Page 1

Anno XXIII - Edizione straordinaria - 10.12.2011 - Copia Omaggio - N. 566 - Questa testata non riceve contributi pubblici - - www.ilgazzettinodipuglia.it - Prossima uscita Sabato 17 Dicembre 2011

EDITORIALE Vincenzo De Gregorio Direttore Responsabile

Diciamo con coraggio la verità: la nostra informazione è molto malata visto che riceve troppi finanziamenti dallo Stato

E’ inutile nasconderlo: quanto sta succedendo in Italia negli ultimi giorni ha dell’incredibile. Per un volere superiore stanno vietando la rivalutazione delle pensioni, hanno portato la verde ed il gasolio ai massimi storici, hanno tolto di mezzo, comunque sia, Berlusconi, Presidente del Consiglio, nominato democraticamente dal popolo, ma la cosa più assurda è che nessuna casta mostra di volere fare un passo indietro. Non bisogna organizzare solo i pulman per andare a rivendicare maggiore attenzione da parte di Trenitalia nei confronti del Sud ma bisognerebbe che tutti insieme si scenda in strada per denunciare con forza l’assurdo finanziamento dei giornali di partiti politici e non. Non si riesce a capire, infatti, perchè Avvenire il quotidiano dei Vescovi italiani riceve ogni 12 mesi dallo Stato Italiano più di 10 miliardi di vecchie lire. Verità scomode. Andate però a dirlo a chi percepisce dallo Stato 400 miseri euro mensili!

Via Crocecchia, 115 - Tel. 080.4780036 Via Pietro Nenni, 16 - Tel. 080.4785154 Noicàttaro (Bari)

New York, “I Trulli Restaurant” i sapori pugliesi in tavola grazie a Nicola Marzovilla


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 2

La Pagina della Cultura è curata dalla scrittrice Gabriella Genisi gabriellagenisi@libero.it

Festività natalizie con Hell in the Cave Il via con la replica di questa sera A dicembre, in occasione delle festività in arrivo, "Hell in the Cave - versi danzanti nell'aere fosco” replicherà straordinariamente anche nei giorni di festa.

lendario post festivo.

Oltre ai consueti spettacoli del sabato sera (10, 17 dicembre alle ore 21), infatti, l'unico spettacolo aereo sotterraneo al mondo sarà in scena anche a Natale e a Santo Stefano.

Chiunque abbia acquistato il biglietto per la data dell'8 dicembre, potrà riutilizzarlo per una replica successiva (per maggiori informazioni contattare i numeri 329.6634808 e 339.1176722).

Sospesa, invece, per motivazioni tecniche, la replica del giorno della festa dell'Immacolata.

Appuntamento nell’incantevole scenario naturale delle Grotte di Castellana Domenica 25 e lunedì 26 dicembre le porte dell'Inferno nel suggestivo scenario naturale delle Grotte di Castellana si apriranno eccezionalmente alle ore 19, per accogliere come sempre i visitatori nell'emozionante viaggio fra i versi e i personaggi della prima cantica della Divina Commedia: da Caronte a Minosse, da Pier delle Vigne e Ciacco, da Paolo e Francesca a Brunetto Latini, dai Simoniaci a papa Niccolò III, dal Conte Ugolino agli Ipocriti, da Ulisse a Lucifero a Beatrice. La ricca programmazione comincerà così con la replica di sabato 10 dicembre e, dopo un ricco periodo natalizio, proseguirà anche con l'avvio del 2012 con repliche l'1, il 6 (alle ore 19) e il 7 gennaio (alle ore 21). Mentre a breve sul portale ufficiale www.hellinthecave.com sarà disponibile anche il ca-

I biglietti dello spettacolo sono acquistabili attraverso il circuito Booking Show, collegandosi al sito www.bookingshow.it o visitando un punto vendita autorizzato. Tutti gli ultimi aggiornamenti e le curiosità sullo spettacolo e le informazioni utili all'acquisto dei biglietti sono disponibili anche sul sito ufficiale www.hellinthecave.com, telefonando al numero verde 800.21.39.76 o ai mobili 329.6634808 - 339.1176722, o sulla pagina Facebook Hell in the Cave. Hell in the Cave è un progetto PromoApulia, finanziato da Regione Puglia con fondi F.E.S.R. 2007-2013 asse IV, da Comune di Castellana e Grotte di Castellana con il patrocinio di Provincia di Bari e Costa dei Trulli.

ANNO DELLA LINGUA E CULTURA TRA ITALIA E RUSSIA: BARI E SAN NICOLA SULLE MONETE CELEBRATIVE La città di Bari rappresenta il nostro Paese nelle celebrazioni dell’anno della cultura e della lingua italiana in Russia e della cultura e della lingua russa in Italia. L’eccezionale ricorrenza è stata suggellata dal conio di tre monete, una ad opera della Banca d’Italia e due della Banca centrale di Russia, che rappresentano il capoluogo pugliese e il suo santo patrono, il più venerato dal popolo russo. La presentazione delle monete in argento a tiratura limitata si è tenuta nell’ambasciata italiana a Mosca, alla presenza dell’ambasciatore italiano a Mosca Antonio Zanardi Landi, del primo vicegovernatore della Banca centrale russa Georgy Luntovski, del direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Mosca Adriano dall’Asta, il direttore della Banca d’Italia della sede di Bari Vincenzo Umbrella, del poligrafico russo Trachuk e del direttore di Assoapulian Rocky Malatesta. Su tutte le monete è raffigurata la città di Bari. Sul dritto di quella italiana, del valore nominale di dieci euro, è riprodotta la facciata esterna della Basilica di San Nicola e sul retro un guerriero a cavallo, particolare del fregio della lunetta del protiro nel portale Maggiore. Tra quelle russe, del valore nominale di due rubli, la prima propone sul dritto San Giorgio a cavallo che uccide il drago e sul retro la Chiesa russa, donata nel 2009 dallo Stato italiano alla Federazione Russa in occasione dell’incontro istituzionale svoltosi a Bari tra il presidente Giorgio Napolitano e il presidente russo Dmitri Medvedev; la seconda, invece, sul dritto riporta lo stemma della Banca di Russia (un’aquila a due teste con le ali spiegate), e sul retro l’immagine dell’icona di San Nicola, con le bandiere italiana e russa e sullo sfondo la città di Bari. Su tutte le monete appare l’iscrizione,

rispettivamente in italiano e in antico russo, che ricorda l’anno incrociato della cultura tra i due Paesi. “Siamo orgogliosi che immagini simbolo della città di Bari siano raffigurate su queste prestigiose monete celebrative - dichiara il sindaco Michele Emiliano: si tratta di un’ulteriore conferma del legame assolutamente speciale che c’è tra Bari e il popolo russo, legame che, nel nome di San Nicola, del dialogo e dell’amicizia è cresciuto negli ultimi anni anche grazie all’impegno della

Fondazione russa della Cultura e di AssoApulian”. “È un’iniziativa davvero prestigiosa e significativa per la Città di Bari e per l’intera Regione – ha sottolineato in conferenza stampa Rocky Malatesta - ed evidenzia ancora una volta la centralità della figura di San Nicola, e della nostra città che ospita le sue spoglie, nel tessuto di relazioni e di interessi economici e culturali tra l’Italia e la Federazione Russa”.


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 3


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 4 E’ l’alimento che tutto il mondo ci invidia. E’ sana ma è pure afrodisiaca

Conad e la nuova governance. Direttore Generale è un pugliese doc di Taranto

Le tante virtù della pasta

Buon lavoro a Francesco Pugliese

Quando una coppia funziona bene da un punto di vista affettivo in genere trova un equilibrio anche sul fronte alimentare. Lo dimostra uno studio condotto dall’Università Cattolica di Campobasso sulle abitudini alimentari di oltre 800 coppie sposate. Il risultato è sorprendente: in coppia si mangia meglio, si preferiscono alimenti sani e genuini, si seguono pasti regolari. E anche la pasta è ancora più sana se si gusta assieme al partner. A mettere insieme le altre virtù della pasta ci hanno pensato i nutrizionisti dell’Università americana della Pennsylvania con un lavoro di ricerca che ha dato un altro risultato sorprendente. Una dieta ricca di grano duro (meglio se integrale) aiuta a bruciare i grassi e ad abbassare la pressione. La pasta non fa ingrassare, al contrario di quanto comunementsipensa: l’importante è non esagerare con le porzioni e rinunciare ai condimenti grassi. Altre importanti verità che servono a sfatare pregiudizi e luoghi comuni: la pasta al dente è più digeribile, la pasta contiene fibre e aiuta i diabetici a tenere il livello di zuccheri nel sangue a valori più stabili, la pasta e il riso integrali contengono più fibre di frutta e verdura. E, incredibile ma vero, le proteine dei cereali sembrano attivare il piacere. Insomma la pasta può essere anche afrodisiaca diventando scintilla di passione. E a tutelare la sicurezza di ciò che fini-

Francesco Pugliese è entrato in Conad nel 2004 con la carica di Direttore Generale. In questi anni ha promosso e rafforzato lo sviluppo commerciale di Conad fino ad ottenere performance eccellenti ed una quota di mercato che oggi supera il 10 per cento. Ricopre inoltre la carica di Presidente di Conad Carni e consigliere di amministrazione di Coopernic, la società cooperativa di diritto europeo fondata da Conad, Colruyt (Belgio), Coop (Svizzera), E.Leclerc (Francia) e Rewe (Germania), presente in 22 Paesi europei con oltre 20 mila punti vendita E’ membro del direttivo di Indicod ECR, l’associazione italiana che raggruppa aziende industriali e distributive operanti nel settore dei beni di largo consumo e in passato ha avuto la carica di consigliere di amministrazione di Inran, l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli alimenti e la nutrizione. Emmanuella Bottalico

sce nei nostri piatti ora ci sono gli 007 della tavola. All’Università di Torino c’è un polo di eccellenza: Agroinnova, il centro per l’innovazione in campo agroambientale e agroalimentare che lavora per incrementare la formazione e la ricerca nel settore della biosicurezza agroalimentare. L’Italia è al primo posto in Europa per numero di controlli su frutta e verdura e possiamo mangiare con fiducia i prodotti coltivati nel nostro paese.


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 5


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 6 Rutigliano. Ogni tanto andiamo a pescare nel nostro archivio, che si apre d’incanto, fatti realmente accaduti. Ha ragione il grande caro compianto Sindaco Lillino (Ciavarella) a mettersi la mano tra i capelli, questo trofeo “Ai Cornutiâ€? è proprio un bel rompicapo. Ma che cosa significherĂ mai. Capitano dei biancocelesti era il mitico Tutuccio che tifava Real Madrid. Con lui alle spalle, dietro Lillino, Franco Delliturri, mentre Vito

 @A?DA\ A<Au\

1..\

Ä? Ĺ˝ Ĺś  Ĺ? ĹŻ  Ć&#x2030; Ä&#x201A; Ć&#x161; Ć&#x152; Ĺ˝ Ä? Ĺ? Ĺś Ĺ? Ĺ˝  Ä&#x161; Ĺ? Í&#x2014;  2UGLQHGHL'RWWRUL&RPPHUFLDOLVWLH GHJOL(VSHUWL&RQWDELOLGL%DUL  2UGLQHGHJOL$YYRFDWLH3URFXUDWRUL

&219(*12

GL%DUL  2UGLQHGHL&RQVXOHQWLGHO/DYRUR GL%DUL 

Ď­ĎąÍ&#x2DC;ĎŻĎŹ   ϭϲÍ&#x2DC;ĎŹĎŹ                   ϭϲÍ&#x2DC;ĎŻĎŹ           Ď­ĎłÍ&#x2DC;ĎŻĎŹ          Ď­Ď´Í&#x2DC;ĎŻĎŹ           Ď­ĎľÍ&#x2DC;ĎŻĎŹ

ZÄ&#x17E;Ĺ?Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ç&#x152;Ĺ?ŽŜÄ&#x17E;Ć&#x2030;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć&#x161;Ä&#x17E;Ä?Ĺ?Ć&#x2030;Ä&#x201A;ĹśĆ&#x161;Ĺ?  ^Ä&#x201A;ĹŻĆľĆ&#x161;Ĺ?Ä&#x17E;Ä&#x161;Ä&#x201A;Ć&#x2030;Ä&#x17E;Ć&#x152;Ć&#x161;ĆľĆ&#x152;Ä&#x201A;Ć?Ä&#x17E;ĹľĹ?ĹśÄ&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?Ĺ˝

&RPXQHGL3ROLJQDQRD0DUH %D 

Ĺ?Í&#x2DC;

ZÄ&#x201A;Ĺ?Í&#x2DC;ĹśĆ&#x161;ŽŜĹ?Ĺ˝sĹ?Ć&#x161;Ĺ˝ZÄ&#x17E;ŜŜÄ&#x201A; WĆ&#x152;Ä&#x17E;Ć?Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ä&#x17E;Ć?Ć?Ĺ˝Ä?Ĺ?Ä&#x201A;Ç&#x152;Ĺ?ŽŜÄ&#x17E;>Ĺ?Ä?Ä&#x17E;Ć&#x152;Ĺ?WĆ&#x152;ŽĨÄ&#x17E;Ć?Ć?Ĺ?ŽŜĹ?Ć?Ć&#x161;Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻ^ĆľÄ&#x161;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ä&#x17E;Ć?Ä&#x17E; /ĹśĹ?Í&#x2DC;ĹśĹ?Ä&#x17E;ůŽŽÇ&#x20AC;Ĺ?ŜŽ ^Ĺ?ĹśÄ&#x161;Ä&#x201A;Ä?Ĺ˝Ä&#x161;Ĺ?WŽůĹ?Ĺ?ĹśÄ&#x201A;ŜŽÄ&#x201A;DÄ&#x201A;Ć&#x152;Ä&#x17E; Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Í&#x2DC;ĹŻÄ&#x161;Ĺ˝WŽůĹ?Ć&#x161;Ĺ˝ Ĺ?Ć&#x152;Ä&#x17E;Ć&#x161;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ä&#x17E;ZÄ&#x17E;Ĺ?Ĺ?ŽŜÄ&#x201A;ĹŻÄ&#x17E;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻĹŻÄ&#x201A;WĆľĹ?ĹŻĹ?Ä&#x201A;ͲĹ?Ä&#x17E;ĹśÇ&#x152;Ĺ?Ä&#x201A;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻĹŻÄ&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x161;Ä&#x17E; Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Í&#x2DC;&Ć&#x152;Ä&#x201A;ĹśÄ?Ä&#x17E;Ć?Ä?Ĺ˝WÄ&#x201A;ŽůŽĹ&#x161;Ĺ?ĹľĹ?Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ĺ? Ĺ?Ć&#x152;Ä&#x17E;Ć&#x161;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ä&#x17E;WĆ&#x152;Ĺ˝Ç&#x20AC;Ĺ?ĹśÄ?Ĺ?Ä&#x201A;ĹŻÄ&#x17E;Ä&#x161;Ĺ?Ä&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?Ĺ?Ä&#x17E;ĹśÇ&#x152;Ĺ?Ä&#x201A;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻĹŻÄ&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ć&#x152;Ä&#x201A;Ć&#x161;Ä&#x17E; Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Í&#x2DC;'Ĺ?Ĺ˝Ć&#x152;Ĺ?Ĺ?Ĺ˝dĆ&#x152;Ä&#x17E;Ĺ?ĹŻĹ?Ä&#x201A; WĆ&#x152;Ä&#x17E;Ć?Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ä&#x17E;KĆ&#x152;Ä&#x161;Ĺ?ĹśÄ&#x17E;Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ĺ?ŽžžÄ&#x17E;Ć&#x152;Ä?Ĺ?Ä&#x201A;ĹŻĹ?Ć?Ć&#x161;Ĺ?Ä&#x17E;Ä&#x161;Ć?Ć&#x2030;Ä&#x17E;Ć&#x152;Ć&#x161;Ĺ?ŽŜĆ&#x161;Ä&#x201A;Ä?Ĺ?ĹŻĹ?Ä&#x161;Ĺ?Ä&#x201A;Ć&#x152;Ĺ? Ç&#x20AC;Ç&#x20AC;Í&#x2DC;žžÄ&#x201A;ŜƾÄ&#x17E;ĹŻÄ&#x17E;sĹ?Ć&#x152;Ĺ?Ĺ?ĹśĆ&#x161;Ĺ?ŜŽ WĆ&#x152;Ä&#x17E;Ć?Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ä&#x17E;KĆ&#x152;Ä&#x161;Ĺ?ĹśÄ&#x17E;Ç&#x20AC;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ä?Ä&#x201A;Ć&#x161;Ĺ?Ä&#x161;Ĺ?Ä&#x201A;Ć&#x152;Ĺ? Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Í&#x2DC;&Ć&#x152;Ä&#x201A;ĹśÄ?Ä&#x17E;Ć?Ä?Ĺ˝^Ä&#x17E;Ć&#x161;Ć&#x161;Ä&#x17E; WĆ&#x152;Ä&#x17E;Ć?Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ä&#x17E;KĆ&#x152;Ä&#x161;Ĺ?ĹśÄ&#x17E;ŽŜĆ?ƾůÄ&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻ>Ä&#x201A;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ć&#x152;Ĺ˝Ä&#x161;Ĺ?Ä&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?  

PÄ&#x201A;Ä&#x201A;² Ť²²Ť  3Ť²²ŤW  ²ŤŤ 

² ²ţŒ¤¼¼*Ť #ŤĂ&#x2030;²ŤŤ   ŤŤĂ&#x152; ŤŤĂ&#x152; Ť #ŤY ² 3ŤŤ   Ť #ŤN ²ŤÂŁŤ-² ² Ť

 ZÄ&#x17E;ĹŻÄ&#x201A;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ä&#x17E;Í&#x2014;Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Í&#x2DC;DÄ&#x201A;Ć&#x152;Ä?Ĺ˝WĆ&#x152;Ä&#x17E;Ç&#x20AC;Ä&#x17E;Ć&#x152;Ĺ?Ĺś ŽžžÄ&#x17E;Ć&#x152;Ä?Ĺ?Ä&#x201A;ĹŻĹ?Ć?Ć&#x161;Ä&#x201A;Ĺ?ĹśÄ&#x201A;Ć&#x152;Ĺ? 

V-ŤĂ&#x152;   Ť²Ť ² Ť ÂŁÂŁ  Ť²ŤŤ   ² Ă&#x152; Ť ÂŁ   Ť²Ť²Ť Ä&#x201A;²ŤŤ ŤĂ&#x152;Ă&#x152; ²Ť ²²Ť#Ť ÂŁ   Ť  ZÄ&#x17E;ĹŻÄ&#x201A;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ä&#x17E;Í&#x2014;Ç&#x20AC;Ç&#x20AC;Í&#x2DC;>ĆľĹ?Ĺ?Ĺ?YĆľÄ&#x17E;Ć&#x152;Ä?Ĺ?Ä&#x201A; Ç&#x20AC;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ä?Ä&#x201A;Ć&#x161;Ĺ˝dĆ&#x152;Ĺ?Ä?ĆľĆ&#x161;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?Ć?Ć&#x161;Ä&#x201A;Ä&#x17E;ŽŜĆ?ƾůÄ&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ä&#x17E;Ç&#x152;Ĺ?Ä&#x17E;ĹśÄ&#x161;Ä&#x201A;ĹŻÄ&#x17E;Ĺ?ĹśÄ&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?

AMM=7 Ć?Ä&#x201A;ĹŻÄ&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?Ä?Ä&#x17E;Ç&#x20AC;Ĺ?ĹľÄ&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ĺ?

Í&#x17E;^Ä&#x201A;ĹśdŽžžÄ&#x201A;Ć?Ĺ˝Í&#x;  ^Í&#x2DC;WÍ&#x2DC;WŽůĹ?Ĺ?ĹśÄ&#x201A;ŜŽͲŽŜÇ&#x20AC;Ä&#x17E;Ć&#x152;Ć?Ä&#x201A;ŜŽÍ&#x2022;<žϭ

WŽůĹ?Ĺ?ĹśÄ&#x201A;ŜŽÄ&#x201A;DÄ&#x201A;Ć&#x152;Ä&#x17E;ÍžÄ&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?Íż

A@EI=<A7\ sÄ&#x201A;ĹŻĹ?Ä&#x161;Ä&#x201A;Ä&#x201A;Ĺ?ĨĹ?ĹśĹ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻĹŻÄ&#x201A;ĨŽĆ&#x152;ĹľÄ&#x201A;Ç&#x152;Ĺ?ŽŜÄ&#x17E; Ć&#x2030;Ć&#x152;ŽĨÄ&#x17E;Ć?Ć?Ĺ?ŽŜÄ&#x201A;ĹŻÄ&#x17E;Ä?ŽŜĆ&#x161;Ĺ?ŜƾÄ&#x201A;Ä&#x161;Ĺ?Í&#x2014; 

Ĺ˝Ć&#x161;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ĺ?ŽžžÄ&#x17E;Ć&#x152;Ä?Ĺ?Ä&#x201A;ĹŻĹ?Ć?Ć&#x161;Ĺ?Ä&#x17E;Ä&#x161; Ć?Ć&#x2030;Ä&#x17E;Ć&#x152;Ć&#x161;Ĺ?ŽŜĆ&#x161;Ä&#x201A;Ä?Ĺ?ĹŻĹ?  ŽŜĆ?ƾůÄ&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ĺ?Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻ>Ä&#x201A;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ć&#x152;Ĺ˝  Ç&#x20AC;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ä?Ä&#x201A;Ć&#x161;Ĺ?  /Ć&#x152;Ä&#x17E;Ä&#x161;Ĺ?Ć&#x161;Ĺ?&Ĺ˝Ć&#x152;ĹľÄ&#x201A;Ć&#x161;Ĺ?Ç&#x20AC;Ĺ?Ć?ŽŜŽĆ&#x152;Ĺ?Ä?ŽŜŽĆ?Ä?Ĺ?ĆľĆ&#x161;Ĺ? Ć&#x161;Ä&#x17E;ĹśÄ&#x17E;ĹśÄ&#x161;Ĺ˝Ä?ŽŜĆ&#x161;Ĺ˝Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻĆ&#x161;Ä&#x17E;ĹľĆ&#x2030;Ĺ˝Ä&#x17E;ĨĨÄ&#x17E;Ć&#x161;Ć&#x161;Ĺ?Ç&#x20AC;Ĺ˝ Ä&#x161;Ĺ?Ć&#x2030;Ä&#x201A;Ć&#x152;Ć&#x161;Ä&#x17E;Ä?Ĺ?Ć&#x2030;Ä&#x201A;Ç&#x152;Ĺ?ŽŜÄ&#x17E;Ä&#x201A;ĹŻĹŻÍ&#x203A;Ä&#x17E;Ç&#x20AC;Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ĺ˝Í&#x2DC; Ď­Ĺ&#x161;Í&#x2DC;Ń Ď­&WĆ?Ĺ?ŜŽÄ&#x201A;Ä&#x161;ƾŜĹľÄ&#x201A;Ç&#x2020;Ä&#x161;Ĺ?Ď°&W



X  3ŤŤ ² ŤŤ

²Ă&#x152;  "Ť  ŤŤ ² ² Ť

Ä&#x201A;²Ă&#x152;Ă&#x152; ²Ť ²ŤW  ²Ť

² ²ŤŒ¤¼¼Ť  ZÄ&#x17E;ĹŻÄ&#x201A;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ä&#x17E;Í&#x2014;Ç&#x20AC;Ç&#x20AC;Í&#x2DC;Ĺ˝Ć?Ĺ?žŽÄ&#x201A;ĹśĹ?Ä&#x17E;ĹŻĹ˝&Ĺ?ůŽžÄ&#x17E;ŜŽ /Ć?Ć&#x2030;Ä&#x17E;Ć&#x161;Ć&#x161;Ĺ˝Ć&#x152;Ä&#x17E;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻ>Ä&#x201A;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ć&#x152;ŽʹĹ?Ć&#x152;Ä&#x17E;Ç&#x152;Ĺ?ŽŜÄ&#x17E;WĆ&#x152;Ĺ˝Ç&#x20AC;Ĺ?ĹśÄ?Ĺ?Ä&#x201A;ĹŻÄ&#x17E;Ä&#x161;Ä&#x17E;ĹŻ>Ä&#x201A;Ç&#x20AC;Ĺ˝Ć&#x152;Ĺ˝Ä&#x161;Ĺ?Ä&#x201A;Ć&#x152;Ĺ?

 

/ĹśĆ&#x161;Ä&#x17E;Ć&#x152;Ç&#x20AC;Ä&#x17E;ĹśĆ&#x161;Ĺ?Ä&#x17E;Ä?ŽŜÄ?ĹŻĆľĆ?Ĺ?ŽŜĹ?

V HU Y L] L LQ WHU Q H W

Pesce difendeva la porta dallâ&#x20AC;&#x2122;assalto degli avversari. Al centro, lâ&#x20AC;&#x2122;arbitro del match del â&#x20AC;&#x153;Trofeo ai Cornutiâ&#x20AC;? Giovanni Antonelli. Con la maglia granata, invece, da sinistra, Lillino Biancofiore, Peppino Dellâ&#x20AC;&#x2122;Edera e un altro grande Sindaco della cittĂ di Rutigliano che ci ha lasciati Pasquale Moccia. Calciatori dallo spessore morale inimitabile. Oggi se ne sente la mancanza. Non solo come Uomini ma soprattuto come Politici.


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 7


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 8

Comune di Cellamare

In alto il Sindaco Michele Laporta, al centro il Vicesindaco con Delega allâ&#x20AC;&#x2122;Ambiente Michele Desantis e lâ&#x20AC;&#x2122;Amministratore Delegato della Lombardi Ecologia Rocco Lombardi


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 9


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 10

L’altra storia L’impresa del Conversano

LO SAPEVATE? Questo piccolo paese ha vinto lo scudetto

È il 1944. L’Italia è spaccata in due. Vittorio Emanuele III e la corte sono fuggiti in Puglia, per fondarvi il Regno del Sud. Ma scatta la voglia di calcio e si organizza un torneo con 37 squadre. Vince quella di Costagliola, futuro portiere della Fiorentina. Oggi il campionato dimenticato è finito in Federcalcio: si studia se assegnare il tricolore di Massimiliano Ancona COSTAGLIOLA, Fusco, Ponzinibio II; Bettini, Mancini, Nespolo; Calabrese, Milli, Catalano; Orlando, Campana. Non è una formazione conosciuta come il Grande Torino: Bacigalupo, Ballarin, Maroso... Nè come quella della Juventus del primo Giovanni Trapattoni: Zoff, Gentile, Cabrini... Ma è da scudetto. Anzi da “doblete”. Perché ha conquistato pure la Coppa. È la formazione dell’Unione sportiva Conversano che nel 1943-

44 ha vinto il torneo dell’Italia libera e la Coppa “Puglia”. Già, la Puglia, l’unico lembo di un ex impero liquidato dagli alleati angloamericani - il Regno del Sud - amministrato dal maresciallo Pietro Badoglio, capo del governo, sotto la corona di re Vittorio Emanuele III. Questa è una storia di calcio e di guerra. Una storia che comincia il 10 settembre 1943. Il

La FIGC si è dimostrata nordista. Dopo una lunga analisi è giunta infatti alla conclusione che Conversano a differenza dei Vigili del Fuoco di La Spezia non merita lo scudetto dopo averlo vinto sul campo nel 1944. I soliti due pesi e due misure. Per la verità la situazione anche a noi non era del tutto chiara e noi lo abbiamo scritto alcuni anni fa ma dopo aver letto le carte che ci sono state fornite dagli Conversano ci convincemmo. Ma a Roma evidentemente nè ci vedono e nè ci sentono bene!

segue

Sopra, i due documenti originali che certificano il successo dell’Unione sportiva Conversano nella Coppa Puglia e nel successivo Campionato pugliese, primo dell’Italia libera. A fianco, i campioni di allora. Da sinistra, in piedi: il dirigente Lorusso, Catalano, Calabrese, Jacobbe, Rispoli, Costagliola, Ponzinibio II, Orlando, Dentuti, il dirigente Amatulli. In ginocchio: Milli, Mancini e Nespolo

16

GUERIN SPORTIVO

Omaggio alla mitica Squadra del Valenzano: Anno 1953-54

In piedi, da sinistra: Cimarrusti Antonio (accompagnatore) Losapio Francesco Lagioia Giuseppe Ardillo Michele Lonigro Vincenzo Russo Cataldo Berardi Nicola

Pietragallo Michele Siciliano Vito (accompagnatore) In ginocchio, da sinistra: Cimarrusti Saverio (‘u dritte) Ardillo Domenico (la morte) Miolli Gino (mascotte) Ardillo Gaetano Labellarte Michele (la ciole)


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 11

Città & Sport ‘’Sarebbe stato meglio - osserva Decaro rispettare maggiormente il criterio dell’equità, per una maggiore condivisione dei sacrifici che, in momenti difficili, sono purtroppo necessari’’

Antonio Decaro capogruppo del PD alla Regione Puglia ''Non ci stupisce che Calderoli ora chieda a Maroni di fare a Monti quello che la Lega ha fatto in questi anni a tutti gli italiani. Ma invitiamo gli esponenti del Carroccio a liberarci una volta per tutte da quella vogarità cui eravamo tristemente assuefatti. Non è più il momento di scherzare''. E' il commento del capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Antonio Decaro, alle dichiarazioni dell'ex ministro per le Riforme, Roberto Calderoli, che ha invitato l'ex ministro Maroni a fare il c... al nuovo presidente del Consiglio, Mario Monti. Per Decaro, ''il ricorso ai 'trucchi' e la disponibilità 'a prostituirsi' per realizzare il federalismo, di cui oggi Calderoli si è vantato nel siparietto del parlamento padano, danno perfettamente l'idea di chi, fino a qualche giorno fa, aveva il compito di amministrare il nostro Paese''. ''Del resto - conclude il capogruppo Pd - il fallimento ottenuto e i sacrifici che ora siamo costretti ad affrontare per rimediare ai loro mille errori, sono ormai sotto gli occhi di tutti''.

glia mette a disposizione dei sindaci e dei presidenti di Provincia, corpi di polizia locale piu’ attrezzati, piu’ organizzati e piu’ professionalizzati, consentendo contemporaneamente ai cittadini pugliesi di incontrare sull’intero territorio regionale una polizia municipale piu’ omogenea nelle modalita’ operative e organizzative’’. ‘’Il raggiungimento di tali ambiziosi obiettivi - sottolinea - che potranno restituire alla Regione Puglia il suo storico primato di attenzione e sviluppo della polizia locale, richiederanno naturalmente ulteriori passaggi regolamentari ed organizzativi, previsti dalla legge, che saranno sicuramente agevolati e sospinti anche da tutti gli appartenenti ai corpi che, in questi anni, hanno costantemente richiesto e sollecitato l’approvazione di una nuova legge ordinamentale, per dare maggiore dignita’ e sicurezza al loro lavoro’’. Con un excursus storico normativo, Decaro ricorda che ‘’nel lontano 1974, la Regione Puglia ha avuto il primato storico di emanare una legge per la formazione e l’addestramento della polizia locale, prima ancora che, con Per il capogruppo Pd, Antonio Decaro, la legge quadro n.65 del 1986, il Parlacon l’approvazione della legge sull’or- mento italiano ne sancisse i lineamenti dinamento della polizia locale, ‘’la Pu- fondamentali. Con una seconda legge,

“Calderoli della Lega Nord ci risparmi altre volgarità, ha già fatto molti danni al nostro Paese''; “Polizia locale: sarà più moderna, efficiente e più vicina ai cittadini”; “Impercettibili le misure del Governo contro evasori e grandi patrimoni”

la n. 61 del 1980, la Puglia provvide poi a finanziare e potenziare i corpi di polizia locale. Solo in seguito alla normativa nazionale anche le altre Regioni disciplinarono le proprie polizie municipali e provinciali. Dalla legge regionale n.2 del 1989, emanata in forza della delega legislativa contenuta nella legge quadro del 1986 - precisa il capogruppo Pd - la Puglia non ha piu’ disciplinato la materia e sono passati 20 anni nel corso dei quali sono intervenuti grandi mutamenti giuridici e sociali, tra cui l’introduzione della elezione diretta del sindaco, e la riforma del titolo quinto della Costituzione, che hanno trasferito in particolare al sindaco responsabilita’ sempre maggiori in materia di sicurezza urbana, senza pero’ dotarlo di adeguati strumenti di intervento’’. Decaro ringrazia ‘’l’assessore Dentamaro per il lavoro svolto e, a nome del gruppo del Pd, i consiglieri Buccoliero del Mep, e Mennea del Pd, per lo stimolo operato nei confronti del governo regionale su questo argomento, anche attraverso la predisposizione di iniziative legislative che sono confluite nella legge approvata’’.

Puglia, Antonio Decaro, infine, nella manovra messa a punto dal governo sono ‘’impercettibili le misure sulla lotta all’evasione fiscale e il concorso dei grandi patrimoni finanziari e immobiliari che, se affrontate seriamente, avrebbero permesso una riduzione dei tagli e l’equita’ sociale che tutti i cittadini italiani, anche i piu’ ricchi, si aspettavano’’. ‘’Sono invece in arrivo - sottolinea il consigliere - ulteriori tagli per 2,5 miliardi di euro alle Regioni, una misura che completera’ l’azzeramento di quasi tutti i servizi regionali che potremo offrire ai cittadini. Sono stati ridotti, invece, i tagli previsti per il trasporto pubblico locale e la sanita’, ma in cambio dell’aumento della pressione fiscale sui cittadini’’. ‘’Infatti - spiega il consigliere - aumentano le accise sulla benzina che sono destinate al Tpl, e aumenterà anche l’addizionale regionale irpef minima, che sale da 0,9% a 1,23% per coprire le spese sanitarie’’. ‘’Sarebbe stato meglio - conclude il capogruppo Pd - rispettare maggiormente il criterio dell’equità, per una maggiore condivisione dei sacrifici che, in un momento così difficile, sono purtroppo necessaPer il capogruppo del Pd alla Regione ri’’.

Da Bruno Massari qualità e cortesia Chiuso il Lunedì Tel. 080/4796100. Eventi e Ricevimenti, Feste di Laurea e Compleanno, Cene di Lavoro, Addio al Celibato e Nubilato


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 12

Grande occasione di crescita. Attenti a non fare trascorrere troppo tempo. Le nostre comunitĂ meritano profondo rispetto


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 13

Sito L’Iniziativa, Quotidiano WEB - Articolo di Dario Pepe

SOZIO: “GIORNALISMO OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO”

Il Gazzettino di Puglia, storico quindicinale gratuito del caro amico Vincenzo De Gregorio, ha festeggiato a Rutigliano, presso il Cortile Castello, l’approdo nel web e in Via Aldo Moro, 52 l’apertura della prima storica sede: eventi che hanno attirato una miriade di importanti personalità locali e ha dato importanti spunti riguardo le più svariate tematiche. Tra i presenti anche Pino Fonzo e ed il Sindaco di Noicàttaro Peppino Sozio, che in un interessante intervento ha

dichiarato: “Il giornalismo locale, cartaceo o sulla rete, diventa un’importante possibilità di sviluppo delle nostre potenzialità”. Figure di spicco come il presidente del consiglio di Rutigliano Matteo Colamussi e il consigliere Filippo Masotti hanno partecipato alla serata, confrontandosi sulle tematiche più ampie, dapprima sui nuovi sentieri dell’informazione (vedi i giornali web o la comunicazione tramite Facebook), quindi sulla valorizzazione del brand Puglia

in Italia e nel mondo (a proposito, interessante il video-intervento del sindaco di Rutigliano Roberto Romagno nell’ambito del progetto Coop “L’uva Italia va in Europa”) e infine del forte legame che si prospetta crearsi tra le piccole-medio imprese e il giornalismo locale, tema che il direttore De Gregorio ha più volte sottolineato, ricordando l’accordo sottoscritto con la responsabile alle pubbliche relazioni di Pmi BariAngela Dell’Orco, anch’ella presente.

Il vicepresidente della provincia Nuccio Altieri ha infine chiuso la serata con un entusiasmante discorso, riabbracciando ogni tema toccato e rincarando la dose, dichiarando: “Noicàttaro e Rutigliano devono abbandonare la rivalità, cercando invece la collaborazione al fine di valorizzare la propria storia e i propri prodotti: basta solo immaginare quale sarebbe la forza della somma delle popolazioni dei due centri messe insieme, unite in un unico percorso”.


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 14

Riassetto nodo ferroviario: firmato accordo per la riqualificazione delle aree liberate dai binari

UN IMPEGNO DI LAVORO DI 7 ANNI DELLE DUE GIUNTE EMILIANO E’ stato firmato a Roma, presso la sede della Regione Puglia, il protocollo d’intesa tra la Regione Puglia, il Comune di Bari, Ferrovie dello Stato, Ferrovie Appulo Lucane, Ferrovie Bari Nord, per il riassetto del nodo ferroviario di Bari e la riqualificazione urbanistica delle aree liberate dai binari. “Il riassetto del nodo ferroviario dichiara il sindaco Emiliano - significa ricucire Bari, attualmente tagliata in due dai binari, e ridisegnare il cuore della città, migliorando il trasporto pubblico con gli scambi intermodali, i collegamenti pedonali, e aumentando i servizi, i parcheggi e le aree a verde. Ieri a Roma, finalmente tutti i soggetti interessati, hanno sottoscritto un protocollo comune, che consentirà di rivedere completamente importanti aree urbane che saranno liberate dai binari. Si tratta di un passaggio importante, che ci permetterà di bandire entro l’anno il concorso internazionale di progettazione per riutilizzare al meglio e riqualificare degli spazi fondamentali per la città”. Infatti, a seguito della razionalizzazione delle infrastrutture ferroviarie, il fascio dei binari impegnerà solo 50 metri anziché i 130 attuali, e di conseguenza saranno liberate delle aree destinate in futuro a nuovi usi urbani. Il Comune di Bari ha così elaborato dei grafici,

allegati al protocollo, in cui vengono individuati tali spazi. “La città cambierà volto - spiega l’assessore Sannicandro - infatti accanto al progetto del nodo ferroviario sta camminando anche il concorso per la riqualificazione della Caserma Rossani, che costituisce un altro spazio fondamentale per la ricucitura di Carrassi col centro urbano. La qualità e l’importanza degli obiettivi del Comune, approfonditi anche attraverso il Piano strategico della Terra di Bari, sono stati talmente forti da riuscire a superare una serie di difficoltà legate al numero di soggetti coinvolti e di interessi in gioco. In tal senso, è stato determinante il ruolo di mediazione svolto dall’assessorato ai Trasporti della Regione Puglia”. L’obiettivo del concorso è la redazione di un master plan, e del relativo piano di fattibilità economico-finanziario, che consenta la ricucitura dei quartieri Libertà, Murat e Madonnella, con Picone, Carrassi e San Pasquale. All’esito del concorso internazionale, di fatto il master plan e il piano di fattibilità costituiranno lo strumento urbanistico attuativo, coerente con i nuovi indirizzi del DPP per il futuro Piano Urbanistico Generale, e in perfetta sintonia con gli obiettivi di mandato del Sindaco. Il concorso internazionale sarà bandito entro quest’anno.

Società da 27 anni impegnata a Rutigliano

Siglata la convenzione tra Multicinema Galleria e Gestipark Battisti

Bari parcheggia lo stress ed ora si gode lo spettacolo Bari. Siglata la convenzione tra il cinematografica; le altre sul sito Multicinema Galleria e il parcheggio www.multicinemagalleria.it Gestipark Battisti per garantire tariffe agevolate ai clienti del multisala di Corso Italia. Aggiungendo un solo euro al costo del biglietto intero per il cinema sarà possibile usufruire del parcheggio di Piazza Cesare Battisti per tre ore. Agli acquirenti di biglietti ridotti e ai possessori di abbonamenti al cinema l’integrazione richiesta sarà di due euro. Gli spettatori potranno godere delle tariffe agevolate solo facendone richiesta al momento dell’acquisto del biglietto. La convenzione siglata con Gestipark è solo una tra le novità che il Multicinema Galleria propone per la nuova stagione


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 15

New York, “I Trulli Restaurant” dell’eccellente rutiglianese Nicola Marzovilla È stato il primo ristorante pugliese di qualità ad aprire a New York. Tra le chiavi del successo la capacità di coinvolgere la clientela del proprietario, Nicola Marzovilla, originario di Rutigliano (Bari) e la pasta fatta a mano da sua madre, Dora. Una volta oltrepassato l’incerto receptionist il fascino dell’attraente ambiente è superato solo da quello irresistibile del proprietario, Nicola Marzovilla, nativo di Rutigliano (Bari). I Trulli è stato il primo ristorante pugliese d’alta qualità ad aprire a New York, circa 25 anni fa, e la madre di Nicola, Dora, sebbene non cucini più, si presenta ogni giorno per fare la pasta a mano e fornire consulenza, se è necessario. Ai Trulli si possono gustare piatti

eccellenti, a cominciare dalla squisita pasta fatta in casa da Dora. E poi orecchiette con broccoli di rape, bietole con pomodoro, fave e cicorie, e poi barbabietole rosse, panzerotti, pittole… È costume dei proprietari dei ristoranti “to work the room”, conversare e coinvolgere la clientela più o meno nota, qualcosa che è stato creato dal competitivo stile di vita americano… e che può essere osservato in un’alta percentuale di posti. Nessuno “works the room” meglio di Nicola – guardare lui significa guardare un maestro. Aperto per colazione (un’altra tendenza nel competitivo business dei ristoranti a New York e in altre città), pranzo e cena. 122 East 27th street, New York, New York.

30 ANNI DI ARTI MARZIALI: celebrazione del trentennale della Kimuchi Rutigliano, Campione d’Italia 2010 di Pancrazio L’Associazione Sportiva Dilettantistica Kimuchi Rutigliano compie trenta anni. La ricorrenza sarà celebrata Domenica 30 Ottobre alle ore 10 nell’Auditorium dell’Itc “Montale”. All’incontro, condotto dal giornalista Gianni Capotorto, interverranno il presidente della Kimuchi Graziano Gassi, tecnico della Nazionale Italiana di Pancrazio, il sindaco Roberto Romagno, l’assessore comunale allo Sport Gianvito Defilippis e l’Arbitro Nazionale di Pancrazio Michele Signorile. In programma esibizioni di Judo, Karate, Pancrazio Athlima, Ju Jitsu, difesa personale e Kata con spada.

Tra i risultati più importanti conseguiti in campo nazionale e internazionale dagli atleti della Kimuchi in questi trenta anni di attività: la medaglia di bronzo ai campionati italiani giovanili di Judo di Roma nel 1989 e la medaglia d’oro ai mondiali di Pancrazio di Salonnico (Grecia) nel 2003 con Rosa Gassi, attualmente vice presidente della Federazione Italiana Pancrazio; diverse medaglie d’oro individuali ai campionati italiani di Pancrazio, il titolo di Campione d’Italia a squadre di Pancrazio a Brindisi nel 2010; il primo posto a squadre agli Assoluti di Pancrazio a Roma nel 2011. Segretaria di Redazione Emmanuella Bottalico Coordinamento Fabrizio De Gregorio cell. 3450977620 fabriziodegregorio@libero.it

www.ilgazzettinodipuglia.it Il Gazzettino di Puglia Web Tv Anno attività XXIII Giornale Numero 566 del 10 Dicembre 2011 Edizione Straordinaria Rossonero di Puglia - Sport Città Città & Sport - Il Gazzettino del Sud Est Autorizzazione Tribunale di Bari numero 961 del 29 Maggio 1989; Iscrizione ROC (Registro Nazionale Operatori della Comunicazione, numero 20924 del 10 Marzo 2011);

La nostra Testata non riceve contributi pubblici a differenza di Avvenire Quotidiano dei Vescovi che incassa più di 10 miliardi di vecchie lire, ogni anno, dallo Stato Italiano;

Facebook: Il Gazzettino di Puglia; Comunicati - Lettere al Direttore: ilgazzettinodipuglia@libero.it Sito Internet: ETH DESIGN Stampa Tipografia Martano Editrice

PUBLI GINO’S: Pubblicità su Giornale, Sito Internet, Redazionali publiginos@gamil.com - tel. 080/3212609

Giornale chiuso in Redazione alle ore 08,00 del 9 Dicembre 2011

Pubblicità Antonella Barbone - cell.3281154073

E’ vietata la riproduzione parziale e totale di testi, immagini e pubblicità del nostro Giornale periodico.

Direttrice Editoriale Angela Maria Sozio;

Segretaria di Redazione Emmanuella Bottalico

Direttore Responsabile Vincenzo De Gregorio cell. 3470841151

Relazioni Esterne Vito Valenzano cell. 346227 vitoterzo@libero.it;

Responsabile Cultura Gabriella Genisi - gabriellagenisi@libero

Inno della Puglia “Vieni a ballare in Puglia” di Caparezza;

Marketing Territoriale Nino Valenzano cell. 3476713355 (Presidente Confcommercio Rutigliano);

Redazione: Via Conversano, 52 70018 Rutigliano (Bari);

Via Poerio, 6 - Rutigliano Gianni Didio cell. 3476363829


www.ilgazzettinodipuglia.it - Anno XXIII - 10 Dicembre 2011 - N. 566 - ilgazzettinodipuglia@libero.it - Pag. 16

il gazzettino 566  

il gazzettino di puglia 566

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you