili e sorpassi paurosail tasto per passare da un’alimentazione al- mente infiniti. La Panda Natural Power è l’altra è nella console centrale. Niente ha scattante sempre, non c’è che dire, anche il sapore di posticcio, insomma. La Natu- se pesa cento chili in più della versione solo ral Power nasce sul pianale della versione benzina. Si avverte solo qualche vibrazio4x4, questo ha permesso di collocare i due ne al minimo e una certa rumorosità serbatoi del gas sotto il pianale, lasciando quando si chiede tutto al motore. Niente (42)


IL DOPPIO INDICATORE del carburante è sempre in evidenza al centro della plancia. Sul tunnel centrale l’ingresso audio.

(43)


922 DISTRIBUTORI DI METANO IN ITALIA

1,069 COSTO AL KG METANO

di eccessivo. Per tornare ai numeri, va detto che, con il costo del metano sotto l’euro al chilo, si percorre la stessa distanza spendendo la OCCORRONO PER metà rispetto a UN PIENO DI METANO una Panda non bifuel alimentata a benzina. Certo, il capitolo costi non finisce qui. Perché? Perché il listino base è più caro. Più o meno, sono 2.000 euro in più rispetto sempre alla

13€

(44)


nel senso che la coppia arriva sin dai bassi regimi e tu quasi ti dimentichi di avere il cambio manuale. Una comodità. È vero però che il due cilindri sovralimentato, preso da solo, a chilometri fatti, consuma di più del quattro cilindri senza sovralimentazione. Dunque, ancora una volta, bisogna fare bene i conti, avendo chiare le proprie esigenze. In assoluto, la Natural Power ha un valore di emissioni CO2 molto basso, inferiore anche alla EasyPower a Gpl. Dato che può avere la propria importanza non solo in prospettiva di rispetto dell’ambiente ma pure in vista di possibili incentivi statali. La Panda “eco” Natural Power

Che sensazioni ti ha dato? ALESSANDRA BOGLIONI MARKETING CONSULTANT

quasi omologa versione benzina. Senza incentivi, che dovrebbero esserci, ammortizzare questo differenziale significa percorrere molte migliaia di chilometri prima di entrare nell’area del risparmio vero e proprio. Questo è un calcolo che conviene fare con attenzione per non rendere vano il tentativo di spendere meno. I vantaggi del metano, però, sono anche altri, per esempio la possibilità di circolare ovunque e sempre, domeniche di chiusura al traffico comprese. Tornando poi al motore, il TwinAir non ti costringe a continui cambi di marcia, salta il problema, ci pensa lui,

DICONODI LEI L’idea di non spendere troppo dal benzinaio non mi sembrava una cattiva mossa. Ho sempre preferito le bi-fuel. Ho fatto un giro sulla Natural Power. E mi sono molto divertita. Mi hanno detto che è per il motore turbo. Non lo so, ma mi è sembrata vivace. Per il resto, è una Panda! Stai seduto un po’ più in alto, il cambio ce l’hai vicino ed è anche comoda. Il fatto di poter girare ovunque, senza preoccupazioni, è un altro vero vantaggio.

DAL

WEB

Paolo, Ravenna “La aspettavo con il turbo. La Panda Natural Power ti fa scordare le vecchie auto che ti inducono a scendere e a spingerle per farle andare avanti a metano. La city-car bifuel migliore che abbia provato. L’allestimento trekking la rende pure più aggressiva”

Roby “Ci puoi andare in città. E se ti va, poiché risparmi, anche fuori. Meglio omologata 5 posti, però”

Cleo “Non dico di no alla Panda green. Ma 2000 euro di differenza rispetto alla base non sono troppi? È l’unica cosa che non mi piace”

Mark Vegter

‘‘

Il TwinAir non ti costringe a continui cambi marcia. La coppia arriva dai bassi regimi (45)


BI-FUEL TEST

‘‘

Fiat Panda Natural Power

Il telaio è quello della 4x4, così i due serbatoi del gas rimangono sotto il pianale lasciando invariato quello della benzina e lo spazio per i bagagli (46)


IN SINTESI FIAT PANDA NATURAL POWER

Dopo la versione Gpl, ecco quella a metano della piccola Panda. Il motore di base non è il 1.2 aspirato, questa volta, ma il bicilindrico TwinAir turbo da 85 cv. L’accelerazione e le prestazioni non mancano mai, neppure ai bassi regimi, con entrambe le alimentazioni. Carburante Prezzo Bollo CO2

benzina/metano da € 13.950 € 159,96 107/86 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata Num. cilindri Potenza Coppia Peso Capacità serbatoio

875 cc 2 85/80 cv 145/140 Nm 1.080 kg 35 l e 12 kg

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro di sterzata

3,65 1,64 2,30 1,60 9,3

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 170/168 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 12/12,8 s Autonomia media 330 a metano Velocità in Km/h 50 90 130

Km/litro 17,2/4 21,7/31 25,6/2,6

SICUREZZA Adulti

rimane un acquisto sensato, soprattutto se si parla di quest’ultima evoluzione con sistema bi-fuel totalmente integrata e ben riuscita dal punto di vista funzionale e meccanico. Gli interrogativi, semmai, sono su quale scegliere, la metano o la Gpl (di cui faremo una prova approfondita sul prossimo numero) e sono legati indissolubil-

mente alle esigenze d’uso e alle abitudini personali, oltre che agli incentivi e alle zone in cui normalmente viaggiamo. Comprare la piacevole e quasi sportiva Natural Power a metano con motore turbo potrebbe essere una scelta intelligente, soprattutto se abitiamo in una zona con una buona concentrazione di distributori. (47)

Punti Bambini

30

Punti Pedoni

31

Punti

18

Il listino Fiat parte da versioni entry-level quasi naked. Attenzione dunque agli optional, che possono far salire il prezzo o addirittura consigliarvi l’acquisto dell’allestimento più completo. In ogni caso, il kit 5 posti più tre poggiatesta posteriori si paga sempre extra (225 euro).


BI-FUEL FOCUS

Il metano liquido criogenico

GASSOSO O LIQUIDO PURCHÉ SIA METANO Abbattere il particolato rendendo più eco-sostenibili i mezzi pesanti con il metano al posto del diesel, tagliando i costi e le emissioni. Questo è l’impegno di Eni sul gas naturale. Con Francesco Santangelo abbiamo parlato del presente e del futuro • di Alessandro Vai

I

n Italia oltre l’80% delle merci viaggia su gomma, nelle autostrade i Tir sono una presenza costante. Così come quella degli autobus e dei camion per la raccolta rifiuti nelle città. Tutti mezzi spinti da grossi motori diesel. L’impatto ambientale è elevato; nei centri urbani i livelli di particolato sono sempre alti. Un’ottima soluzione per rendere più eco-sostenibili questi veicoli è l’utilizzo del metano in luogo del gasolio. Una tecnologia recente ma dalle grandi prospettive, che corre su (48)

due strade differenti, quella del CNG (gas naturale compresso) e quella del GNL (gas naturale liquefatto). Due metodi diversi di stoccaggio del metano con pregi e difetti che li rendono adatti all’uso a corto o ad ampio raggio. Per saperne di più ci siamo rivolti a eni, da anni leader in Italia nel mercato del metano per autotrazione e multinazionale di spicco dell’economia mondiale; con oltre 100 miliardi di euro di fatturato è il primo gruppo industriale italiano e la sesta compagnia pe-


564

STAZIONI DI SERVIZIO ENI PER IL RIFORNIMENTO DEL METANO

trolifera nel mondo. Ne abbiamo parlato con Francesco Santangelo, che è il Vice Presidente Grandi Clienti Terziario. Ci ha dato una visione ampia della situazione globale corrente, facendo luce sulle caratteristiche delle tecnologie e spiegandoci l’impegno di eni per il futuro.

Qual é la situazione attuale della tecnologia di distribuzione del metano liquido? “Si tratta di una tecnologia matura. Il GNL (Gas Naturale Liquefatto) oggi copre il 30,5% del commercio internazionale di gas naturale. Le importazioni globali di gas naturale sotto forma di GNL sono pari all’equivalente di circa 350 miliardi di standard metri cubi allo stato gassoso. L’Europa importa attualmente ogni anno GNL per un ammontare equivalente a circa 90 miliardi di standard metri cubi allo stato gassoso. Nel 2011 la commercializzazione mondiale di gas naturale è cresciuta del 10%, sostenuta anche da una crescita dei trasporti navali di GNL pari a circa il 22,6%, grazie ad una flotta mondiale di navi metaniere composta da 378 unità di varia stazza [fonte: BP Statistical Review 2011

PER CAPIRCI UN PO’... GNL Gas Naturale Liquefatto. È il metano allo stato liquido CNG Compressed Natural Gas. È il metano allo stato gassoso L-CNG Liquid Compressed Natural Gas. È un distributore che trasforma il metano liquido in gassoso, appena prima di fare il rifornimento

DF Dual Fuel. È un motore a doppia alimentazione: diesel e GNL HFO Heavy Fuel Oil. È il carburante tradizionale GHG Green House Gas. Sono i gas a effetto serra (49)


BI-FUEL FOCUS

L'INTEGRAZIONE DELLE BOMBOLE nelle autovetture è sempre una sfida tecnica.

Il metano liquido criogenico

8.000

e IHS Cera]. Dai terminali fazione ha però un costo enerdi rigassificazione presengetico, e un costo per la reati lungo le coste, il GNL METRI RAGGIUNTI lizzazione degli impianti. Per viene oggi trasportato nei DALLE PERFORAZIONI questo è sempre necessario siti di utilizzo da autocarri NEL MARE DEL NORD effettuare un’analisi costi/becisterna della capacità di nefici prima di intraprendere 50.000 litri, operativi su tratte anche piut- un’iniziativa di questo genere”. tosto lunghe (intorno a 1.000 km di distanza dal terminale). È possibile ipotizzare Che vantaggi ci sono con anche la liquefazione del Gas Naturale in l’applicazione sui veicoli pesanti ? siti più vicini alle aree in cui si trovano i “Il vantaggio principale è che il GNL può mezzi che lo impiegano. Anche la lique- essere impiegato direttamente dai mezzi pesanti per trasporto merci su lunghi percorsi. Il CNG è adatto ai mezzi pesanti nel caso essi operino su aree circoscritte, come ad esempio i bus per trasporto pubblico urbano delle persone e i compattatori per raccolta rifiuti. Non è invece molto adatto ai lunghi percorsi dei carri pesanti per trasporto merci, a causa del peso delle bombole e della richiesta di spazio a bordo del mezzo. In questo caso è decisamente più idoneo il GNL. Per immagazzinare nel serbatoio di bordo la quantità di energia contenuta in un litro di gasolio, occorrono 5 litri di capacità nel caso delle bombole per il CNG caricate a 200 bar, mentre bastano meno di 2 litri di capacità nel caso del serbatoio criogenico del (50)


BI-FUEL FOCUS GNL. Vi sono poi i vantaggi ambientali, rispetto al gasolio, che sono gli stessi del CNG: riduzione delle emissioni di ossidi di azoto e azzeramento delle emissioni di particolato, senza bisogno di impiegare sistemi complessi di depurazione dei fumi. Il GNL può essere impiegato anche nell’alimentazione dei grandi motori dual fuel delle imbarcazioni, con una diminuzione delle emissioni di anidride carbonica (gas serra) che può essere intorno al 20%. Vi è poi il vantaggio economico che sarebbe consentito dalla differenza di prezzo tra gasolio e GNL. Uso il condizionale perchè oggi non esiste ancora in Italia un distributore di GNL. Ma il primo è in costruzione, e si prevede sia operativo nel 2013. Quindi non esiste ancora un prezzo di riferimento per il GNL alla pompa. Per lo stesso motivo non è molto facile identificare in modo univoco un vantaggio economico nel confronto tra il prezzo del CNG e quello del GNL. Questo parametro dipende ancora da molte variabili, anche perchè si tratta di un mercato incipiente. Ad esempio bisogna tenere conto dei costi di trasporto del GNL dal terminale di ricezione al distributore, oppure dei costi di produzione del GNL a livello locale”.

Quali sono le differenze in termini di tempo di rifornimento tra un impianto liquido ed uno gassoso? “Per le ragioni esposte più sopra, questo confronto non ha senso nel caso dei mezzi pesanti per trasporto merci su lunghi percorsi. Nel caso di flotte locali, il rifornimento veloce di un bus a CNG richiede un tempo che può variare tra meno di 5 minuti e 15-20 minuti, secondo la potenza dei compressori impiegati per l’operazione, e il numero di mezzi in carica contemporaneamente. Il rifornimento lento prevede che l’intera flotta venga riempita sfruttando le ore notturne. Il rifornimento a GNL dello stesso mezzo richiede pochi minuti per la sola fase di caricamento del liquido, ma il tempo totale dell’operazione risulta di-

Il metano liquido criogenico

latato sensibilmente dagli interventi accessori (pulizia preventiva della valvola di carica, tramite soffiaggio con aria compressa, collegamento in alcuni casi di due attacchi anziché uno, per l’evacuazione della parte gassosa contenuta in serbatoio ecc). In alcuni distributori, definiti “LCNG”, il GNL è anche impiegato per ottenere il CNG senza l’uso del compressore, e senza bisogno del collegamento alla rete dei gasdotti. In questo tipo di distributore, si pompa il gas naturale liquido a 200 bar, consumando un decimo dell’energia richiesta per comprimere il gas

FRANCESCO SANTANGELO

Laureato in ingegneria ambientale è entrato in eni nel 1992 come consulente tecnico nel settore della ricerca e sviluppo in campo ambientale, assumendo poi ruoli manageriali per il mercato gas in Italia, prima come Responsabile Vendite ai Clienti Industriali del Nord Est dell’Italia e in seguito per i Servizi TecnicoEnergetici. Attualmente è il Vice-President del settore “Grandi Clienti Terziario e Metano per Autotrazione”, che si occupa della vendita del gas naturale ed energia elettrica a clienti come le grandi imprese del settore distribuzione, del settore bancario e le pubbliche amministrazioni. Infine, è il referente in eni per il mercato del gas naturale per autotrazione.

(51)

20% LA RIDUZIONE DI CO2 GARANTITA DAL METANO


BI-FUEL FOCUS

Il metano liquido criogenico

200

alla stessa pressione. Poi si invia il liquido a 200 bar ad uno scambiatore di calore e si ottiene all’uscita il CNG; solitamente il calore necessaBAR LA PRESSIONE rio è gratuito, perché viene sottratNECESSARIA to all’aria ambiente. Da questo punPER AVERE L-CNG to in poi, il tempo di rifornimento di CNG è, più o meno, lo stesso di quello di un distributore tradizionale. In Italia abbiamo già in esercizio 6 distributori di tipo ‘L-CNG’”.

Problema normative: oggi il metano non può essere distribuito nelle stesse zone di distribuzione dei carburanti tradizionali, ci saranno cambiamenti?

IL RIFORNIMENTO del metano deve essere affidato a mani esperte

“Devo smentire questa affermazione. Da alcuni anni a questa parte, la quasi totalità dei nuovi punti vendita di CNG che vengono realizzati è all’interno di esistenti distributori di carburanti liquidi (benzina e gasolio); questa operazione richiede solo il rispetto di distanze di sicurezza maggiori. Non c’è motivo di ritenere che non sia lo stesso anche per i distributori di GNL. Per quanto riguarda i distributori del tipo L-CNG, di cui ho parlato prima, il Ministero dell’Interno ha recentemente predisposto una guida tecnica per la loro realizzazione. Le condizioni tecniche per la realizzazione di questi distributori non sono in pratica molto diverse da quelle che si applicano nel caso dei distributori tradizionali di CNG. Nel caso del distributore di GNL invece non esiste una norma, e la relativa progettazione è soggetta ad approvazione caso per caso, col ricorso all’approccio ingegneristico, regolamentato dal DM 9/5/2007. In entrambi i casi, per la parte riguardante il serbatoio stazionario di GNL e relativi accessori, si fa riferimento anche alla norma UNI EN 13645 – 2006”.

Quali saranno gli sviluppi tecnologici per la distribuzione di metano sotto forma liquida nei prossimi 10 anni? “Vari operatori, incluso eni, si stanno occupando della tecnologia del GNL. Vengono valutati con crescente interesse gli (52)

aspetti del suo impiego, come integrazione del gas naturale fornito attraverso la tradizionale rete di gasdotti per i distributori tipo L-CNG, come carburante liquido per i mezzi pesanti di lungo percorso, e come bunker per imbarcazioni. Nei prossimi 10 anni questo settore potrebbe crescere, in maniera significativa, anche perchè gli scambi internazionali di GNL trasportato via nave sono in continua e sensibile ascesa. Si prevede che il Gas Naturale nei prossimi 20 anni cresca tanto velocemente da rimpiazzare il carbone come seconda fonte energetica in termini quantitativi, dopo l’olio. Nei soli 3 anni, dal 2009 al


‘‘

Oggi non esiste ancora in Italia un distributore di GNL. Ma il primo è in costruzione, e si prevede sia operativo nel 2013. Quindi non esiste ancora un prezzo di riferimento per il GNL alla pompa 2012 la produzione mondiale di GNL è cresciuta da 252 a 340 miliardi di Sm3, con una crescita media superiore all’8% annuo. Si prevede che questo andamento continui anche per il futuro. Nel 2010, l’Europa importava 60-70 milioni di tonnellate/anno di GNL. Uno degli sviluppi tecnologici prevedibili per il GNL è l’impiego come carburante (bunker) per le imbarcazioni, in virtù dei benefici economici conseguibili, e in risposta alle crescenti limitazioni imposte dalle normative al tipo di carburante impiegato dalle navi, per motivazioni ambientali. Nei grandi motori marini, della potenza di diversi megawatt, un’interessante soluzione a questo riguardo è rappresentata dall’alimentazione dual fuel (DF), con tassi elevati di sostituzione del carburante tradizionale (HFO, heavy fuel oil) da parte del GNL. Un altro filone tecnologico che suscita crescente attenzione è la produzione localizzata di GNL con impianti di liquefazione di piccola taglia (10-20 t/g o meno)”.

ropa da una frontiera all’altra con mezzi pesanti a GNL per il trasporto delle merci, fornendo in tal modo maggiore concretezza allo sviluppo di questo tipo di carburante. Si tratta di un passo ulteriore verso la realizzazione di una rete vasta e ramificata di distributori che consenta al gas naturale (GNL, L-CNG e CNG) di sviluppare maggiormente il suo potenziale anche come carburante per i trasporti. Questo è uno degli obiettivi più concreti delineati anche per il mercato italiano”.

L'impegno eni nei Blue Corridor, quali sono gli obiettivi per il mercato italiano? “L’European GNL Blue Corridor Project si propone di allestire una serie di distributori di GNL che consenta di percorrere l’Eu(53)

NEI PROSSIMI 20 ANNI il metano diventerà la seconda fonte energetica.


BI-FUEL FOCUS

Il metano liquido criogenico

Esistono già dei test effettuati su veicoli con impianti a Metano sotto forma liquida?

LA MOLECOLA del metano. 4 atomi di idrogeno e 1 di carbonio.

“Varie compagnie stanno operando flotte di mezzi pesanti a GNL, in servizio effettivo, oltre che a scopo dimostrativo. Le più importanti esperienze sono in atto in Asia (specialmente in Cina), Nord America ed Europa. Nell’ambito di queste sperimentazioni si sono effettuate prove per la verifica sia del beneficio ambientale, sia dei vantaggi sul piano economico. I benefici ambientali sono gli stessi del CNG. A bordo del mezzo il gas naturale è in forma liquida solo nel serbatoio e nella parte iniziale dell’evaporatore, dal quale esce come CNG. Tutto ciò che sta a valle è identico per il mezzo a GNL e per quello a CNG”.

Ad esempio, nel caso di una di tali esperienze, un moderno autocarro classificato come EEV, alimentato a GNL consente un risparmio nel costo di carburante del 14%, che si traduce in un risparmio di 4 €cent/km, cioè 404 €/mese, pari a 34.000 euro sul ciclo operativo del veicolo. Il risparmio globale sui costi operativi è dell’8,2%. I principali benefici dell’impiego del Gas Naturale nei carri pesanti sono: costi di carburante ridotti, minori emissioni, la riduzione dei gas serra (GHG green house gas), che è intorno al 25%; infine il contributo alla diversificazione delle fonti energetiche nel settore trasporti. Questi mezzi potranno circolare a breve anche in Italia, dopo il completamento e l’avviamento del distributore di GNL attualmente in corso di realizzazione”.

Si prevedono in futuro delle applicazioni di questa tecnologia per il mercato Consumer? “Se intendiamo proprietari/utilizzatori di mezzi privati di piccola taglia (auto), non si prevede la disponibilità sul mercato di

(54)


BI-FUEL FOCUS auto private a GNL, per problemi legati alla permanenza in serbatoio del prodotto, nei periodi in cui il veicolo non viene utilizzato”.

Quanti sono (e dove si trovano) in Italia i distributori dotati di questo tipo di tecnologia? “Attualmente in Italia ci sono 6 distributori di tipo L-CNG, tutti localizzati nelle regioni del centro nord: Piemonte, Emilia, Provincia Autonoma di Bolzano, Lazio. Come già detto invece, il primo distributore di GNL entrerà in esercizio solo in futuro, e distribuirà sia L-CNG sia GNL. Sarà a marchio eni”.

Qual é la situazione nel resto d'Europa e nel mondo? “In Europa esistono attualmente circa 30 distributori basati sulla tecnologia del GNL, sommando sia quelli del tipo L-CNG sia quelli che effettivamente erogano GNL. La maggior parte di essi è già in esercizio, alcuni sono in procinto di partire. Sono in servizio distributori GNL e L-CNG anche in Nord America e Asia, ma il numero totale non è al momento conosciuto con sufficiente precisione; stimiamo che si tratti di alcune decine in entrambi i casi”.

Quali sono le quote di produzione tra metano e Biometano? “Il biometano è una fonte rinnovabile di energia, le cui caratteristiche sul piano ambientale sono identiche a quelle del gas naturale. Offre interessanti prospettive per il medio lungo termine. Specialmente nel caso in cui venga prodotto sfruttando biomasse di scarto. Nel nord Europa la tecnologia del biometano si sta sviluppando ad un ritmo abbastanza sostenuto, anche se ha fi-

Il metano liquido criogenico

nora raggiunto quote non troppo PER UN significative, dell’ordiRIFORNIMENTO ne di qualche punto completo servono percentuale. Anche in 5-10 minuti. Italia esistono ormai diversi impianti (l’ordine di grandezza è probabilmente uno o due centinaia). L’entità della produzione del singolo impianto non è però attualmente molto alta, ed è dell’ordine di alcune centinaia di Sm3/ora. È sicuramente un settore destinato a crescere nel prossimo futuro”. Il gas naturale rappresenta un’opportunità da tenere in grande considerazione, sia per il ridotto impatto ambientale che produce rispetto ai carburanti fossili tradizionali, sia per il risparmio sui costi dei trasporti, senza contare il progresso che può derivare dalla conversione dei mezzi pesanti alimentati a gasolio. L’impegno di eni sul metano da autotrazione, nella forma più tradizionale di CNG come in quella più futuristica GNL è grande; i risul- DISTRIBUTORI tati sono considerevoli, come di- L-CNG IN ITALIA mostra la crescende diffusione delle auto a metano, che fanno numeri di vendita sempre più interessanti e che rappresentano il futuro immediato della mobilità ecosostenibile.

6

(55)


BI-FUEL FOCUS

Centralina DimSport

DIESEL/METANO COCKTAIL VINCENTE Arriva la centralina che permette di miscelare diesel e metano. Così i motori con qualche anno sulle spalle rinascono a nuova vita, abbattendo anche consumi ed emissioni. L'elettronica di gestione raffinatissima è prodotta dal Gruppo HolDim di Alessandria • di Roberto Croci

N

asce come DimSport per farti sentire quella "spinta" in più, la coppia subito disponibile, insomma il "vavavum"! E' così che succede a chi installa una centralina elettronica di Dimensione Sport e il maghetto è lui: Giovanni Deregibus, super appassionato di elettronica e d'auto da corsa, che fonda l'azienda nel 1991, con altri soci competenti in questi "pezzettini di (56)

silicio". Oggi l'azienda fa parte del gruppo HolDim ed ha inaugurato una nuova sede a Serralunga di Crea, vicino ad Alessandria, per far fronte ai nuovi progetti, con obiettivo l'Europa! Non solo coppia e potenza, ma anche risparmio energetico, miscelazione di vari carburanti, adattamento a specifiche condizioni d'uso dei motori. Insomma centralina si, ma oltre al "vavavum" c'è di più!


HILUX DIESEL E METANO In collabo-

DIMENSIONE GID Dal 2009 c'è una nuova "dimensione" a Serralunga di Crea! E' la D-GID (DieselGas Iniezione Dinamica) ovvero l'alimentazione di motori Diesel con una miscela controllata di gas naturale (metano) e gasolio. Un vero Diesel Dual Fuel (DDF) Made in Italy che sta interessando tutti i produttori di veicoli industriali, ed ora anche di veicoli commerciali, e persino i fuoristrada. Il progetto, sviluppato dalla società Ecomotive del gruppo HolDim, consente di miscelare gasolio con altri gas "puliti" e più economici, grazie a centraline ed iniettori intelligenti. Il gasolio, iniettato in quantità ridotta, serve solo ad innescare la combustione della miscela aria/gas calcolata dalla piattaforma elettronica, che colloquia con il sistema originale di gestione motore (supporto canbus r/w). L'impiego del gasolio viene ridotto dal 50% nei transitori, e fino al 90% a règime costante! La riduzione di consumi ed emissioni è compresa tra il 10% e 40%.

razione con la bolognese Landi Renzo, leader mondiale degli impianti GPL/metano, la Ecomotive ha realizzato il primo 4x4 Diesel/Metano su un pick up Toyota HILUX. L'impianto è simile a quelli tradizionali sulle trasformazioni GPL/metano dei motori benzina. Ma sul motore a gasolio non ci sono candele per innescare l'accensione necessaria anche al carburante naturale e quindi deve essere mantenuta una quota di miscelazione dei due carburanti. Qui interviene l'elettronica di Ecomotive: una mappatura della centralina toglie parte del gasolio, una seconda aggiunge il metano, mantenendo i valori di combustione originale. La bombola di gas naturale è posta nel cassone, ma nella versione definitiva verrà installata sotto il telaio, anche doppia, per una autonomia fino a 640 km. Quasi nulle le differenze di performance. In sintesi un risparmio da 0,12 €/km contro il puro gasolio di 0,18 €/km. Il costo di ca. 2.000 € netto IVA viene dunque ammortizzato nei primi 40.000 km. Si stanno studiando anche le applicazioni per omologare in Dual Fuel Isuzu Max, Mitsubishi L200 e Nissan Navarra. Infatti l'applicazione più caratteristica è sui veicoli commerciali che devono percorrere molti chilometri, tra l'altro in modo "pulito" (meno 15% di CO2 e meno 68% di altri inquinanti, che sul Diesel non scherzano!). E per le 4x4 Diesel vetture? Il metano può attendere... la legge, se arriverà.

Ben evidente la riduzione di emissioni del Dual Fuel HILUX Diesel rispetto al modello originale.

2.000

EURO, IL COSTO IMPIANTO AMMORTIZZATO NEI PRIMI 40.000 KM

Le riduzioni di CO2 con il D-GID Elementi

D-GID Dual Fuel

Monofuel (l)

Differenza (%)

CO2 CO NOx PM

186,90 0,397 0,191 0,008

219 1,0 0,25 0,25

-14,6 -60,3 -23,6 -68,0

(57)


LISTINO&CONSUMI BI-FUEL È UN’AUTO ALIMENTATA DA 2 CARBURANTI: BENZINA/GPL O BENZINA/METANO

BENZINA/GPL

Hyundai i10 1.1 12 v BlueDrive 21,3 km/l

1

Tipo: citycar, 5 posti, 5 porte Motore: 3 cilindri, 1086 cc, 69 cv, 99 Nm di coppia a 4.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 384, larghezza 168, altezza 152. Bagagliaio: da 225 a 910 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 15,0 secondi, velocità massima 156 km/h. Consumi: nel misto 21,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 110 g/km. PREZZO: DA 10.250 EURO

2

Suzuki Alto 1.0 GPL

3

Ford Focus 1.6 16V GPL

17,9 km/l

17,0 km/l Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1596 cc, 125 cv, 159 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 436, larghezza 182, altezza 148. Bagagliaio: da 295 a 979 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,9 secondi, velocità massima 196 km/h. Consumi: nel misto 17,0 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 136 g/km. PREZZO: DA 19.750 EURO. (VERSIONI SW DA 20.500 EURO)

Tipo: citycar, 4 posti, 5 porte Motore: 3 cilindri, 996 cc, 68 cv, 90 Nm di coppia a 4.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 350, larghezza 160, altezza 147. Bagagliaio: da 129 a 774 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,0 secondi, velocità massima 155 km/h. Consumi: nel misto 17,9 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 93 g/km. PREZZO: DA 9.465 EURO

Alfa Romeo Mito 1.4 T 120 CV GPL

Alfa Romeo Giulietta 1.4 T 120 CV GPL 12,3 km/l

12,0 km/l

Tipo: utilitaria, 4 posti, 3 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 120 cv, 206 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 406, larghezza 172, altezza 145. Bagagliaio: da 270 a 1020 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,8 secondi, velocità massima 198 km/h. Consumi: nel misto 12,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 131 g/km. PREZZO: DA 19.500 EURO

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 120 cv, 206 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 435, larghezza 180, altezza 145. Bagagliaio: da 350 a 1150 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,3 secondi, velocità massima 195 km/h. Consumi: nel misto 12,0 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 134 g/km. PREZZO: DA 22.370 EURO

Chevrolet Aveo 1.2 GPL

Chevrolet Spark 1.0 GPL

13,5 km/l

14,7 km/l Tipo: citycar, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 995 cc, 68 cv, 93 Nm di coppia a 4.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 364, larghezza 160, altezza 155. Bagagliaio: da 170 a 900 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 15,5 secondi, velocità massima 155 km/h. Consumi: nel misto 14,7 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 110 g/km. PREZZO: DA 10.685 EURO. (VERSIONE 1.2 DA 13.815 EURO)

(58)

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1229 cc, 86 cv, 115 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 404, larghezza 174, altezza 152. Bagagliaio: da 290 a 980 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,4 secondi, velocità massima 171 km/h. Consumi: nel misto 13,5 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 110 g/km. PREZZO: DA 13.365 EURO


LISTINO&CONSUMI BENZINA/GPL Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Chevrolet Cruze 1.8 GPL

Chevrolet Orlando 1.8 GPL 11,8 km/l

11,8 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 1796 cc, 141 cv, 176 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 460, larghezza 179, altezza 148. Bagagliaio: 450 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,2 secondi, velocità massima 200 km/h. Consumi: nel misto 11,8 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 139 g/km. PREZZO: DA 18.970 EURO

Tipo: monovolume, 7 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1796 cc, 141 cv, 176 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 465, larghezza 184, altezza 163. Bagagliaio: da 454 a 1487 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,6 secondi, velocità massima 185 km/h. Consumi: nel misto 11,8 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 156 g/km. PREZZO: DA 22.245 EURO

Citroën C3 1.1 GPL

Citroën DS3 1.4 VTi GPL 13,3 km/l

12,2 km/l

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1124 cc, 60 cv, 94 Nm di coppia a 3.300 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 394, larghezza 173, altezza 152. Bagagliaio: da 300 a 1300 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 18,7 secondi, velocità massima 155 km/h. Consumi: nel misto 13,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 118 g/km. DA 14.250 EURO. (VERSIONE 1.4 DA 16.150 EURO - PICASSO DA 18.950 EURO)

Citroën C4 1.4 VTi GPL

Tipo: utilitaria, 5 posti, 3 porte Motore: 4 cilindri, 1397 cc, 95 cv, 136 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 395, larghezza 172, altezza 144. Bagagliaio: da 285 a 1050 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,2 secondi, velocità massima 184 km/h. Consumi: nel misto 12,2 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 129 g/km. PREZZO: DA 17.400 EURO

Dacia Sandero 1.2 GPL 16,1 km/l

16,9 km/l

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1598 cc, 120 cv, 160 Nm di coppia a 4.250 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 433, larghezza 179, altezza 149. Bagagliaio: da 408 a 1183 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,2 secondi, velocità massima 184 km/h. Consumi: nel misto 16,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 143 g/km. PREZZO: DA 20.050 EURO

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1149 cc, 75 cv, 107 Nm di coppia a 4.250 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 402, larghezza 175, altezza 153. Bagagliaio: da 320 a 1200 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,6 secondi, velocità massima 161 km/h. Consumi: nel misto 16,9 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 122 g/km. PREZZO: DA 8.100 EURO

Dacia Logan MCV 1.6 GPL

Dacia Duster 1.6 GPL 10,4 km/l

11,0 km/l

Tipo: multispazio, 5/7 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1598 cc, 84 cv, 135 Nm di coppia a 2.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 447, larghezza 174, altezza 164. Bagagliaio: da 198 a 2350 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,3 secondi, velocità massima 163 km/h. Consumi: nel misto 10,4 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 149 g/km. PREZZO: DA 11.700 EURO

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1598 cc, 105 cv, 148 Nm di coppia a 3.750 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 432, larghezza 182, altezza 163. Bagagliaio: da 443 a 1604 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,8 secondi, velocità massima 165 km/h. Consumi: nel misto 11,0 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 146 g/km. PREZZO: DA 15.600 EURO

Fiat 500 1.2 Easy Power

Fiat Panda 1.2 Easy Power 15,1 km/l

15,1 km/l

Tipo: citycar, 4 posti, 3 porte Motore: 4 cilindri, 1242 cc, 69 cv, 102 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 365, larghezza 164, altezza 155. Bagagliaio: da 165 a 680 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,0 secondi, velocità massima 160 km/h. Consumi: nel misto 15,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 106 g/km. PREZZO: DA 13.350 EURO

Tipo: citycar, 4 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1242 cc, 69 cv, 102 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 365, larghezza 164, altezza 155. Bagagliaio: da 225 a 870 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,2 secondi, velocità massima 164 km/h. Consumi: nel misto 15,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 107 g/km. PREZZO: DA 12.200 EURO

(59)


LISTINO&CONSUMI BENZINA/GPL Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Fiat Punto 1.4 Easy Power

Fiat Bravo 1.4 Easy Power 14,3 km/l

12,0 km/l

Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 77 cv, 115 Nm di coppia a 3.250 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 407, larghezza 169, altezza 151. Bagagliaio: da 200 a 955 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,2 secondi, velocità massima 165 km/h. Consumi: nel misto 14,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 114 g/km. PREZZO: DA 13.850 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 90 cv, 128 Nm di coppia a 4.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 434, larghezza 179, altezza 150. Bagagliaio: da 365 a 1175 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,5 secondi, velocità massima 179 km/h. Consumi: nel misto 12,0 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 134 g/km. PREZZO: DA 18.960 EURO

Ford Fiesta 1.4 16V GPL

Ford Mondeo 2.0 16V GPL 14,1 km/l Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte Motore: 4 cilindri, 1388 cc, 97 cv, 125 Nm di coppia a 4.200 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 395, larghezza 171, altezza 148. Bagagliaio: da 295 a 979 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,2 secondi, velocità massima 175 km/h. Consumi: nel misto 14,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 119 g/km. PREZZO: DA 14.000 EURO

Ford C-Max 1.6 16V GPL

9,8 km/l Tipo: berlina, 5 posti, 4/5 porte Motore: 4 cilindri, 1999 cc, 145 cv, 190 Nm di coppia a 4.400 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 485, larghezza 189, altezza 150. Bagagliaio: 550 litri. Prestazioni: 0100 km/h 9,9 secondi, velocità massima 210 km/h. Consumi: nel misto 9,8 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 167 g/km. DA 26.750 EURO. (VERSIONI 5 PORTE DA 26.750 EURO - SW DA 27.500 EURO)

Hyundai i10 1.1 12 V BlueDrive 17,0 km/l

21,3 km/l

Tipo: multispazio, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1596 cc, 125 cv, 159 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 438, larghezza 183, altezza 163. Bagagliaio: da 295 a 979 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,5 secondi, velocità massima 188 km/h. Consumi: nel misto 17,0 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 154 g/km. PREZZO: DA 21.250 EURO

Tipo: citycar, 5 posti, 5 porte Motore: 3 cilindri, 1086 cc, 69 cv, 99 Nm di coppia a 4.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 384, larghezza 168, altezza 152. Bagagliaio: da 225 a 910 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 15,0 secondi, velocità massima 156 km/h. Consumi: nel misto 21,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 110 g/km. PREZZO: DA 10.250 EURO

Hyundai i20 1.2 BlueDrive

Kia Venga 1.4 GPL 14,3 km/l

16,7 km/l

Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte. Motore: 4 cilindri, 1248 cc, 85 cv, 121 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 400, larghezza 171, altezza 149. Bagagliaio: da 295 a 1060 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,7 secondi, velocità massima 167 km/h. Consumi: nel misto 14,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 109 g/km. PREZZO: DA 13.400 EURO

Tipo: multispazio, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1369 cc, 90 cv, 137 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 407, larghezza 167, altezza 170. Bagagliaio: da 440 a 1486 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,9 secondi, velocità massima 168 km/h. Consumi: nel misto 16,7 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 140 g/km. PREZZO: DA 16.250 EURO

Lancia Ypsilon 1.2 Ecochic

Lancia Delta 1.4 T-Jet Ecochic

14,7 km/l

12,0 km/l Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 120 cv, 206 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 452, larghezza 180, altezza 150. Bagagliaio: da 380 a 1150 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 9,8 secondi, velocità massima 195 km/h. Consumi: nel misto 12,0 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 134 g/km. PREZZO: DA 23.800 EURO

(60)

Tipo: utilitaria, 4/5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1242 cc, 69 cv, 99 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 384, larghezza 168, altezza 152. Bagagliaio: da 245 a 940 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,5 secondi, velocità massima 163 km/h. Consumi: nel misto 14,7 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 110 g/km. PREZZO: DA 14.600 EURO


LISTINO&CONSUMI BENZINA/GPL Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Mitsubishi ASX 1.6 2WD GPL

Nissan Micra 1.2 12V GPL 12,7 km/l

15,1 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1590 cc, 117 cv, 154 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 430, larghezza 177, altezza 162. Bagagliaio: da 442 a 1219 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,4 secondi, velocità massima 183 km/h. Consumi: nel misto 12,7 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 129 g/km. PREZZO: DA 20.850 EURO

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 3 cilindri, 1198 cc, 80 cv, 110 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 378, larghezza 168, altezza 153. Bagagliaio: da 265 a 1132 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,7 secondi, velocità massima 170 km/h. Consumi: nel misto 15,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 107 g/km. PREZZO: DA 12.960 EURO

Nissan Qashqai 1.6 GPL

Opel Astra 1.4 T GPL Tech 11,4 km/l

12,7 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1598 cc, 117 cv, 154 Nm di coppia a 4.400 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 433, larghezza 178, altezza 161. Bagagliaio: da 382 a 1520 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,9 secondi, velocità massima 181 km/h. Consumi: nel misto 11,4 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 132 g/km. PREZZO: DA 21.160 EURO

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1364 cc, 140 cv, 200 Nm di coppia a 1.850 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 442, larghezza 181, altezza 151. Bagagliaio: da 370 a 1235 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 9,7 secondi, velocità massima 202 km/h. Consumi: nel misto 12,7 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 129 g/km. PREZZO: DA 21.750 EURO. (VERSIONE SW DA 22.650 EURO)

Opel Insigna 1.4 T GPL Tech

Opel Corsa 1.2 GPL Tech

12,3 km/l

13,5 km/l Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte Motore: 4 cilindri, 1229 cc, 86 cv, 115 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 400, larghezza 171, altezza 149. Bagagliaio: da 285 a 1050 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,5 secondi, velocità massima 170 km/h. Consumi: nel misto 13,5 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 119 g/km. PREZZO: DA 14.350 EURO

Opel Meriva 1.4 T GPL Tech

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte. Motore: 4 cilindri, 1364 cc, 140 cv, 220 Nm di coppia a 1.850 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 483, larghezza 186, altezza 150. Bagagliaio: 500 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,5 secondi, velocità massima 200 km/h. Consumi: nel misto 12,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 132 g/km. PREZZO: DA 28.200 EURO (VERSIONE SW DA 29.200 EURO)

Peugeot 207 1.4 ECO GPL 11,8 km/l

12,8 km/l

Tipo: monovolume, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1364 cc, 120 cv, 175 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 429, larghezza 181, altezza 162. Bagagliaio: da 400 a 1500 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,5 secondi, velocità massima 188 km/h. Consumi: nel misto 11,8 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 143 g/km. PREZZO: DA 20.450 EURO. (VERSIONE SW DA 22.650 EURO)

Renault Clio 1.2 GPL

Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte Motore: 4 cilindri, 1360 cc, 75 cv, 118 Nm di coppia a 3.300 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 403, larghezza 172, altezza 147. Bagagliaio: da 270 a 923 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,9 secondi, velocità massima 170 km/h. Consumi: nel misto 12,8 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 127 g/km. PREZZO: DA 15.505 EURO. (VERSIONE SW DA 16.805 EURO)

Seat Ibiza 1.6 BI FUEL 13,1 km/l Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte Motore: 4 cilindri, 1149 cc, 75 cv, 105 Nm di coppia a 3.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 402, larghezza 171, altezza 148. Bagagliaio: da 288 a 1028 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,4 secondi, velocità massima 167 km/h. Consumi: nel misto 13,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 121 g/km. PREZZO: DA 14.200 EURO

(61)

13,1 km/l Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1595 cc, 82 cv, 145 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 406, larghezza 169, altezza 145. Bagagliaio: da 292 a 1000 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,2 secondi, velocità massima 188 km/h. Consumi: nel misto 13,1 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 123 g/km. PREZZO: DA 14.650 EURO


LISTINO&CONSUMI BENZINA/GPL - BENZINA/METANO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Seat Altea 1.6 BI FUEL

Skoda Octavia 1.6 GPLine 10,2 km/l

10,9 km/l

Tipo: monovolume, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1595 cc, 102 cv, 148 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 428, larghezza 177, altezza 158. Bagagliaio: da 409 a 1350 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,8 secondi, velocità massima 181 km/h. Consumi: nel misto 10,2 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 159 g/km. PREZZO: DA 19.550 EURO

Subaru Impreza 1.5 Bi-Fuel

Tipo: berlina, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1595 cc, 102 cv, 148 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 457, larghezza 177, altezza 146. Bagagliaio: da 585 a 1420 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,8 secondi, velocità massima 190 km/h. Consumi: nel misto 10,9 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 149 g/km. PREZZO: DA 22.250 EURO. (VERSIONE SW DA 23.160 EURO)

Subaru XV 1.6 Bi-Fuel 9,9 km/l

9,9 km/l

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1498 cc, 107 cv, 142 Nm di coppia a 3.200 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 442, larghezza 174, altezza 148. Bagagliaio: da 320 a 1216 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,0 secondi, velocità massima 175 km/h. Consumi: nel misto 9,9 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 176 g/km. PREZZO: DA 21.310 EURO. (VERSIONE 2.0 DA 25.380 EURO)

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1498 cc, 107 cv, 142 Nm di coppia a 3.200 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 442, larghezza 174, altezza 148. Bagagliaio: da 320 a 1216 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,0 secondi, velocità massima 175 km/h. Consumi: nel misto 9,9 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 176 g/km. PREZZO: DA 21.310 EURO. (VERSIONE 2.0 DA 25.380 EURO)

Volkswagen Polo 1.6 BiFuel

Subaru Forester 2.0 Bi-Fuel

13,2 km/l

13,3 km/l

Tipo: utilitaria, 5 posti, 3/5 porte Motore: 4 cilindri, 1595 cc, 82 cv, 145 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 397, larghezza 168, altezza 145. Bagagliaio: da 280 a 952 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,2 secondi, velocità massima 188 km/h. Consumi: nel misto 13,2 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 123 g/km. PREZZO: DA 16.700 EURO

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1995 cc, 150 cv, 198 Nm di coppia a 4.200 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 456, larghezza 178, altezza 168. Bagagliaio: da 450 a 1300 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,7 secondi, velocità massima 185 km/h. Consumi: nel misto 13,3 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 173 g/km. PREZZO: DA 32.760 EURO

Volkswagen Golf 1.6 BiFuel 10,9 km/l Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1595 cc, 102 cv, 148 Nm di coppia a 3.800 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 420, larghezza 179, altezza 150. Bagagliaio: da 350 a 1305 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,9 secondi, velocità massima 188 km/h. Consumi: nel misto 10,9 km con un litro di GPL. Emissioni CO2: 149 g/km. PREZZO: DA 22.980 EURO

Seat Mii Ecofuel

BENZINA/METANO IL METANO È UN IDROCARBURO SOTTO FORMA DI GAS (62)

34,48 km/kg

1

Tipo: citycar, 4 posti, 3/5 porte. Motore: 3 cilindri, 999 cc, 68 cv, 95 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 356, larghezza 164, altezza 148. Bagagliaio: da 238 a 951 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 15,8 secondi, velocità massima 168 km/h. Consumi: nel misto 34,48 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 79 g/km. PREZZO: DA 12.100 EURO


LISTINO&CONSUMI BENZINA/METANO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Volkswagen eco-up!

1

Lancia Ypsilon Ecochic 34,48 km/kg Tipo: citycar, 4 posti, 3/5 porte. Motore: 3 cilindri, 999 cc, 68 cv, 95 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 356, larghezza 164, altezza 148. Bagagliaio: da 238 a 951 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 15,8 secondi, velocità massima 168 km/h. Consumi: nel misto 34,48 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 79 g/km. PREZZO: DA 13.500 EURO

Fiat Doblò 1.4 T-Jet Natural Power

2

32,6 km/kg Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 2 cilindri, 875 cc, 80 cv, 140 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 384, larghezza 167, altezza 155. Bagagliaio: da 202 a 940 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 13,1 secondi, velocità massima 169 km/h. Consumi: nel misto 32,6 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 86 g/km. PREZZO: DA 16.500 EURO

Fiat Panda 0.9 TwinAir Natural Power

20,4 km/kg

32,3 km/kg

Tipo: multispazio, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 120 cv, 206 Nm di coppia a 2.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 439, larghezza 179, altezza 185. Bagagliaio: da 790 a 3200 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,3 secondi, velocità massima 172 km/h. Consumi: nel misto 20,4 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 134 g/km. PREZZO: DA 20.750 EURO

Tipo: citycar, 4 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 77 cv, 115 Nm di coppia a 3.250 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 365, larghezza 164, altezza 161. Bagagliaio: da 225 a 845 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,0 secondi, velocità massima 170 km/h. Consumi: nel misto 32,3 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 86 g/km. PREZZO: DA 13.950 EURO

Fiat Punto 1.4 Natural Power

Fiat Qubo 1.4 Natural Power 23,8 km/kg

23,8 km/kg

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 77 cv, 115 Nm di coppia a 3.250 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 407, larghezza 169, altezza 151. Bagagliaio: da 200 a 955 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 14,9 secondi, velocità massima 162 km/h. Consumi: nel misto 23,8 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 115 g/km. PREZZO: DA 15.840 EURO

Tipo: multispazio, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1368 cc, 77 cv, 115 Nm di coppia a 3.250 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 396, larghezza 172, altezza 181. Bagagliaio: da 250 a 2400 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 16,0 secondi, velocità massima 155 km/h. Consumi: nel misto 23,8 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 114 g/km. PREZZO: DA 16.950 EURO

Mercedes-Benz E200 NGT

Opel Zafira Tourer 1.6 T EcoM 150CV 17,9 km/kg

22,2 km/kg

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 1796 cc, 163 cv, 240 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 5 marce. Dimensioni: lunghezza 487, larghezza 185, altezza 147. Bagagliaio: da 400 a 540 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,4 secondi, velocità massima 224 km/h. Consumi: nel misto 17,9 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 149 g/km. PREZZO: DA 51.091EURO

Tipo: multispazio, 7 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1598cc, 150 cv, 210 Nm di coppia a 2.300 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 466, larghezza 188, altezza 169. Bagagliaio: da 152 a 1860 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,2 secondi, velocità massima 204 km/h. Consumi: nel misto 22,2 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 129 g/km. PREZZO: DA 27.700 EURO

Volkswagen Passat 1.4 TSI Ecofuel

Volkswagen Touran 1.4 TSI Ecofuel

22,2 km/kg

22,2 km/kg

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 1390 cc, 150 cv, 220 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 477, larghezza 182, altezza 147. Bagagliaio: da 485 a 603 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 9,8 secondi, velocità massima 214 km/h. Consumi: nel misto 22,2 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 119 g/km. PREZZO: DA 30.800 EURO

Tipo: multispazio, 7 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1390 cc, 150 cv, 220 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 440, larghezza 179, altezza 167. Bagagliaio: da 121 a 1.913 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,2 secondi, velocità massima 204 km/h. Consumi: nel misto 22,2 km con un chilo di metano. Emissioni CO2: 128 g/km. PREZZO: DA 28.800 EURO

(63)


DONA SUBITO!

XXXX

DALLÂ’1 AL 19 FEBBRAIO 2012

Nel mondo 1 milione e mezzo di bambini vivono sulla strada,         "   $ #        !            Aiutaci a costruire per questi bambini un futuro lontano dalla strada. Cosa aspetti? Chiama o manda un sms! 2 € da cellulare.

      Via Durazzo 5 - 20134 Milano T +39 02/36533320 F +39 02/56804567

('     && && &'    

,* )


News

Le ibride da pista Ferrari, Porsche, McLaren

on the road

Fino a Tokyo con la Peugeot Hybrid


HYBRID NEWS FERRARI F70

ANTEPRIMA LE IBRIDE DA PISTA

La prima ibrida

del Cavallino Rampante L

a nuova supercar Ferrari è quasi pronta al debutto. I muletti camuffati girano per le colline intorno a Maranello e la meccanica viene svelata un po’ alla volta. Il nome è un mistero, F70 è l’appellativo nato spontaneamente tra gli appassionati. L’erede della Enzo sarà la prima Ferrari ibrida; avrà, infatti, il sistema Hy-Kers, derivato dalla Formula 1, che permetterà di contenere le emissioni aumentando contemporaneamente la potenza. L’abbinamento con il 6.3 V12 montato centralmente fornirà oltre 900 CV, che verranno gestiti dal cambio doppia frizione a sette rapporti. Al Salone di Parigi è stata svelata la monoscocca in carbonio che garantirà una riduzione di peso del 20%, aumentando allo stesso tempo la rigidità torsionale (+27%) e quella flessionale (+20%). Rispetto al telaio della

-20 % DI PESO

Enzo, anch’esso in carbonio, sono stati implementati i processi produttivi usati dalla Scuderia Ferrari per la Formula 1 e Rory Byrne ha preso parte allo sviluppo. Quattro le tipologie di carbonio utilizzate: le due principali sono la T800 e la sua variante T800UD a fibre unidirezionali, mentre la parte bassa della “vasca” di carbonio usa la M46J e le portiere T1000, che rappresentano il modello più resistente (lo stesso del musetto della F1). Il sottoscocca è composto da una fibra di carbonio e kevlar, più adatta a proteggere le sottilissime batterie del sistema ibrido.

900 CAVALLI

H2

roma

Volvo V60 Plug-in Hybrid Tre auto in una Volvo V60 Plugh-In Hybrid è stata protagonista a H2 Roma: un test drive per le strade di Roma e una tavola rotonda con i grandi marchi per discutere del futuro dell’auto e del

pianeta. La prima automobile ibrida plug-in diesel si fa in tre: elettrica, ibrida e diesel. La trazione anteriore è affidata al turbodiesel 5 cilindri da 2,4 litri che eroga 215 cavalli e 440 Nm, con cambio automatico a 6 marce. L’asse posteriore è azionato da un motore elettrico da 70 cavalli, alimentato da un pacco batteria agli ioni di litio da 11,2 kWh, situato sotto il piano

(66)

di carico. La modalità di guida si sceglie con tre pulsanti sul cruscotto: Pure, Hybrid o Power. L’autonomia arriva a 50 km senza emissioni. Le emissioni totali di CO2 sono di 49 g/km, con un consumo di carburante di 1,9 l/100 km. L’autonomia complessiva dell’auto arriva a 1000 km. L'accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 6,2 secondi.


PORSCHE 918 SPYDER

Stoccarda raccoglie la sfida! motori elettrici e consentendo anche un utilizzo “full electric” per 25 chilometri. Una vera rivoluzione nell’esclusivo segmento delle hypercar. Il propulsore termico, montato centralmente, è un V8 aspirato da 4,6 litri, in grado di erogare 580 CV a 9.000 giri/min e circa 500 Nm di coppia massima. Le unità elettriche sono posizionate sui due assi, per una migliore distribuzione dei pesi e per avere a disposizione la trazione integrale. Erogano 119 e 126 CV lavorando in sinergia con una batteria agli ioni di litio. La potenza combinata del sistema ibrido è di 795 CV è 780 Nm di coppia, a fronte di emissioni record: solo 70 g/km consumando 3L/100 km. Le prestazioni sono al top: l’auto supera i 325 km/h e passa da 0 a 100 in meno di 3 secondi. Da Stoccarda hanno già comunicato il prezzo dell’auto, che partirà da 786.954 euro.

F

errari e McLaren corrono sulla via dell’ibrido per le loro prossime supercar, ma Porsche non rimane certo a guardare. Anzi, la sua 918 Spyder, rispetto alla altre supercar ibride, è quella più vicina alla produzione. Verrà presentata in versione definitiva al prossimo Salone di Ginevra, dando vita a un epico scontro con la sportiva italiana e quella inglese. La 918 Spyder, comunque, è quella che sfrutta di più la tecnologia ibrida, utilizzando due

+6CV Honda CR-Z Facelift Iniezione di potenza per la piccola futuristica

Honda ha svelato al Salone di Parigi la CR-Z 2013, che presenta poche novità dal punto di vista estetico, ma vanta un significativo aggiornamento del powertrain ibrido. Una liena già avveniristica come la sua aveva bisogno di pochi ritocchi: un nuovo paraurti, un diverso estrattore posteriore e cerchi in lega da 17 pollici. Al motore, invece, qualche cavallo in più non avrebbe fatto male e infatti il 1.5 litri benzina i-VTEC è passato da 114 a 121 CV. Anche l’unità elettrica ha avuto delle migliorie, cominiciando con una batteria agli ioni

MCLAREN P1 CONCEPT

Con il Kers e il DRS è parente stretta

della Formula1

E

ssere all’altezza della McLaren F1 degli anni ’90, è la missione della P1 vista al Salone di Parigi in veste di concept. È pronta per la produzione, con un debutto commerciale vicino a quello della Ferrari F70. Il rischio è di passare in secondo piano. Ma sul piano tecnico la McLaren P1 non teme confronti. L’aerodinamica attiva è il suo

Mercedes E BlueTEC Hybrid Il diesel ha preso la scossa Il primo modello diesel-ibrdo della Stella consuma 4,2 litri di gasolio per 100 km emettendo 109 g CO2/km. La BlueTEC HYBRID è la

fiore all’occhiello: l’ala posteriore si regola fino a 300 mm in pista e 120 mm su strada, sfruttando angolazioni fino a 29° e la funzione DRS (ripresa dalla Formula 1). All’anteriore si trovano due spoiler attivi con incidenza variabile tra 0 e 60 gradi. Il pacchetto aerodinamico della P1 genera una deportanza di 600 kg, un valore quintuplicato ri-

H2

roma

spetto alla MP4-12C. Il motore è la parte meno esotica dell’auto, visto che sarà il 3.8 V6 biturbo montato sulla MP4-12C, ma opportunamente modificato. Sulla P1 guadagnerà un sistema ibrido in stile Kers che porterà a un rapporto peso/potenza di oltre 600 CV per tonnellata. Il guanto di sfida a Maranello, in perfetto stile inglese, è stato gettato.

Classe E più efficiente mai prodotta grazie al 2.1 biturbo diesel 4 cilindri che eroga 204 CV e 500 Nm di coppia. Il motore elettrico da 20 kW e 250 Nm ha una batteria agli ioni di litio. Il sistema non limita lo spazio interno, è dotato di start/stop, di rigenerazione dell’energia, dell’effetto boost, della guida elettrica e alla modalità “sailing”. La marcia a emissioni zero

(67)

di litio di ultima generazione, che è in grado di supportare l’accresciuta potenza del propulsore elettrico, salito da 14 a 20 CV. In questo modo la potenza combinata complessiva è di 137 CV (invece che 124 CV), con una coppia massima passata da 174 a 190 Nm. Ne beneficia lo scatto da 0 a 100 km/h, che ora avviene in 9 secondi netti (anziché 9,9), mentre la velocità massima di 200 km/h è invariata. Honda dichiara un consumo medio di a 5,0 l/100 Km, con emissioni di CO2 di 116 g/Km.

è possibile solo per un chilometro e l'aggravio di peso è di 100 kg. I consumi e le emissioni scendono del 30%; le prestazioni sono invariate 242 km/h di punta massima e 0-100 in 7,5 secondi. In autostrada, ad andatura costante (fino a 160 l'ora), il Diesel si spegne e la vettura, si muove solo con l’elettrico. I prezzi partono da 52.386 euro.


ON THE ROAD

Peugeot 3008 Hybrid4

UN VIAGGIO RO DAL CUORE VER 19.242

i chilometri percorsi

i paesi attraversati Slovenia, Croazia, Serbia, Romania, Moldavia, Ucraina, Russia, Kazakistan. Uzbekistan, Tajikistan, Kirghizistan, Cina, Sud Corea e Giappone.

(68)


4

T 3008

HYBRID

EURASIA

PEUGEO

D

• testo di Alessandro Vai

(69)

ITALIA

HYBRID4

Mariella e Silvia sono partite da Milano verso Tokyo ripercorrendo la “via della seta” di Marco Polo, ma all’insegna dell’ecosostenibilità. Sedici stati visitati raccogliendo fondi per tre Onlus impegnate in progetti umanitari nei Paesi attraversati

opo il Mongol Rally e la Transafrica, affrontate negli ultimi due anni, Mariella e Silvia hanno voluto ripercorrere, almeno in parte, la famosa “via della Mariella Carimini seta” di Marco Polo. Attraversare l’EuroSilvia Gottardi pa per arrivare in Asia passando per strade asfaltate, piste non segnate e lunghi sterrati, alla ricerca dell’avventura e senza checkpoint programmati. Questo hanno affrontato le nostre eroine, partite da Milano e arrivate a Tokyo due mesi dopo. Tutto questo spicca con il nobile intento di raccogliere fondi per le Onlus. Un viaggio complesso e costoso come Eurasia 2012 ha contato anche sulla presenza di diversi sponsor, in primis di Peugeot Italia che ha messo a disposizione una 3008 HYbrid 4 riverniciata in rosa, in onore della Fondazione Candido Cannavò, e tappezzata con i marchi delle aziende partner. PEUGEOT 3008

OSA RDE

MILANO

TOK YO


imposta in Cina. Pensavamo che l’Europa dell’Est sarebbe stata noiosa ma ci siamo ricredute. In Romania il paesaggio è davvero rurale e man mano che ci addentriamo, le automobili lasciano il passo a carretti trainati da cavalli o asini. La Transnistria è un Paese autoproclamatosi indipendente che dobbiamo attraversare per passare dalla Moldavia all’Ucraina. Alla dogana non vedono l’adesivo della loro bandiera sulla 3008 e parte la rappresaglia. Veniamo sballottate da un ufficio all’altro, compiliamo moduli e paghiamo tasse di cui non avevamo sentito parlare. Tutto questo per fare 10 chilometri. A Kiev incontriamo una delle fondatrici di Femen che ci illustra quali sono i principi del movimento.

EUROPA DELL’EST

‘‘

RUSSIA-KAZAKISTAN

L’avventura in Russia inizia qualche mese prima della partenza con il rilascio dei visti. All’ennesima richiesta di spiegazioni, l'addetta ai visti del Consolato ha ribattuto: «Tu vuole visto Russia, tu spetta. Tu non vuole spetta, tu gira attorno a Russia.» Al momento abbiamo riso ma poi abbiamo temuto che fosse un anticipo di ciò che ci aspettava in Russia. Invece, fin da subito rimaniamo sorprese dal carattere aperto dei russi. Nel primo paese che incontriamo, una giornalista quasi si butta sotto la

(70)

3008 HYbrid 4 per fermarci. È colpita dalla nostra auto rosa e quando vede la mappa con il percorso sul cofano, ci trascina nella sua redazione per intervistarci. Scopriamo anche che le pompe di benzina hanno piKAZAKISTAN stole talmente vecchie che non sono compatibili con il bocchettone della Peugeot e quindi dobbiamo mettere il gasolio al rallentatore. Il Kazakistan è una distesa brulla punteggiata di cimiteri, molto caratteristici che assu-

RUSSIA

HYBRID4

Siamo partite con il bagaglio ridotto all'osso per lasciare spazio all'attrezzatura da campeggio, ai viveri, alle ruote di scorta e alle taniche per il carburante. Avevamo a bordo il videoperatore Michele Franceschini, e dovevamo prevedere il posto per una guida che ci sarebbe stata

PEUGEOT 3008

EUROPA DELL’EST

HYBRID4

‘‘

Peugeot 3008 Hybrid4

PEUGEOT 3008

ON THE ROAD


IN DETTAGLIO PEUGEOT 3008 HYBRID4 La Hybrid4 rappresenta il top della gamma 3008 e anche dal punto di vista dell'allestimento non manca nulla. Scegliendo le versioni 2.0 Hdi e soprattutto 1.6 Hdi si può risparmiare molto.

mono un fascino tutto particolare all’ora del tramonto e di pozzi di petrolio, tutt’altro che affascinanti. La 3008 sfreccia su queste strade levigate, salvo dover inchiodare per non investire mandrie di cammelli che le attraversano a passo lento. A 100 chilometri dal confine uzbeko inizia l’inferno, la strada diventa pessima e ci sono code infinite di camion per la dogana. Per fortuna gli stranieri hanno una corsia preferenziale e riusciamo a scampare gli otto giorni che impiegano i camionisti per passare il confine, ci bastano solo 5 ore.

‘‘

HYBRID4

UZBEKISTAN TAJIKISTAN KIRGHIZISTAN

PEUGEOT 3008

Carburante Prezzo Bollo CO2

ASIA CENTRALE: UZBEKISTAN, TAJIKISTAN, KIRGHIZISTAN

Visitiamo Moinaq, sul lago D’Aral. Ci addentriamo in quest’area e troviamo una desolazione impressionante, le persone sono tappate in casa per il caldo asfissiante e le strade sono deserte. Vogliamo vedere i relitti dei pescherecci incagliati sul fondo di quello che un tempo era un lago e che ora è un deserto. Per scattare una foto ci addentriamo, ma subito la pista sparisce e ci insabbiamo. Prendiamo pala e lastre antisprofondamento e un'ora dopo riusciamo a toglierci all'impaccio. Prima di affrontare la parte più avventurosa del nostro viaggio, cerchiamo disperatamente il gasolio che in Uzbekistan è pressoché sconosciuto. Lo troviamo solo in un albergo. Siamo emozionate all’idea di andare a Khovaling a vedere il “nostro” pozzo. Nostro perché nel 2010 abbiamo contribuito alla raccolta dei fondi necessari alla costruzione. Ci mettiamo 5 ore ad arrivare ma la visita al pozzo, che poi scopriamo essere una sorgente, ci ripaga della fatica fatta su queste strade proibitive. Lo stupefacente Kirghizistan ci attende. Nei nostri piani dovevamo solo attraversarlo per pochi chilometri e, invece, causa i combattimenti nel Pamir, dobbiamo tagliarlo per tutta la sua lunghezza, duemila chilolometri più del previsto. (71)

diesel € 35.000 € 296,70 99 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata 1.997 cc Num. cilindri 4 Potenza 200 cv Coppia 300 Nm (termico) 200 Nm (elettrico) Cambio 6 marce Peso 1.346 kg Capacità serbatoio 60 L Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro di sterzata

4,37 1,84 2,61 1,64 11

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 191 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 8,5 s Autonomia max 1.400 km Ciclo urbano extra-urbano misto

Km/litro 4,3 3,9 4

l’equipaggio Mariella Carimini e Silvia Gottardi, Michele Franceschini il videoperatore.

il progetto I fondi raccolti con questa iniziativa, ben 25.000 euro, sono stati donati a 3 Onlus: Actionaid per il miglioramento delle condizioni di vita delle contadine del distretto di Chongli nella Cina del Nord; Associazione il Gabbiano di Milano che con Sportivamenteinsieme promuove l’integrazione fra il mondo dei giovani e quello della disabilità attraverso lo sport; Orto dei Sogni per i bambini vittime del disastro nucleare di Fukushima in Giappone.


ON THE ROAD

Peugeot 3008 Hybrid4

‘‘

CINA

siamo gli unici con un mezzo elettrico. Qui le strade sono invase di motorini elettrici e, visto che la velocità massima è di 40 km/h, anche noi viaggiamo silenziosi in modalità zev. Scopriamo che in tutta la Cina vale l’ora di Pechino e ci

HYBRID4

CINA

adattarci noi, invece, è la cultura cinese del “sì”. I cinesi dicono sì a qualunque domanda, anche in contrapposizione fra loro, e non ammettono mai di non sapere qualcosa. Alla fine adottandiamo la tecnica del “chiedere conferma almeno a tre persone e seguire quello che dice la maggioranza. Una volta entrate nella regione dello Xiniang, notiamo subito che non

godiamo anche un po’ di privacy, cosa che sembra non esistere. Lo abbiamo notato dai bagni: in Europa erano molto simili ai nostri, in Asia Centrale erano semplici buchi nel terreno circondati da una casetta in legno, mentre in Cina non c’è un minimo di separazione tra una turca (o buco, o canale) e l’altra. Ci si può quasi stringere la mano. Io e Silvia siamo in forte imbarazzo. La prossima tappa ci porta a Chongli, una regione vicino a Pechino dove si trovano i cinque villaggi che aiuteremo con i fondi che abbiamo raccolto per Actionaid. Ci accoglie una famiglia che beneficerà del nostro progetto e sono felicissimi di averci lì per due giorni. Ma dopo poche ore arriva una telefonata dal Governo Locale che ci obbliga ad andare via per questioni di sicurezza. L’altro trauma è che dopo 21 giorni di viaggio dobbiamo abbandonare la nostra 3008 Hybrid 4. Abbiamo provato a viaggiare in PEUGEOT 3008

Appena arrivati in Cina ci viene imposta una guida che ha il compito di impedirci di entrare in zone proibite. Cerchiamo subito di mettere in chiaro quali sono le nostre esigenze e il nostro modo di viaggiare e David (il nome europeo scelto dalla guida cinese Zhang Bin) non sembra per nulla spaventato. Quello a cui dobbiamo

nave fino al Sud Corea e poi in Giappone ma le pratiche burocratiche e i costi elevatissimi non ce lo hanno permesso. Così a Tianjin la mettiamo dentro un container che la porterà a Fukuoka, in Giappone. L’unico danno riportato dalla vettura è un taglio orizzontale sul parabrezza causato da un sasso lanciato a velocità folle da un camion: siamo arrivate a Pechino sulle nostre “ruote” e senza nessun problema, non abbiamo neanche mai controllato olio e acqua, cambiato gomme, sostituito filtri. (72)


‘‘

COREA-GIAPPONE

COREA GIAPPONE

(73)

HYBRID4

giorni di viaggio

PEUGEOT 3008

60

Corea e Giappone li dobbiamo raggiungere in aereo. L'importante, comunque, è esserci perché è stato davvero complicato riuscire ad organizzare uno degli incontri più toccanti di questo viaggio. Andiamo a trovare le Donne Conforto nella loro House of Sharing fuori da Seul. Durante la Seconda guerra mondiale furono schiave sessuali a disposizione dei soldati giapponesi. Per decenni hanno vissuto nascondendosi per la vergogna, poi hanno deciso di uscire allo scoperto e da anni, ogni mercoledì, si radunano davanti all'ambasciata giapponese a Seul per ottenere le scuse ufficiali del governo giapponese. Scuse che non arriveranno mai perché, per i giapponesi, quegli abusi non sono mai avvenuti. Quando atterriamo a Fukuoka scopriamo che la 3008 Hybrid 4 è ancora in mezzo al mare. Passano quattro giorni di inferno in cui cerchiamo di capire dove è la nostra macchina e come riprendercela. Veniamo sballottate da un ufficio all’altro e ci vengono richieste somme folli solo per sdoganare la macchina. Ma non ci muoviamo dal porto e diventiamo il loro incubo finché possiamo riprenderci la nostra Peugeot. A Hiroshima siamo rimaste scioccate dalle immagini crude della devastazione atomica e dal messaggio di pace che questo posto riesce in ogni caso a trasmettere. Ci sentiamo un po’ a disagio in queste metropoli immense dove siamo circondate da bellissime donne molto curate. Noi siamo sporche e con vestiti ormai ridotti male; la nostra auto desta curiosità ma anche un po’ di ribrezzo fino a quando raccontiamo alle persone che cosa abbiamo fatto e quello che siamo riuscite a realizzare con il nostro impegno per Gabbiano, Actionaid e Orto dei Sogni. Quando ci avviciniamo a Tokyo c’è un silenzio religioso in macchina quasi come se questo traguardo fosse un momento da vivere intimamente. Tutto questo svanisce quando arriviamo alla Tokyo Tower e scendiamo urlando ed abbracciandoci per un’altra missione compiuta.


HYBRID TEST

Porsche Panamera S Hybrid

ALTA

TENSIONE! COSTA CIRCA 111.000€

(74)


A CHI PIACE Il prezzo impegnativo la rende un’auto per pochi mentre i contenuti tecnici ne fanno un prodotto per veri appassionati, ed è a loro che si rivolge. Può anche essere la berlina di rappresentanza per tutti gli alti dirigenti che vogliono dare un’immagine “verde” della propria azienda.

È una Porsche ma ha due anime opposte e ben distinte, entrambe di gran lusso. Premi un pulsante e la limousine, parca nei consumi, si trasforma in sportiva rabbiosa. Miracoli della tecnologia, che però si paga salata • provata da Alessandro Vai • foto di Igor Gentili

C

orrere come una 911 consumando come una Polo. Con la Panamera Hybrid S si può. Non c'è trucco e non c'è inganno, solo un piccolo particolare, il cartellino del prezzo da € 110.000. La quotazione è quella di una berlina sportiva, ovvviamente di lusso, anche se il concetto di sportività va “spalmato” su 5 metri e quasi 2 tonnellate. Però dimostrare che l’auto dei sogni, quella che va tanto consumando poco, può esistere, non ha prezzo. La tec-

nologia ibrida sta maturando e la sua diffusione massiccia è solo questione di tempo. La Hybrid S è la Porsche più ecosostenibile di sempre, emette solo 159 g/km di CO2, un dato incredibile considerando la sua massa. Le potenzialità dell’ibrido sono enormi, infatti verrà sviluppato per ogni modello futuro. La strada è tracciata, la 918 Spyder ne è la dimostrazione. Come la 959 degli anni 80, che fu l’ispirazione tecnica per i successivi venti anni, anche la nuova supercar


HYBRID TEST

Porsche Panamera S Hybrid

‘‘

Qui i settaggi sono 3: normal, sport e sport

plus. Scegliete il preferito e una mano invisibile lavorerà per voi,

modificando le regolazioni del motore, del cambio, dello sterzo e dei freni di Zuffenhausen diverrà un punto di riferimento (ne parliamo a pag 67). Nell’attesa, ci concentriamo sulla nostra Hybrid S con molta attenzione, ha così tanti pulsanti e levette che ci servono diversi minuti solo per regolare il climatizzatore. Mettiamo in moto e…nulla, silenzio, nessun rumore. Dopo un attimo di perplessità vediamo che il contagiri è su “ready” e proviamo a spingere l’acceleratore. La Panamera si muove leggera, solo il brecciolino scricchiola sotto le ruote. Entriamo nel traffico mossi solo dal motore elettrico, diamo più gas per immetterci e la spinta aumenta, il 3.0 V6 con compressore volumetrico si è risvegliato. A questo punto bisogna decidere come si vuole guidare, perché questa Porsche può essere docile come un gattino o feroce come un leone. Sono i miracoli dell’elettronica, basta pigiare un tastino sulla consolle centrale e l’auto cambia carattere. Qui i settaggi principali sono tre: normal, sport e sport plus. Scegliete il preferito e una mano invisibile lavorerà per voi, modificando le regolazioni del motore, del cambio, dello sterzo e dei freni. L’assetto, invece, ha una regolazione separata, per adattarlo meglio alla strada e per non dover rinunciare al confort quando si vuole la piena potenza; del resto la Panamera è anche una limousine. Se volete usarla come tale non vi deluderà. Le otto marce vengono inserite con una dolcezza tale che solo leggendo il display nel tachimetro si possono seguire le cambiate. Il propulsore termico ha tanta coppia in basso; aiutato dall’unità elettrica permette di tenere con sforzo minimo anche le andature autostradali. Ma sono proprio le situazioni di scorrimento che necessitano di più attenzione le prime volte. Perché la Pa-

clima sedile riscaldato/ventilato

modalità sport modalità sport plus

modalità guida elettrica

sollevatore sospensioni sospensioni elettroniche (76)

sollevatore spoiler posteriore

PSM Porsche Stability Management


DICONODI LEI

380 cv

SILVIO RAGUCCI ING. AEROSPAZIALE

Apprezzi le auto ibride? Ho avuto per quache settimana una Lexus di cortesia ibrida; mi piacerebbe acquistare una macchina con questa tecnologia. Questa porsche, nonostante esteticamente non sia il massimo, mi sembra un’ottima opzione. Ma anche la Cayenne ibrida non mi dispiace affatto!

DAL

WEB

Augusto R. “Massimo rispetto per Porsche e i suoi elevatissimi standard qualitativi, ma un ibrido che prevede rapporti di potenza totalmente sbilanciati a favore del termico sa tanto di operazioni puramente commerciali. Che piaccia o no, il vero ibrido è altra cosa”

Luca_TW “È l’uso urbano che trae vantaggi dal sistema, non per niente le ibride sono diffuse tra i taxisti. Ma non credo che vedremo molte Panamera taxi”

Barba_ra “Bene che anche le sportive lo abbiano: cosi’ almeno non si butta benzina con un 4000cc andando a 30km/h”

Oge Nwaozuzu

IL SISTEMA IBRIDO PARALLELO

L’unità termica è un V6, interamente in alluminio, con compressore volumetrico da 3,0 litri a iniezione diretta DFI - l’iniezione avviene direttamente nella camera di combustione, con precisione micrometrica e una pressione d i 120 bar, tramite valvole di iniezione ad azionamento elettromagnetico - con gli alberi a camme a geometria variabile. Eroga 333 CV e 400 Nm. Il motore elettrico è collocato tra il motore a combustione e il cambio; sviluppa 47 CV di potenza e viene alimentato da una batteria NiMH (nichel-metalidrato) posta sotto il vano bagagli. La potenza complessiva di sistema è di 380 CV con una coppia massima di 580 Nm, mentre l’interazione tra le due unità propulsive e la batteria ad alta tensione è regolata elettronicamente. Una speciale frizione di disaccoppiamento, sviluppata appositamente, inserisce o esclude il motore a combustione, che viene spento anche quando si è fermi con il pedale del freno premuto (funzione Start/Stop). L’attivazione del tasto E-Power attiva la guida con alimentazione completamente elettrica, se la batteria è carica a sufficienza e ha la giusta temperatura; l’autonomia massima è di 2 km. La curva caratteristica dell’acceleratore viene adattata per ritardare l’accensione del motore a combustione.

(77)


HYBRID TEST

Porsche Panamera S Hybrid

6secondi

da 0 a 100 km/h

namera ama “veleggiare” e lo fa fino a 165km/h. Vuol dire che quando rilasciate il gas le frizioni si aprono e il motore viene disaccoppiato; di fatto si procede in folle. È tutta benzina risparmiata ma la mancanza di freno motore lascia un po’ disorientati. Bisogna guardare lontano, cercando di prevedere il traffico, senza frenare o accelerare bruscamente. In questo modo si ottiene il meglio dalla Hybrid S e non è difficile fare 13 chilometri con un litro. Se invece avete fretta, è molto facile fare la fortuna dei benzinai. I cavalli sotto il cofano sono 380, una volta deciso di usarli tutti, bisogna anche dargli da bere. Però il gioco vale la candela. Selezionate la modalità Sport Plus, premete due volte il tastino adiacente per

270

km/h

indurire le sospensioni e vi sembrerà di stare su un’altra auto. Il V6 ringhia, i 580 Nm di coppia si riversano sulle quattro ruote motrici e la Panamera balza in avanti con un piglio che lascia di stucco. Superare qualsiasi limite è questione di attimi. L’unica cosa che disturba sono i famigerati comandi al volante del cambio Tiptronic S; la logica di funzionamento non è per nulla intuitiva ed è un peccato, perché, nonostante i 270 km/h di velocità massima, la Hybrid S non è un “incrociatore” da auto(78)

strada. In curva rivela una tenuta di strada encomiabile ed è quasi priva di sottosterzo. Perfino le strade di montagna, strette e piene di tornanti, non rappresentano un problema. Basta fare l’occhio alle misure e alla larghezza del cofano e la Panamera si arrampica come un capriolo. Ma gli effetti speciali non sono finiti, perché sul tunnel centrale c’è un altro pulsante magico, quello che attiva la funzione E-Boost. Per 5 chilometri si può avanzare solo col motore elettrico, a patto di accelerare con delicatezza e di non superare i 75 km/h. L’autonomia è irrisoria ma basta per entrare in alcune ZTL. Sebbene il centro storico non sia il luogo ideale, per parcheggiare 5 metri di macchina, da una certa soddisfazione utilizzare le strisce blu senza pagare. Come? È un altro vantaggio dell’ibrido.


IN SINTESI PORSCHE PANAMERA S HYBRID

Condivide il powetrain ibrido con la Cayenne. Sono le prime Porsche ibride della storia e faranno da apripista per i modelli successivi. Costa circa 30.000 euro in più della versione base, ma la differenza di prezzo è giustificata dalla tecnologia impiegata e dalle dotazioni di serie. Carburante Prezzo Bollo CO2

benzina € 111.186 € 1.046,54 167 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata 2995 cc Num. cilindri 6aV Potenza 380 cv a 5.500 g/m Coppia 580 Nm a 1.000 g/m Cambio a 8 marce automatico Peso 1.980 kg Capacità serbatoio 80 L Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro sterzata

4,97 1,91 2,42 1,29 n.d.

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 270 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 6,0 s Autonomia max 1.128 km Ciclo urbano extra-urbano misto

Km/litro 13,2 14,7 14,1

SICUREZZA Adulti n.p. Bambini n.p. Pedoni n.p.

(79)

La Panamera, come tutte le Porsche e la maggior parte dei brand di lusso, non è stata testata da EuroNCAP. Ad ogni modo la dotazione di sicurezza è di prim’ordine, con 8 airbag, le luci bi-xeno e il PASM (Porsche Active Stability Management) che veglia sul comportamento dinamico dell’auto.


LISTINO&CONSUMI IBRIDA È UN’AUTO MOSSA DA DUE PROPULSORI, UNO ELETTRICO E UNO TERMICO

1

Toyota Yaris 28,6 km/l PREZZO: DA 17.500 EURO

Tipo: utilitaria 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1497, 100 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 389, larghezza 170, altezza 151. Bagagliaio: da 286 a 1365 litri Prestazioni: 0-100 km/h 11,8 secondi, velocità massima 165 km/h. Consumi: nel misto 28,6 km con un litro di benzina . Emissioni CO2: 79 g/km.

2

Lexus Ct200h

3

Citroën DS5 Hybrid4

27,0 km/l

26,3 km/l

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1798 cc, 136 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 432, larghezza 177, altezza 143. Bagagliaio: da 275 a 985 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,3 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 27,0 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 94 g/km. PREZZO: DA 29.200 EURO

Tipo: crossover, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1997, 200 cv, 300 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 453, larghezza 187, altezza 150. Bagagliaio: da 325 a 468 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,6 secondi, velocità massima 211 km/h. Consumi: nel misto 26,3 km con un litro di gasolio. Emissioni CO2: 107 g/km. PREZZO: DA 37.150 EURO

Audi A6 2.0 TFSI hybrid tiptronic

Audi A8 2.0 TFSI hybrid tiptronic 15,5 km/l

15,9 km/l

Tipo: station wagon, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 cv, 350 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 492, larghezza 187, altezza 144. Bagagliaio: da 530 a 995 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,5 secondi, velocità massima 240 km/h. Consumi: nel misto 15,5 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 145 g/km. PREZZO: DA 57.350 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 cv, 480 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 514, larghezza 195, altezza 146. Bagagliaio: 335 litri. Prestazioni: 0100 km/h 7,7 secondi, velocità massima 235 km/h. Consumi: nel misto 15,9 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 147 g/km. PREZZO: DA 86.200 EURO

(80)


LISTINO&CONSUMI IBRIDO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Audi Q5 2.0 TFSI hybrid quattro tiptronic

BMW Active Hybrid 3

14,5 km/l

16,9 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 cv, 350 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 463, larghezza 188, altezza 165. Bagagliaio: da 460 a 1480 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,1 secondi, velocità massima 225 km/h. Consumi: nel misto 14,5 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 159 g/km. PREZZO: DA 57.280 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte. Motore: 6 cilindri, 2979, 340 cv, 450 Nm di coppia Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 462, larghezza 181, altezza 142. Bagagliaio: da 390 a 480 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,3 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 16,9 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 139 g/km. PREZZO: DA 55.700 EURO

BMW Active Hybrid 7

BMW Active Hybrid 5 15,6 km/l

10,6 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 6 cilindri, 2996, 340 cv, 450 Nm di coppia Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 490, larghezza 186, altezza 145. Bagagliaio: da 375 a 520 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,9 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 15,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 149 g/km. PREZZO: DA 64.500 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 8 cilindri, 4395, 465 cv, 700 Nm di coppia a 2.000 g/m Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 507, larghezza 190, altezza 148. Bagagliaio: da 460 a 500 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 4,9 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 10,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 219 g/km. PREZZO: DA 107.450 EURO

Honda Jazz Hybrid

BMW Active Hybrid X6 10,1 km/l

22,2 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 8 cilindri, 4395, 465 cv, 700 Nm di coppia a 2.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 488, larghezza 198, altezza 168. Bagagliaio: da 470 a 1350 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,6 secondi, velocità massima 236 km/h. Consumi: nel misto 10,1 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 231 g/km. PREZZO: DA 107.932 EURO

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1339 cc, 98 cv, 167 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 390, larghezza 170, altezza 153. Bagagliaio: da 303 a 1300 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,6 secondi, velocità massima 177 km/h. Consumi: nel misto 22,2 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 104 g/km. PREZZO: DA 19.000 EURO.

Honda Insight

Honda CR-Z 21,7 km/l

20,2 km/l

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1339 cc, 98 cv, 167 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 440, larghezza 170, altezza 143. Bagagliaio: 408 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,5 secondi, velocità massima 182 km/h. Consumi: nel misto 21,7 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 105 g/km. PREZZO: DA 23.950 EURO

Motore: 4 cilindri, 1497 cc, 124 cv, 174 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio manuale a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 408, larghezza 174, altezza 140. Bagagliaio: 233 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 9,9 secondi, velocità massima 200 km/h. Consumi: nel misto 20,0 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 117 g/km. PREZZO: DA 22.000 EURO

Infiniti M35h AT GT

Lexus GS 450h 14,5 km/l

17,0 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 6 cilindri, 3498 cc, 364 cv, 350 Nm di coppia a 5.000 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 495, larghezza 185, altezza 150. Bagagliaio: da 350 a 500 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,5 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 14,5 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 159 g/km. PREZZO: DA 59.750 EURO

Motore: 6 cilindri, 3456 cc, 345 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 485, larghezza 184, altezza 146. Bagagliaio: 482 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,9 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 17,0 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 141 g/km. PREZZO: DA 58.000 EURO

(81)


LISTINO&CONSUMI IBRIDO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Lexus RX 450h

Mercedes-Benz E BlueTEC Hybrid 15,9 km/l

23,8 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 6 cilindri, 3456 cc, 299 cv, coppia n.d. Trazione: sulle quattro ruote, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 477, larghezza 189, altezza 168. Bagagliaio: da 496 a 1570 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,8 secondi, velocità massima 200 km/h. Consumi: nel misto 15,9 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 141 g/km. PREZZO: DA 55.800 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 2143 cc, 224 cv, 750 Nm di coppia a 1.600 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 487, larghezza 185, altezza 147. Bagagliaio: da 400 a 540 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,5 secondi, velocità massima 233 km/h. Consumi: nel misto 23,8 km con un chilo di gasolio. Emissioni CO2: 116 g/km. PREZZO: DA 54.570 EURO

Mercedes-Benz S 400 Hybrid

Peugeot 3008 Hybrid4 12,6 km/l

25 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 6 cilindri, 3498, 299 cv, 385 Nm di coppia a 2.400 g/m Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 510, larghezza 187, altezza 148. Bagagliaio: 560 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,2 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 12,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 186 g/km. PREZZO: DA 97.679 EURO

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 cv, 350 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 463, larghezza 188, altezza 165. Bagagliaio: da 460 a 1480 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,1 secondi, velocità massima 225 km/h. Consumi: nel misto 14,5 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 159 g/km. PREZZO: DA 36.800 EURO

Peugeot 508 RXH

Porsche Cayenne 3.0 S Hybrid 25,0 km/l

12,2 km/l

Tipo: berlina/wagon, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1997, 200 cv, 300 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 481, larghezza 185, altezza 148. Bagagliaio: da 560 a 1598 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,8 secondi, velocità massima 213 km/h. Consumi: nel misto 24,4 km con un litro di gasolio. Emissioni CO2: 107 g/km. PREZZO: DA 43.000 EURO

Tipo: SUV, 5 posti, 5 porte. Motore: 6 cilindri, 2995, 380 cv, 580 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 497, larghezza 191, altezza 171. Bagagliaio: da 580 a 1690 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 6,5 secondi, velocitmassima 242 km/h. Consumi: nel misto 12,2 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 193 g/km. PREZZO: DA 85.581 EURO

Porsche Panamera 3.0 S Hybrid

Toyota Auris 14,0 km/l

25,0 km/l

Tipo: berlina, 4 posti, 5 porte Motore: 6 cilindri, 3995, 380 cv, 580 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 197, larghezza 191, altezza 141. Bagagliaio: da 335 a 1153 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 6,0 secondi, velocità massima 270 km/h. Consumi: nel misto 14,0 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 167 g/km. PREZZO: DA 111.186 EURO

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1798, 136 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 422, larghezza 176, altezza 151. Bagagliaio: da 280 a 1050 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,4 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 25,0 km con un litro di benzina . Emissioni CO2: 93 g/km. PREZZO: DA 22.500 EURO

Toyota Prius

Volkswagen Touareg 3.0 V6 TSI Tiptronic Hybrid 25,6 km/l

12,2 km/l

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1798, 136 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 448, larghezza 175, altezza 149. Bagagliaio: 445 litri Prestazioni: 0-100 km/h 10,4 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 25,6 km con un litro di benzina . Emissioni CO2: 92 g/km. PREZZO: DA 27.500 EURO

Tipo: SUV, 5 posti, 5 porte. Motore: 6 cilindri, 2995, 380 cv, 580 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 480, larghezza 194, altezza 171. Bagagliaio: da 520 a 1642 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 6,5 secondi, velocitmassima 240 km/h. Consumi: nel misto 12,2 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 193 g/km. PREZZO: DA 76.400 EURO

(82)


test

Twizy Una poltrona per due

News

Arrivano le Mercedes elettriche


ELECTRIC NEWS FORMULA E

Arriva a Roma la Formula…Elettrica! Questa volta sarà quella buona! Roma avrà una gara di Campionato del Mondo FIA nel 2014. Sarà quello della neonata Formula E, presentata al Campidoglio alla presenza del sindaco Alemanno, del presidente Fia Jean Todt, di Alejandro Agag CEO di Formula E Holdings e del presidente ACI Angelo Sticchi Damiani • di Pier Paolo Fraddosio, Giovanni Mancini

A

Roma si è consumata una giornata molto importante per la Formula E e per la città. Sabato 1 dicembre è stato presentato al Campidoglio il primo prototipo di monoposto elettrica. Formula E vuol dire alta tecnologia, competizione e rispetto per l’ambiente. Dal 2014 partirà il nuovo campionato mondiale al quale potranno partecipare solo auto elettriche, che entreranno in

10 città: 5 in Europa e 5 nel resto del mondo. Dopo la firma dell’accordo di promozione per la Formula E tra “Formula E Holdings” e la F.I.A., la Formula E punta sul circuito cittadino romano (di 3 km circa di lunghezza) quale secondo nel mondo e primo in Europa. Ogni team sarà composto da 2 piloti e quattro macchine per un totale di 10 team. Le monoposto avranno

(84)

10 CITTÀ NEL MONDO DOVE SI CORRERÀ LA FORMULA E

un’accelerazione da 0 a 100 km/h di 2,4 secondi e una velocità massima di 220 km/h; la batteria del prototipo attuale ha un’autonomia (alla massima velocità) di 25 minuti ed è formata da 3 blocchi, ognuno composto da 200 celle per una potenza di 30 kw/h. Le competizioni saranno composte da due sessioni di prove libere mattutine, poi le qualificazioni e gli 8 piloti con i


Roma con la sua cornice suggestiva ospiterà la Formula E elettrica che si correrà il sabato, a poche centinaia di metri dai luoghi simbolo della Città Eterna.

tempi migliori andranno ai playoff (dureranno 5/10 minuti) che si disputeranno a fine mattinata, con lo scontro di 2 piloti contro 2: in tutto 7 gare brevi, tre quarti di finale, semifinali e finali. Nel pomeriggio ci sarà una pausa di due ore per la ricarica elettrica delle auto e fisiologica dei loro piloti. La gara finale sarà serale e durerà circa un’ora, con 3 stint e 2 pit stop, che consisteranno in un cambio di auto. I premi saranno di 4.000.000 euro per i piloti (400.000 euro per ogni gara) e di 2.000.000 euro per il team vincente. Il presidente dell’A.C.I. Ing. Angelo Sticchi Damiani, è intervenuto dimostrando il suo orgoglio per iniziativa riguardante

220

consentirà di lanla Formula E. Aleciare un messaggio jandro Agag, CEO di sociale molto forte. Formula E Holdings, Roma, con la sua ha spiegato come il KM LA VELOCITÀ cornice suggestiprototipo di monopo- MASSIMA DELLA va, offrirà all’evento sto elettrica sportiva FORMULA E un’ambientazione sia stato il primo a girare per Roma. Lo staff dei pro- originale: le monoposto di Formotori ha il compito e la re- mula E si muoveranno, infatti, a sponsabilità di individuare le 10 poche centinaia di metri dai luocittà nel Mondo. Secondo Jean ghi simbolo della Città eterna, Todt, Presidente F.I.A., il prototi- “sfiorandoli” e lasciando intatto po della vettura di Formula E si ciò che Roma ha di meravigliopresenta come un programma ri- so. Il sindaco di Roma Gianni voluzionario nell’automobilismo Alemanno ha consegnato ad sportivo. Todt tiene molto a tutti Alejandro Agag una lettera di gli aspetti della sicurezza, so- impegno di Roma nel perseguistenendo che quello di Formula re il progetto sportivo e nel diveE sarà un campionato molto nire formalmente sede di questa combattuto a livello sportivo, ma competizione.

(85)

NE PARLIAMO CON... Jean Todt, Presidente FIA “È un grande piacere essere a Roma ad ascoltare una notizia emozionante. La città eterna ha espresso la ferma intenzione di ospitare una corsa del calendario del campionato Formula E nel 2014. Sono certo che il contrasto tra questa competizione innovativa di motori e la ricca storia antica di Roma intrigherà e arricchirà il pubblico e i media”.

Alejandro Agag, CEO di Formula E Holdings “Siamo onorati di avere Roma a bordo, quale prima città europea ad ospitare la Formula E. Per il nostro campionato, la mobilità urbana e la sostenibilità rappresentano una priorità e Formula E vuole diventare un modello di questo progresso, attraverso uno spettacolo divertente e aperto a tutti. Il budget è sui 2 milioni di euro a stagione (500.000 a pilota) mentre i produttori di powertrain o solo delle batterie, dopo una prima stagione in cui si da il permesso di fornire in esclusiva un team, in quella successiva dovranno garantire la fornitura ai team ad un prezzo politico di 200.000 euro”.


ELECTRIC NEWS MERCEDES SLS AMG ELECTRIC DRIVE

Un fulmine blu da 750 CV

L

a SLS AMG Coupé Electric Drive è la versione a zero emissioni della supersportiva Mercedes: usa una tecnologia all’avanguardia derivata dalla Formula 1 e rappresenta la soluzione più dinamica per guidare un’automobile a propulsione elettrica. La più potente vettura AMG ad alte prestazioni di tutti i tempi dispone di quattro motori elet-

200 KM DI AUTONOMIA MASSIMA

Mercedes Classe B Electric Drive Concept

trici che erogano una potenza complessiva di 750 CV e una coppia massima di 1000 Nm. Il mito “ali di gabbiano” si rinnova col titolo di vettura di serie a trazione elettrica più veloce al mondo. La SLS AMG Coupé Electric Drive accelera da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi e raggiunge i 250 km/h autolimitati. Il merito è dell’AMG Torque Dynamics e della ri-

Come tutta la famiglia Classe-B, anche la versione Electric Drive a trazione puramente elettrica coniuga piacere di guida, comfort e massima funzionalità. L’abitacolo non subisce variazioni, grazie al cosiddetto Energy Space ricavato nel pianale a monte dell’asse posteriore. È qui che trova posto la batteria agli ioni di li-

L’AUTONOMIA raggiunge i 250 km, un valore di assoluto riferimento tra le elettriche

tio mantenendo basso il baricentro. Il motore elettrico ha una potenza di

(86)

partizione della coppia sulle singole ruote; la trazione integrale ha un motore elettrico sincrono su ciascuna ruota. Le quattro unità propulsive sono a magneti permanenti e pesano singolarmente 45 kg. Ogni motore raggiunge i 13.000 giri/min e ha un sistema di trasmissione con un differenziale su ciascun asse. Questa soluzione consente di ripartire la coppia sulle singole ruote senza dover installare i motori sui mozzi ruota e dunque senza dover fare i conti con ingenti masse non sospese. Le batterie pesano 548 kg e sono alloggiate in una vasca in fibra di carbonio integrata nel telaio space frame di alluminio. Un dettaglio particolare dell'interno è l'indicatore di potenza che rimane fisso mentre il quadrante retrostante gira; il contrario di quello che accade normalmente. L’autonomia massima è di 250 km, mentre il prezzo è di 428.500 euro.

136 CV e 310 Nm di coppia, l’autonomia massima è di 200 chilometri. La batteria si ricarica collegandola ad una comune presa domestica da 230 Volt o con la funzione di ricarica rapida che richiede una presa ad alta tensione (400 Volt). La Classe-B Electric Drive sarà lanciata sul mercato nel 2014.


32

MILA DOLLARI

KLIMAMOBILITY 2012

il prezzo della Fiat 500e

Il salone della mobilità sostenibile

D

al 20 al 22 settembre abbiamo visitato il Klimamobility, importante salone sulla mobilità sostenibile organizzato da Fiera Bolzano e giunto alla 5a edizione. Nei 30.000mq della Fiera erano presenti le nuove tecnologie, dai veicoli ai sistemi di rifornimento, dalle batterie ai sistemi di trazione. Nonostante la presenza di veicoli di tipologie diverse, sia a due che a tre ruote, la parte del leone l’hanno fatta le auto; infatti al Klimamobility è stata allestita un’area di test drive: le Renault Twizy, Fluence Kangoo ZE, la Opel Ampera, la Nissan Leaf, la Peugeot iOn,

la Mercedes Classe B Fuel Cell, la Hyundai ix35 FCEV e la Honda FCX Clarity, erano tutte disponibili. Ma Klimamobility 2012 è stato anche un momento di confronto con i massimi esperti della mobilità eco-sostenibile; sono intervenuti Pietro Menga, Presidente della CIVES – Commissione Italiana Veicoli Elettrici a Batteria, Ibridi e a Celle a Combustibile, Kurt Sigl, Presidente dell’Associazione federale per la mobilità elettrica tedesca BEM, Martha Loleit del Fraunhofer Institut e Leopoldo Montanari di Lem REPLY. Klimamobility si è svolto in contemporanea con Klimaenergy, la fiera internazionale per l’applicazione innovativa delle energie rinnovabili. Promuovere nuove forme di mobilità è l’obiettivo di Klimamobility. La 6a edizione si terrà dal 21 al 23 settembre 2013.

TOYOTA IQ EV

matizzatore e di un sistema di riscaldamento per i sedili con pompa di calore a basso consumo, per climatizzare direttamente l’area occupata dai passeggeri, e di un nuovo Sbrinatore per Parabrezza (HWD) funzionante senza l’ausilio del sistema di climatizzazione. La batteria della nuova iQ EV consente una ricarica di circa l’80% in soli 15 minuti col sistema Fast Charging, mentre per la ricarica totale servono 3 ore. Il powertrain elettrico dispone di un motore elettrico raffreddato ad aria da 47 kW, una batteria da 12,0 kWh, 277,5 V e 150 celle, un caricabatteria raffreddato a liquido da 3 kW, un inverter, un convertitore DC/DC e un dispositivo per la riduzione della velocità del motore. La coppia massima di 163 Nm garantisce un’accelerazione 0-100 km/h in 14,0 secondi e una iQ EV è stata studiata in maniera velocità massima di 125 specifica come veicolo da utilizzare km/h. In caso di decelerain contesti urbani. Per ottenere un risparmio del peso, un packaging versatile PER UNA RICARICA zione la rotazione delle ruote viene trasmessa al motoe tempi di ricarica ridotti, le dimensioni COMPLETA! re che, agendo da generatodella batteria sono state ridotte al minimo. L’efficienza è così diventata l’obiettivo di svi- re, converte l’energia cinetica in elettricità. luppo primario, concentrandosi sulla combi- Con consumi energetici di 134 Wh/km, ha un’aunazione tra un design leggero e la riduzione dei tonomia di 85 km, certificata dal ciclo di omoconsumi energetici. L’iQ EV dispone di un cli- logazione NEDC.

Piccola e leggera, è pensata per la città

L’

3

ORE

(87)

All’Auto Show di Los Angeles, svoltosi negli Stati Uniti a dicembre, Fiat ha presentato la elettrica 500e. La Fiat 500e si presenta leggera, compatta e maneggevole; il motore elettrico eroga 111 CV ed è alimentato da una batteria capace di 24 kWh. Uscirà in America alla fine del 2012, al costo di 32 mila dollari, ovvero circa 24 mila euro, di cui solo 16 mila necessari per le batterie al litio. Inizialmente la 500e verrà venduta solamente sul mercato nordamericano, l’unico ritenuto adatto per sostenere i costi di produzione, visto che l’auto non porterà profitti alla Fiat, se non a livello di immagine.

2,5kW/l la potenza specifica più alta del mondo

Nonostante la Nissan TeRRA sia una concept la propulsione elettrica 4×4 a celle a combustibile è tutt’altro che inverosimile. Le ruote anteriori sono alimentate dall’unità elettrica QU è già rodata su Nissan LEAF, mentre ogni ruota posteriore ha un motore elettrico interno basato sui prototipi dei tre concept PIVO. Sotto il bagagliaio è alloggiato un pacco di celle a idrogeno progettate da Nissan, un’unità sottile che dispone della potenza specifica più elevata al mondo: 2,5 kW/l.

63,4%

+le vendite

delle auto elettriche Le percentuali ingannano. Le vendite di auto elettriche nei primi 10 mesi del 2012 sono aumentate del 63,4%, ma si tratta di numeri irrisori. Se nello stesso periodo del 2011 ne erano state immatricolate 268, quest’anno il numero è aumentato a 438. Purtroppo, però, la maggior parte degli acquisti vengono da imprese, enti pubblici, società di noleggio o di car sharing, come a dire che i privati cittadini le hanno ignorate quasi totalmente.


ELECTRIC TEST

Renault Twizy

COSTA €7.900

A CHI PIACE Un po’ scooter e un po’ auto, ha le carte in regola per accaparrarsi le simpatie di molti. Non solo delle coscienze green. Il prezzo è competitivo e un pieno elettrico non è esoso. Più che per una categoria di persone, la Twizy è per quelli che si sentono pronti al salto a emissioni zero. In città e dintorni. Autostrade e superstrade le sono proibite.

UNA POLTRONA P (88)


PER DUE

Non solo per le vie urbane. La piccola elettrica della Casa francese se la cava anche altrove. Si viaggia in due e se piove, anche senza finestrini, si sta meglio che su uno scooter. E se volete divertirvi, l’assetto da go-kart ve lo permette. Anche per chi non ha ancora la patente • provata da Claudio Galiena • foto di Roberto Brodolini

C

hiamatela quadriciclo, ditele pure che assomiglia a uno scooter o anche alla versione 3.0 di Cricchetto, se siete di quelli che senza Disney proprio non ci sanno stare. Avete ragione, in ogni caso. La Renault Twizy è molte cose assieme, per la prima volta tutte su strada. Con o senza patente. Elettrica, compatta, 2,33 metri di lunghezza per 1,19 di larghezza, può essere la soluzione ideale sia per chi è in età da patentino sia per chi la patente può già permettersela. La Twizy 45, con riferimento alla velocità massima, è infatti quella pensata per i ragazzi di 14 anni, l’altra, quella che arriva a 80 km/h, chiamata solo Twizy, può essere guidata da persone che hanno

(89)


ELECTRIC TEST

smart fortwo electric drive

14 L’ETÀ MINIMA PER GUIDARLA

(90)


1.421 I PROPRIETARI DI TWIZY IN ITALIA FINO A NOVEMBRE

‘‘

IL SEDILE SI REGOLA AVANTI E INDIETRO E NON È PER NIENTE STRETTO. GIÙ IL FRENO, ACCENSIONE DEL QUADRO, ATTENDO CHE LA PROCEDURA D’ATTIVAZIONE FINISCA, E VIA compiuto sedici anni e che hanno la patente A1 o da maggiorenni in possesso della B. E poi? Non resta che scegliersi una delle tre versioni disponibili, Urban, Color e Technic. Comunque, le portiere non ci sono. Al prezzo base di 6.990 euro, per la Urban 45, vanno aggiunti i circa 50 euro mensili di noleggio batterie e i 600 euro per quelle che sono le protezioni laterali. Insomma, niente finestrini. Questa faccenda di rimanere sempre aperti dentro la Twizy non è tanto grave. Durante la nostra prova è successo di tutto. Dagli schiaffi di una pioggia non prevista al tardo sole estivo, non ci siamo fatti mancare nulla. Seduto al volante, più che qualche goccia presa sulle spalle, a infastidirmi è stato, alla lunga, il freddo al collo. Non cercate l’impianto di riscaldamento sulla Twizy: non c’è, punto. Così, agli indumenti da biker ho preferito semplicemente qualcosa di più pesante. Il terrore climatico del motociclista sulla mini Renault elettrica non ha ragion d’essere. Semmai si sente la mancanza di qualche vano protetto in più nell’abitacolo. Sono sempre troppo piccoli. Un portatile non sai dove metterlo. E lasciarlo in balia di gocce e altro, magari sul sedile posteriore, non è una prospettiva allettante. (91)


ELECTRIC TEST

3h30 IL TEMPO DI UNA RICARICA TOTALE

LARGA poco più di un maxi scooter ma si guida come un’auto.

IN SINTESI

La piccola Twizy elettrica è disponibile in due versioni, identiche in tutto tranne che nella potenza erogata e nella velocità massima. 9 o 17 cv, 45 o 80 km/h. In questo modo, può essere guidata già a 14 anni. Due posti, niente riscaldamento, 3 ore e mezza per la ricarica, autonomia discreta.

Alimentazione Prezzo Bollo CO2

Elettrica da € 7.900 no (per i primi 5 anni) 0

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max Accelerazione da 0 a 50 km/h Autonomia media

Adulti

CARATTERISTICHE

RENAULT TWIZY

80 km/h 6,5 s 100 km

Motore Potenza Coppia Peso

elettrico asincrono 13 kW 17 cv 57 Nm 473 (a vuoto)

Dimensioni Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro sterzata

2.33 1.23 1.68 1.46 3.4

(92)

SICUREZZA

Punti Bambini

n.d.

Punti Pedoni

n.d.

Punti

n.d.

Twizy è considerata quadricilco, nessun test EuroNCAnP previsto dunque. Per quanto riguarda gli accessori, consigliate le protezioni laterali, prezzo 600 euro. Il tetto panoramico è in listino a 250 euro e l’allarme antisollevamento a 300 euro.


DICONODI LEI MIRKO FASOLI BATTERISTA

È un azzardo comprarla? La prima volta che l’ho vista passare, mi sono chiesto che roba fosse. L’ho anche inseguita per un paio di semafori. L’idea di andare in giro con un tetto sopra la testa grazie a un’auto che ha le dimensioni di un sidecar mi piace. Mi chiedo solo se si possano saltare gli ingorghi. Dentro si sta comodi, almeno alla guida, e parcheggi ovunque. E il design fa sorridere, sembra di entrare su una concept del futuro e invece sei in mezzo alla strada vera.

DAL

WEB

Silvia (Firenze) “I turisti guardavano più lei che il Campanile di Giotto. Mi sono informata, si chiama Twizy. La voglio per andare al lavoro in centro. È elettrica e io non faccio più di una trentina di chilometri al giorno”

Mara (Desenzano) “Un’idea elettrica di futuro, Renault Twizy. In due con il tetto. Geniale. In mezzo alla città in silenzio. Con le portiere che si aprono come ali”

Mirko (Bolzano) “In sintonia con l’ambiente. Ma quando tira vento e fa freddo coprirsi è la parola d’ordine. Niet riscaldamento. C’è spazio e ti senti dentro una nuvola”

Dimenticati gli affanni da stivaggio, ho cominciato a prendere confidenza con questa minuscola quattro ruote. A cominciare dall’apertura. Non c’è maniglia. Deve infilare la mano all’interno e azionare la levetta. Il sedile si regola avanti e indietro e non è per niente stretto. Giù il freno, accensione del quadro, attendo che la procedura di partenza finisca, e sono pronto a partire. Siccome non c’è il servosterzo, bisogna abituarsi a un minimo di sforzo. Detto questo, prima d’intestardirmi in prove d’autonomia, mi godo la guida. La Twizy è molto divertente. Non esagero. Il baricentro basso, visto che le batterie sono sotto i sedili, aiuta l’handling. Come pure il passo corto. Per la frenata ci sono quattro freni a disco che neppure una kit-car da corsa. L’accelerazione è istantanea e usare la Renault a emissioni zero come un piccolo

kart è una mossa obbligata. Pure se al posto del rumore del motore a scoppio c’è un fischio elettrico. La tentazione è quella di saltare le code. Solo che la gente ti guarda storto. Forse la Twizy ha due ruote di troppo... Guidare così non aiuta certo a raggiungere le massime percorrenze. E il mio Eco Score indicato dal cruscotto non è dei migliori. Meglio essere più civici, non dico per raggiungere i 70/80 chilometri dichiarati dalla Casa, ma per farne più di 50. E ci si riesce. Poi ricarica. Di tre ore e mezzo per il pieno. E se incontri un amico? Nessun problema. Serve un po’ di elasticità per accomodarsi sul sedile dietro e non avere paura di vedersi lo schienale di quello anteriore molto vicino alla faccia. Si può fare. E si va ovunque. Anche in molte zone offlimits della città se non sei a emissioni zero. E in due è meglio. Certe volte. (93)

Shawn Wardlow


ELECTRIC TEST

Citroën C-Zero

100% PULITA

Elettrica, 4 posti, con autonomia di 130 km per un costo di ricarica per 2/3 Euro. Ma si può utilizzare anche per le gite fuori porta? Certamente si! Lo abbiamo scoperto andando al lago del Turano in un viaggio “pulito” al 100% • provata da Giovanni Mancini • foto di Igor Gentili

(94)


A

bbiamo utilizzato anche per la CZero uno dei nostri percorsi abituali: partenza da Roma per arrivare sul Lago del Turano in provincia di Rieti, distante 80 km, ma con un dislivello da superare in salita di circa 700 metri. Luogo incantevole situato sugli appennini centrali tra Carsoli, in provincia dell’Aquila e Rieti. Un bacino artificiale idroelettrico che produce corrente pulita. La prova consiste nell’affrontare il tratto di andata in salita e ritorno in discesa per un totale di 160 km. Il viaggio di andata è avvenuto di giorno senza aria condizionata e senza utilizzare il riscaldamento, adottando uno stile di guida parsimonioso. Siamo riusciti a percorrere 80 km con diverse salite fino ad arrivare a destinazione. La carica è stata tutta consumata ed è stato necessario ricaricare le batterie, durante la notte. Il giorno dopo siamo ripartiti verso Roma. Il ritorno è avvenuto nel tardo pomeriggio con l'utilizzo di tergi cristallo e fari. Il piacere di guidare un'auto elettrica è davvero notevole. Tutti ti guardano con particolare attenzione, sorpresi dall’arrivo di un'auto che non fa rumore, nel silenzio più totale. Destiamo la stessa attenzione come se fossimo alla guida di una supercar. Poi c’è il freno motore (elettrico) che, in rilascio, ricarica anche la batteria. E’ davvero notevole e si sente molto, tant’è che, a nostro avviso, andrebbe trovato un sistema di gestione per l’accensione degli stop posteriori, magari quando il freno elettrico è al massimo della potenza. Abbiamo percorso un tratto urbano con traffico anche intenso e poi con la via Tiburtina siamo andati verso

ca. La Citroen C-Zero è spinta esclusivamente da un motore sincrono a magnete permanente che fornisce 47 kW o 64 CV da 3.000 a 6.000 giri/min. La coppia massima raggiunge 180 Nm, da 0 a 2000 giri/min, e la potenza viene trasmessa alle ruote posteriori attraverso un riduttore monovelocità. Il motore è alimentato con batterie di ultima generazione, agli ioni di litio, poste al centro del veicolo: composte da 88 celle da 50 Ah (energia imbarcata: 16 kW/h), Tivoli, passando per Vicoforniscono alimentazione a varo, Arsoli, fino ad arrivare 330V. A parità di prestazioni, al Lago del Turano. La spinrispetto alle tecnologie tradiziota in accelerazione da fermo MINUTI IL TEMPO nali, quella con ioni di litio perè notevole, con uno spunto DI RICARICA CON mette di limitare la massa; conche brucia in partenza tutte LA PRESA RAPIDA sente, inoltre, ricariche parziali, le altre macchine. Il costo di che non compromettono la duuna ricarica si aggira intorno ai 2/3 euro, rata delle batterie. poi se si sceglie il contratto Flat con Enel si è liberi di ricaricare quante volte si vuole ad COME SI RICARICA Ricaricarle è faun costo fisso di circa 80 euro al mese. Il cile: basta collegare il cavo d’alimentazione tempo di ricarica si aggira intorno alle ad una presa 220 V. Un ciclo completo ri7/10 ore. La Citroën C-Zero dispone già di chiede 6 ore, ma si può effettuare una ricaun attacco per ricarica veloce: con mezz’ora rica all’80 % in soli 30 minuti, con il collesi può ricaricare all’80%. Abbiamo prova- gamento a una presa dedicata che fornisce to questo tipo di ricarica presso la Conces- corrente monofase da 125 A, 400 V, per una sionaria Citroën di Nicola Prezioso ad Apri- potenza massima di 50 kW. Poi basta giralia: qui sono operative due stazioni di rica- re la chiave di accensione (un segnale sonoro rica veloce e lenta, per vetture elettriche, che conferma l’avvenuto avviamento) e si guida sfruttano una delle principali fonti rinno- come un qualunque veicolo con cambio auvabili di energia, il vento. La concessiona- tomatico; al posto del tradizionale indicatore ria Prezioso fornisce la carica gratuita per di livello del carburante troviamo un indichi si trova nei paraggi con un’auto elettri- catore di carica. Grazie al passo di 2,55m offre 4 posti effettivi, e un bagagliaio di 166 litri di capacità. È silenziosa e dispone di tutCITROËN C-ZERO ti gli equipaggiamenti di comfort e sicurezza: servosterzo, ABS, ASR, ESP, vetri elettrici, Motore elettrico 6 Airbag, sistema telematico autonomo per Potenza 47 kW a 63 cv chiamate d’emergenza e climatizzazione Coppia 180 Nm sono i più significativi. Peso 1.120 kg (a vuoto)

30

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Passo Altezza Diametro di sterzata

(95)

3,47 1,47 2,55 1,61 3,4

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 130 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 15,9 s Autonomia massima 150 km


LISTINO&CONSUMI

ELETTRICA È UN’AUTO MOSSA ESCLUSIVAMENTE DA UN PROPULSORE ELETTRICO. RANGE EXTENDER (R.E.) È UN’AUTO ELETTRICA CON UN MOTORE TERMICO CHE RICARICA LE BATTERIE

Opel Ampera 500 km

autonomia max (R.E.)

1

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico con rage extender termico, 151 cv, 370 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 449, larghezza 179, altezza 144. Bagagliaio: da 310 a 1005 litri Prestazioni: 0-100 km/h 9,0 secondi, velocità massima 160 km/h. PREZZO: DA 29.200 EURO

Chevrolet Volt 500 km

autonomia max (R.E.) Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico con rage extender termico, 151 cv, 370 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 449, larghezza 179, altezza 144. Bagagliaio: da 310 a 1005 litri Prestazioni: 0-100 km/h 9,0 secondi, velocità massima 160 km/h. PREZZO: DA 29.200 EURO

Renault Fluence Z.E.

2 3

200 km

autonomia max

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: elettrico, 95 cv, 226 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 475, larghezza 181, altezza 146. Bagagliaio: 317 litri Prestazioni: 0-100 km/h 13,0 secondi, velocità massima 135 km/h. PREZZO: DA 29.200 EURO

Nissan Leaf 175 km

autonomia max

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico, 109 cv, 280 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 445, larghezza 177, altezza 155. Bagagliaio: da 330 a 1010 litri Prestazioni: 0-100 km/h 11,9 secondi, velocità massima 145 km/h. PREZZO: DA 29.200 EURO

(96)


LISTINO&CONSUMI ELETTRICO Il dato dell’autonomia massima è quello dichiarato dalla Casa.

xxxxxxxxxxxxxxx Mitsubishi i-MiEV

Citroën C-Zero 150 xxx km

150 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: utilitaria, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 64 cv, 180 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 347, larghezza 148, altezza 161. Bagagliaio: 168 litri Prestazioni: 0-100 km/h 15,9 seconTipo: xxxxxxxxxx di, velocità massima 130 km/h. PREZZO: PREZZO:DA XXXXXXXXXXX 36.803 EURO.

Tipo: utilitaria, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 69 cv, 180 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 347, larghezza 148, altezza 161. Bagagliaio: 168 litri Prestazioni: 0-100 km/h 15,9 secondi, velocità massima 130 km/h. PREZZO: DA 28.321 EURO.

Smart Electric

Peugeot iOn 145 km

150 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: citycar , 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 75CV, 130 Nm di coppia Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 269, larghezza 155, altezza 156. Bagagliaio: da 220 a 340 litri Prestazioni: 0-100 km/h 13,0 secondi, velocità massima 125 km/h. PREZZO: 19.000 EURO

Tipo: utilitaria, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 64 cv, 180 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 347, larghezza 148, altezza 161. Bagagliaio: 168 litri Prestazioni: 0-100 km/h 15,9 secondi, velocità massima 130 km/h. PREZZO: DA 28.318 EURO.

Think 160 km

QUADRICICLI LEGGERI

autonomia max

I QUADRICICLI SI POSSONO GUIDARE CON LA PATENTE A, ANCHE A 16 ANNI

Tipo: 4 posti, 2 porte Motore: elettrico, 46 cv, 90 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 314, larghezza 166, altezza 159. Bagagliaio: n.d. Prestazioni: velocità massima 110 km/h. Autonomia: 160 km PREZZO: DA 35.574 EURO

Estrima Birò

Ducati Energia Free Duck 50 km

45 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 5,4 cv, coppia n.d.. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 174, larghezza 103, altezza 156. Bagagliaio: 85 litri Prestazioni: velocità massima 45 km/h. Autonomia: 50 km PREZZO: DA 7.990 EURO

Tipo: 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 5,4 cv, 90 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 176, larghezza 91, altezza 163. Bagagliaio: n.d. Prestazioni: velocità massima 45 km/h. Autonomia: 45 km PREZZO: DA 5.000 EURO

Renault Twizy

NWG Zero

100 km

140 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 20 cv, 150 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 288, larghezza 156, altezza 142. Bagagliaio: 180 litri Prestazioni: velocità massima 100 km/h. Autonomia: 140 km PREZZO: 21.500 EURO

Tipo: 2 posti in linea, 2 porte Motore: elettrico, 17 cv, 57 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 233, larghezza 123, altezza 145. Bagagliaio: n.d. litri Prestazioni: velocità massima 80 km/h. Autonomia: 100 km PREZZO: 7.900 EURO

(97)


&

DOMANDE

RISPOSTE Abbiamo parlato con... Massimo Gargano, Presidente e Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia

C'è chi la ibrida ancora la sogna, e chi - come Massimo Gargano, presidente e amministratore delegato di Toyota Motor Italia può addirittura permettersi di offrirne due gamme, di cui una (quella targata Lexus) ormai ibrida al 99 per cento.

MA COME SI FA A DIFFERENZIARE DUE MARCHI CHE, IN ALCUNI CASI, CONDIVIDONO LE STESSE SOLUZIONI TECNOLOGICHE E MOTORISTICHE?

‘‘

"Diciamo che se nel caso di Toyota la nostra proposta full hybrid lavora nell'area della massimizzazione dell'efficienza (basse emissioni e bassi consumi), con Lexus

L’IBRIDA PUÒ TRASFORMARSI DA SCELTA ELITARIA E COSTOSA A PRODOTTO DI MASSA, QUINDI? anche una versione F-Sport, con settaggi e scelte stilistiche che esaltano anche visivamente l'elemento performance. Noi chiamiamo questa nuova stagione la 'Hybrid 2.0', perché segnala una evoluzione estetica, con l'aggiunta di un elemento visibile di sportività. E' un processo di ringiovanimento e ridefinizione dell'offerta Lexus a 360 gradi".

“Tutte queste proposte sono coerenti con la nostra strategia di medio periodo, ovvero espandere e fornire la tecnologia ibrida anche ai segmenti di volume. E anche per quanto riguarda Lexus, ovvero il marchio più raffinato, stiamo completando un progetto di rinnovamento della gamma, iniziato con l'inserimento della CT (quindi abbassando la soglia d'accesso al segmento C pre-

se in passato abbiamo puntato a far comprendere i vantaggi dell'ibrido in materia di emissioni e consumi, oggi vogliamo far vedere che questa tecnologia è anche altro...

VIDEO LEXUS HYBRID. Adrenalina in pista!

abbiamo aggiunto un elemento di performance, di passione".

ABBIAMO VISTO GLI SPOT DELLA GS IN PISTA, CON I CLIENTI TERRORIZZATI DALLE PRESTAZIONI. NON È UN MESSAGGIO CONTRADDITTORIO CON LA FILOSOFIA 'VERDE' DELLA VOSTRA PROPOSTA? "Non credo: se in passato abbiamo puntato a far comprendere i vantaggi dell'ibrido in materia di emissioni e consumi, oggi vogliamo far vedere che questa tecnologia è anche altro, ovvero emozione, e questo viene connotato attraverso anche una evoluzione del design. Per questo è importante avere nella nostra gamma

E COSA CAMBIA NELLA PROPOSTA FULL HYBRID DI TOYOTA? "Dopo un 2012 in cui abbiamo presentato la Yaris ibrida, che ha avuto una ottima accoglienza da parte dei clienti italiani, il 2013 di Toyota è importante per il lancio della nuova generazione di Auris. Un altro modello di volume, quindi, che nella versione Hybrid nel nostro paese potrebbe raccogliere fino al 50 per cento delle preferenze, grazie anche a un listino che nei primi mesi - fra incentivi, contributi della casa e dei concessionari - ci permetterà di offrirla a partire da 17.900 euro".

(98)

mium), e che prosegue con il rinnovamento di GS, LS e RX e l'arrivo di una nuova media, destinata a un pubblico inevitabilmente più vasto”.

NESSUNA ‘SEDUZIONE’ PER L’ELETTRICO PURO, COMUNQUE “Sulla soluzione elettrica siamo andati dall'innamoramento alla disillusione, sbagliando a mio parere in entrambi i casi. L'elettrico è parte della soluzione alla necessità di mobilità sostenibile, ma sarà sempre una risposta per tipologie di clienti e di utilizzi molto determinati. L'ibrido è invece non solo disponibile ma è anche la base per l'idrogeno di domani”.



EcoCar 11 gennaio febbraio 2013