Issuu on Google+

Creazione di uno stagno a « Les Jardins de l’Espérance »

La Ciotat, Francia


Primo scavo: per scegliere la posizione e far si che il fondo non sia troppo roccioso


Pianificare il futuro stagno sul sito


Iniziamo a scavare, in questo caso con una scavatrice meccanica


Controllare il livello delle sponde e la profonditĂ  dello stagno


Continuare a scavare


Una volta finito di scavare si può iniziare a seguire la forma desiderata


Modellare gli ÂŤ scalini Âť e la pendenza (sulla quale si troveranno le piante)


Togliere le pietre che potrebbero danneggiare il telone


Disporre uno strato di sabbia per proteggero il telone


Pianificare ancora una volta le sponde


Controllare il livello


Controllare il livello e stabilizzare le sponde


Livellare le sponde


Posizionare un feltro geotessile per proteggere ulteriormente il telone


Il telone ci è stato consegnato a rullo, usiamo la mini scavatrice per distenderlo


Distendere accuratamente il telone sul feltro


Dispiegare il telone una volta posizionato al centro dello stagno

Esso dovrebbe sovrapporsi sulle sponde per evitare future perdite


Una volta che il telone è posizionato, iniziamo a riempire con l’acqua


Stagno riempito con un recinto temporaneo


Un elemento fondamentale per la sicurezza del giardino: la recinzione

Specialmente per i nostri giardini educativi frequentati da molti bambini


Posizionare le prime piante

Le piante nei vasi sugli appositi gradini

Piante sommerse appesantite con argilla e pietre per non farle galleggiare


Lo stagno dopo un anno


Apportiamo dei miglioramenti


Bordi delimitati in pietra: per la sicurezza e per evitare la diffusione di acqua sulle sponde


Una rete anti anegamento, per i ricci assetati

IL RICCIO è UN BUON NUOTATORE MA POTREBBE ANNEGARE CERCANDO DI SUPERARE LA PLASTICA


Dopo alcuni anni il terreno si è formato naturalmente tra le radici delle piante


Un mucchio di sassi è stato posizionato sul fondo come rifugio per gli animali


Una volta che lo stagno è pronto ed le piante sono state piantate, alcuni animali arrivano velocemente da soli. Le piante forniscono un nuovo habitat. Lo stagno deve essere riempito poco alla volta per rimuovere alcuni dei sedimenti, o finirà per riempirsi troppo per poi scomparire


SIETE PRONTI PER ORE DI CONTEMPLAZIONE E DI SCOPERTA!


Creare uno stagno a “Les Jardins de l’Espérance” Giardino membro del Network RJSM e partecipante al progetto EUGO



Tutorial per la creazione di uno stagno