Page 1

SMART CITY ECO MOBILITY CAR SHARING ELECTRIC BIKE ZERO EMISSION 40016

9 7720 36 6560 01

BIMESTRALE - ANNO III - Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, Aut. C/RM/02/2012

€ 1,90 BIMESTRALE N. 16 MAR/APR 2014

Ford Focus Electric

“Focus”

elettrico hybrid

3008 H4 Integrale sdoppiata

electric

Peugeot iOn Sfida elettrica

smart city

72.000 le colonnine entro il 2020

low emission Citroën C3 “Exclusive” Ex utilitaria

bi-fuel

Seat Leon Una berlina moderna


SOMMARIO N.16 MARZO/APRILE 2014

Cover Story ...........6

FOCUS ELECTRIC

60 Test....................62 Hybrid News..... DAL MONDO DELL’AUTO

PEUGEOT 3008 HYBRID4

Low Emission News..................

18 Test....................22 Test....................28

Listino &Consumi ........

68

DAL MONDO DELL’AUTO

CITROËN C3 1.2 “EXCLUSIVE” MAZDA 6 2.2 SKYACTIV-D

Listino &Consumi ........

34

72 Test....................74 Electric News ... DAL MONDO DELL’AUTO PEUGEOT ION

Listino &Consumi ........

80

84 Test....................86 Bi-fuel News.....

Smart City News.................. DAL MONDO

44

Best practices ........... FULL ELECTRIC

46

Tecnologia e ricerca ...........

50

KSPG, RANGE EXTENDED

DAL MONDO DELL’AUTO SEAT LEON 1.4 BIFUEL BENZINA-METANO

92

Test.................... DACIA SANDERO 1.2 BENZINA-GPL LAURÉATE

Listino &Consumi ........

96

Muoversi in città...............

54

COLONNINE DI RICARICA ENEL CAR SHARING A NAPOLI

Domande &Risposte.................

98

IL PARERE DI DOMENICO CHIANESE


EDITORIALE

Smart city • di Roberto Maldacea, direzione editoriale

Un paese è sviluppato (e Smart) non quando i poveri posseggono automobili, ma quando i ricchi usano i mezzi pubblici e le biciclette. Ho preso in prestito questa frase del sindaco di Bogotà perché la trovo incredibilmente attuale e da condividere con tutti. Le nostre città sono sofferenti, muoiono di traffico e smog, non sono sostenibili. La congiuntura non aiuta chi governa il territorio, l’ultimo anello di un meccanismo politico che sempre più fa fatica a far quadrare i conti, combattendo per sollevare le sorti del suo territorio, con zero risorse e tanta voglia di cambiamento. Eppure incredibilmente sbuca all’orizzonte un alleato, un fattore di successo che in pochi hanno ancora capito. Si chiama crisi. Ebbene sì, la crisi economica ha cambiato lo scenario e può aiutarci, generando un livello di sensibilità e attenzione inimmaginabile fino a poco tempo fa. Anzitutto la velocità media delle auto in circolazione, che è calata sensibilmente. Non ditemi che non ve ne siete accorti. In autostrada si va più piano, e non solo per i limiti imposti e i sistemi di rilevamento, ma perché ci si è accorti che basta mantenere velocità costanti, evitando grandi accelerazioni e altrettante frenate, per risparmiare tanto carburante. Si va più piano ma arriviamo anche prima, o come prima, ma meno stressati. In città i mezzi pubblici sono sempre più affollati e non solo nelle ore di punta. I mobility manager delle grandi aziende stimano un 20% in più di richieste in un anno per abbonamenti in convenzione con le aziende di trasporto locale. Le iniziative di car sharing non si contano più e coinvolgono oramai imprese e marchi che per loro DNA e business sono lontane dall’uso condiviso dell’auto. Oggi perfino chi vende carburanti investe nel car sharing. Il car pooling, che in Italia proprio non ne voleva sapere di decollare, è finalmente al centro di un nuovo modo di pensare la mobilità e i viaggi, soprattutto dei pendolari e degli studenti. E che dire delle vendite di biciclette che hanno sorpassato quelle delle auto! Le nostre città sono quasi tutte medioevali, ben lontane dal modello delle megalopoli e delle smart city mondiali. Quindi la nostra sfida è doppia, forse tripla. È vero, i ceti sociali si sono avvicinati, la seconda o terza macchina di famiglia è stata oramai venduta e la tessera del car sharing nel portafoglio fa anche oramai status symbol. Quindi caro sindaco di Bogotà hai proprio ragione. Però ora tocca alla comunicazione, a chi governa il territorio e, nel nostro piccolo, anche ad ECOCAR.

Direzione Editoriale Roberto Maldacea Prove e prodotto Roberto Argenti, Maurizio Spinali, Paolo Turco

Concessionaria per la Pubblicità Eurosport Editoriale s.r.l. Via della Bufalotta, 378 - 00139 Roma Tel. +39 06 45.23.15.00 r.a. adv@eurosporteditoriale.com

Redazione Ecocar Via della Bufalotta, 378 00139 Roma www.ecocaronline.it redazione@ecocaronline.it

Coordinamento redazione Roberta Avino

Advertising manager Rossella Nicoletti

Editore Eurosport Editoriale s.r.l.

Art Director Stefania Esuperanzi

Produzione Ettore Broussard, Bruno Perino, Luigi Sodano, Roberta Avino, Stefano Pucci, Umberto Zanobini

Stampa Tiber - Brescia

N.16 MARZO/APRILE 2014

Photo Editor Roberto Brodolini Fotografi Igor Gentili, Matteo Marioli Hanno collaborato Roberta Mancini, Riccardo Panzironi, Alessandro Petrich, Ilaria Salzano, Domenico Sofia, Maurizio Spinali

Amministrazione Francesco Ambrosini Paola Nicoletti Tel. +39 06 45.23.15.01 amministrazione@eurosporteditoriale.com

Diffusione SO.DI.P. S.p.A. Cinisello Balsamo (MI) Tel. 02/660301 - www.sodip.it Testata registrata al Tribunale Civile di Roma n. 138/2009 del 10/04/2009 Direttore Responsabile Giovanni Mancini


COVER STORY

Focus Electric

FOCUS ELETTRICO La family car americana arriva in concessionaria a zero emissioni. 160 km di autonomia e comfort da auto premium. È la prima elettrica Ford prodotta in Europa, in Germania • provata da Maurizio Spinali • foto di Igor Gentili

(6)


A CHI PIACE

A chi la usa in città, ovvio. A chi vuole spazio anche su un’elettrica. A chi pensa ad una spesa fissa una volta per tutte. Senza noleggio batterie. A chi non vuole sentire troppo la differenza con un’auto a benzina o diesel, parlando di piacere di guida.

COSTA DA € 39.990 AUTONOMIA 160 km

(7)


COVER STORY

(8)

Focus Electric


N

on lo devi sapere. Ford ha voluto che la sua Focus elettrica fosse un’esperienza di guida come quella che facciamo tutti i giorni su un’auto a benzina o diesel. Ecco perché i tecnici della Casa americana hanno lavorato molto sul set-up, sulla distribuzione dei pesi e, soprattutto, sull’esperienza di guida una volta seduti al volante della loro auto. E ci sono riusciti? Se ci dimentichiamo che c’è un’autonomia limitata a 160 km, nel migliore dei casi, e che poi dobbiamo correre ai ripari ricaricando la Focus e aspettando, a una normale presa di casa, circa 10 ore, sì. Devi solo accenderla, abituarti al silenzio, dare un’occhiata attorno e constatare che tutto è come sempre. C’è un cambio, presa diretta, ovviamente, che fa tutto da solo e l’unica cosa che ti indica che sei su un’auto elettrica, a parte l’assenza di rumore, è il cruscotto che ti mostra i dati di consumo, del recupero dell’energia e del tuo viaggio a zero emissioni. Tutto è “eco”, anche i rivestimenti e l’imbottitura dei sedili. Per il resto, potresti essere su una Focus diesel, per quello che ne so. Le batterie agli ioni di litio sono dietro, per

555 COLONNINE DI RICARICA ELETTRICA SUL TERRITORIO ITALIANO

questo motivo il bagagliaio ha perso un terzo abbondante della sua capacità di carico. Ma c’è un sottovano molto utile, che recupera un po’. Ci si sta comodi, comunque, dentro questa Focus elettrica. Appena ci si muove, al solito, a impressionare è la coppia, ossia la spinta. Che arriva subito. 250 Nm e velocità massima autolimitata di poco superiore ai 135 km/h: non è un fulmine, nello 0-100 km/h ci vogliono più di 11 secondi. Ma che importa? La guida “eco” cittadina non ha come caratteristica quella della velocità. Osservazione semplice e scontata. Inutile intestardirsi sui dati, dunque. Roba del passato. Tra le curve, ecco la prima sorpresa Focus: l’esperienza di guida non è… elettrica. Ed è un bene. Non ci sono quei movimenti pesanti e goffi di altre concorrenti, nonostante il peso sia notevole (si sfiorano i 1.700 kg), e quando si toglie il piede dall’acceleratore il sistema di recupero dell’energia non ti dà quella fastidiosa sensazione di frenata non voluta tipica di tutte le auto EV. Senti il rumore del vento che sbatte sugli specchietti retrovisori e il motore elettrico che sibila affaticato solo quando cominci a chiedergli molto. Solitamente (9)


COVER STORY

(10)

Focus Electric

95%

PERCENTUALE DI RECUPERO ENERGIA DURANTE LA FRENATA


(11)


COVER STORY

Focus Electric

10/11 ORE

4

TEMPO DI RICARICA AD UNA PRESA DI CASA

ORE

TEMPO AD UNA STAZIONE DI RICARICA A 32 AMPÈRE

(12)


DICONODI LEI GIUSEPPE PILLO ARCHITETTO

Bella anche da guidare? “Mi piace l’idea “eco” totale di questa Focus. Emissioni zero, materiali riciclabili, attenzione al particolare. E quando la guidi, è un piacere. Strumentazione non chiassosa e chiara. Da fuori, poi, sembra un’auto normale. Cosa che trovo positiva. Alla guida, mi ha divertito. Nessuna spiacevole sensazione”.

DAL

WEB

Ilaria “Il cruscotto con tutte le indicazioni veloci mi ha ipnotizzata, lo ammetto!”.

Jos “Mi piace il modo friendly di utilizzo. Semplice e intuitiva. Senza inutili complicazioni”.

Mars “A parte il bagagliaio, che ha fatto posto alle batterie, la Focus mi piace. Mi sono goduto il suo silenzio”.

Ford Focus Electric Real Test Drive

anche lo sterzo sembra essere un oggetto non identificato e poco connesso sulle auto elettriche. Qui, no: ha una buona consistenza, come si sarebbe detto una volta, ed è piacevole. Dopo qualche tempo cominci a concentrarti di più sulla tua esperienza di guida “eco”. Allora ti fai prendere dalle modalità di risparmio energetico, accendi e spegni il condizionatore per vedere cosa cambia. E cambia, anche molto, se t’infili su per una salita, climatizzatore al massimo, e magari tutto l’impianto elettrico impegnato. Devi farci la mano.

E i conti... Per non restare dove non vorresti... Motore elettrico davanti, batterie agli ioni di litio da 23 kWh e prezzo base superiore alle altre, Nissan Leaf e Renault Zoe, per dirne due. Sono poco meno di 40.000 euro, infatti, quelli che ci vogliono per mettersi nel garage questa Focus. Ma il suo vantaggio è che una volta che li hai spesi, non devi aggiungere nulla. Neppure il noleggio delle batterie, che le altre invece ti richiedono. Fate bene i calcoli. Ford li ha fatti come si deve e ci crede. Tanto che la Focus EV è (13)


COVER STORY

Focus Electric

prodotta a Saarlouis, in Germania, sulle stesse linee di altri prodotti normali della Casa americana. Un investimento di 16 milioni di euro che testimonia come la Ford si stia impegnando sul fronte emissioni zero. La C-Max Energi, un’auto ibrido-elettrica plug-in (PHEV), e la nuova Mondeo Hybrid ibrido-elettrica sono le altre due green car in arrivo quest’anno. Il (14)

giudizio sulla Focus di questo test non può che essere positivo. Non si tratta di un’auto sviluppata su una piattaforma voluta espressamente per questo tipo di progetto, come la i3 della BMW per esempio, ma le modifiche e lo sviluppo fatto l’hanno resa un’auto EV vera, con un piacere di guida autentico. Non ti senti mai su qualche cosa di modificato, qualcosa che non era

quello che è. Il resto lo dirà il futuro. Che non è solo in mano a Ford. Il problema, si sa, è la ricarica, intesa anche come postazioni in cui effettuarla. Che cominciano ad esserci, sparse nel territorio. Ma ce ne vogliono di più. Come ci vogliono anche costruttori e amministrazioni pubbliche che adeguino posteggi pubblici e privati. E i nostri garage anni Settanta...


IN SINTESI FOCUS ELECTRIC

Motore elettrico da 107 kW (145 CV), autonomia massima di 160 km e tempo di ricarica di circa 10 ore. Versione unica per il mercato italiano. Prodotta in Germania, a Saarlouis, insieme ad altri modelli “normali” Ford. Alimentazione Prezzo Bollo CO2

elettrica € 39.990 no 0 g/km

CARATTERISTICHE Potenza Coppia Peso Capacità batteria Tempo di ricarica

107 kW (145 CV) 250 Nm 1.718 kg 23 kWh 11 h

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

4,39 1,82 1,48 2,65 n.d.

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 135 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 11,4 s Autonomia nel misto n.d. Autonomia massima 160 km Ciclo Misto

Wh/km n.d.

COSTI DI UTILIZZO * Ricarica completa Nel ciclo misto

€ 3,81 n.d.

*Calcolato con il prezzo stabilito dall’Autorità per l’energia elettrica e pari a 0,166 euro/kW

237

LITRI DI BAGAGLIAIO IN POSIZIONE STANDARD

SICUREZZA Adulti n.d. Bambini n.d. Pedoni n.d.

www.euroncap.com

Cinque le stelle per la Ford Focus std. La versione elettrica invece non è stata testata. L'anno scorso è stata premiata con il massimo punteggio dall'NHTSA, l'ente americano per la sicurezza, per l'ottimo equipaggiamento e la funzionalità degli airbag, della scocca, dei controlli elettronici in caso d'impatto.

(15)


p

Fai il Enel Energia per il mercato libero.

Scegli Enel Drive per la tua auto elettrica. &RQOHR캐HUWH Tutto Compreso e Free di Enel Energia puoi guidare a emissioni zero. enelenergia.it

ia erg En

r e d v e di E l i n o c nel o E ien


News Volvo Motori Drive-E

test

Citroën C3 1.2 “Exclusive”

Piccola o grande?


LOW EMISSION NEWS CITROËN C4 CACTUS

C4 rompe gli schemi

itroën C4 Cactus si distingue nettamente nel segmento C grazie al design originale ed alla semplicità e leggerezza, senza rinunciare al comfort. Presentata allo scorso Salone di Parigi, promette di essere rivoluzionaria. Design unico, privo di spigoli, fari a led, razionalizza-

C

7,5l/100km Mercedes GLA AMG

Massima potenza non significa rinunciare ad efficienza ed eco-compatibilità. Per lo meno ad Affalterbach, a bordo del GLA 45 AMG: con 7,5 litri per 100 chilometri

(18)

zione degli interni, con plancia 100% digitale, e sedili anteriori tipo sofà. È una crossover compatta, lunga 4,16 m, con lo stesso passo della C4, proporzioni ideali, 1/3 di superfici vetrate e 2/3 di fiancate, sbalzi ridotti ed un’altezza contenuta (1,48 m), nonostante una distanza da ter-

ra di 21 centimetri. A protezione della carrozzeria da graffi e piccoli urti urbani, troviamo gli originali Airbump® lungo le fiancate, modanature in materiale termoplastico con capsule riempite d’aria: sono disponibili in quattro colori (nero, grigio, cioccolato e sabbia), a contrasto con le

10 tinte per la carrozzeria. Buona la posizione di guida e lo spazio a bordo, con l’ingresso nella vettura facilitato dall’ampio angolo di apertura delle portiere. La plancia dalle linee essenziali spedisce sul padiglione l’airbag del passeggero, per fare posto ad un top box con apertura ver-

(NEDC combinato, 175 g/km di CO2) la vettura è a pieno titolo conforme alla norma antinquinamento EU 6, che entrerà in vigore nel 2017. Nella fase di sviluppo del motore della famiglia BlueDIRECT, infatti, si è puntato ad una riduzione sostenibile delle emissioni di particolato. Il motore turbo a quattro cilindri AMG da 2,0 litri dispone di iniezione diretta di benzina a getto guidato, con iniettori

piezoelettrici disposti centralmente nelle quattro camere di combustione, con una pressione di inizione di 200 bar: è la combinazione tra iniezione multipla e accensione multipla che migliora lo sfruttamento del carburante e incrementa sensibilmente il rendimento termodinamico, con conseguente diminuzione delle emissioni di gas nocivi.


SCHEDA TECNICA CITROËN C4 CACTUS

SEMPLIFICARE PER ABBATTERE PESO E COSTI

Partendo da una piattaforma EMP1, ottimizzata rispetto a quella della C4, si è deciso di adottare motori più piccoli ed efficienti, nell'ottica del downsizing, a tutto vantaggio del piacere di guida e dei consumi. Rispetto alla sorella C4, la Cactus ferma l'ago della bilancia a soli 965 kg, risparmiandone ben 200 kg. Questo notevole risultato è la somma di più elementi, tra cui l'adozione dell'alluminio per il cofano e le traverse anteriori e posteriori, la panchetta posteriore non frazionabile (-6 kg), i vetri posteriori a compasso (-11 kg) e il tetto panoramico di grandi dimensioni, dotato di trattamento termico ad alte prestazioni, che lascia passare la luce isolando dal calore e dai raggi UV, permettendo così di fare a meno della tendina, con un risparmio di ulteriori 6 kg.

Motore: benzina 1.2 3 cilindri Sovralimentazione: con turbocompressore Potenza: 110 CV a 5.500 g/m Coppia: 205 Nm a 1.500 g/m Prezzi: da 16.000 Euro

filo tra i due sedili anteriori, andando di fatto ad unirli. Tutto digitale il quadro strumenti, con la grafica rossa che ricorda le atmosfere del film “Tron”, a cui si affianca l’immancabile “tablet” da 7” touch screen con il quale si accede in modo intuitivo a tutte le funzioni di infotainment della C4 Cactus. Sparisce la leva del cambio automatico, sostituita da tre pulsantoni nella consolle che permettono di selezionare la

marcia. Per aiutare chi siede al volante della C4 Cactus vi sono dei sistemi di assistenza, come il Park Assist con telecamera per la retromarcia, l’Hillholder, il Cornering Light e il sistema Smart Wash (ugelli montati direttamente alla base dei tergicristalli). La C4 Cactus sarà sul mercato da settembre, con quattro motori Euro 6, tra cui il 1.6 BlueHdi che consuma 3,4 l/100 km ed emette 89 g di CO2. (M.P.)

so l’alto, ispirato ad un bauletto, con funzione di cassettone portaoggetti. Dettagli presi in prestito dalla pelletteria anche per le maniglie delle porte e i sedili anteriori, con materiali che ricordano quelli usati per i divani casalinghi. Il bracciolo centrale, quando è abbassato, termina a

Opel Zafira Tourer Scelta sotto tutti i punti di vista L’istituto ambientale Ökotrend e la rivista specializzata Auto Test hanno scelto Zafira Tourer come monovolume più ecologica del 2014. La valutazione si divide in due sezioni: metà si riferisce al

funzionamento della vettura (consumi, emissioni di CO2, normative antinquinamento, rumorosità), mentre l’altra si basa sulla produzione del veicolo e sul suo costruttore.

la +Green del 2014

(19)


LOW EMISSION NEWS NUOVI MOTORI VOLVO

Più aria, meno consumi

uovi motori Drive-E, con turbo, volumetrico e 8 rapporti: più potenza, meno CO 2 . Già pronti per l’elettrificazione. Volvo è riuscita a proporre un downsizing ed un frazionamento unico di 4 cilindri, su motori con cubature due litri e con potenze comprese tra 140 e 309 cavalli per i benzina, mentre per i diesel l’intervallo oscilla tra 120 e 230 cavalli. I Drive-E adotteranno sia un compressore volumetrico, che garantirà una sufficiente spinta ai bassi regimi, sia un turbo che darà potenza quando il contagiri comincia a salire. Con un propulsore da 306 CV ed emissioni di CO2 pari a 149 g/km (6,4 l/100 km), la Volvo S60 T6 è

N

Icomplimenti! nostri 500 milioni di sterline (20)

181CV con 99 g/km

I PROPULSORI DRIVE-E sono dotati di compressore volumetrico e di turbo, per garantire una risposta pronta a tutti i regimi.

la prima auto del segmento a offrire più di 2 CV di potenza per grammo di CO2. L’auto accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi. La nuova unità T6 da 2,0 litri a quattro cilindri è dotata di un superalimentatore e di un turbocompressore: il turbo si attiva quando il flusso dell’aria aumenta, mentre il compressore, collegato meccanicamente, entra in funzione ai bassi regimi. Altrettanto eccezionalmente competitiva è la Volvo S60 T5 da 245 CV e con trasmissione automatica a 8 rapporti. Le emissioni di CO2 sono state ridotte a 137 g/km, con consumi di carburante pari a 5,9 l/100 km. Un diesel con emissioni di CO2 pari a soli 99 g/km quello rap-

Questo è quanto investirà Jaguar per la costruzione di motori a basse emissioni. Dopo aver dichiarato un aumento del 19% nel 2013, con vendite quasi raddoppiate a livello internazionale, la Casa ha lanciato una campagna per assumere circa 600 persone nel

presentato dall’unità D4 montata sulla Volvo S60, il che si traduce in consumi di 3,8 l/100 km, con una potenza comunque notevole di 181 CV e cambio manuale. Anche la Volvo V60, con propulsore D4 e cerchi fino a 17 pollici, scende al di sotto della barriera dei 100 grammi, con emissioni di CO2 uguali alla berlina. I motori diesel Drive-E sono dotati della recentissima tecnologia i-ART: ciascun iniettore monta nella parte superiore un chip intelligente che tiene sotto controllo la pressione di iniezione. Utilizzando questa informazione, il sistema auto-adattante i-ART controlla che durante ogni ciclo di combustione venga iniettata la quantità ideale di carburante. Questi nuovi motori Drive-E sono già pronti per l’elettrificazione: le dimensioni compatte dei quattro cilindri offrono una grande flessibilità per l’installazione del motore elettrico sia nella sezione anteriore che in quella posteriore del veicolo.

nuovo centro di produzione nei pressi di Wolverhampton, in Inghilterra, dove presto si penserà alla produzione di propulsori ecologici. Il primo sarà destinato ad una nuova berlina sportiva che verrà lanciata sul mercato già nel 2015.


RENAULT MÉGANE

Nuovo make up

uovo restyling per la gamma Mégane. Coupé, SporTour e RS vengono ridisegnate con interventi sostanziali sul frontale: all’innovativo design del cofano, alle nuove prese d’aria ed al logo ingrandito su sfondo nero si aggiungono gruppi ottici inediti, con luci diurne a led che conferiscono ancora più carattere. La

N

vera novità risiede però sotto il cofano. Con questa versione 2014 la vettura accoglie nella famiglia di motori Energy, dove già risiedono i propulsori “best in class” 1.5 dCi da 110 CV (3,5 l/100 km e 90 g/km CO2) e 1.6 dCi da 130 CV (il più potente della categoria), anche il benzina 1.2 TCe da 130 CV, in grado di ga-

5,4 l

il consumo per 100 km della 1.2 TCe da 130 CV

1°posto

TOYOTA VERSO

SECONDO LE DONNE

Sempre più europea un anno dalla nuova versione, Toyota Verso torna già con altre novità: tanta tecnologia in più a bordo e il nuovo motore 1.6 D-4D prodotto da BMW. Il reattivo turbodiesel a iniezione diretta eroga 112 CV di potenza e 270 Nm di coppia tra 1.750 e 2.250 giri/min, raggiungendo i 180 km/h, con uno 0-100 di 12,7 secondi. Grazie alle dimensioni compatte della nuova unità

rantire consumi di 5,4 litri per 100 chilometri nel ciclo misto, con il funzionale cambio automatico EDC (Efficient Dual Clutch). L’efficienza ovviamente continua a far rima anche con prestazioni: quest’ultimo, basato sul 1.2 TCe da 115 CV, che comunque rimane a listino, aumenta la cavalleria grazie alla messa a punto del software che consente di anticipare l'intervento del turbo. La coppia sale a 205 Nm e la velocità massima supera di poco i 190 km/h, per uno scatto da 0 a 100 che si conclude in appena 9,7 secondi. Inoltre, grazie all’ottima insonorizzazione della vettura, da sempre cavallo di battaglia della Mégane, si macinano chilometri nel più assoluto comfort: complice anche una sesta marcia che tiene bassi i giri del motore. Tre gli allestimenti disponibili, il Wave, il GT Style e l’Energy GT Line, con prezzi a partire da 19.300 euro per la versione a 5 porte.

Ford Fiesta Ecoboost 1.0 è l’auto preferita dalle donne: vince il premio “Women’s World Car of the Year” conferito dalle giornaliste di auto di tutto il mondo, primeggiando nel suo segmento. L’auto si è lasciata alle spalle Range Rover, Porsche Boxster S, Audi Allroad e CX5; le giurate l’hanno scelta, oltre che per il suo aspetto, per la maneggevolezza di guida, i colori, il sex appeal, l’adattabilità alla famiglia e l’impatto ambientale.

A

ed allo Start&Stop garantisce un consumo combinato di 4,5 l/100 km (119 g/km di emissioni di CO2) e un risparmio sulla manutenzione di circa il 25% nell’arco di 3 anni o 60.000 km rispetto al vecchio 2.0D.

(21)


LOW EMISSION TEST

Citroën C3 1.2 “Exclusive”

PICCOLA o GRANDE?

(22)


A CHI PIACE

Praticamente a tutti, per le sue dimensioni e la sua praticità, anche a quelli che cercano una vettura di personalità. Ampia la scelta anche tra le versioni 1.0 con i vari allestimenti

COSTA € 16.500 PERCORRE 21,2 km/l Una classica “quattro metri” europea, da oltre dieci anni la vettura più venduta della Casa francese in oltre tre milioni di esemplari, un sesto dei quali in Italia. L’ultimo restyling nel design e negli allestimenti è del marzo dello scorso anno: da allora adotta anche i nuovi motori benzina e diesel del Gruppo PSA, fra cui questo efficiente 3 cilindri 1.2 a benzina da 82 cavalli (c’è anche 1.0 da 68 CV) che equipaggia anche la cugina Peugeot 208 • provata da Roberto Argenti • foto di Igor Gentili

D

a una decina d’anni a questa parte le vetture del classico segmento “B” del mercato hanno assunto via via dimensioni maggiori, sicuramente perché potevano fungere allo stesso tempo da prima e da seconda macchina per chi non poteva permettersene due, ma anche per lasciare spazio nei listini alle più piccoline in arrivo. Uno degli esempi forse più chiari e conosciuti è la Volkswagen Polo, che oggi sfodera dimensioni maggiori addirittura rispetto alla prima e seconda serie della Golf, la celebre sorella maggiore, anche perché nel tempo ha dovuto creare un posto pri(23)


LOW EMISSION TEST

Citroën C3 1.2 “Exclusive”

3 cilindri 82 cavalli

(24)


DICONODI LEI GIOVANNA SEGRETARIA

Per quale utilizzo la pensi? “Una macchina veramente per ogni esigenza: si viaggia bene anche in quattro e con i bagagli! A bordo c’è tutto quello che serve, anche se devo ancora fare pratica col sistema radio-navigatore-lettore di musica, per separare bene le informazioni che arrivano dal display. Viaggiando col piede leggero, poi, i consumi sono veramente accettabili”.

DAL

WEB

Achille

21,2 CHILOMETRI CON UN LITRO

ma alla piccola Lupo, poi alla Fox ed oggi alla Up! Se la memoria non ci inganna, la prima vettura di segmento B a raggiungere la soglia (impensabile per allora) dei 4 metri di lunghezza fu la Skoda Fabia a fine 1999; da allora la marcia verso i famigerati 4 metri ha coinvolto un po’ tutte le Case, che hanno presentato modelli non solo di grandi dimensioni, ma decisamente molto confortevoli e dotati di ogni misura di sicurezza e di dotazioni tecnologiche all’avanguardia, nemmeno paragonabili a quelle presenti proprio sulle vetture dello stesso segmento più di dieci anni fa. Oggi ci troviamo di fronte a delle vere e proprie piccole ammiraglie, alle quali mancano solo i centimetri per sfidare le grandi compatte del segmento C, quello della famigerata Golf tanto per intenderci, ma alle quali non manca affatto la tecnica, la sicurezza, le dotazioni e gli allestimenti di alto livello. In un mercato italiano che a fine 2013 ha totalizzato poco più di 1.303.000 auto, il segmento B cui ci riferiamo copre il 41% delle vendite totali e fra le 10 vetture più

vendute in Italia, di tutti i segmenti, la C3 con 32.426 unità occupa il nono posto, a poca distanza dalle concorrenti più vicine (Fiesta, Clio e Polo), seppure molto lontano dalla regina assoluta Fiat Panda (ma sono trentatré anni che è prima in classifica!) e a distanza onorevole dalle vallette Punto, Ypsilon, 500, 500L e Golf. Un classico esemplare della crescita anche qualitativa delle “ex-utilitarie” è proprio la Citroën C3 berlina, una 4 metri che sfrutta al meglio tutto lo spazio a disposizione, con un abitacolo grande, sedili comodi ed un posto di guida alto, che consente un’ottima visibilità e facilità di manovra nel traffico popolato... di SUV! Le quattro porte strette aiutano molto anche a salire e a scendere dall’abitacolo quando gli spazi esterni sono risicati, come nei parcheggi a pettine, mentre la visibilità è eccellente da qualunque lato, anche in... alto, grazie al parabrezza panoramico Zenith: una dotazione che all’inizio può forse sconcertare, ma può far comodo per gettare lo sguardo in su oltre i soliti confini; nelle giornate di forte luce tuttavia crea qualche difficoltà al guidatore, che però può far scorrere in avanti la tendina del “sottotetto” dotata anche di provvidenziali alette parasole. Questa versione Exclusive della C3 col propulsore da 1.200 cc e 82 cavalli è decisamente ben accessoriata, a partire dal navigatore satellitare, i quattro cristalli elettrici, l’autoradio e il lettore CD, il connecting box con bluetooth, streaming audio e prese USB e JACK, la telecamera posteriore

“È l’ideale come macchina unica per la famiglia, la trovo molto silenziosa e mi piace anche come va questo “motorino” a 3 cilindri, molto divertente e scattante”.

Giorgia “Quando ho visto i freni posteriori a tamburo avevo delle perplessità, invece questa C3 frena benissimo!”.

Federica “Una macchina molto femminile, mi piace la sua linea tondeggiante; facilmente sarà la mia prossima...”.

Test Drive C3 1.2 3 cilindri 82 CV


LOW EMISSION TEST

Citroën C3 1.2 “Exclusive”

32.426 le C3 vendute in Italia nel 2013

109 g/km di CO2

e i sensori di parcheggio, i cerchi in lega da 16”, il volante in pelle, il climatizzatore automatico, i fendinebbia, i retrovisori riscaldabili e ripiegabili elettricamente e le abbondanti cromature sparse qua e là, dentro e fuori, come per le maniglie esterne delle portiere. Il piccolo tre cilindri 1.2 (ma esiste anche la versione 1.0, la 1.4 GPL, oltre ai turbodiesel 1.4 e 1.6) è più che adeguato ad ogni esigenza di mobilità, sia cittadina che ex(26)

traurbana, ed è sufficientemente elastico per essere un aspirato: avremmo magari gradito una manovrabilità del cambio più rapida, ma non si può avere tutto dalla vita e in fondo basta farci l’abitudine. Guidando la Citroën C3 in ogni condizione si nota la peculiarità dello sterzo, molto leggero ma preciso, ed una morbidezza delle sospensioni superiore alla media, che è da tempo immemorabile una caratteristica propria della Casa francese!


IN SINTESI CITROËN C3 1.2 EXCLUSIVE

La C3 è la classica vettura per la moglie, per i figli, ma anche per il capofamiglia che vuole stare tranquillo, sicuro e senza sorprese. Molti i motori disponibili (vedi articolo), ce n’è per tutti i gusti... o forse no: manca una versione “cattiva”, ma per quello c’è la DS3... Carburante Prezzo Bollo CO2

benzina € 16.500 € 154,80 (Lombardia) 109 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata Num. cilindri Potenza Coppia Cambio Peso Capacità serbatoio

1.199 cc 3 in linea 82 CV 118 Nm manuale a 5 marce 1.453 kg 50 l

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

3,94 1,73 1,52 2,45 10,2

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 174 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 14,2 s Autonomia media 1.060 km Ciclo Urbano Extraurbano Misto

SICUREZZA Adulti 83% Bambini 74% Pedoni 33%

l/100 km 5,6 4,1 4,7

km/litro 17,85 24,39 21,27

www.euroncap.com

Di serie ha gli airbag per il conducente, il passeggero e quelli laterali, il pretensionatore delle cinture di sicurezza, l’ABS, l’ESP, il correttore assetto fari ed il controllo automatico della velocità.

(27)


LOW EMISSION TEST

Mazda 6 2.2 Skyactiv-D

6 PER SEMPR La nuova berlina della Casa giapponese recupera il gap con le concorrenti. Motore efficiente, linea dinamica, tecnologia d’assistenza alla guida al passo con i tempi. E consumi da vera auto moderna, anche con il 2.2 turbodiesel da 175 CV • provata da Maurizio Spinali • foto di Igor Gentili

COSTA € 35.600 PERCORRE 20,4 km/l (28)


RE

A CHI PIACE

A quelli che credono ancora nelle capacità hi-tech dei giapponesi. A chi ha bisogno di una berlina premium senza spendere troppo. A tutti quelli che viaggiano molto e vogliono, oltre a un buon rapporto prestazioni/consumi, tutta la tecnologia d’assistenza alla guida disponibile sul mercato.

N

on è solo una vecchia berlina. Non lo è per la tecnologia e non lo è per il design. La nuova Mazda 6, arrivata sul mercato circa un anno fa, è l’immagine e la prova di quello che la Casa del Sol Levante vuole tornare ad essere, dopo anni poco brillanti, caratterizzati anche dalla convivenza poco fruttuosa con Ford. Motori efficienti, linee moderne, sistemi d’assistenza alla guida premium; insomma, quella che una volta si diceva “la sostanza giapponese” è ora abbinata ad un sex appeal inusuale. Skyactiv, questo il nome di tutta l’innovazione presente oggi in Mazda. Ma cosa significa? Cominciamo a scoprirlo portando a spasso i quasi 4,9 metri della “6” per le strade cittadine. Il motore è il diesel 2.2 da 175 CV, con due turbine ed una coppia mo(29)


14:1

IL RAPPORTO DI COMPRESSIONE PIÙ BASSO AL MONDO PER UN DIESEL struosa di 420 Nm sempre pronta. I tecnici giapponesi ci hanno lavorato parecchio, tanto da ridurre le emissioni NOx al minimo senza bisogno di numerosi ausili esterni (addio al vecchio problema Mazda dell’intasamento del filtro antiparticolato). (30)


DICONODI LEI ANDREA LOPIPPO ATTORE

È la berlina giusta? “Una berlina moderna. Ho trovato molti utili i sistemi di spegnimento motore in sosta e di rigenerazione dell’energia durante la frenata, mi pare che abbiano davvero ottimi effetti sui consumi. Comoda e con un motore non esageratamente grande. Un buon compromesso in questi tempi. E la sostanza giapponese c’è!”.

DAL

WEB

Rinaldo “L’ho provata dal mio concessionario: incredibile quanto spinge il motore! Ed è molto silenzioso. Bentornata Mazda!”.

Harris “Un po’ rigida in città, ma regala soddisfazioni fuori. E l’infotainment è ottimo”.

Rouge “Il computer di bordo ti dice tutto, anche quando il cell è scarico. Ottimo!”.

Uno sguardo più attento alla Mazda 6 2014 Lineare, senza vibrazioni e con performance nei consumi impensate, grazie al sistema i-eloop, che recupera l’energia in frenata e ricarica la batteria, e all’i-stop, lo spegnimento del motore in sosta al semaforo (mantenendo una leggere pressione sul pedale del freno e le ruote dritte, altrimenti non entra in funzione). Noi abbiamo mantenuto una media di 16 km/l, di poco inferiore in pieno traffico. Il cambio è un automatico a sei marce, non reattivo come un DSG Volkswagen, ma dolce e senza incertezze. L’unica scomodità notata saltando sui tombini e sul pavè è l’assetto ancora un po’ rigido delle sospensioni, che monta però cerchi da 19”, quindi non proprio piccoli. Abbiamo invece apprezzato

l’SBS, che tra i 4 e i 30 km/h frena l’auto in caso il radar frontale intercetti un ostacolo, e la telecamera posteriore per i parcheggi, visto che la visibilità del lunotto non è certo il punto di forza della berlina giapponese. Appena fuori città la Mazda 6 dimostra una stabilità notevole ed un’ottima percorrenza di curva, insperata considerando le sue dimensioni. Il segnale di scavallamento involontario della corsia ci ha aiutato in qualche momento di distrazione ed il coefficiente aerodinamico di 0,26 ci ha permesso di mantenere bassi i consumi ancora una volta. E l’abitacolo? Spazioso per quattro, con comode poltrone davanti e regolazioni infinite; il quinto passeggero però soffre,


0,26 IL COEFFICIENTE DI RESISTENZA AERODINAMICA

(32)


IN SINTESI MAZDA 6 2.2 SKYACTIV-D

Disponibile sia con motore benzina (2.0 o 2.5, da 165 o 192 CV) sia diesel (2.2, da 150 o 175 CV), con cambio automatico o manuale, la Mazda 6 si può scegliere in tre allestimenti: Essence, Evolve, Exceed. Berlina o station. Carburante Prezzo Bollo CO2

diesel € 35.600 € 369,55 (Lombardia) 127 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata Num. cilindri Potenza Coppia Peso Capacità serbatoio

489 LITRI DI CAPIENZA DEL BAGAGLIAIO

stretto là dietro sul tunnel centrale. Altro punto di forza di questa nuova arma giapponese è il bagagliaio, profondo, squadrato e con accessibilità dall’interno grazie al divanetto ripiegabile: una notevole comodità da tenere ben in considerazione su questo tipo di auto. A parte forse i tasti non grandissimi, l’impianto d’infotainment è ottimo, integrando molto bene i singoli device. Per esempio, se il vostro smartphone è collegato all’auto, questa vi avviserà acusticamente quando è troppo basso. L’impianto audio Bose ci ha spronato a provare ad alzare il volume, regalandoci bassi profondi, acuti squillanti e voci cristalline senza alcuna distorzione. Un altro gadget che ha stuzzicato la nostra attenzione è stato l’High Beam Control, che converte le luci da abbaglianti ad anabbaglianti incrociando un’altra auto, molto utile per evitare incidenti o il solito scambio di graziosi complimenti verbali e a colpi di clacson... Alla fine, l’imponenza di un’auto che non è certo una citycar te la dimentichi presto sulla nuova Mazda 6. Apprezzi il motore, le soluzioni intelligenti, il ritorno di una Mazda come si deve. E anche il prezzo di listino, al di sotto di molte concorrenti, anche per una versione full optional come la nostra. Una berlina con la vecchia sostanza e con tutta quella che una volta non c’era. E che la Casa giapponese sembrava aver perso per sempre. Da adesso non sarà più così!

2.191 cc 4 175 CV 420 Nm 1.420 kg 62 l

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

4,87 1,84 1,45 2,83 n.d.

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 215 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 8,6 s Autonomia media 1.264,8 km Ciclo Urbano Extraurbano Misto

SICUREZZA Adulti 92% Bambini 77% Pedoni

l/100km 6,1 4,2 4,9

km/litro 16,4 23,8 20,4

www.euroncap.com

Cinque stelle e punteggi medio alti per la Mazda 6 ai crash test Euro NCAP. Ottimo quello che valuta la protezione degli adulti in abitacolo.

66%

(33)


LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION LOW EMISSION È UN’AUTO CHE HA EMISSIONI DI CO2 NON SUPERIORI A 130 G/KM ALFA ROMEO

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

22,73 23,81 21,28 23,81 17,86 17,86 28,57 22,73

4,4 4,2 4,7 4,2 5,6 5,6 3,5 4,4

137,85 150,0 129,05 140,0 101,6 101,6 173,3 137,85

diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

A1 1.2 TFSI A1 1.4 TFSI A1 1.6 TDI A1 1.6 TDI A1 2.0 TDI A3 1.2 TFSI A3 1.4 TFSI A3 1.8 TFSI A3 1.6 TDI A3 2.0 TDI A4 2.0 TDI A4 2.0 TDI A4 2.0 TDI A4 3.0 V6 TDI A5 2.0 TDI A5 2.0 TDI A5 3.0 V6 TDI A6 2.0 TDI

19,61 18,87 26,32 25,64 24,39 20,41 19,23 17,86 26,32 22,73 22,22 22,73 20,83 20,41 20,83 21,28 20,41 20,41

5,1 5,3 3,8 3,9 4,1 4,9 5,2 5,6 3,8 4,4 4,5 4,4 4,8 4,9 4,8 4,7 4,9 4,9

111,56 107,35 159,62 155,52 147,94 120,00 113,08 105,00 164,47 152,44 134,79 152,44 126,36 123,78 130,21 129,05 123,78 123,78

benzina benzina diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

BMW

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,18 18,18 24,39 23,26 26,32 22,73 21,74 20,41 23,26 22,73 18,87 24,39 21,74 20,41 20,41 21,28 20,41 22,22 22,22 20,41 20,41 20,41 22,22

5,5 5,5 4,1 4,3 3,8 4,4 4,6 4,9 4,3 4,4 5,3 4,1 4,6 4,9 4,9 4,7 4,9 4,5 4,5 4,9 4,9 4,9 4,5

103,45 103,45 152,44 141,06 159,62 137,85 135,87 123,78 141,06 137,85 110,94 147,94 131,86 123,78 123,78 129,05 123,78 134,79 134,79 127,55 123,78 123,78 134,79

benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

Giulietta 1.6 JTDm-2 Giulietta 2.0 JTDm-2 Giulietta 2.0 JTDm-2 MiTo 0.9 T MiTo 1.4 MiTo 1.4 T MiTo 1.3 JTDm MiTo 1.6 JTDm-2

AUDI

114i 116i 114d 116d 116d Efficient Dynamics 118d 120d 125d 316d 318d 320i Efficient Dynamics 320d Efficient Dynamics 320d 325d 330da 420d 430da 518d 520d 525d X1 16d X1 18d X1 20d Efficient Dynamics

(34)

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

105 150 170 105 78 135 85 120

1.598 1.956 1.956 875 1.378 1.378 1.248 1.598

114 110 124 99 130 129 90 144

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

86 122 90 105 143 105 122 180 105 150 150 163 177 204 143 177 2042 1771

1.197 1.390 1.598 1.598 1.968 1.197 1.395 1.798 1.598 1.968 1.968 1.968 1.968 2.967 1.968 1.968 967 968

118 124 99 103 108 114 120 130 99 106 119 115 127 129 127 123 129 129

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

102 136 95 116 116 143 184 218 116 143 170 163 184 218 258 184 258 143 184 218 116 143 163

1.598 1.598 1.598 1.995 1.598 1.995 1.995 1.995 1.995 1.995 1.598 1.995 1.995 1.195 2.993 1.995 2.993 1.995 1.995 1.995 1.995 1.995 1.995

129 129 109 114 99 115 122 126 114 116 124 109 120 129 129 124 129 119 125 129 128 128 119

prezzo (€)

da 23.743 da 27.423 da 28.432 da 17.996 da 16.484 da 20.315 da 17.694 da 21.828 prezzo (€)

da 17.450 da 20.620 da 19.670 da 21.530 da 24.510 da 22.140 da 23.250 da 29.300 da 24.150 da 27.480 da 37.210 da 36.550 da 36.550 da 42.000 da 39.850 da 41.290 da 46.690 da 43.610 prezzo (€)

da 23.896 da 25.197 da 25.297 da 26.064 da 26.064 da 29.088 da 31.559 da 35.289 da 30.450 da 34.836 da 35.037 da 37.356 da 37.356 da 40.583 da 46.027 da 41.541 da 51.976 da 43.479 da 46.629 da 50.000 da 29.492 da 31.307 da 36.096


Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

CHEVROLET Aveo 1.2 Aveo 1.3 D Aveo 1.3 D Cruze 1.7 D Spark 1.0 Spark 1.2 Trax 1.7 D

CITROËN

Berlingo 1.6 e-HDi 115 C1 C3 1.0 VTi 68 C3 1.2 VTi 82 C3 1.2E-VTi 82 ETG Airdream C3 1.4 Hdi 70 C3 1.4 e-Hdi 70 Airdream CMP C3 1.6 Hdi 90 Airdream C3 1.6 e-Hdi 115 Airdream C3 Picasso 1.6 HDi 90 C3 Picasso 1.6 e-Hdi 90 Airdream CMP6 C3 Picasso 1.6 HDi 115 C4 1.6 HDi 90 C4 1.6 e-HDi 115 Airdream C4 2.0 HDi 150 C4 Picasso 1.6 HDi 90 C4 Picasso 1.6 e-HDi 90 Airdream ETG6 C4 Picasso 1.6 e-HDi 115 C4 Picasso 1.6 e-HDi 115 ETG6 C4 Picasso 2.0 HDi 150 C4 G. Picasso 1.6 e-HDi 90 Airdream ETG6 C4 G. Picasso 1.6 e-HDi 115 C4 G. Picasso 2.0 BlueHDi 150 C4 Aircross 1.6 HDi 2WD C4 Aircross 1.6 HDi 4WD C5 1.6 HDi 115 C5 1.6 e-HDi 115 Airdream CMP6 C5 2.0 HDi 140 C5 2.0 Hdi 160 DS3 1.2 Vti 82 DS3 1.2 e-Vti 82 Airdream DS3 1.4 HDi 70 DS3 1.4 e-HDi 70 Airdream DS3 1.6 e-HDi 90 Airdream DS3 1.6 e-HDi 115 Airdream DS4 1.6 e-HDi 115 Airdream DS4 2.0 HDi 135 DS5 1.6 BlueHDi 120 DS5 2.0 HDi 160 DS5 2.0 BlueHDi 180 CA6

DACIA

Dokker 1.5 dCi Dokker 1.5 dCi Duster 1.5 dCi 4x2 Duster 1.5 dCi 4x2 Logan MCV 900 Tce Logan MCV 1.5 dCi Logan MCV 1.5 dCi Lodgy 1.5 dCi

LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,18 26,32 24,39 22,22 19,61 19,61 22,22

5,5 3,8 3,6 4,5 5,1 5,1 4,5

103,45 149,73 138,77 134,79 111,56 111,56 134,79

benzina diesel diesel diesel benzina benzina diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

20,83 23,26 23,26 21,28 23,10 26,32 29,41 25,00 27,93 21,40 24,40 20,00 23,81 23,26 20,41 26,32 27,60 25,00 25,00 20,00 26,32 25,00 23,81 21,74 20,00 20,00 22,00 20,00 20,00 21,28 23,20 26,32 29,41 27,78 26,32 22,22 20,51 22,73 20,41 19,70

4,8 4,3 4,3 4,7 4,4 3,8 3,4 4,0 3,5 4,7 4,2 5,5 4,2 4,3 4,9 3,8 3,6 4 4 5 3,8 4 4,2 4,6 5 5 4,5 5 5 4,7 4,31 3,8 3,4 3,6 3,8 4,5 4,9 4,4 4,9 5,1

126,36 132,32 132,32 125,11 130,30 159,62 178,39 151,63 181,36 138,44 158,44 129,80 144,41 141,06 123,78 159,62 172,40 151,63 151,63 125,00 159,62 151,63 144,41 131,86 121,31 121,39 134,79 125,00 125,00 125,11 132,57 159,62 178,39 168,48 159,62 134,79 123,78 137,85 123,78 127,43

diesel benzina benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

22,22 22,22 21,28 20,83 20,00 26,32 26,32 23,81

4,5 4,5 4,7 4,8 5 3,8 3,8 4,2

138,89 138,89 129,05 126,36 117,60 159,62 159,62 144,41

diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

86 75 95 131 68 82 130

1.229 1.248 1.248 1.686 995 995 1.686

129 99 95 117 119 119 120

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

92 68 68 82 82 68 68 92 92 92 92 115 92 114 150 92 92 115 115 150 92 115 150 114 114 114 114 140 160 82 82 68 68 92 114 114 136 120 163 181

1.560 998 999 1.199 1.199 1.398 1.398 1.560 1.560 1.560 1.560 1.560 1.560 1.560 1.997 1.560 1.560 1.560 1.560 1.997 1.560 1.560 1.997 1.560 1.560 1.560 1.560 1.997 1.997 1.199 1.199 1.398 1.398 1.560 1.560 1.560 1.997 1.560 1.997 1.997

120 99 99 109 95 99 87 90 99 105 112 119 106 97 127 110 98 105 104 110 98 105 110 119 129 120 117 130 129 109 99 99 87 90 99 113 130 102 125 114

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

75 90 90 110 90 75 90 90

1.461 1.461 1.461 1.461 898 1.461 1.461 1.461

118 118 123 127 116 99 99 109

prezzo (€)

da 12.744 da 14.267 da 15.885 da 20.179 da 9.347 da 12.523 da 22.731 prezzo (€)

22.150 10.050 12.650 14.900 15.900 16.150 17.150 18.900 19.650 20.050 20.800 22.650 21.150 22.550 26.000 23.050 24.050 25.500 26.250 28.800 25.550 27.000 30.300 25.750 27.750 28.100 29.100 29.600 30.400 15.800 17.850 17.100 17.850 19.900 22.750 23.400 27.000 30.700 32.000 35.000 prezzo (€)

da 11.650 da 12.150 da 14.050 da 14.850 da 11.150 da 10.750 da 11.250 da 13.150

(35)


LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION Lodgy 1.5 dCi Sandero Tce Sandero 1.5 dCi Sandero Stepway 1.5 dCi

DAIHATSU Charade 1.3

DR

City Cross 1.3 DR1 1.1 DR2 1.3

FIAT

500 L 0.9 Twin Air 500 L 1.3 MJT II 500 L 1.6 MJT II 500 L 1.6 MJT II Bravo 1.6 MJT Bravo 1.6 MJT 500 0.9 Twin Air 500 0.9 Twin Air 500 1.2 500 1.3 MJT Panda 0.9 Twin Air Panda 1.2 Panda 1.3 MJT Punto 0.9 Twin Air Punto 1.2 Punto 1.3 MJT II Punto 1.3 MJT II Punto 1.3 MJT II Qubo 1.3 MJT Qubo 1.3 MJT Sedici 2.0 MJT

FORD

B-Max 1.0 EcoBoost B-Max 1.0 EcoBoost B-Max 1.6 TDCI B-Max 1.5 TDCI C-Max 1.6 TDCI C-Max 1.6 TDCI C-Max 1.0 EcoBoost C-Max 1.0 EcoBoost EcoSport 1.0 EcoBoost EcoSport 1.5 TDCI Fiesta 1.2 16V Fiesta 1.0 12V Fiesta 1.0 12V Fiesta 1.5 TDCI Fiesta 1.6 TDCI Focus 1.0 EcoBoost Focus 1.0 EcoBoost Focus 1.6 TDCI Focus 1.6 TDCI Focus 2.0 TDCI Ka 1.2 Mondeo 1.6 TDCI

(36)

Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

22,73 19,23 25,00 22,73

4,4 5,2 4 4,4

137,85 113,08 151,63 137,85

diesel benzina diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,52

5,4

105,36

benzina

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,18 20,41 18,18

5,5 4,9 5,5

103,45 116,11 103,45

benzina benzina benzina

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

20,83 23,81 22,22 21,74 22,73 21,28 25,00 23,81 19,61 25,64 23,81 23,81 25,64 23,81 18,52 23,81 28,57 23,81 23,26 23,26 20,41

4,8 4,2 4,5 4,6 4,4 4,7 4 4,2 5,1 3,9 4,2 5,2 3,9 4,2 5,4 4,2 3,5 4,2 4,3 4,3 4,9

122,50 148,81 138,89 131,86 137,85 129,05 142,24 140 111,56 155,52 135,47 140 155,52 135,47 105,36 144,41 173,30 144,41 141,06 141,06 123,78

benzina diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel benzina benzina diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

19,60 19,60 25,00 24,39 20,10 20,10 19,61 19,61 18,86 21,73 18,52 21,74 22,22 27,03 24,39 20,83 20,00 22,20 22,20 20,41 20,41 21,28

5,1 5,1 4,0 4,1 4,8 4,8 5,1 5,1 5,3 4,6 5,4 4,6 4,5 3,7 4,1 4,8 5 4,5 4,5 4,9 4,9 4,7

115,29 115,29 156,25 147,94 130,21 130,21 115,29 115,29 107,77 131,68 105,36 127,83 130,67 168,92 47,94 122,50 113,79 138,89 138,89 127,55 116,11 129,05

benzina benzina diesel diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel benzina benzina benzina diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel benzina diesel

107 90 75 88

1.461 898 1.461 1.461

116 120 104 121

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

100

1.329

125

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

83 68 83

1.297 1.083 1.297

130 114 129

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

105 85 105 120 105 120 85 105 69 95 85 69 75 105 69 75 85 95 75 95 135

578 1.248 1.598 1.598 1.598 1.598 875 875 1.242 1.248 875 1.241 1.248 875 1.242 1.248 1.248 1.248 1.248 1.248 1.956

112 110 117 120 115 122 92 99 113 104 99 120 104 99 126 112 98 110 113 113 128

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

100 125 95 75 95 115 100 125 125 90 60 80 100 75 95 100 125 95 115 163 69 115

999 999 1.560 1.498 1.560 1.560 999 999 999 1.560 1.242 999 999 1.498 1.560 999 999 1.560 1.560 1.997 1.242 1.560

114 114 104 109 119 119 117 117 125 120 127 105 105 98 107 109 114 117 117 124 115 125

da 13.650 da 10.150 da 9.750 da 11.850 prezzo (€)

da 13.600 prezzo (€)

da 9.980 da 7.980 da 8.980 prezzo (€)

da 20.214 da 18.097 da 20.819 da 21.525 da 19.700 da 21.950 da 13.560 da 16.181 da 12.249 da 14.568 da 12.854 da 10.585 da 12.804 da 13.711 da 12.299 da 14.316 da 15.324 da 16.030 da 16.282 da 17.038 da 20.466 prezzo (€)

da 17.250 da 21.500 da 18.750 da 18.000 da 21.000 da 21.750 da 19.500 da 20.250 da 18.500 da 19.250 da 12.000 da 12.750 da 13.500 da 14.250 da 15.000 da 18.750 da 19.500 da 20.250 da 21.000 da 27.250 da 10.000 da 24.000


LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION

Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,52 27,78 22,73 22,22 18,87 18,18

5,4 3,6 4,4 4,5 5,3 5,5

105,36 168,48 137,85 134,79 107,35 103,45

benzina diesel diesel diesel benzina benzina

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

21,28 20,41 20,41 19,23 26,32 24,39 24,39 24,39 24,39 21,74 22,22 22,22 21,28 21,28

4,7 4,9 4,9 5,2 3,8 4,1 4,1 4,1 4,1 4,6 4,5 4,5 4,7 4,7

121,05 116,11 116,11 109,41 159,62 147,94 147,94 147,94 147,94 131,86 134,79 134,79 129,05 129,05

benzina benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

22,22

4,5

134,79

diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

XF 2.2 D

20,41

4,9

123,78

diesel

KIA

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

23,26 24,39 23,26 23,81 19,61 27,78 24,39 20,41 22,22 22,22 21,28

4,3 4,1 4,3 4,2 5,1 3,6 4,1 4,9 4,5 4,5 4,7

141,06 147,94 41,06 135,47 115,29 168,48 147,94 123,78 134,79 134,79 129,05

diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

Delta 1.6 MJT Delta 1.6 MJT Ypsilon 0.9 Twin Air Ypsilon 1.2 Ypsilon 1.3 MJT

22,73 21,28 23,81 19,61 26,32

4,4 4,7 4,2 5,1 3,8

137,85 129,05 135,47 111,56 159,62

diesel diesel benzina benzina diesel

MAZDA

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

21,74 20,00 20,00 23,81

4,6 5 5 4,2

131,86 113,79 113,79 144,41

diesel benzina benzina diesel

HONDA Civic 1.4 Civic 1.6 i-DTEC Civic 2.2 i-DTEC CR-V 1.6 i-DTEC Jazz 1.2 Jazz 1.4

HYUNDAI i10 1.0 i10 1.2 i20 1.2 i20 1.4 i20 1.1 Crd i20 1.4 Crd i30 1.4 Crd i30 1.6 Crd i30 1.6 Crd i40 1.7 Crd ix20 1.4 Crd ix20 1.4 Crd ix20 1.6 Crd ix20 1.6 Crd

INFINITI Q50 2.2d

JAGUAR Cee'd 1.4 Crd Cee'd 1.6 Crd Cee'd 1.6 Crd Picanto 1.0 Rio 1.2 CVVT Rio 1.1 Crd Rio 1.4 Crd Soul 1.6 Crd Venga 1.4 Crd Venga 1.4 Crd Venga 1.6 Crd

LANCIA

CX-52.2 Mazda2 1.3 Mazda2 1.3 Mazda2 1.6 TD

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

100 120 150 120 90 99

1.339 1.597 2.199 1.597 1.198 1.198

129 94 115 119 123 126

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

69 85 85 100 75 90 90 110 128 115 77 90 115 128

1.086 1.248 1.248 1.248 1.120 1.396 1.396 1.582 1.582 1.685 1.396 1.396 1.582 1.582

108 114 114 122 99 106 109 108 108 122 119 119 125 125

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

170

2.143

170

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

163

2.179

129

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

90 110 128 69 85 75 90 128 77 90 128

1.396 1.582 1.582 998 1.248 1.120 1.396 1.582 1.396 1.396 1.582

114 108 114 99 119 94 109 129 119 119 125

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

105 120 85 69 95

1.598 1.598 875 1.242 1.248

115 122 99 118 99

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

150 75 84 95

2.191 1.349 1.349 1.560

119 115 115 110

prezzo (€)

da 18.900 da 21.950 da 25.200 da 25.150 da 12.800 da 15.100 prezzo (€)

da 11.350 da 11.950 da 11.600 da 14.200 da 13.125 da 14.625 da 17.875 da 19.325 da 20.775 da 25.250 da 17.055 da 18.605 da 19.115 da 21.550 prezzo (€)

da 36.100 prezzo (€)

da 40.850 prezzo (€)

da 18.500 da 19.500 da 23.200 da 9.900 da 11.650 da 13.650 da 14.150 da 22.200 da 17.200 da 17.700 da 19.700 prezzo (€)

da 24.247 da 25.256 da 14.568 da 12.955 da 15.375 prezzo (€)

da 25.750 da 12.750 da 14.900 da 16.600

(37)


LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION Mazda3 1.5 Skyactiv G Mazda3 2.2 Skyactiv D Mazda6 2.2 Skyactiv D Mazda6 2.2 Skyactiv D

MERCEDES

A 160 CDI A 180 Blue Efficiency A 200 Blue Efficiency A 180 CDI Blue Efficiency A 200 CDI Blue Efficiency A 220 CDI Blue Efficiency B 160 CDI B 180 CDI Blue Efficiency B 200 CDI Blue Efficiency B 220 CDI Blue Efficiency CLA 180 CLA 200 CLA 180 CDI CLA 200 CDI CLA 220 CDI C 180 CDI Blue Efficiency C 200 CDI Blue Efficiency C 220 CDI Blue Efficiency C 250 CDI Blue Efficiency E 200 CDI Blue Efficiency E 220 CDI Blue Efficiency E 250 CDI Blue Efficiency

MINI

Mini One Mini One D Mini Cooper SD Mini Cooper Coupé/ Roadster Mini One D Countryman Mini Cooper D Countryman/Paceman Mini Cooper SD Countryman

MITSUBISHI Outlander 2.2 DI-D 2WD Space Star 1.0

NISSAN Juke 1.5 dCI Micra 1.2 Micra 1.2 DG-S Note 1.2 Note 1.5 dCI Qashqai 1.6 dCI

OPEL

Adam 1.2 70 CV Adam 1.2 70 CV S&S Adam 1.4 87 CV Adam 1.4 87 CV S&S Adam 1.4 100 CV Adam 1.4 100 CV S&S Astra 1.4

(38)

Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

19,61 24,39 23,81 20,83

5,1 4,1 4,2 4,8

111,56 147,94 148,81 130,21

benzina diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

26,32 18,18 18,18 26,32 23,26 23,81 24,39 22,73 22,73 22,73 18,52 18,18 25,64 23,81 23,81 20,83 20,83 22,73 27,78 20,83 20,00 20,41

3,8 5,5 5,5 3,8 4,3 4,2 4,1 4,1 4,4 4,4 5,4 5,5 3,9 4,2 4,2 4,8 4,8 4,4 3,6 4,8 5 4,9

164,47 106,91 106,91 164,47 145,35 148,81 147,94 137,85 137,85 137,85 108,89 106,91 155,52 148,81 148,81 130,21 126,36 137,85 168,48 130,21 121,31 123,78

diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,52 26,32 23,26 18,52 22,73 22,73 21,74

5,4 3,8 4,3 5,4 4,4 4,4 4,6

112,32 159,62 141,06 105,36 137,85 137,85 131,86

benzina diesel diesel benzina diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

20,83 25

4,8 4,0

130,21 147,00

diesel benzina

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

20,41 20,00 23,26 21,28 27,78 21,28

4,9 5 4,3 4,7 3,6 4,7

123,78 113,79 132,32 125,11 168,48 129,05

diesel benzina benzina benzina diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,87 20,00 18,18 19,61 18,18 19,61 18,18

5,3 5,0 5,5 5,1 5,5 5,1 5,5

110,94 117,60 106,91 115,29 106,91 115,29 106,91

benzina benzina benzina benzina benzina benzina benzina

100 150 150 175

1.496 2.191 2.191 2.191

119 107 108 127

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

90 122 156 109 136 170 90 109 136 170 122 156 109 136 170 120 136 170 204 136 170 204

1.461 1.595 1.595 1.461 1.796 2.143 1.461 1.796 1.796 2.143 1.595 1.595 1.461 1.796 2.143 2.143 2.143 2.143 2.143 2.143 2.143 2.143

98 128 129 98 111 109 108 108 115 114 126 127 102 109 109 125 125 117 125 125 130 129

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

75 90 143 122 90 111 143

1.598 1.598 1.995 1.598 1.598 1.598 1.995

127 99 114 127 115 115 122

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

150 71

2.268 999

126 92

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

110 80 98 80 90 131

1.461 1.198 1.198 1.198 1.461 1.598

129 115 99 109 95 123

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

70 70 87 87 100 100 100

1.229 1.229 1.398 1.398 1.398 1.398 1.398

124 118 129 119 129 119 129

da 17.600 da 23.900 da 28.150 da 35.600 prezzo (€)

da 23.797 da 23.505 da 27.568 da 24.624 da 27.518 da 35.049 da 26.207 da 27.185 da 30.502 da 38.064 da 30.139 da 33.466 da 31.147 da 33.668 da 38.911 da 32.614 da 36.213 da 38.235 da 40.650 da 40.300 da 45.644 da 50.998 prezzo (€)

da 16.283 da 19.006 da 26.064 da 23.795 da 23.140 da 25.257 da 28.988 prezzo (€)

da 30.008 da 11.490 prezzo (€)

da 18.900 da 11.250 da 15.050 da 13.450 da 15.400 da 23.500 prezzo (€)

da 11.900 da 13.850 da 14.000 da 14.350 da 14.500 da 14.850 da 16.740


Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

Astra GTC 1.7 CDTi Astra GTC 1.7 CDTi Astra GTC 2.0 CDTi Corsa 1.0 Corsa 1.2 Corsa 1.4 Corsa 1.3 CDTi Corsa 1.3 CDTi Corsa 1.7 CDTi Insigna 1.4 T Insigna 2.0 CDTi Insigna 2.0 CDTi Insigna 2.0 BT CDTi Meriva 1.3 CDTi Meriva 1.3 CDTi Meriva 1.7 CDTi Mokka 1.7 CDTi Zafira Tourer 2.0 CDTi

PEUGEOT 107 1.0 207 1.4 Hdi 208 1.0 Vti 208 1.2 Vti 208 1.4 Hdi 208 1.6 e-Hdi 208 1.6 e-Hdi 2008 1.2 Vti 2008 1.4 Hdi 2008 1.6 e-Hdi 2008 1.6 e-Hdi 308 1.2 Vti 308 1.6 THP 308 1.6 Hdi 308 1.6 e-Hdi 508 1.6 e-Hdi 508 2.0 Hdi 5008 1.6 e-Hdi 3008 1.6 Hdi Bipper Tepee 1.3 Hdi Partner Tepee 1.6 Hdi

RENAULT

Captur 0.9 TCE Captur 1.2 TCE Captur 1.5 dCi Clio 0.9 TCE Clio 1.2 Clio 1.5 dCi Clio Sporter 0.9 TCE Clio Sporter 1.2 Clio Sporter 1.5 dCi Kangoo 1.5 dCi Kangoo 1.5 dCi Laguna 1.5 dCi Laguna 2.0 dCi S&S Mégane 1.2 TCE Mégane 1.5 dCi Mégane 1.5 dCi Mégane 1.6 dCi Energy GT Line Scénic XMod 1.5 dCi

LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION

22,22 22,22 20,41 20,00 18,87 18,18 23,26 22,73 22,22 19,23 27,03 23,26 20,41 20,41 22,22 21,28 22,22 22,22

4,5 4,5 4,9 5 5,3 5,5 4,3 4,4 4,5 5,2 4,4 4,3 4,9 4,9 4,5 4,7 4,5 4,5

134,79 134,79 123,78 113,79 107,35 103,45 141,06 137,85 134,79 113,08 168,92 145,35 127,55 116,11 134,79 129,05 138,89 134,79

diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

23,26 23,81 23,26 22,22 26,32 26,32 26,32 20,41 26,00 25,00 25,00 20,00 17,86 27,78 27,03 23,81 20,83 22,73 19,23 22,22 20,83

4,3 4,2 4,3 4,5 3,8 3,8 3,8 4,9 4,6 4,7 4,7 5 5,6 3,6 3,7 4,2 4,8 4,4 5,2 4,5 4,8

132,32 144,41 132,32 126,44 159,62 159,62 159,62 116,11 163,70 156,25 156,25 113,79 105,00 168,48 168,92 144,41 126,36 137,85 116,64 134,79 126,36

benzina diesel benzina benzina diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

20,41 18,52 27,78 22,22 18,18 27,78 22,22 18,18 29,41 20,41 20,41 23,81 21,74 18,87 25,00 24,39 25,00 24,39

4,9 5,4 3,6 4,5 5,5 3,6 4,5 5,5 3,4 4,9 4,9 4,3 4,6 5,3 4 4,1 4 4,1

120,00 105,36 168,48 130,67 106,94 168,48 130,67 106,94 183,32 123,78 123,78 144,41 131,86 107,35 151,63 147,94 151,63 147,94

benzina benzina diesel benzina benzina diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel diesel

110 130 165 65 85 100 75 95 130 140 140 163 194 75 95 110 130 131

1.686 1.686 1.956 998 1.229 1.398 1.248 1.248 1.686 1.364 1.956 1.956 1.956 1.248 1.248 1.686 1.686 1.956

119 119 129 117 124 129 114 115 118 123 99 114 129 129 119 130 123 119

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

68 70 68 82 68 92 114 82 68 92 115 82 125 92 116 115 140 115 112 75 92

998 1.398 998 1.199 1.398 1.560 1.560 1.199 1.398 1.560 1.560 1.199 1.598 1.560 1.560 1.560 1.997 1.560 1.560 1.248 1.560

99 110 99 104 98 98 99 114 104 103 105 114 129 95 95 109 119 115 130 119 129

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

90 120 75 90 75 75 90 75 90 90 110 110 150 116 95 110 131 110

898 1.197 1.461 898 1.149 1.461 898 1.149 1.461 1.461 1.461 1.461 1.995 1.198 1.461 1.461 1.598 1.461

113 125 95 105 127 95 105 127 90 129 129 112 120 119 104 106 104 105

da 23.190 da 24.190 da 27.690 da 11.330 da 11.830 da 14.930 da 13.580 da 16.680 da 19.180 da 27.720 da 29.520 da 30,250 da 34,650 da 18.070 da 20.320 da 21.620 da 23.230 da 28.990 prezzo (€)

da 10.050 da 14.100 da 12.100 da 12.750 da 14.200 da 16.450 da 19.000 da 15.300 da 16.650 da 19.150 da 21.800 da 17.100 da 20.800 da 19.900 da 20.900 da 26.650 da 27.850 da 24.920 da 24.030 da 16.180 da 18.900 prezzo (€)

da 16.150 da 20.750 da 17.800 da 16.200 da 13.600 da 15.350 da 16.900 da 14.400 da 18.650 da 20.500 da 21.350 da 28.000 da 30.300 da 20.700 da 20.550 da 21.550 da 25.350 da 23.250

(39)


LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION Scénic XMod 1.6 dCi Scénic 1.5 dCi Scénic 1.6 dCi Twingo 1.2

SEAT

Altea 1.6 TDI Altea 1.6 TDI Altea 2.0 TDI Altea XL 1.6 TDI Altea XL 1.6 TDI Altea Freetrack 1.6 TDI Ibiza 1.2 Ibiza 1.2 TSI Ibiza 1.2 TDI Ibiza 1.6 TDI Ibiza 1.6 TDI Ibiza 2.0 TDI Leon 1.2 TSI Leon 1.2 TSI Leon 1.4 TSI Leon 1.6 TDI Leon 1.6 TDI Leon 2.0 TDI Mii 1.0 Mii 1.0 Toledo 1.2 TSI Toledo 1.6 TDI

SKODA

Citigo 1.0 Citigo 1.0 Fabia 1.2 Fabia 1.2 TSI Fabia 1.2 TSI Fabia 1.2 TDI GreenLine Fabia 1.6 TDI Fabia 1.6 TDI Octavia 1.2 TSI Octavia 1.4 TSI Octavia 1.6 TDI Octavia 1.6 TDI GreenLine Octavia 2.0 TDI Rapid 1.2 TSI Rapid 1.2 TSI Rapid 1.6 TDI GreenLine Rapid 1.6 TDI Roomster 1.2 TDI GreenLine Roomster 1.6 TDI Roomster 1.6 TDI Superb 1.6 TDI GreenLine Yeti 1.6 TDI GreenLine

SMART

fortwo 1000 fortwo 1000 fortwo 1000 fortwo 1000 Brabus fortwo 800 CDI

(40)

Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

22,73 20,41 22,73 19,61

4,4 4,9 4,4 5,1

137,85 123,78 137,85 111,56

diesel diesel diesel benzina

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

20,83 20,83 20,41 20,83 20,83 21,74 18,52 19,61 26,32 23,81 23,81 21,74 19,23 19,23 19,23 23,81 26,32 20,83 22,22 21,28 19,61 22,22

4,8 4,8 4,9 4,8 4,8 4,6 5,4 5,1 3,8 4,2 4,2 4,6 5,2 5,2 5,2 4,2 3,8 4,8 4,5 4,7 5,1 4,5

126,36 126,36 123,78 126,36 126,36 131,86 105,36 111,56 159,62 144,41 144,41 131,86 113,08 113,08 113,08 144,41 159,62 126,36 126,44 121,05 111,56 134,79

diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel diesel benzina benzina benzina diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

22,22 21,28 18,18 19,23 18,87 29,41 23,81 23,81 20,41 18,87 26,32 30,30 24,39 19,61 18,52 26,32 22,73 23,81 21,28 21,28 23,81 21,74

4,5 4,7 5,5 5,2 5,3 3,4 4,2 4,2 4,9 5,3 3,8 3,3 4,1 5,1 5,4 3,8 4,4 4,2 4,7 4,7 4,2 4,6

126,44 121,05 103,45 109,41 107,35 178,39 144,41 144,41 116,11 107,35 159,62 189,39 152,44 111,56 105,36 164,47 137,85 144,41 129,05 129,05 148,81 131,86

benzina benzina benzina benzina benzina diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

23,81 23,81 20,41 19,23 30,30

4,2 4,2 4,9 5,2 3,3

135,47 135,47 116,11 109,41 172,41

benzina benzina benzina benzina diesel

131 110 131 75

1.598 1.461 1.598 1.149

115 128 114 119

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

90 105 140 90 105 105 60 60 75 90 105 143 86 105 122 90 105 150 60 75 86 105

1.598 1.598 1.968 1.598 1.598 1.598 1.198 1.197 1.199 1.598 1.598 1.968 1.197 1.197 1.395 1.598 1.598 1.968 999 999 1197 1.598

126 126 129 126 126 120 120 119 99 109 109 119 120 120 120 109 99 125 105 108 119 114

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

60 75 60 86 105 75 90 105 105 140 105 110 150 86 105 95 105 75 90 105 105 105

999 999 1.198 1.197 1.197 1.199 1.598 1.598 1.197 1.395 1.598 1.598 1.968 1.197 1.197 1.598 1.598 1.199 1.598 1.598 1.598 1.598

105 108 128 121 124 89 109 109 114 121 99 85 106 119 125 99 114 109 124 124 109 119

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

61 71 84 102 54

999 999 999 999 799

97 97 114 119 86

da 26.250 da 24.750 da 27.750 da 7.750 prezzo (€)

da 19.359 da 21.476 da 22.888 da 19.863 da 22.061 da 21.800 da 11.730 da 15.930 da 14.030 da 16.280 da 17.930 da 19.080 da 18.030 da 20.480 da 22.290 da 20.150 da 22.480 da 23.830 da 9.260 da 11.160 da 16.586 da 19.285 prezzo (€)

da 9.260 da 9.760 da 10.250 da 14.640 da 15.890 da 15.520 da 16.700 da 17.770 da 18.610 da 22.500 da 21.030 da 23.060 da 24.070 da 15.500 da 16.210 da 18.510 da 18.330 da 15.930 da 16.990 da 20.720 da 27.480 da 23.020 prezzo (€)

da 10.551 da 11.290 da 13.475 da 18.456 da 12.870


Prezzi medi di riferimento: benzina 1,7576 €/l • diesel 1,6487 €/l da: www.prezzibenzina.it Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

LISTINO&CONSUMI LOW EMISSION

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,18 23,26

5,5 4,3

103,45 141,06

benzina diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

22,73 20,00 20,00 20,00 23,81 18,18 22,73

4,4 5 5 5 4,2 5,5 4,4

129,31 113,79 113,79 113,79 135,47 103,45 137,85

benzina benzina benzina benzina diesel benzina diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

23,81 18,18 22,73 21,74 22,73 22,73 20,83 20,41 20,41 18,18 23,26 20,83 18,52 25,64

4,2 5,5 4,4 4,6 4,4 4,4 4,8 4,9 4,9 5,5 4,3 4,8 5,4 3,9

144,47 103,62 137,85 131,86 129,31 129,31 118,53 123,78 123,78 103,45 141,06 118,53 105,36 155,52

diesel benzina diesel diesel benzina benzina benzina diesel diesel benzina diesel benzina benzina diesel

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

Golf 1.2 TSI Golf 1.4 TSI Golf 1.6 TDI Golf 2.0 TDI Maggiolino 1.6 TDI Maggiolino 2.0 TDI Passat 1.6 TDI Passat 2.0 TDI Polo 1.2 Polo 1.2 TDI Polo 1.6 TDI Touran 1.6 TDI Up! 1.0

20,41 19,23 26,32 24,39 22,22 20,41 24,39 21,74 18,18 29,41 23,81 21,74 21,28

4,9 5,2 3,8 4,1 4,5 4,9 4,1 4,6 5,5 3,4 4,2 4,6 4,4

120,00 113,08 144,47 152,44 134,79 123,78 147,94 131,86 103,45 178,39 144,41 131,86 121,05

benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel benzina diesel diesel diesel benzina

VOLVO

km/l

l/100 km

km/10 €

carburante

18,87 18,87 18,18 29,41 23,26 3,26 22,22 20,41 22,22 22,22

5,3 5,3 5,5 3,4 4,3 4,3 4,5 4,9 4,5 4,5

107,35 107,35 103,45 183,82 141,06 141,06 134,79 127,55 134,79 134,79

benzina benzina benzina diesel diesel diesel diesel diesel diesel diesel

SUBARU Trezia 1.3i Trezia 1.4D

SUZUKI Alto 1.0 Splash 1.0 Splash 1.2 Swift 1.2 Swift 1.3 S-Cross 1.6 S-Cross 1.6 DdiS

TOYOTA Auris 1.4 D-4D Auris 1.3 Dual VVT-I Auris 2.0 D-4D Avensis 2.0 D Aygo 1.0 iQ 1.0 iQ 1.3 Rav4 2.0 D Urban Cruiser 1.4 D Verso-S 1.3 Verso-S 1.4 D Yaris 1.0 Yaris 1.3 Yaris 1.4 D

VOLKSWAGEN

V40 T2 V40 T3 V40 T4 V40 D2 V40 D3 V40 D4 S60 D2 S60 D3 V70 Polar D2 S80 D2

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

99 90

1.329 1364

127 113

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

68 68 94 94 75 120 120

996 996 1.242 1.242 1.248 1.586 1.598

103 109 118 116 109 127 115

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

90 99 124 124 68 68 99 124 90 99 90 69 99 90

1.364 1.329 1.998 1.998 998 998 1.329 1.998 1.364 1.329 1.364 998 1.329 1364

109 128 115 121 102 99 113 127 130 127 113 110 123 103

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

105 122 105 150 105 140 105 140 60 75 90 105 60

1.197 1.390 1598 1968 1.598 1.968 1.598 1.968 1.198 1.199 1.598 1.598 999

114 120 99 106 119 129 109 119 128 89 109 121 108

pot. max (CV) cilindrata (cc) emissioni CO2 (g/km)

120 150 180 115 150 177 115 136 115 115

1.560 1.595 1.595 1.560 1.984 1.984 1.560 1.984 1.560 1.560

124 124 129 88 114 114 114 119 119 119

prezzo (€)

da 16.245 da 18.280 prezzo (€)

da 9.900 da 12.100 da 13.900 da 12.100 da 15.050 da 19.600 da 22.200 prezzo (€)

da 20.750 da 18.750 da 23.750 da 29.100 da 10.350 da 13.850 da 16.750 da 25.200 da 24.500 da 15.700 da 19.650 da 11.450 da 14.650 da 13.450 prezzo (€)

da 17.950 da 20.900 da 19.950 da 26.800 da 23.550 da 27.750 da 27.850 da 30.500 da 11.900 da 13.900 da 17.200 da 28.700 da 9.850 prezzo (€)

da 22.640 da 24.400 da 26.160 da 24.150 da 26.470 da 29.850 da 29.050 da 32.450 da 41.561 da 39.947

(41)


News 72.000 punti di ricarica in Italia entro il 2020 Eco Mobility Treno, car & bike sharing, bus, metro... a cura di Roberto Maldacea


SMART CITY NEWS ARRIVA AUTOSTRADE PER L’ITALIA

Nasce il Car Pooling proprio il caso di dire che green economy e crisi economica hanno cambiato anche il modo di viaggiare, e non solo in Italia. È calato il traffico sulle autostrade, il consumo di carburante e le soste all’autogrill. Ma la mobilità sostenibile ci viene in aiuto con un nuovo modo di viaggiare. Il “Car Pooling” comincia a diffondersi anche in Italia, permettendo di condividere i nostri spostamenti e dividendo i costi con altre persone che hanno la nostra stessa meta. Questo modo di viaggiare si è diffuso principalmente all’estero e timidamente anche in Italia, grazie alle iniziative dei privati e dei mobility un forte sconto manager delle sul costo del pegrandi aziendaggio autostrade. A venirici dale, con corsie in aiuto ci riLA PRIMA TRATTA preferenziali sono diverse servate al caselIN ITALIA CON applicazioni lo. Basta andare IL CAR POOLING sul sito www.auweb (anche per i cellulari tostradecarpoodi ultima generazione) che in po- ling.it per scoprire come risparchi minuti ci permettono di veri- miare, lasciare l’auto a casa, ficare disponibilità, costi e il oppure evitare di usare il treno contatto del nostro car pooler (per ora il servizio è previsto solo (il driver). Ma c’è qualcosa di sull’autostrada A8-A9, Comonuovo anche nel nostro paese. Milano-Como, chiamata anche “Autostrade per l’Italia” ha lan- Autostrada dei Laghi). Siete penciato un’iniziativa di Car Pooling dolari? Percorrete spesso l’auunica, che prevede tra l’altro tostrada Como-Milano? Non ne

È

A8-A9

CASELLO DEDICATO AL CAR POOLING sull’autostrada Como-MilanoComo, dove si ha diritto anche ad un forte sconto sul pedaggio.

potete più di viaggiare sui treni regionali? Registratevi sul sito, verificate data e percorso del vostro spostamento e prendete contatto con il “car pooler”: sul sito troverete anche il suo punteggio di “gradimento”, come accade per un acquisto on line, correlato alla qualità del tragitto, alla guida ed alla piacevolezza dei compagni di viaggio. Entrate in contatto con chi già lo usa, confrontate i costi di benzina e parcheggio della vostra auto e infine, se vi siete convinti, usatelo! Ma, non chiedete di fumare a bordo, specie ad un “car pooler no smoking”!

CAR&GO Caput Mundi

Ci siamo. CAR2GO arriva finalmente a Roma.

Il car sharing firmato da Mercedes Benz colora con le sue Smart bianche e blu la Capitale. Sull’onda del successo ottenuto a Milano, che ha visto il suo apice nella Settimana della Moda, anche Roma potrà sfruttare a pieno i plus

(44)

del servizio Car2Go: semplicità d’utilizzo, parcheggio e praticità. Le strisce bianche, blu e gialle dei parcheggi romani sono indifferentemente disponibili per le Smart oramai operative. Alla facilità di utilizzo e prenotazione aggiungete il prezzo: con € 0,29 al minuto non avete solo disponibile il parcheggio, ma anche il carburante, la pulizia e i servizi di

assistenza telefonica, web e App per i cellulari di ultima generazione. Se vi fermerete a fare il pieno utilizzando la tessera prevista a bordo (costo addebitato a Car2Go) riceverete in cambio del vostro tempo 20 minuti di parcheggio gratuito sulla vostra tessera. È proprio il caso di dire Car2Go - Caput Mundi. (www.car2go.com/it/roma)


9 .000.000 di euro stanziati EUROPA

72.000 punti di ricarica

entro il 2020 in Italia e Maometto non va alla montagna… la montagna va da Maometto. Così oggi l’Europa ci dice quante colonnine di ricarica ci dovranno essere in Italia entro il 2020 (ma lo dice anche agli altri Paesi!). Per poter realizzare una rete capillare ed efficace in Europa, il Parlamento Europeo, con il supporto dei finanziamenti previsti dal progetto “Horizon 2020”, ha “dato i numeri” per tutti: in Italia l’obiettivo è 72.000 punti di ricarica, in Francia 55.000, in Inghilterra 70.000 e in Germania ben 86.000; e non si parla solo di ricariche elettriche per veicoli a 2 e 4 ruote, ma anche di stazioni per la ricarica di gas naturale e idrogeno. Come affermiamo da tanto tempo, la diffusione dei punti di ricarica è solo un elemento di questo complesso processo di cambiamento; servono norme a favore e della ciclo mobilità, che incentivino

S

l’uso dello Sharing, del Pooling, dei mezzi pubblici e degli spostamenti a piedi. Così l’UE ci chiede anche di definire un quadro di regole dedicate alla mobilità sostenibile urbana ed extraurbana, individuando e map-

La Regione Lazio stanzia 9 milioni di euro per favorire, nelle “Città Plus” della regione (Roma, Rieti, Viterbo, Latina, Pomezia, Guidonia, Fondi, Aprilia, Formia, Velletri, Cisterna di Latina e Albano) progetti virtuosi, tipici delle Smart City. È oramai assodato che una città diventa green e intelligente quando le tecnologie della comunicazione (specie digitale) favoriscono l’uso dei mezzi pubblici e di quelli a basso e nullo impatto ambientale, ma anche quando migliorano la partecipazione sociale e aiutano il territorio a sviluppare al meglio le proprie risorse economiche, turistiche, enogastronomiche, culturali, etc. Per accedere ai contributi i Comuni dovranno avviare i progetti (pubblicazione della gara d'appalto) entro il 30 giugno 2014 e portarli a compimento inderogabilmente entro il 30 settembre 2015. Una bella sfida, soprattutto per le tempistiche, dal momento che in Italia, come spesso è capitato nel passato, non brilliamo per la capacità di saper approfittare di simili opportunità. Vi terremo aggiornati. Info su www.regione.lazio.it oppure www.lazioeuropa.it/home.asp

In USA il biocarburante si fa con il sacchetto di plastica

E-VAI - Il car sharing di TRENORD Con oltre 16.000 iscritti, 1.500 utilizzi di auto ogni mese e più di 100 vetture, di cui il 70% elettriche, “e-vai” rappresenta in Lombardia la migliore soluzione di car sharing abbinata al sistema ferroviario regionale di Trenord. E-vaipunta anche sulla semplicità di utilizzo e registrazione al servizio, che è gratuita e non obbliga a recarsi presso gli uffici per l’accredito. È

pando le zone e i luoghi più idonei alla diffusione dell’Eco Mobility. Come sappiamo si tratta di una “rivoluzione” che necessariamente deve coinvolgere tutti i “consumatori di mobilità” e non solo gli automobilisti. Dobbiamo smettere di parcheggiare le normali auto a motore termico sugli spazi davanti alle colonnine di ricarica, con l’alibi che tanto le auto elettriche non ci sono: un mal costume sinonimo di scarso rispetto degli altri automobilisti e di totale disinteresse per il progresso urbano ed ecologico, quindi per il miglioramento ambientale. Perciò cari amministratori, in attesa del 2020, cominciate da subito a dare indicazioni a vigili, ausiliari del traffico, etc per multare le auto che occupano le aree di ricarica, perché in tale anno si prevedono ben 2 milioni di veicoli elettrici circolanti in Europa.

Regione Lazio & Smart City

possibile gestire completamente on line le fasi di registrazione, come naturalmente la prenotazione dell’auto in sharing. Non esistono tessere, per aprire l’auto basta inviare un SMS dal proprio cellulare che viene ricono-

sciuto dal sistema e-vai. Si rivolge a un’utenza differente dagli altri car sharing. Basta pensare che l’utilizzo medio è di circa 2 ore, mentre per gli altri scende a 15/20 minuti. Un pubblico quindi principalmente di professionisti e turisti, che dopo aver viaggiato su Trenord proseguono il loro percorso, magari usando un’auto elettrica, per le destinazioni lavorative o turistiche. Torneremo su evai per conoscere meglio il servizio e i suoi molteplici vantaggi. (www.e-vai.com)

Distillando i sacchetti e i rifiuti di plastica di cui il mondo è invaso, è possibile recuperare l’80% del petrolio che li compone. Pensate, per fare un confronto, che se si distilla il greggio si riesce a recuperare solo il 55% circa di carburante. Lo sanno bene al Sustainable Technology Centre dell’Illinois, dove questo studio sperimentale si sta sviluppando. Vi terremo aggiornati sulla “sfida “Italia - USA” per i carburanti alternativi.

(45)


SMART CITY

BEST PRACTICES TAXI SCOOTER ELETTRICI

Hopper il taxi low cost

Il noleggio di un’auto elettrica è più economico di una a benzina o diesel urtroppo non in Italia. Ma in Danimarca sì. Se provate a chiedere dei preventivi alle principali aziende di noleggio a medio e lungo termine nel nostro Paese, vi accorgerete che i costi di un'auto ecologica sono sensibilmente, a volte “molto sensibilmente”, più alti rispetto alle vetture “normali”. “Colpa dei listini”, vi diranno. “Colpa che ce ne sono poche e la domanda scarseggia” (quest’ultima non è vera). “Abbiamo poca casistica, non sappiamo bene ancora i costi di manutenzione” (anche questa non è vera, dal 25 al 35% in meno) e infine “Il valore residuale a fine noleggio è difficile da calcolare”. Però in Danimarca, digitando il sito di una nota azienda di noleggio, una Nissan Leaf costa meno di una BMW Serie 1, di una Renault Clio e perfino di una Toyota Yaris. Non sono benefattori, nè ci rimettono; hanno semplicemente un governo che stabilmente da molti anni ha incentivato l’immatricolazione di veicoli ecologici. Le auto e la rete di ricarica si è diffusa e si è creata una domanda anche di noleggio; insomma, un mercato. Quindi i costi di manutenzione, di sostituzione delle batterie, il valore residuale, etc. non sono più dei tabù o degli alibi. Speriamo che chi ci legge, nelle varie stanze dei bottoni nel mondo pubblico e privato, capisca che non è più tempo di alibi. Che con una politica d’incentivazione seria, e non a pioggia e con i soliti favoritismi all’italiana, si può accelerare e smuovere il mercato.

P

msterdam ha dimostrato già da tempo di avere le idee molto chiare sull’Eco Mobilità. Sappiamo che gli olandesi mai tradirebbero l’amata bicicletta: mamme con due o tre bambini che vanno a scuola in bici, anziani che pedalano sotto la neve... Certo, anche loro hanno la necessità di rapidi spostamenti in città, ma solo se a zero emissioni! Nasce così Hopper, una flotta di 100 scooter elettrici per il servizio taxi cittadino low cost, la cui azienda è finanziata anche dal Comune di Amsterdam e dalle Ferrovie dei Paesi Bassi! Tutti rigorosamente di colore verde, sono operativi dalle 8.00 alle 20.00 e sono equipaggiati con sistemi di navigazione e di localizzazione satellitare TomTom e smartphone Samsung alloggiati nel cruscotto, per monitorare la velocità e le corse, mentre un display posto sul posteriore viene utilizzato per

A

(46)

la pubblicità digitale, che contribuisce ad abbattere il costo dell'utilizzo. Con un costo di 2,50 euro ci si può spostare rapidamente in città con una velocità di 25 km/h, con un’autonomia di 130 km e circolare nelle ZTL. I clienti potranno verificare la disponibilità e l’ubicazione dei mezzi e prenotarli attraverso il web o lo stesso telefono, grazie alla realizzazione di un’app che permette di localizzarli.

€2,50

PER ATTRAVERSARE AMSTERDAM


ES

BE ST

PR AC TIC

FAI DA TE

Un telaio in alluminio, istruzioni chiare. Con molto spazio e una buona manualità si può costruire in una sola ora!

il k

it

Auto elettrica low cost? Me la costruisco da solo, in un’ora!

er tutti noi l’auto è un oggetto che si compra. Ultimamente, grazie anche alla mobilità sostenibile, si noleggia o si condivide sempre di più. Ma a pochi è venuto in mente di costruirsela da soli. Pensiamo che non sia possibile, che non ne siamo capaci, che non possiamo omologarla e assicurarla. Esempi di auto in kit di montaggio si sono visti nel passato, ma non hanno avuto mai seguito. Ora la musica cambia, sempre grazie all’Eco Mobilità. Immaginate una piattaforma già realizzata per poter costruire un'auto elettrica “fai da te”; economica, legale, open source e magari con un piccolo generato-

P

€4 .000 IL COSTO BASE

re a bordo che ne aumenti l’autonomia elettrica. Fino ad oggi questa ipotesi è circolata solo nelle facoltà d’ingegneria: ce ne sono molti esempi, anche di grande valore, come quello degli amici della Sapienza di Roma. Ma ora dalla ricerca si passa alla pratica, con “OSVehicle” (Open Source Vehicle), una piattaforma modulare in kit, i cui ideatori sostengono sia commercializzabile a breve nelle due versioni Tabby e Urban Tabby. Il Tabby è la piattaforma open source originale, non necessariamente omologabile, ma utile per realizzare progetti di mobilità mirati, per il trasporto di merci e gli spostamenti in spazi privati, oppure per fare formazione, naturalmente con il massimo contenimento dei costi. L'Urban Tabby invece è un'evoluzione della precedente, risponde alle norme per la circolazione su strada ed è anch’essa personalizzabile e facilmente assemblabile. Gli ideatori giurano che, a patto di avere un po’ di spazio e un'adeguata manualità, la Tabby si può costruire in un'ora, ma soprattutto con un costo che oscilla tra 4 e 6 mila euro! Non possiamo che essere affascinati e perplessi al tempo stesso. Non ci resta che aspettare e magari provare anche noi di Ecocar a costruirci una Tabby elettrica, per muoverci in centro, ma soprattutto per raccontarvi se veramente si passa dal sogno alla realtà...

(47)


SMART CITY

BEST PRACTICES FULL ELECTRIC

I miei primi 25 mila chilometri. 100% elettrici

Non è frequente, almeno in Italia, imbattersi in un’auto 100% elettrica che ha già percorso 25.000 km, oltretutto in soli 18 mesi. Ecocar vuole testimoniarvi questa esperienza, convinti che possa essere d'aiuto a ognuno di noi raro ma può capitare: si tratta di una Renault Fluence immatricolata a giugno 2012, acquistata dalla Concessionaria del marchio francese di Brescia già con 5.000 km al suo attivo, perché usata per il lancio e i test di presentazione. L’auto passa di proprietà dopo 3 mesi, diventando la vettura di servizio di una società di cui vi abbiamo già accennato su queste pagine, un’azienda bergamasca che si occupa di eco mobilità. L’auto quindi viene utilizzata da molte persone, quasi esclusivamente per lavoro. È stata sottoposta fino ad oggi a oltre 250 cicli di ricarica in pochi mesi, senza mai essere risparmiata. Viaggia con molta frequenza tra Bergamo e Milano, oltre a tutti gli spostamenti in città e nella provincia bergamasca. L’autonomia teorica dichiarata da Renault è ottimistica: l’auto percorre me-

È

(48)

diamente 110/120 km con una ricarica, ma può andare anche oltre, a patto di adottare una guida “ecologica”. Fabio, il titolare della FCS Monility, che ha utilizzato più assiduamente la Fluence, ha molti aneddoti da raccontare, compreso quello che una volta lo ha visto protagonista di una performance chilometrica im-

-75% IL RISPARMIO DI SPESA RISPETTO ALLA BENZINA

pensabile… “Quando si lavora può capitare l’emergenza lavorativa, l’appuntamento imprevisto che ti cambia il ruolino di marcia della giornata. Se ci si aggiunge che quella volta mi sono imbattuto in un disservizio della colonnina alla quale ero sicuro di ricaricare, allora si comincia a pensare che a casa ci si torna in carroattrezzi! Oltretutto dovevo percorrere oltre 45 km, tutti in autostrada”. Come sappiamo la guida in autostrada è quella che meno si addice ad un’auto elettrica, non potendo sfruttare il sistema che recupera l’energia in frenata. “Eppure -racconta Fabio- sono partito da Milano in direzione Bergamo con la riserva accesa e pochi chilometri di autonomia ben visibili sul cruscotto. Sono riuscito a guidare a velocità costante, con il piede leggerissimo sull’acceleratore e l’occhio sullo strumento che indica il consumo elettrico in tempo reale. Sarà stata la paura di rimanere per strada, sarà stata la conoscenza tecnica dell’auto, in ogni caso mi sono accorto che ad ogni minimo cambiamento di pendenza dell’autostrada riuscivo ad alleggerire l’acceleratore,


ST

IC ES

BE

AC T

PR complice anche un’attenta guida “ecologica”, ha permesso alla mia Fluence di percorre 160 km. Ben 50 oltre la consueta autonomia, praticamente un terzo in più”. A parte questi aneddoti, la Fluence non ha avuto bisogno di entrare in officina fino ad oggi, non ci sono stati costi di manutenzione. Vediamo allora il confronto con i costi di “carburante”. La Fluence della FCS ha percorso 25.000 km con circa 260 ricariche elettriche, effettuate quasi sempre da una colonnina in azienda, abbinata ad un impianto fotovolatico da 20 kW. Se l’energia fosse stata acquistata, invece di essere prodotta con l’impianto solare, la spesa per 25.000 km sarebbe stata di 795 euro (18 kW ogni ricarica x 0,17 euro/kW x 260 ricariche).

260 cicli

DI RICARICA FATTI IN POCHI MESI

mantenendo una velocità dignitosa e certamente non d’intralcio al traffico. La Fluence ha continuato a erogare energia fino alla fine della riserva, quando ho capito che non ce l’avrei fatta ad arrivare a destinazione. Sono uscito dall’autostrada, cominciando a percorrere la statale, convinto di dover

chiamare il carroattrezzi di lì a breve. Invece mi hanno soccorso il traffico, i rallentamenti, gli incroci e i semafori, che hanno messo a proprio agio il sistema che genera elettricità ad ogni rilascio e frenata della mia Renault. Insomma non solo sono arrivato a destinazione, ma l’autonomia totale,

Se l’auto fosse stata a benzina, con una percorrenza media di 12 km a litro, il costo totale sarebbe stato di circa 3.750 euro. Sì, avete letto bene: si tratta di oltre il 75% in meno di spesa! Se aggiungete il fatto che l’energia in questo caso è stata auto prodotta, totalmente green da fonte solare, il risparmio è pari al 100% (per completezza bisogna valutare il costo e l’ammortamento dell’impianto solare e della colonnina, peraltro finanziati con fondi locali). Concludendo questo racconto dei primi 25.000 km ad elettricità, possiamo testimoniarvi che di salite a Bergamo la Renault Fluence ne ha fatte tante, anche a pieno carico, cambiando molti driver, e che le discese sono un alleato di qualsiasi auto elettrica. Fare i conti, come avete letto, è una gran soddisfazione, soprattutto con la crisi economica di questi tempi. Aggiungete a tutto ciò la consapevolezza di aver immesso nell’aria circa 2,5 tonnellate in meno di CO2...

(49)


SMART CITY

TECNOLOGIA E RICERCA AUTONOMIA ESTESA

Zero impatto? Ma Come percorrere 600 km con’un auto elettrica senza ricaricare

(50)


anca poco... N

on si tratta di una novità assoluta; la Opel Ampera e la sorella gemella Volt di Chevrolet hanno lanciato da tempo l'idea. Se la rete di colonnine di ricarica tarda ad arrivare, e comunque non soddisfa le nostre esigenze, un'auto elettrica dotata di un motore, o meglio di un generatore di elettricità a bordo, ci permette di fare tanta strada senza porci il problema della ricarica. Il sistema si chiama "exteded range". Si tratta di una possibilità che ha subito appassionato i progettisti e i tecnici non solo delle Case automobilistiche. A onor del vero i puristi della mobilità a zero emissioni non sono totalmente d'accordo con questa soluzione, dal momento che il piccolo propulsore termico effettivamente inquina un po'. Certamente dall'Ampera ad oggi la tecnologia si è evoluta; la BMW i3 per esempio offre l'autonomia estesa come optional, utilizzando un piccolo motore a bordo di derivazione motociclistica, 2 cilindri, solo per generare energia elettrica utile a percorrere 400 km fino alla colonnina successiva. Siamo d'accordo che non si tratti di una soluzione 100% a zero impatto, ma bisogna essere anche obbiettivi e accettare che la diffusione sul territorio delle stazioni di ricarica richiederà comunque tempi lunghi per raggiungere una capillarità degna delle pompe di benzina a cui siamo da sempre abituati. (51)


SMART CITY

TECNOLOGIA E RICERCA

Un piccolo generatore a bordo che non si occupa di far muovere l'auto, ma solo di produrre energia, sforza pochissimo e dispone di un'efficienza energetica ottima, con emissioni pressoché irrisorie.

Recentemente negli USA l’azienda tedesca KSPG ha presentato un kit di autonomia estesa progettato per essere installato su qualsiasi vettura elettrica. Un vero e proprio retrofit ultra piatto, da montare sotto il pianale del bagagliaio, silenziosissimo, compatto, Euro6 e capace di intervenire automaticamente o a richiesta di chi guida per ricaricare le batterie dell'auto. Non altera le presta(52)

zioni della vettura elettrica, ma tranquillizza chi è al volante, nel caso la rete di ricarica elettrica non sia di supporto. Ad Ecocar guidiamo da molto tempo auto 100% elettriche, soprattutto in città, dove, dopo un po' di assuefazione, si supera facil-

mente la paura e lo stress da colonnina e ricarica, quello che a volte sembra limitarti negli spostamenti. Fuori città però è un altro discorso. Affrontare un medio o lungo viaggio con un auto elettrica significa pianificare attentamente gli spostamenti e verificare la disponibilità e l'efficienza dei punti di ricarica utili a raggiungere la nostra meta. Un sistema di autonomia estesa mette quasi tutti d'accordo, sempre che le amministrazioni locali riconoscano come 100% elettrica un'au-

to con questa tecnologia, permettendone la libera circolazione, senza limitazioni o divieti. Su quest'ultimo punto c'è ancora qualche parere contrastante. I tassisti invece hanno salutato con entusiasmo questa eventuale opportunità.

R.E.

RANGE EXTENDED È UN’AUTO ELETTRICA CON MOTORE TERMICO SOLO PER LA RICARICA DELLE BATTERIE


SMART CITY

MUOVERSI IN CITTÀ COLONNINE DI RICARICA

L’Eco Mobility secondo Enel

L’Eco mobilità come la telefonia mobile. Se siete già abituati alle tariffe flat, non vi stupirete se Enel Energia offre già contratti a prezzo fisso mensile, che non tengono conto dei consumi chilometrici e di quante volte fate il pieno di energia alla vostra auto elettrica. Con 30 euro al mese non pensate più a nulla, basta solo attaccare la spina alla colonnina pubblica ome si ricarica? Quanto costa? Che autonomia ha? Sono alcune delle classiche domande che vengono fatte dalla gente quando vedono i giornalisti di EcoCar alla guida delle auto elettriche in test. Il problema più spinoso da spiegare non è tanto quanto costa un determinato

C

(54)

modello, o dare un dato sull’autonomia, che, si sa, è una variabile che dipende dallo stile di guida, dall’uso o meno dell’aria condizionata, dalla tipologia di strade percorse, ma il costo e la complessità della ricarica. Ecco perché EcoCar ha deciso di fare chiarezza e di spiegare le ultime iniziative dei


TA SI ’

M IN UO CI VER T

La formula “Enel Drive Tutto Compreso” offre la possibilità di ricaricare attraverso la propria Box Station e presso tutte le colonnine pubbliche di Enel.

produttori di energia elettrica come ad esempio Enel, pioniera in questo settore. Cominciamo dalle tipologie di stazioni di ricarica, che sono principalmente due: le colonnine pubbliche (Pole Station), diffuse ormai su tutto il territorio nazionale, e le infrastrutture private di ricarica che, come suggerisce il nome stesso, Box Station, possono essere installate in spazi privati o all’interno del proprio box. Le colonnine pubbliche diventano di giorno in giorno più diffuse; le amministrazioni, in collaborazione con la stessa Enel, stanno lavorando per non arrivare in ritardo all’appuntamento col il 2020. In questa data l’UE ha stabilito che l’Italia dovrà disporre di ben 125mila colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Come funziona La ricarica viene attivata mediante una semplice card consegnata all’utente alla sottoscrizione del contratto. È sufficiente avvicinare la card all’area attiva della colonnina perchè avvenga il riconoscimento da parte del sistema e venga sbloccata la presa; a questo punto si inserisce il cavo e la ricarica parte da sè. Costi Per quanto riguarda i costi, Enel Energia ha sviluppato quattro tipologie di offerte per i privati, due di tipo flat con prelievi

“Box Station ” Un nuovo contatore-

erogatore dedicato all’utenza privata e alla sola ricarica dell’auto elettrica. Enel oltre che presso la Box Station installata nel proprio garage. Il prezzo include anche il canone di noleggio della Box Station. “Enel Drive Tutto Compreso” costa 80 €/mese, comprensivo di Iva e imposte. Nell’offerta è incluso anche il sopralluogo tecnico e l’installazione al muro della Box Station, manutenzione e garanzia, prelievi illimitati di energia, accesso illimitato alla ricarica in ambito pubblico, accise ed oneri relativi a tutte le componenti tipiche dell’energia presenti nelle nostre bollette, la card di autenticazione cliente e l’accesso ai servizi base online. Unico costo non compreso nell’offerta è il contributo di allaccio stabilito dall'AEEG e dovuto al distributore. Tale importo parte da circa 480 euro per i lavori di allaccio minimi. “Enel Drive Tutto Compreso Ricarica Pubblica”, è l’altra offerta a prezzo fisso mensile per ricaricare presso le colonnine pubbliche installate da Enel in Italia e consultabili sul sito www.eneldrive.it. Il

prezzo flat è di 30 €/mese (comprensivo di Iva e imposte), con accesso illimitato. “EnelDrive Free” è invece una delle due offerte a consumo, per chi vuole pagare solo in base all’effetivo prelievo e vuole anche un punto di ricarica dedicato o Box Station. Il prezzo è di 40 cent €/Kwh Iva ed imposte incluse. Inoltre, è previsto un canone di 28€/mese per il noleggio della Box Station. L’offerta consente di ricaricare anche presso tutte le infrastrutture pubbliche (Pole Station) installate da Enel in Italia. “Enel Drive Tutto Compreso Ricarica Pubblica” è l’altra offerta a consumo. Il prezzo è di 40 cent €/Kwh, Iva ed imposte incluse, e si può ricaricare presso tutte le colonnine pubbliche. In tutti casi la fatturazione avviene su una bolletta dedicata con cadenza bimestrale. Dove Questi contratti di fornitura possono essere stipulati nei Punti Enel e presso le concessionarie delle Case automobilistiche partner, con le quali Enel collabora da tempo. Velocità della ricarica I tempi di ricarica variano dalle 4 alle 10 ore, a seconda dell’auto (Twizy 4 ore e Smart 8 ore) e della tecnologia utilizzata sia dal veicolo che dal punto di ricarica. Tuttavia, va detto che le colonnine pubbliche sono molto potenti (circa 22 kwh) e sono in grado di ricaricare con tempi ridotti (solo 1-1,5 ore per la nuova Smart, a seconda del tipo di caricatore di bordo). L’offerta è completa e copre le esigenze del privato e di chi lavora con il veicolo elettrico. Continueremo a tenervi informati, anche seguendo da vicino un’istallazione tipo, per spiegarvi le fasi, la burocrazia e le tempistiche, che, in qualche amministrazione, sembrano essere ancora un po’ troppo lunghe.

125 mila saranno le colonnine in Italia nel 2020

illimitati e due a consumo, in base ai Kwh prelevati. “Enel Drive Tutto Compreso” consente di ricaricare ad un prezzo fisso mensile presso tutte le colonnine pubbliche di

(55)


SMART CITY

MUOVERSI IN CITTÀ CAR SHARING A NAPOLI CON RENAULT

Napoli città intelligente

Ha preso il via a Napoli Ci.Ro. City Roaming, innovativo progetto di car, van sharing a km zero con una flotta di veicoli Renault 100% elettrici (ZOE, Kangoo Z.E. e Fluence Z.E.). È stato presentato al Maschio Angioino alla presenza del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris

C

i.Ro. City Roaming è stato sviluppato dall’Associazione Napoli Città Intelligente (ente no profit). È un progetto sperimentale di car e van sharing che si avvale di veicoli Renault 100% elettrici: la ZOE, la Kangoo Z.E. e la Fluence Z.E. Si trat-

(56)

ta di una soluzione di mobilità in condivisione semplice e rispettosa dell’ambiente, che si integra, per la prima volta, con ulteriori e innovativi servizi al cittadino di info-mobilità e amministrazione a km zero. Ne nasce un sistema senza precedenti sul mercato, in

quanto basato sullo sviluppo di nuovi software e di un nuovo hardware a bordo del veicolo, che rappresenta una significativa innovazione nella gestione dei sistemi di condivisione di veicoli elettrici e della gestione della mobilità in generale. Per il periodo di sperimentazione Ci.Ro. conta su una flotta complessiva di 12 veicoli Renault 100% elettrici, utili a rispondere alle esigenze di mobilità sia della cittadinanza che dei turisti. 8 le Renault ZOE a disposizione degli utenti iscritti al servizio.


Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli.

Car sharing gratuito a Napoli: come funziona L’idea è semplice e la procedura è stata resa quanto più sbrigativa possibile, per cercare di essere pienamente fruibile dai cittadini e dai turisti. Ogni Ci.Ro. Point è dotato di un totem interattivo ove è possibile optare per l’iscrizione al servizio di sharing in real time, per l’accesso all’utilizzo dei veicoli elettrici Renault e per l’espletamento di pratiche amministrative a km zero. Al momento della registrazione sarà necessario disporre di carta d’identità, patente di guida valida e carta di credito e sarà possibile sottoscrivere un

abbonamento annuale o mensile. Una volta completata la registrazione e ottenuto il proprio badge di riconoscimento, che servirà anche come chiave per aprire l’auto, non resta che prenotarsi sul sito e recarsi sul posto. L’utilizzo di questo tipo di car sharing offre molti vantaggi rispetto all’utilizzo della propria auto, come la possibilità di accesso alle ZTL ed alle corsie preferenziali e la sosta gratuita negli stalli a strisce blu gestiti da Napoli Holding. L’auto potrà essere ritirata presso uno dei Ci.Ro. Point e non sarà necessario riconsegnarla nello stesso punto. In questa fase di avvio sperimentale sono

TA SI ’

M I N UO CI VER T

Patrocinato dal Comune di Napoli e finanziato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività, il progetto Ci.Ro. City Roaming vedrà durare la sua fase di sperimentazione sul campo dal 1° marzo 2014 a maggio 2015

La flotta

Berlina compatta dotata di un motore elettrico da 65 kW, ZOE è un concentrato delle più avanzate tecnologie. Grazie al sistema Range OptimiZEr per l’ottimizzazione dei consumi energetici, vanta infatti il valore di autonomia media più elevato fra i modelli elettrici di grande serie, pari a 210 km in ciclo NEDC, corrispondenti a circa 150 km nell’uso reale, e può ricaricarsi con qualunque livello di potenza, anche a 22 kW in un’ora (e persino a 43 kW in soli 30 minuti). Renault ZOE si distingue per un’elevata sicurezza, attestata dal conseguimento delle 5 stelle Euro NCAP, e per la sua agilità nel traffico cittadino, grazie ai suoi 4,08 m di lunghezza. Queste caratteristiche fanno di ZOE una soluzione versatile per gli utilizzi di mobilità alternativa, come il car sharing. Una Renault Fluence Z.E. sarà destinata alla sperimentazione del car sharing da parte di enti pubblici locali, fra i quali il Comune di Napoli stesso. Berlina grande, consente di trasportare comodamente 5

persone e coniuga comfort e spazio in uno stile elegante. È equipaggiata con una motorizzazione elettrica da

(57)


SMART CITY

MUOVERSI IN CITTÀ 70 kW ed ha un’autonomia media di 185 km in ciclo NEDC, corrispondenti a circa 135 km nell’uso reale. Il servizio di van sharing sarà affidato a 3 Renault Kangoo Z.E. Furgonetta elettrica equipaggiata con una motorizzazione da 44 kW e dotata di un’autonomia media di

giuntivi rispetto ai classici car sharing già attivi in diverse città:

Idelpartner progetto Ci.Ro. sono ABB, fornitrice delle colonnine di ricarica installate presso i Ci.Ro. Point, e Vodafone, che ha collaborato per la realizzazione dell’interfaccia di gestione interna del sistema

presenti a Napoli 4 postazioni con 3 colonnine ciascuna, di cui due a doppia presa da 22 kW, in grado di ricaricare la ZOE in 1 ora, ed una da 3,7 kW, sempre a doppia presa, per il pieno di elettricità della Kangoo Z.E. in circa 6 ore. I Ci.Ro. Point sono in piazza Cavour, piazza della Vittoria, piazza degli Artisti e largo Castello (nei pressi di piazza Municipio).

Come progetto unico in Italia, Ci.Ro. riesce a fornire alcuni servizi ag(58)

• Le Renault ZOE, Kangoo e Fluence sono dotate di un software di infomobility, basato su un’architettura semantica e ideato e sviluppato dalla ricerca portata avanti da Napoli Città Intelligente, che permette di abbinare le classiche funzioni di navigazione ad un sistema del tutto inedito di esplorazione del territorio e valorizzazione dello stesso; sarà possibile ottimizzare i percorsi turistici ed individuare in modo del tutto immediato i punti di maggiore interesse artistico, culturale ed enogastronomico. • Un sistema di prenotazione ed accreditamento gestibile in tempo reale online o tramite un’app, attualmente disponibile sia per il sistema operativo Android sia per iOS (Iphone, Ipad, etc...) • La gestione del server di nuova concezione e le colonnine interattive

170 km in ciclo NEDC, corrispondenti ad un range variabile tra gli 80 e i 125 km nell’uso reale, a seconda dell’utilizzo, è ideale per il trasporto delle merci in ambito urbano e quindi per le consegne o gli interventi di prossimità, grazie ad una capacità di carico di 650 kg.

Renault

Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione di Renault Italia, ha dichiarato: “Il progetto Ci.Ro. City Roaming rappresenta per Renault un’importante occasione per fornire con i nostri modelli a zero emissioni una risposta concreta e versatile alla domanda di sostenibilità e innovazione nei trasporti urbani. L’avanguardia tecnologica di Renault ZOE, lo stile di Fluence Z.E. e la funzionalità di Kangoo Z.E. dimostreranno che i veicoli elettrici sono una tecnologia matura e ideale per soluzioni di mobilità alternative, come il car

Avvio della fase sperimentale Al momento Ci.Ro. sarà attivato, in via del tutto sperimentale, a partire dal 1° marzo 2014. Durante questa fase saranno “reclutati”, con l’aiuto dei social network come Facebook e Twitter, dei cittadini che testeranno il servizio. Il programma prevede di individuare qualche migliaio di utilizzatori (circa 500 ogni bimestre, fino a maggio 2015), ai quali sarà data la possibilità di usufruire del servizio gratuitamente per 3 ore al giorno. Grazie a questa prima esperienza potranno essere perfezionati i dati statistici necessari ad offrire un servizio quanto più semplice possibile.

sharing ed il van sharing. Siamo quindi felici che per questo progetto siano stati scelti tre dei quattro modelli della nostra gamma 100% elettrica, tre vetture dalla personalità e dagli utilizzi diversi, ma con una comune sintesi di tecnologia innovativa, coniugata al pieno rispetto dell’ambiente”.


News

Range Rover Arriva l’hybrid

test

Peugeot 3008 HYbrid4

Tiro davanti e dietro...


HYBRID NEWS RANGE ROVER E RANGE ROVER SPORT HYBRID

L’evoluzione automotive non spaventa i grandi

gliere se viaggiare con entrambi i propulsori in azione o esclusivamente a elettricità: in quest’ultimo caso la percorrenza è limitata a una velocità massima di 48 km/h; certo non molto, perché la stazza dell’auto non cambia mica, e non è poca, ma i dati dichiarati utilizzando tutti e due i motori non hanno da invidiare nulla alle

l futuro dell’automobile va veloce, sulla scia della leggerezza e dell’ecologia, ma non sembra spaventare chi la sua fama l’ha creata con ben altre qualità. Il costruttore britannico, dunque, si adatta ai tempi che corrono presentando la versione ibrida del suo suv di punta, ma riuscendo a distinguersi ancora una volta da molte altre concorrenti: punta su un motore diesel al fianco di quello elettrico, scartando così la più consueta opzione a benzina.

I

La Range Rover a ridotte emissioni conferma gli STESSI LIVELLI DI ABITABILITÀ per sette passeggeri e lo STESSO SPAZIO DI CARICO PER I BAGAGLI.

120 kg in più

Un progetto a cui molte Case hanno rinunciato a causa dei costi di sviluppo, anche se il vantaggio per l’utente finale arriva ad essere più che notevole sia per consumi che a livello di emissioni. La Land Rover punta per l’esordio sul 3.0 DSV6 a cui aggiunge l’elettrico da 35 kW e 170 Nm, che funge da generatore e recupera energia durante la fase di frenata, per un totale di 340 CV e 700 Nm, in un range compreso tra 1.500 e 3.000 giri al minuto. Il guidatore può sce-

DEL MODELLO CON IL SOLO MOTORE TERMICO versioni tradizionali: la Range Rover ibrida, ad esempio, può contare su una velocità massima di 218 km/h e su un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7 secondi, il tutto a fronte di consumi medi di 6,4 l/100 km ed emissioni di CO2 di 169 grammi per ogni chilometro percorso.

LEXUS IS 300H

“Best in class” ai test Euro NCAP i test Euro NCAP l’ibrida Lexus IS 300h si posiziona al vertice tra le berline di categoria superiore, con un punteggio di 91% in sicurezza per gli adulti, 85% per i bambini, 80% per i pedoni e 66% per i sistemi di sicurezza. Da citare, inoltre, per la miglior performance nel segmento delle utilitarie, l’elettrica Renault Zoe,con un punteggio di sicurezza dell’89% per gli occupanti adulti, 80% per i bambini, 66% per i pedoni e 85% per i sistemi di assistenza alla guida. La vittoria assoluta va invece alla Qoros 3 Sedan, la berlina cinese che ha debuttato quest’anno nel mercato europeo, sbaragliando concorrenti di tutto rispetto.

A

(60)


FORD FUSION

La prima ibrida a guidare da sola ramite il sistema LIDAR la Ford Fusion si guiderà in maniera autonoma e sarà la prima ibrida a farlo. Un sistema radar a raggi infrarossi riuscirà a scansionare la strada 2,5 milioni di volte al secondo per avere un quadro completo di quello che accade davanti all’automobile. Potrà distinguere se davanti c’è una vettura ferma o parcheggiata, ma anche se c’è un ostacolo e di che genere, grazie ad una visione a 360 gradi tridimensionale che gli permette di rallentare e sterzare. Il sistema, in grado di prendere decisioni con tempi di reazione inferiori a quelli umani, oltre a rendere l’au-

T

to completamente autonoma, aumenterà i suoi livelli di efficienza: le basse emissioni e il risparmio di carburante, già fulcro della Fusion Ibrida, continueranno a migliorare, grazie anche alle velocità auto-limitate gestite al computer che nessun essere umano sarebbe in grado di garantire. Sulla data di uscita sul mercato però ancora alcun accenno. Secondo Ford entro il 2020 già potremmo vederla in strada, seppur l’obiettivo sarebbe quello di battere sul tempo Tesla che ha annunciato la sua automobile autonoma entro il 2016-2017.

2,5 milioni

di volte al secondo la scansione della strada

FORD C-MAX

Il futuro è... solare a Ford C-Max Solar Energi Concept apre la strada alla mobilità del futuro. L’unione della meccanica plug-in hybrid con un innovativo sistema di pannelli solari, dotati di lenti e montati sul tetto, oggi sembra essere il modo più semplice e innovativo per l’utilizzo del fotovoltaico: le vetture, in questo modo, immagazzinano fino a 8 kW, l’equivalente di 4 ore dalla rete elettrica (a cui comunque si può ricorrere in caso di necessità), mostrando costi minimi per l’utente e alla lunga benefici “mondiali”: il prototipo, sviluppato da Ford in collaborazione con la Sun-

L

Mini Cooper arriva per tutti i gusti... anche plug-in Negli ultimi anni la famiglia Mini si è allargata tanto, fino a comprendere, attualmente, un totale di sette versioni e ben presto si aggiungerà anche un prossimo modello plug-in: i vertici del gruppo affermano a tale riguardo di non aver ancora deciso una data per il lancio, anche se diverse indiscrezioni ipotizzano l’esordio entro il 2015. Intanto con l’ultimo restyling, da marzo in concessionaria, vengono adottati propulsori più efficienti, che beneficiano del sistema Start&Stop per diminuire i consumi e abbattere le emissioni: la prova che già qualcosa nell’aria c’è. A questo si aggiunge anche la nuova opzione “GREEN mode”, con cui, per uno stile di guida rilassato ed economico, viene ridotto il consumo di energia utilizzata dalle funzioni elettricamente comandate, come l’impianto di climatizzazione e il riscaldamento degli specchietti retrovisori esterni. Se per la versione con doppio motore elettrico-termico manca solo l’ufficialità, diverso è il discorso per l’eventuale produzione di una Mini elettrica, per cui non si è ancora pianificata alcuna strategia, riservandosi di valutare più avanti la fattibilità del progetto. Si vorrà probabilmente prendere una decisione soltanto dopo un’attenta osservazione del mercato… cercando poi di non pestare i piedi alla già quotata BMW i3.

2015

Power Corporation e il Georgia Institute of Technology, ha un’autonomia di 998 km (34 in modalità elettrica), che, dati alla mano, sono un vero trionfo. Questa nuova tecnologia potrebbe essere utilizzata su auto e veicoli leggeri per il 75% degli spostamenti giornalieri; secondo Ford, se fossero dotati di questo sistema anche solo i veicoli circolanti negli Stati Uniti, le emissioni di CO2 e di altri gas serra potrebbero essere ridotte di circa un miliardo di tonnellate.

la data ipotizzata per l’esordio della Mini plug-in

(61)


HYBRID TEST

Peugeot 3008 HYbrid4

TIRO DAVANTI E DIETRO SPINGO (62)


A CHI PIACE

Costa abbastanza rispetto alle versioni con il solo motore diesel, ma il piacere di guida soprattutto in città è innegabile: piace a chi non vuole rinunciare all’ibrido e ad una trazione integrale “alternativa”

COSTA da € 36.000 PERCORRE 26,31 km/l

È la prima vettura a 4 ruote motrici ibrida al mondo, dotata di un motore diesel all’avantreno ed uno elettrico al retrotreno. La peculiarità di questa trazione integrale “sdoppiata”, unita alle raffinate soluzioni tecnologiche, la rendono appetibile agli appassionati più sofisticati, disposti però a spendere di più • provata da Roberto Argenti • foto di Igor Gentili

A

lla Casa del Leone la definiscono Crossover e l’hanno battezzata HYbrid, con la Y maiuscola: forse sarà perché è diversa da tutte e non può essere paragonata a nessun’altra auto sul mercato, sebbene la tecnologia diesel+elettrico sia stata ripresa successivamente anche da altri costruttori, ma senza le due trazioni separate. Un po’ crossover, un po’ Suv, un po’ fuoristrada, un po’ automobile: a due e quattro ruote motrici, con due motori, uno al(63)


HYBRID TEST

Peugeot 3008 HYbrid4

SONO 4 LE MODALITÀ DI GUIDA DELLA PEUGEOT 3008 HYBRID4: Auto: l’elettronica gestisce automaticamente tutto il sistema, utilizzando i due motori in modo ottimale; con questa modalità si ottengono i livelli più bassi di consumi e di emissioni di CO2. ZEV (Zero Emission Vehicle): utilizza esclusivamente una modalità elettrica estesa, in totale assenza di rumore o emissioni inquinanti. Quando le batterie sono scariche riparte il motore termico, passando automaticamente in modalità “Auto”.

4WD (4 ruote motrici): migliora la motricità facendo funzionare i due motori il più possibile contemporaneamente. La ripartizione della coppia può arrivare fino al 40% sul retrotreno a bassissima velocità e si modifica in funzione delle condizioni di aderenza e di andatura.

Sport: seleziona le marce più rapidamente, a regimi del motore più alti rispetto alla modalità Auto, per ottenere prestazioni migliori.

(64)


DICONODI LEI SIMONA BABY SITTER

Cosa ti ha colpito di più? “Anche se già lo sapevo, mi ha colpito la straordinaria silenziosità all’accensione e l’inserimento del motore diesel in maniera veramente soft: ho provato a cambiare le modalità di motorizzazione in marcia, ma è molto meglio lasciar fare tutto a lei, ci azzecca sempre! Molto efficaci i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, coadiuvati anche dalla ottima telecamera posteriore. Avrei preferito il freno a mano tradizionale, al posto di quello elettronico, ma mi ci abituerò presto...”.

DAL

WEB

Mario

l’avantreno e uno al retrotreno, collegati soltanto da cavi, senza albero di trasmissione. Ora il problema passa a noi: in genere il nostro primo pensiero rivolto ai lettori è di “inquadrare” la vettura, il segmento tecnico e di mercato nel quale si colloca, poi valutare e paragonare le concorrenti, i costi, le prestazioni, le dotazioni e via discorrendo. E invece in questo caso dobbiamo cambiare tutto, semplicemente perché questa “Peugeottona” vive la sua beata diversità praticamente in solitudine e senza complessi di sorta. Nessun’altra ha queste soluzioni tecniche (salvo la cugina Citroën DS5): anche la linea poi contribuisce, da par suo, a farne un’auto unica: nemmeno troppo lunga (4,36 metri fuori tutto), ma alta e un po’ goffa, una specie di auto dei fumetti, con quel musone alto (ristilizzato poco tempo fa rispetto alla prima versione) e l’enorme bocca pronta ad ingoiare senza fatica strade di ogni tipo, facendovi però anche risparmiare sul costo chilometrico. A questo proposito sarà necessario fare bene i calcoli proprio alla voce risparmio: infatti la cifra occorrente per acquistare la 3008 HYbrid4 con motore 2.0 HDi da 163 CV + elettrico da 37 CV è abbastanza alta: parte da 36.000 euro

(senza ulteriori accessori aggiunti alla già ricca dotazione di serie), a fronte dei 30.430 per la versione col solo motore diesel di pari potenza in versione “Business” o di 31.380 per la top “Allure”. In gamma esiste anche la 2.0 HDi FAP da 150 CV, il cui prezzo va dai 27.780 euro (Active) ai 29.880 (Allure). Oppure si può scegliere la versione diesel di partenza (Access), da 1.6 litri FAP, con 115 CV, il cui prezzo parte da 24.030 euro. Per completare il quadro, esistono anche due motorizzazioni a benzina, entrambe da 1.6 litri: la HP con 156 CV, allestita “Allure”, da 27.830 euro, o quella con 120 CV, in vendita a 22.030 euro (Access) o a 24.380 euro (Active). L’abitacolo è molto ampio e accogliente, anche per cinque persone, col terzo passeggero che siede comodo grazie al pavimento piatto dovuto alla mancanza dell’albero di trasmissione; i posti anteriori sono caratterizzati dall’imponente tunnel centrale, con tanto di maniglia per il passeggero, come sulle auto supersportive: una consolle quasi orizzontale che si collega a questo cassettone pieno di comandi e con una “cantina” all’interno veramente ampia, che separa abbastanza, forse anche troppo, il conducente da chi

27km/l IL CONSUMO IN CITTÀ

“Simpatica e capiente; ci vorrà un po’ di tempo per riuscire a sfruttare al massimo tutte le sue preziose caratteristiche, soprattutto per la migliore trazione. Non costa poco, ma dà tanto!”

Gigi “Il posto di guida sembra quasi quello di un aereo: grande consolle, tutti quegli strumenti e gli schermi che escono fuori e rientrano...”

Anna “Linea simpatica, allestimenti completi, comfort eccezionale!”

La doppia motorizzazione della 3008 HYbrid4


HYBRID TEST

Peugeot 3008 HYbrid4

siede sulla poltrona al suo fianco. Molti i vani portaoggetti sparsi ovunque, compreso quello chiuso a chiave sotto al volante. Leggermente sotto le aspettative invece lo spazio del bagagliaio (357 litri), a causa del volume occupato dal motore elettrico posteriore e dal pacco batterie; per migliorare la situazione manca anche la ruota di scorta, sostituita da un kit di emergenza per il gonfiaggio dei pneumatici. Quello che comunque conta di più su questa ibrida è la trazione e quelli della Peugeot sono stati molto bravi a unire in matrimonio il turbodiesel con l’elettrico. Si parte sempre nella silenziosissima modalità solo elettrica, per passare dopo pochi attimi al supporto del motore diesel: e (66)

200 CV PER 2 MOTORI qui si apprezza il capolavoro dei tecnici della Casa del Leone, che hanno reso appena avvertibile l’inserimento del turbodiesel, anche a freddo, che entra in funzione in maniera silenziosa e senza sussulti, come invece ci si potrebbe aspettare. Quando si avvia il motore, sulla plancia emerge automaticamente un grande display che in-

dica cosa sta succedendo, segnalando il percorso dell’energia elettrica, da e verso la batteria. Oltre a questo, davanti al guidatore si para anche un piccolo schermo trasparente, l’head-up display (si chiama così), che indica la velocità istantanea e riassume anche schematicamente le indicazioni del navigatore satellitare (in opzione), attivabile a comando sul display centrale, alternativamente alla radio. Sul cruscotto tante informazioni incorniciate dai due classici strumenti circolari, dei quali quello a sinistra sembra un contagiri, ma in realtà indica la percentuale di potenza impiegata e il livello di energia recuperata nelle decelerazioni e nelle frenate. Il “manopolone” sul tunnel centra-


IN SINTESI PEUGEOT 3008 HYBRID4

La 3008 HYbrid4 è una vettura-crossover unica, poiché offre un motore diesel all’anteriore ed uno elettrico al posteriore, senza albero di trasmissione, collegati soltanto con cavi elettrici, che possono funzionare insieme o separatamente, per una trazione integrale “sui generis”. Carburante gasolio/elettrico Prezzo da € 36.000 Bollo € 369,02 (Lazio)* CO2 da 85 a 99 g/km *valore calcolato sui 163 CV del motore termico

CARATTERISTICHE Motore anteriore Motore posteriore Cilindrata Num. cilindri Potenza totale Coppia Peso Capacità serbatoio

turbodiesel elettrico 1.997 cc 4 in linea 200 CV (163 + 37) 450 Nm 1.735 kg 60 l

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

4,36 1,83 1,61 2,61 n.d.

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 191 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 8,5 s Autonomia media 1.578 km

le consente di scegliere fra i differenti tipi di trazione: automatica, Sport (offre il massimo della spinta, con selezione delle marce più rapida, a regimi del motore più alti rispetto alla modalità automatica), ZEV (solo elettrica, con circa 4 km di autonomia) e 4WD; selezionando inoltre l’opzione “Manuale” sulla leva del cambio automatico (che ha solo 4 posizioni: N, A, R e M... manca la P), si può cambiare marcia a propria discrezione, utilizzando le palette dietro al volante. Normalmente si usa comunque la marcia automatica: pronti, via e la 3008 si muove in modalità elettrica; affondando tutto il pedale del gas, alla spinta dei 163 cavalli anteriori del turbodiesel (a 3.750 giri/min, con 300 Nm a

1.750 giri/min) si aggiungono, per pochi attimi, anche i 37 del motore elettrico posteriore, per un totale di 200 CV, che ci accompagnano sino ai 120 km/h. Decisamente non male (0-100 km/h in 8,5 secondi), anche se non è questo lo spirito per il quale questa vettura è stata concepita. Ovviamente la 3008 è dotata di sistema Start&Stop, che in questo caso ci permette di apprezzare molto l’efficace insonorizzazione del motore diesel ad ogni ripartenza da fermo e che si avverte appena anche nella marcia normale, tanto da creare dubbi su quale tipo di trazione si stia effettivamente utilizzando in ogni momento. Ma tranquilli, il display ci segnala tutto.

Ciclo Urbano Extraurbano Misto

SICUREZZA Adulti 86% Bambini 81% Pedoni

l/100 km 3,7 3,9 3,8

km/litro 27,0 25,6 26,3

www.euroncap.com

Di serie ha gli airbag conducente, passeggero, laterali e a tendina, ABS + REF + AFVU, il segnale frenata d’emergenza e l’accensione automatica dei proiettori e del tergicristallo.

31%

(67)


LISTINO&CONSUMI IBRIDO IBRIDAÈ UN'AUTO MOSSA DA DUE PROPULSORI: UNO ELETTRICO E UNO TERMICO, LE BATTERIE DELL'ELETTRICO SONO CARICATE DAL PROPULSORE TERMICO IBRIDA PLUG-INÈ UN'AUTO IBRIDA DOVE: LE BATTERIE SONO RICARICABILI ANCHE CON UN CAVO DI ALIMENTAZIONE ELETTRICO ESTERNO

1

Toyota Prius Plug-in

Peugeot 3008 Hybrid4

Volvo V60 D6 AWD Plug-in Hybrid

26,7 km/l (ibrido) 20 km (autonomia in elettrico)

25 km/l (ibrido) 50 km (autonomia in elettrico)

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1798, 136 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 448, larghezza 175, altezza 149. Bagagliaio: 443 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 11,4 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 47,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 49 g/km. PREZZO: DA 40.250 EURO

Tipo: station wagon, 5 posti, 5 porte. Motore: 5 cilindri, 2400 cc, 215 CV, 640 Nm di coppia. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 463, larghezza 187, altezza 148. Bagagliaio: da 305 a 1.126 litri. Prestazioni: 0100 km/h 6,1 sec. velocità max 230 km/h. Consumi: nel misto 55,5 km con un litro di gasolio. Emissioni CO2: 48 g/km. PREZZO: DA 60.395 EURO

1

Toyota Yaris Hybrid 29,4 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1997cc, 200 CV, 300 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 437, larghezza 184, altezza 164. Bagagliaio: da 432 a 1241 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,5 secondi, velocità massima 191 km/h. Consumi: nel misto 29,4 km con un litro di gasolio. Emissioni CO2: 88 g/km. PREZZO: DA DA 36.000 EURO

Citroën DS5 Hybrid4

3

26,3 km/l

Audi A6 2.0 TFSI hybrid tiptronic

2

28,6 km/l

Tipo: utilitaria 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1497, 100 CV, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 390, larghezza 170, altezza 151. Bagagliaio: da 286 a 1365 litri Prestazioni: 0-100 km/h 11,8 secondi, velocità massima 165 km/h. Consumi: nel misto 28,6 km con un litro di benzina . Emissioni CO2: 79 g/km. PREZZO: DA 18.650 EURO

Lexus CT Hybrid

Tipo: crossover, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1997, 200 CV, 300 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 453, larghezza 187, altezza 150. Bagagliaio: da 325 a 468 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,6 secondi, velocità massima 211 km/h. Consumi: nel misto 26,3 km con un litro di gasolio. Emissioni CO2: 107 g/km. PREZZO: DA 39.450 EURO

3

26,3 km/l

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1798 cc, 136 CV, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 432, larghezza 177, altezza 143. Bagagliaio: da 275 a 985 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,3 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 26,3 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 87 g/km. PREZZO: DA 30.200 EURO

Audi A8 2.0 TFSI hybrid tiptronic 15,5 km/l

Tipo: station wagon, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 CV, 350 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 492, larghezza 187, altezza 144. Bagagliaio: da 530 a 995 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,5 secondi, velocità massima 240 km/h. Consumi: nel misto 15,5 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 145 g/km. PREZZO: DA 58.990 EURO

(68)

2

15,9 km/l Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 CV, 480 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 514, larghezza 195, altezza 146. Bagagliaio: 335 litri. Prestazioni: 0100 km/h 7,7 secondi, velocità massima 235 km/h. Consumi: nel misto 15,9 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 147 g/km. PREZZO: DA 86.650 EURO


LISTINO&CONSUMI IBRIDO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Audi Q5 2.0 TFSI hybrid quattro tiptronic

BMW Active Hybrid 3

14,5 km/l

16,9 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte. Motore: 4 cilindri, 1984cc, 245 CV, 350 Nm di coppia a 1.500 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 463, larghezza 188, altezza 165. Bagagliaio: da 460 a 1480 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,1 secondi, velocità massima 225 km/h. Consumi: nel misto 14,5 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 159 g/km. PREZZO: DA 58.430 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte. Motore: 6 cilindri, 2979, 340 CV, 450 Nm di coppia Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 462, larghezza 181, altezza 142. Bagagliaio: da 390 a 480 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,3 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 16,9 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 139 g/km. PREZZO: DA 56.312 EURO

BMW Active Hybrid 5

BMW Active Hybrid 7 15,6 km/l

10,6 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 6 cilindri, 2996, 340 CV, 450 Nm di coppia Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 490, larghezza 186, altezza 145. Bagagliaio: da 375 a 520 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,9 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 15,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 149 g/km. PREZZO: DA 65.699 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 8 cilindri, 4395, 465 CV, 700 Nm di coppia a 2.000 g/m Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 507, larghezza 190, altezza 148. Bagagliaio: da 460 a 500 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 4,9 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 10,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 219 g/km. PREZZO: DA 96.844 EURO

Honda Insight

BMW Active Hybrid X6 10,1 km/l

21,7 km/l

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 8 cilindri, 4395, 465 CV, 700 Nm di coppia a 2.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 488, larghezza 198, altezza 168. Bagagliaio: da 470 a 1350 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,6 secondi, velocità massima 236 km/h. Consumi: nel misto 10,1 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 231 g/km. PREZZO: DA 108.824 EURO

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1339 cc, 98 CV, 167 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 440, larghezza 170, altezza 143. Bagagliaio: 408 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,5 secondi, velocità massima 182 km/h. Consumi: nel misto 21,7 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 105 g/km. PREZZO: DA 23.950 EURO

Honda Jazz Hybrid

Infiniti Q50 Hybrid 22,2 km/l

15,4 km/l

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1339 cc, 98 CV, 167 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 390, larghezza 170, altezza 153. Bagagliaio: da 303 a 1300 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 12,6 secondi, velocità massima 177 km/h. Consumi: nel misto 22,2 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 104 g/km. PREZZO: DA 19.200 EURO.

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 6 cilindri, 3498 cc, 364 cv, 546 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 479, larghezza 182, altezza 146 Bagagliaio: 400 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 5,5 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 15,4 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 155 g/km. PREZZO: DA 54.495 EURO

Lexus GS Hybrid

Lexus IS Hybrid 21,3 km/l

23,3 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 2494 cc, 223 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico CVT. Dimensioni: lunghezza 485, larghezza 184, altezza 146 Bagagliaio: 468 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 9,2 secondi, velocità massima 190 km/h. Consumi: nel misto 21,3 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 109 g/km. PREZZO: 49.500 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 2494 cc, 223 cv, coppia n.d. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico CVT. Dimensioni: lunghezza 467, larghezza 181, altezza 143 Bagagliaio: 450 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,3 secondi, velocità massima 200 km/h. Consumi: nel misto 23,3 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 99 g/km. PREZZO: 37.900 EURO

(69)


LISTINO&CONSUMI IBRIDO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa.

Lexus LS Hybrid

Lexus RX Hybrid 11,6 km/l

16,4 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte. Motore: 8 cilindri, 4969 cc, 445 CV, 520 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 509, larghezza 188, altezza 148. Bagagliaio: 370 litri. Prestazioni: 0100 km/h 6,1 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 11,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 199 g/km. PREZZO: DA 116.150 EURO

Tipo: suv, 5 posti, 5 porte Motore: 6 cilindri, 3456 cc, 299 CV, coppia n.d. Trazione: sulle quattro ruote, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 477, larghezza 189, altezza 168. Bagagliaio: da 496 a 1570 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,8 secondi, velocità massima 200 km/h. Consumi: nel misto 16,4 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 140 g/km. PREZZO: DA 59.750 EURO

Mercedes-Benz E BlueTEC Hybrid

Mercedes-Benz S 400 Hybrid 23,8 km/l

12,6 km/l

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 4 cilindri, 2143 cc, 224 CV, 750 Nm di coppia a 1.600 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 487, larghezza 185, altezza 147. Bagagliaio: da 400 a 540 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 7,5 secondi, velocità massima 233 km/h. Consumi: nel misto 23,8 km con un chilo di gasolio. Emissioni CO2: 116 g/km. PREZZO: DA 53.529 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: 6 cilindri, 3498, 299 CV, 385 Nm di coppia a 2.400 g/m Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico a 7 marce. Dimensioni: lunghezza 510, larghezza 187, altezza 148. Bagagliaio: 560 litri. Prestazioni: 0100 km/h 7,2 secondi, velocità massima 250 km/h. Consumi: nel misto 12,6 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 186 g/km. PREZZO: DA 94.454 EURO

Peugeot 508 RXH

Porsche Cayenne 3.0 S Hybrid 24,4 km/l

12,2 km/l

Tipo: berlina/wagon, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1997, 200 CV, 300 Nm di coppia a 1.750 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 6 marce. Dimensioni: lunghezza 482, larghezza 186, altezza 152. Bagagliaio: da 400 a 1598 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 8,8 secondi, velocità massima 213 km/h. Consumi: nel misto 24,4 km con un litro di gasolio. Emissioni CO2: 107 g/km. PREZZO: DA 44.250 EURO

Tipo: SUV, 5 posti, 5 porte. Motore: 6 cilindri, 2995, 380 CV, 580 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 497, larghezza 191, altezza 171. Bagagliaio: da 580 a 1690 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 6,5 secondi, velocitmassima 242 km/h. Consumi: nel misto 12,2 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 193 g/km. PREZZO: DA 88.928 EURO

Porsche Panamera 3.0 S E-Hybrid 14,0 km/l

25,0 km/l

Tipo: berlina, 4 posti, 5 porte Motore: 6 cilindri, 3995, 380 CV, 580 Nm di coppia a 1.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 197, larghezza 191, altezza 141. Bagagliaio: da 335 a 1153 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 6,0 secondi, velocità massima 270 km/h. Consumi: nel misto 14,0 km con un litro di benzina. Emissioni CO2: 167 g/km. PREZZO: DA 117.199 EURO

Tipo: compatta, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1.798, 136 CV, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 427, larghezza 176, altezza 146. Bagagliaio: da 360 a 1.200 litri. Prestazioni: 0-100 km/h 10,9 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 27,7 km con un litro di benzina . Emissioni CO2: 84 g/km. PREZZO: DA 23.450 EURO

Toyota Prius

(70)

Toyota Auris Hybrid

Volkswagen Touareg 3.0 V6 TSI Tiptronic Hybrid 25,6 km/l

12,2 km/l

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: 4 cilindri, 1798, 136 CV, coppia n.d. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 448, larghezza 175, altezza 149. Bagagliaio: 445 litri Prestazioni: 0-100 km/h 10,4 secondi, velocità massima 180 km/h. Consumi: nel misto 25,6 km con un litro di benzina . Emissioni CO2: 89 g/km. PREZZO: DA 27.800 EURO

Tipo: SUV, 5 posti, 5 porte. Motore: 6 cilindri, 2995, 380 CV, 580 Nm di coppia a 3.000 giri. Trazione: sulle quattro ruote, cambio automatico a 8 marce. Dimensioni: lunghezza 480, larghezza 194, altezza 171. Bagagliaio: da 493 a 1.555 litri. Prestazioni PREZZO: DA 78.700 EURO


News

VW e-Golf Arriva in Italia...

test

Peugeot iON

Sfida all’ultimo watt!


ELECTRIC NEWS VOLKSWAGEN E-GOLF

Arriverà in Italia dopo l’estate

190km AUTONOMIA MASSIMA DICHIARATA

n Germania arriva la Volkswagen e-Golf, la versione elettrica della Golf 7, che verrà venduta a un prezzo base “tutto compreso”, senza il noleggio delle batterie, di 34.900 euro. La Golf elettrica dispone di 115 CV (85 kW) e 270 Nm e può raggiungere i 100 km/h in 10,4 secondi. Tra le più elevate l’autonomia dichiarata, di ben 190 km. In Italia dobbiamo ancora aspettare qualche mese per po-

I

PRIMO MODELLO TOTALMENTE ELETTRICO nella storia della Casa tedesca, la e-Golf è stata presentata per la prima volta nel 2013 al Salone di Francoforte

terla apprezzare: infatti dovrebbe arrivare nel secondo semestre del 2014. Finiture esterne “Think Blue”, fari a Led anteriori e una serie di accessori molto ricca. La e-Golf è adatta anche agli spostamenti extraurbani, mentre le prestazioni si riducono con le modalità Eco ed Eco+, pensate per il risparmio di energia. Sono 13 le ore ipotizzate per una ricarica completa a 230 volt, mentre ci vorranno fino a 30

minuti per l’80% del pieno con i sistemi CCS ad alto voltaggio. Per quanto riguarda i costi nel nostro paese ancora non ci sono dati certi; infatti sia le formule di finanziamento sia il prezzo sono ancora in fase di definizione. In Germania hanno anche calcolato i costi chilometrici della Volkswagen e-Golf, che si dovrebbero aggirare intorno ai 3,28 euro per 100 km, con un consumo di 12,7 kWh.

COLIBRÌ

Una monoposto ecologica piccola, è monoposto ed è totalmente elettrica. La futuristica Colibrì, microcar tedesca, sarà in commercio già dal prossimo anno, ma sembra avere già tutte le caratteristiche di una vera citycar di successo. Facilità di parcheggio e agilità sulle strade sono garantite da misure davvero ridotte: lunga appena 2,7 m, larga 1,18 m e alta 1,3 m, viene spinta da una coppia di motori elettrici CPM da 24

È

(72)

kW di potenza, che grazie al suo peso ridotto riescono a farle raggiungere i 120 km/h, con un’accelerazione 0-100 km/h in 9,9 secondi. L’autonomia massima è di circa 110 chilometri e l’abitacolo, che offre posto solo al conducente, appare originale e innovativo sin dall’accesso, che avviene tramite portiere ad ala di gabbiano. Il progetto prevede che la microcar elettrica arrivi sul mercato a un

prezzo di 8.831 euro, ai quali vanno aggiunti altri 54 euro mensili come canone di noleggio della batteria.


3

volumi per la nuova berlina TEAM VENTURI AUTOMOBILES

Una star racing a emissioni zero

eonardo Di Caprio, star di Hollywood e sex simbol di fama mondiale, interpreterà un nuovo ruolo da protagonista, questa volta non davanti una telecamera, bensì all’interno di una vera Squadra che concorrerà nel primo Campionato di Formula E, riservato esclusivamente a vetture elettriche. L'attore ha infatti investito nel Team Venturi Automo-

L

biles per dar vita alla decima scuderia che prenderà parte a questa competizione da settembre 2014 a giugno 2015, accendendo i riflettori sui principali circuiti di tutto il mondo. Scelta non casuale quella del divo hollywoodiano, che, da sempre attento alle esigenze del nostro pianeta e possessore di una Fisker Karma, sceglie proprio un’azienda che in termini di veicoli elettrici sa il fatto suo: Venturi detiene infatti il record di velocità per veicoli a zero emissioni di CO2 grazie alla Buckeye Bullet 2.5, prototipo che ha toccato i 495 km/h; il suo proprietario, Gildo Pallanca Pastor, non vede l’ora di far valere tanti anni di esperienza in un panorama mondiale e ricco di competizione. Accanto a Di Caprio e la Venturi ci saranno anche i due imprenditori che hanno contribuito a finanziare questo ambizioso progetto: Francesco Costa e Bert Hedaya.

La Mazda del futuro col motore del “passato” e la Mazda2 EV vi può sembrare monotona e poco appariscente, sappiate che quello che conta non è tanto il design o la carrozzeria della piccola elettrica giapponese, quanto il suo cuore pulsante. Questo interessantissimo studio su ruote è infatti dotato sia di un propulsore elettrico da 100 CV (che assicura 200 km di autonomia), sia di un modulo “Range Extender” composto da un piccolo motore a benzina di 330 cc: invece di usare un classico propulsore endotermico per la carica delle batterie, come fanno per esempio Opel

Dopo l’ingresso nel mercato della BMW i3 e l’imminente arrivo della sportiva i8, la casa di Monaco di Baviera non sembra volersi fermare nella sua missione di ecosostenibilità. È infatti in progettazione una nuova auto che secondo indiscrezioni sarà presentata nel 2015 e si chiamerà i5: ancora un guanto di sfida, questa volta a vetture di indiscusso successo, come Toyota Prius+ e Tesla Model S. La vettura, probabilmente una berlina a tre volumi, sarà spinta da un propulsore elettrico posteriore in grado di erogare 125 kW (l’equivalente di 170 CV) e 250 Nm di coppia, per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 8 secondi e una velocità massima di 150 km/h. Anche se non è ancora stato comunicato ufficialmente, il prezzo della i5 dovrebbe aggirarsi attorno ai 50.000 euro.

1 X in + Sempre più Tesla

MAZDA2 EV

S

i5 in arrivo BMW amplia la gamma delle “i”

Ampera, Chevrolet Volt e BMW i3, la Mazda2 EV utilizza il “vecchio” Wankel a pistone rotativo sistemato orizzontalmente sotto il piano di carico posteriore, che entra in gioco con 38 CV di potenza, limitando il funzionamento dell’elettrico a un regime fisso di 2.000 giri/min e 20 CV. È così in grado di ricaricare gli accumulatori e raddoppiare l’autonomia, che arriva a 400 km con soli nove litri nel serbatoio. Purtroppo al momento questo ingegnoso concept, nato come auto sperimentale, rimarrà solo nel mercato giapponese.

Dopo i successi delle sue avveniriste vetture, Tesla farà il suo ingresso anche nel mondo dei suv, ovviamente a emissioni zero. Si chiamerà Model X e sarà un'auto integralmente nuova, progettata con l'obiettivo di combinare il meglio di uno Sport Utility Vehicle con i vantaggi di un minivan. Tra le novità, a dare un tocco unico a una vettura di tale segmento, il sistema di apertura porte ad ala di gabbiano studiato per garantire una maggiore accessibilità alla terza fila di sedili. ll lancio della Tesla Model X negli Stati Uniti è previsto per la fine del 2014: sarà disponibile a due o quattro ruote motrici (a doppia trazione) e in una variante sportiva.

(73)


ELECTRIC TEST

Peugeot iOn

T L U ’ L L A A SFID

o rcorron e p i s ra km Quanti con una vettu ? nte realme eot iOn g u e P come la mbiare lo stile uto a ca Bisogn petto ad un’a a ris avvero d di guid È ? ” le e “norma ceglier s i d o t en il mom % elettrica? 0 una 10 Turco Paolo ta da • prova i Igor Gentili to • fo d

L

e vetture 100% elettriche stanno silenziosamente entrando nel mercato dell’auto. Il temine “silenziosamente” calza a pennello per questo tipo di veicolo, il cui ronzio del propulsore elettrico è spesso completamente inudibile, sovrastato dal rumore di fondo del caotico traffico urbano. Così può capitare di trovarsele inaspettatamente a fianco, magari ad un semaforo, oppure vederle parcheggiare nel silenzio più totale. La prima domanda che ci viene da porre all’ecologico guidatore è: “Quanti km fa con un… pieno?”. Spesso la risposta è piuttosto evasiva e con un generico “dipende” il tipo in questione si trae d’impaccio. Non è maleducazione la sua; del resto in quale altro modo avrebbe potuto rispondere? L’autonomia dichiarata dal costruttore è quanto mai ottimistica, mentre il modo di utilizzare gli ac(74)

cessori di bordo (radio, fari, tergicristallo, ma soprattutto riscaldamento e aria condizionata) ha un impatto molto più consistente in termini di consumo su una vettura elettrica rispetto ad una con motore termico. Pensate al riscaldamento dell’abitacolo: normalmente abbiamo uno scambiatore di calore del motore termico; sulle elettriche invece il calore viene generato tramite effetto Joule, o in altre parole attraverso una resistenza elettrica. Ci vuole un test. Abbiamo immaginato due personaggi: uno esageratamente virtuoso, attento ad ogni dettaglio e con uno stile di guida estremamente preciso, un Furio di “Verdoniana” memoria insomma; l’altro esattamente all’opposto, sempre in ritardo, con mille impegni, che se potesse vorrebbe essere in due posti diversi allo stesso tempo… Per gli amici “Psyco”! Un test effettuato adot-


! T T A W O LTIM

COSTA â‚Ź 30.369 AUTONOMIA 150 km A CHI PIACE

A chi crede fortemente nell'elettrico ed è disposto ad investire su di esso, spendendo cifre sicuramente non abbordabili per chiunque. Alle grandi Aziende che vogliono dotarsi di un parco auto ecologico. (75)


COME GUIDA FURIO...

z

È attento ai dettagli e per prima cosa verifica la pressione dei pneumatici almeno un paio di volte al mese.

6ore

PER RICARICARLA ANCHE NEL BOX SOTTO CASA

z

Quando parte mantiene la lancetta del Power Meter nei dintorni della scritta “Eco" e sfrutta al massimo la coppia motrice del motore, disponibile a regimi bassissimi.

z

Utilizza il minimo possibile il riscaldamento della vettura, anche adottando un abbigliamento piuttosto pesante, perché ad ogni grado in più nell’abitacolo corrispondono parecchi km in meno di autonomia.

z

Cronometro alla mano, attende lo scadere della mezz’ora dopo il tramonto per accendere gli anabbaglianti. Prima di allora al massimo utilizza le luci di posizione.

z

Con il suo stile di guida Furio ha raggiunto i 140,8 km di percorrenza con una carica completa. Ma non crediate che sia soddisfatto, perché il traguardo dei 150 km dichiarati è irraggiungibile anche per lui.

58km

LA DIFFERENZA DI PERCORRENZA FRA I DUE STILI DI GUIDA


COME GUIDA PSYCO...

z

Usa l’auto come un elettrodomestico, a maggior ragione ora che è elettrica, o come la Playstation. Sempre collegato allo Smartphone, è un frenetico.

z

Ignora le indicazioni della strumentazione. Accelera e frena con molta intensità, anche per fare 300 metri tra un semaforo verde e quello rosso successivo.

z

In macchina pretende un clima tropicale... Resta in maniche di camicia in pieno inverno e se proprio ha caldo tira giù il finestrino piuttosto che abbassare il riscaldamento.

z

Nella migliore delle ipotesi lascia il comando dei fari su Auto, ma generalmente preferisce non rischiare... Fari accesi anche di giorno e abbondante uso degli abbaglianti per superare sono le sue regole di vita.

z

Solo 82,8 km per Psyco prima che la batteria lo lasci definitivamente in panne, nonostante gli ultimi 20 km siano percorsi senza riscaldamento, una strategia elettronica della iOn per aumentare il più possibile l'autonomia; in pieno inverno con la camicia non deve essere stato piacevole.

tando questi due stili di guida estremi, per scoprire il massimo e il minimo in termini di autonomia, cercando di individuare poi dei consigli preziosi per ottenere il meglio delle prestazioni da queste auto. A disposizione abbiamo una Peugeot iOn, con la quale abbiamo percorso in lungo e in largo la Capitale, tra temporali (tanti) e giornate soleggiate (poche), di giorno e di notte, sui percorsi più disparati. Peugeot iOn: la terza gemella. Il progetto iOn è legato a filo doppio non solo con la C-Zero, con cui condivide anche la nazionalità, ma anche e soprattutto con la Mitsubishi i-MiEV. È proprio la Casa nipponica a produrre le tre vetture, che si differenziano esclusivamente per alcuni allestimenti, destinate poi alla vendita in diversi mercati: Europa per le due francesi, Giappone e Stati Uniti per la Mitsubishi. Del resto anche il look tradisce lo stile del Sol Levante, con un corpo vettura stretto e alto, molto simile alle citycar che girano per Tokyo. Un veicolo totalmente elettrico tuttavia non è una novità per la Casa del Leone. Già a metà anni ‘80 era stata allestita una speciale versione elettrica della mitica 205, con prestazioni che ancora oggi stupiscono. Gli oltre 300 kg di batterie (a 6 volt), stivate a bordo fra vano motore e bagagliaio, per una corretta ripartizione dei pesi, garantivano un’autonomia di 200 km ad una velocità media di 40 km/h, che scendevano a 140 procedendo a 70 km/h; già presente inoltre il sistema di recupero dell’energia in frenata. Con la iOn è tornata anche la trazione posteriore, assente dai listini Peugeot dal 1992, anno di uscita di produzione della 505. Ma torniamo al presente: sulla C-Zero ritroviamo un propulsore elettrico da 49 kW (67 CV) e un pacco batterie al litio che assicura un’autonomia dichiarata di 150 km, effettuati dal primo all’ultimo a velocità costante, una situazione ben lontana dalla realtà. La piccola francese ha però due importanti dettagli che fanno la differenza rispetto alle gemelle: con 1.140 kg è la più leggera, rispetto ai 1.195 della C-Zero ed ai 1.230 della i-MiEV, e soprattutto vanta il prezzo di listino più basso: 30.369 euro. Qui tocchiamo un tasto dolente quando si parla di vetture elettriche. Inutile girarci intorno, il prezzo di acquisto è effettivamente elevato, ma bisogna mettere sul piatto della bilancia l’economia di esercizio: 2 € per percorrere realisticamente 100 km, niente cambio olio, niente bollo e la possibilità di circolare liberamente nelle ZTL urbane... Così la vettura elettrica diventa legger(77)


ELECTRIC TEST mente più appetibile. In ogni caso, al momento, la loro accessibilità dal punto di vista economico resta abbastanza ostica. Cosa abbiamo imparato. I nostri due personaggi rappresentano i due estremi opposti, dai quali però trarre una sintesi di corretto comportamento per ottenere il massimo senza troppe rinunce. Premesso che l’autonomia dichiarata da Peugeot è irraggiungibile anche per Furio, che si ferma a 140,8 km (e se non ci riesce lui...), ecco cosa abbiamo verificato. Adottare una guida fluida: sebbene la iOn sia dotata di recupero energia in frenata, è comunque meglio non sprecarla prima in accelerazione. Ciò che potrebbe apparire lapalissiano in realtà non lo è, perché nell’uso quotidiano, spinti dalla fretta, tendiamo ad accelerare troppo per poi frenare... troppo. Il traffico generalmente non consente spunti da dragster, tanto vale quindi partire con calma e spostare lo sguardo molto in avanti, evitando frenate inutili: un semaforo rosso all’orizzonte non è un nemico da combattere, ma un’occasione per alleggerire il piede sul gas, rallentando fino a che scatta il verde e cercando così di non fermarsi completamente. Come i propulsori termici, anche per gli elettrici il momento di maggior consumo è lo spunto da fermo ed è in questo frangente che bisogna essere davvero delicati con l’acceleratore. Attenzione alla temperatura a bordo: aria condizionata e riscaldamento consumano corrente preziosa. A volte basta azionare questi dispositivi per lo stretto necessario… e poi disattivarli. Verificare la pressione dei pneumatici: non così frequentemente come Furio, ma almeno 3 o 4 volte l’anno; il controllo dal gommista è gratuito e porta via solo pochi minuti. Fari accesi solo quando servono: sebbene non siano la fonte di maggior consumo, assorbono comunque oltre 100 W di corrente, che raddoppiano se si usano anche gli abbaglianti. Lo stesso discorso vale per il tergicristallo: tenerlo alla massima velocità anche quando ha praticamente smesso di piovere fa consumare energia e rovina le spazzole. Infine per essere ecologici davvero non si deve andare troppo di fretta: cinque minuti di sonno in meno equivalgono a tanti km percorsi in più e meno stress alla guida. In ogni caso su una cosa siamo tutti d’accordo: prezzo a parte, la iOn è una citycar perfetta. Agile e silenziosa, confortevole e con un ottimo spunto da fermo, sufficientemente equipaggiata, con rivestimenti robusti ed essenziali. E se in un prossimo futuro i prezzi caleranno per le elettriche potrebbero aprirsi davvero le porte delle città. (78)

1.140kg DI PESO, COMPRESO IL CONDUCENTE


IN SINTESI PEUGEOT iON

9metri

SONO SUFFICIENTI PER ESEGUIRE UN’INVERSIONE A “U”

Due livelli di allestimento per gli interni, sette colorazioni per gli esterni, di cui due madreperlate e due metallizzate. In opzione è disponibile il "Pack Freddo" (sedile conducente riscaldabile e retrovisori sbrinabili) e un sistema di navigazione mobile. elettrica Alimentazione Prezzo da € 30.390 Bollo no (per i primi 5 anni) CO2 0 g/km

CARATTERISTICHE Potenza 49 kW (67 CV) Coppia 194 Nm Peso 1.140 kg (con batteria) Capacità batteria 14,5 kWh Tempo di ricarica 6h Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

3,48 1,47 1,61 2,55 9

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 130 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 15,9 s Autonomia nel misto 115 km Autonomia massima 150 km Ciclo Misto

Wh/Km 126

COSTI DI UTILIZZO * Ricarica completa Al km nel ciclo misto

€2,40 0,02 €/km

*Calcolato con il prezzo stabilito dall’Autorità per l’energia elettrica e pari a 0,166 Euro/kW

SICUREZZA Adulti 73% Bambini 78% Pedoni 48%

www.euroncap.com

Identica a C-Zero e i-MiEV, la iOn è stata testata anch’essa nel 2011, ottenendo il punteggio finale di 4 stelle. L’auto ha di serie ABS, ESP e 6 airbag e, in caso di collisione, un sistema di sicurezza isola la batteria e i circuiti ad alta tensione.

(79)


LISTINO&CONSUMI ELETTRICO ELETTRICAÈ UN’AUTO MOSSA ESCLUSIVAMENTE DA UN PROPULSORE ELETTRICO. RANGE EXTENDED (R.E.)È UN’AUTO ELETTRICA CON MOTORE TERMICO SOLO PER LA RICARICA DELLE BATTERIE Chevrolet Volt (R.E.)

Renault Zoe

1

Opel Ampera (R.E.) 500 km

autonomia max (R.E.)

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico con range extended termico, 151 CV, 370 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 449, larghezza 179, altezza 144. Bagagliaio: da 310 a 1005 litri Prestazioni: 0-100 km/h 9,0 secondi, velocità massima 160 km/h. PREZZO: DA 39.500 EURO

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico con range extended termico, 151 CV, 370 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio a variazione continua. Dimensioni: lunghezza 449, larghezza 179, altezza 144. Bagagliaio: da 310 a 1005 litri Prestazioni: 0-100 km/h 9,0 secondi, velocità massima 160 km/h. PREZZO: DA 38.820 EURO

1

Renault Fluence Z.E. 210 km

3

2

200 km

autonomia max

Tipo: utilitaria, 5 posti, 5 porte. Motore: elettrico, 88 CV, 220 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 408, larghezza 173, altezza 156. Bagagliaio: 338 litri Prestazioni: 0-100 km/h 13,5 secondi, velocità massima 135 km/h. Autonomia max: 210 km PREZZO: DA 21.850 EURO (escluso noleggio batteria)

Tipo: berlina, 5 posti, 4 porte Motore: elettrico, 95 CV, 226 Nm di coppia a 4.000 giri. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 475, larghezza 181, altezza 146. Bagagliaio: 317 litri Prestazioni: 0-100 km/h 13,0 secondi, velocità massima 135 km/h. PREZZO: DA 28.750 EURO (escluso noleggio batteria)

BMW i3 199 km

190 km

autonomia max

autonomia max Tipo: berlina, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 170 cv, 250 Nm di coppia n.d. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico Dimensioni: lunghezza 400, larghezza 178, altezza 152 Bagagliaio: 260 litri Prestazioni: 0-100 km/h 7,2, velocità massima 150 km/h Autonomia max: 190 km. PREZZO: DA 36.499 EURO

Tipo: berlina 2 volumi, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico, 109 CV, 254 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 445, larghezza 177, altezza 155. Bagagliaio: da 370 a 720 litri Prestazioni: 0-100 km/h 11,5 secondi, velocità massima 144 km/h. PREZZO: DA 19.980 EURO (escluso noleggio batteria)

Citroën C-Zero

Ford Focus Electric 150 km

(80)

500 km

autonomia max (R.E.)

autonomia max

Nissan Leaf

1

162 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: utilitaria, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 69 CV, 180 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 347, larghezza 148, altezza 161. Bagagliaio: 168 litri Prestazioni: 0-100 km/h 15,9 secondi, velocità massima 130 km/h. PREZZO: DA 30.640 EURO

Tipo: berlina, 5 posti, 5 porte Motore: elettrico, 145 CV, 250 Nm di coppia Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico Dimensioni: lunghezza 439, larghezza 182, altezza 148 Bagagliaio: 237 litri Prestazioni: 0-100 km/h n.d., velocità massima 137 km/h Autonomia max: 162 km. PREZZO: 39.990 EURO


LISTINO&CONSUMI ELETTRICO Il dato dell’autonomia massima è quello dichiarato dalla Casa.

Smart Electric

Mitsubishi i-MiEV

145 km

150 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: citycar , 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 75CV, 130 Nm di coppia Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 269, larghezza 155, altezza 156. Bagagliaio: da 220 a 340 litri Prestazioni: 0-100 km/h 13,0 secondi, velocità massima 125 km/h. PREZZO: 20.086 EURO (escluso noleggio batteria)

Tipo: utilitaria, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 64 CV, 180 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 347, larghezza 148, altezza 161. Bagagliaio: 168 litri Prestazioni: 0-100 km/h 15,9 secondi, velocità massima 130 km/h. PREZZO: DA 31.950 EURO

Th!nk Think City

Peugeot iOn

160 km

150 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: utilitaria, 4 posti, 5 porte Motore: elettrico, 64 CV, 180 Nm di coppia a 2.500 giri. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 347, larghezza 148, altezza 161. Bagagliaio: 168 litri Prestazioni: 0-100 km/h 15,9 secondi, velocità massima 130 km/h. PREZZO: DA 30.639 EURO

Tipo: 4 posti, 2 porte Motore: elettrico, 46 CV, 90 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote anteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 314, larghezza 166, altezza 159. Bagagliaio: n.d. Prestazioni: velocità massima 110 km/h. Autonomia: 160 km PREZZO: DA 35.574 EURO

QUADRICICLI LEGGERI

I QUADRICICLI SI POSSONO GUIDARE CON LA PATENTE A, ANCHE A 16 ANNI Estrima Birò

Ducati Energia Free Duck 50 km

45 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 5,4 CV, coppia n.d.. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 174, larghezza 103, altezza 156. Bagagliaio: 85 litri Prestazioni: velocità massima 45 km/h. Autonomia: 50 km PREZZO: DA 7.990 EURO

Tipo: 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 5,4 CV, 90 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 176, larghezza 91, altezza 163. Bagagliaio: n.d. Prestazioni: velocità massima 45 km/h. Autonomia: 45 km PREZZO: DA 8.480 EURO

Renault Twizy

NWG Zero 140 km

100 km

autonomia max

autonomia max

Tipo: 2 posti, 2 porte Motore: elettrico, 20 CV, 150 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 288, larghezza 156, altezza 142. Bagagliaio: 180 litri Prestazioni: velocità massima 100 km/h. Autonomia: 140 km PREZZO: 17.980 EURO

Tipo: 2 posti in linea, 2 porte Motore: elettrico, 17 CV, 57 Nm di coppia. Trazione: sulle ruote posteriori, cambio automatico. Dimensioni: lunghezza 233, larghezza 123, altezza 145. Bagagliaio: n.d. litri Prestazioni: velocità massima 80 km/h. Autonomia: 100 km PREZZO: 6.990 EURO

(81)


Ripensare il paradigma della mobilità per le città del terzo millennio

Roma 10-11 Giugno 2014 Aranciera del Semenzaio in San Sisto

Milano 26-27-28 Ottobre 2014 in collaborazione con

www.citytech.eu

CITYTECH è un evento:

SEGUICI SU: SEDE LEGALE VIA MONTE GRAPPA, 16 - 40121 BOLOGNA - TEL.: +39 051-2960894 - FAX: +39 051-220997 SEDE OPERATIVA VIA E. DE AMICIS, 19 - 20123 MILANO - TEL. E FAX: +39 02-39811690 I INFO@CITYTECH.EU


News

Audi A3 g-tron L’evoluzione del CNG

test

Seat Leon 1.4 bifuel

Un’auto vera, anzi due!


BI-FUEL NEWS AUDI A3 SPORTBACK G-TRON

Il Biometano, l’evoluzione del CNG timo, ottenuto da acqua e CO2, è derivato dagli scarti dell’impianto di biometano del fornitore di energia EWE alimentato con rifiuti organici. Il risutato è un carburante con un livello di emissioni di CO2 al di sotto dei 95 g/km ed un consumo inferiore ai 3,5 chilogrammi di metano o di Audi e-gas per una distanza di ben 100 chilometri (con un costo medio di 4 euro per 100 chilometri). Le pre-

5/9 bar

LA PRESSIONE CON CUI IL METANO ESCE DAI SERBATOI, GRAZIE AL REGOLATORE ELETTRONICO

a nuova Audi A3 Sportback g-tron è la prima vettura a metano di casa Audi ad essere prodotta in serie e può vantare le più recenti evoluzioni della tecnologia CNG (Compressed Natural Gas): perfettamente in grado di funzionare con il gas naturale tradizionale, aggiunge anche la possibilità di viaggiare a biometano, quindi con emissioni ancora più basse, sfruttando i vantaggi dell’innovativo Audi e-gas, un carburante prodotto interamente da fonti rinnovabili. Quest’ul-

L

I SERBATOI SONO POSIZIONATI SOTTO IL PIANALE DEL BAGAGLIAIO ed hanno una capacità di 7 chilogrammi ciascuno. Inoltre, con una conformazione a triplo strato, assicurano un’elevata protezione dai danni esterni.

stazioni non sono meno eccellenti. Il motore della Audi A3 Sportback g-tron è una variante del turbo benzina 1.4 TFSI. I progettisti Audi hanno modificato l’impianto di iniezione, il catalizzatore, la testata e il sistema di sovralimentazione, per assicurare massima affidabilità anche con la diversa alimentazione, riuscendo ad ottenere una potenza di 110 CV e una coppia di 200 Nm: numeri che si traducono in una velocità massima superiore a 190 km/h e in un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 11 secondi.

ALFA MiTo

Nuova vita breve sarà disponibile in Italia la nuova 0.9 Turbo TwinAir da 105 CV la versione bifuel (benzina/gpl) con motore turbo da 1,4 litri. La vettura raggiunge una velocità massima di quasi 200 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi, grazie al 4 cilindri con cambio manuale a 5 marce, che eroga una potenza di 120 CV a 5.000 giri/min, con una coppia massima di 206 Nm, fornita per intero a 1.750 giri/min. Nel ciclo combinato questa MiTo consuma 8,1 litri di carburante ogni 100 km, 6,6 litri in autostrada e

A

(84)

10,4 in città, con emissioni che si attestano sui 131 g/km di CO2. MiTo bifuel è disponibile in tre allestimenti, Progression, Distinctive e SBK, con prezzi a partire da 20.516 euro.

Alfa Free IL 50% LO PAGHI SUBITO, POI PIÙ NULLA PER 24 MESI E DOPO DECIDI TU


+25,9% DI AUTO A METANO

SEAT ALTEA XL

Boom di vendite

Ecco la ricca versione ITECH

Da gennaio a novembre scorso in Italia la richiesta di gas di petrolio liquefatto per autotrazione è aumentata del 12,4% rispetto al 2012, mentre è calata quella del gasolio (-3,1%) e della benzina (-5,1%). Questo è quanto rivelano i dati rilasciati dal Ministero per lo Sviluppo Economico, che ha visto diminuire il gettito fiscale dei carburanti (accise e IVA) di circa un miliardo di euro, cioè del 3%. Il messaggio è inequivocabile: gli italiani vogliono risparmiare. Le auto bifuel, infatti, fra benzina/gpl (8,9% del mercato) e benzina/metano (5,1%), rappresentano oggi il 14% delle vendite in Italia: quelle a gpl stanno perdendo terreno (-9,5% solo negli 11 mesi) rispetto a quelle a metano, che crescono ancora (+25,9%), ma per abbattere le spese di rifornimento sempre più automobilisti stanno valutando l’ipotesi di passare, prima o poi, ad una vettura a doppia alimentazione.

on l’arrivo dell’estate arriva anche l’Altea XL Itech 1.6 bifuel con motore da 102 CV. Seat ha introdotto una nuova versione pensata per clienti business e famiglie che sostituiscono regolarmente le auto e che necessitano di mantenere un valore residuo maggiore. Ecco dunque l’Altea XL Itech, con una dotazione più ricca, disponibile di serie all’esterno troviamo sensori di parcheggio anteriori e posteriori, barre porta-

C

pacchi nere sul tetto, sensore pioggia e cerchi in lega Elio da 16” con bulloni antifurto; all’interno, invece, il pacchetto include lo specchietto retrovisore antiabbagliamento e il Climatronic bi-zona, oltre al sistema di navigazione Seat Media System 2.2 inc, la ricezione radio digitale “DAB”, lo schermo touchscreen da 5” e la radio con CD e SD Card. Sempre tra le dotazioni la Casa spagnola offre inoltre il Connectivity Pack, che comprende il Vivavoce Bluetooth, i comandi audio e telefono al volante, gli 8 altoparlanti, gli ingressi Aux e USB e il riconoscimento vocale. I prezzi partiranno da 22.950 euro.

Alla garanzia di 3 anni si possono aggiungere le estensioni a chilometraggio, scegliendo tra 50.000, 100.000 e 150.000 km

La Hyundai i10 GPL Econext è sicura di sè

NISSAN MICRA

È grande il restyling nche la Nissan Micra arriva sul mercato nella versione bifuel (benzina/gpl) con un motore 1.2 da 80 CV e prezzi da 13.150 euro. Si è alleggerita con stile fuori e si è arricchita dell’ultima tecnologia all’interno. Ora il frontale è più aggressivo e l’abitacolo più elegante, con l’aggiunta di nuovi rivestimenti per i sedili. Si è fatta anche più varia la scelta degli interni, con la possibilità di personalizzare il pomello, la leva del cambio, i tappetini in velluto e le calotte degli specchietti esterni. Ma le vere novità sono nelle dotazioni: spunta la tecnologia Send to Car di Google e il navigatore NissanConnect con schermo touch

5

ANNI DI GARANZIA A KM ILLIMITATI

A

screen da 5 a 5,8 pollici. Cosa comporta? Il sistema è capace di suggerire al conducente il percorso che farà consumare meno e lo stile di guida da adottare per risparmiare sul carburante e sulle emissioni, oltre ad indicare i prezzi minori dei distributori in zona.

Si distingue dalla concorrenza per la tripla garanzia a chilometraggio illimitato: per ben 5 anni Hyundai si fa garante sull’auto, sull’assistenza e sui controlli che la vettura richiede. Come l’intera i10, infatti, anche l’impianto gpl che la equipaggia viene costruito nel medesimo stabilimento turco di Izmit senza passare per aziende costruttrici e intermediari. Il che spesso si traduce in sicurezza e qualità sul prodotto finale. I10 in versione Econext è distribuita con motorizzazione 1.0 MPi, con trasmissione manuale a 5 marce e negli allestimenti Classic, Comfort e Login, con prezzi a partire da 9.850 euro.


BI-FUEL TEST

Seat Leon 1.4 bifuel benzina-metano

UN’AUTO VERA

ANZI DUE La nuova Leon a benzina e metano integra perfettamente le due alimentazioni, anche a livello di indicatori e computer di bordo. Il motore 1.4 è garanzia di risposta efficace e fluida, sempre. Noi l’abbiamo provata in esclusiva • provata da Maurizio Spinali • foto di Luca Romeo

S

embra sempre di non avere quella giusta. Ti siedi su una bifuel e subito hai la sensazione di essere su un’auto modificata in fretta e furia, per farne un’altra. Virtuosa ed economica, ma un po’, diciamo così, aftermarket. Sarà per il tasto posticcio del cambio carburante, sarà per l’assoluta mancanza d’integrazione con tutto il resto delle spie, sarà per quello scatto nell’accensione del gas che ti fa capire che adesso si comincia a risparmiare davvero. Qualcosa non torna (86)

mai, ti senti sempre come sospeso a metà. E ti devi convincere che hai fatto l’acquisto giusto, perché spendi meno, non hai problemi di giornate a traffico limitato e tanti altri piccoli dettagli. Ma la nuova Seat Leon TGI è diversa! Me ne accorgo dopo il trasferimento verso il lago di Garda, location scelta per questa nostra esclusiva prova (la targa è tedesca perché in Italia l’auto non è ancora disponibile e lo sarà a marzo). Ma siamo arrivati fin qui a metano o a benzina? Questa l’ingenua domanda che


COSTA € 22.780 PERCORRE 3,5 KG/100 KM (METANO)

A CHI PIACE

A tutti quelli che aspettavano un’auto bifuel vera, tutta d’un pezzo, con strumentazione e soluzioni d’infotainment e motoristiche moderne. A chi interessa, oltre al risparmio, anche lo stile. E una guida da Volkswagen Golf... (87)


BI-FUEL TEST Seat Leon 1.4 bifuel benzina-metano

ha fatto scaturire tutte le riflessioni. Tanto per cominciare sulla Leon non si sente il passaggio tra le due alimentazioni. E tu non devi fare niente, nessun tasto sul tunnel o dietro il volante, fa tutto lei: appena è pronta, a seconda della temperatura, lascia perdere la benzina e passa al CNG (gas naturale compresso, metano appunto). In più, sul piccolo display al centro del cruscotto, con un menu a scorrimento molto simile a quello di un tablet qualsiasi, puoi selezionare le informazioni che ti servono: dati di viaggio e consumi mixati, o separatamente per benzina e CNG, medi e totali, divisi o accorpati, per capire meglio quanti chilometri puoi percorrere sfruttando fino all’ultimo litro la verde e fino all’ultimo grammo il metano. Non male! Insomma, la Seat Leon TGI non sembra più un’auto trasformata. È una bifuel sin dall’origine, comoda e rassicurante. Il motore benzina è un 1.4 a iniezione diretta sovralimentato d’ultima generazione. 110 CV, coppia di 200 Nm che arriva prestissimo, a 1.500 giri/min, e tu te ne vai in giro quasi dimenticandoti di cambiare. Parto selezionando la modalità di guida “Eco” dal touchscreen al centro della consolle e mi dimenticherò di provare la “Normal” e la “Sport”, tanto la Leon si è dimostrata piacevole con questo set-up. Il serbatoio del metano è dietro, ma schiacciato molto in basso nel bagagliaio, cosa che consente sia di mantenere un’ottima capienza di quest’ultimo sia di non compromettere minimamente l’handling. Del resto sotto questa Leon c’è la nuova piattaforma Volkswagen, quella dell’ultima Golf per intenderci. I dati della Casa dichiarano quasi 900 km d’autonomia con la benzina e circa 400 con il metano: quindi 3,5 kg di CNG per 100 km. Senza preoccuparci troppo, noi abbiamo registrato 5 kg/100 km in un percorso misto che ha compreso tangenziali, strade cittadine e provinciali, su e giù per le colline dell’entroterra gardesano. (88)

275litri DI BAGAGLIAIO IN POSIZIONE STD


DICONODI LEI VALENTINA ORNAGHI OTTICA

È il metano giusto? “Non mi sono mai rassegnata alla Panda a metano. Appena ho visto la Leon mi è piaciuta subito. Perché fa tutto lei, non devo pensare io a scegliere l’alimentazione. E poi ha quel display davvero bello, per vedere quanto stai consumando. E la linea è ok!”.

DAL

WEB

Stefano “Bel motore, begli interni... e non ti fa sentire “economico”. Una Seat come si deve”.

Rossy “Consuma poco e va davvero bene. Non sento vibrare nulla. E c’è lo start&stop. Un pacchetto completo”.

Marst “A parte il tetto panoramico non disponibile, una Leon pulita e pronta quando schiacci”.

Seat Leon bifuel 2014. Prova del 1.4 TGI turbo

(89)


BI-FUEL TEST Seat Leon 1.4 bifuel benzina-metano

15kg

CAPIENZA DEL SERBATOIO METANO

Sulla Leon aiutano a mantenere bassi i consumi anche lo start&stop e la frenata rigenerativa. Tutto il sistema è molto fluido; la Seat, come detto, sembra un’auto nata per essere bifuel. Su strada è comoda, la spinta è progressiva e sembra davvero di essere su una normale… Golf! E finalmente anche il design è quello giusto: niente forzature spagnole, pulizia quasi da Audi. E la gente apprezza. Almeno facendo la conta dei commenti di chi si è fermato a guardarla mentre il nostro fotografo era al lavoro. La morbidezza del cambio a sei marce e il tempestivo intervento del controllo di stabilità la rendono un’auto che si lascia guidare in maniera tranquilla e soave. Ci sono cinque porte, ma arriverà anche la versione ST, e gli optional, a parte i cerchi in lega da 17” e il tetto panoramico, saranno tutti quelli a listino per la versione Style. Altri dati significativi parlano di 94 g/km di CO2 e normativa Euro6 già raggiunta. La Leon alza il livello delle vetture a metano disponibili sul mercato, portandole ad una dignità d’auto moderna e non posticcia. Per questo ci è piaciuta. La scelta del CNG, e non del GPL, significa ancora più pulizia e l’accoppiata con il moderno 1.4 si traduce in una resa, anche in condizioni di pieno carico, sempre all’altezza della situazione. Insomma, raramente vi troverete a dover scalare marcia per far muovere questa Leon. Un’auto vera. Anzi due: bifuel senza contraddizioni. (90)


3,5€

NECESSARI PER PERCORRERE 100 KM CON IL METANO

IN SINTESI SEAT LEON TGI

Motore 1.4 sovralimentato a benzina e alimentazione bifuel benzina-metano. Cinque porte, in arrivo anche la versione ST. Cambio manuale a sei marce. Autonomia totale di 1.300 km. Carburante Prezzo Bollo CO2

benzina-metano € 22.780 € 209 (Lombardia) 94 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata Num. cilindri Potenza Coppia Cambio Peso Capacità serbatoio

1.395 cc 4 110 CV 200 Nm a 6 marce n.d. 50 l (benzina) 15 kg (metano)

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

4,26 1,82 1,46 2,62 n.d.

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 194 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 10,9 s Autonomia media n.d. Ciclo l/100 km* Urbano 6,8 Extraurbano 4,4 Misto 5,3 * valori metano: n.d.

SICUREZZA Adulti 94% Bambini 92% Pedoni 70%

km/litro* 14,7 22,7 18,9

www.euroncap.com

Cinque stelle per la nuova Seat Leon standard (non è stata testata la versione a metano). Molto buono il punteggio per la protezione degli adulti. Non male quella per i pedoni nel caso d'impatto frontale, anche se qui il punteggio della Leon non è ai massimi livelli.

(91)


BI-FUEL TEST

Dacia Sandero 1.2 benzina-GPL Lauréate

COSTA da € 9.200 PERCORRE 17 KM/L (benzina), 13 KM/L (GPL) A CHI PIACE

A tutti quelli che vogliono fare i pratici, che sanno che low cost non è per forza sinonimo di bassa qualità e che hanno bisogno di spazi sufficienti per tutta la famiglia, ma possono permettersi di spendere una cifra che, nella maggior parte dei casi, permetterebbe solo l’acquisto di una piccolissima citycar (92)


quell’aspetto da prodotto davvero “low cost” e sono piacevoli anche al tatto. Tutto è al posto giusto e a portata di mano, dai vani portaoggetti ai comandi, anche se quelli dei finestrini sono in basso sulla consolle centrale. Nella dotazione di serie della versione Lauréate sono presenti alcune cromature, che rendono meno grigio l’abitacolo, e la radio Mp3, con il bluetooth e una comoda presa USB (optional il pack con il navigatore e lo schermo touchscreen da 7 pollici, proposto comunque al prezzo imbattibile di 100 euro). La seduta abbastanza alta ti fa sentire poco schiacciato nel traffico; peccato solo che il volante si regoli in altezza e non in profondità. Accendiamola. Il 1.2 benzina di origine Renault non è l’ultima novità in fatto di tecnologia, ma è un motore robusto, semplice e dai costi di gestione ridotti. Il serbatoio GPL di circa 30 litri non toglie spazio al bagagliaio, che rimane davvero grande, di quelli che permettono di caricare di tutto e di portare in gita anche tre persone con relativi bagagli. L’appunto da fare è alla soglia di carico non proprio bassa. Del resto la Sandero è quella che si dice una crossover, un po’ auto compatta un po’ Suv, e le misure alte fanno parte del gioco. Misure che si traducono in spazi vitali notevoli per la testa di tutti gli occupanti. E pure la visibilità, sconosciuta su molte delle auto degli ultimi tempi, che risolvono con sensori di parcheggio praticamente obbligatori, sulla Sandero non è un problema; il che si traduce in manovre facili e raramente rischiose per le vetture vicine. Cominciamo a muoverci piano. Sul pavé le sospensioni della Dacia non assorbono quanto vorremmo, ma scopriamo un’agilità che non ci aspettavamo. Del resto la sua lunghezza di 4,06 m (sorprendente in rapporto all’abitabilità), con passo di 2,59 m, è superiore di soli dieci centimetri a quella della Peugeot 208, per fare un esempio. Dunque bene in città. In tema di consumi, considerando che il GPL rende, a seconda delle situazioni, circa il 20% in meno rispetto alla benzina, 10 km/l, ottenuti senza pensarci troppo, non ci sembrano male! Ora ci aspetta il tragitto fuori città. Il cambio a cinque marce ha rapporti ben misurati, ma sono gli innesti a non essere troppo fluidi. Il motore 1.2 da 75 CV, sia viaggiando a benzina sia a GPL, non è fatto per allunghi e prestazioni, si sa: fatica un po’ quando gli si chiede di “andare al

SENZA FRONZOLI La nuova Sandero benzina e GPL è un’auto che fa del low cost una virtù e non offre niente di meno di tante altre proposte presenti sul mercato. E con l’alimentazione a gas il risparmio aumenta • provata da Maurizio Spinali • foto di Roberto Brodolini

S

i devono fare bene i conti con lei. Perché dire “low cost”, basso costo, non significa molto. Allora partiamo dall’inizio, dal prezzo della Dacia Sandero bifuel benzina-GPL: 10.000 euro per la versione Lauréate, la più completa. Rivista nel design e nell’offerta complessiva l’anno scorso, quando fu presentata al Salone di Parigi, è da pochi mesi disponibile sul mercato italiano. Inedito il frontale con griglia cromata, i cerchi di serie rimangono d’acciaio da 15”, ma con coperchi differenti, e le maniglie sono in tinta con la carrozzeria, come pure le calotte degli specchietti retrovisori. Gli interni, in questa nuova versione, hanno perso

16km CON UN LITRO DI GPL

(93)


DACIA SANDERO 1.2 BENZINA-GPL Disponibile in due allestimenti (Ambiance e Lauréate), il motore benzina è sempre il 1.2 di origine Renault. Di serie ESP, fendinebbia e, sulla Lauréate, anche radio Mp3, bluetooth e ingresso USB. Adatta anche ai neopatentati. Carburante Prezzo Bollo CO2

benzina/GPL € 10.000 (Lauréate) € 142,50 (Lombardia) 136 g/km

CARATTERISTICHE Cilindrata Num. cilindri Potenza Coppia Cambio Peso Capacità serbatoio

1.149 cc 4 75 CV 107 Nm a 5 marce 1.114 kg 50 l (benzina) 32 l (GPL)

Dimensioni (metri) Lunghezza Larghezza Altezza Passo Diametro di sterzata

4,06 1,73 1,52 2,59 n.d.

PRESTAZIONI E CONSUMI Velocità max 162 km/h Accelerazione da 0 a 100 km/h 14 s Autonomia media 1.270,6 km Ciclo Urbano Extraurbano Misto

l/100 km 7,7 (9,8 GPL) 4,9 (6,2 GPL) 5,9 (7,5 GPL)

SICUREZZA Adulti 80% Bambini 79% Pedoni 57%

(94)

km/litro 13,0 (10,2 GPL) 20,4 (16,1 GPL) 16,9 (13,3 GPL)

www.euroncap.com

Con quattro airbag di serie e l’ESP, il controllo della stabilità, la nuova Sandero ha ottenuto 4 stelle complessive al crash test Euro NCAP. Buona la protezione di tutti i passeggeri, adulti e bambini.

massimo”, ma per il resto nessun problema. Tutto è molto semplice sulla Dacia: i comandi, la guida, la vivibilità, la spesa. L’ESP, il controllo di stabilità, è di serie su tutte le versioni, così come i fendinebbia, che ci servono in questa mattina in cui il sole fa fatica a venire fuori. Nei saliscendi apprezziamo anche l’impianto frenante, pronto e mai stanco. Torniamo scegliendo l’autostrada. A 130 km/h, intorno ai 4.000 giri/min, il 1.2 si fa sentire, sen-

za arrivare a disturbare. In definitiva, facendo bene i conti, sulla Dacia Sandero la parola optional, a parte per il climatizzatore, non esiste. E se si vuole il navigatore, abbiamo visto che il prezzo è da saldo finale. Insomma, l’equipaggiamento di serie supera quello di molte concorrenti, che di fronte all’espressione “low cost” scappano inorridite, facendo finta di non sapere che il loro prezzo di listino riguarda praticamente la sola nuda proprietà...


DICONODI LEI ANIELLO STEFANI CASSIERE

Riesce a far fronte alle tue esigenze? “Mi sento seduto in alto, posso portare cinque persone senza che si lamentino troppo, ho il bagagliaio per la spesa di un mese e il GPL mi fa rientrare dei costi esuberanti della benzina. Anche la linea non mi dispiace. Un’auto pratica che non mi fa sentire “grigio”. E ad un prezzo onesto... È quello che cercavo!”.

DAL

WEB

Gesualdo “Ho aggiunto solo il clima. La Sandero mi sembra un’auto divertente. Pensata per esigenze vere, non d’immagine”.

Cr73 “Scegli il navi con 100 euro. E allora, che cosa dire...?”.

Rossy “Cromata e quasi trendy. Ma spostatemi i comandi dei finestrini, vi prego, sono troppo in basso!”.

Nuova Dacia Sandero. Tour degli interni

1.500

CHILOMETRI CON UN PIENO (GPL+BENZINA)

Con la Sandero invece si esce dalla concessionaria con un’auto quasi completa; e con la garanzia di tre anni o 100.000 km.

E il GPL? Ne vale la pena? Considerando che ci sono circa 1.000 euro di differenza con la versione benzina, certamente sì! Bastano circa 15.000 chilometri per ammortizzare la spesa! E con un pieno da 30 euro si arrivano a superare anche di molto i 300 km senza difficoltà, percorrendo prevalentemente tragitti cittadini. I conti tornano, come si diceva una volta, e per la Dacia Sandero questa è la miglior pubblicità possibile.


LISTINO&CONSUMI BI-FUEL BI-FUEL È UN’AUTO ALIMENTATA DA 2 CARBURANTI: GPL/BENZINA ALFA ROMEO

km/l

l/100 km

km/10 €

Giulietta 1.4T MiTo 1.4T GPL

12,0 16,4

8,3 6,1

156,45 213,82

CHEVROLET

km/l

l/100 km

km/10 €

Aveo 1.2 GPL Cruze 1.8 GPL Orlando 1.8 GPL Spark 1.0 GPL Spark 1.2 GPL

13,5 11,1 10,5 14,7 14,7

7,4 9,0 9,5 6,8 6,8

168,92 202,09 183,82 183,82 183,82

CITROËN

km/l

l/100 km

km/10 €

C3 1.4 Vti 95 GPL Airdream C3 1.4 Vti 95 GPL DS3 1.4 Vti 95 GPL Airdream

16,7 15,1 17,0

6,0 6,6 9,5

217,73 196,87 221,64

DACIA

km/l

l/100 km

km/10 €

Duster 1.6 GPL Logan MCV 1.2 Sandero 1.2 GPL

11,0 16,9 16,9

9,1 5,9 5,9

143,42 220,34 220,34

FIAT

km/l

l/100 km

km/10 €

500 1.2 EP Bravo 1.4 EP Panda 1.2 EP Punto 1.4 EP

19,6 19,5 19,2 17,5

5,1 5,1 5,2 5,7

255,54 254,24 250,33 228,16

FORD

km/l

l/100 km

km/10 €

B-Max 1.4 16V C-Max 1.6 16V Fiesta 1.4 16V Focus 1.6 16V Focus 1.6 16V SW

16,7 14,7 14,1 17,0 16,6

6,0 6,8 7,1 5,9 6,0

208,33 183,82 176,06 221,64 216,43

HYUNDAI

km/l

l/100 km

km/10 €

i10 1.1 12V BD i20 1.2 BD i30 1.4 EcoNext

21,3 19,2 11,6

4,7 5,2 8,6

277,71 250,33 151,24

KIA

km/l

l/100 km

km/10 €

Cee’d 1.4 GPL Picanto 1.0 12V Rio 1.2 CVVT Venga 1.4 GPL

16,4 23,8 19,6 16,7

6,1 4,2 5,1 6,0

213,82 310,30 255,54 217,73

LANCIA

km/l

l/100 km

km/10 €

Delta 1.4 T-Jet E Ypsilon 1.2 Eco

12,0 18,9

8,3 5,3

156,45 246,41

MITSUBISHI

km/l

l/100 km

km/10 €

ASX 1.6 2WD Space Star 1.0 GPL

16,7 25,0

6,0 4,0

217,73 312,50

NISSAN

km/l

l/100 km

km/10 €

16,7 20,0 16,1

6,0 5,0 6,2

217,73 260,76 209,91

Juke 1.6 GPL Micra 1.2 12V Qashqai 1.6 GPL

(96)

pot. max (CV) cilindrata (cc)

120 120

1.368 1.368

pot. max (CV) cilindrata (cc)

86 141 141 68 82

1.229 1.378 1.796 995 1.206

pot. max (CV) cilindrata (cc)

75 75 95

1.360 1.360 1.397

pot. max (CV) cilindrata (cc)

105 75 75

1.598 1.149 1.149

pot. max (CV) cilindrata (cc)

69 90 69 77

1.242 1.368 1.242 1.368

pot. max (CV) cilindrata (cc)

95 120 92 120 120

1.388 1.596 1.388 1.596 1.596

pot. max (CV) cilindrata (cc)

69 85 100

1.086 1.248 1.396

pot. max (CV) cilindrata (cc)

100 69 85 90

1.396 998 1.248 1.369

pot. max (CV) cilindrata (cc)

120 69

1.368 1.242

pot. max (CV) cilindrata (cc)

117 71

1.590 999

pot. max (CV) cilindrata (cc)

117 80 117

1.598 1.198 1.598

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

134 131

da 24.247 da 20.517

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

110 134 156 110 119

da 13.763 da 19.675 da 23.255 da 10.869 da 14.045

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

129 134 129

da 16.650 da 19.650 da 17.900

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

146 136 122

da 13.550 da 10.200 da 9.200

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

106 134 107 114

da 13.661 da 20.416 da 12.501 da 14.417

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

138 159 138 136 139

da 18.000 da 21.000 da 14.250 da 18.250 da 19.000

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

110 109 135

da 12.240 da 13.725 da 18.625

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

130 99 116 140

da 18.500 da 11.293 da 13.150 da 16.384

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

134 110

da 24.247 da 14.971

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

129 92

da 21.100 13.150

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

120 107 132

da 19.400 da 13.150 da 21.450


LISTINO&CONSUMI BENZINA/GPL - BENZINA/METANO Il dato del consumo utilizzato è quello del ciclo misto omologato dalla Casa

OPEL

km/l

l/100 km

km/10 €

Adam 1.4 GPL Astra 1.4 T GPL Corsa 1.2 GPL Insigna 1.4 T Insigna 1.4 T SW Meriva1.4 T GPL Zafira 1.4 T GPL

5,5 17,0 18,2 17,0 17,0 16,4 14,9

18,2 5,9 5,5 5,9 6,1 6,1 5,9

227,27 221,64 237,29 221,64 213,82 213,82 221,64

PEUGEOT

km/l

l/100 km

km/10 €

208 1.4 Vti GPL

15,2

6,6

189,39

RENAULT

km/l

l/100 km

km/10 €

Clio 1.2 GPL

17,9

5,6

233,38

SEAT

km/l

l/100 km

km/10 €

Altea 1.6 Bi-Fuel Ibiza 1.6 Bi-Fuel

13,3 16,7

7,5 6,0

173,40 217,73

SUBARU

km/l

l/100 km

km/10 €

XV 1.6 Bi-Fuel

15,4

6,5

255,54

VOLKSWAGEN

km/l

l/100 km

km/10 €

16,7

7,6

217,73

FIAT

km/kg

kg/100 km

km/10 €

500 L Twin Air Natural Power 500 L Twin Air Living Natural Power Doblò 1.4 T-Jet Natural Power Panda 0.9 Twin Air Natural Power Punto 1.4 Natural Power Qubo 1.4 Natural Power

25,6 25,6 20,4 32,3 23,8 23,8

5,1 5,1 4,9 3,1 4,2 4,2

255,54 255,54 250,33 326,92 240,89 240,89

LANCIA

km/kg

kg/100 km

km/10 €

Ypsilon Ecochic

32,6

3,1

329,96

MERCEDES

km/kg

kg/100 km

km/10 €

B 200 NGD

23,3

4,3

235,83

OPEL

km/kg

kg/100 km

km/10 €

Zafira EcoM 1.6 T

22,2

4,5

224,70

SEAT

km/kg

kg/100 km

km/10 €

Mii Ecofuel Seat Leon ST 1.4

34,5 27

2,9 3,6

349,19 270,00

SKODA

km/kg

kg/100 km

km/10 €

Citigo Metano 1.0 68 CV

34,5

2,9

349,19

VOLKSWAGEN

km/kg

kg/100 km

km/10 €

34,5 23,2 22,7 21,2

2,9 4,3 4,4 4,7

349,19 234,82 229,76 214,58

Polo 1.6 Bi-Fuel

pot. max (CV) cilindrata (cc)

87 140 86 140 140 120 140

1.398 1.364 1.229 1.364 1.364 1.364 1.364

pot. max (CV) cilindrata (cc)

95

1.397

pot. max (CV) cilindrata (cc)

73

1.149

pot. max (CV) cilindrata (cc)

102 82

1.242 1.595

pot. max (CV) cilindrata (cc)

107

1.242

pot. max (CV) cilindrata (cc)

82

1.598

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

129 129 119 132 143 143 129

da 15.000 da 21.790 da 12.830 da 28.720 da 29.720 da 20.320 da 26.790

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

153

da 14.200

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

116

da 15.100

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

159 123

da 19.964 da 13.630

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

176

da 25.220

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

123

da 17.400

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

137 137 134 86 115 114

da 19.206 da 21.576 da 21.172 da 14.266 da 15.425 da 17.341

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

METANO/BENZINA

eco up! Passat Ecofuel 1.4 TSI Passat Variant Ecofuel 1.4 TSI Touran Ecofuel 1.4 TSI

pot. max (CV) cilindrata (cc)

85 85 120 85 77 77

875 875 1.368 875 1.368 1.368

pot. max (CV) cilindrata (cc)

80

875

pot. max (CV) cilindrata (cc)

156

1.991

pot. max (CV) cilindrata (cc)

150

1.598

pot. max (CV) cilindrata (cc)

68 110

999 1.400

pot. max (CV) cilindrata (cc)

68

999

pot. max (CV) cilindrata (cc)

68 150 150 150

999 1.390 1.390 1.390

86

da 16.786

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

117

da 30.895

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

129

da 27.310

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

79 114

da 11.810 da 22.780

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

79

da 11.830

emissioni CO2 (g/km)

prezzo (€)

79 117 119 128

da 12.400 da 31.750 da 32.950 da 29.900

(97)


&

DOMANDE

RISPOSTE Abbiamo parlato con...

Domenico Chianese

‘‘

Presidente e Amministratore Delegato Ford Italia

‘‘

La gamma Ford ha subìto una bella scossa: nelle prospettive del colosso americano, infatti, l’opzione elettrica sta assumendo un’importanza sempre maggiore, come testimonia l’inedita soluzione presentata a inizio gennaio al Ces di Las Vegas. Parliamo della C-Max Solar Energi Concept, dotata di una serie di pannelli solari che ne ricopre interamente la superficie del tetto, permettendo di accumulare in una sola giornata circa 8 kW/h, la stessa quantità di elettricità ottenuta in circa 4 ore con una ricarica tradizionale. E anche nel nostro paese, come spiega Domenico Chianese, Presidente e a.d. di Ford Italia, la proposta a

SE SI VUOLE CHE LA MOBILITÀ ELETTRICA RAGGIUNGA PERCENTUALI INTERESSANTI SERVE UN INTERVENTO DEL GOVERNO, IN TERMINI DI INCENTIVI ALL’ACQUISTO E INFRASTRUTTURE, COME LE COLONNINE DI RICARICA ha un’autonomia di 160 km, un motore di 145 cavalli, con 250 Nm di coppia massima, le batterie al litio si possono ricaricare in sole 3 ore e lo spazio a disposizione è quello di una normale Focus. Certo il listino è di 39.900 euro, ma nel nostro caso le batterie non sono a noleggio. E poi il risparmio offerto da questo modello è tangi-

FORD GUARDA AL MERCATO STATUNITENSE, DOVE, IN TERMINI DI VENDITE, È IL SECONDO MARCHIO CHE OFFRE AUTO ELETTRICHE zero emissioni quest’anno si arricchirà di modelli decisamente interessanti, a iniziare dalla Focus Electric.

Perché tanta enfasi su questo modello? L’arrivo della Focus Electric in Italia è il primo passo verso una vera mobilità alternativa eco-sostenibile. Un passo importante, visto che questa versione ha il vantaggio di essere elettrica, ma anche una Focus al cento per cento. Insomma, per il cliente non c’é nessun compromesso in termini di prodotto, né di fruibilità. L’Electric

(98)

bile: facendo 10.000 chilometri l’anno, in 5 anni si spendono circa 5.000 euro in carburante, mentre con la nostra elettrica la spesa è di circa 1.000. Senza contare i vantaggi legati all’accesso in centro in alcune grandi città, oppure alla possibilità di non pagare i parcheggi, come a Roma.

Quali obiettivi vi date? Guardiamo agli Stati Uniti, dove nel 2013 la crescita delle motorizzazioni Ford elettriche è stata davvero positiva: in questo segmento i nostri mo-

delli rappresentano circa il 15% dei volumi. Negli USA l’opzione elettrica non rappresenta una nicchia e Ford oggi è per vendite il secondo marchio di vetture elettrificate: continuiamo a investire e a credere in questa soluzione. In Europa siamo partiti direttamente da una versione totalmente elettrica come la Focus, ma nel corso del 2014 arriveranno la C-Max Energi plug-in e la Mondeo Hybrid. Quando avremo a disposizione tutti questi modelli, capiremo qual è l’atteggiamento del mercato. Peraltro in casa Ford offriamo numerose alternative ai nostri clienti: abbiamo i premiatissimi motori EcoBooster, i diesel ‘puliti’ e ci sarà l’ibrido. Il vero nodo è un altro…

E quale? Ford, come altri grandi gruppi, ha fatto un forte investimento, ma se si vuole che questo tipo di mobilità raggiunga percentuali interessanti serve anche un intervento del Governo in termini di incentivi all’acquisto e infrastrutture, come le colonnine di ricarica. Le Case da sole non possono raggiungere questo obiettivo.


Wdg^hdgadk^X]#^i

Chiama subito una delle nostre officine specializzate. Roma CENTRO 6EE>DH#<>DK6CC> >:G68>6A:HH6C9GD %%&,."IZa#%+$,-()(,'& 6EE>DH#<>DK6CC> 86>GD;67G>O>D %%&,."IZa#%+$,-%)...

CJDKDH6A6G>D G:K:GH>B6G8:AAD %%&(-"IZa#%+$--&.-(. H6M6GJ7G6 6JID;;>8>C6<#:#6# %%&-."IZa#%+$(('&.*(-

Roma OVEST

6EE>DH#<>DK6CC> D;;#HE:8#G>88>6#E# %%&,."IZa#%+$,--+(+-

6JG:A>6 6JG:A>6H6H9>H:G6;>C>8# %%&+*"IZa#%+$++%&(++%

6EE>D"IJH8DA6C6 8#6JID8DAA>6A76C> %%&,."IZa#%+$,-*(&,*

86H:II6B6II:> B#8#B#H6H9>;6O><# %%&)-"IZa#%+$+**+,+(

Roma NORD CDB:CI6C6<#G#6# HE::9<6H>BE>6CI>HGA %%&(,"IZa#%+$)&)%%),- 6JG:A>6 6G:6BDIDG>HGA %%&++"IZa#%+$(%-&.+-' 6JG:A>DÃ&#x201E;7D88:6 :G:9>7:AA6CI:H6H %%&++"IZa#%+$++'&+%7D88:6 I:8C>866JID7D88:6 %%&+,I:A#%+$++'&.-) 8DGHD;G6C8>6";A:B>C< 9Ã&#x2030;6G86C<:AD;67>D %%%&.&"IZa#%+$('.'.,&

A6HIDGI6 6JID;;#9>C>CD<J>9D %%&'("IZa#%+$+&.%&(,.

Roma EST 86H>A>C69J:A:DC> <>:BB:88>HC8 %%&(("IZa#%+$'%('&(% IDGE><C#$8:CID8:AA: BDIDG9D8HGA %%&,,"IZa#%+$')&,-&% IDGG:6C<:A6 8:9GDC:A6JGD %%&(("IZa#%+$'%&*%..

Roma SUD

:JGB6G8DC> 7:AAJ88>8A6J9>D %%&)+"IZa#%+$**,,+)-

Litoranea 68>A>6 8#6HH#6JIDB6GI>C> %%&'*"IZa#%+$*'(*+*'+

Provincia di RM 6A76CDA6O>6A:AD8#8:88=>C6 7:CH>6AK6GD %%%)&"IZa#%+$.()'(+% 6G9:6 IDID<:G6G9D %%%)%IZa#%+$.&%&&((, 6G9:6$6EG>A>6 <6AA:II686GH:GK>8:HGA %)%&&"IZa#%+$.'--,.. 7G688>6CD <GJEED:JGD86GHGA %%%+'"IZa#%+$..-+'%* 8>6BE>CD 6AI>HH>B>B6G>D %%%)("IZa#%+$,.+&*,, 8>K>I6K:88=>6 76HH6C:AA>;G6C8:H8D %%%*(Ã&#x201E;IZa#%,++$'(*') ;G6H86I> 7:C:9:II>9>AJ88><# %%%))"IZa#%+$.)%-+&%

;DGB:AAD <:H86GHGA %%%+%"IZa#%+$.%,*(+.

8>C:8>II¿$9DC7DH8D <#E#:BB:9>BDG:AA> %%&,*"IZa#%+$,&*)(%.&

;G6H86I>$K:GB>8>CD 86G7DC:AJ><> %%%))"IZa#%+$.)%-+.*

A676GD B#<#86GH:GK>8:HGA %%&--"IZa#%+$((+&%)(%

8>C:8>II6$E#ID<A>6II> BDH8DC>;#<#HC8 %%&,("IZa#%+$,''',*&

<:CO6CD9>GDB6GB H>AK:HIG>AJ><> %%%)*"IZa#%+$.(+)&))

WWW.PUNTOGAS.IT INFO@PUNTOGAS.IT

<:CO6CD9>GDB6 8DGK>8:H6G:;><A>HC8 %%%)*Ã&#x201E;IZa#%+$.(+(+-.

;GDH>CDC: H6GIDG>86GH:GK>8: %(&%%"IZa#%,,*$-,%&+-

A69>HEDA> :A:IIGDB6I>89>E>88>DC: %%%**Ã&#x201E;IZa#%+$..%))**

EDCI:8DGKD ;#AA>677DC96CO6 %(%(,"IZa#%,,+$,)'&((

B:CI6C6 6JIDB6C>6HC8 %%%&("IZa#%+$.%.'')%

G>E> E:GH>8=>AA>HGA %(%',"IZa#%,,*$'-)-+-

EDB:O>6 6JID;;>8>C6 A6;6CI6HI>86hcX %%%)%"IZa#%+$.&''--) H#E6ADB76$E6KDC6 7:AAJ88>:COD %%%)%"IZa#%+$,&(%',', IG:K><C6CDGDB6CD :A:IIG>86G-,H6H %%%+."IZa#%+$...,)&% K:AA:IG> ?JC>DG<6H>BE>6CI> %%%)."IZa#%+$.+(--)-

LATINA

Lâ&#x20AC;&#x2122;AQUILA IG6H688D D#B#'%%%E:G>C:II>HGA +,%*.Ã&#x201E;IZa#%-+($.)&%.*

RIETI G>:I> BJAI>H:GK>8:;#AA>6C<:AJ88> HGA%'&%%Ã&#x201E;IZa#%,)+$'*&&&. D;;#B:886C>86B6II:>;# %'&%%Ã&#x201E;IZa#%,)+$')+%%%

VITERBO

6EG>A>6 6IJIID<6H9>8DG>C6A9:H> %)%&&"IZa#%+$.',&.%,

K>I:G7D K:HIG><>DK6CC> %&&%%"IZa#%,+&$'*%%&.

;DC9>$I:GG68>C6 6JID8:CIGD86GG:G6HGA %)%''"IZa#%,,&$*&'&)*

K>I:G7D8DG8=>6CD D;;>8>C69>6AK6GDA>H8> %&%(%I:A#%,+&$*,'(%(

A6I>C6 8:CIGD<6H>BE>6CI>H6H %)&%%"IZa#%,,($')''&-

FROSINONE >HDA69:AA>G>HJE# BDIDGHNHI:BH688J88> %(%(+"IZa#%,,+$-*)%*,

TERNI I:GC> B:886C>86JB7G6HC8 %*&%%"8Zaa#(',$+,,--&% C6GC>H86AD ;G6I:AA><>A>HC8 %*&%%"IZa#%,))$,((-)'


Guarda la strada. Ascolta il messaggio.

Ecocar marzo aprile n 16  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you